Sei sulla pagina 1di 2
CHI PAGHERA’ | DELLA GRECIA? Ne parliamo con: editorialista fs giornalista e portavoce di Syriza in Italia partecipa ore 21.00 MONZA Attragor, Arc Scotivento Monza, Comitato Altra Europa Pee Beni Comuni MB, oordinamento Arc MB, coral Comunisti MB, Italia Cuba MB, Monza e BrianzaPossibile, Osservatorio Antimafie MB, ea Rifondazione Comunista MB, Punto rosso Seregno, Sinistra ee ea Liberta MB, Per un'Altra Seregno a sinistra, Unione degli student Brianza, Usb MB, Fee Ta teres old] 1! popolo greco ha sofferto le politiche d’austerita imposte dalle politiche delle Istituzioni europee pit di tutti gli altri popoli. La vittoria di Syriza é il primo segnale di una generale ripresa democratica e di sovranita popolare. Dalla poverta e dall'indigenza si pud uscire! Lavoro e redditi dignitosi si possono ottenere con nuove politiche economiche. Cosa ha ottenuto i| nuovo governo greco dall'accordo con la Comunita Europea? 1. La Grecia non é pill obbligata a raggiungere quest'anno un avanzo primario di bilancio del 3%. E tichiesto solo il pareggio. 2. Il “contratto” della durata di quattro mesi é espressamente designato come una transizione verso un nuovo accordo da definire. 3. La “Troika” non esiste pid in quanto Istituzione, anche se ciascuna delle sue componenti continua ad operare. Le squadre di uomini in nero che andavano ad Atene a dettare le loro condizioni, non arriveranno pit. 4. Ora sara la Grecia a scrivere l'Agenda delle riforme e la scrivera da sola. Le istituzioni daranno il loro parere? ma non potranno piu imporre ad Atene un aspetto o I'altro di queste riforme. \l rimborso del debito non affligge solo la Grecia, ma tutti gli Stati europei. || debito ha generato |'austerita, una politica che toglie servizi e reddito alla gente comune per darli ai « ricchi: banche e finanziarie hanno beneficiato dei tassi di interesse pagati dagli Stati indebitati e continuano a dettare le politiche socio-economiche ai pavidi governi nazionali In Europa devono tornare la sovranita popolare e politiche sociali a favore dei ceti piu poveri. + Fine dell’austerita dei sacrifici che impoveriscono il 99% degli europei. + Restituzione di lavoro e reddito ai lavoratorie alle lavoratr + Perun’Europa democratica, solidale e popolare. Ne parliamo il 20 marzo ore 21 a Monza, Urban Center, via Turati 8 zona stazione.