Sei sulla pagina 1di 2

RISARCIBILE IL DANNO DEL FIGLIO TRASCURATO

DAL GENITORE NATURALE


La Cassazione, con la sentenza del 16 febbraio, n. 3079 conferma la responsabilit del genitore
per il mancato mantenimento di un figlio naturale, anche quale danno non patrimoniale, per la
lesione di valori costituzionalmente garantiti dagli artt. 2 e 30 Della Costituzione.
Il caso in esame il seguente.
Una giovane citava in giudizio il padre naturale per vedersi riconosciuto il risarcimento dei danni derivante dal mancato rispetto degli obblighi di mantenimento, di istruzione ed educazione.
Il Tribunale accoglieva la domanda. La Corte dAppello riformava parzialmente la sentenza
di primo grado aumentando il risarcimento. Il padre ricorreva in Cassazione che confermava
integralmente la sentenza impugnata.
La sentenza in esame ribadisce i principi della risarcibilit dei danni dipendenti dalla consumazione dei c.d. illeciti familiari nei rapporti genitori-figli.

STUDIO LEGALE CECATIELLO


Via Carducci, 12 -20123 Milano
T +39 02 72022862 F +39 02 89016054 E-mail studio@cecatiello.it C.F. CCTRND70S12F205P P.IVA 06067090966
www.cecatiello.it
cecatiello@pec.it

La Cassazione ha chiarito che nellipotesi in cui al momento della nascita il figlio sia riconosciuto da uno solo dei genitori, tenuto perci a provvedere per intero al suo mantenimento, non
viene meno lobbligo dellaltro genitore per il periodo anteriore alla pronuncia di dichiarazione
giudiziale di paternit o di maternit naturale, essendo sorto sin dalla nascita il diritto del figlio
naturale ad essere mantenuto, istruito ed educato da parte di entrambi i genitori.
Per questo motivo il genitore naturale, dichiarato in seguito a provvedimento del giudice, non
pu sottrarsi alla obbligazione nei confronti del figlio per la quota parte posta a suo carico ed
tenuto a provvedervi, sin dalla nascita.
La domanda proposta dal figlio nato fuori dal matrimonio nei confronti del genitore naturale
autonoma e diversa rispetto alla domanda di risarcimento dei danni subiti dallo stesso figlio
quale conseguenza della condotta omissiva del genitore rispetto agli obblighi nascenti dal rapporto di filiazione.
La prima fondata sullart. 30 Cost. e sugli artt. 147, 148, 155, 155-sexies c.c., mentre la seconda si basa sulla responsabilit genitoriale, avente natura unicamente compensatoria e riparatoria.

Avvocato Armando Cecatiello, Milano


www.cecatiello.it

STUDIO LEGALE CECATIELLO


Via Carducci, 12 -20123 Milano
T +39 02 72022862 F +39 02 89016054 E-mail studio@cecatiello.it C.F. CCTRND70S12F205P P.IVA 06067090966
www.cecatiello.it
cecatiello@pec.it