You are on page 1of 8

GERENZA

(HTTP://ILMANIFESTO.INFO/GERENZA/)
MI RIPRENDO IL MANIFESTO
(HTTP://ILMANIFESTO.INFO/MIRIPRENDOILMANIFESTO/)

Edizione del 18 febbraio


2015
aggiornata oggi alle
22:25

(/)

PROFILO (/PROFILO)
AIUTO
(HTTP://AIUTO.ILMANIFESTO.INFO)
TARIFFE
(HTTP://ILMANIFESTO.INFO/TARIFFEABBONAMENTO/)
ABBONATI (/ABBONAMENTI)

ENTRA (/LOGIN)

CULTURA (HTTP://ILMANIFESTO.INFO/SEZIONI/CULTURA/)

La macchina umana
Simone Pieranni, 18.2.2015

Made in China. La Foxconn il maggiore datore di lavoro al mondo. Un libro, Nella


fabbrica globale, di Ferruccio Gambino e Devi Sacchetto (edito da ombre corte), svela
la nuova schiavit che si nasconde dietro il vertiginoso aumento del profitto

(http://ilmanifesto.info/wordpress/wp-content/uploads/2015/02/17/cina-foxconn-fabbricalavoro-pausa-riposo.jpg)
Pausa riposo alla Foxconn (foto Reuters)

gni giorno eseguo dalle quattromila alle

cinquemila volte lo stesso movimento, racconta unoperaia della Foxconn. Ogni giorno,
un lavoratore impiegato in una delle fabbriche Foxconn,
compie dai 18mila ai 20mila movimenti per turno. Lo fa in
una posizione di lavoro limitata, minuscola, isolata dal resto
delle persone, controllata e sorvegliata. Non si pu ridere,
non si pu parlare. Si devono raggiungere gli obiettivi di produzione. Se non ci si riesce, si lavora di pi. E quel tempo in
pi, non straordinario, non viene pagato. Poi si va nel dormitorio, dove non si lavora, ma non si vive certamente liberi.
Macchine, automi, piccoli componenti di processi tayloristici
e fordisti che tradotti in mandarino significano: ridurre
i costi del lavoro. E aumentare il profitto. Dietro agli automi
c naturalmente unumanit, vera, carnale, nonostante sia
schiacciata dalla schiavit economica e morale, sancita dai
dormitori dove il lavoro non recede, ma permea e asfissia
attraverso la disciplina ogni momento della propria vita.
Sia in linea, sia in camera, si sottoposti a un ordine,
a regole e a un destino bizzarro: ci si aliena per produrre un
bene che poi si brama (ad esempio gli smartphone).
Dallaltro lato, nelle stanze dei padroni, tutto scontato: c
chi deve sottomettersi e subire angherie, senza ottenere
alcuna soddisfazione, se non un magro stipendio. Ma con gli
stessi strumenti che si producono, ci si organizza e ci si
ribella.
La parola detta
Ecco come si sviluppato il processo di crescita cinese, nella
sua fase di fabbrica del mondo: unendo la velocit
desecuzione, la sottomissione e latomizzazione. C molto
turn over nelle fabbriche Foxconn: non un problema in un
paese di un miliardo e 400 mila abitanti, desiderosi di diventare cittadini. Questo processo, su cui lo Stato cinese ha
costruito la propria fortuna, non senza costi in termini
ambientali e di tensioni sociali, lo spiega perfettamente un
volume pubblicato da ombre corte, Nella fabbrica globale,
Vite al lavoro e resistenze operaie nei laboratori della Foxconn, a cura di Ferruccio Gambino e Devi Sacchetto (pp 230,
20 euro). Si tratta di un volume composito, fatto di narrative
journalism, di testimonianza e concepito tra analisi, inchiesta e attenzione a quanto accade anche al di l dei confini,

CONDIVIDI

seppure vasti, della Repubblica popolare cinese.


I meriti di questo libro sono tanti. Il primo quello di
entrare nel cuore delle fabbriche e soprattutto parlare con
i lavoratori cinesi, un metodo infallibile per capire cosa succeda l dentro. Ambiti di cui spesso abbiamo notizie solo
attraverso foto. La Foxconn come riassumono gli autori
unimpresa controllata dalla societ Hon Hai Precision
Industry, fondata nel 1974 da Terry Gou. Oggi il maggior
datore di lavoro al mondo, con i suoi 1,3 milioni circa di
occupati. Oltre un milione lavorano in Cina.
(http://ilmanifesto.info/wordpress/wpcontent/uploads/2015/02/18/cina-foxconnfabbrica-lavoro-riposo.jpg)

Tra il gennaio e il dicembre del 2010,


presso la Foxconn, sono avvenuti 18 tentativi di suicidio con 14 morti e 4 feriti.
La tragedia della cosiddetta serie di
salti, come stata battezzata dai media,
ha destato grande scalpore. Si tratta,
seppure in forme diverse, del risultato
(http://ilmanifesto.info/wordpres
delle presunte irregolarit dellazienda.
Parliamo come scrivono Pun Ngai, Han content/uploads/2015/02/18/cinaYuchen, Guo Yuhua e Lu Huilin nel primo foxconn-fabbricalavoro-riposocapitolo di superamento del limite
256x170.jpg)
massimo di ore di straordinario, sospetto
di infrazione della legge sul lavoro per
quanto riguarda il pagamento degli straordinari. La Foxconn
stata anche sospettata di aver violato le norme sui tirocinanti, sulla sicurezza sul lavoro e la prevenzione e il trattamento delle malattie professionali (e a questo proposito il
libro presenta testimonianze di vittime di infortuni sul
lavoro, mai ricompensati dallazienda).
Il riposo sorvegliato
Operaie e operai di produzione sono alloggiati in otto in
una camera di circa trenta metri quadri, con un bagno separato. Succede nel dormitorio di Wuhan, uno degli esempi
portati dagli autori del libro. Un altro elemento rilevante del
mondo Foxconn , infatti, quello relativo al dormitorio
che non un luogo di riposo bens il prolungamento del
banco da lavoro e della catena di montaggio. Allinterno, vige

un regime rigido. Operaie e operai non possono lavare per


conto loro i vestiti e nemmeno usare lasciugacapelli; alle 23
al pi tardi devono essere rientrati al dormitorio perch in
caso di trasgressione incombe la punizione. A essere spezzate sono le relazioni sociali.
Una produzione intensiva, bassi salari, un sistema di disciplinamento severo cos come una divisione sociale e lavorativa degli occupati caratterizzano la situazione negli stabilimenti. La direzione della multinazionale d infatti per scontata la lesione della dignit degli operai e delle operaie per
risparmiare sui costi. La Foxconn fa lavorare le proprie fabbriche per 24 ore al giorno, attraverso due turni: dalle 8 alle
20 e dalle 20 alle 8, il 73% degli impiegati lavora pi di dieci
ore. Siamo come granelli di polvere dice unoperaia -. Se
te ne vai tu, viene qualcunaltra e fa il tuo lavoro. In questa
fabbrica noi operai/e di produzione non contiamo. Siamo
solo un attrezzo di lavoro. In un libretto con le norme di
comportamento, come fossero citazioni militaresche e parafasciste di Terry Guo il boss, si legge: I sottoposti devono
assolutamente obbedire ai superiori.
Bagong! (Sciopero)
Nel settimo capitolo, Jenny Chan, Pun Ngai, Mark Selden si
occupano delle rivendicazioni nelle fabbriche Foxconn.
Secondo il loro parere, le lotte operaie in Cina sono aumentate a partire dalla met degli anni 90 e si sono evolute qualitativamente. Sono degne di nota soprattutto le richieste di
aumenti salariali oltre il livello minimo locale. Dopo tutto il
patimento descritto nei capitoli precedenti, questa parte del
libro costituisce una sorta di sollievo.
Pu esistere una coscienza di classe tra i giovani che lavorano alla Foxconn? E che tipo di lotte si sono svolte, con
quali obiettivi? Il 3 gennaio 2012 ad esempio ci fu una
delle proteste pi clamorose: pi di centocinquanta lavoratori insorsero contro la pessima distribuzione delle mansioni e misero in scena lo show del salto dalledificio
(tiao lou xiu), un modo di dire che mischia termini cinesi
(tiao: saltare, lou: edificio) e termini inglesi: xiu che qui sta
per show.
Minacciavano di buttarsi dalledificio della fabbrica se
i manager non avessero risolto le questioni salariali. Negli

ultimi due anni, tante altri scioperi e rivendicazioni hanno


contraddistinto le fabbriche Foxconn. Proteste organizzate
con passaparola, smartphone, applicazioni.
Modello da esportare
Ora immaginatevi tutto questo in Europa. questo il salto
della Foxconn: la sinizzazione del mondo del lavoro (almeno
nei paesi dove si stabilita e di cui si sa molto poco, come
Turchia, Russia, Ungheria). Nel capitolo nono del volume,
Rutvica Andrijasevic e Devi Sacchetto si occupano della Foxconn in Europa, in particolare in Repubblica Ceca, dove si
sta sviluppando unimportante industria elettronica. La Foxconn pu cos espandersi e produrre per il mercato occidentale utilizzando la pi prestigiosa dicitura made in Eu.
Una prima constatazione: La Foxconn, come le altre
imprese straniere collocate nella Repubblica Ceca, ha potuto
contare su una vera e propria macchina statale messa in
campo per attrarre gli investimenti stranieri. Richiesta di
soldi asiatici, chiudendo un occhio sui diritti dei lavoratori,
con risultati negativi per tutti. La Foxconn ha finito per
imporre salari medi inferiori a quelli precedenti. Come in
Cina, inoltre, la produzione basata sulla velocit
desecuzione. Capireparto e capilinea mettono sotto pressione i lavoratori per mantenere elevato il ritmo produttivo.
I turni sono di 12 ore, le condizioni di lavoro e le pressioni
portano anche a un elevato numero di incidenti e infortuni.
E anche in Repubblica Ceca, per gli interinali che costituiscono il 60% degli occupati esistono i dormitori.
Nelle conclusioni, emerge il punto focale cui mira tutto il
volume. Gli autori ritengono si debba insistere nellanalisi
della produzione globale della Foxconn. I due mondi, quello
cinese e quello europeo, sono molto pi vicini di quanto si
possa pensare. Non si tratta solo di bassi salari, di tempo di
lavoro, di pressioni e disciplina. Si tratta di capire come la
Foxconn gestisca la sua forza lavoro globale.

LEGGI LARTICOLO ANCHE IN:

Pdf
ePub
mobi
(http://ilmanifesto.info/read(http://ilmanifesto.info/read(http://ilmanifesto.info/readoffline/123370/laoffline/123370/laoffline/123370/lamacchinamacchinamacchinaumana.pdf)
umana.epub)
umana.mobi)

(https://ilmanifesto.info/registrazione)
2 Commenti

il manifesto

Ordina dal meno recente

Consiglia

Entra

Condividi

Partecipa alla discussione...


marcello giappichelli

13 ore fa

Aggiungere ...
Un anno fa' la Foxconn ha detto che era in grado di ridurre l'occupazione pressopch allo zero con l'utilizzo di
nuovi robot e qualche mese fa' ha introdotto oltre trentamila robot.
E allora: le macchine eliminano lavoro salariato. Ma cosa si potrebbe fare se il lavoro socialmente inteso
avesse il controllo delle macchine?


Harken

Rispondi Condividi

8 minuti fa

Articolo MOLTO, MOLTO interessante. Questo S andrebbe fatto leggere - insieme al libro recensito - un po'
dovunque, soprattutto dalle parti dei mitizzatori del nuovo modello di sviluppo cinese: i quali, com' noto,
allignano un po' a tutte le latitudini politiche...

Rispondi Condividi

CHE COS' QUESTO?

ANCHE SU IL MANIFESTO

Come se il voto greco non esistesse

Orgogliosamente razzisti

7 commenti 2 giorni fa

14 commenti un giorno fa

Cosimo Antonio Gervasi Per chi non l'avesse ancora

diserzione Ho commentato suggerendo di

capito, gli stati hanno perso non solo la sovranit


monetaria, ma anche quella politica. Oggi siamo sotto
la dittatura della finanza internazionale, occorre un
Nellanuovo
storia,
25ilregista sta sempre al governo

moderare i commenti, e non mi avete approvato il


commento. bellissimo. Per perch dovremmo
leggere i razzisti nei commenti pure qu? Un saluto
Perch
diciamo
grazie
anche
ai grammar
nazialla
;) Grecia

1 commento 2 giorni fa

1 commento 4 giorni fa

Leonardo L'identit dell'uomo, non del politico,

Giovanna Cara Luciana Castellina e care/i

persa in un'idea. La facilit con cui faccia presa il


trasformismo implica una scarsa consapevolezza dei
parlamentari e, conseguentemente, dei propri

compagni/e della lista Tsipras, due domande:-Vi siete


accorte/i o no della presenza in fondo al corteo di un piccolo-spezzone che con i temi della convocazione
della

Iscriviti

Articoli Correlati

Aggiungi Disqus al tuo sito web

Privacy

La longevit dei pontefici (http://ilmanifesto.info/la-longevita-dei-pontefici/)


indubbiamente una invenzione medievale, il papato, sebbene con addentellati alla tradizione tardoantica.
Allindomani della divisione dellimpero romano in due parti, lorientale e loccidentale, il concilio di Calcedonia
aveva

Corpi sotto stretta disciplina (http://ilmanifesto.info/corpi-sotto-stretta-disciplina/)


Foxconn, azienda controllata dal conglomerato multinazionale cinese-taiwanese Hon Hai che suscit scalpore alcuni
anni fa per la serie di suicidi (18 tentati suicidi, 14 morti nel 2010) verificatisi

La macchina umana (http://ilmanifesto.info/la-macchina-umana/)


Ogni giorno eseguo dalle quattromila alle cinquemila volte lo stesso movimento, racconta unoperaia della Foxconn. Ogni giorno, un lavoratore impiegato in una delle fabbriche Foxconn, compie dai 18mila

Edward Said e linvenzione dellesotico meridionale (http://ilmanifesto.info/edward-said-elinvenzione-dellesotico-meridionale/)


Il lavoro di decostruzione dellimmaginario coloniale italiano intrapreso oggi, in Italia, da una sempre pi numerosa schiera di studiosi. La proliferazione di convegni e di occasioni pubbliche sul tema

Buchanan, leconomia stregata dalla fisica (http://ilmanifesto.info/leconomia-stregata-dallafisica/)


Marcello Cini, uno dei fondatori di questo giornale, sosteneva di essersi dedicato alla fisica dopo aver scoperto di
essere pi interessato alle cose che alle persone. Era una

Il carisma dellarte (http://ilmanifesto.info/il-carisma-dellarte/)


Harald Szeemann diceva sempre che only tribes survive. Ed immensa la trib che tiene vivo il suo pensiero oggi.
La sua stata, senza ombra di dubbio, una delle

IL MANIFESTO / Cultura (http://ilmanifesto.info/sezioni/cultura/) / La macchina umana (http://ilmanifesto.info/la-macchina-umana/)

LINK UTENTE

Entra (/login)
Registrati
(/registrazione)

IL MANIFESTO

NOTIZIE

COLLETTIVO

Gerenza
Editoriale
Il collettivo del
(http://ilmanifesto.info/gerenza/)
(http://ilmanifesto.info/sezioni/editoriale/)
manifesto
Mi riprendo il
Internazionale
(http://ilmanifesto.info/ilmanifesto
(http://ilmanifesto.info/sezioni/internazionale/)
collettivo-delABBONAMENTI
(http://ilmanifesto.info/miriprendoilmanifesto/)
Politica
manifesto/)
Come funziona
(http://ilmanifesto.info/sezioni/politica/)
La storia del
SOCIAL NETWORK
questo sito
Italia
manifesto
(http://ilmanifesto.info/domandeFacebook
(http://ilmanifesto.info/sezioni/italia/)
(http://ilmanifesto.info/lafrequenti/)
(http://facebook.com/ilmanifesto)
Lavoro
nostra-storia/)
Tariffe
Twitter
(http://ilmanifesto.info/sezioni/lavoro/)
Statuto del manifesto
(http://ilmanifesto.info/tariffe(http://twitter.com/ilmanifesto)
Europa
(http://ilmanifesto.info/loabbonamento/)
Google Plus
(http://ilmanifesto.info/sezioni/europa/)
statuto-delConvenzioni
(https://plus.google.com/+IlmanifestoMobi/posts)
Scuola
manifesto/)
(http://ilmanifesto.info/convenzioni/)
Youtube
(http://ilmanifesto.info/sezioni/scuola/)
Regolamento del
Termini e Condizioni
(http://youtube.com/ilmanifestoweb)
Linchiesta
manifesto
(http://ilmanifesto.info/termini(http://ilmanifesto.info/sezioni/linchiesta/)
(http://ilmanifesto.info/il-

e-condizioni/)
Privacy
(http://ilmanifesto.info/privacy/)

Economia
regolamento-del(http://ilmanifesto.info/sezioni/economia/)
manifesto/)
Community
Bilanci e conti
(http://ilmanifesto.info/sezioni/community/)
(http://ilmanifesto.info/bilan
e-conti/)
Fondatori
(http://www.ilmanifesto.info
Pubblicit sul
manifesto
(http://ilmanifesto.info/pubb
sul-manifesto/)
Sconto speciale
Sicilia e Sardegna
(http://ilmanifesto.info/ailettori-di-sicilia-esardegna/)

2015 IL NUOVO MANIFESTO SOCIET COOP. EDITRICE