Sei sulla pagina 1di 3
MOZ 000384 Mozione circa la trascrizione nei registri dello stato civile dei matrimoni tra persone dello stesso sesso celebrati all'estero Ia disciplina delle convivenze Premesso cche da pit parti si moltiplicano le richieste per il riconoscimento dei matrimoni contrattiall'estero tra persone delle stesso sesso ¢ pilt in generale di riconoscere un particolare status giuridico alle convivenze stabilis visto Varticolo 107 del codice civile con il quale si preserive espressamente che Vulficiale di stato civile riceva “da ciascuna delle parti personalmente, una dopo Walia, la dichiarazione che esse si vogliono prendere rispettivamente in ‘marito e in moglie Varticolo 115 del codice civile nel quale si prevede cte il cittadino sia soggetto. alle norme del codice medesimo “anche quando contrae matrimonio in paese straniero secondo le norme ivi stabilite tanto disposto dall'articolo 27 comma I della leg “Riforma del sistema italiano di dirito intemazionale privato” la capacita 31 maggio 1995, 218 ‘matrimoniale ¢ le altre condizioni per contrarre matrimonio sono regolate dalla legge di ciaseun nubendo sl momento del matrimonio: preso ato cche, come ribadito dalla Corte costituzionale con Ia pronuncia 138/2010, Particolo 29 della Costituzione italiana si riferisee al matrimonio come unione tra persone di sesso diverso: evidenziato cche non sussistono motivazioni tali da giustficare l'esigenza di prevedere in via legislativa la creazione di un nuovo istituto regolatorio per le convivenze more uxorio in quanto il corpus normative vigente © abbondante giurisprudenza consolidata prevedono gi amplissime garanzie e disiti per gli stabili legami affettivi quali a puro titolo esemplificativo: © dirito all’accesso alla cartella clinica (decreto legislative 30 giugno 2003 1. 196); © congedi lavorativi per assistenza al convivente (articolo 4 della legge 8 ‘marzo 2000 n, $3); ‘© ‘tutela, curatela e amministrazione di sostegno (articolo 408 comma I del codice civile);, ‘© suevessione nella locazione (sentenza della Corte costituzionale del 7 aprile 1988 n, 404); considerato che le norme in materia gia vigenti nell’ordinamento possono essere oggetto di ricognizione e di una migliore specificazione; 1 Consiglio regionale impegna Ie giunta a dare concreta attuazione a quanto disposto allarticolo 2 comma 4 lettera b dello Statuto di autonomia della Regione Lombardia in merito alla tutela della famiglia come riconosciuta dalla Costituzione, attraverso aadeguate iniziative di carattere economico: invita il Legislatore nazionale a redigere un corpus orgenico di norme facendo una ricognizione di quello che l'ordinamento vigente, in maniera implicita o esplicita, sid prevede in materia di convivenze stabili garantendo il rispetto dell’ istituto della famiglia naturale fondata sul matrimonio cosi come previsto dall'articolo 29 beblh [ve ea) Aw ¢. (¢ oy) DOCUNENTO PERYENUTO : Zoe 4 oe DEL Asset Sine, ao “CS GZ eee (lle Prvaneens 1) (ee)