Sei sulla pagina 1di 1

Primo Piano

SABATO 22 NOVEMBRE 2014 IL TIRRENO

I DOTTORI DIFESI
DALLE FAMIGLIE
SU FACEBOOK
SUL WEB
MIGLIAIA DI COMMENTI
di Mario Moscadelli

LESPERTO: pochi i casi in cui IL LATTE MATERNO controindicato

Sempre pronto, alla temperatura giusta e gratuito. E con tanti vantaggi per la salute del piccolo che cresce

tedera.
Marco Granchi. Questo professionista di 61 anni, di Ponsacco,
proprio alcuni giorni fa uscito
con un'assoluzione da un lungo
processo dopo la denuncia dei
genitori di una bambina che ha
avuto lesioni permanenti gravi
di un ascesso dentale.
Luca Burchi. Sempre della provincia di Pisa anche Burchi, 59
anni. Il professionista di di Volterra, da circa 20 anni lavora nella Valdicecina. Abita a Calcinaia.

LItalia ai primi posti nel mondo


per la pratica dellallattamento al
seno. Lo rivela una recente
indagine dellOrganizzazione
Mondiale della Sanita che, da
tempo, sollecita i vari Paesi ad
incrementarne la diffusione: luso
esclusivo fino al sesto mese e
dopo svezzamento fino al primo
anno det.
Si tratta duna indicazione di
grosso spessore medico e sociale
che si basa su una vasta

documentazione scientifica. E
quindi lalimento pi idoneo per il
bambino. A volte possono infatti
sorgere degli impedimenti o delle
controindicazioni che, solo allora,
impongono invece di ricorrere a
quello artificiale. Parliamo di
allattamento misto quando non
possibile avere una quantit
adeguata di latte materno od
artificiale se mancasse del tutto.
Ecco, dunque, alcuni vantaggi del
latte materno. Nel primo anno di

vita rappresenta lalimento


ideale per la crescita e la tutela
della salute. I suoi componenti
proteggono il bambino creando
opportune difese immunitarie
contro le malattie infettive pi
comuni. E inoltre facilmente
digeribile, soddisfa rapidamente
fame e sete. Anche il passaggio da
un seno allaltro soddisfa meglio
il senso della sete, per la diversa
concentrazione. A livello di
singoli componenti ha in media

una minor quantit di proteine,


cos che si associa ad un minor
rischio di obesit. E inoltre molto
ricco di prostaglandine, valide
per un corretto funzionamento
intestinale. Ha maggiori quantit
di acidi grassi insaturi,importanti
per lo sviluppo del sistema
nervoso. In sintesi, ecco le
priorit del latte materno:
sempre pronto, alla
temperatura giusta ed gratuito.
Gian Ugo Berti

Giampiero Cassano. Uno dei pediatri pi conosciuti della Versilia il sessantacinquenne Giampiero Cassano. Non solo per l'attivit medica, ma anche per
quella politica, soprattutto a
met degli anni Novanta. Cassano arriv in consiglio comunale
per An. Dopo questa fase di destra, si spost verso Cossiga, tentando la via dell'Udr. Poi, l'addio alla politica e il ritorno a
tempo pieno alla professione.
Marco Marsili. Nato 59 anni fa a
Piombino da una coppia di

commercianti del settore ortofrutticolo, Marsili diventato


un pediatra molto noto in citt.
Esercita in un ambulatorio in
via Petrarca dove lavorano anche altri professionisti.
Gianni Panessa. E' un rappresentante di latte in polvere. Il livornese di 59 anni nato e residente in citt. Panessa ha studiato al
liceo Enriques e poi all'universit di Pisa. Panessa molto conosciuto dai suoi concittadini, dove ha sempre lavorato nell'ambito commerciale.

Giuliano Biagi. Questo rappresentante ha 35 anni, vive a Casone, una frazione di Massa, sposato e ha un bambino. Dall'estate scorsa lavora come rappresentante per un'azienda che
commercia prodotti per l'infanzia. I pediatri lo definiscono una
persona seria.
Dario Boldrini. E' un rappresentante di prodotti farmaceutici e
di latte in polvere. Ha 33 anni ed
di Pisa.
Valter Gandini. Anche questo
settantenne informatore scienti-

fico e rappresentante di prodotti sanitari di Pisa. Fra i prodotti


proposti, anche il latte in polvere, secondo le accuse degli inquirenti.
Michele Masini. Si tratta di un
manager di una societ farmaceutica. Ha 50 anni e risulta residente a Limbiate, in provincia
di Monza.
Vincenzo Ruotolo. l'altro informatore che sarebbe coinvolto
nell'inchiesta, ha anni ed di
Grottammare, in provincia di
Ascoli Piceno.

Azioni gravissime e intollerabili


Dal ministro Lorenzin al governatore Rossi: tutti chiedono di fare chiarezza

Il ministro Beatrice Lorenzin

Mi chiedo come possano medici pediatri andare contro letica


della professione, contro unanimi pareri scientifici e contro le
indicazioni del ministero per
convincere le mamme ad usare
latte artificiale in polvere al posto di quello materno. Il tutto
per guadagnare regali di lusso e
viaggi gratuiti, sulla pelle di
bambini appena nati. durissima la reazione del ministro della Salute Beatrice Lorenzin
sullarresto dei professionisti
coinvolti in un giro di consigli
ad hoc per ricevere omaggi di
ogni genere, spesso particolarmente costosi. Non bastano gli

aggettivi per descrivere la gravit di questo genere di azioni prosegue il ministro - e ringrazio i Nas di Livorno che, in collaborazione con la Procura di Pisa, hanno eseguito 18 arresti tra
cui due primari e 10 pediatri, dopo una lunga indagine che ha
avuto epicentro in Toscana.
Ma reazioni e commenti sono arrivati a raffica. Lonorevole
Michela Vittoria Brambilla, presidente della commissione parlamentare per linfanzia e ladolescenza, ha sottolineato che i
magistrati chiariranno le responsabilit di ciascuno, ma, innanzitutto come madre, trovo

sconvolgenti i risultati dell'indagine, condotta dal Nas e dai carabinieri di Livorno. Prescrivere
senza necessit costoso latte artificiale pura delinquenza.
Immediato anche lintervento di Enrico Rossi, presidente
della Regione Toscana, seconso
cui gli arresti dei pediatri che
avrebbero ricevuto benefit pilotando le madri allacquisto di
latte artificiale di certe ditte, cos come le accuse rivolte ad alcuni cardiologi di ricevere anchessi doni e favori in cambio di determinati dispositivi medici, al
di l degli sviluppi giudiziari,
che ci auguriamo siano tempe-

stivi, rivelano un quadro di comportamenti inaccettabili e denunciano un costume civile e


morale che deve essere censurato, contrastato e cambiato. Anche lassessore regionale al Diritto alla salute, Luigi Marroni, fa
sentire la sua voce: Sar la magistratura a occuparsi della vicenda giudiziaria. Noi diamo la
nostra piena collaborazione e
seguiamo con attenzione lo sviluppo delle indagini. Avvieremo
indagini interne per verificare i
comportamenti organizzativi.
Contro la Regione puntano invece il dito Giovanni Donzelli, Paolo Marcheschi e Marina Staccioli, consiglieri di Fratelli dItalia,
sottolineando come la responsabilit politica della nomina
dei primari dello stesso Rossi,
mentre il Codacons chiede maggiori controlli.

La notizia dei pediatri arrestati


per corruzione stata commentata sulla nostra pagina
Facebook
(www.facebook.
com/iltirreno) da migliaia di
lettori, soprattutto mamme.
Anche da quelle i cui medici
sotto accusa hanno in cura i loro figli. E la quasi totalit di
questultime li difende. Il pediatra dei miei figli tra gli arrestati - commenta Barbara
Del Vecchio - ma non mi hai
detto di usare latte in polvere.
Ho allattato fino a che ho voluto. Saveria Cavallini aggiunge: Il mio pediatra tra i 12,
ma non cambia la stima. La
mia bimba ha un anno, la sto
allattando e lui mai mi ha detto qualcosa dell'artificiale. Anzi, mi ha sempre sostenuta e
incoraggiata. Non credo che
obbligassero le mamme a togliere il proprio latte per quello artificiale, lo sanno anche i
muri che meglio il primo.
Le testimonianze attraverso
Facebook continuano. Anche
il mio pediatra - dice Elena
Morganti - tra questi nomi. E
anche se sapeva che non avevo latte non mi ha mai proposto niente". Cristina Felloni:
Io ho il dottor Moretti da 15
anni. Non ho mai pagato un
euro e non ho mai subito pressioni sul latte o su altro. Quando ho deciso di passare al latte
in polvere mi ha detto di farli
assaggiare alla bambina, in
modo da scegliere quello a cui
si adattava meglio. Il dottor
Moretti un medico bravo e fidato, presente e attento. Siamo sicuri che la denuncia non
venga da qualche concorrente
meno capace che vuole farsi
un po di clientela alla svelta?,
Anche Carolina Caleca si schiera dalla parte di Moretti. Anch'io ho avuto il dottore Moretti e non mi ha mai consigliato
il latte in polvere. Anzi, mi ha
incoraggiato a continuare, anche se un precedente pediatra
mi aveva detto che il mio latte
non faceva crescere il bimbo.
C anche un padre, Davide
Tommasini, che prende le difese di questo medico. Il nostro
pediatra tra quei nomi e non
mi ha mai proposto niente di
questo. Anzi Fabio Moretti ci
ha sempre detto: se glielo dai
te il latte meglio.
Ritorniamo alle madri. Raffaella Polacci: Il mio Cassano
sempre stato pro latte materno. Mai fatto pressioni per latte in polvere. Mai. Silvia Tofanelli scrive: Chiamateci noi a
testimoniare Cassano un
grande medico. Faushh Marukesh: Uno di loro ha seguito anche mia figlia in un momento veramente difficile e
non posso dirne che bene. Fra
le altre cose era allattata al seno e lui ha caldamente consigliato di proseguire. Aspetterei
prima di condannare. Dunia
Pardini: Anche il mio nella
lista..., ma ho allattato entrambi i bimbi e non mi ha mai proposto niente di ci... E comunque non cambia la stima che
ho nei suoi confronti. Sara Legacci: Ho appena saputo del
mio pediatra... Sono sconcertata. Il dottor Burchi non mi ha
mai detto di usare latte artificiale. Ho allattato il mio bimbo
per 2 anni e 3 mesi. Mi ha sempre detto di continuare. Ho
molta stima di lui.
@MMoscadelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Interessi correlati