Sei sulla pagina 1di 2

Le 6 regole di George Orwell per la

scrittura
Pur non essendo mai troppo attratto dai post di blog stranoti che vogliono,
forzatamente o meno, dettare regole di scrittura sul web, trovo che alcune basi per
una buona leggibilit devono esistere.
In fin dei conti, come per la carta stampata, anche una pagina web fruita da lettori
occasionali e visitatori abbonati e, pertanto, sia i primi che i secondi, hanno ugual
diritto di leggere articoli ben scritti e non troppo lasciati al caso.
Ecco che alcune regole dettate per scrittori di articoli per giornali o per libri possono
tranquillamente essere riadattate ai bloggers della rete.
Non mi dilungo sulla biografia di George Orwell n tantomeno sulle sue opere (se
avete lacune documentatevi, per), ma mi soffermo invece sulle 6 semplici regole che
lui seguiva e consigliava da grande scrittore e giornalista quale stato.Senza eccessivi
voli pindarici, trovo che siano davvero applicabili alla perfezione anche a chi scrive su
un blog. Sono semplici regole, ma molto molto importanti e conferiscono, soprattutto,
ad un articolo quella leggiilit e quella snellezza che dovrebbero essere punti fermi.
Vediamole :
1. Se possibile eliminare una parola, eliminalaQuanta saggezza in queste
poche parole. Spesso, leggendo le frasi che compongono un articolo appena scritto, ci
accorgiamo come scorrerebbero bene (anche meglio) pur togliendo alcune parole.E
allora nessuno vi vieta di eliminare il ridondante perch, fondamentalmente, quello
che conta il senso della frase e il concetto espresso. Meglio esporlo in 10 parole
piuttosto che in 15 se il significato non cambia!
2. Non usare una parola lunga quando ne basterebbe una corta.Gli avverbie
non solo! Una parola lunga crea, anche se non sembra, un minimo stress al lettore.
Sommandole tuttealla fine del post abbiamo sovraesposto chi ci legge ad uno stress
(seppur minuscolo), comunque evitabile. Sempre perch resta inalterato il senso della
frase.
3. Non usare la forma passiva se puoi usare quella attiva.In tal caso, il discorso
leggermente pi complicato, ma mi trova daccordo. Se siete gli autori di un post
(soprattutto se dovete esporre un qualche cosa da voi provato) meglio evitare una
forma passiva.
4. Evita parole straniere e tecniche.In ambito informatico, pi facile scalare il K2
zoppi che rispettare questa regola. Troppo difficile evitare termini stranieri e di gergo
tecnico, ma anche labuso stona. Ci sono circostanze in cui sembra impossibile non
utilizzare la parola straniera o scientifica, ma quando si pu e non si altera nulla nel
concetto espresso, allora provvedete.
5. Non usare una metafora che hai gi letto altroveIn sostanza, se proprio devi
usare una metafora, almeno fallo con originalit in modo da colpire il lettore!
6. Viola una qualunque di queste regole per evitare [di scrivere] qualcosa di
troppo eccentrico. Ecco che Orwell sembra sconvolgere quanto appena detto. In
pratica, le precedenti sono regole da seguire, ma guai se la loro applicazione alla

lettera portasse alla scrittura di un qualcosa di troppo particolare o eccentrico. A quel


punto violatele pure, purch ci che avete scritto torni ad essere semplice e chiaro.