Sei sulla pagina 1di 38

MACROECONOMIA

Test di verifica delle conoscenze

novembre 14
a cura di Gabriele Frontini

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


1.

La propensione marginale al consumo

a)

rappresenta quanto le persone vorrebbero consumare se il loro reddito fosse nullo

b) ha un valore compreso tra -1 e 1


c)

rappresenta l'effetto sul consumo di una unit aggiuntiva di reddito disponibile

2.

Le variabili endogene

a)

sono parametri di un modello

b) vengono prese come date


c)

vengono spiegate all'interno di un modello

3.

Nel mercato dei beni, se le imposte sono definite da T=T0+tY, il moltiplicatore

a)
b)
c)

1
1c1
1
[1c1 (1t)]
1
1

4.

Nel mercato dei beni, con I=200; c0=20; c1=0,5; G=35; T=tY; t=0,2, qual Y di equilibrio?

a)

Y=425

b) Y=450
c)

Y=500

5.

Un aumento del reddito disponibile fa aumentare:

a)

il moltiplicatore della spesa autonoma

b) il livello dell'avanzo pubblico


c)

il livello del consumo

6.

Nell'economia descritta alla domanda 4, come cambia Y di equilibrio se la propensione al consumo diventa pari
a 0,6?

a)

Y=490

b) Y=480
c)

Y=500

7.

Nel mercato dei beni, il moltiplicatore della spesa pubblica

a)

minore del moltiplicatore della spesa autonoma

b) maggiore del moltiplicatore degli investimenti


c)

pari al moltiplicatore degli investimenti

8.

La propensione al risparmio

a)

il reciproco della propensione al consumo

b) pari a 1 meno la propensione al consumo


c)

non in alcun modo legata alla propensione al consumo

9.

Nel mercato dei beni, un aumento del consumo provoca:

a)

una diminuzione del risparmio

b) una diminuzione della spesa autonoma


c)

un aumento della spesa pubblica


1/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


10. Nel mercato dei beni con I=150; c0=40; c1=0,7; T=tY; t=0,2, Y di equilibrio pari a 2800. Qual il valore della
spesa pubblica (G) compatibile con questo equilibrio?
a) G=1038
b) G=900
c)

G=1042

11. All'aumentare del reddito disponibile:


a)

il risparmio aumenta meno che proporzionalmente

b) il consumo aumenta in modo pi che proporzionale


c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

12. L'investimento pari


a)

alla differenza tra reddito e consumo

b) alla differenza tra il reddito disponibile e consumo


c)

alla somma tra risparmio privato e risparmio pubblico

13. Un aumento della propensione marginale al consumo provoca


a)

un aumento dell'inclinazione della curva di domanda

b) nessuno spostamento della curva di domanda


c)

uno spostamento della curva di domanda verso il basso

14. Una diminuzione della spesa autonoma provoca


a)

uno spostamento verso il basso della curva di domanda

b) una diminuzione pi che proporzionale della produzione di equilibrio


c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

15. Che cosa si intende per esportazioni nette?


a)

La differenza tra produzione nazionale e importazioni

b) La somma tra scorte estere e nazionali


c)

La differenza tra il valore delle esportazioni e il valore delle importazioni

16. La domanda di moneta dipende:


a)

negativamente del livello delle transazioni

b) positivamente dal tasso di interesse


c)

negativamente dal tasso di interesse

17. Un aumento del reddito nominale provoca


a)

una diminuzione del tasso di interesse

b) un aumento dell'offerta di moneta


c)

un aumento della domanda di moneta

18. Un aumento dell'offerta di moneta provoca:


a)

un aumento del tasso di interesse

b) una diminuzione del tasso di interesse


c)

uno spostamento verso il basso della domanda di moneta

2/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


19. La banca centrale aumenta l'offerta di moneta,
a)

attraverso l'acquisto di titoli pagati con nuova moneta

b) attraverso la vendita di titoli pagati con nuova moneta


c)

attraverso l'aumento del tasso di interesse

20. Un titolo annuale garantisce tra un anno il rimborso di 210 ; il tasso di interesse annuale del 5%. Qual il
prezzo del titolo oggi?
a)

200

b) 210
c)

205

21. Il tasso di interesse di equilibrio tale da


a)

uguagliare domanda e offerta di beni

b) uguagliare domanda e offerta di moneta


c)

determinare l'offerta di moneta emessa dalla banca centrale

22. L'offerta di base monetaria (H) pari a 600, il circolante (CI) 200 e il coefficiente di riserva () 0,1. A quanto
ammontano i depositi?
a)

D=3000

b) D=4000
c)

D=5000

23. La domanda di moneta emessa dalla banca centrale :


a)

funzione crescente del tasso di interesse

b) la domanda di contante da parte degli individui e di riserve da parte delle banche


c)

la domanda di contante e di depositi bancari

24. Le passivit della banca centrale sono composte da:


a)

depositi

b) titoli
c)

moneta emessa dalla banca centrale

25. L'offerta aggregata di moneta aumenta se:


a)

aumenta il tasso di interesse

b) diminuisce il coefficiente di riserva obbligatoria


c)

la banca centrale vende titoli

26. Una diminuzione del reddito nominale provoca:


a)

uno spostamento verso destra della curva di domanda di moneta

b) uno spostamento verso sinistra della curva di offerta di moneta


c)

uno spostamento verso sinistra della curva di domanda di moneta

27. Una diminuzione dell'offerta di moneta provoca:


a)

un aumento della domanda di moneta

b) uno spostamento verso l'alto della curva di domanda di moneta


c)

una riduzione della domanda di moneta dovuta all'aumento del tasso di interesse
3/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


28. Un aumento del tasso di interesse provoca:
a)

una diminuzione del prezzo dei titoli

b) un aumento del prezzo dei titoli


c)

un aumento del prezzo atteso dei titoli

29. Un'operazione espansiva di mercato aperto provoca:


a) un aumento del prezzo dei titoli
b) un aumento del tasso di interesse
c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

30. Un aumento del coefficiente di riserva obbligatoria provoca:


a)

una diminuzione della quantit di moneta

b) uno spostamento verso destra della domanda di moneta


c)

nessuna delle precedenti risposte vera

31. Secondo l'equazione di comportamento dell'investimento,


a)

gli investimenti aumentano all'aumentare del tasso di interesse

b) gli investimenti aumentano all'aumentare del reddito


c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

32. Nel mercato dei beni, un aumento del tasso di interesse provoca
a)

una diminuzione degli investimenti

b) una diminuzione della domanda di beni


c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

33. Un aumento della spesa pubblica provoca


a)

uno spostamento della curva IS verso sinistra

b) uno spostamento della curva IS verso destra


c)

uno spostamento della curva LM verso sinistra

34. Nei mercati finanziari, una diminuzione del reddito provoca una diminuzione del tasso di interesse attraverso
a)

la diminuzione dell'offerta di moneta

b) l'aumento della domanda di moneta


c)

la diminuzione della domanda di moneta

35. La curva LM si sposta verso il basso in seguito


a)

a un aumento del tasso di interesse

b) all'acquisto di titoli sul mercato aperto da parte della banca centrale


c)

a una diminuzione delle tasse

36. Una politica fiscale restrittiva provoca


a)

uno spostamento della curva IS verso sinistra e uno spostamento della curva LM verso l'alto

b) uno spostamento della curva LM verso il basso e nessuno spostamento della curva IS
c)

uno spostamento della curva IS verso sinistra e nessuno spostamento della curva LM

37. Un deterioramento della fiducia dei consumatori provoca


a)

una diminuzione del tasso di interesse e un aumento della produzione


4/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


b) un aumento del tasso di interesse e un aumento del reddito disponibile
c)

una diminuzione del tasso di interesse e una diminuzione del reddito

38. Modello IS-LM. Un mix di politica monetaria restrittiva e politica fiscale espansiva provoca
a)

un aumento del tasso di interesse e un effetto ambiguo sulla produzione

b) un aumento del tasso di interesse e una diminuzione della produzione


c)

un aumento della produzione e un effetto ambiguo sul tasso di interesse

39. Se la curva LM orizzontale,


a)

la politica monetaria molto efficace sul reddito

b) la politica fiscale poco efficace sul reddito


c)

la domanda di moneta molto sensibile al tasso di interesse

40. Un aumento della propensione marginale al consumo


a)

provoca una riduzione del reddito di equilibrio

b) genera una riduzione del tasso di interesse di equilibrio


c)

provoca un aumento del moltiplicatore fiscale

41. In presenza di una LM verticale, un aumento delle imposte provoca


a)

un aumento del tasso di interesse

b) un aumento della produzione


c)

un aumento degli investimenti

42. In presenza di una LM orizzontale, la politica fiscale


a)

molto efficace

b) completamente inefficace
c)

efficace quanto la politica monetaria

43. Una diminuzione delle imposte provoca


a)

una diminuzione degli investimenti

b) un aumento degli investimenti


c)

un effetto ambiguo sugli investimenti

44. Una restrizione monetaria provoca


a)

un aumento degli investimenti

b) una diminuzione degli investimenti


c)

un effetto ambiguo sugli investimenti

45. Un mix di politiche fiscali e monetarie espansive generano


a)

un aumento del consumo

b) una diminuzione degli investimenti


c)

un aumento del moltiplicatore fiscale

46. Che cosa si intende per avanzo commerciale?


a)

Le esportazioni sono positive

b) Una differenza negativa tra il valore delle importazioni e le esportazioni

5/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


c)

Un valore negativo delle esportazioni nette

47. Un aumento del tasso di cambio nominale, quest'ultimo definito come prezzo della moneta nazionale in termini
di quella estera,
a)

corrisponde a un deprezzamento del cambio nominale

b) aumenta le esportazioni nazionali


c)

corrisponde a un apprezzamento del cambio reale, a parit dei livelli dei prezzi

48. Il tasso di cambio reale aumenta a seguito di:


a)

un aumento del livello dei prezzi nazionali

b) una diminuzione del livello dei prezzi esteri


c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

49. Che cosa si intende per flussi netti di capitale?


a)

Un aumento netto delle esportazioni tecnologiche

b) Una diminuzione del reddito d'investimento


c)

Un aumento netto dell'indebitamento con l'estero

50. Il tasso di interesse nazionale pari al 3.5%. Il tasso di interesse estero 3%. In questo caso, preferibile tenere
titoli esteri o titoli nazionali?
a)

Dipende dalle aspettative sul tasso di cambio

b) Titoli nazionali
c)

Titoli esteri

51. Dati i tassi di interesse, un aumento delle aspettative sul tasso di cambio nominale futuro,
a)

deprezza il tasso di cambio corrente

b) rende pi convenienti i beni nazionali, a parit dei livelli dei prezzi


c)

apprezza il tasso di cambio corrente

52. Come viene determinato il tasso di cambio reale multilaterale?


a)

Con una media dei tassi di cambio reali bilaterali

b) Con una media ponderata dei tassi di cambio reali bilaterali


c)

Con una media ponderata dei flussi commerciali

53. La parit scoperta dei tassi di interesse pu essere interpretata come:


a)

una condizione di equilibrio del mercato dei titoli

b) una condizione di arbitraggio


c)

una condizione di equilibrio del mercato della moneta

54. In base alla parit scoperta dei tassi di interesse:


a)

il tasso di interesse nazionale si muove sempre insieme al tasso di interesse estero

b) il tasso di interesse nazionale deve essere pari al tasso di interesse estero pi il tasso di deprezzamento reale
c)

il tasso di interesse nazionale deve essere pari al tasso di interesse estero meno il tasso di apprezzamento atteso
della moneta interna

55. Pu esserci un apprezzamento reale senza apprezzamento nominale?


a)

S, attraverso una variazione dei prezzi relativi

6/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


b) No, i prezzi sono rigidi
c)

Dipende dal livello delle esportazioni

56. Che cosa si intende per discrepanza statistica nella bilancia dei pagamenti?
a)

La differenza tra le transazioni del conto corrente e le transazioni del conto capitale

b) La somma dei disavanzi di conto corrente di tutti i paesi


c)

La differenza tra esportazioni e importazioni

57. La parit scoperta dei tassi di interesse


a)

tiene conto dei costi di transazione

b) non tiene conto del rischio paese


c)

tiene conto dell'avversione al rischio degli investitori

58. La parit scoperta dei tassi di interesse


a)

pu non essere valida in presenza di controlli di capitale

b) sempre valida
c)

valida solo nei paesi con mercati dei capitali di piccole dimensioni

59. Un aumento del reddito estero provoca un aumento:


a)

delle esportazioni del paese estero

b) delle importazioni del paese estero


c)

delle importazioni del paese nazionale

60. Dato il tasso di cambio futuro atteso e il tasso di interesse estero, una diminuzione del tasso di interesse interno
provoca
a)

un deprezzamento del cambio nominale

b) un aumento del tasso di cambio nominale


c)

una riduzione dell'offerta di moneta estera

61. Curva IS in economia aperta: un aumento del tasso di interesse domestico provoca una diminuzione degli
investimenti
a)

e un apprezzamento del tasso di cambio

b) e un deprezzamento del tasso di cambio


c)

senza alcun effetto sul tasso di cambio

62. Nel modello IS-LM in economia aperta, un aumento delle imposte provoca:
a)

un apprezzamento del tasso di cambio

b) un deprezzamento del tasso di cambio


c)

un aumento del tasso di interesse

63. Nel modello IS-LM in economia aperta, a seguito di una politica fiscale restrittiva:
a)

il consumo e le esportazioni nette aumentano

b) l'investimento e le esportazioni nette diminuiscono


c)

il consumo diminuisce e le esportazioni nette aumentano

64. Nel modello IS -LM in economia aperta, una politica monetaria espansiva
a)

apprezza il tasso di cambio e riduce le esportazioni


7/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


b) non ha effetti sul tasso di interesse che determinato dalla parit scoperta
c)

riduce il tasso di interesse e deprezza il tasso di cambio

65. Nel modello IS-LM in economia aperta, una politica monetaria restrittiva stimola:
a)

le importazioni perch apprezza il tasso di cambio

b) le esportazioni nette perch deprezza il tasso di cambio


c)

le importazioni perch aumenta il reddito nazionale

66. Nell'equazione dei salari, un aumento del livello atteso dei prezzi provoca
a)

un aumento dei salari minimi

b) una riduzione del salario reale


c)

un aumento del salario nominale

67. Nell'equazione dei salari, un aumento del tasso di disoccupazione determina


a)

una diminuzione del potere contrattuale dei lavoratori

b) un aumento del salario minimo


c)

un aumento del livello atteso dei prezzi

68. Nell'equazione dei salari, una diminuzione dei sussidi di disoccupazione provoca
a)

una diminuzione dei salari nominali attraverso una diminuzione dei salari minimi

b) una diminuzione dei salari nominali, dato che i lavoratori sono disposti ad accettare salari pi bassi pur di evitare
la disoccupazione
c)

un aumento del potere contrattuale dei lavoratori

69. Nell'equazione dei prezzi,


a)

il salario reale dipende positivamente dal tasso di disoccupazione

b) il salario reale dipende negativamente dal tasso di disoccupazione


c)

il tasso di disoccupazione non ha alcun effetto sul salario reale

70. Nel mercato del lavoro, un aumento del salario minimo determina:
a)

una diminuzione del markup applicato dalle imprese

b) un aumento del salario reale


c)

un aumento del tasso naturale di disoccupazione

71. Secondo la teoria dei salari di efficienza:


a)

le imprese sono disposte a offrire salari pi elevati per ridurre il turnover dei lavoratori

b) le imprese sono disposte a offrire salari pi elevati per far aumentare la produttivit dei lavoratori
c)

entrambe le risposte precedenti sono vere

72. Una legislazione antitrust pi restrittiva determina


a)

un aumento del tasso naturale di disoccupazione a seguito di uno spostamento della curva dei salari verso l'alto

b) una diminuzione del tasso naturale di disoccupazione a seguito di uno spostamento verso il basso della curva dei
salari
c)

una diminuzione del tasso naturale di disoccupazione a seguito di una riduzione del markup applicato dalle
imprese

8/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


73. Un'ipotesi fondamentale per la determinazione dell'equilibrio nel mercato del lavoro che
a)

il livello dei prezzi attesi sia uguale al livello dei prezzi effettivi

b) un aumento del markup determini un aumento del tasso naturale di disoccupazione


c)

una riduzione del salario minimo riduce il tasso naturale di disoccupazione

74. Quale delle seguenti affermazioni vera?


a)

Il tasso di disoccupazione sempre al suo livello naturale

b) Il tasso di disoccupazione una misura imperfetta del numero di persone che non lavorano, ma che vorrebbero
lavorare
c)

Il tasso di disoccupazione pari al rapporto tra il numero delle persone non occupate e la popolazione in et
lavorativa

75. Che cosa si intende per salario di riserva?


a) Il salario al di sopra del quale i lavoratori sono disposti a lavorare
b) Il salario che rende i lavoratori indifferenti tra lavorare e non lavorare
c)

Entrambe le precedenti risposte sono vere

76. Un aumento del salario di riserva provoca:


a)

uno spostamento verso l'alto della curva dei prezzi

b) uno spostamento verso il basso della curva dei salari


c)

uno spostamento verso l'alto della curva dei salari

77. Una diminuzione del salario minimo provoca:


a)

una riduzione dei prezzi

b) una riduzione del salario effettivo


c)

uno spostamento verso il basso della curva dei salari

78. Una diminuzione del markup e un contemporaneo aumento del salario minimo provocano:
a)

un aumento dei salari e un effetto ambiguo sul tasso naturale di disoccupazione

b) una diminuzione del tasso naturale di disoccupazione e un effetto ambiguo sui salari
c)

un aumento dei salari e una diminuzione del tasso naturale di disoccupazione

79. L'innalzamento di barriere commerciali provoca


a)

un aumento del tasso naturale di disoccupazione per l'aumento dei prezzi attesi

b) un aumento del salario


c)

un aumento del tasso naturale di disoccupazione per l'aumento del markup

80. Un aumento della produttivit del lavoro (parametro A)


a)

aumenta i costi marginali delle imprese e sposta la retta dei prezzi verso il basso

b) diminuisce il tasso di disoccupazione naturale perch riduce i costi marginali delle imprese
c)

diminuisce il tasso di disoccupazione naturale perch riduce il markup

81. Nella curva AS, una diminuzione della produzione provoca


a)

una diminuzione dei salari

b) un aumento del livello dei prezzi


c)

una aumento del tasso di inflazione

9/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


82. Nella curva AS, una diminuzione del livello atteso dei prezzi provoca una diminuzione del livello dei prezzi
effettivi attraverso
a)

un aumento del tasso di disoccupazione

b) un aumento della produzione


c)

una diminuzione dei salari

83. Nella curva AD, un aumento delle imposte provoca


a)

un aumento dei prezzi a parit di produzione

b) un aumento della produzione a parit dei prezzi


c)

una diminuzione della produzione a parit dei prezzi

84. Una diminuzione del livello dei prezzi


a)

riduce i saldi monetari reali e di conseguenza fa diminuire la produzione

b) fa aumentare i saldi monetari reali e di conseguenza fa aumentare la produzione


c)

non ha alcun effetto sulle curve IS-LM

85. Nel modello AS-AD, nel breve periodo:


a)

la produzione sempre al suo livello naturale

b) il livello dei prezzi sempre pari al livello dei prezzi attesi


c)

modifiche di una variabile esogena del modello portano a variazioni del livello dei prezzi e della produzione

86. Nel modello AS-AD, una riduzione dello stock nominale di moneta non ha alcun effetto
a)

sul livello dei prezzi nel breve periodo

b) sul livello dei prezzi nel medio periodo


c)

sui saldi monetari reali nel medio periodo

87. Neutralit della moneta significa che la politica monetaria


a)

non ha alcun effetto sulle variabile economiche

b) neutra rispetto al tasso di inflazione


c)

non pu sostenere un livello di produzione pi elevato per sempre

88. Nel modello AS-AD, a seguito di un aumento del disavanzo del governo
a)

il tasso di interesse pi elevato nel medio periodo

b) la produzione pi bassa nel medio periodo


c)

i prezzi sono pi bassi nel medio periodo

89. Nel modello AS-AD, un aumento della concorrenza tra le imprese provoca
a)

un aumento del tasso naturale di disoccupazione

b) nessun effetto sulla produzione


c)

uno spostamento della curva di offerta verso il basso

90. Uno shock negativo all'offerta provoca


a)

un iniziale spostamento della curva AS e un progressivo aggiustamento della curva AD lungo la AS

b) un aumento del livello dei prezzi, ma nessun cambiamento del livello di produzione nel medio periodo
c)

un aumento del livello dei prezzi e una diminuzione della produzione nel medio periodo

10/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


91. Quando la produzione inferiore al suo livello naturale,
a)

la curva AD si sposta a destra lungo la AS nel tempo, sino a quando la produzione raggiunge il livello naturale

b) la curva AS si sposta verso l'alto, lungo la AD nel tempo, sino a quando la produzione raggiunge il suo livello
naturale
c)

la curva AS si sposta verso il basso, lungo la AD nel tempo, sino a quando la produzione raggiunge il suo livello
naturale

92. AS-AD: nel breve periodo, un aumento della spesa pubblica provoca
a)

uno spostamento della AD verso destra

b) uno spostamento della AS verso il basso


c)

nessun effetto sulla produzione

93. L'aumento del prezzo del petrolio ha provocato


a)

un aumento del livello naturale di produzione

b) una diminuzione del tasso naturale di disoccupazione


c)

una diminuzione del livello naturale di produzione

94. Nei Modelli IS-LM e AS-AD, una diminuzione delle imposte provoca
a)

nel breve periodo, uno spostamento della IS e della AD verso destra. Con il passare del tempo, la AS si sposta
verso l'alto, lungo la AD. L'aumento dei prezzi fa spostare a sua volta la curva LM verso l'alto, facendo ritornare la
produzione al suo livello naturale iniziale

b) nel breve periodo, uno spostamento della IS verso destra e della AD verso sinistra. Con il passare del tempo, la AS
si sposta verso l'alto, lungo la AD. L'aumento dei prezzi fa spostare a sua volta la curva LM verso il basso facendo
ritornare la produzione al suo livello naturale iniziale
c)

nel breve periodo, uno spostamento della IS e della AD verso destra. Con il passare del tempo, la AS si sposta
verso il basso, lungo la AD. La diminuzione dei prezzi fa spostare a sua volta la curva LM verso il basso, sino a
quando la produzione non raggiunge il suo nuovo livello naturale

95. Nel modello AS-AD, nel breve periodo, una restrizione monetaria provoca
a)

una riduzione della produzione e un lieve aumento dei prezzi

b) un aumento della produzione e una lieve riduzione dei prezzi


c)

una riduzione della produzione e una lieve riduzione dei prezzi

96. La curva di Phillips originaria mette in relazione


a)

il livello dei prezzi e il tasso di disoccupazione

b) il tasso di disoccupazione e il tasso di inflazione


c)

la variazione del tasso di inflazione e il tasso di disoccupazione

97. La curva di Phillips accelerata mette in relazione


a)

la variazione del tasso di inflazione e la variazione del tasso di disoccupazione

b) il tasso di inflazione e la variazione del tasso di disoccupazione


c)

la variazione del tasso di inflazione e il tasso di disoccupazione

98. Che cosa il NAIRU?


a)

Il tasso di disoccupazione di lungo periodo

b) Il tasso di disoccupazione di breve periodo


c)

Il tasso di disoccupazione che mantiene costante l'inflazione


11/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


99. Che cosa accadrebbe al tasso di inflazione se il governo implementasse una politica volta a ridurre il tasso di
disoccupazione al di sotto del tasso di disoccupazione NAIRU?
a)

Il tasso di inflazione aumenterebbe nel primo periodo per poi rimanere costante nei periodi successivi

b) Il tasso di inflazione crescerebbe a un tasso costante


c)

Il tasso di inflazione aumenterebbe nel primo periodo per poi tornare al livello iniziale nei periodi successivi

100. Quale evidenza empirica ha motivato la specificazione della curva di Phillips accelerata?
a)

La scomparsa della relazione negativa tra il tasso di inflazione e il tasso di disoccupazione a partire dagli anni '70

b) La relazione negativa tra il tasso di inflazione e il tasso di disoccupazione americano fino agli anni '70
c)

Gli aumenti inflattivi dovuti agli shock petroliferi degli anni '70

101. Che cosa si intende per persistenza del tasso di inflazione?


a)

Il tasso di inflazione aumenta a un tasso di crescita costante

b) Il tasso inflazione in un dato periodo positivamente correlato con il livello dell'inflazione nel periodo precedente
c)

Il tasso di inflazione in un dato periodo positivamente correlato con il livello dei prezzi nel periodo successivo

102. Che cosa si intende per aspettative adattive nella curva di Phillips?
a)

Le aspettative di inflazione vengono formulate in base al tasso di inflazione del periodo corrente

b) Le aspettative di inflazione sono adattate al tasso di disoccupazione del periodo precedente


c)

Le aspettative di inflazione vengono formulate in base al tasso di inflazione del periodo precedente

103. Qual la relazione tra il potere di mercato delle imprese e il tasso naturale di disoccupazione?
a)

Positiva

b) Negativa
c)

Non c' relazione

104. Quale effetto ha sulla relazione di Phillips l'introduzione dell'indicizzazione salariale?


a)

L'inflazione risponde meno a una variazione del tasso di disoccupazione

b) L'inflazione risponde di pi a una variazione del tasso di disoccupazione


c) La relazione fra inflazione e disoccupazione diventa positiva
105. Un aumento dell'inflazione attesa incrementa l'inflazione effettiva
a) perch induce la banca centrale ad aumentare l'offerta di moneta
b) perch induce i sindacati a richiedere un salario nominale pi elevato
c) perch induce il governo ad aumentare la spesa pubblica
106. Un elevato tasso di disoccupazione
a) riflette sempre un elevato tasso naturale di disoccupazione
b) non necessariamente riflette un elevato tasso naturale di disoccupazione
coincide con il tasso naturale di disoccupazione
107. La diminuzione del tasso naturale di disoccupazione statunitense dipende in parte da
a)

un aumento della popolazione detenuta

b) una diminuzione del lavoro interinale


c)

un aumento del potere contrattuale delle imprese

12/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


108. In presenza di indicizzazione salariale,
a)

un aumento dei prezzi provoca un aumento dei salari nel corso dello stesso anno

b) una proporzione dei contratti di lavoro viene fissata in base all'inflazione attesa
c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

109. Se il parametro theta positivo:


a)

la curva di Phillips accelerata e la curva di Phillips originaria coincidono

b) il tasso di inflazione dipende dal tasso di disoccupazione e dal tasso di inflazione del periodo precedente
c)

nessuna delle precedenti risposte vera

110. Durante la Grande Depressione, tassi di disoccupazione molto elevati portarono a


a)

una deflazione limitata

b) una deflazione molto elevata


c)

una iperinflazione

111. La legge di Okun mette in relazione


a)

la crescita della moneta e la variazione del tasso di disoccupazione

b) la crescita della disoccupazione e la variazione della produzione


c)

la variazione del tasso di disoccupazione e la crescita della produzione

112. Di quanto deve diminuire il tasso di inflazione, se il tasso di disoccupazione eccede del 2% il tasso naturale di
disoccupazione e il parametro, che descrive l'effetto della disoccupazione sulla variazione dell'inflazione, pari a 1?
a)

2%

b) 2.5%
c)

3%

113. Un tasso di crescita della moneta pi elevato provoca nel medio periodo un aumento del tasso di inflazione
a)

e quindi una diminuzione del tasso di crescita della produzione

b) e nessun effetto sul tasso di crescita della produzione


c)

e quindi un aumento del tasso di crescita della produzione

114. Il tasso di crescita della moneta viene ridotto al fine di ridurre il tasso di inflazione. Quali sono i canali di breve
periodo?
a)

La diminuzione del tasso di crescita della moneta ha un effetto diretto sul tasso di inflazione

b) La diminuzione del tasso di crescita della moneta provoca una diminuzione del tasso di crescita della produzione
che, a sua volta, provoca una diminuzione del tasso di disoccupazione
c)

La diminuzione del tasso di crescita della moneta provoca una diminuzione del tasso di crescita della produzione
che, a sua volta, provoca un aumento del tasso di disoccupazione e quindi una diminuzione del tasso di inflazione

115. Che cosa il sacrifice ratio?


a)

Il numero di punti annuali di eccesso di disoccupazione necessari a ottenere una riduzione dell'1% dell'inflazione

b) La quantit di moneta da sacrificare per ridurre il tasso di inflazione


c)

Il rapporto tra i punti annuali di eccesso di occupazione e la riduzione dell'inflazione

116. Secondo Lucas,


a)

la politica monetaria non ha effetti sull'economia

b) i cambiamenti di politica economica influenzano il modo in cui gli agenti formano le aspettative
13/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


c)

nessuna delle precedenti risposte vera

117. Le rigidit nominali riguardano


a)

la credibilit della banca centrale nel ridurre l'inflazione

b) la disinflazione attuata lentamente nel tempo


c)

il fatto che prezzi e salari non vengono aggiornati frequentemente

118. In presenza di contrattazioni salariali scaglionate nel tempo,


a)

la disinflazione deve essere attuata lentamente in modo da evitare un aumento della disoccupazione

b) la disinflazione deve essere attuata velocemente in modo da evitare un aumento della disoccupazione
c)

l'inflazione non in alcun modo legata alla disoccupazione

119. Nel breve periodo, una riduzione della crescita della moneta produce
a)

un rallentamento della crescita e un aumento della disoccupazione per un certo periodo di tempo

b) un rallentamento della crescita e una diminuzione della disoccupazione per un certo periodo di tempo
c)

un aumento della crescita e un aumento della disoccupazione per un certo periodo di tempo

120. L'equazione di domanda aggregata mette in relazione la crescita della produzione con il tasso di crescita
a)

della disoccupazione

b) dell'inflazione
c)

dell'offerta reale di moneta

121. Secondo l'equazione di domanda aggregata, data la crescita nominale della moneta un'inflazione pi elevata
provoca
a)

un aumento della crescita della produzione

b) una riduzione della crescita della produzione


c)

una riduzione della disoccupazione

122. Secondo Lucas,


a)

la credibilit della Banca Centrale fondamentale per indurre un cambiamento nella formazione delle aspettative

b) un programma di disinflazione chiaro e rapido pi credibile di un programma di disinflazione protratto nel


tempo
c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

123. In presenza di labor hoarding, le imprese preferiscono


a)

licenziare i propri dipendenti nei periodi di crisi

b) assumere nuovi dipendenti nei periodi di elevata domanda


c)

in periodi di elevata domanda, chiedere ai propri impiegati di effettuare lavoro straordinario piuttosto che
assumerne altri e, in periodi di crisi, tenere i propri dipendenti piuttosto che licenziarli

124. La crisi del 2007-2010 :


a)

una crisi di piccola entit

b) limitata al confine degli Stati Uniti


c)

la maggior recessione dalla seconda guerra mondiale

125. La crisi del 2007-2010


a)

partita dall'economia reale e si propagata alle istituzioni finanziarie

14/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


b) iniziata contemporaneamente nelle istituzioni finanziarie e nell'economia reale
c)

una crisi in primo luogo finanziaria che poi si propagata all'economia reale

126. I mutui si dicono subprime


a)

se hanno una alta probabilit di essere ripagati

b) se sono rivolti solo a case di piccole dimensioni


c)

se hanno una alta probabilit di non essere ripagati

127. La percentuale di default sui mutui subprime dal 2000 al 2007


a)

diminuita

b) rimasta costante
c)

aumentata

128. La cartolarizzazione
a)

una pessima invenzione e la causa di tutta la crisi del 2007-2010

b) una grande invenzione ma pu diventare pericolosa se non ben regolamentata


c)

non ha avuto nessun impatto sulla crisi del 2007-2010

129. La leva finanziaria


a)

ha aumentato esponenzialmente il problema dei mutui subprime

b) non collegata al fallimento delle banche


c)

la causa primaria del fallimento delle banche

130. Il rapporto di leva definito come


a)

attivit/capitale

b) capitale/attivit
c)

attivit/prestiti

131. Lo spread rilevante nella domanda di investimenti


a)

la differenza tra il tasso pagato dalle imprese e il tasso interbancario

b) non esiste se siamo in una economia chiusa


c)

la differenza tra il tasso pagato dalle imprese e il tasso che i risparmiatori ricevono

132. Un aumento del capitale delle banche sposta


a)

la curva IS verso sinistra

b) la curva IS verso destra


c)

la curva LM verso sinistra

133. La crisi del 2007-2010 si diffusa in tutto il mondo


a)

perch le economie oggi sono molto chiuse agli scambi internazionali

b) per l'apertura internazionale del commercio mondiale (ha avuto impatto sulle importazioni/esportazioni dei
paesi)
c)

perch gli Stati Uniti scambiano poco con Europa, Cina e Canada

134. La risposta della politica monetaria alla crisi del 2007-2010


a)

si limitata all'aumento dei tassi

b) ha affiancato alla diminuzione dei tassi il quantitative easing


15/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


c)

ha affiancato all'aumento dei tassi il quantitative easing

135. Probabilmente l'eredit della crisi sar


a)

un elevato debito pubblico e una elevata inflazione futura

b) solamente una elevata disoccupazione


c)

irrilevante per gli sviluppi economici e le decisioni di politica economica

136. Quali sono i fatti stilizzati riguardanti la crescita?


a)

Convergenza del reddito pro capite dei paesi Ocse nel tempo

b) Convergenza del reddito pro capite di tutti i paesi del mondo nel tempo
c)

Convergenza del tasso di disoccupazione dei paese Ocse nel tempo

137. Quali sono le ipotesi sulla funzione di produzione aggregata?


a)

Produttivit marginale del lavoro crescente

b) Aumenti di entrambi i fattori di produzione provocano aumenti proporzionali della produzione


c)

Rendimenti di scala crescenti

138. Un aumento del fattore capitale provoca


a)

uno spostamento verso l'alto della funzione di produzione

b) un aumento proporzionale della produzione


c)

uno spostamento lungo la funzione di produzione

139. Un aumento del fattore lavoro provoca


a)

un elevato incremento del prodotto, se il livello di capitale alto

b) un effetto di piccola entit sul prodotto, se lo stato della tecnologia elevato


c)

un aumento proporzionale del prodotto

140. Un miglioramento dello stato della tecnologia


a)

permette di produrre di pi con la stessa quantit di fattori di produzione

b) sposta verso l'alto la funzione di produzione


c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

141. Aumenti di K/N


a)

permettono di mantenere la crescita della produzione sostenuta nel tempo

b) avvengono tramite investimenti, che a loro volta dipendono dal risparmio


c)

avvengono solamente se aumenta la tecnologia

142. Un tasso di risparmio pi elevato provoca


a)

un aumento della crescita della produzione pro capite in modo permanente attraverso un aumento degli
investimenti

b) un aumento dei livelli di reddito pro capite e della crescita sostenuto nel tempo
c)

un aumento del livello di reddito pro capite

143. Una crescita sostenuta richiede


a)

accumulazione di capitale

b) progresso tecnologico
c)

un elevato tasso di risparmio


16/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


144. Il tasso di risparmio determina
a)

il livello del prodotto pro capite

b) il tasso di crescita del prodotto pro capite


c)

il livello della tecnologia

145. Lo stock di capitale:


a)

aumenta in seguito a investimenti

b) diminuisce quando aumentano i risparmi


c)

indipendente dal livello degli investimenti

146. Se il livello di capitale pro capite maggiore del livello capitale pro capite di equilibrio,
a)

l'investimento maggiore del deprezzamento del capitale

b) l'investimento minore del deprezzamento


c)

la produzione maggiore del deprezzamento

147. Il tasso di risparmio ha effetti:


a)

di lungo periodo sulla crescita

b) di breve periodo sulla crescita


c)

non influenza la crescita economica

148. Il tasso di risparmio determina il livello di prodotto per addetto nel lungo periodo poich maggiore il
risparmio,
a)

maggiore il livello di capitale per addetto di equilibrio e di conseguenza maggiore il livello di prodotto per
addetto

b) minore il consumo e di conseguenza maggiore il livello di prodotto per addetto


c)

maggiore la crescita e di conseguenza maggiore il livello di prodotto per addetto

149. Un aumento del tasso di risparmio provoca


a)

un livello di reddito pi elevato nel breve periodo

b) una crescita permanentemente pi elevata


c)

una crescita pi elevata sino al raggiungimento del nuovo stato stazionario

150. Il livello di capitale di regola aurea il livello di capitale in corrispondenza del quale
a)

il risparmio massimizzato

b) il consumo massimizzato
c)

l'investimento massimizzato

151. Un aumento del tasso di deprezzamento del capitale


a)

aumenta il consumo di stato stazionario

b) diminuisce il consumo di stato stazionario


c)

non ha effetti sul consumo di stato stazionario

152. Nei modelli di crescita endogena, la crescita nel lungo periodo dipende
a)

solo dal tasso di risparmio

b) dal tasso di risparmio e dalla spesa in istruzione


c)

solo dalla spesa in istruzione


17/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


153. Cosa caratterizza lo stato di crescita bilanciata?
a)

Il capitale per addetto cresce al tasso di crescita della tecnologia

b) La produzione cresce in misura pari alla somma del tasso di crescita della popolazione e del tasso di crescita della
tecnologia
c)

Entrambe le precedenti risposte sono vere

154. In stato stazionario con progresso tecnologico e crescita della popolazione:


a)

il tasso di crescita del capitale per lavoratore nullo

b) il tasso di crescita del prodotto per addetto pari al tasso di crescita della popolazione
c)

il tasso di crescita del capitale per lavoratore effettivo nullo

155. In un modello di crescita con progresso tecnologico esogeno, un aumento del tasso di risparmio
a)

provoca un aumento permanente nel tempo della crescita della produzione

b) non ha alcun effetto sulla crescita della produzione, n nel breve periodo, n nel lungo periodo
c)

provoca un aumento dei livelli di prodotto per unit di lavoro effettivo di stato stazionario

156. La fertilit della ricerca


a)

misura il numero di nuove tecnologie brevettate in un anno

b) influenzata dal sistema educativo


c)

notevolmente diminuita nel tempo

157. Riguardo alla appropriabilit della ricerca,


a)

conveniente per le imprese innovare per prime in modo da offrire un prodotto nuovo

b) la presenza di brevetti permette di offrire una protezione legale ai nuovi prodotti


c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

158. Un aumento del tasso di deprezzamento provoca


a)

un livello di capitale per unit di lavoro effettivo inferiore in stato stazionario

b) un aumento della crescita della produzione permanente nel tempo


c)

entrambe le risposte precedenti sono vere

159. Un aumento permanente del tasso di crescita della popolazione provoca


a)

un aumento della crescita della produzione permanente nel tempo

b) un aumento della crescita del prodotto per addetto permanente nel tempo
c)

una riduzione della crescita del capitale per unit di lavoro effettivo permanente nel tempo

160. In stato stazionario,


a)

il tasso di crescita della produzione indipendente dal tasso di risparmio

b) il tasso di crescita della produzione pari al tasso di crescita demografico


c)

il capitale per addetto cresce al tasso di crescita demografico

161. In stato stazionario,


a)

il prodotto per unit di lavoro effettivo e il capitale per unit di lavoro effettivo sono costanti

b) il prodotto per unit di lavoro effettivo e il capitale per unit di lavoro effettivo crescono al tasso di progresso
tecnologico
c)

un aumento del deprezzamento riduce la crescita del capitale per unit di lavoro effettivo
18/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


162. In stato stazionario,
a)

il prodotto per unit di lavoro effettivo e il capitale per unit di lavoro effettivo crescono al tasso di progresso
tecnologico

b) il prodotto per addetto e il capitale per addetto crescono al tasso di progresso tecnologico
c)

il capitale per addetto non cresce

163. In stato stazionario, il capitale e il prodotto crescono


a)

a un tasso pari alla somma del tasso di crescita demografica e del tasso di crescita tecnologica

b) al tasso di crescita tecnologica


c)

al tasso di risparmio

164. Le istituzioni economiche


a)

hanno un impatto limitato sulla crescita di un paese

b) hanno un impatto rilevante sulla crescita di un solo nel breve periodo


c)

sono la causa fondamentale della crescita economica di lungo periodo

165. Quali sono i fatti stilizzati riguardanti la crescita?


a)

Convergenza del reddito pro capite dei paesi Ocse nel tempo

b) Convergenza del reddito pro capite di tutti i paesi del mondo nel tempo
c)

Convergenza del tasso di disoccupazione dei paese Ocse nel tempo

166. Quali sono le ipotesi sulla funzione di produzione aggregata?


a)

Produttivit marginale del lavoro crescente

b) Aumenti di entrambi i fattori di produzione provocano aumenti proporzionali della produzione


c)

Rendimenti di scala crescenti

167. Un aumento del fattore capitale provoca


a)

uno spostamento verso l'alto della funzione di produzione

b) un aumento proporzionale della produzione


c)

uno spostamento lungo la funzione di produzione

168. Un aumento del fattore lavoro provoca


a)

un elevato incremento del prodotto, se il livello di capitale alto

b) un effetto di piccola entit sul prodotto, se lo stato della tecnologia elevato


c)

un aumento proporzionale del prodotto

169. Un miglioramento dello stato della tecnologia


a)

permette di produrre di pi con la stessa quantit di fattori di produzione

b) sposta verso l'alto la funzione di produzione


c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

170. Aumenti di K/N


a)

permettono di mantenere la crescita della produzione sostenuta nel tempo

b) avvengono tramite investimenti, che a loro volta dipendono dal risparmio


c)

avvengono solamente se aumenta la tecnologia

19/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


171. Un tasso di risparmio pi elevato provoca
a)

un aumento della crescita della produzione pro capite in modo permanente attraverso un aumento degli
investimenti

b) un aumento dei livelli di reddito pro capite e della crescita sostenuto nel tempo
c)

un aumento del livello di reddito pro capite

172. Una crescita sostenuta richiede


a)

accumulazione di capitale

b) progresso tecnologico
c)

un elevato tasso di risparmio

173. Il tasso di risparmio determina


a)

il livello del prodotto pro capite

b) il tasso di crescita del prodotto pro capite


c)

il livello della tecnologia

174. Lo stock di capitale:


a) aumenta in seguito a investimenti
b) diminuisce quando aumentano i risparmi
c)

indipendente dal livello degli investimenti

175. Se il livello di capitale pro capite maggiore del livello capitale pro capite di equilibrio,
a)

l'investimento maggiore del deprezzamento del capitale

b) l'investimento minore del deprezzamento


c)

la produzione maggiore del deprezzamento

176. Il tasso di risparmio ha effetti:


a)

di lungo periodo sulla crescita

b) di breve periodo sulla crescita


c)

non influenza la crescita economica

177. Da che cosa dipende il costo di rinunciare alla flessibilit del cambio tra diverse regioni?
a)

Dagli shock asimmetrici che colpiscono quelle determinate regioni

b) Dalla presenza di un tasso di cambio fisso che non permette oscillazioni


c)

Entrambe le precedenti risposte sono vere

178. Quale fattore pu ridurre i costi di un'unione monetaria?


a)

Una poca elevata mobilit del lavoro tra regioni

b) Un elevato grado di apertura al commercio con l'estero


c)

Un elevato grado di apertura al commercio tra regioni

179. La crisi
a)

ha reso pi sconveniente aderire all'Unione monetaria europea

b) ha mantenuto fissi tutti i tassi di cambio tra i paesi dell'UE e l'euro


c)

ha modificato gli incentivi a entrare nell'area euro amplificando alcuni aspetti positivi di far parte dell'Unione
monetaria europea

20/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


180. L'introduzione dell'euro
a)

ha perfettamente uniformato il ciclo economico dei membri dell'area euro

b) ha uniformato la crescita dei Paesi membri dell'area euro


c)

non ha sostanzialmente avuto alcun effetto sui movimenti congiunti della produzione tra i Paesi membri
dell'unione monetaria europea

181. Tra i benefici di una unione monetaria ci sono


a)

minore incertezza sui tassi di cambio

b) maggiore trasparenza dei prezzi


c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

182. Il tasso di risparmio determina il livello di prodotto per addetto nel lungo periodo poich maggiore il
risparmio,
a)

maggiore il livello di capitale per addetto di equilibrio e di conseguenza maggiore il livello di prodotto per
addetto

b) minore il consumo e di conseguenza maggiore il livello di prodotto per addetto


c)

maggiore la crescita e di conseguenza maggiore il livello di prodotto per addetto

183. Un aumento del tasso di risparmio provoca


a)

un livello di reddito pi elevato nel breve periodo

b) una crescita permanentemente pi elevata


c)

una crescita pi elevata sino al raggiungimento del nuovo stato stazionario

184. Il livello di capitale di regola aurea il livello di capitale in corrispondenza del quale
a)

il risparmio massimizzato

b) il consumo massimizzato
c)

l'investimento massimizzato

185. Un aumento del tasso di deprezzamento del capitale


a)

aumenta il consumo di stato stazionario

b) diminuisce il consumo di stato stazionario


c)

non ha effetti sul consumo di stato stazionario

186. Nei modelli di crescita endogena, la crescita nel lungo periodo dipende
a)

solo dal tasso di risparmio

b) dal tasso di risparmio e dalla spesa in istruzione


c)

solo dalla spesa in istruzione

187. Cosa caratterizza lo stato di crescita bilanciata?


a)

Il capitale per addetto cresce al tasso di crescita della tecnologia

b) La produzione cresce in misura pari alla somma del tasso di crescita della popolazione e del tasso di crescita della
tecnologia
c)

Entrambe le precedenti risposte sono vere

188. Perch gli Europei sono sempre stati avversi alla volatilit dei cambi?
a)

Perch le economie europee sono molto aperte

b) Perch il mercato agricolo ha bisogno di cambi stabili


21/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


c)

Entrambe le precedenti risposte sono vere

189. Il Sistema Monetario Europeo consent


a)

la completa eliminazione delle svalutazioni

b) un sistema di cambi flessibili per le economie europee


c)

un periodo di cambi relativamente stabili

190. Il Consiglio direttivo della Banca Centrale composto


a)

dai sei membri del Comitato esecutivo, il presidente e il vicepresidente

b) dai quindici governatori delle banche centrali nazionali


c)

dai sei membri del Comitato esecutivo e i governatori dei Paesi appartenenti all'area euro

191. Il Consiglio Generale


a)

ha poteri decisionali nel campo della politica monetaria

b) svolge funzioni consultive


c)

coadiuvato dai governi dei paesi membri

192. Ai governatori delle banche centrali nazionali stato attribuito un peso


a)

proporzionale all'importanza economica del paese di provenienza

b) uguale, indipendentemente dall'importanza economica del paese di provenienza


c)

non molto elevato nella struttura degli organi decisionali

193. Qual il principale obiettivo della politica monetaria europea?


a)

La stabilit della crescita della moneta

b) La stabilit dei prezzi


c)

La stabilit del tasso di interesse

194. Che cosa si intende per inflation targeting?


a)

Una strategia di politica monetaria basata sull'annuncio da parte della banca centrale di un tasso di crescita della
moneta

b) Una strategia di politica monetaria basata sull'annuncio da parte della banca centrale di un sentiero desiderato
dell'inflazione futura
c)

Una strategia di politica monetaria che utilizza il controllo dell'inflazione per raggiungere un sentiero desiderato di
crescita

195. Le operazioni di rifinanziamento


a)

hanno l'obiettivo di fornire liquidit ai governi dei paesi membri

b) hanno l'obiettivo di fornire liquidit al settore finanziario


c)

avvengono su iniziativa delle controparti della BCE

196. Le operazioni di rifinanziamento marginale avvengono su iniziativa


1)

delle banche dell'Eurozona che necessitano liquidit

2)

della banche dell'Eurozona che hanno liquidit in eccesso

3)

della BCE quando ritiene opportuno rifinanziare il settore finanziario

197. Durante la Grande Recessione, la BCE


a)

ha portato i tassi vicino allo zero, attuando un forte quantitative easing

22/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


b) non ha ridotto i tassi di interesse, per non creare aspettative di alta inflazione
c)

ha portato i tassi vicino allo zero, senza attuare il quantitative easing

198. In stato stazionario con progresso tecnologico e crescita della popolazione:


a)

il tasso di crescita del capitale per lavoratore nullo

b) il tasso di crescita del prodotto per addetto pari al tasso di crescita della popolazione
c)

il tasso di crescita del capitale per lavoratore effettivo nullo

199. In un modello di crescita con progresso tecnologico esogeno, un aumento del tasso di risparmio
a)

provoca un aumento permanente nel tempo della crescita della produzione

b) non ha alcun effetto sulla crescita della produzione, n nel breve periodo, n nel lungo periodo
c)

provoca un aumento dei livelli di prodotto per unit di lavoro effettivo di stato stazionario

200. La fertilit della ricerca


a)

misura il numero di nuove tecnologie brevettate in un anno

b) influenzata dal sistema educativo


c)

notevolmente diminuita nel tempo

201. Riguardo alla appropriabilit della ricerca,


a)

conveniente per le imprese innovare per prime in modo da offrire un prodotto nuovo

b) la presenza di brevetti permette di offrire una protezione legale ai nuovi prodotti


c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

202. Un aumento del tasso di deprezzamento provoca


a)

un livello di capitale per unit di lavoro effettivo inferiore in stato stazionario

b) un aumento della crescita della produzione permanente nel tempo


c)

entrambe le risposte precedenti sono vere

203. Un aumento permanente del tasso di crescita della popolazione provoca


a)

un aumento della crescita della produzione permanente nel tempo

b) un aumento della crescita del prodotto per addetto permanente nel tempo
c)

una riduzione della crescita del capitale per unit di lavoro effettivo permanente nel tempo

204. In stato stazionario,


a)

il tasso di crescita della produzione indipendente dal tasso di risparmio

b) il tasso di crescita della produzione pari al tasso di crescita demografico


c)

il capitale per addetto cresce al tasso di crescita demografico

205. In stato stazionario,


a)

il prodotto per unit di lavoro effettivo e il capitale per unit di lavoro effettivo sono costanti

b) il prodotto per unit di lavoro effettivo e il capitale per unit di lavoro effettivo crescono al tasso di progresso
tecnologico
c)

un aumento del deprezzamento riduce la crescita del capitale per unit di lavoro effettivo

206. In stato stazionario,


a)

il prodotto per unit di lavoro effettivo e il capitale per unit di lavoro effettivo crescono al tasso di progresso
tecnologico
23/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


b) il prodotto per addetto e il capitale per addetto crescono al tasso di progresso tecnologico
c)

il capitale per addetto non cresce

207. In stato stazionario, il capitale e il prodotto crescono


a)

a un tasso pari alla somma del tasso di crescita demografica e del tasso di crescita tecnologica

b) al tasso di crescita tecnologica


c)

al tasso di risparmio

208. Le istituzioni economiche


a)

hanno un impatto limitato sulla crescita di un paese

b) hanno un impatto rilevante sulla crescita di un solo nel breve periodo


c)

sono la causa fondamentale della crescita economica di lungo periodo

209. Il valore presente scontato di un euro l'anno prossimo :


a)

pari al tasso di interesse it

b) pari a 1+ it
c)

pari a 1/( 1+ it)

210. In presenza di incertezza, il valore attuale dipende


a)

positivamente dalle aspettative sui pagamenti futuri

b) positivamente dai tassi di interesse presenti e futuri


c)

entrambe le risposte sono vere

211. In presenza di tassi di interesse costanti e pagamenti costanti, il valore attuale pari
a)

alla somma dei pagamenti costanti

b) alla somma ponderata dei pagamenti costanti, con pesi crescenti nel tempo
c)

alla somma ponderata dei pagamenti costanti, con pesi decrescenti nel tempo

212. Nel modello IS-LM con aspettative,


a)

la domanda di moneta dipende dal tasso di interesse in termini di beni

b) la domanda di moneta dipende dal tasso di interesse nominale


c)

la domanda di investimenti dipende dal tasso di interesse nominale

213. Nel modello IS-LM con aspettative, una politica monetaria restrittiva nel breve periodo genera
a)

una diminuzione dei saldi reali, un aumento del tasso di interesse nominale e una diminuzione del tasso di
interesse reale, a causa delle spinte inflattive

b) un aumento del tasso di interesse nominale e una diminuzione della produzione. Il tasso di interesse reale rimane
costante
c)

un aumento del tasso di interesse, sia reale, sia nominale

214. Nel modello IS-LM con aspettative, una diminuzione dell'inflazione attesa, a parit delle altre variabili esogene,
provoca un aumento
a)

del tasso di interesse nominale

b) della produzione
c)

del tasso di interesse reale

24/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


215. Nel modello IS-LM con aspettative,
a)

le decisioni di investimento dipendono dal tasso di interesse reale

b) le decisioni di investimento dipendono dal tasso di interesse nominale


c)

la scelta tra moneta e titoli dipende dal tasso di interesse reale

216. Nel modello IS-LM con aspettative, un aumento dello stock di moneta
a)

non ha alcun effetto sul tasso di interesse nominale nel medio periodo

b) ha effetto solo sul tasso di interesse reale nel medio periodo


c)

ha effetto solo sul tasso di interesse nominale nel medio periodo

217. Un aumento del tasso di interesse nominale atteso tra un anno


a)

riduce il valore atteso scontato di un euro tra due anni

b) aumenta il valore atteso scontato di un euro tra due anni


c)

non ha effetti sul valore atteso scontato di un euro tra due anni

218. Secondo la condizione di arbitraggio tra titoli con maturit diverse, il prezzo di un titolo
a)

pari al suo rendimento atteso

b) pari al valore attuale scontato dei pagamenti futuri


c)

aumenta, al crescere del tasso di interesse

219. La curva dei rendimenti inclinata


a)

negativamente quando il tasso di interesse a lungo termine maggiore del tasso di interesse a breve termine

b) positivamente quando il tasso di interesse a lungo termine maggiore del tasso di interesse a breve termine
c)

negativamente quando i mercati si aspettano che in futuro i tassi a breve saranno pi alti

220. Il prezzo reale di una azione


a)

il valore attuale dei dividendi nominali scontati usando il tasso di interesse reale

b) dipende positivamente dal tasso di interesse reale


c)

il valore attuale dei dividendi reali scontati usando il tasso di interesse reale

221. A seguito di una politica monetaria restrittiva anticipata dagli operatori finanziari,
a)

i dividendi attesi rimangono invariati, ma il tasso di interesse atteso aumenta a seguito della stretta monetaria

b) il prezzo delle azioni rimane invariato, ma il tasso di interesse atteso aumenta a seguito della stretta monetaria
c)

il prezzo delle azioni, il tasso di interesse atteso e i dividendi attesi rimangono invariati

222. A seguito di una politica monetaria restrittiva non anticipata dagli operatori finanziari,
a)

il prezzo delle azioni diminuisce

b) i dividendi aumentano a seguito dell'aumento dei profitti


c)

il prezzo delle azioni aumenta a seguito dell'aumento del tasso di interesse

223. Uno spostamento inatteso della curva IS verso sinistra (per esempio una stretta fiscale)
a)

in alcuni casi, genera un aumento del prezzo delle azioni dato il tasso di interesse pi basso

b) in alcuni casi, genera un aumento dei dividendi dovuto all'aumento della produzione
c)

genera in ogni caso un aumento del tasso di interesse e quindi una riduzione del prezzo delle azioni

25/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


224. Il prezzo di una azione
a)

sempre pari al valore fondamentale

b) indipendente dalla politica monetaria


c)

mostra una elevata volatilit nel tempo

225. Durante una bolla speculativa, gli investitori


a)

acquistano un'azione a un prezzo pi alto del suo valore fondamentale, anticipando di rivenderla a un valore pi
elevato in futuro

b) acquistano un'azione a un prezzo pi basso del suo valore fondamentale, anticipando di rivenderla a un valore pi
elevato in futuro
c)

preferiscono rimandare l'acquisto di azioni

226. Durante una "moda passeggera",


a)

gli investitori pagano un'azione a un prezzo inferiore al valore fondamentale

b) il prezzo di un'azione diverso dal suo valore fondamentale


c)

gli investitori spostano i loro capitali sulle obbligazioni

227. La condizione di arbitraggio


a)

impone che i rendimenti attesi di due attivit devono essere uguali

b) afferma che la curva dei rendimenti sempre crescente


c)

sempre rispettata nei mercati finanziari

228. La ricchezza totale composta da:


a)

ricchezza finanziaria e ricchezza immobiliare

b) valore attuale del reddito da lavoro


c)

ricchezza umana e ricchezza non umana

229. Il prezzo del consumo corrente in termini del consumo futuro pari a
a)

(1+r)

b) (1+i)
c)

230. Nel caso in cui il consumatore abbia un vincolo di liquidit


a)

una variazione del valore atteso scontato del reddito modifica 1:1 il consumo

b) il consumo insensibile a variazioni del reddito


c)

il consumo varia al variare del reddito disponibile corrente

231. Il consumo sensibile al reddito corrente perch


a)

le banche potrebbero voler prestare pi denaro

b) le previsioni sul futuro potrebbero rivelarsi troppo ottimiste


c)

gli individui non tengono conto delle aspettative sul futuro

232. L'evidenza empirica mostra che


a)

la teoria del consumatore lungimirante accurata nello spiegare le decisioni intertemporali

b) la propensione marginale del consumo piuttosto alta per variazioni temporanee del reddito
c)

il consumo molto sensibile al reddito permanente


26/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


233. La sensibilit del consumo mostrata dall'evidenza empirica dipende anche
a)

da un'incorretta specificazione delle scelte intertemporali

b) dall'impossibilit di prendere a prestito per alcuni consumatori


c)

dal fatto che le banche tendono a concedere credito con troppa facilit

234. Il costo d'uso del capitale pari a


a)

d, il tasso di deprezzamento

b) d+r
c)

d+i

235. Secondo la teoria della q di Tobin,


a)

variazioni dei profitti dovute a variazioni della produzione influenzano in modo indiretto le scelte di investimento

b) le scelte di investimento sono pi sensibili ai profitti correnti di quanto non lo siano nella realt a causa dei vincoli
di liquidit
c)

entrambe le risposte sono vere

236. Quanto maggiore il tasso di interesse reale,


a)

tanto maggiore sar l'investimento

b) tanto minore sar l'investimento


c)

tanto maggiore sar il valore attuale dei profitti

237. L'anticipazione di una lunga e sostenuta espansione economica induce le imprese


a)

a effettuare maggiori investimenti nel presente

b) prevedere un maggiore tasso di interesse


c)

ridurre i prezzi

238. Tra i canali attraverso cui le variabili economiche future incidono sulle decisioni correnti ci sono
a)

la ricchezza culturale

b) solo componenti della ricchezza finanziaria


c)

ricchezza umana, ricchezza non umana e valore atteso dei profitti al netto delle imposte

239. La spesa privata aggregata include


a)

la spesa di consumo e investimento

b) la spesa di consumo privato e pubblico


c)

la spesa di consumo al netto delle tasse

240. La curva IS che tiene conto delle aspettative


a)

pi piatta

b) ha la stessa inclinazione della curva IS che non tiene conto delle aspettative
c)

pi ripida

241. La curva LM standard


a)

deve essere integrata con le aspettative del tasso di interesse futuro

b) non deve essere modificata in un modello che tiene conto delle aspettative sulle variabili future
c)

deve essere integrata con le aspettative sui saldi monetari futuri

27/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


242. Nel modello IS-LM con le aspettative, un'espansione monetaria
a)

diminuisce la produzione corrente

b) aumenta sicuramente la produzione corrente


c)

pu aumentare o diminuire la produzione corrente a seconda di come cambiano le aspettative

243. Un'espansione monetaria seguita da una revisione delle aspettative su tasso di interesse e produzione
a)

diminuisce la produzione corrente

b) aumenta la produzione corrente in maniera superiore rispetto a quanto farebbe una espansione monetaria con
aspettative costanti
c)

diminuisce il tasso di interesse corrente in maniera superiore rispetto a quanto farebbe un'espansione monetaria
con aspettative costanti

244. Nel breve periodo una riduzione del disavanzo di bilancio


a)

ha un impatto incerto sul livello di produzione a seconda dell'impatto di come vengono influenzate le aspettative

b) aumenta sicuramente il livello di produzione poich stimola la domanda


c)

diminuisce sicuramente il livello di produzione, perch comporta un aumento delle tasse

245. Un programma di riduzione del disavanzo di bilancio pu condurre o meno a un aumento del livello di
produzione anche nel breve periodo.
a)

Vero, dipende dall'ammontare della riduzione del disavanzo

b) Vero, dipende: dai tempi previsti del programma, dallo stato iniziale delle finanze statali e dalla credibilit del
programma
c)

Falso: una riduzione del disavanzo provoca sempre una riduzione della domanda aggregata

246. Le aspettative razionali


a) si basano sulla capacit degli agenti economici di utilizzare nel modo migliore tutte le informazioni a loro
disposizione nel prendere le decisioni
b) hanno le stesse implicazioni delle aspettative adattive
c)

implicano che le aspettative sulle variabili future non influenzano le decisioni economiche correnti

247. In un'economia aperta, un aumento delle imposte provoca una diminuzione della produzione e:
a)

un effetto nullo sul disavanzo commerciale

b) un aumento del disavanzo commerciale


c)

una diminuzione del disavanzo commerciale

248. Un aumento della spesa pubblica provoca un aumento del disavanzo commerciale
a)

poich la domanda nazionale aumenta e di conseguenza diminuisce il tasso di cambio

b) dato che la domanda nazionale aumenta ma parte dell'aumento della domanda rivolto alla domanda estera
c)

solo in regime di cambi fissi

249. Un aumento del reddito estero provoca:


a)

un aumento delle importazioni del paese estero e quindi un miglioramento della bilancia commerciale del paese
nazionale

b) una riduzione del consumo nel paese nazionale


c)

un peggioramento della bilancia commerciale del paese nazionale a seguito di una riduzione delle esportazioni

250. Secondo la condizione di Marshall-Lerner, a seguito di un deprezzamento reale:


a)

le esportazioni aumentano pi che proporzionalmente


28/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


b) le esportazioni nette diminuiscono
c)

le esportazioni nette aumentano

251. Quali sono gli effetti di un deprezzamento reale?


a)

Un aumento della domanda interna di beni nazionali

b) Una diminuzione della domanda estera di beni nazionali


c)

Un aumento del disavanzo commerciale

252. Come possibile raggiungere l'obiettivo di una riduzione del disavanzo commerciale?
a)

Attraverso una combinazione di politica fiscale espansiva e deprezzamento reale

b) Attraverso una politica fiscale espansiva


c)

Attraverso un deprezzamento reale

253. Qual la combinazione di politica fiscale e di cambio necessaria a far ridurre il disavanzo commerciale senza
far variare la produzione?
a)

Politica fiscale espansiva e apprezzamento del tasso di cambio reale

b) Politica fiscale restrittiva e deprezzamento del tasso di cambio reale


c)

Politica fiscale espansiva e nessuna variazione del tasso di cambio reale

254. Secondo la curva J, un apprezzamento:


a)

genera un miglioramento del saldo commerciale iniziale seguito da un peggioramento del saldo commerciale

b) genera un peggioramento della bilancia commerciale iniziale seguito da un miglioramento del saldo commerciale
c)

non ha effetti di lungo periodo sul saldo commerciale

255. Perch, nella relazione tra risparmio e disavanzo commerciale, un avanzo commerciale corrisponde a un
eccesso di risparmio sull'investimento?
a)

Perch un disavanzo commerciale comporta un prestito netto al resto del mondo

b) Perch un avanzo commerciale comporta un prestito netto al resto del mondo


c)

Poich genera un aumento del tasso di interesse che deprime gli investimenti

256. Secondo la curva J, un deprezzamento reale provoca:


a)

un deterioramento iniziale e un successivo miglioramento della bilancia commerciale

b) un miglioramento iniziale e un successivo deterioramento della bilancia commerciale


c)

nessuna delle precedenti risposte vera

257. Una politica fiscale restrittiva in economia aperta, con cambi flessibili, provoca una riduzione della produzione
a)

e un deprezzamento del cambio

b) e un aumento del tasso di interesse


c)

causata dall'apprezzamento del cambio

258. Una politica monetaria espansiva in economia aperta, con cambi flessibili
a)

provoca un aumento del tasso di interesse e un deprezzamento del cambio. L'effetto sulla produzione quindi
ambiguo

b) provoca un apprezzamento del cambio che deprime la produzione ma nessun effetto sul tasso di interesse
c)

genera un aumento del tasso di interesse e un apprezzamento del cambio, provocando quindi una riduzione della
produzione

29/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


259. In regime di tassi di cambio fissi, la politica fiscale
a)

molto efficace, perch accomodata dalla politica monetaria

b) assolutamente inefficace, perch controbilanciata dalla politica monetaria


c)

ha gli stessi effetti che in regime di cambi flessibili

260. In regime di tassi di cambio fissi, la politica monetaria


a)

molto efficace, perch variazioni dell'offerta di moneta non influenzano il cambio

b) assolutamente inefficace, perch non in grado di muovere il tasso di interesse


c)

ha gli stessi effetti che in cambi flessibili

261. Il tasso di cambio reale diminuisce a seguito di


a)

una diminuzione del livello dei prezzi nazionali

b) un aumento del livello dei prezzi esteri


c)

un apprezzamento del cambio reale

262. In un sistema di cambi fissi e perfetta mobilit del capitale,


a)

la relazione di parit dei tassi di interesse non vale

b) il tasso di interesse interno pari a una media ponderata dei tassi di deprezzamento attesi in futuro
c)

il tasso di interesse interno pari al tasso di interesse estero

263. In economia aperta, un deprezzamento del tasso di cambio reale


a)

fa aumentare la produzione per l'aumento delle esportazioni nette

b) fa diminuire la produzione per l'aumento delle importazioni


c)

la produzione non varia perch non influenzata dal cambio

264. Nella curva di domanda aggregata in economia aperta, una diminuzione del livello dei prezzi interni provoca
a)

una diminuzione del tasso di cambio reale, un aumento delle esportazioni nette e quindi una riduzione della
domanda e della produzione

b) un aumento del tasso di cambio reale, una diminuzione delle esportazioni nette e quindi un aumento della
domanda e della produzione
c)

una diminuzione del tasso di cambio reale, un aumento delle esportazioni nette e quindi un aumento della
domanda e della produzione

265. Nella curva AS in economia aperta, un aumento del livello atteso dei prezzi provoca
a)

un aumento dei prezzi effettivi attraverso un aumento del tasso di cambio reale

b) un aumento del livello dei prezzi effettivi attraverso un aumento dei salari
c)

un aumento del livello dei prezzi effettivi attraverso un aumento della produzione

266. Che cosa un currency board?


a)

una forma di parit fissa del tasso di cambio basata sulla sostituzione delle valuta nazionale con valuta estera

b) una forma di parit fissa che impone alla banca centrale di cambiare valuta nazionale con una valuta estera a un
tasso di cambio fisso
c)

Un comitato valutario straniero che si sostituisce alla banca centrale nazionale per le decisioni di politica
monetaria

267. Che cosa si intende per dollarizzazione?


a)

una forma di parit fissa basata sulla sostituzione delle valuta nazionale con valuta estera, solitamente il dollaro
30/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


b) una forma di parit fissa che impone alla banca centrale di scambiare moneta nazionale con il dollaro, a un tasso
di cambio fisso
c)

un'operazione di mercato aperto realizzata dalla banca centrale americana e rivolta alle banche dei paesi in via
di sviluppo

268. In regime di cambi fissi, una svalutazione


a)

a volte inevitabile, se i mercati hanno forti aspettative, anche infondate, che la banca centrale riduca il cambio

b) pu essere un modo per far diminuire un'inflazione galoppante


c)

non mai possibile, dato che i tassi di cambio sono fissi

269. Che cosa pu fare un governo per fronteggiare aspettative di svalutazione?


a)

Difendere il cambio, al costo di un tasso di interesse alto

b) Arrendersi e svalutare
c)

Entrambe le precedenti risposte sono vere

270. A fronte di aspettative di svalutazione, mantenere il tasso di cambio fisso richiede


a)

un tasso di interesse alto, per la parit scoperta dei tassi di interesse

b) una riduzione del tasso di interesse che tenga il tasso di cambio al livello predeterminato
c)

un'espansione monetaria

271. Nel medio periodo una svalutazione


a)

stimola la produzione

b) ha effetto solo sul livello dei prezzi


c)

aumenta produzione e inflazione, grazie al deprezzamento del cambio reale

272. In un sistema di cambi fissi, in presenza di un elevato disavanzo di bilancio aumentano le pressioni politiche
a)

per una svalutazione

b) per una rivalutazione


c)

a rimanere nel regime di cambi fissi

273. Una rivalutazione del cambio fisso nel breve periodo


a)

genera una riduzione delle importazioni che stimola la produzione

b) stimola l'attivit reale, perch in grado di aumentare le esportazioni nette


c)

produce una contrazione dell'attivit economica

274. Secondo Mundell, in un'area valutaria comune


a)

i lavoratori devono essere disposti a spostarsi da una regione all'altra per compensare tassi di disoccupazione
diversi

b) il vantaggio principale che shock asimmetrici non hanno alcun impatto sulle scelte che coinvolgono tutti i paesi
dell'area valutaria
c)

entrambe le precedenti risposte sono vere

275. Nel medio periodo, a seguito di una svalutazione


a)

la produzione torna al suo livello naturale iniziale

b) la produzione converge verso il nuovo livello naturale


c)

prezzi e produzione tornano al livello iniziale

31/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


276. L'illusione monetaria
a)

uno dei costi principali di avere inflazione

b) uno dei benefici principali di avere inflazione


c)

pu costituire un'argomentazione sia a favore che contro l'inflazione

277. Elevata inflazione genera distorsioni fiscali,


a)

dato che il gettito fiscale aumenta all'aumentare del reddito reale

b) poich le fasce di reddito vengono aggiustate verso l'alto


c)

a causa dello slittamento degli scaglioni di imposta

278. Con il signoraggio,


a)

il governo crea moneta per finanziare la spesa

b) la banca centrale emette titoli per finanziare la spesa


c)

alcuni titoli emessi dal governo vengono acquistati dalla banca centrale attraverso l'emissione di nuova moneta

279. A proposito di inflazione...


a)

Solo un'economia con un basso tasso di inflazione in grado di usare la politica monetaria per stabilizzare la
produzione

b) Un'economia con un basso tasso di inflazione pu non essere in grado di usare la politica monetaria per
stabilizzare la produzione
c)

Un'economia con un'alta inflazione ha pi probabilit di cadere nella trappola della liquidit

280. Nel medio periodo, un aumento dell'inflazione


a)

provoca un aumento del tasso di interesse reale

b) provoca una diminuzione del tasso di interesse reale


c)

non provoca alcun effetto sul tasso di interesse reale

281. Secondo la regola di Taylor, quando l'inflazione aumenta, la banca centrale deve
a)

aumentare il tasso di interesse reale

b) far diminuire il tasso di interesse reale


c)

far diminuire il tasso di interesse nominale

282. Il signoraggio pari


a)

alla crescita della moneta

b) ai saldi monetari reali moltiplicati per il tasso di interesse nominale


c)

al tasso crescita della moneta moltiplicato per il livello dei saldi monetari reali

283. Nel corso di un'iperinflazione, gli individui


a)

aumentano l'uso di moneta

b) riducono l'uso di moneta


c)

non modificano le loro decisioni di spesa

284. Qual l'effetto della crescita della moneta sul signoraggio?


a)

Dati i saldi monetari, un aumento della crescita della moneta provoca un aumento del signoraggio

b) Un aumento della crescita della moneta provoca una diminuzione dei saldi monetari reali
c)

L'effetto complessivo ambiguo


32/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


285. Nel breve periodo, un aumento del tasso di crescita della moneta
a)

provoca un aumento del signoraggio

b) non ha alcun effetto sul signoraggio


c)

provoca una diminuzione del signoraggio, attraverso i saldi reali

286. Nel medio periodo, un aumento del tasso di crescita della moneta genera
a)

un aumento dei saldi reali e un aumento del signoraggio

b) una diminuzione dei saldi reali e un aumento decrescente del signoraggio


c)

nessuna delle precedenti risposte vera

287. Nel lungo periodo, il governo


a)

pu finanziare il disavanzo con tassi di crescita della moneta costanti

b) non in grado di finanziare il disavanzo con tassi di crescita della moneta costanti
c)

in grado di finanziare il disavanzo solo con una politica credibile

288. Durante un'iperinflazione, una maggior crescita della moneta


a)

provoca un costante aumento della produzione

b) provoca una diminuzione iniziale della produzione a causa degli effetti negativi dell'inflazione
c)

genera una maggiore inflazione, inducendo le persone a ridurre i saldi monetari reali

289. Quale delle seguenti affermazioni vera?


a)

Un semplice programma di stabilizzazione dei prezzi e dei salari riesce ad arrestare un processo di iperinflazione

b) Il ruolo delle aspettative determinante per arrestare una iperinflazione


c)

Un programma di disinflazione esente da costi

290. Che cosa si intende per effetto Tanzi-Olivera?


a)

Il miglioramento del disavanzo in presenza di elevata inflazione

b) Il peggioramento del disavanzo in presenza di elevata inflazione


c)

L'aumento del valore delle imposte reali in presenza di elevata inflazione

291. Secondo il vincolo di bilancio del governo, la variazione del debito pubblico dell'anno in corso deve essere
uguale al disavanzo
a)

dell'anno precedente

b) dell'anno in corso
c)

del prossimo anno

292. Se la spesa pubblica rimane invariata, una riduzione delle imposte


a)

dev'essere accompagnata da un'ulteriore riduzione delle imposte future per mantenere il bilancio in pareggio

b) dev'essere accompagnata da un aumento delle imposte future


c)

pu avvenire solo in caso di una riduzione futura dei tassi di interesse

293. Se la spesa pubblica rimane invariata, una riduzione delle imposte richiede un aumento delle imposte future
a)

tanto maggiore quanto maggiore il tasso di interesse

b) tanto maggiore quanto minore il tasso di interesse


c)

pi basso se il rimborso del debito avverr dopo molti anni

33/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


294. Per stabilizzare il debito, il governo deve registrare
a)

un disavanzo primario pari agli interessi sul debito esistente

b) un avanzo primario pari agli interessi sul disavanzo esistente


c)

un avanzo primario pari agli interessi sul debito esistente

295. Se il tasso di crescita della produzione maggiore del tasso di interesse, in presenza di disavanzi primari,
a)

il rapporto debito/Pil converge al suo valore di stato stazionario e in equilibrio il governo creditore

b) il rapporto debito/Pil converge al suo valore di stato stazionario e in equilibrio il governo debitore
c)

il rapporto debito/Pil non converge al suo valore di stato stazionario

296. In presenza di un debito positivo e di disavanzi primari, se il tasso di crescita minore del tasso di interesse,
a)

il rapporto debito/Pil converge verso il suo valore di equilibrio e in equilibrio il governo creditore

b) il rapporto debito/Pil converge verso il suo valore di equilibrio e in equilibrio il governo debitore
c)

il rapporto debito/Pil non converge verso il suo valore di equilibrio

297. In presenza di avanzi primari e di un tasso di crescita maggiore del tasso di interesse,
a)

il rapporto debito/Pil converge verso l'equilibrio

b) il rapporto debito/Pil non converge verso l'equilibrio


c)

il rapporto debito/Pil converge verso l'equilibrio solo se il tasso di interesse reale decresce nel tempo

298. Quale di queste tre soluzioni consente al governo di ridurre il debito?


a) Generare dei disavanzi primari positivi
b) Il ripudio del debito pubblico
c)

Una riduzione dell'offerta di moneta

299. Un elevato rapporto debito/Pil


a)

aumenta il valore del capitale

b) permette una riduzione delle imposte


c)

aumenta il rischio di crisi finanziarie

300. Che cosa si intende per signoraggio?


a)

L'accordo tra la banca centrale e il governo in base al quale la politica fiscale viene in parte controllata dalle
autorit di politica monetaria

b) L'acquisto da parte della banca centrale dei titoli del debito pubblico rimasti invenduti
c)

L'aumento dell'offerta di titoli da parte della banca centrale

301. Per risolvere il problema di un elevato debito pubblico, i rentiers in genere si oppongono
a)

al signoraggio

b) al ripudio esplicito del debito


c)

all'aumento delle imposte

302. Per risolvere il problema di un elevato debito pubblico, gli imprenditori in genere
a)

favoriscono il ripudio del debito e il signoraggio

b) si oppongono al ripudio del debito


c)

preferiscono un aumento delle imposte

34/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


303. Per risolvere il problema di un elevato debito pubblico, i lavoratori in genere
a)

preferiscono il ripudio del debito e le imposte sul capitale

b) si oppongono al ripudio del debito e alle imposte sul capitale


c)

preferiscono solo le imposte indirette

304. Quale fu uno degli effetti pi evidenti del processo di iperinflazione tedesco?
a)

L'aumento notevole del debito pubblico

b) La totale cancellazione del debito pubblico


c)

Una sostenuta crescita economica

305. Il ripudio del debito


a)

riduce le distorsioni causate da aliquote di imposta elevate

b) impedisce al governo di utilizzare i disavanzi per distribuire nel tempo l'onere di una spesa elevata e improvvisa
c)

entrambe le risposte precedenti sono vere

306. Secondo l'equivalenza ricardiana, un minore disavanzo pubblico compensato


a)

da un pari aumento del risparmio privato

b) da una pari diminuzione del risparmio privato


c)

da un pari aumento dell'investimento privato

307. L'equivalenza ricardiana


a)

trova conferma nell'evidenza empirica

b) mostra la rilevanza del livello del debito pubblico nelle decisioni dei consumatori
c)

viene meno in presenza di imposte distorsive o vincoli di liquidit

308. Secondo l'equivalenza ricardiana, un taglio delle imposte


a)

stimola i consumi

b) riduce gli investimenti


c)

non ha effetti sulle decisioni dei consumatori

309. In caso di conflitti bellici, opportuno ricorrere


a)

al disavanzo, per non far gravare l'onere della spesa sulle generazioni future

b) al finanziamento tramite imposte, per non far gravare l'onere della spesa sulle generazioni future
c)

al disavanzo, per trasferire parte dell'onere della guerra alle generazioni future

310. Secondo l'equivalenza ricardiana,


a)

il modo in cui il governo finanzia la spesa pubblica irrilevante

b) il modo in cui il governo finanzia la spesa pubblica dipende dal tasso di interesse
c)

equivalente tassare gli individui sul consumo o sul capitale

311. Politiche economiche fortemente attive


a)

sono sempre in grado di stabilizzare l'economia

b) non hanno effetto nel lungo periodo


c)

sono caratterizzate da un'elevata incertezza che ne sconsiglia l'utilizzo

35/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


312. In presenza di elevata disoccupazione, qual la politica migliore?
a)

Una politica che tende a raggiungere in ogni modo un obiettivo prefissato

b) Una politica fortemente attiva


c)

Una prudente politica attiva

313. Come risolvere il problema dell'incoerenza temporale?


a)

Scegliendo un governatore disposto a collaborare con il governo per la diminuzione della disoccupazione

b) Scegliendo un governatore con preferenze "conservatrici" sull'inflazione


c)

Non esiste alcuna soluzione al problema dell'incoerenza temporale

314. Perch scegliere una regola che impone una crescita della moneta nulla non pu essere una soluzione per il
problema dell'incoerenza temporale?
a)

Una regola che fissa la crescita della moneta non attuabile

b) La banca centrale indipendente dalle influenze del governo


c)

preferibile non imporre restrizioni agli strumenti della banca centrale

315. L'evidenza empirica statunitense sul rapporto debito/Pil mostra che:


a)

il debito pubblico stato accumulato principalmente nei periodi pre-elezione

b) la politica economica stata manipolata nel tempo per fini elettorali


c)

non esiste evidenza empirica a favore della miopia dei consumatori

316. Che cos' una guerra d'attrito?


a)

Lo scontro tra studiosi della teoria dei giochi sull'equilibrio in un sistema economico

b) Lo scontro tra due avversari (due partiti politici, ad esempio) in cui entrambe le parti sperano che l'avversario
ceda in qualche modo
c)

Lo scontro tra partiti politici al fine di implementare la condizione di bilancio in pareggio

317. Nel periodo pre-elettorale i politici


a)

sono incentivati a ridurre l'inflazione

b) sono incentivati a creare disavanzi di bilancio per stimolare la crescita


c)

hanno interesse a mantenere stabile l'economia

318. L'evidenza empirica mostra che il tasso di inflazione di un Paese


a)

dipende positivamente dal grado di indipendenza della banca centrale

b) dipende negativamente dal grado di indipendenza della banca centrale


c)

non correlato con il grado di indipendenza della banca centrale

319. In generale, quale dovrebbe essere l'obiettivo di politica economica?


a)

Alimentare espansioni eccessive in modo da ridurre la disoccupazione

b) Perseguire un tasso di disoccupazione costante nel tempo


c)

Prevenire espansioni e recessioni prolungate e debellare pressioni inflazionistiche

320. Che cosa si intende per fine tuning?


a)

Raggiungere un tasso di disoccupazione prefissato

b) Raggiungere un tasso di inflazione prefissato


c)

Raggiungere un obiettivo prefissato


36/37

Macroeconomia: questionario di verifica delle conoscenze


1C
11 A
21 B
31 B
41 C
51 C
61 A
71 C
81 A
91 C
101 B
111 C
121 B
131 C
141 B
151 B
161 A
171 C
181 C
191 B
201 B
211 C
221 C
231 B
241 B
251 A
261 A
271 B
281 A
291 B
301 B
311 C

2C
12 C
22 B
32 C
42 A
52 B
62 B
72 C
82 C
92 A
102 C
112 A
122 C
132 B
142 C
152 B
162 B
172 B
182 A
192 B
202 A
212 B
222 A
232 B
242 B
252 C
262 C
272 A
282 C
292 B
302 A
312 C

3B
13 A
23 B
33 B
43 C
53 B
63 C
73 A
83 C
93 C
103 A
113 B
123 C
133 B
143 B
153 C
163 A
173 A
183 C
193 B
203 A
213 C
223 A
233 B
243 B
253 B
263 A
273 C
283 B
293 A
303 A
313 B

4A
14 C
24 C
34 C
44 B
54 C
64 C
74 B
84 B
94 A
104 B
114 C
124 C
134 B
144 A
154 C
164 C
174 A
184 B
194 B
204 A
214 C
224 C
234 B
244 A
254 A
264 C
274 A
284 C
294 C
304 B
314 C

5C
15 C
25 B
35 B
45 A
55 A
65 A
75 C
85 C
95 C
105 B
115 A
125 C
135 A
145 A
155 C
165 A
175 B
185 B
195 B
205 A
215 A
225 A
235 A
245 B
255 B
265 B
275 A
285 A
295 B
305 C
315 C

6A
16 C
26 C
36 C
46 B
56 A
66 C
76 C
86 C
96 B
106 B
116 B
126 C
136 A
146 B
156 B
166 B
176 B
186 B
196 A
206 B
216 C
226 B
236 B
246 A
256 A
266 B
276 C
286 B
296 C
306 B
316 B

37/37

7C
17 C
27 C
37 C
47 C
57 B
67 A
77 C
87 C
97 C
107 A
117 C
127 C
137 B
147 B
157 B
167 C
177 A
187 C
197 C
207 A
217 A
227 A
237 A
247 C
257 A
267 A
277 C
287 B
297 A
307 C
317 B

8B
18 B
28 A
38 A
48 C
58 A
68 B
78 A
88 A
98 C
108 C
118 A
128 B
138 C
148 A
158 A
168 A
178 C
188 C
198 C
208 C
218 B
228 C
238 C
248 B
258 C
268 A
278 C
288 C
298 B
308 C
318 B

9A
19 A
29 A
39 C
49 C
59 B
69 C
79 C
89 C
99 B
109 B
119 A
129 A
139 A
149 C
159 A
169 C
179 C
189 C
199 C
209 C
219 B
229 A
239 A
249 A
259 A
269 C
279 B
289 B
299 C
309 C
319 C

10 C
20 A
30 A
40 C
50 A
60 A
70 C
80 B
90 C
100 A
110 A
120 C
130 A
140 C
150 B
160 A
170 B
180 C
190 C
200 B
210 A
220 C
230 C
240 C
250 C
260 B
270 A
280 C
290 B
300 B
310 A
320 C