Sei sulla pagina 1di 1

DIRITTO E LETTERATURA

Dott.ssa Claudia Di Fonzo


Il corso si propone di approfondire il rapporto tra letteratura e diritto, con
specifico riferimento a Dante Alighieri. La cultura dei primi secoli della nostra

letteratura generalmente giuridica; molti poeti e scrittori provengono da studi


e professioni giuridiche: Bonagiunta degli Orbicciani, Guido Guinizzelli, Lapo
Gianni, Iacopone da Todi, Cino da Pistoia, Brunetto Latini. Ma, anche quando ci
non fosse, la letteratura delle origini scaturigine della riflessione giuridica,
filosofica e teologica. Il paradigma culturale e filosofico dantesco contesto di
teologia e di diritto. Il diritto romano, considerato diritto naturale da Dio stesso
ispirato, detto, a partire dal XIII secolo, ratio scripta, ossia la ragione, come
espressione della perfetta convivenza umana codificata nei testi giustinianei.
Il corso si propone di enucleare le questioni pi dibattute del Medioevo
giuridico che affiorano e dialogano nella e con la poesia e la prosa dantesche.
Testi di riferimento:
Dante Alighieri, Convivio, Commedia, Monarchia (alcuni brani)
Diego Quaglioni, La giustizia nel Medioevo e nella prima et moderna, Bologna,
Il Mulino, 2004.
Testi consigliati:
Claudia Di Fonzo, Dante tra diritto, letteratura e politica, in FORUM ITALICUM
41/1 (Spring 2007), pp. 5-22.
Giusti son due e non vi sono intesi, in FORUM ITALICUM 44/1 (Spring
2010), pp. 5-36.