Sei sulla pagina 1di 1

COMUNICATO STAMPA

“Le proposte del Pd di Carovigno per la difesa dell’ex parco provinciale ”

Il Partito Democratico di Carovigno, sensibile alle problematiche relative all’ex Parco Provinciale, si è attivato
in ambito istituzionale per trovare una soluzione che consenta alla cittadinanza di poter continuare ad usufruire
di un bene che rappresenta un patrimonio importante per Carovigno e per i carovignesi.
Ci hanno molto impressionato le polemiche – assolutamente strumentali – scatenate dall’Amministrazione
Comunale di Carovigno in merito alla questione.
Non possiamo non rimarcare, ancora una volta, le mancanze e l’inadeguatezza dell’azione posta in essere
dell’Amministrazione Zizza anche su questa vicenda; pare, infatti, che il sindaco sia uno dei firmatari della
petizione promossa da un gruppo di cittadini (iniziativa assolutamente meritoria), ma dal primo cittadino ci si
aspetterebbe una diversa gestione dei problemi.
Ricordiamo al Sindaco che il trasferimento patrimoniale dei lasciti, donazione e fondazione avvenne con legge
dello Stato italiano nel 1994 e successivamente le Regioni, e quindi anche la Puglia, trasferirono tale
patrimonio al sistema sanitario e quindi alla ASL.
Nel 2007, nella variazione di bilancio, la Giunta regionale Pugliese, valutando lo stato di fatiscenza strutturale,
di abbandono e di difficoltà gestionale di buona parte del patrimonio trasferito, decide di rendere produttivo
tale patrimonio, avviando le procedure perché ciò avvenga nei termini e nei modi di legge.
Nel dicembre 2009 la Giunta Regionale, dopo aver ricostruito l’ambito particellare dei beni ed aver acquisito la
valutazione di mercato degli stessi, delibera la nascita della società cui affidare il patrimonio.
Scopo della nascente società, definito con delibera regionale, sarà quello di gestire l’intero patrimonio
trasferito attraverso la vendita, il fitto o la gestione dei singoli beni.
Questa ricostruzione serve per ricordare al Sindaco la sua dimenticata cultura liberale (Tremonti:- “Il
patrimonio pubblico deve produrre reddito e non essere un peso nei bilanci”) e le sue amnesie
( ricordarsi ora delle decisioni prese con legge dello Stato, vecchie di almeno 15 anni).
Il Gruppo Consiliare del PD di Carovigno, convocato insieme al Direttivo sezionale ed alla presenza del
Consigliere Regionale Pino Romano, dopo approfondita discussione ritiene urgente impegnarsi pubblicamente
per
• Dichiarare il Parco ex provinciale e le strutture in esso presenti, inalienabili;
• Avanzare la richiesta della sottoscrizione di un accordo di programma tra la nascente società pubblica regionale
(quando diverrà titolare patrimoniale del bene in questione) ed il Comune di Carovigno, con cui riconoscere al
Comune la gestione dell’intero complesso
• Riconoscere alla intera struttura una vocazione ben definita per rendere la stessa patrimonio fruibile dall’intera
comunità brindisina;
• A tale proposito avanziamo la proposta di dedicare la struttura ai temi ambientali , in termini di didattica
diffusa, con attenzione alla macchia mediterranea ed alla floricultura propria nel territorio.

A tal proposito è convocata per lunedì 11 gennaio alle ore 17,30 presso la sala del Consiglio Comunale si
terrà una assemblea pubblica.
Avanziamo infine, la richiesta di convocazione nel Consiglio Comunale per addivenire alla formalizzazione
istituzionale delle proposte.

Mario Cicorio
Segretario Partito Democratico di Carovigno

PARTITO DEMOCRATICO
Corso Vittorio Emanuele, 35 – 72012 CAROVIGNO (BR)
Segretario Politico: Mario Cicorio tel3389861242