Sei sulla pagina 1di 313
DUBOIS TRATTATO DI CONTRAPPUNTO E: FUGA RICORDI E.R, 2634 TAVOLA DELLE MATERIE Ivtropuzions: PARTE PRIMA CONTRAPPUNTO SEMPLICE Regole ed Istruzioni generali da applicarsi a tutte lo specie di Contrappunto . CONTHAPPUNSO A DUE PARTI Prima specie, nota contro nota Seconda apecia, duo note contro una Terza specie, quattro note contro una Quarta specie, sineopi. . Quinta specie, Contrappunto florito . CONTRAPPUNTO A TRE PARTI Prima specie, nota contro nota Seconda specie, due note contro una Terza specie, quattro note contro una . Mescolanza di semibrevi, minime e semiminime Quarta specie, sincopi . . Mescolanza di somibrevi, minime o sincopi . Mescolanza di semibrevi, semiminime e sincopi Quinta specie, Conteappunto Gorto : Mescolanze an CONTRAPPUNTO A QUATTRO PARTI Prima specie, nota contro nota Seconda specie, due note contro una ‘Terza specie, quattro note contro una . Quarta specie, sineopt« Moscolanze . Guinta specie, forito in ana, due e tre parti Mescolanze . fee CONTRAPPUNTO A CINQUE PARTI Nota contro nota e florito CONTRAPPUNTO A SEI PARTI Nota contro nots ¢ fiorito CONTRAPPENTO A SETTE B AD OTTO PARTE Nota contro nota ¢ fiorito Osservavioni sui valori scelti e da scegliersi per i temi dei Canti dati. CONTRAPPUNTO FIORITO AD OTTO PARTI ED A DUY CORT Pas. vt BSSEBSNEN gs BaSSeae ze w PARTE SECONDA IMITAZIONT 1 Imitazione per moto retto, a duo parti. 2 Imitazione per moto contrarie, a due parti Ae Imitazione per moto coutrario retrograde, a due parti 4° Imilazione por aggravamento . 5. Imilazione per diminuaione . 62 Imitazione a contratteiapo . 7. Imitazione interrotta + Imitazione periodiea 9 Tmitazione canonica IMITAZIONI A PIU DI DUK PARTI A tre parti, delle quali due in imitazione su un Canto dato. eee A tro parti, con imitazione eanonica nelle tre parti, quattro part, deilz quali due in imitazione ei! una ad Addu su wut Canto date 4." A qnatme parti, delle quali tre in imitazione su un Canto dato . 3° A quatro parti, con imitazione canonica nelle quattro parti Ge A cinque, sei, sette ed otto parti Osservasione sull'uso del genere cromativo PARTE TERZA CONTRAPPUNTO DOPPIO, TRIPLO E QUADRUPLO Contrappunto doppio all’ottava Gontrappunto doppio alla noua Contrappanto doppio alla decima . a Contrappunto doppio alla widecima . Contrappunto doppio alla duodecima Contrappunto doppio alla tredicesima Coutrappunto dopplo alla quattordicesima Gontrappunto doppio alla quindicesima . Gontrappuuto triplo ¢ quadruplo alVottava.. Altra staniora di praticare il Contrappunto triplo e quadruple alottaya Contrappnoto triplo @ quadraplo alla deca... 2 2. Contrappunts tiple e quadruple alla duodecima Osservadioni 90 2 93 o4 95 96 or 101 12 104 105 PARTE QUARTA ruua CENNO AENERAL . . Ossorvavion diverse; Armonia usata’ Piano generale di una Fuga a quattro parti. an 11 Soggetto , : : : : La Risposta . - oe 11 Contrassoggetto . . La Coda . ESPOSIZIONE Esposizione a due parti Esposizione a tre parti Esposizione a quattro parti IL DIVERTIMENTO OD EPISODIO Spiegazioni ed Esempi Divertimento a due parti. Divertimento a tre parti . Divertimento a quattro parti . Delle rnoditicazioni che pud richiodere il cambiamento di modo in corti soggetti LO STRETTO ED IL PEDALE Stretto © Pedale . . Strotto a due parti . Siretio a tre parti. . Stretti a quattro parti. . H Nuovo Soggetto. =. Le Parti libere . : 1 Pedale superiore oi interno Conelusione . : Osservazione sulla Fuga a due ed a tre parti Le Fogaadne voi... 0. Fuga-a tre voci Fuga a quattro voc! Fuga a cinque voc) . Fuga a sei voc. Fuga a sette vooi Fuga ad otto vot . . we Fuighe di allievi che conseguirono il 1.” premio al Conservatorio dit Parigi Temi o canti dati per servire agli esercizi di Contrappunto . SOGGETED DL FUGA Soggetti dati ai convorsi del Conservaturiu . Sogyetti dati ai conourei di saggio per ti Gran Prewio di Rome Soggetti composti dall'antore deila preset pert Sougetti diversi 108 m 3, ne 123, 129 12 133, 135 144 18, 149 150 165 168, 180 170 12 184 ise 10 290 296 ut Theodore Dubois css7- 1924) TRATTATO DI CONTRAPPUNTO E FUGA INTRODUZIONE {1 pubblicare un Traitato di Contrappunto e di Fuga pud sembrare supertiuo; lo aredevo io stesso prima che l'esperienza dell’insegnamento non m'avesse dimostrato il contrano. Infatti, le opere esistenti sulla materia sono frequentemente di natura da scoragyiare e sconcertare Valliovo, tanto # cagione dell'ariditA pedagogica delle regole, quanto perch’ gli esempi sono sovente in contraddizione col testo. Pertanto ho pensato che un'opera, che si appoggiasse alle Welle @ sane tradizioni corali dei maestri del passato, che insegnasse all'allievo ad ammirarle, a prenderle por modello, incarmminandolo, nello stesso tempo, per una via in maggiore relazione coll’'arte deli'epoca nostra, avrebbe forse qualche probabililé di essere bene accolta ¢ di rendere servizio. B con tale intento che io pubblico questo libro. Lo scopo degli studi del Conirappunto é di famigharizzarsi collo stile severo, di piegare la mano a tutte le forme dello seritto, di preparare insonsibilmente la pratica della Fuga rigo- rosa e libera, tipo architettonico di ogni bella composizione. Sorvolerd rapidamente alle... futilita, stavo per dire alle puerilita, che si osservano tanto frequentemente nelle opere di questo genere, allorquando, ad esempio, tratlasi di certe forme ‘imitazioni, o di corte specie di contrappunti rivoltabili, la cui audizione non puossi tollerare, e che sono di natura a fur perdere il sentimento musicale piuttosto che a svilupparlo. Soltanto Toechio pud pigliar qualche interesso a questa combinazioni; V'orecchio vi é af: fatto estraneo. Pertanto io le enuncierd senza soffermarmivici. . Un musicista ben dotato, il cui senso dditivo sia finé, non si vale di quei procedimenu scientifici di composizione se non quando |’effetto ne 4 afferrabilo @ in relazione col soggetto traitato. . In una parola, io voglio che il Contrappunto, in tutte le sue forme, sotto i suoi molteplici, aspetti, sia e rimanga sempre della musica, 6 non solamente delle combinazioni di note. Forse talvolta, mi scosterd dalla severita eccessiva delle regole di certi autori a vantaggio della bel- lezza melodica, della somplicita delle diverse parti e della bella disposizione dell’ insieme. In niun caso bisogna perder di vista che lo studio del Contrappunto 8 la migliare ginna- stica pel giovane musicista che mira alla padronanza dell’arte. Niuno studio pud sostituire quello dal punto di vista praties, » non & difficile riconoscere gli autori che si sono nutriti di questo mudollo sostanzioso. La lettura delle loro opere ne fa sufficiente ed innegabile testimonianza. Del resto, l'allievo che ha fatto buoni 6 seri studi d’armonia deve scrivere it Conérappunto con facilit&, poichd le divergonze che possono osistere nella moniera di realizzare non sono che il risultato della yarietd delle specie e dell’obbligo imposto di usare tali o tal’altri valori o tali © tal’altri accordi. Io procurerd di essere tanto breve, tanto semplice @ tanto chiaro quanto sara possibile e indicherd il lavoro a farsi col sussidio di esompi. Ma allo scopo di non ingroseare ‘smisurata- mente la mole di questo volume, io non fornird sempre esempi di tutte le combinazioni. Pareid se trattasi di trovare tre o quattro contrappunti differenti su di uno stesso canto dato postu alla stessa parte, un solo esempio basterd sovente per istruire V'allievo' sulla maniata di trattarli. Ma parso utile di non seguire per gli studi di contrappunto il sistema generalmenté adottato in Germania, dove & difficile stabilire un limit preciso fra questi studi 6 quelli di armonia superiors, : Infatti in Germania, gli studi d’ermonia propriamente detti, sono sempre elementari, vale a dire basati sulla semplice conoscenza degli accordi © del loro semplica concatenamento allo stato di posta (come usasi dire), essi si rendono compteti mediante quelli di Contrappunto. Men- trechd in Francia si spinge Jo studio dell’armonia molto avanti o se no fa per cosi dire del (on- trappunto moderno, Di qui Vaspetio d’apparente severitd dato al. presente Tratlato, severita che in realid non § adottata che per dare agio agli allievi di aoquistere una destresza assoluta in tutte Ie forme della scrittura musicale. Io ho Ia convinzione che colui il quale avra fatto degli studi d’Armonia e di Contrappunto secondo questi concetti non sara trattenuto da alcuna difficolt’ materiale nella manifestazione del suo pensiero. Tale & il punto essenziale © lo scopo finale al quale debbono tendere profes- sori ed alliovi. Riguardo alla Fuga, procurerd di spiegarne il meccanismo @ Ja bella disposizione in modo di consentire all‘alliovo di praticarla sotto le diverso forme cho essa pud assumere Per terminaro m'importa di riprodurre qui una Ossersazione del Trattato d'Armonia d) F. Richter, il senso della quale pud parimente applicarsi allo studio del Contrappunto; essa mt sombra assai saggia 6 suggerita da uno spirito giudizioso, eccola: « E difficile fissare all’allievo i limiti esatti dello stile severo, poichd tutti i teorici sono « ben lungi da un unanime accordo sull'insieme delle regolo cos donominato. Molti fra, esti, « specialmente tra i moderni, sono giunti a trascurare i precetti pit) essenziali © @ non inse- « gnaro pit l'armonia che a caso 6 subordinatamenta a quanto esigono dei tentativi prematuri « di composizione, « Non abbiamo motivo per eradere che questa condiscendenza verso un'impazienza giova- nile possa dare buoni risultati; essa, a dir vero, si ginstifica olla tendenza a crearo anti tempo, che & la carattoristica delle organizzazioni, creatrici; ma, cid non ostante, noi opiniamo che solo il lavoro pazionte e ponderato pud condurre 'alliovo por la diritta via, + Possano coloro che soguiranno il piano di questo lavoro fare seriamente i loro studi; possano essi ‘rimanere convinti che quanto sara loro inibito non incepperd minimamente la loro liberté nelle loro produzioni future. Anzi, essi si saranno compenetrati in modo tale dei principi che sono 1a baso dell’arte, cho lo loro facolté naturali si svilupperanno con maggior vigore. Coi principianti Yopora dell’ insegnante consiste a porro dei freni opportuni a delle fantasie sregolato, Je quali, frequenti volte, non sono che una prova di debolezza di spirito. Aggiungiamo ancora cho gli allievi non possono permottorsi delle eccazioni che essi rintrac- ciano nei migliori autori, por fare, essi medesimi, uso di quelle stesse eccezioni; come pure sarebbe inutile che ssi volossero fare dello vere composizioni 18 dove non occorre altro che trattar bene dolls lezioni di scuola >. Non voglio por fine a questa Introduzione senza ringraziare il mio allievo ed amico Giorgio Caussade della dovota intelligente collaboraziono ch'egli mi ha prestato nel compimento di questo lungo ed importante lavoro; il suo spirito metodico, la sua sicurezza di mano, il suo gusto mu- sicale mi sono stati di prezioso aiuto per rendore questo Isvoro tanto chiaro ¢ tanto utile quanwe ilo. Ch’eglt mi permotta di testimoniarglione affettuosa gratitudine.