Sei sulla pagina 1di 2

Appunti sulla sviluppabilit in serie di Taylor.

La serie di Taylor di punto iniziale x 0 per una funzione f definita in un intervallo aperto
( x0 r, x0 + r ) di classe C (cio, infinite volte derivabile), la serie di potenze

n0

f ( n ) ( x0 )
( x - x 0 )n .
n!

Se la serie converge in ( x0 r, x0 + r ) ad f ( x ), la funzione si dice analitica ovvero


sviluppabile in serie di Taylor.
Non tutte le funzioni di classe C sono analitiche, nel senso che non sono la somma
della loro serie di Taylor. Lesempio pi semplice a questo proposito dato dalla
funzione f ( x ) = exp ( - 1 / x 2 ) , prolungata per continuit con valore nullo per x = 0.
In tale punto le derivate della funzione sono tutte nulle: dunque la sua serie di Taylor
quella nulla, che converge alla funzione identicamente nulla e non alla funzione f ( x ).
Dalla definizione del resto n-esimo Rn( x ) della formula di Taylor
n

Rn ( x ) f ( x ) -

k0

f ( k ) ( x0 )
( x - x 0 )k ,
k!

si ricava che condizione necessaria e sufficiente perch la funzione sia sviluppabile in


serie di Taylor di punto iniziale x0 in ( a, b ) che risulti
lim n

Rn( x ) 0 .

Ricordando lespressione di Lagrange per il resto R n ( x ) :

Rn( x )

f ( n 1 ) ( )
( x - x 0 )n 1
( n 1) !

( con opportuno valore compreso tra x0 ed x ), si possono dare delle condizioni


sufficienti a che ci avvenga.
Ad esempio, possiamo richiedere che esistano M , L 0 tali che risulti
f (n) ( x )

M Ln

In particolare ( per L = 1 ) , questo accade se le derivate sono equilimitate.


Unapplicazione di questo risultato la sviluppabilit delle funzioni senx e cosx in R (le
cui derivate sono appunto equilimitate).
Per le derivate della funzione ex in ogni intervallo ( -r , r ) risulta

f (n) ( x )

er

, e

dunque la funzione sviluppabile in ciascuno di questi intervalli ( e di conseguenza in


R ).

Alcuni sviluppi in serie di Taylor di punto iniziale x 0 = 0.

x2
xn
.....
......
2
n!

ex 1 x

n 0

xn
, x
n!

x3
x5
x 2n 1

..... ( - 1 ) n
......
3!
5!
( 2n 1 )!

sen x x

x2
x3
x 2n

..... ( - 1 ) n
......
2!
3!
( 2n )!

cos x 1

1
1 x x 2 x 3 ...... x n ....
1- x

n 0

( -1 ) n

n0

xn , x

n0

1
1 x x 2 x 3 ...... ( - 1 ) n x n ....
1 x

log ( 1 x ) x

x2
x3
xn

..... ( - 1 ) n 1
......
2
3
n

( 1 x ) 1 x
=

n0

1 x

1
1 x

x n , x

n 1

arccos x

arctg x

n 1

x 2n
, x
( 2n )!

( -1 , 1 )
( -1 )n x n , x

n 0

( - 1 ) n 1

n 1

( -1 , 1 )

xn
, x
n

( -1 , 1 ]

( -1 , 1 )

n 1

arcsen x

x 2n 1
, x
( 2n 1 )!

( 1) 2 ( 1)( 2) 3
( 1)( 2) .... ( ( n - 1 )) n
x
x ...
x ...
2!
3!
n!

( -1 ) n

( - 1 ) n 1

n2

( -1 ) n

( 2n - 3 ) !! n
x , x
( 2n ) !!

( 2n - 1 ) !! n
x , x
( 2n ) !!

( 2n - 1 ) !! 2 n 1
x
, x
( 2n 1 ) !!

n 1

( -1 , 1 )

( -1 , 1 )

( 2n - 1 ) !! 2 n 1
x
, x
( 2n 1 ) !!

( -1 )n 2 n 1
x
, x
2n 1

( -1 , 1 )

( -1 , 1 )

[ -1 , 1 ]

PS: il semifattoriale n !! il prodotto dei numeri pari da 2 ad n se n pari, dei numeri


dispari da 1 ad n se n dispari.
Altri sviluppi di Taylor si possono dedurre derivando o integrando sotto segno di serie,
oppure con una sostituzione ( ad esempio: lo sviluppo di e ( - x
ex, se in questo si sostituisce x con
( - x 2 )).

si deduce da quello di