Sei sulla pagina 1di 11

1

Regina
Anna Calacchi, cerca che la trovi

di Daniela Comandini e Carlo Pasquini

2014

1 Registrato + Musica

Una volta, nel cuor dellinverno, una Regina cuciva, seduta accanto a una
finestra dalla cornice debano. E cos cucendo guard la neve e si punse un
dito, e caddero nella neve tre gocce di sangue.
Poi, un brutto giorno, nella sua vita arriv Biancaneve che a sette anni era bella
come la luce del giorno e ancor pi bella della Regina
ENTRANDO con lo specchio in mano.

ANNA

Specchio specchio cantami la tarantella


nel regno chi la pi bella ?

SPECCHIO

Regina la pi bella qui sei tu


ma Biancaneve lo molto di pi.

ANNA
Aaah ! La odio. Le mangerei il fegato e i polmoni a quella
stronzetta.
si siede

ANNA
Eccomi, mi presento, sono qui, guardatemi. Questa sono io: davanti e di dietro.
Sono nata negli anni 60, dopo tanti tanti tentativi e per questo mi chiamo
cos... Anna Calacchi, cerca che la trovi.
Mio nonno Luigi, pugliese, era ingegnere e aveva costruito la transiberiana,
mio nonno Ulderico, Cavaliere di Vittorio Veneto, era un ispettore di banca e
girava come lispettore di Gogol per tutta la provincia con una macchina a
manovella. Suo padre era un melomane e aveva una sua compagnia teatrale.

La nonna nobile, di sangue etrusco, mondana, era una donna altera,


bellissima e sempre elegante. La prima donna a Roma ad avere la patente! La
bisnonna, anche lei strega figlia di strega - era unaristocratica romana, ed
aveva sposato un signorotto di campagna.
2 canzone

A 10 anni avevo gi perso la mamma e ascoltavo, chiusa nella mia stanza, la


sua voce su una cassetta.

Vivevo con mio padre, due sorelle e tre fidanzati. Erano carini ed educati e mi
scrivevano dediche sul diario segreto. Ricordo le corse con i compagni nella
pineta della scuola, dinverno, sotto la pioggia che dilavava la collina.
Poi alle medie un vuoto, fino al liceo, quando ho iniziato timidamente a
corrispondere.
A 16 anni avevo un fidanzato con i baffi che mi portava fiori di campo in classe
durante lora di lezione!
Per non dire del maniaco, capelli ricci, neri, lunghi e occhiali da talpa che con
un Maggiolino Wolskvagen blu metallizzato adescava le ragazzine con la scusa
di chiedere informazioni.. Passava da un quartiere allaltrotra amiche ormai
lo sapevamo )
Mio padre era il mio principe azzurro: bello come il sole, alto, muscoloso,
occhi azzurri e capelli scuri e folti. Con lui facevo sci dacqua e andavo in
aliante, viaggiavo e aspettavo il suo ritorno dai viaggi di lavoro.
Papa ci portava dei regali bellisssimi, dalla Cina, dal Pakistan, dal Marocco,
dal Brasile. Ci portava ai musei e ai concerti, un uomo curioso, intelligente,
simpatico.
Mio padre era il mio principe azzurro. Questa una verit assoluta! E come
dire due calzini+una lavatrice= un calzino, la stessa cosa, identica.
Andavo a scuola guidando una bianchina scoperta, guardavo i cartoni di
Luzzati in bianco e nero e sciavo con le racchette di legno.
Alla fine degli anni 80, andai a Mosca e mi sentii subito a mio agio. Mi
piaceva andare a teatro, ascoltare lopera al Bolshoj, vedere la neve e
immergermi nel suo candore, passare le serate con gli amici russi mangiando
caviale e annusando pane nero, bevendo champagne e vodka. Passavamo le
notti nella sauna, tra frustate con rami di betulla e t neri, dolcissimi e bollenti.
In Russia cera la fame e la gente si metteva in fila, continuamente. I negozi di
alimentari si chiamavano - non a caso - DIETA. Nei banconi trovavi solo
sardine e acqua minerale amara. Nientaltro!
Ora sono una donna, madre, moglie e amante. Anzi non sono pi n moglie n
amante. Ho appena bruciato prima un marito e poi un amante.
...
Cosa desidero davvero? Una vita tranquilla o una passione sfrenata? Meglio
tutte e due, vi pare? Cos dicono i poeti, ma non i saggi, che per vocazione
risparmiano energie.

So di essere attraente: occhi verdi e sfuggenti e un corpo morbido e avvolgente,


un portamento regale ovviamente! Un sorriso aperto, un carattere forte e
dominante, presuntuosa e vanitosa quanto basta.
Adoro guardarmi allo specchio.
3 Specchio registrato

SPECCHIO
ANNA

Che c mia Regina ?

Specchio specchio fammi la canzoncella


nel regno chi la pi bella ?

SPECCHIO

Regina la pi bella qui sei tu


ma Biancaneve lo molto di pi.

ANNA
Ehi, specchio, attento, che ti riduco in mille pezzi !
Sei una nullit, quello che dici vale come il due di coppe quando regna bastoni.
Io ho gli occhi anche dietro la testa. ricordalo. So tutto quello che fanno, quello
che si dicono, quello che pensano. So tutto.
Che il diavolo li stramaledica !
Fa due passi. Si mette qualcosa per il vento.

Ho fatto Natale con i miei due figli e il mio ex marito, mentre lex amante
andava in vacanza con unaltra.
Ma a capodanno mi sono rifatta con un amico fantastico a Roma, a casa di
amici di amici, al Gianicolo, un attico accogliente con dei terrazzi bellissimi e
delle dormeuse bianche, strapiene di cuscini.
Dico solo che il padrone di casa napoletano!
Io come al solito ho pi bevuto che mangiato, champagne e un ballo dietro
laltro.
balla

Ero molto carina, il capello liscio, lo smalto arancione e chiss che altro.
si guarda allo specchio

Tant che ho notato due ragazzi, direi mori, che mi guardavano incuriositi.
Due fratelli marocchini, ho scoperto poi; uno lavora a Roma ed fidanzato,
mentre laltro il fratello in vacanza: Il fratello in vacanza si avvicinato, si
presentato e in francese mi ha detto di essere di Casablanca e di lavorare
nellalta finanza, cos diceva. Mi ha parlato della sua citt e del suo lavoro, e di

quant bella Roma poi, allimprovviso mi ha detto Tu est belle, tu est tres
belle, tu est la plus belle de la fete aggiungendo subito dopo Je veux te
revoir demain. E vabbe
Sono tornata a ballare, scatenata, con gli amici. Cera l laltro romano, il
fratello, quello che vive a Roma, fidanzato, che ha approfittato della calca per
toccarmi. Ero shocKKkata. Sono dovuta andar via dalla festa, per non
ritrovarmi nei pasticci.
Quella notte ero proprio carina, per non dire strafica. Non pensavo a niente. Ho
gridato con tutto il fiato e ballato e guardato una lanterna volare via insieme ai
pensieri e la felicita era dentro di me, nonostante tutto.
Mentre ora.
Gli uomini o mi adorano o mi disprezzano, ed io preferisco quelli che mi
disprezzano, ovviamente.
Incontro un uomo che mi chiama addirittura Bambola. Dopo una settimana
di messaggi invadenti a ogni ora lho liquidato per sempre quando mi ha scritto
un sms: capisco perch stai da sola.
Peccato, perch era un artista, un musicista fiorentino, un compositore, uomo
colto ma petulante con un forte legame con la mamma. Anni prima lo avevo
gi scartato, forse per gli stessi motivi. Bisogna fidarsi dellintuito, dico io.
Una mia amica arrivata persino a lasciare un bigliettino sul tavolo di un
belloccio che laveva guardata con attenzione mentre andava al bagno. Lei al
secondo campari spritz, con le amiche che la incitavano, ha scritto su uno
scontrino: chiamami, 338 etc.etc. e, uscendo glielha poggiato sul tavolo e se
ne andata Patetica.
Un altra, in uno dei bar pi chic della capitale, frequentato da attori, registi,
giornalisti, manager, ha avvicinato un uomo che le pareva un attore. - Ma
dove lho visto diceva. Ha attaccato bottone lei, chiss con quale stupida
scusa, e si sono messi a chiacchierare. Hanno scoperto di abitare nello stesso
quartiere, lui non lattore famoso ma un suo sosia che sfiga geometra,
siciliano con barca a vela.
si versa da bere

Il tempo tiranno ed lui il mio re, il mio unico re, che mi piega e mi forgia
giorno dopo giorno. - Chi lo diceva ? Ma.

Un giorno di scirocco carico di una pioggia incessante, a Roma, nel mio


salotto, mentre ascoltavo Amy Winehouse e Shostakovic, ho avuto unidea:
trovo due coatti e gli consegno una mela. Per lei.
Avvelenata.
Qualcosa che la invada di ultracorpi di Don Siegel per dilaniarla
o un baccello che la catturi dentro di s fino a soffocarla quella troia ! Avevo
persino trovato un tipo, con il catenone doro al collo e la camicia sbottonata,
che sapeva come fare, ma lhanno fatto fuori!
si guarda allo specchio, con attenzione

Ci sono.
E aumentano.
No more feelings no more wrinkles!
NIENTE EMOZIONI NIENTE RUGHE, un prodotto cos andrebbe inventato.
Io me lo comprerei.
Che rovina.
Specchio specchio che fai? Dormi? Ma tu che fai mentre io dormo ?
Ecco, senza gli occhiali da vista va sicuramente meglio!
Certo che potevo essere un po pi fortunata
Specchio, specchio delle mie brame sono sempre io la pi bella del reame,
vero?
Rispondi!
Mio specchio, mio caro specchio, mio adoratosono sempre io la pi bella,
vero?
Perch non rispondi? Why dont You answer right now?

Pourquoi tu nest reponds pas?


Se non mi rispondi ti ammazzo, devo sapere, devo sapere ora.
lo mette via.

Un mio recente ammiratore, un giornalista brasiliano dalla vita avventurosa,


una persona interessante, ha fatto di tutto per conquistarmi e alla fine gli ho
consigliato di provare con una formula magica, sua ultima chance! Ahaha ! Ora
esce con una che non gli piace. Contento lui.
S, far cos.

dalla borsa tira fuori una crema


4 Registrato + Musica

And in una stanza segreta, dove non entrava nessuno e prepar una mela
velenosissima. Quando la mela fu pronta ella si tinse il viso e si travest da
Contadina.
Al primo boccone Biancaneve cadde a terra morta.
La Regina la osserv ferocemente soddisfatta.
si accende una sigaretta

Conosco un sacco di lingue e giravo il mondo e mi mimetizzavo per portare a


termine i miei incarichi: interprete in delicate contrattazioni, traduttrice,
ricercatrice, bibliotecaria, cantante e attrice, analista di dati sensibili. Spesso
giravo con lautista e sui jet privati. In Russia mangiavo cipolla e cumino.
So sparare e guidare un elicottero.
si specchia

Ho scoperto di tutto.
Persino uomini che avevano 4 relazioni contemporaneamente!!
Stavo seguendo un uomo, un ricco imprenditore ebreo, spesso allestero;
La moglie aveva capitali nei paradisi fiscali. E cercava di fare affari con i nuovi
russi. Amico di amici, stato facile incontrarlo. Alla prima di uno spettacolo,
lho visto nella sala, lho seguito con lo sguardo e quando alla fine mi sono
avvicinata a lui ho capito che ero fregata. Ci eravamo gi conosciuti, anni
prima, in barca a vela con amici, avevamo 18 anni ed io gli avevo riempito la
testa di chiacchiere ma non glielavevo data!
Gli ho detto: Ci conosciamo e lui s, certo che ci conosciamo come avrei
potuto scordare i tuoi occhi! E bastato quello, capite, non c bisogno di fare
molto. E gratis.
Un altro mi corteggiava ma stava insieme ad una contessa napoletana che
aveva un negozio a Ponza. Ha continuato a starmi dietro, ma nel frattempo si
messo con unaltra, una nobile romana che mi ha persino telefonato dal suo
cellulare per chiedermi a che titolo lo cercavo! Ma era lui che cercava me.
Poi si messo con unaltra ancora, una donna carina, persino unamica,
ovviamente ricca anche lei !
Venivano fuori tutte le balle! Parto invece restava. Sono allestero invece
era dietro casa. Non ho una lira invece si era appena venduto un Guttuso.

Ma chi la vuole la verit!! Voi la volete la verit?


Tu specchio, la dici la verit ? Te possino.
si addormenta
5 Registrato

SPECCHIO La cara Biancaneve era morta e non si ridest. Le fecero una


bara di cristallo e la portarono sul monte. E anche gli animali venivano a
piangere quella creatura meravigliosa. Biancaneve rimase molto, molto tempo
nella bara, pareva che dormisse.
ANNA (svegliandosi) Hai voglia ad aspettare il principe azzurro che mi liberi
dal maleficio che io stessa mi sono procurata!! Sto appassendo lo sento. Poi, se
pure dovesse passare per di qua, ma quando mi vede !
Va a finire che rimango zitellacome un amica mia.
Il re scappato e nessuno lo ripiglia.
E andato via. E scappato con Biancaneve, quella troietta.
Anche la cameriera filippina se n andata. Ora devo farmi tutto da sola,
comprese le unghie e i bigodini. Che tristezza!
Per fortuna le mie amiche non stanno meglio.
Una sera stavamo a cena quando arrivato un messaggio di unaltra che gli ha
fatto una scenata di gelosia furiosa e lui ha dovuto ammettere che aveva
unaltra, cio me. Poveretta, non se laspettava, c rimasta male, ma poi ha
iniziato a riflettere e a farsi piacere questidea. Lui svolazza da lei, lei svolazza
da lui. E io la stronza !
Ma segreti de che? E soprattutto segreti per chi?
6 Registrato + Musica

SPECCHIO
Estremamente possessiva. S, una belva ! Una Narcisa. Serica, vellutata. pronta
a scatenarsi in chiss quali eccessi... ma no, ma s ... cos da stuzzicare
apertamente unaspettativa smaniosa
Non somigliava a nessun altra. Lo posso ben dire.
Vuole da me la verit. Non cerca altro. Sorella maggiore.
ANNA C una poveraccia, una mia amica dinfanzia, svitata come poche
altre, gira con un cappellino rosa in testa, la stola di visone e un sigaro gigante

in bocca. E la nipote di unartista, amico del mio bisnonno, artista anche lui.
Suo nonno e il mio bisnonno hanno amato le stesse donne e frequentato gli
stessi salotti, nei primi del 900.
Vive in un castello. Sputa sentenze con liphone come fossero parole sibilline e
disprezza le giornate di soletroppo banali. Mangia solo frutta, beve solo
acqua e vodka al melone e respira tantissimoogni 30 secondi, come una
rana adora le cose bollenti e afferma che i tatuaggi non hanno nulla a che
fare con la seduzione, se non quelli dei veri marinai. Per strada i giovani le
chiedono: - ma lei vera? - lei non risponde e concludono che russa.
Ogni tanto mi chiama - Che vuoi ? le chiedo. Le rughe, sono invasa di
rughe. Allora laccompagno da un noto chirurgo, amico di amici. Io per
fortuna ancora non ne ho bisogno.
Vero ?
mette della musica, prende delle pasticche e si versa da bere
7 Musica

Stamattina mi sono svegliata a pezzi, faccio strani sogni mi sono fatta un


infuso di iperico e cannella ma nienteMi sono fatta un bagno caldo al
profumo di lavanda ma nientemi sono inondata di profumo di Zagara
siciliana e ancora nientesono uno straccio E se riuscissi a ingannare
Kronos? Magari questo aiuterebbe la mia amica.
Un altra cara amica, fisica, sta studiando i buchi bianchicerca quel corridoio
temporale che possa permettergli di partire per un viaggio intergalattico, suo
ultimo sogno di immortalitSta chiusa in laboratorio da anni, osservando il
cielo e calcolandone limmensitVive di notte e di giorno non nasconde il
suo palloreE una donna sobria, quasi austera, a volte invisibilee scruta il
cielo sognando il principe azzurro!
Ecco, forse su un altro pianeta. Qui mi sa che non c
E se il tempo si fermasse e la morte scomparisse? Che succederebbe? Sai che
palle dopo un po.
Adesso passo le mie serate tra aperitivi con ghiaccio allultimo piano con
piscina di un albergo ultramoderno nel cuore antico della citt.
Aperitivi del chi va a letto con chi, chi stato appena segato, chi si voleva
suicidare, chi venuto l perch fa fico e, per fortuna, si balla con una
bravissima magrissima surreale dj ! E tutto naperitivo! E diventato lunico
modo per incontrarsi: lAPERICENA !

10

In due ore fai tutto. Bevi, mangi, balli, se ti va bene rimorchi anche e te ne vai.
Poi magari torni a casa da sola come nel mio caso. Ma non fa niente. Vero?
Sono ancora bella, vero, specchio? Specchio? Starai mica pensando a
Biancaneve! Lo sai che ti proibito! Devi avere occhi solo per me!!
I locali della citt sono pieni di donne di tutti i tipi, di tutte le et. Riempiono
tavolini e poltrone e divani e letti letti e letti Sono esuberanti e socievoli.
Tutte cercano il principe azzurro - credo - che dramma collettivo!
Comunque ancora me ne succedono delle belle. Una sera, vado ad una festa di
compleanno con un mio amico artista che mi chiede di accompagnarlo. Bella
terrazza con vista sulla citt, cibo, vino e altro a volont.
Il padrone di casa, ex broker vissuto a New York dove ha sperperato tutto
quello che guadagnava, tra donne e altro, vive con il padre, ex produttore. La
festeggiata, la fidanzata, na pazza, ha una galleria darte. Il padrone di casa,
quando era gi molto su di giri, ha iniziato smaccatamente ad interessarsi a me
davanti a tutti. Poi ha iniziato a fare il gradasso vantandosi di quante donne
aveva avuto a New York e la fidanzata se l presa. Nel frattempo lui aveva
anche tentato di baciarmi in cucina mentre ero l da sola per bere un bicchier
dacqua. A quel punto io ho pensato bene di cercare di andar via nonostante
tutti gli amici dicessero di rimanere; dicevano che lei era un po gelosa..bah !
De gustibus
8 Registrato + Musica

Ma io, Anna Calacchi Regina di Biancaneve, mi guardo allo specchio e non mi


piaccio Non so se sono capace damareho un cuore di strega e un fegato di
merluzzo! Mi piacerebbe potermi innamorare di nuovo, ma il panorama
desolante.
Sono sola. E non so se mi sento pi sola with or without facebook!!
Mi diverto a guardare foto, video, articoli, notifiche, e i Likee a condividere
come se questo fosse una mia memoria, una mia traccia, unAnna ancora
sconosciuta, forse! .. E mi perdo nei meandri del web C un prima e un
dopo facebooka me fa impazzire lidea che io possa vedere lintenzione di
qualcuno che in quel momento a New York!o in Australia, o in Brasile o
chiss dovein tempo reale
Ecco, in quei momenti penso di aver sconfitto il tempo che una pura
convenzione! La terra ha un suo respiro nelluniverso, unico, globale, fatto di
miliardi di respiri e di suoni e di odori che si espandono

11

si specchia

Specchio, specchiuzzo, vero che il tempo per me non passa mai? Tu sarai
sempre gentile con me, vero? Chi la pi bella? Dimmi, sono sempre io la pi
bella per te ?
9 Specchio Registrato

SPECCHIO Non mi sento tanto bene. Troppe sigarette forse. Lasciami in


pace per una sera.
ANNA
Specchio, ma che ti ha dato di volta il cervello? Sei insolente e
sgarbato, nonch bugiardo e cos, peggio per te !
rompe lo specchio

Impostori, vigliacchi, maiali !


Scommetto che sono insieme a fornicare.
10 Musica

FINE