Sei sulla pagina 1di 1

[22

[ 22 C I R C O N D A R I O ] LA PROVINCIA

CIRCONDARIO]

LA PROVINCIA

2009

DICEMBRE

GIOVEDÌ

31

GARLATE

La Befana sarà per grandi e piccini

(b. ber.) E’ in programma per il 6 gennaio, gior- no dell’Epifania la prima iniziativa del 2010, ideata da “Garlateatro” per festeggiare la be- fana. L’appuntamento è per le 15, nei locali della “Fondazione A. Bruni”. Per l’occasione gli attori della compagnia teatrale hanno pre- parato un momento di festa e di animazione, con letture e fantastiche fiabe, per far diver-

tire grandi e piccini. Non mancheranno dol-

ci

e sorprese preparate appositamente per

l’arrivo della befana. Questa iniziativa chiu-

de il ricco calendario di eventi e manifesta- zioni preparato come ogni anno dall’ammini- strazione comunale con tutte le associazioni

locali per offrire ai residenti tante occasioni

di

divertimento per questo periodo festivo.

CALOLZIOCORTE

Il coro Calauce ci riprova lunedì

(c. doz.) Dopo il rinvio per neve, il coro Ca- lauce ci riprova, lunedì. Era inizialmente in programma per lo scorso 21 dicembre, il con- certo di Natale organizzato dall’amministra- zione comunale di Calolziocorte nella chie- sa Arcipresbiterale. Un appuntamento di pre- stigio, al quale avrebbero dovuto prendere parte anche l’orchestra della provincia di

Lecco, i cui musicisti si sarebbero dovuti esi- bire sotto la direzione del maestro Roberto Gianola. L’esecuzione si sarebbe dovuta av- valere anche della presenza di solisti (la so- prano Tiziana Scaciga della Silva, la mezzo soprano Alessandra Fratelli, il tenore Fran- cesco Frasca e il basso Giampaolo Vessel- la). Inizio alle 21. Ingresso libero.

[ CALOLZIOCORTE ]

Divertimento non fa rima con quiete

Oltre settanta firme per sollecitare un freno all’esuberanza di un locale rock nella frazione Sala

CALOLZIOCORTE Musica troppo alta e di- sturbo del riposo della frazione durante la

tocollata e consegnata al sindaco Paolo Ar- rigoni.

spazio adeguatamente isolato per aprire il loro circolo privato. Scegliere un capanno-

Christian Dozio

notte: i cittadini di Sala si schierano con-

A

farsi portavoce del malumore di questa

ne in mezzo a fabbriche ed aziende, a quan-

tro il nuovo locale calolziese.

porzione degli abitanti di Sala (le firme rac-

to pare, non è stato sufficiente.

L’apertura del “Live rock cafè”, in località Cantelli, l’area industriale del capoluogo ca- lolziese, è stata salutata, in estate, con sod-

colte sono 73), è stato il gruppo consiliare di minoranza “Uniti per Calolzio”, i cui espo- nenti hanno predisposto a questo proposi-

«Il 5 novembre – ha spiegato Valsecchi – i carabinieri hanno inoltrato a mezzo missi- va un invito a compiere un accertamento

disfazione dalle centinaia di giovani dell’in-

to

un’interpellanza, ricordando che la pre-

strumentale per la verifica del rispetto dei

tero territorio che finalmente hanno visto inaugurare una proposta inedita, finalmen- te dedicata a una “categoria” per la quale, in

senza di locali di aggregazione è positiva, ma che «questo deve avvenire nel rispetto delle regole, non turbando la quiete cittadi-

limiti di emissione sonore», ma la vivibilità della frazione non sarebbe migliorata a suf- ficienza. Della situazione si è interessata –

zona, non esiste grande varietà.

na. La situazione di disagio "sonoro" in quel

su richiesta dei residenti – anche l’Arpa pro-

Ma l’iniziativa dei fratelli Mirko ed Alan Vil-

di

Sala – ha spiegato Luca Valsecchi, consi-

vinciale, i cui funzionari hanno spiegato che

la non è stata apprezzata da tutti, se non co-

gliere di Uniti e residente della frazione -

la proprietà del “Live rock” ha avviato le

me attività imprenditoriale, quanto meno

si

protrae fin dal settembre scorso. Pertanto

operazioni necessarie alla bonifica acustica.

sotto il profilo dei riflessi che questa ha avu-

si

ritiene giusto, oggi, sollecitare l’Ammini-

In attesa che la situazione venga risolta, del-

to e sta avendo per la zona in cui è stata ubi- cata.

strazione unitamente ai cittadini perché in- viti i titolari ad adottare le misure necessa-

la vicenda si discuterà durante il prossimo consiglio comunale, quando il primo citta-

E’ per questo motivo che alcuni residenti

rie al ripristino di una normale tollerabilità».

dino sarà invitato a emanare un’ordinan-

hanno deciso di prendere posizione in mo-

La

situazione, secondo quanto lamentato dai

za, «anche transitoria o limitatamente all’a-

do netto contro il locale che nel fine setti- mana ospita esibizioni rock dal vivo e, do- po aver chiesto l’intervento delle forze del- l’ordine e delle autorità competenti, relati- vamente al rumore, hanno avviato una rac- colta di firme, depositata in municipio, pro-

firmatari della petizione – residenti delle vie Pomarolo, Latini e Portico, che si snodano a poca distanza dalla zona industriale – e da alcuni abitanti di via Santi Cosma e Damia- no, sarebbe tale da vanificare lo sforzo che i titolari avevano affrontato nel cercare uno

rea interessata, circa gli orari oltre cui non sia lecito superare la normale tollerabilità», mentre all’assise si chiederà di rivedere, per quanto possibile, il piano di azzonamento acustico comunale.

MMUUNNIICCIIPPIIOO Il disturbo alla quiete approderà in consiglio FOTO CARDINI
MMUUNNIICCIIPPIIOO Il disturbo alla quiete
approderà in consiglio
FOTO CARDINI
piano di azzonamento acustico comunale. MMUUNNIICCIIPPIIOO Il disturbo alla quiete approderà in consiglio FOTO CARDINI

Interessi correlati