Sei sulla pagina 1di 225

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia le tue ricette
illustrate

:: Ricette illustrate e spiegate passo-passo, elaborate dal Mister, dai visitatori e dai Ricette dei visitatori
nostri "esperti"
Un secolo fa'

leggi il Disclaimer

:: Ricette fatte in casa non illustrate ma ugualmente spiegate passo-passo, con


consigli trucchi e tecniche per farle rendere al meglio, elaborate dal Mister, dai
visitatori e dai nostri "esperti"

COLOMBE PANDORI E PANETTONI


o COLOMBA DI PASQUA (Mister C.)
o COLOMBA DI PASQUA (Mara Reggio)
o IL SEGRETO DEL PANETTONE (Valeria Cutri)
o PANDORO (Mister C.)

LIQUORI

PANE, PIZZA...
o LA PASTA MADRE (Valeria Cutri)
o LA PIZZA ILLUSTRATA DALLA a ALLA z (Mister C.)
o IL PANE FATTO IN CASA (Mister C.)
o IMPASTO PER PIZZA (Mara Reggio)

ALTRI IMPASTI
o LA PASTA ALL'UOVO (Mister C.)
o LA PASTA SFOGLIA (Mister C.)

ANTIPASTI e SPUNTINI
o CESTINI RIPIENI (Cleo65)
o SI MANGIA ANCHE CON GLI OCCHI (d'autore, Nerio)

http://www.mistercarota.com/arspeciali.htm (1 of 8)06/09/2005 0:56:47

Articoli sulla cucina


Newsletter

Ricette illustrate

o LIMONCELLO (Mister C.)

Trucchi e consigli

Torna
su

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

o TORTILLAS CON SALSICCE E PEPERONI (Mister C.)


o TRONCHETTO (Mara Reggio)

PRIMI
o GNOCCHI DI PANE (Mara Reggio)
o LASAGNE AI PIOPPINI (Cleo65)
o LINGUINE ALLO SCOGLIO (d'autore, Nerio)
o MALLOREDDUS AL PESTO DI POMODORI SECCHI E PINOLI (Mister C.)
o PASTA E PATATE (Mara Reggio)
o PIATTO PRELIBATO DELLA DOMENICA: MACCHERONI DI CASA (Mara Reggio)
o RIGATONI CON ZUCCHINE E POLPETTINE (d'autore, Nerio)
o SPAGHETTI DI RISO ALL'ORIANTALE (d'autore, Livio Guazzotti)
o TAGLIOLINE FREDDE ALLO ZAFFERANO (d'autore, Nerio)

PESCE
o GAMBERI CON POMODORI VERDI ALLA CAMBOGIANA (d'autore, Livio Guazzotti)
o GAMBERI FRITTI CON ASPARAGI (d'autore, Livio Guazzotti)
o ORATE AL SALE (d'autore, Nerio)

CARNE
o FARSI UN HAMBURGER DALLA a ALLA z (Mister C.)
o FEGATO CON ANANAS (d'autore, Livio Guazzotti)
o MAIALE SALTATO CON SHIITAKE E BAMBU' (d'autore, Livio Guazzotti)
o MEDAGLIONI DI MAIALE AL FORNO (Maya)
o MEZZELUNE DI POLLO AL CURRY (d'autore, Livio Guazzotti)
o OSSIBUCHI IN BIANCO ALLE ERBE AROMATICHE (d'Autore, Nerio da Bologna)
o SPIEDINI ALLA BRACE E BAGUETTE ALLA SALSICCIA (d'Autore, Nerio da Bologna)

FORMAGGI E LATTICINI
o COME FARE IL BURRO IN CASA (Mister C.)
o FARE IL FORMAGGIO IN CASA (Mister C.)

http://www.mistercarota.com/arspeciali.htm (2 of 8)06/09/2005 0:56:47

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

CONTORNI
o PATATE GRATINATE AL FORMAGGIO (Maya)
o POLPETTE ALLE MELANZANE (Mara Reggio)
o RATATOUILLE DI VERDURE (Nerio)

TORTE SALATE
o TORTINO DI PANE (Mara Reggio)

DOLCI
o BISCOTTI AL BURRO GLASSATI AL CIOCCOLATO (Mister C.)
o BISCOTTI ALL'AMARENA (Mara Reggio)
o CANNOLI SICILIANI (Mister C.)
o CIAMBELLA ALLA CREMA SPALMABILE AL CACAO E NOCCIOLE (Lella66)
o CIOCCOLATINI (Mister C.)
o COME PULIRE E CONSERVARE L'ANGURIA (Mara Reggio)
o CREMA SPALMABILE AL CACAO E NOCCIOLE VII versione (Mister C.)
o CROISSANT ovvero I CORNETTI (II versione, Mister C.)
o CROSTATA ALLA MARMELLATA (Mister C.)
o CROSTATA DI FRAGOLE (Mister C.)
o DELICATO DI PERE E FRAGOLA (d'autore, Nerio)
o DOLCETTI PRIMAVERILI (Maya)
o KRAPFEN A CIAMBELLA (Mara Reggio)
o MILLEFOGLIE ALL'AMARENA (Mara Reggio)
o PESCHE DOLCI (Mara Reggio)
o QUADROTTI ALLA MARMELLATA (Cleo65)
o STRUDEL DI MELE (Mister C.)
o TORTA ALLA PANNA E MASCARPONE (Mister C.)
o TORTA CUOREROSA (Mister C.)
o TORTINO AL CIOCCOLATO DAL CUORE MORBIDO (Mister C.)

http://www.mistercarota.com/arspeciali.htm (3 of 8)06/09/2005 0:56:47

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

o TORTINO DAL CUORE MORBIDO (Elena)

GELATI
o GELATO DI ALBICOCCHE IN SALSA DI CIOCCOLATO (Mister C.)
o IL GELATO (Mister C.)
o GRANITA DI MANDORLE (Mister C.)
o SEMIFREDDO ALLA COLOMBA (Mister C.)

SALSE E PREPARAZIONI VARIE


o POMODORI IN CONCASSEA (concass - d'autore, Nerio)

...torna su

Fatte in casa
CIOCCOLATO E CREME
o CREMA SPALMABILE AL CIOCCOLATO BIANCO E NOCCIOLE (vers. beta) (Mister C.)
o CREMA SPALMABILE AL CACAO E NOCCIOLE VI versione (Mister C.)
o IL SIGNOR CIOCCOLATO (Mister C.)

YOGURT E LATTICINI
o COME FARE LO YOGURT IN CASA (Mister C.)

SPUNTINI
o I SUPPLI' (Mister C.)

PRIMI, TIMBALLI e PIATTI UNICI


o ANOLINI ALLA PIACENTINA (Valeria Cutri)
o CIAMBELLA DI TAGLIATELLE (Elena)
o GATEAUX DI PATATE CON FUNGHI E BESCIAMELLA (Mara Reggio)
o LE ERBE EROMATICHE (Mister C.)
o NECCI (Simone Venturi)
o PANISSA (Sandro)
o PASTICCIO DI AGNOLOTTI (Mister C.)
o RISOTTO AI FUNGHI PORCINI CON PRALINE DI MELONE (Maya)

http://www.mistercarota.com/arspeciali.htm (4 of 8)06/09/2005 0:56:47

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

o SARTU' DI RISO (Mister C.)


o IL PANE DELL'APPENNINO: TIGELLE E GNOCCO FRITTO (Nerio) NEW
o TIMBALLI E SFORMATI (Mister C.)
o TUTTI GLI GNOCCHI D'ITALIA (Mister C.)

PRANZI E CENE
o I 100 ANNI DEL GIARDINETTO (Mister C.)
o LA MIA CENA DELLA VIGILIA DI NATALE (Manav e Delfino)
o PRANZO D'ESTATE (Mister C.)

FRITTATE
o FRITTATA DI MACCHERONI SUCCULENTA (Giuseppe Ch)
o FRITTATE, OMELETTE, CREPES (Mister C.)
o FRITTATA SPECIALE (Cleo65)

DOLCI
o BAVARESE AI FRUTTI DI BOSCO (Cleo65)
o BRIOCHE PER COLAZIONE (Mara Reggio)
o CREME CARAMEL (Mister C.)
o CREME GLASSE E FARCIE (Mister C.)
o CROSTATA DI PERE E CIOCCOLATO DI BUBINO (Cristina Tagliabue)
o DOLCE DI AMALFI (Mara Reggio)
o DELIZIE AL LIMONE (Mara Reggio)
o FRAPPE AL FORNO (Carlo Scaglione)
o IL PANETTONE (Mister C.)
o IL TORRONE (Mister C.)
o I BIGNE' (Mister C.)
o IL BABA' (Mister C.)
o I CROISSANT ovvero I CORNETTI (Mister C.)
o IL MIO PAN DI SPAGNA (TittaBilo)

http://www.mistercarota.com/arspeciali.htm (5 of 8)06/09/2005 0:56:47

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

o MILLEFOGLIE (Mister C.)


o PANETTONE (Mara Reggio)
o PANNA COTTA BICOLORE (Valentina Fiorenza)
o PASTA FROLLA A MODO MIO (Mara Reggio)
o PASTIERA NAPOLETANA (Mister C.)
o PASTIERA NAPOLETANA (Carlo Scaglione)
o SAINT HONORE' (Mister C.)
o SFOGLIATELLE FROLLE (Mara Reggio)
o SORPRESA MERINGATA ALL'ANANAS (Giuseppe Ch)
o TORRONE AL CIOCCOLATO (Mister C.)
o TORTA DECA-ALBUMI (Carlo Scaglione)
o TORTA AL CIOCCOLATO CON CREMA DI PANNA E PISTACCHI (Valentina Fiorenza)
o TORTA AL CIOCCOLATO CON CREMA DI PESCHE (Valentina Fiorenza)
o TORTA AL TESTO (Maya)
o ZEPPOLE DI S. GIUSEPPE (Mara Reggio)
o ZUCCHERO FILATO (Mister C.)

FRUTTA
o CUCINARE CON LA FRUTTA (Mister C.)
o FRUTTA SCIROPPATA (Mister C.)
o MACEDONIE E FRULLATI (Mister C.)

MONOGRAFIE
o ACETO AROMATIZZATO (Cleo65)
o CONSERVARE I POMODORI (Mister C.)
o CUCINARE CON IL PARMIGIANO (Mister C.)
o COME CONSERVARE I POMODORINI (Maya)
o CONSERVARE I FUNGHI (Mister C.)
o CUCINARE I PORCINI (Mister C.)

http://www.mistercarota.com/arspeciali.htm (6 of 8)06/09/2005 0:56:47

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

o IL POMODORO (8 ricette, Mister C.)


o IL TARTUFO (Mister C.)
o INCREDIBILI BONTA' CON LE CAROTE (Mister C.)
o LA CUCINA FINLANDESE (Giuseppe Ch)
o LA CUCINA PORTOGHESE (Giuseppe Ch)
o LA SOIA (Mister C.)
o LE INSALATE (Mister C.)
o LE MIE RICETTE CON L'ACETO (Cleo65)
o POMODORI FRESCHI CONSERVATI IN BOTTIGLIA (Manav e Delfino)

GELATI
o BOMBA AL CIOCCOLATO (Mister C.)
o CASSATA SICILIANA (Mister C.)
o SEMIFREDDO ALLE FRAGOLE (Mister C.)
o SORBETTO AL LIMONE (FedericaFio')
o SPUMONI E COVIGLIE (Mara Reggio)

PESCE
o ROULADE AI FRUTTI DI MARE (Cleo65)
o PAELLA A LA VALENCIANA a mio modo (Sergio)

CARNE
o FILETTO DI CAPRIOLO IN CROSTA DI SFOGLIA (Giuseppe Ch)
o SPIEDINI DI AGNELLO MARINATO (Cleo65)
o ROTOLO DI TACCHINO (Maya)

CONTORNI
o INVOLTINI DI MELANZANE FRITTI (Cleo65)

BEVANDE
o BIRRA SCURA FATTA IN CASA (Massimo S.)

http://www.mistercarota.com/arspeciali.htm (7 of 8)06/09/2005 0:56:47

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

o COCKTAIL ANALCOLICI (Mister C.)


o FARE LA BIRRA IN CASA (Mister C.)

...torna su

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/arspeciali.htm (8 of 8)06/09/2005 0:56:47

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

COLOMBA DI PASQUA (marzo 2003)

Non crediate che uno sensibile come


Mister Carota possa darvi una ricetta
come questa, senza alludere a quello
che gli abitanti della Terra stanno
attualmente combinando. Forse un altro
sito di cucina potra' farlo, rispettando
rigorosamente l'ambito gastronomico del
portale, ma non questo sito qui'.
Dedico questa ricetta della Colomba di
Pasqua a tutte le persone di buona
volont, atee o credenti, bianche, rosse,
gialle o scure, di qualsiasi credo politico,
ma con una buona percentuale di
coscienza: quella coscienza che ci sussurra sempre la verita', come un bambino
che tira la giacca al suo papa' o la gonna alla sua mamma.
Che questo caratteristico dolce venga bene, oppure che non venga bene, non
importa: spero che invece che un qualunque giorno dell'anno, come la Pasqua,
riesca a pulire le coscienze dei potenti, ed anche quelle di tutti noi.
Occorrente: uno stampo per colomba di metallo o di carta (nei casalinghi ben
forniti).
Ingredienti prima lievitazione: 150 gr di pasta madre o lievito naturale (poi
ti spiego) - 1 uovo (se piccolo aggiungere 1 tuorlo) - 70 gr di zucchero in
polvere - acqua q.b. (solo se occorre) - 70 gr di burro - 250 gr di farina
manitoba (io uso la marca "Favola" della Lo Conte)
Ingredienti seconda lievitazione: 50 gr di pasta madre o lievito naturale 135 gr di farina tipo '00' - 70 gr di zucchero in polvere -1 uovo - 1 tuorlo - 70 gr
di burro - 100 gr di canditi - pochissimo miele - un pizzico di sale
Ingredienti per la decorazione: 80 gr di zucchero - 25 gr di mandorle dolci poco albume d'uovo e qualche mandorla intera
La pasta madre o il lievito naturale un'impasto di farina ed acqua che,
attraverso vari accorgimenti ed operazioni varie, viene fatto fermentare e
lievitare per alcuni giorni senza l'uso di lievito di birra, in modo da costituire il
lievito naturale da usarsi per pane e dolci lievitati. La pasta madre o lievito
naturale puo' essere conservato in frigo per qualche giorno, avvolto in una
stoffa di cotone, e al momento dell'uso se ne stacca un pezzo, si 'rinfresca'
aggiungendo poca acqua tiepida e poca farina, si fa' lievitare di nuovo per una o
due ore e poi pronto.
Noi possiamo evitarci tutta questa lunga e difficile preparazione acquistandolo
dal fornaio o pasticcere di fiducia.
Prima lievitazione:
- sbattere leggermente l'uovo e se piccolo aggiungere 1 tuorlo;
- reimpastare 150 gr di pasta madre; aggiungere lo zucchero, l'uovo e
l'eventuale tuorlo, impastare bene;
- aggiungere la farina ed impastare molto bene e lavorare bene sino a renderlo
http://www.mistercarota.com/specia/colombaii.htm (1 of 2)06/09/2005 0:58:46

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

asciutto ed elastico;
- appiattire l'impasto, mettere nel mezzo il burro ammorbidito a temperatura
ambiente ed incorporarlo all'impasto amalgamandolo molto bene;
- mettere a lievitare a temperatura ambiente (20 gradi) al riparo di correnti
d'aria e coprendolo con un tovagliolo per almeno 12 ore o sino a quando avra'
lievitato piu' del doppio;
Seconda lievitazione:
- sbattere leggermente l'uovo piu' 1 tuorlo;
- sgonfiare l'impasto, aggiungere 50 gr di pasta madre, aggiungere mezzo
cucchiaino di miele, lo zucchero, l'uovo ed il tuorlo ed mescolare bene il tutto;
- aggiungere la farina ed impastare bene sino a rendere l'impasto asciutto ed
elastico; solo se serve, aiutarsi con altra farina;
- appiattire l'impasto ed mettere nel centro il burro ammorbidito a temperatura
ambiente, impastare molto bene;
- aggiungere poi i canditi ed incorporarli all'impasto;
- coprire l'impasto con un tovagliolo o meglio rivoltandoci sopra un insalatiera e
far riposare per mezz'ora;
- mettere l'impasto nello stampo per colomba (se di metallo allora imburrarlo ed
infarinarlo) distribuendolo bene in tutta la lunghezza dello stampo, poi metterlo
a lievitare a temperatura ambiente (20 gradi) al riparo di correnti d'aria e
coprendolo con un tovagliolo per almeno 4 ore e mezza;
Decorazione e cottura:
- frullare bene le mandorle e lo zucchero aggiungendo pochissimo albume pian
piano, fino ad ottenere un impasto spalmabile o meglio manipolabile e molto
raffinato; se troppo dura aggiungere altro albume;
- spalmare questa crema sulla colomba, aggiungere la granella di zucchero e
qualche mandorla intera;
- portare il forno a 190 gradi, e quando caldo infornare la colomba per circa
un'ora.
Preparazione difficile, lunga, ma alla fine, sempre se riesce bene, si veramente
soddisfatti che quasi quasi vien voglia di mangiarsela tutta quanta, al diavolo le
calorie!
Buon appetito e buon divertimento - have a good time!

Download: scarica COLOMBA DI PASQUA


Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Copyright 2001-2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/colombaii.htm (2 of 2)06/09/2005 0:58:46

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Colomba di Pasqua (di Mara Reggio)

Ricette visitatori

Ingredienti: 600 gr. di farina americana o Manitoba - 25 gr. di lievito di birra - 2


uova intere e un tuorlo - 250 gr. di burro - 100 gr. di zucchero - la scorza grattugiata
di un limone - un pizzico di sale - 1 dl. di latte tiepido - 1 fialettina di aroma arancia 1 bustina di vaniglia - 100 gr. di arancia canditi oppure 150 gr. di gocce di cioccolato
Ingredienti per la glassatura: 100 gr. di mandorle o farina di mandorle - 100 gr. di
zucchero a velo e zucchero a granelli.
Forza ragazziiiii mettiamoci sottooooo... manca poco a Pasquaaaaa.

Illustrate e non

Incominciate verso le 20:00.


Impastate 60 gr. di farina con il lievito sciolto in un dito d'acqua tiepida e formate un
bel panetto che metterete a lievitare in una ciotola coperto.

Trucchi e consigli

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Quando il panetto avr raddoppiato il


volume, toglietelo dalla ciotola e metteteci
dentro 540 gr. di farina,

2 uova intere e un tuorlo,

100 gr. di burro a temperatura ambiente,


lo zucchero, il panetto lievitato, la scorza
del limone, il sale, il latte, l'aroma
arancia, la vaniglia e impastate tutti gli
ingredienti.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara1 (1 of 4)06/09/2005 0:59:11

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina

Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Lavorate per almeno 10 minuti la pasta,


aprendola con le mani, allungandola, ecc.
dovete stropicciarla.

Quando notate che la pasta bella liscia e


non s'attacca nelle mani, rimettetela nel
contenitore, e lasciate lievitare tutta la
notte.

Al mattino, togliete dal frigo i restanti 150


gr. di burro e lasciarlo rimanere a
temperatura ambiente,

poi unirlo all'impasto a pezzetti,

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara1 (2 of 4)06/09/2005 0:59:11

Articoli sulla cucina - Mister Carota

e uniti anche a scelta, o le gocce di


cioccolato o i canditi di arance, lavorando
molto ma molto bene la pasta, ancora per
un po'.

Imburrate la teglia e mettete dentro


l'impasto, distribuendolo con le mani in
modo che vada in tutta la teglia,
mettetela sotto al forno e lasciatela
lievitare di nuovo.
Intanto prepariamo la glassa.
Se le mandorle sono con la buccia,
scottatele nell'acqua bollente e poi
sbucciatele, invece se sono spellate, unite
lo zucchero a velo con un goccio d'acqua
e amalgamate con un'uovo.

Quando la colomba avr triplicato il


volume, spalmiamola con la crema di
mandorle e poi spargiamo un bel pugno
pieno di zucchero a granella e accendiamo
il forno, a 180 gradi.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara1 (3 of 4)06/09/2005 0:59:11

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Questa pasta tende a colorarsi subito sulla


superfice, allora quando noi vediamo che
si colora molto, mettiamo sopra la placca
del forno oppure copriamo con un foglio
d'alluminio e portare a termine la cottura
che in effetti sarebbe quando lo
stuzzicadente esce asciutto.

Cercate di conservarla in una busta di


cellophan!! ...se ci riuscite...
...e se non prende il volo dentro la pancia
prima del tempo!!!
Mara Reggio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara1 (4 of 4)06/09/2005 0:59:11

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo
(Valeria Cutri)

Il segreto del Panettone (di Valeria Cutri)


(vedi anche La pasta madre della stessa autrice)
leggi i commenti
Dopo anni di "mappazze" (mattoni),
finalmente ci sono riuscita!
Il segreto della buona riuscita del
panettone sta tutto nella preparazione del
lievito che molto lunga e laboriosa ma
dar senz'altro ottimi risultati.
Per un risultato ottimale consiglio l'uso di
una impastatrice.

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Preparazione del lievito.


Ingredienti: 50 gr di pasta madre (non quella del panettiere perch contiene il lievito
di birra e rovinerebbe il sapore finale) - 500 gr di farina tipo Manitoba - acqua
minerale gassata 300 gr
o Primo giorno.
Ore 17: 50 gr di lievito madre - 100 gr di Manitoba - 50 gr di acqua;
Impastare il tutto per 10 minuti, praticare un taglio a croce e far riposare per 3 ore
coperto in un luogo tiepido.
Ore 21: 100 gr del primo rinfresco - 100 gr di Manitoba - 50 g di acqua;
Impastare il tutto per 10 minuti, formare un filoncino corto e avvolgere nella carta da
forno e legarlo a mo' di salame, mettere in una pentola a misura e chiudere il
coperchio. Il mattino dopo prendere solo la parte centrale pi morbida.
o Secondo giorno.
Ore 7: 50 gr di lievito rinfrescato - 100 gr di Manitoba - 50 gr di acqua;
Impastare il tutto per 10 minuti, praticare un taglio a croce e far riposare per 3 ore
coperto in un luogo tiepido.
Ore 11: 100 gr di lievito madre - 100 gr di Manitoba - 50 gr di acqua;
Impastare il tutto per 10 minuti, praticare un taglio a croce e far riposare per 3 ore
coperto in un luogo tiepido.
Ore 15: 100 gr di lievito madre rinfrescato - 100 gr di Manitoba - 50 gr di acqua;
Impastare il tutto per 10 minuti, praticare un taglio a croce e far riposare per 3 ore
coperto in un luogo tiepido.
Alle ore 19 siete pronti per fare il vero impasto.
Parte 1.
Ore 19: 225 gr di lievito madre rinfrescato - 6 tuorli - 550 gr di Manitoba - 140 gr di
zucchero - 140 gr di burro morbido - 250 gr di acqua gassata.
Sbattere con il frullatore le uova con lo zucchero finch si monta, aggiungere piano
piano l'acqua e il lievito madre a piccoli pezzi, la farina e impastare per 10 minuti,
infine aggiungere il burro e lavorare per altri 10 minuti. Mettere il tutto in un
recipiente capiente unto e par riposare in un luogo tiepido fino al mattino seguente.
Parte 2.
o Terzo giorno.
Ore 9: 6 tuorli - 170 gr di zucchero - 80 gr di acqua - 25 gr di latte in polvere - 10 gr
di sale - 10 gr di malto (lo si trova nei negozi di alimenti macrobiotici o nelle
erboristerie), 10 gr di miele - 2 stecche di vaniglia aperte - 320 gr di uvetta (non deve
assolutamente essere lavata) 125 gr di cedro e 125 di arancia - 320 gr di farina (Gran
http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cutri2 (1 of 3)06/09/2005 0:59:22

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Mugnaio "Miscela per pizza soffice") - 3 forme da panettone da 750 gr.


Sbattere con il frullatore le uova con lo zucchero finch si monta, aggiungere piano
piano l'acqua e gli altri ingredienti (malto, latte, miele, vaniglia, sale, la farina) e
impastare per 10 minuti, aggiungere la pasta lievitata e impastare per 10 minuti,
aggiungere il burro e lavorare per altri 10 minuti, aggiungere uvette e canditi
impastare per 10 minuti.
Dividere l'impasto in 3 e far riposare
coperto per 30 minuti, indi arrotolare e
mettere nelle forme di carta da panettone.

Adagiare le forme su una teglia e mettere in forno a 25 gradi C., spruzzare spesso con
uno spruzzino.
Quando i panettoni hanno raggiunto e
superato il bordo estrarli dal forno,
portarlo a 175 gradi C. (ventilato).

Quando il forno quasi a temperatura con


un paio di forbicine praticare un taglio a
croce e infornare per circa 35 minuti.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cutri2 (2 of 3)06/09/2005 0:59:22

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Una volta sfornati appenderli capovolti


infilzati con un ferro da calza.
Quando sono freddi chiuderli in un
sacchetto di plastica e buon appetito.
Valeria

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cutri2 (3 of 3)06/09/2005 0:59:22

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

PANDORO
Leggi i commenti
Vediamo stavolta la
ricetta di uno dei
dolci natalizi: la
prima versione
l'avevamo presentata
l'anno scorso,
quest'anno la volta
del Pandoro, seconda
versione. Anche
stavolta ripetiamo
che c' bisogno del
classico recipiente
angolare per
cuocere il pandoro e
che si acquista presso
un qualsiasi negozio
di casalinghi.
Dovremo avere a
disposizione anche un
giorno e mezzo per le 3 lievitazioni e per la preparazione completa.
Ingredienti per impasto e decorazione:
350 gr di farina tipo "00" - 150 gr di burro - 2 uova di grandezza minima (50 gr)
- 3 rossi d'uovo - acqua q.b. - 10 gr di lievito di birra - 120 gr di zucchero zucchero a velo
Ingredienti per ungere il recipiente di cottura:
burro - zucchero
Come un anno fa, facciamo finta che iniziamo la preparazione nel tardo
pomeriggio, poco prima di cena. Iniziamo a preparare il lievito base impastando
100 gr di farina con il lievito di birra e pochissima acqua quanto basta per
formare velocemente un piccolo panetto morbido; mettete a lievitare per
mezz'ora in un luogo tiepido (20/25 gradi) e lontano da correnti d'aria; dovr
raddoppiare di volume.
Dopo che sar lievitato, aggiungiamo 180 gr di farina, le 2 uova, i tre tuorli, 30
gr di burro ammorbidito o anche liquefatto a bagnomaria, i 120 gr di zucchero
ed iniziamo ad impastare con una paletta di legno per ottenere un impasto che,
una volta ben amalgamato, sembrer molto appiccicaticcio e simile ad una
crema collosa. Abbiamo lasciato da parte 70 gr di farina: questo il momento di
usarla aggiungendola poco per volta e continuando ad amalgamare (stavolta
con le mani) in modo da ottenere una pasta che si stacchi dalla spianatoia ma
che rimanga comunque morbidissima; il quantitativo di farina indicativo
perch pu darsi che ne occorra di pi o di meno, a seconda della grandezza
delle uova.
Ora prendiamo un recipiente (ad esempio un'insalatiera), infariniamolo,
mettiamoci l'impasto, copriamolo con un canovaccio, mettiamolo in un luogo
tiepido (20/25 gradi) lontano da correnti d'aria, mettiamo accanto al recipiente
un bicchiere d'acqua tiepida, per fare in modo che l'impasto non asciughi o
secchi e lasciamolo lievitare per tutta la notte.
Eccoci alle 7 del mattino seguente. Ora dovremo incorporare il rimanente burro
usando la tecnica che serve per incorporare il burro alla pasta sfoglia. A questo
scopo prendiamo i rimanenti 120 gr di burro, lasciamolo ammorbidire, poi
maneggiamolo in modo da impastarlo e ammorbidirlo ulteriormente. Prendiamo
la pasta lievitata, sgonfiamola e mettiamola sulla spianatoia leggermente
infarinata.
Con il matterello stendiamo la pasta a forma tonda e spessore molto alto:
dovremo solo formare un disco sufficientemente largo per poter imprigionare il
burro che metteremo al centro del disco; mettiamo al centro del disco di pasta i

http://www.mistercarota.com/specia/pandoro2.htm (1 of 2)06/09/2005 0:59:28

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

120 gr di burro gia preparato come abbiamo visto prima e schiacciato; ed ora,
fate attenzione e riferitevi alle ultime 5 foto presenti nella pagina della pasta
sfoglia:

pieghiamo sopra a libro i lembi del cerchio, imprigionando dentro il


burro, e schiacciamo con il matterello
ruotiamo la pasta, ripieghiamola a libro e schiacciamo con il matterello
ruotiamo la pasta, ripieghiamola a libro e mettiamola a riposare per 15
minuti
riprendiamola e schiacciamola con il matterello
ruotiamo la pasta, ripieghiamola a libro e schiacciamo con il matterello
ruotiamo la pasta, ripieghiamola a libro, shiacciamola di nuovo ed opl,
abbiamo "dato due giri" alla pasta (si dice cos)

Ora prendiamo una noce di burro, facciamolo fondere e versiamolo nel nostro
stampo per pandoro: dovremo con molta pazienza imburrare perfettamente
tutte le pareti dello stampo. Ora versiamo dello zucchero (semolato) nello
stampo e foderiamone le pareti.
Ora possiamo metterci la pasta preparata raccogliendola a palla e mettendola
nel fondo dello stampo. Copriamo lo stampo con il solito canovaccio e
mettiamolo nel solito posto tiepido a lievitare per la terza volta.
Dopo 6 o sette ore, dopo pranzo, prendiamo lo stampo ed ecco come dovrebbe
presentarsi pi o meno la nostra pasta:

Non detto che la pasta lievitata per la terza volta debba per forza arrivare
all'orlo dello stampo, anzi se arriva qualche centimetro sotto meglio.
A questo punto mettiamo nel forno gi caldo a 180 gradi. Quanto tempo
occorre? Fino a quando vedremo che il Pandoro avr preso il suo classico colore.

abbondante zucchero a velo.

Dopo che il Pandoro sar cotto,


attendiamo qualche minuto ma non
oltre: dovremo fare in modo da non
farlo freddare per poterlo facilmente
sformare, dal momento che se lo
zucchero che abbiamo usato per
foderare lo stampo si fredda ci
impedir di sformarlo facilmente; ed
allora voltiamo lo stampo,
sformiamo il pandoro, prendiamo
ora un colino a rete, mettiamoci
dentro lo zucchero a velo e
spolveriamo sopra al pandoro

BUON NATALE e Buon appetito!. Have a good time!

Download: scarica PANDORO


Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Claudio Palma 2001-2005 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/pandoro2.htm (2 of 2)06/09/2005 0:59:28

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia le tue ricette
illustrate
leggi il Disclaimer

Limoncello
Ingredienti per circa 1 litro e 1/2
di limoncello: 1/2 litro di alcool
alimentare a 95 gradi - 1/2 kg di
zucchero - limoni siciliani q.b. per
ottenere 120 gr di scorze (solo la
parte gialla) - 650 gr di acqua.

Illustrate e non
Ricette dei visitatori
Un secolo fa'
Trucchi e consigli
Articoli sulla cucina
Newsletter

Preparazione.
Lavare molto bene i limoni: quelli di
questa ricetta sono siciliani veraci,
me li ha portati il fidanzato di mia
nipote ;-)

Asciugarli e ricavare la parte gialla della


scorza... come?

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp068 (1 of 5)06/09/2005 0:59:37

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

...con un semplice pelapatate...


Tagliare poi la scorza a pezzetti.

Metterla in un vaso di vetro pulito


ed asciutto.

Aggiungere l'alcool e chiudere


ermeticamente.
Lasciare macerare per almeno 5
giorni.

...dopo almeno 5 giorni...


Prepariamo lo sciroppo.
Mettere lo zucchero in una pentola.

Aggiungere l'acqua.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp068 (2 of 5)06/09/2005 0:59:37

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Portare ad ebollizione mescolando


ogni tanto.

Bollire a fiamma bassa per il tempo


necessario a far sciogliere lo
zucchero.
Far freddare bene lo sciroppo senza
metterlo in frigo, ma a temperatura
ambiente.

Filtrare l'alcool dalle scorza


facendolo cadere direttamente sullo
sciroppo.

Sgocciolare bene le scorze.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp068 (3 of 5)06/09/2005 0:59:37

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Mescolare bene e imbottigliare.

Da notare il colore giallo pieno e l'aspetto non


limpido o trasparente!
Possiamo bere? No, ancora no.
Lasciare riposare per almeno altri 5 giorni
prima di gustare.

...dopo almeno altri 5 giorni...


Guarda qui...

guarda ancora bene...

ecco adesso puoi gustarlo ;-)

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp068 (4 of 5)06/09/2005 0:59:37

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Scarica l'etichetta MisterCarota da incollare


sulla bottiglia

Buon appetito e buon divertimento - have a good time!

Download: scarica LIMONCELLO


Elenco ricette illustrate e fatte in casa di Mister Carota
Claudio Palma 2001-2005 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp068 (5 of 5)06/09/2005 0:59:37

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Pasta madre (di Valeria Cutri)

Invia i tuoi articoli!


Vota l'autore di
questo articolo
(Valeria Cutri)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

(vedi anche Il segreto del Panettone della stessa autrice)


leggi i commenti

Illustrate e non
Un secolo fa'

Ingredienti:
- 50 g di succo d'uva, oppure di miele vergine integrale, oppure di yogurt
- 150 g di farina
- 50 g di acqua gassata.
Questa una ricetta un po' velocizzata rispetto a quella autentica ma da' comunque
ottimi risultati.
Impastare e lasciare riposare il tutto in una ciotola coperta per 48 ore a 28 gradi C.
Passate le 48 ore se vedete dei segnali di fermentazione continuate, altrimenti
rincominciate daccapo.
Da questo momento in poi la pasta va rinfrescata pi volte.
Prendere 100 gr dell'impasto (quello che avanza lo buttate), 100 gr di farina e 50 di
acqua fate lievitare in un luogo tiepido per 12 ore (ad es. al mattino alle 8 e alla sera
alle 20.00).
Continuate a fare questa operazione fino a che l'impasto non triplica in 5 ore.
A questo punto la vostra "pasta madre" pronta e si conserva in frigorifero in un
contenitore chiuso, anche per 15 giorni.
Appena aprirete il contenitore sentirete un forte odore acido ma dopo alcuni rinfreschi
questo odore sparisce.
La pasta madre migliora con l'uso; io personalmente la possiedo da alcuni anni.
Il segreto per farla durare a lungo, oltre a quello di curarla amorevolmente, quello di
distribuirla alle amiche che hanno la stessa passione dei prodotti a lievitazione
naturale cos se malauguratamente la vostra dovesse andare a male c' sempre quella
delle amiche.
Ecco come si presenta la pasta madre dopo
che stata in firgorifero una decina di giorni.
Prima di utilizzarla va naturalmente
rinfrescata.
Se si vuole fare il pane bastano tre rinfreschi.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cutri3 (1 of 2)06/09/2005 0:59:42

Ricette visitatori

Articoli sulla cucina


Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Vi consiglio un articolo interessante, tratto da "Cresci. L'arte della pasta lievitata"


- Iginio Massari - Achille Zoia - 1999 - Pavoni Edizioni, sui segreti del lievito.
Questo articolo parla di molte cose interessanti. Ad esempio su come impastare il
lievito con acqua non superiore ai 20 gradi, per non favorire lievitazioni parassitarie e
nocive all'azione del lievito. Poi parla su come rinforzare il lievito madre, tagliandolo a
fette, mettendolo a bagno in acqua a 20 gradi per 15-20 minuti con 1 gr di zucchero
per ogni litro, spremendolo leggermente con le mani, impastandolo con farina in pari
peso. Poi ancora consiglia di rinforzare la pasta madre tre volte prima di utilizzarla e di
controllare che il primo impasto impieghi non meno di 10 ore per ottenere una buona
maturazione.
Insomma vi consiglio proprio di leggervelo.Valeria

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cutri3 (2 of 2)06/09/2005 0:59:42

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

LA PIZZA ILLUSTRATA DALLA a ALLA z

Presentiamo qui due metodi per fare la pizza in casa.


Il primo metodo, quello consigliato, fatto preparando l'impasto diretto e usando
una farina di tipo forte, come la manitoba, e dedicando molta cura e tempo alla
preparazione dell'impasto ma ottenendo in tal modo una pizza leggera croccante e
che "si piega al libretto"
Il secondo metodo ha due lievitazioni e usa un primo impasto che chiameremo
lievito base (ossia una pastella molle fatta con 100 gr di farina, acqua tiepida q.b. e
10 gr di lievito di birra) fatto lievitare per alcune ore, a cui andranno aggiunti il resto
degli ingredienti per poi procedere alla seconda lievitazione.
I tempi di lievitazione ed il risultato ottenuto dipendono dal tipo di farina (comunque
di tipo forte come la manitoba o almeno un tipo '0', vedi articolo sulla manitoba),
dalla temperatura ambientale (20/25 gradi), dalla bravura del cuoco... ;-) e da altri
fattori.
====>Primo metodo per fare la pizza in casa<====
====>Secondo metodo per fare la pizza in casa (in preparazione)<====
====>leggi i commenti
Buon appetito e buon divertimento - have a good time!
Download: scarica LA PIZZA ILLUSTRATA DALLA a ALLA z
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/pizzaaz.htm06/09/2005 0:59:53

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

IL PANE FATTO IN CASA

Presentiamo un modo per fare il pane in casa. In questa ricetta illustrata viene dato
il procedimento per ottenere una prima pastella con acqua farina e poco lievito di
birra; tale pastella verra' fatta lievitare e poi utilizzata per l'impasto finale che verra'
lievitato, forgiato, rilievitato brevemente e poi cotto.
Al posto della pastella a base di lievito di birra possibile utilizzare il lievito naturale
(procedimento un po' lunghetto, ma il pane ne acquista in fragranza e bonta') come
indicato nella pagina degli appunti dove si parla di pasta madre.
La presente ricetta utilizza, piu' o meno, meta' farina manitoba e meta' semola
rimacinata di grano duro altrimenti detta farina di grano duro per panificazione (in
qualsiasi supermercato). Per quanto riguarda la farina manitoba... beh, se non la
trovate potete anche utilizzare un'altra farina che sia pero' a 350 W: in altre parole,
che abbia almeno 12 gr di proteine per 100 gr di farina. Nell'impasto metteremo
acqua tiepida e latte ma le quantita' sono ovviamente indicative.
Ecco la ricetta illustrata: ====>Il pane fatto in casa<====
Ecco i Commenti
Buon appetito e buon divertimento - have a good time!
Download: scarica IL PANE FATTO IN CASA
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/paneaz.htm06/09/2005 0:59:59

Iscriviti alla nostra


newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)

Impasto della VERA PIZZA di Mara Reggio (di Mara Reggio)


Per prima cosa prendi un bicchiere ( di plastica cosi dopo lo butti), metti un dito
d'acqua tiepida e infilaci un cubetto di lievito di birra, lascialo per 5 minuti e dopo
giralo con un cucchiaino, ti accorgerai che subito si scioglie.

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Prendi una bella ciotola capiente, metti


1/2 kg di farina, aggiungi 2 cucchiaini di
sale (in ogni impasto salato su 1/2 kg di
farina ci vogliono 2 cucchiaini di sale e 4
in 1 kg), 1/2 bicchiere d'olio (usando il
bicchiere del lievito, io uso l'olio
d'arachidi).

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Andiamo vicino al lavello, apri l'acqua


tiepida, abbassa il getto dell'acqua fino ad
un filo, metti sotto l'acqua la ciotola,
prendine un po' e impasta, rimettila sotto
l'acqua e toglila di nuovo.

Fai cosi fino a che non avrai raccolto tutta


la farina e non hai raggiunto un impasto
molto morbido che puoi sbattere con una
mano sola.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara32 (1 of 2)06/09/2005 1:00:06

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Metti la ciotola su una sedia, perch


l'impasto devi tenerlo in basso per poterlo
lavorare bene,

con una mano mantieni la ciotola e con


l'altra sbatti la pasta (ecco perch
dev'essere morbidissima).

Quando la pasta si sar staccata dalle


mani e dalle pareti della ciotola,allora la
coprirai con uno strofinaccio e la metterai
a lievitare.
Quando avr triplicato il suo volume,
potrai procedere alla preparazione di pizze
al forno, fritte... ti accorgerai che la pasta
morbidissima: tu, prima di prendere la
quantit che ti serve, abbassala con le
mani raccogliendola di nuovo (cosi come
la vedi nell'ultima foto), e poi prendi la
quantit necessaria.

Mettila sopra al piano di lavoro e aggiungi un po' di farina solo se devi fare pizze fritte
o tronchetti o calzoni.
Se devi fare le pizze al forno procederai cosi:
- prendi 2 teglie non grandi,
- imburrale con la margarina e non con l'olio (la margarina far s che la pasta
aderisca alla teglia, l'olio la fa scivolare e risulta pi difficoltoso stenderla),
- prendi met della pasta e mettila al centro della teglia,
- poi ungiti le mani con un po' d'olio e con i palmi allarga la pasta fino a foderare la
teglia
- in un piatto metti o polpa di pomodoro o pomodori pelati e schiacciati, sale, origano
e spalmalo sulle pizze
- taglia a dadini la mozzarella (io uso la provola affumicata, a Napoli abbiamo una
provola affumicata fresca, cio morbida e fresca come la pasta della mozzarella),
mettila sul pomodoro, condisci con olio, spolvera di parmigiano, qualche fogliolina di
basilico e inforna al massimo, fino a che la pizza si sar cotta!!
Mara Reggio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara32 (2 of 2)06/09/2005 1:00:06

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

PASTA ALL'UOVO

(ricette con pasta all'uovo)


Buon anno 2001! Come sono andate le feste? Tutto bene? Avete mangiato troppo eh?
Beh, guardate, dopo aver pubblicato le ricette del Pandoro, del Torrone e del
Panettone, stavolta vediamo qualcosa di meno calorico ma sempre 'fatto in casa': la
pasta all'uovo, buona confezionare qualsiasi tipo di pasta o tortellino. Prima per
dobbiamo parlare di una cosa importante che riguarda le uova. Avete mai notato che
le uova non sono tutte delle stesse dimensioni? Ebbene sappiate che un uovo che pesa
45 grammi assorbir meno farina di un uovo che pesa 60 o 70 grammi! Ecco perch
nelle pagine di Mister Carota ogni volta che trovate le uova negli ingredienti leggete ad
esempio '2 uova di medie dimensioni'. Infatti dire 'impastate 300 gr di farina e 3 uova'
non basta ma bisogna specificare il peso di queste uova. L'uovo pi piccolo che
possiate comprare pesa 45 gr, poi abbiamo un uovo di 50 gr, poi 55, 60, 65 ed infine
70 gr. Se leggete sulle confezioni vi accorgerete poi che le uova sono divise in
categorie secondo la loro freschezza: categoria EXTRA hanno meno di 7 giorni,
categoria A pi di 7 giorni, categorie B e C lasciamole perdere. La farina? Occhio
all'etichetta e scegliete farina '00' con umidit non minore di 14,5% e badate bene a
scegliere il pacco di farina con data scadenza pi lontana possibile: fra un pacco che
scade fra 2 mesi e uno che scade fra 8 mesi, ovvio prendiamo quello che scade fra 8
mesi anche perch quel 14,5% di umidit diminuisce man mano che il pacco di farina
rimane sugli scaffali del negoziante. Detto ci non vi aspettate che ora io vi dia le dosi
esatte!
Ingredienti: per ogni uovo di 55/60 gr occorrono 100 gr circa di farina - Sale
Cominciamo subito. Diciamo che fate l'impasto per 1 uova e 100 gr di farina che sono
comunque, lo ricordo, dosi medie.

Sulla spianatoia per noi mettiamo solo 80 gr di farina in modo da poterci regolare
sulla quantit assorbita dalle uova ed anche in modo da evitare di confezionare una
pasta troppo dura. Facciamo la fontana ed il classico buco al centro dove romperemo
l'uovo aggiungendo un pizzico di sale.

Ora iniziamo ad impastare con le dita al centro le uova e la farina senza fare l'errore di
buttare in un sol colpo la farina sulle uova, ma pian piano incorporando la farina
procedendo sempre dal centro della fontana. Vedrete che pian piano inizier a
formarsi l'impasto al quale andr aggiunta una quantit di farina per formare una
pasta soda ma morbida. A questo punto dovremo lavorarla per 10 o anche 15 minuti
usando i polsi e i pugni e mettendoci tutta la forza che abbiamo impastandola ben

http://www.mistercarota.com/specia/pastauovo.htm (1 of 4)06/09/2005 1:00:17

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

bene infarinando di tanto in tanto sia la spianatoia e sia la pasta stessa ma solo se
necessario e per il minimo indispensabile. Impasteremo sino a quando inizieranno a
formarsi delle bollicine.

Se avremo usato tutti i 100 grammi di farina o no, questo ha poca importanza;
l'importante che la pasta risulti soda non dura ma anzi tendente al morbido. Ora se
dobbiamo riempirla, cio se dobbiamo fare tortellini o ravioli allora dobbiamo usarla
subito, altrimenti dovremo coprirla con un telo o con una ciotola e lasciarla riposare 15
minuti.
Gi perch dobbiamo evitare che la pasta
secchi, soprattutto se dovremo fare della
pasta ripiena. In ogni caso, o se la
facciamo riposare oppure no, dovremo poi
stenderla per farla diventare una sfoglia di
spessore adatto alla preparazione che
vogliamo realizzare. Come si stende?
Mettiamola sulla spianatoia, ed iniziamo a
premerla con il palmo delle mani per
appiattirla. Poi con il matterello premiamo
sulla pasta e ruotiamolo sopra iniziando
dal centro e man mano che la stendiamo
giriamo il disco di pasta in modo da
stenderla in modo uniforme. Se occorre infariniamo la spianatoia e la pasta quel tanto
che basta. Procediamo a stenderla ed a girarla, ma quando inizier a diventare troppo
larga allora per girarla dovremo arrotolarla parzialmente sul matterello e girarla.

Continuiamo quindi a stenderla fino allo


spessore desiderato: in genere di 2
millimetri. Fettuccine, tagliatelle e
pappardelle: arrotoliamo la pasta e
tagliamo le fettuccine ad 1 centimetro di
larghezza o se sono tagliatelle a mezzo
centimetro o ancora se sono pappardelle a
3 centimetri di larghezza; tonnarelli:
stendiamo la pasta a 3 millimetri e
tagliamo dei rettangoli larghi 15
centimetri, poi disponiamo un rettangolo
alla volta sulla cosiddetta
'chitarra' (attrezzo rettangolare di legno
http://www.mistercarota.com/specia/pastauovo.htm (2 of 4)06/09/2005 1:00:17

Le ricette speciali - Mister Carota

con corde di metallo) e con il matterello premiamo sulle corde per far uscire i
tonnarelli. E' chiaro che questi sono solo alcuni esempi perch con la pasta all'uovo
possibile confezionare il tipo di pasta che si vuole. Ad esempio ecco come noi
l'abbiamo tagliata e preparata:

Qualche esempio anche per le paste ripiene. Ravioli: dopo aver steso la pasta disporre
un cucchiaino di ripieno sulla sfoglia a uguale distanza l'uno dall'altro ma solo per
met sfoglia; per ravioli tondi usate un bicchierino per formare attorno ad ogni ripieno
un cerchio; per ravioli quadrati dovrete invece usando l'apposito attrezzo tagliate la
sfoglia in modo da formare i ravioli quadrati. In tutti i casi premete con le dita su ogni
raviolo per non far uscire il ripieno. Per i tortellini dopo aver steso la sfoglia, tagliatela
in modo da formare tanti quadrati di 4 o 5 centimetri di lato. Mettete il ripieno su ogni
quadrato, ripiegate il quadrato imprigionando il ripieno: avrete ottenuto un triangolo.
Ora unite i gli angoli del lato pi lungo facendo passare la pasta attorno al dito e
facendo in modo che il terzo angolo vada indietro. Ecco formato il tortellino. Per i
ripieni non c' nessuna difficolt: fate un arrosto o un brasato con la carne che pi vi
piace poi frullatela insieme a prosciutto crudo, parmigiano e rosso d'uovo; oppure
frullate insieme ricotta, spinaci, rosso d'uovo, parmigiano e metteteci un po' di sale
Buon appetito

http://www.mistercarota.com/specia/pastauovo.htm (3 of 4)06/09/2005 1:00:17

Le ricette speciali - Mister Carota

Download: scarica LA PASTA ALL'UOVO


Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Copyright 2001-2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/pastauovo.htm (4 of 4)06/09/2005 1:00:17

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


(leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

Pasta sfoglia

Questa volta prepareremo la pasta sfoglia che, come sapete, pu servire per molte
cose: cannoncini, millefoglie, pasticcini, mini-pizzette, stuzzichini salati...
Beh, noi qui',dopo aver confezionato la pasta sfoglia, vi daremo solo due esempi: i
cannoncini e le mini-pizzette al pomodoro. Ma va da s che in seguito si
aggiungeranno altre ricette fatte con la pasta sfoglia.
Ingredienti: 250 gr di farina - 250 gr di burro - poco pi di mezzo bicchiere
d'acqua

Ingredienti per i cannoncini: crema pasticcera o altre creme


Ingredienti per le mini-pizzette: salsa ristretta di pomodoro - origano - olio sale
Intanto lasciamo fuori dal frigo il burro, in modo che diventi morbido. Mettiamo sulla
spianatoia 60 gr di farina e impastiamola bene con il burro;

formiamo un panetto e mettiamolo nel frigo avvolgendolo nella pellicola di plastica.

Mettiamo i rimanenti 190 gr di farina sulla spianatoia, mettiamo nella fontana poca
acqua, un pizzico di sale (ma solo un pizzico), e iniziamo ad impastare,
aggiungendo altra acqua in modo da formare una pasta soda e liscia.

http://www.mistercarota.com/specia/sfoglia.htm (1 of 3)06/09/2005 1:00:30

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Anche questa mettiamola in frigo.

Ora possiamo dedicarci ad altre cose.


Dopo mezz'ora torniamo alla carica e tiriamo fuori dal frigo la pasta ed il panetto di
burro. Stendiamo la pasta a rettangolo quel tanto che basta per poter poi
"avvolgere" il panetto di burro.

Eh, s, avete capito bene: dopo che abbiamo steso la pasta a rettangolo, mettiamo il
panetto di burro al centro e pieghiamo a libro i lembi sopra il panetto.

Con le mani schiacciamo un po'

http://www.mistercarota.com/specia/sfoglia.htm (2 of 3)06/09/2005 1:00:30

Le ricette speciali - Mister Carota

e poi prendiamo il matterello e premiamo

e stendiamo la pasta con il burro imprigionato dentro fino ad avere di nuovo un


rettangolo questa volta di un centimetro di spessore.
Sapete una cosa? Abbiamo "dato un giro alla pasta". Si dice proprio cos.
Pieghiamo a libro la pasta

e mettiamola in frigo per 15 minuti. Guardate, ora "daremo il secondo giro". Tiriamo
fuori la pasta dal frigo e schiacciamo con il matterello fino a formare un rettangolo di
un centimetro di spessore e poi pieghiamo la sfoglia a libro e mettiamola in frigo per
altri 15 minuti. Ok? questo si chiama "dare un giro alla pasta". Occhio! Dobbiamo
dare in totale 6 giri alla pasta ed ogni volta la avvolgiamo nella pellicola e la
mettiamo a freddare in frigo (in modo che il burro non si scaldi).
Per i cannoncini il problema solo la crema con la quale farcirli. Nella pagina delle
salse ne potete trovare alcune come ad esempio la crema pasticcera. Possiamo
fare delle striscie molto lunghe e strette 3 centimetri, per poi avvolgerle in un
"cannolo" di legno o di metallo (si trovano nei negozi di casalinghi). I cannoncini cos
preparati vanno cotti in forno a 180 gradi per pochi minuti finch diventino dorati; poi
li farciremo con una crema.
Le pizzette invece sono facili da preparare: basta fare delle palline per poi
schiacciarle e condirle con pomodoro, olio, sale e origano. Anche queste
cuociamole pure in forno a 180 gradi per pochi minuti, fino a che i bordi saranno
dorati.
E con un po' di fantasia di ricette ne possiamo fare di tutti i colori e sapori...buon
appetito e buon divertimento - have a good time!
torna su
Download: scarica LA PASTA SFOGLIA
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Copyright 2001-2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/sfoglia.htm (3 of 3)06/09/2005 1:00:30

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Cestini ripieni (di Cleo65)

Ricette visitatori

Ingredienti per la pasta di circa 10-12 cestini:


150 gr. di farina 00, 100 gr. di farina integrale, 125 gr. di burro, acqua q.b.
Ingredienti per la fonduta:
100 gr. di fontina, 100 gr. di Asiago, 100 gr. di Parmigiano (oppure avanzi di formaggi
per uguale peso), 250 ml. di panna liquida da cucina.
Ingredienti per i ripieni:
a vostro gusto.

Illustrate e non

Preparate la pasta mescolando le farine, aggiungendo il burro a temperatura ambiente


a pezzetti e lavorando bene l'impasto.
Aggiungete l'acqua che basta a formare un panetto morbido.
Vi consiglio di usare il robot da cucina per fare prima (stesso procedimento
dell'impasto dei Quadrotti alla Marmellata).
Lasciate riposare l'impasto per almeno 20 minuti, poi tiratelo in una sfoglia non
sottilissima.
Con una scodellina (circa 10 cm.di
diametro), ricavate dei dischi dalla sfoglia

Trucchi e consigli

Invia i tuoi articoli!


Vota l'autore di
questo articolo
(Cleo65)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

e posateli su scodelline pi piccole


capovolte ricoperte di cartaforno, cosi' che
prendano la forma della stesse (aiutatevi
con le mani).
Cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi
per circa 15-18 minuti o comunque fino a
leggera doratura.
Nel frattempo preparate la fonduta,
facendo sciogliere a fuoco basso i
formaggi grattugiati nella panna,
portando a bollore leggero per 1 minuto.

Cleo65

Una volta cotti sfornate, fate raffreddare e


capovolgete i cestini, riempiteli con gli
ingredienti che preferite, ultimando con 2
cucchiai di fonduta e fate gratinare
qualche minuto nel forno.
Serviteli tiepidi.
Nella foto li ho preparati con Gamberoni
Imperiali (in basso nella foto), Verza
stufata, prosciutto-olive-pomodorinimozzarella.
Provateli con Code di gamberoni
affogati in crema di asparagi bianchi
di Bassano: meravigliosi!.

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cleo1806/09/2005 1:00:37

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina

Newsletter

I trucchi e consigli - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Si mangia anche con gli occhi! (di Nerio)

Invia i tuoi trucchi e


consigli di cucina!

Ma ancor prima d'assaggiare, non si mangia anche con gli Illustrate e non
occhi?
Credo che la presentazione di un piatto abbia
Un secolo fa'
un'importanza rilevante e, proprio per questo motivo,
voglio porvi un particolare accento.
Articoli sulla cucina

Vota l'autore di
questo articolo
(Nerio)
Leggi il disclaimer

Ricette dei visitatori

Personalmente, cerco sempre di dedicare parte del tempo


Trucchi e consigli
che posso avere in cucina, proprio a questo riguardo.
Credo sia meglio preferire ricette pi semplici, meno
Newsletter
laboriose e talvolta ugualmente gustose, ma che ci
lasciano lo spazio di presentarle nel modo giusto. Talvolta
poi, basta cos poco!..
E' l'idea, o l'avere visto una determinata presentazione,
anche da una rivista, e da quella carpire qualche piccolo
segreto.
In questo campo c' sempre tanto da apprendere; ma
perch non dedicare attenzione anche a questo riguardo?
Non vorrei uscire da quello che puo' essere il campo di questo sito, dedicato prevalentemente a ricette e agli
alimenti in genere, ma non importante anche la presentazione e l'addobbo della tavola? Poi non puo' esser bello
anche un semplice centrotavola? E per restare in tema fatto anche con verdure?
Qua forse pero', sto proprio uscendo dal seminato.
E' poco che ho trovato questo sito e lo trovo eccezionale
sotto tutti gli aspetti, non trovo invece una uguale
attenzione alla cura e alla presentazione di piatti. Vorrei
chiedere, a chi qua sta inviando tante ricette, di inviare
pure qualche foto al riguardo...
Foto? Ma non solo quelle, trucchi e modi di
presentazione, per abbellire le nostre prelibatezze.
Voglio allegare 2 foto; qua le ricette proprio non
c'entrano: solo il modo di presentare anche
semplicemente dell'affettato su diverse sagome: una su
di un fondo di frittata e nell'altra su del roastbeaf (qui
sopra)
D'accordo, queste presentazioni erano per un buffet fra
amici, dov'erano presenti quasi una cinquantina di
persone, ma chi dice che lo stesso concetto in proporzioni

diverse, non lo si possa usare anche in ambito ristretto?


Ed invece di usare solo salumi, inserirvi pure qualche fetta di formaggio

In questo bellissimo sito di Mister Carota e con la sua collaborazione, se possibile, vorrei cercare di inaugurare
http://www.mistercarota.com/vostre/vstrucchi.php?pag=nerio1 (1 of 2)06/09/2005 1:00:42

I trucchi e consigli - Mister Carota

proprio un paragrafo a questo riguardo, se tanto Mister Carota, ma soprattutto poi voi, vorrete aderire!
Nerio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vstrucchi.php?pag=nerio1 (2 of 2)06/09/2005 1:00:42

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)

Tronchetto (di Mara Reggio)

Ricette visitatori

Ingredienti: pasta per pizza, prosciutto crudo a fette, gruviera, rucola, grana
grattugiato e olio d'oliva.

Illustrate e non

Dunque, preparate una bella pasta per la pizza come da ricetta LA VERA PIZZA
Tagliate il formaggio a quadretti,

Un secolo fa'

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Trucchi e consigli
Newsletter

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

preparate le fette di prosciutto, la rucola e


l'olio.

Prendete un po di pasta e tiratela a


rettangolo, farcitela con il formaggio,

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara30 (1 of 2)06/09/2005 1:01:01

Articoli sulla cucina

Articoli sulla cucina - Mister Carota

arrotolatela e sigillate tutti i bordi e


poggiatela nel fornetto.

Chiudete il fornetto e poi continuate la


cottura a forno aperto, capovolgendo ogni
tanto il tronchetto. Appena cotto,
mettetelo nel piatto, farcitelo con le fette
di prosciutto,

spolverate di grana, un filo d'olio e rucola


(in questa foto manca la rucola...
mannaggia la zozza mi era finitaaaaa!!!)
E il piatto pronto!!!
Buon Appetito!!
Mara

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara30 (2 of 2)06/09/2005 1:01:01

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Gnocchi di pane (di Mara Reggio)

Ricette visitatori

Ingredienti:
pane raffermo q.b. - 2 uova - sale - farina q.b.

Illustrate e non

Parlo sempre del pane che ci avanza!!!


Quella busta che si riempie sempre!!!
E non sappiamo che fare...
Io quando me ne avanza troppo allora la do' al signore che la mattina mi viene a
portare a casa il pane!!!
...eh s: qu a Napoli succede!
...ANCHE DI DOMENICA!!!
Che bello! Il pane fresco!!!

Un secolo fa'

Allora ! Questi gnocchi sono proprio buoni.


Dovete sapere che pi pane mettete a mollo, e pi aumenta la dose.
Allora, io vi faccio un'esempio:
prendete 1 kg oppure 1 kg e 1/2 di pane
raffermo e mettetelo a mollo.

Quando si sar ammolato, premetelo


(mollica e crosta compresa), schiacciatelo
bene con le mani, aggiungete 2 uova
sbattute, sale

e tanta farina quanto basta

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara6 (1 of 2)06/09/2005 1:01:09

Articoli sulla cucina


Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

fino ad ottenere un bel panetto


abbastanza solido.
Infarinate il piano di lavoro, versate il
panetto e continuate a lavorarlo
aggiungendo farina se necessario,

prendete un pezzetto di pasta e


allungatela a filoncino e tagliate tanti
pezzetti un po' pi grandi di un'oliva.

Prendete una grattuggia, giratela dalla


parte opposta da dove si gratta,
infarinatela, prendete ogni pezzettino,
mettetelo sulla grattuggia e con il dito
fate una leggera pressione tirandolo verso
di voi.

Verranno dei gnocchetti a nido d'ape,


cuoceteli e conditeli con un rag fatto
rigorosamente con carne di maiale.

Aaaaahhhhh !!!!! CHE BONTA' !!!


Mara Reggio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara6 (2 of 2)06/09/2005 1:01:09

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo
(Cleo65)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Lasagne ai pioppini (di Cleo65)

Ricette visitatori

I pioppini, o piopparelli, sono un tipo di fungo che comincia a spuntare in questa


stagione e, se raccolti freschi, sono profumati e gustosissimi, diversi da qualsiasi altro
tipo di fungo.
Quelli coltivati, presenti in molti supermercati, a volte perdono molto di queste qualit
quindi se potete procurateli freschi.
In alternativa, potete fare queste lasagne anche con un misto di funghi a vostro gusto.

Illustrate e non

Dosi per 4 persone


Ingredienti per la pasta: 300 gr. di farina 00, 3 uova, 1 cucchiaio di prezzemolo
tritato, un pizzico di sale.
Ingredienti per la besciamella:100 gr. di burro, 100 gr. di farina 00, 1 lt. di latte,
200 gr. di parmigiano grattugiato, sale, pepe.
Ingredienti per il ripieno: 500 gr. di pioppini (o piopparelli) freschi, 2 cucchiai di
prezzemolo tritato, 5 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 spicchio di aglio pulito,
1/2 bicchiere di vino bianco secco, 1/2 dado ai funghi, sale, pepe.
Fate la fontana con la farina, aggiungete il
sale, il prezzemolo, le uova ed impastate
energicamente fino ad ottenere un
panetto consistente.
Lasciate riposare la pasta 20 minuti
coperta da un recipiente capovolto.
In un tegame fate imbiondire l'aglio
nell'olio, aggiungete i pioppini ben lavati e
tagliati per il lungo, il prezzemolo e
sfumate con il vino.

Aggiungete il dado, il pepe e un pizzico di


sale, continuando la cottura per almeno
30 minuti, aggiungendo poca acqua alla
volta se asciugano troppo.
Una volta cotti, assaggiate di sale, togliete
l'aglio e tritateli con il mixer.
Nel frattempo preparate la besciamella:
sciogliete il burro ed incorporatevi la
farina lontano dal fuoco, poi incorporatevi
il latte tiepido poco alla volta.
Portate ad ebollizione cuocendo per 2-3
minuti, salate e pepate, amalgamatevi il
parmigiano e i funghi tritati.
Tirate la pasta non sottilissima, tagliatela
a rettangoli e cuocetela in acqua salata

per 4 minuti circa.


Scolatela, raffreddatela in acqua corrente e adagiatela su canovacci puliti ad asciugare.
In una pirofila mettete uno strato di besciamella, poi uno strato di pasta e via via fino
ad esaurire gli ingredienti, finendo con la besciamella.
Cuocete in forno preriscaldato a 170 gradi per circa 30 minuti.
Servite le lasagne calde spolverizzate di parmigiano.
Cleo65

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cleo2006/09/2005 1:01:16

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!

Linguine allo scoglio (di Nerio)


Ingredienti per 8 persone (abbondante da
usare come piatto unico): 1 kg di linguine
- 500 gr di pomodori a pezzettoni in
scatola - 2 kg di cozze - 1 kg di vongole 1/2 kg di polipi piccoli - 1/2 kg di calamari
piccoli - 1/2 kg di seppioline - 1/2 kg di
gamberetti (piccoli e precotti) - 1/2 kg di
gamberoni - 12 scampi medi - 12
cannocchie - un bel ciuffo corposo di
prezzemolo - 3 cipolle piccole - un gambo
di sedano - una carota - vino bianco secco
- olio - aglio - aceto - cognac peperoncino - sale - pepe - fumetto di
pesce.

Vota l'autore di
questo articolo (Nerio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Questa una ricetta che ne racchiude diverse al suo interno, io la inizio la sera prima
con il fumetto di pesce, indispensabile per una buona riuscita, e con la cottura del
polipo.
La ricetta del fumetto di pesce la trovate gia', e non la ripeto. Qua dico solo per di
farne una certa quantit perch oltre a diversi usi che poi spiegher, andremo a
cuocere le linguine proprio in questo brodo.
Per il polipo in una pentola mettiamo acqua, il gambo di sedano una cipolla e la
carota tagliata grossolanamente, 3 o 4 grani interi di pepe nero e alcuni gambi di
prezzemolo.
Portiamo ad ebollizione, saliamo e tuffandoci i polipi puliti che cuoceremo per una
ventina di minuti: con uno stecco da spiedino possiamo sempre controllare, quando li
sentiamo teneri...
Spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare nella sua acqua di cottura.
Ad acqua fredda scoliamo il polipo (anche il giorno seguente) e tagliamolo a pezzetti
da mettere nel sugo.
Teniamo da parte il polipo tagliato e il brodo in cui lo abbiamo cotto filtrato nel colino.
Volendo la sera precedente, si possono iniziare a
preparare anche le vongole che necessitano sempre
di diverse ore in ammollo per spurgarsi della
eventuale sabbia.
Mettiamo l'acqua in una casseruola, sale e una
leggera spruzzata di aceto;: l'aceto orticante per le
vongole e aiuta a farle spurgare.
Mettiamo le vongole e, se preparate con molto
anticipo, mettiamo la casseruola in frigo.

Prepariamo le cozze alla marinara, togliendo il barbiglio al


di sotto delle cozze, lavandole sotto l'acqua corrente e
pulendole da eventuali alghe (le calcificazioni bianche si
possono lasciare).
In una pentola mettiamo olio 3 0 4 spicchi di aglio intero
schiacciato che poi andr tolto insieme ai gusci e, appena
inizia a rosolare, mettiamo il prezzemolo subito seguito dalle
cozze.
Copriamo e appena le cozze inizieranno ad aprirsi (serviranno
pochi minuti) bagniamo con il vino.
Mescoliamo bene sempre a fuoco vivo come siamo partiti e,
quando le cozze sono tutte aperte, ancora 2 o 3 minuti e
spegniamo.
Cosi fatte, sono cozze alla marinara che sgusceremo
lasciandone solo una piccola parte le pi belle per addobbare
i piatti. Conserviamo il sugo delle cozze.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio4 (1 of 3)06/09/2005 1:01:25

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Scoliamo adesso le vongole che avevamo messo a


spurgare; se vediamo parecchia sabbia sul fondo della
casseruola, possiamo ripetere l'operazione dell'ammollo,
altrimenti possiamo alla cottura alla marinara con il
medesimo procedimento eseguito per le cozze, ma con solo
un paio di spicchi d'aglio (le vongole sono di meno).
Le vongole vivono nella sabbia e, nonostante l'ammollo,
talvolta potrebbe ugualmente restare della sabbia una volta
aperte: non c' niente di pi fastidioso della sabbia fra i
denti! Un sistema di ovviare questo:
- prendiamo un filtro di carta e appoggiamolo su di un
imbuto (va bene lo strofinaccio da cucina) e con questo
filtriamo il sugo delle vongole
- sgusciamo anche le vongole tenendone sempre una parte
intera per addobbare i piatti e mettiamo l'interno vongole da
una parte
- nel sugo filtrato laviamo le vongole e filtriamo di nuovo il

sugo.
Questa operazione l'ho ripetuta pure 3 volte in un caso in cui le vongole contenevano
parecchia sabbia; il lavoro comunque ne vale sempre la pena. Ovviamente
conserviamo il sugo che ci servir alla fine.

Puliamo e tagliamo i calamari e dopo avere portato all'ebollizione del brodetto


tuffiamoci i calamari.
E' proprio il caso di dire "tuffiamoci" perch, con molta attenzione, possiamo lasciarli
cuocere anche solo 2 o 3 minuti, appena riprende l'ebollizione o anche prima sono gi
da scolare: lasciandoli pi tempo diventerebbero duri e dovrebbero lessare molto pi a
lungo, in tal caso potete sempre lasciarli fino a che tornino teneri.
La stessa va fatta per le seppioline, ma il tempo per lessarle velocemente
leggermente pi lungo, 5 o 6 minuti.
Laviamo gli scampi e mettiamoli in una
teglia da forno; la stessa cosa faremo per
le cannocchie.
La cottura ottimale per entrambe sarebbe
a vapore che, fatta in casa, si perde
l'ottimo sugo che buttano durante la
cottura.
Per ovviare a questo inconveniente,
bagno cannocchie e scampi in teglia, con
del fumetto di pesce bollente, chiudo bene
con carta d'alluminio e metto in forno a
230 gradi per 8-10 minuti.
Prendo fuori dal forno e lascio coperte le
teglie, cosi non seccano.
Sgusciamo i gamberoni e con un piccolo
taglio sul dorso togliamo il bubellino
interno e laviamoli.
Nella padella larga che ci servir per
saltare la pasta, metto un trito d'aglio (1
spicchio) e 1/2 cipolla piccola tritata.
Faccio imbiondire e ci rosolo per
pochissimi minuti (3 o 4) le code.
Bagno con cognac che fiammeggio poi
tolgo il tutto dalla padella e metto da un
lato.
Lo stesso procedimento, ma ancor pi
velocemente nella cottura, lo uso per i
gamberetti che sono pi piccoli.
Tolgo ancora dalla padella e preparo
l'ultimo trito.
Aglio 3 spicchi, cipolla piccola e, una volta
rosolato il trito, aggiungo il pomodoro a
pezzettoni e il sugo delle cozze che lascio restringere insieme al sugo di pomodoro.
Controllo di sale pepe e aggiungo qualche peperoncino tritato.
In una pentola larga adatta per cuocere le
linguine raccolgo il fumetto di pesce e
il brodo del polipo; se necessario
aggiungo un po' d'acqua, controllo di sale
e porto all'ebollizione.
Stendo su una teglia larga vongole e
cozze sgusciate, calamari, gamberetti
piccoli e polipo.
Butto la pasta ed intanto bagno gli
ingredienti in teglia con il sugo delle
vongole e metto in forno per qualche
minuto a 230 gradi; tolgo appena
riscaldati e metto in forno pure gli scampi
e cannocchie, le cozze e le vongole con il
guscio appoggiate sopra e bagno
leggermente con pochissimo brodo tolto dalla cottura della pasta.
Nella padella con il pomodoro aggiungo i gamberoni che, appena caldi prima di scolare

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio4 (2 of 3)06/09/2005 1:01:25

Articoli sulla cucina - Mister Carota

la pasta, metto da parte.

E' tutto pronto, scolo la pasta che metto


in padella, aggiungo gli ingredienti della
teglia e a questi mentre salto aggiungo il
sugo che si formato sotto alle
cannocchie e sotto agli scampi nelle teglie.
Questi sughi sono in quantit minime ma
sono pieni di sapore!
Componiamo i piatti aggiungendo su
ognuno: gamberoni, vongole e cozze con
il guscio, uno scampo e una cannocchia,
per finire del prezzemolo tritato.

Ma... se una volta composti 8 piatti i conti


non tornano? Se restano delle linguine,
delle cannocchie, degli scampi? Non credo
sia il caso di preoccuparsi, qualcuno
pronto per il bis lo troverete sempre ;-)
Scherzi a parte, volevo sottolineare una
cosa: molto importante saltare o
mescolare le bene le linguine su di una
padella a fuoco vivo e se vi trovate con la
pasta troppo secca, potete sempre
aggiungere brodo di cottura, che
sempre il caso di farlo. Se poi non avete
una padella adeguata per saltare tutta la
pasta potete sempre farlo in 2 tornate.
C' una persona qu che aveva chiesto gli
spaghetti al posto delle linguine: sar
buono ;-) concedo pure il permesso di
cambiare, purch la scelta della pasta, sia
l'una o l'altra, sia di ottima qualit e non scoccia facilmente ;-)

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio4 (3 of 3)06/09/2005 1:01:25

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

MALLOREDDUS AL PESTO DI POMODORI SECCHI E PINOLI (gnocchetti sardi)


Ingredienti per i malloreddus
(gnocchetti sardi): 200 gr di
semola di grano duro (per pasta) 100 ml circa di acqua calda
(quantit assolutamente indicativa)
- pizzico di sale.

Amalgamiamo tutti gli ingredienti


ottenendo un impasto morbido ma
sodo.

Lavoriamo e amalgamiamo bene


l'impasto per 5 minuti circa

Tagliamo a pezzetti l'impasto

http://www.mistercarota.com/specia/malloreddus.htm (1 of 4)06/09/2005 1:01:37

Iscriviti alla nostra


newsletter
Copyright 2004
Claudio Palma - Tutti i
diritti riservati

Le ricette speciali - Mister Carota

Formiamo dei lunghi serpentelli


abbastanza sottili

Tagliamo minuscoli gnocchetti di 1 o


massimo 2 cm (a parte la
tradizione, dipende anche dai gusti)

Cliccando su questa foto possibile


vedere una sequenza di immagini
che illustra due metodi per ottenere
dei malloreddus di grandezza giusta
e rigati; per fare cio' sarebbe
necessario l'apposita tavoletta di
legno rigata, ma possiamo
arrangiarci usando una forchetta o un cesto di vimini; in ogni caso si prende lo
gnocchetto, di mette, ad esempio, sui rebbi della forchetta, si preme con il
pollice e si fa rotolare imprimendogli una certa forza; non schiacciarlo troppo ma
imprimere una certa forza in modo da ottenere uno spessore di pasta non
troppo grosso e una rigatura uniforme (vedi la sequenza delle immagini
tratte da un video che poi vedro' di mettere on-line)
Con le dosi date in questa ricetta e
con la grandezza data agli
gnocchetti (a me piacciono grossi)
bastano e 2 o 3 persone

http://www.mistercarota.com/specia/malloreddus.htm (2 of 4)06/09/2005 1:01:37

Le ricette speciali - Mister Carota

Ingredienti per la salsa: 5 o 6


pomodori secchi - un cucchiaio raso
di pinoli - 1 cucchiaio e 1/2 di
parmigiano e pecorino - 2 o 3
spicchi d'aglio - una manciatina di
foglie di basilico - olio grezzo (non
filtrato) q.b. a rendere cremosa la
salsa
Pestare tutti gli ingredienti iniziando
dal basilico, poi i pomodori secchi,
poi i pinoli e l'aglio, poi aggiungere
alternativamente formaggi
grattugiati e olio sino ad ottenere
una salsa cremosa

Mettiamo a bollire una pentola


d'acqua e aggiungiamo un goccio
d'olio per non far attaccare gli
gnocchetti, dal momento che sono
ancora freschi; appena l'acqua bolle
mettiamo del sale

Lessiamo gli gnocchetti: anche se


sono freschi teniamo conto che
hanno un certo spessore e quindi
occorrer del tempo per cuocerli;

http://www.mistercarota.com/specia/malloreddus.htm (3 of 4)06/09/2005 1:01:37

Le ricette speciali - Mister Carota

questo tempo dipende dalla


grandezza data agli gnocchetti,
quindi non basta che "vengano a
galla" ma occorrer farli cuocere da
qualche minuto a 10 minuti,
secondo la loro grossezza

In ogni piatto mettiamo un po' di


salsa e diluiamola con un goccio di
acqua di cottura degli gnocchetti;
scoliamo gli gnocchetti,
amalgamiamoli alla salsa e buon
appetito!

Download: scarica MALLOREDDUS AL PESTO DI POMODORI SECCHI E


PINOLI
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

Copyright 2004 Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/malloreddus.htm (4 of 4)06/09/2005 1:01:37

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!

Pasta e patate (di Mara Reggio)

Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)

Ingredienti: 3/4 di patate - polpa di


pomodoro - sedano - olio - parmigiano cipolla - sale - pasta mista o tubetti o
spaghetti spezzati.

Illustrate e non

Sbucciamo e tagliamo a dadini le patate.

Articoli sulla cucina

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Un secolo fa'

Trucchi e consigli
Newsletter

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci
In una pentola tagliamo finemente una
bella cipolla e facciamola rosolare.

Aggiungiamo il gambo del sedano e un


bicchiere di polpa di pomodoro.

Facciamo andare un po' e poi


aggiungiamo le patate.
Facciamole cuocere per un po' e poi
aggiungiamo dell'acqua e aggiustiamo di
sale.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara28 (1 of 3)06/09/2005 1:01:45

Ricette visitatori

Articoli sulla cucina - Mister Carota

In questa ricetta, ho usato la pentola a


pressione per sbrigarmi prima, ma...

...nel momento di cuocere la pasta ho


cambiato pentola e l'ho cotta in una
normale.

A fine cottura delle patate, ho aggiunto la


pasta, ho fatto cuocere almeno per 3
minuti.

Poi ho aggiunto una bella manciata di


parmigiano.

Continuando la cottura, ho controllato il


sale e ho aggiunto altra acqua per non
farla attaccare alla pentola.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara28 (2 of 3)06/09/2005 1:01:45

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Quando la pasta si cotta, l'ho fatta


riposare a fuoco spento per 3 minuti e
poiiiiiiiiiiii...
ecco il piatto pronto...
Buon appetito !!!
Mara

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara28 (3 of 3)06/09/2005 1:01:45

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!

Maccheroni di casa (di Mara Reggio)

Ricette visitatori

Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)

La ricetta che sto per darvi piace a tutta la mia famiglia, ma quando dico tutta, non
intendo solo ai miei figli e mio marito, ma anche a tutti i miei parenti! Quindi
immaginate quando devo invitarli a pranzo!
Questo un sugo che puo' condire in genere ogni tipo di pasta, ma di solito e per
tradizione deve condire della pasta fatta in casa che in Calabria chiamano "maccheroni
di casa" (forse non so' se lo sapete, ma io sono calabrese).

Illustrate e non

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Per prima cosa, comprate 3 belle melanzane, lavatele, affettatele, salatele e mettetele
a colare, poi premetele e friggetele.
Intanto preparate un sugo semplice con olio, una cipollina novella (ora tempo delle
cipolline quindi usatele a preferenza delle altre) fatela rosolare e aggiungete delle
pelate [pomodori pelati - n.d.r.] o della passata di pomodoro. Aggiustate di sale.
Quando il sugo a meta' cottura, prendete le melenzane, aprite ogni fetta e fatele
diventare a listarelle versatele dentro il sugo e continuate la cottura.
Prima di spengere il sugo, versateci una bella manciata di parmigiano e una di
pangrattato, girate e lasciate ancora per qualche minuto e poi spengnete il fuoco
aggiungendo un pugno di foglie di basilico (quando c').
Per la pasta in casa, se seguirete bene le mie istruzioni, sara' molto facile: prendete 1
kg di farina, mettetela a fontana sul tavolo di lavoro, fate il buco al centro e metteteci
2 uova, un pizzico di sale e poi dell'acqua man mano che impastate fino a raggiungere
la consistenza di un bel panetto.
Lavoratelo ben bene e poi
tagliate dei pezzi e
allungateli a cilindri,
tagliate ancora a pezzettini
tipo gnocchi.

E adesso (attenzione!!!) procuratevi un ferro da calza sottile n.2, con una pinza
tagliate la testa del ferro in modo che ci sia la punta da tutte due le parti.
Prendete un pezzettino di
pasta e poggiate il ferro al
centro, schiacciate un po' e
poi filate con le mani, la
pasta tendera' ad
avvolgersi nel ferro e ad
allungarsi.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara20 (1 of 3)06/09/2005 1:01:59

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

In effetti otterrete dei


grossi bucatini, con la mano
destra mantenete il ferro e
con la sinistra tirate fuori il
filo di pasta,

lo troverete un po'
attorcigliato e voi...

con le mani allungatelo e...

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara20 (2 of 3)06/09/2005 1:01:59

Articoli sulla cucina - Mister Carota

mettetelo su una tovaglia


ad asciugarsi.

Procedete cosi' fino alla fine del panetto ( un po' lungo ragazzi!!).
Quando i maccheroni
saranno asciutti (io li
preparo sempre la sera
prima) procedete alla
cottura normale...

e poi conditeli con il sugo


alle melanzane!

Ragazzi!!! non so' chi di voi la fara'... ma se qualcuno ci provera'... speriamo che me
lo dira'!!!
Buon appetito a tuttiiiii!!!!!
Mara Reggio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara20 (3 of 3)06/09/2005 1:01:59

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Rigatoni con zucchine e polpettine (di Nerio)

Ricette visitatori

(piatto unico)
Ingredienti per la pasta: 500 gr di maniche (rigatoni) - 300 gr di salsa di pomodoro
- basilico
Ingredienti per le zucchine trifolate: 3 o 4 zucchine - 2 spicchi d'aglio - olio
extravergine d'oliva - prezzemolo - sale - pepe.
Ingredienti per le polpettine: 150 gr di
cartella di manzo - 150 gr di carne di
maiale magra - 100 gr di mortadella - 100
gr di parmigiano - 3 fette di pancarre' - 1
uovo - un ciuffettino di prezzemolo - un
po' di latte - noce moscata - olio (vedi
preparazione) - sale - pepe.

Illustrate e non

Invia i tuoi articoli!


Vota l'autore di
questo articolo (Nerio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Preparazione.

Lascio al macellaio il compito di tritare la


carne e la mortadella e a questo trito
aggiungo, impastando, il parmigiano
grattugiato, l'uovo, il pancarr
leggermente bagnato con il latte e poi
strizzato.
Per ultimo regolo di sale pepe e a
piacimento un po' di noce moscata
incorporando pure il prezzemolo.
Se l'impasto diventa troppo tenero, si pu
aggiungere un po' di pane grattugiato in
modo da raggiungere una consistenza che
non attacca alle mani e facilmente
riducibile a palline della dimensione di una
piccola noce.
Per cuocere queste polpette si puo' usare
una piccola pentola dove friggerle ad
immersione.
Oppure, come preferisco io, in padella con
meno olio e poche per volta, rigirandole
continuamente.
Essendo rotonde non difficile, basta
muovere di continuo la padella e in questo
modo, con poco olio, prendono anche
meglio la rosolatura.
Volendo usare olio d'oliva indicato un
olio delicato di sapore, diversamente
volendo usarlo di semi consiglio quello
d'arachidi.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio9 (1 of 2)06/09/2005 1:02:07

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Scolando, metto le polpettine su carta


assorbente in modo che possa raccogliere
l'olio in eccesso.

Preparo per le zucchine trifolate,


tagliandole a rondelle non molto spesse e
dopo avere insaporito l'olio con l'aglio
aggiungo le zucchine.
Regolo di sale e pepe e faccio una cottura
al dente delle zucchine.
Per ultimo, poco prima di toglierle dal
fornello, aggiungo il prezzemolo tritato.

Mentre cuoce la pasta aggiungo alla salsa


di pomodoro qualche polpetta sbriciolata
insieme al basilico tagliato a julienne.
Con questa salsa vado a condire la pasta
scolata e dopo avere riscaldato le
zucchine e le polpette, in forno
tradizionale o a microonde, compongo il
piatto lasciando gli ingredienti composti in
modo separato.
Questa portata non si puo' definire un
primo, nemmeno un secondo e all'interno
c' pure un contorno: un piatto unico
insomma, anche se spesso i piatti unici
non contengono pasta.

Buon appetito!
Nerio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio9 (2 of 2)06/09/2005 1:02:07

Spaghetti di riso all'orientale a cura di Livio Guazzotti - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => Ricette orientali & C. => Spaghetti di riso all'orientale a cura di Livio Guazzotti
o Le spezie presenti in
queste ricette

Spaghetti di riso all'orientale a cura di Livio Guazzotti

Ingredienti per 4 persone:


400 gr di carne di maiale macinata - 1
cucchiaio scarso di pasta di gamberi
piccante - 1 spicchio di aglio tritato - 1
cucchiaio di polvere di curry - 1
cucchiaino di curcuma - 2 cucchiai di
salsa di pesce - 1 cucchiaino di
zucchero - 1 tazza di brodo di pollo 2 cucchiai di succo di limone - 400 gr
di spaghetti (o tagliatelle) di riso cotti
molto al dente - 1 cucchiaio di
prezzemolo tritato - olio e sale

o Cos' il wok

Scaldate l'olio nel wok e rosolatevi per pochi secondi l'aglio poi aggiungete la pasta
di gamberi, la curcuma, lo zucchero, il curry, la salsa di pesce e la carne e cuocete
per 8-10 minuti mescolando continuamente.
Aggiungete il succo di limone ed il brodo, regolate di sale e fate bollire a fuoco
basso per 5 minuti.
Scolate gli spaghetti di riso al dente e terminate la cottura con il sugo, mescolando
accuratamente per insaporirli in maniera uniforme.
Ritirate il wok dal fuoco, aggiungete il prezzemolo, rimescolate e servite.
TORNA SU
2003-2005 Livio Guazzotti per le ricette orientali
2001-2005 Claudio Palma per il sito web, le pagine web e la grafica

http://www.mistercarota.com/oriente/spariso.htm06/09/2005 1:02:13

Iscriviti alla nostra


newsletter
2003-2005 Livio
Guazzotti per le ricette
orientali
2001-2005 Claudio Palma
per il sito web, le pagine
web e la grafica

Disclaimer, note legali,


legalese...

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Nerio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Taglioline fredde allo zafferano (di Nerio)


Ingredienti: 500 gr di tagliatelle all'uovo mezzane (larghe 5 mm) - 1 kg pomodoro
ramato rosso sodo ma maturo - 50 gr di capperi sott'aceto - 3 bustine di zafferano qualche ciuffo di basilico - olio extravergine delicato - sale - pepe.

Ricette visitatori
Illustrate e non

Un secolo fa'
Metto abbondante acqua in 2 pentole capienti: una la uso per preparare il pomodoro
in concassea, l'altra per cuocere le tagliatelle ma con sale e un cucchiaio di olio (che
Articoli sulla cucina
mi aiuter a tenere sgranata la pasta una volta scolata).
Butto la pasta, che dovr essere di ottima qualit e dovr cuocere al dente.
Trucchi e consigli
Controllo sulla confezione il tempo di cottura scolandola, se mai, con un poco
d'anticipo.
Newsletter
Una volta tolta dal fuoco la pasta,
aggiungo subito un poco d'acqua fredda,
in modo da fermare la cottura, poi la scolo.
L'ideale, avere a disposizione un piano
di marmo o d'acciaio e raffreddare la
pasta su questo. Personalmente uso un
piccolo piano di granito che mi sono
procurato come accessorio di cucina e
che, oltre a raffreddare velocemente,
utile in cucina anche per altre
preparazioni.
Mentre la pasta era in cottura in una
piccola ciotola con un 3 o 4 cucchiai
d'acqua avevo sciolto le bustine di
zafferano, che adesso verso sulla pasta
mescolando con una cucchiaia a rebbi
larghi per tenere ben granata la pasta e
fare prendere il sugo dello zafferano su
tutte le tagliatelle.
Metto un po' d'olio e controllo che tutta la
pasta sia ben sgranata.

Mentre le tagliatelle si raffreddano, taglio i


capperi scolati dall'aceto, li sminuzzo
finemente e spezzetto a julienne il basilico
(ne conservo un po' per l'addobbo).
Alle tagliatelle tiepide aggiungo i capperi
incorporandoli.
Poi condisco il pomodoro in concassea con
sale, pepe e olio e lo aggiungo con il
basilico alle tagliatelle, mescolando ancora.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio8 (1 of 2)06/09/2005 1:02:19

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Il piatto : pronto, ma a questo punto


importantissimo lasciare riposare almeno
3 o 4 ore affinch i sapori si incorporino
alla tagliatelle.
Se preparate questo piatto il giorno
precedente, lo conserverete in frigorifero,
ma importante toglierlo fuori qualche
ora prima per non servirlo freddo di frigo.

Con questa ricetta ho ricevuto una "medaglia" e i complimenti da una delle migliori
cuoche della scuola (dove faccio il coordinatore) che mi ha detto: non amo le paste
fredde ma questa veramente buona.
Non sono gli unici complimenti ricevuti per questa ricetta, ma questi li conservo con
occhio di riguardo ;-)
Nerio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio8 (2 of 2)06/09/2005 1:02:19

Gamberi con pomodori verdi alla cambogiana a cura di Livio Guazzotti - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => Ricette orientali & C. => Gamberi con pomodori verdi alla cambogiana a cura di

Livio Guazzotti
o Le spezie presenti in
queste ricette

Gamberi con pomodori verdi alla cambogiana a cura di Livio Guazzotti

Ingredienti per 4 persone:


300 gr di gamberi sgusciati e puliti - 2
pomodori verdi tagliati a fette - 1
cipollotto verde tagliato a pezzi
comprese le foglie - 2 spicchi di aglio
tritati - 1 cucchiaio di salsa di ostriche
- 1 cucchiaio di salsa di soia dolce 1/2 cucchiaino di peperoncino in
polvere - 1 cucchiaio scarso di
maizena - 1/2 bicchiere di acqua - olio
di arachidi e sale

o Cos' il wok

Mescolate in una ciotola l'acqua, la maizena, la salsa di soia dolce, la salsa di


ostriche e tenetela da parte.
Scaldate l'olio nel wok

e fatevi saltare per pochi minuti


l'aglio, il cipollotto ed i pomodori,
mescolando.

http://www.mistercarota.com/oriente/gambericam.htm (1 of 2)06/09/2005 1:02:26

Iscriviti alla nostra


newsletter
2003-2005 Livio
Guazzotti per le ricette
orientali
2001-2005 Claudio Palma
per il sito web, le pagine
web e la grafica

Disclaimer, note legali,


legalese...

Gamberi con pomodori verdi alla cambogiana a cura di Livio Guazzotti - Mister Carota

Aggiungete i gamberi ed il
peperoncino e mescolate
velocemente,

non appena i gamberi iniziano a


cambiare colore (2-3 minuti)
aggiungete il contenuto della ciotola
del punto 1, salate e continuate a
mescolare.

Ritirate dal fuoco e servite non


appena la salsa sia addensata.

TORNA SU
2003-2005 Livio Guazzotti per le ricette orientali
2001-2005 Claudio Palma per il sito web, le pagine web e la grafica

http://www.mistercarota.com/oriente/gambericam.htm (2 of 2)06/09/2005 1:02:26

Gamberi fritti con asparagi a cura di Livio Guazzotti - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => Ricette orientali & C. => Gamberi fritti con asparagi a cura di Livio Guazzotti
o Le spezie presenti in
queste ricette

Gamberi fritti con asparagi a cura di Livio Guazzotti

Ingredienti per 4 persone:


500 gr di gamberi puliti - 500 gr di
asparagi teneri tagliati a pezzi di circa
4 cm - 2 spicchi di aglio tritati - 1
cipolla tagliata a pezzi - la parte verde
di 1 cipollotto affettata - 1 cucchiaino
di maizena sciolto in bicchiere
scarso di acqua - 1 cucchiaio di
zucchero - 2 cucchiai di salsa di
ostriche - olio di arachidi, sale e pepe

o Cos' il wok

Marinate i gamberi con sale e pepe per circa 20 minuti.


Mescolate la maizena con lo zucchero e la salsa di ostriche e tenetela da parte.
Scaldate l'olio nel wok

e fatevi rosolare per pochi secondi


l'aglio e la cipolla

quindi aggiungete gli asparagi e


cuocete mescolando per 4-5 minuti.

http://www.mistercarota.com/oriente/gambeaspa.htm (1 of 2)06/09/2005 1:02:32

Iscriviti alla nostra


newsletter
2003-2005 Livio
Guazzotti per le ricette
orientali
2001-2005 Claudio Palma
per il sito web, le pagine
web e la grafica

Disclaimer, note legali,


legalese...

Gamberi fritti con asparagi a cura di Livio Guazzotti - Mister Carota

Aggiungete i gamberi, salate


leggermente e cuocete per 3-4 minuti.

Aggiungete la maizena con la salsa di


ostriche e lo zucchero, mescolate per
bene quindi unite il verde dei cipollotti
e cuocete ancora 3 minuti
mescolando, ritirate dal fuoco e
servite con riso basmati bollito.
Livio Guazzotti

TORNA SU
2003-2005 Livio Guazzotti per le ricette orientali
2001-2005 Claudio Palma per il sito web, le pagine web e la grafica

http://www.mistercarota.com/oriente/gambeaspa.htm (2 of 2)06/09/2005 1:02:32

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!

Orate al sale (di Nerio)

Ricette visitatori

Vota l'autore di
questo articolo (Nerio)

Ingredienti: 2 orate di 300 gr cadauna - 3


albumi - 1,5 kg di sale fino (circa, dipende
dal peso delle uova) - aglio - timo.
Decorazione a piacere.

Illustrate e non

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Chi ha pi fantasia ce la metta, anche


prendendo spunto dalla foto che vedete.
Questa ricetta ti da' il modo di fare, disfare
e modellare a tuo piacimento.

Articoli sulla cucina

Ma partiamo dalle basi. Lasciamo che il


In qualunque caso di
nostro pescivendolo ci squarti il pesce e lo
violazione di
pulisca grossolanamente; una volta a casa togliamo le branchie, laviamolo sotto l'acqua
Copyright, contattateci corrente e lo asciughiamo.
Per questa ricetta non squamo il pesce e non taglio le pinne: andranno eliminate al
momento di servire.
All'interno mettere aglio, spicchio intero e
timo (ma volendo anche rosmarino,
origano, scorza di limone...).

Montiamo le chiare d'uovo a neve ferma e,


in una terrina larga, iniziamo ad
incorporarvi il sale fino.
Alla fine l'impasto deve essere compatto ed
abbastanza asciutto senza sgranare per
una eccessiva presenza di sale e deve
mantenere la forma.
Vi consiglio di iniziare da un lato della
terrina e, trovata la giusta consistenza,
finire l'intero composto.

Copriamo una teglia larga con carta forno


fatta aderire a questa imburrandola
leggermente; facciamo uno strato di
impasto alto poco meno di 1 cm, su cui
adagieremo il pesce.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio1 (1 of 3)06/09/2005 1:02:39

Un secolo fa'

Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Copriamo ancora con il composto per


almeno i cm di spessore: deve risultare
una bella ingessatura, che poi levigheremo
con cura, seguendo la sagoma del pesce.

Per le finiture useremo l'attrezzo per


svuotare le zucchine per fare le squame, o
anche un cucchiaino per sagomare gli
occhi, le ciglia, la bocca.

Per finire due incisioni, in senso


longitudinale sulla parte superiore ed
inferiore lungo l'impasto che ricopre il
pesce, ci aiuteranno ad aprirlo al momento
di servirlo, come se dovessimo togliere un
coperchio.

Cuoceremo il pesce cosi preparato in forno


a 220 gradi C. per 20 minuti circa (
pronto quando il sale prende leggermente
il colore ambrato).
Dopo estratto il pesce e lievemente
raffreddato, i blocchi di sale che lo
ricoprono saranno compatti e duri come
fossero di pietra.

Andiamo a comporre. Ci serve un qualcosa


da portata largo a forma di boccia, come
fosse un vaso per pesci, ritagliandolo da un
cartone rigido che poi copriremo con
stagnola.
I cuori sono fatti con l'avanzo di un poco di
sale.
Le bolle sono gocce di vetro.
Sbizzarriamoci: con insalata, con le foglie
del sedano come ho fatto in questo caso,
comunque sembreranno alghe.
La sabbia sul fondo zucchero di canna.
L'azzurro un cartoncino, innoquo dal
momento che il pesce ha un suo
contenitore formato dal sale.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio1 (2 of 3)06/09/2005 1:02:39

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ho pensato a questa idea per San


Valentino, ma per una cena a 2 o
qualunque occasione in cui vogliate usarla
sempre di sicuro effetto.

Qui vedete invece lo sfondo scuro. La


cottura al sale resta una preparazione fra
le migliori per branzino, orata, triglia e
dentice, lasciando un gusto pulito e
delicato.
Questa ricetta la dedico a voi, al momento
non ho una persona con cui festeggiarla
con amore come si dovrebbe; intanto per
mi alleno e prima o poi ;-).
Nerio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio1 (3 of 3)06/09/2005 1:02:39

Hamburger - Mister Carota

Ricette di cucina - sfizi e specialit


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => Come farsi un hamburger


Come farsi un hamburger (di tacchino) dalla A alla Z

S, effettivamente stiamo esagerando! Non ci vuole poi molto a fabbricarsi un


hamburger a casa: basta avere l'attrezzo giusto. Sicuramente nella nostra
citt ci sar pure un mercatino o qualcosa del genere. Bene, l di sicuro
troveremo qualche bancarella con tutti quegli attrezzi per la cucina.
Ad esempio io ho trovato un semplice e piccolo
strumento per fare gli hamburger costituito da
un piccolo recipiente ed un piccolo coperchio.

Quello che ho io si usa in questo modo: si trita


la carne, (se non ci fidiamo usiamo quella di
tacchino nell'attesa che la mucca la smetta di
essere cos pazza), e tritiamo insieme alla
carne anche gli odori che ci piacciono di piu',
ad esempio uno spicchio d'aglio.

Si bagna sia il recipiente sia il piccolo


coperchio, si mette 100 gr circa di carne nel
recipiente, si mette il coperchio e si preme,
con tutta la forza che abbiamo. Poi solleviamo
il coperchio e stacchiamo piano piano
l'hamburger.

Ed ecco quindi il nostro hamburger di tacchino


pronto per essere cotto alla griglia o ai ferri.
Chiaramente potremo mettere nel nostro
hamburger non solo dell'aglio, come questo
che stiamo facendo, ma ad esempio della
cipolla tritata finemente, oppure aglio e
rosmarino, oppure ancora salvia ed alloro ecc...
Insomma una volta confezionato il nostro
hamburger cuociamolo. Prendiamo una padella
antiaderente e mettiamola sulla fiamma finch
diventi rovente. Mettiamo sulla padella l'hamburger e appena inizia a
rosolarsi, muoviamo la padella per staccarlo, poi con una paletta di legno
rivoltiamolo per farlo rosolare anche dall'altra parte. Regoliamo il sale, poi
diamo una bella spruzzata di succo di limone; volendo potremmo usare del
vino al posto del limone. Facciamo evaporare il succo di limone, poi portiamo
a cottura tenendo la fiamma media, e bagnando se occorre con una
spruzzata di acqua.

http://www.mistercarota.com/specia/hamburger.htm (1 of 2)06/09/2005 1:02:46

Iscriviti alla nostra


newsletter

Hamburger - Mister Carota

Et voil, ecco cotto il nostro hamburger. Ora


possiamo prepararci un bel panino, mettendo
sopra il nostro hamburger ci che vogliamo:
senape, sottilette, insalata, fettine di
pomodoro ecc...

http://www.mistercarota.com/specia/hamburger.htm (2 of 2)06/09/2005 1:02:46

Fegato con ananas a cura di Livio Guazzotti - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => Ricette orientali & C. => Fegato con ananas a cura di Livio Guazzotti
o Le spezie presenti in
queste ricette

Fegato con ananas a cura di Livio Guazzotti

o Cos' il wok

Ingredienti per 4 persone:


500 gr di fegato di vitello affettato
sottile e tagliato a striscioline - 1
piccolo ananas pulito e tagliato a
pezzetti - 3 gambi di sedano affettati 1 cipolla tagliata a pezzi - 2 spicchi di
aglio tritati - 1 cucchiaio di salsa di
pesce - 1 cucchiaio di salsa di soia 1/2 cucchiaio di zucchero - 1
cucchiaino di maizena sciolto in 1
bicchiere scarso di acqua - olio

Scaldate lolio nel wok

e fatevi saltare laglio e la cipolla per


pochi secondi

quindi aggiungete il fegato e


continuate a cuocere mescolando di
continuo per circa 5-6 minuti.

http://www.mistercarota.com/oriente/fegatoana.htm (1 of 2)06/09/2005 1:02:54

Iscriviti alla nostra


newsletter
2003-2005 Livio
Guazzotti per le ricette
orientali
2001-2005 Claudio Palma
per il sito web, le pagine
web e la grafica

Disclaimer, note legali,


legalese...

Fegato con ananas a cura di Livio Guazzotti - Mister Carota

Aggiungete lo zucchero, la salsa di


soia, la salsa di pesce e continuate a
mescolare per altri 3-4 minuti.

Aggiungete il sedano e lananas e


cuocete ancora qualche minuto,
mescolando continuamente.

Unite lacqua con la maizena,


mescolate e, appena il sugo si
addensa, servite con riso bollito.
Livio Guazzotti

TORNA SU
2003-2005 Livio Guazzotti per le ricette orientali
2001-2005 Claudio Palma per il sito web, le pagine web e la grafica

http://www.mistercarota.com/oriente/fegatoana.htm (2 of 2)06/09/2005 1:02:54

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Maya)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Medaglioni di maiale al forno (di Maya)


Ingredienti: 1 filetto di maiale - 1 mozzarella - 2 pomodori tondi - 1 cucchiaino di
origano - olio - sale e pepe.
Ingredienti per la salsa: 1 cucchiaio di pepe verde in salamoia - maionese e yogurt
in parti uguali (per un filetto medio, 1/2 vasetto di yogurt e altrettanta maionese) sale.
Occorrente: pirottini in alluminio.
Tagliate il filetto a fette di circa un cm.

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Cuocete in una padella con un filo d'olio i


medaglioni per circa 3 minuti rigirandoli a
met cottura.
Salate, pepate e tenete da parte.

Affettate la mozzarella e i pomodori.


Ungete i pirottini.
Disponete in ogni pirottino una fetta di
pomodoro, un medaglione di carne, una
fetta di mozzarella e chiudete con una di
pomodoro.
Cospargete con l'origano e infornate a
180 gradi per 15 minuti.

Nel frattempo preparate la salsa schiacciando in una ciotola il pepe verde.


Aggiungete lo yogurt e la maionese, salate e amalgamate bene il tutto.
Una volta sfornati, lasciate raffreddare
leggermente poi capovolgete le formine in
un piatto da portata.
Cospargete ogni medaglione con la salsa
e servite.
Maya

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=maya1206/09/2005 1:03:03

Mezzelune di pollo al curry a cura di Livio Guazzotti - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => Ricette orientali & C. => Mezzelune di pollo al curry a cura di Livio Guazzotti
o Le spezie presenti in
queste ricette
o Cos' il wok

Mezzelune di pollo al curry a cura di Livio Guazzotti

Ingredienti per 6 persone:


Per la pasta: 400 g di pasta all'olio lievitata (350 g di farina, 4 cucchiai di olio,
acqua, lievito, sale) qualche cucchiaio di acqua Per il ripieno: 300 gr di petto di
pollo macinato cipolla tritata 4 scalogni tritati 1 cucchiaio di pasta di gamberi
piccante 2 cucchiai di curry in polvere una macinata di pepe nero 1 cucchiaino di
farina 2 cucchiai di burro sale
Scaldate il burro fino a farlo leggermente dorare quindi unite la farina e fatela
imbiondire.
Aggiungete la cipolla, mescolate, e quindi unite in successione gli scalogni, la pasta
di gamberi, il curry, il pollo, il pepe ed il sale mescolando ad ogni aggiunta e cuocete
a fuoco basso per circa 40 minuti, aggiungendo acqua se asciuga troppo, togliete
dal fuoco e lasciate intiepidire.
Nel frattempo spianate la pasta e
ricavatene 12 sottili dischi del
diametro di circa 10-12 cm.

Sistemate qualche cucchiaio del


composto ottenuto al centro dei dischi
di pasta,

bagnate il bordo dei dischi con acqua


e ripiegateli a mezzaluna, pressando
bene i bordi per farli aderire,

http://www.mistercarota.com/oriente/mezpolcur.htm (1 of 2)06/09/2005 1:03:09

Iscriviti alla nostra


newsletter
2003-2005 Livio
Guazzotti per le ricette
orientali
2001-2005 Claudio Palma
per il sito web, le pagine
web e la grafica

Disclaimer, note legali,


legalese...

Mezzelune di pollo al curry a cura di Livio Guazzotti - Mister Carota

indi disponete le mezzelune sulla


teglia da forno unta, pennellatele con
poco olio, fatevi alcuni fori con uno
stuzzicadenti ed infornatele a 180
gradi per circa 25 minuti, fino a che
siano leggermente dorate.

Toglietele dalla teglia

e servitele con verdure fresche a


piacere.
Livio Guazzotti

TORNA SU
2003-2005 Livio Guazzotti per le ricette orientali
2001-2005 Claudio Palma per il sito web, le pagine web e la grafica

http://www.mistercarota.com/oriente/mezpolcur.htm (2 of 2)06/09/2005 1:03:09

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Nerio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Ossibuchi in bianco alle erbe aromatiche (di Nerio)


Ingredienti: 2 ossibuchi di bovino adulto (900 gr circa) - 1 cipolla piccola - 1
spicchio d'aglio - 1 rametto di rosmarino - 2 foglie di salvia - 1 foglia d'alloro
- 30 gr di burro - 30 gr di olio extravergine d'oliva - 1/2 bicchiere di vino
bianco secco - 1 bel bicchiere di latte - un po' di farina - brodo di carne (se
occorre) - sale - pepe - prezzemolo - fette di pane
Ingredienti per la riduzione: 1 scalogno - 4 rametti di timo - 1 limone non
trattato - olio - 1/2 bicchiere di vino bianco secco.
Ho infarinato leggermente gli ossibuchi e
rosolarti nel burro e olio.

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Per essere agevolato a girarli all'interno


della pentola, li ho rosolati rigirandoli da
tutte le parti uno per volta.

Mentre ho fatto sostare per un po' gli


ossibuchi su di un vassoio...

ho aggiunto: aglio tritato, cipolla, salvia,


alloro e un rametto di rosmarino che ho
fatto leggermente stufare a fuoco pi
dolce.
Dopo avere rimesso gli ossibuchi e
riscaldati bene, ho sfumato con il vino
bianco a fuoco vivo e, appena evaporato,
ho aggiunto il latte, poco sale e pepe.
A questo punto i modi di continuare la
cottura sono due: si puo' continuare la
cottura in pentola a pressione (come ho
fatto io che in questo caso che ero in
ritardo ed avevo fretta), oppure coprendo
con un coperchio si puo' continuare
facendo sobbollire sul fornello con la
piastra in ghisa, aggiungendo brodo se
secca troppo.
Per la cottura in pentola a pressione baster circa 1 ora, diversamente ne
http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio5 (1 of 2)06/09/2005 1:03:16

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

occorreranno per lo meno 2.


A fine cottura ho aggiustato di sale e pepe.

Ho tolto nuovamente gli ossibuchi dal


tegame che ho composto nel piatto da
portata insieme a qualche fetta di pane
tostato in forno.
Dal fondo di cottura, ho eliminato
pazientemente parte dell'unto in
superficie sgrassandolo, ho aggiunto la
riduzione e ho riportato un attimo a
bollore sul fornello.
Aiutandomi con il dorso di un cucchiaio
per far scendere tutto il sugo, ho passato
il fondo ad un colino fine, eliminando cosi
le foglie e la parti grossolane degli odori.
Infine ho versato il sugo sulla carne
bagnando in parte anche pane tostato, un
po' di prezzemolo tritato e ho guarnito
con le erbe.
Due parole sulla riduzione e come la si
prepara.
La riduzione un condimento che si usa
per insaporire e lo si trova
frequentemente anche nelle farcie.
Per prepararlo in poco olio caldo si
aggiunge lo scalogno, gli odori, (timo,
maggiorana, salvia, linone ecc) e pochi
istanti dopo il vino, lasciando cuocere il
tutto a fuoco bassissimo fino a che
lentamente non quasi asciutto e il tutto
diventa come una crema.
Quella preparata per questa ricetta fatta
con i seguenti ingredienti: scalogno,
timo e la parte gialla della buccia di
limone, tritati finemente (la foto da'
una migliore idea di quello che potrebbero dare i minimi pesi, delle quantit
necessarie per prepararla)
Da una carne povera nasce una splendida
ricetta in grado di valorizzarla, che di
tanto in tanto ripropongo e sempre con
successo.

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio5 (2 of 2)06/09/2005 1:03:16

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Spiedini alla brace (o sulla griglia) (di Nerio)

Invia i tuoi articoli!


Vota l'autore di
questo articolo (Nerio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Ingredienti per gli spiedini di carne e prugne: cubetti di filetto (poco pi grandi
delle prugne utilizzate) - prugne secche snocciolate (o fresche) - vino bianco secco sale - pepe.
Ingredienti per gli spiedini di pollo: cosce e sovracosce di pollo - pancetta
stagionata affettata - qualche foglia di alloro - aglio - rosmarino - olio - vino bianco
secco (per marinare) - sale - pepe.
Ingredienti per la baguette alla salsiccia: 1 baguette - un pezzo di salsiccia della
lunghezza della baguette.
Preparazioni.
Spiedini alle prugne.

Spiedini di pollo.

Baguette e salsiccia.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio13 (1 of 2)06/09/2005 1:03:24

Questi spiedini sono veramente semplici,


unico accorgimento prima di mettere
prugne e carne alternata sugli spiedini,
quello di lasciare in ammollo alcune ore le
prugne nel vino.
Una volta portati gli spiedini sulla griglia o
in forno, vanno cotti veramente poco,
lasciando cosi il filetto morbido (con
un'eccessiva cottura diventerebbe
stopposo).
Per questa ricetta sono indicate prugne
non troppo dolci.
In stagione uso pure quelle fresche: senza
metterle in ammollo nel vino e private del
nocciolo.
Disosso il pollo o lo acquisto disossato dal
macellaio, lo taglio a cubetti e lo fodero
con la pancetta.
Lo infilo negli spiedini alternando qualche
pezzetto di foglia d'alloro (pezzetti
piccoli... l'alloro profuma molto).
Lascio marinare con vino bianco, aglio,
rosmarino e olio per qualche ora, prima di
cuocere sulla brace o in forno.

Taglio la baguette in 3 o 4 parti e, armato


di uno svuota-zucchine o di un coltello a
lama lunga, la svuoto dalla mollica
lasciando solo la parte esterna intatta.

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Sbuccio la salsiccia e infilo la pasta di


salsiccia all'interno delle baguettes.

Taglio poi la baguette con un coltello


seghettato riducendola a fette di un paio
di cm di spessore o poco pi.

Vado a cuocere sulla griglia a fuoco


moderato in modo che riesca a cuocere la
salsiccia senza per bruciare il pane.
Servo immediatamente: la baguette
ottima calda e croccante.
Un vecchio detto dice: dare a Cesare quel
che di Cesare.
Qu posso dire: dare ad Augusto quel che
d'Augusto.
Le ultime due ricette, di una semplicit
estrema e anche per questo favolose, le
ho apprese da un carissimo amico:
Augusto.
E' sempre un piacere essere ospite da lui,
cucina con vera passione e i risultati non
mancano.
Ma che aspetta ad aprire un ristorante,
dal momento che un suo sogno?
Nerio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio13 (2 of 2)06/09/2005 1:03:24

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

Come fare il burro in casa

Ebbene si'! Proprio cosi'. Il burro in casa!


Pronto con copia ed incolla? Bene...
Ingredienti: 500 gr di doppia panna
(molto grassa) - 1 litro piu' un
bicchiere di acqua molto fredda,
quasi gelata - due buoni pizzichi di
sale
Ok? Allora abbiamo bisogno anche di
un telo pulitissimo e di un frullatore
o elettrodomestico equivalente che
frulli a velocit medio-alta.

Mettiamo la panna nel frullatore


insieme ad un bicchiere d'acqua
gelata.

Mandiamo il frullatore a velocit


medio-alta per qualche minuto sino
a che iniziamo a vedere i grumi di
burro che si separano dal siero.

http://www.mistercarota.com/specia/burro.htm (1 of 3)06/09/2005 1:03:34

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ora fermiamo il frullatore,


prendiamo un colabrodo o colapasta,
mettiamoci il telo sopra e versiamo il
contenuto del frullatore sopra il
colapasta, chiudiamo il telo e
strizziamo bene per far colare tutto il
liquido.

Cosa stiamo facendo? Stiamo


eliminando la parte lattiginosa dal
burro e quello che vedete proprio
burro.

Ora rimettiamo cio che e' rimasto nel


telo dentro il frullatore ed
aggiungiamo 1/2 litro di acqua.
Rimettiamo in funzione il frullatore
per qualche minuto.

Ripetiamo la fase di strizzatura per


eliminare l'acqua in eccesso.
Ormai vediamo che il burro
praticamente fatto.

Ma noi lo rimettiamo nel frullatore


insieme ad un altro 1/2 litro di acqua
sempre gelata ed avviamo il
frullatore per un minuto.

http://www.mistercarota.com/specia/burro.htm (2 of 3)06/09/2005 1:03:34

Le ricette speciali - Mister Carota

Ed adesso prendiamo un pezzetto di


pane e mettiamoci un tocchettino di
burro.

Beh? Che te ne pare? Veramente


questo giochetto ci costato solo
pochissimo in piu' del burro
acquistato al supermercato, pero'...
l'abbiamo fatto noi ed buonissimo!
Buon appetito - Have a good time
Download: scarica COME FARE IL
BURRO IN CASA
Raccolta delle precedenti ricette speciali di
Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/burro.htm (3 of 3)06/09/2005 1:03:34

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

COME FARE IL FORMAGGIO IN CASA


Copyright 2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati
I commenti
pag. 1 di 4 - pagina successiva

Fare il formaggio a casa? Non difficile. A patto che non si pretenda anche di farlo
"di quel tipo" o "di quell'altro". Ovviamente ci sono formaggi di moltissimi tipi ed in
Italia siamo degli specialisti in questo campo.
Ma per chi vuole togliersi lo sfizio e per chi ama i "fatti in casa" fare una bella
formaggetta buona e gustosa, va piu' che bene.
Il tipo di latte molto importante, quindi chi puo' acquistare il latte fresco di fattoria
molto meglio, chi invece come me deve accontentarsi del latte fresco del negozio
dovra' arricchirlo in qualche modo.
Infatti se leggiamo l'etichetta del latte che acquistiamo vediamo che pastorizzato
ed inoltre la definizione "intero" un pochettino mendace: il latte confezionato dalle
varie aziende deve comunque avere per ogni confezione venduta la stessa
percentuale di grassi e quindi oltre che pastorizzarlo occorre sottrargli un po' di
grassi per ottenere sempre la stessa percentuale per tutte le confezioni.
Se dovrete, cosi' come ho fatto io, acquistare il latte fresco al negozio, allora dovrete
arricchirlo con yogurt e siero di latte (tra poco vedremo cos').
Se invece disponete di latte vaccino realmente appena munto allora potete
utilizzarlo direttamente.
La prima volta che farete il formaggio, otterrete anche il siero di latte che
rappresenta circa l'85% del latte.
E' molto importante conservare questo siero perch ci servir per la prossima
caseificazione.
La prima volta dovremo accontentarci arricchire il latte solo con un pochino di yogurt
naturale, ma le successive volte aggiungeremo anche del siero di latte maturato.
Come di fa maturare il siero di latte. Il siero di latte viene fatto maturare tenendolo
a 20 gradi per un giorno, poi possiamo surgelarlo dividendolo in piccole poorzioni,
ad esempio mettendolo nella vaschetta del ghiaccio in modo da formare dei cubetti

http://www.mistercarota.com/specia/formaggio.htm (1 of 4)06/09/2005 1:03:44

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

di siero di latte pronti per l'uso.


Avere tutto l'occorrente richiesto sarebbe l'ideale; ad esempio se non abbiamo il
termometro possiamo molto empiricamente infilare un dito nel latte per vedere se
a temperatura corporea o se caldo ma in tal modo rischieremmo di compromettere
il risultato finale.
Cos pure se non abbiamo le fascelle forellate (per favorire lo spurgo del siero)
possiamo ricavarne una con altri recipienti bucherellati da noi.
Oltre le fascelle possiamo utilizzare un cerchio di legno di altezza e diametri diversi
secondo la quantit di cagliata da premere, senza fondo e senza coperchio.
Per il caglio occorre dire che di origine animale e si ricava da una parte dello
stomaco del vitello o di altro ruminante.
Sull'etichetta possiamo leggere il titolo, ossia la capacita' di coagulazione, cio 1 ml
di caglio quanto latte riesce a coagulare a 37 gradi.
In tale ricetta viene usato questo tipo di caglio ma, per chi riesce a trovarlo e sa
come usarlo, puo' essere estratto anche da alcuni vegetali, ad esempio dal carciofo
selvatico (erba del caglio) o dal lattice dei fichi.
Occorre poi una o piu' grosse pentole da ripulire immediatamente dopo averle
utilizzate per evitare che gli acidi lattici rivinino il fondo e le pareti delle stesse.
Altra cosa di cui dovremmo dotarci sara' un qualcosa per rompere la cagliata: in
questa ricetta io uso la frusta per sbattere uova o creme.
Infine un cesto di vimini o un telaio di legno sarebbe l'ideale per appoggiarci la
formaggetta da stagionare in modo che possa "respirare"
Occorrente:
- una grossa pentola di acciaio inox con coperchio
- una fascella da 500 o 600 gr (nei consorzi agrari, nei caseifici o regalata dal
proprio negoziante)
- un termometro per il latte (nei consorzi agrari, ma va bene anche uno generico per
alimenti acquistato nei grossi supermercati o nei grandi magazzini)
- un setaccio o colino a trama stretta
- una frusta (tipo quella per sbattere le uova)
- un recipiente in plastica o in vetro abbastanza largo con coperchio (per la salamoia
e per la stufatura)
- un cesto di vimini (servira' per la stagionatura)
Ingredienti:
- 5 lt di latte per la cagliata e 3/4 di lt di latte per la ricotta
- caglio liquido (nei consorzi agrari o in alcune farmacie)
- 320 gr di sale
- olio di semi
- aceto bianco
- 1/2 vasetto di yogurt naturale (bianco)
- 3 cucchiai di siero di latte fermentato.
Tempo impiegato: il primo giorno: 4 ore - il secondo giorno: 2 ore - dal terzo giorno
in poi: pochi minuti al giorno
Durata della stagionatura: da 20 giorni a 3 mesi
Procedimento:

http://www.mistercarota.com/specia/formaggio.htm (2 of 4)06/09/2005 1:03:44

Le ricette speciali - Mister Carota

- Mettiamo 5 litri di
latte in una grossa pentola, aggiungiamo 1/2 vasetto di yogurt naturale (yogurt
bianco) e, se ne disponiamo, 2 o 3 cucchiai di siero di latte maturato, mescoliamo
bene e poi lasciamo cos per un'ora;

- A questo punto
mettiamo il latte sul fuoco dolce e portiamolo a 37 gradi, verificando ovviamente con
il termometro;

- Una volta raggiunta


la temperatura, spegniamo il fuoco ed aggiungiamo il caglio liquido: sull'etichetta c'
scritto quanti ml dobbiamo mettere per ogni litro di latte;
in tale ricetta uso empiricamente un cucchiaino ma sarebbe opportuno utilizzare una
siringa in modo da misurare in modo preciso i ml di caglio da aggiungere;

http://www.mistercarota.com/specia/formaggio.htm (3 of 4)06/09/2005 1:03:44

Le ricette speciali - Mister Carota

- Ora mescoliamo
decisamente e con forza tutto il latte in modo da mescolarci perfettamente il caglio;
mettiamo il coperchio sulla pentola;
avvolgiamo la pentola con un telo e mettiamola in un luogo riparato;
a questo punto non dovremmo assolutamente muovere la pentola per circa 45-60
minuti, in modo che si formi la cagliata;
trascorso il tempo vedremo che il latte diventato tipo budino ossia si formata la
cagliata;
ed ora il nostro compito sar quello di romperla in un certo modo per far separare la
cagliata dal siero di latte;
pag. 1 di 4 - pagina successiva

Download: scarica COME FARE IL FORMAGGIO IN CASA


Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Copyright 2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/formaggio.htm (4 of 4)06/09/2005 1:03:44

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!

Patate gratinate al formaggio (di Maya)

Ricette visitatori

Vota l'autore di
questo articolo (Maya)

Ingredienti: 6 patate medio piccole - 100 gr di groviera - sale - pepe - olio e qualche
pomodorino per guarnire.
Occorrente: 6 pirottini di alluminio e 6 di carta

Illustrate e non

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Lavate e asciugate le patate.

Praticate sulle patate dei tagli senza


aprirle completamente, salate e pepate
leggermente.
Affettate sottilmente la groviera e inserite
in ogni taglio una fetta di formaggio.

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Ungete con poco olio i pirottini di


alluminio e disponetevi dentro le patate.
Sbriciolate grossolanamente la groviera
avanzata e distribuitela sopra le patate.
Infornate a 180 gradi per 30 minuti circa.

Tagliate a spicchi i pomodorini dopo averli


lavati e, una volta sfornate, disponeteli
sulle patate e lasciate raffreddare qualche
minuto.

Trasferite il tutto su pirottini di carta e


servite.
Maya

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=maya1106/09/2005 1:04:05

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Polpette alle melanzane (di Mara Reggio)

Ricette visitatori

Allora per prima cosa metto a mollo il pane, poi prendo una pentola, metto le
melanzane tagliate in quattro parti nel senso della lunghezza, riempio a meta'
d'acqua, sale e le metto a bollire.
Quando sono cotte le scolo e le lascio raffreddare (questa operazione si puo' fare
anche il giorno prima).
Strizzo forte il pane, strizzo le melanzane,
unisco 2 uova, parmigiano, prezzemolo,
aglio tagliato piccolissimo e sale.

Illustrate e non

Articoli sulla cucina


Trucchi e consigli
Newsletter

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Impasto con le mani in modo che tutto si


amalgama, se vi accorgete che l'impasto
e molto molle, potete aggiungere un po'
di pane grattugiato.

Prendete una padella, mettete dell'olio e


mettetela sul fuoco, con un cucchiaio
prendete dell'impasto e con le mani
dategli la forma schiacciata.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara29 (1 of 2)06/09/2005 1:04:14

Un secolo fa'

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Friggetele bene da una parte e giratele e


finitele di cuocere.

A parte preparate un bel sughetto con il pomodoro e basilico ( quando c').


Intanto prendete una teglia, mettete un
po' di sugo, poggiate le polpette e
posategli sopra per ogniuna una fetta di
un formaggio dolce e tenero oppure
mozzarella, un cucchiaio di sugo, un po' di
formaggio e infornate fino a quando il
formaggio non si sia sciolto.
Queste polpette sono buone anche fredde.
Mara

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara29 (2 of 2)06/09/2005 1:04:14

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Nerio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Ratatouille di verdure in cesto di frico (di Nerio)

Ricette visitatori

Dosi per 4 persone.


Ingredienti per il frico: 350 gr di formaggio Montasio (non troppo stagionato) - un
po' di burro
Ingredienti per la ratatouille: 2 patate - 2 zucchine - 15 pomodori piccoli - 1/2
peperone giallo - 1/2 peperone rosso - 2 o 3 scalogni - 1 carota - 1 limone - 1 spicchio
d'aglio - olio extravergine timo - sale pepe.

Illustrate e non

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Inizio preparando la sagoma per il


cesto, fatto a mo' di corno.
Con un semplice cartoncino formo
un cono che fermo con del nastro
adesivo e ricopro con carta
stagnola.

Grattugio molto grossolanamente il


formaggio e, in una padella
antiaderente, passo il burro sul
fondo freddo della padella che una
volta riscaldata, ricopro con uno
strato non troppo spesso di
formaggio grattugiato.
Lascio scogliere, con una paletta
raccolgo delicatamente ai bordi per
formare un cerchio e tolgo dal
fuoco in modo che rassodi
leggermente.
Rigiro il formaggio nella padella e
rosolo leggermente dall'altra parte.

Tolgo nuovamente dal fuoco e,


prima che raffreddi, taglio una
parte, per non fare troppo
spessore in punta al cono ed
avvolgo sul cono stesso, lasciando
rassodare.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio14 (1 of 3)06/09/2005 1:04:21

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Per la ratatouille, preparo tutte le verdure, con


l'eccezione del pomodoro e dello scalogno,
riducendole a cubetti.

Taglio lo scalogno grossolanamente e metto in


una teglia insieme all'olio (abbondante, deve
inumidire tutte le verdure) e faccio rosolare
leggermente in forno a 180 gradi.
Aggiungo: la carota, la patata rigirandole bene
nell'olio e cuocio per una quindici minuti
insieme all'aglio tritato e al timo, mescolando di
tanto in tanto.
Tolgo dal forno aggiungendo: il succo di
limone, peperoni, zucchine e mescolando
ancora inizio ad aggiustare di sale e pepe.

Rimetto il tutto in forno


controllando di tanto in tanto e
portando quasi a fine cottura.
Per ultimi, aggiungo i pomodorini
tagliati a met e salati.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio14 (2 of 3)06/09/2005 1:04:21

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Controllo ancora l'insieme di


sapore (sale pepe) e riempio i coni
che appoggio uno per piatto e
guarnisco con qualche rametto di
timo.
In stagione estiva, non troppo
confacente per accendere il forno,
le verdure si possono pure saltare
in padella, il risultato il
medesimo.

Questa ricetta la dedico ad una ospite (di Genova) del forum. Con il semplice trucco
che mi ha dato, di grattugiare grossolanamente il formaggio Montasio, ho ritrovato un
frico a cialda molto simile a quello che si gusta fra le montagne Friulane e con questo
ho ideato questa ricetta. Talvolta basta un piccolo accorgimento, per dare pi
successo ad un piatto che non dava il massimo della sua potenzialit. Grazie!
Nerio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio14 (3 of 3)06/09/2005 1:04:21

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)

Re: Mara Reggio chef (dello Chef Mario Vacca) (di Mara Reggio)

Ricette visitatori

In risposta all'articolo dello Chef Mario Vacca Mara Reggio chef?

Illustrate e non

Sono esterefatta e commossa per le bellissime parole che Lei mi ha scritto... dette poi
da uno Chef sono ancora pi preziose.

Un secolo fa'

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

La ringrazio sinceramente, ho cercato di dare il meglio ma la commozione era tanta ed


il tempo invece pochissimo... per io sono proprio cosi come mi avete visto in tv...
molto pazzerella!!!
Spero in futuro di essere sempre all'altezza della situazione anche perch dovr far
lavorare molto la fantasia con la crisi che c'.
La ringrazio e con grande stima e riconoscenza La saluto caramente... Mara

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

p.s.: saluto tutti i visitatori e ringrazio per i vostri messaggi... avevo un problema al
computer ora risolto... presto rispondero' a tutti, ciao, Mara

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara3306/09/2005 1:04:29

Articoli sulla cucina


Trucchi e consigli
Newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

BISCOTTI AL BURRO GLASSATI AL CIOCCOLATO


Ingredienti:
- 210 gr di farina
- 140 gr di burro
- 140 gr di zucchero
- 2 tuorli
- un goccio di latte freddo (solo
se occorre)
- aroma arancia
- un pizzico di sale.
Occorre lavorare in un ambiente
freddo, 10-15 gradi.
Procedendo possibilmente con robot
o impastatrice, prepariamo la farina
setacciata, il pizzico di sale, lo
zucchero e il burro freddo a pezzetti.

Procediamo a frullare fino ad


ottenere un composto sabbioso

http://www.mistercarota.com/specia/biscotti.htm (1 of 5)06/09/2005 1:04:50

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Aggiungiamo l'aroma all'arancia, i


tuorli, e impastiamo velocemente il
solo tempo necessario per
ottenere...

...un impasto ben amalmagato che


raccogliamo a palla

Avvolgiamo l'impasto in una


pellicola per alimenti e mettiamola
in frigo per almeno 1 ora e 1/2 o
anche 2 ore

Al termine togliamola dal frigo e


togliamo la pellicola

Con l'aiuto di abbondante farina


stendiamo l'impasto non troppo
sottile per non far sfaldare la sfoglia

http://www.mistercarota.com/specia/biscotti.htm (2 of 5)06/09/2005 1:04:50

Le ricette speciali - Mister Carota

Con l'aiuto di un tagliapasta


dentellato decoriamo la superficie
della sfoglia senza tagliarla (oppure
decoriamola con i rebbi di una
forchetta...)

Ora con un tagliapasta liscio


tagliamo a strisce la sfoglia...

...tagliamola ora nell'altro senso in


modo da ottenere dei quadrati.
Nella foto io ho formato dei biscotti
forse un po' troppo grossi, in realt
sarebbe pi conveniente ritagliarli
abbastanza piccoli

Inforniamo a 190 gradi per 20-25


minuti...

...o sino a che i biscotti inizino a


colorare

http://www.mistercarota.com/specia/biscotti.htm (3 of 5)06/09/2005 1:04:50

Le ricette speciali - Mister Carota

Ingredienti per la glassa al


cioccolato: 2 cucchiai rasi di
gocce di cioccolato - 15 gr di
cioccolato fondente al 70% di
cacao - 15 gr di cioccolato
bianco - panna q.b.

Per fare questa glassa occorrer


davvero poca panna, diciamo 30-40
ml. Mettiamo il cioccolato a
sciogliere a bagnomaria, poi
aggiungiamo la panna, mescoliamo
per amalgamare bene, se occorre
facciamo addensare la glassa che,
prima che sia fredda, va usata subito. Basta intingere ogni biscotto nella glassa
e rivestirlo per met con il cioccolato
...poi disporre il biscotto sulla carta
da forno o di alluminio per farlo
freddare

Ed ecco i biscotti glassati al


cioccolato

http://www.mistercarota.com/specia/biscotti.htm (4 of 5)06/09/2005 1:04:50

Le ricette speciali - Mister Carota

Eh si, un po' grossi, ma cosi sono


pi sfiziosi!
Buon appetito e buon divertimento have a good time!

Download: scarica BISCOTTI AL


BURRO GLASSATI AL CIOCCOLATO
Raccolta delle precedenti ricette
speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/biscotti.htm (5 of 5)06/09/2005 1:04:50

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)

Biscotti all'amarena (di Mara Reggio)


Ingredienti: pasta frolla, 1 Pan di Spagna gia' confezionato in commercio, 1 barattolo
di marmellata di amarene, 2 cucchiai di cacao e 2 uova.

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Ragazzi... ho fatto tutto a occhio...


Allora, ho comprato un Pan di Spagna di
quelli gia' confezionati (se andate a
guardare la ricetta delle mie pesche dolci
vedrete la foto di questo Pan di Spagna).
L'ho sbriciolato, ho aggiunto 2 bei cucchiai
di cacao amaro, 3 cucchiai di marmellata
di amarena (o ciliege), 2 uova e ho
impastato il tutto.

Ho preparato una pasta frolla (ho aggiunto


anche del lievito), l'ho stesa e ho messo il
ripieno al centro

Ho avvolto a fagotto, posizionato nella


teglia con carta forno e spennellato con
uovo.

L'ho infornato a 180 gradi e tolto quando


diventato bello biondo scuro.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara27 (1 of 2)06/09/2005 1:04:55

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ho tagliato i biscotti ed ecco qu !!!


Prego mangiate, assaggiate !!!

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara27 (2 of 2)06/09/2005 1:04:55

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia le tue ricette
illustrate
leggi il Disclaimer

Illustrate e non

Cannoli siciliani
Stavolta ci dedicheremo alla preparazione dei cannoli siciliani, con dell'ottima e
freschissima ricotta di pecora, con arancia candita (ehm... non ce n'era al
supermercato... ho usato i canditi misti...) e con il vino Marsala.
Altra cosa essenziale:
recatevi in un negozio
di casalinghi e
acquistate alcuni
cannelli di latta o di
bambu', che servono
appunto per
confezionare i
cannoli, lunghi 12 cm
circa con un diametro
di 2,5 cm.

Ingredienti per
circa 12 cannoli:
120 gr di farina 10 gr di burro - 15
gr di zucchero
semolato - 40 ml
circa di vino
Marsala (qui
occorre regolarsi
un po'...)

Mettiamo la farina
setacciata a fontana
sulla spianatoia,
mettiamoci il burro in
pezzetti,

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp007 (1 of 8)06/09/2005 1:05:06

Ricette dei visitatori


Un secolo fa'
Trucchi e consigli
Articoli sulla cucina
Newsletter

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

lo zucchero semolato

e aggiungendo pian
piano il Marsala
iniziamo ad impastare.

Man mano che


impastiamo ci
rendiamo conto della
consistenza
dell'impasto che
dovr essere morbido
e ben amalgamato.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp007 (2 of 8)06/09/2005 1:05:06

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Raccogliamo
l'impasto a palla e
lasciamolo riposare
coprendolo con una
scoldella o con altro
recipiente.

Intanto prepariamo la
farcia.
Ingredienti per la
farcia: 400 gr di
ricotta fresca (di
pecora) - 120 gr di
zucchero a velo 60 gr di canditi
misti - 90 gr di
cioccolato fondente
tritato (non ridotto
in polvere, ma
tritato) - 1 albume
leggermente
sbattuto

Riduciamo la ricotta
in crema passandola
al setaccio o
semplicemente
maneggiandola con
un cucchiaio di legno.
Mescoliamo alla
ricotta i canditi, con
lo zucchero a velo e
con il cioccolato
ridotto in scaglie o
tritato.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp007 (3 of 8)06/09/2005 1:05:06

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Mettiamo in frigo il
ripieno.

Prendiamo poi
l'impasto e, con il
mattarello...

...stendiamolo molto
sottile aiutandoci con
un po' di farina.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp007 (4 of 8)06/09/2005 1:05:06

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Tagliamo quindi la
sfoglia a quadrati di
10 cm circa di lato e
prepariamo accanto a
noi un albume
leggermente sbattuto.

Quanti cannelli di
latta o di bambu'
abbiamo acquistato?
3? 6?

Beh, allora
prendiamo ogni
quadrato e
avvolgiamolo intorno
al cannello:

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp007 (5 of 8)06/09/2005 1:05:06

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

badiamo di avvolgerlo
non di lato ma
diagonalmente e
l'angolo lo
pennelliamo di
albume prima di
chiuderlo.

Potremo preparare
tanti cannoli per volta
ovviamente per
quanti cannelli
avremo acquistato.

Ora facciamo
scaldare l'olio in una
larga padella e
friggiamoli sino a che
diventino dorati.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp007 (6 of 8)06/09/2005 1:05:06

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Scoliamoli e, senza
scottarci...

...sfiliamo i cannelli e
usiamoli per
avvolgerci altri
cannoli.

la pasta

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp007 (7 of 8)06/09/2005 1:05:06

Bene! Appena fritti


tutti i cannoli, non ci
resta che riempirli,
ma prima un
consiglio di Mara
Reggio: Occorre
farcirli subito prima di
servirli altrimenti si
rischia di
compromettere la
friabilit della pasta.
Per se qualcuno per
ragioni di tempo lo
deve fare prima,
allora basta sciogliere
del cioccolato a
bagnomaria e
spalmare l'interno del
cannolo... quando il
cioccolato si sar
indurito, il cannolo
pu essere farcito
senza compromettere
prendiamo la farcia e,
con l'aiuto di un
cucchiaino o se volete
la sac-a-poche
(mah... si scrive
cosi?), infiliamola in
ogni cannolo,
mettiamo due mezze
ciliegine candite ai
lati (o anche due
filetti di arancia
candita) e
disponiamoli in nel
piatto di portata.
Appena riempiti tutti i
cannoli, spolveriamoli
con altro zucchero a
velo.

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Come mai in questa


foto i cannoli sono
solo 6 e non 12?
Beh... gli altri erano
gia'... spariti!!!
Buon appetito e buon
divertimento - have a
good time!

Download: scarica
I CANNOLI SICILIANI
Elenco ricette
illustrate e fatte in casa
di Mister Carota

riservati

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp007 (8 of 8)06/09/2005 1:05:06

Claudio Palma
2001-2005 - Claudio
Palma - Tutti i diritti

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo
(Lella66)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Ciambella alla crema spalmabile al cacao e nocciole (di Lella66)

Ricette visitatori

Ingredienti: 250 gr. di farina - 150 gr. di zucchero - 90 gr. di burro - 2 uova - 3/4
bustina di lievito per dolci - crema spalmabile al cacao e nocciole - zucchero in granella

Illustrate e non

In una ciotola lavorare le uova con lo zucchero, incorporare il burro ammorbidito a


temperatura ambiente poi, infine, la farina alla quale stato precedentemente
aggiunto il lievito.
Ricoprire la placca del forno con l'apposita
carta e disporre l'impasto
precedentemente ottenuto conferendogli
la forma di una ciambella

Un secolo fa'

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Con l'aiuto di una spatola allargare la


pasta dal centro verso i bordi creando
cos, lungo la circonferenza dell'impasto...

...una specie di solco dove andremo a


posizionare la crema spalmabile

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=lella1 (1 of 2)06/09/2005 1:05:14

Articoli sulla cucina


Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricoprire la crema riportando la pasta


nella sua precedente posizione

Cospargere l'intera superficie con lo


zucchero in granella

In forno (elettrico) a 200 gradi C. per circa


15/20 minuti; ovviamente testare la
cottura con la prova stecchino

Lella66

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=lella1 (2 of 2)06/09/2005 1:05:14

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

CIOCCOLATINI
pag.1: preparazione cioccolato e rivestimento cioccolatino
pag.2: ripieno con ciliegia e confezionamento
pag.3: altro ripieno (crema di nocciole)
Occorrente per 10-15
cioccolatini con ripieno (dipende
dal tipo di stampo utilizzato):
170 gr di cioccolato fondente al
50% di cacao (ingredienti: pasta di
cacao, zucchero , burro di cacao,
lecitina) - ciliege al liquore
snocciolate - liquore delle ciliege - sciroppo di zucchero (20 gr di zucchero e 20
gr di acqua) - uno stampo per cioccolatini (dove si acquista? nei negozi di
casalinghi molto forniti)
Io ne ho trovato uno da 11
cioccolatini bombati.

Visto da altra angolazione


Quanto tempo ci mettiamo?
Poniamo di avere tutto il pomeriggio
libero, diciamo dalle 14:00 sino a
inizio serata...

http://www.mistercarota.com/specia/cioccolatini.htm (1 of 3)06/09/2005 1:05:22

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Iniziamo: scaldiamo a bagnomaria il


cioccolato facendo in modo che non
si scaldi eccessivamente, ossia
arrivi a non piu' di 45-50 gradi C.;
mentre inizia a fondersi lavoriamo il
cioccolato con una paletta di metallo

Appena fuso togliamo dal calore e


continuiamo a mescolare con la
paletta di metallo per verificare che
sia completamente fuso; poi
rimettiamo a bagnomaria ma a
fuoco spento; da questo momento
in poi il pentolino rimarra' sempre a
bagnomaria ed a fuoco spento
Versiamo 2/3 del cioccolato su un
ripiano di marmo o, se non ce
l'abbiamo, su un piatto e
lavoriamolo per 1 o 2 minuti con la
paletta di metallo; poi rimettiamo il
cioccolato nel pentolino nel
bagnomaria
Versiamo il cioccolato sullo stampo
riempiendo ogni singolo "buco"

http://www.mistercarota.com/specia/cioccolatini.htm (2 of 3)06/09/2005 1:05:22

Le ricette speciali - Mister Carota

Battiamo leggermente lo stampo sul


tavolo.

Eliminiamo l'eccesso di cioccolato


versandolo su un piatto o nel
pentolino

Con la paletta di metallo eliminiamo


dalla superficie dello stampo le
sbavature di cioccolato lasciando
ogni "buco" libero e pi o meno
pulito.
A questo punto lasciamo asciugare
e rapprendere bene il cioccolato per
alcune ore a temperatura ambiente (15-18 gradi circa) o anche in frigo per 1 ora
pagina successiva =>
pag.1: preparazione cioccolato e rivestimento cioccolatino
pag.2: ripieno con ciliegia e confezionamento
pag.3: altro ripieno (crema di nocciole)

Download: scarica CIOCCOLATINI


Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/cioccolatini.htm (3 of 3)06/09/2005 1:05:22

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)

Come pulire e conservare l'anguria (di Mara Reggio)


Allora, questo il periodo dell'anguria, buona, dissetante e per fortuna priva di grassi,
quindi possiamo farci delle bellissime scorpacciate.
Pero, io adesso vi spiego come pulirlo e conservarlo in modo da poterlo tenere a
portata di mano in ogni momento che vi va di mangiare una bella fetta, senza la
scocciatura di tagliare ogni volta un pezzo.

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Per prima cosa compriamo


una bell'anguria (pi
grande , e pi avrete la
sicurezza che sia dolce).

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Facciamo una bella


incisione al centro in modo
da tagliarla a met nel
senso verticale.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara25 (1 of 5)06/09/2005 1:05:31

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Prendiamo una delle met,

e tagliamola ancora per


met:

Tagliamo ancora una volta


per met.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara25 (2 of 5)06/09/2005 1:05:31

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Poi, incidiamo le fette...

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara25 (3 of 5)06/09/2005 1:05:31

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Tagliamo orizzontalmente
tutte le fette incise

E versiamole in un
contenitore...

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara25 (4 of 5)06/09/2005 1:05:31

Articoli sulla cucina - Mister Carota

A questo punto, prendiamo


un colapasta, e una ciotola,
mettiamo il colapasta sopra
la ciotola

e versiamo dentro tutte le


fette di anguria, copriamo
con la pellicola da cucina e
riponiamo in frigo.

Il sistema del colapasta con la ciotola, fa si che l'anguria rimanga sempre asciutta e
non rischia di inacidirsi come succede se lo mettiamo direttamente nella ciotola.
In questo modo, sar sempre fresco, asciutto e a portata di mano ogni qual volta ne
avremo voglia.
Questo sistema vale anche per tutti i generi di frutta (pesche, pere, uva ecc... il
colapasta permette di far circolare aria e di non fare inumidire e marcire la frutta)
Wu e quante cose che impariamoooooo !!!
Mara Reggio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara25 (5 of 5)06/09/2005 1:05:31

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

CREMA SPALMABILE AL CACAO E NOCCIOLE (VII vers.)

La presente ricetta proprio tutta mia, dal momento che ingredienti e preparazione
me li sono inventati io di sana pianta ed inoltre da molto tempo che cerco di
migliorarla, come si vede dal numero della versione.
L'ho definita "open source", come se fosse un software, perch per ora voglio
rendere pubblici i miei ingredienti, le dosi e la preparazione, poi in futuro quando
avro' raggiunto il top... vedremo.
Ogni miglioria che apportero' la rendero' pubblica, proprio come un "open source",
sino al momento in cui trovero' le giuste dosi: allora magari decidero' di mettere su'
una bella produzione della mia crema ;-)
Versione dopo versione ho cercato di non imitare il gusto delle creme spalmabili
attualmente in commercio, ma di creare un gusto di mio gradimento. Sto' cercando
ad esempio di usare solo ingredienti che, oltre ad essere facilmente reperibili nei
negozi, contengano grassi naturali come ad esempio il burro di cacao contenuto
nella polvere di cacao e nel cioccolato bianco, oppure l'olio contenuto nelle nocciole.
Modifiche rispetto alla versione precedente:
- aumentata la quantit delle nocciole;
- migliorato il modo di ottenere la pasta di nocciole;
- aumentata la quantit di cioccolato bianco;
- migliorata la cottura delle crema.
Ingredienti: 120 gr di
nocciole tostate e
spellate - 35 gr di
cacao (contenente il
20% di burro di
cacao) - 70 gr di
cioccolato bianco 350 ml di latte intero
- 75 gr di zucchero

Preparazione: intanto il latte deve essere intero; leggendo poi gli ingredienti sulla
confezione del cacao controllare che questo sia puro ossia che non contenga
acidificanti tipo carbonato di potassio o aromi vari ma solo ed esclusivamente cacao
con l'eventuale indicazione della percentuale di burro di cacao (min. 17% e max
20%); il cioccolato bianco deve contenere solo ed esclusivamente zucchero, burro di
cacao, latte ed eventuale lecitina di soia; le nocciole debbono essere di ottima
qualit, tostate e spellate.

http://www.mistercarota.com/specia/cremaVII.htm (1 of 4)06/09/2005 1:05:39

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

- Mettere le nocciole
nel frullatore insieme
a 3 cucchiaini di
zucchero;
- Frullare sino ad
ottenere una crema
morbida: frullando le
nocciole, queste si
ridurranno in briciole
poi continuando a
frullare queste
emetteranno il loro
olio e quindi si otterra'
una pasta che si
attacchera' ai bordi
del bicchiere del
frullatore; a questo
punto fermare il
frullatore, staccare la pasta e continuare a frullare sino ad ottenere la crema
suddetta che dovra' essere fluida ed omogenea: questa la pasta di nocciole;
- Aggiungere il
rimanente zucchero al
cacao e mescolare
bene; diluire con un
goccio di latte sino ad
ottenere una pasta
morbida;
- Aggiungere alla
pasta di cacao la
pasta di nocciole sino
ad ottenere un
composto omogeneo
e fluido;

- Aggiungere alla
pasta di cacao e
nocciole pian piano
l'altro latte e
mescolare bene sino
ad incorporarlo
perfettamente;

http://www.mistercarota.com/specia/cremaVII.htm (2 of 4)06/09/2005 1:05:39

Le ricette speciali - Mister Carota

- Aggiungere alla
crema il cioccolato
bianco;

- Mettere sul fuoco


medio (non alto:
medio!) e far
sciolgliere ed
amalgamare il tutto
mescolando
continuamente con un
cucchiaio di legno;
- Continuare a
mescolare
abbastanza
velocemente sino a
raggiungere
l'ebollizione;
- Appena bolle
abbassare molto la
fiamma da questo
momento continuare
a mescolare sino ad ottenere una crema molto densa:
- La crema sara'
pronta quando
l'ebollizione risultera'
difficile (tipo 'fango
bollente'); in pratica la
crema si dovr ridurre
piu' del doppio e cio
al 40% circa;
- Ci vorranno dai 25 ai
40 minuti;

http://www.mistercarota.com/specia/cremaVII.htm (3 of 4)06/09/2005 1:05:39

Le ricette speciali - Mister Carota

- Quando sara' pronta


toglierla dal fuoco e
versarla in un piccolo
vaso di vetro pulito ed
asciutto; non mettere
il coperchio sino a che
la crema sara'
completamente
fredda; appena fredda
conservare in frigo
(ma son sicuro che ci
restera' per poco...).

Buon appetito e buon divertimento - have a good time!


Download: scarica CREMA SPALMABILE AL CACAO E NOCCIOLE (VII vers.)
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Copyright 2001-2005 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/cremaVII.htm (4 of 4)06/09/2005 1:05:39

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia le tue ricette
illustrate

CROISSANT ovvero I CORNETTI (II vers.)


Ingredienti per l'impasto: 125 gr
di farina '00' - 125 gr di farina
Manitoba - 170/190 gr di impasto
base o biga (vedi dopo) - 1 uovo di
media grandezza - 70 ml circa di
latte - 75 gr di zucchero in polvere 25 gr di burro - la punta di un
cucchiaino di sale.
Ingredienti per l'impasto base o
biga: 45 gr di farina '00' - 45 gr di
farina Manitoba - 60/80 ml circa di
acqua tiepida - 1/2 cubetto di lievito
di birra (meno di 15 gr)

leggi il Disclaimer

Ingredienti per il panetto di


burro da assorbire nell'impasto:
150 gr di burro.
Occorrente: 1 albume - 1
pennellino da cucina - zucchero a
velo - creme o marmellate per
farcire.
Per tale ricetta la farina Manibota
mescolata alla farina '00' a mio
avviso la pi adatta. La Manitoba
ha bisogno di una lunga lievitazione
a temperatura bassa, intorno ai 10
gradi. Per una normale farina '00' la
lievitazione molto pi breve e va
fatta intorno ai 20-25 gradi. Questo
impasto contiene un mix di queste
farine e comunque andr lievitato in un luogo molto fresco, intorno ai 10 gradi
C. La differenza tra le varie farine spiegata in in questo articolo.
Iniziare con la preparazione dell'impasto base o biga.
Impastare farine setacciate e acqua tiepida quanto basta ad ottenere un
impasto molto morbido e lavorare molto bene sino a che risulti liscio ed elastico
ma sempre morbido.
Mettere l'impasto dentro un recipiente infarinato e coperto con un telo da cucina
in un luogo molto fresco a lievitare e maturare sino a che raddoppi il volume.
In estate conviene metterlo a lievitare e maturare in frigo, in inverno
sufficiente metterlo in un luogo molto fresco.
Per raddoppiare di volume a 10 gradi C. occorreranno dalle 6 alle 8 ore.
Cominciare la preparazione
dell'impasto per i cornetti.
Setacciare le farine,

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp070 (1 of 8)06/09/2005 1:06:01

Illustrate e non
Ricette dei visitatori
Un secolo fa'
Trucchi e consigli
Articoli sulla cucina
Newsletter

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

aggiungere lo zucchero a velo,

aggiungere il sale,

aggiungere il burro,

l'uovo e

l'impasto base o biga.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp070 (2 of 8)06/09/2005 1:06:01

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Iniziare ad impastare il tutto

sino ad amalgamare tutti gli


ingredienti.

A questo punto lavorare molto bene


l'impasto sino a renderlo liscio ed
elastico.

Metterlo in un recipiente infarinato,


coprirlo con un telo da cucina o un
tovagliolo, e metterlo a lievitare e
maturare in un luogo molto fresco
(in frigo in estate, o in un luogo
fresco in inverno).
A questo punto occorreranno dalle 8
alle 12 ore affinch l'impasto
raddoppi di volume.

Ora possibile iniziare la


preparazione del panetto di
burro che si dovr far assorbire
all'impasto.
Occorre semplicemente togliere dal
frigo il burro e lavorarlo per qualche
minuto, ma non troppo, solo il
necessario per fare in modo che la
sua consistenza e morbidezza sia la
stessa dell'impasto che andremo a
stentede.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp070 (3 of 8)06/09/2005 1:06:01

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Iniziare ora la preparazione della


sfoglia finale.
Togliere dal frigo l'impasto ormai
gonfio e ben lievitato.

Schiacciarlo con le mani ed ottenere


una forma pi o meno rettangolare.
Stendere l'impasto con il mattarello
cercando di far mantenere
all'impasto la forma rettangolare.

Continuare a stenderlo sino ad


ottenere uno spessore di un paio di
cm.

Disporre il burro sopra l'impasto.

Piegare la sfoglia a libro


intrappolando il burro all'interno.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp070 (4 of 8)06/09/2005 1:06:01

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Stendere con cura con il mattarello


cercando di non far uscire o
trasbordare il burro fuori
dell'impasto.

Chiudere di nuovo a libro.

per altri 30-45 minuti.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp070 (5 of 8)06/09/2005 1:06:01

Stendere di nuovo con il mattarello


e chiudere a libro.
Mettere in frigo per 30-45 minuti (o
il tempo necessario per abbassare
la temperatura dell'impasto).
Questa operazione che abbiamo
fatto si chiama "dare i giri"
all'impasto, come si fa con la pasta
sfogliata o pasta sfoglia.
Rimettere l'impasto sulla spianatoia,
dare altri 2 giri all'impasto e
rimettere in frigo per 30-45 minuti.
Una volta che ritiriamo fuori dal
frigo l'impasto dovremmo vedere se
il burro , stato assorbito bene.
In caso contrario diamo altri due
giri all'impasto e rimettiamo in frigo

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

A questo punto stendere l'impasto


abbastanza sottile (1/2 cm circa),

tagliarlo in modo da ottenere piccoli


triangoli iscosceli.

Sbattere leggermente un albume e


tenere a disposizione un pennellino
da cucina.
Spennellare i bordi dei triangolini
con pochissimo albume d'uovo.

Arrotolare i tringolini, come indicato nell'illustrazione e nelle foto, iniziando dal


lato pi piccolo.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp070 (6 of 8)06/09/2005 1:06:01

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Dopo aver arrotolato ogni trangolo


possibile curvarlo sino a far
toccare le punte del croissant,
oppure lasciarli diritti.

Disporre i cornetti su una teglia da


forno, coperta con carta-forno, a
debita distanza l'uno dall'altro.
Coprirli delicatamente con pellicola
da cucina e lasciarli lievitare di
nuovo sino a che siano molto gonfi,
praticamente raddoppiati o triplicati
di volume: ci vorranno da 6 a 8 ore
a circa 20-25 gradi.

Al termine, spennellarli
delicatamente con albume d'uovo,
copriamoli con un po' di zucchero a
velo fatto scendere dal setaccio e
inforniamoli a 190 gradi per 15
minuti circa o comunque sino a
quando avranno assunto il classico
colore dei croissant.

Una volta sfornati staccarli molto


ma molto delicatamente dalla carta
con l'aiuto di una spatolina ma
senza toccarli con le mani altrimenti
si afflosciano subito.
Appena tiepidi possiamo farcirli con
marmellata calda, crema al
cioccolato o crema pasticcera.
Buon appetito e buon divertimento have a good time!

Download: scarica CROISSANT ovvero I CORNETTI

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp070 (7 of 8)06/09/2005 1:06:01

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Elenco ricette illustrate e fatte in casa di Mister Carota


Claudio Palma 2001-2005 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp070 (8 of 8)06/09/2005 1:06:01

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

CROSTATA ALLA MARMELLATA


Ingredienti per una crostata:
- 250 gr di farina
- 125 gr di burro
- 100 gr di zucchero
- 2 tuorli (3 tuorli se le uova
sono piccole)
- marmellata di albicocche (400500 gr)
- scorza di limone grattugiata
- un pizzico di sale.
Occorre lavorare in un ambiente
freddo, 10-15 gradi.
Procedendo a mano o con robot o
impastatrice, prepariamo la farina
setacciata, il pizzico di sale, lo
zucchero e la scorza grattugiata del
limone e mescoliamo bene.
Aggiungiamo il burro freddo a
pezzetti e, solo se occorre, un
goccio d'acqua gelata

http://www.mistercarota.com/specia/crostaalbi.htm (1 of 4)06/09/2005 1:06:08

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

...e impastiamo molto velocemente


sino ad ottenere un impasto
sabbioso

Aggiungiamo i tuorli e impastiamo il


tutto velocemente quanto basta per
ottenere un impasto senza lavorarlo
troppo per non farlo trasudare

Avvolgiamo l'impasto in una


pellicola per alimenti e mettiamola
in frigo per almeno 1 ora e 1/2 o
anche 2 ore

Al termine togliamola dal frigo e


togliamo la pellicola

Con l'aiuto di abbondante farina


stendiamo l'impasto

http://www.mistercarota.com/specia/crostaalbi.htm (2 of 4)06/09/2005 1:06:08

Le ricette speciali - Mister Carota

Con l'aiuto del mattarello o con dei


cartoncini rigidi di alluminio
stendiamo la pasta dentro la teglia,
tagliando la parte che fuoriesce

Spalmiamo la marmellata sulla pasta

Pieghiamo i bordi della crostata e


con la pasta eccedente decoriamola
a piacere.
Inforniamola a 200 gradi; il tempo
di cottura dipende molto dal forno
usato, comunque va da 40-45
minuti a quasi un'ora e comunque
sino a quando inizia debolmente a colorirsi
E' pronta!

http://www.mistercarota.com/specia/crostaalbi.htm (3 of 4)06/09/2005 1:06:08

Le ricette speciali - Mister Carota

...freddata, tagliata e...

...mangiata!
Buon appetito e buon divertimento have a good time!

Download: scarica CROSTATA


ALLA MARMELLATA
Raccolta delle precedenti ricette
speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/crostaalbi.htm (4 of 4)06/09/2005 1:06:08

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

CROSTATA DI FRAGOLE
pag.1: impasto e preparazione crema pasticcera - pag. 2: cottura della
base della crostata - pag . 3: farcitura
Ingredienti per l'impasto della
crostata: 300 gr di farina - 150 gr
di zucchero - 150 gr di burro - 3
tuorli - vanillina

Mettiamo nel frullatore la farina, loo


aucchero e il burro freddo di
frigorifero e tagliato a pezzi;
riduciamo il tutto in "sabbia".

Aggiungiamo la vanillina

http://www.mistercarota.com/specia/crostatafragole.htm (1 of 4)06/09/2005 1:06:20

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Aggiungiamo i tuorli

Amalgamiamo velocemente con un


cucchiaio oppure con il frullatore,
evitando per quanto possiamo di
toccare l'impasto con le mani

Raccogliamo l'impasto formando


una palla

Avvolgiamo l'impasto nella pellicola


da cucina e mettiamola in frigo per
un'oretta

Prepariamo una crema pasticcera


abbastanza densa e ferma.
Ingredienti: 500 ml di latte - 150 gr
di zucchero - 4 tuorli - 50 gr di
farina (oppure 40 gr di farina e 10
gr di amido di mais) - 1/2 bustina di
vanillina

http://www.mistercarota.com/specia/crostatafragole.htm (2 of 4)06/09/2005 1:06:20

Le ricette speciali - Mister Carota

Portiamo ad ebollizione il latte con


met dello zucchero e la vanillina

Versiamo l'altra met dello zucchero


nei tuorli con la frusta formiamo
una morbida crema chiara

Continuando a sbattere
incorporiamo la farina

Appena il latte caldo mescoliamolo


fino a che giunga l'ebollizione

Versiamo il latte, appena bollito, a


filo nella pastella con uova zucchero
e farina mescolando continuamente

http://www.mistercarota.com/specia/crostatafragole.htm (3 of 4)06/09/2005 1:06:20

Le ricette speciali - Mister Carota

Continuiamo a mescolare sino ad


incorporare tutto il latte

Mettiamo la crema a fiamma


bassissima (meglio se a
bagnomaria) e continuiamo a
mescolare fino a velare il cucchiaio
di legno.
Se la crema non fosse abbastanza
densa teniamola per qualche istante
sul caldo mescolando continuamente sino a giusta densit
Per evitare che faccia "il velo"
copriamo la crema con pellicola da
cucina facendo aderire la pellicola
alla superficie della crema.
Facciamola freddare

pag.1: impasto e preparazione crema pasticcera - pag. 2: cottura della


base della crostata - pag . 3: farcitura

Download: scarica CROSTATA DI FRAGOLE


Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/crostatafragole.htm (4 of 4)06/09/2005 1:06:20

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Nerio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Delicato di pere e fragola (di Nerio)


Ingredienti per le pere: 5 pere sode (scegliendole delle giusta forma sarete agevolati
nel compito) - 300 gr di vino bianco secco - 300 gr di vino rosso secco - 600 gr di
zucchero - 900 gr di acqua
Ingredienti per la salsa: 400 gr di fragole - 1 bicchiere scarso di Brachetto - 60 gr di
zucchero - scorza (solo la parte gialla) d'arancia non trattata - Ingredienti per il
nastro: 1 rotolo di pasta sfoglia - 1 tuorlo d'uovo
Decorazione: arancia - foglioline di menta
- Prendiamo le pere che sbucciamo con
l'aiuto del pelapatate e tagliamole a met.
- Con lo scavino togliamo il torso e con
l'aiuto di un coltellino ben affilato
sagomiamo un attimo le forme.
La pallina tagliata con uno scavino e
ricavata da una pera in pi, ci servir per
il batacchio della campana. Nella pera che
lo allogger, facciamo uno suo foro di
alloggio.

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

- Per aiutarci a fare una sagoma del


nastro tagliamo un foglio di carta forno
della misura del piatto, ci appoggiamo su
le pere e disegniamo il nastro.
- Voltiamo la carta forno in modo da porre
in alto la parte pulita, visto che comunque
il disegno trasparirma ugualmente.
- Seguendo il disegno tagliamo a strisce la
pasta sfoglia formando i nastri.
- Trasferiamoli su altra carta da forno con
cui avremo coperto una teglia e dopo
averli ricomposti, previa pennellatura con
un poco di rosso d'uovo, inforneremo a
160 gradi per un tempo approssimativo di
15 minuti.
- Prepariamo 2 tegami, uno con il vino
rosso, l'altro con il vino bianco, ad
entrambi aggiungiamo 300 gr di zucchero
e 450 gr di acqua, dividiamo le pere e
cuociamole nei 2 tegami.
- I batacchi li metteremo in altro vino,
diverso da quello usato per le campane: se occorre, possiamo aumentare le dosi del
liquido per poter immergere le pere (dipende dalla grandezza del tegame).
- Spegneremo la fiamma quando le pere sono ancora un poco al dente e lasceremo
raffreddare nel suo liquido di cottura.
- Intanto prepariamo la salsa.
- Puliamo le fragole e tagliamole a pezzi, le mettiamo in un altro tegame, aggiungiamo
il vino Brachetto, lo zucchero e la scorza dell'arancia.
- A fuoco basso lasciamo sobbollire e restringere la salsa per una ventina di minuti,
togliamo la scorza d'arancia immediatamente e con cura (se resta troppo in fusione o
ne avanza qualche pezzo puo' dare l'amaro), poi frulleremo il tutto.
- Passiamo il sugo ottenuto ad un colino fine, in modo da togliere le parti granulari
della fragola, non buone al palato.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio2 (1 of 2)06/09/2005 1:06:26

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

- Non ci resta altro che comporre il piatto


contornandolo con scorza d'arancia
tagliata a cubetti e a striscioline finissime
(tagliate un'ora prima si arricceranno).
- Alcune foglie di menta completeranno il
piatto.
- Due accorgimenti per servirlo al meglio.
Il primo quello di riscaldare per pochi
minuti in forno i piatti preparati (max 100
gradi) prima di mettere le foglie di menta
e portare in tavola.
Il secondo di dare fondo alla bottiglia
del Brachetto avanzato: in un calice,
questo spumantino si accoppia veramente
bene.
Addobbo a parte, che ho ideato adesso
per il sito in occasione delle feste di
Pasqua, questo un dolce di frutta
particolare e delicato: volendo possiamo
correggere la quantit di zucchero a nostro piacimento. L'accoppiamento di Brachetto,
arancio e fragola, ideato da me, forma una salsa veramente unica che si puo' usare
anche per altre ricette.
In questa occasione, colgo l'opportunit di inviare al Mister, alla Redazione, e a tutti
coloro che frequentano questo sito, tanti auguri di una buona e serena Pasqua.
Nerio.

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio2 (2 of 2)06/09/2005 1:06:26

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!

Dolcetti primaverili (di Maya)

Ricette visitatori

Vota l'autore di
questo articolo (Maya)

Ingredienti: 250 gr di farina - 175 gr di zucchero - 2 uova - 1 tazzina di latte a


temperatura ambiente - 1/2 tazzina di mistra bianco (facoltativo) - 4 cucchiai d'olio 1/2 lievito per dolci - Alchermes rosso e crema spalmabile al cacao e nocciole.
Occorrente: pirottini di carta.

Illustrate e non

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Prima di tutto se non vi piace il nome della ricetta prendetevela con il Mister: il nome
se l' inventato lui, io di solito questi dolcetti non li chiamavo, mi limitavo a
mangiarli ;-)

Articoli sulla cucina

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Allora cominciamo.
Accendete il forno a 180 gradi.

Mettete tutti gli ingredienti, escluso l'alrchermes e la


crema spalmabile alle nocciole, in una terrina, e
mescolate bene.

Prendete i pirottini, riempiteli con un cucchiaio e 1/2


di impasto e disponeteli in una pirofila da forno.
Infornate e fate cuocere per 15 minuti.

Togliete dal fuoco e con la punta di un cucchiaino


togliete una piccola pallina di pasta, dalla cima del
pasticcino.
Conservate il pezzetto tolto.

Riempite il "buco" con crema spalmabile al cacao e


nocciola.

Passate i pezzetti d'impasto tolti precedentemente


nell'alchermes e riposizionateli sopra il dolcetto.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=maya8 (1 of 2)06/09/2005 1:06:33

Un secolo fa'

Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Sistemate i dolcetti ricomposti in un bel vassoio et


voil.
Buon appetito
Maya P.S Le dosi servono per circa una quarantina di
pirottini piccoli.

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=maya8 (2 of 2)06/09/2005 1:06:33

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Krapfen a ciambella (senza uova) (di Mara Reggio)

Ricette visitatori

(variante dei Balo')


Ingredienti: 500 gr di farina americana (manitoba) - 100 gr di burro o
margarina - 100 gr di zucchero - scorza grattugiata di 1 bel limone profumato
- 1 bustina di vaniglia - 1 cubetto di lievito di birra - latte q.b.
Voi come fate i kraffen? Con le patate? Con le uova? Bene bene! Adesso prendete nota
di quello che sto per dire. Come sempre io vi daro' la dose di 1/2 kg. E se la domenica
o il sabato state a casa, provate a farle!

Illustrate e non

Mettete in un bicchiere di carta un dito d'acqua tiepida, gettatevi dentro il lievito, fate
riposare 5 minuti e scioglietelo.
In una ciotola, mettete la farina, lo zucchero, il burro sciolto, la vaniglia, la scorza del
limone ed il lievito sciolto, aggiungete tanto latte, a temperatura ambiente o appena
tiepido, quanto basta per fare un panetto morbidissimo.
Versatelo sul piano di lavoro infarinato e incominciate ad impastare, aggiungendo
ancora farina se necessario.
Lavorate la pasta almeno per 10 minuti, poi deponetela di nuovo nella ciotola, fate un
taglio a croce sul panetto e mettetelo a lievitare (con il sistema del forno come
indicato in questa ricetta).
Quando la pasta avra' toccato quasi il bordo della ciotola, rimettetela sul piano di
lavoro e reimpastate ancora per altri 5 minuti.
Prendete dei pezzetti di pasta, allungateli
a cilindri e formate tante ciambelle,
mettetele allineate sul tavolo ricoperto da
una tovaglia, dopo che avete finito,
coprite con un'altra tovaglia e una coperta
leggera di lana e lasciate che lievitino di
nuovo.

Intanto preparate una pentolina, dai bordi alti e piena d'olio, non proprio fino all'orlo,
e mettetela sul fuoco.
Dopo 5 minuti, gettatevi dentro un pezzetto di pane, fatelo friggere e quando vedete
che si colorato, toglietelo e iniziate a gettarci dentro a uno alla volta i kraffen.
Con un cucchiaio cercate di mantenere il krapfen sotto l'olio ed appena sara' colorato
toglietelo e gettatevene un altro.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara10 (1 of 2)06/09/2005 1:06:44

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Prendete poi il kraffen


ancora caldo e passatelo
nello zucchero.
p.s.: queste ciambelle dopo
fritte e passate nello
zucchero, le potete
decorare con crema
pasticcera e amarene, con
una siringa per dolci,
mettete della crema sopra
ed al centro del kraffen e
poi guarnite con una
amarena!

Ciao Wuagli!!!
Mara Reggio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara10 (2 of 2)06/09/2005 1:06:44

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!

Pesche dolci (di Mara Reggio)

Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Ingredienti: 3 o 4 confezioni di brioche 400 gr di alkermes - un Pan di Spagna ciliegine candite - ostie - 1 lt di latte scorze di limoni - 5 tuorli - 600 gr di
zucchero - 7 cucchiai di farina - 1/2 lt di
acqua - margarina - vaniglia - rum

Illustrate e non

Preparazione: Ragazziii !!! Questo un


dolce che ho inventato io... ma vi posso
garantire che... non ve lo dico! Lo dovete
solo provare per credere!

Trucchi e consigli

Allora, procuratevi 3 o 4 buste di


brioschine dolci... le sapete? ...quelle che
compriamo alle volte ai nostri figli per
metterci la crema spalmabile al cacao e
nocciole in mezzo!
Comprate anche una bottiglia piccola di
Alkermes liquore... comprate ancora un
Pan di Spagna di quelli gi fatti, quelli bassi
e confezionati ermetici che Dio ce ne
scampi da chi lo usa per fare una torta.

Poi comprate delle ciliegine candite e se


volete delle foglie di ostie.
Per prima cosa il giorno prima dobbiamo
preparare una buonissima crema
pasticcera in questo modo:
- mettete in una pentola un litro di latte,
- grattuggiatevi dentro 2 belle scorze di
limone e mettetelo sul fuoco, intanto a
parte,
- mettete in un'altra pentola 5 tuorli
d'uovo, unite 300 gr. di zucchero e con un
mestolo incominciate a montarli;
- intanto il latte che sta' sul fuoco, star
incominciando a dare segni di bollitura, voi
lo spegnete e lo lasciate riposare fino a che non prende il bel profumo del limone;
- aggiungete alle uova 7 cucchiai di farina, girate bene a crema, se vedete che molto
duro, aggiungete qualche cucchiaio di latte, girate ben bene e poi con l'aiuto di un
colino, versate il latte nel composto di uova, facendo rimanere le scorze nel colino;
- rimettete sul fuoco e fate addensare la crema, chiudete con il coperchio e fate
riposare tutta la notte.
Controllate di zucchero e se secondo voi ce ne vuole ancora, potete aggiungere quello a
velo.
Al mattino, fate uno sciroppo con acqua (1/2 litro di acqua, 300 gr di zucchero...) fate
bollire fino a che lo zucchero si sar sciolto e poi spegnete aggiungendovi 400 gr. di
Alkermes.
Prendete la crema, aggiungete una confezione intera di margarina, una bustina di
vaniglia, e mezzo bicchierino di rum, azionate le fruste elettriche e montate la crema,
facento si che tutta la margarina si sia incorporata. Vi accorgerete che la crema cambia
colore e sapore, diventa un qualcosa di stupendo!

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara2 (1 of 3)06/09/2005 1:06:55

Ricette visitatori

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina

Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Sbriciolate il Pan di Spagna.

Adesso prendete un contenitore dai bordi


alti tipo zuppiera, tagliate le brioschine a
met e mettete uno strato dentro il
contenitore,

bagnatele con l'aiuto di un cucchiaio di


sciroppo di Alkermes!

Fate poi uno strato di crema,

dopodiche' sbriciolatevi sopra la crema del


pan di spagna,

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara2 (2 of 3)06/09/2005 1:06:55

Articoli sulla cucina - Mister Carota

e poi ripetete con le brioschine, lo sciroppo


la crema e il Pan di Spagna...

si chiude con il Pan di Spagna sbriciolato

e poi con la siringa per dolci, fate tanti


fiocchetti e su ognuna metterete le ciliege
candite e a fianco le foglie. Riponete in
frigo e poi servite quando sono passate
almeno 2 ore da quando l'avete messo in
frigo!
Questo dolce si mangia con il cucchiaio...
ma vi garantisco che una cosa nuova che
non troverete da nessuna parte. Ciaooooo
Mara Reggio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara2 (3 of 3)06/09/2005 1:06:55

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo
(Cleo65)

Quadrotti alla marmellata (di Cleo65)


Ingredienti per 4 persone:
550 gr di farina 00 - 150 gr di burro - 250 gr di zucchero - 3 uova - 1 bustina di
vanillina - 1 bustina di lievito per dolci - 1 limone - 2 cucchiai di liquore dolce a scelta
- 1 vasetto di marmellata di ciliegie (o a vostro gusto) - zucchero a velo.

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Per l'impasto usate il robot o procedete a


mano.
Setacciate la farina con il lievito e la
vanillina ed unitela allo zucchero.
Formate la fontana e mettevi al centro il
burro ammorbidito a temperatura
ambiente, le uova, la buccia di limone
grattugiata e il liquore, lavorando bene
l'impasto fino a formare una pasta soda;
se fosse troppo asciutta, aggiungete del
vino bianco.

Lavorate l'impasto energeticamente per


qualche minuto,

poi stendetelo con il mattarello in una


sfoglia di circa un paio di millimetri.

Tagliate delle strisce larghe circa 5 cm e


mettete la marmellata ad intervalli
regolari sopra a met delle stesse.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cleo19 (1 of 3)06/09/2005 1:07:07

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Coprite con altrettante strisce di pasta e


tagliate i quadrotti negli intervalli tra la
marmellata, chiudendoli bene e
"marcandone" i bordi con i rebbi di una
forchetta per creare una decorazione ed
evitare che la marmellata esca durante la
cottura.
Cuoceteli su una placca da forno foderata
di cartaforno e leggermente imburrata per
20 minuti a 180 gradi, o fino a leggera
doratura.
Tolti dal forno, fateli raffreddare e
cospargeteli di zucchero a velo. Sono
buonissimi e molto belli, adatti anche per
essere regalati al posto del "solito dolce".

Potete anche farli a mezzaluna, aiutandovi


con un bicchiere e riempirli di marmellate
diverse o di crema spalmabile alle
nocciole.
Cleo65

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cleo19 (2 of 3)06/09/2005 1:07:07

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cleo19 (3 of 3)06/09/2005 1:07:07

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

STRUDEL DI MELE
pagina 1 - pagina 2 - pagina 3
Una ricetta simile lo Strudel di mele di Flora, il cui impasto, pero', non
contiene zucchero, ha meno burro e la farcia diversa per contenuto e per dosi.
Ingredienti per l'impasto per
strudel: 300 gr di farina 00 - 2
cucchiai colmi di zucchero - 100 gr
di burro - 1 uovo di media
grandezza - pizzico di sale - acqua
tiepida q.b.

Impastiamo farina, uovo, burro


fuso, zucchero, pizzico di sale e
tanta acqua quanto basta per fare
un impasto abbastanza morbido.
Ora un consiglio: dividiamo
l'impasto in 2, una parte la
mettiamo via nel freezer per
utilizzarla in seguito quando vogliamo, l'altra parte la mettiamo a riposare sotto
un recipiente di vetro per 15 minuti.
Riprendiamo l'impasto lasciato
riposare per 15 minuti e usando un
po' di farina iniziamo a schiacciarlo
con le mani

http://www.mistercarota.com/specia/strudelmele.htm (1 of 3)06/09/2005 1:07:13

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Poi continuiamo a stenderlo con il


mattarello, continuando a
spolverare farina sul piano di lavoro
e sull'impasto

Continuiamo a stendere l'impasto in


modo tale da ottenere una forma
ovale

Girare la sfoglia nel senso della


lunghezza e poi della larghezza per
facilitare l'ottenimento della forma
ovale

La sfoglia deve essere molto sottile


ma non in modo eccessivo

Ora fondere a bagnomaria un po' di


burro che servir per spennellare la
sfoglia e la teglia

http://www.mistercarota.com/specia/strudelmele.htm (2 of 3)06/09/2005 1:07:13

Le ricette speciali - Mister Carota

Spennellare la superficie della


sfoglia con del burro
(pagina successiva)

pagina 1 - pagina 2 - pagina 3

Download: scarica STRUDEL DI MELE


Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/strudelmele.htm (3 of 3)06/09/2005 1:07:13

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


(leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

Torta alla panna e mascarpone

Questa ricetta vuole essere solo un scusa per dimostrare che non , poi cosi'
difficile farcire e decorare le torte con un briciolo di fantasia.
La base della ricetta l'ho fatta con un simil Pan di Spagna molto basso e ben cotto
largo 30 cm.
La farcitura una crema fatta con panna montata, mascarpone, zucchero e albume
montato a neve fermissima.
Volendo con le stesse quantit possiamo fare una torta di minor diametro ma pi
alta.
Per compattare i bordi e livellare la superficie della torta ho usato un lungo coltello a
lama tonda ma, per stare un po' pi comodi, possiamo utilizzare l'apposito coltellospatola per fare questo lavoro.
Ingredienti per la base: 60 gr di
farina per dolci - 80 gr di zucchero - 2
uova e 1 tuorlo - essenza di vanillina

Ingredienti per la farcitura: 1


albume da montare a neve
fermissima - 250 gr di panna fresca
(non "da cucina" o "da montare" ma
fresca!) - 200 gr di mascarpone - 65
gr di zucchero a velo - (facolt.: meno
di 1/2 cucchiaio di amido di mais)

Separare i due albumi dai tuorli;


montare gli albuma a neve fermissima

http://www.mistercarota.com/specia/torpanmasc.htm (1 of 4)06/09/2005 1:07:23

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Sbattere le uova con lo zucchero sino


a formare una soffice crema chiara

Continuando a sbattere, aggiungere


la farina (la quantit che ho dato
indicative)

Aggiungere gli albumi montati a neve

Aggiungere l'essenza di vanillina

Amalgamare bene, mescolando dal


basso verso l'alto

http://www.mistercarota.com/specia/torpanmasc.htm (2 of 4)06/09/2005 1:07:23

Le ricette speciali - Mister Carota

Versare nella teglia imburrata ed


infarinata e infornare ai soliti 180
gradi per 25-30 minuti (deve essere
ben cotta ma non biscottata... fate
voi!)

Ed ecco la nostra base

Prepariamo la crema per farcire la torta.


Montare l'albume a neve fermissima;
montiamo anche la panna a cui
avremo aggiunto 25 gr di zucchero a
velo e, se vogliamo, l'amido di mais;
amalgamiamo 40 gr di zucchero a
velo al mascarpone;
a questo punto versiamo sul
mascarpone la panna montata e
l'albume montato a neve e, con molta
delicatezza, amalgamiamo bene

Con una lunga spatola o con un lungo


coltello spalmiamo la crema sulla
base livellando la superficie e i bordi

http://www.mistercarota.com/specia/torpanmasc.htm (3 of 4)06/09/2005 1:07:23

Le ricette speciali - Mister Carota

a questo punto decoriamola come pi


ci piace, ma non mangiamola subito,
ma teniamola un'oretta in frigo...

...ho detto non subito!!!

Buon appetito e buon divertimento - have a good time!


Mister C.
Download: scarica TORTA ALLA PANNA E MASCARPONE
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Claudio Palma 2001-2005 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/torpanmasc.htm (4 of 4)06/09/2005 1:07:23

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

TORTA CUOREROSA
pag.1: impasto e cottura - pag. 2: farcia - pag . 3: decorazione
Ingredienti per l'impasto della
torta: 200 gr di farina - 4 uova
piccole oppure 3 grandi - 200 gr di
zucchero - 1 yogurt naturale
(bianco) - 125 gr di burro - fialetta
di aroma al limone - 1 bustina di
lievito per dolci
Ingredienti per la decorazione: 100 gr di zucchero a velo - colorante
alimentare rosso - granella di zucchero - cacao amaro q.b.
Mettiamo in un recipiente burro e
zucchero.

Sbattiamo sino ad ottenere una


crema morbida

http://www.mistercarota.com/specia/tortacuore.htm (1 of 3)06/09/2005 1:07:36

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Aggiungiamo 1 uovo per volta:


mettiamo il successivo uovo quando
quello precedente perfettamente
amalgamato

Amalgamiamo lo yogurt

Continuiamo a mescolare
aggiungendo la farina setacciata

Aggiungiamo l'aroma al limone

Aggiungiamo per ultimo il lievito per


dolci setacciato mescolando molto
bene

http://www.mistercarota.com/specia/tortacuore.htm (2 of 3)06/09/2005 1:07:36

Le ricette speciali - Mister Carota

Versiamo l'impasto nella tortiera


(25 cm di diametro e 7-8 cm di
altezza) imburrata ed infarinata

Cuociamo in forno gia' caldo a 180


gradi per 40-45 minuti

pag.1: impasto e cottura - pag. 2: farcia - pag . 3: decorazione

Download: scarica TORTA CUOREROSA


Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/tortacuore.htm (3 of 3)06/09/2005 1:07:36

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia le tue ricette
illustrate
leggi il Disclaimer

Tortino al cioccolato dal cuore morbido


Dedico questa ricetta ad uno Chef
(ovvio che non uno degli Chef
collaboratori del nostro sito) che
aveva il carattere di un cane che
nasconde dietro un finto sorriso la
sua paura che qualcuno gli
sottragga il suo adorato osso (mi
perdonino i cani, senza offesa per
loro...).
Questo tortino mi sempre riuscito
bene. Solo una volta non mi riusc
bene (e la colpa non fu mia), ossia
quando lo feci davanti a quello Chef
dal finto sorriso, a quel punto quello
Chef scagli sul tavolo uno dei
tortini riusciti male urlando come un
matto scatenato: mi fece
veramente pena e non dissi nulla perch pensai che quello Chef doveva avere
dei seri problemi per conto suo... Ma niente rancore, la porta del mio cuore
sempre aperta.
Ingredienti per 4 tortini: 100 gr di
cioccolato fondente - 80 gr di burro
- 80 gr di zucchero a velo - 20 gr di
farina - 2 uova di media grandezza
- solito pizzico di sale.
Occorrente: stampini di alluminio
monoporzione (le solite "caccavelle"
piccole di alluminio che si
acquistano al supermercato o dai
casalinghi).

Allora, inizia a sciogliere a


bagnomaria a fiamma bassa il
cioccolato spezzettato (magari
tritato grossolanamente) e il burro
tagliato a cubetti, mescolando con
un cucchiaio di legno.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp067 (1 of 5)06/09/2005 1:07:44

Illustrate e non
Ricette dei visitatori
Un secolo fa'
Trucchi e consigli
Articoli sulla cucina
Newsletter

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Appena tutto fuso, aggiungi lo


zucchero facendolo cadere dal
setaccio (mi raccomando, altrimenti
fa i grumi)

...e continua a mescolare.


A questo punto togli dal fuoco, fai
leggermente intiepidire (ma deve
essere comunque caldo).

Sbatti le uova insieme al pizzico di


sale

...ed aggiungile pian piano alla


crema mescolando sempre col
cucchiaio di legno (deve essere
perfettamente amalgamato).

Aggiungi anche la farina facendola


cedere dal setaccio e continua a
mescolare.

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp067 (2 of 5)06/09/2005 1:07:44

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Fai fondere il burro senza farlo


scaldare troppo e spennella l'interno
degli stampini, poi mettici una
leggera spolverata di farina, ma
pochissimo burro e pochissima
farina.

Versa la crema in ogni stampino


riempiendolo a non pi della met.

Fai raffreddare tutti gli stampini poi


mettili dentro al freezer per circa 1
ora.

Ed ora viene il difficile, la cottura: se l'interno dei tortini conterr o meno la


crema morbida di cioccolato dipende tutto dal tempo di cottura.
Io ho il forno a gas, e lo metto a 180 gradi C. per 6-7 minuti, al massimo 8...
Ma non si puo' stabilire un tempo preciso, contano molti fattori...
Praticamente devi rimanere l, davanti all'obl del forno, con la luce accesa e
controllarli minuto dopo minuto.
Dapprima vedrai la crema lucida, poi man mano che cuoce, la vedrai meno
lucida e poi che inizia a gonfiarsi, non dovrai attendere oltre perch se si gonfia
veramente allora vuol dire che dentro ormai cotta, attendi solo che sopra sia
appena appena cotta, non di pi
Sforna i tortini, e senza scottarti...

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp067 (3 of 5)06/09/2005 1:07:44

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

...sformali con mooooooolta


delicatezza.

...ecco ...vedi che se lo apri il


cioccolato cola...

guarda che bont...

...ma guarda un po'... ne ho aperto


un altro...

I rischi sono questi:


o si cuociono poco e appena li sformi si accasciano sbriciolandosi e rovesciando
a destra e sinistra la crema al cioccolato
o si cuociono troppo, si gonfiano troppo e fanno delle crepe, ed alla fine
diventano dei tortini cotti anche dentro
o se li togli al momento giusto allora quando il commensale affondera' il
cucchiaino nel tortino vedr una crema densissima al cioccolato che iniziera' a
riempire il cucchiaino stesso... a quel punto verr da te e ti bacier le mani!

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp067 (4 of 5)06/09/2005 1:07:44

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Qui li ho serviti con una crema


all'arancia (succo d'arancia,
zucchero burro e se piace anche un
liquore all'arancia, addensata un po'
alla fiamma).
Buon appetito e buon divertimento have a good time!

Download: scarica TORTINO AL CIOCCOLATO DAL CUORE MORBIDO


Elenco ricette illustrate e fatte in casa di Mister Carota
Claudio Palma 2001-2005 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp067 (5 of 5)06/09/2005 1:07:44

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Elena)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Tortino dal cuore morbido (di Elena)


Ingredienti: 200 gr. di cioccolato fondente - 50 burro - un pochino di
latte - 40 gr di farina - 1 uovo intero - un poco di liquore
(mandarino, arancia o limoncello).

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina

Ciao Mister, ti invio una ricettina a dir poco deliziosa !!!


Per prima cosa prepara 4 stampini di alluminio a forma di tronco di cono imburrati e
infarinati e mettili nel congelatore.
In un pentolino metti il burro e 2 o 3 cucchiai di latte, poni su fuoco lento e quando il
burro inizia a sciogliersi aggiungi il cioccolato spezzettato mescolando con una frusta a
mano, fino a che il cioccolato completamente sciolto e ben montato.
Togli dal fuoco e aggiungi la farina, l'uovo intero, 2 o 3 cucchiai di liquore e mescola
molto bene.
Distribuisci il composto negli stampini e
rimettili nel congelatore per 3 o 4 ore.

Al momento di cuocere porta il forno


(statico) al massimo della temperatura e
inforna per 10 minuti.
A cottura ultimata dovranno presentarsi
come dei panettoncini.
Qualunque variazione del tempo di cottura
e della temperatura dipender dal tuo
forno.

Sfornali, farli raffreddare abbastanza,


quindi aiutandoti con la lama di un
coltellino stacca appena il bordo e
capovolgili in un piattino.
Li potrai guarnire come vuoi: panna,
zucchero a velo e gelatina di amarene o
quant'altro ti suggerisce la tua fantasia.
Tieni presente che si mangiano appena
tiepidi.
Hanno un cuore... morbidissimo e sono
deliziosi anche il giorno dopo.
Provare per credere !!!
Ciao
Elena

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=elena206/09/2005 1:07:50

Trucchi e consigli
Newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

GELATO DI ALBICOCCHE IN SALSA DI CIOCCOLATO


Ingredienti per il gelato: 360 gr
di albicocche snocciolate e con
la buccia - 150 gr di zucchero 2 o 3 cucchiaini di succo di
limone - 240 ml (oppure 240 cc,
e' la stessa cosa) di latte.

Mettiamo nel robot da cucina le


albicocche, lo zucchero ed il succo
di limone.

Frulliamo bene e riduciamo tutto in


crema

Mettiamo la crema in un recipiente


di metallo ed aggiungiamo il latte

http://www.mistercarota.com/specia/gelatoalbi.htm (1 of 3)06/09/2005 1:07:58

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Mescoliamo ben bene

A questo punto se abbiamo la


gelatiera per "gelare" il gelato
abbiamo risolto, altrimenti dovremo
usare il freezer e ogni 15-20 minuti
dovremo avere cura di rimescolare
il nostro gelato.
Per quest'ultima soluzione, usata in questa ricetta, leggere le istruzioni su
come gelare il gelato
Infatti qui viene usato questo
metodo: ogni 15-20 minuti tiriamo
fuori il gelato dal freezer, lo
rimescoliamo accuratamente e poi
lo rimettiamo dentro il freezer

Ingredienti per la salsa al


cioccolato: per ogni 150 ml di
latte usare 15 gr di cacao, 2
cucchiaini di zucchero e 6 gr
circa di cioccolato bianco (non
al latte ma bianco)
Occorre semplicemente dapprima
mescolare il cacao con lo zucchero,
poi stemperarlo con un goccio di
latte, poi aggiungere il rimanente
latte e metterlo sulla fiamma bassa
insieme al cioccolato bianco per farlo addensare ma non troppo; al termine si fa
freddare a temperatura ambiente
http://www.mistercarota.com/specia/gelatoalbi.htm (2 of 3)06/09/2005 1:07:58

Le ricette speciali - Mister Carota

Appena la salsa fredda versarla


nel piattino da portata

Per formare le palline di gelato,


bagnare l'apposito attrezzo,
affondarlo per un centimetro nel
gelato e raccoglierne una sufficiente
quantit per formare una pallina;
poi depositarla sul piattino al centro
della salsa al cioccolato
Decorare con spicchietti di albicocca
e non indugiare oltre per gustarlo!
Buon appetito e buon divertimento have a good time!

Download: scarica GELATO DI


ALBICOCCHE IN SALSA DI
CIOCCOLATO
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/gelatoalbi.htm (3 of 3)06/09/2005 1:07:58

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


IL GELATO

:: Le Ricette

Occorre distinguere il gelato ed il sorbetto. Il gelato fatto di latte, panna o anche


uova. Il sorbetto invece a base di sciroppo di zucchero e frutta fresca.
Ma prima di parlare di come si fa a "gelare" il gelato, voglio parlare un po' dei gelati
acquistati al supermercato e di quelli acquistati e mangiati nei negozi artigiani, quelli
con la scritta "produzione propria".
Per parlare di questi gelati occorre sapere qual la differenza tra surgelare e
congelare. Il congelamento il fatto di portare lentamente un alimento a 20 gradi
sotto zero. Il surgelamento quella tecnica con la quale si porta rapidamente un
alimento a 80 gradi sotto zero, e poi si mantiene a 20 gradi sotto zero. Quindi i
surgelati che accquistiamo subiscono quest'ultimo trattamento. Invece il gelato
diciamo che subisce un leggero congelamemento, dal momento che non viene
portato a 20 gradi sotto zero, pero'...
Pero' il gelato acquistato al supermercato nettamente differente dal gelato che si
va a gustare al negozio artigiano. Il negozio artigiano, ammesso che noi ci siamo
accertati che la scritta "produzione propria" corrisponda al vero, fa il gelato
abbinando latte o panna o uova con zucchero e l'ingrediente che da' il gusto, tipo
crema di nocciole, cacao, pistacchio, vaniglia e scaglie di cioccolato (sapete... la
stracciatella...) e basta. Questo gelato non arriva a 20 gradi sotto zero ma deve
rimanere morbido e sciogliersi in bocca dal momento che va mangiato subito, e
l'artigiano lo sa. Contiene solo i grassi propri dell'ingrediente principale. Infatti se lo
andiamo a mettere nel nostro freezer (che si trova a 20 gradi sotto zero) dopo 3 ore
diventa molto ma molto duro, anzi se ci mettiamo il sorbetto, che sciroppo di
zucchero e frutta, diventa un blocco di ghiaccio.
Parliamo ora dei gelati cosidetti industriali, che prendiamo al supermercato. Le
industrie che fanno tali gelati, sanno che l'acquirente una volta arrivato a casa,
mettera' il gelato nel freezer. Allora per fare in modo che tale gelato una volta tolto
dal freezer si presenti comunque morbido, le industrie insieme al latte zucchero e gli
altri ingredienti, ci mettono molti grassi animali, conservanti, antiossidanti. In tal
modo, aumentando i grassi, il gelato anche se va a 20 gradi sotto zero, rimane
comunque morbido. Oltre a cio' si puo' conservare molto a lungo dal momento che
ci sono conservanti e altre cose.
Questo non gelato ma robaccia. Neanche sotto tortura lo mangerei!
Se voglio gustarmi un buono e sano gelato, con relativa sicurezza, cerco un
artigiano che esponga in modo chiaro gli ingredienti dei suoi gelati e vado a gustare
il suo gelato.
Ma meglio ancora il gelato me lo faccio da me!
Primo modo di gelare il gelato.
Il gelato o sorbetto che sia, deve gelare pian piano e nel contempo deve essere
costantemente mantecato. Quando non c'erano gli apparecchi elettrici attuali, la
crema o lo sciroppo da gelare veniva messa in un contenitore di metallo; questo
contenitore veniva immerso in ghiaccio tritato, sale grosso e poca acqua gelata. A
questo punto la crema o sciroppo che sia, iniziava ad essere mescolata in modo
continuo ed ininterrotto, sino a quando diventava un bel gelato morbido: se era
pronto si capiva dal fatto che prendendone un po' con un cucchiaino bagnato si
riusciva a formarne una pallina.
Oggi esistono gli elettrodomestici appositi basati sullo stesso principio, solo che
intorno alla vaschetta di metallo non c' piu' il miscuglio di ghiaccio sale ed acqua
gelata, ma c' un piccolo frigorifero alimentato dal motore elettrico.
Secondo modo di gelare.
Il secondo modo dipende dal fatto se dobbiamo gelare un gelato o un sorbetto.
Per gelare una crema fatta con latte uova o panna, procedere come segue.

http://www.mistercarota.com/specia/gelato.htm (1 of 2)06/09/2005 1:08:03

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Seguire la ricetta per fare la crema da gelare. Poi farla freddare e metterla dapprima
in frigorifero per un'ora. Poi metterla in un contenitore di metallo (acciaio o rame) e
mettere in freezer. Ogni 15 minuti con un cucchiaio di legno apriamo il freezer e
mescoliamo ben bene la crema e poi rimettiamola in freezer. Questo sino a quando
avremo ottenuto il gelato dalla giusta consistenza. Ci vorranno dalle 2 ore e mezza
alle 4 ore, dipende dalla crema. Si', lo so', non la stessa cosa rispetto al primo
modo...
Per gelare invece uno sciroppo mescolato con della frutta frullata, procedere come
segue.
Preparare il composto e farlo freddare. Metterlo in frigorifero per un'ora. Poi metterlo
nelle vaschette per fare i cubetti di ghiaccio e mettere in freezer. Dopo 2 o 3 ore o
appena sara' diventato ghiaccio, sbattere a neve fermissima un albume, togliere i
cubetti e velocemente metterli nel frullatore e ridurli a crema, poi mescolarli
all'albume sbattuto a neve e rimettere in freezer. A questo punto ogni 10 minuti
mescolare il sorbetto sino alla giusta consistenza.
Bene. A questo punto sotto con le ricette, a questa pagina qui: I gelati.
Buon appetito e buon divertimento - have a good time!
Download: scarica IL GELATO
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/gelato.htm (2 of 2)06/09/2005 1:08:03

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


Granita di mandorle
La granita di mandorle a base di latte di
mandorle: questa ricetta illustrata si basa sul
latte di mandorle di Cannella76 (grazie!!!)
1. Prendiamo 250 gr di mandorle

2. Mettiamo le frullatore e riduciamole in


poltiglia, praticamente dobbiamo ottenere una
pasta di mandorle

4. passate le 5 ore, facciamo uno sciroppo a


freddo facendo facendo sciogliere a
temperatura ambiente 200 gr di zucchero con
1/3 di litro di acqua; mescoliamo di tanto in
tanto;
intanto filtriamo il latte di mandorle mettendo
un telo pulito sul colabrodo o su un setaccio;
intanto che filtriamo ogni tanto strizziamo il
telo con il suo contenuto di poltiglia di
mandorle;

5. uniamo, quindi i due liquidi mescolandoli


con un cucchiaio;
6. mettiamo la granita in coppe di vetro e
mettiamo in freezer, avendo cura di mescolare
decoriamo con mandorle intere.
bene la granita ogni 10/15 minuti sino ad
ottenere una morbida granita;

3. Aggiungiamo 3/4 di litro di acqua e


mescoliamo molto bene;
lasciamo riposare per 5 ore in un luogo fresco
o in frigo;

Download: scarica GRANITA DI MANDORLE


Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/specia/graman.htm06/09/2005 1:08:09

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

Semifreddo alla colomba


Ingredienti: 500 gr di gelato al
cioccolato - 500 gr di gelato alla
panna - alcune fette sottili di
colomba di Pasqua - frutti di bosco.
Ingredienti per il gelato al
cioccolato: 4 tuorli - 125 gr di
zucchero - 200 gr di panna fresca
(1/5 di lt) - 200 ml di latte (1/5 di lt) - 50 gr di cioccolato fondente.
Ingredienti per il gelato alla panna: 4 tuorli - 125 gr di zucchero - 200 gr di
panna fresca (1/5 di lt) - 200 ml di latte (1/5 di lt).
Occorrente uno stampo rettangolare.
In un pentolino messo a bagnomaria far sciogliere il cioccolato aggiungendo
qualche cucchiaio di latte, appena sciolto aggiungere qualche cucchiaio di
panna, amalgamare e tenere in caldo.
Sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara.
Aggiungere la panna ed il latte ed amalgamare bene.
Mettere sul fuoco basso o a bagnomaria e far addensare.
Dividere a met il composto e ad una parte aggiungere il cioccolato fuso.
Far freddare i due composti e fare il gelato usando la gelatiera o procedendo "a
mano" seguendo queste indicazioni.
Una volta fatti i gelati, disporre nel
fondo dello stampo le fette di
colomba in modo da formare uno
strato sottile e uniforme.

http://www.mistercarota.com/specia/semifrecolomba.htm (1 of 3)06/09/2005 1:08:19

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Spalmarvi sopra il gelato al


cioccolato livellandolo bene.
Disporre i frutti di bosco sul gelato
al cioccolato ma attaccati al bordo
del recipiente.

Mettere sopra un altro piccolo strato


di fette di colomba

...e spalmarvi sopra il gelato alla


panna.

Disporre altri frutti di bosco sopra al


gelato alla panna.

Mettere in freezer per 15-20 minuti


per far rassodare di nuovo il
semifreddo

http://www.mistercarota.com/specia/semifrecolomba.htm (2 of 3)06/09/2005 1:08:19

Le ricette speciali - Mister Carota

poi servire accompagnando con


salsa a piacere (qui ho fatto una
salsa all'arancia fatta con zucchero
burro e zucco d'arancia ...poi ci ho
messo anche dei mini-confettini...)

Download: scarica Semifreddo


alla colomba
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/semifrecolomba.htm (3 of 3)06/09/2005 1:08:19

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Nerio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Pomodoro in concassea (di Nerio)

Ricette visitatori

Ingredienti: pomodoro rosso, maturo e sodo.

Illustrate e non

Il pomodoro in concassea (concass) un condimento di base in tante ricette. Qui


ricordo semplicemente la bruschetta, ma ha tante altre applicazioni, sia crude che
cotte, dove si vuole presentare il cubetto di pomodoro con il suo bel colore.

Un secolo fa'

Per togliere la pelle al pomodoro il metodo


pi semplice questo: fare in piccolissima
incisione a croce sul fondo del pomodoro
e tuffarlo in abbondante acqua bollente.

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Dopo un minuto o poco pi, appena si


vede la buccia che inizia ad arricciarsi su
di uno dei pomodori, allora sono da
togliere immediatamente e tuffare in una
terrina di acqua fredda per fermare la
cottura.

Togliere la buccia, facile una volta


sbollentati, tagliare in 4 e ridurre ogni
quarto a petalo togliendo la parte interna
con i semi e quella bianca superiore.

A questo punto si possono tagliare i petali


a cubetto, lasciandoli poi un po' su di un
colino per togliere il liquido in eccesso e
usare per le preparazioni che si desidera.
Una delle pi classiche, un certo tipo di
bruschetta: aggiungendo al pomodoro in
concassea aglio pestato fino a diventare
crema, sale, pepe, olio e basilico tagliato
a julienne.
Chi temesse il sapore troppo forte
dell'aglio, pu insaporire dell'olio sul fuoco
scartando poi l'aglio.
Oltre alla bruschetta, si possono
velocemente insaporire crostini di pane
croccante che si trovano facilmente pronti
in commercio.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio7 (1 of 2)06/09/2005 1:08:28

Articoli sulla cucina


Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Quando faccio questa preparazione,


mentre l'acqua va in ebollizione, uso uno
dei pomodori per ricavare una rosa
d'addobbo su di un piatto da portata.
E' indispensabile un coltellino piccolo e
ben affilato e con questo inizio a pelare il
pomodoro dalla parte superiore (dove
attaccato).
Con calma e pazienza giro delicatamente
attorno a tutto il pomodoro fino ad
arrivare al fondo che taglio intero con un
po' di polpa per fare da base alla rosa.
Ovviamente la cosa pi difficile in questo
passaggio quella di lasciare la pelle d'un
solo pezzo.
Inizio delicatamente ad arrotolare questa
buccia che cosi fatta ed appoggiata alla
base sembrer una rosa.

Finisco con qualche foglia di basilico, o


altre ancora usate in cucina: quello che al
momento ho a disposizione. ;-)

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio7 (2 of 2)06/09/2005 1:08:28

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


(leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

Crema spalmabile al cioccolato bianco e nocciole (vers. beta)

Questa la prima versione di una crema spalmabile bianca, preparata in modo


simile all'ultima versione della crema spalmabile al cacao e nocciole. La sto'
scrivendo dopo aver fatto solamente 5 prove. In seguito, ovviamente, cerchero' di
migliorarla seguendo come al solito i vostri suggerimenti ed aggiungendo anche le
foto.
Ingredienti:
135 gr di nocciole tostate e spellate - 90 gr di cioccolato bianco (che abbia
solo i seguenti ingredienti: zucchero, burro di cacao, latte in polvere, lecitina
di soia ed aromi) - 75 gr di zucchero - 450 ml di latte (quasi 1/2 lt) - 1
cucchiaino di fecola di patate (oppure 1/2 di amido di mais)
- Mettere le nocciole nel frullatore insieme a 4 cucchiaini di zucchero; iniziare a
frullare velocemente sino a farle ridurre in polvere; continuando a frullare (a velocit
minore) queste emetteranno il loro olio e quindi si otterr una pasta che si
attaccher ai bordi del bicchiere del frullatore; a questo punto fermare il frullatore,
staccare la pasta e continuare a frullare sino ad ottenere una crema che dovr
essere fluida ed omogenea: questa la pasta di nocciole.
- Mettere la pasta di nocciole in un pentolino; versare un goccio di latte nella pasta
di nocciole in modo da diluirle un po', mescolando ben bene.
- Aggiungere il rimanente zucchero, l'amido (la fecola o l'amido di mais), il resto del
latte e mescolare bene.
- Accendere il fuoco a fiamma media e mescolare continuamente con un cucchiaio
di legno; da questo momento in poi non si deve mai smettere di mescolare; tempo
previsto da 30 a 45 minuti.
- Quando la crema diventata calda, aggiungere il cioccolato bianco e mescolare
con attenzione per farlo sciogliere bene.
- Continuare a mescolare con molta pazienza sino a far addensare bene la crema al
punto giusto; tale momento si riconosce dal fatto che la crema inizier ad un certo
punto, a bollire rumorosamente tipo "fango bollente" (perdonate l'esempio non
troppo commestibile...).
Debbo confessarvi che avevo inizialmente provato con le mandorle... ma il sapore
non mi era piaciuto molto e le successive prove le ho fatte con le nocciole.
Alla prossima versione di questa crema (speriamo presto)
Buon appetito e buon divertimento - have a good time!
Mister C.
Download: scarica CREMA SPALMABILE AL CIOCCOLATO BIANCO E
NOCCIOLE (VERS. BETA)
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Claudio Palma 2001-2005 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/cremabianca.htm06/09/2005 1:08:44

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

CREMA SPALMABILE AL CACAO E NOCCIOLE (VI vers.)

Fatemelo dire: questa ricetta proprio tutta mia, dal momento che gli ingredienti me
li sono inventati io di sana pianta ed inoltre molto tempo che cerco di migliorarla.
Infatti se cliccate quissu' sopra il link CERCA e cercate "crema spalmabile" troverete
5 versioni della mia crema.
L'ho definita "open source", quasi come se fosse un software, perch mi stava
venendo in mente di mettere su' una bella produzione di crema spalmabile ma poi
ho deciso di rendere pubblica la ricetta... Sto' scherzando... Al contrario, mi
piaciuta talmente che prometto che ogni miglioria che apportero' la rendero'
pubblica, proprio come un "open source".
C' da dire solo che nella ricetta che ho fatto a casa alcuni ingredienti erano
abbastanza introvabili, come ad esempio il burro di cacao, e quindi l'ho riprovata con
altri ingredienti ugualmente ottimi ma di facile reperibilit.
Voglio pero' raccontarvi come iniziata.
Come sapete, tutti coloro che non trovano una ricetta nei vari forum, nelle sezioni
delle ricette o altrove, possono scrivermi: in tal caso io faccio il possibile per dare
l'aiuto richiesto.
Ebbene: nel novembre 2001 Mary, una visitatrice che vive in California, mi scrisse e
mi invio' una sua richiesta per una ricetta. E' proprio per merito suo che io mi misi a
sperimentare creme varie, miscugli vari... e da allora "sfornai" le 5 versioni di questa
buonissima crema spalmabile.
Quindi l'idea in pratica fu di Mary (thank you so much!) ed io, dopo le prime versioni
in verita' un po' deludenti, ora credo di essere arrivato, diciamo, a buon punto.
Quello che mi propongo fare una crema buonissima ma fatta con ingredienti scelti
e nello stesso tempo di facile reperibilit.
Ecco la ricetta: ====>Crema spalmabile al cacao e nocciole (VI vers.)<====
Buon appetito e buon divertimento - have a good time!
Download: scarica CREMA SPALMABILE AL CACAO E NOCCIOLE (VI vers.)
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Copyright 2001-2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/crema.htm06/09/2005 1:08:49

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

IL SIGNOR CIOCCOLATO

Il Signor Cioccolato il Re degli alimenti, il cibo degli Dei, l'alimento degli alimenti,
ottimo per mille usi, mille ricette, mille idee, mille modi di degustarlo, per intenditori e
per principianti, per amanti incalliti e per degustatori occasionali, lontano da ogni
illazione ed accusa di anti-dieteticit, di supercalorie, di pesantezza e stupidaggini
varie.
Lasciatevi consolare dalle tristezze che ogni tanto vi preoccupano o vi buttano gi,
le contrariet di ogni giorno, o le felicit improvvise che capitano come stelle
cadenti, le gelosie che vi acchiappano e non vi lasciano pi: siedetevi in poltrona,
rilassatevi, abbassate la luce e togliete dal cassetto che sapete voi, LUI, scartatelo
dalla carta d'alluminio o carta argentata in cui l'avete avvolto, rileggete la confortante
confezione che vi assicura che LUI stato fatto con gli ingredienti propri del VERO
cioccolato:
"Ingredienti cioccolato fondente: pasta di cacao - burro di cacao - zucchero"
"Ingredienti cioccolato al latte: pasta di cacao - burro di cacao - zucchero latte in polvere"
"Ingredienti cioccolato bianco: burro di cacao - zucchero - latte in polvere"
"Ingredienti cioccolato gianduia: pasta di cacao - burro di cacao - zucchero latte in polvere - pasta di nocciole"
Eh, gi: sconfortante ripensare alla legge europea che favorisce determinate
aziende e che consente di produrre il cioccolato anche con l'aggiunta di grassi
non provenienti dal cacao, senza pensare che il grasso naturale del cioccolato
proprio il burro di cacao; ma niente paura voi sapete che in Italia, in Svizzera ed in
altre nazioni, nonostante questa legge, ci sono aziende che sanno come si fa il
VERO cioccolato; ecco perch ogni volta che vi sedete in poltrona per degustare il
vostro cioccolato, rileggete gli ingredienti. Ed ora spezzate un cubetto di cioccolato
ed ecco il magic moment... eh no! Chi non s apprezzare e degustare il cioccolato,
non pu capire... Certo, in realt noi mangiamo anche altre cose a base di
cioccolato e grassi diversi dal burro di cacao ma non le chiamiamo CIOCCOLATO:
noi chiamiamo CIOCCOLATO solo quello fatto con CACAO e BURRO DI
CACAO.
Ma anche se state lavorando, LUI pu fare qualcosa per voi: d vigore alla mente
ed all'intuizione ed allevia la fatica. Oppure, oserei dire, se state con il vostro lui o
con la vostra lei, beh... come dire... ma s dai, che avete capito... beh insomma
anche in tal caso LUI, il cioccolato, pu fare qualcosa per voi. Ma sapete che chi se
ne intende dice che esistono vari tipi di cioccolato, eccoli:
Cioccolato extra amaro al 70% di cacao, dal caratteristico profumo, si scioglie in
bocca lasciando quel tanto di dolce quanto basta e quella nota bellissima di amaro;
Cioccolato al 60% di cacao, stesse caratteristiche del precedente ma attenuate e
tendenti al dolce;
Cioccolato al 50% di cacao, quello fondente normale, classico con l'amaro molto
attenuato ma di gusto comunque forte;
Cioccolato al 40% di cacao, in pratica un sapiente miscuglio di fondente e
cioccolato al latte;
Cioccolato al 30% di cacao, cosidetto cioccolato al latte;
Cioccolato al 30% di burro di cacao; e questo il cioccolato bianco.
Ed ora prima di darvi due buonissime ricette eccovi l'elenco di alcune bont gi
pubblicate in precedenza: sono ricette al ciocciolato o al cacao:
Salsa al cioccolato
Crema spalmabile al cacao e nocciole (VII versione)

http://www.mistercarota.com/specia/cioccolato.htm (1 of 2)06/09/2005 1:08:54

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Bon-bon al coccolato
Tazza di cioccolato
Gelato al cioccolato
Pere al cioccolato
Liquore al cioccolato
Ed ecco la prima ricetta:
Torta al cioccolato
Ingredienti: 250 gr di cioccolato fondente - 50 gr di farina - 2 cucchiaini di cacao
amaro - 200 gr di zucchero - 150 gr di burro - 5 uova
- Mettere il cioccolato a pezzi in un pentolino insieme al burro; mettere a bagnomaria
e far sciogliere;
- sbattere bene i tuorli insieme allo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa e
chiara;
- aggiungere la farina mescolata al cacao ed amalgamare bene;
- aggiungere il cioccolato ed il burro sciolti a bagnomaria ed amalgamare bene;
- sbattere a neve ferma i 5 albumi ed amalgamarli con delicatezza all'impasto;
imburrare una teglia di diametro stretto, imburrata e versare il composto; cuocere in
forno gi caldo a 180 gradi per mezz'ora circa
Ed ecco la seconda un po' difficile ma adatta per la prossima festivit
Uovo di Pasqua casalingo
Ingredienti ed occorrente: due mezzi stampi per uova di Pasqua di media grandezza
(nei grandi casalinghi ben forniti o nei reparti dei grandi magazzini) - 500 gr di
cioccolato fondente di copertura (in pasticceria) - un termometro per dolci (detto
anche caramellometro) - molta pazienza e precisione.
- Portare ad ebollizione una grande pentola non completamente piena d'acqua;
- abbassare la fiamma ed immergere il pentolino con il cioccolato a pezzi;
lasciare fondere completamente;
- controllare che la temperatura del cioccolato rimanga intorno ai 42 gradi centigradi;
- spegnere il fuoco; versare 3/4 del cioccolato su una superficie liscia (vetro,
ceramica, porcellana o al limite marmo); il rimanente cioccolato rimetterlo a
bagnomaria ma a fiamma spenta;
- lavorare il cioccolato con una cucchiaio di plastica, o qualcosa del genere, sino a
che raggiunga i 30 gradi centigradi;
- raccogliere il cioccolato lavorato e versarlo nel pentolino dove si trova il resto del
cioccolato;
- controllare la temperatura: se sensibilmente minore di 35 gradi, rimettere il
pentolino a bagnomaria sino al raggiungimento di tale temperatura;
- versare in fretta il cioccolato nei due mezzi stampi facendoli roteare, in modo da
foderarli completamente di cioccolato;
- dopo alcuni minuti il cioccolato inizia a solidificarsi; mettere in frigo per un paio di
ore;
- togliere da frigo; per togliere le due met di uovo, premere delicatamente dietro i
due mezzi stampi;
- prima di riunire le due met, con un coltellino pareggiare i bordi;
- infornare una teglia da forno vuota nel forno gia caldo per 15 minuti;
- appoggiare per un attimo sulla teglia calda le due met in modo fa ammorbidire
leggermente i bordi ed immediatamente riunirle in modo da ricomporre l'uovo
facendo combaciare i bordi.
Buon appetito - Have a good time
Download: scarica IL SIGNOR CIOCCOLATO
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/cioccolato.htm (2 of 2)06/09/2005 1:08:54

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

Come fare lo yogurt in casa

...e senza la yogurtiera.


Come saprai, lo yogurt ha i fermenti lattici vivi e cio dei batteri del tipo di
quelli presenti nella flora batterica del nostro intestino e che servono proprio
per far funzionare l'intestino per bene.
Beh, questi utilissimi animaletti si chiamano tipo "Lactobacillus bulgaricus" o
"Streptococcus thermophilus" e via discorrendo.
Pensi che dovremmo comperare questi bacilli? Beh, se li trovi tanto meglio,
altrimenti sara' sufficiente dello yogurt naturale, pi fresco possibile, ma che
abbia i fermenti lattici vivi, pi vivi possibile, ed infine ci occorre leggere sul
vasetto che acquisteremo che non contenga conservanti.
Ah! Ci occorre anche un termometro per alimenti, te lo consiglio.
Allora ti serve:
Una pentola per il bagnomaria, un recipiente per scaldare il latte, un
recipiente di plastica con coperchio e con diametro piu' stretto della
pentola, un colino con manico, un altro recipiente di plastica pero'
piccolo, 1/2 di litro di latte pastorizzato fresco intero o parzialmente
scremato - 1 vasetto e 1/2 di yogurt naturale (bianco) oppure i
fermenti lattici vivi
Mettiamo in una pentola dal fondo spesso tutto il latte. Portiamo il latte a
40/42 gradi, se non abbiamo il termometro teniamo conto che 40 gradi
caldo ma se ci infiliamo un dito non dobbiamo arrivare a scottarci.
Appena il latte si trova sui 40 gradi, versiamo lo yogurt mescolando bene.
Ora riempi la pentola con acqua calda, metti il latte nel recipiente di plastica
e dovresti riuscire a tenere a 35-40 gradi il latte per 6 ore; per fare cio' puoi
controllare ogni 20 minuti con un termometro o con... un dito la temperatura
dell'acqua e se si sta' freddando accendere il fornello per scaldarla un po'.
Dopo queste ore il composto si addensa. Se vogliamo dello yogurt ancora pi
denso, mettiamolo dentro un telo per filtrarlo: quanto pi lo facciamo filtrare
tanto pi risulter denso.
Ora puoi finalmente mangiarti un bel yogurt fai-da-te. Ci vuoi della frutta?
Bene. Frulla, ad esempio, un pezzetto di banana (per la quantit che
abbiamo fatto va bene) e una volta ridotta increma aggiungila al tuo yogurt.
E' quasi finito? L'hai quasi mangiato tutto? Aspetta! Conservane un poco per
ripetere l'operazione daccapo in modo da avere dell'altro yogurt!
Buon appetito - Have a good time
Download: scarica COME FARE LO YOGURT IN CASA
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/yogurt.htm06/09/2005 1:08:59

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

I SUPPLI'
Quante volte a casa abbiamo preparato i suppl, prendendo spunto da ricette
lette in famosi libri di cucina o viste in TV ed alla fine quando siamo andati a
vedere il risultato non siamo mai rimasti completamente soddisfatti: alcune
volte i nostri suppl erano molli con il riso scotto e per niente croccanti, altre
volte duri con il riso crudo e pronti per usarli come fermacarte. Come fare in
modo che il riso resti cotto al dente? Come rendere i suppl perfettamente
croccanti?
Ebbene questa ricetta me l'ha data, tempo fa, una bella pizzettaia che lavorava
in una rosticceria: ci ho provato e ci ho riprovato ed alla fine me l'ha data (la
ricetta) anche se non tutta ma solo alcuni piccoli segreti.
Ingredienti per 4 persone:
300 gr. di riso (quello per risotti) - 200 gr. di pomodori pelati - 2 cucchiai di
carne tritata (gia' cotta con olio sale e vino) - 100 gr. di mozzarella - un litro e
mezzo di brodo (non troppo salato) - 2 uova di media grandezza - 80 gr. di
parmigiano - pangrattato - 4 cucchiai di farina - birra q.b. - 1/2 bicchiere di vino
bianco - 50 gr. di cipolla - una noce di burro - olio di semi - sale - pepe
Possiamo cominciare.
- Mettiamo in una pentola il brodo (diciamo un litro e mezzo) a scaldare: ci
servir per aggiungerlo al riso durante la cottura.
- Mentre il brodo scalda mettiamo in un'altra pentola il burro la carne tritata gia
cotta e la cipolla ad imbiondire; quando la cipolla sar pronta mettiamoci il
pomodoro tagliato a pezzetti e facciamolo cuocere qualche minuto.
- Aggiungiamo poi il riso e facciamolo amalgamare al sugo di pomodoro
mescolando di continuo per un minuto.
- Poi cominciamo ad aggiungere un paio di mestoli di brodo bollente e facciamo
cuocere. Di tanto in tanto non appena il brodo evapora, aggiungiamo un altro
mestolo di brodo.
- Dovremo quindi giungere al punto in cui il riso comincia ad essere al dente
ma tende al crudo (se il tempo di cottura 20 minuti allora il momento giusto
dopo 10 minuti); a questo punto alziamo il fuoco e mescolando di continuo
facciamo evaporare completamente in modo che il riso diventi il pi asciutto
possibile.
- Fate attenzione a far giungere il riso non al dente ma molto al dente, perch
quando friggeremo i suppli' continuer a cuocersi; ed inoltre dovr essere il piu'
asciutto possibile.
- Appena fatto, regolate il sale (dipende da quanto sale c'era nel brodo che
avete aggiunto) ed il pepe.
- Quando il riso ancora bollente dentro la pentola, rompete un uovo dentro e
aggiungete il parmigiano e amalgamate molto bene.
- Mentre il riso si raffredda, preparate (ed ecco il vero segreto di questa ricetta)
non pangrattato e uovo ma pangrattato e pastella.
Ecco come fare la pastella: mettete in una scodella 3 cucchiai di farina e
rompeteci l'uovo rimasto; mentre sbattete aggiungete tanta birra quanta ne
occorre per fare una pastella di media consistenza; se dovesse essere troppo
liquida aggiungete l'altro cucchiaio di farina; regolate il sale e la pastella
pronta.
- Ora in un altro piatto mettete il pangrattato.
- A questo punto quando il riso si sar completamente raffreddato, prendetene
un cucchiaio, mettete all'interno un cubetto di mozzarella, date al riso la classica
forma del suppli', poi passatelo prima nella pastella e poi nel pangrattato.
- Preparate tutti i suppli', poi friggeteli in abbondante olio di semi bollente.
Ed ecco quindi i due segreti di questa ricetta: 1) fare in modo che il riso sia
molto al dente cosicch quando frigge in padella non possa scuocersi; 2)
impanare i suppli' non come il solito (uovo e pangrattato) ma prima nella
pastella poi nel pangrattato.
Buon appetito!!!

http://www.mistercarota.com/specia/suppli.htm (1 of 2)06/09/2005 1:09:06

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Download: scarica I SUPPLI'


Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Copyright 2001-2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/suppli.htm (2 of 2)06/09/2005 1:09:06

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo
(Valeria Cutri)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Anolini alla piacentina (di Valeria Cutri)


Ingredienti del ripieno:
250 gr di stracotto (300 gr di manzo, 50 gr di coppa, 100 gr di petto di pollo)
250 gr di grana
2 uova
noce moscata q.b.
100 gr pangrattato scottato nel sughetto dello stracotto.
Ingredienti per la pasta:
1 kg di farina
8 uova
100 ml di acqua.

Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Primo giorno.
La parte pi lunga e laboriosa la preparazione del ripieno.
Mettere a cuocere la carne usando il procedimento che si usa per fare l'arrosto:
soffritto con cipolla, sedano e aglio; far rosolare la carne aggiungendo un po' di vino
rosso e far sfumare; aggiungere un po' di acqua; deve cuocere per almeno tre ore e la
carne si deve rompere con il cucchiaio e deve rimanere un po' di sughetto; far
riposare il tutto una notte.
Secondo giorno.
Tritare la carne con il tritacarne (assolutamente vietato il frullatore piuttosto usate una
mezzaluna!!!), scottare il pangrattato nel sughetto, aggiungere uova, grana, noce
moscata, aggiustare di sale; se il ripieno risultasse troppo molle far scottare dell'altro
pane.
Preparare la pasta con gli
ingredienti detti prima.
La pasta va tirata abbastanza
sottile (per chi usa l'apposita
macchina: circa al penultimo
spessore).

Stendere la pasta, adagiare


piccole porzioni di ripieno,
prendere l'apposito attrezzo vedi
foto (io uso quello di 4 cm di
diametro) e formare gli anolini.

Quando sono pronti si possono anche congelare mettendoli prima sopra un vassoio di
cartone, quando sono congelati si possono mettere nei sacchetti.
Si fanno cuocere nel brodo di carne (se ne calcolano circa 25-30 a testa).Valeria

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cutri1 (1 of 2)06/09/2005 1:09:13

Ricette visitatori

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cutri1 (2 of 2)06/09/2005 1:09:13

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Elena
de Pascale)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

Ciambella di tagliatelle (di Elena de Pascale)

Ricette visitatori

Ingredienti e occorrente per la cottura: una teglia con foro (30 o 32 cm di


diametro) spennellata di burro - 300 prosciutto cotto con cui rivestirai accuratamente
le pareti della teglia
Ingredienti per la salsa: carota - sedano - cipolla tritata - burro q.b.- 200 gr di
macinato - 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro - 1 bicchiere di latte
Ingredienti per cottura di funghi e piselli: 1 cipolla - olio q.b - 200 gr di piselli 300 gr di funghi - sale - pepe - vino bianco
Ingredienti per legare e farcire: 5 uova - parmigiano a piacere - sale - pepe - noce
moscata - 300 gr di provola o fior di latte a dadini.
Ingredienti per la pasta: 500 o 600 gr di tagliatelle all'uovo.

Illustrate e non

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

La salsa. Trita sedano, carota e cipolla,


soffriggi con burro o margarina, aggiungi
200 di macinato, sale, pepe, noce
moscata e tira bene a fuoco vivace.
Aggiungi un cucchino di concentrato di
pomodoro, un bicchiere di latte e cuoci a
fuoco lento per 20'. Spegni e tieni da
parte.
Cottura funghi e piselli: Trita una
cipollotta, soffriggila con olio e cuoci
insieme i piselli e i funghi,

sale, pepe, tirandoli al termine della


cottura con un po' di vino bianco. Spegni
e tieni da parte.
Per legare: Batti in un capace recipiente
4 o 5 uova, aggiungi sale, pepe,
parmigiano e noce moscata. Taglia a
dadini la provola.
La pasta e la cottura nel forno: A
questo punto cuoci molto al dente le
tagliatelle all'uovo e condiscile con i vari
ingredienti preparati, mescolando ed
amalgamando bene

il tutto.
Le uova battute le metterai per ultime
perch serviranno a dare la giusta umidit
al piatto.
Se nonostante le uova la preparazione ti
sembra un po' asciutta aggiungi a piacere
un po' di latte o acqua di cottura della
pasta.
Versa tutto nel ruoto che avevi preparato,
livella con una forchetta, spargi
parmigiano e pangrattato e inforna caldo
a 220 gradi per 40 minuti.
Sforna, capovolgi su un piatto da portata e
...mi raccomando, mangia solo questo!
Ciao
Elena

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=elena106/09/2005 1:09:20

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Gateaux di patate con funghi e besciamella (di Mara Reggio)


Le Patate!!! ...mmmmhhh che buone! ...fritte! arrostite! scaldate! al forno! con
l'uovo! ...con la pasta! ...insomma sono ottime in tutti i modi e molto adatte a
preparare gustosi piatti!
Ingredienti: 1 kg di patate,
parmigiano,
sale,
pepe,
50 gr. di burro,
1/2 kg di funghi,
una bella tazza di besciamella
della scamorza o mozzarella
3 uova.

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Questo gateaux un po' particolare.


Si prepara come quello tradizionale e cio facendo bollire le patate, sbucciandole e
schiacciandole con lo schiacciapatate...
(ci pensate? c' lo schiacciapatate, c' lo schiaccianoci, ma non hanno inventato
ancora lo schiaccianocidicocco! mah! forse meglio di no, ci vorrebbe Hulk per
schiacciarle! aaaahhh!)
...dicevo, dopo aver schiacciato le patate, aggiustatele di sale e aggiungete un po' di
pepe nero, 50 gr. di burro sciolto e le 3 uova intere sbattute.
Impastate il tutto con le mani, imburrate una teglia e fate uno strato di patate,
versateci sopra i funghi che avrete cotto in padella con dell'olio, aglio , prezzemolo e
sale, ed in fine la besciamella e la scamorza tagliata a pezzetti.
Chiudete il tutto con altro strato di patate, un filino d'olio e una spolverata di
panegrattato, e per far venire pi sfiziosa la presentazione, con una forchetta fate
tante righe su tutta la superfice.
Infornatelo a 180 gradi fino a che si sar cotto. Servitelo tiepido.
Questo un piatto completo, basta un buon contorno (mi raccomando non di patate...
aah) e alla fine frutta e un buon dolce...
...avrete fatto un'ottima cena!
Mara Reggio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara1206/09/2005 1:09:25

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


(leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

LE ERBE AROMATICHE

La scorsa volta ci siamo divertiti cucinando i porcini. Ora invece parleremo di


quegli odori ed aromi che danno gusto ai nostri piatti: Le Erbe Aromatiche.
Prima per di elencare alcune belle ricettine, vediamo un po' quali sono ed a cosa
servono gli odori e le erbe aromatiche.
AGLIO - Il re delle erbe aromatiche e della cucina italiana, anche se alcuni non
riescono a digerirlo bene ed anche se lascia un alito non tanto piacevole. Fiorisce in
estate e si raccoglie in agosto/settembre. Si usa nelle salse, nelle minestre, carni,
verdure ed intingoli vari
BASILICO - Chi di noi non ne ha uno o due vasi in balcone o sul davanzale della
finestra? Il basilico, si s, non va tagliato con il coltello prima di usarlo ma va
spezzettato a mano ed unito a met cottura in tutti i piatti in cui sia presente il
pomodoro... ovviamente ci sono le eccezioni, basti pensare al mitico pesto alla
genovese!
CAPPERI - Fiorisce due volte l'anno ed una piccola pianta molto con molti rami e
cespugli. I boccioli si raccolgono per metterli sotto sale ed cos che li troviamo al
mercato. Usato li dove si vuole dare un sapore piccante-salato ad un piatto.
ALLORO - Molto versatile dal momento che viene usato non solo per arrosti,
brasato, stufati di carne o patate ma anche nella preparazione di alcune salse o dolci
DRAGONCELLO - Pianta perenne, che puo sostituire il prezzemolo oppure essere
usata in insalate o intingoli
TIMO - Molto odoroso, cresce spontaneo oppure coltivato in orto, adatto per stufati
pesci lessi ed insalate
PREZZEMOLO - C' chi dice che il prezzemolo va dappertutto! Questa profumata
pianticina fiorisce da maggio a luglio e, come il prezzemolo, sicuramente in tutti i
nostri orticelli non manca mai. Che dire: solo ribadire che puo' essere usato con
qualsiasi pietanza
ROSMARINO - Dalle foglioline piccole e sottili, ottimo anche essiccato, viene usato
per arrosti e minestre di legumi
SALVIA - La cosidetta erba della salute puo essere utilizzata per arrosti stufati
selvaggina e piatti al burro
ORIGANO - Fiorisce da giugno a settembre e si usa per tutti i piatti a base di
pomodoro
CIPOLLA - Anche se fa piangere, usata motissimo anche cruda in insalata o cotta
come piatto a se o da contorno. Quelle rosse molto gustose, quelle bianche usate
come aroma e sapore praticamente in molte pietanze
ERBA CIPOLLINA - Profumo molto simile a quello della cipolla, adatta per insalate
o al posto della cipolla
CANNELLA - Ideale per pasticceria ma usata anche per salse e marinate
CHIODI DI GAROFANO - Per ragu' e brasati, ideale per il vin brul
Crescione - Il suo sapore piccante ottimo per insalate
FINOCCHIO - Si usa per piatti a base di maiale o insaccati ed arrosti
GINEPRO - Adatto per marinate di selvaggina e pesce
MAGGIORANA - Ottima per stufati, ripieni e minestre soprattutto di verdura
MENTA - Per verdure cotte tipo carciofi, fagiolini e sedani
NOCE MOSCATA - Indispensabile per alcune salse, intingoli e ripieni
PEPERONCINO - Di qualsiasi tipo o grandezza, oltre a favorire la circolazione del
sangue, serve per rendere piccante le pietanze
PEPE - E' in genere destinato ad essere spolverato su tutto, quasi come abitudine,
ma in realt serve solo ad accentuare il sapore dei cibi, praticamente tutti; per chi
soffre di fegato... evitare
PISTACCHIO - Usato in pasticceria e gelateria
PORRO - Usati da soli offrono spunti per piatti di vario genere, ma anche per

http://www.mistercarota.com/specia/erbe.htm (1 of 2)06/09/2005 1:09:30

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

migliorare insalate e minestre


RUCHETTA o RUCOLA - Usata per insalate ma ottima per nuove invenzioni ed
abbinamenti oltre ai classici con formaggio o affettati
SCALOGNO - Comunque ed ovunque sostituibile alla cipolla e volendo anche al
porro
SEDANO - Usato per brodi, minestre ma anche per base di molto soffritti
VANIGLIA - In pasticceria ed in gelateria come aroma
ZAFFERANO - Non solo per il classico risotto alla milanese

Crostini alle erbe


Ingredienti per 4 persone: 4 fette di pane casareccio dragoncello - finocchio selvatico - basilico - menta - succo di
limone - burro
Tritare molto finemente le erbe; sbattere il burro ammorbidito fino a
ridurlo in crema; incorporare le erbe e alcune goccie di limone; spalmare
sui crostini ancora caldi tostati sulla brace o sul barbecue o alla graticola

Trofie al rosmarino

Ingredienti per 4 persone: 400 gr di trofie - rosmarino - 80 gr di


burro - un bicchiere di panna - zafferano - gherigli di noci parmigiano - sale
Scaldare il rosmarino tritato nel burro, aggiungere la panna e lo
zafferano, salare e far addensare; lessare le trofie e condirle con la salsa,
le noci tritate finemente ed il parmigiano grattugiato

Merluzzo gratinato

Ingredienti per 4 persone: 500 gr di filetti di merluzzo - 200 gr di


pangrattato - aglio - prezzemolo - origano - timo - olio
extravergine d'oliva - sale
Tritare molto finemente le erbe, amalgamarle al pangrattato ed
aggiungere sale e poi olio fino a formare una crema quasi liquida;
disporre il merluzzo su una teglia unta di olio, e mettere sopra la salsa
con olio ed erbe, infornare a 180 gradi per 15 o venti minuti fino a
gratinare

Zucchine alla menta

Ingredienti per 4 persone: 8 zucchine medie - olio extravergine


d'oliva - menta - aglio - sale - pepe
Tagliare a rondelle sottili le zucchine. Secondo gusto, cuocere le zucchine
bollite qualche secondo in poca acqua oppure friggerle in poco olio. Se
bollite scolarle bene, se fritte in olio sgocciolarle. Versare abbondante olio
in un piatto, aggiungere abbondante aglio tritato finemente, sale, pepe e
sbattere qualche secondo; versare la salsa sulle zucchine, aggiungere
alcune foglie di menta tritata con le mani, mescolare e lasciare insaporire
in frigo.

Come fare l'olio aromatizzato

Ingredienti: olio extravergine d'oliva - erbe - vasi di vetro


E' molto semplice: necessario solo mettere le erbe desiderate in piccoli
vasi di vetro perfettamente puliti ed asciutti, aggiungere del buon olio
extravergine d'oliva fino a due dita dall'orlo e far riposare un mese al
buio. Questi olio si useranno poi crudi o per friggere: ad esempio l'olio
aromatizzato al rosmarino l'ideale per friggerci la carne, quello all'alloro
si usa per insalate o come base per stufati...

Pecorino sott'olio

Ingredienti: 350 gr di pecorino - alloro - aglio - timo - olio


extravergine d'oliva - pepe bianco in grani - vasi di vetro
Mettere in vasi di vetro puliti ed asciutti il pecorino (romano, sardo,
toscano o si vuole), aggiungere i grani di pepe, l'alloro, l'aglio tritato, il
timo e coprire di olio; lasciare al buio ed al fresco per un giorno o due e
consumare entro 20 giorni.
Buon appetito e buon divertimento - have a good time!
Download: scarica LE ERBE AROMATICHE
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Copyright 2001-2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/erbe.htm (2 of 2)06/09/2005 1:09:30

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo
(Simone Venturi)

Ricette visitatori

Necci (di Simone Venturi)


I Necci sono un piatto tipico della Garfagnana, una bellissima zona montuosa della
Toscana che oltre a regalarci paesaggi mozzafiato ci puo deliziare con i suoi piatti
tipici.
Chi conosce un po' la storia di queste zone sapr come per molto tempo la "castagna"
sia stata uno dei principali mezzi di sostentamento ed proprio grazie a questa che
nascono piatti tipici come la polenta di castagne o appunto i necci.

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

I necci sono delle specie di


"frittellone" che vengono
preparate sul fuoco del
camino (o sul fornello)
utilizzando i c.d. "testi" (o
"cotte" a seconda della
zona).

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Ingredienti( 4 persone): 1 Kg Farina di castagne - Acqua - Sale - cotenna di


maiale (per ungere i testi)
Prendete una ciotola e versate la farina di castagne, versate l'acqua fino a creare un
composto omogeneo che non deve essere troppo duro ma neanche troppo liquido, la
consistenza pi o meno quella utilizzata per le crepes.
Aggiungete uno o due cucchiaini di sale e il gioco fatto.
Il difficile viene adesso, cuocere i necci.
L'importante cercare di tenere i testi ad una temperatura costante piuttosto alta e
ungerli ogni volta che si cotto un neccio (sarebbe buona norma secondo alcuni
mettere sul fuoco ogni volta il testo che era dalla parte opposta della fiamma).
Versate un po' di composto su un testo (quello sul fuoco) e appena versato metteteci
sopra anche l'altro testo in modo da schiacciare il composto.
Appena cotta una parte del neccio prendete i testi dai manici e girateli lasciandoli uno
sopra l'altro dalla parte opposta in modo da far cuocere anche l'altra parte del neccio.
Togliete il neccio pronto e ungete nuovamente i testi con la cotenna e cos via.
Solitamente vengono poi riempiti di ricotta e arrotolati tipo cannoli ma niente toglie
che possano essere mangiati con il biroldo, il prosciutto ed altri affettati nonch con
del buon formaggio fresco.

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=simonev106/09/2005 1:09:36

Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Lunedi' 5 Settembre 2005 ore 23:09
Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

PASTICCIO DI AGNOLOTTI

Che ne dici di un pasticcio fatto con dei buonissimi agnolotti e rivestito con pasta
frolla, eh?
Effettivamente potremmo anche chiamarlo timballo per come viene preparato ma
per via del ripieno chiamiamolo pure pasticcio. Ed ecco la ricetta
Ingredienti per gli agnolotti: 300 gr di farina - 3 uova
Ingredienti per il ripieno: 150 gr. ricotta - 400 gr di spinaci - 50 gr. parmigiano - 1
uova - 100 gr di pangrattato - sale
Ingredienti per la pasta frolla: 300 gr di farina - 150 gr di burro - 50 gr di zucchero un pizzico di sale - 3 tuorli
Ingredienti per condire: 2 cucchiai rasi di farina - 1/2 litro di latte - noce moscata - 40
gr di burro - sale - sugo di arrosto o di brasato - gorgonzola - 80 gr di parmigiano pangrattato
Bene, allora prepariamo innanzitutto la pasta frolla. Le dosi sono un po' diverse dal
momento che vogliamo utilizzare la pasta frolla per un piatto salato.
Allora mescoliamo velocemente la farina allo zucchero ed al pizzico di sale,
mettiamo il burro ammordbidito ed i tuorli ed impastiamo velocemente per ottenere
una pasta omogenea e durante durante la preparazione ci accorgiamo che viene
troppoo dura aggiungiamo un po' di vino bianco. Ora avvolgiamola in cellophan da
cucina o carta equivalente e mettiamola nel frigo oppure al fresco.
A questo punto dedichiamoci al ripieno. Mondiamo gli spinaci, laviamoli e cuociamoli
senza aggiungere acqua, sar sufficiente quella che tratterranno dopo che li
abbiamo lavati. Una volta cotti, scoliamoli, strizziamoli bene e tritiamoli. Prendiamo
la ricotta e passiamola al setaccio. Ora possiamo mescolare molto bene gli spinaci
alla ricotta, al parmigiano grattugiato, all'uovo ed al pangrattato, aggiungendo un
pizzico di sale. Se la consistenza sembra troppo morbida aggiungiamo un po' di
farina e rimescoliamo.
E adesso? Ed ora dobbiamo fare gli agnolotti, quadrati e ripieni di ricotta e spinaci.
Bene allora prepariamo una sfoglia di pasta all'uovo. Disponiamo 250 gr di farina a
fontana sulla spianatoia mettiamoci le 3 uova (di media grandezza ossia 55/60 gr
circa) e con le dita impastiamo iniziando dal centro, badando con l'altra mano a non
far trasbordare le uova sulla spianatoia. Avviciniamo altra farina sulle uova e pian
piano formeremo l'impasto. A questo punto dobbiamo maneggiarlo ed impastarlo
molto bene con molto vigore. La pasta dovr essere morbida e quindi se non
necessario non aggiungiamola tutta la farina e se rimane non fa niente.
La pasta non dovr asciugare ma solo riposare 5 o 10 minuti e quindi mettiamola
sulla spianatoia e copriamola con un insalatiera o una pirofila di vetro in modo che
questa "campana" non permetta alla pasta di seccare. Passato qualche minuto
stendiamola molto ma molto sottile formando un largo ed unico disco di pasta.
Ora il momento di riprendere il ripieno agli spinaci, formare delle pallottoline
minuscole e disporle ad un dito di distanza l'una dall'altra ma solo per met della
sfoglia.
Badiamo ad allineare le pallottoline sia orizzontalmente sia verticalmente. Perch?
Perch una volta disposte in tal modo, piegheremo in due la sfoglia in modo da
imprigionarle e premeremo bene la pasta negli spazi intorno a ciascuna pallottolina.
Ora prendiamo un taglia pasta zigrinato o se non l'abbiamo anche il coltello e
tagliamo la pasta in modo da formare tanti quadrati con una pallottolina come
ripieno.
Ed ecco i nostri agnolotti pronti. Ora non rimane che staccarli l'uno dall'altro,
spolverare di farina un altro lato della spianatoia e metterli l.
Ma, prima di cuocerli dobbiamo preparare due cose.

http://www.mistercarota.com/specia/pasticcio.htm (1 of 2)06/09/2005 1:09:41

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

La prima cosa prepariamo la besciamella con 2 cucchiai di farina, 1/2 litro di latte,
40 gr di burro, un pizzico di sale e uno di noce moscata (schiumare in padella il
burro versare la farina e mescolare con un cucchiaio di legno, versare il latte, salare
e mescolare continuamente fino ad ebollizione).
La seconda cosa tirare fuori dal frigo la pasta frolla, stenderla in due dischi, uno
pi grande dell'altro; imburrare una tortiera, spolverarla di pangrattato, stendere il
disco di frolla pi grande foderandola bene e togliendo la parte eccedente.
Ora torniamo ai nostri agnolotti. Cuociamoli pochi per volta in una pentola piena
d'acqua bollente salata, e man mano che li sgoccioliamo mettiamoli in una grande
piatto. Condiamoli con abbondante sugo di arrosto o di brasato e mettiamone una
met, all'interno della tortiera foderata con la frolla; mettiamo dei pezzetti di
gorgonzola, spalmiamoci sopra la besciamella e spolveriamo del parmigiano
grattugiato; poi mettiamo il resto degli agnolotti, rimettiamo altri pezzetti di
gorgonzola poi besciamella e poi parmigiano.
Ora prendiamo il disco di frolla pi piccolo e copriamo il nostro pasticcio coprendo
un po' i bordi laterali della frolla.
OOra se vogliamo possiamo spennellare il "coperchio" del pasticcio con tuorlo, e se
vogliamo che il pasticcio una volta cotto risulti asciutto facciamo un foro al centro e
mettiamoci un cartoncino arrotolato in modo da far uscire il vapore, altrimenti va
bene cos ed inforniamo a forno gia' caldo agli ormai famosi 180 gradi per un ora.
...ma quant bello! ...quasi quasi mi spiace mangiarlo 'sto pasticcio...
Buon appetito e buon divertimento - have a good time!
Download: scarica PASTICCIO DI AGNOLOTTI
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/pasticcio.htm (2 of 2)06/09/2005 1:09:41

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!

Risotto ai funghi porcini con praline di melone (di Maya)

Ricette visitatori

Vota l'autore di
questo articolo (Maya)

Signori e signori questa una ricetta davvero speciale. Da provare assolutamente !!!
Ingredienti per due persone:1/2 melone maturo e sodo, 200 gr di riso, 2 porcini
freschi o congelati, 1 spicchio d'aglio, 1/2 cipolla meglio se di tropea, una noce di
burro, 1/2 bicchiere di vino bianco, un ciuffetto di prezzemolo, parmigiano grattugiato,
olio, sale e pepe, brodo, anche di dado, per la cottura.

Illustrate e non

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Per cominciare ricavate dei dadini di circa mezzo cm dal melone e metteteli in una
terrina.
Pulite bene da tutte le impurit i porcini e tritateli grossolanamente dopo aver ricavato
qualche fetta per la guarnizione.
In una pentola mettete a soffriggere la cipolla tritata con olio e l'aglio schiacciato.
Aggiungete i funghi (se usate quelli congelati aggiungeteli ora - di solito sono gi a
pezzi -) e il prezzemolo tritato.
Fate insaporire, aggiungete il vino bianco e cuocete per un paio di minuti (qualcosina
di pi in caso di funghi congelati perch perderanno un po' d'acqua).
Aggiungete il riso, fatelo tostare e cominciate ad aggiungere il brodo a ramaiuoli e
continuate ad assorbimento completo fintanto che il riso non sar cotto.
A cottura ultimata aggiungete il burro e il parmigiano, mantecate aggiustate di sale se
necessario, pepate ed aggiungete il melone con l'eventuale succo.
Mescolare delicatamente e servire.
Che squisitezza !!!

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=maya206/09/2005 1:09:46

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


(leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

Sartu' di riso

Ora la volta dello spettacolare sartu' napoletano.


Ingredienti per 4 persone: 400 gr di riso - 130 gr di manzo - burro - mollica di
pane - funghi secchi - interiora di pollo - cervellatine (salsicce) - un piattino di
piselli al prosciutto - una mozzarella - sugo denso di pomodoro (fatto con olio,
cipolla, prosciutto, 1 kg di pomodori pelati) - brodo - parmigiano - sale - pepe olio - farina - 2 uova ed un tuorlo - latte - pangrattato
Stavolta dovremmo metterci un po' di impegno e di pazienza per questa
spettacolare ricetta partenopea. Allora iniziamo a mettere a bagno i funghi secchi in
acqua appena tiepida.
Mettiamo a bagno la mollica di pane e, una volta strizzata, impastiamola con il
manzo tritato (per magro), con un po' di burro, sale e pepe e facciamo delle
polpette molto piccole, passiamole nella farina e friggiamole in olio bollente.
Laviamo e puliamo i funghi ormai pronti, e cuociamoli in olio, sale pepe e bagniamoli
con brodo che faremo evaporare.
Cuociamo le interiora di pollo anch'esse in olio.
A questo punto dovremo avere a disposizione il sugo denso di pomodoro preparato
facendo soffriggere la cipolla tritata in olio, mettendo poi del prosciutto tritato o
pancetta magra e poi i pomodori pelati e tritati facendo poi addensare il sugo.
Poi dovremo avere sottomano i piselli al prosciutto.
Cuociamo poi le cervellatine (oppure normali salsicce) e tagliamole a fettine.
Tagliamo ora la mozzarella a cubetti e iniziamo a cuocere il riso. Mettiamo da parte
1/4 del sugo preparato, e nel resto del sugo mettiamoci dentro il riso, facciamolo
insaporire, e cuociamolo aggiungendo quando serve del brodo. Teniamo la cottura
del riso ai 2/3 e cio non completamente cotto. Regoliamo il sale ma facciamo in
modo che il riso sia denso. Mettiamo del parmigiano, due uova, mantechiamo bene
e lasciamolo li a freddare.
Prepariamo la besciamella: mettiamo poco burro in un padellino, appena si scioglie
aggiungiamo un cucchiaio di farina e prima che si colori mettiamo un bicchiere di
latte; appena la besciamella si addensa aggiungiamo il tuorlo e mescoliamo bene.
Mettiamo ad insaporire il sugo tenuto da parte con le piccole polpette, le interiora, i
funghi, le salsicce, i piselli al prosciutto, e lasciamo sul fuoco per alcuni minuti.
Ora mettiamoci seduti a riposiamo un po'. Eh si perch dovremo preparare il
timballo poco prima di andare a tavola.
Allora prepariamolo: prendiamo una teglia tonda a bordi alti, imburriamola, e
spolveriamo dappertutto il pangrattato. Prendiamo 2/3 del riso e usiamolo per
rivestire il fondo e le pareti della teglia formando cos un incavo dove mettere il
ripieno. Mettiamo a strati, il ripieno, la mozzarella, la besciamella all'uovo e
parmigiano grattugiato. Appena avremo riempito quasi totalmente la teglia, usiamo il
riso messo da parte per coprire a mo' di coperchio il ripieno, livellandolo con un
coltello largo. Spolveriamo la superficie con altro pangrattato ed inforniamolo a 180
gradi per 30 minuti fino a completa doratura. Una volta pronto attendiamo qualche
minuto e poi con cautela sformiamolo: dovremo riuscire a sformarlo senza romperlo,
magari aiutandoci con un coltello affilato e sottile.
Da provare questo magnifico piatto... magari poi mangeremo di magro per una
settimana intera!!! Buon appetito. Have a good time!
torna su
Download: scarica SARTU' DI RISO
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Claudio Palma 2001-2005 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/sartu.htm06/09/2005 1:09:52

Iscriviti alla nostra


newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Nerio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Storia e ricette del pane dell'Appennino (di Nerio)

Ricette visitatori

Tigella e gnocco fritto,


come usiamo chiamarle
tanto qua a Bologna quanto
dalle parti di Modena, non
sono altro che una delle
tante varianti di pane e
fanno parte della cucina
tipica di una certa parte
dell'Emilia. Sono
preparazioni molto antiche,
un tempo venivano servite
sull'Appenino, fra l'Emila e
la Toscana, in segno di
ospitalit.
Sia l'una che l'altra, si
abbinano con successo
ancora oggi ad un buon
bicchiere di Lambrusco
rosso, o di Pignoletto
bianco, vini tipici frizzanti
delle stesse parti.
Con il termine tigelle si
intende il prodotto che risulta da un impasto essenzialmente formato da farina acqua,
latte, e lievito. Questo poi viene cotto nelle tigelliere, costituite in origine da dischi di
terra cotta o di sasso del diametro di circa 12-15 cm. che venivano riscaldati sotto le
braci del camino e impilate l'una sull'altra, alternandole con foglie di castagno e pasta
da tigelle fino a formare una piccola torre e cotte semplicemente cos, con questo
calore.

Illustrate e non

Per gnocco fritto invece, si intende pi o meno la stessa pasta, sottoposta ad una
frittura con olio o con strutto, ottenendo percio' caratteristiche organolettiche
completamente diverse.
Oggi per realizzare le tigelle si utilizzano generalmente stampi in
ghisa o alluminio (la tigelliera in foto d'alluminio) che
permettono di ottenere rapidamente buoni prodotti, anche dai
normali fornelli domestici.
Le ricette per realizzarle sono moltissime poich accanto agli
ingredienti base sopra citati, ognuno ha poi introdotto le proprie
varianti o modificato i dosaggi, al fine di ottenere un risultato in
grado di soddisfare al meglio i propri gusti ed esigenze.
Desiderando un prodotto con buone caratteristiche comunque,
sempre indispensabile consumarlo subito dopo la preparazione,
cio quando ancora ben caldo.
La tigella ed il gnocco fritto comunque da queste parti, uniti
formano una coppia quasi inseparabile ed in grado di costituire
piatti validi e unici. Vengono consumate con i salumi, sottaceti,
formaggi; in modo altrettanto soddisfacente per le tigelle si
possono unire con intingoli come: l'umido con le costine di
maiale, la cacciatora di coniglio, quella di pollo, o, come si usava
un tempo sull'Appennino, funghi in umido.
Un accoppiamento che qua non di uso comune e che invece
spesso propongo, tigella e lardo di colonnata; gi&agravve;
quest'ultimo buono a se' sul pane, unito alla tigelle calde poi,
forma una coppia veramente notevole.
Di largo uso invece per le tigelle, esiste il suo normale ripieno specifico: il pesto di
lardo. E' costituito da lardo generico stagionato di maiale pestato finissimo e
aromatizzato con aglio e rosmarino. Si usa a piccole dosi tagliando la tigella e
inserendolo all'interno. Insieme a questo si puo' servire parmigiano grattugiato, messo
da un lato e ognuno puo' aggiungerne o meno a suo piacimento. E' vero che, pero', il
pesto risulta molto pi idoneo d'inverno che in estate, quando potrebbe essere pi
pesante ed indigesto. Inverno o estate invece, la tigella s'abbina bene alla crema
spalmabile alla nocciola.
Ma per concludere questa mia prefazione alle ricette che vado a proporre, posso
senz'altro affermare che gnocco fritto e tigella meritano un posto di tutto rispetto della
gastronomia bolognese e modenese e sono preparazioni in grado di soddisfare, se ben
fatte, anche palati molto esigenti e raffinati.
TIGELLE
Ingredienti: 500 gr di farina tipo '00' - 1/4 di lt di panna liquida - 2 cucchiai olio
d'oliva - 25 gr. di lievito di birra fresco - 1 buona presa di sale fino (10 gr circa) - latte.

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio3 (1 of 3)06/09/2005 1:09:58

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Preparazione.
Versare la farina sul tagliere e disporla a fontana.
Mettere il lievito precedentemente ben sciolto nel latte leggermente tiepido
Aggiungere il sale all'esterno della fontana, la panna ed impastare il tutto con
l'aggiunta di un po' di latte se serve, fino ad ottenere un insieme compatto ed
omogeneo.
Lasciare lievitare in un recipiente coperto da una pellicola ma che lasci raddoppiare
l'impasto e porlo in luogo caldo per almeno 2 ore o fino a che raddoppi il suo volume.
La temperatura ideale per lievitare questo impasto all'incirca 30 gr e d'inverno
accendo un attimo il forno al minimo e spegnendo, appena intiepidisce, lascio lievitare
all'interno del forno.
Appena l'impasto lievitato, rimpastare e preparare delle piccole palline di 35-40 gr,
farle riposare di nuovo per circa 15-20 minuti e poi schiacciandole introdurle nella
tigelliera precedentemente riscaldata e unta con della cotica di pancetta o di
prosciutto.
La tigelliera va girata da
ambo le parti sulla fiamma
del fornello.

E' di largo uso farcire la


tigella con pesto di lardo.
Il Pesto di Lardo: battuto di
lardo, rosmarino pestato
fine, aglio tritato finissimo
(facoltativo), miscelare gli
ingredienti fino ad ottenere
un impasto omogeneo. Si
puo' servire con parmigiano
reggiano a lato.

GNOCCO FRITTO
Ingredienti: 500 gr di farina tipo '0' - 1/4 di lt. di latte intero - 13 gr. di lievito di birra
fresco - 1 buona presa di sale fino (10 gr circa)
Preparazione.
Versare la farina sul tagliere disponendola a fontana.
Sciogliere bene il lievito in un po' di latte tiepido.
Spargere il sale all'esterno ed al centro mettere il lievito sciolto in un po' di latte.
http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio3 (2 of 3)06/09/2005 1:09:58

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Impastare il tutto con altro latte fino ad ottenere un insieme compatto morbido ed
omogeneo della consistenza da potere tirare con il matterello.
Lasciare riposare l'impasto per circa 10 minuti; con il matterello tirare una sfoglia di 3
o 4 mm di spessore.
Tagliare la pasta a rombi o a forma desiderata ed introdurli in olio o strutto bianco
(meglio quest'ultimo se ben caldo ne assorbe poco).
Una volta che il gnocco rigonfio girarlo per dorarlo da ambo le parti e porlo su carta
da cucina per togliere l'eccesso di unto e servire subito caldo.

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=nerio3 (3 of 3)06/09/2005 1:09:58

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


(leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

TIMBALLI E SFORMATI

Ora vediamo i ricchi ed eleganti Timballi e Sformati.


Prima della carrellata di ricette di timballi e sformati, diciamo qualcosa su questi
piatti che incutono un po' di timore. In effetti al solo nominarli si immaginano subito
complicate preparazioni, costose, elaborate, raffinate e difficili da realizzare. Beh,
diciamo che alcune sono proprio cos, ma non queste presentate da Mister Carota.
I timballi sono di origini molto antiche e la parola timballo deriva dall'arabo e vuol
dire tamburo. S, somiglia proprio ad un tamburo il piatto finito! In genere hanno una
pasta di rivestimento, oppure lo stesso ingrediente principale a tenere in forma il
timballo
Gli sformati darebbero l'idea di qualcosa che poi deve essere, appunto, sformata sul
piatto di portata ma... non detto: possiamo benissimo tenere la pietanza nello
stampo ed adoperare il doppio cucchiaio per servirla.

Timballo di penne alla panna


Ingredienti per 4 persone: 400 gr di pasta sfoglia acquistata o fatta in casa
(vedi ricetta) - olio - 75 gr di burro - un petto di pollo - farina - 1/2 litro di latte 120 gr di prosciutto cotto - 400 gr di penne - 3 tuorli - 100 gr di provolone - 130
gr di panna - sale
Cuocere il petto di pollo in olio, a fiamma bassa regolando poi il sale; preparare la
besciamella sciogliendo 50 gr di burro in un pentolino, aggiungendo due cucchiai di
farina e, dopo aver mescolato, aggiungendo il latte caldo; salare e continuare a
mescolare facendo addensare la salsa per alcuni minuti; tritare il prosciutto, il pollo
ed aggiungerli alla besciamella, mettendo anche 2 tuorli, il provolone grattugiato (o
altro formaggio) e la panna; mescolare bene; lessare la pasta in abbondante acqua
salata; scolarla molto al dente, mescolarla al burro rimasto ed aggiungere la salsa
preparata; stendere la pasta sfoglia in due dischi, uno pi dell'altro, foderare con il
disco pi grande una teglia per torte gia imburrata, versare la pasta, coprire con il
disco piccolo, sovrapporre i bordi del disco grande e spennellare con il tuorlo;
cuocere in forno per 30 minuti a 180 gradi.

Lasagne alla napoletana


Ingredienti per 4 persone: 500 gr di lasagne acquistate o fatte in casa - sugo
d'umido denso con carne tritata (olio aglio basilico manzo passato di
pomodoro) - 400 gr di ricotta - 2 uova - parmigiano grattugiato - mozzarella salsiccia semi-stagionata (facoltativo)
Lessare molto al dente le lasagne tagliate a quadrati di 10 centimetri, passarle
nell'acqua fredda e scolarle; preparare un sugo d'umido molto denso; mettere in una
teglia rettangolare uno strato di lasagne, spalmare la ricotta, disporre eventuali
fettine di salsiccia, fettine di mozzarella, sugo, e ripetere i strati; sull'ultimo strato di
lasagne spolverare abbondante parmigiano grattugiato, coprire con fettine di
mozzarella e sugo; infornare a calore moderato per 40 minuti; servire direttamente
con la teglia di cottura.

Lasagne alle verdure


Ingredienti per 4 persone: 500 gr di lasagne acquistate o fatte in casa - 350 di
zucchine - 300 gr di carote - abbondante basilico - noce di burro - 1/2 litro di
besciamella - 300 gr di mozzarella - sale
Lessare molto al dente le lasagne tagliate a quadrati di 10 centimetri, passarle
nell'acqua fredda e scolarle; cuocere al vapore le zucchine per 2 minuti e le carote
per 5 minuti, tutte tagliate a rondelle e poi rosolarle nel burro, salandole; tritare il
basilico e tagliare la mozzarella a cubetti; disponete in una teglia rettangolare le
lasagne, zucchine e carote, mozzarella, basilico, besciamella e proseguire con gli
altri strati; terminare con lasagne, mozzarella e besciamella; cuocere in forno per 20
minuti a 180 gradi.

Sformato di verza
http://www.mistercarota.com/specia/timballi.htm (1 of 2)06/09/2005 1:10:02

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ingredienti per 4 persone: 400 gr di verza - 300 gr di zucca - 150 gr di fontina 100 gr di prosciutto cotto - sale
Lessare le foglie di verza al dente; imburrare la teglia da forno, foderarla con foglie
di verza, mettere in strati il prosciutto, fettine di zucca, di fontina, salare, e
continuare con foglie di verza ecc...; terminare con foglie di verza; infornare a 180
gradi per 15 minuti; possibile usare della buona bresaola morbida al posto del
prosciutto.

Sformato di patate
Ingredienti per 4 persone: 1 kg di patate - 3 uova - 60 gr di burro - pangrattato 75 gr parmigiano - 200 gr di provola - 150 gr di mozzarella - (facoltativi
prosciutto cotto oppure alici) - sale
Tagliare a cubetti la provola, la mozzarella, l'eventuale prosciutto o le alici; lessare le
patate, pelarle, schiacciarle e ridurle in pur;mescolare al pur i tuorli delle uova, il
burro fuso, sale, provola, parmigiano, mozzarella, prosciutto o alici ed amalgamare
bene; aggiungere anche gli albumi montati a neve; imburrare uno stampo tondo,
spolverarlo con pangrattato, versare il composto di patate, coprire con fiocchi di
burro e pangrattato; passare in forno per 20 minuti a 200 gradi.

Sformato di pane
Ingredienti per 4 persone: 300 gr di pane in cassetta - 3 uova - parmigiano
grattugiato - un bicchiere e mezzo di latte - 250 gr di mozzarella - 250 gr. di
pomodori pelati - sale - olio
Sbattere le uova con parmigiano, latte e sale; bagnare le fette di panecarr o pane
in cassetta con il composto di uova e latte, e friggere in abbondante olio bollente;
imburrare una teglia rettangolare, disporre uno strato di fette di pane fritte, pomodori
tritati, mozzarella tagliata a cubetti e continuare con gli strati; cuocere in forno per 15
minuti a 180 gradi.

Sformato di cioccolato
Ingredienti per 4 persone: 250 gr di cioccolato fondente - un bicchiere di latte 250 gr di mollica di pane - 100 gr di zucchero - 5 uova - noce di burro
Sciogliere il cioccolato in un pentolino con qualche goccia di latte, poi aggiungere il
rimanente latte; aggiungere lo zucchero, la noce di burro e la mollica di pane;
spegnere il fuoco ed aggiungere i rossi d'uovo e gli albumi montati a neve ferma;
mettere in uno stampo tondo e gia imburrato; cuocere per 45 minuti nel forno a 180
gradi ed una volta spento il forno, attendete qualche minuto prima di togliere il dolce
dal forno.
Buon appetito. Have a good time!
torna su
Download: scarica TIMBALLI E SFORMATI
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Copyright 2001-2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/timballi.htm (2 of 2)06/09/2005 1:10:02

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


(leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

TUTTI GLI GNOCCHI D'ITALIA

Ora la volta degli gnocchi. Tutti? Quantomeno i tipi pi conosciuti.


GLI GNOCCHI! Proprio una pietanza italiana che pi italiana non si pu, antica,
dapprima fatta con farina ed acqua, poi con molte varianti che si sono aggiunte col
tempo: dagli gnocchi di patate a quelli di semolino, dagli gnocchi di polenta a quelli
di pane...
Iniziamo subito? Daccordo! La prima ...
Gnocchi di patate
Questo modo di fare gli gnocchi di patate il pi diffuso, vediamolo:
Ingredienti per 4 persone: 1 kg di patate - 300 gr di farina - 700 gr di pomodori
pelati - cipolla - 300 gr di polpa di vitello - aglio - olio extra vergine d'oliva parmigiano - sale
La dose di farina rispetto alle patate indicativa dal momento che esistono varie
specie di patate che assorbono quantit diverse di farina.
Lessare quindi le patate, sbucciarle, lasciarle intiepidire ma non freddare e poi
schiacciarle con il passapatate; una volta schiacciate lasciarle freddare
completamente.
L'operazione di farle freddare completameente prima di unirle alla farina serve per
rendere fare in modo che gli gnocchi una volta cotti restino sodi. Se piacciono molli
allora occorre impastare le patate ancora calde alla farina.
Ora prepariamo il sugo. Soffriggere in un po' d'olio la cipolla e l'aglio tritati,
aggiungere la carne tagliata a cubetti e lasciare cuocere a fuoco basso. Bene, ora
ogni tanto controllare la carne e portarla a cottura e se vediamo che occorre
cuocerla ancora, bagnamorla con un po' d'acqua o brodo.
Una volta cotta la carne aggiungere i pelati tritati, salare e cuocere per 30 minuti a
fuoco moderato. Ora le patate saranno finalmente fredde: impastarle quindi con la
farina e in modo da ottenere una pasta abbastanza soda.
Ora forgiare la pasta in modo da ottenere dei lunghi bastoncini spessi quanto un dito
e tagliarli a cubetti. Se piace, possiamo rigarli utilizzando una forchetta o l'apposito
utensile.
Per fare tutte queste operazioni sicuramente ci occorrer della farina per spolverarli
un po'. Portare a bollore abbondante acqua salata e lessare gli gnocchi pochi per
volta. Condire poi con il sugo preparato e spolverarli con il parmigiano.
Gnocchi al forno
Ingredienti per 4 persone: 1 kg di patate - 300 gr di farina - 100 gr di burro - 300 gr
di farina - pecorino sardo - sale
- Seguire il medesimo procedimento della ricetta precedente per preparare gli
gnocchi di patate, con una variante: appena impastato per bene il tutto, aggiungere
un cucchiaio di pecorino sardo grattugiato ed impastare molto bene, poi forgiare gli
gnocchi come descritto sopra.
Portare a bollore abbondante acqua salata e lessare gli gnocchi pochi per volta,
disporli in una teglia da forno imburrata, e man mano spolverarli di pecorino
grattugiato e fiocchi di burro.
Amalgamare bene mescolando con cura e delicatezza, spolverare altro pecorino,
qualche altro fiocchetto di burro e passare in forno caldo per 20 minuti per gratinarli.
Gnocchi alla bava
Ingredienti per 4 persone: 1 kg di patate - 300 gr di farina - 100 gr di parmigiano 100 gr di burro - 100 gr di toma - 50 gr di gorgonzola
Preparare gli gnocchi di patate come la ricetta precedente. Lessarli pochi per volta
in abbondante acqua salata.
Disporne una met in una teglia da forno, disporre il toma a fettine, del parmigiano
grattugiato, dei fiocchetti di burro e del gorgonzola sbriciolato. Aggiungere l'altra

http://www.mistercarota.com/specia/tgnocchi.htm (1 of 3)06/09/2005 1:10:08

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

met degli gnocchi e spolverare altro parmigiano e burro. Passare in forno caldo per
20 minuti.
Gnocchi di ricotta
Ingredienti per 4 persone: 300 gr di ricotta - 100 gr circa di farina - sugo d'umido o
altro sugo al pomodoro - parmigiano grattugiato - 3 uova - sale
Avere cura di acquistare della ricotta abbastanza asciutta e con l'aiuto di una
forchetta ridurla in crema. Aggiungere la farina, un uovo interno e due tuorli;
aggiungere anche il parmigiano ed un pizzico di sale: amalgamare ed impastare il
tutto aiutandosi con altra farina per spolverare la spianatoia. Preparare gli gnocchi
nel modo classico.
Lessare gli gnocchi di ricotta in abbondante acqua salata, disporli nei piatti e condirli
con sugo d'umido o altra salsa al pomodoro; spolverare con parmigiano.
Gnocchi alla romana (gnocchi di semolino)
Ingredienti per 4 persone: 250 gr di semolino - 120 gr di burro - 1 litro di latte - 120
gr di parmigiano - 3 tuorli - sale
Mettere a bollire il latte aggiungendo anche 50 gr di burro. Versare a pioggia il
semolino e, mescolando con un cucchiaio di legno, far bollire fino a che l'impasto si
stacchi dai bordi e dal fondo.
Togliere dal fuoco ed incorporare i 3 tuorli e 50 gr di parmigiano aggiungendo anche
un pizzico di sale. Amalgamare molto bene.
Imburrare un piano di marmo e stendere l'impasto ad un centimetro di spessore con
l'aiuto di un coltello bagnato in acqua bollente. Attendere che si sia freddato.
Con una formina di 4 centimetri di diametro formare dei dischi da disporre in una
pirofila da forno imburrata (in modo da portarla in tavola direttamente); avere cura di
sovrapporre leggermente i dischi di pasta.
Coprirli di parmigiano grattugiato e fiocchi di burro. Come variante possibile usare
anche della besciamella e parmigiano. Passare in forno caldo fino a completa
gratinatura. Servire caldi
Gnocchi di pane
Ingredienti per 4 persone: 500 gr di pane raffermo - 3 uova - latte q.b. - parmigiano
grattugiato - erbe aromatiche ed odori vari - 4 cucchiai di farina - sale
Tagliare a pezzi il pane e disporlo in un insalatiera; coprirlo con latte e lasciarlo
ammollare per 30 minuti.
Strizzare il pane, tritarlo ed impastarlo con le uova e la farina, aggiungendo un
pizzico di sale. Forgiare delle piccole palline e lessarle in abbondante acqua salata
Disporle nei piatti e condirli con burro caldo nel quale avremo fatto scaldare un
mazzetto di erbe aromatiche; spolverare con parmigiano grattugiato.
Gnocchi di pangrattato
Ingredienti per 4 persone: 250 gr di farina - 500 gr di pangrattato - 400 gr di
pomodori passati - cipolla - basilico - parmigiano grattugiato - olio - sale
Far bollire un po' d'acqua; disporre sulla spianatoia il pangrattato e, quando l'acqua
sar sufficientemente calda da non scottarsi, usarne poca per bagnare il pangrattato
ed aggiungere la farina; impastare aggiungendo eventualmente altra acqua per
ottenere un impasto morbido.
Forgiare gli gnocchi nel modo classico. In un padellino far imbiondire la cipolla in un
po' di olio; aggiungere il passato di pomodoro, il sale e far cuocere 20 minuti;
aggiungere poi il basilico spezzettato con le mani.
Lessare gli gnocchi pochi per volta finch vengono a galla, disporli nei piatti e
condirli con il sugo di pomodoro e parmigiano grattugiato.
Gnocchi con la polenta
Ingredienti: polenta - un uovo - sugo di pomodoro - parmigiano o pecorino
Impastare la polenta avanzata dal giorno prima con l'aggiunta di un uovo intero e
ricavarne gli gnocchi. A parte preparare un sugo di pomodoro. Cuocere gli gnocchi
in abbondante acqua salata; quando vengono a galla, scolarli e condirli con sugo e
formaggio.
Buon appetito - Have a good time
torna su
Download: scarica TUTTI GLI GNOCCHI D'ITALIA
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Copyright 2001-2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/tgnocchi.htm (2 of 3)06/09/2005 1:10:08

Le ricette speciali - Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/tgnocchi.htm (3 of 3)06/09/2005 1:10:08

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia le tue ricette
illustrate

I 100 anni del "Giardinetto"


Quello del 26 giugno stato l'ultimo
spettacolare capolavoro, realizzato
dal nostro Nerio, ed il primo della
sua nuova attivit: quella di
catering.

leggi il Disclaimer

Il prof. Wolgango Horn assessore


alla Cultura e alla Comunicazione di
San Giovanni in Persiceto
presenziava ai 100 anni di attivit
del ristorante Giardinetto, passato
di generazione in generazione, ed
ora gestito da Nicoletta Guerzoni
sua figlia Lara.
Nicoletta, la proprietaria, per questa
grande occasione, ha incaricato
Nerio di preparare ed organizzare un grande buffet nel suo locale, e il grande
Nerio stavolta ha fatto di tutto per stupirci ancor pi del solito.
Le portate, realizzate in collaborazione con Rosa Magnone la cuoca del
Ristorante, sono state preparate presentate ed esposte da Nerio con la preziosa
collaborazione di Marisa Rinaldi, coordinatrice come Nerio della scuola di cucina
"Il mestolo e la ramina" di Bologna.
Ma tutta la grande "famiglia" del Giardinetto, e tutti vestiti con gli abiti di un
secolo fa, ha svolto un importante contributo al fine della buona riuscita del
buffet.
Anche Marco, il figlio di Nerio, insieme a Lara hanno servito gli aperitivi e gli
stuzzichini iniziali.
Questo stato quindi per Nerio un vero e proprio debutto nel campo del
catering, e noi gli facciamo i nostri auguri per la sua nuova attivit.
In questo piccolo ma accogliente ristorante in provincia di Bologna, presente
nella guida Michelin, molti degli abitanti di San Giovanni hanno onorato la
bellissima festa affollando il locale dalle 18:00, ora di apertura del buffet, alle
22:00.
Gi prima dell'apertura del buffet i primi arrivati gironzolavano tra le portate
ammirando ed iniziando a "mangiare con gli occhi" le prelibatezze schierate su
vari tavoli.
Poi, una volta iniziato il buffet, la gente continuava ad arrivare ed in breve
tempo il Giardinetto era colmo di commensali che si beavano con gli occhi e con
il gusto degli odori e sapori delle pietanze del buffet.
Ma iniziamo a vedere l'album delle fotografie.
(clicca sulle foto per ingrandire)

Nerio che prepara il


vitello tonnato

Nerio e la farfalla di
affettati'

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp069 (1 of 3)06/09/2005 1:10:20

Nerio

Illustrate e non
Ricette dei visitatori
Un secolo fa'
Trucchi e consigli
Articoli sulla cucina
Newsletter

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Rosa Magnone e suo figlio


Nerio e suo figlio Marco

Nicoletta Guerzoni

Marisa Rinaldi

Lo staff del ristorante e


l'assessore Wolgango
Horn

Gloria, un'amica di Nerio, Gloria e Nerio


simpaticissima visitatrice
di Mistercarota

...si attende l'inizio del


buffet

Lara e Marco agli aperitivi

Inizia il buffet

Uno del tavoli con le


portate

Antipasto alle olive

Inizia il buffet

Pavone di salumi

Crostini alle olive e ai


pomodori secchi'

Torta ai porcini

Torta ai carciofi

Formaggio e noci

Uova alle melanzane

Risotto piselli e uova


Vitello tonnato

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp069 (2 of 3)06/09/2005 1:10:20

Ricette illustrate e fatte in casa - Mister Carota

Insalata di mare (risotto


di mare)

Fagioli tonno cipolle

Strichetti estivi

Frittate porcini carciofi

Pan di Spagna per


accompagnare zuppa
inglese

Torta di frutta dei 100


anni

Elenco ricette illustrate e fatte in casa di Mister Carota


Claudio Palma 2001-2005 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/specia.php?pag=sp069 (3 of 3)06/09/2005 1:10:20

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo
(Manav e Delfino)

La mia cena della Vigilia di Natale (di Manav e Delfino)


Ecco alcuni dei piatti che ho cucinato la sera della Vigilia di Natale.
Tagliolini alle cozze vongole e gamberi
Ingredienti per 4 persone: 400 gr di
tagliolini all'uovo - 1/2 kg di un misto
di cozze, vongole e gamberi - aglio olio extravergine d'oliva - 500 gr di
pomodori pelati e tritati - sale peperoncino

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Soffriggere in una padella in qualche cucchiaio di olio, uno spicchio d'aglio e


peperoncino.
Topgliere il peperoncino, aggiungere i pomodori tritati e far cuocere 10 minuti.
Aggiungere le vongole e le cozze: per entrambi alcune da sgusciare altre gia'
sgusciate.
Aggiungere anche i gamberi (o anche gamberoni).
Far cuocere aggiungendo eventualmente un po' d'acqua.
Lessare in molta acqua salata e bollente i tagliolini.
Togliere poi il pesce da sgusciare ed i gamberoni, aggiungere i tagliolini cotti e
sgocciolati, spadellare per amalgamarli alla salsa e comporre i piatti mettendo accanto
ai tagliolini una porzione di vongole e cozze da sgusciare e gamberoni.
Risotto ai filetti di trota
Ingredienti per 4 persone: 300 gr di riso parboiled - 400 gr di filetti di trota 60 gr di burro - brandy - una bustina di zafferano - sale - pepe bianco - 160
gr di parmigiano grattugiato
Mettere a bollire un bicchiere d'acqua e versarci il riso.
A parte tenere pronta altra acqua bollente e man mano che il riso asciuga aggiungere
altra acqua sino a portarlo a cottura.
A cottura ultimata salare, aggiungere lo zafferano diluito in poca acqua tiepida e
portare il riso all'onda.
In padella cuocere a fiamma bassa i filetti di trota nel burro fuso.
A cottura ultimata spruzzare con brandy e fiammeggiare. Aggiungere un po' di pepe
bianco.
Aggiungere il riso ai filetti di trota, mescolare e comporre i piatti nel seguente modo:
far fondere a fiamma bassa il parmigiano in un padellino anti-aderente, poi rovesciare
un piatto e versare il parmigiano fusoo sopra il piatto formando un reticolo; quando il
parmigiano sara' freddo si otterra' un cestino; proseguire sino a formare 4 cestini di
parmigiano; rimettere i piatti a posto e metterci sopra i 4 cestini di parmigiano; sopra
ad ogni cestino versare il riso.
Cernia con olive e capperi
Ingredienti per 4 persone: 400 gr di
filetti di cernia - 15 o 20 pomodori
pachino - capperi sotto sale - una
dozzina di olive nere - un ciuffo di
prezzemolo - 2 spicchi d'aglio - sale pepe bianco
Ungere con olio una teglia da forno,
disporre i filetti di cernia, i pomodori
pachino tagliati a meta', i capperi puliti
dal sale, le olive nere, l'aglio fininemente
tritato, sale e pepe bianco.
Passare in forno a 180 gradi.
Occorreranno pochi minuti di cottura.
Questo piatto si puo' accompagnare con
dei piselli e calamari: pulire e tagliare a rondelle i calamari; in una padella

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=manav2 (1 of 2)06/09/2005 1:10:29

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

soffriggere in un po' di olio uno spicchio d'aglio e un po' di prezzemolo tritato; i


calamari tireranno fuori la loro acqua; salare, spruzzare con vino bianco e far
evaporare; aggiungere un po' di acqua per terminare la cottura; a parte cuocere i
piselli con olio cipolla affettata finemente e sale; appena cotti aggiungere i calamari.
Manav e Delfino

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=manav2 (2 of 2)06/09/2005 1:10:29

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

PRANZO D'ESTATE

Agosto 2002. La tivvu' dice che da non so' quanti anni non faceva un tempo cosi'
brutto: ci credo, ci credo, porca miseria: quasi tutte le ferie inondate da tutti questi
temporali.
Infatti 'stasera oltre che piovere, qui' in montagna, fa anche un pochino troppo
fresco: avevo in programma di farmi un gelato al cioccolato, ma quasi quasi credo
che mi far una bella tazza di cioccolata calda e... uh! il telefono...
"Ciao, Mister Carota, allora?"
"Ah ciao Annie, allora ti confermo che domani sera ci sar anch'io"
"Si', per senti Claudio, visto che la sera piove quasi sempre e domani saremo in
tanti, invece che una cena faro' un pranzo, meglio, tu ce la fai a venire per
pranzo?"
"Beh, si', non c' problema, che preparerai?"
"Eh, caro Mister, domani vedrai"
"Va bene, ciao carissima Annie"
"Ciao boss, a domani".
L'indomani. Arrivo a casa di Annie, tra i primi: voglio sbirciare in cucina cosa sta'
avvenendo. Dopo un sfilza di saluti e sorrisi, imbocco deciso la cucina.
Annie in cucina.
"Claaaaaudio! Ciao! Ehi boss, sei quasi arrivato per primo, guarda per che ho gia'
preparato tutto eh, debbo solo preparare qualche dettaglio e basta."
"E cio? Cosa, fai vedere, cosa?"
"Allora voil il menu': ora ti dico tutto"
"Ma sei sicura che non ti serve una mano?" - pian piano la circondo con le braccia.
"Ehi, ehi Carota... ehm... di la' c' gente... ehm... rimandiamo il discorso a dopo, ora
senti il menu':
Antipasti
Prosciutto e melone con succo di arancia
Tagliare 2 fette di melone per ogni piatto; staccare la buccia da ogni fetta ma non
completamente lasciandone attaccata un po'; adagiare sopra ogni fetta una fettina di
prosciutto dolce; spremere un'arancia, mettere il succo in un pentolino con un
cucchiaino di zucchero e far leggermente addensare; far freddare, pochissima salsa
va messa sopra la fetta di prosciutto ed il resto accanto alle fette di melone.
Crostini con formaggetta aglio e alici
Per ogni persona tagliare una fetta di pane casareccio, disporre sopra il pane due
fettine sottili di formaggio dolce e tenero e metterlo in forno o nel barbecue ad
arrostire; pestare uno spicchio d'aglio con due filetti di alici riducendole in crema;
diluire eventualmente con pochissimo olio, togliere il crostino al formaggio e condirlo
con il composto preparato.
- Primi
Quadrucci all'uovo
Ingredienti: un pollo - 2 e 1/2 di acqua - sedano - cipolla - aglio - prezzemolo - carota
- 350 gr di farina - 3 uova grandi o 4 uova piccole - parmigiano - sale
Dopo aver pulito il pollo, tolte le interiora, fiammeggiato, lavato e tolta la pelle,
metterlo nella pentola con molta acqua, aggiungere la carota, una coste di sedano,
un ciuffo di prezzemolo legato, uno spicchio d'aglio denudato, una cipolla spellata e
portare ad ebollizione; ad ebollizione raggiunta abbassare il fuoco e far cuocere per
2 ore; preparare la pasta come indicato in questa pagina mettendo le uova nella
farina disposta a fontana, impastando bene e poi facendo riposare per 15 minuti;
stendere la sfoglia molto sottile, piegare il disco di pasta a rotolo, tagliare come se si

http://www.mistercarota.com/specia/praestate.htm (1 of 3)06/09/2005 1:10:35

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

stessero preparando le fettuccine; man mano che si tagliano le fettuccine non


srotolarle ma riprenderle e ritagliarle trasversalmente in modo da ottenere piccoli
quadretti di pasta; appena il brodo sar pronto, scolarlo in modo da togliere carne e
verdure, calcolare il quantitativo di brodo necessario per ogni piatto e metterlo a
bollire; aggiungere il sale ed appena bolle aggiungere la pasta tenendo conto di
ottenere una minestra abbastanza liquida; a parte si servir la carne dissossata
insieme al piatto di minestra con quadrucci all'uovo spolverati di parmigiano.
Fettuccine al sugo di castrato
Ingredienti: 400 gr di polpa di castrato - rosmarino - cipolla - 500 gr di pomodori
pelati - olio extravergine d'oliva - 350 gr di farina . 3 uova grandi o 4 piccole - 1
bicchiere di vino - pecorino - sale
Preparare il sugo, tagliando a cubetti la polpa del castrato, mettendola in casseruola
con un p' di olio, cipolla affettata sottilmente, un rametto di rosmarino e facendo
rosolare bene; aggiungere il vino bianco e far evaporare; aggiungere un poco
d'acqua e portare a cottura la carne; aggiungere i pomodori tritati e far cuocere 30
minuti salando verso il termine della cottura; preparare la sfoglia per le fettuccine
come indicato alla seguente pagina mettendo le uova nella farina disposta a
fontana, impastando bene e poi facendo riposare per 15 minuti e poi stendendo la
sfoglia molto sottile, piegando il disco di pasta a rotolo e tagliando le fettuccine;
lessare in abbondante acqua salata e bollente le fettuccine poche per volta e
condire con il sugo di castrato aggiungendo del pecorino.
- Secondi
Filetti di cernia infarinati alla salsa di limone e arancia
Ingredienti: 4 filetti di cernia - olio - burro - aglio - prezzemolo - 1/2 bicchiere di succo
di limone - 1/2 bicchiere di succo di arancia - farina - sale
Infarinare i filetti di cernia, rosolare lo spicchio d'aglio in poco olio ed una noce di
burro, disporre i filetti, abbassare la fiamma e rosolarli da ambo i lati; salare,
aggiungere i cucchi di limone e di arancia, aggiungere il prezzemolo tritato e portare
a cottura; far rapprendere la salsa e servire.
Arista al ginepro
Ingredienti: 600 gr di arista di maiale - qualche bacca di ginepro - salvia - rosmarino
- alloro - aglio - olio - sale - vino bianco - brodo - 50 gr di guanciale
Steccare l'arista (preparata in un unico pezzo) con pezzeetti di guanciale, rosolarla
in un po' di olio, aggiungere la salvia, il ginepro, il rosmarino, uno spicchio d'aglio e
due foglie di alloro, rosolare ancora e agigungere un bicchiere di vino bianco;
lasciare evaporare, salare, poi aggiungere un bicchiere di brodo e far cuocere a
fuoco bassissimo per 2 ore aggiungendo evantualmente un goccio d'acqua se la
salsa dovesse asciugarsi troppo. A cottura ultimata togliere la carne e far
leggermente addensare la salsa. Far raffreddare la carne poi affettarla aggiungendo
sopra ad ogni fetta la salsa.
- Contorni
Patate arrosto
Ingredienti: 1 kg di patate a pasta gialla - rosmarino - origano - peperoncino - olio
Sbucciare le patate e tagliarle a bastoncini non troppo piccoli; metterle in una larga
teglia da forno, condirle con olio, origano, polvere di peperoncino e rosmarino;
arrostirle a 190 gradi fino a doratura completa.
Porcini lamellati di tartufo al barbecue
Ingredienti: alcuni porcini grandi - aglio - prezzemolo - tartufo nero - sale - olio
extravergine d'oliva
Nettare i funghi, togliere i gambi, ungere bene le cappelle, tare un trito di aglio e
prezzemolo, cospargere con questo trito i funghi aggiungendo del sale e cuocere
alla griglia o sul barbecue; condire i funghi con lamelle di tartufo nero.
Verdure miste al barbecue in salsa d'aglio e alici
Ingredienti: peperoni, melanzane, zucchine... - spicchi d'aglio - filetti di alici sott'olio olio extravergine d'oliva
Pulire le verdure, lavarle e asciugarle; tagliarle a fette e grigliarle o cuocerle al
barbecue; preparare la salsa pestando l'aglio con le alici e diluendo la salsa con
olio; condire la verdura arrostita con la salsa.
- Dolci
Crostatine alla marmellata di fichi

http://www.mistercarota.com/specia/praestate.htm (2 of 3)06/09/2005 1:10:35

Le ricette speciali - Mister Carota

Ingredienti: 250 kg di farina - 125 gr. di burro - 100 gr. di zucchero - 1 uovo grande
(da 70 gr) oppure 2 uova piccole (da 45 gr) - burro per ungere la teglia - marmellata
di fichi
Impastare velocemente la farina con il burro ammorbidito, lo zucchero e le uova;
formare una pasta omogenea; formarne una palla da avvolgere in carta oleata e
tenere in frigo per un oretta; stendere con il mattarello la pasta (usando un po' di
farina) fino ad arrivare ad 1/2 centimetro di spessore; con un bicchiere o uno
stampino tondo formare dei piccoli dischi di 7/8 cm di diametro; con parte della
pasta formare dei lunghi e sottili bastoncini; versare un cucchiaio di marmellata di
fichi su ogni disco; con la pasta forgiata a bastincini decorare ogni disco disponendo
i pezzetti di bastoncini sopra la marmellata; infornare poche crostatine per volta
distanziandole e disponendole sulla teglia imburrata oppure coperta con un foglio di
alluminio; cuocere a 180 gradi per 40/45 minuti ogni teglia.
Marmellata di fichi
Ingredienti: per ogni kg.di fichi neri settembrini - 500 gr. di zucchero
Mondare ogni fico togliendo il picciolo e la buccia; affettare i fichi grossolanamente i
fichi, metterli in una capace pentola, aggiungere lo zucchero senza poi mescolarlo in
modo che lo zucchero rimanga sopra i fichi; cuocere a fuoco molto basso, iniziando
a mescolare solo quando inizia a bollire; cuocere fino ad ottenere una giusta
consistenza che si ottiene provando di tanto in tanto a versare un piccolo
quantitativo di marmellata su un piatto e quando scende lentamente allora si
ottenuta la giusta consistenza; metterla in vasi di vetro perfettamente puliti ed
asciutti arrivando a riempirli quasi totalmente, chiudere ermeticamente e sterilizzarli
in un pentolone pieno d'acqua inizialmente fredda e portata a leggerissimo bollore
per 15 minuti.
"Complimenti Annie, perbacco che piatti prelibati, ma...di' un po' Annie: vabbe' che
siamo in tanti oggi, ma non sono troppi? Forse da ieri sera che ti sei messa a
preparare tutto eh?"
"Beh, s, qualcosa l'ho iniziata a preparare ieri, ma dato che sei qua', dammi una
mano per ultimare gli antipasti, dai..."
Finita la lunga abboffata, finito il mega-pranzo, finiti anche i caff gli ammazzacaff
e via dicendo, mi metto di nuovo alla ricerca di Annie per congedarmi e far ritorno a
casa
"Annie! Beh, io me ne vado, ci vediamo..."
"Eh? Cosa? Senti boss, mi vorresti lasciar da sola in mezzo a tutti questi piatti da
lavare? No dai, appena se ne vanno tutti, dammi una mano in cucina, fammi 'sto
favore e poi magari rimani un pochino qu e poi..."
"...e poi?"
"Poi ci prendiamo un drink... "
"...e poi?"
"E poi, e poi!!! ...e poi... vedremo, carissimo Claudio..."
Download: scarica PRANZO D'ESTATE
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota

http://www.mistercarota.com/specia/praestate.htm (3 of 3)06/09/2005 1:10:35

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo
(Giuseppe Ch)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Frittata di maccheroni succulenta (di Giuseppe Ch)

Ricette visitatori

Ingredienti: Per 6 porzioni: 270 gr. di spaghetti di grano duro, 450 gr. di melenzane,
260 gr. pomodori pelati, 150 gr. pomodorini freschi (o in scatola), 1 cipollina, 1/2
spicchio d'aglio, 3 uova, 2 dl olio di oliva, (complessivamente) 5 gr. di zucchero sale

Illustrate e non

Prima un piccolo commento su questa ricetta, mangiare si', ma capire cosa si mangia.
La frittata di maccheroni quella pietanza genuina, completa e sostanziosa che durante le
scorse generazioni era sempre presente nelle nostre cucine per arricchire una cena in
famiglia o per stare in un sacco a tracolla destinato a una gita domenicale al mare o in
montagna. L'abbiamo cucinata bianca, rossa, ripiena di peperoncini verdi o di alici salate
ma non ci stancheremo mai di gustarla.

Articoli sulla cucina

Tempo di cottura: 30 minuti la frittata.


Privare le melanzane del picciulo e della pella, dividerle in due parti nel senso della
larghezza, quindi tagliarle spesse nel senso della lunghezza.
Renderle quindi a forma di bastoncini. Friggerle in 3/4 di bicchiere di olio riempiendo la
padella in un solo strato per volta e rigirandole di continuo per 7-8 minuti. Devono divenire
di colore bruno pero' fare attenzione che non secchino troppo.
Tagliare la cipollina a mezze fettine non sottili e cuocerle in una padella con 4-5 cucchiai di
acqua e 2 di olio di oliva.
Quando l'acqua si asciuga rosolarvela lievemente, aggiungere i pomodorini e, su fuoco
vivace e scoperti, farli insaporire un paio di minuti. (Il fuoco vivace serve per non fare
ammollare la cipolla che deve permanere rosolata).
Salare, zuccherare e versare questo questo sugo sulle melanzane amalgamadovelo.
Cuocere per 20 minuti una salsetta di pomodoro con i 260 gr. di pelati, 2 cucchiai di olio di
oliva, l'aglio tritato e il sale necessario.
Lessare gli spaghetti al dente, condirli con la salsetta e quando sono freddi, amalgamarli
alle uova sbattute con un p di sale.
In una padella del diametro di 24 cm versare 2 cucchiai di olio di oliva; divenuto caldo,
distendervi meta' spaghetti e procedere per una normale frittata girando, su un piccolo
fornello, la padella da tutti i lati.
A meta' cottura capovolgere la frittata aiutandosi con un coperchio piatto e terminare la
cottura dall'altro lato come fatto in precedenza.
Servire caldo o a temperatura ambiente.
di Giuseppe Ch
Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=giuch306/09/2005 1:10:40

Un secolo fa'

Trucchi e consigli
Newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


(leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

FRITTATE, OMELETTE E CREPES

Diamo innanzitutto le ricette base per preparare le omelette, le crepes e le frittate. I


ripieni relativi all'omelette e alla frittata, li conosciamo tutti e quindi li ometteremo:
sono ingredienti tipo carciofi gia' cotti, patate lesse, formaggio, mollica di pane,
pasta avanzata, carne bollita, zucchine fritte, fagioli lessi, ogni sorta di verdure lesse
o fritte...
Gli ingredienti per le crepes in genere sono marmellate o confetture, creme per
ripieni di torte, miele, mele a fettine lessate insieme a zucchero, ma anche cose
salate.
L'omelette in realt un po' differente dalla frittata classica.
La frittata classica, si s, viene fatta sbattendo non troppo a lungo le uova
(fresche) in modo da permettere alla frittata di gonfiarsi un po'; importante e' dire che
le uova vanno sbattute solo un attimo prima di cuocere la frittata.
Alle uova eventualmente vanno aggiunti altri ingredienti per insaporire la frittata,
oltre naturalmente all'ingrediente principale che servir a farcire, diciamo cosi, la
frittata.
Il sale va usato con moderazione anche considerando gli altri ingredienti che la
insaporiranno; alcuni aggiungono anche pochissimo burro fuso, in modo da far
gonfiare di pi la frittata; la padella ha la sua importanza ed bene sceglierla
antiaderente, non molto larga, a bordi non troppo bassi e piegati verso l'esterno.
Quindi ora possiamo mettere poco olio, ma davvero poco e scaldarlo abbastanza da
farlo diventare bollente, tenendo d'occhio che non bruci; l'olio bollente ci serve per
creare subito una crosticina dorata su tutti e due i lati della frittata.
Quando l'olio bollente versare le uova muovendo la padella in modo da distribuirle
su tutta la superficie ed in modo da far rapprendere le uova uniformemente.
Quando vedremo che anche sopra la frittata inizia a rapprendere giriamola... come?
Beh, possiamo usare il classico sistema del piatto rovesciato sopra la padella e d'un
colpo secco rivoltarla in modo da far cadere la frittata sul piatto e poi farla scivolare
njuovamente in padella.
Oppure, se si ha coraggio, provare a dare un colpo in su' con la padella abbassando
contemporaneamente il manico in modo da far compiere una capriola alla frittata e
farla depositare nuovamente in padella! S, un po' difficile!
Quante uova: 2 per una persona, 3 per due persone, 5 per 3 persone... ma solo
una quantit approssimativa dal momento che le uova possono avere varie
dimensioni.
Ed ora vediamo come fare l'omelette. Per alcuni la parola omelette il modo
francese per chiamare la frittata ma non cos. Se vogliamo conferirgli un gusto
pi&grave; francese possiamo friggerla nel burro invece che nell'olio. Ma la cosa
importante un'altra.
Il modo di preparazione differisce un po' dalla frittata e le differenze sono queste:
- le uova vanno sbattute bene
- il sale non va messo subito
- il ripieno NON va nelle uova sbattute
- non aggiungere burro fuso nelle uova da sbattere
- mentre cuoce la frittata agitiamo la padella facendo scivolare l'omelette in avanti e
indietro verso il manico
- appena rappreso il lato a contatto con la padella NON voltare l'omelette ma
aggiungere il sale, il ripieno e PIEGARE su se stessa l'omelette
- attendere che il ripieno si scaldi e si insaporisca et voil fatta
E la crepe come si fa? Intanto vediamo gli ingredienti: 2 uova - 50 gr di farina -

http://www.mistercarota.com/specia/omelette.htm (1 of 2)06/09/2005 1:10:45

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

1/2 tazzina di latte - una noce di


burro fuso - zucchero o sale (per
crepes dolci o salate)
Mettere gli ingredienti in una ciotola,
sbatterli bene aggiungendo sale o
zucchero secondo il tipo di crepes
che stiamo facendo; per la padella e
per l'olio vale lo stesso discorso di
prima con la differenza che dovremo
cuocere una crepe per volta ed usare
per ogni crepe due o massimo tre
cucchiai di composto versato al
centro della padella facendo in modo
da allargarlo ma non troppo in modo da formare una crepe sottile e tonda.
Muovendo la padella, far rapprendere la parte a contatto con il fondo della padella e
procedere, come per l'omelette, aggiungendo il ripieno, dolce o salato, al centro
della crepes e piegando in due la crepe cos da intrappolare all'interno della crepe
piagata; attendere qualche minuto per far insaporire la crepes; mettere in caldo e
quando pronte servire, appunto, calde.
CREPES SUSETTE
- Al composto per fare le crepes aggiungere pochissimo rhum ed un goccio
d'arancia oppure, al posto di rhum e arancia, direttamente pochissimo liquore di
arancia
- cuocere le crepes ma, straordinariamente per tale ricetta, evitando di ripiegarle a
mezza luna ma tenendole tonde
- comporre una crema fatta di burro sbattuto ridotto in crema e zucchero in polvere
in parti uguali insaporito con gocce di curacao o liquore di arancia
- portare in tavola le crepes ciascuna per piatto (molto caldo) e l'impasto di burro
- spalmare davanti ai commensali la crema al burro sulle crepes e spolverale di
zucchero a velo.
Buon appetito. Have a good time!
torna su
Download: scarica FRITTATE, OMELETTE e CREPES
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Copyright 2001-2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/omelette.htm (2 of 2)06/09/2005 1:10:45

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Frittata "Speciale" (di Cleo65)

Invia i tuoi articoli!


Vota l'autore di
questo articolo
(Cleo65)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori

La frittata sempre stata considerata un


piatto "povero e rustico", ma con un po' di
fantasia la possiamo trasformare in
raffinate prelibatezze!

Illustrate e non

Per esempio, dopo cotta, la possiamo


spolverizzare di erbette aromatiche,
servirla tagliata a cubetti e su ciascuno
un'oliva nera su di uno stuzzicadenti,
facendone cosi' un simpatico antipasto.

Articoli sulla cucina

Oppure, con questa ricetta, non


sfigurerete neanche con i palati piu'
"esigenti".

In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Ingredienti per 4 persone: 5 uova e 7


albumi - 150 gr. di ricotta fresca - 150 gr.
di salmone affumicato - sale - olio di semi
- un po' di latte - 2 o 3 cucchiai di
parmigiano grattugiato.
Sbattete in una terrina le uova con
qualche cucchiaio di latte e il parmigiano.
Salate, poi unite anche i due albumi

montati a neve.
Scaldate l'olio in una padella antiaderente e cuocete 4 frittate con il composto
ottenuto, facendole dorare da entrambi i lati. Tenete in caldo.
Passate la ricotta nello schiacciapatate e distribuitela sulle frittate, poi stendete anche
il salmone affumicato, quindi arrotolatele.
Potete servirle sia calde che fredde con contorni di stagione, oppure tagliarle a fettine
e coprirle magari con della gelatina, per un antipasto veramente raffinato!
Cleo65

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cleo606/09/2005 1:10:50

Ricette visitatori

Un secolo fa'

Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!

Bavarese ai frutti di bosco (di Cleo65)

Vota l'autore di
questo articolo
(Cleo65)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

E' un dessert molto elegante e di semplice


preparazione, anche perch non richiede
cottura.
Occorrono mezzo chilo di frutti di bosco
misti, ben mondati, ma va bene anche di
un solo tipo: fragole, lamponi, mirtilli,
fragoline di bosco, ribes, a voi la scelta.
Allora, frullate bene la frutta aggiungendo
4 cucchiai di zucchero e un po' di succo di
limone.
A parte avrete ammorbidito 4 fogli di colla
di pesce in acqua fredda.
Strizzateli, poi scioglieteli a fiamma dolce
con 2 cucchiai di brandy e aggiungetela al
frullato.
Aggiungete anche mezzo litro di panna
montata, mescolate bene, versate in uno
stampo e tenete in freezer fino a che il
composto diventi ben solido.
Per sformare il dolce, passate lo stampo
sopra una pentola d'acqua in ebollizione.
Decorate con frutti di bosco freschi e
ciuffetti di panna montata.
Cleo65

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cleo506/09/2005 1:10:56

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!

Brioche per colazione (di Mara Reggio)

Ricette visitatori

Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)

Ingredienti: 500 gr. di farina americana o manitoba (sulla busta c' scritto anche
"favola" pero' puo' darsi che la troviate anche di un'altra marca) - 1 uovo (nella doppia
dose se ne mettono 3) - 60 gr. di zucchero - 60 gr. di margarina o burro- 1 cubetto di
lievito di birra - un pizzichino di sale - una fialettina d'aroma di arancio e latte quanto
basta.

Illustrate e non

Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Un secolo fa'
Articoli sulla cucina

Preparazione: Mettete in una ciotola la farina, aggiungete il lievito sciolto in un dito d'acqua
tiepida (sottolineo un dito), l'uovo intero, lo zucchero, il sale, il burro sciolto, l'aroma di
arancio e impastate aggiungendo tanto latte a temperatura ambiente fino a raggiungere la
consistenza di un panetto morbido.
Infarinate leggermente il piano di lavoro (ricordate che il piano di lavoro deve essere
sempre di marmo o di un materiale antiaderente e mai di legno perch il legno fa'
attaccare la pasta e quindi voi siete costrette ad aggiungere sempre farina) - quindi
versate l'impasto che dovra' risultare un po' attaccaticcio.
Incominciate a lavorarlo e man mano che lo lavorate, vi accorgerete che non si attacchera'
piu' alle vostre mani, lavoratelo molto energicamente e per almeno 10 minuti (non
stancatevi perch ne vale la pena).
Rimettete il panetto cosi' ottenuto di nuovo nella ciotola, accendete per un po' il forno,
fatelo solo riscaldare, spengetelo e mettete la ciotola con il panetto, il suo volume dovra'
raddoppiare (d'estate diverso perch impiega meno tempo).
Quando la lievitazione avvenuta, rispolverate con la farina il piano di lavoro (la farina
dev'essere un velo) e reimpastate il panetto per altri 10 minuti, foderate una teglia con
carta forno e incominciate a fare le forme... come le vogliamo fare?... facciamo le
brioschine... prendete un pezzetto di pasta grande quanto una patata un pa' pi piccola di
una media, lavoratela e dategli la forma rotonda, schiacciatela leggermente e mettetela
nella teglia.
Potete fare anche qualche treccia! Allora tagliate 3 pezzetti di pasta, per ogni pezzetto fate
un bastoncino lungo 15 cm, mettete davanti a voi i tre bastoncini, unite le tre estremita'
insieme e con le tre code fate la treccia, alla fine unite di nuovo le altre tre estremita' (io
con 1/2 kg di farina faccio 2 trecce giganti) potete con questa pasta fare anche i cornetti e
verranno fuori i cornetti a pasta briosche.
Per fare i cornetti dovete stendere la pasta con il matterello, e ricavare dei triangoli con il
pizzo molto lungo, incominciando dalla base piu' piccola incominciate ad arrotolare per
finire la chiusura sul pizzo del triangolo. Adesso rimettete le briosche cosi' composte nella
teglia di nuovo nel forno e fatele rilievitare di nuovo;
quando saranno lievitate, accendete il forno a 180 gradi per almeno 5 minuti e infornate le
briosche, state molto attente perch questa una pasta che cuoce subito.
Quando saranno belle dorate toglietele e tenete subito pronto un'uovo sbattuto e con il
pennello spennellate una alla volta molto velocemente finch sono calde.
Queste brioche non si possono tenere piu' di 2 giorni perch si asciugano ma... ragazze:
non so se riuscirete a tenerle per un paio di minuti!!!
di Mara Reggio
Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara2306/09/2005 1:11:00

Trucchi e consigli
Newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


( leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

CREME CARAMEL
Dai! Che erano proprio superbuoni i cannoli siciliani con la ricotta fresca a dir
la verit a molti piace oltre che con i canditi anche con pezzetti di cioccolato.
Bene questa volta ci cucineremo un bel creme caramel, ma come al solito non
uno piccolino, ma un gran creme caramel in uno stampo a tronco di cono con il
buco al centro. Questa che vi presentiamo la ricetta classica, ma noi ci
metteremo anche della salsa alle fragole.
Ingredienti: mezzo litro di latte - 200 gr di zucchero - 4 rossi d'uovo - 2
uova intere - una stecca di vaniglia - (facoltativi: cioccolato fondente,
caff solubile, chicchi di cioccolato)

E' una ricetta facile, dopotutto, ma dovremo procedere con pazienza e


cautela. Prendiamo le due uova e i quattro rossi d'uovo, 150 grammi di
zucchero e iniziamo a sbattere bene con un cucchiaio di legno fino ad
ottenere una crema soffice e chiara. Ora portiamo ad ebollizione il latte
con la cannella. Quando arrivato all'ebollizione lasciamolo l, fuori dal
fornello per qualche minuto, in modo che si insaporisca con la cannella e
nel frattempo diventi meno bollente ma rimanga comunque un po' caldo.
Prendiamo i rimanenti 50 gr di zucchero semolato e bagniamolo con poca
acqua. Mettiamolo sulla fiamma bassa e, senza mescolare, attendiamo
che diventi caramello. Dovr assumere un colore biondo tendente al
rosso pallido. Bene a quel punto sar pronto, allora versiamolo sullo
stampo in modo da rivestire tutte le pareti interne. Ed ora, attenzione: il
pezzo pi difficile. Riprendiamo la crema uova/zucchero e, sempre con il
cucchiaio di legno sbattiamo con vigore ed intanto versiamo a filo il latte
caldo. Qui sta il difficile perch dovremo evitare che le uova diventino
sode invece di amalgamarsi con il latte. Quindi sbattiamo con energia
mentre continuiamo a versare il latte caldo. Occhio a non versare anche
la stecca di cannella, anzi meglio che la eliminiamo subito. Ed ora
versiamo il tutto nello stampo gia rivestito di caramello. Bene! Adesso
cuociamolo. Mettiamo il forno a 150 gradi, prepariamo il recipiente pieno
d'acqua e cuociamo il nostro creme caramel a bagno-maria in forno per
un'oretta. Ogni tanto sbirciamo dentro il forno: l'acqua non deve bollire e
se cos fosse dovremo aggiungere un po' d'acqua fredda per fermare
subito l'inizio di ebollizione. Appena cotto, togliamolo dal forno insieme al
recipiente con l'acqua e teniamolo dentro l'acqua fino a che sia freddo.
Mettiamolo poi nel frigo. Dopo una mezz'ora sformiamolo ed irroriamolo
con la salsa alle fragole o con dell'altro caramello. Come si fa la salsa alle
fragole? Ok, semplice. Mettiamo tre cucchiai di zucchero in una tegame
e bagniamolo con un goccio d'acqua. Mescoliamo fino a che lo sciroppo si
sia addensato, aggiungiamo un po' di fragole frullate o frutta equivalente
e continuiamo fino ad addensare la salsa.
Buon appetito e buon divertimento - have a good time!
Download: scarica CREME CARAMEL

Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota


Copyright 2001-2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/cremecaramel.htm06/09/2005 1:11:03

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Percorso => Home => LE RICETTE SPECIALI DI Mister Carota


(leggi le PRECEDENTI
ricette speciali)

CREME GLASSE E FARCIE

Burro, latte, panna, cioccolato... e altri ingredienti per fare alcune creme, glasse e
farcie per i riempire i nostri dolci, decorarli o farcirli. Ma, oltre alle classiche ricette
che gia conosciamo, ci sono altre possibilit diciamo pi golose?
Intanto vediamo le ricette gi presenti nelle nostre pagine.
=>Crema agli amaretti
=>Crema pasticcera
=>Crema inglese
=>Crema inglese al cioccolato
=>Zabaione
=>Glassa allo zucchero (Ghiaccia all'acqua)
Ma ecco cosa ho da proporvi. Iniziamo con le creme.
Crema al limone
Ingredienti: 270 gr di zucchero - 120 gr di burro - 3 uova di media grandezza (o 4
piccole) - 3 limoni di media grandezza
Grattugiare la scorza di 1 limone; ottenere il succo dei 3 limoni;
- sbattere il burro tenuto a temperatura ambiente con lo zucchero fino a ridurlo a
crema; aggiungere le uova, le scorze grattugiate del limone ed il succo dei 3 limoni;
far cuocere a bagnomaria a fuoco basso mescolando velocemente e continuamente;
- ottenuta una crema omogenea passarla al setaccio e mentre raffredda ogni tanto
mescolarla per evitare che si formi una pellicola in superficie.
Crema al cioccolato
Ingredienti: 1/2 litro di latte - 100 gr di cioccolato amaro (70-80% di cacao) - 150 gr
di zucchero - 60 gr di farina di fecola - una tazzina di caff
Diluire la farina di fecola con un goccio di latte, aggiungere il rimanente latte, lo
zucchero ed il caff e mescolare bene;
- mettere sul fuoco basso mescolando continuamente sino a farlo addensare;
- appena inizia ad addensare ritirare dal fuoco; far fondere il cioccolato fuso a
bagnomaria (durante la fusione il cioccolato non dovr bollire ma solo fondere) ed
aggiungerlo alla crema.
Crema alle mandorle
Ingredienti: 50 gr di mandorle dolci - 50 gr di farina di fecola - 50 gr di burro - 80 gr di
zucchero - 1/2 litro di latte - 6 tuorli di uovo
Tritare finemente le mandorle; diluire la farina di fecola con un goccio di latte e
sbatterla insieme ai tuorli d'uovo ed alle mandorle tritate;
- mettere nel rimanente latte il burro e lo zucchero; mescolare continuamente e
portare ad ebollizione; togliere dal fuoco attendere qualche minuto in modo che non
sia troppo bollente; aggiungerlo a filo al composto di farina-uova-mandorle
sbattendo continuamente;
- rimettere sul fuoco basso mescolando continuamente e portare alla densit voluta.
Ed ora le glasse o ghiacce:
Glassa fondente (Ghiaccia fondente)
Ingredienti: 200 gr di zucchero in polvere - 40 gr di glucosio (si trova soprattutto in
farmacia) - 50 gr di acqua circa
- La ghiaccia di zucchero o all'acqua si prepara a freddo. Invece per questa glassa
diluire lo zucchero in polvere con l'acqua sulla fiamma bassa ed aggiungere poi il
glucosio mescolando bene; portare ad ebollizione poi versare il composto su una
spianatoia di marmo;

http://www.mistercarota.com/specia/cregla.htm (1 of 2)06/09/2005 1:11:12

Iscriviti alla nostra


newsletter

Le ricette speciali - Mister Carota

- con una spatola o utensile equivalente, lavorare molto bene il composto fino a che
il colore diventi pi chiaro;
- raccoglierlo a palla e metterlo in un contenitore di coccio o porcellana coprendo
con un canovaccio pulito e umido;
- al momento di utilizzarlo prenderne la quantit desiderata, riscaldarla, versarla sul
dolce (ad esempio una torta) ed attendere che si rapprenda di nuovo;
- possibile colorare la glassa mescolando al momento di riscaldarla alcune goccie
di sciroppo di amarene, o di fragole, o di Alckermes, o di polvere dii cacao, o di
cioccolato fuso... secondo il colore desiderato.
Glassa reale (Ghiaccia reale)
Ingredienti: 200 gr di zucchero in polvere - 2 albumi d'uovo
- Montare a neve ferma gli albumi mescolati con lo zucchero;
- dal momento che le uova non hanno tutte le stesse dimensioni, possibile che la
quantit di zucchero sia poca rispetto alla quantit di albumi: in tal caso aggiungere
uno o due cucchiai di zucchero in polvere mentre si stanno sbattendo gli albumi;
- si utilizza mettendola dentro la tasca da pasticcere e decorando il dolce; dopo la
decorazione, come per le altre ghiacce, attendere che si rapprenda.
...e le farcie:
Farcia reale
Ingredienti: 200 gr di zucchero - 4 uova di media grandezza o 5 piccole - 200 gr di
burro - 200 gr di mandorle
Scottare in acqua bollente le mandorle, sbucciarle, tostarle al forno e tritarle;
- sbattere le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida;
- aggiungere le mandorle continuando a sbattere, poi il burro fuso;
- dopo aver eventualmente aggiunto altri aromi (cacao, essenze varie...) possiamo
utilizzarla per farcire la piccola pasticceria (biscotti o altri pasticcini di pasta frolla...).
Farcia alle mele
Ingredienti: 500 gr di mele renette - un cucchiaio di zucchero - due cucchiai di
pangrattato - una noce di burro - un cucchiaio di uva passa - un cucchiaio di
mandorle - succo di limone - un pizzico di cannella
- Tostare il pangrattato nel burro caldo;
- mettere l'uva passa in ammollo in acqua tiepida; tritare le mandorle; sbucciare le
mele, togliere il torso centrale e tagliarle a fette spruzzandole con goccie di limone;
- mescolare il pangrattato con l'uva passa sgocciolata e strizzata, con le mandorle,
con le mele, con il pizzico di cannella e con lo zucchero;
- ottimo ripieno degli strudel fatti di solito con la pasta sfoglia o con la pasta frolla.
Farcia alla confettura di albicocche
Ingredienti: 200 gr di confettura di albicocche - 80 gr di zucchero - 200 gr di burro - 4
tuorli d'uovo
- Utilizzata come ripieno di biscotti o tartine dolci o piccola pasticceria fatta con
pasta frolla, questa farcia si prepara mescolando il burro fuso allo zucchero, alle
uova ed alla confettura riscaldata leggermente.
Ancora altre buone farcie o glasse? Prova a leggere la ricetta dei Bigne'...
Buon appetito - Have a good time
torna su
Download: scarica CREME GLASSE E FARCIE
Raccolta delle precedenti ricette speciali di Mister Carota
Copyright 2001-2003 - Claudio Palma - Tutti i diritti riservati

http://www.mistercarota.com/specia/cregla.htm (2 of 2)06/09/2005 1:11:12

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo
(Cristina Tagliabue)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Crostata di pere e cioccolato di Bubino (di Cristina Tagliabue)


Ingredienti per 8 persone:
- 3 pere abate abbastanza grosse
- 1 confezione pasta frolla fresca (circa 350 gr)
- 150 g di cioccolato fondente
- 95 g di burro + 1 noce per lo stampo
- 95 g di zucchero
- 85 g di amido di mais
- 40 g di acqua
- 3 stecche di cannella
- 3 uova
- Biscotti secchi
Lasciare ammorbidire il burro a temperatura ambiente per circa mezz'ora e dividerlo a
pezzi.
Spezzettare grossolanamente il cioccolato fondente e lasciarlo su di un piatto.
Ritagliare un cerchio di carta da forno della dimensione del fondo della teglia con
cerniera apribile di 26 cm di diametro e posizionarcelo.
Imburrare i bordi della teglia con del burro a temperatura ambiente, versarci 1
cucchiaio di farina e muoverlo per distribuirla bene, scrollare via l'eccesso di farina.
Sbriciolare finemente i biscotti con il mattarello dopo averli messi dentro un sacchetto
per alimenti chiuso.
Stendere la pasta frolla con il mattarello dopo averla posizionata fra due fogli di carta
forno.
Adagiarla nella teglia, premerla per farla aderire bene al fondo e al bordo;
bucherellare il fondo con i denti di una forchetta per evitare che si gonfi in cottura.
Tagliare la pasta in eccesso con le forbici, lasciando circa 1 centimetro; arrotolare la
pasta che esce dall'orlo con le dita, formando un cordoncino.
Accendere il forno a 170 gradi (statico).
Pelare le pere, dividerle in due per il lungo e togliere loro il torso.
Metterle a cuocere per 5 minuti in una pentola con poco zucchero, l'acqua che le copra
e le stecche di cannella; fare sobbollire a fuoco lento per circa 10 minuti.
Scolare le pere su di un piatto e lasciarle raffreddare.
Infornare il guscio di pasta frolla per circa 10 minuti nei piani bassi, dopo averne
coperto i bordi con della carta stagnola.
Fare a spuma il burro con lo zucchero, utilizzando una frusta (a mano o elettrica) per
almeno 10 minuti.
Il composto deve essere assolutamente cremoso e deve trasformarsi in una massa
bianca e soffice.
Con una frusta a mano, aggiungere le uova una alla volta, aggiungendo la successiva
solo quando la precedente stata assorbita dall'impasto e amalgamare bene.
Rendere il tutto a crema con la frusta elettrica.
Setacciare direttamente sul composto l'amido di mais e amalgamare delicatamente.
Rendere di nuovo tutto a crema con la frusta elettrica.
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente (con qualche cucchiaio di acqua) e
incorporarlo alla crema preparata.
Lasciare raffreddare.
Tagliare le pere a fettine; togliere il guscio di pasta dal forno, ricoprirne il fondo con
uno strato sottile di biscotti sbriciolati e disporci sopra le pere, in cerchi concentrici,
partendo dall'esterno e andando poi verso l'interno.
Ricoprire il tutto con la crema al cioccolato, battere la teglia per fare uscire le bolle
d'aria, livellare con un cucchiaio bagnato e cuocere in forno nei piani bassi a 170 gradi
(statico) per 30 minuti.
Lasciare raffreddare bene la torta prima di servirla.
Cristina Tagliabue

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=cris106/09/2005 1:11:19

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Dolce di Amalfi (di Mara Reggio)

Invia i tuoi articoli!


Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Ingredienti: 200 gr. di burro, 200 gr. di zucchero,150 gr. di mandorle, 100 gr. di
nocciole, 3 uova, 1 bicchierino di limoncello, 300 gr. di farina, 1/2 bicchiere di latte, la
scorza di 2 bellissimi e profumatissimi limoni, 1 bustina di lievito per dolci.
Dedicata al Ale
Ce l'hai una teglia con la forma di questo dolce?
Oppure proviamo con una qualunque, l'importante che non sia grande, facciamo una
di 20 cm. di diametro, allora vediamo un po'...
Per piacere Ale, vuoi venire con me in cucina? Cosi' mi aiuti... mettiti un grembiulino
dai cosi' non ti sporchi... eeeehhh
Allora, prendiamo 200 gr. di burro e lasciamoli fuori dal frigo per almeno un'ora( wu
Ale, e che facciamo intanto noi? Facciamoci un buon caff dai)
Aleeeee ma lo sai che sei proprio brava a fare il caff? ...brava!!
Allora Ale, pesa intanto 200 gr. di zucchero e poi versiamoli nella ciotola con il burro,
poi prendi un mestolo e incomincia a montare il burro con lo zucchero ...forza!!
Lavora, lavora ..monta monta.. forza, fino a farlo diventare una bella crema spumosa.
Intanto io peso 150 gr. di mandorle e 100 gr. di nocciole, e mentre tu impasti, io le
passo nel mixer fino a farle diventare una bella farina.
Adesso tu, unisci alla crema di burro, 3 tuorli d'uovo mettendo da parte gli albumi...
forza, si, cosi', dai che sei brava...
e adesso continua a mescolare...
Ora prendi un bicchierino di limoncello... come non ce l'hai?
Dai scendi e vai al "super6quot; un'attimo e vallo a comprare: io intanto mi fumo una
sigaretta...
Aaaah sei tornata, forza, metti un bicchierino da liquore di limoncello dentro a questo
impasto...
sbatti ancora per amalgamarlo bene..
Adesso, prendi 2 bei limoni, dovrebbero essere quelli di Amalfi, che sono
profumatissimi, ma ci dobbiamo accontentare di quello che abbiamo... oppure hai
proprio quelli di Amalfi?
eeeeeh, non avevi il limoncello, figurati se hai i limoni!!!
Comunque, prendi i limoni, lavali e grattugia la scorza prendendo solo la parte gialla
mi raccomando, e versala nel composto.
Mescola ancora, unisci mezzo bicchiere di latte e mescola...
Ora unisci la farina di mandorle e nocciole, amalgama bene bene Ale ...con forza, dai..
Io intanto peso 300 gr. di farina, unisco una bustina di lievito e mescolo farina e
lievito.
Adesso tu, monta gli albumi a neve con un pizzico di sale... monta monta Ale fino a
che saranno diventate belle sode. Adesso avvicinati... e mentre io metto un paio di
cucchiai di farina, tu metti un paio di cucchiai di albumi montati a neve.
Continuiamo cosi' fino a che non abbiamo finito tutti gli ingredienti. Tu mescola
sempre bene bene.
Adesso imburriamo la teglia, e versiamo il composto, prendi la teglia con le mani e fai
un movimento rotatorio in modo che, il composto si distribuisca ben bene.
Io prima di infornare qualsiasi cosa, faccio con la mano sulla torta, il segno di croce
per 3 volte eeeehhhh.
Inforniamo a 180 gradi e lasciamola fino a che infilando uno stecchino al centro non
risulti asciutto.
Qesta torta appena si sar raffreddata, dobbiamo chiuderla in domopak argentato
molto ermeticamente e consumarla il giorno dopo spolverandola prima con dello
zucchero a velo.
Wu Aleeeee... lasciami una fettina mi raccomandooooo
Falla, e fammi sapere come ti venuta...
Mara Reggio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara506/09/2005 1:11:27

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter

Articoli sulla cucina - Mister Carota

Ricette di cucina per chi ama cucinare


Antipasti
Primi
Secondi
Contorni

Dolci
Salse
Piatti freddi
Vegetariane

Orientali & C.
Veloci
Timballi & C.
Zuppe minestre

Cene x 2
d'Autore
Illustrate
Download

Ricette visitatori
Un secolo fa'
Strane
Proibite

Diete & Calorie


Liquori Faidate
Microonde
Ricercatezze

Rosticceria
Slow-Food
Appunti cucina
Block notes

Pagina Precedente
Invia i tuoi articoli!
Vota l'autore di
questo articolo (Mara
Reggio)
Leggi il disclaimer
per articoli e ricette
inviate dai visitatori
In qualunque caso di
violazione di
Copyright, contattateci

Delizie al limone (di Mara Reggio)


Ingredienti per la pasta:
150 gr. di farina, 7 uova, 260 gr. di zucchero, 80 gr. di fecola, 7 uova, un pizzico di
sale, acqua q.b.
Ingredienti per la crema interna:
100 gr. di farina, 200 gr. di zucchero, 2 uova intere, 1/2 litro di latte, 2 limoni
profumatissimi, 250 gr. di panna montata
Ingredienti per la crema esterna:
1/2 litro di latte, 200 gr. di zucchero, 2 cucchiaini di maizena, 2 limoni profumatissimi,
500 gr. di panna montata
Ingredienti per bagnare:
300 gr. di zucchero, scorza di limone, 1/2 litro d'acqua, 1/4 di rum
Preparazione.
AAAAAAAH !!! Chi la vuole la ricettaaaa???? La vogliamo fare? Forza forza...
La pasta che avvolge la crema al limone, una pasta SAVOIARDA...e si fa cos:
Montate i tuorli con lo zucchero in modo da formare una crema morbida e chiara.
Aggiungete pian piano la fecola e la farina.
Montate a neve gli albumi ed aggiungeteli amalgamando con cura.
Utilizzate degli stampi piccoli con il fondo concavo. Versatevi la crema sino a met.
Completate tutti gli stampi e infornateli a 180 gradi sino a quando le delizie saranno
belle dorate.
Intanto andiamo a preparare le creme: quella interna e quella esterna.
Per la crema interna.
Mettete a riscaldare il latte con la scorza grattugiata dei 2 limoni.
Quando sta' per bollire, spegnete il fuoco e fatelo riposare almeno 1/2 ora.
In un'altra pentola mettete le uova con lo zucchero e montate a crema, aggiungete la
farina mescolando ben bene e alla fine aggiungete il latte filtrandolo con un colino.
Mescolate bene il tutto, mettetelo sul fuoco dolce e aspettate che la crema addensi.
Quando sar raffreddata completamente aggiungete la panna montata, mescolate
bene e mettete da parte.
Per la crema esterna.
Aggiungete nel latte la scorza dei limoni grattugiata, come per la crema interna,
lasciate li' mezz'ora e poi filtrate.
Mettete lo zucchero e la maizena nel latte e fatelo addensare sul fuoco.
Alla fine fate freddare e aggiungete il succo dei due limoni e la panna montata.
Prepariamo poi il liquido per bagnare facendo uno sciroppo con zucchero acqua e
scorza di limone, facendo freddare poi aggiungendo il rum.
Ora iniziamo a preparare le DELIZIE, che potete farle in singole porzioni oppure tutte
insieme messe l'una vicino l'altra in un bel vassoio.
Apriamo a met ogni delizia, mettiamo la crema interna, richiudiamola e, con delle
pinze, bagnamola velocemente nel liquido preparato, mettiamola poi nel vassoio e alla
fine versiamoci la crema esterna.
Mettiamo da parte un po' di panna gi montata e decoriamo con fiocchetti di panna
tutto il bordo del vassoio.
Terminiamo grattugiando sopra delle scorze di limone.
Chiaramente le dosi delle due creme potete diminuirle e aumentarle a piacere, ma per
iniziare io vi consiglio di met dose sia delle creme che della pasta savoiarda.
Buon lavoro!
Mara Reggio

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.mistercarota.com/vostre/vsarticoli.php?pag=mara706/09/2005 1:11:52

Ricette visitatori
Illustrate e non
Un secolo fa'
Articoli sulla cucina
Trucchi e consigli
Newsletter