Sei sulla pagina 1di 1

CREMAZIONE O TUMULAZIONE?

Il persistere della forma corporea sulla terra mantiene il defunto maggiormente in contatto con il
mondo fisico.
La pratica della mummificazione, dell'ibernazione impediscono al disincarnato di scollegarsi con
il suo corpo. Questa pratica veniva fatta nel passato: a pratica della mummificazione inoltre creava
anche una seconda condizione: legava, per determinati tempi, anche le anime umane che un tempo
avevano abitato quei corpi: attraverso quelle anime, gli spiriti lunari dallinterno delle mummie
potevano comunicare ai defunti date conoscenze sui minerali, sulle piante, sugli animali e sulla
medicina, che a loro volta venivano comunicate agli iniziati.
Tutte le conoscenze astrologiche, fisiologiche e mediche degli antichi egizi derivano da questa
doppia attivit derivante dalla contemplazione che liniziato faceva sulle mummie e sullevocazione
delle anime dei defunti che avevano abitato quelle stesse mummie.
Con la cremazione si accelerano invece i processi di liberazione del disincarnato dalla dimensione
terrena.
Il percorso nel'aldil diviene pi leggero, agevolato.
E' bene tuttavia che la cremazione non avvenga categoricamente mai prima dei 3 giorni.
Bruciare il corpo prima, significherebbe "mutilarlo" della possibilit di portare con s i particolari
della memoria terrena. L'estratto eterico subirebbe delle alterazioni.
E' bene tuttavia sapere che tramite l'interramento il cadavere penetra a contatto con le forze del
mondo arimanico (terra e acqua) le quali legano maggiormente l'anima alla terra, e con la
cremazione invece si entra in contatto con le forze luciferiche (aria e fuoco) che tendono invece a
dissolvere, a staccare dalla terra.
Per la cremazione:
da R. Steiner: Budda e Cristo - Risposte a domande:
"Quanto alla cremazione si tratta dapprima di preparare gli uomini. Chi vuol farsi cremare deve
avere un certo rapporto con il fuoco, di modo che, bruciando, il corpo fisico possa scomporsi
rapidamente nelle sostanze elementari senza ripercussioni negative sugli altri principi dell'uomo.
Per questo la cremazione indicata solo per quelli che si sono gi abituati a vivere nei mondi
spirituali."
Rielaborazioni antroposofiche a cura di Tiziano Bellucci