Sei sulla pagina 1di 2

Sonja Von Eschenbach

...Recupera la Chiave.
Questa era la sua missione, la sua attuale ragione di vita e, molto probabilmente, la causa della sua
morte.
Sonja aveva calpestato innumerevoli campi di battaglia, spinta dalla sua vocazione di guerriera,
dalla sua fede in Sigmar e dal tenace intento di preservare l'integrit dell'mpero da tutte le abiezioni
che lo volevano affiggere.
!ra la situazione era differente. "a tempo era tormentata da criptici sogni, visioni in#uietanti di
mondi a lei sconosciuti, pensieri che mettevano in dubbio i capisaldi della sua esistenza. Sapeva di
non aver ceduto alle lusinghe dei $oteri $erniciosi, ma allo stesso tempo non poteva ignorare #uel
richiamo.
ndossata la corazza, la fedele spada nel fodero, si era incamminata verso le terre sconosciute viste
solo in sogno, alla volta della Chiave d'%rgento. Cosa fosse ancora non lo sapeva, ma lei era donna
da poche domande, una donna d'azione e non aveva paura di cimentarsi in un'impresa, soprattutto
ora che le &uerre dei "raghi erano concluse.
''mperatore non aveva richiesto il suo impiego negli ultimi due anni e, proprio nell'ultima di
#ueste giostre al limite della blasfemia, era risultato vittorioso. (ise fine all'epoca dei draghi,
sancendo la nascita dell'era dell')omo.
%veva viaggiato a lungo, non ricordava #uanto. Si concesse l'onest di non ricordare come avesse
raggiunto #uelle terre. *uvole dense e lattiginose interrompevano la monotonia cremisi del cielo, un
sanguinoso tramonto che sembrava non terminare mai.
Sonja inspir+ l'aria densa e umida, cercando di orientarsi ma il paesaggio non le inviava nessun
indizio.
,u in #uel momento che tutto ebbe inizio.
'e ombre presero vita e la guerriera fu immediatamente soverchiata dalle tenebre. Creature da
incubo, la faccia come un teschio. -rano decine e invocavano salmi oscuri. "i #uello che successe,
Sonja non fu del tutto sicura, ma il ricordo di aver dato tutto per aver salva la vita era chiaro nella
sua mente.
./rova la Chiave si ripeteva, .la Chiave ti dar le risposte che cerchi0
(a l'orda era opprimente e Sonja sentiva le forze venirle meno. Sanguinava da numerose ferite, lo
scudo a pezzi, pronto ad essere accompagnato dalla fede stessa, anch'essa messa a dura prova.
.Come sono finita #ui1
'a domanda ora aveva poco valore. "oveva trovare l'oggetto della sua ordalia, ma come vincere
contro un nemico apparentemente invincibile1
%veva sentito la sua lama mordere pi2 volte #uei corpi mostruosi, senza che il metallo mperiale
sortisse alcun effetto.
%lla fine la stanchezza ebbe la meglio e lei croll+ su un ginocchio, pronta all'inevitabile colpo di
grazia. (a il male ha abitudini che sfuggono a chi segue la retta via dell'mpero3 la masnada
demoniaca si ritir+ con una risata degna dell'incubo che Sonja stava vivendo. ''unica cosa che la
sua me te fu in grado di registrare fu la visione di un'altra donna, disarmata, ma ancora in salute.
.$rendi la mia spada e vivi almeno tu0Questo le disse, prima che gli occhi si chiudessero.
*el delirio dell'agonia, Sonja la vide. 'a Chiave d'%rgento era davanti ai suoi occhi, visibile in
#uella landa corrotta insieme ad altre centinaia di sue copie. Sonja sorrise amaramente4 era #uasi
giunta al conseguimento della sua impresa, ma ora giaceva inerte, martoriata da mille ferite che
stillavano lentamente il suo sangue. Sarebbe stata una morte lunghissima e nessuno avrebbe mai
saputo della sua fine.
ntanto la masnada era tornata, ma ora non attaccava3 era venuta per gioire della sua disperazione,
della sua incapacit.
"ella sua resa.
'acrime amare si aggiunsero al sangue ma servirono a ben poco, se non a farla sentire ancora pi2
miserabile. 'ontana dai campi di battaglia da anni e ora sconfitta da un male sconosciuto. Se avesse
avuto la forza avrebbe urlato al cielo sanguigno la sua disperazione.
(a il cielo era ora oscurato da un'ombra. Qualcosa torreggiava al suo fianco, #ualcuno, si rese
conto dopo #ualche istante. *on capiva bene chi o cosa fosse, ormai era alla fine, ma #uella figura
non era spaventosa come le altre. -manava un'aura di morte impossibile da non notare, ma Sonja
non si sentiva minacciata.
."avanti alla mia spada cadono i /iranni. la voce era di un uomo. )na voce calma, feroce, senza il
mi minimo accenno di timore.
."olore a chi prover a fermarmi0
'a schiera demoniaca rispose alla provocazione con un urlo e si lanci+ alla carica.
Sonja vide l'uomo posizionarsi in guardia, poi un vento impetuoso invest5 i mostri, ricacciandoli
indietro di parecchi metri. 'ui, era immobile e Sonja ancora non riusciva a distinguerne i
lineamenti. Comprese solo che aveva un cappello dalle lunghe piume e che brandiva una spada
immensa.
.6uoi vivere1
'a domanda invest5 la guerriera. !rmai rassegnata alla morte, #uella richiesta la scosse fino al pi2
piccolo frammento della sua anima. Certo che voleva vivere, ma come1
Sonja si sorprese a piangere e tremava, l'armatura con la #uale aveva corazzato la sua anima aveva
ceduto all'umanit. 6oleva vivere, voleva combattere al fianco di #uella figura. 6oleva tornare a
casa.
.Se vuoi vivere allora alzati, le tue ferite non sono gravi0
'ei se ne rese subito conto. n battaglia aveva subito ben peggio. %llora perch7 prima si sentiva in
punto di morte1
.*on cedere agli incubi. 8 l'anno del "rago e lui colpir sempre dove fa pi2 male.
'ei si mise in ginocchio e lui le tese la mano. Stringendola, il primo contatto umano dopo chiss
#uanto, Sonja sent5 di nuovo il suo corpo pronto alla battaglia. Se solo avesse avuto ancora la sua
spada.
.$rendi0le disse l'uomo. .Questa ti appartiene.
'a sua spada0 Come mai l'aveva lui1
Conscia che non era tempo per le domande, lei tese la mano e, prima di stringere il familiare
metallo, ebbe la visione della Chiave.
.*on ci conosciamo concluse il guerriero.
(a l'inverno ci metter sullo stesso cammino. !ra destati da #uesto incubo, perch7 il tuo corpo
non 9 #ui. Sei libera Sonja, torna all'mpero. Quando ci ritroveremo, la Chiave d'%rgento sar tua.
"olore a chi prover a fermaci0
dagli scritti di :adath ;grazie $atr5 3< <