Sei sulla pagina 1di 78

UNIVERSIT DEGLI STUDI DI TORINO

FACOLT DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE



CORSO DI STUDI TRIENNALE IN DAMS
DISSERTAZIONE DI LAUREA IN
STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA
JEAN FAUTRIER E GLI OTAGES:
IL GRIDO SOFFOCATO DELLA MATERIA
RELATORE:
Prof. Valerio Terraroli
CANDIDATA:
Maria Elisa Ree!!i
ANNO ACCADEMICO "##$%"##&
SOMMARIO
INTRODUZIONE.................................................................................................1
1. GLI OTAGES
1.1 LA SERIE DEGLI OTAGES: TEMI, TIPOLOGIE, SIGNIFICATI. ....................3
1.2 TECNICHE E MODALIT ESPRESSIVE:
MATURAZIONE DI UN PERCORSO.................................................................4
1.3 ANALISI COMPARATA DI ALCUNI OTAGES.
EVOLUZIONI FORMALI..................................................................................10
1.4 LA PRIMA ESPOSIZIONE. ...............................................................................14
1.5 ALLA RICERCA DEGLI OTAGES................................................................15
2. LA FORTUNA CRITICA DELLA SERIE
2.1 LE REAZIONI DELLA CRITICA NEL 1!45.....................................................21
2.2 SVILUPPI CRITICI E STORIOGRAFICI..........................................................2"
2.3 L#INFORMALIT DEGLI OTAGES.
2.3.1 FAUTRIER E L'INFORMALE: LA PAROLA ALL'ARTISTA. .....................31
2.3.2 FAUTRIER PADRE DELL'INFORMALE EUROPEO. ..............................34
2.3.3 SEGNO O MATERIA? FAUTRIER E GLI ALTRI INFORMALI. ..............3"
3. BIOGRAFIA ARTISTICA.
FORMAZIONE, POETICA, OPERE, SCRITTI
3.1 LA FORMAZIONE.............................................................................................40
3.2 L#ENERGIA IN POTENZA. VERSO UNA NUOVA ARTE. .............................42
3.3 L#APPRODO ALLA DEFIGURAZIONE E GLI SVILUPPI
DELLA TECNICA PITTORICA. .......................................................................44
3.4 LA PIENA MATURIT$......................................................................................4%
3.5 POETICHE A CONFRONTO
3.5.1 L'ANGOSCIA DEL FRAMMENTO ............................................................50
3.5.2 BIOMORFISMI. SPAZIO E TEMPO. ESPERIENZA,
MEMORIA E COSCIENZA ........................................................................52
3.5.3 IMMAGINE E REALT .............................................................................54

4. COSA LASCIA FAUTRIER ALL'ARTE DEL SECONDO
NOVECENTO.................................................................................................5"
BIBLIOGRAFIA ................................................................................................"1
SITOGRAFIA. ...................................................................................................."5
INTRODUZIONE
L'arte moderna nata senza dubbio il giorno in cui l'idea d'arte e
quella di bellezza si sono ritrovate disgiunte.
(Malraux)
Perch una tesi sugli Otages!
"tudiando in vista dell'esame di "toria dell'#rte $ontem%oranea& mi sono
imbattuta nella Tte d'Otage n.1. L'emozione che ho sentito nascere
dentro di me si 'atta %i( intensa a mano a mano che %rocedevo nella
lettura della didascalia.
L'idea di una materia che diventa carne& e so%rattutto viva& mi ha
a''ascinata da subito. )o %rovato %iet*& e mai disgusto& %er questi
+staggi.
,on ho scelto -autrier %erch %adre dell'.n'ormale euro%eo. /uesto suo
merito l'ho sco%erto solo in seguito. )o scelto gli Otages come
testimonianza tangibile e concreta di un dramma umano che non deve
essere dimenticato. 0n dramma che& al di l* della tragica contingenza
storica 1 quella degli stermini nazisti 1 %u2 ri%ro%orsi& e in qualche %arte
del mondo 1 ogni giorno 1 si ri%ro%one.
3li Otages non sono brutti& non suscitano 1 almeno in me 1 orrore. 3li
+staggi non sono malvagi e& in quanto vittime& suscitano com%assione&
%iet*.
$ertamente l'im%resa di -autrier va oltre riconosciuti e %i( o meno
condivisi canoni estetici4 ma %ro%rio questo il suo merito %i( grande5
l'aver es%resso& con assoluta immediatezza& un dramma umano
s%eci'icatamente novecentesco& in maniera del tutto nuova. "ervendosi di
una tecnica es%ressiva creata ad hoc& l'artista riuscito nell'im%resa %i(
6
ardua5 dimostrare che l'#rte svincolata dai canoni estetici %u2 suscitare
emozioni che vanno al di l* del coinvolgimento sensoriale.
La materia& vera %rotagonista negli Otages& ca%ace di evocare& con la
sua brutale oggettivit*& l'idea della carne 'erita e straziata& divenendo
emblema della so''erenza e dell'essenza stessa della natura umana.
3li Otages sono la %rima testimonianza do%o la Liberazione del dramma
della guerra4 un com%lesso di o%ere is%irate a ci2 che essa ha mostrato di
%i( atroce5 la mutilazione dell'uomo& gli ostaggi& i 'ucilati& i torturati.
7avanti a tutto questo non si %oteva tacere.
$i2 che con'erisce un %lusvalore alle o%ere il 'atto di essere state
eseguite quasi in diretta5 esse non sono 'otogra'ie& ma ancor %i(
tragiche e reali testimonianze.
3li Otages 'anno ca%o& a mio %arere& a un'arte di autentica realt*. /uesto
%ro'ondo legame da -autrier intessuto su due livelli5 quello del
soggetto, dunque del signi'icato& e quello della tecnica, nel ra%%orto
diretto che l'artista instaura con la materia, che materia d'immagine.
Per questo& dell'immagine ha l'estensione& la %ro'ondit*& la durata& la
storia& ed anche& nel senso bergsoniano& memoria(#rgan).
0na memoria che non deve svanire.
8
1
GLI OTAGES
..."entiva allora la col%a dell'essere ancora vivo& come gli odiati
carne'ici& e cercava di 'are almeno quello che era in suo %otere di 'are5
%ortare alla luce il mis'atto notturno che aveva s%iato& quasi com%lice&
dall'altra %arte del muro.
(9ucarelli)
6
1.1 La serie degli Otages: temi, tipologie, significati.
-rancia& 6:;<.
L'occu%azione nazista si 'a sem%re %i( 'eroce. =ean -autrier trova ri'ugio
nella d%endance di un istituto %er malati mentali a $hatena>?Malabr>&
nei %ressi di Parigi. @ qui che realizza la serie degli Otages. Ad qui che
si s%alancheranno& come una terribile 'inestra sulla coscienza umana& le
sorti della 'utura arte mondiale. "%ettatore& %ur senza vedere ci2 che
accade al di l* del muro che se%ara il %arco della clinica dal resto del
mondo& -autrier ode& ogni notte& alle %rime luci dell'alba& l'arrivo degli
autocarri tedeschi. 0na scarica di %roiettili& il ton'o sordo o il 'ruscio dei
cor%i a''losciatisi inesorabilmente contro quel muro. .m%otente e travolto
dal disgusto e dal terrore& solamente nella %ittura egli %u2 scaricare la sua
rabbia. ,on %u2 'arne a meno.
3li Otages sono la %roiezione di un'angoscia& la sco%erta della realt*
della morte. Lo stato dell'ostaggio la negazione della libert*
universale& latente nella condizione umana. L'ostaggio anonimo&
%rivato del nome& della res%onsabilit* e della dignit*. -ino
all'im%osizione della morte.
6
P. 90$#BALL.& Jean Fautrier, pittura e materia, Milano 6:CD& %.E<
<
-autrier lo ra%%resenta come un cor%o mutilato& senza tronco o senza
testa& rassomigliante a tutti gli altri ostaggi.
@ cosi che la materia& vera %rotagonista della %ittura dell'artista 'rancese&
%rende vita. 3li Otages sono cor%i mutilati (%i( 'requentemente teste) di
vittime che hanno subito la violenza estrema. 7ella carne hanno il colore
roseo4 della carne o''esa hanno le %iaghe& le abrasioni& i lividi e le
macchie verdi e bluastre& le callosit* e le 'ungosit* ri%ugnanti4 del volto
conservano tracce incerte e inde'inite. /uesti volti senza 'igura si
assomigliano tutti5 quieti& senza rivolta& ma ancora %ulsanti di vita
nell'ultimo s%asmo del moto scom%osto della materia?carne. ,on
sanguinano& gli Otages5 l'atto del massacro quasi dimenticato& essi sono
tornati ad essere un tutt'uno con la terra %rimigenia da cui hanno avuto
origine& come 'eti& e a cui sono tornati& come ammassi in
decom%osizione. L'artista una %ura antenna del malessere cosmico e
storicamente determinato e gli Otages non sono altro che il suo desolato
diario.
Assi si rivelano& tenendo %resente l'idea di sineddoche& 'ocalizzazioni
ravvicinate di un nucleo 'igurale estratto dal contesto %er %rivilegiarne il
valore assoluto della %resenza. .l %eso di questi densi e tragici ammassi
materici& seccati ma conservanti il brivido della loro esistenza 'isica&
sostanza di vita& 'ermento che si de%ositato& dal %unto di vista tecnico&
come da quello concettuale.
1. Tecnic!e e modalit" espressi#e: mat$ra%ione di $n percorso.
La drammatica serie degli Otages ra%%resenta l'inizio di una nuova
situazione& nonch uno degli e%isodi %i( signi'icativi dell'arte
contem%oranea. Assa riveste un'im%ortanza 'ondamentale& oltre che
all'interno del %ercorso artistico di -autrier& nel %anorama artistico
;
internazionale %er svariati motivi& in %articolare a livello dell'as%etto
tecnico e di quello iconogra'ico& in relazione ai %ro'ondi signi'icati
correlati alle o%ere in questione& con le quali -autrier a%%roda ad una
de'igurazione

1 come l'artista stesso la de'inisce 1 che im%lica un
nuovo e %articolare ra%%orto dell'artista con la realt*.
@ ormai consolidata l'idea che la %oetica in'ormale in Auro%a abbia
origine %ro%rio con la serie degli Otages. -autrier %u2 dunque essere a
ragione considerato il %adre dellF.n'ormale euro%eo. 3uido le ,oci
8
&
studiandone le o%ere risalenti alla 'ine degli anni G8D del ,ovecento& lo
ha considerato addirittura il legittimo inventore dellF.n'ormale
<
in senso
lato.
. vari Nudi dei %rimi anni /uaranta a%%aiono come la la con'igurazione
dell'annuncio dello strazio& ormai imminente& degli +staggi. Assi sono
ormai ammassi di materia irritata e scom%osta& inquietanti nel senso di
distruzione che oscuramente si con'onde con la sensualit*. $' una sorta
di 'uria& di energia 'ebbrile nello s'igurare& nel trattare la materia
cor%orea a brandelli& nel 'ocalizzare zone anatomiche come 'rammenti
cor%orei.
;
3li Otages vengono realizzati con diverse tecniche5 esistono Otages
scol%iti& di%inti con la nuova tecnica dell'enduit& disegnati& o%%ure
stam%ati come litogra'ie.
-autrier& come osserva Malraux& sarebbe %artito dagli Otages in scultura
8
30.7+ LA ,+$.& dal catalogo della mostra Jean Fautrier& Milano& 6:HE.
<
.l termine 'rancese .n'ormel viene coniato nel 6:H6 a Parigi ad o%era di Michel Ia%i %er artisti
come Jols o lo stesso -autrier& intendendo alludere a una negazione della 'orma come entit*
chiaramente de'inita& disegnata e %rogettata4 negazione am%iamente concretizzata nella %ro'onda
in'ormit* de'igurata& ma non astratta& degli Otages. La direzione di ricerca si rivolge %ertanto
alla %ossibilit* di una 'orma libera da schemi e strutture signi'icanti. LFassenza di una 'orma
chiaramente riconoscibile& sia essa 'igurativa (realista& surreale& es%ressionista& %ost?cubista) o
astratta (geometrica& lirica) im%lica conseguentemente lFutilizzo di un nuovo re%ertorio di
strumenti 'ormali che con'eriscono alla macchia& elemento %ittorico senza 'orma de'inita& 'rutto
del caso& una %ro'onda valenza es%ressiva ed evocativa. Materia in luogo di 'orma e
segno (o gesto) in luogo di disegno diventano cosK i due %oli di una ricerca che si di''onde&
in clima di esistenzialismo& intorno alla met* degli anni ';D del ,ovecento a %artire dalla -rancia&
grazie %ro%rio a -autrier& in tutta in Auro%a& ma anche negli "tati 0niti e in 3ia%%one.
;
$'r. la %oetica del 'rammento& ca%.<.H.6.
H
%er dare la chiave a quelli di%inti 1 di gran lunga i %i( numerosi 1 che
assumono un trattamento della materia quasi scultoreo.
La tecnica usata dall'artista %er la realizzazione della serie molto
%articolare ed attinge ad una nuova idea di materia& intesa come viva
carne& %ulsante di energia ma %ortatrice& allo stesso tem%o& di angoscia&
so''erenza e morte. $on gli Otages viene a maturazione la tecnica delle
haute pte ? elaborata da -autrier gi* durante i %rimi anni Irenta ? il cui
nucleo 'ormato di strati di colore bianco e colla& raggrumato con
s%atolate am%ie e raccolte come 'osse un intonaco (da cui la de'inizione
di enduit ). "u un 'oglio di carta
H
%iuttosto grezza e assorbente& gi*
%re%arata con l'enduit (un intonaco di bianco di "%agna e colla) e
incollata sulla tela di Luta& -autrier delinea la %rima immagine con il
%ennello e gli inchiostri4 sull'enduit ancora umido s%arge %olveri e altre
materie a cui si deve il ti%ico as%etto grezzo. .n seguito& al centro del
cam%o& a%%lica l'im%asto di materia seguendo %ress'a %oco il disegno
tracciato4 quindi aggiunge %olveri colorate e altri strati di im%asto& %i( o
meno numerosi e disuguali& con l'ausilio di una s%atola. L'artista s%arge
cosK altre %olveri sull'ultimo strato 'acendo in modo che in alcuni %unti
esse si de%ongano e si attacchino all'im%asto 'resco e oleoso& in altri
%unti incor%orandovele col %ennello4 in seguito ri%rende il disegno
rimasto co%erto dalla %asta4 con uno strumento metallico traccia %oi su di
essa solchi sottili che si aggiungono ai tratti del disegno e com%letano
l'immagine.
0na %articolare attenzione merita l'im%iego dell'enduit& che Palma
9ucarelli de'inisce %ro%riamente cam%o. ,on si tratta& in'atti& di una
vera e %ro%ria %re%arazione& %erch nel quadro 'inito rimane in %arte
sco%erto. ,on ne%%ure un 'ondo& in quanto non ra%%resenta ci2 che in
H
L'artista %redilige la carta alla tela in quanto quest'ultima non %otrebbe adeguatamente so%%ortare
un accumulo di materia %esante5 non avrebbe assorbito abbastanza la %arte oleosa& lasciando
l'im%asto tro%%o molle.
C
%ittura si chiama un lontano. .l cam%o& rado e intessuto di verdi e
bruni& %ercorso da 'ilamenti scuri& 'ormato da una materia solida ma
%arzialmente tras%arente& dalla crosta dura e irregolare& come 'osse un
'luido ra%%reso& ha %ro'ondit* e densit* inde'inite. Asso si con'igura
come il sostegno dell'immagine& la sostanza nella quale l'Otage %u2
galleggiare come un cor%o semi?solido in un liquido denso. $i2 che
l'artista cerca il ra%%orto tra due diverse densit* di materia5 quest'ultima
%rotagonista tanto dell'immagine& quanto del cam%o& il quale sostituisce
l'astratta e geometrica convenzione s%aziale& a vantaggio di un'altra
materia& sia %ure %i( rada e inerte.
Iale ra%%orto %u2 venir meglio com%reso considerando la %roduzione
scultorea dell'artista& il quale nel 6:;< realizza i tre esem%lari di Tte
d'Otage (Iesta d'+staggio) in ottone %atinato. $ome la scultura& massa di
materia solida& sta nell'atmos'era& massa di materia 'luida& cosK
l'immagine colorata sta nel suo cam%o. La scultura di -autrier& in'atti&
diviene sem%re %i( s'atta& in'orme& dai contorni inde'initi4 le linee che
tentano di de'inirla& avvolgendola& la collegano al com%lesso di
%ercezioni indistinte che la circondano come esistenze inde'inite.
C
#nche
nella %ittura di -autrier& dunque& e in %articolare negli Otages& si instaura
un dinamico ra%%orto di osmosi tra il nucleo e il cam%o5 il 'rammento di
materia cede e riceve 'orza dalla nebulosa di materia inde'inita e
viceversa.
3li Otages di%inti sono collocati in un a%%ena %ercettibile schema che
C
# %ro%osito della sc$lt$ra di -autrier& risulta %ertinente il %arallelismo con le sculture dello
svizzero #lberto 3iacometti (6:D6?6:CC)& i cui 'amosi cor%i allungati e assottigliati da una
corrosione interiore sono caratterizzati da un uso della materia in cui si accentua il tocco e la
'rammentazione del contorno& %er sottolineare la continuit* s%azio?tem%orale della 'igura con il
vuoto che l'avvolge. Iali es%erienze sono a loro volta collegabili& a ritroso& con le sculture 'uturiste
di 9occioni (-orme uniche di continuit* nello s%azio (6:6<))4 di Medardo Bosso& il quale negli
anni ED dell'+ttocento giunge ad una dissoluzione della 'orma che va a integrarsi nell'atmos'era4
'ino a Bodin& al quale si deve& nello stesso %eriodo& l'esaltazione del 'rammento del cor%o e
l'eliminazione dell'intento narrativo a vantaggio della %resenza di un conglomerato di materia che
riceve vita& annullando la 'orma che arriva a dissolversi& in una essenzialit* che esalta& in tal caso&
l'idea di dinamismo e di energia che scaturisce dal movimento& che diverr* in seguito uno dei 'ulcri
della %oetica 'uturista.
M
%are levarsi dal 'ondo& assumere una %osizione obliqua& s%orgere in
avanti& quasi s'uggendo al %iano& suggerendo una convessit*& una
curvatura.
"ulla tecnica im%iegata da -autrier si so''erma Ponge& il quale a''erma
che molto s%esso l'artista imita& nella strati'icazione della materia e nelle
sue incres%ature& l'a%%arenza di %etali sovra%%osti. La %olvere di %astello
che si incor%ora alla materia& che nel caso s%eci'ico degli Otages viene
s%esso assemblata ad una cera s%eciale& brillante& a%%licata a caldo& va a
costituire una materia che& secondo le %arole dell'artista stesso& ha una
resistenza ancor %i( sicura del colore a olio. /uesta tecnica assai
singolare im%one le sue condizioni all'attivit* del %ittore. -autrier si
%re%ara a lungo davanti al quadro che dovr* realizzare& ma questa
%re%arazione del tutto %latonica. #l contrario& l'esecuzione dovr* essere
ra%ida e intensa& come quella dei 'reschisti5 non ammette %entimenti.
.l giorno in cui l'o%era conce%ita dovr* %rendere vita& -autrier si alza
%rima dell'alba. $omincia col tendere la tela sul telaio& %oi incolla su
questa tela il %i( tenacemente %ossibile uno o %i( strati di carta. @ a
questo %unto che interviene il riscaldamento e l'a%%licazione della cera e
subito do%o l'integrazione a questa cera del %astello schiacciato. .n'ine si
d* mano ai tubi di bianco5 s%remuti& tras%osti sulla tela& a cui segue
l'intervento del disegno in %unta di %ennello& assieme alla colorazione
su%er'iciale& %ellicolare (quasi 'osse e%idermica)& del bianco %er mezzo
di olii colorati. .n %oche ore e in ogni caso entro la giornata l'o%era deve
essere terminata. .n alcune %arti (quelle in cui lo strato di bianco
%articolarmente s%esso) essa %u2 im%iegare 'ino a un anno %er seccare.
-autrier si 'abbricato una materia %er s che& come osserva Paulhan& ha
contem%oraneamente le caratteristiche dell'acquerello e dell'a''resco&
della tem%era e della gouache4 il %astello tritato arriva a mescolarsi
all'olio e l'inchiostro alla materia.
E
.l tutto viene %estato& lavorato a mano o con diversi strumenti che si
%ossono dire artigianali& cosK come artigianale l'atto demiurgico
dell'artista.
7i solito le %aste sono bianco?giallastre& lasciano in evidenza la traccia
della s%atola che le ha ri%etutamente ri%assate e s'im%or%orano di quando
in quando come %er un im%rovviso sussulto ematico. #l loro esterno& la
zona del cam%o si tinge s%esso di colori verdi olivastri& mentre 'ilamenti
di un denso %etrolio sembrano budella 'uoriuscite
M
. ,ella maggior %arte
dei casi& comunque& il cam%o si mani'esta nel suo com%lesso in tonalit*
garbate e acquose& che contrastano con la viva e macilenta sensualit* del
nucleo?ostaggio.
. colori degli Otages sono inde'initi& inventati& nati dalla 'usione di
diverse tinte& e il %i( delle volte sovra%%osti ed esas%erati o attenuati
secondo diversi gradi di densit* o tras%arenza. Assi non sem%re
aderiscono %ienamente alla su%er'icie& ma trovano il loro giusto valore
nella relazione %ro'onda che instaurano con la materia aggrumata&
accumulata& incres%ata.
La materia di -autrier si colora nel suo divenire tormentato5 il colore non
& dunque& una delle qualit* delle cose& ma la materia stessa& che
assume di''erenti tonalit* in relazione ad un %articolare momento.
L'artista& %ertanto& cerca un colore che contenga la luce& non che la irradi
avendola ricevuta. +gni suo quadro caratterizzato da una tonalit*
d'arrivo (9ucarelli)
E
& a cui tendono tutti i colori im%iegati. 9ucarelli ha
osservato come tutti i colori im%iegati da -autrier siano ri'eribili ad un
grigio di base4 ed %ro%rio il ri'erire ogni colore ad un i%otetico neutro
che d* risalto anche alle tonalit* %i( deboli e discrete.
-autrier ottiene& con grande abilit* e ra''inatezza& il %assaggio da un
M
B+9ABI+ P#".,.& LInorma!e. "tati #niti $uropa Ita!ia& $L0A9& 9ologna& 6::H& %.6;.
E
P#LM# 90$#BALL.& op.cit.& %.M;.
:
valore all'altro senza un brusco mutamento del colore. ,onostante ci2&
egli in grado di creare una %ro'onda armonia nella mescolanza 'itta e
s%esso volutamente con'usa di toni che& nonostante a%%aiano non di rado
inde'inibili& raggiungono una cristallina %urezza.
. colori %i( 'requenti nei quadri dell'artista 'rancese sono i gialli
verdastri& le tinte ruggine& e rosate& le ocre sbiadite& i grigio?verdi& gli
azzurri cinerei& il giallo di zol'o& il carminio s%ento& alcune cu%e tinte
violacee& i turchini.
:

1.& 'nalisi comparata di alc$ni Otages. E#ol$%ioni formali.
3li Otages sono anonimi4 essi sono %rivati della dignit*. ,on sono %i(
nessuno. Per questo tutti loro si assomigliano5 non si %arla di ritratti4
vengono accomunati da una medesima& tragica e inesorabile sorte. @ la
loro irriconoscibilit* che& %aradossalmente& li rende %ro'ondamente
somiglianti. $iascuna o%era %arteci%e di un insieme organico e
coerente& ma nel contem%o si diversi'ica dalle altre.
La serie degli +staggi subisce al suo interno una evoluzione 'ormale.
L'es%ressione dei %rimi Otages ancora razionale (Malraux).
"i tratta di 'igure mortali dal tratto sem%li'icato& ma direttamente
drammatico& che tenta di ridurre alla loro %i( sem%lice es%ressione& in
colori %lumbei che inesorabilmente evocano la morte. # %oco a %oco
-autrier si allontana dalla suggestione diretta del sangue e del cadavere. .
colori si liberano da ogni legame razionale con la tortura.
#nalogamente& un tratto che tenta di es%rimere un dramma senza
:
. %igmenti delle %olveri di %astello utilizzati dall'artista sono stati resi noti grazie alla ricerca di
=ean?Paul Ledeur. L'indagine microchimica e s%ettrogra'ica all'in'rarosso ha rivelato la
com%osizione del violetto e del blu& consistenti nella mescolanza di un minerale con carbonato di
calcio e caolino (argilla bianca costituita essenzialmente da silicato d'alluminio) con gomma
arabica o adragante come legante4 del rosso& ottenuto con il carminio %i( %uro %ossibile %er
ottenere un alto grado di luminosit*. (+sservazioni ri%ortate nel catalogo della mostra Jean
Fautrier & tenutasi a Parigi nel 6:E:).
6D
ra%%resentarlo si sostituisce ai %ro'ili sconvolti. /uanto %i( l'artista si
addentra nella ricerca di una nuova es%ressione del tragico& tanto %i( il
segno scom%are o si com%leta in maniera diversa. $i2 che rimane sono
accenni di labbra& come nervature& e di occhi& che %er2 non guardano.
3li +staggi divengono cosK ? %er dirlo con Maulraux ? gerogli'ici del
dolore.
-autrier inizia a di%ingere i %rimi Otages negli ultimi mesi del 6:;8 e nel
gennaio del 6:;<& quando si trova ancora a Parigi. Ma in seguito la sua
is%irazione trova esca nella terribile es%erienza delle 'ucilazioni.
.l %rimo Otage& di%into da -autrier nel 6:;8& non una testa& bensK un
cor%o5 il cor%o di Sarah ('ig. 6)& la giovane ebrea& una 'anciulla che non
%i(5 ormai un 'rammento martoriato& una %resenza di materia
scom%osta i cui incerti contorni %aiono violentemente ritagliati dallo
s'ondo %lumbeo. "i tratta di un cor%o am%utato in ogni sua %arte5
mancano le braccia& %i( di met* del volto& una gamba. La carne straziata
ha assunto un nuovo mostruoso %ro'ilo& e il suo volto& %erduto %er met*&
ormai solo un %ro'ilo nell'ombra& un ricordo. 0n enorme squarcio nero
al %osto del %ube cam%eggia& 'orse a ricordare una violenza subita. 7ella
carne viva la materia conserva il tenue colore rosato& intaccato %er2
dall'alone color ruggine& che la circonda del tutto& a ricordarci
%rontamente che la violenza e il sangue sono la causa della so''erenza di
questo cor%o inerme.
Acco un altro 'rammento umano& contem%oraneo al %recedente5
L'chorch (Lo scorticato) ('ig. 8). L'+staggio %rivo di testa e di una
'orma verosimile5 una 'orma giallo?verdognola che %are accartocciarsi
come un 'antoccio o un verme con tre mani (o tre %iedi!) e un %iede alle
estremit*& come se 'osse vittima di un %rocesso di rinsecchimento e
dissoluzione della materia& ormai morta& che lo com%one. /uasi
ossessiva in queste o%ere la luce& che rivela tutto& che %enetra sotto
66
l'e%idermide della materia.
Le Ieste degli +staggi 'anno la loro com%arsa nell'o%era Le Massacre
('ig. <) del 6:;<. /ui vari volti estremamente stilizzati emergono come
%resenze 'antasmatiche da uno s'ondo %lumbeo che verso il centro si 'a
incandescente. .l bianco della materia centrale %are voler cancellare& e
nel contem%o mettere in risalto& alcune di queste %resenze di memoria.
"ono tali teste il %rototi%o da cui %arte -autrier %er realizzare le
numerose Ttes d'Otage successive.
-autrier realizza ancora vari nudi& tronchi& cor%i& come il Corps d'Otage
('ig. ;) del 6:;<. La %rima idea che suggerisce la visione di quest'o%era
quella di un bambino in 'asce& %rivato di ogni %ossibilit* di legame con
la realt*& il cui volto conserva l'es%ressione di un essere s%aventato e
incredulo5 cosK che vengono ridotti gli +staggi. .mmensa tenerezza5
ecco quello che suscita un'o%era del genere. . colori sono simili a quelli
delle %recedenti o%ere.
0n 'ocalizzazione ancora maggiore sul soggetto %rende %iede a %artire
dalla Tte d'Otage n.1 ('ig. n.H). 0n contorno ovalizzante dai tratti
incerti ed a%%ositamente im%recisi va a circoscrivere una materia
centrale (l'hute pate)& che %er2 non ne segue l'andamento5 ecco l'eterno
ra%%orto dialettico che -autrier instaura tra segno e materia. L'inchiostro
com%leta la sua azione disegnativa nel centro della su%er'icie della %asta&
il cui bianco stato tras'ormato in una alquanto articolata variet* di
s'umature delle %olveri di %astello che l'artista ha a%%licato so%ra&
amalgamandole con il com%lesso. 0n occhio& un naso e una bocca
semichiusa5 ecco quello che %ossiamo scorgere in questo volto
d'ostaggio& che aderisce ad un inconsistente cam%o color terra5 terra da
cui nato& e a cui chiamato a 'are ritorno.
Tte d'Otage n.2 ('ig. C)5 la %asta centrale continua a cam%eggiare&
sovrastata dai tratti rossastri del volto e circondata dai cerchi concentrici
68
che ne delimitano l'incerto contorno.
La Tte d'Otage n.3 ('ig. M) ra%%resenta in realt* un busto& che %otrebbe
essere riconducibile allo stesso cor%o di "arah.
Tte d'Otage n.7 ('ig. E)5 la ra%%resentazione de'igurata non %i(
'rontale. "igni'icativa l'es%ressione del volto.
$on la Tte d'Otage n. ('ig. 6D) la suggestione materica %rende
so%ravvento5 un %ro'ilo a%%ena accennato e %ochi& ma estremamente
es%ressivi tratti es%rimono tutta la so''erenza rassegnata di una coscienza
che rimasta solo un accumulo di materia autosigni'icante in s. # mio
%arere si tratta& insieme all'Otage n.1& di uno degli esem%lari %i( 'orti.
,ella Tte d'Otage n.1! ('ig. 68) l'ossessiva iterazione di occhi disegnati
lungo l'asse verticale con'erisce un as%etto inquietante alla concrezione
materica. $he alluda al ritmo delle 'ucilate s%arate su una coscienza
rimasta dentro a un cor%o indi'eso!
La Tte d'Otage n.1" ('ig. 66) ha un che di %icassiano nel trattamento
dei %ochi tratti di un volto 'reddo e %allido che contrasta con la tinta
verde?olivastra dello s'ondo.
$on la Tte d'Otage n.1# ('ig. 6C) ogni allusione ai tratti 'isiognomici si
ormai disciolta nella materia 'erita e inondata dalla luce.
La sagoma della Tte d'Otage n.2$ ('ig. 6H) si con'igura&
sommariamente accennata& sullo s'ondo indistinto. Pare una 'orma
antro%omor'a ecto%lasmica con all'interno un accumulo di materia
biancastra i cui segni delle s%atolate sono rimasti ben evidenti. .l cenno
di incarnato risultante %ercorso secondo l'asse verticale da un segno
rosso discontinuo evocante un %ro'ilo& quasi a volerne dissociare la
%resenza& come simbolo di una coscienza& dal resto del cor%o& che
ra%%resentato& sineddoticamente& dal ca%o. $ome se questa coscienza& si
%otrebbe dire& guardasse inorridita il %ro%rio cor%o che non esiste %i(.
6<
$on la Tte d'Otage n.21 ('ig. 6<) -autrier arriva al limite della
de'igurazione5 il volto non esiste %i(& tutto ci2 che rimane un accumulo
di materia dalle tinte terrose segnata da tratti di violenza dello stesso
scuro colore che ne de'inisce circolarmente gli incerti contorni.
La Tte d'Otage n.22 ('ig. 6;) si risolve in un %ro'ilo dalla materia
incres%ata segnata da ri%etitivi tratti rossastri che evocano un volto
martoriato.
1.( La prima esposi%ione.
La guerra a%%ena 'inita. .l 8C ottobre del 6:;H gli +tages vengono %er
la %rima volta es%osti al %ubblico4 questa la data comunemente
riconosciuta come la nascita dell'.n'ormale in Auro%a. Assi vi restano
'ino al 6M novembre dello stesso anno. La mostra& dal titolo Les +tages5
%eintures et scultures de -autrier viene allestita alla %arigina 3alleria
7rouin. -autrier si a''idato al %restigioso mercante Bene 7rouin a
%artire dal 6:;<. L'es%osizione& %resentata con testo introduttivo di
Malraux
6D
& consta di ;C %itture e < sculture& tutte sul tema degli
ostaggi. ,el saggio #n %rt %utre Ia%i %arla di questa es%osizione
sconvolgente. ,el suo resoconto a''erma che essa consisteva in un gran
numero di quadri di %iccole dimensioni& a%%esi a notevole distanza tra
loro4 le teste di ostaggi %arevano trattate in modo tale che tutto sembrava
essere una stessa tela inde'initivamente ri'atta con delle im%ercettibili
varianti. . soggetti& cosK inde'initi nella 'orma e nel colore& agli occhi dei
%i( 'iguravano %iuttosto male ris%etto a ci2 che si aveva l'abitudine di
chiamare un'im%ortante es%osizione.
6D
#,7B@ M#BL#0N& Les Otages, %resentazione della mostra alla galleria Ben 7rouin& Parigi&
ottobre 6:;H (lo scritto ri%ortato in5 $atalogo della mostra a 7Osseldor'& 'ebbraio 6:HE4 catalogo
della mostra alla galleria #%ollinaire& ottobre 6:HE4 catalogo della mostra a LeverPusen& dicembre
6:HE4 catalogo della mostra alla )anover 3aller>& 6:H:).
6;
La %rima a%%arizione degli Otages come disegni invece antecedente
questa mostra5 essi vengono %ubblicati& in'atti& nel 6:;;& nel libro di P.
Aluard& &ignes de vivre.
1.) 'lla ricerca degli Otages.
7ove %ossibile contem%lare gli Otages! 7e'inire l'ubicazione di ogni
esem%lare im%resa assai ardua5 molti di essi& in'atti& si trovano %resso
collezioni %rivate e l'unico catalogo ragionato e com%leto che ne ri%orta
quasi tutti i %ezzi risale al 6:CD& trattandosi della monogra'ia di Palma
9ucarelli. 7a allora& com' ovvio& molte collocazioni sono cambiate e
vari esem%lari sono s%arsi %er il mondo. #lcuni di essi& %er2& si trovano
custoditi in alcune im%ortanti strutture museali.
66

Tte d'Otage n.1& ('ig. H) ad esem%io& si trova attualmente al Moca
(Museum o' $ontem%orar> #rt) di Los #ngeles.
L'esem%lare& %roveniente come gran %arte degli altri dalla 3alleria
7rouin di Parigi& ha subKto vari s%ostamenti5 dalla collezione %arigina
Michel Ia%i 'ino al 6:HC& alla 3alerie "taedler %er i tre anni successivi.
.n seguito viene acquistato dal $onte 3iuse%%e Panza di 9iumo
68
& che
nel 6:EH lo vende all'istituzione statunitense che tuttora lo os%ita.
L'o%era stata es%osta alle seguenti mostre5
Les +tages5 %eintures et scultures de -autrier& 3alerie Ben 7rouin&
Parigi& 8C ottobre 1 6M novembre 6:;H4 Personale di -autrier& NNN
9iennale .nternazionale d'#rte& Qenezia& 6E giugno 1 6C ottobre 6:CD4
Ihe Panza $ollection& Moca Los #ngeles& 6< 'ebbraio 1 8: settembre
66
# causa della di''icolt* %resentatasi nel re%erire documentazione esaustiva e materiale aggiornato&
molte delle seguenti ricognizioni non hanno %retesa di com%letezza.
68
3iuse%%e Panza di 9iumo il %i( grande collezionista al mondo di o%ere di artisti contem%oranei5
ne %ossiede circa duemilacinquecento. "i tratta di artisti via via cresciuti all'attenzione della critica.
Molte di queste o%ere sono conservate nella villa di 9iumo. 0na %arte della collezione stata
acquistata dal Museum o' $ontem%orar> #rt di Los #ngeles nel 6:ED4 qui sono es%osti ED lavori di
=ean -autrier& -ranz Rline& Bo> Lichtenstein& $laes +ldenburg& Bobert Bauschenberg& =ames
Bosenquist& MarP BothPo& 3eorge "egal e #ntoni I*%ies.
6H
6:EH4 PostSar #bstraction5 6:;H?6:CD& Moca Los #ngeles& 88 marzo 1
8 ottobre 6:EE4 "elections 'rom the Permanent $ollection& Moca& <
giugno 1 88 ottobre 6:E:4 $onstructing a histor>5 a 'ocus on Moca's
Permanent $ollection& Moca& 6E novembre 6:E: 1 ; marzo 6::D4 Ihe
Permanent $ollection& the decisive >ears5 6:;H 1 6:CD& SorPs 'rom the
Permanent $ollection& Moca& E luglio 1 : settembre 6::D4 Portraits in
the Permanent $ollection& Moca& M giugno 1 6 novembre 6::84 #rt
and Liberation5 %ainting and scul%ture in %ost?Sar Paris 6:;H 1 6:HH&
Ihe Iate 3aller>& Londra& : giugno 1 H settembre 6::<4 Ihe %ost Sar
#vant?garde o' -rance& ,assau $ount> Museum o' #rt& 66 giugno 1 6E
settembre 6::;4 .dentit> and #lterit>& La 9iennale di Qenezia& Palazzo
3rassi M giugno 1 6H maggio 6::H4 -ace * l'histoire& $entre 3eorges
Pom%idou& 6: dicembre 6::C 1 ; luglio 6::M4 T Bebours& $entro
#tlantico de #rte Moderno& 3ran $anar> .slands4 "%ain (organizzatore)&
$##M& 3rand $anar>& 8D a%rile 1 6< giugno 6:::4 Museo ,ational
$entro de arte Beina "o'ia& Madrid& C luglio 1 66 ottobre 6:::4 Panza5
the legac> o' a collector4 Moca& 6: settembre 1 6: dicembre4 =ean
-autrier& )aggert> Museum o' #rt& Marquette 0niversit>& MilSauPee&
6: settembre 1 8: dicembre 8DD84 Jallach 3aller>& $olumbia
0niversit>& ,eS UorP& 8E gennaio 1 8: marzo 8DD<4 -ogg
Museum&)arvard& 8C a%rile 1 8D luglio 8DD<4 #'ter $zanne& Moca&
8D novembre 8DDH 1 6: giugno 8DDC.
Sarah, Otage ('ig. 6) si trova attualmente in una collezione %rivata
%arigina.
L'o%era stata es%osta5
a "toccolma& "venPs?-ansPa Ronstgalleriet& 6:C64 Parigi& 3alerie Michel
$outurier& 6:CE4 #mburgo& 6:M<4 "aint?Paul& -ondation Maeght& #ndr
Malraux. Le muse imaginaire& 6:M<4 Parigi& #rtcurial& 0n art autre un
autre art& 6:EC.
6C
Tte d'Otage n.7 ('ig. E) si trova %resso la $ollezione Pierre 9rache di
Parigi. -aceva %arte della collezione della 3alerie 7rouin.
@ stata es%osta& oltre che da 7rouin nel 6:;H& alla NNN 9iennale d'#rte
di Qenezia& 6:CD.
Tte d'Otage n.1% ('ig. :) si trova& come il n.6& al Moca di Los #ngeles.
@ stata di %ro%riet* di Michel Ia%i& Parigi& %er %oi %assare a Amiliano de
-abianis& Iorino4 a Luciano Pistoi& %resso il quale rimane 'ino al 6:C8&
quando viene acquistata dal $onte 3iuse%%e Panza di 9iumo& che la
vende al Moca nel 6:EH.
L'o%era stata es%osta alle seguenti mostre5
Les +tages5 %eintures et scultures de -autrier& 3alerie Ben 7rouin&
Parigi& 8C ottobre 1 6M novembre 6:;H4 +%ere scelte di 7ubu''et&
-autrier& -ontana& Mathieu& Bio%elle& "%azza%an& Jols& Piazza $esare
#ugusto& Iorino& a%erta il < marzo 6:CD4 Ihe Panza $ollection& Moca
Los #ngeles& 6< 'ebbraio 1 8: settembre 6:EH4 PostSar #bstraction5
6:;H?6:CD& Moca Los #ngeles& 88 marzo 1 8 ottobre 6:EE4 "elections
'rom the Permanent $ollection& Moca& < giugno 1 88 ottobre 6:E:4
$onstructing a histor>5 a 'ocus on Moca's Permanent $ollection&
Moca& 6E novembre 6:E: 1 ; marzo 6::D4 Ihe Permanent $ollection&
the decisive >ears5 6:;H 1 6:CD& SorPs 'rom the Permanent $ollection&
Moca& E luglio 1 : settembre 6::D4 Portraits in the Permanent
$ollection& Moca& M giugno 1 6 novembre 6::84 .dentit> and #lterit>&
La 9iennale di Qenezia& Palazzo 3rassi& M giugno 1 6H ottobre 6::H4
-ace * l'histoire& Parigi& $entre 3eorges Pom%idou& 6: dicembre 6::C
1 ; luglio 6::M4 Panza5 the legac> o' a collector4 Moca& 6: settembre 1
6: dicembre4 #'ter $zanne& Moca& 8D novembre 8DDH 1 6: giugno
8DDC.
6M
Tte d'Otage n.1! ('ig. 68) si trova attualmente in una collezione %rivata
in 9elgio.
Precedentemente a%%arteneva alla collezione Michel Ia%i de $ele>ran.
@ stata es%osta& oltre che da 7rouin nel 6:;H& ancora a Parigi& Muse
,ational d'#rt Moderne de la Qille& 6:C;4 Parigi& Musee ,ational d'#rt
Moderne& $entre 3eorges Pom%idou4 Paris?Paris 6:<M?6:HM& 6:E6.
Tte d'Otage n.1" ('ig. 66) si trova %resso una collezione %rivata
'rancese.
#%%arteneva alla collezione #ndr Malraux& Parigi.
Becentemente stato es%osto alla mostra itinerante Muse ,ational
-ernand Lger& 9iot& 8D giugno?6H settembre 6::C 1 MucsarnoP&
9uda%est& 6H ottobre?6D novembre 6::C.
Tte d'Otage n.2$ ('ig. 6H) di %ro%riet* dei coniugi =Vrg Bum%'&
$ologne.
#%%arteneva alla collezione Maurice Bheims di Parigi.
@ stata es%osta& oltre che da 7rouin nel 6:;H& ancora a Parigi& 3rand
Palais& =ean Paulhan * traves ses %eintres& 6:M;& $ologne& 6:E8.
Tte d'Otage n.21 ('ig. 6<) si trova al $entre Pom%idou di Parigi& che
l'ha acquistata nel 6::: %er la realizzazione di insiemi signi'icativi
inerenti le $ollezioni "toriche -rancesi del %eriodo 6:;H?6:MD& in
occasione della ria%ertura del museo il %rimo gennaio 8DDD.
Tte d'Otage n.22 ('ig. 6;) a%%artiene ora alla collezione 3alerie
Limmer& -ribourg?en?9risgau.
#%%arteneva alla collezione =ean -autrier ed stata acquistata da =eanine
#e%l> %er la sua collezione& %er %assare in seguito a 9runo "argentini&
Boma.
L'o%era stata es%osta& oltre che 7rouin nel 6:;H& a 9ergens?+slo& 6:C<4
"toccolma?3oteborg& 6:C<4 Parigi& 3rand Palais& =ean Paulhan * traves
ses %eintres& 6:M;4 Boma& 3alleria L'#ttico?Asse #rte& 6:ED4 $ologne&
6E
Museen der "tadt& JestPunst. Weitgenossische Runst seit 6:<:& 6:E64
9asilea& 6:EM.
Tte d'Otage n.23 ('ig. 6M) attualmente in una collezione %rivata
'rancese.
Assa %roviene dalla $ollezione Boger $hastel& "aint 3ermain?en?La>e.
@ stata es%osta& oltre che da 7rouin nel 6:;H& alla NNN 9iennale d'#rte
di Qenezia& 6:CD4 a Iourcoing& 6:EC.
Tte d'Otage ('ig. 88) a%%artiene alla $ollezione 3alerie 9onnier&
3inevra.
Precedentemente& era della $ollezione Michel Michaud& Parigi.
L'corch, Otage& ('ig. 8) si trova a Parigi %resso una collezione %rivata.
@ stata acquistata direttamente dall'artista nel 6:;E.
@ stata es%osta a Parigi& 3alerie Michel $outurier& 6:CE4 Parigi& Muse
,ational d'#rt Moderne& $entre 3eorges Pom%idou& Paris?Paris
6:<M?6:HM& 6:E6.
Le &assacre 'Otages( ('ig. <) a%%artiene a una collezione %rivata
%arigina.
L'o%era stata es%osta& oltre che da 7rouin nel 6:;H& a Parigi& Muse
,ational d'#rt Moderne& $entre 3eorges Pom%idou& Paris?Paris
6:<M?6:HM& 6:E64 #msterdam& "tedeliLP Museum La 3rande Parade&
6:E;?6:EH4 "aint?Paul& -ondation Maeght& 0n muse %hmre&
collections %rives 'ranXaises 6:;H?6:EH& 6:EE.
Tte d'Otage ('ig. 8D) si trova %resso una collezione %rivata di Parigi.
#%%arteneva alla collezione %ersonale dell'artista.
Assa stata es%osta& oltre che da 7rouin nel 6:;H& ancora a Parigi&
3alleria Michel $outurier& 6:CE4 IoP>o?R>oto& 6:EH.
Corps d'Otage ('ig. ;) si trova ora in 9elgio& %resso una collezione
%rivata.
Precedentemente a%%arteneva alla collezione Michel Ia%i.
6:
@ stata es%osta a Parigi& 3rand Palais& =ean Paulhan * traves ses
%eintres& 6:M;4 Parigi& Muse ,ational d'#rt Moderne& $entre 3eorges
Pom%idou& Paris?Paris 6:<M?6:HM& 6:E6.
Tte d'Otage in sc$lt$ra esiste in tre varianti& ciascuna di esse in una
sede di''erente.
/uella in 'ig. 8< osservabile al Muse de l'Yle de -rance& "ceaux4
un'altra& in 'ig. 8; si trova al Iate di Londra.
0na versione a%%arteneva alla 3alleria Bive 7roite di Parigi& una alla
collezione dell'artista& la terza alla $ollezione Malraux.
Iutte e tre le o%ere sono state es%oste da 7rouin nel 6:;H.
La scultura conservata a "ceaux stata %i( recentemente es%osta alla
mostra itinerante Muse ,ational -ernand Lger& 9iot& 8D giugno?6H
settembre 6::C 1 MucsarnoP& 9uda%est& 6H ottobre?6D novembre 6::C.
7elle stam%e Otages )ond no*r ('ig. 8:) una co%ia si trova al Moca di
Los #ngeles& un'altra al Iate di Londra.
8D
OTAGES
1. SARAH, OTAGE,
1942
cm 89 x 116
2. L'CORCH,
OTAGE,
1942
cm 115 x 80
3. LE MASSACRE
(OTAGES),
1943
cm 146 x 114
4. CORPS D'OTAGE,
1943
cm 54 x 64
5. TTE D'OTAGE
!" 1,
1943
cm 22 x 24
6. TTE D'OTAGE
!" 2,
1943
cm 33 x 41
7. TTE D'OTAGE
!" 3,
1943
cm 46 x 55

a sin.:
8. TTE D'OTAGE
N. 7,
cm 27 x 35
a ds:
9. TTE D'OTAGE
N. 14,
1944
cm 27 x 35
10. TTE D'OTAGE
N. 8,
1944
cm 28 x 36
a sin.:
11. TTE D'OTAGE
N. 16,
1944
cm 22 x 27
a ds:
12. TTE D'OTAGE
N. 15,
1944
cm 27 x 35

a sin.:
13. TTE D'OTAGE
!" 21,
1944
cm 2# x 35
a ds:
14. TTE D'OTAGE
!" 22,
1944
cm 22 x 2#

15. TTE D'OTAGE
!" 20,
1944
cm 24 x 33
a sin.:
16. TTE D'OTAGE
!" 19,
1944
cm 22 x 23
a ds:
17. TTE D'OTAGE
!" 23
1944
cm 22 x 2#


a sin.:
18. TTE D'OTAGE,
1944
cm 26 x 22
a ds:
19. TTE D'OTAGE,
1945
cm 34 x 27
20. TTE D'OTAGE,
1944
cm 35 x 27
a sin.:
21. TTE D'OTAGE,
1945
a ds:
22. TTE D'OTAGE,
1943
cm 27 x 22
23. TTE D'OTAGE,
1943
(piombo)
cm 49 x 33 x 32
24. TETE D'OTAGE,
1943
(piombo)
a sin.:
25. OTAGE AUX
MAINS I,
1960-64
(incisione)
cm 13,2 x 24,
a ds:
26. !ES OTAGES,
194 c"#
(incisione)
cm 29, x 2,$
27. T%TE &'OTAGE,
1942
(incisione " co(o)i)

28. OTAGE *IO!ET,
1946
(incisione
"c+,"-o).e)
cm 3/ x 6,

29. OTAGES 0ON&
NOI1,
1946
(incisione)
cm 3$,/ x ,/
a sin.:
30. OTAGES,
1947 ca.
(incisione)
cm 16,6 x 14,4
a ds:
31. OTAGE,
1942
(incisione a punta
di piombo)
cm 2 x 49
32. OTAGES,
1947 ca.
(incisione ad
ac!ua"o#te)
cm 16,$ x %,&
33. OTAGES,
1947 ca.
(incisione ad
ac!ua"o#te)
cm 1& x 29,&
34. OTAGES,
1947 ca.
(incisione ad
ac!ua"o#te)
cm 16 x 4,

L' *ORTUN' +RITI+' DELL' ,ERIE


.1 Le rea%ioni della critica nel 1-().
La %rima mostra degli Otages alla %arigina galleria 7rouin ha %oco
successo. "ono da%%rima i letterati a %ronunciarsi sulla serie es%osta. Per
vari anni& in'atti& Malraux& Paulhan e Ponge saranno gli unici critici che a
-autrier si dedicheranno con costanza e senza riserve& %re%arando un
terreno critico s'ruttato da coloro che interverranno in seguito. $i2
testimonia la %recisa volont* dell'artista di considerare come %ro%ri
interlocutori %rivilegiati esclusivamente gli amici %oeti e non la schiera
di critici che& comunque do%o il 6:HC& gli dedicheranno la dovuta
attenzione. Bisulta 'ondamentale& %ertanto& valutare questi %rimi
interventi non dal %unto di vista letterario& bensK da quello critico&
%ro%rio %er il 'atto che si tratta delle %rime& e a lungo uniche& o%inioni
critiche sul %ittore 'rancese.
#%%artiene ad #ndr .alra$/
6<
il testo di %resentazione della mostra.
Malraux d* vita ad una lettura %revalentemente ideologica e non
stilistica& basata sull'idea che& %artendo dal tema e dalla tecnica& si giunge
inevitabilmente ad una resa tragica. Malraux o''re una chiave di lettura
degli Otages di%inti a %artire dal grande ostaggio scol%ito
6;
5 con la resa
in scultura -autrier avrebbe trovato un mezzo di incarnazione del
su%%lizio& tras%osto %oi nelle o%ere successive. 3li Otages vengono
de'initi un gerogli'ico del dolore& il cui %i( autentico signi'icato e la
6<
#ndr Malraux (6:D6?6:MC) 'u un %ersonaggio di s%icco nell'ambito della vita %olitica e culturale
'rancese. "crittore di saggi e romanzi& a%%ro'ondK gli studi 'iloso'ici& estetici e storico?artistici4 'u
ministro dell'in'ormazione nel governo %rovvisorio del 6:;H?6:;C e divenne in seguito ministro
della cultura.
6;
#. M#LB#0N& Les Otages& %resentazione del catalogo della mostra alla 3alleria 7rouin& Parigi&
ottobre 6:;H.
86
'orza rivoluzionaria sono com%rensibili solamente se tali o%ere vengono
osservate tutte insieme& quasi 'acessero %arte di un in'erno coerente.
/ualche riserva Malraux es%rime a %ro%osito di un certo
com%iacimento che gli %are di scorgere negli Otages. Assi sono
considerati il %rimo tentativo di scarni'icare il dolore contem%oraneo %er
%roiettarlo in una dimensione di eternit*.
#nche #ntimoine +!e#alet& nella sua recensione&
6H
insiste sulla necessit*
di %orre l'attenzione al com%lesso delle tele& %er cogliere l'assoluto senso
tragico dell'insieme. L'iterazione della sem%re uguale a se stessa
denominazione dei di%inti ( Tte d'Otage n.1, Tte d'Otage n.'... e cosK
via& 'ino all'Otage n.(()& %are suggerire 1 osserva $hevalet 1 la lista
delle sentenze e degli ordini di esecuzione riservata a individui ormai
svaniti in una totale im%ersonalit*. @ l'irriconoscibilit* dei cadaveri che
-autrier %are voler di%ingere& %er rendere %erce%ibile& in un quadro di
orrore e tragicit* assoluti& l'azione della morte violenta che tutto cancella
e con'onde. $hevalet si s%inge oltre le considerazioni di signi'icato %er
a%%rodare al livello tecnico della nuova %ittura& che si basa sull'im%iego
delle hautes ptes e sull'utilizzo di nuovi strumenti& alternativi al
%ennello& con cui si mani'esta l'o%%osizione dell'artista a 'orme %i( o
meno razionalmente costruite e caratterizzate dalla %urezza delle linee
costitutive.
Pro%rio l'im%iego delle nuove tecniche induce molti ad accogliere
negativamente la mostra del ';H5 George de'inisce -autrier un grande
%ittore che commette un suicidio
6C
& avendo sciu%ato il bel talento degli
anni giovanili4 mentre Ga0riel lo accusa di considerare solamente la resa
materica
6M
. La maggior %arte dei critici si trova disorientata da una %ittura
cosK diversa da quella 'igurativa conosciuta e lodata negli anni Qenti.
6H
#. $)AQ#LAI& Les Otages de Fautrier, in Z#ction[& Parigi& 6C novembre 6:;H.
6C
J. 3A+B3A& in ZLa voix de Paris[& E novembre 6:;H.
6M
=. 3#9B.AL& in ZLe Pa>s[& Parigi& 6: novembre 6:;H.
88
Antusiasta invece la reazione di 1allard
12
& mentre 'avorevoli& se%%ur
con alcune riserve& in %articolare sull'eccessiva eleganza dell'artista nel
trattare un tema tanto crudele e sulla riconoscibilit* del soggetto& sono le
%osizioni di Estienne& Dag$et
6:
e 'rland. /uest'ultimo& osservando il
carattere doloroso e tragico del soggetto& %arla di un lirismo rigoroso e
drammatico che viene reso con una sem%li'icazione 'ormale& ora brutale&
ora delicata& con il tormento della %asta. Agli a%%rezza alcune tele %er
l'originalit* dei colori degli equilibri com%ositivi4 altre& invece& gli
%aiono tro%%o ricercate ed eleganti nelle loro tonalit* rosee e verdastre.
"crive #rland5 ...de l'ensemble& on est contraint de reconnaYtre que& %ar
la continuit du suLet du 'ormat et de la mthode& il ne va %as sans
monotonie
8D
(...nel com%lesso& si costretti a riconoscere che& %er la
continuit* del soggetto& del 'ormato e della tecnica& vi una certa
monotonia).
@ di -. 3onge l'intervento %i( sentito ed estremamente %arteci%ato nei
con'ronti della drammatica serie dell'artista 'rancese. . due sono legati da
una %ro'onda amicizia e da una comune& quasi sovra%%onibile& visione
della realt*. .l %oeta sostiene che in quella successione di cor%i e volti
torturati& de'ormati& s'igurati& so%ravvive& nonostante l'assoluta assenza
di una se%%ur minima s%eranza& una sorta di bellezza serena& eterna&
dovuta all'armonia dei colori e delle linee. "i tratta di una 'orma di
o%%osizione all'orrore attraverso l'a''ermazione della bellezza& nel
tentativo di tras'ormare l'orrore umano in bellezza5 ...#vec -autrier& la
Zbeaut[ revient
86
(...$on -autrier& la Zbellezza[ ritorna) scrive
Ponge. .l %oeta si %one l'interrogativo5 /uale %u2 essere il movente che
induce a di%ingere scene e soggetti di tal genere!. L'artista s%into da
6E
7. J#LL#B7& Les Otages de Fautrier, in ZPosie[& gennaio 6:;C.
6:
$. A"I.A,,A& Les Otages de Fautrier, in ZIerre des )ommes[& < novembre 6:;H4
L. 7A3#,7& &u tragi)ue * !'asc+tisme, in ZLettres -ranXaises[& 6D novembre 6:;H.
8D
M. #BL#,7& Les Otages de Fautrier, in ZLe NNe "icle[& E novembre 6:;H.
86
-. P+,3A& Notes sur !es Otages. ,einture de Fautrier& "eghers& Parigi& 6:;C.
8<
una tale %assione& da un cosK intenso 'urore d'es%ressione che non %u2
tacere davanti a simili orrori. +rrori che vanno ancora %i( al di l* degli
orrori della guerra (si veda 3o>a& %er esem%io). "i tratta di una vera e
%ro%ria barbarie, come sostiene 1 a ragione 1 il %oeta. -autrier ha
denunciato tutta la gravit* di una tragedia 1 'atto ancora %i( grave 1
voluta da vicino& a sangue 'reddo& nel silenzio delle occu%azioni& da
uomini torturatori %er altri uomini& che si tras'ormano in vittime.
Qittime che& in quanto ostaggi& sono esseri innocenti& violentati&
abbandonati senza di'esa& quasi senza 1 almeno all'inizio 1
consa%evolezza4 esseri deboli& senza lotta %ossibile e senza ne%%ure
lamenti. Le vittime im%resse %er sem%re nei di%inti non sono ritratti5 si
tratta di quadri religiosi. 0na religione dell'umanit*5 il 'ucilato& uomo
anonimo& sostituisce il $roci'isso. A come il $roci'isso& ra''igurato il %i(
delle volte come cor%o?vittima& cosK gli ostaggi non sono colti nell'istante
%reciso in cui divengono tali. -autrier 1 come osserva ancora Ponge 1 ci
mostra volti ormai tume'atti& %ro'ili schiacciati& cor%i smembrati dalle
'ucilate.
# questo %unto& il %oeta si chiede5 . volti di%inti sono %atetici&
commuoventi& tragici!. La sua ris%osta negativa. Assi non sono carne4
%er Ponge non imitano la carne5 sono ancora %ittura. .n ci2 mi %ermetto
di dissentire. "econdo il mio %ersonale %arere& dettato %erlo%i( da una
sensazione visiva che va a intaccare l'emotivit*& invece& -autrier tende
all'intensi'icarsi della carnalit* di una materia che& se%%ur medium e allo
stesso tem%o vincolo %er la realizzazione& si quali'ica come materia
vivente& creata dall'artista?demiurgo (9arilli). Bitengo che& al di l*
delle considerazioni critiche e degli a%%rezzamenti sulla s%eci'ica serie
degli Otages& lo scritto di Ponge sia un im%ortante documento storico del
secondo do%oguerra& %er vari motivi. 7a una %arte& esso mostra la %iena
consa%evolezza di quanto a%%ena accaduto %er mano nazista4 dall'altra 1
8;
'atto di rilevanza storico?artistica 1 testimonia l'ormai avvenuto
riconoscimento della -uernica di Picasso (di%inta solo otto anni %rima
degli Otages) quale icona del martirio bellico.
0n documento assai signi'icativo la lettera& rimasta inedita 'ino al
6:E:& scritta da D$0$ffet a Paulhan alla 'ine dell'ottobre 6:;H.
7ubu''et& il quale sar* in seguito riconosciuto& insieme a -autrier& come
%adre dell'.n'ormale euro%eo& %ur avendo accolto con entusiasmo e
grande ammirazione gli Otages& scrive5 Z =e ne vo>ais %as dFotages dans
tout cela& il ne me %araissait %as du tout utile de m\ler des otages * tout
cela& mais que cFtait une manie de %eintre [. (,on ho visto ostaggi in
tutto quello& non mi %areva %er nulla utile mescolare degli ostaggi a tutto
quello& ma ]mi %areva^ che si trattasse di una mania del %ittore).
,el 6:;: viene %ubblicato il 'ondamentale scritto -autrier
l'enrag (-autrier l'arrabbiato) di 3a$l!an. 3rande amico dell'artista&
Paulhan il %rimo a %orre l'accento sul 'atto che -autrier ha dovuto
inventarsi una materia& attraverso la quale l'ambiguit* lascia il soggetto
%er 'arsi %ittura. #mbiguit* che consiste nella resa di una %ittura atroce e
dolce insieme4 una %ittura creata con una trange %_te
88
(strana
%asta)& di''icile da descrivere. "i tratta di una %asta 'ormata da
...va%eurs et %oudroiements& les %lus subtils %eut?\tre mais les %lus
violents qu'on ait Lamais vus dans un tableau. (...va%ori e
im%olveramenti& i %i( sottili 'orse ma i %i( violenti che si siano mai visti
in un quadro). 7a questo s%unto coglie le ragioni %ro'onde del %ercorso
'igurativo di -autrier& artista %ro'ondamente legato alla realt*5 ...comme
si -autrier recevait en'in du monde et des choses m\mes le suLet qui
accord_t son exigence * ses satis'actions (...come se ricevesse dal
mondo e dalle cose stesse il soggetto che accorda la %ro%ria esigenza alle
sue soddis'azioni).
88
=. P#0L)#,& Fautrier !'enrag+& 9laizot& Parigi& 6:;:.
8H
. ,#il$ppi critici e storiografici.
,el 6:H8 Ia%i %ubblica il 'ondamentale saggio 0n art
autre
8<
(0n'arte altra)& in cui celebra come %recursori e %adri
dell'.n'ormale -autrier e 7ubu''et& consacrandoli alla notoriet*
internazionale& tras'ormandoli& insieme a Jols& nei contraltari euro%ei
dei %ittori dell'action painting statunitense.
.l termine 'rancese .n'ormel viene coniato nel 6:H6 a Parigi ad o%era
di Ia%i %er artisti come Jols o lo stesso -autrier& intendendo alludere a
una negazione della 'orma come entit* chiaramente de'inita& disegnata
e %rogettata.
"ul 'inire degli anni $inquanta -autrier si trover* ormai ad essere lo
storicizzato %rogenitore dell'.n'ormale& e ci2 sancir* il di''ondersi della
sua arte anche in .talia. .l critico de'inisce sconvolgenti le es%osizioni
del 6:;H di entrambi gli artisti& %erch esse a%rono l'arte a nuove e
inedite %ossibilit* es%ressive. -autrier ha il merito di liberare le o%ere da
ogni e''etto estetico caro agli amatori %er caricarle di un signi'icato
magico. Per 'are ci2& -autrier si libera del disegno& delle regole %ittoriche
e di quelle com%ositive5 acquisisce& cio& nuovi criteri. # una a%%arente
verit* artistica immutabile e com%rovata& comincia a o%%orsi un sistema
in'initamente %i( com%lesso& come & del resto& tutto il reale. si tratta di
un'in'init* di %iani in cui l'arte& come es%ressione di un'attivit* dello
s%irito& %u2 svilu%%arsi.
.l %roblema 1 ritiene Ia%i 1 non consiste nel sostituire a un tema
'igurativo un'assenza di tema& sia %ure astratto& non?'igurativo o non?
oggettivo& ma nel 'are un'o%era& con o senza tema& in cui nessuno dei
8<
M. I#P.` (6:D:?6:EM)& #n %rt %utre& 3iraud& Parigi& 6:H8.
Ia%i lo sco%ritore dei %rinci%ali es%onenti dell'arte del do%oguerra5 da PollocP& 3orP>&
)o'mann& Iobe>& Rline& -rancis a 7ubu''et& Mathieu& Jols& I*%ies& )artung& $a%ogrossi& -ontana&
9urri& #ccardi& e molti altri& 'ino al 3ru%%o 3utai di +saPa. ,el 6:H8 Ia%i riunisce i %i( 'amosi
artisti in'ormali ? termine da lui coniato ? in una dimensione estetica denominata art autre&
sottolineando il distacco dalla tradizione 'igurativa& l'individualit* creativa ed istintiva della nuova
%ittura e %onendola %oi in relazione col %ensiero scienti'ico e le dottrine orientali.
8C
criteri tradizionali chiamato in causa. "i tratta di un qualcosa di ignoto&
di una avventura di cui non %ossibile dire antici%atamente come si
svolger*. Ia%i osserva le reazioni della maggior %arte dei %ittori innanzi
agli Otages5 %revale un atteggiamento di dis%rezzo& %revalgono le
smor'ie di %ersonaggi costernati %er l'arditezza di o%ere che hanno
cambiato le regole del gioco.
.ndagando le ragioni %er cui a -autrier non stata riservata a suo tem%o
l'attenzione dovuta& se ne %ossono trovare alcune& di%endenti dalle cause
%i( dis%arate. .nnanzitutto& una certa con'usione generata dalla
mescolanza di o%ere ancora 'igurative a quelle della nuova %ittura
nelle mani dei mercanti4 %oi& l'attenzione tributata a collega Jols& in
%articolare do%o la sua morte %recoce& e so%rattutto la com%arsa delle
hautes ptes di 7ubu''et& che %ortano la materia di -autrier ad e''etti
quasi brutali& che suscitano in misura minore sor%resa e curiosit*.
0lteriore causa& il ra%ido di''ondersi& %ochi anni do%o& dell'.n'ormale&
che si arricchisce via via di nuovi ed eterogenei contenuti& come quelli
Jols o di )artung. .noltre& la caratteristica della %ittura di -autrier di
avere un lato %er cosK dire letterario
8;
& nel senso di una struttura che
attira l'interesse %articolare di %oeti e scrittori4 senza trascurare l'assenza
di un ascendente chiaramente re%eribile nella storia artistica recente& in
modo da renderlo %i( com%rensibile. Ma& come a''erma l'artista stesso5
..La %einture est une chose qui ne %eut que se dtruire& qui doit se
dtruire& %our se rinventer (La %ittura una cosa che non %u2 non
distruggersi& che deve distruggersi& %er reinventarsi).
# tutto ci2 si devono aggiungere le due lunghe %ause cui l'artista viene
costretto %er ragioni %ratiche e che determinano& da una %arte& il ritardo
negli svilu%%i della sua arte do%o gli inizi& sul 'inire degli anni Qenti&
dall'altra& l'uscita tem%oranea dalla scena degli ambienti artistici.
8;
P. 90$#BALL.& op. cit.& %.6;<.
8M
9isogna tuttavia %recisare che a questo tardo riconoscimento
contribuisce in un certo senso anche l'artista stesso& con il suo carattere
schivo e solitario& di''idente e geloso della %ro%ria %ittura.
"ono gli Otages& comunque& a sancire la 'ortuna critica di -autrier negli
anni. Ira i %ersonaggi %i( autorevoli che hanno messo %articolarmente in
risalto la 'igura dell'artista 'rancese relativamente alla serie degli Otages&
s%iccano gli italiani 3illo 7or'les e Palma 9ucarelli oltre all'inglese
)erbert Bead.
Dorfles individua nella serie s%eci'ica& ma anche nella totalit* della
%roduzione di -autrier& l'intenzione dell'artista di dire %i( di quanto
non si ritenga a un %rimo esame delle sue o%ere5 ...la serie degli Otages&
ad esem%io& ci ricorda il sacri'icio e l'olocausto di una generazione
%erduta
8H
(cosK come la serie %recedente dei -!aciers e dei ,a/sages
ricorda il %eriodo al%ino& o quella %osteriore degli O01ets con'erma la sua
ricerca di una maggiore strutturazione 'ormale). @ questo& secondo
7or'les& uno dei maggiori meriti di -autrier& che lo rendono& a suo dire& il
migliore artista della -rancia a lui contem%oranea.
)erbert Read sostiene che le con'igurazioni degli +staggi& %ur %artendo
da concetti di origine organica& emergono dal caos %sichico che si
im%ossessa dell'artista e delle sue o%ere. Le corris%ondenze con il cor%o
umano o 'rammenti di esso& ad esem%io& se%%ur autentiche& sono da
intendersi come inter%retazioni a posteriori dell'o%era. .l signi'icato %i(
vero degli Otages consiste %er Bead nella magia non %remeditata
8C
delle sagome& della 'attura 'isica e dei colori indecisi4 una magia che& in
quanto tale& %u2 im%licare tanto bellezza& quanto terrore.
8H
3. 7+B-LA"& da La pittura a!chemica di Fautrier& in Z7omus[ n.<H6& 'ebbraio 6:H:.
8C
). BA#7& dall'.ntroduzione al catalogo della mostra di =ean -autrier all'..$.#. di Londra& giugno
6:HE.
8E
4$carelli& dal canto suo& %are controbattere Ponge
8M
5 la studiosa mette in
evidenza la sinergia che si instaura 'ra la vita di -autrier e i suoi quadri5
quasi che l'eccesso di vita venisse riversato sui di%inti& che sono 'atti
della stessa materia& quasi di carne viva
8E
. Bitengo che sia questa la %i(
autentica inter%retazione degli Otages. 3li +staggi& non %i( vivi& non
sono in realt* mai scom%arsi& %erch esistono ancora nella memoria
rivivendo nella carne viva della materia& %al%itante oltre l'arresto del
tem%o.
.n tem%i %i( recenti si assistito ad alcune revisioni delle %osizioni
critiche del %assato. Ianto che oggi qualcuno si chiede5 3li +tages sono
esercizio di stile o denuncia storica!
8:
. La questione stata %osta da
$harlotte T!ora#al& giovane studiosa di -autrier alla "orbona.
L'+staggio %ittura e carne. + %i( esattamente carne divenuta %ittura.
.l volto martoriato& testimonianza& innanzitutto oggetto estetico&
esercizio di stile. $on il suo amore %er la materia& sensuale %ersino nella
ra%%resentazione dell'orrore& -autrier rende se stesso il demiurgo
esteti22ante de!!a carne decomposta. $' un'alleanza dell'orrore del
soggetto con la bellezza lirica del suo trattamento. La studiosa 'rancese
mette l'accento su un'umanit* 'attasi materia4 il suo %ro%osito non
quello di tras'ormare gli Otages in 'igure sacre& ma di dimostrare
l'emozione religiosa delle 'igure mistiche contem%oranee di cui %arla
Ponge a %ro%osito degli Otages. "i tratta di vitime anonime& a %riori non
identi'icabili. 0n nuova umanit* ci viene o''erta da -autrier e Ponge5
un'umanit* che& a %artire dal 6:;H& sa di essere cosciente della %ro%ria
oscenit*& della %ro%ria 'ragilit*. 0n'umanit* in cerca di trascendenza& in
cerca anche di una nuova estetica.
8M
c'r. %ag.8;.
8E
P. 90$#BALL.& op. cit.& %.8<.
8:
$. I)+B#Q#L& M>stique de la matire5 -rancis Ponge 'ace aux +tages de -autrier& in ZLa Qoix
du Begard[& na6H& autunno 8DD8& %.<:.
8:
9ernard 4o$rrit& es%erto di immagine in relazione alla %olitica& rivela
%osizioni del tutto nuove relativamente all'atteggiamento assunto da
-autrier nei con'ronti della morale. 9ourrit sostiene che -autrier non
mette la sua arte al servizio della morale4 che gli Otages non
tras'ormano& come la vedeva Ponge& l'orrore in bellezza. "econdo lo
studioso& i soggetti di -autrier sono %rivi di intenzione commemorativa.
La vittima %er -autrier sem%re al servizio dell'artista& e non l'inverso
(tesi dimostrata dalla citazione delle %arole dell'artista5 =e destine la
%einture * mon %ro%re usage).
.n realt*& dal mio %unto di vista& il 'atto stesso che -autrier si occu%i cosK
ossessivamente di tali soggetti dimostra la sua %ro'onda sensibilit* %er
una questione che non ammette silenzio.
7all'ottica di -autrier 1 aggiunge 9ourrit 1 l'attivit* del di%ingere
consiste nel veicolare dal reale alla tela l'emozione che il %ittore stesso
%rova. /uesto esercizio richiede una 'orma di abbandono& una
liberazione della mano del %ittore. Mano che& %er -autrier& si %u2
assimilare a un cor%o conduttore& un vettore che ha la 'acolt* di rilasciare
l'+!an iniziale. Bisulta cosK un'o%era conce%ita come il %rodotto di una
concatenazione di sem%lici o%erazioni5 il reale %ulsa& la mano trasmette&
il su%%orto %ittorico riceve. La mano registra l'intensit* della realt* che
tras'orma in diagramma. Pertanto& gli Otages vengono %aragonati al
diagramma del sismogra'o registrato dalla mano di -autrier. 9ourrit
a''erma che il %rocesso es%ressivo di -autrier non segue una via
catartica& non mira ad una rivelazione di senso. ,on si cura di vestire di
orrore i volti delle vittime e& attraverso questo& di condannare la cieca
violenza degli uomini5 secondo 9ourrit il %atetismo delle 'orme e
l'emotivit* non interessano l'arte di -autrier.
Personalmente non concordo con questa tesi& %erch l'artista& %ur
evitando 'orme strettamente %atetiche& riesce a rendere una tragicit*
<D
ancora %i( 'orte. 0na tragicit* che non %arla in maniera convenzionale&
ed in questo che risiedono l'immenso valore e la %ortata innovativa
della sua arte.
La sorte dell'+staggio 1 e su questo concordo 1 non evocata %er la sua
dimensione %atetica o tragica. ,on vi traccia di messa in scena4 la
so''erenza delle vittime non orchestrata.
La sorte dell'+staggio diviene il destino del di%into. La %ittura di -autrier
rivela allora questo5 La 'igura calci'icata sulla densit* del su%%orto non
l'incarnazione di un %resente tragico& ma l'immagine in divenire
dell'uomo
<D
.
.o& invece& direi che l'+tage & contem%oraneamente& sia l'uno che l'altro.
.& L5informalit" degli Otages.
2.3.1 +a,tr*er e -'.n)or&a-e. La paro-a a--'art*sta.
L'uso cosK immediato di una materia signi'icante in s& quale la materia
degli Otages& uno dei motivi che hanno %ortato alla de'inizione di
-autrier come %adre dell'.n'ormale.
$ome s%esso accade& %er2& alcuni dei %rotagonisti medesimi di questa
situazione& come lo stesso -autrier e 7ubu''et& nonch Mathieu& non si
sono mai riconosciuti come in'ormali. LFinso''erenza di -autrier verso
la sua iscrizione allFalbo degli in'ormali dovuta a ragioni contingenti
rese ora com%rensibili dalla necessaria distanza storica5 -autrier aveva
dellF.n'ormale una visione di''erente dal %resente& come si %u2 dedurre
dalle sue stesse %arole5 ...L'irrealit d'un 'in'ormel' absolu n'a%%orte rien.
=eu gratuit. #ucune 'orme d'art ne %eut donner d'motion s'il ne s'> m\le
une %arte de rel. "i in'ime qu'elle soit& si im%al%able& cette allusion&
cette %arcelle irrductible est comme la cle' de l'oeuvre. Alle la rend
<D
9. 9+0BB.I& Fautrier. ,eindre 3pour4 !es Otages, Z$arnets de bord[ n.:& settembre 8DDH& %.<D.
<6
lisible4 elle en claire le sens& elle ouvre sa ralit %ro'onde& essentielle& *
la sensibilit qui est l'intelligence vritable. +n ne 'ait Lamais que
rinventer ce qui est& restituer en nuances d'motion la ralit qui s'est
incor%ore * la matire& * la 'orme& * la coleur 1 %roduits de l'istant&
chang en ce qui ne change %lus.
<6
A ancora& alludendo ancora ad alcune tendenze in'ormali5 ...Laissons
tous les suiveurs qui n'ont %uis l* que mo>ens %our tonner 1 la %einture
dlirante& le geste s%ontan 1 la 'usion de matires sidrantes 1 la
%einture en quinze minutes 1 ne sont que %ro%os de vente de
%ro%agande
<8
$i2 che %i( di tutto irrita -autrier il di''ondersi& come mode 'ine a se
stesse& di alcune 'orme d'arte. #lla moda in'ormale -autrier critica il
decorativismo e trova& come s%iegazione della rage in'ormelle (rabbia
in'ormale)& lo stato dello s%irito moderno& che non si accontenta %i( di
emozioni sem%lici5 l'uomo& secondo -autrier& si %erde nella ricerca di
sensazioni 'uggitive.
,el contem%o& tuttavia& allorch critica l'.n'ormale& l'artista 'a alcune
considerazioni che ritengo si rivelino a loro volta %ro'ondamente
in'ormali& nel senso di un'in'ormalit* ridotta alla sua essenza
caratterizzante. -autrier a''erma in'atti che nell'arte valutabile
solamente la qualit* della sensibilit* dell'artista. L'arte non che il
mezzo di esteriorizzazione& ma un mo>en 'ou& sans rgles ni
<6
=A#, -#0IB.AB& da % chacun sa r+a!it+, in Z NNe "icle [& giugno 6:HM
(it.5 ...LFirrealt* di un in'ormale assoluto non %orta niente. 3ioco gratuito. ,essuna 'orma dFarte
%u2 donare emozioni se non ci si mescola una %arte di reale. Pur in'ima quanto sia& %ur
im%al%abile& questa allusione& questo 'rammento irriducibile come la chiave dellFo%era. Assa la
rende leggibile& ne chiarisce il senso& a%re la sua realt* %ro'onda& essenziale& alla sensibilit* che
lFintelligenza reale. ,on si 'a mai che reinventare ci2 che & restituire in s'umature di emozione la
realt* che incor%orata nella materia& nella 'orma& nel colore?%rodotto dellFistante& cambiato in ci2
che non cambia %i().
<8
=A#, -#0IB.AB& da ,ara!!5!es sur !'inorme!, %ubblicato col titolo5 ,ara!!e!en 2ur neuen
6a!erei, in Z9lbtter c 9ilder[ n.6& Jurzburg?Qienna& marzo?a%rile 6:H: %%. H;?HC.
(it.5 ...Iralasciamo tutti coloro che %rocedono %assivamente e che hanno attinto l* i mezzi %er
stu%ire 1 la %ittura delirante& il gesto s%ontaneo& la 'usione delle materie strabilianti 1 la %ittura in
quindici minuti 1 non sono che %ro%oste di vendita e di %ro%aganda).
<8
calculus (un mezzo 'olle& senza regola n calcolo).
@ 'ermamente convinto di trovarsi in un momento cruciale %er l'arte& in
direzione di una rivoluzione cosK totale in cui anche il disegno sarebbe
stato cosK liberato& talmente basato non %i( su una visione dell'occhio&
ma su una sorta di !i0era2ione de! temperamento interiore che esso
stesso sarebbe stato reinventato da ciascun artista e %er il suo solo uso.
$ol %assare del tem%o e l'evolversi dei 'atti artistici e critici& le cose
cambiano. L'.n'ormale viene considerato come vero e %ro%rio
orientamento es%ressivo& anche dallo stesso -autrier che si trova a 'arne
%arte. #l tem%o dell'indagine di Palma 9ucarelli sulla sua %ittura& in vista
della %ubblicazione del 6:CD& -autrier non es%rime molto sulla sua
%osizione nell'ambito dei movimenti artistici.
Agli rivendica a s il dominio della materia& riconoscendo ad )artung
quello del gesto e a Jols quello della macchia5 l'.n'ormale ora dunque
un orientamento estetico %ienamente e coscientemente riconosciuto&
se%%ur con le dovute distinzioni.
# Palma 9ucarelli& che tanto si im%egna a ricostruire suo %ercorso
creativo& -autrier dice che il resto& oltre la sua %ittura e quella dei
so%racitati Jols e )artung non nulla. 7ichiara s%ento il $ubismo& e
tro%%o intelligente 1 roba da 'iloso'i 1 il "urrealismo5 %rima di essere
intelligenza& %er -autrier la %ittura dev'essere %rima sensibilit*.
L'.n'ormel ? dice ? un blablabla
<<
.
,el 6:CD -autrier scrive un intervento sulla %ittura a lui contem%oranea&
%ubblicato tre anni %i( tardi all'interno del catalogo della sua mostra alla
3alleria l'#ttico di Boma. .n esso l'artista %arla in %articolare della
%ittura in'ormale& distinguendo tra un in'ormale negativo ed uno %ositivo
(che sarebbe il suo). #lla base vi sem%re e comunque la materia& ma a
seconda del trattamento che ad essa si riserva il suo giudizio %u2 essere
<<
P. 90$#BALL.& 7itratto doppio& dal catalogo della mostra di Boma& 6:ED& %.6:.
<<
buono o%%ure cattivo. L'atto di %artenza della %ittura %ositiva dato
dall'azione del %ittore che %rende la sua %asta& la stende& la tritura o la
mette insieme& com%iacendosi di questo lavoro. /uesta %asta stesa&
gra''iata& accumulata quello che da %arte di -autrier viene chiamata
%einture in'ormelle
<;
(%ittura in'ormale) nel suo senso migliore.
Ma se questa %asta la si %rende& la si 'a gocciolare (evidente il
ri'erimento al dripping di PollocP)& la si tortura gratuitamente e queste
%ieghe e questi gra''i non hanno %i( alcuna traccia di legame tra loro e la
rendono una %asta vuota& inerte& inutile& allora& secondo l'artista 'rancese&
si %erde la %oesia della %ittura e il suo giudizio non %u2 che essere
negativo.
$on 9ucarelli -autrier si lamenta della sua etichetta di grand %re
dell'.n'ormale& (in senso lato)5 ,on ho inventato io questa %ittura di
'olli. .l suo .n'ormale un'arte di rea!t*, 'orma 8d+igur+e9
(de'igurata)& ma %ur sem%re orma& e nessuna 'orma esiste senza
disegno& che interviene come es%ressione di una sorta di esigenza
razionale a 'issare limiti %er costituire una 'orma.
2.3.2 +a,tr*er padre de--'.n)or&a-e e,ropeo.
,on meno di RandinsP> o Rlee o PollocP& -autrier un %ioniere di un
movimento che ha tras'ormato da cima a 'ondo le basi e le intenzioni
delle arti %lastiche.
<H

La %ittura non ra%%resenta %i( i 'enomeni esterni& la natura& ma tende a
%ro%orsi essa stessa come 'enomeno c2lto nel %ro%rio 'arsi& realizzata
come testimonianza di un ra%%orto immediato e diretto tra lFartista e la
realt*& dove la realt* quella stessa dei mezzi es%ressivi che egli
mani%ola. La direzione di ricerca in'ormale si rivolge %ertanto alla
<;
=.-#0IB.AB& La peinture de ce 1our& dal catalogo della mostra alla 3alleria l'#ttico& Boma 6:C<.
<H
). BA#7& dalla Introdu2ione al catalogo della mostra Jean Fautrier9 tenutasi allF..$.#. di
Londra& giugno 6:HE.
<;
%ossibilit* di una 'orma libera da schemi e strutture signi'icanti.
L'in'ormale non una 'ormula& anzi & %er antonomasia& l'arte senza
'ormule5 indubbiamente -autrier a sco%rirne la via& attraverso il
dominio della materia.
L'in'ormale di -autrier ha una genesi storica5 nasce dall'identit*
esistenziale di 'rammento di realt* e 'rammento di %ittura.
/uesta %erdita di certezze ti%icamente in'ormale e il senso di
disorientamento che ne consegue non tuttavia riconducibile solo e
unicamente al clima %ostbellico. ,aturalmente& alcuni s%eci'ici 'atti
esterni 'anno la loro %arte& nell'avvento di questa nuova stagione.
L'es%erienza della seconda guerra mondiale indubbiamente sancisce il
crollo generale della 'iducia nella modernit*& che si rivela %i( 'unesta che
%rogressiva5 morte e distruzione sono il rovescio tragico di una medaglia
che %rometteva crescita& benessere e %rogresso.
Iuttavia& 9arilli osserva che non o%%ortuno de'inire uno stretto nesso
causale nel ra%%orto guerra?arte in'ormale. #l di l* dell'e%i'enomeno
<C
della guerra& bisogna segnalare che ben %rima della tragica es%erienza
bellica& che lo %orta alla realizzazione degli Otages& -autrier si trova
verso una nuova via es%ressiva.
<M

7el resto& anche nell'ambito 'iloso'ico& sul 'inire degli anni Irenta si
elaborano im%ortanti svilu%%i del %ensiero che %ortano alla de'inizione
dell'esistenzialismo
<E
5 anche sul 'ronte del %ensiero& %ertanto& si es%rime
<C
B. 9#B.LL.& L'arte contemporanea& -eltrinelli& Milano& 6:E;& %.8H;. ("igni'ica5 'enomeno
accessorio che si aggiunge ad un altro 'enomeno %rinci%ale senza modi'icarne le caratteristiche).
<M
c'r. ca%. <.
<E
LFesistenzialismo un insieme di 'iloso'ie che emerge negli anni Irenta e raggiunge le sue
elaborazioni %i( radicali negli anni $inquanta. $i2 che accomuna tali 'iloso'ie lFidea che esistere
signi'ica %oter scegliere liberamente il %ro%rio modo di essere. La ricerca del senso dellFesistenza
com%orta il ri'iuto di ogni verit* che non nasca dalla ricerca e dal tormento individuali. 0na tale
verit* sarebbe la negazione dellFesistenza come %ossibilit* di scelta& sarebbe dogmatismo. La
'iloso'ia esistenzialista considera l'uomo come un essere 'inito& gettato nel mondo& continuamente
lacerato in situazioni %roblematiche ed assurde. @ %ro%rio dell'uomo nella sua singolarit* che
l'Asistenzialismo si interessa. L'esistenza un modo di essere 'inito& essa %ossibilit* cio un
%oter?essere. L'esistenza non un'essenza& l'uomo sar* quello che egli ha deciso di essere. .l suo
modo di essere un %oter?essere& un uscir 'uori& un'incertezza ed un rischio. Pertanto al centro del
%ensiero esistenzialistico si trova il concetto di uomo singolo e 'inito e quello di libert*& intesa
<H
una vocazione 'enomenica& esistenziale
<:
. .l ri%ensamento generale& in
chiave diversa& dei valori del %rimo ,ovecento& si mani'esta gi* a %rima
dello sco%%io del secondo con'litto mondiale. 9arilli inserisce tra gli
artisti %i( risoluti nel voltar %agina e quindi nell'avvio della %oetica
in'ormale 7ubu''et e -autrier. Antrambi a%%artengono alla generazione
successiva dei maestri cubo?'uturisti& e 'orse sono gli unici ad aggirarne
%oetica e modalit* es%ressive. /uesta netto %assaggio dal %anorama
cubo?'uturista all'.n'ormale si rivela quasi una necessit*4 lo studioso
%ro%one in'atti l'a%%licazione delle categorie di JVl''lin a questa
evoluzione artistica& in una successione dialettica tra 'orme chiuse e
a%erte& tra il chiaro e l'oscuro& e cosK via. . di%inti in'ormali di -autrier
ris%ondono %er'ettamente ai %ostulati SVl''liniani5 alle 'orme %rogettate
del disegno si sostituiscono le slabbrature 'rutto di un logorio
esistenziale4 alle su%er'ici %iatte& sede di un'idea& seguono la simulazione
del rilievo e la tridimensionalit*& determinata dall'interazione del cor%o
creatore con la materia4 la luce intellettuale& conoscitiva& sostituita dalle
tenebre che riem%iono inevitabilmente uno s%azio vissuto.
/uesto ti%o di s%azio si es%lica anche nelle modalit* di esecuzione degli
Otages e delle o%ere seguenti5 il quadro& che non viene a%%oggiato sul
cavalletto& bensK steso su un tavolo& esclude un ra%%orto di ti%o ottico?
contem%lativo a vantaggio di un'es%erienza di ti%o
com%ortamentale (9arilli)& ti%icamente in'ormale& che coinvolge nel
contem%o l'artista e la materia& che nel caso di -autrier risulta da un
come im%egno e rischio concreto. Iale movimento culturale sorge in -rancia immediatamente
do%o la seconda guerra mondiale. Prende il nome dalla corrente 'iloso'ica che negli anni trenta del
,ovecento& muovendo dal %ensiero del danese ". RierPegaard (6E6<?6EHH)& si contra%%one in
3ermania (so%rattutto con M. )eidegger& 6EE:?6:MC) e in -rancia (=.?P. "artre& 6:DH?6:ED)
all'oggettivismo hegeliano& negando ogni %ossibilit* di conoscenza dell'essere e riducendo l'uomo
alla sua esistenza. Ma l'esistenzialismo 'rancese %ostbellico& che oltre a "artre conta sull'a%%orto di
". de 9eauvoir e M. Merleau?Pont>& si %resenta so%rattutto come d'iloso'ia della crisid&
%ro%onendo di 'ar 'ronte con l'im%egno alla crisi di valori dovuta alle distruzioni della guerra.
<:
"crive "artre ne La nausea5 Aro a%%arso %er caso& esistevo come una %ietra& una %ianta& un
microbo. ]...^ A %oi& ecco5 d'un tratto& era lK& chiaro come il giorno5 l'esistenza s'era
im%rovvisamente svelata. #veva %erduto il suo as%etto ino''ensivo di categoria astratta& era la
materia stessa delle cose.
<C
sovra%%orsi di strati'icazioni5 ecco il ca%itale mutamento da un'arte di
%rogetto a un'arte di processo.
2.3.3 Segno o &ater*a/ +a,tr*er e g-* a-tr* *n)or&a-*.
.l carattere in'ormale delle o%ere di -autrier un dato ormai am%iamente
riconosciuto. LFabbandono di ogni %ro%osito mimetico mette in atto un
%rocesso di dissoluzione della 'orma nellFin'orme. $on il ri'iuto di un
atteggiamento costruttivo della 'orma ra%%resentativa lFessere e il 'are
dellFindividuo %rendono il so%ravvento sugli esiti materiali del suo
lavoro e il %rodotto artistico diviene sem%re %i( una risultante che non
una meta del 'are del %ittore.
La %redominanza della materia nell'arte in'ormale di -autrier lo %one
come il ca%osti%ite della tendenza& a%%unto materica dell'.n'ormale
euro%eo& che si distingue dal versante segnico?gestuale. Iuttavia& se
osserviamo a 'ondo le sue o%ere& in %articolare gli Otages& in essa
evidente la com%resenza delle due com%onenti. ,on bisogna dimenticare
come allFinterno dellFo%era dellFartista in questione vengono %ercorse
entrambe le vie %rinci%ali dellF.n'ormale euro%eo& risolvendosi in quella
che #rcangeli ha de'inito lFambiguit*
;D
di -autrier.
$ome rilevato ancora da Pasini& -autrier non s%osa unicamente una delle
due vie5 l'artista 1 basta %ensare al modo di %rocedere %er la
realizzazione di un Otage 1 coltiva a lungo la coinvolgenza materica&
senza tuttavia ignorare il guizzo intenso e scintillante& nervoso e tagliente
di un segno raddolcito soltanto dalla scansione curvilineare. .l disegno?
segno 1 ed uno dei caratteri basilari della nuova %ittura 1 non %i( un
tracciato %reliminare& una struttura indirizzata ad essere guida logica
;D
-. #B$#,3AL.& Jean Fautrier, da! catalogo della mostra alla 3alleria La Loggia& 9ologna& 6:HE&
ri%ortato in &a! 7omanticismo a!!Inorma!e, Iorino& 6:MM.
<M
della %ercezione destinata ad essere assorbita nell'im%asto. Asso& come il
colore& deve rimanere visibile& come 'atto& come azione creatrice
'ondamentale nel %rocesso es%ressivo. ,on soltanto deve rimanere
visibile& ma talvolta aggiunto do%o& come ultimo atto della creazione.
"i %otrebbe essere %ortati a %ensare che il disegno intervenga come
es%ressione di un'esigenza razionale& ma in realt* l'artista non mira a
questo& anzi solitamente il segno arriva ad arru''arsi& a con'igurarsi in
maniera inde'inita cosK come la materia. #ccade& cosK& che l'immagine
senza 'orma nasca %rima dal disegno del colore& im%edendo alla materia
di acquisire un dominio totale& come avviene in altre mani'estazioni
in'ormali materiche.
Iutto ci2 distingue in maniera netta il %rocedere o%erativo di -autrier da
quello di 6art$ng& uno dei massimi ra%%resentanti del versante segnico?
gestuale. Iuttavia& come osserva 9ucarelli& essi %resentano una comune
tensione5 l'interesse del cancellare. "ia il succedersi dei tratti lunghi&
decisi& %erlo%i( obliqui del tedesco& sia il groviglio di anelli concatenati
del 'rancese& evocano la cancellatura ra%ida& decisa. Ma cosa vuole
cancellare l'artista! La 'orma della cosa de'inita dal %ro'ilo dell'oggetto&
anzitutto& 'ino alla eliminazione della naturalezza dei colori& in sintonia
con l'allontanamento dalla 'igurazione che contraddistingue la %oetica
in'ormale. Ma mentre l'atto creativo da )artung ridotto all'istante&
a%%rossimando il 'attore tem%o a zero& il sentimento del %resente che si
concreta negli Otages molto lontano dalla %resenza cercata in
%articolare dalla %ittura di gesto in senso stretto5 l'o%erazione %ittorica
non considera la materia come elemento che %ossa es%licitare
esclusivamente uno scatenato e violento dinamismo interiore.
.l disegno di -autrier si %roietta nel %assato& mira a de'inire il senso che
le memorie non s%ente %ossono avere nell'es%erienza %resente4 %resente
<E
che %er )artung invece un %uro atto
;6
. Mentre il gesto di )artung
es%rime vigore& 'ermezza e volont*& la %ittura evocativa di -autrier
es%rime l'incertezza dell'uomo di %oter essere se stesso. 3li Otages
rivelano una %esantezza 'isica che si %one in antitesi con la guizzante
attimalit* energetica di )artung e di Jols.
La materia di -autrier viene riscattata dalla sua inerzia& s%azializzata e
tem%oralizzata& in un %rocesso di identi'icazione& di estensione di una
sensibile& ansiosa 'isicit* dellFartista su di essa.
Iale orientamento materico si distingue nettamente dallFin'ormale
statunitense& (identi'icato %erlo%i( con l'action painting) che anch'esso
%er gran %arte di matrice gestuale (basta %ensare all'es%erienza del
dripping di PollocP)& in quanto elemento centrale in -autrier diviene la
dimensione tem%orale& che si 'a evidente in quella che stata de'inita la
materia?memoria (#rgan)& con il suo senso di a%%artenenza 'isica e
s%irituale al mondo& nella sua dimensione storica oltre che esistenziale.
Mentre 3olloc7 tras'orma la successione tem%orale in contem%oraneit*&
la %ittura di -autrier& %ur essendo esistenzialit* essa stessa& svilu%%a il
%rocesso contrario5 dalla contem%oraneit* a ritroso 'ino a costruire la
successione in una dimensione tem%orale che ha come 'ilo rosso la
memoria. ,egli Otages 'ondamentale la centralit* dellFes%erienza
vissuta& che sedimentandosi %arteci%a alla de'inizione anche dell'essere
dell'artista5 il gesto& tramite il disegno& 'a sK che la materia venga animata
con la stessa vitalit* dellFindividuo carico di memoria e dunque di
coscienza che lFha ideato. .n questo risiede ancora l'in'ormalit* degli
Otages5 nel diretto e indissolubile ra%%orto 'isico ed esistenziale tra
l'artista e l'o%era.
0ngaretti& dal canto suo& mette in evidenza l'assenza di un automatismo
%sichico nella creazione di -autrier& il quale& a di''erenza di un PollocP o
;6
3. $. #B3#,& op. cit.& %. 8DE.
<:
di un Jols& ricorre invece ad un o%erare voluto& 'rutto di una lucidit*
d'intelletto. La materia degli Otages& che cresce strati'icandosi e
com%licandosi& subisce dunque un trattamento diverso dalla materia di
altri artisti in'ormali& come ad esem%io 9urri o 7ubu''et. #l contrario di
-autrier& essi coinvolgono quest'ultima a un %rocesso di regressione alla
materia esistenziale
;8
. #nche se la stessa %rocedura tecnica di D$0$ffet
%orta alla de'inizione di hautes ptes di una 'attura com%licata e
travagliata& con e''etti in rilievo& i suoi ri'erimenti sono i gra''iti& le
caricature& le numerose mani'estazioni della cultura %o%olare che utilizza
%er creare l'%rt :rut, declinando questi elementi con umorismo& ironia&
%rimitivismo e con la 'reschezza del mondo in'antile.
$on un solo artista in'ormale& lo stesso 4$rri& l'arte %rende una 'orma
materica e nel contem%o drammatica& nel senso inteso da -autrier. La
similitudine tra i due artisti non risiede nel trattamento delle su%er'ici o
nella scelta dei materiali& ma si rinviene a livelli ben %i( %ro'ondi.
$ontrariamente a -autrier& 9urri non %assa dal soggetto& %er'ettamente
non?'igurativo e le sue tele di sacco& i legni bruciati& i neri bitumi e le
lamiere rugginose suscitano solamente delle associazioni d'idee. Per
entrambi& %er2& l'in'ormalit* ra%%resenta l'unica 'orma %ossibile della
realt* vissuta& l'unico senso %ossibile della %ittura5 l'es%ressione della
tragedia umana& ma anche dell'umana solidariet*.
;8
3. $. #B3#,& op. cit.& %.6:H.
;D
&
4IOGR'*I' 'RTI,TI+'.
*OR.'ZIONE, 3OETI+', O3ERE, ,+RITTI.
&.1 La forma%ione.
=ean -autrier nasce a Parigi nel 6E:E e muore nel 6:C; a $h_tena>?
Malabr>& nei %ressi della ca%itale 'rancese& dove si stabilisce nel 6:;H.
,on ancora adolescente raggiunge a Londra la madre nel 6:DE. ,el 6:66
su%era brillantemente l'esame di ammissione alla Bo>al #cadem> ma&
inso''erente ai metodi tradizionali d'insegnamento& ottiene %ochi mesi
do%o di %otersi iscrivere alla %i( %rogressista "lade "chool. # quindici
anni es%one e vende le %rime nature morte.
-autrier non ama i musei& ma %ro%rio alla ,ational 3aller> che& a%%ena
adolescente& rimane 'olgorato dai quadri della maturit* di Iurner& uno
dei rari es%liciti ri'erimenti dichiarati da -autrier stesso. La visione del
%aesaggio del %ittore inglese& diventato %uro s%azio senza struttura n
'orma& ma tutto %ieno e raggiante di luce& ra%%resenta %er il giovane
artista il seme di unFintuizione che avrebbe maturato molto %i( tardi5 la
%ossibilit* di una %ittura senza 'orma& o di una 'orma che& %ur restando
ancora materia& %ossa diventare materia sublimata. "crive il %ittore in
una lettera a =ean Paulhan5 =e conserve %our Iurner toute mon
admiration& car chez lui il s'agit d'un dbloquage et d'une grande libert
d'attitude en 'ace de l'obLect& mais en conservant toutes les qualits
%lastiques& non en accumulant les renoncements comme l'ont 'ait tous les
snobs des%uis Picasso.
;<

;<
it.5 .o conservo %er Iurner tutta la mia ammirazione& %erch grazie a lui si attuano uno sblocco
e una grande libert* di atteggiamento di 'ronte all'oggetto& ma conservandone tutte le qualit*
%lastiche& non accumulando le rinunce come hanno 'atto tutti gli snob do%o Picasso.
;6
LFinteresse %er lFarte di Iurner lFes%erienza 'ondamentale %er la sua
'ormazione& ma un altro artista della tradizione& ancora alla ,ational
3aller>& lo im%ressiona %ro'ondamente e %er la ragione o%%osta5
3iovanni 9ellini. @ il disegno costruttivo ed incisivo di questFultimo&
in'atti& a %orsi come elemento com%lementare al modo di es%ressione
turneriano5 da una %arte& la %reminenza della materia& dunque del colore
dellFinglese& dallFaltra& il %rotagonismo del disegno ti%ico dellFitaliano.
7a subito& dunque& -autrier riconosce& se%%ur inconsa%evolmente& quelli
che sarebbero divenuti i due %oli della sua es%ressione artistica. Iutta la
storia della sua %ittura sar* caratterizzata dalla tensione del ra%%orto
dialettico in cui questi due termini vengono %osti& con l'obiettivo di
se%ararli senza tuttavia sacri'icare mai lFuno nellFaltro.
Lo sco%%io della %rima guerra mondiale& nel 6:6;& lo ri%orta in -rancia&
arruolato e inviato al 'ronte. Bimasto 'erito& il giovane -autrier %u2
in'ine lasciare l'esercito e ri%rendere la %ittura.
&. L5energia in poten%a. 8erso $na n$o#a arte.
Ira il 6:8D e il 6:8H diversi mercanti si interessano all'arte del giovane
-autrier e Paul 3uillaume& collezionista e mecenate di s%icco& gli
sotto%one il %rimo contratto. La %ittura di questi anni mostra un im%ianto
ancora tradizionale& s%ecialmente nei disegni. . soggetti %rediletti& di%inti
ad olio su tela& sono nudi& ritratti& nature morte& in linea con il clima del
ritorno a!!'ordine che in'luenza e determina gran %arte delle %roduzioni
artistiche durante il %eriodo tra le due guerre.
,el 6:88 -autrier 'a il suo ingresso u''iciale nell'ambito dei sa!ons
%arigini e l'anno successivo ha luogo la sua %rima es%osizione alla
galleria -abre& dove avviene il 'ondamentale incontro con la
;8
collezionista =eanne $hastel& la quale& insieme al marito& %u2 essere
considerata la %rima mecenate di -autrier.
3i* dal 6:8< l'im%asto cromatico dei quadri di -autrier inizia a 'arsi
%rogressivamente %i( s%esso e denso e intorno al 6:8;?8H il colore
dominante muta dal rosa violaceo al bruno rossiccio& segnando il
cosiddetto %eriodo marrone o choco!at& come de'inito dall'artista stesso.
'ino a culminare nel %eriodo noir;noir, caratterizzato da una %ittura buia&
grigio %iombo con illuminazioni e 'os'orescenze& con una %asta di colore
che si 'a %i( sottile. /uesto %eriodo& denominato da 9ucarelli saison en
ener
;;
(stagione all'in'erno)& vede una %roli'erazione di tematiche di
genere ancorate a ra%%resentazioni assai crude5 nudi& animali a%%esi o
scorticati& 'iori e nature morte di dimensioni abnormi. -autrier cancella
l'alone simbolico e la sacralizzazione dei soggetti5 come se gli esseri e
le cose 'ossero obbligati a regredire a 'enomeni di bassa natura& come
esistenze inde'inite e corruttibili& intrise di tensione mortale.
La 'orma& %er -autrier& inizia a %erdere il signi'icato di a%%arenza& %er
'arsi garanzia della dignit* di esistenza che %ro%ria di ogni soggetto. "i
tratta di cor%i& donne& 'iori& estranei alla bellezza& esistenti come mute
%resenze inca%aci di desiderio& ma 'orti di una %ienezza e di una
concretezza che ri'lettono l'idea dell'artista di un atto di %ittura come
crescita cor%orea d'immagine& in cui la 'orma& al di l* del concetto di
a%%arenza& trova la dignit* di esistenza di una ragione 'attasi cor%o.
.n queste o%ere -autrier usa un segno che addirittura incide le %aste&
invece di contornare e de'inire %er stabilire anche ra%%orti articolati4
verrebbe da dire che -autrier incide la crosta delle cose come %er 'arne
uscire la vitalit* interna. ,ella sua %ittura& dunque& si avvertono gi*
chiaramente segni di inso''erenza nei con'ronti delle modalit* es%ressive
di derivazione cubista e genericamente 'igurative.
;;
P. 90$#BALL.& op. cit.& %.<:.
;<
L'evoluzione del %ercorso creativo dell'artista& %er come viene il %i( delle
volte %resentato& %are essere scandito da 'asi ben %recise& con %articolare
rilevanza della 'ase della realizzazione degli Otages (6:;8?6:;;)& che si
con'igura come il momento %i( sco%ertamente determinante %er il
%assaggio alla 'ase in'ormale. Iuttavia& questo non del tutto esatto& in
quanto il %ercorso in questione si delinea come un continuum che vede il
mutare di tecniche& soggetti e modalit* es%ressive& ma non della %oetica
di 'ondo. 3i* nella 'ase naturalista?'igurativa degli anni Qenti e Irenta
vengono im%ostate& se%%ur in maniera sotterranea& le basi %er gli svilu%%i
'uturi. ,onostante i temi si %resentino a%%arentemente ovvi in quanto
ris%ondenti alle richieste u''iciali di una solida tradizione 1 in accordo
con il clima di ritorno a!!'ordine che caratterizza il %eriodo tra le due
guerre 1 i vari nudi& le nature morte& gli animali sono gi* carichi di una
sorta di energia che avr* modo di liberarsi in tutto il suo vigore
drammatico nelle o%ere successive.
La durezza dello sguardo dell'artista& la carnalit*& la 'orza %lastica&
emergono %enetrando le 'attezze del soggetto in uno scavo im%ietoso&
che lascia gi* intuire una sostanza diversa dalla 'orma (3ualdoni)
;H
.
9arilli osserva& a tal %ro%osito& come i cor%i %resentino una sorta di
rigon'iamento che mette in discussione l'accordo tra il %rinci%io segnico
e quello materico& il cui %rocesso di o%%osizione viene %ortato al
massimo valore con la serie degli Otages. Iale idea %u2 essere
esem%li'icata %rendendo in considerazione i -!aciers (3hiacciai)& che
l'artista di%inge in Iirolo sul 'inire degli anni Qenti. .n essi %are
ria''iorare il ricordo di Iurner e il ribollire della materia annuncia
l'incombere di una ricerca di un'immagine ormai decisamente
in'ormale. .l -!acier ('ig. <H) una massa %lastica abnorme e %riva di
'orma de'inita che& nel suo slittamento s%osta& in maniera im%ercettibile
;H
-. 30#L7+,.& in Jean Fautrier, dal catalogo della mostra tenutasi a Modena nel 6:EE& %. 6D.
;;
ma inesorabile& tutto ci2 che incontra. @ come se una 'orza immensa
'osse contenuta in %otenza& in attesa di essere liberata. Lo stesso si %u2
dire %er Les -orges du Tarn ('ig. <C)& dove l'irrom%ere della valanga
schiavizza le 'orme in uno scenario a%ocalittico.
&.& L5approdo alla 9defig$ra%ione: e gli s#il$ppi della tecnica
pittorica.
#%%artengono al 6:8E i %rimi disegni in'ormali& con i quali -autrier si
distacca com%letamente da quanto gi* s%erimentato& a%%rodando a quella
che l'artista stesso chiama de'igurazione& consistente nella creazione di
un'immagine che cresce in assoluta indi%endenza dal ra%%resentare. .
%rimi saggi della nuova %ittura sono le illustrazioni %er l'$ner (.n'erno)
di 7ante 1 incarico ricevuto da Malraux 1 %er le edizioni 3allimard&
im%egno del quale si conservano <; litogra'ie. Iali lavori& %er2& non
verranno mai accom%agnati al testo dantesco e costituiranno un motivo
di dis%iacere e delusione %er l'artista& solo in %arte risarcito
dall'es%osizione del ciclo alla galleria della ,ouvelle Bevue -ranXaise
nel 6:<< con %resentazione& ri%aratoria& dello stesso Malraux.
Motivo del ri'iuto certamente la chiara innovazione delle litogra'ie&
tro%%o ardite e lontane dalla descrittivit* %er essere accettate5 -autrier
viene accusato di aver quasi sistematicamente evitato il livello
denotativo& arrivando anche in alcuni casi& so%rattutto %er i canti 8C& 8M&
<8& <<& ('igg. <M?;D) all'abolizione totale di ogni ri'erimento 'ormale.
Iali lavori& cosK come i %aesaggi e le nature morte& o''rono immagini che
sono il coagularsi stesso della materia (3ualdoni)
;C
.
"ono innanzi tutti i letterati& =ean Paulhan& #ndr Malraux e Paul
Alouard a riconoscere nei di%inti in'ormali di -autrier la %ro%osta di un
;C
-. 30#L7+,.& op. cit.. %.:
;H
nuovo linguaggio %ittorico in grado di es%rimere %ro'ondit* ancora
insondate della coscienza e di andare al di l* delle a%%arenze del reale.
. %rimi anni Irenta ra%%resentano un momento cruciale %er gli svilu%%i
della sua tecnica es%ressiva.
0n %roblema 'ondamentale che si %one analizzando la biogra'ia artistica
di -autrier ra%%resentato dal mutamento delle tecniche utilizzate& in
relazione al ra%%orto che l'artista intesse con la realt*. Agli un artista a
tuttotondo& %adrone di innumerevoli tecniche5 disegno& incisione&
scultura& %ittura. Pro%rio in questo %eriodo -autrier abbandona quasi del
tutto la %ittura a olio su tela& a vantaggio dell'im%iego di carta intelata e
%re%arata con l'enduit& %i( idonea alla %ittura che ha in mente.
)anno cosK origine le cosiddette hautes ptes& il cui nucleo 'ormato di
strati di colore a tem%era bianco e colla& raggrumato con am%ie s%atolate
e raccolte come se 'osse un intonaco& tecnica che abbiamo visto essere la
base della realizzazione degli Otages. Iale tecnica& %ur ri'erendosi
ancora ad una elaborata materia %ittorica& %are con'erire all'immagine
l'illusione di %eso e consistenza della cosa reale& come se 'osse stata
%lasmata dalla strati'icazione materica4 verrebbe da dire che -autrier
tratta la %ittura quasi 'osse materia scultorea.
.l %rocesso es%ressivo di -autrier com%orta una intensa interazione
'isica& cor%orea& tra l'artista e il su%%orto. Agli in'atti& %are scavare nella
'igura con una tensione drammatica che trasmette alla materia&
giungendo ad escludere ogni esercizio di carattere stilistico.
L'artista& %ertanto& sente il bisogno di uno s%azio
es%eribile (3ualdoni)
;M
& che si o''ra cio come %orzione concreta e
de'inita al servizio di una concezione dell'es%ressione artistica
ti%icamente in'ormale& in cui il %rotagonista non tanto il soggetto
ra%%resentato& quanto il %rocesso& l'atto& della ra%%resentazione. /uesto
;M
-. 30#L7+,.& op. cit.& %.68.
;C
s%azio diventa& %ertanto& luogo di crescita di una materia davvero
concreta e carica& nel contem%o& di es%erienza e dunque di memoria.
L'enduit su carta si rivela cosK il medium in grado di soddis'are l'esigenza
di uno s%azio con tali caratteristiche& in sostituzione di una %ittura
tradizionale che %resenta limiti e vincoli s%eci'ici. La tela& in'atti& viene
intesa come un ostacolo (una sorta di %ellicola?schermo& come la
de'inisce 3ualdoni) che se%ara inesorabilmente l'artista e il 'ruitore
dell'o%era dal soggetto del quadro. /uesto %oich la tela luogo
%reesistente e stabilmente se%arato& su%%orto non %enetrabile e s'ondo
dell'avvenimento %ittorico.
"i rivela& cosK& la tendenza costante da -autrier a sco%rire& indagare in
%ro'ondit*& mettere a nudo scavando 'ino a ridurre all'essenziale una
materia che si accumula %er strati'icazioni. @ a questo %unto& in
%articolare& che matura l'atto di crescita cor%orea dell'immagine che
caratterizza gli intendimenti di -autrier. Agli considera il quadro come
un'entit* dotata di esistenza autonoma5 non come ra%%resentazione di un
oggetto& come accade %er .m%ressionisti e $ubisti4 ne%%ure come mezzo
di es%ressione immediata& come %er gli As%ressionisti. La %resenza
dell'oggetto 1 ricorda #rgan 1 incontestabile& ma esso si con'igura
come s'uggente immagine di memoria
;E
. L'immagine& dunque& si
origina non dall'oggetto& bensK dalla memoria che si ha di quest'ultimo e
che esiste grazie all'es%erienza.
7iscorso analogo %u2 essere 'atto anche %er l'idea di s%azio& le cui
com%onenti& invece di essere una ra%%resentazione& sono determinate da
una dimensione interna all'immagine& e dunque alla materia %ittorica.
/uesta dimensione & tuttavia& %riva di una %ro%ria s%eci'ica struttura e
si caratterizza nel %i( o meno %ronunciato assottigliarsi e diradarsi della
;E
3. $. #B3#,& "a!ve22a e caduta de!!'arte moderna& .l "aggiatore& Milano 6:C;& %.6:<.
;M
materia& al contrario dell'oggetto& che so%ravvive come strati'icazione&
accumulo e coagulazione.
9arilli svilu%%a alcune interessanti osservazioni sulla %ittura di -autrier
del %eriodo 6:8D?6:;D5 egli %aragona i di%inti di questi anni ad una
sequenza cinematogra'ica che segue alla rovescia lo svilu%%o di un
embrione& indietreggiando da una 'ase avanzata& dove l'organismo si
s%eci'icato con i suoi vari attributi& 'ino a una 'ase iniziale di molle e
in'orme gon'iore
;:
. # questo %unto l'essere identi'icabile solamente in
quanto 'orma di vita e null'altro5 non %ossiamo sa%ere se quel nucleo
diventer* umano& animale& vegetale o essere inorganico4 sa%%iamo solo
che esso costituito della stessa matrice comune a tutti gli esseri viventi.
&.( La piena mat$rit".
$on il %assare del tem%o -autrier %orta avanti una assidua ricerca
tecnica& con la s%erimentazione dei %i( svariati materiali5 inchiostri&
acquerello& olio& %olveri& %astelli& solo %er citarne alcuni& nelle %i(
svariate mescolanze.
Qerso la met* degli anni Irenta& rotto il contratto con 3uillaume& che non
intende smettere di venderne le o%ere d'iguratived& che incontrano un
vivo successo di %ubblico e di critica& -autrier lascia Parigi %er tras'erirsi
in montagna& nell'#lta "avoia& dove %rende in gestione un albergo e
lavora come maestro di sci.
,on abbandona& tuttavia& la %ittura5 continua in'atti la sua ricerca di una
tecnica che gli consenta una %iena es%ressione& come attestano i lavori&
so%rattutto tem%ere e %astelli& che %orter* con s rientrando a Parigi& nel
6:;D& chiamato ancora una volta dagli eventi bellici. .n questo momento
a%%are chiaramente de'inito il nuovo atteggiamento in vari quadri di
;:
B. 9#B.LL.& L'arte contemporanea& -eltrinelli& Milano& 6:E;& %. 8H;.
;E
oggetti e di %aesaggio& che %resentano una %ittura altamente materica& a
grosso im%asto& creata come un nucleo molto rilevato al centro del
cam%o& di %ittura %i( sottile& stesa sull'enduit.
7al 6:;8 si 'anno %i( 'requenti i %aesaggi e i nudi& nonch i %rimi
Otages& determinando la scom%arsa de'initiva& nella ricerca es%ressiva
dell'artista& di ogni genere 'igurativo& s%erimentale come illustrativo. .n
questo %eriodo il suo studio diviene il %unto di ri'erimento e il luogo
d'incontro degli intellettuali im%egnati nella Besistenza.
-autrier 'requenta abitualmente %oeti e letterati& non stringe ra%%orti con
artisti4 egli consolida la sua amicizia con Ponge& Aluard& $har& 3anzo&
9ataille& Paulhan4 nel 6:;< viene arrestato dalle ".". e trattenuto %er
qualche giorno. Iorna %er qualche mese in montagna& %rima di trovare
ri'ugio nei dintorni di Parigi& vicino a $h_tena>.
A' in questo %eriodo cu%o e contrastato che di%inge gli Otages& %resentati
alla galleria 7rouin nell'ottobre del 6:;H. La creazione della serie
%rosegue 'ino al 6:;;& %er %oi lasciare s%azio a nuovi soggetti& come
quelli della serie degli O01ets (+ggetti)& di%inti tra il 6:;C e il 6:HH.
La continua incom%rensione nei con'ronti della sua %ittura motiva un
nuovo distacco dall'ambiente artistico intorno al 6:;:. Per alcuni anni
-autrier si dedicher* alla cura delle illustrazioni %er i volumi d'arte di
3allimard e alla realizzazione degli Originau< mu!tip!es (+riginali
multi%li), o%ere ri%roducibili e democratiche la cui tecnica %ermette di
realizzare& a %artire da un'o%era unica& dei multi%li originali (idea che si
trover* evidentemente ri%resa e molti%licata con #nd> Jarhol). -autrier
com%ie numerosi viaggi& in .talia& nel 6:HD& in +landa& in 9elgio& in
"cozia& negli "tati 0niti& in "%agna e in Portogallo.
,el 6:HH torna ad es%orre& alla galleria Bive 7roite di Parigi& la serie
degli O01ets, seguiti dai Nudi l'anno successivo5 il successo oramai
acquisito& grazie anche alla di''usione dell'arte in'ormale della quale
;:
riconosciuto tra i %adri 'ondatori.
Le sue o%ere sono richieste ovunque e si molti%licano le es%osizioni& in
-rancia e all'estero (,eS UorP& IoP>o...). L'artista 'atto oggetto di
numerose monogra'ie e biogra'ie.
.l 6:HC l'anno dei ,artisans (Partigiani) di 9uda%est& ciclo dedicato
alla rivolta ungherese con cui es%rime la %ro%ria indignazione %er
l'invasione dei carri armati sovietici & es%osto alla Biv 7roite nel 6:HM.
Qiene qui ri%ro%osto il tema della testa 1 cosK caro all'artista 1 come
sineddoche del cor%o& che a sua volta meta'orizza il centro nevralgico
del dolore e del nonsenso universale.
La %ittura di -autrier risalente all'arco tem%orale 6:HM?6:C; (Nudi&
,aesaggi) assume una veste rettangolare relativamente al consueto
nucleo centrale4 inoltre le cromie si 'anno %i( chiare e tenui e la materia
viene come accarezzata da un segno libero& nervoso& eu'orico.
.nsieme alla moglie =eanne #e%l>& -autrier viaggia molto& ancora in
.talia& nel 'HE e 'H:& stringe amicizia con 3iuse%%e 0ngaretti& con il quale&
insieme a =ean Paulhan& visiter* le due coste degli "tati 0niti il
3ia%%one e il Medio +riente.
-autrier viaggia s%esso& %er %ro%rio diletto& o in occasione di mostre& che
si 'anno sem%re %i( 'requenti. Ira le sue mete& ricordiamo la "%agna
(9aleari& Madera)& ,eS UorP& il Marocco& l'.nghilterra& l'.talia (Milano&
Boma)& la 3ermania (7Osseldor'& -riburgo& LeverPusen)& )onolulu&
IoP>o& )ongPong& 9eirut& .stanbul. ,el 6:CD l'artista riceve 1 e< ae)uo
con )artung 1 il Premio .nternazionale della 9iennale di Qenezia& al
quale 'aranno seguito altri im%ortanti riconoscimenti.
HD
&.) 3oetic!e a confronto.
3.!.1 L'angosc*a de- )ra&&ento
eAro al giardino %ubblico. La radice del castagno sFa''ondava nella
terra& %ro%rio sotto la mia %anchina. ,on mi ricordavo %i( che era una
radice. Le %arole erano scom%arse& e con esse il signi'icato delle cose.
]e^ La diversit* delle cose e la loro individualit* non erano che
a%%arenze& una vernice. /uesta vernice si era dissolta& restavano delle
macchie mostruose e molli in disordine& nude dFuna s%aventosa e oscena
nudit* ( =. P. "artre& La nausea).
/ueste %arole scritte nel 6:<E da "artre& %adre dell'esistenzialismo
'iloso'ico& ben esem%li'icano lo stato di''uso di una coscienza lacerata
come anche quella di -autrier. Iutta la sua %roduzione artistica in'atti
%ercorsa da un 'ilo rosso5 la %oetica dell'angoscia
HD
? tema da cui
%rendono le mosse numerose %oetiche in'ormali e %i( genericamente
novecentesche ? che si %one 'in dall'inizio come base della sua arte.
3iusti'icata da un'esistenza %erce%ita come inesorabilmente assurda&
-autrier oscilla costantemente tra l'idea del rammento e quella
dell'indeinito. /uello del 'rammento un tema ricorrente& se non il
motivo %ortante di tutta la sua %roduzione e si va %rogressivamente
intensi'icando negli anni del do%oguerra& con %articolare& emblematica
rilevanza nel ciclo degli Otages.
.l rabbioso tentativo di se%arare segno materia& come a voler stra%%are
l'anima dal cor%o testimoniato& ad esem%io& dai vari ,udi& ra%%resentati
senza testa n arti& come ambigui 'rammenti5 torsi& ventri& seni. .l
'rammento sem%re il risultato di un dramma4 nasce dalla violenza di
una lacerazione brutale& il risultato di uno stra%%o. Asso %ieno di
violenza& ma minato dalla debolezza dell'im%otenza mortale.
HD
P. 90$#BALL.& op. cit.& %.CD.
H6
"marrimento e angoscia del 'rammento im%licano una
contestualizzazione tem%orale limitata al momento& conce%ito come
unit* di misura della vita. L'uomo un 'rammento che non %u2
ricom%orsi& una %orzione senza senso di una realt* anch'essa %riva di
signi'icato& ma non %er questo non degna d'essere vissuta.
@ 9ucarelli a %arlare del mito del 'eto
H6
alla base delle concezioni di
-autrier5 il 'eto& nato %rematuro& si trova in %ericolo nel suo violento
im%atto col mondo e l'unico suo desiderio quello di tornare nel
grembo& annullando la %ro%ria nascita& il che equivale a morire.
3.!.2 0*o&or)*s&*. Spa1*o e te&po. Esper*en1a e &e&or*a.
.l 'rammento& in quanto tale& non ha una 'orma de'inita& sem%re diverso
dagli altri 'rammenti in quanto veicolo di una coscienza che si 'orma
dalla strati'icazione di es%erienze con la conseguente articolazione di
memoria. Per ra%%resentare il 'rammento& l'artista 'rancese usa un
linguaggio biomor'o (9arilli). .l biomor'ismo %ittorico ci %ermette di
accostare& inas%ettatamente& -autrier a RandinsPiL e Mir24 ma mentre %er
questi ultimi si %arla di un biomor'ismo disseminato?%olicentrico& %er
-autrier se ne intende uno di ti%o embrionale?nucleico
H8
.
La %resenza di un nucleo centrale viene da -autrier introdotta 'in dalle
%rime o%ere e ci2 con'erisce ad esse la ti%ica 'orma ellittica& la cui
con'igurazione strutturale& im%licante una distinzione nucleo?%eri'eria&
sancisce la ti%ica scansione curvilineare. L'universo di -autrier curvo5
lo s%azio& cosK come il tem%o& non si %u2 inscrivere in una linea retta&
%erch una struttura di tale genere %ro%ria della logica astratta. @ come
se l'artista de'inisse il sedimentarsi& il 'arsi s%essore stesso della
%ercettivit* dell'es%erienza umana& ...negando all'uomo ogni %ossibilit*
H6
P. 90$#BALL.& op. cit.& %.666.
H8
B. 9#B.LL.& L'arte contemporanea& -eltrinelli& Milano& 6:E;& %.8H6.
H8
normativa %recedente il 'arsi della sua es%erienza. ($ris%olti).
7ate tali %remesse& si %u2 ben com%rendere %er quali motivazioni
-autrier nutra %ro'onde riserve %er il $ubismo& la cui rivoluzione riesce
%ienamente ad aggirare.
H<
Agli non crede nella %ossibilit* di incasellare la
realt* entro schemi %recisi e de'initi4 la sua avversione motivata da una
sostanziale incom%atibilit* ideologica e storica& riguardo alla concezione
del mondo e della %ittura5 mentre il $ubismo si %ro%one come una
%ositiva e %ermanente struttura della visione e della realt*& %er -autrier
%ittura signi'ica concezione e modo di vita& %ortatrice& questFultima& di
senso solamente se vissuta con atteggiamento a%erto al divenire e a ci2
che si sottrae al controllo dellFintelletto umano. La sua %olemica
%ertanto diretta al 'ine del riscatto di tutto ci2 che %u2 essere escluso
dallFintellettualismo& che si limita a classi'icare la realt* secondo antitesi
dialettiche.
Iale atteggiamento si rivela in netta antitesi con la concezione del reale
di Mondrian5 -autrier non accetta lFastratta %urezza della logica
geometrica5 egli o%%one la sua %ittura di %ura cosa e il suo in'ormale a
un'idea di %ittura di %uro s%azio& %iano e rigidamente lineare& ridotto alla
'orma quintessenziale dallFartista olandese& 'ondatore del
,eo%lasticismo.
Parlare delle dimensioni di s%azio e tem%o nella %ittura di -autrier
signi'ica a''rontare un discorso assai com%lesso5 esse sono legate da un
ra%%orto che va oltre la 'unzionalit* di una dell'altra. -autrier& come
osserva #rgan& %ro%one una continuit* s%azio?tem%orale che va oltre le
leggi cubiste e 'uturiste. "%azio e tem%o& %er -autrier& si identi'icano
nella sostanza estesa e durevole della materia (#rgan)
H;
& che
sedimento di es%erienza.
H<
"crive -autrier in ,ara!!5!es sur !'inorme!= .... cattivi cubisti ci irritano quanto la massa degli
in'ormali& ma questa irritazione deriva dal vuoto del quadro& del %ittore.
H;
3. $. #B3#,& op. cit.& %.6::.
H<
$i2 de'inisce chiaramente l'o%%osizione della sua concezione a quella di
)artung& ancora acutamente messa in luce da #rgan. Mentre l'artista
tedesco agisce in modo da a%%rossimare il 'attore tem%o a zero&
riducendolo all'istante& il tem%o di -autrier& al contrario& si dilata a ritroso
%er sco%rire la memoria d'es%erienza.
.ndagare le memorie del %assato signi'ica %orre in luce l'azione
modi'icante che esse %ossono esercitare sull'es%erienza %resente& che
de'inisce lo svilu%%o della coscienza.
La %ittura di -autrier si rivela estremamente ri'lessiva4 egli non crede 1
a''erma #rgan 1 nella vitalit* degli im%ulsi %rimari (ecco il %erch
dell'avversione di -autrier %er gli As%ressionisti e gli ultimi Fauves4& %ur
non escludendo la rabbia dell'es%ressione e il vigore creativo che lo
caratterizzano.
3.!.3 .&&ag*ne e rea-t2.
Ma cosa l'immagine %er -autrier!
Per dirlo con le %arole di $ris%olti& l'immagine ...non il ricordo di una
cosa& n sua ra%%resentazione. @ costruttiva e sintetica i%otesi del reale.
@ coscienza nella sua verit* non tanto %re?logica& quanto
necessariamente a?logica d'un reale& d'una %ressione esistenziale cosK
contraddittoria& irrazionale& indistinta. @ dunque naturalmente ambiguit*&
certezza %rovvisoria& i%otesi di cui di volta in volta vada com%romessa la
%ossibilit* di veri'ica. ,on sottintende la convenzione in costituzione
dell'avvenuta conoscenza& essa stessa direttamente i%otesi conoscitiva&
ma come tale interamente assolvente ed elusiva di qualsiasi ulteriore
%ossibilit* di elaborazione.
HH

,on im%lica& dunque& una ra%%resentazione tendente a una de'inizione
HH
A. $B."P+LI.& dall'introduzione alla mostra della galleria L'#ttico& Boma& gennaio 6:H:.
H;
della logicit* di un reale& ma una %resa d'atto della totale e inesorabile
assenza di quest'ultima. L'immagine come %ercezione del reale %er
-autrier un 'atto 'ondamentale5 non si %u2 %rescindere da essa. Per
quanto l'elaborazione %ittorica %ossa condurre a qualcosa di nuovo e
diverso& alla base rimane sem%re e comunque la realt*.
# questo %ro%osito& -autrier scrive5 ,on seulement la ralit existe mais
en aucun cas elle ne doit \tre %urement et sim%lement reLete. ]...^
L'a%%arence subsiste toLours& m\me * un moindre degr. ]...^ La ralit
doit subsister dans Zl'oeuvre vive [ qui est sous la 'orme& qui la soutient
et la 'ait aller. ]...^ #ucune 'orme d'art ne %eut donner d'motion s'il ne
s'> m\le une %arte de rel. ]...^ +n ne 'ait Lamais que rinventer ce qui
est& restituer en nuances d'motion la ralit qui s'est incor%ore * la
matire& * la 'orme& * la coleur 1 %roduits de l'istant& chang en ce qui ne
change %lus.
HC
-autrier non ama le %oetiche avanguardiste e non vede di buon occhio
molti degli artisti a lui contem%oranei5 come sa%%iamo& non usa
'requentare i suoi colleghi. # chi gli domanda %erch di%inga& -autrier
ris%onde cosK5 =e %eis %arce que LFai du %laisir * %eindre. La %einture des
autres ne me sert * rien. =e destine la %einture * mon %ro%re usage.
HM
HC
=A#, -#0IB.AB& in % chacun sa r+a!it+, in Z NNe "icle [& giugno 6:HM
trad.it.5 La realt* non soltanto esiste& ma in nessun caso %u2 essere %uramente e sem%licemente
ri'iutata. ]...^ L'a%%arenza& sia %ure in minimo grado& sussiste sem%re. ]...^ La realt* deve essere
%resente nell'o%era& ne la materia %rima& Z l'o%era viva [ che sotto la 'orma& che la sostiene e
muove. ]...^ ,essun ti%o di arte %u2 dare un'emozione se non vi si mischi una %arte di realt*. ]...^
,on si 'a altro che reinventare ci2 che & restituire in s'umature emotive la realt* che insita nella
materia& nella 'orma& nel colore& risultati dell'e''imero risolti in ci2 che non muta %i(.
HM
=A#, -#0IB.AB& ,our)uoi peindre>, in ZParoles[ marzo 6:HE
trad. it.5 .o di%ingo %erch ho %iacere a di%ingere. La %ittura degli altri non mi serve a nulla. .o
riservo la %ittura al mio %ro%rio uso.
HH
PRELUDI
INFORMALI
35. GLACIER,
1926
36. LES GORGES
DU TARN,
1925
LITOGRAFIE PER
L'ENFER,
1928
37. CANTO 26
38. CANTO 27
39. CANTO 32
40. CANTO 33
LA TESTA:
IL TEMA PI
CARO A
FAUTRIER:
EVOLUZIONI
FORMALI
da sin.:
41. TTE,
1926
(olio su tela)
cm 35 x 27
42. TTE DE
FEMME,
1926-27
cm 35 x 27
43. MARETTE,
1929
(olio su tela)
cm 27 x 27
44. TTE,
1927
45. TTE
D!"TA#E $% 1
19&3
cm 22 x 2&
(
+O,' L',+I' *'UTRIER
'LL5'RTE DEL ,E+ONDO NO8E+ENTO
L'eredit* che l'arte di -autrier lascia ha un valore alquanto signi'icativo.
.nnanzitutto& egli si %one come il ca%oscuola della tendenza materica
dell'.n'ormale che cosK grande di''usione avr* durante gli anni
$inquanta. Agli inaugura un linguaggio nuovo& che si ribella
all'imbrigliamento della 'orma e della costruzione& anche se& in realt*& i
suoi quadri sono %ro'ondamente e attentamente meditati& denunciando
un'as%irazione alla libert* sia 'ormale che concettuale& che rester* nel
tem%o la ci'ra %i( signi'icativa della sua o%era. .l suo %ressante desiderio
di una rottura 'ormale e di una %i( convincente libert* es%ressiva 1
irriducibile a qualsiasi modello %recedente o coevo 1 ra%%resenta una
voce nuova e alternativa alla condizione %ost?cubista e alle a''ermazioni
nuove del "urrealismo. /uesta voce si 'ar* sentire anche& %er esem%io& in
.talia& dove l'inizio dell'.n'ormale %u2 essere individuato %ro%rio nel
contatto con -autrier e dove l'artista sar* %articolarmente studiato ed
a%%rezzato.
Ira gli italiani che sono stati in'luenzati dalla sua arte e in %articolare
dagli Otages& so%rattutto dal %unto di vista 'ormale& si %ossono citare& %er
'are solo due esem%i& lo scultore 1 allievo di #dol'o Jildt 1 0mberto
Milani (Milano 6:68?6:C:)& so%rattutto nelle o%ere dei %rimi anni
$inquanta e il %ittore materico Marcello Mariani (L'#quila& 6:<E?
vivente)& relativamente alla sua recente %roduzione di met* anni
HC
,ovanta
HE
& come ha recentemente osservato Qalentina 9ruschi
H:
.
Bitengo che uno dei meriti %i( grandi di -autrier sia stato quello di
essersi inventato una tecnica ad hoc che& %ur restando comunque %ittura&
'osse in grado di soddis'are le %ro%rie esigenze es%ressive& dal lato
tecnico e da quello %oetico. "i tratta di un as%etto 'ondamentale %er gli
svilu%%i dell'arte 'utura& in %articolar modo delle %oetiche in'ormali che
in alcuni casi giungeranno& attraverso nuove strade& all'assunzione di
materiali del tutto nuovi %er ottenere una resa %oetica altamente
drammatica.
,on la morte dell'eroe& ma quella degli umili e degli abbandonati diviene
%rotagonista s%eci'icatamente nella serie degli Otages, in cui una materia
viva e %arlante& nel suo assorto silenzio& si 'a es%ressione di una tragedia
umana. /uesta tragedia & nel contem%o& di contingenza storica e di
matrice esistenziale5 da una %arte -autrier si 'a %ortavoce di un'as%ra
denuncia dei terribili crimini %er%etrati dal ,azismo4 dall'altra& si 'a
inter%rete della coscienza dell'uomo moderno& di una coscienza lacerata
dalla %resa d'atto del suo stato di 'rammento. .l %rotagonismo del
'rammento organico una tematica 'ondamentale negli svilu%%i artistici
del NN secolo5 tale via viene con successo %ercorsa gi* da %ittori come
Arnst& Iangu>& 7alK& Matta e da scultori come #r% e so%rattutto Moore.
-autrier& con'rontandosi con una tradizione che 'a ca%o a Bodin& il quale
'a del 'rammento delle membra umane un'analisi estrema& giungendo a
tradurre in scultura la %ura essenzialit* del movimento di un
conglomerato di materia che riceve vita 1 basta %ensare all'#omo che
cammina ? declina questa tematica a 'avore di una nuova resa materica
HE
,el 8DDM Mariani invitato a %arteci%are a $astelbasso con i grandi maestri in'ormali del secolo
ad una rassegna com%leta sull'arte in'ormale euro%ea ed americana. #lla grande antologica5 ,el
"egno della Materia& %ittura in'ormale euro%ea e americana& %arteci%ano i %i( grandi %ittori del
,ovecento5 oltre a -autrier& 'igurano 9urri& -ontana& Qedova& PollocP& Rline& Jols& #'ro& #%%el&
9aL& Ia%ies& "oulages& )artung.
H:
Q. 9B0"$).& 6ariani, esisten2ia!ista de! '@@@& Z.l Messaggero[& 6< settembre 8DD6.
HM
che %rivilegia la concreta realt* della %resenza di un 'rammento umano 1
la testa in %articolare 1 che diviene sineddoche di un cor%o?coscienza.
0na %roblematica sollevata dalle o%ere di -autrier& che diverr* uno dei
suoi meriti riconosciuti& riguarda la de'inizione di una nuova estetica.
$ome ha osservato #rgan& -autrier ha introdotto senza dubbio un
re%ertorio nuovo di segni e colori nella storia della %ittura moderna che&
seguendo la via a%erta dall'.m%ressionismo& ha assunto come %unto di
%artenza le sensazioni nascenti dall'incontro diretto col mondo. La sua
%ittura indubbiamente in'luenzata dalla %oetica dei valori cromatici
dell'arte di Iurner& il quale ha sem%re mirato a visualizzarli tenendo ben
%resente che il risultato tanto %i( intenso quanto %i( la %ittura si
allontana dall'illustrazione e tende all'astrazione.
L'unicit* dell'o%era di -autrier riguarda in %articolare il modo di
conce%ire il %rocesso della %ittura che& come osservato da 9ucarelli e
#rgan& analogo al %rocesso della %oesia& che nel caso di -autrier si 'a
concreta& esistenziale materia nella materia della %ittura (#rgan)& quasi
%er nulla %assando %er lo stadio di traduzione in immagine visiva. La
sua %ittura & tecnicamente& %oesia a''erma 9ucarelli
CD
. $ome nella
%oesia& in'atti& i valori& che nella %ittura sono cromatici e 'ormali ?
sem%re di 'orma si %arla& anche se di 'orma de'igurata ? vengono
sa%ientemente gestiti in vista di un determinato e''etto %oetico& in
-autrier sem%re tragico. $ome in certa %oesia il valore delle %arole& che
si contraddistingue come sonoro& evocativo e quant'altro& tale se quella
e solo quella %arola inserita nella com%osizione in un determinato
momento del discorso %oetico e relazionato in un %articolare modo con
gli altri elementi che %arteci%ano della sua esistenza& cosK i valori
%ittorici dell'arte di -autrier sono %ortati al massimo grado di es%ressivit*
in quel breve s%azio di carta& dove tutto si d* senza gradualit* di
CD
P. 90$#BALL.& op. cit.& %.68H.
HE
immagine& eliminando ogni successione %er %rivilegiare la %ura
%resenza. # tale %ro%osito 9ucarelli ha osservato che questi quadri&
testimoni di una condizione umana& si danno tutti nella %ercezione& non
contengono nulla che l'occhio non veda& o che veda %rima. Assendo la
%ittura di -autrier una %ittura di materia& essa %u2 essere soltanto
%erce%ita e& come a''ermato da #rgan& ...non v' cosa %erce%ita che non
sia& %er il 'atto stesso di essere %erce%ita& anche bella
C6
.
/ui si %one la nuova %roblematica estetica sollevata dagli Otages5 come
si %ossono dire belle o%ere di tal genere! .l concetto di bello
tradizionale ora messo indubbiamente in discussione& ma ci2 non
im%lica l'assenza di una qualit* estetica. La loro bellezza non valore&
ma soltanto condizione dell'essere(9ucarelli). .l so''erto lavoro sulla
materia distoglie e di'ende cosK dalla contem%lazione di una bellezza
edonistica (%ur non escludendo un indubbio esercizio di virtuosismo) e
ci2 dimostra la %ossibilit*& da -autrier %ienamente realizzata& di elaborare
una tecnica al servizio di una ragione morale& che esclude il %ieno
godimento delle 'orme di un mondo chiaro e ben de'inito a causa di una
condizione storico?esistenziale ormai miserabile.
/uesta %ittura di materia& che nella sua indeterminatezza sancisce il
non?limite (9ucarelli) non come libert*& ma come condizione di
angoscia e incertezza& in cui ogni zona scon'ina nell'altra& violandola e
invadendola silenziosamente& lascia tras%arire una certa %arteci%azione&
se non com%assione& un senso di %iet*& nel modo con cui la materia
stessa subisce e al contem%o esercita questa violenza. #l %ari degli esseri
che %ossono solamente subire& che sono costretti a %atire anche la %ro%ria
sem%lice esistenza.
C6
3. $. #B3#,& op.cit.& %.8DD.
H:
LFin'ormale degli Otages urlo trattenuto& im%otenza di un leone in
gabbia& 'erocia e dolcezza insieme
C8
a''erma Pasini& sostenendo che il
,ovecento non ha mai conosciuto una materia altrettanto grezza e lirica
allo stesso tem%o e su questo non si %u2 che concordare.
"i %otrebbe a''ermare che lFimmenso merito di -autrier stato quello di
aver dato vita ad un'arte che& riconducendosi sem%re al tragico& lo
ra%%resentasse sem%re meno& es%rimendolo sem%re di %i( (Malraux).
C8
B. P#".,.& B. 9#B.LL. (a cura di) Jean Fautrier e !Inorma!e in $uropa, 8DD8& %.6C.
CD
4I4LIOGR'*I'
Scr*tt* d* carattere genera-e
?0. A$+& La struttura assente. Introdu2ione a!!a ricerca semio!ogica&
9om%iani& Milano& 6:CE.
?B. 9#B.LL.& L'arte contemporanea da A+2anne a!!e u!time tenden2e&
-eltrinelli& Milano& 6:E;.
?-. $#B+L.& Inorma!e, in #rt e 7ossier n. 6& a%rile 6:EC.
?3. 7+B-LA"& #!time tenden2e de!!'arte d'oggi, Milano& -eltrinelli&
6:E:.
?B. P#".,.& LInorma!e. "tati #niti $uropa Ita!ia& $L0A9& 9ologna&
6::H.
?3. $. #B3#,& "a!ve22a e caduta ne!!'arte moderna& .l "aggiatore&
Milano& 6:C;.
Scr*tt* d* +a,tr*er
?=. -#0IB.AB& ris%osta all'inchiesta % chacun sa r+a!it+, di P.
Q+L9+07I& in ZNNe "icle[& n.:& giugno 6:HM& %%. <D?<6 (testo
ri%ortato in5 $atalogo della mostra alla galleria l'#ttico& Boma& gennaio
6:H:4 Z#rte oggi[& 6H maggio 6:H:).
?=. -#0IB.AB& ,ara!!5!es sur !'inorme!, %ubblicato col titolo5
,ara!!e!en 2ur neuen 6a!erei, in Z9lbtter c 9ilder[ n.6& Jurzburg?
Qienna& marzo?a%rile 6:H: %%. H;?HC (il testo integrale o estratti di
questo scritto sono ri%ortati in5 $atalogo della mostra alla 3alleria 88&
7Osseldor'& marzo 6:H:4 Fautrier, Michel%resse& 7Osseldor'& marzo
6:H:4 $atalogo della mostra alla 3alleria -acchetti& Parigi 6:H:).
C6
?=. -#0IB.AB& ris%osta all'inchiesta ,or)uoi peindre> in Z Paroles[&
marzo 6:H:.
?=. -#0IB.AB& La peinture de ce 1our, nel $atalogo della mostra alla
3alleria l'#ttico& Boma& 6:C<.
.nter3ent* cr*t*c*
?#. M#BL#0N& Les Otages, %resentazione della mostra Les Otages,
peinture et scu!ptures de Jean Fautrier& 3alleria Ben 7rouin& Parigi&
ottobre 6:;H (lo scritto ri%ortato in5 $atalogo della mostra a
7Osseldor'& 'ebbraio 6:HE4 catalogo della mostra alla galleria
#%ollinaire& ottobre 6:HE4 catalogo della mostra a LeverPusen& dicembre
6:HE4 catalogo della mostra alla )anover 3aller>& 6:H:).
?$. A"I.A,,A& Les Otages de Fautrier, in ZIerre des )ommes[& <
novembre 6:;H4
?M. #BL#,7& Les Otages de Fautrier, in ZLe NNe "icle[& E novembre
6:;H.
?J. 3A+B3A& in ZLa voix de Paris[& E novembre 6:;H.
?L. 7A3#,7& &u tragi)ue * !'asc+tisme, in ZLettres -ranXaises[& 6D
novembre 6:;H.
?#. $)AQ#LAI& Les Otages de Fautrier, in Z#ction[& Parigi& 6C
novembre 6:;H.
?=. 3#9B.AL& in ZLe Pa>s[& Parigi& 6: novembre 6:;H.
?-. P+,3A& Notes sur !es Otages. ,einture de Fautrier& "eghers& Parigi&
6:;C.
?7. J#LL#B7& Les Otages de Fautrier, in ZPosie[& gennaio 6:;C.
?=. P#0L)#,& Fautrier !'enrag+& 9laizot& Parigi& 6:;:.
?). BA#7& Presentazione della mostra Fautrier 1B'C to 1BDC& ..$.#.
3aller>& Londra& giugno 6:HE.
C8
?-. #B$#,3AL.& Jean Fautrier, cat. 3alleria La Loggia& 9ologna&
6:HE& ri%ortato in &a! 7omanticismo a!!Inorma!e, Iorino& 6:MM.
?3. LA ,+$.& dal catalogo della mostra Jean Fautrier& Milano& 6:HE.
?3 7+B-LA"& La pittura a!chemica di Fautrier& in Z7omus[ n.<H6&
'ebbraio 6:H:.
?$atalogo della mostra di -autrier alla 3alleria 88& 7Osseldor'& marzo
6:H:.
?A. $B."P+LI.& .ntroduzione al $atalogo della mostra alla galleria
L'#ttico& Boma& gennaio 6:H:.
?$. 9B#,7.& La pittura di Fautrier& in Z.l Punto[& Boma& 8; gennaio
6:H:.
?P. 90$#BALL.& Jean Fautrier, pittura e materia, Milano 6:CD.
?3.$. #B3#,& &a :ergson a Fautrier, in Z#ut #ut[& gennaio 6:CD&
ri%ortato in "a!ve22a e caduta ne!!'arte moderna& .l "aggiatore& Milano
6:C;.
?3. $. #B3#,& )artung e -autrier& in Z$ommentarii[& Boma& 6:CD.
?$atalogo della mostra Jean Fautrier& 3alleria Lorenzelli& 9ergamo&
6:CD.
?$atalogo della mostra Fautrier. Opere recenti& 3alleria L'#ttico& Boma&
6:C<.
P. 90$#BALL.& 7itratto doppio& dal catalogo della mostra di Boma&
6:ED.
?$atalogo della mostra Fautrier& #msterdam& 6:EC.
?-. 30#L7+,.& J. 30#7#3,.,. (a cura di) $atalogo della mostra
Jean Fautrier& Modena& 6:EE.
?P. $#9#,,A& Jean Fautrier& Parigi& 6:EE.
?=. L#-#B30A (a cura di)& $atalogo della mostra Fautrier, 1CBC;1BEF&
Mus d'#rt Moderne de la ville de Paris& 6:E:.
C<
?$. $#BBA., (a cura di)& $atalogo della mostra L'ecriture gri+e& "aint
Atienne& 6::<.
?B. 9#B.LL. (a cura di)& $atalogo della mostra Jean Fautrier e
!Inorma!e in $uropa, Mamiano di Iraversetolo (PB)& settembre 8DD8.
?$. I)+B#Q#L& 6/sti)ue de !a mati5re= Francis ,onge ace au<
+tages de Fautrier& in ZLa Qoix du Begard[& na6H& autunno 8DD8.
?9. 9+0BB.I& Fautrier. ,eindre 3pour4 !es Otages, Z$arnets de bord[ n.
:& settembre 8DDH.
C;
,ITOGR'*I'
SSS.artdreamguide.com
SSS.articite.com
SSS.centre%om%idou.'r
SSS.columbia.edu
SSS.culture?et?debats.over?blog.com
SSS.db%ia.co.Pr
SSS.evene.'r
SSS.'ondoambiente.it
SSS.'r.SiPi%edia.org
SSS.guide.dada.net
SSS.humanite.'r
SSS.insecula.com
SSS.magnanirocca.it
SSS.mam?%aris.'r
SSS.marianimarcello.it
SSS.membres.l>cos.'r
SSS.moca?la.com
SSS.MoM#.org
SSS.neS>orPartSorld.com
SSS.oboulo.com
SSS.%aris.'rf%ortailfculture.'r
SSS.%rovincia.va.it
SSS.tate.org.uP
CH

Potrebbero piacerti anche