Sei sulla pagina 1di 30

Docente: Alberto Credi

Universit degli Studi di Bologna


Facolt di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
Corso di Laurea in Astronomia
Chimica
Anno di corso: secondo
Periodo di svolgimento: I ciclo
Tipo di corso: fondamentale
Crediti: 6 (5 lez. + 1 lab.)
Ore di lezione: 46
Ore di laboratorio (esercitazioni): 10
Valutazione del profitto: in trentesimi
Modalit di svolgimento dellesame: prova scritta e prova orale

Prof. A. Credi CHIMICA 0-1
Luogo di svolgimento delle lezioni: Dipartimento di Astronomia
Luogo di svolgimento delle esercitazioni: Dipartimento di Chimica G. Ciamician
Prof. A. Credi CHIMICA 0-2
Laboratorio di Chimica
Prof. A. Credi CHIMICA 0-3
Modalit di svolgimento dellesame
Prova scritta che consiste di 5 semplici esercizi da svolgere entro 3 ore di tempo.
Verr svolta in classe unadeguata preparazione alla prova scritta.

Il superamento della prova scritta d diritto allammissione alla prova orale.
Lesame orale pu essere sostenuto in un qualsiasi appello entro 1 anno dal superamento dello scritto. Il
voto finale, in trentesimi, viene determinato dalla prova orale.
Lattivit di laboratorio fondamentale per il corso di chimica. Essa consiste di
cinque esperienze che verranno svolte in tre pomeriggi. Per trarre il massimo
profitto dal lavoro in laboratorio agli studenti viene richiesto di svolgere una breve
relazione per ciascuna esperienza.
Le relazioni vanno consegnate alla fine del corso, e comunque almeno una settimana prima dello
svolgimento della prova orale
Per qualsiasi altra informazione sul corso, sul laboratorio e sullesame,
consultare il file FAQ Chimica per Astronomia presente nel materiale in rete
Prof. Alberto Credi
Dipartimento di Chimica G. Ciamician
Via Selmi 2 40126 Bologna
Tel. 051-2099540
E-mail: alberto.credi@unibo.it
www.ciam.unibo.it/photochem/credi.html


Ricevimento: nei giorni feriali, dalle 9 alle 17, solo su appuntamento
Luogo: studio, Dipartimento di Chimica G. Ciamician - 1 Piano
(salire la scala, poi a destra fino in fondo al corridoio; laboratorio di Fotochimica)

Testi consigliati:
A. M. Manotti Lanfredi, A. Tiripicchio, Fondamenti di Chimica (2 ed.), CEA, Milano, 2006
I. Bertini, F. Mani, C. Luchinat, Chimica, CEA, Milano, 2004
L. Moggi, M. Venturi, Chimica Generale ed Inorganica (2 ed.), Corso Ed., Ferrara, 2002

Per approfondire:
M. Munowitz, Chimica, Zanichelli, Bologna, 2003
P. Chiorboli, Fondamenti di Chimica, UTET, Bologna
P. Atkins, L. Jones, Chimica Generale, Zanichelli, Bologna, 1998
Prof. A. Credi CHIMICA 0-4
Nome lista: alberto.credi.StudentiChimicaAstronomia
Password: Idrogeno

A cosa serve:
- Per ricevere messaggi ed informazioni da parte del docente
- Per mettersi in contatto con gli altri studenti iscritti alla lista
- Per essere abilitati a scaricare il materiale didattico del corso
Come ci si iscrive:
- Sul sito https://www.dsa.unibo.it utilizzando le proprie credenziali istituzionali e cliccando su liste
docenti-studenti
Per maggiori informazioni sullutilizzo delle liste docenti-studenti, visitare la pagina
http://www.unibo.it/Portale/Guida/Liste+distribuzione/liste.htm
Lista di comunicazione e-mail docente-studenti
Prof. A. Credi CHIMICA 0-6
Dove si trova: http://campus.cib.unibo.it

Cosa si trova:
- Lucidi di lezione ( fortemente consigliato frequentare le lezioni avendo le copie dei lucidi gi stampate,
sulle quali poi possibile prendere appunti)
- Tabelle e altre informazioni utili sugli argomenti del corso
- Esercizi per la preparazione dello scritto
- Domande pi frequenti sul corso e sulle modalit dellesame
- Manuale di laboratorio con la descrizione delle esperienze
- Modelli per la stesura delle relazioni
Come si accede:
- Cercare il materiale sotto: Facolt di Scienze MFN, Corso: Astronomia, Materia: Chimica, oppure con il
nome del docente
- Scaricare i file utilizzando le credenziali DSA di Ateneo
Prof. A. Credi CHIMICA 0-5
Materiale didattico online del corso di Chimica per la Laurea in Astronomia
ll maLerlale dldamco presenLe nel slLo e uullzzablle escluslvamenLe per le
eslgenze dldamche dl quesLo corso. L'uullzzo, la dlsLrlbuzlone e la
rlproduzlone, anche parzlale, dl quesLo maLerlale senza ll consenso scrluo
dell'auLore sono espressamenLe vleLau.
er le clLazlonl e le lmmaglnl dl proprleLa dl Lerzl, l'auLore e a dlsposlzlone
degll avenu dlrluo non poLuu reperlre, nonche per evenLuall lnvolonLarle
omlsslonl o errorl nell'aurlbuzlone del rlferlmenu.
1he maLerlal avallable ln Lhls slLe ls excluslvely lnLended for educauonal purposes
relaLed Lo Lhls course. uullzauon, dlsLrlbuuon or reproducuon of Lhls maLerlal, parual
or ln full, wlLhouL wrluen permlsslon from Lhe auLhor are sLrlcLly forbldden.
1hls maLerlal may conLaln copyrlghLed LexL or lmages, Lhe use of whlch has noL been
auLhorlzed by Lhe copyrlghL owner. 1he presenL maLerlal ls for educauon purposes,
whlch consuLuLes a 'falr use' of any such copyrlghLed maLerlal. 1he auLhor ls avallable
Lo correcL unlnLenuonal omlsslons or errors ln Lhe reference/credlL lnformauon
Prerequisiti
per il corso di Chimica per Astronomia e Astrofisica


Non si richiedono conoscenze di Chimica in quanto la materia viene
trattata fin dalle sue basi.

Si richiede per che lo studente conosca lalgebra elementare, la
notazione esponenziale e i logaritmi, il calcolo differenziale e
integrazione delle funzioni reali di una variabile, nonch i concetti
fondamentali presentati nel corso di Fisica I (cinematica e dinamica,
teoria cinetica dei gas e gas ideali, I e II principio della termodinamica,
funzioni di stato energia interna ed entropia). Si richiede inoltre la
conoscenza dei concetti di base dellelettromagnetismo e dellottica
(cariche elettriche e legge di Coulomb, campo elettrico e campo
magnetico, natura e propagazione della luce, rifrazione, diffrazione e
interferenza).
Prof. A. Credi CHIMICA 0-7
Cos la Chimica?

La Chimica la scienza che studia la composizione, la struttura e le
propriet della materia, le trasformazioni che in essa avvengono
(spontaneamente o provocate dalluomo) e lenergia ceduta o
assorbita durante queste trasformazioni
La Chimica quella scienza che assume come unit fondamentali
della Natura gli atomi e le molecole e utilizza la conoscenza del
loro comportamento per spiegare le propriet della materia che
osserviamo (e misuriamo) su scala macroscopica
La Chimica una scienza sperimentale
Prof. A. Credi CHIMICA 0-8
La Chimica ...
attorno a noi:
Fotosintesi, combustione, ruggine ...
Farmaci, fertilizzanti, materie plastiche,
semiconduttori, !
Pianeti, stelle, galassie, !
Prof. A. Credi CHIMICA 0-9
La Chimica ...
Concepimento, crescita, morte
Vista, odorato, ...
Apprendimento, memoria, sogni ...
in noi:
Prof. A. Credi CHIMICA 0-10
Prof. A. Credi CHIMICA 0-11
CHIMICA
SCIENZA DEI
MATERIALI
FISICA
SCIENZE
DELLA TERRA
ECOLOGIA
BIOLOGIA
INGEGNERIA
CHIMICA
Prof. A. Credi CHIMICA 0-12
La Chimica
spiega i perch e i
come della vita di tutti i
giorni,
e usando un suo
atomi
e dalle
molecole
partendo dagli
linguaggio
Prof. A. Credi CHIMICA 0-13
LINGUAGGIO CHIMICA
! lettere (a,b,c,)
! alfabeto
! insieme
di lettere (atctiebcil)
! parole (bicicletta)
! atomi (C, H, O, ...)
! tavola periodica
! insieme di atomi
(HCHHOCHHH)
! molecole (alcol etilico
CH
3
CH
2
OH)
logica umana logica naturale
Prof. A. Credi CHIMICA 0-14
Prof. A. Credi CHIMICA 0-15
LINGUAGGIO CHIMICA
! frasi
! paragrafi
! capitoli di un libro
! collane di libri
! supermolecole semplici
! supermolecole complesse
(enzimi)
! organi intracellulari
(mitocondri)
! organismi pluricellulari
semplici (molluschi)
! libri ! organismi unicellulari
(protozoi)
! organismi pluricellulari
complessi (uomo)
! biblioteche
Prof. A. Credi CHIMICA 0-16
Biblioteca di Parigi
(10 milioni di volumi)
circa 10
13
lettere
(diecimila miliardi)
Uomo
(70 kg)
circa 10
27
atomi
(un miliardo di miliardi di miliardi)
Il numero di atomi in un uomo paragonabile
al numero di lettere contenute in
centomila miliardi di biblioteche!
Prof. A. Credi CHIMICA 0-17
Atomo
Galassia
ca. 10
10
m
ca. 10
21
m
Prof. A. Credi CHIMICA 0-18
Comprendere come fatta e come
funziona la Natura
! ESPLORATORE
Inventare e creare nuove molecole, nuovi
materiali, nuovi processi
! INVENTORE
Il mestiere del chimico
Prof. A. Credi CHIMICA 0-19
Il mestiere del chimico
Primo Levi, La chiave a stella
... noi chimici montiamo e smontiamo delle costruzioni
molto piccole. Ci dividiamo in due rami principali, quelli
che montano e quelli che smontano, e gli uni e gli altri
siamo come dei ciechi con dita sensibili. Dico dei ciechi,
perch appunto, le cose che noi manipoliamo sono troppo
piccole per essere viste, anche coi microscopi pi
potenti; e allora abbiamo inventato diversi trucchi
intelligenti per riconoscerle senza vederle.
Prof. A. Credi CHIMICA 0-20
Chimica una parolaccia?
Giorgio Nebbia, Airone, Settembre 1998
La chimica gode di una cattiva reputazione anche presso gli studenti perch ritenuta una
disciplina astrusa e difficile. Tale reputazione immeritata: studiare ed imparare la
Chimica non solo non impossibile, ma pu essere anche stimolante e bello!
" La Chimica si occupa di fatti reali e concreti
" La Chimica ragionamento e non nozionismo
Si direbbe di s, a giudicare dalle reazioni della opinione
pubblica che associa i pesticidi chimici allinquinamento
delle acque, gli additivi chimici alla contaminazione dei
cibi, le industrie chimiche agli incidenti...
Prof. A. Credi CHIMICA 0-21
E. Amaldi, Intervista sulla materia dal nucleo alle galassie
Il principio cosmogonico - 1

Alla base di tutta la nostra conoscenza attuale
dellUniverso sta quello che viene chiamato il principio
cosmogonico. Esso consiste nel porre come postulato che
se noi riusciamo a studiare qui sulla Terra, in questo
momento, la costituzione di un atomo o di un corpuscolo e
a misurarne la carica, la massa e tutte le varie propriet,
ebbene noi diamo per ammesso che gli stessi identici
valori di carica, di massa e cos via, valgano in qualsiasi
altro posto dellUniverso e in qualsiasi altro istante del
passato, del presente e del futuro.
Prof. A. Credi CHIMICA 0-22
E. Amaldi, Intervista sulla materia dal nucleo alle galassie
Il principio cosmogonico - 2

Questo principio stato ampiamente confermato da esperimenti fatti
nello spazio negli ultimi anni, grazie ai satelliti, ai veicoli spaziali e alle
spedizioni degli astronauti sulla Luna. Ci molto importante, perch
se questo principio cosmogonico vero, come tutto fa ritenere, ci
significa che studiando per esempio lo spettro della luce emessa da un
qualsiasi elemento chimico in laboratorio (diciamo lidrogeno) e
vedendo lo stesso spettro nella luce che viene da una galassia lontana,
possibile dire allora che in quella galassia c lo stesso elemento, lo
stesso idrogeno che si osserva sulla Terra.
In altre parole, questo principio ci consente di applicare alle
osservazioni dellUniverso quelle regole che applichiamo
nellosservazione della materia intorno a noi: esiste, cio,
ununitariet dei processi, che ci consente di estendere le nostre
conoscenze a tutto il cosmo esplorabile.
Prof. A. Credi CHIMICA 0-23
Obiettivi formativi specifici
del corso di Chimica per Astronomia e Astrofisica


Fornire una buona conoscenza di base nel campo della Chimica che
permetta al laureato in Astronomia di trattare con familiarit, sia dal
punto di vista macroscopico, sia dal punto di vista microscopico,
sostanze e processi chimici che ricorrono nellambiente cosmico
" Di che cosa sono composti gli oggetti materiali di cui formato il
mondo che ci circonda?
" In quale modo le propriet macroscopiche delle sostanze dipendono
dalla loro composizione?
" In quale modo e in quali condizioni le sostanze si combinano tra
loro, oppure si decompongono, per dare origine ad altre sostanze?
Prof. A. Credi CHIMICA 0-24
Organizzazione del Corso


" Caratterizzazione dei componenti fondamentali delle
sostanze (atomi)

" Studio delle propriet chimiche degli atomi, cio della
loro capacit di aggregarsi in modi definiti e costanti per
formare lenorme variet di sostanze che si trovano
nellUniverso (specie chimiche)

" Studio delle trasformazioni delle sostanze, spontanee o
artificiali, e delle condizioni in cui queste trasformazioni
avvengono (reazioni chimiche)
Prof. A. Credi CHIMICA 0-25
Altri obiettivi...

Lo scopo di una preparazione universitaria anche quello di stimolare
la curiosit sul mondo che ci circonda e di sviluppare uno spirito critico
sui problemi di attualit inerenti alla Chimica, ed in particolar modo nei
confronti delle informazioni fornite dai mezzi di comunicazione


Perci parleremo anche di ...

... assottigliamento dello strato di ozono
... piogge acide
... effetto serra
... idrogeno: combustibile del futuro?
... nanotecnologie
Prof. A. Credi CHIMICA 0-26
Sostanze di uso comune
Acqua distillata
Alluminio
Ossigeno
Alcol etilico
Diamante
Grafite
Vitamina C
Zucchero
Marmo
PVC (polivinilcloruro)
Mercurio
Sale da cucina
Ammoniaca
Acqua di mare
Acciaio
Aria
Vino
Vetro
Legno
Succo darancia
Miele
Granito
Benzina
Carta
Olio doliva
Farina
Prof. A. Credi CHIMICA 0-27
CAMPIONE
C almeno una superficie di separazione?
ETEROGENEO OMOGENEO
SI NO
fasi separate Si pu separare con metodi fisici?
MISCELA
OMOGENEA
(SOLUZIONE)
SOSTANZA
(SPECIE CHIMICA)
NO
SI
componenti separati
Si pu separare con metodi chimici
in elementi diversi?
COMPOSTO
SPECIE
ELEMENTARE
NO
SI
Decomposizione chimica
Prof. A. Credi CHIMICA 0-28
Classificazione chimica della materia
materia
composti
costituite da atomi di elementi diversi
cloruro di sodio, zucchero, acqua, metano
specie elementari
costituite da atomi dello stesso elemento
argento, zolfo, ossigeno, idrogeno
miscele
sistemi a pi
componenti
eterogenee
costituite da pi fasi
granito, sangue, sabbia, latte, nebbia
omogenee (o soluzioni)
costituite da ununica fase
bronzo, vino, aria
sostanze
(o specie chimiche)
sistemi ad un componente
Prof. A. Credi CHIMICA 0-29
Gli stati di aggregazione della materia
SOLIDO
LIQUIDO
GASSOSO
Un solido ha forma rigida e un volume fisso,
che non cambia molto con la temperatura
Un liquido ha un volume fisso, ma non una
forma rigida e si adatta al recipiente che lo
contiene; il suo volume pu cambiare, anche
se non sensibilmente, al variare della
temperatura e della pressione
Un gas non ha n un volume n una forma
fissi, dato che si espande in modo da
riempire completamente il suo contenitore;
il suo volume molto dipendente dalla
temperatura e dalla pressione
Prof. A. Credi CHIMICA 0-30