Sei sulla pagina 1di 26

Il Magnetismo

Campi magnetici generati da magneti e da correnti


Magnete: corpo che possiede la propriet della magnetite
Un ago magnetico libero di ruotare intorno a un asse verticale, si dispone in modo che una delle due
estremit (sempre la stessa) si orienti verso il Nord terrestre e l'altra verso il Sud le due estremit
si chiamano polo N(ord) e polo S(ud)
Un magnete attrae la limatura di ferro soprattutto in prossimit dei poli
Le calamite interagiscono fra loro con fore attrattive e repulsive particolarmente intense vicino ai
poli poli di nomi diversi si attraggono, poli di nome uguale si respingono
!ifferena tra poli magnetici e le cariche elettriche: le cariche di un segno si possono separare da
"uelle di un segno opposto, ma non si pu# fare altrettanto con i poli magnetici se si taglia in due
una calamita, si ottengono due magneti, in "uanto nella regione del taglio si generano altri due poli
di nome diverso
Campi magnetici dei magneti
L'interaione fra due magneti si interpreta con l'aione che il campo magnetico generato da un
magnete esercita sull'altro magnete
$er definire il campo generato da un magnete si usa un piccolo ago magnetico impossibilit di
isolare un polo magnetico, cio% un oggetto puntiforme che risenta in condiioni statiche di un
effetto magnetico % presente un campo magnetico se un campo magnetico posto in "uella regione
% soggetto ad aioni meccaniche
&n ogni punto in prossimit di un magnete, un ago magnetico assume una ben determinata
orientaione di e"uilibrio spostandolo, l'ago comincia a oscillare e, "uando le oscillaioni si
smorano per le fore di attrito, torna ad allinearsi con la direione di e"uilibrio la direione
lungo la "uale si orienta l'ago % coincidente con la direione del campo magnetico nel punto
considerato, il verso del campo % definito come "uello che va dal Sud al Nord dello stesso ago
'ampo magnetico campo vettoriale in ogni punto % descritto da un vettore B (induzione
magnetica o campo magnetico)
Linee di forza del campo magnetico linee tangenti in ogni punto al campo e orientate secondo il
verso del campo all'esterno le linee di fora escono dal polo Nord ed entrano nel polo Sud,
proseguendo all'interno del magnete linee chiuse
Le linee si addensano in prossimit dei poli e si diradano allontanandosene a linee di fora pi(
ravvicinate corrisponde un campo di maggiore intensit, a linee di fora diradate corrisponde un
campo pi( debole intensit del campo magnetico massima vicino ai poli di un magnete, minore a
man mano che ci si allontana da essi
Spettro magnetico andamento delle linee di fora di un campo magnetico generato da un
magnete
)ra le estremit di un magnete ripiegato, le linee di fora sono parallele fra loro ed e"uidistanti il
campo magnetico uniforme (situaione analoga a "uella del campo elettrico generato fra le
piastre di un condensatore piano)
*
Il Magnetismo
Campo magnetico terrestre
la +erra % assimilabile a un magnete i cui poli Nord e Sud sono in prossimit del Sud e del Nord
geografici come ogni magnete, la +erra genera nello spaio circostante un campo magnetico:
campo magnetico terrestre
& poli magnetici sono spostati rispetto a poli geografici:
declinazione magnetica deviaione angolare , fra il polo magnetico indicato da una
bussola (Sud del magnete terrestre) e il Nord geografico
inclinazione magnetica angolo i che il campo magnetico terrestre forma con l'orionte
in ciascun punto
-li angoli di declinaione e inclinaione variano sia con il tempo, sia con la posiione della
superficie della +erra
'ampo magnetico della terra dovuto al moto rispetto alla crosta terrestre di materiali fusi dotati di
elevata densit di carica elettrica
Campi magnetici delle correnti
.elaione fra elettricit e magnetismo una corrente elettrica fa deviare un ago magnetico fino a
disporlo perpendicolarmente alla linea corrente/ago (0ersted) un filo rettilineo sufficientemente
lungo percorso da corrente fa orientare un ago magnetico secondo la tangente alla circonferena
avente centro sull'asse del filo la corrente che scorre nel filo % una sorgente di campo magnetico
Linee di forza del campo magnetico generato da un filo rettilineo circonferene concentriche
intorno al filo il loro verso % messo in relaione con "uelle della corrente dalla regola della mano
destra (coincide con il verso in cui si piega la mano destra "uando il pollice punta nel verso della
corrente)
& campi magnetici delle correnti meno intensi di "uelli prodotti dai magneti per far orientare la
limatura di ferro e visualiare la forma delle linee di fore, % necessario operare con correnti
intense nell'ordine di alcuni ampere
Linee di forza del campo magnetico generato da una spira circolare percorsa da corrente nel
centro % diretto perpendicolarmente al piano della spira e il verso del campo % "uello secondo cui
punta il pollice della mano destra, tenuto in posiione perpendicolare alle altre dita "uando "ueste
sono avvolte nel verso della corrente (regola della mano destra)
1an mano che ci si avvicina alla spira, le linee di fora tendono ad assumere una forma circolare
il contributo al campo magnetico dovuto all'elemento di filo pi( vicino (se sufficientemente piccolo
si pu# considerare rettilineo) prevale sui contributi degli elementi pi( lontani il campo
magnetico analogo a quello prodotto da un filo rettilineo
Le linee di fora all'interno della spira sono pi( fitte, mentre all'esterno sono pi( distaniate il
campo magnetico della spira % pi( intenso all'interno e meno all'esterno all'interno i campi
magnetici prodotti da elementi opposti della spira hanno stesso verso, "uindi si sommano, mentre
all'esterno i campi degli stessi elementi hanno verso opposto, "uindi si sottraggono
Linee di forza del campo generato dalla corrente che scorre in un solenoide o bobina ( una serie
di spire molto vicine fra loro realiate con un unico filo) il verso del campo magnetico %
analogo a "uello di una spira circolare
all'interno della bobina, lontano dalle estremit, le linee di fora sono rette parallele
e"uidistanti il campo magnetico % uniforme
all'esterno, se la lunghea del solenoide % molto grande rispetto al diametro delle sue spire
(idealmente infinito), il campo magnetico % nullo2
3
Il Magnetismo
Interazioni magnete-corrente e corrente-corrente
Un circuito percorso da corrente esercita un'aione meccanica su un ago magnetico per il terzo
principio della dinamica un magnete deve esercitare una fora su un circuito percorso da corrente
0sservando le linee di fora del campo magnetico prodotto dalla corrente che scorre lungo una linea
circolare, a una certa distana dalla spira, il loro andamento % uguale a "uello delle linee di fora del
campo prodotto da una barra magnetica la spira si comporta come un magnete con i poli orientati
perpendicolarmente alla sua superficie il campo prodotto dalla corrente che scorre nella spira
sempre assimilabile a quello di un magnete a forma di barra, ovvero un dipolo magnetico
4uadro di 5mp%re dispositivo con cui % possibile studiare l'aione meccanica di un magnete su
un circuito percorso da corrente costituito da un telaio conduttore terminante con poetti pieni
di mercurio, nei "uali pescano gli estremi di una spira conduttrice rigida6 alimentando il circuito con
un generatore e avvicinando il polo Nord di un magnete alla faccia Nord della spira, la spira viene
respinta, mentre affacciando poli di nome diverso, la spira viene attratta
L'e"uivalena fra una spira percorsa da corrente e un dipolo magnetico vale anche per l'aione
meccanica subita dalla spira a causa dell'avvicinamento di un magnete
La fora che un campo magnetico esercita su un filo rettilineo percorso da corrente (il filo fa parte
di un circuito alimentato da un generatore, disposto fra le espansioni polari di una calamita a ferro
di cavallo, perpendicolarmente alle linee di fora del campo magnetico) % perpendicolare sia al
conduttore che al campo magnetico e si inverte se la corrente cambia verso2
Le scoperte di 0ersted influenarono i lavori di 5mp%re sulla relaione fra elettricit e magnetismo
Campo magnetico: se una corrente genera un campo magnetico e un campo magnetico produce una
fora su una corrente, allora due correnti devono necessariamente interagire con una fora
!ue fili rettilinei paralleli percorsi da corrente interagiscono con una fora attrattiva o repulsiva a
seconda che i versi delle correnti siano concordi o discordi:
dette i
1
e i
2
le intensit di corrente in due conduttori paralleli di lunghea l e distana d l'uno
dall'altro, si trova sperimentalmente che l'intensit F della fora d'interaione % direttamente
proporionale a ciascuna delle due intensit di corrente e alla lunghea dei conduttori, mentre %
inversamente proporionale alla loro distana
!etta
m
la costante di proporionalit:
) '7' 8
m
i
*
i
3
l
d
Si introduce una nuova costante: 9
:
permeabilit magnetica nel vuoto, tale che sia 8
m
79
:
;3<
) '7'
9
:
i
*
i
3
l
3< d
4uesta formula % utiliata per definire l'unit di misura dell'intensit di corrente 5mp%re
=
Il Magnetismo
!nit" di misura di corrente
#el SI la corrente $ assunta come grandezza fondamentale e la sua unit" di misura% l&ampere% $
definita come l&intensit" di corrente costante che% mantenuta in due conduttori rettilinei paralleli di
lunghezza molto grande e sezione trascurabile% alla distanza di un metro l&uno dall&altro nel 'uoto%
produce fra i conduttori una forza uguale a 2(1)
-*
# per ogni metro di lunghezza
!all'ampere si deriva l'unit di misura della carica elettrica coulomb: la carica elettrica che
passa in un secondo attra'erso la sezione di un conduttore percorso dalla corrente di un ampere+
,1C-1.s/
Unit di misura del 9
:
:
N
'7'
N s
'7'
> s
'7'
? s
5
3
5 ' 5 m m
? s 7 @ (henrA) 9
:
7 B< C *:
/D
@;m
B
Il Magnetismo
Campo di induzione magnetica
>erso della fora individuabile applicando la regola della mano destra: tenendo il pollice
perpendicolare alle altre dita, orientate iniialmente nel verso della corrente, si esegue una rotaione
del palmo intorno all'asse del pollice, in modo che le altre dita si dispongano, descrivendo un angolo
E minore di *F:G, come il campo magnetico cosH il pollice indica il verso della fora
Nel caso in cui il filo conduttore % percorso da una corrente diretta verso l'alto e il campo magnetico
% orientato verso destra la fora che agisce sul filo % entrante nel foglio
$er un filo rettilineo, il modulo della fora

F
% direttamente proporionale alla lunghea l del filo e all'intensit i della corrente
dipende dall'angolo E formato dalla direione della corrente e dal campo magnetico il
modulo della fora % proporionale a sinE
% massimo "uando E 7 I:G
% nullo se la corrente scorre parallelamente al campo magnetico
B costante di proporionalit:
) 7 J i l sinE
B dipende
dalla sorgente (magnete o conduttore percorso da corrente) del campo magnetico in cui %
immerso il filo conduttore in esame
dalla posiione del filo rispetto alla sorgente
si assume B come modulo del vettore induione magnetica
L'e"uaione definisce il modulo dell'induione magnetica

B nel caso in cui il campo

B sia
uniforme sull'intera lunghea del filo
&n generale

B varia in modulo e direione da un punto all'altro del filo, inoltre niente vieta di
prendere in esame un filo conduttore non rettilineo
&n entrambi i casi, l'angolo E fra la direione della corrente e il campo magnetico pu# non essere lo
stesso per tutti i tratti del filo si pu# allora suddividere il filo in tratti rettilinei di lunghea
infinitesimale Kl6 su ciascun tratto agisce una fora 0

F la cui direione e verso sono individuati
dalla regola della mano destra e la cui intensit %:
K) 7 J i Kl sinE
B 1 modulo dell'induione magnetica nel punto in cui si trova il tratto di filo considerato
E angolo formato dal tratto di filo con la direione del campo magnetico in "uel punto
a forza risultante sull!intero filo la somma vettoriale delle forze agenti sui singoli tratti
L
Il Magnetismo
2irezione% 'erso e modulo dell&induzione magnetica
Il campo di induzione magnetica ,o campo magnetica/

B ha% in ogni punto 3 dello spazio% la
direzione e il 'erso indicati% all&e4uilibrio% dall&asse Sud-#ord di un ago magnetico posto in 3 e
libero di ruotare intorno al proprio centro di massa+ Il modulo del campo si ottiene dal modulo 0F
della forza agente su un tratto di filo conduttore d lunghezza infinitesima 0l% ortogonale al campo
nel punto 3 e percorso da una corrente di intensit" i% mediante la relazione
J '7'
K)
i Kl
L'unit di induione magnetica % il tesla (+)
* + '7' *
N
'7' *
> s
5 m m
3
Un campo di induione magnetica uniforme ha il modulo di *+ se un conduttore rettilineo di
lunghea *m, percorso dalla corrente di *5, % soggetto alla fora di *N "uando % disposto
perpendicolarmente alla direione del campo
-auss * - 7 *:
/B
+
>ettore

B definito mediante una relaione vettoriale Se, per un tratto di filo, viene introdotto il
vettore 0

l tangente al filo, orientato nel verso della corrente e di modulo uguale alla lunghea
del tratto, ricordando la definiione di prodotto vettoriale, si pu# scrivere:
0

F 7 i 0

l M

B 7 J i Kl sinE

B induione magnetica nel punto in cui % localiato il tratto di filo


0

F fora agente su di esso
Le due formule sono coincidenti perchN E % l'angolo compreso tra 0

l e

B
$er "uanto riguarda direioni e versi dei vettori, la formula % consistente con la regola della mano
destra
La fora agente su un tratto di filo rettilineo % perpendicolare sia al campo magnetico sia alla
direione della corrente
O
Il Magnetismo
Induzione magnetica di un filo rettilineo
'onduttore verticale disposto vicino a un ago magnetico libero di ruotare intorno a un asse verticale
inviando nel conduttore una corrente elettrica, l'ago magnetico oscillava sotto l'aione delle fore
esercitate dal campo magnetico della corrente sui suoi poli
&l modulo dell'induione magnetica % inversamente proporionale alla distana del filo
!edurre la stessa legge dalla fora d'interaione fra i due fili rettilinei paralleli percorsi da corrente:
conduttori attraversati da correnti di intensit i
1
e i
2
entrambe con verso uscente2
&ntorno al filo percorso da corrente con intensit i
1
le circonferene concentriche sono le linee di
fora del campo generato dalla corrente campo rappresentato anche dal vettore

B
*
nel punto in
cui si trova il filo percorso dalla corrente di intensit i
2
direione della sua corrente e del campo
magnetico

B
*
sono perpendicolari fra loro
5pplicando la regola della mano destra, si trova la fora

F
*3
che il primo filo esercita sul
secondo mediante il suo campo magnetico forza attrattiva
il suo modulo %:
)
* 3
7 J
*
i
3
l
l lunghea del conduttore
1a % anche:
)
* 3
'7'
9
:
i
*
i
3
l
3< d
d distana fra i due conduttori
!al confronto fra le due e"uaioni, segue che il modulo dell'induione magnetica generata dal
primo filo sul secondo %:
J
*
'7'
9
:
i
*
3< d
'onsiderando la fora agente sul filo percorso dalla corrente di intensit i
1
, come l'aione del campo
magnetico generato dalla corrente di intensit i
2
, che scorre nel secondo filo, si trova che il modulo
dell'induione magnetica sul primo filo %:
J
3
'7'
9
:
i
3
3< d
Legge di Biot-Sa'art
Il modulo B dell&induzione magnetica generata da un filo rettilineo molto lungo percorso da una
corrente di intensit" i in un punto a distanza r dal filo $
J '7'
9
:
i
3< r
2irettamente proporzionale all&intensit" di corrente e in'ersamente proporzionale alla distanza+
Induzione magnetica di una spira circolare
J '7'
9
:
i
3 r
D
Il Magnetismo
Flusso del campo di induzione magnetica
&n analogia con il flusso del campo elettrico, data una superficie S "ualsiasi in un campo magnetico,
pu# essere definito il flusso dell'induione magnetica

B attraverso la superficie2
Se la superficie % piana ed % disposta perpendicolarmente al campo che viene supposto uniforme, il
flusso di

B attraverso la superficie %:
P (

B) 7 J S cosE
Nel caso generale in cui la superficie % curva e il campo magnetico non % uniforme, % necessario
suddividere la superficie in tanti infinitesimi KS, calcolare attraverso ogni elemento il flusso e
sommare algebricamente tutti i flussi ottenuti
Unit di misura: Qeber (Rb)
* Rb 7 * + m
3
"racciando le linee di forza del campo magnetico, il flusso del campo

B attraverso una
superficie, come il campo elettrico, direttamente proporzionale al numero di linee di forze
che attraversano la superficie
Le linee di fora del campo elettrico generato da cariche ferme iniiano sulle cariche positive e
terminano su "uelle negative le linee di fora del campo magnetico non hanno nN iniio nN fine
sono linee chiuse particolarit dovuta al fatto che non esistono monopoli magnetici
sorgenti elementari: dipoli ogni linea di fora che ha origine nel polo Nord di un dipolo si
richiude su se stessa rientrando per il polo Sud
&l campo elettrico, al contrario, ha come sorgenti cariche puntiformi positive o negative che possono
essere isolate le une dalle altre, che possono essere isolate le une dalle altre2
!ato che le linee di fora del campo magnetico sono curve chiuse, il numero delle linee di fora
entranti in una superficie chiusa % uguale al numero di "uelle uscenti il flusso netto che entra
nella superficie o esce da essa % nullo2
5eorema di 6auss per il magnetismo ,Seconda legge di Ma78ell/
Il flusso del campo di induzione magnetica uscente da una superficie chiusa $ sempre nullo%
4ualun4ue sia il campo magnetico e per 4ualun4ue superficie
F
Il Magnetismo
Circuitazione nel campo di induzione magnetica
Un campo vettoriale % conservativo se e solo se la sua circuitaione lungo "ualsiasi cammino chiuso
% nulla il campo magnetico non % conservativo se si riesce a individuare un percorso lungo il
"uale la circuitaione dell'induione magnetica

B % diverso da ero
'ircuitaione di

B lungo una linea di fora del campo magnetico prodotto da un filo rettilineo
molto lungo percorso da corrente
filo e linea di fora, circonferena di raggio r con centro sul filo, visti in seione
campo magnetico diretto in ciascun punto tangenialmente alle linee di fora e per la legge
di Jiot/Savart ha lo stesso modulo su tutti i punti della linea
percorrendo la linea nel verso del campo magnetico e suddividendo il percorso in tanti
spostamenti infinitesimali KS
*
, KS
3
, S, osservando che al limite, "uando gli spostamenti
sono sufficientemente piccoli, il campo % parallelo ed e"uiverso rispetto ad essi, la
circuitaione dell'induione magnetica %: ' (

B) 7 J (KS
*
T KS
3
TS)
avendo indicato con B il modulo dell'induione magnetica lungo la linea di fora e con
KS
*
, KS
3
, S i moduli dei singoli spostamenti
La somma KS
*
T KS
3
TS rappresenta la lunghea 3<r dela circonferena:
' (

B) 7 J 3<r
indicando con i l'intensit della corrente che scorre nel filo, per la legge di Jiot/Savart:
C(

B) '7'
9
:
i
3<r
3<r
'io%:
C(

B) 7 9
:
i
'orrente concatenata: corrente che attraversa la superficie delimitata dalla linea chiusa lungo la
"uale si calcola la circuitaione di (

B)
La circuitaione di un campo vettoriale lungo un cammino chiuso % una "uantit scalare il cui segno
dipende dalla percorrena del cammino occorre attribuire un segno a i regola della mano
destra
I
Il Magnetismo
Circuitazione del campo magnetico prodotto dalla corrente che scorre in un filo rettilineo lungo
una linea chiusa:
linea formata dagli archi di circonferena * e 3, rispettivamente di estremi 5, J e ', !, con
centro sul filo, e dai segmenti J' e !5
si suppone che gli archi siano talmente piccoli da poter essere trascurati archi * e 3
approssimati a circonferene complete
tenendo conto della convenione sul segno della corrente concatenata, le circuitaioni sono:
*2 C
*
(

B) 7 9
:
i
32 C
3
(

B) 7 / 9
:
i
contributo alla circuitaione dato dagli spostamenti lungo i segmenti J' e !5 % nullo
perchN gli spostamenti sono perpendicolari al campo magnetico
circuitaione lungo il percorso chiuso considerato C(

B) 7 C
*
(

B) T C
3
(

B) 7 :
in "uesto caso la corrente che scorre nel filo non % concatenata con il cammino prescelto, in
"uanto non attraversa la superficie da esso racchiusa
generaliaione al campo prodotto dalla corrente che scorre in un circuito di forma
"ualsiasi6 la circuitaione pu# inoltre essere calcolata lungo "ualun"ue linea chiusa
#er corrente concatenata si intende quella che attraversa una qualunque superficie avente
come contorno la linea lungo la quale si calcola la circuitazione
La circuitaione del campo di induione magnetica (

B) dipende sempre dalla corrente totale


concatenata con il percorso chiuso, data dalla somma di tutte le correnti concatenate, prese ciascuna
con il proprio segno
&ndicando con i
c
la corrente totale concatenata in un percorso in cui la corrente i
1
% uscente e
rappresenta una corrente concatenata positiva, mentre la corrente i
2
% entrante e rappresenta una
corrente concatenata negativa, sar: i
c
- i
1
9 i
2
Se le due correnti hanno lo stesso valore assoluto, la corrente totale concatenata con il percorso %
nulla anche la circuitaione di (

B) % nulla
5eorema della circuitazione di .mp$re
La circuitazione dell&induzione magnetica (

B) calcolata lungo un percorso chiuso 4ualsiasi $


uguale al prodotto della permeabilit" magnetica :
)
per la corrente totale i
c
concatenata con il
percorso:
C(

B) - :
)
i
c
&l teorema vale in ogni caso, purch$ le correnti che generano il campo magnetico siano costanti
nel tempo
Il campo di induzione magnetica non un campo conservativo
*:
Il Magnetismo
Induzione magnetica di un solenoide retto
Solenoide infinitamente lungo
J uniforme all'interno (linee di fora si chiudono all'infinito) e nullo all'esterno
si applica il teorema di 5mpere
n 7 numero di spire per unit di lunghea
i 7 intensit di corrente, diretta in senso antiorario
$ercorso chiuso perimetro del rettangolo 5J'!
contributo alla circuitaione lungo il segmento '! nullo J7: in tutti i punti del segmento
contributo alla circuitaione nullo anche lungo i segmenti J' e !5, perchN perpendicolari a

B
alla circuitaione contribuisce solo 5J, interno al solenoide e parallelo alle linee di fora del
campo


B orientato secondo il verso positivo di percorrena del segmento 5J e con lo stesso
modulo in tutti i punti
.B 7 l
C(

B) 7 J l
N 7 numero di spire del solenoide che attraversano la superficie del rettangolo
corrente totale concatenata con il cammino chiuso considerato:
i
c
7 N i U N 7 n l V &
c
7 n l i
C(

B) 7 9
:
n i l
1odulo dell'induione magnetica all'interno del solenoide:
J 7 9
:
n i
**
Il Magnetismo
Il magnetismo nella materia
'ircuito percorso da corrente posto iniialmente nel vuoto

B
:
induione magnetica prodotta dal circuito in un punto dello spaio
.iempiendo lo spaio con un meo materiale nel punto considerato l'induione

B differisce
da

B
:
per un fattore 9
r
:

B 7 9
:r

B
:
Se il meo e omogeneo e isotropo ( stesse propriet chimico/fisiche in tutti i suoi punti e lungo
tutte le sue direioni) 9
r
non dipende dalla direione del campo magnetico relaione valida in
tutti i punti in cui % presente il campo magnetico e 9
r
assume sempre lo stesso valore, sia dove
l'induione % pi( forte sia dov'% pi( debole
%
r
& permeabilit magnetica relativa (al vuoto) esprime in che modo la presena della
materia modifica il campo magnetico rispetto al vuoto
1ateriali diversi caratteriati da differenti valori di 9
r

$ropriet magnetiche descritte dalla permeabilit magnetica W
m
, legati dalla relaione W
m
7 9
r
X *
&n base ai valori assunti da 9
r
i materiali possono essere raggruppati in tre classi:
'( sostanze diamagnetiche
9
r
indipendente da campo magnetico e temperatura
valore di 9
r
lievemente inferiore all'unit
/*:
/B

Y W
m
Y /*:
/O
argento, rame, ac"ua
)( sostanze paramagnetiche
9
r
indipendente da campo magnetico, ma funione della temperatura
valore di 9
r
lievemente maggiore dell'unit
*:
/B

Y W
m
Y *:
/L
platino, aria, alluminio
*( sostanze ferromagnetiche
9
r
dipendente da campo magnetico e temperatura
valori di 9
r
e W
m
compresi fra *:
=
e *:
L
ferro, nichel, cobalto

*3
Il Magnetismo
Momenti magnetici atomici e molecolari
5tomi e molecole possiedono un momento magnetico proprio che interagisce con il campo
magnetico modificandone l'effetto a seconda della natura della materiale
1omento magnetico degli atomi deriva dal:
moto degli elettroni intorno al nucleo ogni particella carica in movimento d origine a
una corrente elettrica un elettrone che ruota intorno al nucleo di un atomo si comporta
come una microscopica spira percorsa da corrente (modello classico non del tutto
corrispondente alla realt fisica, ma comun"ue efficace)
momento magnetico intrinseco delle particelle che costituiscono l'atomo
e valore assoluto della carica elettrica
+ periodo di rotaione dell'elettrone
Spira attraversata da corrente di intensit
i 7
e
+
con verso opposto al moto dell'elettrone
S area delimitata dalla traiettoria dell'elettrone
m momento magnetico della spira;elettrone diretto come la normale positiva al piano della
traiettoria e di modulo
m 7
e S
+
momento magnetico orbitale dell!elettrone
Secondo la meccanica "uantistica m pu# assumere solo valori che siano multipli interi di 9
J
(
magnetone di Johr)
9
J
7 I,3D C *:
/3B
5m
3
molte particelle elementari hanno anche un momento magnetico intrinseco modello dell&elettrone
ruotante un elettrone % assimilato a una sferetta carica che ruota intorno a un asse passante per il
suo centro di massa elettrone possiede:
momento angolare: spin
momento magnetico: m
spin
7 un magnetone di Johr
Spin trova una giustificaione rigorosa solo nell'ambito della teoria "uantistica relativistica
elettrone non ruota intorno a un proprio asse l'elettrone presenta un momento magnetico come se
fosse in rotaione
Momento magnetico di un atomo+
somma vettoriale dei momenti magnetici orbitali e di "uelli di spin corrispondenti a tutte le
particelle che costituiscono l'edificio atomico U momenti magnetici del protone e del
neutrone molto piccoli rispetto a "uelli dell'elettrone trascurabiliV momento
magnetico di un atomo 7 somma vettoriale dei momenti orbitali e di spin dei suoi elettroni
sempre uguale a pochi magnetoni di Johr
sostanze diamagnetiche & momenti magnetici dei singoli elettroni si compensano
totalmente per dare un momento risultante nullo
gli elettroni compensano i loro momenti magnetici a due a due sostane diamagnetiche:
*=
Il Magnetismo
formano un numero pari di elettroni
momento magnetico di una molecola 7 somma vettoriale dei momenti magnetici di tutti gli
atomi
;ffetti prodotti da un campo magnetico sulla materia
#olarizzazione magnetica+ sostana posta in un campo magnetico moto degli elettroni intorno
ai nuclei atomici viene perturbato gli atomi ac"uistano un momento magnetico che si oppone, in
verso, al campo magnetico applicato
conseguene evidenti solo nelle sostanze diamagnetiche gli atomi non presentano un
momento magnetico proprio
1omento magnetico indotto associato alle correnti elettriche trasportate dagli elettroni nel loro
moto orbitale atomo polariato produce un campo magnetico come spira percorsa da
corrente
Sostanza diamagnetica
polariata d origine a un debole campo magnetico per effetto della sovrapposiione dei
campi generati dalle correnti microscopiche che scorrono in ciascun atomo si oppone al
campo applicato riducendone leggermente l'intensit
inseriti in

B atomi di verso opposto
Sostanza paramagnetica
ogni atomo possiede un momento magnetico permanente orientato casualmente
se la sostana viene posta in un campo magnetico i momenti atomici tendono a orientarsi
nello stesso verso e nella stessa direione del campo
polariaione magnetica per orientamento processo la cui entit % tanto maggiore "uanto
pi( intenso % il campo magnetico applicato
anche se l'allineamento dei momenti magnetici atomici, ostacolata dal moto di agitaione
termica, % soltanto pariale, una sostana paramagnetica posta in un campo magnetico si
magnetia ac"uista momento magnetico macroscopico stesso verso del campo
modifica il campo magnetico ad esso applicato a un momento magnetico atomico
corrisponde una sorgente elementare del campo magnetico sovrappone ad esso un campo
orientato nello stesso verso e "uindi accresce, anche se di poco, la sua intensit
Sostanza ferromagnetica
pu# essere diviso in tanti piccoli elementi domini ferromagnetici
momenti magnetici di un dato dominio (fortemente interagenti) allineati sommandosi,
fanno sH che il dominio presenti un momento magnetico totale molto elevato in confronto al
momento di un singolo atomo
magnetiaione spontanea dei domini non si manifesta a livello macroscopico i
momenti magnetici di ciascun dominio sono orientati casualmente nello spaio campo
magnetico da essi prodotto uguale a ero
campione sottoposto all'aione di un campo magnetico esterno domini aventi momento
magnetico orientato come il campo si allargano a spese degli altri domini, che finiscono col
scomparire del tutto se il campo applicato % sufficientemente intenso il campione si
presenta come un unico dominio con momento magnetico orientato nella direione e nel
verso dell'induione magnetica

B il materiale ha raggiunto la saturazione
*B
Il Magnetismo
Ferromagnetismo e ciclo d&isteresi
Sostane ferromagnetiche permeabilit magnetiche (*:
=
X *:
L
) molto elevate
"emperatura di ,urie temperatura al di sopra della "uale il materiale perde le propriet
ferromagnetiche per assumere carattere paramagnetico ( vengono disfatti i domini
ferromagnetici)
campione a forma di anello preliminarmente riscaldato al di sopra
della temperatura di curie per eliminare un'eventuale
magnetiaione residua
filo metallico isolato avvolto intorno all'anello solenoide toroidale
con n spire per unit di lunghea
campione di materiale ferromagnetico ha la propriet di mantenere le
linee di fora del campo magnetico confinate al suo interno linee
di fora dirette parallelamente alla superficie del campione
campo magnetico generato dalla corrente che scorre nel solenoide ha
linee di fora circolari, contenute dentro l'anello ferromagnetico
se l'anello % sufficientemente sottile, le linee di fora sono
e"uidistanti fra loro campo magnetico uniforme
campo magnetico con caratteristiche analoghe a "uelle del campo generato da un solenoide retto
infinito nullo all'esterno e uniforme all'interno

H contributo a

B fornito dalla corrente di un conduttore
modulo del campo

H legato a i dalla stessa relaione di proporionalit diretta del solenoide retto

H noto relaione fra



H e

B :
bobina secondaria avvolta intorno all'anello e connessa con un galvanometro 6 1
variaione del flusso del campo

B induce nella bobina secondaria una corrente, dalla cui
misura si pu# risalire all'intensit B dell'induione magnetica
commutatore che permette di invertire la corrente che scorre nel solenoide
reostato varia l'intensit di corrente
Isteresi magnetica
( 5ndamento dell'induione magnetica

B in funione del campo

H :)
in ogni punto i due vettori hanno direione fissata tangente alla
linea circolare concentrica con l'anello
J varia in maniera non lineare con @ facendo aumentare il valore
di @ (incremento dell'intensit di corrente i) curva di prima
magnetizzazione
@ aumenta la curva prima cresce rapidamente, poi pi( lentamente
valore limite di saturaione J
se si fa diminuire @ induione magnetica decresce con rapidit
*L
Il Magnetismo
insufficiente, per#, affinchN il sistema possa ripercorrere esattamente
in senso inverso la curva di prima magnetiaione
@7: esiste un'induione magnetica J
r
diversa da ero
per annullare l'induione magnetica inversione del verso della
corrente i si porta @ a un valore -.
c
& forza coercitiva
curva chiusa tracciata ciclo d!isteresi magnetica
0gni materiale ha un ciclo d'isteresi caratteristico
&l fatto che J dipenda non linearmente da @ dimostra che nei materiali ferromagnetici la
permeabilit magnetica relativa 9
r
non % costante, nN univocamente determinata ( dipende dalle
precedenti magnetiaioni alle "uali il campione % stato sottoposto)
Se @7: e B=B
c
materiale magnetiato pur essendo nullo il campo magnetico esterno
magnetismo residuo

B=
0

M induione magnetica interamente dovuta alla
magnetiaione del materiale
. li'ello atomico riducendo a ero l'intensit di corrente che ha prodotto la magnetiaione
domini magnetici non tornano ad assumere la configuraione primitiva
momenti magnetici rimangono parialmente allineati
&n base al magnetismo residuo si distingue in:
magneti permanenti (acciaio)
magneti temporanei (magnetismo residuo nullo o eliminabile con un debole campo esterno)
/erriti:
ossidi di ferro con inco, manganese, magnesio e nichel
forma del ciclo d'isteresi "uasi rettangolare
applicaione come memorie magnetiche
al cessare della corrente il nucleo rimane nello stato con induione magnetica B
r

ricorda il verso della corrente e, per l'elevata intensit del magnetismo residuo,
l'informaione immagainata viene conservata definitivamente
0lettromagnete dispositivo capace di produrre un intenso campo magnetico con tempi rapidi di
accensione e spegnimento
1el elettromagnetico dispositivo utiliato per l'apertura;chiusura automatica di un circuito
elettrico
*O
Il Magnetismo
Momento torcente di un campo magnetico su una spira percorsa da corrente
Il momento $ un 'ettore la cui direzione $ perpendicolare al piano di rotazione% 'erso determinato
dalla regola della mano destra e modulo uguale a M = i S B sin
Spira conduttrice rigida di forma rettangolare immersa in un campo di induione magnetica
uniforme di modulo J2
Sui lati a, il campo magnetico esercita due fore aventi
uguale intensit / 2 i a 3 e dirette in versi opposti ( regola
mano destra)2 Le due fore agiscono lungo due rette parallele
distinte costituiscono una coppia esercitano un
momento torcente sulla spira2 )ore agenti su b 7 due vettori
opposti che giacciono sul piano della spira nessun effetto2
'orrente uscente in 3 ed entrante in <, perpendicolare al piano del
foglio
n - 'ersore della normale positi'a al piano della spira% orientato
secondo il pollice della mano destra 4uando $ disposto
perpendicolarmente alle altre dita a''olte nel 'erso della corrente
= - angolo formato da n con il 'ettore di induzione magnetica

B
Se E Z *F:G, il braccio della coppia di fore %
d 2 b sin4
1odulo del momento torcente M 2 / d 2 i a b 3 sin4
essendo a5b 2 S M 2 i S 3 sin4
dipende dalla spira
espressione valida "ualun"ue sia la forma della spira
Se E [ *F:G, 1 Y : le due fore agenti sui due lati verticali fanno ruotare la spira in verso
opposto il momento torcente si inverte
La formula M 2 i S 3 sin4 esprime il momento

M della coppia in forma scalare fornisce la
proieione del vettore

M lungo l'asse di rotaione proieione che ha valori
positivi "uando tende a far ruotare la spira in senso antiorario
negativi "uando tende a farla ruotare in senso orario
Spira in e"uilibrio "uando il momento torcente % nullo due posiioni di e"uilibrio:
*2 E 7 : versore n parallelo all'induione magnetica

B
32 E 7 *F:G versore n antiparallelo all'induione magnetica

B ( e"uilibrio instabile)
&n entrambi i casi la spira giace nel piano perpendicolare al campo magnetico
1omento torcente dipendente da:
induione magnetica
*D
Il Magnetismo
intensit i della corrente che scorre all'interno della spira
superficie S delimitata dalla spira
orientaione della superficie rispetto al campo magnetico
: 7 momento magnetico della spira
9 7 i S direione perpendicolare al piano della spira e verso coincidente con "uello di n
M 2 % 3 sin4 &

M 2

B

M massimo se la spira % parallela a



B
Se c'% un campo magnetico

B e corrente si produce energia meccanica movimento se si
inverte la polarit della spira ogni tot, si ottiene un movimento continuo
Moto di una carica in un campo elettrico
!ato un corpo di carica " in un campo

; la fora agente su esso % determinata dalla relaione:
) 7 "

;
4uando il campo elettrico % uniforme, la particella assume un'acceleraione costante nella direione
del campo, con verso coincidente con "uello di

; (se la sua carica % positiva, opposto se %
negativa)
&l moto della carica in un campo elettrico simile al moto di un corpo che cade sotto l'aione della
fora peso unica differenza+ l'acceleraione gravitaionale % indipendente dalla massa m, mentre
l'acceleraione impressa dal campo

; dipende dalla massa e dalla carica elettrica
Se la velocit % nulla o parallela al campo elettrico il moto si svolge nella direione del
campo
Se la velocit % orientata verso un'altra direione traiettoria: parabola con asse parallelo
alla direione del campo
\
M 7 v t
A 7
* " ]
t
3 m
]liminando la t si ottiene:
A 7
* " ]
M
3
3 m v
3
parabola con l'asse coincidente con l'asse A
(]
c
7
*
mv
3
)
3
!eflessione d dell'elettrone all'uscita delle placche valore di A corrispondente a M 7 l:
d 7
e ] l
3
B ]
c
*F
Il Magnetismo
Moto di una particella dotata di una carica 4 nel campo elettrico generato da una carica
puntiforme fissa <
fora esercitata dal campo:
viene espressa dalla legge di 'oulomb
variabile con la distana fra le due cariche
diretta, in ogni punto, lungo la loro congiungente
*2 repulsiva traiettoria iperbolica (a meno che la velocit iniiale non sia lungo la retta
congiungente le due cariche moto unidireionale)
32 attrattiva moto della particella identico al moto di un satellite nel moto gravitaionale
terrestre vari tipi di orbite:
velocit iniiale 7 ' orbita circolare di raggio r se la particella % lanciata a distana
r dalla carica diretta perpendicolarmente alla fora elettrica e tale che il prodotto della
massa per l'acceleraione centripeta sia uguale alla fora
* " 4
7 m
v
3
B < ^
:
r
3
r
da cui si ricava '
la particella, come nel caso gravitaionale, si allontana definitivamente lungo una
traiettoria parabolica se la sua velocit iniiale (& velocit di fuga) % sufficiente a far sH
che giunga all'infinito con energia cinetica nulla
velocit iniiale Y ' orbita ellittica
velocit iniiale [ ' traiettoria iperbolica
*I
Il Magnetismo
La forza magnetica sulle cariche in mo'imento
)ilo attraversato da corrente

F 2 i

l

B
i !2!
6q
(rapporto tra la "uantit di cariche elettriche che attraversa una seione "ualsiasi del
conduttore nell'intervallo di tempo Kt e l'intervallo Kt stesso)
6t
i !2!
n e 7
U> 7 SCl, con l 7 vCKt, dato che Kt 7 l;vV !2
n e S v 6t
6t 6t

F 2 n e v S

l

B U SCl 7 >V

F 2 n e V v

B U& nC> 7 N: numero totale elettroni nel filoV

F 2 N e v

B
-eneraliando, su "ualsiasi particella di carica 4 in moto con velocit ' in un campo di
induione magnetica

B agisce una fora

F
L
2 q v

B di modulo
F
L
= q v B sin, dove E angolo formato da ' e

B
La fora % nulla se la velocit %
nulla
parallela al campo magnetico sinE 7 :
La fora % massima se la velocit della carica % perpendicolare E 7 I:G e sinE 7 *
Forza di Lorentz
La forza agente su una carica 4 in mo'imento in un campo magnetico $ data dal prodotto 'ettoriale

F
L
2 q v

B in cui la carica 4 'a presa con il suo segno+

F
L
1 forza a cui $ soggetta la particella carica istante per istante
' 1 'elocit" istantanea della particella% in generale dipendente dal tempo

B 1 induzione magnetica nel punto dello spazio nel 4uale la particella possiede 'elocit" '
La forza $ in ogni istante perpendicolare alla 'elocit" 1 perpendicolare allo spostamento 1 non
compie nessun la'oro 1 l&energia cinetica di una particella dotata di carica elettrica in moto in un
campo magnetico $ costante 1 modulo della 'elocit" costante
3:
Il Magnetismo
Moto di una carica elettrica in un campo magnetico
>elocit di una particella carica che si muove in un campo magnetico costante in modulo
moto della particella 7 moto uniforme unico effetto del campo magnetico: incurvare la
traiettoria fora magnetica 7 fora deflettente2
Una carica 4 viene iniettata in un campo magnetico uniforme
uscente con velocit ' perpendicolare all'induione magnetica

B (se obli"ua descrive una spirale)


/

2 q v 3
acceleraione velocit in ogni istante acceleraione
centripeta a
centripeta
= v
2
/r
m 7 massa particella
r 7 raggio di curvatura della traiettoria
) 7 m a 7 m
v
3
m
v
3
'7 " v J r 7
m v
grandee costanti r non varia
r r " J
Una carica elettrica, immessa in un campo magnetico uniforme perpendicolarmente alle linee di
fora, si muove di moto circolare uniforme nel piano perpendicolare al campo2
>elocit lungo la traiettoria 7 velocit della particella nell'istante in cui entra nel campo
f 7
v
U " J r 7 m v
v
7
" J
V f 2
q 3
( indipendente da '/
3< r r m ) 8 m
Se la velocit ' con cui una carica viene immessa nel campo magnetico % composta
vettorialmente da una velocit '
*
nella direione del campo e una velocit '
3
a esso
perpendicolare moto elicoidale:
per effetto di '
3
la particella ruota in un piano perpendicolare al campo
per effetto di '
*
la particella compie anche una traslaione parallela al campo
moto traslatorio 7 moto rettilineo uniforme la fora magnetica non modifica '
*
la particella ruotando con moto circolare uniforme intorno alla direione del campo
magnetico e allo stesso tempo avanando con moto rettilineo uniforme lungo "uella stessa
direione, descrive un'elica cilindrica con asse parallelo al campo
!ispositivo usato per lo studio del moto degli elettroni in un campo magnetico uniforme tubo a
3*
Il Magnetismo
fascio filiforme
L&esperimento di 5homson
.apporto fra carica e massa delle particella costituenti i raggi catodici
2ispositi'o di 5homson:
tubo a vuoto in cui gli elettroni sono emessi per effetto termoionico (
riscaldamento filamento ))
nell&apparato originale 1 raggi catodici prodotti nella scarica di un tubo a
gas a bassa pressione
elettroni che escono dal filamento accelerati per meo di una differena
di poteniale verso l'anodo 5, che ne lascia passare un fascio sottile
attraversano la regione compresa fra due piastre metalliche 3 e 3&
colpiscono uno schermo S fluorescente lasciando come immagine un
puntino luminoso
5 3 e 3& viene applicata una differena di poteniale K> (3 positiva rispetto a 3&) il fascio di
elettroni
L 7 lunghea delle piastre
! 7 distana fra le piastre e lo schermo
_ 7
e ] L
(
L
T ! )
m v
3
3
2imostrazione: La deflessione degli elettroni
Un elettrone penetra (con velocit di modulo ' perpendicolare alle linee
di fora) nel campo elettrico uniforme di modulo ; di un condensatore e viene
successivamente intercettato da uno schermo a distana 2 dalle armature di
lunghea L
>iene fissato un sistema di assi cartesiani sull'elettrone agisce una
fora di intensit e ; diretta nel verso positivo dell'asse A l'elettrone ha, nella
stessa direione, acceleraione costante e;>m
lungo l'asse M (perpendicolare alle linee di fora del campo elettrico) non
agisce nessuna fora
e"uaioni parametriche della traiettoria dell'elettrone nello spaio compreso
fra le armature:
M 7 v t
33
Il Magnetismo
\
A 7
* e ]
t
3
3 m
eliminando t si ottiene l'e"uaione cartesiana della traiettoria:
A 7
* e ]
M
3
3 m v
3
!eflessione _
:
si ottiene ponendo M7L:
A 7
* e ] L
3
3 m v
3
'omponenti cartesiane entro il condensatore della velocit in funione del tempo:
\
v
M
7 v
v
A
7
e ]
t
m
Subito al di fuori del condensatore nell'istante t
:
7L;v componente della velocit ac"uistata
dall'elettrone nella direione dell'asse A
v
A:
7
e ] L
m v
!a "uesto istante l'elettrone si muove di moto rettilineo uniforme fino a intercettare lo schermo2
!urante il tempo di volo ( t
*
7!;v distana percorsa in direione M e componente M della
velocit) lo spostamento dell'elettrone lungo A %:
_
*
7 v
A:
t
*
7
e ] L !
m v
3
&n totale, la deflessione dell'elettrone %:
_ 7 _
:
T _
*
7
e ] L
3
T
e ] L !
7
e ] L
(
L
T ! )
3 m v
3
m v
3
m v
3
3
1isurando la _, restano ancora tre incognite: e% m e ' e/m 2 carica specifica degli elettroni
ricavabile solo determinando la loro velocit
si applica un campo magnetico nella direione perpendicolare al fascio di elettroni e al campo
elettrico
linee di fora del campo magnetico entranti fora di Lorent deflette gli elettroni verso il basso
verso opposto rispetto alla deviaione prodotta dal campo elettrico
Se campo elettrico e campo magnetico applicati simultaneamente si possono regolare i rispettivi
3=
Il Magnetismo
moduli in modo tale che il fascio di elettroni, attraversando la regione dei campi, non subisca alcuna
deflessione la fora elettrica % esattamente bilanciata da "uella magnetica:
e ] 7 e v J v 7
]
J
Sostituendo la v, si ottiene:
_ 7
e J
3
L
(
L
T ! )
m ] 3
Ue>m - *,D C *:
**
';8gV
& unico valore per la carica specifica dei raggi catodici, indipendente dalla natura del catodo
e da quella del gas nel tubo
Scoperta degli isotopi e spettrografo di massa
carica specifica degli ioni 7 4>m
diversi valori della carica specifica degli ioni corrispondenti alla stessa carica ma a diversa massa
isotopi: elementi chimicamente identici aventi lo stesso numero atomico, ma diversa massa
atomica
spettrografo di massa:
strumento usato per separare i vari isotopi
gli ioni, provenienti da un'opportuna sorgente, vengono collimati in uno stretto fascio da
due fenditure )
*
e )
3
e immessi in una regione in cui sono presenti un campo elettrico
uniforme e un campo magnetico (sempre uniforme) perpendicolari fra loro e alla direione
del fascio
fora esercitata dal campo elettrico sugli ioni (positivi) ha la stessa direione e lo stesso
verso del campo, mentre fora esercitata dal campo magnetico ha verso opposto
)
]
7 " ]
" ] 7 " v J v 7
]
)
J
7 " v J J
gli ioni la cui velocit soddisfa "uesta relaione non subiscono alcuna deflessione e possono
attraversare la fenditura )
=
, mentre gli altri vengono intercettati da uno schermo
all'uscita da )
=
si ottiene un fascio di ioni aventi tutti la stessa velocit, nota se sono noti ] e
J regione in cui hanno sede il campo elettrico e il campo magnetico 7 separatore di
velocit
ioni sottoposti a un altro campo magnetico uniforme (verso entrante) di modulo B& e
perpendicolare alla direione del fascio ioni si muovono di moto circolare uniforme
r 7
m v
m 7
" J' r
" J' v
con ' uguale per tutti gli ioni
se stessa carica elettrica massa m degli ioni dipendente solo dal raggio dell'orbita
ioni di isotopi diversi di uno stesso elemento chimico convergono sulla lastra fotografica L
in punti distinti
3B
Il Magnetismo
.cceleratori di particelle
!ispositivi utiliati per portare ad alta energia particelle cariche2
1etodo pi( semplice per portare a elevata energia cinetica corpuscoli carichi acceleraione
mediante un'elevata differena di poteniale tecnica limitata dalle difficolt che si incontrano nel
produrre e mantenere tensioni molto elevate
.cceleratori lineari LI#.C
!ifficolt nell'acceleraione delle particelle cariche superabili utiliando una successione di campi
elettrici agiscono su esse con tante piccole spinte successive
Successione di elettrodi costituiti da conduttori cilindrici cavi, allineati lungo lo stesso asse e
collegati a un generatore di tensione alternata ad altra fre"uena
5cceleraione prodotta con tensione alternata, che cambi periodicamente polarit
Ciclotroni e sincrotroni
'iclotrone formato da due elettrodi a forma di !
4uando si trovano nell'intercapedine fra i due semidischi, le particelle cariche vengono accelerate
da un campo elettrico
campo magnetico ortogonale agli elettrodi funione di mantenerle su un percorso circolare, in
modo che possano essere sottoposte a successive acceleraioni, una ogni meo giro
!ifferena di poteniale dev'essere alternata
)re"uena di oscillaione della tensione applicata deve coincidere con la fre"uena di rotaione
delle particelle particelle cariche descrivono con velocit sempre maggiore una successione di
semicirconferene di raggio crescente (r 7 mv;"J)
5rrivate alla periferia, le particelle vengono espulse per poi essere utiliate
)re"uena di rotaione costante durante la permanena delle particelle nel ciclotrone
5umentando la massa diminuisce la fre"uena del moto circolare (f 7 "J;3<m) cade il
sincronismo riapplicato graie a particolari sistemi:
sincrociclotroni sistema elettronico che faccia diminuire nel tempo la fre"uena della
tensione alternata
sincrotroni campo di induione magnetica di modulo via via pi( grande per compensare
l'aumento della massa le particelle descrivono una traiettoria circolare di raggio costante
campo magnetico di intensit crescente generato da elettromagneti disposti ad anello,
intervallati da one in cui le particelle sono accelerate da un'altra tensione
3L
Il Magnetismo
;ffetto ?all
!eterminaione del segno della carica dei portatori di elettricit in un conduttore si interpreta in
base alla fora di Lorent agente sulle cariche mobili )
L
si dirige verso il basso se la corrente %
dovuta al movimento di elettroni
lamina percorsa da corrente verso destra e immersa in un campo magnetico

B
perpendicolare al piano del disegno in verso uscente
portatori di elettricit, se dotati di carica elettrica /e (negativa) di muovono con velocit di
deriva v
d
verso sinistra
per effetto della fora di Lorent

F
L
7 /e '
d
M

B si accumulano verso il basso,
generando una differena di poteniale fra i bordi $ e 4 della lamina (f2e2m2 di @all), con il
polo positivo in $
Se h % l'altea della lamina:
K>
@
7 f2e2m2 7 ]
@
h
"uando la )
]
bilancia la )
L
]
@
valore stabile uguagliando le due fore:
K>
@
7 J v
d
@
]ffetto @all permette di stabilire se le cariche mobili che trasportano la corrente elettriche sono
positive o negative lasciando invariato il verso della corrente e "uello del campo magnetico, se i
portatori di carica sono positivi, anichN negativi, per effetto della fora magnetica, il bordo $ si
carica negativamente e il bordo 4 positivamente segno della f2e2m2 invertito
3O