Sei sulla pagina 1di 179

JUAN DONOSO CORTS

SAGGIO SUL CATTOLICESIMO, IL LIBERALISMO E IL SOCIALISMO


(pubblicato in Parigi nel 1!1, Tra"u#ione "i G$ E$ %e Ca&tro, Milano' (olpato, 1!)*
+++++++++++++++++++++++++
INDICE

LIBRO PRIMO
IL CATTOLICESIMO
CAPITOLO PRIMO$ , Co-e in ogni gra.e /ue&tione politica .i &ia &e-pre una gra.e
/ue&tione teologica$

CAPITOLO SECO0%O$ , %ella &ociet1 &otto l2i-pero "ella teologia cattolica$

CAPITOLO TER3O$ , %ella &ociet1 &otto l2i-pero "ella C4ie&a cattolica$

CAPITOLO 5UARTO$ , Il cattolici&-o 6 a-ore$

CAPITOLO 5UI0TO$ , C4e 0o&tro Signor Ge&7 Cri&to non 4a trion8ato "el -on"o
per la &ua "ottrina, per le pro8e#ie e pei -iracoli, -a per la &ola "i.init1 "i &ua natura$
CAPITOLO SESTO$ , 0o&tro Signor Ge&7 Cri&to 4a trion8ato "el -on"o con -e##i
e&clu&i.a-ente &oprannaturali$
CAPITOLO SETTIMO$ , La C4ie&a cattolica 4a trion8ato &ulla &ociet1 -algra"o gli
&te&&i o&tacoli e cogli &te&&i -e##i &oprannaturali, c4e con&entirono a no&tro Signor
Ge&7 Cri&to la .ittoria &ul -on"o$
LIBRO SECO0%O
CAPITOLO PRIMO$ , %el libero arbitrio "ell2uo-o$
CAPITOLO SECO0%O$ , Ri&po&ta a" alcune obbie#ioni relati.e a /ue&to "o--a$
CAPITOLO TER3O$ , Manic4ei&-o$ Manic4ei&-o pru"oniano$
CAPITOLO 5UARTO$ 9 Co-e il cattolici&-o &al.i il "og-a "ella pro..i"en#a e
"ella libert1 &en#a ca"ere nella teoria "ella ri.alit1 tra %io e l2uo-o$

CAPITOLO 5UI0TO$ , Inti-e analogie 8ra le perturba#ioni 8i&ic4e e -orali, c4e
"eri.ano "alla libert1 u-ana$

CAPITOLO SESTO$ , La pre.arica#ione angelica, e la pre.arica#ione u-ana:
gran"e##a e" enor-it1 "el peccato$

CAPITOLO SETTIMO$ , Co-e %io rica.a il bene "alla pre.arica#ione "ell;angelo e
"a /uella "ell;uo-o$
CAPITOLO OTTA(O$ , Solu#ioni "ella &cuola liberale attinenti agli accennati
proble-i$
CAPITOLO 0O0O$ , Solu#ioni &ociali&te$

CAPITOLO %ECIMO$ , Seguito "ello &te&&o argo-ento$ Conclu&ione "i /ue&to
libro$
LIBRO TER3O
CAPITOLO PRIMO$ , Tra&-i&&ione "el peccato$ 9 %o--a "ell2i-per8e#ione$

CAPITOLO SECO0%O$ , Co-e %io tragga il bene "alla tra&-i&&ione "ella colpa e
"ella pena: e "ell;a#ione puri8icante "el "olore accettato$

CAPITOLO TER3O$ %o--a "ella &oli"ariet1, contra"i#ioni "ella &cuola liberale$

CAPITOLO 5UARTO$ , Seguito "ello &te&&o argo-ento$ Contra"i#ioni &ociali&te$
CAPITOLO 5UI0TO$ , Seguito "ello &te&&o argo-ento$
CAPITOLO SESTO
%o--i correlati.i al "o--a "ella &oli"ariet1$ Sacri8ici "i &angue$ Teorie "elle &cuole
&ociali&te &ulla pena "i -orte$
CAPITOLO SETTIMO$ , Ricapitola#ione , Ine88icacia "elle propo&te &olu#ioni ,
0ece&&it1 "i una &olu#ione pi7 ele.ata$
CAPITOLO OTTA(O$ 9 %ell;incarna#ione "el <iglio "i %io e "ella re"en#ione "el
genere u-ano$
CAPITOLO 0O0O$ , Seguito "ello &te&&o argo-ento$ 9 Conclu&ione$
+++++++++++++++++++++++++++
LIBRO PRIMO
CAPITOLO PRIMO
Co-e in ogni gra.e /ue&tione politica .i &ia &e-pre una gra.e /ue&tione teologica$
Prou"4on, nelle &ue Confessioni di un rivoluzionario &cri&&e /ue&te note.oli parole'
=E; co&a &orpren"ente co-e alla ba&e "ella no&tra politica tro.ia-o &e-pre la
teologia>$ In ci? non .;4a "i &orpren"ente c4e la &orpre&a "i Prou"4on, giacc4@ la
teologia, e&&en"o propria-ente la &cien#a "i %io, 6 l2oceano c4e co-pren"e e
contiene tutte le co&e$
Tutte 8urono, pri-a c4e 8o&&ero create, e &ono, "opo la crea#ione, pre&enti alla
-ente "i.ina, poic4@ %io, oltre a.erle tratte "al nulla, le in8or-? &ul tipo
eterna-ente in e&&o lui 8or-ato, e tutte in lui coe&i&tono preci&a-ente con
/uell;inti-a -aniera per cui gli e88etti &ono contenuti nelle loro cau&e, le
con&eguen#e nei loro principi, le o-bre nella luce, e le 8or-e nei perpetui loro
-o"elli$ In Lui &i uni8icano l;a-pie##a "ei -ari, la .ariet1 "ei ca-pi, le ar-onie
"elle cele&ti &8ere, le po-pe 8a&to&e "ei -on"i, lo &plen"ore "elle &telle e la
-agni8icen#a "ei cieli' in Lui 6 la -i&ura, il pe&o e il nu-ero "i ogni co&a, poic4@
ogni co&a 6 u&cita "a lui con nu-ero, pe&o e -i&ura$ In Lui &tanno le &upre-e leggi
in.iolabili "egli e&&eri tutti, ognuno "ei /uali &ta &otto l;i-pero "ella &ua' tutto /uanto
.i.e tro.a in e&&o Lui le leggi "ella .ita: /uanto .egeta, le leggi "ella .egeta#ione:
/uanto -o.e&i, le leggi "el -oto: /uanto 4a &en&o, le leggi "ella &en&a#ione: /uanto
4a intelletto, le leggi "ell2inten"ere: /uanto 4a libert1, le leggi "el .olere: "i gui&a c4e
puo&&i a88er-are, &en#a incorrere nel pantei&-o, c4e tutte le co&e &ono in %io e c4e
%io 6 in tutte le co&e$
Con ci? &piega&i e#ian"io co-e, &ce-an"o&i la 8e"e .a"a &ce-an"o in egual
propor#ione la .erit1 &ulla terra, e per /ual cau&a la &ociet1 c4e &i allontana "a %io
.e"a rapi"a-ente abbuiar&i "i 8itte tenebre ogni &uo ori##onte$ On";6 c4e la religione
8u -ai &e-pre con&i"erata in ogni te-po e "a tutti gli uo-ini /ual ba&e
in"i&pen&abile "i /ualun/ue u-ano con&or#io$ =Omnis humanae societatis
fundamentum evellit, qui religionem convellit>, "ice Platone nel A "elle Leggi$
Secon"o Seno8onte (de Socrate* =le citt1 e na#ioni pi7 pie 8urono &e-pre pi7 "ure.oli
e &aggie>$ Plutarco a88er-a (contro Colote* pi agevole ledificar una citt nellaria
che costituire una societ senza la credenza degli Dei$ Rou&&eau (Contratto sociale,
lib$ I(, cap$ * o&&er.a c4e Stato alcuno non fu mai fondato senza che la religione gli
servisse di fondamento$ (oltaire conc4iu"e (Trattato della sovranit cap$ BC* c4e
ovunque esiste una societ la religione allin tutto necessaria$ Tutte le religioni "ei
popoli antic4i ripo&ano &ul ti-ore "egli %ei$ Polibio "i-o&tra /ue&to &anto ti-ore
e&&er pi7 nece&&ario ai popoli liberi c4e non agli altri$ Perc4@ Ro-a 8o&&e la citt1
eterna, 0u-a ne 8ece la citt1 &anta$ <ra le antic4e genti, il popolo ro-ano riu&cD il pi7
gran"e, appunto perc4@ il pi7 religio&o$ A.en"o una .olta Ce&are, ancor gio.ane,
e&pre&&o alcuni "ubbi &ull2e&i&ten#a "egli "6i, &ubito Catone e Cicerone &orgen"o "ai
loro &eggi, l;accu&arono "i a.er "etto parole 8une&te alla repubblica$ Si narra "i
<abri#io, capitano "e; ro-ani, c4e all;u"ir il 8ilo&o8o Cinea pigliar&i gioco "ella
"i.init1 "inan#i a Pirro, e&cla-?' =(ogliano gli I""ii c4e i no&tri ne-ici &eguano
/ue&ta "ottrina /uan"o &aranno in guerra colla RepubblicaE>$
La "i-inu#ione "ella 8e"e, pro"ucen"o la "i-inu#ione "ella .erit1, non in"uce per
8or#ata con&eguen#a la "i-inu#ione, &ibbene il tra.ia-ento "ell2intelligen#a u-ana$
Mi&ericor"io&o e giu&to a un te-po, I""io ri8iuta la .erit1 agli intelletti ribelli, non
ri8iuta loro la .ita: li con"anna all2errore, non alla -orte$ 0oi tutti abbia-o .e"uto
pa&&are "a.anti ai no&tri &guar"i /uei &ecoli &D pro"igio&a-ente incre"uli e &D
piena-ente colti, c4e la&ciarono "ietro a &@ &ulle on"e "el te-po una traccia -en
lu-ino&a c4e abbruciante brillan"o "i 8o&8orica luce nella &toria$ Epper? 8i&&ate gli
occ4i &o.r;e&&i, 8i&&ateli attenta-ente, e .e"rete i loro &plen"ori e&&ere incen"i e non
a.er "ella luce c4e il la-po$ Il lu-e c4e ce li la&cia &corgere &e-bra pro.enire
"all;i&tantaneo &coppio "i -aterie o&cure per &e &te&&e -a in8ia--abili, an#ic4@ "alle
pure regioni on"e irraggia /uella placi"a luce "olce-ente "i88u&a per le .?lte "el
cielo "al &o.rano pennello "i un &o--o pittore$
Pu? "ir&i "egli uo-ini lo &te&&o c4e "ei &ecoli accennati$ Coll;accor"are o ri8iutare
loro la 8e"e, I""io conce"e loro o ri8iuta loro la .erit1: non per? "1 o nega loro
l2intelligen#a$ L;ingegno "egli incre"uli pu? e&&ere e-inente, -entre pu? e&&ere -olto
e&te&o, e -olto li-itato l;ingegno "ei cre"enti: tutta .olta il pri-o non 6 gran"e c4e al
-o"o "ell;abi&&o, -entre il &econ"o 6 &anto co-e un tabernacolo: nell;uno abita
l;errore, nell;altro la .erit1$ Ecco in perc4@ non a..i pi7 &peran#a "i &alute per /uelle
&ociet1 c4e abban"onano l;au&tero culto "ella .ero per la &pecio&a i"olatria
"ell;intelletto$ %opo i &o8i&-i &ucce"ono le ri.olu#ioni, e "ietro i &o8i&ti &tanno i
carne8ici$
5uegli po&&ie"e la .erit1 politica, c4e cono&ce le leggi cui &ono &ottopo&ti i
go.erni: /uegli po&&ie"e la .erit1 &ociale, c4e cono&ce le leggi cui obbe"i&cono le
u-ane &ociet1, e cono&ce /ue&te leggi c4i cono&ce %io e cono&ce %io c4i inten"e
/uanto %io a88er-a "i &e &te&&o e cre"e /uanto inten"e$ in ci? c4e a&colta$ La &cien#a
c4e 4a per oggetto cotali a88er-a#ioni 6 la teologia: on";6 c4e /ual&ia&i a88er-a#ione
relati.a alla &ociet1 o al go.erno, ne &uppone un2altra relati.a a %io: o, ci? c4e torna
lo &te&&o, .erit1 politica o &ociale &i con.erte nece&&aria-ente in una .erit1 teologica$
Se tutto &i &piega in %io e con %io, e &e la teologia 6 la &cien#a "i %io, in cui e per
cui &i &piega tutto, la teologia 6 la &cien#a "i tutto$ Ci? po&to, non .;4a nulla 8uori "i
/ue&ta &cien#a e&&a, c4e non 4a plurale, perc4@ non 4a il tutto, oggetto "i e&&a$ Le
&cien#e politic4e e &ociali non e&i&tono &e non co-e cla&&a#ioni arbitrarie "ell2u-ano
inten"i-ento$
L2uo-o per la propria "ebole##a "i&giungue ci? c4e in %io 6 unito nella &ua &e-plice
unit1: epper? "i&tingue le a88er-a#ioni politic4e "alle a88er-a#ioni &ociali e /ue&te
"alle religio&e: -entre in %io non .;4a c4e una a88er-a#ione unica, in"i.i&ibile e
&upre-a$ C4i, parlan"o e&plicita-ente "i /ualc4e co&a ignora&&e c4e parla
i-plicita-ente "i %io, e c4e, parlan"o e&plicita-ente "i /ualc4e &cien#a, ignora&&e
parlare i-plicita-ente "i teologia: &appia al-eno c4e egli non rice.ette "a %io c4e
l2intelligen#a a&&oluta-ente nece&&aria per e&&ere uo-o$ La teologia pertanto,
con&i"erata nel &uo pi7 generale co-ple&&o, 6 l2oggetto perpetuo "elle &cien#e tutte,
&icco-e %io 6 l2oggetto perpetuo "elle u-ane in.e&tiga#ioni$ 5ual&ia&i parola u&cita
"alla bocca "ell;uo-o 6 un;a88er-a#ione "ella "i.init1, /uella pur anco c4e la
-ale"ice e la nega: e colui c4e ri.olgen"o&i contro %io gri"a nel proprio 8urore' =o
ti a!orro, tu non esisti>, e&pone un co-piuto &i&te-a "i teologia, nell;egual -o"o "i
colui c4e, al#an"o il cuore contrito .er&o %io, e&cla-a' =Signore, punite il vostro
servo che vi adora>$ Il pri-o gli getta in .i&o "i %io una be&te--ia, l;altro "epone ai
&uoi pie"i una preg4iera: -a entra-bi, cia&cuno a &ua 8oggia, a88er-ano %io,
e&&en"oc4@ entra-bi pronunciano il no-e inco-unicabile "i lui$
0el -o"o "i pronunciare co"e&to no-e &i tro.a la &olu#ione "ei pi7 tre-en"i
eni--i' la .oca#ione "elle &c4iatte, la pro..i"en#iale -i&&ione "ei popoli, le gran"i
.ici&&itu"ini "ella &toria, il &orgi-ento e la ca"uta "ei pi7 8a-o&i i-peri, le con/ui&te
e le guerre, le "i&tinti.e "i88eren#e "ei popoli, la 8i&iono-ia "elle na#ioni e per8ino la
.ariet1 "ella loro 8ortuna$
%o.e la &o&tan#a in8inita &ia %io, l2uo-o, a&&orto in una &ilen#io&a
conte-pla#ione, "ar1 la -orte ai propri &en&i e .i.r1 co-e in &ogno, accare##ato "a
aurette pro8u-ate e &ner.anti$ L2a"oratore "ella &o&tan#a in8inita 6 con"annata a
perpetuo &er.aggio e a" inter-inabile in"olen#a' per e&&o il "e&erto a.r1 alcun c4e "i
"i.ino pi7 c4e la citt1, e&&en"o pi7 &ilen#io&o, pi7 &olitario, pi7 .a&to: eppure non
l;a"orer1 co-e %io, perc4@ il "e&erto non 6 in8inito$ L2oceano, c4e abbraccia tutto,
&arebbe la &ua unica "i.init1, &e non a.e&&e le procelle e gli &trani &con.olgi-enti: il
&ole c4e illu-ina tutto &arebbe "egno "el &uo culto, -a l;occ4io &uo ne -i&ura il
"i&co 8ia--ante: il 8ir-a-ento -eriterebbe pure i &uoi o-aggi, &e non 8o&&e &par&o
"i punti lu-ino&i, e la notte anc4;e&&a &e non 8ace&&e &entire "ei -i&terio&i ru-ori$
Suo %io &aranno tutte /ue&te co&e in&ie-e' i--en&it1, o&curit1, i--obilit1, &ilen#io$
I.i &;al#eranno i&tantanea-ente, per l;arcana .irt7 "i una prepotente .egeta#ione,
colo&&ali e barbari i-peri, c4e ro.ineranno un "D ro-oro&a-ente, &c4iacciati "al pe&o
enor-e "i altri i-peri pi7 gigante&c4i, &en#a la&ciar traccia nella -e-oria "egli
uo-ini "el &orgere e "el ca"ere loro$ Gli e&erciti &aranno &en#a "i&ciplina, co-e
gl;in"i.i"ui &en#a ingegno$ An#itutto e principal-ente l2e&ercito &ar1 -oltitu"ine
acco##ata$ La guerra non a.r1 per ri&ultato "i -o&trare /uale &ia la gente pi7 eroica,
-a "i pro.are /ual &ia l2i-pero pi7 popolo&o' la &te&&a .ittoria non &ar1 un titolo "i
legitti-it1 &e non in /uanto, e&&en"o &i-bolo "ella 8or#a, appare &i-bolo "ella
"i.init1$ La teologia e la &toria in"o&tani &ono co&D una &te&&a co&a$
Ri.olgen"o lo &guar"o all2Occi"ente, pre&enta&i /ua&i alle &ue porte, una regione
c4e apre l;ingre&&o a un nuo.o -on"o in -orale, in politica, e" in teologia$ 5ui
l2i--en&a "i.init1 orientale &-inu##a&&i per"en"o /uanto 4a "i au&tero e "i
8or-i"abile' l;unit1 &ua "i.enta -oltitu"ine, c4e &;agita &en#a po&a: e -entre /ui.i
tutto &ta.a i--obile e &ilen#io&o, /ui tutto 6 ro-ore, ca"en#a e ar-onia$ La "i.init1
orientale &i prolunga.a per tutti i te-pi e &i "ilata.a per tutti gli &pa#i: e /ui la
nu-ero&a 8a-iglia "i.ina 4a un albero genealogico e cape tutta /uanta &ulla ci-a "i
un -onte$ Eterna pace go"e il "io "ell2Oriente: /ui nella reggia ";Oli-po tutto 6 in
guerra, e .i regna la con8u&ione e il tu-ulto$
L2unit1 politica .i &ubi&ce le &te&&e .ici&&itu"ini "ell;unit1 religio&a$ Mentre col1 un
i-pero &olo contene.a le citt1 tutte, /ui ogni citt1 6 un i-pero, a un %io corri&pon"e
un re, a una repubblica "i nu-i una repubblica "i citt1$ Gli uo-ini a.ranno alcun c4e
"i eroico e "i "i.ino, e gli "6i alcun c4e "i terre&tre e "i u-ano: e&&i pre&teranno ai
pri-i l2intelligen#a e l2i&tinto "elle gran"i e belle i-pre&e, e ne a&&u-eranno in
rica-bio i .i#i e le ri.alit1$ (i &aranno uo-ini "i alto gri"o e ";eccel&a .irt7 e nu-i
ince&tuo&i e a"ulteri$ Sen&ibile e" energico un tal popolo, glorio&o per i &uoi poeti e
rino-ato per i &uoi arti&ti, &i e&porr1 in &pettacolo al -on"o, e non &ti-er1 bella la
.ita &e non in /uanto 6 cinta "i gloria, e non te-er1 la -orte &e &8ugge all2oblio'
&en&uale 8ino al -i"ollo "elle o&&a, non .e"r1 "ella pri-a c4e i piaceri, e 8ar1 lieto
.i&o all;altra &e lo coglie in un letto "i 8iori$ La &ua 8a-iliarit1 e parentela coi nu-i
ren"er1 /ue&to popolo .ano, capriccio&o, ciancero e petulante, e -ancan"o "i ri&petto
.er&o la "i.init1, -anc4er1 anc4e "i gra.it1 nelle &ue "elibera#ioni, "i per&e.eran#a
nelle &ue i-pre&e, e "i i 8er-e##a nelle proprie ri&olu#ioni$ Il -on"o orientale gli
apparir1 co-e un pae&e 8anta&tico o popolato "i &tatue, -entre "a parte &ua l2Oriente,
.e"en"one la .ita &D e88i-era, &D precoce la -orte, &D bre.e la gloria, lo c4ia-er1
popolo "i 8anciulli: c4@ la pre-inen#a per /ue&ti &ta nella "urata, per /uegli nel
-o.i-ento$ Epper? la teologia, la &toria, l;in"ole ellenica 8or-ano una &te&&a co&a$
Si88atto 8eno-eno 6 e.i"ente &oprattutto nella &toria "el popolo ro-ano$ I principali
&uoi nu-i, "i etru&ca "eri.a#ione, erano greci in ci? c4e a.e.ano "i "i.ino, orientali
in ci? c4e a.e.ano "i etru&co' nu-ero&i co-e /uelli "ei greci, a.e.ano la tetraggine e
l;au&terit1 "egli orientali$ Tanto in politica co-e in religione, Ro-a 6 in&ie-e
l;Oriente e l;Occi"ente, una citt1 co-e /uella "i Te&eo e" un i-pero co-e /uello "i
Ciro$ Ro-a ra88igura Giano' nel &uo capo 4a "ue te&te e ogni te&ta 4a il proprio .i&o,
l2uno &i-bolo "ella "urata orientale, l2altro "ella greca -obilit1: e la &ua -obilit1 6 &D
gran"e "a portarla 8ino ai con8ini "el -on"o, e tale la &ua "urata c4e il -on"o la
procla-a eterna$ C4ia-ata nei con&igli "i.ini a preparare le .ie a Colui c4e "o.e.a
.enire, &ua -i&&ione pro..i"en#iale 8u "i a&&i-ilar&i tutte le teologie e "o-inare tutte
le genti$ Obbe"en"o a" una -i&terio&a c4ia-ata, tutti gli "6i &algono al Ca-pi"oglio
e tutti i popoli colti "a terrore c4inano la 8ronte$ Le citt1, 6 una "ietro l2altra, &i
.eggono &pogliate "ei loro nu-i: /ue&ti, un 6 "opo l2altro, &i .e"ono &pogliati "ei loro
te-pli e "elle citt1 loro$ L; i-pero gigante 4a in &ua -ano la legitti-it1 orientale, cio6
la -oltitu"ine e la 8or#a: e la legitti-it1 occi"entale cio6 l2intelligen#a e la "i&ciplina'
/uin"i nulla gli re&i&te e" e&&o tutto in.a"e: /uin"i atterra tutto e ne&&uno -uo.e
la-ento$ A /uel -o"o c4e la &ua teologia 4a /ualc4e co&a "i "i88erente e in&ie-e
/ualco&a "i co-une con le altre teologie, Ro-a 4a /ualc4e co&a "i &uo proprio e nel
te-po &te&&o -olte co&e c4e le &ono co--uni colle citt1 .inte "alle &ue ar-i o
ecli&&ate "alla &ua gloria' e&&a ria&&u-e la &e.erit1 "i Sparta, l;urbanit1 "i Atene, il
8a&to "i Men8i, la gran"io&it1 "i Babilonia e "i 0ini.e$ Per "ir tutto in un concetto,
l2Oriente 6 la te&i, l2Occi"ente l2antite&i, Ro-a la &inte&i: e l2i-pero ro-ano non
&igni8ica altro c4e /ue&to' la te&i orientale e l2antite&i occi"entale a.er 8inito nel
con8on"er&i e per"er&i nella &inte&i ro-ana$ Sco-ponga&i ora /ue&ta i-ponente
&inte&i nei &uoi ele-enti co&tituti.i, e &i cono&cer1 non e&&er.i &inte&i nell2or"ine
politico e &ociale, &e non perc4@ .i 6 &inte&i nell2or"ine religio&o$ Tanto pei popoli
";oriente e /uanto per le repubblic4e grec4e, e per l2i-pero ro-ano egual-ente c4e
per /uelle repubblic4e e /uei popoli, i &i&te-i teologici &er.ono a c4iarire i &i&te-i
politici' la teologia 6 l;occ4io "ella &toria$
La ro-ana gran"e##a non pote.a &cen"ere "al Ca-pi"oglio c4e cogli &te&&i
-e##i c4e l;a.eano recata$ 0e&&uno pote.a por pie"e in Ro-a &en#a il .olere "egli
"6i: ne&&uno pote.a abbattere il Ca-pi"oglio &en#a toglierne pri-a Gio.e Otti-o
Ma&&i-o$ Gli antic4i, a.en"o una no#ione con8u&a "ella 8or#a .itale inerente a" ogni
religio&o &i&te-a, cre"e.ano non pote&&e e&&ere pre&a una citt1 8ino a c4e non 8o&&e
abban"onata "alle "i.init1 na#ionali$ %a ci?, in tutte le guerre tra citt1 e citt1, "i
popolo a popolo, "i na#ione a na#ione, una lotta &pirituale e religio&a, c4e corre.a le
&te&&e 8a&i "ella -ateriale e politica$ 0el -entre &i "i8en"e.ano col 8erro, gli a&&e"iati
.olge.an&i ai loro "6i &upplican"oli "i non la&ciarli in un "eplorabile abban"ono,
intanto c4e gli a&&e"ianti, per l;oppo&to, &ollecita.ano con -i&terio&e i-preca#ioni
/uei nu-i -e"e&i-i a u&cire "alle -ura$ C4e &ciagurata citt1 non era /uella o.e
&orge&&e il terribile gri"o' =I .o&tri "6i &e ne .anno, gli "6i .i abban"onanoE>$ Il
popolo ebreo non pote.a e&&ere .into &in tanto c4e Mo&6 tene.a le -ani le.ate al
Signore, n@ pote.a .incere /uan"o le abba&&a.a al &uolo: Mo&6 8igura il genere
u-ano, c4e procla-a in ogni epoca, con 8or-ule e -o"i "i88erenti, l2onnipoten#a "i
%io e la "ipen"en#a "ell2uo-o, il potere "ella religione e la .irt7 "ella preg4iera$
Ro-a &oggiac/ue perc4@ &occo-bettero i &uoi nu-i, 8inD il &uo i-pero perc4@ la
&ua teologia ebbe ter-ine$ Co&D la &toria po&e in luce, per co&D "ire, il gran principio
c4e &ta nel pi7 pro8on"o abi&&o "ell; u-ana co&cien#a$
Ro-a a.e.a "ato al -on"o i &uoi Ce&ari e i &uoi %ei: Gio.e e Ce&are Augu&to
a.eano "i.i&o tra loro l;a-pio i-pero "elle co&e "i.ine e u-ane$ Il &ole, c4e .i"e
&orgere e ca"ere .a&ti&&i-i i-peri, non ne cono&ce.a ne&&uno, "a c4e 8u creato non
a.ea .e"uto &orgere e ca"ere un i-pero "i &D i-ponente -ae&t1 e "i &D -irabile
gran"e##a$ Tutte le na#ioni ne a.e.ano &ubito il giogo: le pi7 ro##e anc4;e&&e e pi7
&el.agge a.e.ano c4inato la te&ta: il -on"o intero "epo&to le ar-i, tutto era co-po&to
a pace e &ilen#io$
In /uel torno "i te-po na&ce "a po.eri genitori in u-ile pre&epio, nel pae&e "ei
pro"igi, un 8anciullo -iracolo&o$ %i Lui &i narr? c4e al &uo pri-o .enire alla luce,
una nuo.a &tella brill? in cielo: c4e appena nato, pa&tori accor&ero a" a"orarlo: c4e
angeli .olan"o per l;aria parlarono agli uo-ini: c4e i patriarc4i a.e.ano &o&pirata la
&ua .enuta: c4e i pro8eti a.e.ano annun#iato il &uo regno e c4e le &te&&e &ibille
a.e.ano .aticinato i &uoi trion8i$ Cotali &trani ru-ori giungen"o all;orecc4io "ei &er.i
"i Ce&are, a.e.ano "e&tato in e&&i .ag4i terrori e &ubitanee in/uietu"ini, c4e ben
pre&to ce&&arono, /uan"o .i"ero i giorni e le notti alternar&i colla &olita regolarit1, e
il &ole continuare co-e pri-a a" illu-inare l;ori##onte ro-ano$ E i go.ernatori
i-periali &i "i&&ero a &@ &te&&i' =Ce&are 6 i--ortale, e i ru-ori c4e abbia-o u"iti
&ono "icerie "i gente i-paurita e o#io&a' intanto gi1 trent2anni pa&&arono: contro le
preoccupa#ioni "el .olgo .26 un ri-e"io' "i&pre##o e l2oblio$
5uan";ecco "opo &cor&i i trent2anni, gli o#io&i e i -alcontenti tro.are in nuo.e e pi7
&orpren"enti .oci8era#ioni un altro ali-ento alla loro curio&it1$ Il 8anciullo era
"i.enuto uo-o: e "ice.a&i, /uan"o rice.ette &ul &uo capo l2ac/ua "el Gior"ano, &u "i
Lui 8o&&e &ce&o uno &pirito in 8or-a "i colo-ba: i cieli &i apri&&ero e 8o&&e u"ita una
.oce e&cla-are' ="uesto il mio #iglio diletto>$ Intanto colui c4e lo a.e.a
batte##ato, uo-o au&tero c4e abita.a il "e&erto e 8uggi.a l;u-ano con&or#io, non
ri8ini.a "i gri"are alle turbe' =#ate penitenza>, e in"ican"o il 8anciullo "i.enuto
uo-o, ren"e.a "i Lui /ue&ta te&ti-onian#a' =$cco l%&gnello di Dio, che toglie i
peccati del mondo>$ 0on e&&Fere ci? c4e una &ciocca burla, in.entata "a alcuni &ce-i
buonte-poni, tutti gli spiriti forti ";allora non ne a.e.ano o-bra "i "ubbio$ Il popolo
giu"aico non era 8or&e &tato "e"ito &e-pre ai &ortilegi e alle &uper&ti#ioniG 0ei te-pi
an"ati, /uan"o, &c4ia.i in Babilonia, .olge.a gli occ4i -olli "i lagri-e .er&o il &uo
te-pio "e&erto e la &ua patria per"uta, un gran con/ui&tatore, annun#iato "ai &uoi
pro8eti, era .enuto a liberarlo "alla &c4ia.it7 e a ren"ergli in&ie-e la patria e il &uo
te-pio$ %un/ue non era &trano, an#i a88atto naturale c4e &te&&e atten"en"o un nuo.o
ri&catto e un nuo.o liberatore il /uale &pe##a&&e per &e-pre il "uro giogo "i Ro-a$
Se non .i 8o&&e &tato c4e /ue&to, i &aggi e i &aputi "i allora a.rebbero
probabil-ente la&ciato ca"ere /uelle .oci, e a&pettato, &econ"o l;otti-a loro
abitu"ine, c4e il te-po, potente -ini&tro "ella ragione u-ana, le 8ace&&e "i&per"ere
nell;aria$ Ma non &o /uale a..er&o "e&tino nol per-i&e$ Ge&7 (no-e "ell2uo-o "i cui
"ice.an&i gran"i -era.iglie* "ie"e&i a in&egnare una nuo.a "ottrina e a e&eguire
opere -iracolo&e$ La co&tui au"acia e 8ollia giun&ero al &egno "i c4ia-are ipocriti e
&uperbi i &uperbi e gli ipocriti, e &epolcri i-biancati coloro c4e erano &epolcri
i-biancati$ La "ure##a "el &uo cuore 8u tanta "a racco-an"are ai po.eri la pa#ien#a,
e ri"er&i po&cia "i loro, e&altan"one la 8elicit1$ Per .en"icar&i "ei ricc4i c4e lo
a.e.ano &e-pre &pregiato, "ice loro' Siate -i&ericor"io&i$ Con"ann? la 8ornica#ione
e l2a"ulterio, e -angi? il pane "ei 8ornicatori e "egli a"ulteri$ La &ua gelo&ia 8u &D
gran"e, c4e "i&pre##? i "ottori e i &apienti: e &D .ili i &uoi &enti-enti c4e tratt? colla
gente ba&&a e .illana$ Spin&e l;orgoglio al punto "a c4ia-ar&i Signore "ella terra, "el
-are e "ei cieli, e l;a&tu#ia nei &uoi atti "i ipocri&ia &ino a la.are i pie"i "ei po.eri
peccatori$ Contraria-ente alla &ua &tu"iata autorit1, pre"ic? c4e la &ua "ottrina 6
a-oreHcon"ann? il la.oro in Marta e &anti8ic? l2o#io in Maria' ebbe &egrete
co-unica#ioni con gli &piriti in8ernali e, a pre##o "ella &ua ani-a, ne rice.ette il "ono
"ei -iracoli$ Il popolaccio lo &egui.a, le turbe lo a"ora.ano$
I e.i"ente c4e, -algra"o il loro buon .olere, i -ini&tri "elle co&e &acre e i
"i8en&ori "elle i-periali prerogati.e non pote.ano &tar&ene pi7 oltre i-pa&&ibili,
e&&en"o re&pon&abili, in ragione "elle loro caric4e, "ella -ae&t1 "ella religione e "ella
pace "ell2i-pero$ Ci? c4e &oprattutto li obblig? a ro-pere il loro ripo&o 8u il &entire
c4e, per una parte, una gran 8olla "i popolo era in procinto "i procla-are re "ei
Giu"ei /uel Ge&7, e c4e per l;altra, co&tui "ice.a&i "a &e &te&&o <iglio "i %io e a.ea
tentato "i "i&togliere il popolo "al pagare il tributo$
C4i a.e.a pronunciato tali parole, e operato tali co&e, "o.ea nece&&aria-ente e&&er
po&to a -orte dal popolo$ La &ola "i88icolt1 &ta.a nel giu&ti8icare /uelle incolpa#ioni
e ren"ere onore.ol-ente a buon 8ine /uel proce&&o$ In /uanto al tributo, il reo
interrogato "ie"e /uella 8a-o&a ri&po&ta c4e &concert? tutti i curio&i' 'endete a Dio
quel che di Dio e a Cesare quel che di Cesare, c4e era co-e "ire' o vi lascio il
vostro Cesare e vi tolgo il vostro (iove$ Al co&petto "i Pilato e "el &o--o &acer"ote,
egli &uggell? le &ue parole, a88er-an"o e&&ere lui .era-ente il <iglio "i %io: -a il &uo
regno non e&&ere gi1 "i /ue&to -on"o$ Cai8a allora proruppe' =Co&tui 6 colpe.ole e
"e.e -orire>: e Pilato &oggiun&e il contrario' =La&ciatelo libero, e&&en"o egli
innocente>$
Cai8a, il &o--o &acer"ote, .e"e.a la co&a "al lato religio&o: Pilato, &e-plice laico,
la con&i"era.a &otto il riguar"a-ento politico, n@ pote.a co-pren"ere co-e lo Stato
a.e&&e a c4e 8are con la religione, Ce&are con Gio.e, la politica colla teologia$ Cai8a
in.ece ri8lette.a c4e una nuo.a religione a.rebbe &o--e&&o lo Stato, un nuo.o %io
&bal#ato "al trono Ce&are e la politica in.olta nella teologica ri.olu#ione$ La
-oltitu"ine pen&a.a i&tinti.a-ente co-e Cai8a e coi &uoi roc4i -uggiti c4ia-a.a
Pilato ne-ico "i Tiberio$
Co&D &ta.ano le co&e, /uan"o Pilato, tipo i-perituro "ei giu"ici corrotti, &acri8ic? il
giu&to alla paura, abban"on? Ge&7 al 8urore popolare e cre"ette "i la.ar&i la co&cien#a
la.an"o&i le -ani$ Il <igliuolo "i %io 8u po&to in croce, col-ato "i obbrobri e "i
oltraggi: e ai pi6 "i /uella croce &i al#arono contro "i lui le gri"a e le -ani "ei ricc4i e
"ei po.eri, "egli ipocriti e "ei &uperbi, "ei &acer"oti e "ei "ottori, "elle "onne "i -ala
.ita e "egli uo-ini "i -ala8e"e, "egli a"ulteri e "ei 8ornicatori$ Il <igliuolo &pir?
&ull;igno-inio&o legno pregan"o per i propri carne8ici e racco-an"an"o l;ani-a al
Pa"re cele&te$
Pel pri-o i&tante tutto ri-a&e tran/uillo' -a in"i a poco &i .i"ero co&e non -ai
pri-a .e"ute' l2abo-ina#ione "ella "e&ola#ione nel te-pio, le -a"ri "i Sionne
-ale"ire la propria 8econ"it1, i &palancar&i i &epolcri, Geru&ale--e "e&erta colle &ue
-ura atterrate e il &uo popolo "i&per&o per il -on"o, e il -on"o tutto in ar-i, le
a/uile ro-ane -an"are al cielo la-ento&e gri"a "i "uolo: Ro-a &en#a Ce&ari e &en#a
nu-i, le citt1 "e&erte e i "e&erti popolati: i go.ernatori "elle na#ioni "i lettere ignari e
.e&titi "i pelli: le -oltitu"ini obbe"ire alla .oce "i colui c4e a.e.a lor "etto &ulle
&pon"e "el Gior"ano' #ate penitenza e /uell2altra c4e a.e.a "etto' Chiunque voglia
essere perfetto, lasci ogni cosa, prenda la croce e mi segua, e i re a"orare la croce, e
la croce "o-inare l;uni.er&o$
Ma /ual 6 la cau&a "i &D ra"icali ca-bia-enti, "i &D &trepito&i &con.olgi-enti, "i
una tanta "e&ola#ione e "i /uell;uni.er&ale catacli&-aG C4e .uol "ire ci?G C4e 6
&ucce"etoG 0ulla' &ono &ola-ente nuo.i teologi c4e .anno pre"ican"o per il -on"o
una nuo.a teologia$
CAPITOLO SECO0%O$
Della societ sotto l%impero della teologia cattolica$
5ue&ta nuo.a teologia c4ia-a&i cattolici&-o, e" 6 un co-piuto &i&te-a "i
inci.ili-ento, tal-ente co-piuto c4e abbraccia tutto nella &ua i--en&it1' la &cien#a
"i %io, la &cien#a "ell;angelo, la &cien#a "ell2uni.er&o, la &cien#a "ell2uo-o$
L2incre"ulo &i atterra e&tatico "inan#i a /uella inco-pren&ibile &trane##a, e il
cre"ente 8a lo &te&&o a 8ronte "ella &ua pro"igio&a &ubli-it1$ Se per ca&o taluno
-iran"ola &i .olge poi in"ietro &orri"en"o, gli uo-ini ancor pi7 -era.igliati "i
cotanta &tupi"a in"i88eren#a, c4e non "i /uella pro"igio&a &ubli-it1 e "i /uella
inco-pren&ibile &trane##a, al#ano la .oce e &i -ettono a gri"are' la&cia-o pa&&are
/ue&t;in&en&ato$
L2u-anit1 tutta /uanta an"? &tu"ian"o pel cor&o "i "icianno.e &ecoli le &cuole "ei
&uoi teologi e "ei &uoi "ottori: e "opo a.er &tu"iato tanto, "opo a.er &e-pre i-parato,
al -o-ento in cui &ia-o non 6 ancora giunta a la-bire collo &can"aglio il 8on"o
"ell2abi&&o "ella &cien#a$ In /uella in.ece &;i-para co-e e /uan"o "e.ono a.er 8ine,
co-e e /uan"o 4anno a.uto principio le co&e e i te-pi: i.i &i ri.elano i -era.iglio&i
&egreti c4e 8urono &e-pre c4iu&i alle ricerc4e "ei 8ilo&o8i pagani e alla penetra#ione
"ei &apienti: i.i &i &piegano le cau&e 8inali "i ogni e&&ere, il concor"e proce"ere "elle
u-ane co&e, la natura "ei corpi e l2e&&en#a "egli &piriti, le .ie c4e gli uo-ini
percorrono, la -eta cui ten"ono, il punto ";on"e pre&ero le -o&&e, il -i&tero "el loro
pellegrinaggio, il &egreto "elle loro lacri-e, l;eni--a "ella .ita e l2arcano "ella
-orte$ I 8anciulli c4e attingono alle &ue 8econ"i &orgenti, ne &anno a&&ai pi7 "i
Ari&totele e "i Platone,i "ue lu-inari "ella Grecia: eppure i "ottori c4e in&egnano
cotali "ottrine, -entre &;ele.ano a tanta alte##a, ri-angono u-ili$ Solo al &i&te-a
cattolico 8u "ato pre&entare &ulla terra uno &pettacolo c4e gli angeli &oli
rappre&enta.ano in cielo' lo &pettacolo "ella &cien#a pro&trata "all;u-ilt1 ai pie"i "el
Signore$
5ue&ta teologia .ien "etta cattolica perc4@ 6 uni.er&ale, e lo 6 in tutti i &en&i e &otto
tutti gli a&petti' 6 uni.er&ale perc4@ abbraccia tutte /uante le .erit1: uni.er&ale perc4@
abbraccia tutto /uanto /uelle .erit1 contengono: uni.er&ale perc4@ "e&tinata a
e&ten"er&i per tutti gli &pa#i e prolungar&i in tutti i te-pi: 6 uni.er&ale nel &uo %io e
uni.er&ale nei &uoi "o--i$
%io era unit nelle In"ie, diversit nella Grecia, moltitudine in Ro-a$ Il %io
.i.ente 6 uno nella &o&tan#a, co-e la "i.init1 in"o&tanica: diverso nei &uoi attributi,
alla 8oggia "ei nu-i ellenici: multiplo co-e gli "i ro-ani, riguargo alla -oltitu"ine
"i &piriti (o "6i* c4e gli &er.ono "a -ini&tri$ Egli 6 cau&a uni.er&ale, &o&tan#a
in"e8inita e intangibile, ripo&o eterno e" autore "i ogni -oto: 6 intelligen#a &o--a,
.olont1 &o.rana: egli 6 contenente e non contenuto$ Gli 6 "e&&o c4e tra&&e il tutto "al
nulla, c4e con&er.a ogni co&a nella &ua natura: c4e go.erna gli angeli, gli uo-ini, le
poten#e in8ernali$ Egli 6 -i&ericor"io&i&&i-o, giu&ti&&i-o, buoni&&i-o, 8orti&&i-o,
potenti&&i-o, &e-plici&&i-o, belli&&i-o, &apienti&&i-o$ L2Oriente cono&ce la &ua
.oce, l2Occi"ente gli obbe"i&ce, il Me##ogiorno lo ri&petta, il Settentrione lo onora$
La parola "i lui rie-pie il creato, gli a&tri 8an .elo al &uo .olto, i &era8ini ri8lettono lo
&plen"ore colle 8ia--anti loro ali$ I cieli gli &er.ono "i trono e il globo "ella terra 6
&o&pe&o nella &ua -ano$
5uan"o i te-pi 8urono -aturi, il %io cattolico ri.el? la &ua 8accia, e gli i"oli
8abbricati "agli uo-ini ca""ero in8ranti al &uolo$ 0@ pote.a &ucce"ere altri-enti, o.e
.oglia&i o&&er.are c4e le teologie u-ane non erano c4e 8ra--enti -utilati "ella
teologia cattolica e c4e gli "6i "elle genti altro non erano c4e la "ei8ica#ione "egli
attributi e&&en#iali "el .ero %io, il %io "ella Bibbia$
Il cattolice&i-o &i i-po&&e&&? "ell2uo-o nel corpo, nel cuore, e nell;ani-a &ua$ I
teologi "o--atici gli in&egnarono ci? c4e co&a "o.e.a cre"ere, i teologi -orali&ti ci?
c4e "o.e.a 8are, e i teologi -i&tici, &olle.an"o&i &opra "i tutti, gli appre&ero a &alire,
&ulle ali "ella preg4iera, /uella &cala "i Giacobbe 8or-ata "i pietre pre#io&e, per cui
&cen"e .er&o la terra e l;uo-o &ale .er&o il cielo &ino a punto c4e cielo e terra,
con8on"en"o&i in&ie-e, %io e l;uo-o, &i con8on"ono anc4;e&&i ar"en"o all;incen"io
"i un a-ore in8inito$
Per -e##o "el Cattolici&-o l2or"ine &;in8u&e nell2uo-o, e per co&tui -e##o
attra.er&o nelle &ociet1 u-ane$ Il -on"o -orale rin.enne, all;epoca "ella re"en#ione,
le leggi c4e a.e.a &-arrito al te-po "ella pre.arica#ione e "el peccato$ Il "o--a
cattolico 8u il criterio "elle &cien#e: la -orale cattolica il criterio "elle a#ioni e la
cattolica .erit1 il criterio "egli a88etti$ La co&cien#a u-ana, u&cen"o "ello &tato "i
con8u&ione in cui giace.a, -ir? c4iaro nelle tenebre interiori egual-ente c4e nelle
e&teriori, e alla luce "i /uei tre criteri "i.ini conobbe la 8elicit1 "ella pace c4e a.e.a
per"uta$
%al -on"o religio&o l2or"ine pa&&? nel -on"o -orale, e "al -orale nel politico$
L;I""io cattolico, creatore e con&er.atore "i tutte le co&e, le a&&oggett? al go.erno
"ella &ua Pro..i"en#a, e le go.ern? per -e##o "ei &uoi .icarii$ San Paolo "ice' )on
est potestas nisi a Deo$ (R- 1J, 1* E Salo-one nei Pro.erbi (, 1!*' *er me reges
regnant, et conditores legum +usta decernunt$ L2autorit1 "ei &uoi .icarii 8u &anta,
principal-ente per ci? c4e ebbe "i &traor"inario, cio6 "i "i.ino$ L2i"ea "i autorit1 6 "i
origine cattolica: gli antic4i reggitori "i na#ioni poggiarono la propria &o.ranit1 &u
8on"a-enta u-ane: go.ernarono per &@ e per -e##o "ella 8or#a$ I reggitori cattolici,
non ba"an"o a &@, 8urono &oltanto -ini&tri e &er.i "ei po.eri$ L2uo-o appena "i.ent?
8igliolo "i %io, ce&&? all;i&tante "i e&&ere &c4ia.o: e nulla .;4a "i pi7 .eneran"o, pi7
&olenne e pi7 augu&to "elle parole c4e la C4ie&a pronuncia.a nel giorno "ella
con&acra#ione "ei re' =*rendete questo !astone come em!lema del vostro sacro
potere, affinch, possiate fiancheggiare il de!ole, sostenere colui che vacilla,
correggere il perverso e guidare il !uono per la via della salute- *rendete questo
scettro come regola dell%equit divina che governa i !uoni e castiga i cattivi.
apprendete per esso ad amare la giustizia e ad detestare l%iniquit>$ Parole
per8etta-ente con8or-i all2i"ea "ell;autorit1 legitti-a, ri.elata al -on"o "a no&tro
Signor Ge&7 Cri&to' =Scitis quia hi, qui videntur principari genti!us, dominantur eis,
et principes eorum potestatem ha!ent ipsorum- )on ita est autem in vo!is/ sed
quicumque voluerit fieri ma+or, erit vester minister0 et quicumque voluerit in vo!is
primus esse, erit omnium servus- )am et #ilius hominis non venit, ut ministraretur ei,
sed ut ministraret et daret animam suam redemptionem pro multis>$ (Mc 1C, )B,)!*
%a /ue&to 8elice ri.olgi-ento, tutti gua"agnarono, go.ernati e go.ernanti' /ue&ti
perc4@, non a.en"o &ino allora "o-inato c4e &opra i corpi col &olo "iritto "ella 8or#a,
go.ernarono poi &piriti e corpi con la 8or#a "el "iritto: /ue&ti perc4@ pa&&arono
"all;obbe"ien#a .er&o l2uo-o all;obbe"ien#a .er&o %io, "all;obbe"ien#a 8or#ata
all;obbe"ien#a con&entita$ Ma &e tutti .i gua"agnarono non tutti .i gua"agnarono
ugual-ente: giacc4@ per .ero i principi, nel 8atto &te&&o "i go.ernare in no-e "i %io,
rappre&enta.ano l2u-anit1 &otto il punto "i .i&ta "ella &ua i-poten#a a co&tituire una
autorit1 legitti-a per &@ &ola e in proprio no-e, -entre i popoli, nel 8atto &te&&o "i
non obbe"ire nella per&ona "el principe c4e a %io &olo, rappre&enta.ano la pi7 alta e
glorio&a prerogati.a u-ana, /uella "i non &otto-etter&i c4e al giogo "ell2autorit1
"i.ina$ Ci? &piega "a un lato la &ingolare -o"e&tia "i cui &plen"ono nella &toria /uei
principi 8ortunati c4e gli uo-ini c4ia-ano gran"i e la C4ie&a c4ia-a &anti: e
"all2altro la &ingolare nobilt1 e gran"e##a c4e &i ri.ela nella 8i&iono-ia "i tutti i
popoli cattolici$ Una parola "i pace, "i con8orto e "i -i&ericor"ia &i era 8atta inten"ere
nel -on"o e" a.e.a tocca pro8on"a-ente la co&cien#a u-ana: /uee&ta parola a.e.a
in&egna.a ai popoli c4e i "eboli e i po.eri na&cono per e&&ere &er.iti, perc4@ po.eri e
"eboli: e c4e i 8orti e i ricc4i na&cono per &er.ire, perc4@ 8orti e i ricc4i$ Il
cattolici&-o, "i.ini##an"o l2autorit1, &anti8ic? l2obbe"ien#a: e &anti8ican"o l2una e
"i.ini##an"o l2altra, 4a con"annato l2orgoglio nelle &ue ree -ani8e&ta#ioni, lo &pirito
"i "o-ina#ione e lo &pirito "i ri.olta$ %ue co&e &ono a&&oluta-ente i-po&&ibili in una
&ociet1 .era-ente cattolica' il "i&poti&-o e le ri.olu#ioni$ Rou&&eau, c4e a la-pi e
/uan"o a /uan"o col&e nel .ero, &cri&&e /ue&te note.oli parole' =I no&tri go.erni
-o"erni, "e.ono inconte&tabil-ente al cri&tiane&i-o la pi7 &oli"a autorit1, le -eno
8re/uenti ri.olu#ioni, e l;e&&ere e&&i -e"e&i-i -eno &anguinarii' ci? &i pro.a col
8atto, co-paran"oli cio6 ai go.erni antic4i> ($milio lib$ )*$ E Monte&/uieu' =0oi
"obbia-o al cri&tiane&i-o nel go.erno un certo "iritto politico, e nella guerra un
certo "iritto "elle genti, c4e la natura u-ana non cono&cer1 -ai abba&tan#a> (Spirito
"elle leggi, lib$ BK*$
Lo &te&&o I""io c4e 6 autore e reggitore "ella &ociet1 politica, 6 autore e reggitore
"ella &ociet1 "o-e&tica$ 0el pi7 &ecreto, pi7 alto, pi7 tran/uillo, pi7 &plen"i"o "ei
cieli c26 un tabernacolo, inacce&&ibile agli &te&&i cori angelici, o.e &i co-pie
perpetua-ente il pro"igio "ei pro"igi e il -i&tero "ei -i&teri$ 5ui.i 6 il %io cattolico,
uno e trino' uno nella &ua e&&en#a, trino nelle &ue Per&one$ Il Pa"re genera
eterna-ente il <iglio, e "al Pa"re e "al <iglio proce"e eterna-ente lo Spirito Santo$
Lo Spirito Santo 6 %io, e il <iglio 6 %io, e il Pa"re 6 %io: e %io non 4a plurale,
perc4@ .;4a un &olo %io, trino nelle Per&one e uno nell2e&&en#a$ Lo Spirito Santo 6
%io co-e il Pa"re, -a non 6 Pa"re: 6 %io co-e il <iglio, -a non 6 <iglio$ Il <iglio 6
%io co-e lo Spirito Santo, -a non 6 Spirito Santo: 6 %io co-e il Pa"re, -a non 6
Pa"re: il Pa"re 6 %io co-e il <iglio -a non 6 <iglio: 6 %io co-e lo Spirito Santo, -a
non 6 Spirito Santo$ Il Pa"re 6 onnipoten#a, il <iglio 6 &apien#a, lo Spirito Santo 6
a-ore: e il Pa"re, il <iglio e lo Spirito Santo &ono a-ore in8inito, &upre-a
onnipoten#a, per8etta &apien#a$ In e&&i l2unit1, "ilatan"o&i, genera eterna-ente la
.ariet1: e la .ariet1, con"en&an"o&i, &i ri&ol.e eterna-ente in unit1$ %io 6 te&i, antite&i
e &inte&i: e" 6 te&i &upre-a, antite&i per8etta, &inte&i in8inita$ Perc4@ 6 uno, 6 %io:
perc4@ 6 %io, 6 uno: perc4@ per8etto, 6 8econ"i&&i-o: perc4@ 8econ"i&&i-o, 6 .ario:
perc4@ .ario, 6 8a-iglia$ 0ella &ua e&&en#a e&i&tono, in -o"o inenarrabile e
inco-pren&ibile le leggi "i tutta la crea#ione e i tipi "i tutte le co&e$ Tutto 6 &tato 8atto
a &ua i--agine' co&D la crea#ione 6 una e .aria$ La parola =universo> &igni8ica il
.ario 8u&o nell;uno$
L2uo-o 8u 8atto "a %io, a i--agine "i %io e non &ola-ente a &ua i--agine, -a
anc4e a &ua &o-iglian#a$ E.a proce"e "a A"a-o, Abele 6 generato "a A"a-o e" E.a,
per cui Abele, E.a e A"a-o &ono una &te&&a co&a' &ono l2uo-o, &ono la natura u-ana$
A"a-o 6 l2uo-o pa"re, E.a 6 l2uo-o -a"re, Abele 6 l2uo-o 8iglio$ A"a-o 6 uo-o
co-e Abele, pur non e&&en"o 8iglio, e" 6 uo-o co-e E.a &en#a e&&ere "onna$ Abele
6 uo-o co-e E.a, &en#a e&&ere -a"re, e co-e A"a-o, &en#a e&&ere pa"re$
Tutti /ue&ti no-i &ono "i.ini, co-e lo &ono gli u88ici c4e rappre&entano$ L2i"ea
"ella paternit1, 8on"a-ento "ella 8a-iglia, non pot@ e&&ere co-pre&a "a intelletto
u-ano$ <ra il pa"re e il 8iglio non .;4a alcuna "i /uelle e&&en#iali "i88eren#e c4e
per-ettono la 8or-a#ione "i un "iritto$ La priorit1 6 un 8atto e nulla pi7: lo &te&&o
"ica&i "ella 8or#a: priorit1 e 8or#a non po&&ono per &@ -e"e&i-e co&tituire il "iritto
"ella paternit1, co-un/ue po&&ano "are na&ci-ento a" un altro 8atto, il 8atto "ella
&er.it7$ 5ue&to 8atto &uppone il no-e proprio "i pa"re e padrone, co-e /uello "i
8iglio e "i schiavo$ Tale .erit1 c4iarita "alla ragione, 6 con8er-ata "alla &toria$ Pre&&o
i popoli c4e obliarono le gran"i tra"i#ioni biblic4e la paternit1 non 8u altro c4e
tirannia "o-e&tica$ Se 8o&&e e&i&tito un popolo c4e "a un lato a.e&&e "i-enticato
/ue&te gran"i tra"i#ioni e "all;altro abban"onato il culto "ella 8or#a -ateriale, pre&&o
/ue&to popolo i pa"ri e i 8igli &i &arebbero c4ia-ati non altro c4e 8ratelli$ La paternit1
.iene "a %io e &olo "a %io, e non pu? "eri.are c4e "a lui, "al &uo no-e e "alla &ua
e&&en#a$ Se %io a.e&&e per-e&&o una co-pleta "i-entican#a "elle tra"i#ioni cele&ti,
il genere u-ano in &ul na&cere ne a.rebbe per"uto anc4e il no-e-
La 8a-iglia, "i.ina nella &ua i&titu#ione, "i.ina nella &ua e&&en#a, &eguD o.un/ue le
.ici&&itu"ini "el cattolico inci.ili-ento, e /ue&to 6 tanto .ero c4e la pure##a o la
corru#ione "ella pri-a prece"e co&tante-ente la pure##a o la corru#ione "el &econ"o,
e la &toria "ei tra.olgi-enti e "elle ri.olu#ioni "el &econ"o 6 la &toria "elle
ri.olu#ioni o "ei tra.olgi-enti "el pri-o$
0ei &ecoli cattolici la 8a-iglia ten"e alla per8e#ione, e "i naturale c4e era "i.iene
&pirituale, "al 8ocolare pa&&a ai c4io&tri$ Mentre i 8igli nella &ociet1 "o-e&tica &i
pro&trano ri.erenti ai genitori, i 8igli "el c4io&tro, ancor pi7 &o--e&&i e ri&petto&i,
bagnano colle loro lacri-e i pie"i "i Pa"re -igliore e le .e&ti &ante "i pi7 tenera
-a"re$ 5uan"o l;inci.ili-ento cattolico per"e il &uo i-pero e .olge al -eno, anc4e
la 8a-iglia "eca"e: il &uo i&tituto &i .i#ia, i &uoi ele-enti &i "eco-pongono, e tutti i
&uoi lega-i &i rallentano$ Il pa"re e la -a"re, nati per a-ar&i a .icen"a, pongono 8ra
"i loro un ceri-oniale co-pa&&ato e &e.ero: -entre una 8a-iliarit1 &acrilega rie-pie
l;inter.allo po&to "a %io 4a &tabilito tra genitori e 8igli, e abbatte la barriera "el
ri&petto$ La 8a-iglia, allora, a..ilita e pro8anata, non 6 pi7, e &i tra-uta in con.egni e
ricettacoli "i piacere$
La &toria "ella 8a-iglia &i narrare bre.e-ente$ La 8a-iglia "i.ina, tipo "ella
8a-iglia u-ana, 6 eterna in tutte le &ue per&one$ La 8a-iglia u-ana &pirituale c4e,
"opo la 8a-iglia "i.ina, 6 la pi7 per8etta ";ogni altra, &i perpetua nel te-po: la
8a-iglia u-ana naturale tra il pa"re e la -a"re &u&&i&te /uanto la .ita, e tra il pa"re e
i 8igli per -olti anni, -entre la 8a-iglia u-ana anti,cattolica 6 -olto &e tra pa"re e
-a"re &u&&i&te /ualc4e anno, e tra pa"re e 8igli /ualc4e -e&e: l2arti8iciale "ei club
"ura un giorno: un i&tante /uella "ei con.egni "i piacere$ 5ui, co-e in -olte altre
co&e, il te-po 6 la -i&ura "ella per8e#ione$ Co&D tra la 8a-iglia "i.ina e /uella u-ana
"ei c4io&tri corre lo &te&&o rapporto c4e tra il te-po e l2eternit1: e tra la 8a-iglia
&pirituale "ei c4io&tri pi7 per8etta e la 8a-iglia &en&uale "ei club pi7 i-per8etta,
/uel rapporto c4e e&i&te tra la bre.it1 "i un -inuto e l2i--en&it1 "ei te-pi$

CAPITOLO TER3O
1a societ sotto l%imperio della Chiesa cattolica-

E&&en"o "a un lato co&tituito il criterio "elle &cien#e, il criterio "egli a88etti e il
criterio "elle a#ioni: e "all2altro, e&&en"o co&tituita l2autorit1 politica nella &ociet1 e
l2autorit1 "o-e&tica nella 8a-iglia, era nece&&ario &tabilire un2altra autorit1 &uperiore a
tutte le autorit1 u-ane, organo in8allibile "i tutti i "og-i, "epo&itaria augu&ta "i tutti i
criteri: c4e 8o&&e a" un;ora, &anta e &anti8icante, parola "i %io incarnata nel -on"o,
luce "i %io ri8le&&o &u tutti gli ori##onti, carit1 "i.ina in8ia--ante tutti i cuori: c4e
a"una&&e te&ori "i gra#ie nal tabernacolo alti&&i-o e &ecreto, per poi &pargerle a piene
-ani &ulla terra: per 8ar&i con8orto agli uo-ini a88aticati, ri8ugio ai peccatori, &orgente
"2ac/ua .i.a agli a&&etati, pane "i .ita eterna agli a88a-ati, &apien#a agli ignoranti, e
.ia "i &alute ai tra.iati: c4e 8o&&e 8econ"a "i le#ioni per i potenti, e "2a-ore e "i
-i&ericor"ia per i po.eri: autorit1 po&ta ben alto, a88inc4@ le 8o&&e "ato parlar a
cia&cuno con i-pero e in luogo in.iolabile all;in8uriare "i un -are &en#a /uiete:
un;autorit1 8on"ata "iretta-ente "a %io e non &oggetta alle o&cilla#ioni "elle co&e
u-ane, -a &e-pre nuo.a e antica, "urata e progre&&o, e &orretta "a %io con &peciale
a&&i&ten#a$
5ue&ta alti&&i-a autorit1, in8allibile, &tabilita per l2eternit1, in cui %io &i co-piace
eterna-ente, 6 la &anta C4ie&a cattolica, apo&tolica, ro-ana, corpo -i&tico "el
Signore, &po&a 8elice "el (erbo, c4e in&egna al -on"o ci? c4e appre&e "alla bocca
"ello Spirito Santo: c4e collocata 8ra il cielo e la terra, tra-uta le preg4iere in "oni, e
o88re perpetua-ente al Pa"re, per la &alute "el -on"o, il &angue pre#io&o "el <iglio in
&acri8icio perpetuo e in per8etto olocau&to$
5uantun/ue %io crei ogni co&a co-piuta e per8etta, pure non era nella &ua in8inita
&apien#a "are la .erit1 al -on"o e poi co-por&i a ripo&o, la&cian"ola e&po&ta alle
ingiurie "el te-po, .ano giuoco "i "i&puta$ Per /ue&ta ragione concepD l2i"ea "ella &ua
C4ie&a, c4e &plen"e al -on"o nella piene##a "ei te-pi, bella "i /uella &upre-a
belle##a, "i /uell;alta per8e#ione c4e &e-pre ebbe nel "i.ino inten"i-ento$ %a allora,
per noi piloti "i /ue&to -are &D irto "i &cogli, 8aro lu-ino&o cui "ri##are l;incerto
.iaggio$ E&&a ora cono&ce la no&tra pri-a origine, tutto /uel c4e ci &al.a e /uel c4e ci
"anna, la no&tra origine pri-a e il no&tro 8ine ulti-o, /uello c4e ne gui"a a &al.e##a o
a per"i#ione, e /uale &ia /ue&ta &al.e##a e /ue&ta per"i#ione: e&&a &ola go.erna le
ani-e: &ola illu-ina le intelligen#e, in"iri##a le .olont1, accen"e e puri8ica gli a88etti,
e &ola -uo.e i cuori con la gra#ia "ello Spirito Santo$ E&ente "a colpa e "a errore,
8ranca "a "ebole##a, la &ua .e&te 6 i--acolata: per e&&a le tribola#ioni &ono un
trion8o, e co&D la bre##a leggera co-e il .ento i-petuo&o la ricon"ucono in porto$
Tutto in lei 6 &pirituale, &oprannaturale e -iracolo&o$ I &pirituale, perc4@ il &uo
go.erno &i e&ten"e &ulle intelligen#e, e perc4@ le ar-i "i cui &i &er.e per "i8en"er&i e
per colpire &ono ar-i &pirituali: 6 &oprannaturale perc4@ or"ina tutto &econ"o un 8ine
&oprannaturale e perc4@ 4a per o88icio "i e&&ere &anta e "i &anti8icare
&oprannatural-ente gli uo-ini: 6 -iracolo&a perc4@ nella &ua i&titu#ione &i
coor"inano tutti i gran"i -i&teri, perc4@ la &ua e&i&ten#a, la &ua "urata, le &ue
con/ui&te &ono un continuo -iracolo$ Il Pa"re in.ia il <iglio al -on"o, il <iglio al
-on"o in.ia i &uoi apo&toli e a /ue&ti lo Spirito Santo, "i -aniera c4e nella piene##a
co-e nel principio "ei te-pi, nella 8on"a#ione "ella C4ie&a co-e nella crea#ione
uni.er&ale, il Pa"re, il <iglio e lo Spirito Santo inter.engono in&ie-e$ %o"ici
pe&catori pronun#iano le parole c4e &uonano -i&terio&a-ente al loro orecc4io, e "i
&ubito &i &cuote la terra: un 8uoco in&olito ar"e nelle .ene "el -on"o, la bu8era
a..iluppa le na#ioni, tra&cina gli uo-ini, ro.e&cia gli i-peri, con8on"e le &c4iatte' il
genere u-ano &u"a &angue &otto la pa&&ione "i.ina$ E "a tutto /ue&to &angue, "a tutta
/ue&ta con8u&ione "i &c4iatte, popoli e na#ioni, "a tutte /ue&te i-petuo&e bu8ere, e "a
/ue&to 8uoco c4e circola per tutte le .ene "ella terra, il -on"o e&ce rinno.ato, e
pro&ternato ai pie"i "ella C4ie&a "i Ge&7 Cri&to$
5ue&ta citt1 -i&tica "i %io tiene aperte le porte "a tutti i lati, per -o&trare c4e
c4ia-a tutti i popoli' 2nam omnium rempu!licam agnoscimus mundum, "ice
Tertulliano$ 0on .;4a n@ barbari n@ greci, n@ ebrei n@ gentili per lei: accoglie lo &cita
e il ro-ano, il per&iano e il -ace"one, tutti /uelli c4e accorrono "all2Oriente e
"all2Occi"ente, "alle &piagge "el Settentrione e "ai ca-pi "el -e##o"D$ Il &anto
-ini&tero "ell2in&egna-ento e "ella "ottrina, l2i-pero e il &acer"o#io uni.er&ale le
appartengono$ La per citta"ini re e i-peratori, per eroi -artiri e &anti, per -ili#ie
uo-ini 8orti, c4e .in&ero la carne e incatenarono la concupi&cen#a$ %io pre&ie"e
in.i&ibil-ente a /ue&t;au&tera a&&e-blea e ai &uoi &anti&&i-i concili$ 5uan"o i &uoi
ponte8ici parlano alla terra, la loro parola in8allibile 6 gi1 &critta nel cielo "a %io
&te&&o$
5ue&ta C4ie&a, &tabilita nel -on"o &en#a ba&i u-ane, "opo a.erlo tolto "a un
abi&&o "i corru#ione lo tra&&e "alle notte "ella barbarie$ E&&a 4a &e-pre co-battuto le
guerre "el Signore, e in tutte ar-eggiata, "a tutte 6 u&cita .ittorio&a$ Gli eretici
negano la &ua "ottrina, e&&a trion8a "elle eret&ie: tutte le pa&&ioni u-ane le &i
&cagliano a""o&&o, e" e&&a &i 8a bella "el loro trion8o: il pagane&i-o -uo.e con lei
a" una lotta e&tre-a, e il pagane&i-o &occo-be ai &uoi pie"i: re e i-peratori la
per&eguono, e la 8erocia "ei loro carne8ici 6 .inta "alla co&tan#a "ei -artiri$ 0on lotta
c4e per la &ua &anta libert1 e il -on"o le accor"a l;i-pero$
Sotto il /uale pro&pere.ole i-pero 8iorirono le &cien#e, i co&tu-i &i puri8icarono, e
tutte le gran"i i&titu#ioni "o-e&tic4e, politic4e e &ociali a&&un&ero uno &.iluppo
-irabile$ E&&a non ebbe anate-i c4e per gli e-pi, pei popoli ribelli, pei re tiranni: la
libert1 "i8e&e contro i re o.e a&pira&&ero a con.ertire in tiranni"e un giu&to
reggi-ento, e contro i popoli "i8e&e l2autorit1 o.e ten"e&&ero a una e-ancipa#ione
a&&oluta, e contro tutti "i8e&e i "iritti "i %io e "ell;in.iolabilit1 "ei &uoi &anti
co-an"a-enti$ 0on c26 .erit1 c4e la C4ie&a non abbia procla-ato, non errore c4e
non abbia colpito "ei &uoi anate-i, e per lei la libert1 nel .ero 8u &anta, la libert1
nell2errore 8u abo-ine.ole, co-e l2errore in &@ &te&&o$ A &uo cre"ere l2errore na&ce e &i
-antiene &en#a il titolo "el "iritto, per /ue&to lo &eguD "appertutto, lo co-batt@, e lo
&trapp? "alle pi7 ripo&te pieg4e "el cuore u-ano$ Co-e &i88atta nega#ione "i "iritto
"ell2errore &i ere&&e a "o--a religio&o, co&D &i ere&&e anc4e a "o--a politico,
procla-ato &e-pre e "a tutte le poten#e "ella terra$ Tutte po&ero 8uori /ui&tione il
principio c4e &er.e loro "i 8on"a-ento, e tutte c4ia-arono errore e tol&ero ogni
legitti-it1 al principio oppo&to, tutte &i "ic4iararono per &@ in8allibili e co-e tali
inappellabili$ Se e&&e poi non 4anno con"annato tutti gli errori politici, non 6 gi1
perc4@ la co&cien#a "el genere u-ano ricono&ce&&e per .ero alcuno ";e&&i, -a perc4@
e&&a non .olle -ai ricono&cere il pri.ilegio "ell2in8allibilit1 nella "eter-ina#ione e
/uali8ica#ione "egli errori$
%alla ine88icacia a&&oluta "ei poteri u-ani a /uali8icare gli errori, nac/ue il
principio "ella libera "i&cu&&ione, 8on"a-ento alle -o"erne i&titu#ioni$ 5ue&to
principio non &uppone nel con&or#io ci.ile, co-e a pri-a .i&ta parrebbe, una
inco-pren&ibile e colpe.ole i-par#ialit1 intorno al .ero e all2errore: -a e&&o &i 8on"a
&opra "ue altre &uppo&i#ioni, "i cui una 6 .era -entre l2altra 6 8al&a' la pri-a c4e i
go.erni non &ono in8allibili, ci? c4e 6 piena-ente .ero: la &econ"a c4e 6 in8allibile la
"i&cu&&ione, ci? c4e 6 piena-ente 8al&o$ L2in8allibilit1 non pu? e&&ere "alla
"i&cu&&ione, o.e non lo &ia pri-a in coloro c4e "i&cutono: -a e&&a non pu? e&&ere in
coloro c4e "i&cutono &e non 6 nel te-po &te&&o in /uei c4e go.ernano$ Se
l2in8allibilit1 6 un attributo "ella natura u-ana, 6 tanto nei pri-i co-e nei &econ"i: &e
non 6 nella natura u-ana, non 6 n@ negli uni n@ negli altri$ La /ue&tione &ta "un/ue
nel .eri8icare &e la natura u-ana &ia 8allibile o in8allibile, o, c4e 6 lo &te&&o, &e la
natura u-ana &ia &ana oppure "eca"uta o in8er-a$
0el pri-o ca&o, l2in8allibilit1, attributo e&&en#iale "i una -ente &ana, 6 il pri-o e
pi7 gran"e "ei &uoi attributi$ %a /ue&to principio "eri.ano nece&&arie con&eguen#e' &e
la -ente u-ana 6 in8allibile perc4@ &ana, non pu? errare, perc4@ 6 in8allibile: &e non
pu? errare perc4@ in8allibile, la .erit1 6 in tutti gli uo-ini: i&olati o congiunti, tutte le
loro a88er-a#ioni e tutte le loro nega#ioni "e.ono e&&ere nece&&aria-ente i"entic4e:
&e tutte le loro a88er-a#ioni e tutte le loro nega#ioni &ono i"entic4e, la "i&cu&&ione 6
inconcepibile e a&&ur"a$
0el &econ"o ca&o, la 8allibilit1, -alattia "ella -ente in8er-a, 6 la pri-a e la pi7
gran"e 8ra le -alattie "ell2uo-o: "on"e le &eguenti con&eguen#e$ Se la -ente u-ana 6
8allibile perc4@ in8er-a, ei non pu? gia--ai -ai e&&er certo "ella .erit1, perc4@ 6
8allibile: /ue&ta incerte##a 6 e&&en#ial-ente in tutti gli uo-ini congiunti o i&olati: &e
/ue&ta incerte##a 6 e&&en#ial-ente in tutti gli uo-ini congiunti o i&olati, tutte le loro
a88er-a#ioni o nega#ioni "ebbono e&&ere una contra""i#ione nei ter-ini, perc4@
"ebbono e&&ere nece&&aria-ente incerti: &e tutte le loro a88er-a#ioni o nega#ioni &ono
incerte, la "i&cu&&ione 6 a&&ur"a e inconcepibile$
Il cattolice&i-o &olo "ie"e una &olu#ione &o""i&8acente e legitti-a, co-e tutte le
&ue &olu#ioni, "i /ue&to tre-en"o proble-a, in&egnan"o /uanto &egue' L2uo-o .iene
"a %io, il peccato .iene "all2uo-o: l2ignoran#a e l2errore, co-e il "olore e la -orte
.engono "al peccato: la 8allibilit1 .iene "all2ignoran#a, e "alla 8allibilit1 "eri.a
l2a&&ur"o "elle "i&cu&&ioni$ Ma aggiunge' l2uo-o 6 &tato re"ento, o&&ia per il &olo atto
"ella re"en#ione e &en#a alcuno &8or#o "a parte &ua 8u tolto alla &c4ia.it7 "el peccato,
o al-eno 4a ac/ui&tato il potere "i ro-pere le &ue catene e "i con.ertire l2ignoran#a,
l2errore, il "olore e la -orte in -e##i "i &anti8ica#ione, pel buon u&o "ella &ua libert1
annobilita e re&taurata$ La C4ie&a rappre&enta la natura u-ana &en#a peccato, /uale 6
u&cita "alle -ani "i %io, piena "i originaria giu&ti#ia e "i gra#ia &anti8icante' e per
/ue&to -oti.o 6 in8allibile e non &oggetta a -orire$ %io la po&e &ulla terra a88inc4@
l2uo-o, aiutato "alla gra#ia a ne&&uno ri8iutata , po&&a ren"er&i "egno
"ell;applica#ione "el &angue .er&ato per lui &ul Cal.ario, &otto-etten"o&i libera-ente
alle "i.ine i&pira#ioni$ Con la 8e"e ei .incer1 la propria ignoran#a: con la pa#ien#a
.incer1 il "olore, con la ra&&egna#ione la -orte: e la -orte, "olore, ignoran#a non
e&i&tono pi7 c4e per e&&ere .inti colla ra&&egna#ione, colla pa#ien#a ,colla 8e"e$
Segue c4e la C4ie&a 4a &ola il "iritto "i a88er-are o "i negare, e c4e 8uori "i lei non
.;6 "iritto "i a88er-are ci? c4;ella nega o "i negare ci? c4;ella a88er-a$ 5uan"o la
&ociet1, a.en"o obliato le &ue "eci&ioni "ottrinali, c4ie&e alla &ta-pa, alla tribuna, ai
giornali&ti e alle a&&e-blee' c4e 6 la .erit1, c4e 6 l;errore, l;errore e la .erit1 an"arono
con8u&e nelle intelligen#e: la &ociet1 entr? nel regno "elle o-bre, rica""e &otto il
"o-inio "elle 8in#ioni$ Senten"o "a una parte in &@ &te&&a un2i-perio&a nece&&it1 a
&otto-etter&i alla .erit1 e "i toglier&i all2errore, e "all2altra l;i-po&&ibilit1 "i accertare
o l2errore o la .erit1, "e&&a 4a co-binato un catalogo "i .erit1 con.en#ionali e
arbitrarie e un catalogo "i errori prete&i: poi "i&&e' =Io a"orer? i pri-i e con"anner? i
&econ"i>, ignoran"o, nel &uo pro"igio&o acceca-ento, c4e a"oran"o gli uni e
con"annan"o gli altri, nulla con"anna e nulla a"ora: o c4e &e a"ora o con"anna alcuna
co&a, non 6 c4e &@ &te&&a$
L2intolleran#a "ottrinale "ella C4ie&a 4a &al.ato il -on"o "al cao&$ 5ue&ta
intolleran#a "ottrinale po&e 8uori "i /ui&tione la .erit1 politica, la .erit1 "o-e&tica, la
.erit1 &ociale e la .erit1 religio&a, .erit1 pri-iti.e e &ante non &oggette a "i&cu&&ione,
perc4@ ogni "i&cu&&ione 4a in e&&e il &uo 8on"a-ento: .erit1 c4e non 6 po&&ibile
re.ocare in "ubbio un &olo i&tante, &en#a c4e .acilli la -ente, per"uta tra la .erit1 e
l;errore, &en#a c4e lo &pecc4io pi7 puro "ella ragione u-ana &i o&curi e per"a la bella
&ua luce$ Perci? la &ociet1 e-ancipata "alla C4ie&a non 8ece altro c4e per"ere te-po
in "i&pute &terili e" e88i-ere 8atue, le /uali parten"o "a uno a&&oluto &cettici&-o,
"anno per ri&ultato uno &cettici&-o co-pleto$ La C4ie&a, la C4ie&a &ola ebbe il &anto
pri.ilegio "elle "i&cu&&ioni 8ruttuo&e e 8econ"e$ La teoria carte&iana &econ"o cui la
.erit1 e&ce "al "ubbio, co-e Miner.a "al capo "i Gio.e, "i&cono&ce la legge "i.ina
c4e pre&ie"e nel te-po &te&&o alla genera#ione "ei corpi e a /uella "elle i"ee$ Per
/ue&ta legge, i contrari e&clu"ono perpetua-ente i contrari, o i &i-ili generano
perpetua-ente i &i-ili$ E in .irt7 "i e&&a, "al "ubbio "eri.a perpetua-ente il "ubbio,
"allo &cettici&-o lo &cettici&-o, co-e "alla 8e"e &caturi&ce la .erit1, e "alla .erit1 la
&cien#a$
Alla cogni#ione pro8on"a "i /ue&ta legge "ella genera#ione intelletti.a, &ono
"o.ute tutte le -era.iglie "ella ci.ilt1 cattolica$ I &uoi teologi, anc4e con&i"erati
u-ana-ente, 8ronteggiano co&D i 8ilo&o8i -o"erni co-e gli antic4i: i &uoi "ottori
&orpren"ono colla .a&tit1 "el loro &apere: i &uoi &torici o&curano /uelli "el
pagane&i-o per larg4e##a "i &inte&i e le.atura "i -ente c4e &on loro proprie$ La Citt
di Dio "i &ant2Ago&tino 6 tuttor oggi il libro pi7 pro8on"o c4e il genio, illu-inato al
raggio "el cattolici&-o abbia o88erto all;a--ira#ione "egli uo-ini$ Gli atti "ei
concili, tacen"o "ell2i&pira#ione "i.ina, &ono i pi7 co-piuti -onu-enti "ella
pru"en#a u-ana$ Le leggi canonic4e &i &ono la&ciate -olto a""ietro le ro-ane e le
8eu"ali$ C4i &upera in &cien#a &an To--a&o, in genio &ant2Ago&tino, in "ignit1
-ae&to&a Bo&&uet, in nerbo &an PaoloG C4i pi7 poeta "i %anteG C4i egual a
S4aMe&peareG C4i -aggiore a Cal"eronG C4i &eppe co-e Ra88aello ritrarre nella tela
l;i&pira#ione e la .ita Ponete gli uo-ini innan#i le pira-i"i "2Egitto, e .i "iranno' /ui
ebbe culla un gran"e e Barbaro inci.ili-ento: , Poneteli innan#i alle &tatue grec4e e
.i "iranno' /ui l;inci.ili-ento 8u pi7 e"ucato, pi7 &plen"i"o, -a pi7 e88i-ero e -eno
robu&to: , Poneteli innan#i a un -onu-ento ro-ano, e .i "iranno' 6 8attura "i un
gran"e popolo$ Mentre innan#i a una gotica catte"rale, nel .e"ere tanta -ae&t1 e tanta
gra#ia, il .ario &D -irabil-ente 8u&o nell;uno, e il 8are ora &.elto, ora -i&urato, &oa.e
nei contorni, puro nelle linee, poi /uella -era.iglio&a ar-onia "i &ilen#io e "i luce, "i
o-bre e "i colore, nel .e"ere tutto /ue&to .i "iranno' =5ui &tan#i? il popolo pi7
gran"e "ella &toria, 8iglio "ell;inci.ili-ento pi7 pro"igio&o e pi7 .ero: 8a&to&o co-e
l;Egi#iano, gaio co-e il Greco, 8orte co-e il Ro-ano, e" inoltre ci? c4e pi7 -onta,
i--ortale e per8etto>$
Se "alle &cien#e, "alle lettere e "alle arti ci &olle.ia-o allo &tu"io "elle i&titu#ioni,
c4e la C4ie&a 4a 8on"ato con il &uo &o88io, nutrite con la &ua &o&tan#a, circon"ate con
la &ua luce, -antenute col &uo &pirito, /ue&to &pettacolo non pre&enter1 -inori
-era.iglie$ Il cattolici&-o c4e ri8eri&ce tutto a %io, c4e or"ina tutto in no-e "i %io, e
c4e in &i88atta gui&a con.erte la libert1 &upre-a tra&8or-an"o co&D la &upre-a libert1
in ele-ento "ell2or"ine &upre-o e l;in8inita "i.er&it1 in ele-ento "ell2unit1 in8inita, 6
"i &ua natura la religione "elle a&&ocia#ioni .igoro&e, congiunte 8ra loro "a a88init1 "i
&i-patia$ 0el cattolici&-o l2uo-o non 6 -ai &olo, e per tro.arlo tale, &i-bolo
"ell2egoi&-o e "ell2orgoglio, bi&ogna u&cire "ai con8ini cattolici$ 0el .a&ti&&i-o
cerc4io "e&critto "a /ue&ti con8ini gli uo-ini .i.ono a&&ociati, obbe"en"o agl2i-pul&i
"elle pi7 nobili ten"en#e "i attra#ione: &i88atte a&&ocia#ioni &i co-penetrano tra loro,
e congiunte entrano in una pi7 .a&ta, .era-ente uni.er&ale, in cui &i -uo.ono
libera-ente con la legge "i &upre-a ar-onia$ Il 8iglio na&ce e -uore
nell2a&&ocia#ione "o-e&tica, c4e 6 8on"a-ento a" ogni altra u-ana a&&ocia#ione$ Le
8a-iglie &i raggruppano 8ra loro con8or-e-ente alla legge per cui e&i&tono, e co&D
raggruppate "anno origine a pi7 .a&te riunioni, "ette cla&&i$ Le cla&&i &i propongono
8ini .ari, alcune colti.ano le arti "ella pace, altre /uelle "ella guerra, altre
a--ini&trano la giu&ti#ia, e &.iluppano l2in"u&tria$ In /ue&ti aggruppa-enti naturali,
&i 8or-ano altri gruppi co-po&ti "i coloro c4e &i con&acrano a" uno &te&&o u88icio, o
.i.ono in una &te&&a con"i#ione, o la -e"e&i-a gloria ricercano: &icc4@ tutti /ue&ti
gruppi coor"inati nelle loro cla&&i, e le cla&&i coor"inate 8ra loro, gerarc4ica-ente
"i&po&te, co&titui&cono lo Stato, .a&ta a&&ocia#ione in cui ogni altra &i -uo.e con
larg4e##a "i intenti$
5ue&to per il punto "i .i&ta &ociale$ Sotto il punto "i .i&ta politico, le 8a-iglie &i
a&&ociano in .ari gruppi e cia&cun gruppo "i 8a-iglie 8or-a un co-une, il /uale non
6 altro &e non co-unione "i "iritto nel ren"ere il culto a %io, nell;a--ini&trare i
propri beni, nel "ar pane ai .i.i e &epoltura agli e&tinti$ Perci? ogni co-une po&&ie"e
un te-pio, &i-bolo "ella &ua unit1 religio&a, una ca&a -unicipale, &i-bolo "ell2unit1
a--ini&trati.a: un territorio, &i-bolo "ella &ua unit1 giuri&"i#ionale e ci.ile: un
ci-itero, &i-bolo "el &uo "iritto alla &epoltura$ Tutte /ue&te "i88erenti unit1
co&titui&cono l2unit1 -unicipale, c4e 4a pure un &uo &i-bolo nel "iritto "ell;ar-i e "ei
propri colori$ %al co-ple&&o "ei .ari co-uni e&ce l2unit1 na#ionale, c4e a &ua .olta 6
&i-boleggiata in un trono e per&oni8icata in un re$ Sopra tali -agni8ic4e a&&ocia#ioni,
po&a un;altra, /uella cio6 8or-ata "alle a&&ocia#ioni cattolic4e coi loro principi
cri&tiani congiunti in &eno alla C4ie&a, il /ual co-ple&&o per8etto e &upre-o 6 uno nel
&uo capo, -olteplice nei &uoi -e-bri, -olteplice nei 8e"eli &par&i per il -on"o e uno
nella catte"ra &anta c4e &plen"e a Ro-a, circon"ata "i "i.ina luce$ 5ue&ta catte"ra
e-inente 6 centro u-anitario, 8igurato nella &ua -olteplicit1 "ai concili generali,
nella &ua unit1 "a colui c4e 6 &ulla terra il capo co-une "ei 8e"eli e il .icario "i Ge&7
Cri&to$
Ecco la "i.er&it1 &upre-a, l;unit1 &o.rana, la &ociet1 per8etta$ Gli ele-enti nelle
&ociet1 u-ane agitanti&i "i&or"inata-ente &i -uo.ono in e&&a colla pi7 alta ar-onia$
Il ponte8ice e&ercita a" un;ora coll;autorit1 "i re il "iritto "i.ino e il "iritto u-ano$ Il
"iritto "i.ino ca-peggia &oprattutto nell2i&titu#ione, l;u-ano nella &celta "ella
per&ona: e la per&ona &celta a ponte8ice "agli uo-ini .i 6 con8er-ato "a %io, attalc4@
la -onarc4ia ponti8icia congiunge la &an#ione "i.ina e la &an#ione u-ana, i .antaggi
"elle -onarc4ie eletti.e e /uelli "elle ere"itarie$ E&&a po&&ie"e la popolarit1 "elle
une, l2in.iolabilit1 e il pre&tigio "elle altre: co-e le pri-e, i &uoi con8ini 4anno
un;e&ten&ione "eter-inata, co-e le &econ"e, tale "eter-ina#ione non "ipen"e "a una
&traniera .olont1, -a "alla propria, giacc4@ il &uo 8on"a-ento ripo&a nella &ua
ar"ente carit1, nella &ua u-ilt1 pro"igio&a e nella &ua pru"en#a in8inita$ Ma /ual 6
/ue&ta -onarc4ia il cui re eletto 6 .enerato e c4e, /uan"o tutti po&&ono a&pirare e
ottenere il regno, &i con&er.a i--une "a guerre "o-e&tic4e e "a "i&cor"ie ci.iliG
5ual 6 /ue&ta -onarc4ia in cui re &te&&o elegge gli elettori, i /uali in appre&&o
eleggeranno il re, tutti e&&en"o eletti e" elettoriG In ci? &i 8a innan#i un gran"e e
pro8on"o -i&tero, l2unit1 c4e genera perpetua-ente la -olteplicit1 e /ue&ta /uella,
-i&tero c4e 8igura il concor&o "i tutte le co&e, co&icc4@ tale -agni8ica -onarc4ia
rappre&enta colui c4e, e&&en"o .ero %io e .ero uo-o, partecipa "i unit1 e "i.er&it1 in
&@ &te&&o -irabil-ente congiunte$ La legge occulta c4e pre&ie"e alla genera#ione
"ell2unit1 e "ella "i.er&it1 "e.2e&&ere la pi7 alta, pi7 uni.er&ale, pi7 -i&terio&a "i ogni
altra, /uantun/ue %io le abbia a&&oggettate tutte le co&e, co&D "i.ine co-e u-ane,
create e increate, .i&ibili e in.i&ibili$ Una nella &ua e&&en#a, in8inita nelle &ue
-ani8e&ta#ioni: tutto c4e e&i&te la -ani8e&ta e con -o"i .ari e -olteplici$ In %io 6 a"
un -o"o, nel %io uo-o a un altro, an un altro nella C4ie&a, nella 8a-iglia e
nell2uni.er&o, -a con tuttoci? non ce&&a ";e&&er nel tutto e in cia&cuna "elle parti "el
tutto: /ui 6 un -i&tero in.i&ibile e inco-pren&ibile, l1, con&er.an"o&i -i&tero, 6 un
8eno-eno .i&ibile e un 8atto palpabile$
A lato "el re, cui "ebito 6 regnare con una &upre-a in"ipen"en#a e go.ernare con
i-pero a&&oluto, e&i&te un &enato co-po&to "a PrDncipi "i "i.ina or"ina#ione,
perpetuo e "i.ino, -a c4e go.erna, in gui&a "a non i-pe"ire, n@ "i-inuire, n@
ecli&&are l;autorit1 &upre-a "el -onarca$ La C4ie&a 6 la &ola -onarc4ia c4e po&ta a
contatto con una oligarc4ia potenti&&i-a, con&er.? la piene##a "el &uo "iritto: e" 6 la
&ola oligarc4ia c4e po&ta a contatto con una -onarc4ia a&&oluta, non &i "ie"e -ai a
ribellioni e turbolen#e$ Co-e "opo il re .engono i prDncipi, co&D "opo i prDncipi
.engono i &acer"oti, incaricati "i un &acro -ini&tero$ 0ulla in &i88atta &ociet1
pro"igio&a a..iene co-e nelle altre a&&ocia#ioni u-ane: giacc4@ &e in /ue&te la
"i&tan#a 8ra coloro c4e occupano il pi7 ba&&o gra"ino "ella gerarc4ia &ociale ba&e e
coloro c4e occupano il .ertice "ella gerarc4ia &ociale e /uelli c4e ne occupano il pi7
ele.ato, 6 troppo gran"e per non -uo.ere negli in8eriori lo &pirito "i ribellione e "i
tirannia nei &uperiori, la C4ie&a 6 "i tal -o"o or"inata c4e nel &uo &eno e la tirannia e
la ri.olta &ono i-po&&ibili$ La /ualit1 "i &u""ito non 6 -eno gran"e "i /uella "i
prelato, e /uella "i prelato con&i&te principal-ente in ci? c4e 4a "i co-une con /uella
"i &u""ito$ La -aggiore "ignit1 "ei .e&co.i non &ta nell;e&&ere prDncipi, n@ nell;e&&ere
re /uella ponti8icia, -a nell;e&&ere &acer"oti co-e i &oggetti$ La loro prerogati.a
&ubli-e e inco-unicabile non 6 gi1 nel go.erno -a 6 nel potere "i ren"ere i 8igli "i
%io &c4ia.i "i loro .oce: nell2o88erta "el <iglio al Pa"re co-e &acri8icio ince&&ante per
le colpe "egli uo-ini, nella -i&&ione "i -e##o all;e88on"i-ento "ella gra#ia, nel
"iritto &upre-o e inco-unicabile "i ritenere e "i ri-ettere i peccati$ La pi7 alta
"ignit1 6 /uella "i cui tutti &ono ri.e&titi, e c4e &ta non nell2apo&tolato, non nel
ponti8icato, -a nel &acer"o#io$
O.e &i riguar"i particolar-ente alla "ignit1 ponte8icia, la C4ie&a ci appare una
-onarc4ia a&&oluta, e o.e alla &ua co&titu#ione apo&tolica in &@ &te&&a, una
potenti&&i-a oligarc4ia$ Se poi &i con&i"era "a una parte la "ignit1 co-une ai prelati e
ai &acer"oti e "all2altra l2abi&&o pro8on"o c4e &epara il &acer"o#io "al popolo, e&&a ci
&e-brer1 un;i--en&a ari&tocra#ia$ 5uan"o &i getta lo &guar"o &ulla innu-ere.ole
-oltitu"ine "i 8e"eli &par&i per il -on"o, e &i &corge il &acer"o#io, l;apo&tolato, il
ponti8icato e&&ere al &uo &er.i#io e tutto in /ue&ta &ociet1 -era.iglio&a or"inar&i non
per l;ingran"i-ento "i c4i co-an"a -a per la &alute "i c4i obbe"i&ce: /uan"o &i
con&i"era il "og-a con&olante "ell2eguaglian#a "elle ani-e, /uan"o &i pen&a c4e il
Sal.atore "el -on"o 6 -orto in croce per tutti e per ognuno e c4e 6 principio
procla-ato "o.ere il buon pa&tore "are la .ita per le &ue pecore: /uan"o &i ri8lette c4e
&copo alle a#ioni "ei .ari -ini&teri 6 la riunione "ei 8e"eli, la C4ie&a ci appare
un;i--en&a "e-ocra#ia, nella piena e bella &igni8ica#ione "ella parola, o al-eno una
&ociet1 i&tituita per un 8ine e-inente-ente popolare e "e-ocratico$
Ma ci? c4e pi7 &orpren"e &ta nell;e&&ere la C4ie&a /uale alle apparen#e &i -o&tra$
0elle altre &ociet1 /ue&te "i.er&e 8or-e "i go.erno &ono inco-patibili 8ra loro, e &e
per a..entura tro.an&i congiunte, per"ono gli e&&en#iali caratteri o li -o"i8icano$ La
-onarc4ia non pu? &u&&i&tere unita all2oligarc4ia e all2ari&tocra#ia &en#a tro.ar&i
-ancante "el &uo potere natural-ente a&&oluto, e &en#a c4e l2oligarc4ia e
l2ari&tocra#ia &-inui&cano "i poten#a$ La -onarc4ia, l2oligarc4ia e l2ari&tocra#ia non
po&&ono .i.ere con la "e-ocra#ia a -eno c4e /ue&ta non &i pri.a "el carattere
a&&orbente e" e&clu&i.o, e l2oligarc4ia "ella poten#a, "ella con/ui&ta l2ari&tocra#ia, "el
potere a&&oluto la -onarc4ia: il ri&ultato "e8initi.o "ella loro -utua unione &ar1 il
loro -utuo annienta-ento$ 0ella C4ie&a &ola, &ociet1 &oprannaturale, e&&i agi&cono
con ar-onia "i -e##i e "i 8ini, con&er.an"o la loro originale intere##a e il pri-iti.o
potere$
Si88atta paci8ica co-bina#ione "i 8or#e tra loro contrarie e "i go.erni cui unica
legge, u-ana-ente parlan"o, 6 la guerra, pre&enta la pagina pi7 bella "egli annali "el
-on"o$: &e il go.erno "ella C4ie&a pu? e&&ere "e8inito &i "irebbe un2i--en&a
ari&tocra#ia, "iretta "a un potere oligarc4ico a88i"ato a un re a&&oluto, il /uale "e.e
o88erir&i per la &alute "el popolo in perpetuo olocau&to al Signore$ 5ue&ta "e8ini#ione
&arebbe la -a&&i-a "elle "e8ini#ioni, co-e /uella c4e "e8ini&ce la co&a pi7 gran"e
"ella &toria$
Ria&&u-en"o bre.e-ente ci? c4e &26 "etto, po&&ia-o a88er-are &en#a te-a "i
e&&ere &-entiti "ai 8atti, c4e il cattolici&-o 4a "ato a tutte le co&e u-ane or"ine e
ar-onia .arii al .ariare "i a&petto &ociale$ 5uanto all2uo-o, pel cattolici&-o il corpo
8u &otto-e&&o alla .olont1, la .olont1 all2inten"i-ento, l2inten"i-ento alla ragione, la
ragione alla 8e"e e tutto alla carit1 la /uale tra-uta l2uo-o in %io, col puri8icarlo al
8uoco "ell;a-ore$ 5uanto alla 8a-iglia, pel cattolici&-o, le tre per&one "o-e&tic4e
congiunte "al pi7 "olce "ei lega-i giun&ero a co&tituir&i &tabil-ente$ 5uanto al
go.erno, pel cattolici&-o, l2autorit1 e l2obbe"ien#a 8urono &anti8icate, e per &e-pre
con"annate la tiranni"e e la ri.olta$ 5uanto alla &ociet1 pel cattolici&-o, ce&&arono le
guerre "i ca&ta e &i inaugur? una pre&tabilita ar-onia, &icc4@ il 8econ"o &pirito "i
a&&ocia#ione &ucce&&e a /uello ";egoi&-o e "2i&ola-ento, e l2i-pero "ell2a-ore
all2i-pero "ell2orgoglio$ 5uanto alle &cien#e, alle lettere e alle arti, pel cattolice&i-o
l2uo-o 8u re&o capace "el .ero e "el bello, "el .ero %io e "ei &uoi &plen"ori$ %al c4e
ri&ulta c4e con il cattolici&-o .enne &ulla terra una &ociet1 &oprannaturale, eccellente
e per8etta, &tabilita "a %io, "a lui con&er.ata e a&&i&tita, c4e -antiene .i.a in perpetuo
la &ua eterna parola, c4e "1 al -on"o il pane "ella .ita, c4e non pu? ingannare n@
ingannar&i, c4e in&egna agli uo-ini gli in&egna-enti "el Cielo e" 6 i--agine "i tutte
le "i.ine per8e#ioni, tipo &ubli-e, -irabile e&e-plare "elle &ociet1 u-ane$
0el capitolo &eguente .err1 co-piuta-ente "i-o&trato c4e n@ il cri&tiane&i-o n@ la
C4ie&a cattolica, &ua a&&oluta e&pre&&ione, a.rebbero potuto operare &D gran"i co&e, e
&D -era.iglio&i pro"igi e -uta#ioni tanto &orpren"enti, &en#a l2aiuto "i %io, il /uale
go.erna &oprannatural-ente la &ociet1 con la &ua pro..i"en#a, l2uo-o colla &ua
gra#ia$
CAPITOLO 5UARTO
l Cattolicismo amore-
<ra la C4ie&a cattolica e le altre &ociet1 &par&e &ulla 8accia "ella terra corre lo &te&&o
inter.allo c4e 8ra i concetti naturali e &oprannaturali, 8ra le i"ee u-ane e le "i.ine$
Pel -on"o pagano la &ociet1 e la citt1 erano una co&a -e"e&i-a$ Pel Ro-ano la
&ociet1 era Ro-a, per l;Atenie&e era Atene$ <uori "i Atene e "i Ro-a e&i&te.ano &olo
genti barbare e incolte, e per propria natura ro##e e in&ocie.oli$ Il Cri&tiane&i-o 4a
ri.elato all2uo-o la &ociet1 u-ana: e, co-e &e ci? non ba&ta&&e, gli 4a ri.elato un2altra
&ociet1 a&&ai pi7 gran"e e" eccellente, alla cui i--en&it1 non "ie"e n@ li-iti, n@ 8ine$
E&&a 4a per citta"ini i &anti c4e trion8ano in cielo, i giu&ti c4e &o88rono nel purgatorio
e i cri&tiani c4e co-battono in terra$
Leggan&i attenta-ente a una a una le pagine "ella &toria: "opo a.erle tutte ben
bene -e"itate, &i .e"r1 con -era.iglia c4e /ue&to gigante&co concetto 6 nato &olo,
&en#a "i&egno e &en#a prece"enti: c4e 6 nato co-e una ri.ela#ione &oprannaturale,
co-unicata in -o"o &oprannaturale all;uo-o$ Il -on"o l;4a rice.uto ";un &ol tratto:
e&&o lo co-pre&e &olo /uan"o 8u -ateriato nella .ita e l;intra.i"e per -e##o "i pura
irra"ia#ione e "i &e-plice e i--e"iata intui#ione$ C4i -ai pote.a, &e non 8o&&e &tato
%io, c4e 6 a-ore, in&egnare a coloro c4e co-battono /uaggi7, c4e e&&i &ono in
co-unione con /uelli c4e &o88rono in purgatorio e con /uelli c4e trion8ano nel cieloG
C4i -ai 4a potuto, tranne %io, alleare con .incolo ";a-ore i -orti e i .i.i, i giu&ti, i
&anti e i peccatoriG C4i altri c4e %io, 4a potuto gettare un ponte &opra /ue&ti oceaniG
La legge "ell2unit1 e "elle "i.er&it1, legge per eccellen#a c4e 6 a un te-po "i.ina e
u-ana, &en#a cui nulla &i &piega e con cui &i &piega tutto: /ue&ta legge, "ico, &i
appale&a /ui in una "elle &ue pi7 -irabili -ani8e&ta#ioni$ La "i.er&it1 6 nel cielo,
poic4@ Pa"re, <iglio e Spirito Santo &ono tre per&one: e tale "i.er&it1 &i per"e, &en#a
con8on"er&i, nell2unit1, poic4@ il Pa"re 6 %io, il <iglio "i %io e lo Spirito Santo 6 %io,
e %io 6 uno$ La "i.er&it1 6 nel para"i&o terre&tre, perc4@ A"a-o e" E.a &ono "ue
"i88erenti per&one, e tale "i.er&it1 .a a per"er&i, &en#a con8on"er&i, nell2unit1, poic4@
A"a-o e" E.a rappre&entano la natura u-ana: e la natura u-ana 6 una$ La "i.er&it1 6
nel no&tro Signor Ge&7 Cri&to, poic4@ in e&&o Lui concorrono per l;una parte la natura
"i.ina, per l;altra la natura corporale e &pirituale nella natura u-ana: e /ue&te nature
&i co-penetrano, &en#a -i&c4ian#a, nel no&tro Signor Ge&7 Cri&to, c4e 6 una &ola
per&ona$ 9 La "i.er&it1 "a ulti-o 6 nella C4ie&a -ilitante, nella C4ie&a &o88erente e
nella C4ie&a trion8ante, e tale "i.er&it1 .a a 8inire &en#a con8on"er&i nel no&tro Signor
Ge&7 Cri&to, capo unico "ella C4ie&a uni.er&ale, c4e, riguar"ato co-e <iglio unico
"el Pa"re, 6, &icco-e il Pa"re, il &i-bolo "ella "i.er&it1 "elle e&&en#e nell2unit1 "ella
per&ona, e, nella /ualit1 in&ie-e "i %io,uo-o e "i <i8lio "i %io, il &i-bolo per8etto "i
tutte le po&&ibili "i.er&it1 e "ell2unit1 in8inita$
E &icco-e la &upre-a ar-onia con&i&te in /ue&to, c4e l2unit1, on"e proce"e ogni
"i.er&it1 e" in ogni "i.er&it1 &i ri&ol.e, &i -o&tra &e-pre i"entica a &e &te&&a in tutte le
&ue -ani8e&ta#ioni: co&D 6 &e-pre la legge &te&&a /uella, in .irt7 "i cui tutto ci? c4e 6
"i.er&o "i.iene uno$ La "i.er&it1 "ella Trinit1 6 una per l2a-ore: co-e per a-ore
"i.iene una la "i.er&it1 u-ana co-po&ta "al pa"re, "alla -a"re e "al 8iglio: la
"i.er&it1 "ella natura u-ana e "i.ina ri&ulta una in Cri&to per -e##o "ell2incarna#ione
"el (erbo nel &eno "ella (ergine, -i&tero "2a-ore: la "i.er&it1 "ella C4ie&a c4e
co-batte, &o88re e trion8a, "i.iene una in Cri&to -erc@ le preg4iere "ei cri&tiani
trion8anti, c4e &cen"ono a gui&a "i 8econ"a rugia"a &ui cri&tiani c4e &o88rono: e tale
preg4iera per8etta 6 l2e&ta&i "ell2a-ore$ , =Dio carit0 colui che nella carit in
Dio e Dio in lui>$ , Se %io 6 carit1, la carit1 6 l;unit1: e" 6 poi in8inita, perc4@ %io 6
la carit1 in8inita$ Se c4i 6 nella carit1 6 anc4e in %io e %io 6 in lui, %io pu?
"i&cen"ere 8ino all2uo-o in .irt7 "ella carit1, e per la carit1 l2uo-o pu? &olle.ar&i 8ino
a %io, e tutto /ue&to &en#a con8on"er&i' "i -o"o c4e n@ %io 8atto uo-o per"e la &ua
natura "i.ina, n@ l2uo-o 8atto %io per"e la &ua natura u-ana, e&&en"o l2uo-o &e-pre
uo-o, /uantun/ue %io: e %io &e-pre %io, &ebbene uo-o: e tutto /ue&to inter.iene
&olo con -e##i &oprannaturali, c4e 6 /uanto "ire con -e##i e&clu&i.a-ente "i.ini$
Le na#ioni ebbero cono&ci-ento "i /ue&to "o--a &upre-o, co-e pure un;i"ea
pi7 o -eno per8etta "i tutti i "o--i cattolici$ Sotto ogni cli-a, in tutti i te-pi, pre&&o
tutte le &c4iatte u-ane, &i 6 con&er.ata una 8e"e i--ortale in una 8utura -eta-or8o&i
o tra&8or-a#ione co&D &o&tan#iale e inti-a "a unire per &e-pre il Creatore alla &ua
creatura, la natura u-ana alla "i.ina$ Gi1 nel para"i&o terre&tre l;antico a..er&ario "el
genere u-ano parla.a ai no&tri progenitori "i e&&ere altrettanti %ei$ %opo la
pre.arica#ione e la ca"uta gli uo-ini con&er.arono e "i88u&ero /ue&ta pro"igio&a
tra"i#ione 8ino agli ulti-i con8ini "ella terra$ 0on c26 eru"ito c4e non la ritro.i nel
8on"o "i tutte le teologie per poco c4e .oglia &tu"iarle$ La "i88eren#a tra il "o--a
puro con&er.ato nella teologia cattolica e il "o--a &.i&ato e gua&to "alle u-ane
tra"i#ioni, con&i&te nel -o"o "i pre.enire a /uella &upre-a tra&8or-a#ione e "i
raggiungere /ue&t;ulti-o 8ine$ L2angelo "elle tenebre non ingann? gi1 i no&tri
progenitori /uan"o a88er-? loro c4e "i.errebbero altrettanti "6i: egli li tra&&e in
inganno con celare loro la .ia &oprannaturale "ell2a-ore, accennan"o in.ece /uella
"ella "i&obbe"ien#a$ L2errore "elle teologie pagane non ri&ie"e gi1 nell2a88er-are c4e
la "i.init1 e l;u-anit1 &i uniranno, ben&D nel con&i"erare /ua&i in ogni punto i"entic4e
la natura u-ana e la "i.ina: in /uella c4e il cattolici&-o, riguar"an"ole co-e
e&&en#ial-ente "i&tinte, per.iene alla unit1 a -e##o la &oprannaturale "ei8ica#ione
"ell2uo-o$ 5ue&ta pagana &uper&ti#ione 6 -ani8e&ta negli onori "i.ini attribuiti alla
terra, tenuta /ual -a"re i--ortale e 8econ"a "ei &uoi nu-i, e a -olte creature c4e
8urono con8u&e e&&i$ In8ine, la "i88eren#a tra pantei&-o e cattolici&-o non con&i&te in
ci?, c4e l;uno a88er-i e l;altro neg4i la "ei8ica#ione "ell2uo-o' &ibbene nel &o&tenere
c4e 8a il pantei&-o l2uo-o e&&ere %io per natura &ua, -entre il cattolici&-o pro8e&&a
c4;egli pu? &oltanto "i.enirlo in -o"o &oprannaturale col -e##o "ella gra#ia$
%i88eri&cono pure tra loro per ci?, c4e il pri-o in&egna e&&ere l;uo-o, anc4e "opo
e&&ere &tato "ei8icato, cio6 co-penetrato "alla &o&tan#a "i.ina, con&er.a tutta.ia
l2in"i.i"ualit1 "ella propria &o&tan#a$ Il ri&petto c4e 4a %io per l2in"i.i"ualit1 u-ana
o, per "irla altri-enti, per la libert1 "ell2uo-o, c4e 6 ele-ento co&tituti.o "ella &ua
a&&oluta e in.iolabile in"i.i"ualit1, 6 tale, giu&ta "o--a cattolico, c4;egli 4a "i.i&o
con e&&a l2i-pero "i tutte le &ociet1, rette a" un te-po "alla libert1 "ell2uo-o e "al
con&iglio "i.ino$
L2a-ore 6 per &@ 8econ"i&&i-o' e co-e tale genera tutte co&e "i.er&e &en#a
&pe##are la propria unit1: e perc4@ 6 a-ore, le ri&ol.e nella &ua unit1, &en#a
con8on"erle$ L2a-ore per tanto 6 in8inita .ariet1 ";unit1 in8inita$ E&&o 6 legge unica,
precetto &upre-o, &ola .ia, ulti-o 8ine$ Il cattolici&-o 6 a-ore perc4@ %io 6 a-ore$
Solo c4i a-a 6 cattolico, e il &olo cattolico appren"e a" a-are, perc4@ ei &olo attinge
/uanto &a "a 8onti &oprannaturali e "i.ine$
+++++++++++++++++
CAPITOLO QUINTO.
Che )ostro Signor (es Cristo non ha trionfato del mondo per la sua dottrina, per le
profezie e pei miracoli, ma per la sola divinit di sua natura-
Il Pa"re 6 a-ore e" 4a in.iato il <iglio per a-ore: il <iglio 6 a-ore e" 4a -an"ato
per a-ore lo Spirito Santo: lo Spirito Santo 6 a-ore e "i88on"e continuo il &uo a-ore
nella C4ie&a$ La C4ie&a 6 a-ore e" e&&a in.e&tir1 il -on"o ";a-ore$ 5uelli c4e lo
ignorano o c4e lo 4anno po&to in oblian#a, ignoreranno &e-pre /ual &ia la cau&a
&oprannaturale e inti-a "ei 8eno-eni .i&ibili e naturali, /ual &ia la cau&a in.i&ibile "i
tutto ci? c4e 6 .i&ibile, /ual il .incolo c4e &o--ette il te-porale all;eterno, /uale &ia
la -olla &egreta "egli a88etti "ell2ani-a, in c4e -o"o lo Spirito Santo opera
nell2uo-o, la pro..i"en#a nella &ociet1, %io nella &toria$
Il no&tro Signor Ge&7 Cri&to non 4a &oggiogato il -on"o con la &ua -irabile
"ottrina$ Se egli non 8o&&e &tato c4e un uo-o "i &o--a "ottrina, il -on"o lo a.rebbe
a--irato per un -o-ento e poi a.rebbe ben pre&to po&to in oblio l;uo-o e la &ua
"ottrina$ Benc4@ e&&a 8o&&e -era.iglio&a, non 8u &eguita c4e "a /ualc4e uo-o "el
popolo, 8u "i&pre##ata "ai pi7 "i&tinti uo-ini 8ra i Giu"ei e "urante la .ita "el
Mae&tro 6 &tata ignorata "al genere u-ano$
Il no&tro Signor Ge&7 Cri&to non 4a &oggiogato il -on"o con i -iracoli$ Tra coloro
c4e lo .i"ero -utare con la &ua &ola .olont1 la natura "elle co&e, ca--inare &ulle
ac/ue, abbonacciare il -are, placare i .enti, co-an"are alla .ita e alla -orte, 8u "a
alcuni appellato %io, "a altri "e-onio, -ago e pre&tigiatore$
Il no&tro Signor Ge&7 Cri&to non 4a .into il -on"o col co-pi-ento nella &ua
per&ona "elle antic4e pro8e#ie$ La &inagoga c4e ne era "epo&itaria, i "ottori c4e le
cono&ce.ano a -e-oria non &;ebbero a con.ertire: e ne--eno le -oltitu"ini, c4e le
a.e.ano appre&e "ai "ottori$
Il no&tro Signor Ge&7 Cri&to non 4a .into il -on"o con la .erit1$ La .erit1
e&&en#iale "el cri&tiane&i-o era tanto nell2antico co-e nel nuo.o Te&ta-ento: poic4@
e&&a 6 &tata una, eterna, i"entica a &@ -e"e&i-a$ Tale .erit1, c4e 6 &tata eterna-ente
nel &eno "i %io, 8u ri.elata all2uo-o, "epo&itata nell;ani-a &ua e a88i"ata alla &toria
"acc4@ la pri-a parola "i.ina ebbe un eco nel -on"o$ E non"i-eno l2antico
Te&ta-ento in ci? c4e a.e.a "i eterno e "i e&&en#iale, co-e in /uello c4e contene.a
"i acce&&orio, "i locale e "i contingente nei &uoi "o--i e nei &uoi riti, non &i 6 -ai
allargato oltre i con8ini "el popolo eletto$ 5ue&to &te&&o popolo &i 6 pi7 .olte ribellato,
4a per&eguitato i &uoi pro8eti, &go##ato i &uoi "ottori: &i 6 "ato in pre"a all;i"olatria
alla -aniera "ei gentili: patteggi? colpo&a-ente con gli &piriti in8ernali, &i 6
abban"onato col corpo e coll;ani-a a &anguino&e e orribili &uper&ti#ioni: e la (erit1
/uan"o appar.e incarnata l;4a -ale"etta, rinnegata e croci8i&&a &ul Cal.ario$ E
allorc4@ la (erit1, circon8u&a "agli antic4i &i-boli, rappre&entata "alle antic4e 8igure,
annunciata "agli antic4i pro8eti, te&ti-oniata "a &olenni pro"igi e "a &tupen"i
-iracoli, 8u croci8i&&a, allorc4@ .enne ella &te&&a a &piegare con la &ua pre&en#a la
ragione "i /ue&ti -iracoli e pro"igi &trepito&i, a &uggellare tutte le antic4e pro8e#ie, a
in&egnare alle na#ioni ci? c4e era e&pre&&o "agli antic4i &i-boli e na&co&to &otto le
antic4e 8igure, l2errore &i era libera-ente propagato in tutto il -on"o, e" a.e.a
ottenebrato "i &ue nubi ogni ori##onte$ E tutto /ue&to con una rapi"it1 pro"igio&a e
&en#a il &occor&o "ei pro8eti, "i &i-boli, "i 8igure "i -iracoli H Tre-en"a le#ione,
in&egna-ento -e-orabile per coloro c4e cre"ono nella .irt7 &ecreta e" e&pan&i.a
"ella .erit1 e ragionano "i a&&oluta i-poten#a "ell2errore a propagar&i "a &@ &ulla
terraE
Se il no&tro Signor Ge&7 Cri&to 4a .into il -on"o, ci? a..enne non perc4@ Egli
8o&&e la .erit1, il pro-e&&o "egli &i-boli antic4i, il na&co&to &otto le antic4e 8igure,
l;autore "i -iracoli -era.iglio&i e "i una "ottrina -era.iglio&a$ 0e&&un2altra -eglio
"ella "ottrina e.angelica pote.a trion8are con tal cu-ulo "i te&ti-onian#e tanto
c4iare, "i pro.e irre8ragabili e "i in.incibili argo-enti$ Se il -ao-etti&-o &i "i88u&e,
co-e torrente "i&al.eato in A8rica, in A&ia e in Europa, 8u perc4@ e&&o proce"ette
&en#a i-pe"i-enti, portan"o &ulla punta "ella &pa"a i &uoi -iracoli, i &uoi argo-enti
e le &ue te&ti-onian#e$
L2uo-o pre.aricatore e "eca"uto non 6 pi7 8atto per la .erit1, n@ /ue&ta per /uello$
Tra la .erit1 e la ragione u-ana, "opo la pre.arica#ione, %io 4a po&to per co&D "ire
una ripugnan#a in&uperabile e una repul&ione in.incibile$ La .erit1 4a in &e -e"e&i-a
i titoli "ella &ua &o.ranit1 e non c4ie"e licen#a per i-porre il &uo giogo$ L2uo-o "al
&uo canto, poic4@ "i.enne ribelle a %io, non a--ette altra &o.ranit1 c4e la propria, a
-eno c4e /uella non gli "o-an"i pre.enti.a-ente il &uo per-e&&o e con&enti-ento$
Co&D non appena la .erit1 &i pone "a.anti ai &uoi &guar"i, egli la niega to&ta-ente, e
col negarla colloca &e -e"e&i-o in con"i#ione "i &o.rano in"ipen"ente$ Se non pu?
negarla, "i&cen"e a ca-po e" entra in lotta con e&&a, e nel co-batterla, co-batte per
la &o.ranit1 propria$ O.e rie&ca nella lotta .incitore, la croci8igge, &e ne 6 .into, &i "1
alla 8uga, 8uggen"ola ei cre"e 8uggire la &ua &er.it7, croci8iggen"ola cre"e "i
croci8iggere il &uo tiranno$
Al contrario corre un2a88init1 inti-a e &tretti&&i-a 8ra la ragione u-ana e l2a&&ur"o$
Il peccato li 4a uniti con .incoli ";una allean#a in"i&&olubile$ L2a&&ur"o trion8a
&ull2uo-o per ci? appunto c4;egli 6 "e&tituito ";ogni anteriore "iritto e &uperiore alla
ragione u-ana$ L2uo-o l;accetta l2a&&ur"o preci&a-ente perc4@ non a.en"o alcun
"iritto non 4a ne--eno prete&e: perc4@ l;accetta la &ua .olont1 co-e 8iglio "el &uo
inten"i-ento, il /uale .i &i a"agia &icco-e 8iglio &uo, &uo .erbo, e .i.a te&ti-onian#a
"ella &ua poten#a creatrice$ 0ell2atto "i crea#ione l2uo-o 6 alla 8oggia "i %io, an#i
e&&o &te&&o appella&i %io$ E /uan"o ritiene "i e&&ere %io alla -aniera "i %io, per lui
tutto il re&to non 4a .alore$ C4e gli cale c4e l2altro &ia il %io "ella .erit1, &e egli &te&&o
6 il %io "ell2a&&ur"oG Al-eno, &ar1 in"ipen"ente alla 8oggia "i %io, &o.rano alla
-aniera "i %io, e a"oran"o la propria opera, a"orer1 &e &te&&o: e&altan"ola, le.er1 a
cielo &e &te&&o$
(oi c4e inten"ete a &oggiogare i popoli, a &ignoreggiare le na#ioni, a e&ercitare un
i-pero &ull;u-ana ragione, non .i annun#iate gi1 co-e "epo&itari "i .erit1 c4iare e"
e.i"enti: e &oprattutto non 8ate cono&cere le pro.e c4e a.ete: poic4@ non .i acca"r1
-ai c4e il -on"o .i ricono&ca co-e pa"roni, -a per contrario &i ribeller1 contro il
giogo "ella .o&tra e.i"en#a$ Ma in /uella .ece procla-ate a.er .oi in potere un
argo-ento c4e &cal#a "alle &ue ba&i una .erit1 -ate-atica: annun#iate l;inten"i-ento
"i "i-o&trare c4e "ue pi7 "ue non 8a /uattro -a cin/ue: c4e %io non e&i&te o c4e
l2uo-o 6 %io: c4e il -on"o 8ino a" ora 6 &tato &c4ia.o "i .ergogno&e &uper&ti#ioni:
c4e la &apien#a "ei &ecoli non 6 altro c4e ignoran#a: c4e ogni ri.ela#ione 6 i-po&tura:
ogni go.erno 6 una tiranni"e, ogni obbe"ien#a una &er.it7: c4e il bello 6 brutto e il
brutto 6 bello &upre-o: c4e il bene 6 -ale e il -ale 6 bene: c4e il "ia.olo 6 %io e %io
6 il "ia.olo: c4e al "i l1 "i /ue&ta .ita non c26 n@ in8erno n@ para"i&o: c4e la terra "a
.oi abitata 6 un in8erno pre&ente e un para"i&o 8uturo: c4e la libert1, l2uguaglian#a e la
8raternit1 &ono "o--i inco-patibili con la &uper&ti#ione cri&tiana: c4e il 8urto 6 un
"iritto i-per&crutabile, la propriet1 6 un 8urto: c4e non .;4a or"ine c4e nell2anarc4ia,
n@ anarc4ia &en#;or"ine, e &iate certi, c4e al &olo annun#io, il -on"o -era.igliato
"ella .o&tra &apien#a, e" a88a&cinato al lu-e "i tanta "ottrina, porger1 "ocile orecc4io
alle .o&tre parole$ Se al buon &en&o, "i cui a.ete o88erta &D larga pro.a annun#ian"o la
"i-o&tra#ione "i tutte /ue&te co&e, aggiungere in appre&&o /uello "i non "i-o&trarle
in alcun -o"o: &e per unica "i-o&tra#ione "elle be&te--ie e "elle a&&er#ioni .o&tre
"ate le .o&tre &te&&e a88er-a#ioni e be&te--ie, il genere u-ano .i le.er1 &ubito a
cielo$ Raccogliete allora l2atten#ione "egli uo-ini &ulla .o&tra buona 8e"e, &pingetela
al punto "i pre&entar.i in tutta &e-plicit1, &en#a a.er ricor&o alle inani &operc4ierie
"ella .ana ragione, "ei prece"enti &torici, e "ei -iracoli inutili, o88ren"o.i in pubblica
te&ti-onian#a "ella .o&tra 8e"e nel trion8o "ella .erit1 per &e &te&&a$ Giran"o lo
&guar"o a .oi ";intorno, "o-an"ate "o.e &ono e /uali &ono i .o&tri a..er&ari: e allora
il -on"o, co-pre&o ";a--ira#ione e co-e e&tatico, procla-er1 unani-e la .o&tra
-agnani-it1, gran"e##a e .ittoria .o&tra: .i c4ia-er1 pio, 8elice, .ittorio&o$
Io non &o &e e&i&ta /ualc4e co&a &otto il &ole c4e &ia pi7 .ile e &prege.ole "i un
genere u-ano &ban"ato "alle cattolic4e .ie$
Sulla &cala "ella "egra"a#ione e "ell;a..ili-ento le -oltitu"ini 8uor.iate "ai
&o8i&ti, oppre&&e "ai tiranni, &ono le pi7 "egra"ate e le pi7 .ili$ Appre&&o .engono i
&o8i&ti$ I tiranni c4e tengono &ulle une e &ugli altri &o&pe&a la loro &8er#a &gro--ata "i
&angue, &ono, a ben guar"arli, i -eno .ili, -eno &prege.oli$ I pri-i i"olatri non
appena &8uggono "alle -ani "i %io, ca"ono &otto /uelle "ei tiranni babilone&i$ Il
.ecc4io pagane&i-o rotolan"o "i un abi&&o in abi&&o, "i &o8i&ta in &o8i&ta, all2altro e "i
tiranno in tiranno, 8inc4@ ca"e in -ano a Caligola, -o&tro orribile e &.ergognato,
a.ente 8or-e u-ane, pa##i i-peti, appetiti brutali$ Il pagane&i-o -o"erno piglia le
-o&&e coll2a"orare &e &te&&o in una pro&tituta, per gettar&i poi ai pie"i "i Marat,
tiranno cinico e &anguino&o, e "i Robe&pierre, ulti-a incarna#ione "ell;u-ano
orgoglio, coi &uoi i&tinti 8eroci e ine&orabili$ Il nuo.o pagane&i-o an"r1 in una
.oragine pi7 pro8on"a, e ancor pi7 orribile$ Colui c4e "e.e &ul &uo collo riba"ire il
giogo "elle i-pu"ic4e e 8eroci licen#e, &ta gi1 8or&e agitan"o&i nel le##o "elle cloac4e
&ociali$

++++++++++++++++++++++
CAPITOLO SESTO
)ostro Signor (es Cristo ha trionfato del mondo con mezzi esclusivamente
soprannaturali$
"uando sar3 stato levato in alto, cio6 &ulla croce, io trarr3 tutto a me, cio6 a&&icurer?
il -io "o-inio e la -ia .ittoria &ul -on"o$ Con /ue&te parole &olenne-ente
pro8etic4e, il Signore ri.ela.a ai &uoi "i&cepoli co-e poco pote&&ero &ulla
con.er&ione "el -on"o, le pro8e#ie c4e annuncia.ano la &ua .enuta, i -iracoli c4e
ri.ela.ano la &ua poten#a, la &antit1 "ella &ua "ottrina, il te&ti-onio "ella &ua gloria, e
nello &te&&o te-po co-e per operare /ue&ti pro"igi "o.e&&e e&&ere ine&auribile il &uo
a-ore, ri.elato alla terra "alla &ua croci8i&&ione e "alla &ua -orte$
$go veni in nomine *atris mei, et non accipitis me0 si alius venerit in nomine suo,
illum accipietis (G. !, )J*$ Il naturale trion8o "ell2errore &ulla .erit1, "el -ale &ul
bene 6 annunciato "a /ue&te parole, le /uali racc4iu"ono il &egreto "ell;oblio in cui le
na#ioni a.e.ano po&to il Signore, "ella &pa.ento&a uni.er&alit1 "elle &uper&ti#ioni
pagane, "elle pro8on"e tenebre &par&e per il -on"o, e contengono in&ie-e la pro8e#ia
"ei 8uturi errori, "ella per&ecu#ione "ei giu&ti, "ella per&ecu#ione "ei giu&ti, "elle
.ittorie "ei &o8i&ti, "ella popolarit1 "ei be&te--iatori$ %e&&e co-pren"ono per "ir
co&D la &toria coi &uoi &can"ali, e ne c4iari&cono "el perc4@ il popolo ebreo, po&to tra
Barabba e Ge&7, con"anna Ge&7 e /uello a&&ol.e: perc4@ il -on"o po&to
pre&ente-ente 8ra la teologia cattolica e la teologia &ociali&ta, pre8eri&ca la teologia
&ociali&ta e abban"oni la teologia cattolica: perc4@ le "i&cu&&ioni u-ane rie&cano a
negare l2e.i"en#a e" procla-are l2a&&ur"o$ In /ue&te parole in&o--a, .era-ente
-era.iglio&e .i 6 il &egreto "i tutto ci? c4e .i"ero i no&tri pa"ri, "i tutto ci? c4e
.e"ia-o noi &te&&i, "i tutto ci? c4e .e"ranno i no&tri 8igli$ 0oE L;uo-o non pu?
giungere al <iglio, cio6 alla (erit1, &e il Pa"re non lo c4ia-a$ Parole pro8on"i&&i-e,
c4e atte&tano e l2onnipoten#a "i %io e l2i-poten#a a&&oluta e in.incibile "el genere
u-ano$
Ma il Pa"re c4ia-er1 e i popoli ri&pon"eranno: il <iglio &ar1 po&to in croce e trarr1
a tutto a lui: ecco la pro-e&&a "el trion8o &oprannaturale "el bene &ul -ale, c4e &ar1
e&atta-ente co-piuta alla 8ine "ei te-pi$
*ater meus usque modo operatur. et ego operor--- Sicut *ater--- sic et #ilius quos
vult vivificat$ (G. !, 1N* , $4pedit vo!is ut ego vadam . si enim non a!iero,
*araclitus non veniet ad vos0 si autem a!iero, mittam eum ad vos>$ (G. 1O, N*
Le lingue "i tutti i "ottori, le penne "i tutti i &aggi non ba&tarono a &.i&cerare tutto
ci? c4e 6 "a /ue&te parole contenuto$ E&&e procla-ano la &upre-a .irt7 "ella gra#ia e
l2a#ione &oprannaturale, in.i&ibile e per-anente "ello Spirito Santo$ (i &i tro.a il
&oprannaturali&-o cattolico colla &ua in8inita 8econ"it1, colle &ue ine88abili
-era.iglie, e la &piega#ione &opra il tutto "el trion8o "ella croce, c4e 6 il pi7 gran"e e
il pi7 inconcepibile "i tutti i pro"igi$
In8atti il Cri&tiane&i-o, u-ana-ente parlan"o, "o.e.a per nece&&it1 &occo-bere:
pri-a perc4@ .ero, poi perc4@ appoggiato a te&ti-onian#e elo/uenti, a -iracoli
&traor"inari, a pro.e irrecu&abili$ Il genere u-ano non ce&&? -ai "i appuntare e
negare /ue&te co&e pre&e a" una a" una, per cui era probabile e cre"ibile, c4e le
a.rebbe tutta.ia appuntate e negate pre&e nel loro co-ple&&o: e "i .ero ei proruppe in
be&te--ie, prote&te, ribellioni$
Ma il Giu&to &alD &ulla croce per a-ore, .er&? il &uo &angue per a-ore: e /ue&to
a-ore "ie"e la &ua .ita: e /ue&to a-ore in8inito, /ue&to pre#io&o &angue -eritarono al
-on"o la .enuta "ello Spirito Santo$ Allora ogni co&a tra-ut?, giacc4@ la ragione 8u
.inta "alla 8e"e e la natura "alla gra#ia$
Co-e non 6 a--irabile %io nelle &ue opere, &tupen"o nei &uoi "i&egni e &ubli-e
nei &uoi pen&ieriE L2uo-o e la .erit1 ca--inano "i&giunte: l2in"o-ato orgoglio "el
pri-o -al co-porterebbe l2e.i"en#a a .olte bru&ca-ente o88en&i.a "ella &econ"a, &e
%io non l;a.e&&e .elata "i nube leggiera: in&ie-e "ie"e all2uo-o la 8e"e e &tipul? con
lui /ue&to patto' , Io "i.i"er? l2i-pero con te: io ti "ir? /uello c4e "e.i cre"ere e ti
"ar? la 8or#a per cre"erlo: -a non aggra.er? il giogo "ell2e.i"en#a &ulla tua &o.rana
.olont1$ Porgen"oti la -ano per &al.arti, ti la&cer? il "iritto e il potere "i per"erti$
Opera a&&ie-e a -e la tua &alute, o per"iti "a &olo$ 0on ti toglier? ci? c4e ti "ie"i:
ora il giorno in cui ti tra&&i "al nulla, ti 4o "ato il libero arbitrio$ 9
Per la gra#ia "i %io l2uo-o accett? libera-ente /ue&to patto, e a /ue&to -o"o
l2o&curit1 "og-atica "el cattolici&-o 8e; &al.a "a certo nau8ragio la &ua e.i"en#a
&torica$ La 8e"e, pi7 "ell2e.i"en#a con8or-e all2u-ano inten"i-ento, &al.? "al
nau8ragio la ragione$ La .erit1 "o.e.a e&&ere propo&ta "alla 8e"e, per e&&ere accettata
"all2uo-o, per &@ ribelle alla tiranni"e "ell2e.i"en#a$
Lo &te&&o Spirito c4e propone il "a cre"er&i e ne "1 la 8or#a, propone anc4e il "a
8ar&i, e -uo.e in noi il "e&i"erio "el 8arlo e .iene in no&tro aiuto$ La -i&eria
"ell2uo-o 6 co&D gran"e, &D pro8on"a la &ua abie#ione, &D a&&oluta la &ua ignoran#a, &D
ingenita la &ua i-poten#a, c4e non pu? "a &@ &olo n@ 8or-are un buon propo&ito, n@
concepire un gran "i&egno, n@ 8or-ulare un "e&i"erio "i co&a grata a %io e utile al
bene "ella &ua ani-a$ %2altra parte 6 &D gran"e la &ua "ignit1, &D nobile la &ua natura,
e" ele.ata la origine e il 8ine glorio&o, c4e %io &te&&o pen&a colla &ua -ente, .e"e coi
&uoi occ4i, ca--ina coi &uoi pie"i e opera con le &ue -ani$ E; lui c4e lo porta
a88inc4@ ca--ini, c4e lo 8er-a a88inc4@ non &i 8eri&ca: 6 lui c4e co-an"a ai &uoi
angeli a" a&&i&terlo a88inc4@ non ca"a: e lo &olle.ino e lo gui"ino &ul retto &entiero &e
ca"uto$ Lui gli in&pira il "e&i"erio "i per&e.erare e 8a c4e per&e.eri: per cui "i&&e
&ant2Ago&tino' =0oi cre"ia-o c4e ne&&uno giunga alla .era &alute, &e %io non lo
c4ia-a: e c4e ne&&uno, c4ia-ato, pu? con&eguire &alute &en#a l;aiuto "i %io>$ E; il
Signore -e"e&i-o parla co&D nel (angelo &econ"o Gio.anni (1!, ),!*' =5anete in
me, et ego in vo!is- Sicut palmes non potest ferre fructum a semetips, nisi manserit in
vite, sic nec vos, nisi in me manseritis- $go sum vitis, vos palmites0 qui manet in me,
et ego in eo, hic fert fructum multum, quia sin e me nihil potestis facere>$ L2Apo&tolo
(BCor J, ),!* "ice' =#iduciam autem talem ha!emus per Christum ad Deum, non
quod sufficientes simus cogitare aliquid a no!is quasi e4 no!is, sed sufficientia
nostra e4 Deo est>$ Il &anto Giobbe (1)* con8e&&a.a /ue&ta &te&&a i-poten#a
pri-igenia nell;opera "ella &ua &alute, /uan"o "ice.a' =C4i pu? ren"ere pura una
co&a concepita "i corru#ioneG>: e Mo&6' =0ulla pu? in &@ -e"e&i-o e&&ere innocente
innan#i a te>$ Sant2Ago&tino, nell2ini-itabile libro "elle Confessioni, .olgen"o&i a
%io, e&cla-a' =Accor"ate-i la gra#ia "i 8are ci? c4e (oi co-an"ate e or"inate-i ci?
c4e .i par -eglio>$ %i -o"o c4e %io in /uella c4e -i "ic4iara ci? c4e "e.o cre"ere,
e -i "1 la 8or#a per cre"erlo, -i i-pone il "a 8ar&i e -i "1 la gra#ia "i 8arlo$
Ma /ual inten"i-ento potr1 cono&cere, /ual lingua e&porre e /ual penna "e&cri.ere
il -o"o -irabile con cui %io opera nell2uo-o /ue&ti &upre-i pro"igi e co-e egli lo
gui"a nella .ia "ella &alute con -ano a" un;ora giu&ta e -i&ericor"io&a, "olce e
po&&enteG C4i "eter-iner1 i li-iti "i /ue&to i-pero &pirituale, tra la .olont1 "i.ina e
il libero arbitrio "ell2uo-oG C4i "ir1 co-e e&&i "ue concorrano &en#a con8on"er&i e
nuocer&iG Io -i &o una co&a &ola, o Signore, e" 6 c4e po.ero e piccolo co-e &ono, .oi
gran"e e po&&ente, -i ri&pettate /uanto -;a-ate e -;a-ate /uanto -i ri&pettate: &o
c4e non -i abban"onerete, giacc4@ "a -e &olo nulla po&&o "i bene e po&&o &olo
per"er -e, obliare .oi: &o c4e &ten"en"o-i la -ano a -ia &al.e##a, e&&a non pe&er1
&ul -io capo, -a "olce e leggera non la &entir? /ua&i toccar-i$ (oi &iete in "olce##a
co-e &o88io "i tepi"o .enticello, in 8or#a co-e l;a/uilone, e" io &ono tra&portato "a
.oi co-e "all;a/uilone, e .er&o "i .oi -i "irigo libera-ente /ua&i &o&pinto "a una
bre##a$ Mi -an"ate innan#i co-e &e -i &pinge&te, -a .oi non -i &pingete, &ollecitate
&olo$ Mi -uo.o, e .oi .i -uo.ete in -e$ Battete alla -ia porta e "olce-ente -i
c4ia-ate: e &e non ri&pon"o, a&pettate c4e -i c4ia-ate "i nuo.o$ So c4e non po&&o
per"er-i ri&pon"en"o.i, ben&D &al.ar-i, -a &o ben anc4e c4e non potrei ri&pon"er.i
&e non -i c4ia-ate, e c4e /uan"o ri&pon"o, ri&pon"o per bocca .o&tra, giacc4@ .o&tro
6 l;appello, una e .o&tra 6 la ri&po&ta$ So c4e non po&&o operare &en#a "i .oi e c4e
opero per .oi, ac/ui&tan"o -erito perc4@ opero, tre gra#ie -i accor"ate: la gra#ia "el
pre##o con cui -i rico-pen&ate, la gra#ia "el -erito c4e -i a.ete "ato e c4e 8u la
rico-pen&a "ella gra#ia 8atta-i "i operare col .o&tro aiuto$ (oi &iete co-e la -a"re,
io co-e il 8iglio ancor piccolo' &ti-ola ella nel 8anciullo il "e&i"erio "i ca--inare e
gli o88re la -ano per &o&tenerlo, e gli "1 -ano a88ine ca--ini, poi lo bacia in pre-io
"el "e&i"erio a.uto e "i a.er ca--inato con l2aiuto "ella &ua -ano$ Scri.o perc4@ -i
a.ete i&pirato il "e&i"erio "i &cri.ere, non &cri.o c4e /uello c4e in&egnate o ci? c4e
-i per-ettete "i &cri.ere' Colui il /uale cre"e -uo.ere un &ol granello "i &abbia
&en#a "i .oi, non .i cono&ce, e non 6 cri&tiano$
C4ieggo per"ono ai -iei lettori ";e&&ere entrato, pro8ano e &e-plice laico, nel
ca--ino recon"ito e "i88icile "ella gra#ia$ Ognuno nulla-eno ricono&cer1, per poco
.i ri8letta, c4e la gra.it1 "ell2argo-ento trattato negli ulti-i capitoli e&ige.a
i-perio&a-ente /ue&ta bre.e "igre&&ione$ Tratta.a&i "i .e"ere /ual &ia la &piega#ione
legitti-a "el pro"igio &e-pre antico e &e-pre nuo.o "ell2in8luen#a po&&ente c4e il
cri&tiane&i-o 4a e&ercitato e" e&ercita &ul -on"o, per poi giungere al -i&tero non
-eno &orpren"ente e non -eno pro"igio&o "el potere "i tra&8or-a#ione c4;e&&o
-ani8e&ta ri&petto le &ociet1 u-ane$ Il pro"igio "ella &ua propaga#ione e "el &uo
trion8o non 6 "o.uto alle te&ti-onian#e &toric4e, n@ alle pre"i#ioni pro8etic4e, n@ alla
&antit1 "elle &ue "ottrine' nello &tato in cui era ri"otto l2uo-o "opo la pre.arica#ione e
la ca"uta, tutte /ue&te circo&tan#e 8urono pi7 pre&to atte a" in8ia--are il
cri&tiane&i-o c4e a ren"erlo .incitore e trion8ante$ 0eppure i -iracoli ebbero parte
nell;opera#ione "i /ue&to pro"igio: perc4@ &e 6 .ero c4e con&i"erati in &@ &te&&i,
appartengono alle co&e &oprannaturali, con&i"erati e&trin&eca-ente, &ono una pro.a
naturale &o--e&&a alle &te&&e con"i#ioni "elle altre te&ti-onian#e u-ane$ La
propaga#ione e" il trion8o "el cri&tiane&i-o 6 un 8atto &oprannaturale, giacc4@ il
cri&tiane&i-o porta.a nel &uo &eno gli ele-enti c4e "o.e.ano i-pe"ire e la &ua
propaga#ione e la &ua .ittoria$ Per &piegare legitti-a-ente tale 8atto &oprannaturale,
era nece&&ario ri&alire a" una cau&a c4e, &oprannaturale e&&a &te&&a, opera&&e
all;e&terno in -o"o con8or-e alla &ua natura, cio6 &oprannatural-ente$ Tal cau&a
&oprannaturale in &e &te&&a e nella &ua a#ione, 6 la gra#ia, "i cui 8u--o -erite.oli pel
Signore /uan"o &ubD &ulla croce una -orte igno-inio&a, e c4e .enne in8u&a negli
apo&toli /uan"o lo Spirito Santo, origine "i tutta gra#ia e "i tutta &anti8ica#ione,
"i&ce&e &u "i loro$ Lo Spirito Santo &par&e negli apo&toli la gra#ia -eritataci "alla
-orte "el <iglio pella -i&ericor"ia "el Pa"re$ Co&D la Trinit1 "i.ina inter.eni.a
nell2opera ine88abile "ella no&tra re"en#ione, co-e pri-a nella crea#ione
"ell;uni.er&o$
%a ci? &ia-o c4iariti "i "ue co&e per altra .ia ine&plicabili, cio6 co-e a..enne c4e
gli apo&toli opera&&ero -iracoli pi7 gran"i c4e non il "i.ino Mae&tro, e pi7 8ruttuo&i,
&econ"o %io &te&&o lo a.e.a &pe&&e .olte e in "i.er&e occa&ioni annunciato$
Il ri&catto uni.er&ale "el genere u-ano in tutta la lung4e##a "ei &ecoli "ai te-pi
a"a-itici 8ino agli ulti-i, "o.e.a e&&ere il pre##o "el &anguino&o &acri8i#io "ella
Croce: per? 8ino alla con&u-a#ione "i /ue&to &acri8i#io i "i.ini &oggiorni 8urono
c4iu&i con porte "i bron#o agli &ciagurati 8igli "i A"a-o$
5uan"o i te-pi 8urono co-piuti, lo &pirito "i.ino &ce&e &ugli apo&toli, co-e .ento
i-petuo&o, &otto 8or-a "i lingua "i 8uoco: e allora 8u c4e &en#a tran&i#ione alcuna, in
.irt7 "i una a#ione &oprannaturale e "i.ina, tutte co&e 8urono -utate$ Il pri-o
-uta-ento &i .eri8ic? negli apo&toli$ 0on .e"e.ano, .i"ero: non inten"e.ano,
inte&ero: erano ignoranti, 8urono &apienti: parla.ano co&e .olgari, parlarono co&e
pro"igio&e$ La -ale"i#ione "i Babele ebbe 8ine$ <ino cia&cun popolo a.e.a parlato la
&ua lingua: e&&i le parlarono tutte &en#a con8u&ione$ %a pu&illi, pauro&i e in8ingar"i,
"i.ennero ar"iti, coraggio&i e "iligenti: a.e.ano abban"onato il Signore per la carne e
per il -on"o, abban"onarono la carne e il -on"o per il loro -ae&tro: a.e.ano
la&ciato la Croce per la .ita, "ie"ero la loro .ita per la Croce: -orirono nei loro
-e-bri per .i.ere "el &uo &pirito: per i--e"e&i-ar&i con %io ce&&arono "i e&&ere
uo-ini: per &olle.ar&i alla .ita angelica &pre##arono l;u-ana$
Co-e lo Spirito Santo a.e.a tra&8or-ato gli apo&toli, gli apo&toli tra&8or-arono il
-on"o: non per propria 8or#a, -a per lo &pirito in.incibile c4e a.e.a pre&o in loro
&o&tan#a$ Il -on"o a.e.a .i&to il Signore e non lo a.e.a cono&ciuto, e" ora c4e non
pote.a .e"erlo, e&&o lo cono&ce$ E&&o non a.e.a cre"uto alla &ua parola e" ora c4e 6
non 8a pi7 &entire la &ua .oce, gli cre"e$ Inutil-ente era &tato &pettatore "ei &uoi
-iracoli e" ora c4e colui c4e li opera.a 6 ritornato al 8ianco "el Pa"re li con8e&&a:
a.e.a croci8i&&o Ge&7, e" ora a"ora il croci8i&&o: a.e.a a"orato gli i"oli, e le pro.e
c4e li -o&tra bugiar"i tiene ora per in.incibili e .ittorio&e, e il &uo o"io pro8on"o &i
cangia in a-ore i--en&o$
C4i non 4a i"ea "ella gra#ia non 4a neppure i"ea "el cri&tiane&i-o: co-e c4i non
4a i"ea "ella pro..i"en#a "i.ina 6 nella pi7 co-pleta ignoran#a ";ogni co&a$ La
pro..i"en#a, pre&a nel &uo pi7 generale &igni8icato, 6 la cura c4e 4a il Creatore per
tutte le creature$ Le co&e e&i&tono perc4@ %io le cre?: -a e&&e &u&&i&tono perc4@ egli
le regola e ince&&ante-ente per co&D "ire le ricrea$ Pri-a c4e 8o&&ero, "e&&e non
a.e.ano in &@ ragione la ragione "i per"urare "opo la loro crea#ione "ella propria
&u&&i&ten#a$ %io &olo 6 la .ita e la ragione "ella .ita, l2e&&ere e la ragione "ell2e&&ere, il
&u&&i&tere e la ragione "el &u&&i&tere$ 0iente 6, .i.e, niente &u&&i&te per &ola .irt7
propria$ <uori "i %io, /ue&ti attributi non &ono n@ "appertutto n@ in alcun luogo$ %io
non 6 co-e un pittore c4e, 8atto il &uo /ua"ro, &e ne &tacca "a lui, lo abban"ona e lo
"i-entica: -a le co&e "a lui create non potrebbero &u&&i&tere co-e /uelle "ipinte,
cio6 "a per &@ &ole$ %io le 8ece le co&e in -o"o pi7 &uperiore e" e&&e gli &ono
"ipen"enti in -o"o pi7 inti-o e" eccellente$ Le co&e "ell;or"ine naturale, /uelle
"ell;or"ine &oprannaturale e /uelle c4e per il loro u&cire "ell;or"ine co-une naturale
o &oprannaturale, &ono e &on "ette -iracolo&e, &en#a, ce&&are "2e&&ere 8ra loro "i&tinte,
perc4@ &econ"o leggi "i.er&e go.ernate, 4anno per carattere co-une la "ipen"en#a
a&&oluta "alla .olont1 "i %io$ 0on &i "ice tutto "elle 8ontane col "ire c4e "anno ac/ua
perc4@ co&D &ta nella loro natura, n@ "egli alberi col "ire c4e per la &te&&a ragione
portano 8rutti$ La natura non "elle co&e non "ona a" e&&e una .irt7 propria e
in"ipen"ente "alla .olont1 "el loro creatore, -a una certa /ual -aniera "i e&&ere
"eter-inata, &e-pre "ipen"ente per? "alla .olont1 "el &upre-o autore e "el "i.ino
arc4itetto "el -on"o$
Le 8ontane &corrono perc4@ %io loro co-an"? attual-ente "i &correre: e loro il
co-an"a perc4@ tro.a buono c4e anc4e al pre&ente co-e nel giorno "ella loro
crea#ione &corrano$ Gli alberi pro"ucono 8rutti, perc4@ /ue&to 6 loro "a %io
co-an"ato attual-ente, tro.an"o buono anc4e al pre&ente co-e nel giorno "ella loro
crea#ione c4;e&&i li "iano$ %a ci? ri&ulta l2errore "i coloro c4e cercano la &piega#ione
"egli a..eni-enti, &ia nelle cau&e &econ"e, le /uali e&i&tono &otto la "ipen"en#a
attuale e i--e"iata "i %io, &ia nel ca&o, c4e non e&i&te in alcun -o"o$ %io &olo 6 il
creatore "i tutto ci? c4e e&i&te, il con&er.atore "i tutto ci? c4e &u&&i&te e l2autore "i
tutto ci? c4e acca"e, co-e &i &corge "alle parole "ell2$cclesiastico (11, 1)*' bona et
mala, vita et mors, paupertas et honestas a Deo sunt$ Epperci?, &an Ba&ilio "i&&e c4e
la &o--a "ella 8ilo&o8ia cri&tiana con&i&te nell2attribuire tutto a %io, co-e "ice il
Signore (Mt 1C, BK,JC*' =)onne duo passeres asse veneunt6 et unus non cadet super
terram sine *atre vestro- 7 8estri autem capilli capitis omnes numerati sunt>$
Con&i"eran"o le co&e a /ue&to lu-e, &i .e"e c4iara-ente c4e il naturale "ipen"e "a
%io al pari "el &oprannaturale e "el -iracolo&o$ "el -iracolo&o, il &oprannaturale e il
naturale, &ono 8eno-eni &o&tan#ial-ente i"entici riguar"o l;origine, c4e 6 la .olere "i
%io: .olere c4e 6 e&&en"o attuale in cia&cuno "i e&&i, 6 in tutti eterno$ %io .olle
eterna-ente e attual-ente la ri&urre#ione "i La##aro, co-e .uole eterna-ente e
attual-ente c4e gli alberi portino 8rutti$ E gli alberi c4e non 4anno una ragione "i ci?
pi7 in"ipen"ente "alla .olont1 "i.ina, "i /uella "i La##aro -orto per &orgere "alla
to-ba$ La "i88eren#a "i /ue&ti 8eno-eni tra loro, non &ta nella e&&en#a, -entre l;uno e
l;altro "ipen"ono "alla .olont1 "i.ina, -a nel -o"o, giacc4@ la .olont1 "i.ina &i
applica e &i co-pie nei "ue ca&i in .irt7 "i leggi "i&tinte$ L;uno "i /ue&ti -o"i 6 "etto
e" 6 -iracolo&o, l;altro 6 "etto e" 6 &oprannaturale, l2altra &i c4ia-a e" 6$ Gli uo-ini
c4ia-ia-o poi naturali i pro"igi /uoti"iani e -iracolo&i gli inter-ittenti$
0on 6 8acile il capacitar&i co-e alcuni neg4ino il potere "i operare pro"igi
inter-ittenti a colui c4e opera i /uoti"iani$ E non 6 ci? lo &te&&o "i negare il potere "i
8ar -eno a c4i 8a pi7G O "i negare a c4i opera &e-pre il potere "i operare /ualc4e
.oltaG (oi c4e negate la ri&urre#ione "i La##aro &icco-e opera -iracolo&a, perc4@
non negate altri pi7 -irabili pro"igiG Perc4@ non negate /ue&to &ole c4e na&ce a"
oriente, /ue&ti cielo &D bello, &D .a&to, en gli a&tri &e-pre lucentiG Perc4@ non negate i
-ari agitati e co--o&&i, e la &abbia 8ine e leggera &u cu .iene u-il-ente a -orire
l;on"a procello&aG Perc4@ non negate la ca-pagna piena "i 8re&c4e##a, i bo&c4i
&ilen#io&i e o-brati e le cateratte alti&&i-e, e il cri&tallo tra&parente "i li-pi"e
8ontaneG Or &e .oi non negate /ue&te co&e, co-e &iete e&&ere co&D incon&eguenti "a
"are per i-po&&ibile, o al-eno "i88icile, la ri&urre#ione "i un uo-oG 5uanto a -e non
nego la -ia 8e"e &e non colui c4e, "opo a.er aperto gli occ4i e&terni per .e"ere ci?
c4e lo circon"a, e gli occ4i interni per cono&cere ci? c4e &ucce"e "entro "i &@,
a88er-a non a.er .i&to, 8uori "i lui o in lui, una &ola co&a c4e non &ia un -iracolo&o$
%a ci? "etto &egue c4e la "i&tin#ione tra le co&e naturali e &oprannaturali, "a un
lato, e "all2altro tra i 8eno-eni or"inari 9 &ia "ell;or"ine naturale &ia "el
&oprannaturale , e i 8atti -iracolo&i, non pro"uce, n@ pu? pro"urre alcuna ri.alit1 o
&egreto antagoni&-o "i ci? c4e e&i&te per .olont1 "i %io, e "i ci? c4e e&i&te per
natura, /ua&i c4@ %io non 8o&&e il creatore, il con&er.atore e" il go.ernatore &upre-o
co&D "i /ue&to co-e "i /uello e "i tutto ci? c4e 6$
Si88atte "i&tin#ioni, tratte 8uori "ei loro con8ini "og-atici, 4anno portato a /uello
c4e .eggia-o pre&ente-ente' alla "ei8ica#ione "ella -ateria e alla nega#ione a&&oluta
"ella pro..i"en#a e "ella gra#ia$
Raccoglien"o per conclu"ere, i 8ili "el no&tro "i&cor&o, "ir? c4e la pro..i"en#a 6
co-e una gra#ia, in .irt7 "ella /uale %io con&er.a l2e&i&tente con /ue&to "i "i.er&o,
c4e la gra#ia 6 /ua&i una pro..i"en#a &peciale, per cui %io pren"e cura "ell2uo-o$ Il
"og-a "ella pro..i"en#a e /uello "ella gra#ia ne ri.elano l2e&i&ten#a "i un -on"o
&oprannaturale, a.ente in &@ le ragioni e le cau&e "ei no&tri principi e "ei no&tri a88etti$
Sen#a il lu-e c4e parte "a e&&o, tutto 6 tenebre: e tutto 6 in&piegabile &en#a la
&piega#ione c4e 6 in lui$ Sen#a /ue&to lu-e e /ue&ta &piega#ione il -on"o "i.iene
8eno-enico, e88i-ero, contingente, /ua&i nebbia c4e &i &cioglie, o-bra c4e &pari&ce,
&ogno c4e pa&&a$ Il &oprannaturale 6 &opra "i noi, 8uori "i noi, in noi, recinge il
naturale e .i &i co-penetra$
La cogni#ione "el &oprannaturale 6 "un/ue il 8on"a-ento "i tutte le &cien#e, e
particolar-ente "i tutte le &cien#e politic4e e -orali$ In.ano preten"ere&te &piegare
l;uo-o &en#a la gra#ia, e la &ociet1 &en#a la pro..i"en#a, e alle .o&tre ricerc4e
corri&pon"erebbe &e-pre un eterno &egreto$ L2alta i-portan#a "i /ue&ta "i-o&ta#ione
rice.er1 -aggior lu-e pi7 a.anti /uan"o, tratteggian"o il tri&to e la-ente.ole /ua"ro
"ei no&tri errori e "ei no&tri tra.ia-enti, &i .e"ranno tutti &caturire, &en#a ecce#ioni,
"alla nega#ione "el &oprannaturali&-o cattolico, co-e propria &orgente$ <rattanto
con.iene al -io &copo lo &tabilire /ui, c4e l2a#ione &oprannaturale e co&tante "i %io
&ulla &ociet1 e &ull2uo-o 6 il .a&to e &oli"o 8on"a-ento &u cui po&a tutto l2e"i8icio
"ella "ottrina cattolica: "i -o"o c4e /ue&to ca"e o.e &i tolga il pri-o$
++++++++++++++++++
CAPITOLO SETTIMO$
1a Chiesa cattolica ha trionfato sulla societ malgrado gli stessi ostacoli e cogli
stessi mezzi soprannaturali, che consentirono a nostro Signor (es Cristo la vittoria
sul mondo-
La C4ie&a cattolica, con&i"erata /uale i&titu#ione religio&a, e&ercit? nella &ociet1
ci.ile la &te&&a in8luen#a c4e il cattolici&-o, riguar"ato co-e "ottrina, e&ercit? nel
-on"o, la &te&&a c4e il no&tro Signor Ge&7 Cri&to e&ercit? nell2uo-o$ E /ue&to
inter.iene perc4@ Ge&7 Cri&to, la &ua "ottrina e la &ua C4ie&a non &ono c4e in realt1
tre -ani8e&ta#ioni "i.er&e "ella -e"e&i-a co&a, .ale a "ire "ell2a#ione "i.ina
operante in -aniera &oprannaturale e &i-ultanea nell2uo-o e in tutte le &ue 8acolt1,
nella &ociet1 e in tutte le &ue i&titu#ioni$ Ge&7 Cri&to 0o&tro Signore, il cattolici&-o e
la C4ie&a cattolica &ono la &te&&a parola, la parola "i %io c4e 4a un eco continuo nei
cieli$
5ue&ta parola ebbe a &uperare gli &te&&i o&tacoli e a -enar trion8o coi -e##i
-e"e&i-i nelle &ue .arie incarna#ioni$ I pro8eti "i I&raele a.e.ano annunciato la
.enuta "el Signore nella piene##a "ei te-pi, a.e.ano narrato la &ua .ita, pianto &opra
i &uoi &tra#ianti pati-enti, "e&critto le &ue 8atic4e, contate a" una a" una le gocce c4e
"o.e.ano 8or-are il -are "elle &ue lacri-e: a.e.ano .e"uto le &ue ango&ce e le &ue
igno-inie, e ritratto coi pi7 .i.i colori l;epoca "ella &ua pa&&ione e "ella &ua -orte$
0ulla"i-eno, il popolo "i I&raele non lo conobbe allorc4@ .enne, e "i6 co-pi-ento a
tutte le pro8e#ie, &en#a ricor"ar&i "ei &uoi pro8eti$ La .ita "el Signore 8u &anta: le &ue
labbra &oltanto 8ra gli uo-ini 8urono o&e in pre&en#a loro pro8erire /ue&te parole
pa##a-ente be&te--iatrici, o ine88abil-ente "i.ine' Chi di voi mi potr convincere
di peccatoG E -algra"o tali parole, c4e ne&&uno a.e.a ancora pronunciato, e potr1
-ai pronunciare, il -on"o non lo conobbe e lo coper&e ";oltraggi$ (era e -irabile era
la &ua "ottrina e, tale c4e an"a.a tutte co&e o"oran"o col pro8u-o "elle &ue ine88abili
"olce##e, e irra"ian"o "el pi7 -ite &plen"ore$ Ogni parola c4e u&ci.a "alle &ue &acre
labbra contene.a una -irabile ri.ela#ione, e" ogni ri.ela#ione una &ubli-e .erit1, e"
ogni .erit1 una &peran#a o..ero una con&ola#ione$ E ci? -algra"o, il popolo "i
I&raele rigett? la luce "elle &ue pupille, e c4iu&e il cuor &uo a /uelle inau"ite
con&ola#ioni e a /uelle &ubli-i &peran#e$ Il Signore 8ece "ei -iracoli non -ai .i&ti n@
u"iti "a &guar"o e "a orecc4io u-ano, e nulla-eno i popoli e gli uo-ini &i
allontanarono "a lui con orrore co-e in8etto 8o&&e "a lebbra, o co-e porta&&e &ulla
8ronte una -ale"i#ione i-pre&&a "alla collera "i.ina$ Per&ino uno "ei &uoi "i&cepoli,
c4e a-? con a-ore, 8u &or"o al "olce ric4ia-o "elle &ue tenere##e, e "alla &ubli-it1
"ell;apo&tolo ca""e nell2abi&&o "el tra"i-ento$
La C4ie&a "i Ge&7 Cri&to appari.a annunciata "ai &o--i pro8eti, e rappre&entata "a
&i-boli e 8igure 8in "al principio "ei &ecoli: lo &te&&o &uo "i.ino 8on"atore, nel
gettarne la pri-a pietra i--ortale e -o"ellan"o &opra un tipo -irabile le &ue "i.ine
gerarc4ie, po&e "inan#i agli apo&toli la &ua &toria a..enire$ Annunci? loro le gran"i
tribola#ioni, c4e a.rebbe patite, le per&ecu#ioni &en#a e&e-pio on"e &arebbe 8atto
&egno' e 8ece pa&&are a" uno a" uno, l;uno "opo l;altro, in una proce&&ione "i &angue i
con8e&&ori e i -artiri "i lei$ %i&&e c4e loro co-e le poten#e "el -on"o e "ell2in8erno
&tringerebbero contro "i e&&a, per o"io contro "i Lui, &tipulan"o patti terribili e
&acrileg4e allean#e, e co-e la C4ie&a per la gra#ia "i lui trion8erebbe "i tutte le
poten#e "el -on"o e "ell2in8erno$ Ei prote&e &u l;intera &ucce&&ione "ei te-pi il
&o.rano &uo &guar"o e annunci? la 8ine "i tutte le co&e e l2i--ortalit1 "ella &ua
C4ie&a, tra&-utata nella cele&te Geru&ale--e, ri.e&tita "i luce e &plen"i"e ge--e,
ricol-a "i gloria, e ole##ata "ai pi7 &oa.i pro8u-i$ E nulla"i-eno il -on"o, c4e la
.i"e &e-pre per&eguitata, &e-pre trion8ante, c4e 4a potuto contare e anno.erare le
&ue .ittorie "al nu-ero "elle &ue tribola#ioni, gli "1 continuo nuo.e .ittorie con
nuo.i "olori, a"e-pien"o co&D alla cieca la gran"e pro8e#ia nel te-po &te&&o c4;ei
"i-entica la co&a pro8eti##ata e il pro8eta$ La C4ie&a 6 per8etta e &anta co-e 8u
per8etto e &anto il &uo "i.ino 8on"atore$ Ella pure pronuncia &ola in pre&en#a "el
-on"o /ue&ta parola inau"ita' Chi mi convincer di errore e di peccatoG E -algra"o
/ue&te &ingolari parole, il -on"o n@ la &-enti&ce n@ le tien "ietro c4e calunnian"ola$
La &ua "ottrina 6 -era.iglio&a e .era, &icco-e /uella c4e 6 in&egnata "al gran
Mae&tro "ella .erit1 e "al &o--o operatore "i ogni -era.iglia, e nulla"i-eno il
-on"o &i accalca intorno alle catte"re "ell2errore e" a&colta la 8utile elo/uen#a "i
-i&erabili &o8i&ti e "i o&curi i&trioni$ E&&a 4a rice.uto "al &uo "i.ino 8on"atore la
poten#a "i 8are -iracoli e perpetuo -iracolo e&&a &te&&a, opera nuo.i -iracoli: e con
tutto ci? il -on"o la c4ia-a .ana e .ergogno&a &uper&ti#ione e" 6 8atta &egno al
"ileggio "elle genti e "ei popoli$ I &uoi &te&&i 8igli, co&D tanto a-ati, attentano con
&acrilega contro &D tenera Ma"re, abban"onano la &anta 8ia--a c4e prote&&e la loro
in8an#ia, e cercano in una nuo.a 8a-iglia e in un no.ello 8ocolare non &o /uali turpi
"ilettan#e e" i-pu"ic4i a-ora##i' e" ecco co-e ella &egue la .ia pro8etata "ella &ua
"oloro&a pa&&ione, &cono&ciuta "al -on"o e reietta "agli ere&iarc4i$
E ci? c4e .i 6 "i &ingolare e a--irabile &i 6 c4e a per8etta i-ita#ione "i Ge&7
Cri&to 0o&tro Signore, ella non pati&ce le tribola#ioni -algra"o i portenti c4e opera,
la .ia c4e percorre, la .erit1 c4e in&egna e le te&ti-onian#e in"ubitate c4e
ra..alorano e rincal#ano la "i.init1 "ella &ua -i&&ione: -a tutto al contrario, ella
&opporta cotali tribola#ioni in gra#ia "ella te&ti-onian#a, "elle .erit1, "ella &antit1
"ella .ita e "egli accennati -iracoli$ Cancellate per un i&tante coll;i--agina#ione la
&antit1, le .erit1, i pro"igi e le te&ti-onian#e, e" a.rete ri-o&&o in una &ola .olta le
tribola#ioni, le lacri-e, i pati-enti e le apo&ta&ie "ella C4ie&a$
Il -i&tero "elle &ue tribola#ioni 6 nelle .erit1 c4e procla-a: il -i&tero "elle &ue
.ittorie 6 nella 8or#a &oprannaturale c4e la &orregge, e tutte /ue&te co&e in&ie-e
c4iari&cono le &ue .ittorie e le &ue tribola#ioni$
La 8or#a &oprannaturale "ella gra#ia &i co-unica per8etta-ente ai 8e"eli col
-ini&tero "el &acer"o#io, e col .eicolo "ei &acra-enti: la /uale co-partita ai 8e"eli,
-e-bri "ella &ociet1 ci.ile e "ella C4ie&a, 4a "i&c4iu&o /uel pro8on"o abi&&o
e&i&tente tra le &ociet1 antic4e e le &ociet1 cattolic4e anc4e con&i"erate nel &olo
riguar"a-ento politico e &ociale$ A c4i ben .i o&&er.a, tra e&&e &ociet1 non corre altra
"i88eren#a tranne c4e le une &ono co-po&te "i cattolici e le altre "i pagani, le une
ri&ultano ";uo-ini -o&&i unica-ente "ai loro i&tinti naturali, le altre "i uo-ini c4e
-orti pi7 o -eno co-piuta-ente alla propria natura, &;atte-perano pi7 o -eno
co-piuta-ente alla &pinta &oprannaturale e "i.ina "ella gra#ia$ In /ue&to -o"o &i
&piega la "i88eren#a c4e &epara le i&titu#ioni politic4e e &ociali "elle antic4e &ociet1 "a
/uelle c4e &pontanea-ente allignarono, co-e "a &@, nelle &ociet1 -o"erne$ E a "ir
.ero, le i&titu#ioni &ono l2e&pre&&ione &ociale "elle i"ee co-uni, /ue&te &ono il
ri&ulta-ento generale "elle i"ee in"i.i"ue, e le i"ee in"i.i"ue la 8or-a intelletti.a "el
-o"o "i e&&ere e "i &entire "ell2uo-o$ Ora il pagano e il cattolico ce&&arono "i e&&ere
e "i &entire nella &te&&a -aniera' il pri-o rappre&enta l;u-anit1 pre.aricatrice e
"i&ere"ata, il &econ"o l;u-anit1 re"enta$ Le i&titu#ioni antic4e e -o"erne non &ono
pertanto l;e&pre&&ione "i "ue &ociet1 "i.er&e &e non perc4@ e&pri-ono o
rappre&entano "ue &ociet1 "i&tinte$ Me"e&i-a-ente appena le &ociet1 cattolic4e
pre.aricano e ca"ono, il pagane&i-o "i &ubito &;in&inua e irro-pe, e le i"ee, i
co&tu-i, le i&titu#ioni e le &ociet1 &te&&e 8an ritorno al pagane&i-o$
<acen"o a&tra#ione per un -o-ento "a /ue&ta 8or#a &oprannaturale, in.i&ibile, con
cui il cattolici&-o 4a tra&8or-ato tutto ci? c4e 6 .i&ibile e naturale, lenta-ente,
tacita-ente, e con il -e##o "i una opera#ione &egreta e -i&terio&a, tutto "i &ubito &i
ottenebra ai no&tri &guar"i: e il naturale e il &oprannaturale, il .i&ibile e l;in.i&ibile
ca"ono in una pro8on"a o&curit1$
0on .26 &pettacolo pi7 "oloro&o "i /uello "i un uo-o "i genio, c4e i-pren"e
l2i-po&&ibile -i&&ione "i c4iarire le co&e .i&ibili con le in.i&ibili, e le naturali con le
&oprannaturali: lo c4e torna tanto &uper8luo /uanto lo &piegare un 8atto per &@, una
co&a per &@, a..egnac4@ tutte co&e .i&ibili e naturali in /uanto &ono tali &ieno una
co&a -e"e&i-a$ 5ue&to 6 il gra.i&&i-o errore in cui "ie"e un ingegno e-inente,
uo-o .era-ente illu&tre e "i gran"i capacit1, "i cui non &i po&&ono leggere gli &critti
&en#a un &en&o "i pro8on"a .enera#ione, n@ u"ire i "i&cor&i &en#a a--irarli, e le cui
"oti per&onali a.an#ano "i gran lunga /uelle pi7 &ingolari "ella -ente$ L;ani-o
pacato c4e porta nelle pi7 in.olute /ue&tioni "1 a Gui#ot la pre-inen#a &u tutti gli
&crittori conte-poranei$ General-ente parlan"o, Il &uo -o"o "i .e"ere 6 &e-pre
i-par#iale e &icuro$ Egli 6 preci&o nella parola cal-o nello &tile, &e.era-ente
-o"e&to negli orna-enti "ella lingua$ La &ua &te&&a elo/uen#a obbe"i&ce continuo
alla &ua ragione$ Elo/uen#a .era-ente &ubli-e, ragione ancor pi7 &ubli-e$ Per
/uantun/ue ar"ua &ia una /ue&tione, allorc4@ Gui#ot e&ce "alla &ua cal-a e la tratta,
&e-bra piutto&to "i&cen"re c4e a" e&&a poggiare$ Allorc4@ pre&enta i 8eno-eni c4e
ca"ono &otto i &uoi &en&i, noi &are--o tentati "i "ire c4;egli li crei an#ic4@
"e&cri.erli: &e entri in /ue&tioni "i partito par &i co-piaccia "i a&&egnare a cia&cuno,
la parte "i errore e "i .erit1 c4e gli &petta, &e-bra c4e non l;a&&egni perc4@ gli tocc4i,
-a gli tocc4i perc4@ egli l;a&&egna$ 5uan"o parla "i religione, il &uo linguaggio 6
"ignito&o, &olenne, au&tero, e an"rebbe, poten"olo, 8ino a toccare i con8ini "ella
.enera#ione$ La parte c4e egli ricono&ce alla religione nell2opera "ell;in&taura#ione
&ociale 6 gran"e, -a ne&&uno &aprebbe "ire &;ei la con&i"eri co-e regina e &ignora
"elle altre i&titu#ioni' ci? c4e &i pu? a88er-are &i 6 c4e in ogni ca&o ella appare ai &uoi
&guar"i co-e una regina a-ni&tiata, c4e ai giorni &te&&i "ella &ua gloria con&er.a le
tracce "ella &ua pa&&ata &c4ia.it7$
La "ote &o--a "i Gui#ot &i 6 "i .e"ere bene tutto /uel c4e .e"e, "i .e"ere tutto
/uanto 6 .i&ibile, "i .e"ere ogni co&a "i&giunta-ente$ La parte -anc4e.ole "el &uo
inten"i-ento &ta nel non .e"ere in /ual -o"o le co&e .i&ibili e &taccate 8or-ino tra
loro un co-ple&&o gerarc4ico e ar-onio&o, ani-ato "a una 8or#a in.i&ibile$ 5ue&to
note.ole "i8etto, e tale /ualit1 e-inente &i ri&contrano pi7 c4e altro.e nel libro, c4e 4a
con&acrato alla co-piuta "e&cri#ione "ell;inci.ili-ento europeo$ Gui#ot 4a .i&to tutto
ci? c4e .i in e&&o "i 8econ"o e "i co-ple&&o, 4a .i&to tutto, tranne l;inci.ili-ento
&te&&o$ C4i .oglia tro.are gli ele-enti -olteplici e "i.er&i c4e lo co-pongono, li
cerc4i nell;opera &ua: e&&i .i &ono' -a c4i inten"e rin.enire la potente unit1 c4e lo
co&titui&ce, il principio "i .ita c4e libera-ente circola nelle gagliar"e -e-bra "i
/ue&to corpo &ociale &ano e .igoro&o, "e.e cercarlo altro.e, poic4@ non gli &ar1 "ato
"i ritro.arlo in /ue&to bel libro$
Gui#ot 4a ben colto tutti gli ele-enti .i&ibili "ella ci.ilt1 e tutto ci? c4e .i 6 "i
.i&ibile in e&&i: egli 4a con ogni &tu"io e&a-inato tutti /uelli c4e nulla contengono in
&@ c4e ca"a &otto il "o-inio "ei &en&i$ Ma .i era e#ian"io un ele-ento, a" un te-po
.i&ibile e in.i&ibile, e /ue&to era la C4ie&a$ La C4ie&a opera.a &ulla &ociet1 in -o"o
analogo a /uello "egli altri ele-enti politici e &ociali, -a anc4e in un -o"o
e&clu&i.a-ente proprio$ Riguar"ata co-e una i&titu#ione nata nel te-po e collocata
nello &pa#io, la &ua in8luen#a era .i&ibile e li-itata co-e /uella "i ogni altra
i&titu#ione con8inata nello &pa#io e 8iglia "el te-po$ Con&i"erata in.ece co-e una
i&titu#ione "i.ina, a.e.a in &@ una 8or#a "i.ina, &oprannaturale c4e non e&&en"o
&otto-e&&a alle leggi "el te-po o a /uelle "ello &pa#io, agi.a &u tutte e &u cia&cuna
parte, in -o"o &ilen#io&o, &egreta-ente e in -o"o &oprannaturale$ Ci? 6 tanto .ero,
c4e nella &pa.ento&a con8u&ione "egli ele-enti &ociali, la C4ie&a co-parte agli altri
/ualc4e co&a "i e&clu&i.a-ente &uo: -entre ella &ola i-penetrabile in tanta
con8u&ione con&er.? la &ua i"entit1 a&&oluta$ Ponen"o&i in contatto con e&&a la &ociet1
ro-ana, continuan"o a e&&ere ro-ana, "i.enne /ualc4e co&a c4e non era &tata -ai per
l;a.anti, .oglio "ire cattolica$ I popoli ger-anici, &en#a ce&&are "i e&&ere ger-anici,
"i.ennero /ualc4e co&a c4e non erano &tata -ai' cio6 cattolici$ Le i&titu#ioni politic4e
e &ociali, &en#a &-arrire la natura loro propria, a&&un&ero una natura c4e pri-a era
loro e&tranea, .oglio "ire la natura cattolica$ E il cattolici&-o non era gi1 una 8or-a
inane, poic4@ non "ie"e 8or-a alcuna a ne&&una i&titu#ione: -a era al contrario
/ualc4e co&a "i inti-o e "i e&&en#iale, co-parten"o a tutte /ualc4e co&a "i inti-o e
pro8on"o$ Il cattolici&-o la&cia.a &u&&i&tere le 8or-e e -uta.a le e&&en#e$ E nel
-entre la&cia.a &u&&i&tere le 8or-e tute e tutte cangia.a le e&&en#e, con&er.a.a intatta
la propria e&&en#a e rice.e.a le 8or-e "alla &ociet1$ La C4ie&a 8u 8eu"ale, co-e la
8eu"alit1 8u cattolica: -a e&&a non rice.e.a l2e/ui.alente "i ci? c4e "a.a: poic4@
rice.e.a /ualc4e co&a "i pura-ente e&teriore, e c4e "o.e.a pa&&are co-e tale, nel
-entre ella "a.a /ualc4e co&a ";interno e ";inti-o c4e "o.e.a ri-anere co-e
un2e&&en#a$
0el co-ple&&o co-une "ell;inci.ili-ento europeo, il /uale co-e ogni altra e pi7
";ogni altra ci.ilt1 6 conte-poranea-ente unit1 e "i.er&it1, ogni altro ele-ento
co-binato e riunito &o--ini&tr? /uanto e&&o 4a "i "i.er&o: -entre la C4ie&a &ola gli
4a co-partito ci? c4e contiene "i unit1 e nel "argli ci? c4e 4a "i unit1, gli 4a "ato
/uanto 4a "i e&&en#iale, /uello on"e trae /uanto .i 6 "i pi7 e&&en#iale in una
i&titu#ione, cio6 il &uo no-e$ L;inci.ili-ento europeo non 8u n@ ger-anico, n@
ro-ano, n@ a&&oluti&ta n@ 8eu"ale' e&&o &i c4ia-? e &i c4ia-a inci.ili-ento cattolico$
Il cattolici&-o non 6 "un/ue &ola-ente, co-e la pen&a Gui#ot, uno "ei -olteplici
ele-enti c4e entrarono nella co-po&i#ione "i /ue&to inci.ili-ento a--irabile: 6 pi7,
e pi7 a&&ai "i e&&o' 6 lo &te&&o inci.ili-ento$ <atto .era-ente &ingolare' Gui#ot .e"e
tutto ci? c4e occupa un i&tante nel te-po, e un luogo circo&critto nello &pa#io, e non
.e"e ci? c4e &upera lo &pa#io e il te-po: ei .e"e ci? c4e 6 in un luogo o nell;altro,
/ua e l1, e non .e"e /uanto 6 "appertutto$ In un corpo or"inato e pieno "i .ita, ei non
.e"e c4e le -e-bra c4e lo co-pongono, e non .e"e lo &pirito c4e le in8or-a e
.i.i8ica$
<ate per un i&tante a&tra#ione "alla .irt7 "i.ina, "alla 8or#a &oprannaturale c4e 6
nella C4ie&a, con&i"eratela co-e una u-ana i&titu#ione c4e &i &.olge e &i allarga con
-e##i pura-ente u-ani e naturali: e Gui#ot 4a ragione contro "i .oi$ L2e88icacia "ella
&ua "ottrina non pu? &orpa&&are i li-iti c4e egli le pre&cri.e con la &ua ele.ata
ragione$ La "i88icolt1 intanto re&ter1, e&&en"o un 8atto e.i"ente c4e e&&a li 4a
oltrepa&&ati$ Tra la &toria c4e ne in&egna a.erli e&&a &or-ontati, e la ragione c4e
"i-o&tra non a.er potuto &uperarli, e&i&te una pal-are contra""i#ione c4e 6
nece&&ario ri&ol.ere 8acen"o ricor&o a una 8or-ula &uperiore e a una concilia#ione
&upre-a c4e -etta in ar-onia i 8atti con i principi e la ragione con la &toria$ 5ue&ta
8or-ula .uole e&&ere 8uori "ella &toria e "ella ragione, 8uori "el naturale e "el .i&ibile:
tro.an"o&i in ci? c4e .;4a "i in.i&ibile, "i &oprannaturale e "i "i.ino nella &anta
C4ie&a cattolica$ E" 6 per l;appunto /ue&to ele-ento "i.ino, &oprannaturale e
in.i&ibile, c4e le 4a a&&oggettato il -on"o, ro.e&ciato ai &uoi pie"i i pi7 8orti o&tacoli,
&otto-e&&o le intelligen#e ribelli e i cuori &uperbi, ele.an"ola al "i &opra "elle u-ane
.ici&&itu"ini, e a&&icuran"ole l;i-pero &ulle na#ioni$
C4i non tiene a calcolo la .irt7 &oprannaturale e "i.ina "ella C4ie&a non
co-pren"e1 -ai n@ la &ua in8luen#a, n@ le &ue .ittorie, le &ue tribola#ioni: e c4i non
.ale a co-pren"erla, non giunger1 -ai a" a88er-are ci? c4e .i 6 "i inti-o, e&&en#iale
e pro8on"o .i 6 "ell;inci.ili-ento europeo$

+++++++++++++++++++
LIBRO SECO0%O
PROBLEMI E SOLU3IO0I ATTI0E0TI ALL2OR%I0E I0 GE0ERALE
++++++++++++++++++++++++++++++++
CAPITOLO PRIMO
Del li!ero ar!itrio dell%uomo$
<uori "ell2a#ione "i %io non e&i&te c4e /uella "ell2uo-o: 8uori "ella "i.ina
Pro..i"en#a non .;6 c4e la libert1 u-ana$ La co-bina#ione "ella libert1 "ell2uo-o
con la Pro..i"en#a 8or-a il ricco e &.ariato intreccio "ella &toria$
Il libero arbitrio "ell2uo-o 6 il capo ";opera "ella crea#ione, e &e 6 lecito co&D
e&pri-er-i, il pi7 portento&o "ei "i.ini pro"igi$ Tutte le co&e &i "i&pongono
in.ariabil-ente in or"ine a lui, "i -aniera c4e la crea#ione &arebbe ine&plicabile
&en#a l2uo-o, e l2uo-o un eni--a &en non 8o&&e libero$ La libert1 &ua &piega l2uo-o
e nel te-po &te&&o tutte le co&e$ Ma c4i -ai c4iarir1 /ue&ta libert1 &ubli-e,
in.iolabile &anta e co&D &anta, in.iolabile, &ubli-e c4e per8ino colui c4e l;4a non pu?
toglierla: libert1 on"e l2uo-o pu? re&i&tere in.incibil-ente a %io, e, .ittoria terribile,
.incere I""ioG C4i -ai &pieg4er1 co-e a..enga, c4e con tale .ittoria "ell2uo-o &u
%io, %io rie&ca .incitore e l2uo-o .into, &en#a c4e la .ittoria "ell2uo-o ce&&i perci?
"i e&&ere una .era .ittoria e la &con8itta "i %io una .era &con8ittaG C4e 6 -ai cote&ta
.ittoria &eguita nece&&aria-ente "alla per"ita "el .incitoreG C4e 6 -ai cote&ta
"i&8atta, c4e rie&ce in ulti-o alla glori8ica#ione "el .intoG C4e &igni8ica il para"i&o
pre-io "ella -ia &con8itta e l;in8erno ca&tigo "ella -ia .ittoriaG Se la -ia &alute
ripo&a nella -ia &con8itta, perc4@ io re&pinger? natural-ente c4e -i &al.aG E &e la
-ia con"anna &ta nella -ia .ittoria, perc4@ "e&i"erer? io /uello &te&&o c4e -i per"eG
Si88atte /ue&tioni tennero occupate tutte le intelligen#e nei &ecoli "ei gran"i
"ottori$ Oggi"D &ono e&&e reiette e tenute a .ile "agli i-pu"enti &o8i&ti, i /uali non
4anno la 8or#a "i &olle.are "a terra le ar-i 8or-i"abili, c4e con tanta 8acilit1 e u-ilt1
-aneggiarono /uei gran"i "ottori "elle et1 cattolic4e$ Lo in.e&tigare con u-ilt1 e con
l2aiuto "ella &ua gra#ia i &ubli-i "i&egni "i %io nel pro8on"o loro -i&tero, &e-bra ora
una gran"e 8ollia, co-e &e l2uo-o pote&&e /ualc4e -ini-a co&a &apere &en#a
co-pren"ere alcunc4@ "i /uei pro8on"i -i&teri e "i /uei &ubli-i "i&egni$ Ora tutte le
/ue&tioni intorno alla "i.init1 &e-brano &terili e o#io&e, co-e 8o&&e "ato occupar&i "i
%io, c4e 6 intelligen#a e .erit1, &en#a gua"agnare in .erit1 e in intelligen#a$
(enen"o alla /ue&tione, c4e 6 l2argo-ento "i /ue&to capitolo, e c4e io cerc4er? "i
re&tringere il pi7 po&&ibile, "ir? innan#i tutto c4e l;i"ea c4e &i 4a in generale "i libero
arbitrio, 6 intera-ente 8al&a$ Il libero arbitrio non con&i&te gi1 , co-e co-une-ente
&i pen&a, nella 8acolt1 "i &cegliere tra il bene e il -ale, c4e lo &ti-olano in "ue &en&i
oppo&ti$ Se il libero arbitrio in ci? con&i&te&&e, ne .errebbero "ue con&eguen#e, l;una
in or"ine a %io, l;altra in or"ine all2uo-o, entra-be ";una e.i"ente a&&ur"it1$ La
pri-a, c4e l2uo-o &arebbe tanto -eno libero /uanto pi7 8o&&e per8etto: poic4@ egli
non pu? progre"ire nella per8e#ione &e non &otto-etten"o&i all2i-pero "i ci? c4e lo
gui"a al bene: n@ ei pu? a&&oggettar&i all2i-pero "el bene &en#a &ottrar&i a /uello "el
-ale, toglien"o all;uno /uanto conce"e all;altro "i &o--e&&ione: lo c4e, alteran"o
pi7 o -eno, giu&ta il gra"o "ella &ua per8e#ione, l2e/uilibrio tra /ue&ti "ue contrari
eccita-enti, "i-inui&ce la &ua libert1, cio6 la &ua 8acolt1 "i &cegliere, nella &te&&a
-i&ura in cui &i altera il &uo e/uilibrio$ La &upre-a per8e#ione con&i&ten"o
nell2annienta-ento "i uno "i /ue&ti "ue eccita-enti, e la per8etta libert1 &upponen"o
la piena 8acolt1 "i &cegliere 8ra /ue&ti "ue contrari eccita-enti, 6 c4iaro c4e tra la
per8e#ione e la libert1 "ell2uo-o .i 6 un2e.i"ente contra""i#ione e" a&&oluta
inco-patibilit1$ L2a&&ur"o "i tale con&eguen#a &ta in ci? c4e e&&en"o l2uo-o libero e
"o.en"o per8e#ionar&i, non pu? con&er.are la libert1 &en#a rinunciare alla per8e#ione,
n@ e&&ere per8etto &en#a perci? ce&&are "i e&&ere libero$
Per la &econ"a con&eguen#a ne .arrebbe, c4e &e la libert1 con&i&te&&e nell;illi-itata
8acolt1 "i &cegliere tra "ue eccita-enti oppo&ti, %io -anc4erebbe "el tutto "i libert1:
perc4@ in %io non e&i&tono eccita-enti 8ra loro contrari$ Perc4@ %io 8o&&e libero
nece&&iterebbe c4;ei pote&&e &cegliere tra il bene e il -ale, tra la &antit1 e" il peccato$
E&i&te pertanto tra la natura "i %io e /uella "ella libert1 co&D "e8inita una ri"icola
contra""i#ione e" un inco-patibile a&&ur"o$ E &icco-e 6 a&&ur"o &upporre "a una
parte, c4e %io non po&&a e&&ere libero e&&en"o %io, n@ po&&a e&&ere %io e&&en"o
libero, e "all2altra c4e l2uo-o non po&&a re&pingere la per8e#ione &en#a rinunciare alla
&ua libert1, n@ con&er.are la propria libert1 &en#a rinunciare alla per8e#ione, 8or#a 6
conc4iu"ere c4e la no#ione "i libert1, on";6 "i&cor&o, &ia &otto ogni i&tante 8al&a,
contra""ittoria e a&&ur"a$
L2errore c4e io co-batto colloca la libert1 con&i&ta nella 8acolt1 "i &cegliere, -entre
e&&a ri&ie"e nella 8acolt1 "i .olere, c4e &uppone la 8acolt1 "i inten"ere$ Ogni e&&ere
8ornito "i intelletto e "i .olont1 6 libero, e la &ua libert1 non 6 una co&a "i&tinta "alla
.olont1 e "all2intelligen#a &ua: an#i 6 lo &te&&o &uo inten"i-ento, lo &te&&o &uo .olere$
Allorc4@ &i a88er-a "i un e&&ere c4e 4a intelletto e .olont1, e "i un altro c4e 6 libero,
&i a&&eri&ce "i "ue e&&eri una co&a e&pre&&a in -o"o "i.er&o$
Se la libert1 con&i&te nella 8acolt1 "i inten"ere e "i .olere, la libert1 per8etta
con&i&ter1 co&tituita nell2inten"ere e nel .olere in -o"o co-piuto: e &icco-e inten"e
e .uole per8etta-ente, ne con&eguita per una nece&&aria illa#ione, c4e %io &olo 6
per8etta-ente libero$
L2uo-o 6 libero perc4@ pri.ilegiato "i .olont1 e "i inten"i-ento: -a non 6
per8etta-ente libero, non e&&en"o ornato "i una intelligen#a in8inita e per8etta, n@ "i
una .olont1 in8inita e per8etta$
L2i-per8e#ione "el &uo intelletto ri&ie"e "a una parte nel non "i inten"ere tutto
l;intelligibile, e "all;altra nell;e&&ere &ottopo&to all;errore$ L2i-per8e#ione "ella &ua
.olont1 "eri.a "al ri8iuto "i .olere /uanto &i "e.e .olere, /uin"i "al potere e&&ere
&ti-olato e .into "al -ale$ %un/ue l;i-per8e#ione "ella &ua .olont1 proce"e "alla
8acolt1 "i &eguire il -ale e" abbracciare l;errore, o in altri ter-ini, e&&a per8e#ione
"eri.a &pecial-ente "a /uella &te&&a 8acolt1 "i &cegliere, in cui &econ"o l2opinione
co-une con&i&te la &ua a&&oluta per8e#ione$
Allorc4@ l2uo-o 8u creato "a %io, egli co-pren"e.a il bene, e co-pren"en"olo lo
.ole.a, .olen"olo lo tra"uce.a in atto, e operan"o il bene c4e .ole.a la &ua .olont1, e
co-pren"e.a col &uo intelletto, egli era libero, e le parole e.angelic4e -o&trano a
tutta e.i"en#a tale e&&&ere il &igni8icato cri&tiano "ella libert1' cognoscetis veritatem,
et veritas li!era!it vos$ (G. , JB*$ Tra la libert1 &ua e /uella "i %io non corre.a altra
"i88eren#a c4e /uella e&i&tente tra una co&a c4e pu? "egra"ar&i e per"er&i, e un;altra
c4e non pu? n@ per"er&i n@ patire "etri-ento, tra una co&a c4e per &ua natura 6
li-itata e un;altra c4e per &ua natura 6 in8inita$
5uan"o la "onna por&e "ocile e attento orecc4io alla .oce "ell2angelo "eca"uto, il
&uo inten"i-ento co-inci? to&to a" o&curar&i, la &ua .olont1 a "i.enire "ebole e
8iacca$ %i&giunta "a %io c4e era il &uo &o&tegno, ella pro.? un i-pro..i&o
&-arri-ento e" allora la &ua libert1, c4e non era altra co&a "alla &ua .olont1 e "al &uo
inten"i-ento, in8er-?$ Allorc4@ poi "alla colpe.ole co-piacen#a pa&&? all2atto
colpe.ole, il &uo intelletto &i ottenebr?, e la &ua .olont1 &oggiac/ue a un pro8on"o
in"eboli-ento$ La "onna tra&cin? con &@ l2uo-o "eca"uto, e la libert1 u-ana ca""e
nello &tato pi7 -i&erabile "i 8rale##a$
Alcuni, con8on"en"o il concetto "ella libert1 con /uello "i un;in"ipen"en#a
a&&oluta, "o-an"ano per /ual ragione &i "ice c4e l2uo-o "i.enga &c4ia.o allorc4@
ca"e in potere "el "e-onio, nel te-po &te&&o c4e &i a88er-a lui e&&ere &tato libero
/uan"o era po&to per intero &otto l;u&bergo "i %io$ Al /uale /ue&ito ri&pon"ia-o non
potere a88er-are c4e l2uo-o &ia &c4ia.o &ola-ente perc4@ non appartiene a &e &te&&o'
in /ue&to ca&o ei &arebbe continua-ente &c4ia.o, a..egnac4@ non po&&a appartiene
-ai a &e &te&&o in -o"o a&&oluto e in"ipen"ente: -a &olo allora &i "ice "i lui c4e 6
&c4ia.o /uan"o ca"e in potere "i un u&urpatore: nella &te&&a gui&a c4e &i a88er-a lui
e&&ere libero /uan"o obbe"i&ce al legitti-o potere$ 0on .i 6 altra &c4ia.it7 tranne
/uella in cui ca"e l;uo-o c4e &i &otto-ette a un tiranno: n@ altro tiranno &e non c4i
e&ercita un potere u&urpato, n@ altra libert1 c4e /uella con&i&tente nell;obbe"ien#a
.olontaria ai poteri legitti-i$ Altri non po&&ono co-pren"ere in c4e -o"o la gra#ia
c4e ci 4a re&o la libert1 e ci re"en&e, &i con8or-i con e&&a re"en#ione e con e&&a
libert1$ Se-bra a cote&toro, c4e in /ue&ta opera#ione -i&terio&a %io &olo &ia atti.o, e
l2uo-o ri-arrebbe pa&&i.o: nel c4e e&&i .anno "el tutto errati, perc4@ in /ue&to
gran"e -i&tero concorrono %io e l2uo-o, l;uno per l;a#ione, l;altro per la
coopera#ione$ 5ue&ta 6 altre&D la ragione per cui %io non 6 u&o conce"ere
general-ente altro c4e la gra#ia &u88iciente per allettare e -uo.ere "olce-ente la
.olont1' nella te-a "i oppri-erla, ei la &ollecita .er&o "i lui colle pi7 "olci c4ia-ate$
L2uo-o, "al canto &uo, atte-peran"o&i alla .oce "ella gra#ia, accorre con una
inco-parabile pieg4e.ole##a e 8elicit1 e allorc4@ la .olont1 pieg4e.ole "ell2uo-o c4e
&i atte-pera all;in.ito, &i riuni&ce alla "olce .olont1 "i %io, c4e &i co-piace "i
c4ia-arla, allora pel concor&o "i /ue&te "ue .olont1 la gra#ia &u88iciente "i.iene
e88icace$
Alcuni collocano la libert1 8uori "ell;in8luen#a "i ogni &ollecita#ione atto a
-uo.ere la .olont1 "ell2uo-o$ Cote&toro "anno &en#a &aperlo in una "i /ue&te "ue
a&&ur"it1, l;una c4e &uppone c4e un e&&ere ragione.ole poter&i -uo.ere &en#a alcun
-oti.o: l;altra potere e&&ere libero un ente non ragione.ole$
Se 6 .ero /uanto "ice--o, la 8acolt1 "i &celta conce&&a all2uo-o, lungi "all2e&&ere
con"i#ione nece&&aria "ella libert1, ne 6 an#i lo &coglio, po&cia c4e in e&&a &i rin.iene
la po&&ibilit1 "i allontanar&i "al bene e "i ca"ere nell2errore, "i rinun#iare
all2obbe"ien#a "o.uta a %io e "i ca"ere nelle -ani "el tiranno$ Tutti i conati
"ell2uo-o &orretto "alla gra#ia, "e.ono con8erire a ri"urre e&&a 8acolt1 al ripo&o, e a
per"erla &e 8o&&e po&&ibile con una perpetua ina#ione$ Soltanto c4i ne ri-ane &en#a,
co-pren"e, .uole e pratica il bene: /uegli &ola-ente 6 a88atto libero, -entre &olo c4i
6 libero 6 per8etto, e c4i 6 per8etto 6 anc4e 8elice$ Ecco perc4@ ne&&uno "ei beati in
cielo po&&ie"e tale 8acolt1: non %io, non i &anti, non i cori "ei &uoi angeli$
+++++++++++++++++++
CAPITOLO SECO0%O
'isposta ad alcune o!!iezioni relative a questo domma-
Se la 8acolt1 "i cre"ere non co&titui&ce la per8e#ione, -a il pericolo in cui corre il
libero arbitrio "ell2uo-o: &e "e&&a 8acolt1 8u il principio "ella &ua pre.arica#ione e
l;origine "ella &ua ca"uta, e &e ne racc4iu"e il &en&o "ella colpa, "ella con"anna e
"ella -orte: co-e -ai /ue&to "ono 8une&to pieno "i &.enture e 8econ"o "i cata&tro8i
&i accor"a con la bont1 "i %ioG la -ano c4e -e lo "1 "o.r? io c4ia-arla
-i&ericor"io&a o &"egnataG Se -i&ericor"io&a, perc4@ -e la "ie"e con un carico tanto
pe&anteG La no-er? giu&ta o &olo 8orteG Se giu&ta, c4e 4o 8atto -ai pri-a "i e&i&tere
per e&&ere oggetto ai &uoi rigoriG Se 8orte perc4@ non -i "i&truggeG Se 4o peccato per
l;u&o "el "ono c4e rice.etti, c4i 6 l;autore "el -io peccatoG Se &ono giunto a
per"er-i per la colpa .er&o cui -i porta.a l;inclina#ione c4e -i 6 &tata "ata, c4i 6
l;autore "ella -ia con"anna e "el -io in8ernoG E&&ere -i&terio&o e terribile "o.r?
bene"irti o abo-inartiG ca"r? pro&ternato ai tuoi pie"i co-e il tuo &er.o Giobbe e
in"iri##er? a te ri.olger?, 8ino a &tancarti le -ie ar"enti preg4iere acco-pagnate a
ge-iti a-ari, oppure &o.rapponen"o -ontagna a -ontagna, il Pelio &ull;o&&a,
intrapren"er? contro "i te la guerra "ei TitaniG Co-e placartiG Co-e .incertiG 0on &o
&e -i "ebba gettare nella .ia "ei tuoi ne-ici o nella .ia "ei tuoi &c4ia.i$ 0on &o co-e
ti c4ia-i$ %i--i in /uale "ei tuoi libri &uggellati tieni &critto il tuo no-e, giacc4@
contra""ittori &ono i no-i c4e ti &i "anno, contra""ittori al pari "i te' /uelli c4e &i
&al.ano ti c4ia-ano %io, /uelli c4e &i per"ono ti c4ia-ano tiranno$
Co&D parla il genio "ell2orgoglio e "ella be&te--ia, .olgen"o .er&o %io &guar"i
in8ia--ati$ Per una "e-en#a inconcepibile e per una -o&truo&a aberra#ione, l2uo-o,
creatura "i %io, cita innan#i al &uo tribunale il %io c4e gli "ie"e la ragione con cui lo
giu"ica, e la .oce con cui lo c4ia-a in giu"i#io$ E alle be&te--ie &ucce"ono le
be&te--ie, co-e l;abi&&o &ucce"e all2abi&&o, la be&te--ia c4e i-peti&ce I""io, .a a
8inire in /uella c4e lo con"anna o l2a&&ol.e$ , L2uo-o c4e con"anna %io o c4e lo
a&&ol.e in luogo "i a"orarlo, 6 un be&te--iatore$ , S.enturati i &uperbi c4e lo citano
a co-parire innan#i a loro: 8elici gli u-ili c4e lo a"oranoE Egli .err1 per gli uni e per
gli altri' per gli uni, co-e giorno "i a&&egna-ento, per gli altri, co-e giorno "i
a"ora#ione$ Se-pre ri&pon"er1 a coloro c4e lo c4ia-ano' -a agli uni ri&pon"er1 con
la collera, agli altri con l;a-ore$
0@ &i "ica c4e /ue&ta "ottrina ter-ini nell;a&&oluta nega#ione ";ogni co-peten#a
"ella ragione u-ana a giu"icare le co&e "i %io, e per con&eguente alla con"anna
i-plicita "ei teologi, "ei &anti "ottori, "ella &te&&a C4ie&a, c4e nei pa&&ati &ecoli ne
4anno a-pia-ente "i&cor&o e giu"icato$ Ci? c4e 6 con"annato "a /ue&ta "ottrina &i 6
la inco-peten#a "ella ragione non illu-inata "alla 8e"e a giu"icare co&e c4e &ono
-ateria "i ri.ela#ione e "i 8e"e, in /uanto &oprannaturali$ 5uan"o la ragione entra in
&i88atti giu"i#i &en#a tale aiuto, tratta "i %io e con %io in giu"i#io &upre-o, c4e non
a--ette n@ ricor&o n@ appello$ C4e il &uo giu"i#io con"anni o a&&ol.a, 6 be&te--ia
-eno per /uello c4e l;uo-o .i a88er-a o .i nega "i %io c4e per /uello c4e la &ua
ragione i-plicita-ente a88er-a "i &e &te&&a: giacc4@, in8atti co&D nella con"anna
co-e nell2a&&olu#ione, non 8a altro c4e a88er-a per &ua e "i "iritto l;in"ipen"en#a e la
&o.ranit1$ Ma /uan"o la &anta C4ie&a a88er-a o nega /ualc4e co&a "i %io, non nega o
a88er-a &e no /ualc4e co&a "ell;i"ea c4e &i 6 8or-ata "i lui$ 5uan"o gli e-inenti
teologi e i &anti "ottori penetrano con la loro ragione nell2abi&&o "elle co&e "i.ine, 6
&e-pre con &egreto terrore e prece"uti "alla 8e"e$ Loro &copo non 6 "i &orpren"ere in
%io -era.iglie e &egreti ignorati "alla 8e"e -a "i unire a /ue&to lu-e il lu-e "ella
ragione, per con&i"erare &otto altro a&petto gli &te&&i &egreti e le &te&&e -era.iglie$
0on .ogliono .e"ere in %io co&e nuo.e -a le antic4e in "ue a&petti i /uali, "i&tinti
nel cono&cerlo, lo "i.entano pure nell;a"orarlo$
<ra i -i&teri c4e la 8e"e ne in&egna e c4e 6 propo&to "alla C4ie&a, non .e n;6
alcuno, gio.a ricor"arlo, il /uale non riuni&ca in &@, per una a--ire.ole "i&po&i#ione
"i.ina, "ue /ualit1 or"inaria-ente &eparate' l2o&curit1 e l2e.i"en#a$ I -i&teri cattolici
potrebbero co-parar&i a corpi lu-ino&i e opac4i a" un te-po: opac4i e lu-ino&i "i
tal gui&a c4e per8etta-ente o&curi e per8etta-ente lu-ino&i, non pu? la loro o-bra
.enir illu-inata "alla loro luce, e /ue&ta .enir o&curata "a /uella$ 0el te-po &te&&o
c4e .er&ano la luce &ulla crea#ione, con&er.ano per &@ l;o-bra, illu-inano tutto e
nulla pu? illu-inarli: penetrano tutto e &ono i-penetrabili$ Se-bra a&&ur"o
l;a--etterli, e il negarli e pi7 a&&ur"o$ Per colui c4e li a--ette, non .i 6 altra
o&curit1 c4e /uella "el -i&tero: per colui c4e li nega, il giorno "i.iene notte e
l;o&curit1 6 o.un/ue$ Ma tale 6 l;acceca-ento "egli uo-ini, c4e a-ano -eglio
negare i -i&teri c4e a--etterli$ La loro luce non 6 &opportabile o.e pro.iene "a una
regione &e-pre o&cura: e, .itti-e "el proprio &-i&urato orgoglio, &i con"annano a"
un2eterna cecit1, tenen"o per -aggior -ale le o-bre c4e &i concentrano &opra un &ol
-i&tero, c4e tutte /uelle c4e &i e&ten"ono &u tutti gli ori##onti$
Sen#a allontanarci "ai gran"i -i&teri c4e 8or-ano l;argo-ento "i /ue&to capitolo,
ci &ar1 8acile "i-o&trare /uanto a88er-ano$ (oi ignorate il perc4@ "i /ue&to "ono
terribile "i &cegliere tra il bene e il -ale, tra la &antit1 e il peccato, tra la .ita e la
-orteG Ebbene, negateli per un &olo i&tante e &ar1 re&a total-ente i-po&&ibile la
crea#ione angelica e la crea#ione u-ana$ Se in tale 8acolt1 ri&ie"e l;i-per8e#ione
"ella libert1, toglietela e la libert1 6 per8etta: e la libert1 per8etta 6 il ri&ultato "ella
per8e#ione &i-ultanea "ella .olont1 e "ell2inten"i-ento$ 5ue&ta per8e#ione
&i-ultanea 6 in %io, "ata anc4e alla creatura, la ren"e eguale a %io: tutto 6 %io o
nulla non 6 %io: e co&D &i ca"e ine.itabil-ente nel pantei&-o e nell2atei&-o, c4e &ono
un2i"entica co&a e&pre&&a "i.er&a-ente$ L2i-per8e#ione 6 &D congenita alla creatura, e
la per8e#ione &D naturale a %io c4e non &i pu? il negare n@ l;una n@ l;altra &en#a
contra""i#ione "i ter-ini, e" e.i"ente a&&ur"it1$ %ire "i %io c4e 6 i-per8etto, 6 "ire
c4e non e&i&te: co-e 6 "ire c4e non e&i&te col "irla creatura per8etta$ %on"e ri&ulta
c4e &e il -i&tero 6 &uperiore 6 alla ragione u-ana: non per /ue&to &i pu? negarlo,
co&icc4@ la&cian"o l2uno per l2altro &i la&cia l2o&curo per il po&&ibile$
Mentre tutto 6 8al&o, contra""ittorio e a&&ur"o nella nega#ione ra#ionale, tutto 6
&e-plice, naturale e logico nella a88er-a#ione cattolica$ Il cattolici&-o a88er-a "i
%io c4e 6 a&&oluta-ente per8etto, e "egli e&&eri creati c4e &ono per8etti "i per8e#ione
relati.a, e i-per8etti "i una i-per8e#ione a&&oluta: -a per8etti e i-per8etti in -o"o &D
eccellente c4e la loro i-per8e#ione a&&oluta, on"e &ono &eparati per "i&tan#a in8inita
"a %io, co&titui&ce la loro per8e#ione relati.a, colla /uale co-piono per8etta-ente le
.arie 8un#ioni, e 8or-ano riuniti la per8etta ar-onia "ell2Uni.er&o$ La per8e#ione
a&&oluta "i %io nel no&tro -o"o attuale "i .e"ere, "eri.a "all;e&&ere &o--a-ente
libero o "al co-pren"ere c4e 8a per8etta-ente il bene, e per8etta-ente .olere il bene
c4e co-pren"e$ L2i-per8e#ione a&&oluta "i tutti gli altri e&&eri intelligenti e liberi
"eri.a "a ci? c4e non co-pren"ono e non .ogliono il bene &i88atta-ente "a poter
neppure n@ pi7 co-pren"ere, n@ .olere il -ale$ La loro i-per8e#ione relati.a 6 in
/ue&ta &te&&a i-per8e#ione a&&oluta, per cui "a un lato &ono "i88erenti per natura "a
%io, e "all2altro po&&ono a&pirare a congiunger&i a %io, c4e 6 il loro 8ine per uno
&8or#o "i .olont1 aiutata "alla gra#ia$
Gli e&&eri intelligenti e liberi e&&en"o or"inati gerarc4ica-ente, &ono
gerarc4ica-ente i-per8etti$ Co-e i-per8etti &i &o-igliano, e co-e i-per8etti, allo
&te&&o -o"o ben&D, -a per gra"i l;uno "all;altro "i&tinti$ L2angelo 6 "i.er&o "all2uo-o
&e non in ci?, c4e l2i-per8e#ione co-une a" a-be"ue 6 -aggiore in /ue&to, -inore in
/uello, &econ"o &i con.iene al "i.er&o gra"o c4e occupano nella &cala "egli e&&eri$
E&cirono l;uno e l;altro "alla -ano "i %io colla 8acolt1 "i inten"ere, .olere e 8are il
-ale' ecco il punto "i a88init1$ Ma nella natura angelica /ue&ta i-per8e#ione &u&&i&te
per un &olo i&tante' nella natura u-ana &u&&i&te per &e-pre' ecco il punto "i
"i.ergen#a$ Per l2angelo ci 8u un -o-ento terribile e &olenne in cui gli 8u "ata la
&celta tra il bene e il -ale$ In /uel -o-ento tre-en"o le &c4iere "egli angelic4e &i
&epararono' le une piegarono &otto l;obbe"ien#a "i.ina, le altre tu-ultuo&a-ente &i
"ic4iararono ribelli$ Si88atta &upre-a e i&tantanea ri&olu#ione 8u &eguita "a una
i&tantanea e &upre-a ca"uta: gli angeli ribelli .ennero con"annati, gli angeli 8e"eli
con8er-ati nella gra#ia$
L2uo-o "i -inore inten"i-ento e "i .olont1 pi7 8iacca "ell2angelo, non e&&en"o
uno &pirito puro co-e lui, rice.ette una libert1 pi7 "ebole e pi7 i-per8etta: e
l;i-per8e#ione "i.er&a gli per"ura /uanto la .ita: 6 /ui ri&plen"e l;ine88abile bont1 e
belle##a "ei "i&egni "i.ini$ %io .i"e pri-a "i ogni ini#io /uanto 8o&&ero buone e utili
le gerarc4ie tra gli e&&eri intelligenti e liberi, e "all2altro canto .i"e eterna-ente co-e
utile e bella 8o&&e certa non &o /uale uguaglian#a "i tutte /ue&te creature innan#i il
creatore: e tale 8u la &ua &upre-a poten#a c4e &eppe congiungere il bello "ella
uguaglian#a al buono "ella gerarc4ia$ A88inc4@ la gerarc4ia pote&&e e&i&tere, "i&tribuD
i &uoi "oni inegual-ente, e a88inc4@ la legge "ell2uguaglian#a .eni&&e co-piuta,
prete&e "i pi7 "a c4i cui a.e.a pi7 rice.uto, -eno "a c4i -eno$ Perc4@ la nati.a
eccellen#a "ell2angelo era &tata -aggiore, la &ua ca"uta 8u &en#a &peran#a e &en#a
ri-e"io, i&tantaneo il ca&tigo, eterna la con"anna$ Perc4@ la ingenita eccellen#a
"ell2uo-o era &tata -aggiore, egli non ca""e &e non per e&&ere &olle.ato, non
pre.aric? &e non per e&&ere re"ento: il giu"i#io c4e atten"e non &en#a appello, n@
irre-i&&ibile la con"anna, 8inc4@ non giunga /uel giorno, noto a %io &olo, in cui la
pre.arica#ione angelica e l;u-ana &i contrappe&eranno egual-ente nella lance "i.ina,
l;una per la &ua ripeti#ione, l;altra per la &ua gran"e##a: "i -o"o c4e l2uo-o non
potr1 "ire a %io' perc4@ non -i a.ete 8atto angeloG 0@ l2angelo' perc4@ non -i a.ete
8atto uo-o$
Signore, c4i non 6 atterrito alla .i&ta "ella .o&tra giu&ti#iaG 5ual gran"e##a
eguaglia la gran"e##a /uella "ella .o&tra -i&ericor"iaG 5ual bilancia 6 co&D giu&ta
co-e pi7 la tuaG 5ual -ate-atico, cono&ce co-e .oi i nu-eri e le loro -i&terio&e
ar-onieG Co-e &ono -irabili i .o&tri pro"igiE -irabili le .o&tre crea#ioniE Aprite,
Signore, il -io inten"i-ento a88inc4@ po&&a co-pren"ere /ualco&a "i ci? c4e
cono&cete e ab eterno e&eguite$ Concio&&iac4@ colui c4e non .i cono&ce c4e cono&ce
egli -aiG E c4i .i cono&ce c4e cono&ceG
Se l2uo-o non pu? "ire a %io' perc4@ non -i a.ete 8atto angeloG 0@ perc4@ non -i
a.ete creato per8ettoG Potr1 8or&e "irgli' 0on &arebbe -eglio non 8o&&i natoG Se (oi
-i a.e&te interrogato non a.rei accettato la .ita con la nece&&it1 "i abban"onarla'
l2in8erno -i &pa.enta c4e il niente$
L2uo-o non &a "a &e &te&&o c4e be&te--iare$ 5uan"o "o-an"a, be&te--ia, a
-eno c4e lo &te&&o %io c4e "e.e ri&pon"ergli, non gli in&egni la "o-an"a$ 5uan"o
c4ie"e una co&a, be&te--ia, &e lo &te&&o %io c4e gliela "e.e conce"ere non gli -o&tri
il -o"o "el c4ie"ere$ Pertanto l2uo-o non &eppe ci? c4e "o.e.a c4ie"ere e il co-e &e
non allora c4e %io "i&ce&e &ulla terra, e 8atto uo-o, ebbe a in&egnargli il *adre
nostro, a88inc4@ lo i-para&&e a -e-oria co-e un 8anciullo$
C4e .uol e&pri-ere l2uo-o col "ire' =0on &arebbe -eglio c4e non 8o&&i natoG>$
E&i&te.a egli per a..entura pri-a "i e&i&tereG e c4e &igni8ica la &ua "o-an"a, &e non
e&i&te.aG L2uo-o poten"o 8ar&i /ualc4e i"ea "i tutto ci? c4e tra&cen"e la &ua ragione,
&i 8or-a un2i"ea "i tutti i -i&teri' -a "el niente non pu? 8or-ar&i alcuna i"ea: e&&en"o
i-po&&ibile 8or-ar&ela "i ci? c4e non e&i&te$ Colui c4e &i toglie la .ita non .uole
ce&&are "i e&&ere, .uole, cangian"o la &ua 8or-a, ce&&are "i &o88rire$ L2uo-o a"un/ue
non e&pri-e nulla /uan"o &i "ice' =Perc4@ &onoG>$ Ma pu? &olo e&pri-ere /ualc4e
co&a c4ie"en"o' =Perc4@ &ono ci? c4e &onoG>, c4e &igni8ica' =Perc4@ &ono con la
8acolt1 "i per"er-iG>, e /ue&ta /ue&tione 6 a&&ur"a, "a /ual&ia&i lato la &i guar"i$ Se
ogni creatura, nella &te&&a /ualit1 "i creatura, 6 i-per8etta, e &e la 8acolt1 "i per"er&i
co&titui&ce l2i-per8e#ione &peciale "egli uo-ini, colui c4e propone una &i-ile non
&arebbe punto "i&&i-ile "a c4i c4ie"e&&e' perc4@ l2uo-o 6 una creaturaG o, in altre
parole, perc4@ la creatura non 6 il creatoreG perc4@ l2uo-o non 6 il %io c4e lo 4a
creatoG "uod a!surdum-
Ma po&to anc4e c4e ci? non &ia /uello c4e &i .uol "ire, e c4e la co&a &i ri"uca a
c4ie"ere' perc4@ .oi non -i &al.ate -algra"o &ia in -ia 8acolt1 il per"er-iG l2a&&ur"o
6 ancor pi7 -ani8e&to$ In8atti c4e &igni8ica la .olont1 "i per"er&i /uan"o non .e ne 4a
po&&ibilit1G &e a tutti i -o"i l2uo-o "o.e&&e &al.ar&i, /uale &arebbe lo &copo 8inale
"ella .ita nei te-piG perc4@ non inco-incia e non &i eterni nel para"i&oG La ragione
non pu? concepire c4e la &alute &ia nello &te&&o te-po nece&&aria e 8utura, giacc4@ il
8uturo non &u&&i&te &en#a il contingente e ci? c4e 6 "i &ua &te&&a natura nece&&ario, 6
pure per natura pre&ente$
Se l2uo-o "o.e.a pa&&are &en#a tran&i#ione "al niente all2eternit1 e .i.ere, &in "al
pri-o i&tante una .ita glorio&a, , il te-po, lo &pa#io e l;intera crea#ione 8atta per
l2uo-o c4e ne 6 il re, &arebbero tolti$ O.e il &uo regno non "o.e&&e e&&ere "i /ue&to
-on"o, a c4e il &u&&i&tere "i /ue&toG Se non te-porale, perc4@ il te-poG Se non
locale, perc4@ lo &pa#ioG E &en#a il te-po e lo &pa#io perc4@ le co&e create nel te-po
e nello &pa#io$ E; troppo e.i"ente: in tale congettura l2a&&ur"o "ella contra""i#ione
e&i&tente tra la &alute nece&&aria e la 8acolt1 "i per"er&i, .a a "are nell2a&&ur"o, c4e
"i&trugge &oppri-ere ";un tratto il te-po e lo &pa#io, per con"or poi a" altro, il /uale
&oppri-e logica-ente tutte le co&e create con l2uo-o, per l2uo-o e a -oti.o
"ell2uo-o$ L2uo-o non pu? &o&tituire all2i"ea "i.ina l2i"ea u-ana, &en#a c4e ne &crolli
l2intero e"i8icio "ella crea#ione, e non .enga a" e&&ere lui &te&&o &ubi&&ato &otto le &ue
gigante&c4e ro.ine$
%;altra parte, c4ie"en"o il "iritto a&&oluto "i &al.ar&i con&er.an"o la 8acolt1 "i
per"er&i, l2uo-o c4ie"e ancor pi7, &e 6 po&&ibile, a&&ur"a, "i /uan"o &e la pren"e con
%io per a.ergli "ato la "etta 8acolt1$ 0el pri-o ca&o piati.a per e&&ere %io, nel
&econ"o per go"ere, e&&en"o uo-o, i pri.ilegi "ella "i.init1$
<inal-ente, per e&aurire /ue&to gra.e argo-ento, non era con.eniente alla Poten#a
"i.ina "i &al.are n@ l2angelo n@ l2uo-o &en#a -eriti anteriori$ Tutto in %io 6 ra#ionale,
co&D la &ua giu&ti#ia co-e la &ua bont1, e la &ua bont1 co-e la &ua -i&ericor"ia:
giacc4@ Egli 6 in8inita-ente giu&to, in8inita-ente buono e in8inita-ente
-i&ericor"io&o$ %on"e con&egue c4e non &i pu? &en#a be&te--ia attribuire a %io, n@
una bont1, n@ una -i&ericor"ia, n@ una giu&ti#ia c4e non abbiano 8on"a-ento nella
&upre-a ragione, "a cui &ola co&D la bont1 e la -i&ericor"ia co-e la giu&ti#ia rice.ono
il bello "el .ero$ La bont1 non ra#ionale 6 "ebole##a, la -i&ericor"ia co-piacen#a, la
giu&ti#ia .en"etta: ora %io 6 buono, non "ebole, -i&ericor"io&o, non co-piacente,
giu&to, non .en"icati.o$ Allorc4@ "un/ue gli &i c4ie"e, in no-e "ella &ua in8inita
bont1, la &alute anteriore a" ogni -erito, gli &i c4ie"e un;ingiu&ti#ia, un2a#ione
i--oti.ata, un e88etto &en#a cau&a$ Singolare contra""i#ioneE l2uo-o e&ige "a %io, in
no-e "ella &ua in8inita bont1, ci? c4e tutto"D con"anna in &e &te&&o a -oti.o "ella &ua
ragione li-itata, e c4ia-a nel cielo opera -i&ericor"io&a e giu&ta ci? c4e tutto"D
"eno-ina &ulla terra capriccio "i "onna ner.o&a o g4iribi##o "i tiranno$
L;e&i&ten#a "ell2in8erno torna &otto ogni riguar"o nece&&aria al per8etto e/uilibrio
po&to "a %io a regola "i tutte le co&e, &icco-e /uello c4e 6 ingenito alle &ue "i.ine
per8e#ioni$ L2in8erno, con&i"erato co-e pena, &i accor"a -irabil-ente col para"i&o,
con&i"erato co-e rico-pen&a$ La 8acolt1 "i per"er&i pu? e/uilibrare nell2uo-o la
8acolt1 "i &al.ar&i, e a88inc4@ la giu&ti#ia e la -i&ericor"ia "i %io 8o&&ero
e/uabil-ente in8inite era nece&&aria l;e&i&ten#a &i-ultanea "ell2in8erno, co-e ter-ine
"ella pri-a, e "el para"i&o, co-e ter-ine "ella &econ"a$ Il para"i&o &uppone l2in8erno,
co-e la con&eguen#a &uppone il &uo principio a tale, c4e l2uno &en#a non pu? e&&ere
n@ &piegato n@ concepito$ A /uella gui&a c4e colui, c4e a88er-a la con&eguen#a
contenuta nel &uo principio non a88er-a "ue co&e "i.er&e -a la &te&&a co&a, colui c4e
a&&e.era l;e&i&ten#a "ell2in8erno in &@ racc4iu"ente /uella "el para"i&o e l;e&i&ten#a
"el para"i&o c4e a &ua .olta racc4iu"e /uella "ell2in8erno, non a&&e.era a .ero "ire
"ue co&e, -a una &te&&a .aria-ente con8igurata$ (i 6 a"un/ue nece&&it1 logica "i
a--ettere tutte e "ue /ue&te a88er-a#ioni o tutte e "ue negarle entra-be in -o"o
a&&oluto$ Ma pri-a "i negarle, 6 bene &apere ci? c4e &i nega: nell;uo-o &i nega la
8acolt1 "i &al.ar&i e "i per"er&i, in %io la &ua in8inita giu&ti#ia e -i&ericor"ia$ A
/ue&te "ue nega#ioni, per "ir co&D per&onali, &i aggiunge un2altra reale, la nega#ione
"ella .irt7 e "el peccato, "el bene e "el -ale, "ella rico-pen&a e "el ca&tigo$ Ora
&icco-e con /ue&te nega#ioni &i .iene a negare tutte le leggi "el -on"o -orale, 6
e.i"ente c4e la nega#ione "ell2in8erno con"uce logica-ente a /uella "el -on"o
-orale e "elle &ue leggi$ E non &i "ica c4e l2uo-o pu? &al.ar&i &en#a an"are in
para"i&o e per"er&i &en#a an"are all2in8erno, giacc4@ an"are n@ in para"i&o n@ in
in8erno, non 6 n@ rico-pen&a n@ ca&tigo, -a 6 n@ &al.ar&i n@ per"er&i$ La giu&ti#ia e la
-i&ericor"ia "i %io non &ono, o &ono in -o"o in8inito e "e&&e 6 nece&&ario abbiano
per ter-ine l;in8erno e il para"i&o$ Ogni altro ri&ultato le ren"e inutili, poic4@ &i
ri"ucono a un -o"o "i e&&ere non "i&&i-ile "al non e&&ere$
Se "a /ue&ta "i88icile "i-o&tra#ione &i "e"uce, "a una parte, c4e la 8acolt1 "i
&al.ar&i &uppone /uella "i per"er&i, "all2altra parte c4e il para"i&o &uppone
nece&&aria-ente l2in8erno, ne pare poter conc4iu"ere c4e colui c4e be&te--ia contro
%io perc4@ 4a 8atto l2in8erno, be&te--ia pure perc4@ 4a 8atto il para"i&o, e c4e colui
c4e "o-an"a gli &ia i-pe"ita la 8acolt1 "i per"er&i, "o-an"a l;annienta-ento "ella
8acolt1 "i &al.ar&i$
++++++++++++++++++++
CAPITOLO TER3O
5anicheismo- 5anicheismo prudoniano$
5ualun/ue &piega#ione c4e &i po&&a "are "el libero arbitrio "ell2uo-o, non .i 6
"ubbio alcuno c4e e&&o &ar1 &e-pre uno "ei pi7 gran"i e pi7 tre-en"i -i&teri$ In ogni
ca&o bi&ogna con8e&&are, c4e la 8acolt1 "ata all2uo-o "i trarre il bene "al -ale, il
"i&or"ine "all;or"ine, e "i &con.olgere, al-eno acci"ental-ente le gran"i ar-onie
&tabilite "a %io in tutte le co&e "ella crea#ione 6 una 8acolt1 terribile e &ino a un certo
punto inconcepibile, o.e &i riguar"i in &@ &te&&a &en#a attinen#a con ci? c4e la li-ita e
la co-pren"e$ Il libero arbitrio conce&&o all2uo-o 6 un "ono co&D gran"e, co&D
&ubli-e, c4e &e-bra "alla parte "i %io piutto&to un2ab"ica#ione c4e una gra#ia$
Con&i"eria-one ora gli e88etti$
Gettate uno &guar"o &u tutto lo &correre "ei te-pi e .e"rete /uante torbi"e e
li-accio&e &iano le ac/ue "i /uel 8iu-e, &u cui na.iga l2u-anit1$ Ecco A"a-o il
pri-o ribelle, ecco Caino il 8ratrici"a, e "opo "i loro la -oltitu"ine "elle genti &en#a
%io e &en#a legge, be&te--iatrici, concubinarie, ince&tuo&e, a"ultere: poc4i a"oratori
"i %io, c4e ter-inano coll;obliare la &ua gloria e le &ue -agni8icen#e: , e tutti
raccolti tu-ultuo&a-ente &opra un gran legno, na.igano &en#a pilota, -etten"o
orribili gri"a co-e un e/uipaggio in ri.olta$ E&&i ignorano "o.e .anno, n@ &anno
"on"e .engano, n@ co-e &i c4ia-a la na.e c4e li porta n@ il .ento c4e li &o&pinge$ Se
";ora in ora una .oce pro8etica &i innal#a e gri"a' &.entura a .oi c4e na.igateE
Sciagurata la barcaE, e&&a non per /ue&to arre&ta la &ua cor&a, i na.iganti non
a&coltano la .oce, e intanto l;uragano ingro&&a, e la barca co-incia a &cricc4iolare, e
continuano i 8olli tripu"ii e gli &plen"i"i balli, le ri&a 8renetic4e e le gri"a in&en&ate
8ino a c4e in un -o-ento &olenne tutto ce&&a a" un tratto' i tripu"ii, le 8e&te, gli
&c4ia-a##i, lo &cricc4iolio "ella barca, il 8ragore "elle te-pe&te$ Le ac/ue ricoprono
tutto, e il &ilen#io &ignoreggia e copre le ac/ue, e la collera "i %io &ignoreggia e copre
il &ilen#io$
%io &i ritorna all;opera, e la nuo.a opera "i.ina 6 "i&trutta "alla libert1 u-ana$ Un
8iglio "i 0o6 "i&.ela la .ergogna "i &uo pa"re, il pa"re -ale"ice il 8iglio e in lui tutta
la &ua genera#ione, c4e 6 -ale"etta 8ino alla piene##a "ei te-pi$
%opo il "ilu.io ripiglia la &toria anti"ilu.iana$ I 8igli "i %io lottano coi 8igli "egli
uo-ini$ 5ui &orge la citt1 "i %io e ri-petto a" e&&a la citt1 "egl;uo-ini$ 0ell2una &i
a"ora la libert1 e nell2altra la Pro..i"en#a, e la libert1 e la Pro..i"en#a, %io e l2uo-o
rico-inciano /uella lotta gigante, le cui gran"i .ici&&itu"ini &ono il perpetuo
argo-ento "ella &toria$ Gli a-ici "i %io &ono .inti o.un/ue 8ino a c4e il no-e &anto e
inco-unicabile "i %io ca"e in una pro8on"a "i-entican#a, e gli uo-ini ebbri "ella
loro .ittoria, ri raccolgono all2intento "i 8abbricare un e"i8i#io co&D ele.ato "a poter
.i.ere al "i &opra "elle nubi$ %io a"irato con8on"e le loro lingue: &i "i&per"ono &ulla
8accia "ella terra, cre&cono e -oltiplicano, e rie-piono tutti i cli-i e tutte le regioni$
5ui co&trui&cono gran"i e popolo&e citt1, l1 &-i&urati i-perii pieni "i po-pa e
";orgoglio: or"e abbrutite e 8eroci errano in una &uperba ina#ione a tra.er&o le 8ore&te
i--en&e e gli inter-inabili "e&erti$ Le "i&cor"ie pongono il -on"o &o&&opra, e il
-on"o 6 per co&D "ire a&&or"ato "ai gran"i &c4ia-a##i e "allo &trepito "i guerra$ Gli
i-peri ca"ono &u gli i-peri, le citt1 &ulle citt1, le na#ioni &ulle na#ioni, le &c4iatte
&ulle &c4iatte, gli uo-ini &u gli uo-ini: la terra &i con.erte in una piaga e in un
incen"io' l2abo-ina#ione e la "e&ola#ione rie-piono il -on"o$ O.e 6 il %io 8orteG
C4e 8a egli -aiG Perc4@ abban"ona il ca-po alla libert1, regina e &ignora "ella terraG
Perc4@ tollera /ue&ta &o--o&&a uni.er&ale, /ue&to uni.er&ale &con.olgi-ento, /ue&ti
i"oli c4e &i erigono, /ue&ti gran"i "i&a&tri, e /ue&ti accu-ulati rotta-iG
Un "D Egli c4ia-? un uo-o giu&to e gli "i&&e' =Io ti 8ar? pa"re "i una po&terit1 co&D
nu-ero&a co-e la &abbia "el -are e le &telle "el 8ir-a-ento: "alla tua beata progenie
na&cer1 nel te-po il Sal.atore "elle na#ioni: io &te&&o la rico.erer? &otto l;u&bergo
"ella -ia pro..i"en#a, e per te-a non ca"a "ir? ai -iei angeli c4e la portino &ul
pal-o "elle loro -ani$ Io 8ar? per lei pro"igi ";ogni &orta e" e&&a terr1 8e"e al
co&petto "ei popoli "ella -ia onnipoten#a e "ella -ia -i&ericor"ia$
I &uoi atti con8or-arono le &ue parole$ Ca"uto il &uo popolo in &c4ia.it7, ei
&u&cit? "ei liberatori$ Lo tra&&e -iracolo&a-ente "all2Egitto per "argli una patria e
co-porlo a na#ione, lo nutrD colla -anna cele&te e per "i&&etarlo tra-ut? la pietra in
.i.a &orgente, "i&per&e le innu-ere.oli -oltitu"ini "ei &uoi ne-ici: lo a88ranc? "al
&er.aggio "i Babilonia, e lo ricon"u&&e .er&o la &anta, la bella, la pre"e&tinata
Geru&ale--e: gli "ette uo-ini incorrotti per go.ernarlo coi bene8i#i "ella pace e
"ella giu&ti#ia, giu"ici ti-orati "i %io, rino-ati per pru"en#a, gloria e &agge##a, e gli
in.i? /uali incaricati "ei pro8eti, c4e gli ri.elarono i &uoi &ubli-i "i&egni e
&/uarcia&&ero il .ela-e "elle co&e 8uture$
E /ue&to popolo -ateriale e "i "ura cer.ice "i-entic? i -iracoli "i %io, re&pin&e i
&uoi a--oni-enti, abban"on? il &uo te-pio, coper&e "i oltraggi il &uo no-e
inco-unicabile, "ecapit? i &anti pro8eti, ca""e nell;i"olatria, e &i "ie"e in pre"a alla
"i&cor"ia e alle ribellioni$
Intanto ebbero co-pi-ento le &etti-ane pro8etic4e "i %aniele, e allora .enne colui
c4e "o.e.a .enire, in.iato "al Pa"re per la re"en#ione "el -on"o e per la
con&ola#ione "ei popoli$ Ma .e"en"olo &D po.ero, &D buono e &D u-ile, il -on"o
"i&pre##? la &ua u-ilt1, &i &can"ali##? "ella &ua po.ert1, -al-eno la &ua
-an&uetu"ine$ Lo coper&e ";abiti "i &c4erno, e" agitato &egreta-ente "alle in8luen#e
in8ernali, gli 8ece trangugiare &ulla croce 8ino all;ulti-a 8eccia "el "olore, "opo
a.ergli 8atto .uotare nel Pretorio il calice "ell2igno-inia$
Il 8igliuolo "i %io croci8i&&o "ai giu"ei, c4ia-? i gentili e" i gentili accor&ero alla
&ua .oce: -a in &eguito, co-e pri-a "ella &ua .enuta, il -on"o continu? &ulla .ia
"ella &ua per"i#ione, e &;a"agi? all;o-bra "ella -orte$ La &anta C4ie&a ere"it? "al
&uo "i.ino 8on"atore il pri.ilegio "ella per&ecu#ione e "egli oltraggi: e 8u 8atta &egno
agli oltraggi a alle per&ecu#ioni "ei popoli, "ei re e "egli i-peratori$ Le gran"i ere&ie
u&cen"o "al proprio &eno circon"arono la &ua culla a gui&a "i -o&tri pronti a
"i.orarla$ In.ano ella li pro&tra: inco-incia la tre-en"a lotta tra l2uo-o e %io con
accani-ento eguale e con &ucce&&i "i.er&i: il teatro "ella battaglia &i e&ten"e &ui
continenti "a un -are all2altro, &ui -ari "a un continente all2altro, e nel -on"o "a un
polo all2altro$ Gli e&erciti .ittorio&i in Europa, &ono &oggiogati in A&ia, e /uelli c4e
&oggiacciono in A8rica trion8ano in A-erica$ 0on .i 6 uo-o c4e, con&ape.ole o no,
non partecipi a" una guerra accanita: n@ .i 6 c4i non abbia parte atti.a nella
re&pon&abilit1 "ella &con8itta o "ella .ittoria$ Il -al8attore 8ra le catene e il re &ul &uo
trono, il po.ero e il ricco, il &ano e l2in8er-o, il "otto e l2ignorante, il gio.ane e il
.ecc4io, l;uo-o inci.ilito e il &el.aggio, tutti co-battono la &te&&a lotta$ Ogni parola
c4e &i pronuncia 6 i&pirata "a %io o "al -on"o, e procla-a nece&&aria-ente, in -o"o
i-plicito o e&plicito -a &e-pre c4iaro, la gloria "ell2uno o il trion8o "ell2altro$ 0on .i
&ono n@ e&en#ioni n@ ecce#ioni: tutti in /ue&ta -ili#ia tutti na&cia-o &ol"ati$
0@ "ite gi1 c4e .oi non .olete co-battere' perc4@ nel -o-ento &te&&o in lo "ite
.oi "i gi1 co-battete: non "ite gi1 c4e .oi non &apete per c4i parteggiare: poic4@ in
/ue&to -o-ento &te&&o .oi pen"ete "a una parte' non a&&erite "i .oler re&tar.ene
neutrale, poic4@ /uan"o pen&ate "i e&&erlo non lo &iete pi7: n@ preten"iate "i ri-anere
in"i88erente: io -i &c4ernir? "i .oi: poic4@ col &olo pro8erire un tale .ocabolo .i &iete
appigliato a un partito$ 0on .i "ate &ollecitu"ine nel cercare un luogo ";a&ilo al
coperto "agli acci"enti "ella guerra' poic4@ e&&a 4a le "i-en&ioni "ello &pa#io e &i
prolunga nel te-po$ (oi non .i a"agerete c4e nell2eternit1, patria "ei giu&ti: perc4@
/ui.i &ola-ente non .i 6 co-batti-ento$ Ma innan#i "i entrare nei regni eterni
"o.rete -o&trare le .o&tre cicatrici: giacc4@ le &oglie "ell2eternit1 non &i "i&&errano
c4e a coloro c4e 4anno co-battuto glorio&a-ente /ui &ulla terra le guerre "el
Signore, e c4e &i pre&entano croci8i&&i &icco-e il Signore$
0el girare lo &guar"o &ullo &pettacolo "ella &toria, l2uo-o, non illu-inato "alla 8e"e
ca"e ine.itabil-ente in uno "i /ue&ti "ue -anic4ei&-i' , o nell;antico, c4e &ta a"
a&&e.erare c4e e&i&te un principio "el bene e "el -ale, c4e /ue&ti "ue principi &ono
incarnati in %io, e c4e tra e&&i .ige &ola-ente la legge "ella guerra: , o nel
-anic4ei&-o pru"oniano, c4e a88er-a %io e&&ere il -ale, l;uo-o il bene, il potere
u-ano e il potere "i.ino e&&ere "ue pote&t1 ri.ali, e il &olo "o.ere "ell2uo-o /uello "i
.incere %io, a..er&ario "ell2uo-o$
%allo &pettacolo "ella perpetua lotta, a cui il -on"o 6 &oggetto, &i traggono
natural-ente i "ue &i&te-i -anic4ei accennati, l2uno "ei /uali 6 con&entaneo alle
.etu&te tra"i#ioni, l2altro pi7 &tretta-ente a88ine alle -o"erne teorie$
Con.iene con8e&&arlo' o.e &i con&i"eri in &@ &te&&o il 8atto notorio "i /ue&ta lotta
&-i&urata, , 8atta a&tra#ione "alla -irabile ar-onia c4e 8or-ano, .e"ute nel loro
co-ple&&o, le co&e u-ane e "i.ine, le .i&ibili e le in.i&ibili, le create e le increate, , il
8atto 6 &piegato ba&te.ol-ente "a uno "i /ue&ti "ue &i&te-i$
Ma la "i88icolt1 non "i-ora gi1 nel c4iarire un 8atto con&i"erato in &e &te&&o$ 0on
.i 6 8atto, c4e in tal -o"o riguar"ato, non &i po&&a &piegare a &u88icien#a con certe
"i.er&e ipote&i$ La "i88icolt1 con&i&te nel &o""i&8are la con"i#ione -eta8i&ica "i ogni
&piega#ione, la /uale a ren"ere e88icace la &piega#ione "i un 8atto notorio, ric4ie"e
non ren"a e&&a ine&plicabili pale&e &ia .ali"a, 6 nece&&ario c4e con e&&a non &iano
in&piegabili e non la&ci ine&plicati altri 8atti notorii e" e.i"enti$
Uno "ei &i&te-i "i -anic4ei&-o c4iari&ce ci? "i &ua natura &uppone un "uali&-o, e
una guerra per 8er-o lo &uppone: -a e&&o pre&enta &piega#ione "i &orta "i ci? c4e 6
uno "i &ua natura, -entre la ragione e la 8e"e a" un te-po "i-o&trano, c4e &e e&i&te
%io e&&o .uol e&&ere uno$ Con uno "ei &i&te-i "i -anic4ei&-o &i &piega la guerra, -a
non gi1 la .ittoria: poic4@ la .ittoria "e8initi.a "el -ale &ul bene o "el bene &ul -ale
&uppone la &oppre&&ione "e8initi.a "ell2uno o "ell2altro, e ";altron"e ci? c4e e&i&te in
-o"o &o&tan#iale e nece&&ario non pu? e&&ere "el tutto &oppre&&o$ Tale &uppo&i#ione
la&cia pertanto ine&plicabile la lotta, c4e pare.a ba&te.ol-ente &piegata: e per .erit1
ogni co-batti-ento 6 ine&plicabile in cui &i ren"e i-po&&ibile una .ittoria "e8initi.a$
%a /uello c4e .i 6 "i general-ente a&&ur"o in ogni &piega#ione -anic4ea,
pa&&ia-o a ci? c4e .i 6 "i &pecial-ente a&&ur"o nella &piega#ione pru"oniana$
(e"re-o c4e all2a&&ur"it1 propria ";ogni -anic4ei&-o &i aggiungono /ui tutte le
a&&ur"it1 particolari po&&ibili, e c4e tale &piega#ione o88re ancora co&e in"egne "ella
-ae&t1 "ell2a&&ur"o$ 5uan"o Prou"4on c4ia-a !ene il -ale e male il bene, non "ice
un;a&&ur"it1:' l2a&&ur"it1 ric4ie"e una -aggiore "o&e "i genio: egli "ice una co&a "a
giullare$ L2a&&ur"it1 non 6 nel "irla -a nel "irla &en#a oggetto "i &orta$ %acc4@ &i
a88er-a il bene e il -ale e&i&tere nell2uo-o e in %io local-ente e &o&tan#ial-ente, 6
a88atto e&tranea la /ue&tione "i 8i&&are in c4e con&i&ta il bene e il -ale$ L2uo-o
c4ia-er1 %io il -ale e &e &te&&o il bene, e %io &e &te&&o il bene e l2uo-o il -ale$ Per
lo c4e il bene e il -ale &aranno "appertutto e in ne&&un luogo$ La &ola /ue&tione
allora &i 6 "i &apere "i c4i &ar1 la .ittoria$ Se, in /ue&ta ipote&i, il -ale e il bene &ono
co&e in"i88erenti, non i-porta.a gran 8atto "i contra""ire il &en&o co-une "el genere
u-ano$ L2a&&ur"it1 propria al &i&te-a "i Prou"4on con&i&te in /ue&to, il &uo "uali&-o
6 un "uali&-o "i tre -e-bri, il /uale co&titui&ce un;unit1 a&&oluta, e" 6, co-e appare
c4iara-ente, un;a&&ur"it1 pi7 -ate-atica, c4e religio&a$ %io 6 il -ale e l2uo-o 6 il
bene' ecco 6 il "uali&-o "ei -anic4ei$ Ma nell2uo-o, c4e 6 il bene, &i rin.engono "ue
poten#e, l;una e&&en#ial-ente i&tinti.a, l2altra e&&en#ial-ente logica: per la pri-a 6
%io, per la &econ"a uo-o: on"e con&eguita c4e le "ue unit1 &i "eco-pongono in tre, e
ci? &en#a ce&&are "all;e&&ere "ue: a..egnac4@ 8uori "ell2uo-o e "i %io non e&i&te n@
bene &o&tan#iale n@ -ale &o&tan#iale: non .i 6 n@ co-battente, n@ alcun;altra co&a$
(e"ia-o ora co-e le "ue unit1, c4e &ono tre unit1, &i tra-utino in una &ola, &en#a
ce&&are "all;e&&ere "ue e tre unit1$ L2unit1 6 in %io, perc4@ oltre all;e&&ere %io per la
poten#a i&tinti.a c4e 6 nell2uo-o, egli 6 uo-o: l2unit1 6 nell2uo-o, perc4@ e&&en"o
uo-o per la &ua poten#a logica, 6 %io per la &ua poten#a i&tinti.a' "al c4e ne "eri.a
c4e l2uo-o 6 uo-o e %io a" un te-po$ %on"e ri&ulta c4e il "uali&-o, &en#a ce&&are
";e&&ere tale, 6 trinit1: c4e la trinit1, &en#a ce&&are ";e&&ere tale, 6 "uali&-o: c4e il
"uali&-o e la trinit1, &en#a ce&&are ";e&&ere ci? c4e &ono, &ono unit1: e c4e l2unit1 c4e
6 tale, &en#a ce&&are "i e&&ere trinit1 e "uali&-o, 6 "i.i&a in "ue &en#a ce&&are ";e&&ere
unit1$
Se il citta"ino Prou"4on a&&e.era&&e "i &@, ci? c4e per? non a&&e.era, "i a.er
rice.uto una -i&&ione, e appre&&o "i-o&tra&&e ci? c4e non potrebbe "i-o&trare, c4e
la &ua -i&&ione 6 "i.ina, la teoria appena e&po&ta "o.rebbe e&&ere rigettata co-e
a&&ur"a e i-po&&ibile$ L;unione per&onale "el -ale e "el bene, con&i"erati e&i&tenti
&o&tan#ial-ente, 6 i-po&&ibile e" a&&ur"a: po&ciac4@ i-plica una e.i"ente
contra""i#ione$ 0ella "i88eren#a per&onale e nell2unit1 &o&tan#iale c4e co&titui&cono il
%io trino e uno "el cri&tiano, co-e pure nella "i88eren#a &o&tan#iale e nella libert1
per&onale, c4e co&titui&cono il <iglio "i %io 8atto uo-o &econ"o il "og-a cattolico,
e&i&te una pro8on"i&&i-a o&curit1, -a non .i 6 un2i-po&&ibilit1 logica, po&ciac4@ non
e&i&te contra""i#ione nei ter-ini$ Se .i 6 alcun c4e "i o&curo, nulla appare "i
e&&en#ial-ente contra""ittorio "al punto "i .i&ta ra#ionale a88er-an"o "i tre per&one,
c4e 4anno per 8on"a-ento la &o&tan#a -e"e&i-a: co-e non .i 4a nulla "i
contra""ittorio, abbenc4@ rie&ca a&&ai o&curo alla .irt7 .i&i.a "ella no&tra ragione
l;a88er-are, c4e &i tro.ino in una -e"e&i-a per&ona tre "i88erenti &o&tan#e$ 5uanto .i
6 "i a&&oluta-ente i-po&&ibile, perc4@ in.olge una e.i"ente l2a&&ur"it1 e una potente
contra""i#ione &i 6 l;a88er-are, "opo a.ere a88er-ato l;e&i&ten#a &o&tan#iale "el -ale
e "el bene, c4e il bene e il -ale &o&tan#ial-ente e&i&tenti &ono &o&tenuti "a una &te&&a
per&ona$ Co&a .era-ente a--irabileE L2uo-o non pu? &can&are l2o&curit1 cattolica
&en#a con"annar&i "a &e a" un2o&curit1 ancora pi7 8itta: ei non pu? 8uggire /uanto
aggra.a la &ua ragione &en#a ca"ere in ci? c4e la nega$ contra""icen"ola$
0@ &i pen&i gi1 c4e il -on"o &egua le tracce "el ra#ionali&-o -algra"o le &ue
a&&ur"e contra""i#ioni e le 8itte &ue tenebre: c4e an#i le calca in gra#ia "i /ue&ta 8itta
o&curit1, "i /ue&te a&&ur"e contra""i#ioni$ La ragione &egue l2errore o.un/ue e&&o
.a"a, &icco-e una tenera -a"re tien "ietro per ogni luogo, e 8inanc4e nel pi7
pro8on"o abi&&o, al "iletto 8rutto "elle &ue .i&cere, al 8iglio "el &uo a-ore$ L2errore le
cau&er1 la -orte: -a c4e i-porta /uan";ella 6 -a"re e -uore per -ano "el proprio
8igliuoloG
++++++++++++++++++++
CAPITOLO 5UARTO
Come il cattolicismo salvi il dogma della provvidenza e della li!ert senza cadere
nella teoria della rivalit tra Dio e l%uomo-
L2ine88abile belle##a "elle &olu#ioni cattolic4e non traluce in ne&&un;altra co&a,
/uanto nella &ua uni.er&alit1, attributo ine88abile "elle &olu#ioni "i.ine$ Appena una
&olu#ione cattolica 6 accolta, c4e to&to gli oggetti "appri-a o&curi e tenebro&i &i
ri&c4iarano' la notte &i aggiorna e l2or"ine e-erge "al cao&$ In cia&cuna "i e&&e
ri&plen"e /ue&to &o--o attributo, /ue&ta &egreta .irt7, "a cui "eri.a la gran"e
-era.iglia "ell;uni.er&ale e.i"en#a$ In /ue&ti oceani "i luce non .i 6 c4e un punto
opaco, e" 6 il -i&tero &te&&o, i raggi "el /uale .e&tono "i luce /ue&ti oceani pro8on"i$
Ci? inter.iene perc4@ l2uo-o, non e&&en"o %io, non pu? po&&e"ere l2attributo "i.ino,
pel /uale il Signore "i tutte le creature .e"e in una luce ine88abile l;uni.er&o creato$
L2uo-o 6 con"annato a rice.ere "alle o-bre la &piega#ione "ella luce e "alla luce la
&piega#ione "elle o-bre$ Per lui non .;6 co&a e.i"ente, c4e non proce"a "a
un;i-penetrabile -i&tero$ 0ulla "i -eno tra le co&e -i&terio&e e /uelle e.i"enti e&i&te
una notabile "i88eren#a, e" 6 c4e l2uo-o pu? ottenebrare /ue&te, -a non pu? /uelle
illu-inare$ Per entrare nel po&&e&&o e go"i-ento "ella luce ine88abile c4e 6 in %io, e
c4e non 6 in lui, rigetta egli co-e o&cure le &olu#ioni "i.ineG To&to &i abban"ona
nella &el.a ine&tricabile e tenebro&a "elle &olu#ioni u-ane, e allora acca"e /uello c4e
abbia-o pi7 &opra "i-o&trato, c4e la &ua &olu#ione 6 particolare, co-e tale 6
i-per8etta, e co-e i-per8etta 6 erronea$ A pri-a .i&ta &e-bra ri&ol.ere /ualc4e co&a:
-a, con&i"erata pi7 attenta-ente, e&&a nulla ri&ol.e: e la ragione c4e co-incia
"all;accoglierla co-e plau&ibile, ter-ina col rigettarla co-e ine88icace,
contra""ittoria e a&&ur"a$
5ue&to punto, in /uanto tocca la /ue&tione c4e ora &.olgia-o, 6 &tato intera-ente
&tabilito nel capitolo prece"ente$ E&&en"o "i-o&trato l2ine88icacia e.i"ente "ella
&olu#ione u-ana, ci re&ta a "i-o&trare l2e88icacia &o--a e la notabile pre8eren#a "ella
&olu#ione cattolica$
%io, c4e 6 il bene a&&oluto, 6 autore &upre-o "i ogni bene, e tutto, u&cito "alle &ue
-ani, 6 buono$ Sicco-e 6 pari-ente i-po&&ibile c4e %io ponga nella creatura /uello
c4e non 4a, e ci? c4e 4a: co&D "ue co&e &ono &otto ogni a&petto i-po&&ibili, cio6 c4e
-etta in /ualc4e co&a il -ale c4e non 6 in lui, e -etta in /ualc4e co&a il bene
a&&oluto' e /ue&te "ue i-po&&ibilit1 &ono e.i"enti' poic4@ 6 i-po&&ibile concepire c4e
/ualcuno "ia ci? c4e non 4a, e c4e il Creatore &i tro.i a&&orbito nella creatura$ 0on
poten"o co-unicare la &ua bont1 a&&oluta, il c4e &arebbe co-unicare &@ &te&&o, n@ il
-ale, perc4@ co-partirebbe /uello c4e non 4a, ei co-partecipa il bene relati.o$ Con
/ue&to ei co-unica /uanto puote co-unicare, /ualc4e co&a c4e 6 "i lui e c4e non 6
lui: ponen"o tra &@ e la creatura /uella ra&&o-iglian#a, c4e ne atte&ti l2origine, e /uella
"i88eren#a c4e ne "i-o&tri la "i&tan#a$ In /ue&to -o"o ogni creatura atte&ta col &olo
-o&trar&i c4;Egli 6 il &uo Creatore, e c4e e&&a 6 la &ua creatura$
E&&en"o %io 6 il Creatore "elle co&e uni.er&e, tutto ci? c4e 6 creato 6 buono "i una
bont1 relati.a$ L2uo-o 6 buono in /uanto uo-o, l2angelo in /uanto 6 angelo e l2albero
in /uanto 6 tale$ <ino il principe c4e ri&plen"e nell;abi&&o, e l;abi&&o o.;egli
ri&plen"e, &ono co&e buone e" eccellenti$ Il principe "ell2abi&&o 6 buono in &@, poic4@
per e&&ere principe "ell2abi&&o ei non 4a ce&&ato "all;e&&ere angelo: e %io 6 il creatore
"ella natura angelica, c4e eccelle &u tutte le co&e create: e l2abi&&o 6 buono in &@
perc4@ 6 or"inato a un 8ine &o--a-ente buono$ E abbenc46 tutte le e&&en#e create
&iano buone e" otti-e, il cattolici&-o a88er-a c4e il -ale 6 nel -on"o, e c4e i &uoi
gua&ti e le &ue ro.ine &ono &ter-inati e &pa.ente.oli$ La /ue&tione pertanto &ta tutta
nel "i&a-inare c4e co&a &ia il -ale, /uale &ia la &ua origine, e in8ine co-e colla
propria "i&&onan#a con8eri&ca all2ar-onia "ell;uni.er&o$
Il -ale 4a l2origine &ua nell2u&o 8atto "all2uo-o "ella 8acolt1 "i &cegliere, c4e
co-e gi1 abbia-o "etto, co&titui&ce l2i-per8e#ione "ella libert1 u-ana$ La 8acolt1 "i
&cegliere 8u ri&trettta in certi li-iti i-po&ti "alla natura &te&&a "elle co&e$ E&&en"o
tutte le co&e buone, la 8acolt1 "i &cegliere non 4a potuto con&i&tere nello &cegliere tra
co&e buone, c4e e&i&te.ano nece&&aria-ente, e le catti.e c4e in ne&&un -o"o
e&i&te.ano$ E&&a 4a ri&ie"uto unica-ente nell2unir&i o &eparar&i "al bene,
nell2a88er-arlo unen"o.i&i o nel negarlo allontanan"o&ene$ L2intelletto u-ano &i 6
"i&giunto "alla -ente "i.ina, lo c4e 8u un &eparar&i "alla .erit1, un ce&&are "i
co-pren"erla$ La .olont1 u-ana &i 6 "i&giunta "alla .olont1 "i.ina, lo c4e i-port?
una &epara#ione "al bene' un ce&&are "i .olerlo, un ce&&are "i 8arlo$ E &icco-e
"2altron"e l;uo-o non pot@ la&ciare inopero&e le &ue 8acolt1 inti-e e in"i&pen&abili,
c4e con&i&te.ano nell2inten"ere, nel .olere e nell2operare, &i continu? a inten"ere, a
.olere, a" agire: -a /uan"o inten"e.a &eparato "a %io, non era gi1 la .erit1, c4e 6 in
%io &olo, /uanto .ole.a non era gi1 il bene, c4e 6 in %io &olo, e ci? c4e 8ace.a non
pot@ E&&ere il bene, c4e non inten"e.a, n@ .ole.a, e c4e non e&&en"o .oluto "alla &ua
ragione, n@ accolto "alla &ua .olont1, non pot@ e&&ere il ter-ine "elle &ue a#ioni$ Il
8ine "el &uo inten"i-ento 8u allora l2errore, c4e 6 la nega#ione "ella .erit1: il 8ine
"ella &ua .olont1 8u il -ale, c4e 6 la nega#ione "el bene: e il 8ine "elle &ue a#ioni 8u il
peccato, c4e 6 la nega#ione &i-ultanea "el .ero e "el buono: -ani8e&ta#ioni "i.er&e
"i una &te&&a co&a con&i"erata &otto "ue a&petti "i.er&i$ Sicco-e il peccato nega tutto
ci? c4e %io a88er-a con il &uo intelletto, c4e 6 la .erit1, e tutto ci? c4e a88er-a con la
&ua .olont1 c4e 6 il bene: e &icco-e in non .i &ono altre a88er-a#ioni c4e /uella "el
bene c4e 6 nella &ua .olont1 e /uella "ella .erit1 c4e 6 nel &uo inten"i-ento: e&&en"o
%io le &te&&e a88er-a#ioni con&i"erate nelle loro &o&tan#e: ne con&eguita c4e il
peccato, negan"o tutto /uello c4e %io a88er-a, nega .irtual-ente %io in ogni &ua
a88er-a#ione$ 0egan"o %io e non 8acen"o altra co&a c4e negarlo, il peccato 6 la
nega#ione per eccellen#a, la nega#ione uni.er&ale e a&&oluta$
Tale nega#ione non in.e&tD, n@ pote.a in.e&tire l2e&&en#a "elle co&e c4e e&i&tono
in"ipen"ente-ente "al .olere u-ano, e c4e "opo co-e innan#i alla pre.arica#ione
8urono non &olo buone in &@, -a altre&D otti-e e per8ette$ 0ulla"i-eno &e il peccato
non tol&e a" e&&e la loro eccellen#a, tol&e per? /uella &upre-a ar-onia, c4e il "i.ino
loro autore po&e 8ra e&&e, /uel .incolo "elicato e /uell2or"ine per8etto, c4e collega.a
le une alle altre e tutte a Lui, /uan"o per e88etto "ella &ua bont1 in8inita le tra&&e "al
cao& "opo a.erle tratte "al nulla$ In /ue&t2or"ine per8etto, in /ue&to .incolo
a--irabile, tutte le co&e &i -uo.ono "iretta-ente .er&o %io con un -oto irre&i&tibile
e or"inato$ L2angelo, &pirito puro, gra.ita.a .er&o %io, centro "egli &piriti, portato "a
un -o.i-ento a-oro&o e irre&i&tibile$
L2uo-o, -eno per8etto, -a non -eno co-pre&o ";a-ore, &egui.a con la &ua
gra.ita#ione il -o.i-ento "ella gra.ita#ione angelica per con8on"er&i coll2angelo nel
&eno "i %io, centro "elle gra.ita#ioni angelic4e e u-ane$ La -ateria &te&&a, agitata "a
un inti-o -oto "i a&cen&ione, &egui.a la gra.ita#ione "egli &piriti .er&o il Creatore
&upre-o, c4e &en#a conato attira.a a &@ tutte le co&e$ E &icco-e le co&e riguar"ate in
&@ &te&&e &ono le -ani8e&ta#ioni e&teriori "el bene e&&en#iale c4e 6 in %io: co&D tale
-aniera "i e&&ere "elle co&e 6 la -ani8e&ta#ione e&terna "ella &ua -aniera "i e&&ere,
per8etta e" otti-a co-e la &ua e&&en#a &te&&a$ Le co&e rice.ettero "a lui una
per8e#ione -utabile, e" una per8e#ione nece&&aria$ Tale per8e#ione nece&&aria 8u /uel
bene e&&en#iale, c4e %io po&e in ogni creatura: la loro per8e#ione -utabile 8u /uella
-aniera "i e&&ere, c4e %io .olle a.e&&ero /uan"o le tra&&e "al nulla$ %io .olle c4e
8o&&ero &e-pre ci? c4e &ono, -a non .olle c4e 8o&&ero nece&&aria-ente "ella &te&&a
-aniera' tol&e l;e&&en#a a ogni giuri&"i#ione eccetto la &ua, -i&e per un te-po
l2or"ine in cui e&&e &ono &otto il "o-inio "i /uegli e&&eri, c4e cre? intelligenti e liberi$
%on"e con&egue c4e il -ale, pro"otto "al libero arbitrio "ell2angelico, o "al libero
arbitrio u-ano, non pot@ e&&ere e non 8u altra co&a c4e la nega#ione "ell2or"ine po&to
"a %io in tutte le co&e create, nega#ione "i cui ne 6 il &i-bolo a88er-a ci? &te&&o c4e
nega: tale nega#ione &i c4ia-a "i&or"ine$ Il "i&or"ine 6 la nega#ione "ell2or"ine, cio6
"ella a88er-a#ione "i.ina relati.a alla -aniera "i e&&ere ";ogni co&a$ E alla gui&a
&te&&a c4e l2or"ine con&i&te nell2unione "elle co&e c4e %io 4a .oluto 8o&&ero unite e
nella &epara#ione "i /uelle c4e .olle "i&giunte: -e"e&i-a-ente il "i&or"ine con&i&te
nell2unire le co&e c4e %io 4a .oluto re&ta&&ero "i&giunte, e nel &eparare /uelle c4e %io
.olle riunite$
Il "i&or"ine pro"otto "alla ribellione angelica con&i&te nell2unire nella &epara#ione
par#iale "ell2angelo ribellato&i %io, c4e era il &uo centro, per .ia "i un cangia-ento
nella -aniera "i e&&ere$ Tale cangia-ento 8u una con.er&ione "el &uo -oto "i
gra.ita#ione .er&o %io, in un -oto "i rota#ione &opra &@ &te&&o$
Il "i&or"ine pro"otto "alla pre.arica#ione "ell2uo-o 8u &i-igliante a /uello cau&ato
"alla ribellione "ell2angelo: perc4@ 6 i-po&&ibile e&&ere ribelle e pre.aricatore in "ue
-aniere e&&en#ial-ente "i.er&e$ L2uo-o, a.en"o ce&&ato "i gra.itare .er&o &uo %io
con il &uo intelletto, con la &ua .olont1 e con le &ue opere, &i co&tituD centro a &e &te&&o
e 8ine &upre-o "elle &ue opere, "ella &ua .olont1 e "ella &ua intelligen#a$
Lo &con.olgi-ento cau&ato "a /ue&ta pre.arica#ione 8u pro8on"o e" e&tre-o$
E&&en"o&i l2uo-o &eparato "a %io, le &ue poten#e &i &taccarono to&to le une "alle
altre, co&tituen"o&i e&&e &te&&e in altrettanti centri "i.ergenti$ La &ua ragione &-arrD
l;i-pero &ulla &ua .olont1: la &ua .olont1 per"ette /uello &ulle proprie a#ioni: la carne
&i ribell? "allo &pirito: e lo &pirito, c4e era &tato a&&oggettato a %io, ca""e nel
&er.aggio "ella carne$ Tutto nell2uo-o era &tato concor"an#a e ar-onia, tutto "i.enne
guerra, tu-ulto, contra""i#ioni, "i&&onan#e$ La &ua natura, "a ar-onica in &o--o
gra"o, "i.enne pro8on"a-ente antitetica$
L2uo-o tra&-i&e all2uni.er&o e alla -aniera "i e&&ere "elle co&e un tale "i&or"ine
cagionato in lui "a lui &te&&o$ Le co&e c4e gli erano &o--e&&e, le.arono il capo
contro "i lui$ %acc4@ ei non 8u il &er.o "el &uo %io, non 8u il principe "ella terra$
Ce&&er1 per? ogni -era.iglia o.e &i ponga -ente, c4e i titoli "ella &ua terre&tre
-onarc4ia &i appoggia.ano &ul &uo &er.aggio .er&o %io$ Gli ani-ali c4e a.e.a
no-inato in &egno "el &uo "o-inio, non obbe"irono pi7 alla &ua .oce, non pi7
inte&ero la &ua parola, n@ pi7 &i otte-perarono ai &uoi cenni$ La terra &i ricoper&e "i
triboli, il cielo &i 8ece "i bron#o, i 8iori &i cin&ero "i &pine, tutta la natura par.e in.a&a
contro l;uo-o "a un in&en&ato 8urore$ Al &uo appre&&ar&i, i -ari ro.e&ciarono le loro
ac/ue per in8renare il &uo ca--ino: le -ontagne &olle.arono le loro .ette 8in &opra le
nubi: i torrenti &i &c4iu&ero la .ia attra.er&o le &ue ca-pagne, e le te-pe&te &i 8ecero
giuoco "elle &ue 8ragili "i-ore: i rettili &putarono &u "i lui il loro .eleno e le erbe gli
"i&tillarono i &ucc4i letali: a" ogni pa&&o ebbe a te-ere un;i-bo&cata, e a"
ogn;i-bo&cata la -orte$
Accolta una .olta la &piega#ione cattolica "el -ale, &i c4iari&ce natural-ente tutto
ci?, c4e &en#a e 8uori "i e&&a pare.a e" era in 8atto ine&plicabile$
Il -ale non e&i&ten"o ";una -aniera &o&tan#iale -a negati.a, non pu? &er.ire "i
-ateria a crea#ione' /uin"i la "i88icolt1 c4e na&ce "alla coe&i&ten#a "i "ue crea#ioni
"i.er&e e &i-ultanee, ca"e "a &@ &te&&a e .ien -eno$
Tale "i88icolt1 au-enta.a -an -ano c4e &i progre"i.a in /ue&to &er.aggio e
&cabro&o ca--ino, po&ciac4@ il "uali&-o &i-ultaneo "ella crea#ione &uppone.a "i
nece&&it1 un altro "uali&-o ancora pi7 ripugnante alla ragione u-ana' il "uali&-o
e&&en#iale nella "i.init1, c4e .uol e&&ere concepito co-e un;e&&en#a &e-plici&&i-a, o
non pu? e&&erlo in -o"o "i.er&o$ 9 0el te-po &te&&o c4e ca"e il "uali&-o "i.ino,
.ien -eno anc4e l2i"ea "i una ri.alit1 nece&&aria e al te-po &te&&o i-po&&ibile'
nece&&aria, perc4@ "ue %ei c4e &i contra""icono, e "ue e&&en#e c4e ripugnano &ono
con"annati "alla natura &te&&a "elle co&e a una lotta perpetua: i-po&&ibile, perc4@ la
.ittoria "e8initi.a e&&en"o l;oggetto ulti-o "i ogni lotta , e la .ittoria "e8initi.a
e&&en"o in /ue&to ca&o la &oppre&&ione "el -ale per il bene, o "el bene per il -ale,
tale ri&ultato non pu? a.er luogo: poic4@ ci? c4e e&i&te in -o"o e&&en#iale, e&i&te
nece&&aria-ente, e non pu? e&&ere &oppre&&o$ Ora "all2i-po&&ibilit1 "ella
&oppre&&ione na&ce l2i-po&&ibilit1 "ella .ittoria, e "all2i-po&&ibilit1 "ella .ittoria,
oggetto ulti-o "ella lotta, l2i-po&&ibilit1 a&&oluta "ella lotta &te&&a$
Colla contra""i#ione "i.ina, in cui -ette capo nece&&aria-ente ogni -anic4ei&-o,
&.ani&ce la contra""i#ione u-ana, nella /uale &ia-o &o&pinti o.e &upponga&i
nell2uo-o la coe&i&ten#a &o&tan#iale "el bene e "el -ale$ Tale contra""i#ione 6
a&&ur"a, e co-e tale inconcepibile$ A&&e.erare "ell2uo-o c4;ei &ia nel te-po &te&&o
e&&en#ial-ente buono e -al.agio, torna lo &te&&o c4e a88er-are l;una "i /ue&te "ue
co&e' o c4e l2uo-o 6 co-po&to "i "ue e&&en#e contrarie, rico-ponen"o /ui ci? c4e il
-anic4ei&-o &i .e"e obbligato &eparare in %io: o c4e l2e&&en#a "ell2uo-o 6 una, e c4e
e&&en"o tale 6 buona e catti.a a" un te-po, ci? c4e torna lo &te&&o a88er-are tutto ci?
c4e &i nega e negare tutto ci? c4e &i a88er-a ";una co&a -e"e&i-a$
0el &i&te-a cattolico il -ale e&i&te, -a e&i&te ";una e&i&ten#a -o"ale, e non gi1 in
-o"o e&&en#iale$ In tal gui&a riguar"ato, il -ale 6 &inoni-o "i "i&or"ine, perc4@ a c4i
ben lo con&i"eri non 6 il -ale una co&a, -a la -aniera "i&or"inata in cui &ono le co&e,
le /uali non 4anno ce&&ato "i e&&ere e&&en#ial-ente buone, tottoc46 abbiano ce&&ato
"i e&&ere ben or"inate per una cau&a inti-a e -i&terio&a$ Il &i&te-a cattolico ci a""ita
/ue&ta cau&a -i&terio&a e &egreta e, &e /ue&ta in"ica#ione a.an#a in /ualc4e punto la
ragione, non .i 6 niente per? c4e la contra""ica e .i ripugni$ E per .erit1, a &piegare
una -o"ale perturba#ione nelle co&e, c4e con&er.ano integre e pure le proprie
e&&en#e, anc4e "opo e&&ere &tate po&te &o&&opra, non 6 nece&&ario un inter.ento
"i.ino: n@ .i &arebbe propor#ione tra la cau&a e l2e88etto$ A c4iarire il 8atto ba&ta a.er
ricor&o all2inter.ento anarc4ico "egli e&&eri intelligenti e liberi, i /uali, &e non
pote.ano in ne&&un -o"o alterare l2or"ine -era.iglio&o "ella crea#ione e le &ue ben
or"inate ar-onie, non pote.ano e&&ere /uali8icati per liberi e per intelligenti$ %el
-ale con&i"erato co-e acci"entale e" e88i-ero, &i pu? &en#a contra""i#ione e
ripugnan#a a&&e.erare "ue co&e' la pri-a c4e in /uanto .i 4a "i -ale non 4a potuto
e&&er.i l;opera "i %io: la &econ"a c4e in /uanto .i 4a "i e88i-ero e acci"entale .i 4a
potuto e&&ere l;opera "ell2uo-o$ In tal gui&a gli a&&enti-enti "ella ragione &i
con8on"ono cogli a&&enti-enti cattolici$
Po&to il &i&te-a cattolico, &co-paiono tutte le a&&ur"it1 e .ien -eno ogni
contra""i#ione$ In e&&o &i&te-a, la crea#ione 6 una, e %io 6 uno, e col "uali&-o
"i.ino ce&&a la guerra "egli "6i$ Il -ale e&i&te, perc4@ &e non e&i&te&&e, la libert1
u-ana &arebbe inconcepibile: -a il -ale c4e e&i&te 6 un acci"ente, non un2e&&en#a,
perc4@ &e 8o&&e un2e&&en#a, &arebbe l;opera "i %io, creatore "i tutte le co&e, ci? c4e
i-plic4erebbe una contra""i#ione, la /uale ripugna alla ragione u-ana e "i.ina$ Il
-ale pro.iene "all2uo-o e" 6 nell2uo-o, e ci? e&&en"o, e&i&te con.enien#a piutto&to
c4e contra""i#ione$ (i 4a con.enien#a in ci? c4e il -ale non poten"o e&&ere opera "i
%io, l2uo-o non potrebbe &ceglierlo o.e non pote&&e generarlo, e non &arebbe libero
&e non pote&&e &ceglierlo$ 0on e&i&te poi ne&&una contra""i#ione, perc4@ il
cattolici&-o coll;a88er-are c4e l2uo-o 6 e&&en#ial-ente buono e acci"ental-ente
catti.o, non a88er-a "ell;uo-o ci? c4e nega "i lui, e non nega ci? c4e a88er-a$
I-perciocc46 a88er-are c4e l2uo-o 6 catti.o per acci"ente e buono nell;e&&ere &uo,
non 6 a88er-are "i lui co&e c4e &i contra""icono, -a /ualit1 c4e non contengono
contra""i#ione /uantun/ue &iano &otto ogni ri&petto "i.er&e$
%a ulti-o, accoglien"o il &i&te-a cattolico, &i atterra il &i&te-a bla&8e-o e"
e-pio, il /uale con&i&te nel &upporre una ri.alit1 perpetua tra %io e l2uo-o, tra il
Creatore e la creatura$ L2uo-o autore "el -ale, acci"entale in &@ e tran&itorio, non 6
co-e %io, creatore, protettore e reggitore "i tutte le e&&en#e e tutte le co&e$ Tra /ue&ti
"ue e&&eri "i&giunti "a un inter.allo in8inito, non .i 6 ri.alit1 "i &orta, n@ po&&ibilit1 "i
concorren#a$ 0el -anic4ei&-o e nel pru"oniani&-o la lotta tra il creatore "el bene
e&&en#iale e il creatore "el -ale e&&en#iale era inconcepibile e a&&ur"a, perc4@ la
.ittoria era i-po&&ibile$ Il &uppo&to "ella lotta no e&i&te nel Cattolici&-o, perc4@ non
.i 6 luogo a &upporre una lotta tra "ue parti, "i cui una &arebbe nece&&aria-ente
.incente e l2altra .inta$ Perc4@ e&i&ta una .era lotta &ono nece&&arie "ue co&e, cio6 c4e
la .ittoria &ia po&&ibile e" incerta$ I a&&ur"a ogni lotta /uan"o la .ittoria 6 certa o 6
i-po&&ibile$ Pertanto /uelle lotte gran"io&e, co-battute per la &ignoria uni.er&ale e
per l;i-pero &o.rano, &ono a&&ur"e, .uoi c4e il &o.rano &ia uno &olo, .uoi c4e &iano
gli i-peranti' a&&ur"e nel pri-o ca&o, poic4@ colui c4e 6 uno &ar1 perpetua-ente
&olo: a&&ur"e nel &econ"o, perc4@ i "ue non &aranno -ai uno, -a &aranno "ue
perpetua-ente$ 5ue&te lotte gigante&c4e &ono "i &i88atta natura, c4e o &on "eci&e
pri-a ";e&&ere co-inciate, o non lo &aranno gia--ai$
++++++++++++++++++++++
CAPITOLO 5UI0TO
ntime analogie fra le pertur!azioni fisiche e morali, che derivano dalla li!ert
umana-
<ino a /ual &egno &iano giunti i gua&ti "el peccato e &ia &tata -utata la 8accia "ella
crea#ione per e88etto "i un &D "eplorabile "elirio, 6 argo-ento c4e &8ugge alle u-ane
in.e&tiga#ioni: -a non .i 6 o-bra "i "ubbio c4e in A"a-o lo &pirito e la carne
&oggiac/uero in&ie-e a" un &ca"i-ento: l;orgoglio "egra"? lo &pirito, la
concupi&cen#a in.ilD la carne$
La cau&a "ella "egra"a#ione 8i&ica e -orale e&&en"o la &te&&a, pre&entano co-uni
analogie e eguaglian#e &ingolari nelle .arie loro -ani8e&ta#ioni$
0oi abbia-o gi1 .e"uto c4e il peccato, cau&a pri-igenia "i ogni "egra"a-ento,
non 8u altro c4e un "i&or"ine$ L2or"ine era il per8etto e/uilibrio "elle co&e create, c4e
con&i&te.a nella "ipen"en#a c4e con&er.a.ano tra loro, e nella a&&oluta
&ubor"ina#ione "i tutte in.er&o il loro Creatore$ %a ci? ne .enne c4e il peccato, cio6 il
"i&or"ine, 8u un rila&&a-ento "i e&&e "ipen"en#e gerarc4ic4e "elle co&e tra loro, e
"ella loro a&&oluta &ogge#ione in.er&o l2E&&ere &upre-o$ Con altre parole, il "i&or"ine
8u lo &co-buia-ento "ella -i&ura per8etta e "el -irabile or"ina-ento, in cui tutto era
"i&po&to$ E &icco-e gli e88etti &ono &e-pre analog4i alle loro cau&e, gli e88etti "ella
colpa 8urono &ino a un certo ter-ine /uello c4;e&&a 8u, un "i&,or"ine, una "i&,unione,
uno "i&,/uilibrio$
Il peccato 8u la "i&,unione "ell2uo-o "a %io$
Il peccato origin? un "i&,or"ine -orale e un "i&,or"ine 8i&ico$
Il "i&,or"ine -orale con&i&tette nell2ignoran#a "ell2inten"i-ento e nella 8iacc4e##a
"ella .olont1$
L2ignoran#a intellettuale non 8u altro c4e la &ua "i&,unione "all2inten"i-ento
"i.ino: e la "ebole##a "ella .olont1 8u la &ua "i&,unione "alla .olont1 &upre-a$
Il "i&,or"ine 8i&ico originato "alla colpa con&i&tette nella -alattia e nella -orte:
Ci? e&&en"o'
La -alattia non 6 altro c4e il "i&,or"ine, la "i&,unione, il "i&,/uilibrio "elle parti
co&tituti.e "el no&tro corpo$
La -orte egual-ente 6 la &te&&a "i&,unione, lo &te&&o "i&,or"ine, lo &te&&o "i&,
/uilibrio portati &ino all;e&tre-o$
Me"e&i-a-ente il "i&or"ine 8i&ico e il -orale, l2ignoran#a e la 8iacc4e##a "ella
.olont1 "a una parte, la -alattia e la -orte "all2altra, &ono la &te&&a e -e"e&i-a co&a$
Lo &i .e"r1 ancor pi7 c4iara-ente o.e &olo &i con&i"eri c4e tutti /ue&ti "i&or"ini,
.uoi 8i&ici .uoi -orali, pigliano una &te&&a &igni8ica#ione al punto in cui 8ini&cono e
al punto in cui na&cono$
La concupi&cen#a "ella carne e l2orgoglio "ello &pirito &i appellano con lo &te&&o
no-e "i peccato: la "i&,unione "e8initi.a "ell2ani-a "a %io, e /uella "ell2ani-a "al
corpo &i c4ia-ano egual-ente la morte$
E; co&D &tretto il lega-e tra il 8i&ico e il -orale, c4e &olo nel -e##o &i pu?
ri&contrare la loro "i88eren#a: e&&en"o entra-bi una i"entica co&a nel loro principio e
nel loro 8ine$ E co-e a.rebbe a" e&&ere "i.er&a-ente, &e co&D il 8i&ico co-e il -orale
proce"e "a %io e ter-ina in %io: &e %io 6 pri-a "el peccato e "opo la -orteG
Si88atta inti-a conne&&ione tra il -orale e il 8i&ico potrebbe e&&ere ignorata "alla
terra pura-ente corporea, e "egli angeli, puri &piriti: -a co-e un tale -i&tero
potrebbe ri-anere occulto all2uo-o co-po&to "i una ani-a i--ortale e "i una
-ateria corporea, e collocato "a %io &ul con8ine "i "ue -on"iG
Il gran"e perturba-ento pro"otto "al peccato non &i arre&t? all;uo-o: non &olo
A"a-o &oggiac/ue ai -alori e alla -orte, -a anc4e la terra 8u -ale"etta per cau&a
&ua e" in &uo no-e$
0oi no abbia-o la 8olle preten&ione "i penetrare arcani tanto o&curi, /ual 6 /uello
"i /ue&ta tre-en"a -ale"i#ione e &ino a un certo &egno inco-pren&ibile$ I giu"i#i "i
%io &ono co&D pro8on"i co-e -era.iglio&e &ono le &ue opere$ <rattanto po&ta per
.olere "i %io l;inti-a rela#ione tra il 8i&ico e il -orale, e ricono&ciuta c4e &ia 8ino a
un certo punto .i&ibile nell2uo-o, abbenc4@ in certo /ual -o"o ine&plicabile, il re&to
"i /uel pro8on"o -i&tero appare -eno i-portante: il -i&tero in8atti &ta pi7 pre&to
nella legge "i rela#ione, c4e nelle applica#ioni c4e &e ne po&&ono 8are per .ia "i
"e"u#ione$
E /ui per gettare un la-po "i luce, &u /ue&to "i88icile argo-ento, e &u88ragare tutto
/uanto abbia-o "etto, 6 -e&tieri o&&er.are, c4e le co&e 8i&ic4e non po&&ono
con&i"erar&i co-e "otate "i un2e&i&ten#a in"ipen"ente, co-e e&i&tenti in &@, "a &@, e
per &@, -a piutto&to co-e -ani8e&ta#ioni "elle co&e &pirituali, le &ole c4e abbiano in
&@ -e"e&i-e la ragione "el proprio e&&ere$ E&&en"o %io puro &pirito, principio e 8ine
"i tutte le co&e, c4iaro 6 c4e tutte le co&e nel loro principio e nel loro 8ine &ono
&pirituali$ Ci? e&&en"o, o le co&e 8i&ic4e &ono -ere appari&cen#e, e non e&i&tono, o &e
e&&e e&i&tono, 4anno la loro .ita "a %io e per %io, o..ero c4e e&i&tono per cau&a "ello
&pirito e per lo &pirito$ On"e &i "e"uce c4e "al -o-ento c4e e&i&te una /ual&ia&i
perturba#ione negli or"ini -orali o "ello &pirito, "e.;e&&er.i "i nece&&it1 uno
&con.olgi-ento analogo nelle regioni corporee$ I in8atti inconcepibile c4e le &te&&e
co&e ri-angano in /uiete, /uan"o .i 4a una perturba#ione in ci? c4e 6 principio e 8ine
"i ogni co&a$
Lo &con.olgi-ento pertanto pro"otto "al peccato 6 &tato e 4a "o.uto e&&ere
generale: 6 &tato e 4a "o.uto e&&ere co-une alle alte e !asse regioni, a tutte /uelle
"egli &piriti e "ei corpi$ La 8accia "i %io, per lo innan#i paci8ica e &erena, &;in8ia--?
per l2ira, e i &uoi &era8ini -utarono "i &e-bian#a$ La terra &i ricoper&e "i &pine e "i
&terpi, le &ue piante &i "i&&eccarono, &;in.ecc4iarono i &uoi alberi, le &ue erbe
a..i##irono, le 8onti per"ettero la &oa.it1 "elle loro ac/ue, e&&a "i.enne 8econ"a "i
.eleni, &i coprD "i cupi 8ore&te, i-penetrabili, &pa.ento&e: &i a88or#? "i -ontagne
&el.agge, ebbe una #ona torri"a e una glaciale, 8u bruciata "al 8uoco e gelata "alla
brine: e &opra i &uoi ori##onti &i &olle.arono ne-bi e bu8ere, e intorno a lei
ri-bo-barono tuoni e te-pe&te$
Collocato l2uo-o co-e nel centro "i /ue&to uni.er&ale "i&or"ine, opera &ua e &ua
puni#ione, egli &te&&o pi7 inti-a-ente e pro8on"a-ente "i&or"inato "ella re&tante
crea#ione, &i tro.? e&po&to, col &olo aiuto "ella -i&ericor"ia "i.ina, all2i-petuo&o
torrente "i tutti i "olori 8i&ici e "i tutte le ango&ce -orali$ La &ua .ita non 8u c4e una
&e/uela "i tenta#ioni e "i lotte, la &ua &agge##a non altro c4e ignoran#a, la &ua .olont1
"ebole##a, la &ua carne corru#ione$ Cia&cuna &ua a#ione 8u acco-pagnata "a un
ri-or&o, a ogni piacere tenne "ietro un2a-ara ri-e-bran#a o un acuto "olore$ 5uanto
-olteplici 8urono i &uoi "e&i"eri, altrettanto lo 8urono i &uoi "i&gu&ti: alle -olte
&peran#e, &ucce&&ero -olteplici illu&ioni e a" e&&e "i&inganni &en#a nu-ero$ La
-e-oria gli &er.D "i carne8ice, la pre.i"en#a "i tortura e l;i--agina#ione non 8ece
c4e gettare /ualc4e le-bo "i porpora e ";oro &ulla &ua -i&era nu"it1$ Co-pre&o "al
bene per cui era nato, -o&&e i &uoi pa&&i nella .ia "el -ale o.;era entrato: pro.an"o il
bi&ogno "i un %io, &pro8on"? nell;abi&&o i--en&urabile "i tutte le &uper&ti#ioni$
%annato a patire, c4i potrebbe te&&ere la &toria "ei &uoi "oloriG %annato all;ingrato
la.oro, c4i potrebbe "ire il no.ero "ei &uoi &tentiG %annato alla 8atica, c4i enu-erer1
le &tille "i &u"ore pio.ute "alla &ua 8ronteG
Ponete l2uo-o alla -a&&i-a alte##a, o collocatelo nella &8era pi7 ba&&a, in ne&&una
con"i#ione &ar1 e&ente "alla pena, c4e abbia-o ere"itata "al no&tro co-une peccato$
Se l2ingiuria non giun&e a" o88en"ere c4i 6 po&to in alto, .i 6 l2in.i"ia c4e &i ele.a 8ino
a lui: &e l2in.i"ia non "i&cen"e 8ino a colui c4e 6 collocato in ba&&o, .i 6 in ca-bio
l2ingiuria c4e lo percuote$ O.;6 la carne c4e non cono&ca il "oloreG o.e &pirito c4e
non cono&ca l2ango&ciaG C4i 8u -ai le.ato tant;alto "a non te-ere la ca"utaG C4i
cre"ette con tanta &icure##a nella 8ortuna per non te-erne i ro.e&ci$ 0ella na&cita,
nella .ita, e nella -orte noi &ia-o tutti uguali, perc4@ tutti abbia-o peccato e
"obbia-o tutti e&&ere puniti$
Se la na&cita, la .ita e la -orte non &ono una puni#ione, perc4@ non na&cia-o,
.i.ia-o e -oria-o noi, co-e tutto il re&to c4e na&ce, .i.e e -uoreG Perc4@ noi
.i.ia-o in continue trepi"a#ioniG Perc4@ .enia-o alla luce "el -on"o con le -ani
incrociate &ul petto in atteggia-ento "i penitentiG Perc4@ apren"o gli occ4i alla .ita li
apria-o alle lacri-eG e perc4@ 8inal-ente il no&tro pri-o &aluto all;e&i&ten#a non 6
c4e un ge-itoG
I 8atti "ella &toria ra..alorano e con8er-ano i "o--i c4e abbia-o e&po&ti, e le loro
-i&terio&e con&eguen#e$ Il Sal.atore "el -on"o, a e"i8ica#ione e gra.e &go-ento "ei
poc4i 8e"eli c4e lo &egui.ano, e con &can"alo "ei "ottori, cancella.a i peccati
guaren"o le -alattie, e guari.a i -alati a&&ol.en"o i peccati: /uinci &oppri-en"o la
cau&a con il ri-o.i-ento "egli e88etti, /uin"i gli e88etti con la &oppre&&ione "ella
cau&a loro$ Un paralitico &i pre&enta a Cri&to -entre era circon"ato "a un "rappello "i
"ottori e "i 8ari&ei$ Egli al#a la .oce e gli "ice' =Abbi 8e"e, 8igliol -io, io ti ri-etto i
tuoi peccati, ecc$>$ 5uelli c4e &i tro.a.ano pre&enti &i &can"ali##arono nei loro cuori$
%a una parte pare.a a" e&&i c4e il potere "i a&&ol.ere non 8o&&e nel 0a#areno c4e
&uperbia e 8ollia: "all2altra c4e 8o&&e un parto "i -ente in8er-a il preten"ere guarire le
-alattie con l2a&&olu#ione "ei peccati$ Il Signore .i"e na&cere nei loro cuori /uei
colpe.oli pen&ieri, e to&to &oggiun&e' =E perc4@ &ia noto a tutti c4e il <iglio
"ell2Uo-o 4a &ulla terra il potere "i ri-ettere i peccati, le.ati, io te lo i-pongo'
pren"i il tuo letto e ritorna a ca&a tua>$ E a..enne co-;egli a.e.a "etto$ Con ci? egli
4a "i-o&trato c4e il potere "i guarire e "i a&&ol.ere &ono lo &te&&o potere, e c4e il
peccato e la -alattia &ono una &te&&a co&a$
Pri-a "i -uo.ere innan#i gio.er1 notare, a rincal#o "i ci? c4e "icia-o, "ue co&e
"egne "i -e-oria$ La pri-a &i 6 c4e il Signore, pri-a "i a""o&&ar&i il gra.e 8ar"ello
"ei peccati "el -on"o, 8u e&ente "a ogni -orbo e" anc4e "alla pi7 lie.e &o88eren#a
perc4@ era &ce.ro "i peccato$ La &econ"a &i 6, c4e /uan"o il Signore &;aggra.? "i tutti
i peccati "egli uo-ini, accettan"o .olontaria-ente gli e88etti co-e ne accetta.a le
cau&e, e le con&eguen#e co-e a--ette.a i principi, accol&e il "olore .e"en"o in e&&o
il co-pagno in&eparabile "el peccato$ Per lo c4e &u"? &angue nel giar"ino "egli
Oli.eti, pro.? il "olore "ello &c4ia88o nel pretorio, .enne -eno &otto il pe&o "ella
croce, e patD la &ete &ul Cal.ario e" una tre-en"a agonia &opra il legno igno-inio&o,
.i"e con terrore appre&&ar&i la -orte, e -i&e un ge-ito pro8on"o e "oloro&o ren"en"o
l2ani-a al Pa"re &uo$
5uanto alla -irabile corri&pon"en#a, "i cui 6 ora "i&cor&o, tra i "i&or"ini "el
-on"o -orale e /uelli "el -on"o 8i&ico, il genere u-ano la procla-a a" una .oce
&en#a co-pren"erla, co-e &e un potere &oprannaturale e in.incibile l;obbliga&&e a
te&ti-oniare "i /ue&to gran"e -i&tero$ La .oce "i tutte le tra"i#ioni, le .oci popolari, i
.ag4i ru-ori portati &ulle ali "ei .enti, i -ille ec4i "el -on"o ci parlano
-i&terio&a-ente "i un gra.e "i&or"ine 8i&ico e -orale &opraggiunto pri-a "egli albori
"ella &toria e ancor pri-a "el crepu&colo "ella 8a.ola, in con&eguen#a "i una colpa
gran"i&&i-a, cui l2intelletto non pu? co-pren"ere, n@ e&pri-ere linguaggio u-ano$
Anc4e in pre&ente &e acca"e c4e gli ele-enti &i &co-pongano, &e &opra..engono
-uta-enti &traor"inari nelle regioni cele&ti, &e le "i&cor"ie, la 8a-e, la pe&te &i
ri.er&ano in ca&tig4i &ulle na#ioni, &e le &tagioni alterano il cor&o ar-onico "elle loro
e.olu#ioni con8on"en"o&i e &e-bran"o abban"onar&i 8ra e&&e a" una &pecie "i lotta:
&e la terra 6 &con.olta "a &co&&e e terre-oti: &e i .enti, liberi "alle re"ini c4e ne
8renano l2i-peto, irro-pono 8uribon"i in uragani, c4e -enano gua&to e ruina, e&ce "i
&ubito "alle .i&cere "ei popoli, cu&to"i "ella terribile tra"i#ione, una .oce in"o-abile
e &pa.ento&a, c4e cerca la cau&a "ell2in&olita perturba#ione in una colpa atta a
&u&citare la collera "i %io e attirare &ulla terra la -ale"i#ioni "el cielo$
Ella 6 co&a e.i"ente c4e /ue&ti .ag4i ru-ori &iano &en#a 8on"a-ento e "eri.ino a"
un te-po "all;ignoran#a "elle leggi c4e pre&ie"ono al -oto alterno "ei 8eno-eni
naturali: -a 6 non 6 -eno c4iaro ai no&tri &guar"i, c4e l2errore 6 &ola-ente
nell2applica#ione e non nell2i"ea, nella con&eguen#a e non nel principio, nella pratica
e non nella teoria$ La tra"i#ione &u&&i&te ren"en"o perpetua te&ti-onian#a alla .erit1,
-algra"o le 8al&e applica#ioni$ Le -oltitu"ini po&&ono ingannar&i, e ca"ono in errore
/uan"o a88er-ano c4e la tal colpa e&&ere cau&a "el tal "i&or"ine: -a e&&e non errano
n@ po&&ono errare allorc4@ a&&e.erano il "i&or"ine e&&er 8iglio "el peccato$ E &icco-e
la tra"i#ione, con&i"erata nella &ua generalit1, 6 la -ani8e&ta#ione e la 8or-a .i&ibile
"i una .erit1 a&&oluta: co&D 6 "i88icile o /ua&i "el tutto i-po&&ibile ritrarre i popoli
"agli errori concreti, c4e co--ettono nelle loro &peciali applica#ioni$ Poic4@ /uanto
la tra"i#ione 4a "i .ero "1 con&i&ten#a a ci? c4e l2applica#ione contiene "i 8al&o, e
l2errore concreto .i.e e giganteggia &otto la prote#ione "ella .erit1 a&&oluta$
La &toria &o--ini&tra buona -e&&e "i e&e-pi in &o&tegno "i /ue&ta tra"i#ione
uni.er&ale tra&-e&&a "i pa"re in 8iglio, "i 8a-iglia in 8a-iglia, "i &c4iatta in &c4iatta,
"i popolo in popolo e "i regione in regione, a tutto il genere u-ano, 8ino agli e&tre-i
con8ini "ella terra$ E per .erit1, "acc4@ le colpe &i &ono ele.ate al "i &opra "i un certo
li.ello, e 4anno raggiunto una "ata -i&ura, i-pro..i&e e &pa.ento&e cata&tro8i &i &ono
abbattute &ulle na#ioni, e &co&&e .iolente &con/ua&&arono il -on"o$ Il pri-o
per.erti-ento uni.er&ale 8u /uello "i cui ci parlano le &acre Scritture allorc4@ gli
uo-ini, riuniti in una &te&&a apo&ta&ia e nella &te&&a oblian#a "i %io, nell;et1
anti"ilu.iana, .i&&ero &en#a altro %io e &en#a altre leggi c4e i loro colpe.oli "e&i"eri
e le loro 8renetic4e pa&&ioni: allora e&&en"o gi1 col-o il calice "ella collera "i %io, la
terra 8u in.a&a "a /uell2i--ane "ilu.io c4e tutto a..ol&e in una co-une &ciagura, e
po&e le pi7 alte -ontagne a li.ello "elle pi7 u-ili con.alli$ Giunti i te-pi a -et1 "el
loro cor&o, il "e&i"erato "elle na#ioni .enne nel -on"o a &uggella-ento "elle antic4e
pro-e&&e, e "elle antic4e pro8e#ie$ L2epoca "ella &ua appari#ione 8u 8a-o&a 8ra tutte
per la per.er&it1 e -ali#ia "egli uo-ini e per l2uni.er&ale gua&ta-ento "ei co&tu-i$
A..enne altre&D c4e un giorno, giorno "i &e-pre tri&te e lacri-e.ole -e-oria, il pi7
"oloro&o e tri&te "al giorno "ella crea#ione in poi, un popolo cieco e 8urente, co-e
8o&&e &tato briaco, &i le.? con le &e-bian#e &8or-ate "alla 8rene&ia "ell;ira, a88err? il
&uo %io, lo 8ece &egno ai &uoi in&ulti, accu-ul? &ul &uo capo ogni gui&a "i oltraggi,
gra.? le &ue &palle "i tutte le igno-inie, lo innal#? "a terra, e lo 8ece -orire in croce
8ra "ue la"roni$ <u .i&ta anc4e allora traboccare la coppa "ei 8urori "i.ini' il &ole
o&curar&i, &/uarciar&i il .elo "el te-pio, 8en"er&i le rocce, &palancar&i i &epolcri e
&cuoter&i tutta /uanta la terra$
Potrebbon&i recare -olti altri e&e-pi in con8er-a "elle -i&terio&e ar-onie, c4e &i
o&&er.ano tra gli &con.olgi-enti 8i&ici e le perturba#ioni -orali e a &o&tegno "ella
tra"i#ione uni.er&ale, c4e "o.un/ue le "i88on"e e procla-a$ Ma "a una parte i li-iti
c4e ci &ia-o pre8i&&i, "all;altra la gran"e##a "ei 8atti accennati ci con"ucono a "ar
8ine a /ue&to argo-ento$
++++++++++++++++++++
CAPITOLO SESTO
1a prevaricazione angelica, e la prevaricazione umana0 grandezza ed enormit del
peccato-
<in /ui 4o e&po&to la teoria cattolica &ul -ale, 8iglio "el peccato, e &ul peccato,
8iglio "ella libert1 u-ana, la /uale &i -uo.e alla libera entro i &uoi con8ini con il
con&en&o "i /uell;eterno re, c4e tutto 8acen"o con pe&o, nu-ero e -i&ura, "i&po&e le
co&e in tal -aniera c4e la &ua pro..i"en#a non i-pe"i&ce per nulla il libero arbitrio,
n@ i &uoi gua&ti, benc4@ non "o.e&&ero e&&ere gran"i e pro"igio&i co-e &ono &e non a
&capito "ella &ua gloria$ Pri-a "i "ilungar-i, 6 con.eniente alla gran"e##a "i un tal
argo-ento il "are una rela#ione &eguita "alla -era.iglio&a a#ione, c4e ini#ia in cielo
e 8ini&ce nel para"i&o terre&tre$ La&cer? "a ban"a le obie#ioni e i "ubbi, giacc4@ e&&i
tro.eranno altro.e le loro &olu#ioni' /ui annebbierebbe la &e-plice e i-potente
belle##a, "i /ue&ta la-ente.ole &toria$ <u gi1 .i&to per noi co-e la teoria cattolica
a.an#a ogni altra con la pro8on"a con.enien#a "i tutte le &ue &olu#ioni: ora .e"re-o
co-e i 8atti &u cui &i ba&a, con&i"erati in &@ &te&&i, &uperino per gran"e##a e
"ra--aticit1 /uelli "elle &torie pri-iti.e$ 0oi abbia-o po&to in luce la loro belle##a
con con8ronti e "e"u#ioni, -a ora la rile.ere-o in &e &te&&a, &en#a "i.agare &opra
altri &oggetti$
Pri-a "ell2uo-o, e nei te-pi &ottratti alle u-ane in.e&tiga#ioni, %io 8ace.a gli
angeli, creature 8elici e per8ette, a cui 8u "ato "i conte-plare "iretta-ente, i c4iari
&plen"ori c4e "a lui e-anano, i--er&i in un oceano "i ine88abili "eli#ie e
per8etta-ente a&&orti nella loro continua conte-pla#ione$ Gli angeli erano puri &piriti,
&uperiori in eccellen#a "i natura all2uo-o, co-po&to "i un2ani-a i--ortale e "i
8ango$ Per la &ua &e-plice natura l2angelo &i acco&ta.a a %io, -entre per la
li-ita#ione "ella &ua intelligen#a, &agge##a e libert1 &i acco&ta.a all2uo-o: co-e
l2uo-o in /uanto 6 &pirituale &i a..icina all2angelo, e in /uanto 6 corporale, alla natura
-orale &o--e&&a alla &ua parola e alla &ua .olont1$ Tutte le creature nac/uero con
l;inclina e col potere "i tra&8or-ar&i e toccare pi7 alto nella &cala "egli e&&eri, c4e
parten"o "agli in8i-i .a a por 8ine in /uell2e&&ere &upre-o a tutti &uperiore,
cono&ciuto "al cielo e "alla terra, "agli uo-ini e "agli angeli a" un no-e il /uale
a.an#a ogni altro no-e$ La natura 8i&ica a&pira.a a le.ar&i in /ualc4e gui&a &ino allo
&pirituali&-o alla &o-iglian#a "ell2uo-o: e l2uo-o a &pirituali##ar&i &e-pre pi7 alla
&o-iglian#a "ell2angelo: e l2angelo a &o-igliare &e-pre pi7 all2E&&ere per8etto,
&orgente "i ogni .ita, creatore "i ogni creatura, la cui gran"e##a non pu? e&&ere "a
ne&&una gran"e##a -i&urata, e la cui i--en&it1 non pu? e&&ere "a alcun cerc4io
co-pre&a$ Tutto era e&cito "a %io, e ri&alen"o tutto "o.e.a tornare a lui, principio e
origine "i tutto: e perc4@ tutto era e&cito "a lui e a lui "o.e.a tornare, non .i era nulla
c4e non contene&&e in &@ un raggio pi7 o -eno &plen"i"o "ella &ua belle##a$
Co&D la "i.er&it1 in8inita .eni.a ricon"otta per &e &te&&a a /ue&ta .a&ta unit1 c4e
crea tutte le co&e, e pone 8ra loro una -irabile ar-onia e un -era.iglio&o lega-e,
&eparan"o le con8u&e e" eterogenee e le "i&per&e o-ogenee congiungen"o$ %on"e &i
&corge c4e l2atto "ella crea#ione 8u co-ple&&o e c4e &i co-po&e "i "ue "i.er&i atti'
"ell;atto per cui %io "1 e&i&ten#a al nulla, e "ell;atto per cui or"ina le co&e create$
0el pri-o "i-o&tra il &uo potere "i creare tutte le &o&tan#e capaci "i tutte le 8or-e,
nel &econ"o il &uo potere "i creare tutte le 8or-e c4e abbelli&cono le .arie &o&tan#e$ E
&icco-e non .i 4a altre &o&tan#e al "i 8uori "i /uelle c4e egli cre?, co&D non .i a.r1
neppure altra belle##a &e non 6 /uella "a Lui po&ta nelle co&e$ Ecco perc4@ l2uni.er&o,
con c4e &i .uol "ire l2in&ie-e "i tutte le &o&tan#e, e l2or"ine, con c4e &i .uol "ire la
8or-a "elle co&e, non 6 altro &e non il congiungi-ento "i tutte le belle##e$ 0on .;4a
creatore c4e %io, non .;4a bello c4e nell2or"ine, non .;4a creatura c4e nell2uni.er&o$
Se ogni belle##a con&i&te nell2or"ine &tabilito ini#ial-ente "a %io, e &e la belle##a,
la bont1 e la giu&ti#ia, &ono una -e"e&i-a co&a con&i"erata &otto "i.er&i a&petti, ne
&egue c4e 8uori "all2or"ine &tabilito "a %io non e&i&te n@ belle##a, n@ bont1, n@
giu&ti#ia: e &icco-e /ue&te tre co&e 8or-ano il bene &upre-o, 6 bene &upre-o
/uell2or"ine c4e le contiene$
A /uel -o"o c4e %ato c4e al "i 8uori "ell2or"ine non .i 4a alcuna &pecie "i bene, .i
a.r1 tutto il -ale e non .i a.r1 -ale alcuno, il /uale non &tia nell;abban"onare
l2or"ine$ Per /ue&ta ragione, co-e l2or"ine 6 il &o--o bene, il "i&or"ine 6 il -ale per
eccellen#a: 8uori "el "i&or"ine non e&i&te alcun -ale, co-e a parte "ell2or"ine non
e&i&te alcun bene$
%al "etto &in /ui &;in8eri&ce c4e l2or"ine o il &o--o bene &ta in ci?, c4e ogni co&a
&i -antenga in /uel reciproco ne&&o &tabilito "a %io nella crea#ione: e c4e il "i&or"ine
o il -ale per eccellen#a &ta nel "i&truggere &i88atto ne&&o -era.iglio&o e /ue&ta
&ubli-e ar-onia$
Ora tale ne&&o e tale ar-onia po&&ono e&&ere tolti &olo "a un e&&ere "i potere e "i
.olont1 in"ipen"enti, , &e-pre per? li-itata-ente e nel -o"o po&&ibile, ,"alla
.olont1 "i %io$ 0e&&una creatura era "a tanto, eccettuati gli angeli e gli uo-ini, i &oli
creati a i--agine e &o-iglian#a "el loro creatore, intelligenti cio6 e liberi$ %un/ue il
"i&or"ine o il -ale per eccellen#a "e.e nece&&aria-ente e unica-ente e&&ere
attribuito agli angeli e agli uo-ini$
Gli angeli e gli uo-ini non poterono alterare l2or"ine "ell2uni.er&o &en#a ribellar&i
contro il loro creatore' /uin"i a &piegare il "i&or"ine e il -ale 6 ";uopo &upporre
l2e&i&ten#a "egli angeli e "egli uo-ini ribelli$
Ogni "i&obbe"ien#a e ogni ribellione e&&en"o ci? c4e &i c4ia-a un peccato, e ogni
peccato e&&en"o una ribellione e una "i&obbe"ien#a, ne .iene c4e non &i pu?
concepire il "i&or"ine nella crea#ione n@ il -ale nel -on"o &en#a &upporre l2e&i&ten#a
"el peccato$
Se il peccato altro non 6 altra co&a c4e la "i&obbe"ien#a e la ribellione, &e la
"i&obbe"ien#a, la ribellione non &ono altra co&a c4e il "i&or"ine, e" il "i&or"ine 6
-ale, &egue c4e il -ale, il "i&or"ine, la "i&obbe"ien#a, la ribellione e il peccato 4anno
rapporti "alla ragione ricono&ciuti a&&oluta-ente i"entici i /uali &ono propri anc4e "el
bene, "ell2or"ine "ella &o--e&&ione e "ell2obbe"ien#a$ %on"e &i conclu"e c4e la
&o--e&&ione alla .olont1 "i.ina 6 il &o--o bene, e" il peccato il -ale per
eccellen#a$
5uan"o tutte le creature angelic4e obbe"i.ano alla .oce "el loro Creatore,
conte-plan"o&i nel &uo .olto, i--ergen"o&i nei &uoi &plen"ori, e -o.en"o&i
libera-ente e ar-onica-ente &econ"o la -i&ura "ella &ua parola, a..enne c4e il pi7
bello "egli angeli ri-o.en"o gli &guar"i "a %io per portarli &u &e &te&&o, 8u colto
";e&ta&i in pre&en#a "ella &ua belle##a$ Con&i"eran"o&i &u&&i&tente per propria .irt7 e
co-e 8ine a &e &te&&o, .iol? /uella legge uni.er&ale e in.iolabile &econ"o cui la
"i.er&it1 4a il &uo 8ine e il &uo principio nell2unit1, la /uale tutte co-pren"e non
co-pre&e le co&e, co-e %io in &@ abbraccia tutte le creature$
5ue&ta ri.olta "ell2angelo 8u il pri-o "i&or"ine, il pri-o peccato, &orgente "appoi
"i tutti i peccati, ";ogni -ale e ";ogni "i&or"ine, c4e "o.e.ano nei te-pi &u&&eguenti
ca"ere &ulla crea#ione, -a particolar-ente &ul genere u-ano$
In8atti, /uan"o l2angelo ca"uto, or-ai pri.o "i belle##a e "ella &ua pri-iti.a
intelligen#a, .i"e l2uo-o e la "onna nel para"i&o terre&tre belli e ri&plen"enti "i
gra#ia, pro.? in.i"ia "i /uel bene e ri&ol&e "i tra&cinarli nella &ua con"anna, giacc4@
non pote.a pi7 pareggiarli nella gloria$ Pren"en"o la 8or-a "el &erpente, c4e "o.e.a
e&&ere &e-pre il &i-bolo con&acrato "ella &caltre##a e "ell2a&tu#ia, l;orrore "ella
natura u-ana e l;oggetto "ella collera "i.ina, &tri&ci? &ulle 8re&c4e e pro8u-ate erbe
"ell;E"en e te&e alla "onna /uella rete inganne.ole, in cui ella per"ette l;innocen#a e
la 8elicit1$
0ulla uguaglia la &e-plicit1 "el racconto c4e 8a Mo&6 "i /ue&ta &olenne trage"ia,
"i cui il para"i&o terre&tre 8u il teatro, %io il te&ti-onio, il re e &ignore "ell2abi&&o e i
re e &ignori "ella terra gli attori, il genere u-ano la .itti-a, e i cui terribili e88etti
"o.e.ano e&&ere ri-pianti &en#a po&a "alla terra coi &uoi -o.i-enti, "ai cieli nel loro
cor&o, "agli angeli &ui loro troni e "a noi in8elici 8igli "i genitori in8elici in /ue&ta
no&tra .alle &en#a luce$
=Perc4@ %io .i 4a proibito "i -angiare il 8rutto "ell;albero "ella .itaG> co&D
co-inci? il &erpente, e &ubito la "onna &entD &.egliar&i nel &uo cuore una certa .ana
curio&it1, cau&a pri-a "el &uo errore$ %a /uell;i&tante il &uo inten"i-ento e la &ua
.olont1, colte "a non &o /uale gra"e.ole abban"ono, co-inciarono a &eparar&i "alla
.olont1 "i %io e "al "i.ino inten"i-ento$
=Il giorno c4e .oi -angerete "i /ue&to 8rutto i .o&tri occ4i &i apriranno e &arete
altrettanti "6i, cono&cen"o il bene e il -ale>$ Sotto la -ale8ica in8luen#a "i /ue&te
parole la "onna &entD nel cuor &uo le pri-e punte "ell2orgoglio: gett? &u &e &te&&a un
co-piacente &guar"o, e in /uell;i&tante il .olto "i %io le 8u .elato$
Orgoglio&a e .ana, port? gli &guar"i &ull2albero "elle in8ernali illu&ioni e "elle
-inacce "i.ine: pen&? c4e il &uo 8rutto co-e bello a .e"ere "o.e&&e e&&ere &aporito al
palato: i &uoi &en&i 8urono i-po&&e&&ati "a un nuo.o ar"ore "i "eli#ie: la curio&it1
"egli occ4i, l;appetito "ella carne e l2orgoglio "ello &pirito congiunti la con"u&&ero
alla per"ita "ella &ua innocen#a, cui &eguit? /uella "ell;uo-o, e le &peran#e
te&oreggiate per la loro "i&cen"en#a &i "ileguarono co-e 8u-o$
Allora l;intero uni.er&o 8u &con.olto e il "i&or"ine in&inuato&i nel punto pi7 alto
"ella &cala "egli e&&eri, &;an"? -an -ano co-unican"o "agli uni agli altri, non
la&cian"o ne&&una co&a al luogo o.e era &tata po&ta "a %io$ 5ue&ta i&pira#ione innata
a" ogni creatura "i &olle.ar&i e a&cen"ere al trono "i %io, &i -ut? in a&pira#ione "i
"i&cen"ere non &o 8ino a /ual abi&&o' "i&togliere gli occ4i "a %io era co-e cercare la
-orte e" e&cire "alla .ita$ Per /uanto l2uo-o "i&cen"a nell2abi&&o &en#a 8ine "ella
&apien#a o &i &olle.i nell2in.e&tiga#ione "ei pi7 recon"iti -i&teri, ei non &i &olle.er1
-ai tanto alto n@ "i&cen"er1 tanto ba&&o, /uanto 8a ";uopo perc4@ po&&a abbracciare
l;i--en&o &ciupDo "i /ue&to pri-o 8allo, in cui &ono contenuti, co-e in 8econ"a
&e-ente, i "opo .enuti$
L2uo-o, il peccatore, non pu? neppure concepire la gran"e##a e bruttura "el
peccato$ Per co-pren"ere /uanto &ia gran"e, &o##o e co-e gra.i"o "i &ciagure, &i
"e.e con&i"erarlo non &otto il punto "i .i&ta u-ano, -a &otto il "i.ino$ In8atti %io
e&&en"o il bene, e il peccato il -ale: %io e&&en"o l2or"ine e il peccato il "i&or"ine:
%io e&&en"o un2a88er-a#ione co-pleta e il peccato una nega#ione a&&oluta: %io
e&&en"o la piene##a "ell2e&i&ten#a e il peccato 6 la &ua a&&oluta -ancan#a$ Tra %io e il
peccato co-e tra l2a88er-a#ione e la nega#ione, l2or"ine e il "i&or"ine, il bene e" il
-ale, l2e&&ere e il non e&&ere, .i 6 una "i&tan#a inco--en&urabile, una contra""i#ione
in.incibile, una ripugnan#a in8inita$
0e&&una cata&tro8e 4a il potere "i portare l;agita#ione nella %i.init1, e non pu?
alterare la cal-a ine88abile "el &uo .olto$
Il "ilu.io uni.er&ale .enne &ulle na#ioni e %io .i"e la &pa.ente.ole inon"a#ione,
con&i"erata in &@ -e"e&i-a e co-e "i&giunta "alla &ua cau&a, con .olto &ereno,
giacc4@ per &uo or"ine gli angeli, apri.ano le cateratte "el cielo, e perc4@ era la &ua
.oce c4e co-an"a.a alle ac/ue "i &o--ergere le -ontagne e "i occupare tutta la
&uper8icie terre&tre$ Su tutti i punti "ell;ori##onte co-pari.ano nere nubi c4e le une e
le altre &i a""o&&ano, e nulla-eno %io ri-ane.a tran/uillo co-e colui c4e le 4a
create &econ"o la &ua .olont1: la &ua .oce le c4ia-a e accorrono, la &ua .oce or"ina
c4e &i ac/uietino e &ubito &ono a--an&ate$ E lui c4e -an"a i .enti e la bu8era contro
le citt1 peccatrici, e" 6 Lui c4e, o.e con.enga ai &uoi "i&egni, &o&pen"e e arre&ta le
ac/ue, trattiene la 8olgore e "i&per"e la nube con leggero &o88io$ I &uoi occ4i .i"ero
ele.ar&i e ca"ere tutti gli i-peri: le &ue orecc4ie inte&ero preg4iere "elle na#ioni
&oggiogate "al 8erro "ella con/ui&ta, "al .eleno, "alla pe&te, "alla &er.it7, "alla 8a-e,
e il &uo .olto re&t? &e-pre cal-o, concio&&iac4@ Lui 8a e "i&trugge co-e ca&telli
";aria gli i-peri "el -on"o, e pone il 8erro in -ano ai con/ui&tatori e -an"a i tiranni
ai popoli colpe.oli e &c4iaccia con la pe&te e con la 8a-e le na#ioni "eci-ate, &D c4e
&ia co-piuta la &ua &upre-a giu&ti#ia$ A..i un luogo terribile e &pa.ente.ole, pieno
"i tutti gli orrori, "i tutti i terrori e "i tutti i tor-enti, in cui l;ine&tinguibile &ete non
tro.a ne&&una &orgente per ri&torar&i, non pa&to la 8a-e, non un raggio "i luce la .i&ta,
non un &uono &oa.e per l;u"ito, -a o.e tutto 6 agita#ione &en#a ripo&o, pianto &en#a
8ine, "olore &en#a con8orto: -olte porte ne per-ettono l;acce&&o, ne&&una l;u&cita'
&ulla &oglia -uore la &peran#a e la -e-oria "i.iene i--ortale$ %io &olo cono&ce i
con8ini "i /ue&to, e la "urata "elle &ue torture 6 "i una &ola ora c4e -ai non 8ini&ce$
Or bene, &i88atto luogo -ale"etto con tutti i &uppli#i non altera per nulla %io, giacc4@
6 Lui &te&&o c4e nella &ua poten#a lo 4a creato$ %io 8ece l2in8erno per i reprobi, co-e
8ece la terra per gli uo-ini e il cielo per gli angeli e pei &anti$
L2in8erno -o&tra la &ua giu&ti#ia, co-e la &ua bont1 la terra e la &ua -i&ericor"ia il
cielo$ Le guerre, le inon"a#ioni, le pe&ti, le 8a-e, le con/ui&te, e lo &te&&o in8erno
&ono un bene, in /uanto &ono con.eniente-ente coor"inati tra loro e in .i&ta "el 8ine,
e perc4@ &ono &tru-enti utili "ella "i.ina giu&ti#ia$
Co-e beni pertanto e co-e crea#ioni "i %io "atore "i ogni bene, e&&i non po&&ono
alterare, n@ alterano l;ine88abile e ripo&o "el Creatore "elle co&e$ 0ulla gli ingenera
orrore eccettuato /uello c4e non 6 "i &ua 8attura, -a perc4@ egli 8ece tutto non e&i&te
orrore per lui &e non nella nega#ione "elle co&e a cui "ie"e .ita$ Per /ue&to la
nega#ione "ell2or"ine "a lui po&to e la "i&obbe"ien#a, nega#ione "ell2obbe"ien#a c4e
gli 6 "o.uta, gli 8anno orrore$ Tale "i&obbe"ien#a e tale "i&or"ine co&titui&cono il
&o--o -ale, giacc4@ il principio "i /ue&to &ta nella nega#ione "el &o--o bene$ Ma
la "i&obbe"ien#a e il "i&or"ine altro non &ono c4e il peccato, per cui il peccato,
nega#ione a&&oluta "a parte "ell2uo-o "ell2a88er-a#ione &upre-a per parte "i %io 6 il
-ale per eccellen#a, an#i il &olo c4e 8accia orrore a %io e ai &uoi angeli$
Il peccato 4a coperto il cielo "i lutto, e acce&o il 8uoco "ell2in8erno' per e&&o
gra.arono il -on"o -alattie, pe&ti, 8a-e e -orte: e&&o 4a -inato le 8on"a-enta "elle
citt1 pi7 illu&tri e popolate$ Babilonia, "ai &ontuo&i giar"ini, 0ini.e la &uperba, "i
Per&epoli la 8iglia "el &ole, Men8i pro8on"a-ente -i&terio&a, So"o-a l;i-pu"ica,
Atene culla "ell2arte, Geru&ale--e l2in8e"ele, "i Ro-a la gran"e 8urono per e&&o
gettate negli abi&&i "ella -i&eria$ Se %io .olle tutto ci?, lo .olle &oltanto co-e ca&tigo
e ri-e"io "el peccato$ %eri.ano "al peccato tutti i ge-iti c4e e&cono "al petto "egli
uo-ini, e" e&&o 6 giunto per&ino, co&a c4e non &i pu? concepire a 8ar piangere il
<iglio "i %io, -ite agnello c4e &alD &ulla croce carico "ei peccati "el -on"o$ Il cielo,
la terra, e gli uo-ini non lo .i"ero -ai a &orri"ere, -a ben&D a piangere, perc4@ a.e.a
gettato gli occ4i &ul peccato$ Pian&e &ulla to-ba "i La##aro, e nella -orte "el &uo
a-ico non pian&e c4e la -orte "ell2ani-a peccatrice$ Pian&e Geru&ale--e, e il
-oti.o "el &uo pianto era il peccato abo-ine.ole "el popolo "eici"a$ Pro.?
turba-ento e tri&te##a entran"o nel giar"ino "egli oli.i, e 8u turbato e 8u tri&te nel
pen&are all;orrore "el peccato: &u"ore "i &angue coper&e la &ua 8ronte, e" era lo
&pettro "el peccato c4e lo accagiona.a$ <u inc4io"ato &opra il legno in8a-e, e" 6 il
peccato c4e l;inc4io"?, 6 il peccato c4e lo 8ece agoni##are e gli "ie"e la -orte$
+++++++++++++++++++
CAPITOLO SETTIMO
Come Dio ricava il !ene dalla prevaricazione dellangelo e da quella delluomo-
%i tutti i -i&teri il pi7 tre-en"o 6 /uello "ella libert1, c4e co&titui&ce l2uo-o
&ignore "i &e &te&&o, e l;a&&ocia alla "i.init1 nella ge&tione e nel reggi-ento "elle
co&e u-ane$
La libert1 i-per8etta "ata alla creatura, e&&en"o la 8acolt1 &upre-a "i &cegliere tra
l2obbe"ien#a e la ribellione .er&o %io, il co-partire la libert1 6 lo &te&&o c4e
con8erirle il "iritto "i alterare l2i--acolata belle##a "elle &ue crea#ioni: e poic4@ in
/ue&ta i--acolata belle##a "elle creature "i %io: e poic4@ l2or"ine e l2ar-onia
"ell2uni.er&o, con&i&tono in tale belle##a, il "are a lei la 8acolt1 "i alterarli .ale anc4e
/uanto co-partirle il "iritto "i &urrogare il "i&or"ine all2or"ine, la perturba#ione
all2ar-onia, il -ale al bene$
Anc4e ri&tretto nei li-iti c4e abbia-o accennati, e&&o "iritto 6 co&D ecce&&i.o e"
e&orbitante, c4e lo &te&&o %io non a.rebbe potuto la&ciarglielo, o.e non 8o&&e &tato
&icuro "i con.ertirlo a &tru-ento "ei &uoi 8ini e" in8renarne gli ecce&&i colla &ua
in8inita poten#a$
La 8acolt1 con&entita alla creatura "i cangiare l2or"ine in "i&or"ine, l2ar-onia in
"i&cor"an#a, il bene in -ale, 4a la ragione propria ";e&i&tere nel potere c4e 4a %io "i
con.ertire il "i&or"ine in or"ine, la "i&cor"an#a in ar-onia, il -ale in bene$ Ri-o&&o
"a %io un tal potere &upre-o, "o.rebbe&i logica-ente ri-uo.ere /ue&ta 8acolt1
nell;uo-o, o negare al te-po &te&&o l2intelligen#a "i.ina e la "i.ina onnipoten#a$
Se %io per-ette il peccato, c4e 6 il -ale o il "i&or"ine per eccellen#a, &i 6 perc4@ il
peccato, lungi "all2i-pe"ire la &ua -i&ericor"ia e la &ua giu&ti#ia, &er.e co-e cau&a
occa&ionale a nuo.e -ani8e&ta#ioni "ella &ua giu&ti#ia e "ella &ua -i&ericor"ia$ Se
toglia-o il peccatore ribelle, non &ono tolte per /ue&to la -i&ericor"ia "i.ina e la
&o--a giu&ti#ia: -a &olo una "elle loro &peciali -ani8e&ta#ioni, /uella cio6 in .irt7
"ella /uale e&&e &i applicanoe ai peccatori ribelli$
Sicco-e il &o--o bene "egli e&&eri intelligenti e liberi con&i&te nel loro &o"ali#io
con %io: co&D /ue&ti nella &ua in8inita bont1 e -erc@ un atto libero "ella &ua ine88abile
-i&ericor"ia 4a ri&oluto "i unirli a &@ coi .incoli non &olo naturali -a &oprannaturali$
E poic4@ "a un lato tale .olont1 ce&&erebbe "i attuar&i per la &epara#ione .olontaria
"egli e&&eri intelligenti e liberi, e, "all2altro la libert1 "ella creatura non potrebbe
concepir&i &en#a la 8acolt1 "i /ue&ta &epara#ione .olontaria: co&D il gran"e proble-a
con&i&te nel conciliare co&e 8ino a certo punto contrarie, "i -aniera c4e n@ la libert1
"elle creature ce&&i "i &u&&i&tere, n@ la .olont1 "i %io ce&&i "i tra"ur&i in atto$ La
po&&ibilit1 "ella ce&&a#ione e&&en"o nece&&aria, /uale te&ti-onian#a "ella libert1
angelica e u-ana, e il &o"ali#io egual-ente /uale argo-ento "ella .olont1 "i.ina,
co-e -ai po&&ono conciliar&i la libert1 "i %io e /uella "ella creatura: l2unione c4e
.iene "a %io e la "i&unione tra&celta "alla creatura, per gui&a c4e la creatura non ce&&i
"i e&&ere libera, e %io "all;e&&ere &o.ranoG
Per /ue&to 8acea -e&tieri c4e la &epara#ione 8o&&e reale &otto un a&petto, e &otto un
altro apparente: .ale a "ire c4e la creatura pote&&e "i&giunger&i "a %io, in -o"o per?
c4;e&&a &epara#ione "i.eni&&e un;altra -aniera "i congiunger&i a Lui$ Gli e&&eri
intelligenti e liberi nac/uero uniti a %io per un e88etto "i &ua gra#ia$ In cau&a "el
peccato, e&&i &i &epararono in realt1 "a %io, perc4@ &pe##arono e88etti.a-ente il
.incolo "ella gra#ia, in -o"o .ero e reale, pro.an"o in tal gui&a c4;erano creature
intelligenti e libere$ Ma &i88atta &epara#ione, per c4i ben .egga, non 6 &tata c4e una
nuo.a 8or-a "i unione, poic4@ "i&giungen"o&i "a lui colla &pontanea rinuncia "ella
gra#ia gli &i racco&tarono ca"en"o 8ra le -ani "ella &ua giu&ti#ia o "ella &ua
-i&ericor"ia$ Me"e&i-a-ente la &epara#ione e l2unione, c4e a pri-a gui&a
&e-bra.ano inco-patibili, &ono co&e in realt1 &otto ogni ri&petto conciliabili, e
tal-ente c4e ogni &epara#ione &i ri&ol.e in un -o"o &peciale "i unione e ogni unione
in una -o"o &peciale "i &epara#ione$ La creatura non 6 &tata unita a %io in /uanto
egli 6 gra#ia &e non perc4@ e&&a &i 6 tro.ata "i&giunta "a lui in /uanto egli 6
-i&ericor"ia e giu&ti#ia$ La creatura c4e ca"e nelle &ue -ani in /uanto egli 6
giu&ti#ia, non .i ca"e &e non perc4@ 6 "i&giunta "a lui in /uanto egli 6 gra#ia e
-i&ericor"ia: e co&D e&&a c4e "i.iene l;oggetto "i %io in /uanto 6 -i&ericor"ia, non lo
6 &e non perc4@ 6 &eparata "a Lui in /uanto egli 6 gra#ia, e &i 6 -e"e&i-a-ente
too.ata "i&giunta "a lui in /uanto egli 6 giu&ti#ia$ La libert1 pertanto "ella creatura
con&i&te nella 8acolt1 "i &tabilire la &pecie "i unione c4e ella pre8eri&ce -e"iante la
&epara#ione "a lui tra&celta$ In egual -o"o la &upre-a#ia "i %io con&i&te /ualun/ue
&ia la &pecie "i &epara#ione tra&celta "alla creatura, nel .enirla a raggiungere per tutte
le &epara#ioni e per tutte le .ie$
La crea#ione 6 co-e un circolo$ %io, &otto un certo a&petto, ne 6 la circon8eren#a,
&otto un altro il centro$ Con&i"erato co-e centro attrae, &icco-e circon8eren#a
contiene$ <uori "i /ue&to uni.er&ale continente non .i 4a nulla, e tutto &i atte-pera a
/uella irre&i&tibile attra#ione$ La libert1 "egli e&&eri intelligenti e liberi &i 6 "i 8uggire
la circon8eren#a c4e 6 %io, per precipitar&i in %io c4e 6 il centro, e "i 8uggire il centro
c4e 6 %io per ca"ere in %io, c4e 6 la circon8eren#a$ 0on .;4a niente "i pi7 e88icace a
"ilatar&i /uanto la circon8eren#a, n@ pi7 po&&ente "el centro a re&tringer&i$ 5ual
angelo &ar1 co&D po&&ente, /ual uo-o co&D ar"i-ento&o "a &pe##are /ue&to gran"e
cerc4io tracciato "al "ito "i.inoG 5uale creatura &ar1 co&D pre&untuo&a "a oppor&i a
/ue&te leggi -ate-atica-ente in8le&&ibili c4e il "i.ino inten"i-ento 4a &tabilito a!
eterno alle co&eG C4i pu? e&&ere il centro "i /ue&to circolo ine&orabile, &e non le co&e
in8inita-ente ri&trette in %ioG C4i pu? e&&ere /ue&ta circon8eren#a &e non le &te&&e
co&e in8inita-ente "ilatate in %ioG E /ual -aggior "ilata-ento "el "ilata-ento
in8initoG /ual contra#ione -aggiore "ella contra#ione in8initaG Ecco perc4@, colto "a
-era.iglia, e co-e a&&orto 8uori "i &@, .e"en"o tutte le co&e in %io e %io in ogni
co&a, e .olen"o l2uo-o 8uggire, &en#a &apere il co-e, ora c4e il centro lo attrae, ora
"alla circon8eren#a, &ant2Ago&tino, uno "ei pi7 &plen"i"i ingegni e il &o--o 8ra i
"ottori, pi7 gran"e, l;uo-o in cui &i incarn? lo &pirito "ella C4ie&a, il &anto
con&u-ato "2a-ore, inon"ato "alle ac/ue .i.e "ella gra#ia, e&cla-?' =Po.ero
-ortale, tu .uoi 8uggir %ioG Gettati tra le &ue braccia>$ Bocca u-ana non pronunci?
-ai parola co&D piena ";a-or &ubli-e e "i &ubli-e tenere##a$
%io &egna "un/ue il ter-ine alle co&e, la creatura &ceglie la .ia$ Tutte le .ie
rie&cono al ter-ine &egnato, %io 6 &o.rano in -o"o onnipotente non altri-enti c4e
l;uo-o, tra&ceglien"o la .ia c4e lo con"urr1 al ter-ine, 6 &ciente-ente libero$ 0@ &i
"ica c4e 6 un;o-bra "i libert1 /uella, c4e con&i&te nello &cegliere una 8ra -olte .ie,
c4e -enano a un ter-ine nece&&arioE 0on &i pu? con&i"erare "i poca rile.an#a la
libert1 "i &cegliere tra la propria per"ita e la propria &al.e##a: poic4@ le -ille .ie c4e
-ettono capo in %io, ter-ine nece&&ario "i tutte le co&e, &i ri"ucono a "ue' in8erno e
para"i&o$ Se la creatura non go"e ba&te.ole libert1 colla 8acolt1 c4e %io le 4a "ato "i
-uo.ere .er&o lui o per l2una o per l2altra .ia, con /ual libert1 ella canger1 la 8a-e in
&a#iet1 per "i.enire liberaG
<uori "i /ue&ta &piega#ione non a..i concor"an#a po&&ibile tra co&e, c4e non
po&&ono pen&ar&i &e non conciliate ";una -aniera a&&oluta$ Al contrario, a--e&&a
&i88atta &piega#ione, to&to a noi &i ri.elano le cau&e inti-e "ei pi7 &ubli-i -i&teri e
"ei pi7 pro8on"i "i&egni$ Con e&&a cono&cia-o la ragione "ella pre.arica#ione
"ell;angelo e "i /uella "ell2uo-o, c4e &ono le "ue &olenni te&ti-onian#e "ella libert1
la&ciata all;angelo e all2uo-o$ %io per-i&e la pre.arica#ione "ell2angelo, &i 6 perc4@
&ape.a il -o"o &egreto "i conciliare il "i&or"ine angelico con l2or"ine "i.ino, co-e
l2angelo &eppe trarre il "i&or"ine angelico "all2or"ine "i.ino: "appoic46 &e l2angelo
-ut? l2or"ine tra&8or-an"o l2unione in &epara#ione, %io tra&&e l2or"ine "al "i&or"ine,
tra&8or-an"o la -o-entanea &epara#ione in unione in"i&&olubile$ L2angelo non .olle
re&tar&ene unito a %io colla rico-pen&a e &i .i"e a lui congiunto eterna-ente col
ca&tigo$ Ei c4iu&e l;orecc4io ai "olci in.iti "ella gra#ia, e l;orecc4io &uo &entD &uo
-algra"o la .oce terribile "ella giu&ti#ia$ (olen"o a&&oluta-ente 8uggir %io, l2angelo
non 8ece c4e allontanar&i "a lui in un -o"o per unir&i in un altro$ Si &epar? "a %io
cle-ente per unir&i a %io giu&to: &i &epar? "a lui nel cielo per unir&i nell2in8erno$
L2or"ine &tatuito nelle co&e non &ta gi1 in /ue&to, c4e e&&e &iano unite a %io ";un
certo -o"o, &ibbene c4e &iano unite a lui' co-e il .ero "i&or"ine non con&i&te gi1 in
ci?, c4e e&&e &i &eparino "a %io in un -o"o per unir&i a lui in un altro, -a nel
&eparar&i c4e 8anno a&&oluta-ente "a %io$ Il peccato 6 una nega#ione co&D pro8on"a,
co&D a&&oluta, c4e non nega &olo l2or"ine -a anc4e il "i&or"ine: e "opo a.er negato
tutte le a88er-a#ioni, nega le proprie a88er-a#ioni, e giunge 8ino a negare &@ &te&&o$ Il
peccato 6 la nega#ione "ella nega#ione, l;o-bra "ell2o-bra, l;apparen#a
"ell2apparen#a$
Se %io per-i&e la pre.arica#ione "ell2uo-o, la /uale co-e "ice--o, 8u -eno
pro8on"a e colpe.ole "i /uella "ell2angelo, la ragione &ta in ci?, c4e %io &ape.a 8in
"all2eternit1 co-e conciliare l2or"ine "i.ino col "i&or"ine u-ano, nello &te&&o -o"o
c4e l2uo-o &eppe ca.are il "i&or"ine u-ano "all2or"ine u-ano$ L2uo-o tra&8or-?
l2or"ine in "i&or"ine, "i&giungen"o ci? c4e %io a.e.a congiunto con un .incolo
";a-ore$ %io tra&&e l2or"ine "al "i&or"ine, raccoglien"o ci? c4e l2uo-o a.e.a
&eparato con un .incolo ancor pi7 "olce ";a-ore$ L2uo-o non .olle re&tar&i unito a
%io col .incolo "ella giu&ti#ia originale e "ella gra#ia &anti8icante, e &i .i"e unito a
lui col lega-e "ella &ua in8inita -i&ericor"ia$ Se %io per-i&e la pre.arica#ione, &i 8u
perc4@ tene.a co-e in &erbo il Sal.atore "el -on"o, colui c4e "o.e.a .enire nella
piene##a "ei te-pi$ 5uel &o--o -ale era nece&&ario per /ue&to &o--o bene, e
/uella cata&tro8e i--en&a per /ue&ta i--en&a beatitu"ine$ L2uo-o pecc? perc4@ %io
a.e.a &tabilito "i 8ar&i uo-o, e perc4@ 8atto&i uo-o, a.e.a abba&tan#a "i &angue nelle
.ene e "i .irt7 &o--a nel &uo &angue per cancellare il &uo peccato$ Ei .acill? perc4@
%io a.e.a 8or#a "i &orreggerlo .acillante: e ca""e, perc4@ %io a.e.a la .irt7 per
&olle.arlo "alla &ua ca"uta: ei pian&e, perc4@ colui c4e a.e.a a.uto il potere "i
a&ciugare la terra &o--er&a nelle ac/ue "el "ilu.io, a.e.a pur /uello "i a&ciugare la
tri&te .alle bagnata "alle no&tre lacri-e: ei &entD il "olore nelle &ue -e-bra, perc4@
%io pote.a te-perare il &uo "olore: ei patD gran"i &.enture, perc4@ %io gli &erba.a
-aggiori rico-pen&e$ L;uo-o u&cD "al Para"i&o terre&tre, &oggiac/ue alla -orte, po&?
il capo nel &epolcro, perc4@ %io pote.a .incere la -orte, trarlo "alla to-ba, 8ino al
cielo$
Sicco-e la pre.arica#ione angelica e l2u-ana entrano negli ele-enti "ell2or"ine
uni.er&ale in gra#ia "i un2a--irabile opera#ione "i.ina: co&D la libert1 "ell2angelo e
/uella "ell2uo-o, &orgenti "i /ue&te "ue pre.arica#ioni, entrano 8ra gli ele-enti
nece&&ari "i e&&a legge &upre-a e uni.er&ale, a cui &oggiacciono tutte le co&e, tutte le
crea#ioni, i -on"i, co&D il -on"o -orale, co-e il -on"o -ateriale e il "i.ino$
Secon"o e&&a legge, l2unit1 a&&oluta nella &ua in8inita 8econ"it1, trae perpetua-ente
"al &uo &eno la "i.er&it1, c4e ritorna continuo al &eno 8econ"o on";6 u&cita' cio6 al
&eno "i %io, c4e 6 l2unit1 a&&oluta$
Con&i"erato co-e Pa"re, %io, trae ab eterno "a &@ il <iglio per .ia "i genera#ione e
lo Spirito Santo per .ia "i proce&&ione, e co&titui&ce co&D eternal-ente la "i.er&it1
"i.ina$ Il <iglio e lo Spirito Santo &i i"enti8icano eternal-ente col Pa"re e
co&titui&cono eternal-ente con e&&o lui un2unit1 in"i&truttibile$
Con&i"erato co-e Creatore, %io 4a tratto "al nulla le co&e con un atto "ella &ua
.olont1, e" 4a per tal -o"o co&tituito la "i.er&it1 8i&ica: in appre&&o &o--i&e tutte le
co&e a certe leggi eterne e a un or"ine i--utabile, e in /ue&ta -aniera la "i.er&it1
non 8u altro nel -on"o 8i&ico c4e la e&trin&eca -ani8e&ta#ione "ella &ua a&&oluta
unit1$
Con&i"erato co-e Signore e co-e legi&latore, %io po&e nell2angelo e nell2uo-o una
libert1 "i.er&a "alla propria, e per tal -o"o co-po&e la .ariet1 nel -on"o -orale'
appre&&o i-po&e a /ue&ta libert1 alcune leggi in.iolabili e un ter-ine nece&&ario: e la
nece&&it1 "i /ue&to ter-ine e l2in.iolabilit1 "i /ue&te leggi 8ecero entrare la libert1
u-ana e l;angelica nella gran"e unit1 "ei pi7 -era.iglio&i or"ina-enti$
La .olont1 "i.ina, c4e 6 l2unit1 a&&oluta, &i ri.ela nel co-an"o i-partito al pri-o
uo-o nel para"i&o terre&tre, allorc4@ %io gli "i&&e' Tu non mangerai: la libert1 u-ana
colla 8acolt1 "i &cegliere, co&tituente la &ua i-per8e#ione, c4e 6 la "i.er&it1, &i
-ani8e&ta in /ue&ta con"i#ione' e se tu mangi$ La "i.er&it1 ritorna all2unit1 "on"e e&&a
proce"e pri-a per la -inaccia, allorc4@ %io "ice' tu soggiacerai alla morte, e po&cia
per la pro-e&&a, /uan"o 8e; &icura la "onna c4e "al &uo &eno na&cerebbe colui c4e
a.rebbe &c4iacciato la te&ta "el &erpente$ E per /ue&ta -inaccia e per /ue&ta pro-e&&a
con le /uali %io accenna le "ue .ie, per le /uali la "i.er&it1, c4;e&ce "all2unit1,
ritorna all2unit1 "on"e 6 .enuta' la .ia "ella &ua giu&ti#ia e /uella "ella &ua
-i&ericor"ia$
Ri-o&&o l;or"ine, 6 ri-o&&a l2unit1 a&&oluta nella &ua e&teriore -ani8e&ta#ione$
Soppre&&a la con"i#ione, 6 &oppre&&a nella &ua e&trin&eca -ani8e&ta#ione la
"i.er&it1, c4e con&i&te nella libert1 u-ana$
Tolta la -inaccia la pro-e&&a, &i tolgono le "ue .ie, per cui la "i.er&it1 per non
e&&ere &o..er&i.a, "e.e 8ar ritorno all2unit1 "on"e 6 .enuta$
Co-e il &o"ali#io tra la crea#ione 8i&ica e il creatore ri&ie"e unica-ente
nell;a&&oggetta-ento perpetuo "ella crea#ione alle leggi 8i&&e e i--utabili c4e &ono
l2e&pre&&ione perpetua "ella .olont1 &upre-a: co&D non .i 4a unione tra %io e l2uo-o
&e non perc4@ l2uo-o "i&giunto "a %io per il &uo peccato ritorna al %io "i giu&ti#ia
co-e i-penitente, o al %io "i -i&ericor"ia co-e "eter&o "alla colpa$
Se "opo a.er con&i"erato &eparata-ente la pre.arica#ione angelica e u-ana, e
ricono&ciuto c4e cia&cuna "i e&&e 6 una perturba#ione acci"entale e" un2ar-onia per
e&&en#a, ri.olgere-o l2atten#ione a entra-be le pre.arica#ioni, ci &ar1 "ato "i
conte-plare co-e in e&ta&i il -iracolo, per cui le pi7 a&pre "i&&onan#e &i tra&8or-ano
in ar-onie -era.iglio&e$
Pri-a "i proce"ere gio.a o&&er.are, c4e la belle##a "ella crea#ione con&i&te in ci?,
c4e ogni co&a 6 in &@ &te&&a co-e il ri8le&&o "i /ualcuna "elle "i.ine per8e#ioni' "i
-aniera c4e tutte riunite &ono una 8e"ele i--agine "ella &o--a belle##a$ %al globo
lucente c4e illu-ina lo &pa#io &ino all2u-ile giglio &per"uto nella .alle, e "a -olto
pi7 in ba&&o "elle .alli 8iorite "i gigli a -olto pi7 in alto "ei cieli in cui &plen"ono gli
a&tri, tutte le creature, cia&cuna a &uo -o"o, "icono le une alle altre le gran"i
-era.iglie "el Signore, atte&tano le &ue ine88abili per8e#ioni e intonano in un cantico
&en#a 8ine la &ua eccellen#a e la &ua gloria$ I cieli celebrano la &ua onnipoten#a, i -ari
la &ua gran"e##a, la terra la &ua 8econ"it1, le nubi con le loro alti&&i-e -ontagne
"i&egnano il pie"i&tallo &ul /uale poggia il &uo pie"e$ Il la-po 6 la &ua .olont1, il
tuono 6 la &ua .oce, la 8olgore 6 la &ua parola$ Egli 6 pre&ente negli abi&&i con il &uo
&ubli-e &ilen#io e colla &ubli-e &ua collera nel turbine e nelle te-pe&te$ $ lui che ci
ha dipinti, "icono i 8iori "el ca-po, le &telle ripetono' noi siamo faville cadute dal
suo paludamento$ E l2angelo e l2uo-o' =*assandoci dinnanzi, la sua faccia, la pi
gloriosa, la pi perfetta, si improntata in noi-
Me"e&i-a-ente 8ra le co&e le une rappre&entano la &ua gran"e##a, le altre la &ua
-ae&t1 e onnipoten#a: l2angelo e l2uo-o in i&pecial -o"o i te&ori "ella &ua bont1, le
-era.iglie "ella &ua gra#ia e il 8ulgore "ella &ua belle##a$ Ma %io non 6 &olo
-era.iglio&o e per8etto per la &ua belle##a, la gra#ia, la bont1 e l;onnipoten#a &ua:
egli 6 altre&D, e al "i &opra ancora, o.e le &ue per8e#ioni &oggiace&&ero a -i&ura,
in8inita-ente giu&to e -i&ericor"io&o$ Ecco perc4@ l2atto &upre-o "ella crea#ione non
pote.a e&&er&i riguar"ato co-e co-piuto e per8etto c4e "opo a.er attuato in tutte le
loro -ani8e&ta#ioni l;in8inita giu&ti#ia e -i&ericor"ia &ua$ E poic4@ &en#a la
pre.arica#ione "egli e&&eri intelligenti e liberi %io non pote.a e&ercitare n@ tale
giu&ti#ia, n@ tale -i&ericor"ia in i&pecialit1 applicabile ai pre.aricatori, ne con&eguita
c4e la pre.arica#ione &te&&a 8u l2occa&ione "ella pi7 gran"e ar-onia e la pi7 "olce
"elle con&onan#e$ 5uan"o gli e&&eri intelligenti e liberi 8or.iarono, %io ri8ul&e nel
-e##o "ella crea#ione con nuo.i e pi7 .i.i &plen"ori$ L2uni.er&o in generale 8u il pi7
per8etto ri8le&&o "ella &ua onnipoten#a, il para"i&o terre&tre 8u in i&pecial -o"o il
ri8le&&o "ella &ua gra#ia, il cielo particolar-ente "i &ua -i&ericor"ia, l2in8erno
unica-ente "i &ua giu&ti#ia: la terra, &ituata tra i "ue poli "ella crea#ione, ri8ran&e i
raggi "ella &ua giu&ti#ia a" un te-po e "ella &ua -i&ericor"ia$ Allorc4@ per la
pre.arica#ione "ell;angelo e per /uella "ell;uo-o, non .;ebbe pi7 in %io per8e#ione
c4e non appari&&e e&trin&eca-ente, tranne /uella c4e "o.e.a in appre&&o -ani8e&tar&i
&ul Cal.ario, le co&e &i a"agiarono nell;or"ine$
Pi7 &i penetra in /ue&ti "og-i a--iran"i, e pi7 &i .e"e ri&plen"ere la &o--a
con.enien#a e la bella concor"an#a "ei -i&teri cri&tiani$ La &cien#a "ei -i&teri 6 pur
/uella "i tutte le &olu#ioni$
++++++++++++++++++++++++++++++++
CAPITOLO OTTA(O
Soluzioni della scuola li!erale attinenti agli accennati pro!lemi-
Pri-a "i por ter-ine a /ue&to libro, par-i con.eniente interrogare la &cuola
liberale co-e pure i &ociali&ti intorno a /uello c4e pen&ano &ul bene e &ul -ale, &u
%io e &ull2uo-o: /ue&tioni gra.i&&i-e, innan#i a cui incia-pa &uo -algra"o l;u-ana
ragione allorc4@ .uol ren"er&i conto "a &@ "ei gran"i proble-i religio&i, politici e
&ociali$
Ri&petto alla &cuola liberale "ir? &ola-ente, c4e nel &uo orgoglio "i&pre##a la
teologia, non gi1 c4e alla &ua 8oggia non &ia teologica, -a perc4@ lo e &en#a &aperlo$
5ue&ta &cuola non 6 ancora per.enuta a co-pren"ere, e 8or&e non co-pren"er1
gia--ai lo &tretto .incolo, c4e uni&ce 8ra loro le co&e u-ane e "i.ine$ E&&o &cono&ce
per intero la gran"e a88init1 "elle /ue&tioni politic4e colle religio&e e &ociali, ignora
co-e i proble-i c4e &i ri8eri&cono al reggi-ento "elle na#ioni, "ipen"ono "a /uelli
c4e &i rapportano a %io, legi&latore &upre-o "i ogni u-ana legi&la#ione$
La &cuola liberale 6 la &ola c4e 8ra i &uoi "ottrinari e -ae&tri non abbia alcun
teologo$ La &cuola a&&oluti&tica ebbe i &uoi, e li 4a pi7 "i una .olta &olle.ati alla
"ignit1 "i go.ernatori "i popoli, e &otto il loro go.erno i popoli crebbero in rile.an#a
e poten#a$ La <rancia non "i-entic4er1 -ai il go.erno "el car"inale Ric4elieu,
.enuto in gloria e rino-an#a tra i pi7 glorio&i e no-inati "ella -onarc4ia 8rance&e$
La 8a-a "el gran car"inale brilla "i tanta luce, c4e rabbuia /uella "i -olti regnanti, e
il &uo &plen"ore non .enne -eno per l2a&ce&a al trono "i /uel re -agni8ico, c4e i
<rance&i nel loro entu&ia&-o e l2Europa nella &ua a--ira#ione c4ia-arono a" una
.oce il (rande$
Ai-ene& "i Ci&nero& e Alberoni, i "ue -ini&tri pi7 gran -ini&tri "ella -onarc4ia
&pagnola 8urono car"inali e teologi$ Il no-e "i Ai-ene& 6 glorio&o e perpetua-ente
a&&ociato a /uello "ella regina pi7 illu&tre e "ella "onna pi7 gran"e "ella Spagna,
celebre 8ra le na#ioni per le &ue "onne in&igni e le &ue 8a-o&e regine$ Alberoni 6
&o--o per la .a&tit1 "ei &uoi "i&egni, per la &/ui&ite##a e &agacia "el &uo genio
&traor"inario$ Il pri-o, nato nei giorni a..enturo&i, in cui le &plen"i"e ge&ta "i /ue&ta
na#ione &i le.arono al "i &opra "ella "ignit1 "ella &toria, portan"ola 8ino al &ubli-e e
al gran"io&o "ell2epopea, go.ern? con -ano .igoro&a il ti-one "ella na.e "ello Stato,
e ri"ucen"o al &ilen#io il turbolento e/uipaggio c4e la agita.a, la gui"? a tra.er&o
l;on"a &o--o&&a &opra -ari pi7 cal-i, o.e na.e e pilota rin.ennero il ripo&o e la
pace$ Il &econ"o .enuto in /uei -i&eri te-pi, in cui la -ae&t1 "ella -onarc4ia
&pagnola .olge.a al tra-onto, 8u in gra"i "i ren"erle -ae&t1 e poten#a, "an"ole un
pe&o con&i"ere.ole &ulla bilancia politica "ei popoli ";Europa$
La &cien#a "i %io co-parte a c4i ne 6 in po&&e&&o nerbo e penetra#ione: perc4@
acui&ce e a" un;ora allarga la .irt7 "ell2ingegno$ Ci? c4e per -e 6 pi7 a--irabile
nella .ita "ei Santi, &pecial-ente in /uella "ei pa"ri "el "e&erto, &i 6 una circo&tan#a
non ancora ben a..ertita e "ebita-ente .alutata$ L;uo-o abituato a con.er&are con
%io e a" e&ercitar&i nelle cele&ti conte-pla#ioni, a.an#a, a pari circo&tan#e, gli altri o
per l;intelligen#a e la 8or#a "ella &ua ragione, o per la &icure##a "el &uo giu"i#io, o
per la penetra#ione e l;acu-e "ella &ua -ente: -a innan#i tutto non ne cono&co
alcuno, c4e nelle i"entic4e circo&tan#e non la .inca "ella -ano &ugli altri per /uel
&entire pratico e &apiente c4e &;appella !uon senso$ Se il genere u-ano non 8o&&e
a..e##o e "irei /ua&i &en#a po&a con"annato a .e"ere le co&e a ro.e&cio, &ceglierebbe
co-e con&iglieri 8ra tutti gli altri uo-ini i teologi, e 8ra /ue&ti i -i&tici, e 8ra i -i&tici
/uelli c4e -enarono la .ita pi7 lontana "al -on"o e "agli a88ari$ <ra le per&one c4e io
cono&co, e ne cono&co non poc4e, le &ole in cui ebbi a ri&contrare un buon &en&o
i-perturbabile, una pro8on"a penetra#ione, una a--irabile atte##a per &o--ini&trare
pratic4e e &agge &olu#ioni ai pi7 "i88icili proble-i, e per tro.are &e-pre un e&pe"iente
e un;u&cita negli a88ari pi7 -alage.oli, &ono /uelle c4e -enarono una .ita
conte-plati.a e &olitaria$ In contrario, io non -i &ono -ai &contrato, n@ &pero "i
abbatter-i gia--ai in uno "i /uegli uo-ini "etti P"2a88ariQ, c4e tengono a .ile le
conte-pla#ioni &pirituali e &pecial-ente le cele&ti, il /uale &ia capace "i a88errare
alcun c4e nelle co&e "ella .ita$ A tale cla&&e nu-ero&i&&i-a &pettano coloro, c4e &i
propongono "i ingannare gli altri, e &ono i pri-i a" ingannare &e &te&&i$ E" 6 /ui
appunto c4e l2uo-o 6 colto ";a--ira#ione "a.anti ai pro8on"i giu"i#i "i %io$ Se %io
non a.e&&e con"annato coloro c4e lo "i&pre##ano o" ignorano, ingannatori "i
-e&tiere, a .i.ere in perpetua &tupi"it1, o &e non a.e&&e po&to un 8reno nella loro .irt7
per /uelli c4e 4anno uno &traor"inario acu-e ";ingegno, le u-ane &ociet1 non
a.rebbero potuto per"urare n@ all;oculate##a "egli uni n@ alla -ali#ia "egli altri$ La
.irt7 "egli uo-ini conte-plati.i e la &tupi"it1 "egli ";ingegno .algono a -antenere il
-on"o nella &ua e&i&ten#a e in un per8etto e/uilibrio$ 0on c26 c4e un &olo e&&ere nella
crea#ione c4e in &@ raccolga e co-pen"i l;acute##a "egli uo-ini conte-plati.i e la
-ali#ia "i /uelli c4e ignorano e "i&pre##ano %io e le &pirituali conte-pla#ioni: e
/ue&ti 6 il "ia.olo$ Il "ia.olo 4a l;acu-e "egli uni &en#a po&&e"ere la .irt7 loro, e la
-ali#ia "egli altri &ce.ra "a &tupi"it1, e ci? per l;appunto co&titui&ce la &ua 8or#a
"i&tinti.a e la /ua&i &con8inata &ua poten#a$
5uanto alla &cuola liberale, con&i"erata in generale, e&&a non 6 teologica &e non in
/uel gra"o &olo, in cui lo &ono "i nece&&it1 tutte le &cuole$ Sen#a 8are una e&po&i#ione
e&plicita "ella propria 8e"e, &en#a tanto o /uanto occupar&i "i -ani8e&tare il proprio
pen&iero intorno a %io e all2uo-o, al bene e al -ale, all2or"ine e al "i&or"ine,
-enan"o .anto al contrario "el &uo "i&pregio per &D pro8on"e &pecula#ioni, la &cuola
liberale cre"e in un %io a&tratto e in"olente, c4e nel go.erno "elle co&e u-ane &ia
&er.ito "ai 8ilo&o8i, e nel go.erno "elle co&e uni.er&e "a certe leggi, c4e 4a po&te nel
principio "ei te-pi$ Benc4@ re "ella crea#ione, il %io "i co"e&ta &cuola ignora
continua-ente in una in&igne ignoran#a "i /ual -aniera i &uoi rea-i &iano con"otti e
go.ernati$ Allorc4@ in.i? "ei -ini&tri per go.ernarli in proprio no-e, ei "epo&it? in
e&&i la piene##a "ella &ua &o.ranit1, li "ic4iar? perpetui e in.iolabili$ %a in"i in /ua, i
popoli gli "e.ono culto -a non obbe"ien#a$
In /uanto al -ale, la &cuola liberale lo nega nelle co&e 8i&ic4e e lo a--ette nelle
-orali$ Per e&&e tutte le /ue&tioni attinenti al bene e al -ale &i ri"ucono a una
/ue&tione "i go.erno, e ogni /ue&tione "i go.erno a" una /ue&tione "i legitti-it1: "i
-o"o c4e il -ale 6 i-po&&ibile /uan"o il go.erno 6 legitti-o: e per contrario o.e il
go.erno &ia illegitti-o, il -ale 6 ine.itabile$ La /ue&tione pertanto "el bene e "el
-ale &i re&tringe nel .eri8icare /uali go.erni &iano legitti-i e /uali u&urpatori$
La &cuola liberale "eno-ina legitti-i i go.erni &tabiliti "a %io, e illegitti-i /uelli
c4e non 4anno per ba&e la "elega#ione "i.ina$ %io 4a .oluto c4e le co&e -ateriali
8o&&ero &otto-e&&e a certe leggi 8i&ic4e, c4;egli 4a in origine e" una .olta &ola
&tabilito$ (olle c4e le u-ane &ociet1 &i go.erna&&ero col -e##o "ella ragione
incarnata in -o"o generale nelle cla&&i agiate e in un -o"o &peciale nei 8ilo&o8i, c4e
a--ae&trano e "irigono /ue&te cla&&i: "on"e con&eguita per nece&&aria illa#ione, c4e
e&i&tono &oltanto "ue go.erni legitti-i, /uello "ella ragione u-ana incarnata in -o"o
generale nelle cla&&i -e"ie e in -o"o &peciale nei 8ilo&o8i, e il go.erno "ella ragione
"i.ina incarnata perpetua-ente in certe leggi, alle /uali 8urono 8in "all;origine
&ottopo&te le co&e -ateriali$
Si88atta genealogia "ella legitti-it1 liberale, c4e ri-onta 8ino al "iritto "i.ino,
in"urr1 8or&e -era.iglia nei -iei lettori, e &pecial-ente nei -iei lettori liberali: e
tutta.ia nulla 6 per -e pi7 e.i"ente$ La &cuola liberale non 6 atea nei &uoi "o--i,
/uantun/ue non e&&en"o cattolica, proce"e &en#a &aperlo "i con&eguen#a in
con&eguen#a 8ino a toccare i con8ini "ell2atei&-o$ A--etten"o l2e&i&ten#a "i %io
creatore "i ogni creatura, ella non pu? negare nel %io c4e a--ette e" a88er-ala
piene##a originaria "i cia&cun "iritto, o la &o.ranit1 co&tituente, ci? c4e nel
linguaggio "ella &cuola &igni8ica lo &te&&o$ C4i a--ette in %io la &o.ranit1
co&tituente e" attuale, 6 cattolico, c4i nega la &econ"a e" a--ette la pri-a, 6 "ei&ta,
c4i 8inal-ente nega ogni &o.ranit1 in %io perc4@ ne nega l;e&i&ten#a, 6 ateo$ Ci?
e&&en"o, la &cuola liberale in /uanto 6 "ei&ta, non pu? procla-are la &o.ranit1 attuale
"ella ragione &en#a procla-are in&ie-e la &o.ranit1 co&tituente "i %io, "on"e la
pri-a c4e 6 &e-pre "elegata, trae il principio e l;origine propria$ La teoria "ella
&o.ranit1 co&tituente "el popolo, teoria atea, 6 nella &cuola liberale co-e l2atei&-o nel
"ei&-o, cio6 co-e una con&eguen#a ine.itabile, -a re-ota$ 5uin"i "eri.ano le "ue
gran"i &e#ioni "ella &cuola liberale, la 8ra#ione "e-ocratica e la liberale propria-ente
"etta: /uella pi7 ti-i"a, /ue&ta pi7 con&eguente$ La "e-ocra#ia, incal#ata "a una
logica in8le&&ibile, 6 &8ociata in /ue&ti ulti-i te-pi, co-e i 8iu-i al -are, a per"er&i
nelle &cuole atee a" un te-po e &ociali&te$ Il liberali&-o per ri-anere in ripo&o, &ul
pro-ontorio c4e &i 6 ele.ato 8ra "ue -ari c4e cre&cono e i cui 8lutti ne &o--ergono
la ci-a, lotta 8ra il cattolici&-o e il &ociali&-o$ In /ue&to luogo non 6 "i&cor&o c4e
"ella &econ"a 8ra#ione "ella &cuola, e "icia-o c4e non poten"o e&&a ricono&cere la
&o.ranit1 co&tituente "el popolo &en#a "i.enire "e-ocratica, &ociali&ta e" atea, n@ la
&o.ranit1 attuale "i %io &en#a e&&ere -onarc4ica e cattolica, 6 nece&&ario ricono&ca "a
una parte la &o.ranit1 originaria e co&tituente "i %io, e "all2altra la &o.ranit1 attuale
"ell;u-ana ragione$ Si .e"e pertanto c4e abbia-o -oti.o "i a88er-are, c4e la &cuola
liberale non procla-a il "iritto u-ano c4e co-e originaria-ente "eri.ato "al "iritto
"i.ino$
Per /ue&ta &cuola, non e&i&te altro -ale c4e /uello "eri.ante "allo &po&ta-ento "el
go.erno "al luogo, o.e %io lo po&e nel principio "ei &ecoli$ E &icco-e le co&e
-ateriali &ono &o--e&&e perpetua-ente alle leggi conte-poranee "ella crea#ione, la
&cuola nega il -ale nell2uni.er&alit1 "elle co&e$ Tutto all;oppo&to, non e&&en"o il
go.erno "ella &ociet1 ra&&icurato nelle "ina&tie 8ilo&o8ic4e, in cui ri&ie"e per "i.ina
"elega#ione il "iritto e&clu&i.o "i go.ernare le co&e u-ane, e&&a a88er-a l2e&i&ten#a
"el -ale nella &ociet1 "al -o-ento c4e il go.erno e&ce "alle -ani "ei 8ilo&o8i e "alle
cla&&i -e##ane per rica"ere in /uelle "ei re, o "elle cla&&i popolari$
%elle .arie &cuole /ue&ta 6 la pi7 in8econ"a, &icco-e la pi7 ignorante e" egoi&ta$
E&&a non &a nulla, co-e abbia-o .i&to, "ella natura "el bene e "el -ale: 4a una
leggera no#ione "i %io, -a ne&&una "ell2uo-o$ Inetta pel bene, perc4@ -anca "i ogni
principio "o--atico: i-potente pel -ale perc4@ 4a orrore "i ogni 8ranca e a&&oluta
nega#ione: 6 con"annata, &en#a &aperlo, a riu&cire con la na.e c4e porta la &ua 8ortuna
o nel porto "el cattolici&-o, o a ro-pere negli &cogli "el &ociali&-o$ Si88atta &cuola
non pre.ale c4e /uan"o la &ociet1 6 -oribon"a' l;epoca "ella &ua "o-ina#ione 6 un
te-po tran&itorio e 8uggiti.o, in cui il -on"o ignora &e "ebba tener "ietro Barabba o
a Ge&7, e &e ne &ta in bilico tra un2a88er-a#ione "og-atica e una nega#ione a&&oluta$
La &ociet1 &i la&cia allora go.ernare .olentieri "a una &cuola c4e non "ice -ai io
affermo, n@ io nego: -a "ice &e-pre io distinguo$ Il &o--o intere&&e "i /ue&ta &cuola
&i 6 "i non la&ciar giungere il giorno "elle nega#ioni e" a88er-a#ioni a&&olute: e per
/ue&to non bel -e##o "ella "i&cu&&ione con8on"e ogni i"ea e propaga lo &cettici&-o,
&apen"o bene c4e un popolo, c4e a&colta &e-pre &ulle bocc4e "ei &o8i&ti il pro e il
contro "i cia&cun argo-ento, 8ini&ce col non &aper a c4e "ebba attener&i, e col
"o-an"ar&i &e la .erit1 e l2errore, il giu&to e l2ingiu&to, il turpe e l2one&to, &ono in
realt1 8ra loro oppo&ti, o &e non &ono per a..entura una &te&&a co&a &otto "i.er&i
a&petti$ I per? &e-pre bre.e, /ualun/ue e&&a &ia la "urata "i /ue&to perio"o$ L2uo-o
6 nato per operare, e la continua "i&cu&&ione ne-ica co-;6 "ell;a#ione, a..er&a la
natura u-ana$ (iene un te-po in cui il popolo, &o&pinto "ai &uoi i&tinti, &i &pan"e
&ulle pubblic4e pia##e e per le .ie, "i-an"an"o ri&oluta-ente Barabba o Ge&7, e
rotolan"o nella pol.ere la catte"re "ei &o8i&ti$
Le &cuole &ociali&te, 8atta a&tra#ione "alle &eguaci -oltitu"ini, e con&i"erate nei
loro capi e -ae&tri, pre.algono &ulla &cuola liberale, &pecial-ente perc4@ a88rontano
8ranca-ente i gran"i proble-i e le gran"i /ue&tioni, e perc4@ propongono &e-pre una
&olu#ione perentoria e "eci&i.a$ Il &ociali&-o non 6 8orte &e non perc4@ 6 una
teologia, e non 6 "i&truttore &e non perc4@ 6 una 8ilo&o8ia &atanica$ Le &cuole
&ociali&te, a.ranno la &o.ra&tan#a &u /uella "ella libert1 a cagione "i /uanto e&&a
&cuola contiene "i antiteologico, pre.arr1 &ul liberali&-o, c4e 6 antiteologico e "i
&cettico: -a e&&e in cau&a "i ci? c4e 4anno "i in8ernale e &atanico ca"ranno "a.anti
alla &cuola cattolica, c4e 6 teologia a" un te-po e "i.ina$ I loro i&tinti "e.ono
concor"ar&i colle no&tre a88er-a#ioni, o.e &i ponga -ente all;o"io accanito c4e
nutrono per il Cattolici&-o, nel -entre &i "i&pre##ano il liberali&-o$
Il &ociali&-o "e-ocratico 4a ragione contro il liberali&-o /uan"o gli "ice' =5ual
6 /ue&to %io c4e pre&enti alle -ie a"ora#ioni, e c4e .uol e&&ere per 8er-o -eno "i te:
-entre ei non 4a una .olont1 propria, e non 6 ne--eno una per&onaG lo nego il %io
cattolico, -a negan"olo lo concepi&co' non -i 6 po&&ibile 8or-ar-i un concetto ";un
%io, co-e il tuo, &poglio "i "i.ini attributi$ Tutto -i con"uce a cre"ere, c4e tu non gli
abbia "ato l2e&i&ten#a &e non perc4@ ti "ia la legitti-it1 c4e non 4ai: la tua legitti-it1
e" e&i&ten#a 6 8in#ione &opra 8in#ione, un;o-bra &opra un;altra o-bra$ Io &ono .enuto
al -on"o per "i&&ipare tutte le o-bre, e per 8arla 8inita con tutte le 8a.ole$ La
"i&tin#ione tra &o.ranit1 attuale e la co&tituente 4a tutte le apparen#e "i una
in.en#ione "i coloro c4e, non a.en"o l;ar"ire "i pren"erle tutte e "ue, .ogliono
pigliarne al-eno una$ Il &o.rano 6 co-e %io' o egli 6 uno o non e&i&te$ La &o.ranit1 6
co-e la "i.init1' o non e&i&te o 6 in"i.i&ibile e inco-unicabile$ La legitti-it1 "ella
ragione' &on /ui "ue parole, l;una "elle /uali &igni8ica il &oggetto, l;altra l2attributo' io
nego l2attributo e il &oggetto$ C4e co&a 6 -ai la legitti-it1, c4e co&a la ragioneG E
"ato c4e 8o&&ero /ualc4e co&a, co-e e "on"e &ai tu c4e /ue&ta co&a 6 nel liberali&-o
pi7 pre&to c4e nel &ociali&-o, in te e non in -e, nelle cla&&i agiate e non nel popoloG
Io, nego la tua legitti-it1, e tu neg4i la -ia, tu neg4i la -ia ragione, io nego la tua$
P5uan"o -i pro.oc4i alla "i&cu&&ione, io ti per"ono perc4@ non &ai /uello ti
8accia$ La "i&cu&&ione, "i&&ol.ente uni.er&ale, "i cui tu ignori l;inti-a .irt7, 4a gi1
8inito coi tuoi a..er&ari, e an"r1 ora a 8inire con te$ In /uanto a -e, 4o gi1 8er-o
ri&oluta-ente nell;ani-o "i pre.alere &u "i e&&a con la 8or#a: io l;ucci"er? a88inc4@
non -i ucci"a$ La "i&cu&&ione 6 una &pa"a &pirituale c4e ri.olta lo &pirito con gli
occ4i ben"ati$ Contro "i e&&a non ti proteggono n@ l;in"u&tria, ne la pia&tra o -aglia
"2acciaio$ La "i&cu&&ione 6 il no-e &otto cui .iaggia la -orte /uan"o .uol -uo.ere
&cono&ciuta$ Ro-a, la &aggia, la riconobbe -algra"o la -a&c4era /uan"o entr? nelle
&ue -ura ca-u88ata "a &o8i&ta' pru"ente e oculata, Ro-a la cacci? "alle &ue porte$
L2uo-o, a "etta "ei cattolici, non &i 6 per"uto c4e per e&&ere entrato in "i&cu&&ione
con la "onna, e la "onna col "ia.olo$ Appre&&o, in &ul -e##o "ei te-pi, "icono e&&i
c4e lo &te&&o "e-onio appar.e a Ge&7 nel "e&erto, e lo pro.oc? a una lotta &pirituale,
co-e c4i "ice&&e a una "i&cu&&ione "i tribuna$ Ma Ge&7 non gli ri&po&e c4e con
/ue&te parole' 8ade, Satana9, troncan"o co&D la "i&cu&&ione e i pre&tigi "iabolici$ I
cattolici 4anno un talento tutto proprio per 8ar &piccare gran"i .erit1 e per ri.e&tirle
";ingegno&e 8in#ioni$ Se, nell;antic4it1 un pa##o &i 8o&&e po&to in capo "i -ettere in
pubblica "i&cu&&ione le co&e u-ane e "i.ine, le i&titu#ioni religio&e e &ociali, i &ui
-agi&trati e gli "6i, non cono&cere--o "i lui c4e la &enten#a unani-e, la /uale lo
a.rebbe co&tretto al &ilen#io$ Socrate, Platone e Ari&totele gli &i &arebbero a" una .oce
"ic4iarati contrari' e non a.rebbe a.uto per ca-oioni in /ue&to gran "uello c4e "ei
cinici e "ei &o8i&ti$
5uanto poi al -ale, o e&&o 6 in tutto l2uni.er&o o non e&i&te' le 8or-e "i go.erno
&ono a&&ai poca co&a per "argli .ita$ O.e la &ociet1 &ia interna e ben or"inata, pu?
re&i&tere a" ogni 8or-a "i go.erno, e &e non lo pu?, con.iene conc4iu"ere c4e e&&a 6
-ale co&tituita e in8or-e$ Il -ale non pu? c4e e&&er concepito c4e co-e un .i#io
organico "el con&or#io ci.ile, o co-e un .i#io ele-entare "ella natura u-ana' e in
/ue&to ca&o il ri-e"io non i&t1 nel -utare go.erno, -a nel cangiare l2organi&-o
&ociale o l;u-ana co&titu#ione$
L2errore e&&en#iale "el liberali&-o &ta nel non "are i-portan#a c4e alle /ue&tioni "i
go.erno, c4e, con8rontate a /uelle attinenti all;or"ine religio&o e &ociale, non ne
4anno real-ente alcuna$ Ecco perc4@ il liberali&-o &i tro.a "el tutto rabbuiato "al
-o-ento c4e i cattolici e i &ociali&ti propongono al -on"o i loro tre-en"i proble-i
colle loro contra""ittorie &olu#ioni$ Allorc4@ il Cattolici&-o a88er-a c4e il -ale
pro.iene "al peccato, c4e il peccato 4a corrotto nel pri-o uo-o l2u-ana natura, e c4e
non"i-eno il bene pre.ale &ul -ale, l2or"ine &ul "i&or"ine, perc4@ l;uno 6 "i.ino
l;altro 6 u-ano: non .;4a pi7 "ubbio c4e innan#i a" ogni e&a-e &o""i&8a la ragione,
&icco-e /uello c4e propor#iona la gran"e##a "elle cau&e a /uella "egli e88etti, e
pareggia la gran"e##a "i /uanto &i propone "a &piegare con la gran"e##a "elle &ue
"ic4iara#ioni$ 5uan"o il &ociali&-o a88er-a c4e la natura "ell2uo-o 6 &ana e c4e la
&ociet1 6 in8er-a, /uan"o -ette l;uo-o in lotta aperta colla &ociet1 per e&tirpare il
-ale c4e 6 in lui -e"iante il bene c4e "ice e&&ere in lui: /uan"o pro.oca e &o&pinge
gli uo-ini alla ribellione contro tutte le i&titu#ioni &ociali, non .i 4a pi7 "ubbio c4e in
tale -aniera "i porre e "i ri&ol.ere la /ue&tione, &e .i 6 -olto "i 8al&o, a..i altre&D "i
gigante&co e "i "egno "ella -ae&t1 terribile "ell2argo-ento$ Ma /uan"o in.ece il
liberali&-o &piega il bene, il -ale, l2or"ine e il "i&or"ine colle "i.er&e 8or-e "i
go.erno, tutte in &@ e88i-ere e tran&itorie: /uan"o 8acen"o a&tra#ione /uinci "ai
proble-i &ociali, /uin"i "ai proble-i religio&i, pone in "i&a-ina i &uoi proble-i
politici, &icco-e i &oli c4e .algano per la gran"e##a loro a" occupare l;uo-o "i &tato,
non .;6 parola in alcuna lingua atta a e&pri-ere la pro8on"a inette##a e i-poten#a "i
/ue&ta &cuola, non "ir? a ri&ol.ere, -a neanc4e a porre i ter-ini "i &i88atte gra.i&&i-e
/ue&tioni$ La &cuola liberale, a..er&aria a un te-po "elle tenebre e "ella luce,
tra&cel&e per &@ non &o /uale incerto crepu&colo tra le regioni lu-ino&e e le opac4e,
tra le o-bre eterne e le aurore "i.ine$ Collocata in una regione inno-inata, &i a&&un&e
la -i&&ione "i go.ernare &en#a popolo e &en#a %io' i-pre&a &tra.agante e
i-po&&ibile$ I &uoi "D &ono nu-erati, perc4@ "a un lato "ell2ori##onte co-incia a"
apparire %io e "a un altro il popolo$ 0ell;ora terribile "ella battaglia allorc4@ il ca-po
&ar1 coperto "alle 8alangi cattolic4e e "alle "el &c4iere &ociali&te, ne&&uno &apr1 pi7
"ire o.e &ia il liberali&-o$
+++++++++++++++++++
CAPITOLO 0O0O
Soluzioni socialiste-

Le &cuole &ociali&te e&ercitano una gran"e &uperiorit1 &ulla &cuola liberale, e per la
natura "ei proble-i c4e &i propongono, e per il -o"o "i porli e "i ri&ol.erli$ I loro
ante&ignani &i a""i-o&trano abba&tan#a 8a-iliari con /uelle ar"ite &pecula#ioni c4e
4anno per oggetto %io e la &ua natura, l2uo-o e la co&titu#ione, la &ociet1 e le &ue
i&titu#ioni, l2uni.er&o e le &ue leggi$ 5ue&ta ten"en#a a generali##are tutto, a
con&i"erare le co&e nel loro in&ie-e, a o&&er.are le "i&&onan#e e le ar-onie generali,
li ren"e pi7 atti a penetrare, &en#a per"er&i e i-paurir&i nel labirinto ine&tricabile
"ella logica ra#ionali&ta e a" u&cirne con onore$ Se nella gran lotta c4e tiene il -on"o
co-e &o&pe&o, non .i 8o&&ero altri co-battenti c4e &ociali&ti e liberali, la battaglia non
&arebbe lunga, n@ "ubbia la .ittoria$
Con&i"erate 8ilo&o8ica-ente, le &cuole &ociali&te &ono ra#ionali&te, politica-ente,
repubblicane' co-e ra#ionali&te &i a&&o-igliano alla &cuola liberale e ne
"i.er&i8icano co-e atee e repubblicane$ La /ue&tione &ta nel &apere &e il ra#ionali&-o
8ini&ca logica-ente o.e 4a un ter-ine il liberali&-o o piutto&to o.e lo 4anno le
&cuole &ociali&te$ 0oi ce ne occupere-o ora &otto il riguar"a-ento religio&o
ri&er.an"oci in appre&&o "i con&i"erarla &otto il politico$
Con&i"erata a"un/ue la /ue&tione &otto l;a&petto religio&o, 6 c4iaro c4e il &i&te-a
in .irt7 "el /uale 6 conce&&a alla ragione una uni.er&ale co-peten#a a ri&ol.ere "a &@
&ola e &en#a l2aiuto "i %io ogni /ue&tione relati.a all2or"ine politico, all2or"ine
religio&o, al &ociale e all;u-ano, &uppone nella ragione una &o.ranit1 co-pleta e una
a&&oluta in"ipen"en#a$ 5ue&to &i&te-a porta in &@ tre nega#ioni &i-ultanee' /uella
"ella ri.ela#ione, /uella "ella gra#ia, e /uella "ella pro..i"en#a$ 5uella "ella
ri.ela#ione, perc4@ la ri.ela#ione contra""ice la co-peten#a uni.er&ale "ella ragione
u-ana: /uella "ella gra#ia, perc4@ la contra""ice la &ua in"ipen"en#a a&&oluta: /uella
"ella pro..i"en#a, perc4@ la pro..i"en#a &i oppone alla &ua in"ipen"ente &o.ranit1$
Ma /ue&te tre nega#ioni &i ri"ucono a una &ola, alla nega#ione cio6 "i ogni lega-e tra
%io e l2uo-o, poic4@ &e l;uo-o non 6 unito a %io colla ri.ela#ione, colla pro..i"en#a
e colla gra#ia, non lo pu? e&&ere in alcun altro -o"o$
Or bene' a88er-are /ue&to "i %io 6 negarlo$ A88er-are %io "o--atica-ente "opo
a.erlo "o--atica-ente &pogliato "i tutti i &uoi attributi, 6 una contra""i#ione
ri&erbata alla &cuola liberale, pi7 "i ogni altra &cuola ra#ionali&ta &oggetta a
contra""ir&i$ %el ri-anente &i88atta contra""i#ione, ben lungi "all2e&&ere acci"entale,
6 e&&en#ial-ente i-portante in una &cuola i cui &i&te-i, co-un/ue &i riguar"ino, &ono
un con8u&o a--a&&o "i -o&truo&e contra""i#ioni$ Ci? c4e 8a con %io nell;or"ine
religio&o, nell;or"ine politico lo 8a col re e col popolo$ La &cuola liberale &e-bra
abbia per o88icio "i procla-are le e&i&ten#e c4e annulla, e "i annullare le e&i&ten#e
c4e procla-a$ A cia&cuno "ei &uoi principi corri&pon"e un principio contrario c4e lo
"i&trugge$ Co&D, .erbigra#ia, e&&a procla-a la -onarc4ia e ritiene la re&pon&abilit1
-ini&teriale, o&&ia l2onnipoten#a "el -ini&tro re&pon&abile oppo&ta all;intere&&e "ella
-onarc4ia$ Procla-a l2onnipoten#a -ini&teriale e nello &te&&o te-po l2inter.ento
&o.rano negli a88ari "i &tato "elle a&&e-blee "eliberati.e: il c4e certo non &i pu?
accor"are coll;onnipoten#a "ei -ini&tri$ Procla-a l;inter.en#ione &o.rana negli
a88ari "i &tato "elle a&&e-blee politic4e negli a88ari "ello Stato, e
conte-poranea-ente il "iritto "ei collegi elettorali "i giu"icare in ulti-a i&tan#a$
Procla-a il "iritto "i arbitra -ento &upre-o c4e ri&ie"e negli elettori e a" un;ora pi7
o -eno e&plicita-ente il &upre-o "iritto "2in&urre#ione$ Procla-a in&o--a il "iritto
all2in&urre#ione "elle -a&&e, .ale a "ire la loro onnipoten#a &o.rana, e unita-ente la
legge "el cen&o elettorale, il c4e 6 con"annare all;o&traci&-o le -a&&e &o.rane$ Con
tutti /ue&ti principi e i loro contrari, e&&a non &i propone c4e un &olo &copo'
raggiungere arti8icio&a-ente un e/uilibrio c4e non raggiunger1 gia--ai, e&&en"o
e&&o contra""itorio alla natura, alla &ociet1, all2uo-o$ Una &ola 8or#a la &cuola liberale
non procura "i contrappe&are, la 8or#a cio6 "ella corru#ione$ La corru#ione 6 il "io
"ella &cuola, e co-e %io 6 per tutto a" un te-po &te&&o$ La &cuola liberale 4a
co-binato le co&e in &i88atto -o"o c4e "o.un/ue "e&&a pre.ale, tutti "ebbono e&&ere
nece&&aria-ente o corruttori o corrotti: giacc4@ in /uell;or"ina-ento in cui uno c26
pu? e&&ere il Ce&are, e .otare o accla-are il Ce&are, ognuno "e.e e&&ere o Ce&are o
pretoriano$ Ecco perc4@ ogni u-ano con&or#io il /uale ca"a &otto il "o-inio "i /ue&ta
&cuola, incancreni&ce nei &uoi principi "i .ita e .iene a -ancare$ I re corro-pono i
-ini&tri pro-etten"o loro l2eternit1: i -ini&tri corro-pono i re colla &peran#a "i
a-plia-ento "i prerogati.e$ I -ini&tri corro-pono i rappre&entanti "el popolo
ponen"o ai loro pie"i tutte le "ignit1 "ello Stato$ Le a&&e-blee corro-pono i -ini&tri
con i loro .oti$ Gli eletti tra88icano "el loro potere, "ella loro in8luen#a gli elettori$ E
nel .icen"e.ole corro-pi-ento anc4e le -a&&e &ono corrotte e corruttrici per la 8or#a
"elle -inacce e "elle &olle.a#ioni$
Ripren"en"o il 8ilo "el no&tro "i&cor&o, "ir? c4e le &cuole &ociali&te, negan"o %io,
a88er-ato "alla &cuola liberale, &i -o&trano pi7 logic4e "i /ue&ta$ 0ulla-eno e&&e
&ono lontane "al -antener&i con&eguenti ai loro principi /uanto la &cuola cattolica$
5ue&ta a88er-a %io con tutti i &uoi attributi a -e##o "i una a88er-a#ione "og-atica e
&upre-a$ Le &cuole &ociali&te, al contrario, /uantun/ue &i ri"ucano poi a negarlo, non
lo negano allo &te&&o -o"o, n@ per la &te&&a ragione, n@ reci&a-ente$ La cau&a &ta in
ci? c4e lo &pirito pi7 intrepi"o 6 colto "a ine&pri-ibile -a .ero &go-ento /uan"o &i
tratta "i negare in -aniera a&&oluta l;e&i&ten#a "i %io$ Si "irebbe c4e giunto a /uella,
l2uo-o non po&&a pronunciare /uelle e&ecran"e parole, c4e il cielo &i &cateni contro il
be&te--iatore e la be&te--ia$ Gli uni lo negano "icen"o' Tutto ci3 che esiste Dio,
e tutto ci3 che esiste Dio' gli altri, col procla-are l;i"entit1 "i %io e "ell;u-anit1:
/uegli col &upporre un "uali&-o "i 8or#e e "i energia "all2uo-o rappre&entato: /ue&ti
"i&tinguen"o nell2uo-o 8or#e ri8le&&e e" energia &pontanea' nelle cui pri-e &i tro.a la
.era u-anit1, e nelle &econ"e la .era "i.init1$ Secon"o /ue&t;ulti-o &i&te-a, %io non
6 n@ tutto ci? c4e e&i&te n@ l2u-anit1' %io 6 la -et1 "ell2uo-o$ 0on poc4i
"i.er&a-ente opinan"o, inclinano a cre"erlo &oggetto a" incarna#ioni "i.er&e e
&ucce&&i.e, i cui e88etti &i ricono&cerebbero nella gran"e in8luen#a o nelle gran"io&e
"o-ina#ioni &toric4e$ %io 6 incarnato in Ciro, in Ale&&an"ro, in Ce&are, in Carlo
Magno, in 0apoleone, ecc$: negli i-peri a&iatici, nel -ace"onico, nel ro-ano$ Pri-a
ani-? con la &ua eterna .ita l;Oriente, poi l;Occi"ente e il -on"o -ut? ";a&petto e
8ece un pa&&o nella .ia "el progre&&o ogni .olta c4e &i incarn? nel .ario &ucce"er&i
"ei &uoi "i&egni$
Tali &i&te-i contra""icenti e a&&ur"i par.ero uni8icar&i in un uo-o .enuto al -on"o
in /ue&ti ulti-i te-pi /ua&i a per&oni8icare tante e &D -olteplici opinioni$ Co&tui 6
Prou"4on, &crittore ritenuto per il pi7 pro8on"o e pi7 logico "ei -o"erni$ 5uanto a
eru"i#ione egli 6 certa-ente &uperiore a" ogni altro: -a ri&petto alla con&eguente
"eri.a#ione "elle &ue i"ee, i lettori ne potranno giu"icare "alle -olte cita#ioni c4e
cal#ano a ripro.a "ei no&tri argo-enti$
0elle Confessioni di un rivoluzionario, Prou"4on "e8ini&ce co&D %io' %io 6 la 8or#a
uni.er&ale, penetrata "i intelligen#a, c4e pro"uce per una in8or-a#ione in8inita "i &@
-e"e&i-a gli e&&eri "i ogni regno, "al 8lui"o i-pon"erabile &ino all2uo-o, e c4e &olo
i /ue&t2uo-o giunge a ricono&cer&i e a "ire io$ %io non 6 gi1 no&tro pa"rone, -a &D
l2oggetto "el no&tro &tu"io$ Co-e -ai i tau-aturg4i ne 8ecero un e&&ere per&onale, a
.olte re a&&oluto, co-e il %io "egli ebrei e "ei cri&tiani, a .olte re co&titu#ionale co-e
/uello "ei "ei&ti, e la cui inco-pren&ibile pro..i"en#a pare &olo intenta tanto coi
precetti co-e cogli atti a "i&.iare la no&tra ragioneG
(i 4a /ui tre co&e' 1R A88er-a#ione "i una 8or#a uni.er&ale, intelligente e "i.ina,
principio "el pantei&-o: BR Incarna#ione pi7 ele.ata "i %io nell2u-anit1, principio
"ell;u-ani&-o: JR 0ega#ione "i un %io per&onale e "ella &ua pro..i"en#a$
0ell2opera c4e intitol? Sistema delle contraddizioni economiche, capitolo (III,
Prou"4on co&D &i e&pri-e' =Mi terr? lontano "all2ipote&i pantei&tica, co-e un2ipocri&ia
o" un "i8etto "i cuore$ %io 6 o non 6 per&onale>$ Si .e"e c4iara-ente c4e in "ir ci?
a88er-a /uello c4e nega nel te&to prece"ente e l;a88er-ato nega, e &e pri-a ci
pre&enta un %io pantei&ta e per&onale, a"e&&o non lo a--ette pi7 tale, e "ic4iara in
lui a&&ur"o tanto il pantei&-o co-e l2i-per&onalit1 "i %io$
Poco "opo nello &te&&o capitolo aggiunge' =Il .ero ri-e"io al 8anati&-o, &econ"o
noi, non 6 nell2i"enti8icare l2u-anit1 con %io, ci? c4e torna lo &te&&o "ello &tabilire la
co-unit1 nell;econo-ia &ociale, e il -i&tici&-o e lo status quo in 8ilo&o8ia: -a &ta
.era-ente nel pro.are all2u-anit1 c4e %io, &e pure 4a..i un %io, 6 &uo ne-ico>$
%opo a.ere -inato il &uo pantei&-o e il &uo %io i-per&onale, abbatte l2u-ani&-o
contenuto nella "e8ini#ione "el te&to$ %2altra lato la teoria "ella ri.alit1 tra %io e
l2uo-o, c4e noi abbia-o gi1 ricor"ata in altro capitolo, /ui co-incia a .e&tir&i "i
8or-e concrete$
La con"anna "ell2u-ani&-o e la teoria "ella ri.alit1 appari&cono pi7 e.i"enti nel
ter#o capitolo "ella -e"e&i-a opera, o.e "ice' =5uanto a -e, -i "uole "ic4iararlo,
giacc4@ ben .egga co-e .enga co&D a "i&giunger-i "alla parte pi7 intelligente "el
&ociali&-o, /uanto a -e, pi7 c4e .i pen&o non po&&o &otto&cri.ere a tale "ei8ica#ione
"ella no&tra &pecie, la /uale in 8on"o, co-;6 procla-ata "ai nuo.i atei, 6 una
&e-plice ripro"u#ione "ei terrori religio&i, c4e, tolto il no-e "i u-ani&-o,
riabilitan"o e con&acran"o la &cuole -i&tica, ritorna nella &cien#a i pregiu"i#i, nella
-orale l;abitu"ine, la co-unit1, cio6 l2atonia e la -i&eria, nell;econo-ia &ociale
l;a&&oluto e l2a&&ur"o nella logica$ E" 6 appunto perc4@ nece&&itato a ripu"iare S$$$T
/ue&ta religione in&ie-e alle prece"enti, c4e "e.o ancora a--ettere per plau&ibile
l2ipote&i "i un e&&ere in8inito, S$$$T contro cui l;uo-o lotta ine.itabil-ente, co-e
I&raele contro Geo.a, &ino alla -orte>$
%alla "e8ini#ione "i %io non regge ancora "un/ue c4e la &ola nega#ione "ella
Pro..i"en#a, la /uale co-e le altre 6 tolta in .irt7 "i una contraria a88er-a#ione$
=Co&D noi an"ia-o a ca&a, con"otti "alla Pro..i"en#a, c4e non &co-pagina -ai i &uoi
a..erti-enti "ai colpi "ella a..er&a 8ortuna> (Sistema delle contraddizioni, c$ J*$
%a /uanto 8inora abbia-o e&po&to appare e.i"ente c4e Prou"4on, percorren"o la
&erie "i tutte le contra""i#ioni ra#ionali&tic4e, non &i attenne a una &ola opinione, -a
&econ"o egli pi7 gli aggra"a era pantei&ta, era u-ani&ta, era -anic4eo$ Cre"e pri-a
in un %io i-per&onale, poi lo "ic4iara i-po&&ibile e a&&ur"o e -o&truo&o: pri-a nega
la Pro..i"en#a, poi l;a88er-a$ Abbia-o gi1 .i&to in uno "ei prece"enti capitoli, co-e,
&econ"o la teoria -anic4ea "ella ri.alit1 8ra l2uo-o e %io, l2uo-o prou"oniano 8o&&e
il rappre&entante "el bene, e il %io prou"oniano il rappre&entante "el -ale: .e"ia-o
ora, co-e, &i .e"r1 in /ual -aniera, &econ"o lo &te&&o Prou"4on, tale &i&te-a 6
"e&tituito ";ogni 8on"a-ento$
0el capitolo &econ"o "ell;opera gi1 citata "ice /uanto &egue' =La natura o la
"i.init1 non ebbe 8i"an#a nei no&tri cuori: e&&a non cre"ette all2a-ore "ell2uo-o per i
&uoi &i-ili, e" ogni a""entrar&i "elle &cien#e nelle .i&te Pro..i"en#iali go.ernatrici
"ella ci.ile &ociet1, lo "ico a .ergogna "ella co&cien#a u-ana, e perc4@ la &appia la
no&tra ipocri&ia, a""i-o&tra "a parte "i %io una gran"e -i&antropia$ %io ne aiuta non
per bont1, -a perc4@ l2or"ine 6 &ua e&&en#a$ %io procura il bene "el -on"o, non
perc4@ lo giu"ic4i "egno -a perc4@ la religione "ella &ua &upre-a intelligen#a .e
l;obbliga: e -entre c4e l;uo-o .olgare gli "1 il "olce no-e "i Pa"re, non 6 po&&ibile
allo &torico, al pubblico econo-i&ta "i cre"ere c4e egli ci a-i, c4e egli ci &ti-i>$
Si88atte parole abbattono il -anic4ei&-o prou"oniano$ L2uo-o non 6 il ri.ale, -a
lo &c4ia.o "i&pre##ato "a %io: egli non 6 n@ il bene n@ il -ale, -a una creatura in cui
&i agitano gli i&tinti ro##i e &er.ili, ingeneranti negli &c4ia.i &er.it7: %io 6 non &o
/uale co-po&to "i leggi &e.ere, in8le&&ibili e -ate-atic4e: 8a il bene &en#a e&&ere
buono, e la &ua -i&antropia pro.a c4e o.e lo pote&&e &arebbe catti.o$ E in /ue&to il
%io prou"oniano &i a..icina al #atum "egli antic4i$ Il 8atali&-o 6 ancor pi7 c4iarito
nelle &eguenti parole' =Giunti alla &econ"a &ta#ione "el no&tro Cal.ario in luogo "i
"arci a &terili conte-pla#ioni, &ia-o &e-pre pi7 attenti agli in&egna-enti "el "e&tino$
La pro.a "ella no&tra libert1 6 nel progre&&o "el no&tro &uppli#io>$
%opo il 8atali&ta, .ien l2ateo$ C4e co&26 %ioG o.26G co-26G C4e pu?G C4e pro-etteG
=E" ecco c4e al lu-e "ell2anali&i tutte le "i.init1 "el cielo, "ella terra e "egli abi&&i &i
ri"ucono a un no &o c4e ";incorporeo, i-pa&&ibile, i--obile, inco-pren&ibile,
in"e8inito, in una parola, alla nega#ione "i tutti gli attributi "ell2e&i&ten#a$ In8atti, &ia
c4e l2uo-o attribui&ca a cia&cun oggetto uno &pirito o genio &peciale, &ia c4e
concepi&ca l2uni.er&o co-e go.ernato "a un;unica poten#a, ei &i ri"uce &e-pre a
&upporre una entit1 incon"i#ionata, .ale a "ire, i-pa&&ibile, per &piegare in /ualc4e
-o"o il 8eno-eno, c4e altri-enti giu"ica inconcepibile$ Mi&tero "i %io e "ella
ragioneE A88ine "i ren"ere l2oggetto "ella propria i"olatria &e-pre pi7 ra#ionale, il
cre"ente .ien -an -ano &poglian"olo "ella &ua parte reale, e "opo pro"igi "i logica e
"i genio, gli attributi "ell2e&&ere per eccellen#a &i tro.ano alla 8ine e&&ere gli &te&&i "el
nulla$ 5ue&ta e.olu#ione 6 ine.itabile e 8atale' l2atei&-o &erpeggia in 8on"o a" ogni
teo"icea> (Sistema delle contraddizioni, Prologo*$
Giunti una .olta a /ue&ta conclu&ione &upre-a e a /ue&to tenebro&o abi&&o,
&e-bra c4e le 8urie &i i-po&&e&&ino "ell2ateo$ Le be&te--ie gon8iano il &uo cuore,
&tro##ano nella gola, bruciano le &ue labbra, e /uan"o cerca "i co-porle a pira-i"e,
l;una all;altra &o.rapponen"o, per giungere 8ino al trono "i %io, .e"e con &pa.ento
c4e in luogo "i aleggiare, ca"ono .inti "al loro pe&o &peci8ico, gra.i e pe&anti
nell2abi&&o c4e 6 loro centro$ 0ella &ua lingua non tro.i parole c4e non &iano
&arca&tic4e o &"egno&e, non 8ra&i c4e non e&pri-ano 8urore o .ergogna, non "i&cor&i
c4e non &i a""i-o&trino ";uo-o 8renetico$ Il &uo &tile 6 al te-po &te&&o gra.e e"
energico, elo/uente &en#a orpello, e cinica-ente ro##o$ 5ui e&cla-a' =A c4e &er.e
a"orare /ue&to 8anta&-a "i "i.init1 e c4e ancora &i .uole "a noi "a /ue&to baccano "i
i&pirati c4e ci per&eguitano coi loro &er-oniG> (Sistema delle contraddizioni, c$ III*$ E
poco "opo e&ce in e&pre&&ioni "a cinico' = %io, io non lo cono&co per nulla: /ui
ancora .;4a "el -i&tici&-o$ Se .i "ebbo a&coltare co-inciate a togliere /ue&ta parola
"ai .o&tri "i&cor&i, giacc4@ tre-ila anni "2e&perien#a -;appre&ero c4e c4iun/ue -i
parla "i %io, attente alla -ia libert1 o alla -ia bor&a$ 5uanto -i "o.ete .oiG 5uanto
.i "ebbo ioG ecco la -ia religione, il -io %io> (I$ c$ (I*$ (enuto al paro&&i&-o "ella
rabbia, e&plo"e &i &caglia in /ue&te parole (c$ (III*' =Per -e "ico' il pri-o "o.ere
"ell;uo-o libero e intelligente 6 "i re&pingere ince&&ante-ente l2i"ea "i %io "al &uo
&pirito e "alla &ua co&cien#a, giacc4@ %io, &e e&i&te, 6 e&&en#ial-ente ne-ico "ella
no&tra natura, e noi non "ipen"ia-o in alcun -o"o "alla &ua autorit1E$$$ Con /ual
"iritto %io -i "ir1' Sii &anto perc4@ io &ono &antoG Spirito -entitore, gli ri&pon"erei
io, %io i-becille, 6 8inito il tuo regno, cerca tra i bruti nuo.e .itti-e$ So c4;io non
&ono n@ po&&a -ai "i.enir &anto: e co-e lo &arai tu, tu, &e -i a&&o-igliG Pa"re eterno,
Gio.e o Geo.a, noi abbia-o appre&o a cono&certi$ Tu &ei, tu 8o&ti e tu &arai &e-pre il
gelo&o "i A"a-o, il tiranno "i Pro-eteo>$ Poco "opo nello &te&&o capitolo,
apo&tro8an"o la "i.init1 c4e nega' =Tu trion8a.i e ne&&uno o&a.a contra""irti, /uan"o
"opo a.er tor-entato l2ani-a e il corpo "el giu&to Giobbe, 8igura "ella no&tra
u-anit1, in&ulta.i al &uo &entire can"i"a-ente pio, alla &ua ignoran#a "i&creta e
ri&petto&a$ 0oi era.a-o co-e tanti nulla "a.anti alla tua -ae&t1 in.i&ibile, c4e nella
no&tra i--agina#ione a.e.a a &gabello la terra e a trono il cielo$ E" ora eccoti
"etroni##ato e abbattuto' il tuo no-e per tanto te-po ulti-a parola "el &aggio,
&an#ione "el giu"ice, 8or#a "el principe, &peran#a "el po.ero, ri8ugio "el peccatore
pentito, il tuo no-e inco-unicabile, ";ora innan#i &ar1 accolto col "i&pre##o e
coll;anate-a, &ar1 8i&c4iato "agli uo-ini$ Concio&&iac4@ %io 6 &tolte##a e .ilt1,
ipocri&ia e -en#ogna, tirannia e -i&eria: %io 6 il -ale$ Sino a tanto c4e il genere
u-ano &i inginocc4ier1 innan#i un altare, &ar1 ripro.ato e &c4ia.o "ei re e "ei preti:
&ino a tanto c4e un uo-o in no-e "i %io rice.er1 il giura-ento "i un altro uo-o, la
&ociet1 &ar1 ba&ata &ullo &pergiuro, la pace e l2a-ore non tro.eranno pi7 po&to 8ra i
-ortali$ %io, non i--i&c4iarti pi7 nelle no&tre co&e, giacc4@ ora &aggio e non pi7
ti-oro&o "i te, giuro, la -ano te&a .er&o il cielo, c4e tu non &ei c4e il carne8ice "ella
-ia ragione, c4e lo &pettro "ella -ia co&cien#a>$
=I lui c4e lo "ice' %IO I LO SPETTRO %ELLA SUA COSCIE03A$ 0e&&uno pu?
negare %io &en#a con"annare &e &te&&o, ne&&uno 8uggirlo &en#a 8uggire &e &te&&o$
Si-ile &ciagurato 6 gi1 all2in8erno pri-a "i abban"onare la terra$ 5ue&te contra#ioni
-u&colari .iolenti &D -a &en#a 8or#a, /ue&ta 8rene&ia, /ue&ti 8urori, /ue&te rabbie non
"i.er&i8icano punto "a /uelle "ei ripro.ati$ Sen#a carit1 e &en#a 8e"e, 4a per"uto
per8ino l2ulti-o bene c4e ri-anga all;uo-o' la &peran#a$ E tutta.ia alcuna .olta,
parlan"o "el cattolici&-o 6 "o-inato, &en#a &aperlo "ella &ua cal-a e &anti8icante
in8luen#a$ Allora co-e per incanto ce&&ano le &ue torture$ Uno #e88iro rin8re&cante
.enuto "al cielo, pa&&a &ul &uo .olto, a&ciuga il &uo &u"ore, &o&pen"e i &uoi acce&&i
epilettici e" 6 allora c4e e&ce nelle &eguenti parole' =O4E co-e il cattolice&i-o &i
-o&tra pi7 pru"ente, e "i /uanto .i &upera, &an&i-oniani, repubblicani, uni.er&itari,
econo-i&ti, nella cogni#ione "ell2uo-o e "ella &ociet1E Il &acer"ote &a c4e la no&tra
.ita non 6 altro c4e un .iaggio, e c4e il no&tro per8e#iona-ento non 6 e88ettibile
/uaggi7: e perci? .a pago "i a..iare &ulla terra una e"uca#ione c4e in cielo a.r1 il
&uo co-pi-ento$ L2uo-o in8or-an"o&i "alla religione, contento "i &apere, "i 8are e "i
ottenere /uel c4e ba&ta per la .ita terrena, non &ar1 -ai ";i-paccio al go.erno, -a ne
&ar1 piutto&to il -artireE O religione "iletta, &ar1 .ero "un/ue c4e una borg4e&ia la
/uale 6 tanto bi&ogno&a "i te, .enga al punto "i &cono&certiG>$
(i&to /uale i-portan#a "ebba&i "are alla reputa#ione "i Prou"4on "i buon logico e
con&eguente a &@ -e"e&i-o, par-i con.eniente, &e non nece&&ario, "ire /ualco&a "i
pi7 &u /ue&to argo-ento pi7 c4e non &e-bri gra.e e intere&&ante$ Il 8atto "ella &ua
reputa#ione benc4@ pubblico, notorio, e" e.i"ente 6 "el tutto ine&plicabile o.e &i
pen&i, c4e egli 4a a"ottato, uno "opo l2altro, tutti i &i&te-i relati.i alla "i.init1 e c4e in
ci? 8are &i -o&tra il -eno logico "ei -o"erni &ociali&ti' co&icc4@ il 8atto "ella &ua
reputa#ione contra""ice ai -oti.i "i e&&a$ 0e ri&ulta c4e la 8a-a "ella &ua coeren#a 6
contra""etta "ai 8atti$ Per /uali .ie &otterranee, per /uale concatena#ione "i argute
&e"u#ioni la &ociet1, parlan"o "elle pale&i contra""i#ioni prou"oniane, &ia giunta a
"are a tali contra""i#ioni il no-e c4e loro &i oppone, /uello "i con&eguen#e, 6
proble-a "a &ciogliere, un -i&tero "a &piegare$
La /ual &piega#ione e &ciogli-ento e&ce "a una con&i"era#ione, c4e cio6 nelle
teorie "i Prou"4on a..i contra""i#ione e con&eguen#a a" un te-po' con&eguen#a
reale, contra""i#ione apparente$ O.e &i e&a-ino a" uno a" uno i 8ra--enti "a -e
portati e &i con&i"erino in &@ e &en#a pi7 oltre a""entrar&i, in cia&cuno "i e&&i
&coprire-o la nega#ione "el &uo prece"ente o &u&&eguente, e in tutti contra""i#ione
reciproca$ Ma &e &i riguar"a alla teoria ra#ionali&tica, "a cui ogni altra tro.a origine,
&i .e"r1 c4e il ra#ionali&-o 6 "i tutti i peccati /uello c4e pi7 6 a88ine al peccato
originale: co-ec46 &ia un errore attuale, c4e nella &ua .a&ta unit1 co-pren"e
poten#ial-ente tutti gli altri a" e&&o congiunti, nono&tante la loro contra""i#ione
.icen"e.ole$ E "i .ero anc4e le contra""i#ioni &ono &u&cetti.e "i certa /ual pace e
unione, /uan"o una contra""i#ione &upre-a le in.olge e abbraccia$ E nel no&tro ca&o
tale contra""i#ione &upre-a &arebbe il ra#ionali&-o c4e 6 nello &te&&o te-po "ei&-o,
pantei&-o, u-ani&-o, -anic4ei&-o, 8atali&-o, &cettici&-o e atei&-o' /uin"i /uello 6
pi7 ra#ionali&ta e -eno incon&eguente c4e 6 nello &te&&o te-po 6 "ei&ta, pantei&ta,
u-anitario, -anic4ei&ta, 8atali&ta, &cettico e ateo$
Si-ili con&i"era#ioni atte a c4iarire /uei 8atti apparente-ente contra""ittori, c4e
&opra "ice--o, giu&ti8icano e#ian"io il no&tro e&a-inare ogni &i&te-a negli &critti "i
Prou"4on in luogo "i e&porre a" una a" una tutte le "i.er&e teorie "ei "ottori &ociali&ti
riguar"o la "i.init1' in Prou"4on e&&e po&&ono e&er colte co&D nella loro unit1 co-e
nel loro in&ie-e$
%opo a.er .i&to ci? c4e pen&ano i &ociali&ti "ella "i.init1, ne re&ta a .e"ere ci? c4e
pen&ano "ell2uo-o, co-e ri&ol.ono il tre-en"o proble-a "el bene e "el -ale, il
/uale con&i"erato nella &ua generalit1 8or-a l;argo-ento "el pre&ente libro$

++++++++++++++++++++++++
CAPITOLO %ECIMO
Seguito dello stesso argomento- Conclusione di questo li!ro-
0on .;4a alcuno tanto in&en&ato c4e o&i negare il bene e il -ale, e la loro
coe&i&ten#a nella &toria$ I 8ilo&o8i "i&cutono &ul -o"o e &ulla 8or-a "ell;e&i&ten#a e
coe&i&ten#a loro: -a tutti a88er-ano concor"e-ente la loro e&i&ten#a e coe&i&ten#a
co-e una co&a "i 8atto$ Tutti ugual-ente con.engono c4e nella lotta in&orta 8ra il
bene e il -ale, il pri-o "e.e riportare &ul &econ"o una .ittoria "e8initi.a$ A--e&&i
/ue&ti punti incontro.ertibili, il re&tante 6 l;oggetto "i un cu-ulo "i opinioni "i.er&e,
"i &i&te-i contra""itori e ";inter-inabili "i&puta#ioni$
La &cuola liberale tiene per 8er-o e &tabilito non e&i&tere altro -ale c4e /uello
originato "alle i&titu#ioni politic4e ce-entate "ai &ecoli, -entre il &o--o bene &ta
nell;atterrare e "i&truggere &i88atte i&titu#ioni$ Il -aggior nu-ero "ei &ociali&ti
con&i"era co-e certi&&i-o, non e&&er.i altro c4e /uello in&ito nella &ociet1, e l;unico
ri-e"io con&i&tere nel totale ro.e&cia-ento e "i&tru#ione "egli or"ini &ociali$ E;
generale la con.in#ione, c4e il -ale "eri.i "alle epoc4e pa&&ate$ I liberali a88er-ano
c4e il bene pu? e88ettuar&i anc4e in pre&ente, e i &ociali&ti &o&tengono c4e l2et1 "ell2oro
non pu? a.ere co-incia-ento c4e nei te-pi a..enire$
%i-oran"o il &o--o bene co&D per gli uni co-e per gli altri in un totale
&con.olgi-ento, c4e "e.e e88ettuar&i nelle regioni politic4e, &econ"o i liberali, e
regioni &ociali, &econ"o i &ociali&ti, entra-be &;accor"ano nella bont1 &o&tan#iale e
intrin&eca "ell2uo-o, c4e .uol e&&ere il 8attore intelligente e libero "i un tale
&co-buia-ento$ Si88atta conclu&ione 6 &tata in -o"o e&plicito procla-ata "ai
&ociali&ti, e" e&&a 6 i-plicita-ente contenuta nella teoria c4e &o&tiene la &cuola
liberale$ E&&a proce"e &D bene "a /ue&ta teoria, c4e negan"ola, negate la teoria &te&&a$
E per .erit1, la teoria &econ"o la /uale il -ale 6 nell2uo-o e proce"e "all2uo-o,
contra""ice all2altra, la /uale a--ette il -ale co-e e&i&tente nelle i&titu#ioni &ociali o
politic4e e "eri.ante "ai e&&e i&titu#ioni$ A--etten"o pri-a, c4e -ai &e con&eguita in
buona logicaG La repre&&ione "el -ale nell2uo-o, e perci? "i nece&&it1 nel con&or#io
ci.ile e nel go.erno$ Supponen"o la &econ"a, c4e co&a &e ne pu? logica-ente
in8erireG L;e&tirpa#ione "iretta "el -ale nella &ociet1 o nel go.erno, c4e 6 il &uo
centro e l2origine &ua$ On"e &i .e"e c4e la teoria cattolica e le teorie &ociali&te
-aggior-ente &ono tra loro non &olo inco-patibili, -a anc4e contra""ittorie$ La
teoria cattolica con"anna ogni &o--o.i-ento politico e &ociale co-e in&en&ato o
inutile$ Le teorie ra#ionali&te pro&cri.ono ogni &pecie "i ri8or-a#ione &ociale
"ell;uo-o, &icco-e inutile e in&en&ata$
Cattolici e ra#ionali&ti &ono per tal -o"o con&eguenti nelle loro con"anne: poic4@
&e il -ale non 8o&&e nel go.erno e nella &ociet1, non .i &arebbe ragione "i ricorrere al
&o--o.i-ento "i e&&o go.erno e "i e&&a &ociet1$ E &e al contrario il -ale non e&i&te
negli in"i.i"ui, e non "eri.a "agli in"i.i"ui, perc4@ -ai e per c4i "o.rebbe a.er
luogo la ri8or-a interiore "ell2uo-oG
Le &cuole &ociali&te non rigettano la /ue&tione po&ta in /ue&ti ter-ini: la &cuole
liberale .e"e al contrario, e non &en#a -oti.o, "elle gra.i incon.enien#e
nell;accettarla$ Accettan"o la /ue&tione co-e e&&a natural-ente &i pre&enta, la &cuola
liberale &i tro.a nella pericolo&a nece&&it1 "i negare a&&oluta-ente la teoria cattolica,
con&i"erata in &e &te&&a e in tutte le &ue con&eguen#e' e" 6 /ue&to a cui ri&oluta-ente
&i ri8iuta$ A-ica "i tutti i principi e "ei loro contrari, e&&a non .uol ro-perla n@ cogli
uni n@ cogli altri, e inten"e continuo a co&tringere le teorie contra""ittorie e le u-ane
contra""i#ioni a" un a-ic4e.ole e -utuo co-poni-ento$ Le ri8or-e -orali non le
&e-brano gi1 un -ale: -a e&&a ritiene otti-i gli &con.olgi-enti politici' non pone gi1
-ente c4e le &ono co&e inco-patibili, poic4@ l2uo-o interior-ente puri8icato non
e&&ere agente "el &o--o.i-ento, e c4i lo opera, per /ue&to &olo 8atto &i "ic4iara "i
non e&&ere inti-a-ente puri8icato$ In /ue&ta occa&ione, co-e in tutte le altre,
l;e/uilibrio 8ra il &ociali&-o e il cattolici&-o 6 "el tutto i-po&&ibile pel &eguente
"ile--a' l2uo-o non "e.e e-en"ar&i, o le &o--o&&e non "e.ono a.er luogo$ Se
l2uo-o i-puro &i a&&u-e l;incarico "i ro.e&ciare e "i&truggere, le ri.olu#ioni
politic4e non &aranno c4e il prelu"io "elle ri.olu#ioni &ociali: e &e l2uo-o la&cia "i
&con.olgere il go.erno per ri8or-are &e &te&&o, non &ono pi7 po&&ibili le ri.olu#ioni
n@ nella politica, n@ nella &ociet1$ Co&D nell;uno e nell;altro ca&o, la &cuola liberale
"e.e "i nece&&it1 ab"icare o nelle -ani "ei &ociali&ti o in /uelle "ei cattolici$
Per con&eguente, i &ociali&ti 4anno per &@ la ragione e la logica, allorc4@
&o&tengono contro i liberali, c4e &e il -ale 6 in&ito nella &ociet1 o nel go.erno, non
re&ta altro a 8are c4e ro.e&ciare il go.erno e la &ociet1 &en#a applicar l;ani-o a
ri8or-are l2uo-o, -entre /ue&ta &arebbe un;i-pre&a pernicio&a e a&&ur"a an#ic4@
nece&&aria e" utile$
Supponen"o la bont1 innata e" a&&oluta "ell2uo-o, egli 6 nello &te&&o te-po
ri8or-atore uni.er&ale e non &u&cetti.o "i ri8or-a: ei 8ini&ce col -utar&i ";uo-o in
%io, e la &ua natura ce&&a "i e&&ere u-ana per "i.enire "i.ina$ Egli 6 in &@
a&&oluta-ente buono e pro"uce 8uori "i &@ colle &ue ri.olu#ioni il bene a&&oluto$
So--o bene e cau&a "i ogni bene, egli 6, eccellenti&&i-o, &apienti&&i-o,
potenti&&i-o$ L2a"ora#ione 6 una nece&&it1 &D i-perio&a, c4e i &ociali&ti, e&&en"o atei
e non poten"o a"orare I""io, 8anno gli uo-ini "6i per a"orare in ogni -o"o /ualc4e
co&a$
E&&en"o /ue&te le i"ee "o-inanti "elle &cuole &ociali&te in attinen#a all2uo-o,
c4iaro 6 c4e il &ociali&-o nega la natura antitetica "ell2uo-o co-e una pura
in.en#ione "ella &cuola cattolica$ Co&D il &an&i-oni&-o e il 8urieri&-o non
a--ettono c4e l2uo-o &ia in tal -o"o co&tituito, c4e il &uo inten"i-ento .a"a "a un
lato e la &ua .olont1 "all;altro, e non conce"ono c4e e&i&ta alcuna contra""i#ione tra
lo &pirito e la carne$ Il 8ine &upre-o "el &an&i-oni&-o &ta nel "i-o&trare
pratica-ente la concilia#ione e l2unit1 "i /ue&te "ue po&&enti energie$ tale &upre-a
concilia#ione &i &i-boleggia.a nel prete &an&i-oniano, il cui co-pito era &anti8icare
la carne collo &pirito, e lo &pirito colla carne$ Il principio co-une a tutti i &ociali&ti,
c4e con&i&te "are alla &ociet1 -al con8or-ata una &truttura analoga a /uella
"ell2uo-o, il /uale 6 co-po&to nel -o"o -igliore, 4a con"otto i &an&i-oniani a
negare ogni &pecie "i "uali&-o poetico, &cienti8ico e &ociale, nega#ione nece&&aria,
&uppo&ta la nega#ione "ella natura antitetica "ell2uo-o$ Procla-ata la paci8ica#ione
tra lo &pirito e la carne, con.eni.a procla-are la paci8ica#ione uni.er&ale e la
riconcilia#ione "i tutte le co&e' e co-e le co&e non &i paci8icano e non &i conciliano
c4e nell2unit1, l2unit1 uni.er&ale era una con&eguen#a logica "ell2unit1 u-ana' "a /ui
il pantei&-o politico, il &ociale e il religio&o, i /uali co&titui&cono il "i&poti&-o
i"eale, a cui inten"ono con 8orte a&pira#ione tutte le &cuole &ociali&te$ Il pa"re
co-une "ella &cuola "i Saint,Si-on e il cori8eo "ella &cuola "i <ourier Anc4e ne &ono
le augu&te e glorio&e per&oni8ica#ioni$
Ritornia-o alla natura u-ana, c4e per ora 6 il no&tro &peciale argo-ento$
Pre&uppo&ta "a una parte la &ua unit1, e "all;altra la &ua bont1 a&&oluta, &i an"? a
procla-are l2uo-o &anto e "i.ino' &anto e "i.ino non &olo nella &ua unit1, -a ancora
in cia&cuno "egli ele-enti co&tituti.i, e /uin"i &i giun&e alla procla-a#ione "ella
&antit1 e "ella "i.init1 "elle pa&&ioni$ La "i.init1 e &antit1 "elle pa&&ioni e&&en"o
&uppo&ta, ne "eri.? la con"anna e&plicita "i ogni &i&te-a "i repre&&ione e "i penalit1,
e &opra tutto la con"anna "ella .irt7, il cui co-pito 6 arre&tarle, i-pe"ire la loro
-ani8e&ta#ione e rintu##are i loro conati$ E" in 8atto tutte /ue&te co&e, c4e &ono a" un
te-po con&eguen#e "i principi anteriori e principi "i pi7 re-ote con&eguen#e, &ono
in&egnate e procla-ate con un cini&-o pi7 o -eno gran"e "a tutte le &cuole
&ociali&te, tra le /uali ri&plen"ono il &an&i-oni&-o e il 8urieri&-o co-e "ue &oli in un
cielo "i &telle$ La riabilita#ione &an&i-oniana "ella "onna e la "ottrina "i <ourier &ulle
attra#ioni non .ogliono "ir altro$ <ourier "ice' =Il "o.ere .iene "agli uo-ini (&i
inten"a "alla &ociet1* e l2attra#ione .iene "a %io>$ La &ignora "e Coi&lin, citata "a
Luigi ReUbau" nei &uoi Studi sui riformatori contemporanei, 4a e&pre&&o lo &te&&o
pen&a-ento -a con pi7 preci&ione "icen"o' =Le pa&&ioni &ono ";i&titu#ione "i.ina, le
.irt7 ";i&titu#ione u-ana>$ Lo c4e .uol "ire, giu&ta i principi "ella &cuola, c4e le .irt7
&ono pernicio&e, &alutari le pa&&ioni$ Ecco perc4@ lo &copo &upre-o "el &ociali&-o &i
6 "i creare una nuo.a at-o&8era &ociale, in cui le pa&&ioni po&&ano -uo.er&i a talento,
co-incian"o "al bale&trare tutte le i&titu#ioni &ociali politic4e, religio&e$ L2et1
"ell2oro, pre"etta "ai poeti e a&pettata "alle na#ioni, a.r1 principio nel -on"o /uan"o
&ucce"er1 /ue&to gran"e a..eni-ento, e &punter1 /ue&ta &plen"i"a aurora$ La terra
allora &ar1 un para"i&o, e /ue&to para"i&o con porte a tutti i .enti, non &ar1 co-e il
para"i&o cattolico, cu&to"ito "a un arcangelo$ Il -ale &parir1 "alla terra, la /uale 6
&tata 8inora, -a c4e non &ar1 -ai per l;a..enire, una .alle "i lacri-e$
Tali &ono i pen&ieri "el &ociali&-o &ul bene e &ul -ale, &u %io e &ull2uo-o$ I -iei
lettori non .orranno "a -e per 8er-o, c4e io &egua pa&&o pa&&o le &cuole &ociali&te
nella &pa.ento&a .ia "elle loro &o--o.itrici &tra.agan#e$ E lo .orranno ancor -olto
-eno con&i"eran"o c4e e&&e "ottrine &ono &tate .irtual-ente ribattute "all;i&tante, in
cui po&i loro &ott;occ4io nella &ua &e-plicit1 e augu&ta -agni8icen#a la "ottrina
cattolica relati.a a /ue&te gran"i /ue&tioni$ 0ulla"i-eno io -i cre"o nell;i-perio&o e
&anto "o.ere "i recare l;ulti-o crollo a /ue&to e"i8icio "ell;errore: e perci? par-i
ba&te.ole e ";a.an#o un &olo argo-ento, una &ola parola$
La &ociet1 pu? e&&ere ri&guar"ata &otto "ue a&petti "i.er&i, cio6 &otto l;a&petto
cattolico e" il pantei&tico$ 0el pri-o e&&a non 6 c4e il co-ple&&o "i una -oltitu"ine
"i uo-ini, c4e .i.ono &otto l2obbe"ien#a e la prote#ione "elle leggi e" i&titu#ioni
-e"e&i-e$ 0el &econ"o 6 un organi&-o c4e .i.e "i un2e&i&ten#a in"i.i"ua, concreta e
nece&&aria$ 0ell;a&petto cattolico la &ociet1 non e&i&ten"o in"ipen"ente-ente "agli
in"i.i"ui c4e la co-pongono, c4iaro 6 nulla poter e&&ere nella &ociet1 c4e non &ia
anterior-ente negli in"i.i"ui: on"e con&egue per nece&&aria illa#ione, c4e il -ale o il
bene c4e .;4a in e&&a, le "eri.ano "all;uo-o$ 0el ri&petto pantei&tico, 6 un .ero
a&&ur"o il tentati.o "i e&tirpare il -ale nella &ociet1 o.e e&i&te inci"ente-ente, e la
ri&olu#ione "i non a.er riguar"o agli in"i.i"ui, nei /uali e&&o &i &ta originaria-ente
e" e&&en#ial-ente$ 0ella &econ"a &uppo&i#ione, per la /uale la &ociet1 6 un e&&ere
e&i&tente per &@, "i una e&i&ten#a concreta, in"i.i"ua e nece&&aria, coloro c4e
propugnano cotale &i&te-a &ono con"otti a ri&ol.ere ";un -o"o &o""i&8acente le
&te&&e /ue&tioni c4e &i 8anno in or"ine all2uo-o$ I &ociali&ti propongono ai cattolici le
&eguenti "i88icolt1' la &ociet1 6 e&&en#ial-ente o acci"ental-ente catti.aG Se
e&&en#ial-ente, co-e pu? &piegar&i il -ale acci"entaleG Se acci"ental-ente, co-e, in
/ual -o"o, in /uali circo&tan#e e in c4e occa&ione l;inci"ente perturbatore 6 .enuto a
"i&truggere l2ar-onia &ocialeG 0oi gi1 .e"e--o co-e i cattolici &ciolgano il no"o "i
tali "i88icolt1, e co-e le ri&ol.ano, e in /ual 8or-a e&&i ri&pon"ano a &i88atte /ue&tioni
relati.e all;e&i&ten#a "el -ale, con&i"erato co-e con&eguen#a "ella pre.arica#ione
u-ana$ Ci? c4e non abbia-o 8in /ui .i&to e c4e non .e"re-o gia--ai, &i 6 il -o"o e
la 8or-a, on"e il ra#ionali&-o &ociali&ta ri&ol.e &i88atte /ue&tioni in or"ine
all;e&i&ten#a "el -ale con&i"erato co-e unica-ente e&i&tente nelle &ociali i&titu#ioni$
5ue&ta &ola con&i"era#ione -i "arebbe a"ito a" a88er-are c4e la teoria &ociali&ta
o"ori "i ciarlatani&-o, e c4e il &ociali&-o non &ia altro c4e l2a ragione &ociale "i una
co-pagnia "i i&trioni$ Per e&&ere &obrio co-e -i &ono propo&to, porr? il &uggello al
-io argo-entare racc4iu"en"o il &ociali&-o nel &eguente "ile--a' O il -ale c4e 6
nella &ociet1 6 un2e&&en#a, o un acci"ente: &e e&&o 6 un2e&&en#a, non ba&ta per
"i&truggerlo porre &o&&opra le &ociali i&titu#ioni, -a 8a -e&tieri rior"inare la &ociet1
&te&&a, c4e 6 l2e&&en#a "a cui le 8or-e traggono la .ita loro$ Se il -ale &ociale 6
acci"entale, allora &iete obbligato a 8are ci? c4e non a.ete 8atto, n@ 8ate, n@ potete -ai
8are' .oi &iete co&tretto &piegar-i in /ual te-po, per /uale cagione, in c4e -o"o e in
/ual 8or-a &ia &opraggiunto un tale acci"ente, e "a poi per /uale -e##o "i illa#ioni
giungiate a tra&8or-are l2uo-o in re"entore "ella &ociet1, "an"ogli il potere "i
"etergere le &ue &o##ure e la.are i &uoi peccati$ Per /ue&to -oti.o gio.a /ui a..ertire
gli i-pru"enti c4e il ra#ionali&-o, c4e attacca con 8urore tutti i -i&teri cattolici,
procla-a "appoi ";un altro -o"o e con altro &copo gli &te&&i -i&teri$ Tra &ociali&ti e i
cattolici non corre c4e /ue&ta "i88eren#a$ I &econ"i a88er-ano il -ale "ell2uo-o e la
re"en#ione "i %io: i pri-i in ca-bio il -ale "ella &ociet1 e la re"en#ione per -e##o
"ell2uo-o$ Il cattolici&-o con /ue&ti "ue a&&erti non 8a c4e a88er-are "ue co&e
&e-plici e naturali' cio6 c4e l2uo-o 6 uo-o, e 8a opere u-ane: %io 6 %io, e 8a opere
"i.ine$ Il &ociali&-o colle &ue a88er-a#ioni &o&tiene c4e l2uo-o i-pren"e e con"uce a
ter-ine le opere ";un %io, e c4e la &ociet1 e&egui&ce le opere proprie ";un uo-o$ C4e
-ai gua"agna la ragione u-ana nell;abban"onare il cattolici&-o pel &ociali&-oG Se
non il porre in non cale ci? c4e 6 e.i"ente in&ie-e e -i&terio&o per /uello c4e 6
-i&terio&o a" un te-po e a&&ur"o$
La no&tra pole-ica contro le teorie &ociali&te per riu&cire intera, "e.e attingere alle
8onti "ello &te&&o Prou"4on, cal#anti &pe&&o "i logica, "i elo/uen#a e "i &arca&-o,
allorc4@ con8uta e pone alle &trette i &uoi con&orti in litigio$
Ecco ci? c4e pen&a Prou"4on "ella natura ar-onica "ell2uo-o propugnata "a
Saint,Si-on e <ourier, e "ella 8utura tra&8or-a#ione "ella terra in un giar"ino "i
"eli#ie, pre"etta "a tutti i &ociali&ti' =Ma l2uo-o, con&i"erato nel co-ple&&o "elle &ue
-ani8e&ta#ioni, e "opo l;intero e&auri-ento "elle &ue antino-ie, ne pre&enta ancora
una, c4e non ri&pon"en"o a nulla &ulla terra, re&ta in&oluta /uaggi7$ Ci? inter.iene
perc4@ l;or"ine "ella &ociet1, per /uanto &i .oglia &upporre per8etto, non ri-uo.er1
gia--ai l2a-are##a e la noia' la 8elicit1 &u /ue&ta terra 6 un i"eale, c4e &ia-o
co&tretti a &eguire &e-pre -a c4e l2antagoni&-o in.incibile "ella natura e "ello &pirito
tiene 8uori "ella no&tra le.atura> (Sistema delle contraddizioni, c$ A*$
Si ponga or -ente al &eguente &arca&-o contro la bont1 innata "ell;uo-o' =Il
-aggior o&tacolo c4e l2eguaglian#a abbia a &uperare, non ri&ie"e pi7 nell2orgoglio
ari&tocratico "el ricco, -a nell2egoi&-o in"i&ciplinabile "el po.ero$ E tenete a calcolo
la &ua connata bont1 per ri8or-are tutto a un tratto la &pontaneit1 e la pre-e"ita#ione
"ella &ua -ali#iaE> (Sistema delle contraddizioni, c$ (III*$ Il &arca&-o cre&ce nelle
parole &eguenti tratte "alla &te&&a opera e "allo &te&&o capitolo' =In .ero la logica "el
&ociali&-o 6 -era.iglio&a' l2uo-o 6 buono, "icono e&&i, -a 6 -e&tieri "i&intere&&arlo
"al -ale perc4@ &e ne a&tenga: l2uo-o 6 buono, -a 6 nece&&ario intere&&arlo al bene
perc4@ lo pratic4i$ Poic4@ &e l2intere&&e "elle &ue pa&&ioni lo tra&porta al -ale, ei 8ar1
il -ale' e &e /ue&to &te&&o intere&&e lo la&cia in"i88erente al bene, non a..err1 -ai c4e
lo pratic4i$ E la &ociet1 non a.r1 il "iritto "i rin8acciargli ";a.er a&coltato le &ue
pa&&ioni, perc4@ &ta.a nella &ociet1 il con"urlo col -e##o "elle &ue pa&&ioni$ 5ual
ricca e pre#io&a natura non ebbe 0erone c4e ucci&e &ua -a"re perc4@ le "a.a noia, e
8ece bruciare Ro-a per go"ere lo &pettacolo "ella pre&a "i TroVaE 5ual ani-a "2arti&ta
ebbe Eliogabalo c4e organi##? la pro&titu#ioneE E il carattere "i Tiberio /uanto non
8u potenteE Ma /ual abo-ine.ole &ociet1 non 8u /uella c4e 8uor.i? /uelle ani-e
"i.ine e tutta.ia pro"u&&e un Tacito e un Marco AurelioE Ecco ci? c4e &i c4ia-a
innocen#a "egli uo-ini e &antit1 "elle &ue pa&&ioni$ Una .ecc4ia Sa88o, abban"onata
"ai &uoi a-anti, rientra nell;or"ine coniugale' "i&intere&&ata all2a-ore, 8a ritorno al
connubio e" ella 6 &antaE Peccato c4e la parola non abbia nella no&tra lingua il
"oppio &en&o c4e 4a nell;ebraicaE Tutti an"rebbero allora "2accor"o &ulla &antit1 "i
Sa88oE>$ Il &arca&-o ri.e&te la 8or-a elo/uente-ente brutale c4e potrebbe c4ia-ar&i
pru"oniana nel &econ"o capitolo "ella &te&&a opera, in cui Prou"4on &i &piega co&D'
=Sor.olia-o &ulle co&titu#ioni "ei &an&i-oniani, 8urieri&ti e" altri bor"ellieri, c4e &i
8an 8orte "i ar-oni##are l;a-ore &pu"orato col pu"ore, colla "elicate##a, col pi7 puro
&pirituali&-o, tri&te illu&ione "i un abietto &ociali&-o, ulti-o &ogno "ella crapula in
"elirio$ Sbrigliate coll2inco&tan#a le pa&&ioni, e .e"rete to&to la carne a&preggiare lo
&pirito: gli a-anti &aranno pi7 a .icen"e c4e &tru-enti "i turpi "iletti: all;e88u&ione
"ei cuori terr1 "ietro il prurito "ei &en&i, e non .i &ar1 bi&ogno per giu"icare "i /ue&te
co&e l;e&&er .i&&uti co-e Saint,Si-on nei lupanari "ella (enere popolare$
E&po&te e co-battute in generale le teorie &ociali&te relati.e ai proble-i c4e
8or-ano il &oggetto "i /ue&to libro, non ci re&ta c4e e&porre e co-battere la teoria "i
Prou"4on ri8erente&i agli &te&&i proble-i per ter-inare una co&D lunga e co-plicata
"i&cu&&ione$ Prou"4on nell;otta.o capitolo "ell;opera, gi1 citata e&pone bre.e -a
co-pleta-ente la &ua "ottrina nei ter-ini &eguenti' =L2e"uca#ione "ella libert1,
l;a""o-e&tica-ento "ei no&tri i&tinti, l;a88ranca-ento o la re"en#ione "ella no&tra
ani-a, 6, co-e 8u pro.ato "a Le&&eing, lo &pirito "el -i&tero cri&tiano: e"uca#ione
c4e per"ura colla no&tra .ita e /uella "ell;intera u-anit1E Mo&6, Bu""a, Ge&7 Cri&to,
3oroa&tro, 8urono e non uno eccettuato, apo&toli "ell2e&pia#ione, &i-boli .i.enti "ella
peniten#a$ L2uo-o 6 "i &ua natura peccatore, .ale a "ire non e&&en#ial-ente 8atto pel
-ale -a -al 8atto, e &uo "e&tino 6 "i ripro"urre continuo in &@ -e"e&i-o il proprio
i"eale>$
In /ue&ta pro8e&&ione "i 8e"e a..i /ualc4e co&a "ella teoria cattolica e "ella teoria
&ociali&ta congiunta, /ualc4e co&a c4e non 6 n@ "ell2una n@ "ell2altra, e c4e appunto
per ci? 8or-a l2in"i.i"ualit1 "ella teoria pru"oniana$
Alla teoria cattolica appartiene la cogni#ione "ell2e&i&ten#a "el -ale e "el peccato,
la con8e&&ione c4e il peccato 6 nell2uo-o e non nella &ociet1 e c4e il -ale non .iene
"a /ue&ta -a "a /uello: 8inal-ente il ricono&ci-ento e&plicito "ella nece&&it1 "ella
re"en#ione e "ella peniten#a$
E alla teoria &ociali&ta riguar"a l;a88er-a#ione c4e l2uo-o 6 re"entore$
5uello c4e co&titui&ce poi l2in"i.i"ualit1 "ella teoria pru"oniana &ta "a una parte
nei "ue &eguenti principi, c4e contra""icono l;uno alla teoria &ociali&ta, l2altro alla
cattolica' l2uo-o re"entore non ri&catta la &ociet1 &e non perc4@ ri&catta &e &te&&o ,
l2uo-o non 8u 8atto catti.o, -a -al 8atto$
La&cian"o "a ban"a, /uello c4e /ue&ta teoria 4a "i con8or-e e colla teoria cattolica
e colla teoria &ociali&ta, -i occuper? &olo "el co&tituente il &uo carattere, "i ci?
in&o--a in 8or#a "i cui ce&&a "i e&&ere cattolica o &ociali&ta, per e&&ere
e&clu&i.a-ente prou"4oniana$
L2in"i.i"ualit1 "i /ue&ta "ottrina ri&ulta "all;a&&erto, c4e l2uo-o 6 peccatore &olo in
/uanto 8u ab origine -al 8atto$ Prou"4on, -antenen"o&i in tale &uppo&i#ione, "ie"e
un;in&igne pro.a "i retto ragionare e "i buona logica nel ricercare 8uori "i %io il
re"entore: giacc4@ 6 c4iaro c4e noi non po&&ia-o e&&ere rico-pri "a c4i -ale ci cre?$
%io non poten"o e&&ere il re"entore, e" il re"entore e&&en"o nece&&ario, l2uo-o o
l2angelo "o.e.ano e&&erlo$ Ma "ubbio&o "ell2e&i&ten#a "ell2angelo e certo "ella
nece&&it1 "ella re"en#ione, Prou"4on 8ece l;uo-o re"entore, il /uale pecca e in&ie-e
ri&catta il &uo$ Tali propo&i#ioni &ono ben conne&&e e legate tra loro, -a per"ono ogni
.alore tolto c4e &ia il 8atto &u cui &i ba&ano' concio&&iac4@, l2uo-o 8u o ben 8atto o
-al 8atto' nel pri-o ca&o la teoria crolla, nel &econ"o &i a88accia un;argo-enta#ione$
Se l2uo-o 6 -al 8atto e" 6 re"entore "i &e -e"e&i-o, .i 6 -ani8e&tae contra""i#ione
8ra la &ua natura e il &uo attributo, giacc4@ l2uo-o, per /uanto &ia -al 8atto, o.e lo &ia
in -o"o c4e po&&a riparare l2opera "el &uo creatore, 8ino al proprio ri&catto, lungi
"all2e&&ere -al 8atto 6 an#i per8etti&&i-o$ %i .ero .;4a egli per8e#ione -aggiore "i
/uella c4e &cancella tutti i no&tri peccati, ripara tutte le proprie i-per8e#ioni, re"i-e
noi &te&&i$
Or bene, &e l2uo-o nel &olo 8atto "i re"i-er&i "a &e -e"e&i-o /ualun/ue &iano
le &ue i-per8e#ioni, 6 un e&&ere per8etti&&i-o, a88er-are "i lui c4e 8u brutta crea#ione
"i %io co-un/ue po&&a &olle.ar&i all;alti&&i-o gra"o "i re"entore, 6 a88er-are ci?
c4e &i nega e negare ci? c4e &i a&&eri&ce' 6 "ire l;uo-o per8etti&&i-o e in&ie-e -al
8atto$
E non &i "ica c4e le &ue i-per8e#ioni .engono "a %io e c4e "a &e &te&&o trae la
per8e#ione alti&&i-a "el re"i-er&i: la ri&po&ta 6 8acile' l2uo-o cio6 non &arebbe -ai
giunto a ri&cattar&i, o.e nel crearlo non gli 8o&&e in poten#a &tata "ata /ue&ta 8acolt1, o
altra al -eno per cui 8o&&e po&&ibile ac/ui&tare la pri-a nella &ucce&&ione "ei te-pi$
Bi&ogna per nece&&it1 a--ettere l;una o l;altra "i /ue&te co&e: /ui a--ettere una
parte 6 a--ettere il tutto, poic4@ l2uo-o /uan"o 8u 8atto, e&&en"o in poten#a anc4e
pri-a "i e&&erlo attual-ente &uo re"entore, era -algra"o le i-per8e#ioni, ente
per8etti&&i-o$ Co-po&te co&D le i"ee, la teoria pru"oniana &i ri"uce a una -era
contra""i#ione "i ter-ini$
%al "etto 8in /ui &i pu? conclu"ere c4e non .i 4a alcuna &cuola, c4e non ricono&ca
l2e&i&ten#a &i-ultanea "el bene e "el -ale, e c4e &olo la cattolica &piega in -o"o
&o""i&8acente la natura e l2origine "ell2uno e "ell2altro e i loro .ari e co-plicati e88etti$
La &cuola cattolica ne in&egna' 1R c4e non .i 4a bene alcuno c4e non .enga "a %io e
c4e tutto ci? c4e proce"e "a %io 6 bene$ BR in /ual -o"o co-inci il -ale per la pri-a
per"ita "ella libert1 angelica e "ella libert1 u-ana, c4e "a obbe"iente e &o--e&&a
"i.iene ribelle e colpe.ole: JR co-e e 8in "o.e /ue&te "ue gran"i pre.arica#ioni
giungono a -utar 8accia alle co&e e a 8arne gua&to: )R $ per ulti-o c4e il bene e&&en"o
per &@ e&&en#iale 6 per &@ eterno, tran&itorio il -ale, e&&en"o ecce#ione: per cui il bene
non pu? n@ cangiare n@ &occo-bere, e il -ale pu? e&&er cancellato e il peccatore
rico-pro$
In appre&&o "are-o la &piega#ione "i /ue&ti gran"i e &o--i -i&teri, la cui
pro"igio&a .irt7 4a e&tirpato il -ale nella &ua origine: giacc4@ ci &ia-o li-itati in
/ue&to libro a lu-eggiare la &o--a arte e abilit1 per cui %io con.erte gli e88etti "ella
ca"uta pri-iti.a in ele-enti co&tituti.i "i un bene e "i un or"ine eccellente$ Per ci?
abbia-o e&po&to in /ual -o"o il -ale e&ce "al bene per la pri-a colpa, e il bene "al
-ale per .irt7 "i %io, &en#a c4e l2a#ione u-ana e la rea#ione "i.ina i-plic4ino
ri.alit1 alcuna &pecie tra e&&eri "all;in8inito "i&giunti$
Riguar"o alle &cuole ra#ionali&te, l2e&a-e "ei loro .ari &i&te-i -o&tra una pro8on"a
ignoran#a "i ci? c4e &i ri8eri&ce a tanto ele.ate /ue&tioni: ignoran#a "i.iene
pro.erbiale per la &cuola 8ilo&o8ica$ La /uale co-e laica, 6 e&&en#ial-ente
antiteologica e co-e antiteologica 6 i-potente a "are un gran"e i-pul&o
all;inci.ili-ento, ri8le&&o continuo "ella teologia$ Se-bra /ua&i "e&tinata a 8al&are
ogni principio colle &ue g4iri bi##o&e co-bina#ioni, &pe&&o contra""itorie e a&&ur"e$
E cre"e co&D "i giungere all2e/uilibrio, e ter-ina alla con8u&ione, cre"e giungere alla
pace e .iene alla guerra$ Sicco-e per? non 6 po&&ibile &ottrar&i intera-ente all2i-pero
"ella &cien#a teologica, la &cuola liberale 6 -eno laica e pi7 teologica c4e non &e-bri$
La /ue&tione "el bene e "el -ale, -eglio ";ogni altra e&&en#ial-ente teologica, 6
"eter-inata e &ciolta "ai &uoi "ottori, /uantun/ue in -o"o c4e -o&tra l;ignoran#a
"ell;arte "i "eter-inarla e "el -o"o "i &cioglierla$ %appri-a preter-ettono la
/ue&tione relati.a al -ale in &@ &te&&o, o -ale per eccellen#a, e &i occupano "i una
&ola &ua &pecie, /ua&ic4@ ignoran"o il -ale nella &ua e&&en#a lo &i po&&a cono&cere
nelle &ue &pecialit1$ Appre&&o, particolareggian"o il ri-e"io, co-e a.e.ano
particolareggiato il -ale, non lo rin.engono c4e in certe 8or-e politic4e, le /uali
&ono "ietro i "ettati "ella ragione e "ella &toria "el tutto in"i88erenti$ In"ican"o il -ale
o.e non 6, e il ri-e"io o.e non &i tro.a, la &cuola liberale porta la /ue&tione in altro
terreno e non &uo, ponen"o "i&or"ini e con8u&ioni nelle regioni "ell;intelletto$ Il &uo
&o--o pre"o-inio 8u 8une&to alle &ociet1 u-ane, e "urante il &uo regno pa&&eggero,
il principio "i&&ol.ente "ella "i&cu&&ione "i&tru&&e il buon &en&o "ei popoli$ In /ue&to
&tato "ella &ociet1 tutto 6 "a te-ere, -uta#ioni .iolente, cata&tro8i, ri.olu#ioni$
5uante alle &cuole &ociali&te, e&&e nel &olo -o"o "i porre la /ue&tione, c4iari&cono
la &uperiorit1 loro &ulla &cuola liberale c4e non 6 capace "i opporre la -eno-a
re&i&ten#a$ E&&en#ial-ente teologi co-e &ono, -i&urano gli abi&&i nella loro
pro8on"it1 e a loro -o"o non -ancano "i certa /uale piene##a ";i"ee e abilit1 nel
"eter-inare i proble-i e "arne le &olu#ioni$ Ma /uan"o &i con&i"erano con pi7
atten#ione, /uan"o &i pone -ano al labirinto "elle loro &olu#ioni contra""icenti, &i
ricono&ce a" occ4i .eggenti la ingenita "ebole##a per &-agarci "elle loro gran"io&e
apparen#e$ I &ettari &ociali&ti &ono co-e i pagani, "i cui i &i&te-i teologici e
co&-ogonici o88rono un -o&truo&o contra&to "i tra"i#ioni biblic4e &8or-ate e
inco-plete e "i ipote&i 8al&e e in&u&&i&tenti$
L;at-o&8era c4e li recinge, at-o&8era i-pregnata "a e-ana#ioni cattolic4e, "1 loro
apparen#a "i .ero e "i gran"e: e alla loro "ebole##a, all2ignoran#a "ei "o--i,
all2oblio "elle tra"i#ioni, al "ileggio con cui 6 "a e&&i ri-eritata la C4ie&a "epo&itaria
uni.er&ale "ei principi "i 8e"e cattolici e "elle cri&tiane -e-orie, "ebbono le loro
contra""i#ioni n@ poc4e n@ lie.i$ A &i-ilitu"ine "ei no&tri pone.ano in bocca a Ce&are
"i&cor&i "egni "el Ci" e in /uella "ei loro capi Mori &enten#e "a ca.alieri "i Cri&to, i
&ociali&ti ";oggi"D &en#a po&a occupati a con8igurare ra#ional-ente le parole
cattolic4e, con &e-plicit1 pi7 pre&to c4e genio e pi7 con buaggine c4e arte$
0on .;4a co&a -eno cattolica e -eno ra#ionali&ta "i /uella "i a.er po&to a ruba e a
&acco la citt1 ra#ionali&ta e la citt1 cattolica, pren"en"o a /uella le i"ee con tutte le
loro contra""i#ioni, a /ue&ta le 8or-e con tutte le loro -agni8icen#e$ Il Cattolici&-o
non con&entir1 -ai per parte &ua a /ue&te -ene &can"alo&e, a /ue&ta .ergogno&a
con8u&ione, a /ue&ti igno-inio&i ruba-enti$ Il Cattolici&-o 6 in gra"o "i pro.are,
c4;e&&o &olo po&&ie"e la ta.ola ragionata "i tutti i proble-i politici, religio&i e &ociali,
c4e &olo 6 nel &egreto "elle gran"i &olu#ioni: c4e non ba&ta accettarlo o negarlo a
-e##o, n@ togliere le &ue e&pre&&ioni per na&con"ere con e&&e la nu"it1 "i altre
"ottrine: c4e non .i 4a altro -ale e altro bene c4e /uelli "a e&&o "i&egnati per tale:
c4e le co&e non &i po&&ono c4iarire &oltanto &e non col -e##o "elle &ue &piega#ioni:
c4e il %io c4;ei procla-a 6 il &olo .ero %io, c4e l;uo-o c4;ei "e8ini&ce 6 il &olo .ero
uo-o: c4e l;u-anit1 non 6 "i.er&a "a /uella c4;ei "ice' c4e /uan"o egli "i&&e gli
uo-ini e&&ere tra loro 8ratelli, eguali e liberi, 4a "etto pure a" un te-po co-;e&&i lo
&ono, "i /ual -aniera e 8ino a /ual punto: c4e le &ue parole &ono &tate 8atte alla
portata "elle &ue i"ee, e le &ue i"ee 8atte per appoggiare le &ue parole: c4e 6
nece&&ario procla-are la libert1, l2eguaglian#a e la 8ratellan#a cattolica, o negare nel
conte-po tutte /ue&te co&e e tutti /ue&ti no-i: c4e il "o--a "ella re"en#ione 6
e&clu&i.a-ente &uo: c4e ei &olo ci appren"e "a c4i e per c4i la re"en#ione, e il no-e
"el re"entore e /uello "el re"ento: c4e accettare il &uo "og-a per "i&torcerlo 6 opera
"a ciarlatano e giuoco "i pe&&i-o gu&to: c4e c4i non 6 con lui 6 contro "i lui: c4e egli
6 l2a88er-a#ione per eccellen#a, contro "i lui non poter&i apportare c4e una nega#ione
a&&oluta$
In /ue&to -o"o 6 po&ta la /ue&tione 8ra ra#ionali&ti e cattolici$ L2uo-o 6
&o.rana-ente libero e pu?, in /uanto 6 libero, accogliere le &olu#ioni pura-ente
cattolic4e o ra#ionali&tic4e: ei pu? a88er-are tutto o negare tutto, ei pu? &al.ar&i o
per"er&i$ Ci? c4e l;uo-o non pu? 8are &i 6 "i tra&8or-are la natura "elle co&e, c4e 6
i--utabile: &i 6 "i tro.are la pace e il ripo&o nell2ecletti&-o liberale o &ociali&ta$
Sociali&ti e liberali &ono obbligati negare tutto per a.ere il "iritto "i negare /ualc4e
co&a$ Il cattolici&-o, u-ana-ente con&i"erato, non 6 gran"e &e non perc4@ 6 il
co-ple&&o "i tutte le a88er-a#ioni po&&ibili$ Il liberali&-o e il &ociali&-o &ono
i-potenti, perc4@ e&&i co-pren"ono "i.er&e a88er-a#ioni cattolic4e e nega#ioni
ra#ionali&te: e perc4@ in luogo "i e&&ere &cuole contra""ittorie al Cattolici&-o, non
&ono c4e &cuole "i&&i"enti$ I &ociali&ti non &e-brano au"aci nelle loro nega#ioni c4e
/uan"o &i paragonano coi liberali, e in ogni a88er-a#ione .eggono uno &coglio e in
ogni nega#ione un pericolo: -a la loro ti-i"e##a &picca a tutta e.i"en#a o.e &i
-ettano a paraggio coi cattolici$ Allora &i .e"e la 8er-e##a "i /ue&ti nell;a88er-are e
la ti-i"it1 "i /uelli nel negare$ E c4eE (oi ci "ite "epo&itari "i una nuo.a &cien#a
politica, &ociale e religio&a, e intanto ci ragionate "i libert1, ";eguaglian#a e "i
8raternit1, tutte co&e antic4e co-e il Cattolici&-o$ Colui c4e a88er-? "i &@, c4e
&olle.erebbe l;u-ile e atterrerebbe il &uperbo, "i6 in .oi alla &ua parola co-pi-ento e
&uggello$ (i con"anna a non e&&ere c4e &tupi"i co--entatori "el &uo i--ortale
E.angelo' nel -o-ento &te&&o c4e a&pirate nella .o&tra &co-po&ta e 8olle a-bi#ione
a pro-ulgare una nuo.a legge "alle ci-e "i un nuo.o Sinai, -a non "a /uello ";un
no.ello Cal.ario$

++++++++++++++++++++++
LIBRO TER3O
PROBLEMI E SOLU3IO0I ATTI0E0TI ALL2OR%I0E 0ELL;UMA0ITW
X X X
CAPITOLO PRIMO
Trasmissione del peccato- : Domma dell%imperfezione$
Il peccato "el pri-o uo-o &piega a &u88icien#a il gran "i&or"ine e la con8u&ione
tre-en"a, a cui &oggiac/uero le co&e poco "opo la crea#ione: "i&or"ine e con8u&ione
c4e 8urono con.ertiti, co-e abbia-o gi1 .e"uto, &en#a ce&&are ci? c4e erano, in
ele-enti "i un or"ine -igliore e "i una pi7 gran"e ar-onia, -erc@ la &egreta e
inco-unicabile .irt7 c4e 6 in %io, "i trarre l2or"ine "al "i&or"ine, l;a&&etta-ento
"alla con8u&ione, il bene "al -ale, -e"iante un &e-plice atto "el &uo &upre-o .olere$
Ci? c4e il peccato "a &@ &olo non c4iari&ce, &i 6 la perpetuit1 e la per&i&ten#a "i /uella
con8u&ione pri-iti.a, c4e per"ura ancora in tutte co&e e particolar-ente nell2uo-o$
Per c4iarire &i88atta per&i&ten#a "i e88etti 6 nece&&ario &upporre la per&i&ten#a "ella
cau&a, e per &piegare /ue&t;ulti-a 6 nece&&ario &upporre la continua tra&-i&&ione
"ella colpa$
Il "o--a "ella tra&-i&&ione "el peccato con tutte le &ue con&eguen#e 6 uno "ei pi7
tre-en"i -i&teri, "ei pi7 inco-pren&ibili e o&curi 8ra tutti /uelli c4e ne 4a in&egnati la
"i.ina Ri.ela#ione$ 5ue&ta &enten#a "i con"anna, &cagliata &ulla te&ta "i A"a-o
contro tutte le genera#ioni u-ane pa&&ate, pre&enti e 8uture, &ino alla con&u-a#ione
"ei &ecoli, non bene &i accor"a a pri-o a&petto nella -ente u-ana colla giu&ti#ia "i
%io, e ancor -eno con la &ua ine&auribile -i&ericor"ia$ Si &arebbe &tati tentati
ricono&cer.i un "o--a tratto "a /uelle ine&orabili e" o&cure religioni "ell2Oriente, "i
cui gli i"oli non 4anno orecc4ie c4e per u"ire i ge-iti, non 4anno occ4i c4e per
.e"ere il &angue, non 4anno .oce c4e per lanciare anate-i e" in.ocare la .en"etta$ Il
%io .i.ente non &e-bra pi7 il %io cle-ente e "olce "ei cri&tiani, -a piutto&to il
Moloc4 "ei popoli i"olatri, "i.enuto colo&&ale e in&a#iabile, il /uale non pi7 &i appaga
"i alcune .itti-e per &bra-are la .orace &ua 8a-e: -a ing4iotte le une "opo le altre
nelle ine&plicabili ca.erne "elle &ue .i&cere le u-ane genera#ioni$ , Perc4@ &ia-o noi
punite, &i "o-an"ano le na#ioni con.ertite al Signore, &e non 8u--o colpe.oliG
Entran"o nel propo&ito e "iretta-ente al 8on"o "ella /ue&tione, non &ar1 "i88icile
&coprire la &o--a con.enien#a "i /ue&to pro8on"o -i&tero$ O&&er.ia-o innan#i
tratto, c4e /uelli i /uali negano la tra&-i&&ione co-e "o--a ri.elato, &ono obbligati
a ricono&cere c4e la co&a &te&&a, 8atta anc4e "el tutto a&tra#ione "a ci? c4e ne in&egna
la 8e"e, 8ini&ce col toccare lo &te&&o ter-ine per .ie "i.er&e$ Conce"ia-o ora per
&contato, c4e il peccato e la pena, e&&en"o per &@ per&onali, &ono per &@
intra&-i&&ibili, e "i-o&trere-o e#ian"io &ino all;e.i"en#a, c4e, con e&&a o &en#a
/ue&ta conce&&ione, /uel c4e ci in&egna il "og-a re&ta inconcu&&o$ %a tutte le
po&&ibili in.e&tiga#ioni ri&ulter1, c4e il peccato pu? pro"urre in c4i lo co--ette tali
gua&ti e -uta-enti "a alterare 8i&ica-ente e -oral-ente la &ua pri-iti.a
co&titu#ione$ O.e &ia nata l;altera#ione, l2uo-o, c4e tra&-ette tutto /uel ci? c4e 4a
per la propria co&titu#ione, tra&-ette ai &uoi 8igli per .ia "i genera#ione, le con"i#ioni
"ella propria co&titu#ione$ C4e una 8orte e&plo&ione "i collera pro"uca un -alore
nell;uo-o irritato e c4e tal -alore trapa&&i nel te-pera-ento e "i.enga organico, ella
6 co&a "el tutto &e-plice e naturale, co-e pure c4;ei tra&-etta alla prole per .ia "i
genera#ione il -ale organico c4e &o88re$ 5ue&to -ale co&titu#ionale e organico,
riguar"ato &otto l;a&petto 8i&ico, &i ri"uce a una .era -alattia: &otto l;a&petto -orale
poi "i.iene una pre"i&po&i#ione "ella carne a" a&&oggettare lo &pirito alla &te&&a
pa&&ione, c4e nella &ua attualit1 4a pro"otto gua&ti incalcolabili$ 0iente 6 -eno
in"ubitabile "i /ue&to, c4e la pre.arica#ione "i A"a-o, la -aggiore "elle u-ane
pre.arica#ioni, abbia "o.uto alterare e" abbia alterato in -o"o pro8on"o la &ua
co&titu#ione 8i&ica e -orale: la /ual co&a e&&en"o in /ue&ti ter-ini, 6 c4iaro A"a-o
4a "o.uto tra&-etterci il gua&to occa&ionato "alla colpa, e la pre"i&po&i#ione a
co--etterla attual-ente$
%al c4e con&eguita, c4e coloro i /uali negano il "o--a "ella tra&-i&&ione "el
peccato non rie&cono a" alcuna conclu&ione, &e in pari te-po non negano, ci? c4e
e&&i non po&&ono 8are &en#a una &ciocc4e##a e 8ollia e.i"ente, c4e la colpa, /uan"o 6
gran"e la&cia il &uo ger-e nella co&titu#ione e nell2organi&-o u-ano, e c4e e&&o
ger-e "ell2organi&-o e "ella co&titu#ione &i tra&-ette "i genera#ione in genera#ione,
.i#ian"ole in tutto /uello c4e 4anno "i co&titu#ionale e" organico$
0ulla &i gua"agna &u /ue&to terreno, negan"o la tra&-i&&ibilit1 "el peccato, e il
"o--a "ell2i-puta#ione o "ella re.er&ibilit1 "ella pena, poic4@ ci? c4e &i ri-uo.e
co-e ca&tigo, &i ritro.a &otto un altro no-e, cio6 &otto /uello "i &ciagura$
Conce"ia-o pure c4e le &.enture, on"e &ia- 8atti &egno, non &iano una puni#ione, la
/uale i-plica in &@ l2i"ea "i una in8ra#ione .olontaria per parte "i c4i la rice.e, e "i
una "eter-ina#ione .olontaria "a parte "i colui c4e la i-pone: non ri&ulter1 -eno per
/ue&to, c4e la /ualun/ue no&tra &uppo&i#ione le no&tre gran"i &.enture &iano
egual-ente ine.itabili e certe$ 5uelli c4e non le con8e&&ano co-e con&eguen#a
legitti-a "el peccato, &ono obbligati con8e&&arle co-e con&eguen#a naturale "i
rapporti nece&&ari 8ra le cau&e e gli e88etti$ In /ue&to &i&te-a, la corru#ione e&&en#iale
"ella loro natura 8u la pena in8litta ai no&tri pri-i parenti c4e .olontaria-ente
peccarono$ Una .olontaria "i&obbe"ien#a -erit? loro la pena "ella corru#ione c4e 8u
loro in8litta "a un giu"ice incorruttibile$ 5ue&ta -e"e&i-a corru#ione 6 in noi una
&.entura: poic4@ non &i .uole i-porcela co-e una puni#ione, una &.entura, c4e
c;in.olge nella no&tra /ualit1 ";ere"i "i un;in"ole natural-ente corrotta$ E /ue&ta
&.entura 6 &D "eplorabile, c4e %io &te&&o non ce ne pote.a e&entare &e non alteran"o
con un pro"igio&o -iracolo la legge "ella cau&alit1 in&ita nelle co&e$ Tale pro"igio &i
6 a..erato nella piene##a "ei te-pi in -o"o &D con.eniente e &ubli-e, per .ie co&D
&egrete, con -e##i tanto &oprannaturali e con &D ele.ato con&iglio, c4e l2opera
ine88abile "i %io "o.e.a e&&ere &can"alo per gli uni, per gli altri 8ollia$
La tra&-i&&ione "elle con&eguen#e "el peccato &i c4iari&ce "a &@ &en#a la -ini-a
&pecie "i contra""i#ione e &en#a conato$ Il pri-o uo-o nac/ue ornato "i ine&ti-abili
pri.ilegi' la &ua carne era &o--e&&a alla &ua .olont1, /ue&ta all2intelletto, c4e
rice.e.a &ua luce "all2intelletto "i.ino$ Se i no&tri pri-i pa"ri a.e&&ero procreato
pri-a "i ca"ere nel peccato, i loro 8igli a.rebbero partecipato per .ia "i genera#ione
"ella intere##a "i loro natura$ Perc4@ ci? non a.e&&e a" acca"ere, %io a.rebbe "o.uto
abrogare la legge, in .irt7 "ella /uale ogni e&&ere tra&-ette ci? c4e 4a, e l;a.rebbe
"o.uto ca-biare con un2altra, &econ"o la /uale un e&&ere non potrebbe tra&-ettere &e
non /uello on"e preci&a-ente "i8etta$ I no&tri pri-i parenti, "i.enuti &D
&gra#iata-ente ribelli, .ennero con giu&to rigore &pogliati "i ogni loro pri.ilegio: il
loro &o"ali#io &pirituale con %io 8u con.er&o in &epara#ione "a %io -e"e&i-o, la loro
&cien#a "i.enne ignoran#a, la poten#a &i cangi? in "ebole##a, &-arrirono l;originale
giu&ti#ia, .ennero .e"o.ati "ella gra#ia in cui nac/uero e &i tro.arono in una
co-pleta nu"it1$ La loro carne &i ribell? contro la .olont1, la .olont1 contro
l2intelletto, e l2intelletto a &ua .olta contro la .olont1, e /ue&ta contro la carne, e la
carne, la .olont1 e l2intelletto loro contro il %io -agni8ico, c4e a.e.a po&ti in e&&i
cotali -agni8icen#e$ In tale &tato il pa"re non pote.a e.i"ente-ente tra&-ettere per
genera#ione &e non /uello c4e a.e.a, il 8iglio "o.e.a na&cere ignorante, 8iacco,
corrotto, &eparato "a %io, in8er-o, -ortale e ribelle$ Perc4@ il 8iglio na&ce&&e &apiente
"a un pa"re ignorante, 8orte "a un "ebole, unito a %io "a uno &eparato "a %io, &ano
"a un a--alato, i--ortale "a un -ortale, obbe"iente "a un ribelle, a.rebbe "o.uto
-utare la legge, in .irt7 "ella /uale il &i-ile genera il &uo &i-ile, in un;altra per la
/uale il contrario ingenera&&e il contrario$
Ben &i .e"e co-e la ragione naturale, /uantun/ue per .ie "i.er&e, rie&ca allo &te&&o
ter-ine "el "o--a$ <ra e&&i .i &ono "i88eren#e &peculati.e, non per? pratic4e$ Per
-i&urare l2i--en&o inter.allo c4e &epara la &piega#ione naturale e la &oprannaturale
"el 8atto "i cui trattia-o, con.iene "i nece&&it1 portare lo &guar"o -olto al "i l1 "i
/ue&to 8atto, e" 6 allora c4e &i .iene a ricono&cere l;in8econ"it1 "ella &piega#ione
u-ana e la 8econ"it1 -irabile "ella &piega#ione "i.ina$ Pi7 a.anti, /ue&ta 8econ"it1
ri&plen"er1 "ella luce "ell;e.i"en#a: per ora, ci? c4e i-porta al -io &copo &i 6 "i
e&porre e "i-o&trare il "o--a "ella tra&-i&&ione, il /uale, &en#a o&&er.are ci? c4e .i
6 "i .ero nella &piega#ione naturale "el 8atto, retti8ica tutto ci? c4;e&&a 4a "i
i-per8etto e "i 8al&o$
La ragione naturale c4ia-a &.entura ci? c4e ci 6 &tato tra&-e&&o$ Il "o--a lo
c4ia-a con tre no-i, "i colpa, "i pena e "i &.entura' &.entura per ci? c4e 4a "i
ine.itabile, pena per ci? c4e 4a "i .olontario "a parte "i %io: colpa per /uanto 4a "i
.olontario "a parte "ell2uo-o$ Ma in ci? appunto &ta la -era.iglia' /ue&ta &.entura,
c4e 6 una .era &.entura, lo 6 "i tal gui&a c4e "i.iene una 8elicit1: /ue&ta pena, c4e 6
.era-ente una pena 6 un ri-e"io: e /ue&ta colpa, c4e 6 una .era colpa, lo 6 in &i88atta
-aniera, c4e 6 una colpa 8elice$ In /ue&to &ubli-e "i&egno "i %io ri&plen"e, per co&D
e&pri-er-i, pi7 c4e nei &uoi altri "i&egni /uella &o--a .irt7, con la /uale ei concilia
ci? c4e &e-bra inconciliabile, e ri&ol.e in una &inte&i &ubli-e tutte le antino-ie e le
contra""i#ioni$
In /uanto alla colpa, tutta la /ue&tione &i contiene in /ue&to ar"uo proble-a' Co-e
po&&o io e&&ere peccatore /uan"o non peccoG In /ual -o"o, e&&en"o in8ante, po&&o
peccareG
Per ri&ol.erla con.iene o&&er.are c4e il no&tro pri-o parente 6 &tato nel &te&&o
te-po un in"i.i"uo e una &pecie, un uo-o e la &pecie u-ana, la "i.er&it1 e l;unit1
raccolte in uno &olo$ E &icco-e 6 legge 8on"a-entale e pri-iti.a, c4e la "i.er&it1
contenuta nell2unit1 ne e&ca per co&tituir&i a parte, &al.o per? "i ritornare nella &ua
ulti-a 8a&e all2unit1, o.;e&&a ri&ie"e originaria-ente: co&D a..enne c4e la &pecie c4e
era in A"a-o, u&cD "a A"a-o per genera#ione on"e co&tituir&i &eparata-ente$ Ma
&icco-e A"a-o nel te-po &te&&o c4e in"i.i"uo era pure una &pecie, ri&ult? "i
nece&&it1 c4e A"a-o 8o&&e anc4e nella &pecie co-;egli era nell2in"i.i"uo$ 5uan"o
l;in"i.i"uo e la &pecie 8urono la co&a -e"e&i-a, A"a-o 8u allora /ue&ta -e"e&i-a
co&a: /uan"o per? l;in"i.i"uo e la &pecie &i &epararono per co&tituire l2unit1 e la
"i.er&it1, A"a-o 8u /ue&te "ue /ue&te co&e &eparate, co-e era &tato per lo innan#i
/ue&te "ue co&e &te&&e riunite$ (i 8u pertanto un A"a-o in"i.i"uo e un A"a-o &pecie,
e &icco-e il peccato 8u pri-a "ella &epara#ione, e &icco-e A"a-o pecc? in uno alla
&ua natura in"i.i"ua e colletti.a, ne .enne per con&eguen#a c4e l2uno e l2altro
A"a-o 8o&&ero peccatori$ EbbeneE Se l2A"a-o in"i.i"uo 6 -orto, non lo 6 per?
l2A"a-o colletti.o, e non e&&en"o -orto, con&er.a perci? il &uo peccato$ E &icco-e
l2A"a-o colletti.o e la natura u-ana &ono una co&a -e"e&i-a, la natura u-ana 6
continua-ente colpe.ole, in /uanto 6 continua-ente peccatrice$
Applican"o /ue&ti principi al ca&o in /ue&tione, &i .e"e c4iara-ente c4e e&&en"o la
natura u-ana in ogni in"i.i"uo, A"a-o, c4e 6 /ue&ta &te&&a natura, .i.e
perpetua-ente in ogni uo-o, e .i.e in lui con ci? c4e co&titui&ce la &ua .ita, cio6 a
"ire con il &uo peccato$ Allora &i co-pren"er1 pi7 "i leggeri co-e il peccato po&&a
e&i&tere in un neonato$ 0a&cen"o, benc4@ io non &ia c4e un ba-bino, &ono tutta.ia
peccatore: e &ono tale non perc4@ io pecc4i -a perc4@ 4o peccato attual-ente /uan"o
io era A"a-o e" a"ulto, e lo era pri-a "i a.ere il no-e c4e 4o, e innan#i "i e&&ere
&tato un neonato$ Allorc4@ A"a-o u&cD "alle -ani "i %io io era in lui, e" egli pure
era in -e /uan"o io u&cii "al gre-bo -aterno$ On";6 c4e non poten"o-i &eparare
"alla &ua per&ona, non po&&o ne--eno &eparar-i "al &uo peccato$ E non"i-eno io
non &ono A"a-o "o cotal gui&a "a con8on"er-i con lui in -o"o a&&oluto$ C26 /ualc4e
co&a in -e c4e non 6 lui, /ualc4e co&a per cui -i "i&tinguo "a lui, c4e co&titui&ce la
-ia unit1 in"i.i"ua, e c4e -i "i&tingue altre&D "a colui a cui pi7 -i ra&&o-iglio: e ci?
c4e -i co&titui&ce "i.er&it1 in"i.i"ua in attinen#a all2unit1 co-une, &i 6 /uello c4e 4o
rice.uto e -i pro.iene "al pa"re c4e -i 4a generato e "alla -a"re c4e -i 4a portato
nel gre-bo$ E&&i non -i 4anno "ato la natura u-ana, poic4@ /ue&ta -i "eri.a "a %io
pel -e##o "i A"a-o, -a .i 4anno po&to il &uggello "ella 8a-iglia, e" i-prontato le
loro &e-bian#e$ E&&i non -24anno co-partito l2e&&ere, -a la -aniera "ell2e&&ere,
-etten"o il -eno nel pi7, cio6 a "ire /uello per cui -i "i.i&o "agli altri in ci? c4e agli
altri ra&&o-iglio, o, in altri ter-ini il particolare nel co-une, l;in"i.i"uale
nell2u-ano$ E &icco-e nell;uo-o 6 e&&en#iale ci? c42egli tiene "ell2u-ano, e lo 8a agli
altri &o-iglie.ole, e /uello c4e 4a "i "i&tinto "agli altri e "2in"i.i"uale non 6 c4e
acci"ente, ne con&eguita c4e a.en"o "a %io per .ia "i A"a-o /uanto co&titui&ce la
e&&en#a &ua, e "a %io per -e##o "el pa"re ci? c4e co&titui&ce la &ua 8or-a, non .i 4a
uo-o c4e &otto tale a&petto con&i"erato non ra&&o-igli pi7 a" A"a-o c4e a colui
on"e ebbe l2e&i&ten#a$
La /ue&tione relati.a alla pena 6 &ciolta "a &@ "acc4@ &i "1 co-e accertata la
tra&-i&&ione "ella colpa$ E in e88etto l2una non pu? concepir&i "i&giunta' "all;altra$
A--e&&o c42io &ia colpe.ole 6 giu&ta la pena: e &icco-e in /ue&te -aterie ci? c4e 6
giu&to 6 e#ian"io nece&&ario, ne "eri.a per legitti-a con&eguen#a, c4e la &.entura "a
-e patita &en#a ce&&are "2e&&ere tale, 6 nece&&aria-ente una pena$ La &.entura e la
pena nel -o"o u-ano "i giu"icare &ono co&e "i88erenti, -a i"entic4e nel
ri&guar"a-ento "i.ino, L2uo-o c4ia-a &.entura il -ale con&i"erato, co-e e88etto
in"eclinabile "2una cau&a &econ"a, e "eno-ina pena il -ale, c4e un e&&ere libero
in8ligge .olontaria-ente a" un altro in ca&tigo "2una colpa .olontaria$ E poic4@ ci?
c4e inter.iene nece&&aria-ente 6 con&eguen#a "ella .olont1 "i %io, co-e tutto ci?
c4e acca"e per .oler &uo inter.iene nece&&aria-ente ne con&eguita c4e %io 6
l2e/ua#ione &upre-a 8ra il nece&&ario e il .olontario, c4e e&&en"o co&e "i.er&e per
l2uo-o, &ono in %io una &te&&a co&a$ On"e c4iaro 6 co-e &otto il ri&guar"a-ento
"i.ino ogni &.entura &ia &e-pre una pena, ca&tigo e ogni pena una &.entura$
%al 8in /ui "i&cor&o ci 6 "ato giu"icare /uanto &ia gra.e l2errore "i /uelli, c4e &en#a
-era.igliar&i "elle analogie -i&terio&e e "elle inti-e a88init1 c4e %io pone 8ra pa"ri e
8igli loro, re&tano co-pre&i "i &tupore all2i"ea "i &i -era.igliano "i /uelle &te&&e
a88init1 e -i&terio&e analogie 8ra A"a-o ribelle e la &ua &gra#iata progenie$ 0on .;4a
-ente c4e po&&a co-pren"ere, non ragione c4e .alga a cono&cere: non
i--agina#ione atta a 8igurar&i con /uale inti-o e 8orte .incolo %io abbia &tretto gli
uo-ini al pri-o uo-o, c4e 6 a" un te-po unit1 e colle#ione, &ingolare e plurale,
in"i.i"uo e &pecie, c4e -uore e &opra..i.e, c4e 6 reale e &i-bolico, 8igura e"
e&&en#a, corpo e o-bra, c4e ebbe noi tutti in lui, e" 6 in tutti noi, eni--a terribile c4e
&otto ogni nuo.o a&petto pre&enta un nuo.o -i&tero$ E nella gui&a &te&&a c4e n@ con la
i--agina#ione, n@ con la ragione, n@ con l2intelletto l2uo-o pu? co-pren"ere ci? c4e
.24a in /ue&ta natura "i &ingolar-ente co-ple&&o e "i -i&terio&a-ente o&curo: co&D ei
non .ale a cono&cere, -algra"o i conati "i tutte le 8acolt1 "ella &ua ani-a, l;i--en&o
"i.ario c4e cor&e 8ra i no&tri peccati e il peccato "i /ue&t2uo-o, unico, co-e lui per
la &ua pro8on"a -ali#ia e per la &ua inco-parabile gran"e##a$ %opo A"a-o ne&&uno
in tutta la "urata "ei te-pi 4a peccato e pecc4er1 co-e lui$ I-perocc46 il peccato
partecipan"o "ella natura "el peccatore, /uello "2A"a-o 8u uno in&ie-e e "i.er&o,
perc4@ in realt1 8u uno &olo, e in ger-e racc4iu&e tutti i peccati$ Per e&&o peccato
A"a-o -acc4i? in &@ ci? c4e ne&&un altro pu? pi7 -acc4iare, il can"ore "i &ua
innocen#a$ 0oi c4e ora pecc4ia-o, accu-ulan"o peccati &opra peccati, non 8accia-o
c4e &o.rapporre -acc4ie a -acc4ie' &olo A"a-o "eturp? la bianc4e##a "ella ne.e$
La no&tra "annata natura 6 gi1 per &@ un -ale gra.e e i no&tri peccati un -ale pi7
gra.e: /uin"i la &inte&i c4e ne ri&ulta non -anca "i una non &o /ual belle##a relati.a,
c4e pro.iene "all2ar-onia &egreta e&i&tente 8ra la brutte##a propria "el peccato e la
/uella propria "ella natura u-ana$ Le co&e brutte po&&ono ar-oni##are 8ra loro co-e
le co&e belle$ E /uan"o ci? 4a luogo 6 8uor "i "ubbio c4e /uanto e&i&te
";e&&en#ial-ente brutto nelle co&e 6 te-perato in certa gui&a "alla belle##a c4e na&ce
"all;ar-onia e "al colloca-ento loro$ E tale .uol e&&ere la ragione, per cui la
brutte##a &e-bra .enire -eno cogli anni, e la .ecc4ie##a non &t1 -ale colla
brutte##a, la /uale in -e##o alle rug4e per"ette /uel c4e 4a "i ripugnante$ 0iente al
contrario .i 6 "i pi7 &concio e "i pi7 orribile "a i--aginare /uanto la rugo&a
.ecc4ie##a &ul .olto "i un angelo, e la "e8or-it1 congiunta all;aprile "egli anni$ Le
"onne gi1 belle, c4e con&er.ano nell;et1 "i .ecc4ie##a i .e&tigi "i ci? c4e 8urono, -i
par.ero &e-pre orren"e: e in -e /ualco&a gri"a' =C4i 6 &tato il gran colpe.ole, il
/uale 4a riunito per la pri-a .olta co&e, c4e %io 8ece per e&&ere &eparateG>$ 0o, %io
non 4a 8atto la belt1 per la .ecc4ie##a n@ la .ecc4ie##a per la belt1$ Soltanto Luci8ero
tra gli angeli e A"a-o 8ra gli uo-ini congiun&ero la -a&&i-a "ecrepite##a e
.ecc4ie##a, alla pi7 &plen"i"a 8re&c4e##a e alla belt1 pi7 lu-ino&a$

++++++++++++++++++++++
CAPITOLO SECO0%O
Come Dio tragga il !ene dalla trasmissione della colpa e della pena0 e dell%azione
purificante del dolore accettato-

La ragione c4e &i ribella contro la tra&-i&&ione "ella colpa e "ella pena, accetta poi
&en#a ripugnan#a -a non &en#a "olore ci? c4e ci .iene tra&-e&&o: a patto c4e il no-e
&ia &urrogato "a /uello "i &.entura ine.itabile$ E nulla"i-eno non 6 "i88icile pro.are
&ino all;e.i"en#a, c4e e&&a &.entura non pu? e&&ere -utata in una 8elicit1 &e non a
con"i#ione "i e&&ere una pena: "on"e nece&&aria-ente con&eguita, c4e la &olu#ione
ra#ionali&ta 6 in ulti-o -eno accette.ole "ella &olu#ione cattolica$
A non .e"ere nella pre&ente no&tra corru#ione altro c4e un e88etto 8i&ico e
nece&&ario "el gua&to pri-iti.o, l2e88etto "o.en"o per"urare /uanto la cau&a c4e lo
pro"uce, c4iaro 6 c4e &e non .i 4a alcun -e##o per 8ar "i&parire la cau&a, -anca
anc4e il -o"o "i togliere l2e88etto$ E per? la corru#ione pri-iti.a, cau&a "ella
pre&ente, e&&en"o un 8atto co-piuto, la no&tra corru#ione attuale 6 anc4;e&&a un 8atto
"e8initi.o c4e ci co&titui&ce in un continuo -al e&&ere$
Se "a un lato &i con&i"era, c4e 8ra il corrotto e l;incorruttibile, non pu? e&&er.i
alcuna &pecie "2unione, uopo ? in8erire c4e la &piega#ione "ei ra#ionali&ti ren"e "el
tutto i-po&&ibile l;unione "ell2uo-o con %io, non &olo nel te-po pre&ente -a anc4e
in a..enire$ E per .erit1, &e la corru#ione u-ana 6 in"elebile e perpetua, e &e %io 6
eterna-ente incorruttibile, tra l;incorruttibilit1 "i %io e la continua corru#ione
"ell2uo-o e&i&te un2in.incibile ripugnan#a, una a&&oluta contra""i#ione$ L2uo-o per
tanto giu&ta un tale &i&te-a 6 &eparato "a %io per &e-pre$
0@ -i &i acca-pi l;obie#ione c4e l;uo-o pu? e&&ere re"ento: poic4@ la
con&eguen#a logica "i /ue&to &i&te-a 6 propria-ente l;i-po&&ibilit1 "ella re"en#ione
u-ana$ Per la &.entura non e&i&te re"en#ione, a -eno c4e non la &i con&i"eri co-e
una pena, c4e tenga "ietro a una colpa$ Soppre&&o il peccato e &oppre&&a la pena, &ono
in&ie-e &oppre&&i il peccato e la pena, e la re"en#ione "ella &.entura 6 8atta
i-po&&ibile$
In /ue&to &i&te-a, il libero arbitrio "ell2uo-o 6 "el tutto ine&plicabile$ In8atti, &e
l2uo-o na&ce, .i.e e -uore in nece&&aria-ente &eparato "a %io, c4e &igni8ica -ai il
libero arbitrio "ell;uo-oG
Sen#a la tra&-i&&ione "ella colpa 6 "ella pena ro.ina, tutto l2e"i8i#io "o--atico
"ella re"en#ione e "ella libert1 u-ana: e con e&&o in&ie-e ogni altro "o--a: poic4@
&e l2uo-o non 6 libero, ei non 4a il pri-ato "ella terra, &e non 4a il pri-ato "ella terra
/ue&ta non &i uni&ce a %io per .ia "ell2uo-o, e &e e&&a non &i congiunge a %io a
-e##o "ell2 uo-o non pu? in altro -o"o a lui congiunger&i$ L2uo-o &te&&o, &e -anca,
"i libert1, non &i &epara "a %io per ritornare a lui in altra -aniera, -a &e ne &epara
a&&oluta-ente$ %io non pu? ripren"erlo n@ colla bont1, n@ colla giu&ti#ia, n@ colla
-i&ericor"ia &ua, e .engono -eno tutte le ar-onie "ella crea#ione' Tutti i .incoli &i
&pe##ano' il cao& 6 in tutte co&e, e tutte co&e ripio-bano nel cao&$ 5uanto a %io, ce&&a
"i e&&ere il %io cattolico, il %io .i.ente$ %io 6 in alto, le creature &ono in ba&&o: e&&e
non &i curano "i %io, 6 %io non piglia&i cura "elle creature$
In ne&&una parte ri8ulge tanto la con&onan#a "ei "o--i cattolici, /uanto
nell2a--irabile lega-e "i tutte co&e, con&onan#a &D -era.iglio&a e" inti-a tanto c4e
l2u-ana ragione non potrebbe concepire la -aggiore, "i -o"o c42e&&a tro.a&i nella
tre-en"a alternati.a "i accettarli tutti a" un te-po o rigettarli$ E ci? acca"e perc4@
cia&cuno "i e&&i non abbraccia gi1 una .erit1 "i88erente, &ibbene una &ola e i"entica
.erit1, corri&pon"en"o il nu-ero "ei "o--i a /uello "ei loro a&petti$
Ma noi non abbia-o e&aurito le con&eguen#e "el &i&te-a: c4e con&i"ererebbe la
"eplorabile &.entura "ell2uo-o "eca"uto, 8acen"o "el tutto a&tra#ione "alla pena$ Se
la &.entura "ell2uo-o non 8o&&e nel te-po &te&&o una pena, &e altro non 8o&&e c4e
l2e88etto ine.itabile "2una cau&a &econ"aria, non potrebbon&i in alcun -o"o &piegare le
tenui reli/uie "ello &tato pri-iti.o c4e A"a-o con&er.? e c4e noi pure con&er.ia-o$
I co&a notabile o&&er.are, c4e non 6 gi1 la giu&ti#ia co-e &e-bra a pri-o a&petto, -a
la -i&ericor"ia c4e &plen"e in /ue&ta &olenne con"anna "a cui 8u i--e"iata-ente
&eguito il peccato$ E in e88etto, &e %io &i 8o&&e a&tenuto "2inter.enire con una
con"anna nel giorno "ella tre-en"a cata&tro8e: &e .e"en"o l2uo-o &eparato "a lui, ei
pure &i 8o&&e allontanato e rientrato 8o&&e nella pace "el &uo ripo&o, o a tutto "ire, &e in
luogo "i con"annarlo lo a.e&&e la&ciato alle ine.itabili con&eguen#e "ella &ua
"i&unione .olontaria, la ca"uta "ell;uo-o &arebbe &tata &en#a ri-e"io e la &ua per"ita
ine.itabile$
Perc4@ e&&o "i&a&tro a.e&&e un ri-e"io, era nece&&ario c4e %io &i a..icina&&e in
/ualc4e -o"o all2uo-o, riunen"olo a lui, /uantun/ue i-per8etta-ente, col .incolo
"ella -i&ericor"ia$ La pena 8u il .incolo "i unione 8ra il Creatore e la creatura, e in
e&&a pena &i riuni&cono -i&terio&a-ente la giu&ti#ia e la -i&ericor"ia' la -i&ericor"ia
c4e lega, la giu&ti#ia c4e puni&ce$
Col togliere alle &o88eren#e e ai "olori ci? c4e ne co&titui&ce una pena, non &i le.a
loro &oltanto la /ualit1 "i lega-e tra il creatore e la creatura, -a altre&D /uelli c4e
e&&i 4anno nella loro a#ione &ull;uo-o ";e&piatorio e "i puri8icante$ Se il "olore non 6
una pena, egli 6 un -ale &en#a -e&colan#a "i alcun bene: -a &e 6 in.ece una pena, il
"olore c4e 6 un -ale ri&guar"ato nella &ua origine, il peccato, "i.iene un gran bene in
or"ine alla puri8ica#ione "ei peccatori$ L2uni.er&alit1 "el peccato 6 la cau&a
nece&&itante "ell2uni.er&alit1 "ella puri8ica#ione, c4e pure ric4ie"e c4e il "olore &ia
uni.er&ale, a88inc4@ tutto il genere u-ano &i puri8ic4i nelle ac/ue &ue -i&terio&e$
Ecco perc4@ tutti /uelli c4e na&cono, pati&cono "alla culla alla to-ba$ Ecco perc4@ il
"olore 6 co-pagno in"i.i&ibile "ella .ita in /ue&ta tetra .alle riboccante "elle no&tre
lacri-e e piena "elle no&tre la-enta#ioni$ Cia&cun uo-o 6 un e&&ere c4e &o88re, e
tutto ci? c4e non 6 "olore 6 a lui e&traneo$ Se ei getta uno &guar"o &ul pa&&ato, &i
"uole "i .e"erlo o88u&cato: &e lo raccoglie &ul pre&ente, pro.a un2ango&cia perc4@ il
pa&&ato 8u -igliore: e &e lo &o&pinge nell2a..enire, &ente &tringer&i il cuore "allo
&go-ento, perc4@ l2a..enire 6 precinto ";o-bre e "i -i&teri$ Per poco c4e .i ponga
-ente, .e"e c4e il pa&&ato, il pre&ente e l;a..enire 6 tutto, e c4e /ue&to tutto 6 un
nulla' il pa&&ato 6 gi1 pa&&ato, il pre&ente "ilegua, l;a..enire non e&i&te$ Le pri.a#ioni
oppri-ono i po.eri, la &a#iet1 i ricc4i: l;orgoglio tortura i potenti, la noia gli o#io&i,
l;in.i"ia i piccoli, il "i&pre##o i gran"i$ I con/ui&tatori c4e atterrarono i popoli &ono
e&&i -e"e&i-i atterrati "al 8urore, e non calcano gli altri &e non per &al.ar&i colla
8uga$ La lu&&uria in8ia--a col &uo 8uoco i-pu"ico la carne "ell2a"ole&cente$
L2a-bi#ione piglia l2a"ole&cente "i.enuto a"ulto ";altre 8ia--e e "arlo in pre"a a
nuo.i incen"i$ L2a.ari#ia lo raccoglie nel &uo &eno allorc4@ la lu&&uria 6 &bra-ata e
l2a-bi#ione l;abban"ona, con&enten"ogli una .ita arti8iciale c4e &i c4ia-a in&onnia$ I
.ecc4i a.ari .i.ono c4e per non "or-ire, e la loro .ita non 6 altro c4e l;a&&en#a "el
&onno$
Percorrete la terra in ogni .er&o, in"ietrate lo &guar"o, &pingetelo innan#i, "i.orate
col pen&iero lo &pa#io e il te-po: e non tro.erete nei "o-ini "ell2uo-o c4e un "olore
&en#a po&a, un la-ento &en#a 8ine$ Ma /ue&to "olore .olontaria-ente accettato 6 il
regolo "i ogni gran"e##a: poic4@ non .i 4a gran"e##a &en#a &acri8icio, e il &acri8icio
non 6 altro c4e il "olore accettato .olontaria-ente$ 5uelli c4e &ono &tati tra8itti "alla
&pa"a "el "olore, e" 4anno .olontaria-ente accettato il "olore e la &ua &pa"a, il
-on"o li "eno-ina eroi$ La C4ie&a c4ia-a &anti coloro, c4e accettarono tutti i "olori
"ell;ani-a e "el corpo: /uelli c4e &otto il giogo "ell2a.ari#ia rinun#iarono a tutti i
te&ori "el -on"o: coloro c4e &ollecitati "alla gola, 8urono &obri e te-peranti, c4e
bruciati "alla lu&&uria, abbracciarono &anta-ente la lotta e 8urono ca&ti, c4e
&cen"en"o in guerra contro i -ali pen&ieri, riu&cirono .incitori e &en#a -acc4ia:
/uelli c4e pro.an"o non &o /ual "i&piacere alla .i&ta "ei beni altrui, &i a"operarono a
tutta lena per con.ertire in una &anta gioia /uella &.ergognata tri&te##a, /uelli c4e con
la loro u-ilt1 poggiarono tant;altro "a &oggiogare intera-ente l;orgoglio, o in
8renarono le ali "ell2a-bi#ione, c4e li le.a.ano 8ino alle nubi: /uelli c4e "a in8ingar"i
"i.ennero "iligenti, o a88ranti "agli a88anni &eppero con genero&o conato poggiare ai
gau"i &pirituali: /uelli c4e co-pre&i ";a-or proprio .i rinunciarono per a-ore altrui,
e in una "e"i#ione eroica &acri8icarono la .ita in olocau&to al bene "el pro&&i-o' &ono
/ue&ti i &anti c4e la C4ie&a propone all;i-ita#ione e all;e&e-pio altrui$
L;u-anit1 8u concor"e nel ricono&cere nel "olore una .irt7 &anti8icante$ Per /ue&to
&i .e"e c4e in ogni te-po, &otto tutti i cli-i, pre&&o cia&cun popolo l2uo-o 4a re&o un
culto e un o-aggio ai gran"i in8ortuni$ E"ipo 6 pi7 gran"e nel "D "ell;in8ortunio c4e
in /uello "ella gloria: e il -on"o ignorerebbe il &uo no-e &e il 8ul-ine "ella collera
"i.ina non l;a.e&&e &bal#ato "al trono$ La -elanconica belle##a c4e colpi&ce nella
8igura "i Ger-anico, gli "eri.a "alla &.entura c4e lo col&e e "alla bella &ua -orte,
lontano "alla &ua a-ata patria e "al cielo "i Ro-a$ Mario, c4e &i pre&enta co-e uo-o
cru"ele, allorc4@ 6 &orri&o "alla .ittoria, "i.iene &ubli-e /uan"o l;a..er&a 8ortuna lo
&pinge 8ino alla gola nel 8ango "elle palu"i "i Minturno$ Mitri"ate ci appare pi7
gran"e "i Po-peo, e Annibale "i Scipipne$ L;uo-o, &en#a &aper&ene ren"ere una
ragione, piega &e-pre "alla pare "el .into, e l;in8ortunio gli &e-bra pi7 bello "ella
.ittoria$ Socrate 6 -eno gran"e per la .ita c4e per la &ua -orte: l2i--ortalit1 &ua non
gli pro.iene "all2a.er l2a.er &aputo .i.ere &ibbene "all2a.er &aputo eroica-ente
-orire: egli "e.e -eno la &ua gloria alla 8ilo&o8ia c4e alla cicuta$ L2U-anit1 &arebbe&i
in"ignata contro Ro-a &e e&&a a.e&&e con&entito c4e Ce&are -ori&&e co-e un altro
uo-o' la gloria "i Ce&are era &D gran"e c4e -erita.a "2e&&ere coronata "a una gran"e
&.entura$ E&&ere in.e&tito "el &o.rano potere, e -orire tran/uillo nel proprio letto la 6
co&a appena lecita a" un Cro-Fell$ 0apoleone "o.ette -orire in -o"o "i.er&o:
"o.ette -orire .into a Yaterloo: pro&critto "all2Europa: "o.ette a"agiar&i in una
to-ba creata "a %io per lui 8in "al principio "ei &ecoli$ Un abi&&o "o.e.a &epararlo
"al -on"o, e /ue&to abi&&o l2oceano "o.e.a precingerlo coi &uoi -aro&i$
Il "olore &tabili&ce una &pecie "2eguaglian#a tra gli uo-ini c4e &o88rono, cio6 a "ire
8ra tutti gli uo-ini, poic4@ tutti &ono &oggetti, a patire$ Mentre il gau"io per poco ne
"i&giunge, il "olore ci uni&ce in un .incolo 8raterno$ Il "olore toglie l2ecce&&o e "1
/uello c4e -anca per &tabilire nell2uo-o un per8etto e/uilibrio$ L2orgoglio&o non
&o88re &en#a per"ere /ualc4e co&a "el &uo orgoglio: l2a-bi#io&o alcun c4e "ella &ua
a-bi#ione: il collerico parte "ella &ua collera: il lu&&urio&o parte "ella &ua lu&&uria$ Il
"olore 6 &o--a-ente a"atto a te-perare gl2i-peti "ella pa&&ione$ 0el te-po &te&&o
c4e toglie /uanto ne "egra"a e in.ili&ce, ci conce"e /uello c4e ne nobilita$ L2uo-o
in"urato non &o88re &en#a &entir&i portato .er&o la co-pa&&ione, il &uperbo .er&o
l2u-ilt1, il .oluttuo&o .er&o la ca&tit1$ Il .iolento &i ra""olci&ce, il "ebole &i ra88or#a$
0e&&uno e&ce &e non puri8icato "a /ue&to crogiuolo "i "olori, e l2i--en&a
-aggioran#a ne .a &e-pre ricca "i .irt7, c4e pri-a a.e.a ignorato$ L2e-pio n2e&ce
religio&o, gl2a.aro pro"igo "i ele-o&ine, l2uo-o inari"ito nel cuore col "ono "elle
lacri-e, e l2uo-o in"urito: con pieno il cuore "i -i&ericor"ia$ (24a nel "olore un non
&o c4e "i ra..alorante, "i .irile, "i inti-o, c4e 6 la 8onte "2ogni eroi&-o e "2ogni
gran"e##a$ 0e&&uno 4a -ai &entito il &uo contatto &en#a -igliorare$ Il ba-bino
ac/ui&ta pel "olore la .irilit1 "ell;a"ole&cente, /ue&ti la -aturit1 e il &enno
"ell2a"ulto: l2uo-o il .igore "egli eroi, e gli eroi la &antit1 "ei giu&ti$
Per con.er&o c4i 8ugge il "olore per corre "ietro al piacere, co-incia poi a
"i&cen"ere per una &cala al te-po &te&&o rapi"a e continua$ %alla ci-a "ella &antit1
"i&cen"e 8ino all2abi&&o "el peccato, "alla gloria all2in8a-ia, "all2eroi&-o alla .ilt1$
Per l2abitu"ine "i ce"ere &-arri&ce 8inanc4e la -e-oria "el conato, per /uella "i
ca"ere 8ino il potere "i rial#ar&i$ La .italit1 e l2energia "elle poten#e "ell2ani-a,
l2ela&ticit1 e la 8or#a "ei -u&coli "el corpo, tutto &i con&u-a nel piacere$ 0el "iletto
c26 un non &o c4e "i &ner.ante e "i corruttore, c4e reca in &@ una -orte &ilen#io&a e"
occulta$ Mi&ero 6 c4i non re&i&te alla &ua .oce per8i"a e "olce co-e /uella "elle
antic4e &ireneE Sciagurato 6 c4i, a"e&cato "al piacere col &uo ne-bo "i pro8u-i e "i
8iori, non &;arretra n@ 8ugge &go-entato pria "i ca"ere, non e&&en"o pi7 pa"rone "i &@
in /uel "eli/uio c4e pro&&i-o a -orte, c4e il piacere co-unica ai &en&i con l;aro-a
"ei &uoi 8iori, e coll;e88lu.io "ei &uoi pro8u-i$
O.e &i ce"e al piacere, .i &i ca"e -i&era-ente, o &e ne e&ce "el tutto cangiato$ Il
8anciullo c4e .i. &i abban"ona non .e"e l;a"ole&cen#a, e l;a"ole&cente .i tro.a i
capelli bianc4i, i .ecc4i .i rin.engono la -orte$ In gre-bo al piacere l2uo-o la&cia
co-e altrettante &poglie la poten#a "ella &ua .olont1, la 8or#a "el &uo ingegno,
l2i&tinto alle a#ioni genero&e$ Egoi&ta 8ino al cini&-o, cru"ele &ino alla &tra.agan#a,
&ente ri-e&colar&i nel &angue pa&&ioni &en#a no-e$ Se cote&tui 6 "i ba&&a con"i#ione
pa&&er1 "alle -ani "ella giu&ti#ia in /uelle "el carne8ice: e &e per con.er&o 6 "i
ele.ata pro&apia i-palli"irete "i terrore al .e"erlo allentare le re"ini ai &uoi .oraci
appetiti e ai &uoi i&tinti 8eroci$ 5uan"o I""io .uole punire i popoli ei li incatena pei
loro peccati ai pie"i "egli uo-ini .oluttuo&i' &.igoriti i loro &en&i "all2oppio "ei
piaceri, non po&&ono e&&ere &.egliati "a /uello &tupi"o torpore &e non "all2o"ore "el
&angue$ 5uei lubrici -o&tri c4e i pretoriani &aluta.ano con il no-e "i i-peratori nella
Ro-a i-periale, erano .oluttuo&i, e &-a&colinati$ La <rancia tribut? nello &te&&o
te-po un culto alla pro&titu#ione e alla -orte' alla pri-a nei &uoi te-pli, alla &econ"a
nelle pubblic4e pia##e e &o.ra i patiboli$
Pertanto c26 nel "iletto alcun c4e "i -ale8ico e "i corro&i.o, co-e nel "olore
/ualc4e co&a "i puri8icante e "i.ino$ 0@ gi1 &i pen&i, c4e per e&&ere 8ra loro contrarie,
/ue&te co&e non &i uni&cano poi in un certo /ual -o"o: poic4@ co-e c4i accetta
.olontaria-ente il "olore tro.a in &@ un non &o /ual gau"io &pirituale c4e rial#a e
rin8ranca: -e"e&i-a-ente c4i &i co--ette in braccio al piacere pro.a in &@ un certo
"olore c4e in luogo "i a88or#arlo, lo &ner.a e" oppri-e$ Il "olore /uella pena co-une,
a cui l;uo-o &oggiace in 8or#a "el peccato$ %o.un/ue ei -uti il pa&&o o rigiri lo
&guar"o, &i tro.a &e-pre 8accia a 8accia col "olore, /ua&i &tatua -uta e lacri-o&a, c4e
&ta "iritta a lui "a.anti$ Il "olore 4a /ue&to "i co-une con la "i.init1, c4e 6 co-e un
circolo il /uale tutti ne co-pren"e e" in.e&te$ Allorc4@ noi gra.itia-o in .er&o il
centro, gra.itia-o .er&o "i lui, e /uan"o noi -uo.ia-o .er&o la circon8eren#a,
-uo.ia-o a" e&&o "el pari: -a &ia c4e gra.itia-o, &ia c4e -uo.ia-o .er&o il "olore:
non 8accia-o c4e gra.itare e correre .er&o %io, ter-ine e &egno "ei no&tri pa&&i e
"elle no&tre gra.ita#ioni$ La "i88eren#a &ta in ci?, c4e per alcuni "olori noi an"ia-o al
%io buono e cle-ente: per altri al %io giu&to e in"ignato: per altri 8inal-ente al %io
"el per"ono e "elle -i&ericor"ie$ In gra#ia "el piacere noi per.enia-o al "olore c4e 6
una pena, e in .irt7 "ella ra&&egna#ione e "el &acri8icio &i .a al "olore, c4e 6 un
ri-e"io$ 5ual non 6 pertanto la "e-en#a "ella progenie "i A"a-o, c4e non poten"o
in .erun -o"o &can&are il "olore, 8ugge il "olore c4e 6 un ri-e"io per poi ca"ere in
/uel "olore c4e 6 una penaE
Ci? c4e abbia-o "etto "i-o&tra, co-e %io &ia -era.iglio&o nei &uoi "i&egni, e
/uanto a--irabile in /uell;atto, on"e trae il bene "al -ale, l2or"ine "al "i&or"ine e le
ar-onie "alle "i&&onan#e$ %alla libert1 u-ana proce"e la "i&&onan#a "el peccato, "al
peccato la "egra"a#ione "ella &pecie, "a /ue&ta il "olore: e il "olore 6 nello &te&&o
te-po una &.entura nella &pecie corrotta e una pena nella &pecie peccatrice' /uale
&.entura "e&&a 6 ine.itabile, in /ual pena 6 re"i-ibile, poic4@ la gra#ia e&&en"o nella
re"en#ione 6 altre&D nella pena$ %i -o"o c4e l2atto pi7 tre-en"o "ella giu&ti#ia "i %io
tro.a&i e&&er l2atto pi7 gran"e "ella &ua -i&ericor"ia$ Cotalc4@ l2uo-o pu?, coll;aiuto
"i %io, ri&olle.ar&i, accettan"o il "olore .olontaria-ente, e per /ue&ta &ubli-e
accetta#ione -utare a un tratto la pena nel ri-e"io "i una .irt7 &en#a paragone$ Ogni
nega#ione "i /ue&ta "ottrina la&cia &u&&i&tere il "i&or"ine originato nell2u-anit1 "alla
colpa, perc4@ -ena "i nece&&it1 a" un te-po alla nega#ione &o&tan#iale "ella libert1
u-ana$
Con&i"erata la /ue&tione &otto /ue&to ri&petto i-plica l2or"ine uni.er&ale "ella
crea#ione, nel -o"o &te&&o e per le &te&&e ragioni "ella /ue&tione attinente alla
pre.arica#ione "egli angeli e "egli uo-ini$ In un -o"o "i .e"ere pi7 ri&tretto, e&&a
intere&&a "iretta-ente e &o&tan#ial-ente l2or"ine &peciale &tabilito "a %io 8ra i "i.er&i
ele-enti, c4e co-pongono la natura u-ana$ I-perocc4@ l2accetta#ione .olontaria "el
"olore non pro"uce i gran"i pro"igi on"e parlia-o, &e non perc4@ 4a la pro"igio&a
.irt7 "i cangiare inti-a-ente l2econo-ia "el no&tro e&&ere$ E&&a "o-a la carne
ribelle, e la ricon"uce alla &o--i&&ione "ella .olont1: trion8a "ella .olont1, e la
ri-ette &otto il giogo "ell2intelletto: ac/uieta la ribellione "ell2intelletto, e lo piega
all2i-perio "el "o.ere$ Col co-pi-ento "el "o.ere l2uo-o ritorna al culto e
all;obbe"ien#a "a %io, "a cui &i era allontanato per la colpa$ Tutti /ue&ti pro"igi &ono
operati "a colui, c4e 8orte reagen"o contro &e &te&&o, 8a .iolen#a alla carne perc4@
obbe"i&ca alla .olont1, alla .olont1 perc4@ &i atte-peri alla ragione, alla ragione
perc4@ congiunta a %io col .incolo "el "o.ere, appren"a in %io e "a %io$
0on 6 /ue&to il luogo ";in"icare a /uali con"i#ioni e con /uali aiuti la .olont1
u-ana &i po&&a ele.are a uno &8or#o co&D &ubli-e e &oprannaturale$ 5uanto rile.a per
ora &i 6 "i accertare il 8atto e.i"ente, c4e &en#a una tale ele.a#ione "ella .olont1
-ani8e&tata -e"iante la .olontaria accetta#ione "el "olore, 6 i-po&&ibile &tabilire la
&o--a ar-onia e l;or"ina-ento -irabile, c4e I""io po&e nell;uo-o e nelle &ue
poten#e$
+++++++++++++++++++++++++
CAPITOLO TER3O
Domma della solidariet, contradizioni della scuola li!erale-
Ogni "o--a cattolico 6 una -era.iglia 8econ"a "i -era.iglie$ L2inten"i-ento
u-ano lo con&i"era &icco-e e.i"ente propo&i#ione o legitti-a con&eguen#a "i un
principio a cui 6 unito in -o"o rigoro&o$ E ogni nuo.o "o--a ci "i&copre un nuo.o
-on"o pi7 a-pio, in cui lo &pirito nuota co-e negli &plen"ori "ell;alto$
Merc@ la loro uni.er&alit1 i "o--i cattolici &piegano i 8atti uni.er&ali e per
reciproca .icen"a i pri-i &ono "ai &econ"i &piegati: co&icc4@ nell2uno 6 c4iarito il
.ario, nel .ario l2uno, il contenente nel co-pre&o e /ue&to in /uello$ Il "o--a "ella
&apien#a e "ella pro..i"en#a "i %io &piega l2or"ine e la -era.iglio&a ar-onia "elle
co&e create, e per e&&e noi &ia-o con"otti alla &piega#ione "el "o--a cattolico$ Il
"o--a "ella libert1 u-ana &piega la pre.arica#ione pri-iti.a, c4e poi a &ua .olta,
"i-o&tra il "og-a$ La pre.arica#ione a"a-itica, principio "i 8e"e e 8atto
tra"i#ionale, "1 la &piega#ione co-pleta "ei gran"i "i&or"ini c4e alterarono il bello e
il concerto "ella crea#ione, e c4e &ono conte-poranea-ente argo-ento "ella pri-a
colpa$ Il "o--a in&egna c4e il -ale 6 una nega#ione e il bene un2a88er-a#ione, e la
ragione aggiunge c4e non .i 4a alcun -ale c4e non &i ri&ol.a nella nega#ione "i una
a88er-a#ione "i.ina$ Il "o--a procla-a c4e il -ale 6 una -o"alit1 e il bene una
8or-alit1, e i 8atti "i-o&trano c4e non .i 4a alcun -ale c4e non &i ri"uca al .i#io e al
"i&or"ine, e c4e non .i 4a 8or-alit1 c4e non &ia relati.a-ente per8etta$ Il "o--a
a88er-a c4e %io trae il bene uni.er&ale "al -ale uni.er&ale, e un or"ine per8etti&&i-o
"a un "i&or"ine a&&oluto: e abbia-o gi1 .i&to in c4e -o"o tutte le co&e .engano "a
%io, co-un/ue per .ie "i.er&e, per co&tituire con lui l2or"ine uni.er&ale e &upre-o$
Se noi pa&&ia-o "all2or"ine uni.er&ale all2or"ine u-ano, il ne&&o e l2ar-onia "ei
"o--i 8ra loro e coi 8atti, non &ono -eno e.i"enti$ Il "o--a c4e in&egna la
corru#ione &i-ultanea "ell2in"i.i"uo e "ella &pecie in A"a-o, ne &piega la
tra&-i&&ione, per .ia "i genera#ione "ella ca"uta e "ei &uoi e88etti: e la natura
antitetica, contra""icente e "i&or"inata "ell2uo-o ne gui"a /ua&i a -ano,
&ucce&&i.a-ente "i in"u#ione in in"u#ione, 8ino al "o--a "i una corru#ione generale
"ella &pecie u-ana, "i una corru#ione tra&-e&&a col &angue, e "ella pre.arica#ione
pri-iti.a$ Il /uale ulti-o &i collega con /uello "ella libert1 "ata all2uo-o e con /uello
"ella Pro..i"en#a "a cui la libert1 pren"e na&ci-ento, e co&D "i.iene co-e l;anello "i
congiun#ione 8ra i "o--i c4e &piegano l2or"ine e l;ar-onia "elle co&e u-ane e /uelli
altri c4e c4iari&cono il pe&o, il nu-ero e la -i&ura "ella loro crea#ione$
Continuan"o ora a" e&porre i "o--i relati.i all2or"ine u-ano, ci &ar1 8atto "i
&corgere co-e "a e&&i "eri.ino /ua&i "a abbon"e.ole &orgente tutte le leggi generali
"ell2u-anit1, -era.iglio&e per &apien#a, per gran"e##a a--irabili$
%al "o--a, "el concentra-ento "ella natura u-ana in A"a-o, e "a /uello "ella
tra&-i&&ione "i /ue&ta &te&&a natura a tutti gli uo-ini proce"e, co-e con&eguen#a "a
principio, il "o--a "ell2unit1 &o&tan#iale "el genere u-ano$ Il genere u-ano
e&&en"o, uno "e.2e&&ere nel te-po &te&&o, e con8or-e-ente a &i88atta legge "i.er&o:
legge pi7 "2ogni altra uni.er&ale, 8i&ica e -orale, "i.ina, e" u-ana, in .irt7 "i cui
l2uno &i "eco-pone nel .ario, e il .ario nell2uno$ Il genere u-ano 6 uno nella e&&en#a,
"i.er&o negli in"i.i"ui c4e lo co-pongono: i-perocc46 e&&o 6 uno e "i.er&o nel
te-po -e"e&i-o$ Pari-enti ognuno "i /ue&ti in"i.i"ui "i&tinto "agli altri per ci? c4e
lo co&titui&ce in"i.i"uo e per ci? c4e lo co&titui&ce in"i.i"uo "i /uella "ata &pecie agli
altri congiunto, 6 uno e in&ie-e "i.er&o, co-e il genere u-ano$ Il "o--a "el peccato
attuale @ correlati.o al "o--a "ella "i.er&it1 nella &pecie' /uello "el peccato
originale e /uello "ell2i-puta#ione all2altro "ell2unit1 &o&tan#iale "el genere u-ano, e
"a entra-bi con&eguita "iretta-ente il "o--a &econ"o cui l2uo-o 6 &o--e&&o a"
una re&pon&abilit1 co-une col re&to "egli uo-ini$
Si88atta re&pon&abilit1 in co-une, "etta &oli"ariet1, 6 una "elle pi7 belle e pi7
augu&te ri.ela#ioni "el "og-a cattolico$ La &oli"ariet1 &olle.a l2uo-o a "ignit1
-aggiori e a &8ere pi7 ele.ate: e perci? ce&&a "2e&&ere un ato-o nello &pa#io, un
-inuto nel te-po$ (i.en"o pri-a "ella .ita,.i.en"o "opo la -orte, egli abbraccia
tutta la lung4e##a "ei te-pi e la larg4e##a "ello &pa#io$ Per la &oli"ariet1 l2u-ano
con&or#io, 6 a&&o"ato e /ua&i creato' pre&a la parola nel &en&o -o"erno benc4@
antica-ente non ne a.e&&e alcuno, "i unica-ente 8or-ale "ell2u-ana natura, e "i
&tretta parentela "egli uo-ini 8ra loro$
%i /uin"i ci? c4e la natura u-ana per /ue&to "o--a gua"agna in gran"e##a,
l2uo-o lo gua"agna in nobilt1: al contrario "i /uanto a..iene nella teoria co-uni&ta
"ella &oli"ariet1, "i cui parlere-o pi7 innan#i$ Secon"o /ue&ta teoria, l2u-anit1 non 6
&oli"aria in /uanto 6 il co-ple&&o "i tutti gli uo-ini &oli"ari 8ra loro, perc4@ uni
nell;e&&en#a, -a in /uanto e&&a 6 un;unit1 organica e .i.a in cui &i co-penetrano tutti
gli uo-ini, i /uali nonc4@ co&tituirla, &ono &uoi &c4ia.i$ 0el "og-a cattolico gli
in"i.i"ui giungono alla &te&&a "ignit1, cui .enne &olle.ata la &pecie$ Il Cattolici&-o
non innal#a il li.ello "a una parte per abba&&arlo "all2altra, e non 4a -ani8e&tato i
titoli "i nobilt1 "el &ociale con&or#io per u-iliare l2uo-o' l;u-anit1 e l;uo-o &i
eternano congiunta-ente in %io$
5uan"o nella con&i"era#ione "i ci? c4e &ono, -i .eggo in co-unan#a con il
pri-o e con l2ulti-o "egli uo-ini, e /uan"o nella con&i"era#ione "i ci? c4e opero,
.eggo la -ia a#ione &opra..i.er-i e" e&&ere cau&a col &uo perpetuo -oltiplicar&i "i
-ille i -ille altre a#ioni "alla -ia "eri.ate, -i procla-a non &olo per ci? c4e
in"i.i"ual-ente 8eci, -a anc4e per ci? c4e a cau&a -ia 8ecero gli altri, "egno o "i
rico-pen&a o "i -orte' /uan"o con&i"ero tutto /ue&to, -i -uore la parola &ulle
labbra e non &o altro c4e pro&trar-i in &pirito "inan#i a %io, &en#a giungere a
co-pren"ere e -i&urare l2i--en&it1 "ella -ia gran"e##a$
C4i -ai "a %io in 8uori pu? con tanta eguaglian#a ele.are il li.ello "i tutte le co&eG
l2uo-o non lo pu?: e /uella ele.an"o abba&&a l;altra$ 0ella &8era &te&&a "ella religione
ei non &a &ubli-ar&i &en#a a..ilire il Signore, n@ &ubli-are il Signore &en#a a..ilir&i$
0ella &8era "ella politica non giunge a" a-are la libert1 &en#a la licen#a e &en#a
&co-pagnarla "all2autorit1: nella &8era &ociale 8inal-ente &acri8ica la &ociet1 agli
in"i.i"ui, o gli in"i.i"ui alla &ociet1, agitan"o&i in"eci&o 8ra il "i&poti&-o co-uni&ta
e l2anarc4ia pru"oniana$ Se a .olte cerca "i -antenere ogni co&a al &uo li.ello collo
&tabilire una nor-a "i giu&ti#ia, ben pre&to i pe&i &ono &co-po&ti e &or.iene
&propor#ione irri-e"iabile 8ra il pe&o "elle lance e la "ebole##a "ell2uo-o$ Se-bra
c4e %io con&acran"olo re nel "o-inio "elle &cien#e una &ola gliene toglie&&e, /uella
"ell2e/uilibrio$
In ci? noi rin.enia-ola &piega#ione "ell2i-poten#a a&&oluta cui &ono per
i&torica te&ti-onian#a con"annati tutti i partiti "ell2e/uilibrio: co-e pure, perc4@ il
gran"e proble-a "ella concilia#ione "ei "iritti, "ello &tato coi "iritti in"i.i"uali, e
"ell2or"ine colla libert1, &ia &e-pre ri-a&to /uello &te&&o "alla 8on"a#ione "elle pri-e
a&&ocia#ioni in poi$ L2uo-o non pu? -antenere l2e/uilibrio nelle co&e &e non con&er.a
/ue&te nel loro e&&ere, e per 8ar ci? bi&ogna c4e ei non .i ponga -ano$ Co-po&te "a
%io e bene 8on"ate, ogni loro cangia-ento "i&turba l2e/uilibrio$ I &oli popoli c4e
8urono a" un te-po liberi e ri&petto&i, i &oli go.erni per cui 8u re&a po&&ibile la
-o"era#ione e la 8orte##a, &ono /uelli in cui non ebbe l2uo-o -ai parte e le cui
i&titu#ioni &i 8or-arono per una lenta, -atura e continua progre&&ione, propria a "are
&tabilit1 e 8er-e##a$
Si88atto gran"e potere, negato non &en#a ragioni all2uo-o, ri&ie"e e&clu&i.a-ente
in %io$ E ci? perc4@ tutto /uel c4e e&ce "alla &ua -ano ne e&ce in per8etto e/uilibrio,e
.i &i con&er.a o.e non &opra..engano -uta-enti$ Sen#a cercare e&e-pi &tranieri alla
/ue&tione, ci atterre-o alla pura &ua .erit1 c4e pi7 "iritta-ente co-pro.a l2a&&unto
prece"ente$
La legge "ella &oli"ariet1 6 uni.er&ale e &i -ani8e&ta in tutte le u-ane a&&ocia#ioni
in -o"o &D e.i"ente c4e /uante .olte l2uo-o &i a&&ocia, altrettante ca"e &otto la &ua
ine&orabile giuri&"i#ione$ Per i &uoi a&cen"enti 6 in co-unione col pa&&ato, e
coll;a..enire per la "urata &ucce&&i.a "elle a#ioni e /ui per i &uoi "i&cen"enti' co-e
-e-bro "ell;a&&ocia#ione "o-e&tica 6 &oli"ale "ella 8a-iglia: co-e &acer"ote o
-agi&trato entra in co-unan#a "i "iritti e "i "o.eri, "i -erito e "i "e-erito: co-e
-e-bro "ell;a&&ocia#ione politica, porta i pe&i "ella legge "ella &oli"ariet1 na#ionale:
8inal-ente co-e uo-o, 6 &otto /uelli "ella re&pon&abilit1 u-ana$ Benc4@
re&pon&abile per? in tante e tanto .ariate circo&tan#e, con&er.a &e-pre una
re&pon&abilit1 propria, e in tutta la &ua intere##a, non &-inuita, non ri&tretta, non
con8u&a con altre$ Pu? e&&ere giu&to /uantun/ue -e-bro "i una 8a-iglia "i
"elin/uente: puro e incorruttibile /uantun/ue -e-bro "i una &ociet1 corrotta:
pre.aricatore, /uantun/ue -e-bro "i una -agi&tratura i--acolata, e ripro.ato
/uantun/ue -e-bro "i &anti&&i-o &acer"o#io$ Ma il &o--o potere c4e gli 6 &tato
con8erito "i &ottrar&i alla &oli"ariet1 per uno &8or#o "ella &ua .olont1 &upre-a, non
altera per nulla il principio, &econ"o cui in generale, e &al.a la libert1, l2uo-o 6 ci?
c4e 6 la &ua 8a-iglia o.e nac/ue e la &ociet1 in cui .i.e$
Tale &i 8u nella prolunga#ione "ei te-pi &torici la cre"en#a uni.er&ale "ei popoli$ I
/uali ebbero cogni#ione "ella legge "ella &oli"ariet1, anc4e /uan"o non pote.ano
ele.are il loro &pirito &ino alla conte-pla#ione "ella piena &ua gran"e##a, anc4e "opo
per"ute le tracce "elle "i.ine tra"i#ioni$ E&&i la conobbero per i&tinto, ignoran"one
&e-pre le i--ortali ra"ici$ Il "og-a "ell2unit1 "el genere u-ano non e&&en"o
cono&ciuto c4e "al popolo "i %io, gli altri non pote.ano a.ere l;i"ea "ell2u-anit1 una
e &oli"ale$ Ma &e non 8u loro "ato "i applicare /ue&ta legge -i&terio&a al genere
u-ano c4e non cono&ce.ano, l;applicarono per? e&agerata in tutte le a&&ocia#ioni
politic4e e "o-e&tic4e$
L2i"ea "ella tra&-i&&ione -i&terio&a col -e##o "el &angue non &olo "elle /ualit1
8i&ic4e -a ben anco "elle -orali, ba&ta per &@ a &piegare tutte le antic4e i&titu#ioni
"o-e&tic4e, politic4e e &ociali$ 5ue&ta i"ea 6 l2i"ea &te&&a "ella &oli"ariet1, giacc4@ il
tra&-e&&o a" una -oltitu"ine "2uo-ini ne co&titui&ce l2unit1, e "ire "i e&&a c4e .i 4a
reciproca co-unican#a 6 "ire c4e .i 4a &oli"ariet1$ 5uan"o l2i"ea "ella tra&-i&&ione
ere"itaria "elle /ualit1 8i&ic4e e -orali pre.ale in un popolo, i &uoi i&tituti &ono
nece&&aria-ente ari&tocratici, co-e ebbe luogo pre&&o le antic4e na#ioni$ Le /uali
non conte-perarono -ini-a-ente l2e&clu&i.it1 "i /ue&ta i"ea applicata a certe cla&&i
&ociali, con /uello c4e 4a "i generale e "e-ocratico, per "ir co&D,/uan"o la &i applica
a tutti gli uo-ini$ Le &c4iatte pi7 8orti &otto-ettono e ri"ucono in &c4ia.it7 le -eno
8orti, e la 8a-iglia per antenati pi7 illu&tre pa"roneggia le altre aggruppanti&i in ca&te$
Gli eroi, pri-a "i .enire alle -ani, le.ano a cielo la nobilt1 "el loro lignaggio' le
citt1, 8on"ano i "iritti "i "o-inio &ugli alberi genealogici$ Ari&totele cre"e.a con tutta
l2antic4it1 c4e certi uo-ini, na&ce&&ero col "iritto ere"itario e tutte le /ualit1 "el
co-an"o$ Pari-enti era "i co-une cre"en#a c4e .i 8o&&ero tra le na#ioni &c4iatte
-ale"ette e "i&ere"ate, incapaci "i tra&-ettere all2a..enire titoli o "iritti, e
con"annate a" una perpetua e legitti-a &er.it7$ La "e-ocra#ia "2Atene non era altra
co&a c4e una ari&tocra#ia obbe"ita "a una -oltitu"ine "i &c4ia.i$ L2Ilia"e "2O-ero,
-onu-ento enciclope"ico "ella pagana &apien#a, 6 il libro "elle genealogie "egli "6i
e "egli eroi, e con&i"erata &otto /ue&to ri&petto non pare &ia "a alcun altro &uperato$
L2i"ea, "ella &oli"ariet1 riu&cD pernicio&a ai popoli antic4i &olo per e&&ere
inco-pleta$ Le .arie &oli"ariet1 &ociali, politic4e e "o-e&tic4e non e&&en"o
&ubor"inate gerarc4ica-ente 8ra loro "alla &oli"ariet1 u-ana, c4e tutte li-ita e
coor"ina perc4@ tutte co-pren"e, non po&&ono pro"urre altro c4e guerre, turbolen#e,
&con.olgi-enti, "i&a&tri$ Sotto l2i-pero "ella &oli"ariet1 pagana il genere u-ano &i
era co&tituito in guerra uni.er&ale e per-anente$ Co&D l2antic4it1 o88re lo &pettacolo "i
na#ioni "i&trutte "a na#ioni, regni "i&trutti "a regni, "i &c4iatte "i&trutte "a &c4iatte, "i
citt1 "a citt1, "i 8a-iglie "a 8a-iglie$ Gli "6i co-battono co-e uo-ini, &i &lanciano
gli uni contro gli altri in -e##o al gri"o "elle battaglie e in tutto &i -o&trano -olto
-ane&c4i$ <ra le -ura "i una &te&&a citt1 non c26 a&&ocia#ione &oli"ale, c4e non ten"a
a ottenere, pri-a &ui propri -e-bri, poi &ulle altre a&&ocia#ioni, un2atti.it1
"o-inatrice e a&&orbente$ 0ell2a&&ocia#ione "o-e&tica, la per&onalit1 "el 8iglio 6
a&&orbita "alla per&onalit1 "el pa"re, /uella "ella "onna "a /uella "ell2uo-o$ Il 8iglio
"i.iene una co&a, e la -oglie, &oggetta a continua tutela, ca"e in un;in8a-ia continua,
il potere "el pa"re, &ignore "el 8iglio e "ella -oglie, &i con.erte in tirannia$ Sopra la
tirannia "el pa"re .i 6 la tirannia "ello Stato, c4e ri"uce al nulla la &ociet1 "o-e&tica
col toglierle il 8iglio, la -oglie, il pa"re$ Il patriotti&-o &te&&o "egli antic4i non 6 c4e
una "ic4iara#ione "i guerra 8atta a tutto il genere u-ano "a una ca&ta co&tituita a
na#ione$
Pre&ente-ente noi .e"ia-o "a una parte la perpetuit1 "ell2i"ea contenuta nel
"o--a e, "all2altra la perpetuit1 "el -ale, o.e pi7 o -eno &i allontani "al "o--a
cattolico$
La &cuola liberale ra#ionali&ta nega e a--ette nel te-po &te&&o la &oli"ariet1,
a&&ur"a al pari nel negarla e nell;a--etterla$
E&&a nega "appri-a la &oli"ariet1 u-ana nell2or"ine religio&o e nell2or"ine
politico' nell2or"ine religio&o col non a--ettere la "ottrina "ella pena e "ella colpa,
unica ba&e "i /ue&to "o--a: nell2or"ine politico, procla-an"o "ottrine c4e
contra""icono alla &oli"ariet1 "ei popoli$ Ma 8ra &i88atte "ottrine -eritano particolare
-en#ione /uella c4e pone la non inter.en#ione, e l;altra c4e le corri&pon"e e c4e
"ice' cia&cuno per &@, cia&cuno in &@$ Tali -a&&i-e 8ra loro i"entic4e rinno.ano per
"ir co&D l2egoi&-o pagano, benc4@ -eno 8erino e pi7 -entito$ Un popolo in8or-ato "a
"ottrine tanto &ner.ate, c4ia-er1 gli altri popoli &tranieri, perc4@ non &ar1 "a tanto "a
c4ia-arli ne-ici$
La &cuola liberale ra#ionali&ta, nega la &oli"ariet1 "ella 8a-iglia, poic4@ procla-a
il principio "ella legale attitu"ine a" ogni carica pubblica e a" ogni "ignit1 "ello
Stato, e in negarla nega l2a#ione "egli a.i &ui nepoti e la tra&-i&&ione ere"itaria "ella
/ualit1 "ei pri-i ai &econ"i$ Ma in /uella c4e nega &i88atta tra&-i&&ione, la ricono&ce
in altri "ue -o"i' la pri-a, procla-an"o la perpetua i"entit1 "elle na#ioni: &econ"o,
procla-an"o la continua i"entit1 "elle na#ioni, la &econ"a procla-an"o il principio
ere"itario nella -onarc4ia$ Il principio "ell2i"entit1 na#ionale non .uol "ir nulla o &e
pur .uol "ir /ualc4e co&a in"ica co-unan#a "i -eriti e "i "e-eriti, "i glorie e "i
&.enture, "i ingegni e attitu"ini tra le genera#ioni pa&&ate, le pre&enti e 8uture: e
&i88atta co-unan#a 6 "el tutto ine&plicabile o.e non &i con&i"eri co-e ri&ultato "i una
tra&-i&&ione ere"itaria$ %2altro lato, la -onarc4ia ere"itaria con&i"erata co-e i&tituto
8on"a-entale "ello Stato, 6 contra""icente e" a&&ur"a /uan"o &i neg4i il principio
"ella .irt7 "el &angue, c4e 6 principio co&tituti.o "i ogni &torica a&&ocia#ione$
<inal-ente la &cuola liberale ra#ionali&ta nel &uo ripugnante -ateriali&-o, "1 alla
ricc4e##a c4e &i co-unica la .irt7, c4e ri8iuta al &angue c4e &i tra&-ette$ Il potere "ei
ricc4i le &e-bra pi7 legitti-o "el potere "ei nobili$
5ue&ta teoria e88i-era e contra""ittoria 6 &eguita anc4e "alle &cuole &ociali&te,
c4e coll2a--ettere i principi ne negano le con&eguen#e$ La nega#ione "ella
&oli"ariet1 u-ana nell2or"ine politico e nell2or"ine religio&o propria "ella &cuola
&ociali&ta 6 tolta "alla &cuola liberale ra#ionali&ta$ 0ell2or"ine religio&o i &ociali&ti, al
paro "ei liberali, negano la tra&-i&&ione "ella colpa e "ella pena e .anno pi7 oltre
negan"one a&&oluta-ente l;e&i&ten#a: nell2or"ine politico a"ottano "i co-une colla
&cuola liberale ra#ionali&ta il principio "ell2attitu"ine legale "i tutti alle 8un#ioni e alle
"ignit1 "ello Stato: -a col con8e&&are c4e tale principio con"uce logica-ente alla
&oppre&&ione "ella -onarc4ia ere"itaria e /uin"i "i ogni 8or-a -onarc4ica, inutile e
"anno&a &en#a il carattere "ella ere"itariet1, &e ne "ilunga ";a&&ai e ne "i.er&i8ica in
.ari punti$ I &ociali&ti .engono poi a "i-o&trare con poco &8or#o "i ragiona-ento, c4e
po&ta l2eguaglian#a ingenita "ell;uo-o 6 i-po&&ibile ogni "i&tin#ione ari&tocratica,
i-po&&ibile l;e&i&ten#a "el cen&o elettorale cui non &i pu? "are la .irt7 -i&terio&a,
ri8iutata al &angue "i con8erire gli attributi &o.rani$ I popoli, &econ"o i &ociali&ti, non
&i &ono a88rancati "alla &er.it7 "ei <araoni per &otto-etter&i a /uella "egli A&&iri e "ei
Babilone&i' "e&&i non &ono co&D co-pleta-ente "e&tituiti "i "iritto e "i 8or#a "a
"o.er&i abban"onare "a &@ &te&&i nelle -ani rapaci "ei ricc4i "opo e&&er&i tolti
all;in&olente tiranni"e "ei nobili$ 0egare la &oli"ariet1 "ella 8a-iglia, e a--ettere poi
la &oli"ariet1 "ella na#ione non 6 &econ"o i &ociali&ti -inore a&&ur"o$ La &oli"ariet1
"ella na#ione &e-bra loro in contra""i#ione colla &oli"ariet1 "ella 8a-iglia: per
/ue&to negano tanto l2una /uanto l2altra e co-e procla-ano la per8etta eguaglian#a "i
tutti gli uo-ini, co&D procla-ano la per8etta eguaglian#a "i tutti i popoli$
%on"e /ue&te con&eguen#e' gli uo-ini e&&en"o per8etta-ente eguali tra loro, non
&i pu? &en#a a&&ur"o "i&tribuirli in cla&&i, giacc4@ &i88atto -o"o "i riparti#ione &i
8on"a &ulla &oli"ariet1 "elle cla&&i, negata, /uale &orgente "elle ineguaglian#e &ociali,
"alla &cuola liberale$ Ci? po&to &i .iene logica-ente alla "i&&olu#ione "elle 8a-iglie,
co-e /uella c4e 6 nece&&aria per applicare nella &ociet1 politica i principi "ella teoria
liberale$ In .ano &i procla-a l2i"ea "ell2eguaglian#a: /ue&ta non &ar1 -ai un 8atto
&inc4@ 6 &al"a la 8a-iglia$ La 8a-iglia 6 tal albero c4e nella -era.iglio&a 8econ"it1,
pro"uce continua-ente l2i"ea "i &c4iatta e "i nobilt1$
Ma &oppre&&a la 8a-iglia &i .iene "i con&eguen#a a togliere la propriet1$ L2uo-o in
&@ con&i"erato non pu? e&&ere proprietario "ella terra: e" in 8atti, co-e appare "i
leggieri, la propriet1 "i una co&a non 6 concepibile &en#a un certo /uale rapporto &uo
col proprietario, rapporto c4e non e&i&te a ne&&un -o"o tra l;uo-o e la terra$ E c4e
ci? &ia 6 intera-ente "i-o&trato "all2e&&ere l2uo-o un ente e88i-ero, la terra non
e88i-era, non tran&itoria, non pa&&eggera, -a eterna$ Ci? po&to 6 &con8or-e alla
ragione, c4e la terra ca"a in propriet1 "egli uo-ini con&i"erati in"i.i"ual-ente$
L2i&tituto "ella propriet1 6 a&&ur"o &en#a l2i&tituto "ella 8a-iglia, e la ragione "ella &ua
e&i&ten#a 6 nella 8a-iglia o negli or"ini religio&i: c4e &ono 8a-iglie &ubli-ate nel loro
concetto$ La terra c4e non ce&&a -ai "2e&i&tere, pote.a toccare in propriet1 alle &ole
a&&ocia#ioni "o-e&tic4e e religio&e i-periture$ Ma &icco-e /ue&te &ono le une
i-plicita-ente, le altre e&plicita-ente (al-eno la -ona&tica* abbattute "alla &cuola
liberale: co&D la &oppre&&ione "ella propriet1 ne "eri.a per "iretta con&eguen#a con
tutta la &erie "ei &uoi pe&&i-i e88etti$ E ci? 6 tanto .ero, c4e la &cuola liberale 4a
&e-pre ini#iata la &ua "o-ina#ione col -eno-are i beni "ella C4ie&a, col &oppri-ere
gli or"ini religio&i e i -aggiora&c4i, non ri8letten"o c4e in 8are /uello e /ue&to
&egui.a rare .olte i &uoi principi, ben pi7 8re/uente l2intere&&e$ Si88atta &cuola, c4e
"irei pri.a "i buon &en&o, non pen&? -ai n@ &i 8ece -ai a ragionare nel -o"o
&eguente' la terra, a88ine ne &ia po&&ibile l2ac/ui&to, "e.e ca"ere nece&&aria-ente nelle
-ani, "i c4i po&&a &e-pre con&er.arne la propriet1' ora &oppre&&ione "ei
-aggiora&c4i e l;e&propria#ione "ella C4ie&a col toglierle ogni "iritto a nuo.i
ac/ui&ti, non "i.er&i8ica punto "alla &oppre&&ione irre.ocabile "ella propriet1$ E&&a
non co-pre&e -ai c4e la terra, a rigor "i logica, non e&&en"o oggetto "i ac/ui&to
in"i.i"uale -a &ociale, /ue&to non pote.a a.er luogo c4e &otto la 8or-a -ona&tica o
&otto la 8or-a "o-e&tica "el -aggiora&cato, 8or-e i"entic4e riguar"o alla propriet1,
&icco-e perpetue nel loro e&i&tere$ L;aboli#ione "ella -ano -orta eccle&ia&tica e
ci.ile, procla-ata "allo &co-buia-ento liberale, trarr1 &eco pre&to o tar"i la
e&propria#ione uni.er&ale$ Allora la &cuola liberale &apr1 c4e la propriet1 ricono&ce i
&uoi "iritti nelle -ani -orte, poic4@ la terra "i &ua natura perpetua, non pu? e&&ere
ac/ui&tata "ai .i.i c4e pa&&ano, -a &olo "ai -orti c4e .i.ono &e-pre$
5uan"o, "opo a.er negata la 8a-iglia co-e con&eguen#a i-plicita "egli a&&io-i
"ella &cuola liberale e la 8acolt1 "i po&&e"ere nella C4ie&a, principio co-une alla
&cuola liberale e alla &ociali&ta, /ue&ta nega anc4e la propriet1, non 8a altro c4e
coronare l2opera ini#iata can"i"a-ente "ai "ottori "e liberali&-o$ E /uan"o il
co-uni&-o, &oppre&&a la propriet1 pri.ata, procla-a lo Stato proprietario uni.er&ale
e a&&oluto "i tutto il &uolo, &egue logica-ente il &uo &i&te-a &en#a &.iar&ene$
Co-piuta la "i&&olu#ione "ella 8a-iglia in no-e "ei principi "ella &cuola liberale, la
/ue&tione "ella propriet1 &i pone unica-ente tra lo Stato e gli in"i.i"ui$ La /uale
-e&&a co&D, pre&to &i &cioglie: i titoli "ello Stato a.an#ano a" occ4i pi7 .eggenti i
titoli "egli in"i.i"ui: i pri-i &ono "i loro natura perpetui, i &econ"i e88i-eri o.e non
-ettano 8rutto nella 8a-iglia in cui &olo 6 "ato loro perpetuar&i$
%alla per8etta eguaglian#a "i tutti i popoli, logica-ente "e"otta "ai principi "ella
&cuola liberale, i &ociali&ti traggono, o io legitti-a-ente in loro no-e, le &eguenti
con&eguen#e' co-e "alla per8etta eguaglian#a "i tutte le 8a-iglie, c4e co-pongono lo
&tato, i liberali "e"ucono retta-ente la non e&i&ten#a "ella &oli"ariet1 nelle
a&&ocia#ioni "o-e&tic4e: co&D la nega#ione "ella &oli"ariet1 politica "eri.a "alla
per8etta eguaglian#a "i tutti i popoli in &eno "ell2u-anit1$ La na#ione non e&&en"o
&oli"ale, 8or#a 6 negarne /uel tanto c4e &i nega "ella 8a-iglia, &e-pre nel pri-o
&uppo&to "ella non &oli"ariet1$ %ella 8a-iglia non &oli"ale &i nega pri-a-ente
l2inti-o, -i&terio&o, &ecreto lega-e on"26 congiunta al pa&&ato e all2a..enire:
&econ"a-ente il "iritto i-per&crittibile a partecipare "ella gloria "egli a.i e a
tra-an"are la propria ai nipoti$ Ora argo-entan"o per i"entit1 "i ragione non &i pu? a
-eno "i negate tutto /ue&to ri8erto anc4e a" una na#ione non &oli"ale' "i negare cio6
ogni &uo rapporto col pa&&ato e coll2a..enire, ogni &uo "iritto a ritenere per &@ parte
"elle glorie c4e 8urono e c4e &aranno$ %i /ue&to -o"o &i .iene a "i&truggere
nell2uo-o e l2a88etto "i 8a-iglia e l2a88etto "i patria: giacc4@ tolta la &ociet1 "o-e&tica
e la na#ione ei non tro.er1 pi7 un bello e &anto 8ine ai &uoi propo&iti, -a la piene##a
"ella &ua .ita an"r1 &8ruttata o peggio per"uta nel -ale$
%a /ue&te nega#ioni ri&ulta "un/ue per la &ociet1 "o-e&tica e per la &ociet1
politica' &olu#ione "i continuit1 nei te-pi: &olu#ione "i continuit1 "ella gloria:
annienta-ento "ell;a-ore "i 8a-iglia, "i patria: e 8inal-ente "i&&olu#ione "ella
8a-iglia e "ella &ociet1, la /uale non pu? n@ e&i&tere n@ concepir&i &en#a il lega-e "ei
te-pi, &en#a la co-unione "ella gloria e &en#a /ue&ti "ue gran"i a-ori per ba&e$
I &ociali&ti, i /uali benc4@ pi7 logici "ei liberali, non lo &ono per? /uanto &e-bra a
pri-a .i&ta, non giungono "i con&eguen#a in con&eguen#a alla no&tra ulti-a
conclu&ione$ Tutta.ia, parten"o "ai loro principi, /ue&t2ulti-a 6 non &olo legitti-a -a
rigoro&a-ente nece&&aria: "el c4e ne 6 pro.a l2e&&ere i &ociali&ti in pratica ci? c4e non
.orrebbero in teoria$In teoria &ono ancora 8rance&i, italiani, te"e&c4i: in pratica &ono
citta"ini "el -on"o$ In&en&atiE Ignorano non e&&er.i patria &en#a con8ini, non e&&er.i
uo-ini &en#a patria, &ebbene .i po&&ano e&&ere "ei &ociali&ti$
<ra i partiti battaglieri c4e &i conten"ono il "o-inio, la .ittoria tocca &e-pre al pi7
logico: /ue&to 6 .ero principio, 8atto uni.er&ale e co&tante$ U-ana-ente parlan"o, il
Cattolici&-o "e.e i &uoi trion8i alla &ua logica e lo "e.e in gui&a, c4e anc4e non
gui"ata "a %io ei &aprebbe trion8are 8ino alle parti pi7 lontane "ella terra$ %el c4e
.erre-o a" e&&ere -aggior-ente c4iariti in appre&&o$

+++++++++++++++++++++++
CAPITOLO 5UARTO
Seguito dello stesso argomento- Contraddizioni socialiste-
Se .i 4a una .erit1 "i-o&trata nell;ulti-o capitolo 6 /ue&ta' c4e la &cuola liberale
altro non 8ece altro c4e porre i ger-i "on"e cre&ce in 8rutto la teoria &ociali&ta e c4e i
&ociali&ti &i re&trin&ero a &econ"are /ue&ti ger-i e trarne partito$ 9 Ben &i .e"e "a ci?
c4e /ue&te "ue &cuole non "i.er&i8icano nell;i"ea, -a nel pi7 o -eno "i ar"ite##a, e
c4e la .ittoria &ar? &e-pre per la pi7 8ranca e inci&i.a, per /uella in&o--a c4e non
8er-an"o&i a -e##o, corre "iritto al &egno$ I &ociali&ti gua"agnano la lotta e &i 4anno
la pal-a$
E a appunto "el loro 8are non ri-e&&o -a "eci&o, e "elle lotte &o&tenute colla
&cuola liberale e non &en#a ru-ore, e&&i .ennero a gua"agnar&i la 8acile no-inan#a
"i buoni logici e "i con&eguenti nel "e"urre i principi "ai corollari: no-inan#a per? la
/uale &e "a un lato non -anca "i giu&ti8ica#ione, non pu? certo "all;altro e&&ere
argo-ento "i .anit1 e ";orgoglio$ E; poco onore il &uperare la pi7 logica e la
contra""ittoria &cuola c4e -ai &ia &tata, non 6 "i88icile il procacciar&elo, -a pure il
&ociali&-o 6 ben lontano "all2a.er&elo -eritato$ C4@ l2e&&er logico e con&eguente .uol
e&&erlo non in -o"o relati.o -a in -o"o a&&oluto, non nell2errore -a nella .erit1' la
logica e la con&eguen#a nell2errore 6 una 8or-a "ella Illogica e "ella incon&eguen#a, e
logica e con&eguen#a .i 4a &olo nel .ero a&&oluto$
Ora il &ociali&-o -anca a /ue&te "ue con"i#ioni$ In pri-o luogo 6 contra"ittorio
&icco-e "e&tituto "i -e"e&i-e##a, e la -olteplicit1 "elle &ue &cuole &i-bolo "el
contra&to "elle "ottrine ben lo a""i-o&tra: in &econ"o luogo non 6 con&eguente,
giacc4@ al paro "ella &cuola liberale non accetta benc4@ in "i.er&a -i&ura tutte le
con&eguen#e "ei &uoi principi' con&eguen#e e principi2 &e-pre poi 8al&i e" a&&ur"i$
(e"e--o nel capitolo prece"ente la ritro&ia "ei &ociali&ti a" a--ettere non
poc4e "elle "e"u#ioni "ei loro principi: .e"e--o co-e e&&i &i guar"a&&ero bene
"all2accettare la "i&&olu#ione "ella &ociet1 politica, benc4@ logica con&eguen#a "ella
nega#ione ";ogni &oli"ariet1, e co-e &i 8ace&&ero unica-ente a &co-porre i lega-i
"ella &ociet1 "o-e&tica$ Molti pen&ano .icina, la 8ine "el &ociali&-o perc4@ -olto
c4ie"e e -olto ri8or-a' io pen&o in.ece c4e poco c4ie"en"o e ri8or-an"o -orr1
certo' e c4e poco c4iegga e poco ri8or-i 6 8atto$ %i .ero e&&o "o.e.a nel ca&o
pre&ente ini#iar&i col "o-an"are al-eno un cangia-ento "i no-i per i popoli a" ogni
&ucce&&i.a genera#ione$ 0el &i&te-a &oli"ale 6 po&&ibile e giu&ta una unit1 "i no-e
na#ionale, e&&en"o la na#ione una per tutto il cor&o "ella &toria$ La na#ione go.ernata
"a Luigi <ilippo e "a Clo"o.eo &i c4ia-a <rancia e tale "o.r1 &e-pre c4ia-ar&i, e in
ci? &uppone &oli"ariet1 e co-unione "i gloria$ Ma /uello c4e 6 concepibile, naturale,
nece&&ario nel &i&te-a "ella &oli"ariet1, 6 a&&ur"o, inconcepibile, oppo&to alla natura
&te&&a "elle co&e nel &i&te-a c4e toglie a" ogni genera#ione il "epo&ito "elle -e-orie
pa&&ate e al te-po la &ua continuit1$ In /ue&to &i&te-a .i &ono tante 8a-iglie e
tanti popoli /uante genera#ioni, e "i genera#ione in genera#ione /uelle e /ue&ti &i
ripro"ucono: ora i no-i &eguen"o le co&e rappre&entate "e.ono logica-ente a" ogni
&ucce"er&i "i genera#ione -utar&i: 6 "i&puta 8ra l2a&&ur"o e il grotte&co, -a "i&puta in
cui tanto l;uno co-e l;altro .engono innan#i colla rigi"a logica "ella geo-etria a
pro.are in.incibil-ente /uello c4e era nel no&tro inten"i-ento$ Or-ai al &ociali&-o
non ri-ane c4e la &celta, potr1 cio6 attribuir&i a &uo gra"o la /uali8ica#ione o "i
illogico o "i a&&ur"o, -a "o.r1 pure nece&&aria-ente attribuir&i o l;una o l;altra$
Le &cuole &ociali&te pro.arono -olto 8acil-ente in oppo&i#ione alla &cuola
liberale, c4e "opo a.er negata la &oli"ariet1 nella 8a-iglia, nella politica e nella
religione, non torna.a nece&&ario a--ettere la &oli"ariet1 na#ionale, n@ la -onarc4ia:
-a c4e, al contrario, &i "o.e.a nece&&aria-ente togliere nel "iritto pubblico na#ionale
l2i&titu#ione "ella -onarc4ia e nel "iritto pubblico interna#ionale le "i88eren#e
co&tituti.e "ei popoli$ Ma per una contra""i#ione "i cui la &cuola liberale benc4@
illogica non ci "ie"e alcun e&e-pio, le &cuole &ociali&te ricono&cono in &eguito la pi7
alta e uni.er&ale re&pon&abilit1 u-ana, /ual 6 /uella "ell;e&&er l;uo-o &oli"ale$ Co-e
patri-onio co-une "el ci.ile con&or#io, le parole libert1, eguaglian#a e paternit1, e
.ogliono "ire c4e tutti gli uo-ini &ono &oli"ali, o &igni8icano nulla$ Il ricono&ci-ento
"i &i88atta &oli"ariet1, "i&giunta "alle altre e "al "o--a religio&o c4e ce le in&egna e
ce le &piega, 6 un atto "i 8e"e tanto &oprannaturale c4e non -i rie&ce "i 8arlo$
Cre"ere nell2eguaglian#a "i tutti gli uo-ini, .e"en"oli ineguali: cre"ere alla
libert1 -entre o.un/ue 6 &tabilita la &er.it7: cre"ere alla 8ratellan#a /uan"o la &toria
non ra--enta c4e "i&cor"ie e lotte ci.ili: cre"ere c4e .i 4a un te&oro co-une "i
glorie, un co-une abi&&o "i aberra#ioni per ogni 8iglio "ell2uo-o, /uan"o non
intra.e"o c4e glorie e aberra#ioni in"i.i"ue: cre"ere c4e io -i accentro nell2u-anit1
/uan"o &o c4e l2u-anit1, &2accentra in -e: cre"ere c4e parto "a /ue&ta u-anit1
-entre tutto "a -e &i parte: cre"ere in&o--a c4e "e.o cre"er tutto ci?, -entre 6
"etto "a coloro c4e -e lo propongono co-e oggetto "i 8e"e, c4e "e.o cre"ere alla
&ola -ia ragione la /uale loro &2oppone, 6 &D -ani8e&to a&&ur"o c4e non pare po&&a
e&&ere concepito "a -ente u-ana$
E ancor pi7 -e ne incoglie &orpre&a /uan"o -i 8accio a" o&&er.are c4e /uei
-e"e&i-i i /uali a--ettono la &oli"ariet1 u-ana, negano /uella "ella 8a-iglia, il c4e
e/ui.ale a" a88er-are ne-ici i 8ratelli e /ue&ti non tali: non a--ettono la &oli"ariet1
politica, il c4e non "i.er&i8ica "al "ire, c4e nulla a..i "i co-une 8ra citta"ino e
citta"ino, tutto 8ra citta"ino e &traniero: negano in8ine la &oli"ariet1 religio&a alla
/uale &ola 6 "ato il c4iarirci "ella u-ana' %on"e &i .iene legitti-a-ente a
conc4iu"ere c4e le &cuole &ociali&te &ono a" un2ora illogic4e e a&&ur"e' illogic4e
perc4@ "opo a.ere "i-o&trato contro la &cuola &ociale c4e non calle.a nulla-ente
accettare in parte le "ette &oli"ariet1, ca"ono nello &te&&o errore nell2a--etterne una
&ola e nel rigettare tutto -eno /ue&t2una: a&&ur"e, giacc4@ l2unica &oli"ariet1 a--e&&a
non 6 gi1 un punto "i ragione' -a un punto "i 8e"e propo&to-i, "a coloro, c4e negano
la 8e"e e procla-ano il "iritto i-per&crittibile "ella ragione all2i-pero e alla
&o.ranit1$
0on "ubitia-o -eno-a-ente c4e le &te&&e &cuole &ociali&te &arebbero co-pre&e
"a &tupore, o.e -e&&i a" e&a-e i loro "o--i, ci 8ace&&i-o &olo a interrogarli
categorica-ente "i co&a categorica$ %on"e "e"ucete c4e gli uo-ini &ono 8ra loro
&oli"ali 8ra loroG C4e &ono 8ratelli eguali e liberiG E tutta.ia &i88atta /ue&tione c4e &i
pre&enta "ai -ale.oli anc4e al Cattolici&-o, c4e 6 tenuto a ri&pon"ere a tutto e a tutti,
.ien -o&&a particolar-ente contro la &cuola pi7 "i ogni altra ra#ionale$ Certo tali
a&tratte 8or-ule non ricono&cono la loro origine nella &toria, giacc4@ &e la &toria
&occorre /ualc4e &i&te-a 8ilo&o8ico, non .orr1 e&&er /uello c4e procla-a la
&oli"ariet1, la libert1, l2eguaglian#a e la 8raternit1 "i tutto il genere u-ano$ La &toria
puntella l;e"i8icio "i un Lobbe& c4e "ic4iara, la guerra uni.er&ale, continua,
&i-ultanea, e&&ere lo &tato naturale e pri-iti.o "ell2uo-o$
0ato appena, l2uo-o &e-bra in8luen#ato "a un -i&terio&o -ale8icio, e /ua&i col
-artirio "i una ine&orabile con"anna: ogni co&a gli &i .olge contro, e" egli &olle.a il
braccio irritato a "i&tru#ione$ Il pri-o .enticello c4e gli .olteggia attorno, il pri-o
raggio c4e lo colpi&ce 6 pri-a "ic4iara#ione "i guerra "elle co&e e&terne: le &ue 8or#e
.itali tentano liberar&i "alla a88anno&a oppre&&ione "i /ue&te, e l;intera &ua e&i&ten#a
.iene a concentrar&i nel "olore$ Ei non &e-pre "ura a tanto i-per.er&are "i
circo&tan#e ne-ic4e e la -orte .iene in buon punto, -a &e per a..entura co-e torre
c4e non crolla re&i&te, &i "o.r1 a..iare per entro il ca--ino "oloro&o "elle pa&&ioni,
il /uale, "opo lotte e guerre continue, lo con"urr1 a88ranto e &te-prato all2ulti-o &uo
8ine$ %ura e a.ara gli &i -o&tra la terra: in ca-bio "ei &u"ori "ella &ua 8ronte, "ella
&ua .ita, ella gli conce"e appena una goccia "2ac/ua "elle &ue 8ontane per
a--orti##are la &ete e /ualc4e 8rutto per ac/uietare la 8a-e$ %e&&a non prolunga gi1
la .ita perc4@ .i.a, -a perc4@ abbia -o"o a irrigarla ancora "ei &uoi &u"ori, non
"i.er&a-ente "al tiranno, il /uale tor-enta -a non "1 la -orte allo &c4ia.o buono a
&er.irlo$ <u &e-pre e &ar1 .ero tre-en"o, c4e ai "eboli co-an"ano i 8orti$
%onna per talenti lo"ata, .olen"o "ar una pro.a "el &uo genio, cerc? /ualc4e &trano
para"o&&o c4e pote&&e &o&tenere on"e -ettere in 8iocc4i il &uo no-e, e .enne 8uori
col "ire c4e la &c4ia.it7 6 co&a -o"erna, antica la libert1$ Il /ual concetto non
cre"erei &entita-ente pen&ato, a -eno c4e col rin.angarlo &e-pre non &i pa&&a
giungere a 8arlo &uo "i -ente e "i cuore$ Ma pote.a ella e&&erne per&ua&aG Lo 8urono
ben&D gli uo-ini cre"uli: perc4@ al nuo.o "ell2opinione an"a.a a congiunger&i l;antico
"i ri&petto e "i cre"ibilit1 in c4i lo enuncia.a' Riguar"o all2eguaglian#a non -i par
giu&to (-a c4e non 6 giu&to per un 8ilo&o8o ra#ionali&taG* il "eri.arla &torica-ente e
8ilo&o8ica-ente "alla "i.i&ione "el genere u-ano in ca&te, "i cui alle une &petta.a il
co-an"o, alle altre l2obbe"ien#a, a tutte lo &coppiare in &o--o&&e e ri.olu#ioni$
L2i"ea "ella 8raternit1 ricono&ce in"ubitata-ente la &ua &caturigine in /uei lung4i
perio"i "i pace e tran/uillit1, i /uali per "ir co&D &ono i 8ili "2oro "ella tra-a &ociale$
Ri&petto all2i"ea "ella &oli"ariet1, ognuno cono&ce "on"e proce"a$ Ro-a, &o--ario
"ell2e.o pri-o, c4ia-a.a ne-ico lo &traniero e ci? era certo &i-bolo "ella u-ana
&oli"ariet1E
Se tali i"ee non po&&ono "eri.are "alla &toria la /uale tutte le &-enti&ce e
con"anna coi &uoi 8atti e colle &ue &celleraggini, "ebbono nece&&aria-ente .enirci o
"iretta-ente "alle epoc4e anti&toric4e o in"iretta-ente "alla ragione pura$ 5uanto
all2ulti-a origine &ti-o non a.er contra""ittori, a88er-an"o &olo c4e la ragione pura
entri unica-ente nelle co&e "i pura ragione$ Ora 6 bene /ui .eri8icare gli ele-enti
co&tituti.i la natura "ell2uo-o: giacc4@ non &i tratta "i co&a "i pura ragione, -a "i un
8atto il /uale co-e o&curo a noi "ebba e&&ere -eglio o&&er.ato, a88inc4@ la luce pio.a
"i co&a in co&a e &cacci la tenebria$ L2epoca anti&torica non ci 6 "ato cono&cerla
e.i"ente-ente &e non .iene in no&tro aiuto la ri.ela#ione$ Ci? po&to 8or-ulo co&D la
/ue&tione' =Se /uello c4e a--ettete non .i .iene n@ "alla ragione c4e lo ignora, n@
"alla &toria c4e lo contra""ice, n@ "a un2epoca pri-iti.a c4e .i 6 &cono&ciuta, per /ual
-oti.o non lo .olete con8e&&are ri.elatoG %on"e altri-enti lo traeteG E &e e&&o 6
"e"u#ione &en#a pre-e&&a, perc4@ ci .enite 8uori coll;a88er-arloG S4aMe&peare 4a
&critto per il .o&tro &i&te-a l1 o.e "ice' parole, parole, e &e-pre parole$ Ma,
aggiunger? io, anc4e &olo parole a--orbano /uei c4e le pronunciano e /uei c4e le
a&coltano$
Le /uali parole 4anno tanta .irt7 perc4@ non appartengono al .ocabolario
ra#ionali&ta, "e&tituito ";ogni .irt7, -a &D bene &ono parole cattolic4e, c4e 4anno in &@
.irt7 "i aprire e c4iu"ere l;ani-a, "i "are .ita alla -orte e -orte alla .ita$ Un giorno
/uan"o le o-bre "ella &era &i e&ten"e.ano cal-e &ulle ac/ue, il Signore entr? in una
8ragile barca &eguito "ai &uoi "i&cepoli$ 0on appena, colti "al &onno, &i c4iu&ero i &uoi
occ4i, una burra&ca agit? le on"e, e i "i&cepoli pre&ti a" a88ogare pregarono con &anta
con8i"en#a I""io$ Il Signore &i &.egli? e pronunciato /ualc4e -otto, tutto ritorn? in
/uiete e tran/uillit1$ (olgen"o&i "opo ai "i&cepoli "i&&e parole c4e po&ero entro il loro
cuore &ubito un gran"e terrore, et timuerunt timore magno- La burra&ca li a.e.a
atterriti -eno "ella &ua .oce$ 9 Altro giorno, "ue uo-ini i-pigliati "al "e-onio, &i
pre&entarono al Signore e i-plorata la &ua gra#ia, /ue&ti co-an"? ai "e-oni "i
u&cire e i "e-oni, obbe"en"ogli, abban"onarono l;uo-o per ritrar&i nei corpi "i
be&tie i--on"e, c4e &i inabi&&arono nel -are$ I cu&to"i "ella -an"ria -alcapitata,
e&terre8atti "alla .irt7 "ella parola "i.ina, pre&ero la 8uga e il loro &pa.ento
co-unicato&i agli abitatori "i /uella contra"a, li 8ece .enire innan#i al Signore per
pregarlo "i abban"onare le loro terre (c8r$ Mt , JJ,J)*$ L2onnipoten#a "ella parola
"i.ina 6 pi7 terribile agli uo-ini "egli &te&&i -ale8ici in8ernali$
5uan"o &ento pronunciare una parola "i.ina, o&&ia cattolica, -i &to &ul riguar"o&o,
certo c4e &ta per acca"ere alcuna co&a, .uoi -iracolo "i "i.ina giu&ti#ia, .uoi
pro"igio "i "i.ina -i&ericor"ia$ Se e&&a ci &i 8a u"ire per bocca "ella c4ie&a, atten"o
la &alute, la -orte &e per bocca pro8ana$ , C4ie"ete al -on"o perc4@ 6 ripieno "i
terrore e &pa.ento, perc4@ -ur-uri &ini&tri e paturnio&i attra.er&ano l2aria, perc4@ le
&ociet1 tre-ano a .erga a .erga "i &pa.ento co-e c4i &i "e&ta pre&&o l2orlo "i un
abi&&o /uan"o &ta per -ancargli il pie"e, e il &uo tacer&i .i c4iarir1 co-e /ue&to non
"i.er&i8ic4i punto "al "o-an"are a" uo-o il -oti.o "elle &ue an&ie irre/uiete,
&corgen"o uno &cellerato o" un pa##o entrare con torcia acce&a in -aga##eno "a
pol.eri' l2uno non cono&ce gli e88etti "ella pol.ere in8ia--ata, l2altro &D , Il -on"o
"e.e il &uo &al.a-ento 8ino a /ui alla poten#a "ella C4ie&a nell2e&tirpare le ere&ie, le
/uali, in&egnan"o una "ottrina &o&tan#ial-ente "i.er&a "a /uella "ella C4ie&a colle
&te&&e &ue parole, a.rebbe potuto inabi&&are il -on"o nel nulla, o.e non a te-po
contenute$ Il .ero pericolo per le &ociet1 u-ane co-inci? coll2intro"ur&i "ella ri8or-a
la /uale, re&e po&&ibile a" ogni ri.olu#ione &ucce&&i.a il 8erire a -orte l2or"ine ci.ile$
E ci? perc4@ tutte "eri.an"o "all2ere&ia prote&tante, tutte &ono &o&tan#ial-ente
eretic4e$ %i .ero, o&&er.ate co-e ognuna cerc4i a"one&tar&i e legitti-ar&i con parole
e -a&&i-e e.angelic4e' il sanculotismo "ella ri.olu#ione 8rance&e pe&ca.a i &uoi
antece"enti &torici e i titoli "ella &ua nobilt1 nell2u-ile nu"it1 "el cele&te 8anciullo, e
8u..i c4i riconobbe in Marat il Me&&ia e il &uo apo&tolo in Robe&pierre$ %alla
ri.olu#ione "el 1JC .enne il &an&i-oni&-o, -i&tica-ente g4iribi##o&o, a "are un
e.angelo ri.e"uto e purgato$ %alla ri.olu#ione "el 1) u&cirono colla i-petuo&it1 "i
torrente tutte le "ottrine &ociali&te a--antate colle parole "ella Sacra Scrittura$ Pri-a
"el &e"ice&i-o &ecolo nulla "i &i-ile &i era .i&to$ 0on inten"o gi1 "ire c4e il -on"o
non a.e&&e anterior-ente &ubito 8iere lotte e gran"i &ciagure, e c4e le &ociet1 antic4e
non .eni&&ero gi1 pri-a tra-utan"o per &obbal#i .iolenti, -a .oglio "ire &olo c4e
tutto ci? non era .al&o a &cuotere e porre la -orte nel &eno "ell;inci.ili-ento, -entre
oggi giorno un;unica battaglia per"uta "alla &ociet1 nelle &tra"e "i Parigi pu?
"eci"ere la per"ita "ella &ociet1 europea' la /uale colpita /ua&i "a 8ul-ine cadde
come corpo morto cade$ 0ella -o"erne ri.olu#ione, paragonata alle antic4e
ri.olu#ioni, &i -o&tra una 8or#a in.incibile "i "i&tru#ione nece&&aria-ente &atanica
co-e /uella c4e non 6 "i.ina$ E /ui, pri-a "i pa&&are a" altro, pongo &otto
l;atten#ione -e"itata "ei lettore un appunto$ Sappia-o &pecial-ente c4e "ue .olte
l2angelo "elle tenebre parl? all;uo-o$ 0ella pri-a u&? le &te&&e parole "i %io
"e8igurate$ Ora potrebbe &e-brare te-erario il cre"ere c4e co-e la parola "i %io
retta-ente pre&a 6 .ita, &ia poi la &ola atta a "ar -orte, pre&a 8al&a-ente e &.i&ataG %a
ci? &i .e"rebbe abba&tan#a perc4@ le ri.olu#ioni -o"erne nelle /uali &i 8al&a /uanto o
tutto la parola "i %io, 4anno &i88atta .irt7 "i "i&tru#ione$
Ri"ucia-oci ora alle contra""i#ioni &ociali&te$ %i&&i c4e non ba&ta a.er negato una
"opo l2altra tutte le &oli"ariet1 religio&e, "o-e&tic4e e politic4e, -a c4e &i "e.e
e#ian"io, co-e &to per "i-o&trare, negare la &oli"ariet1 u-ana, e con e&&a la libert1,
l2eguaglian#a, la 8raternit1, "i cui 6 origine e ragione$ Ora la nega#ione "i /ue&te c4e
&ono 8on"a-enti alle "ottrine &ociali&te, non pu? a -eno "i abbattere l2intero e"i8icio'
/uin"i il &ociali&-o &e pur .uole e&&ere logico, negato il Cattolici&-o, "e.e negare
&@ &te&&o$ I &ociali&ti, co-26 noto, pro8e&&ano il "o--a "ella &oli"ariet1 u-ana, -a
non &econ"o la "ottrina cattolica' tra le "ue "ottrine a..i &u ci? 8or-ale "i88eren#a
appena conte-perata "all2i"entit1 "i no-e$ Pei cattolici l2u-anit1 &u&&i&te negli
in"i.i"ui c4e la co-pongono' pei &ociali&ti &u&&i&te tutta in"i.i"ual-ente e
concreta-ente' co&D /uan"o e gli uni e gli altri a88er-ano &oli"ale l2u-anit1, &e-bra
alla pri-a uni8icar&i le loro opinioni in un punto, -entre real-ente &e ne "i&co&tano
"i -olto$ 5uantun/ue l2u-anit1 &ia l2intelligen#a uni.er&ale obbe"ita "a
aggruppa-enti &peciali, "etti popoli e 8a-iglie, la logica e&ige c4e /ue&ti &eguano in
e&&a e per e&&a la &ua legge -e"e&i-a: e c4e &iano &oli"ali &e ella 6 &oli"ale' "on"e la
nece&&it1 "i negare la &oli"ariet1 u-ana o "i a--etterla a" un2ora negli in"i.i"ui,
nelle 8a-iglie e nello Stato$ Ma il &ociali&-o 6 inco-patibile co&D colla nega#ione
&o&tan#iale co-e colla a88er-a#ione a&&oluta$ 0egare la &oli"ariet1 u-ana, 6 negare il
&ociali&-o, e a--ettere la &oli"ariet1 "ei gruppi &ociali, 6 negarla per altra .ia$ Il
-on"o non pu? &otto&tare alla legge &ociali&ta &e pri-a non rinuncia all2i-pero "ella
logica$
(e"re-o ora /uanto poco -eritino la 8a-a "i buoni logici gli &te&&i pi7 8a-o&i
"ottori "i /ue&ta &cuola e &pecial-ente il -eglio rino-ato$
Prou"bon, &cri.en"o contro /ue&to nuo.o e.angelo, il /uale .uole l2e&propria#ione
e l2accentra-ento nello Stato "ei "iritti in"i.i"uali, "o-e&tici, ci.ili, politici, &ociali e
religio&i, pot@ a&&ai 8acil-ente "i-o&trare c4e il co-uni&-o o&&ia il
go.erna-entali&-o pre&o nel &uo a-pli&&i-o &igni8icato 6 un a&&ur"o riguar"o ai
principi "ei nuo.i &ettari$ In8atti concepito lo Stato co-e unit1 a&&oluta c4e "e.e
co-penetrare in &@ tutti i "iritti e &ino l2in"i.i"uo, nel co-uni&-o "e&&o 6 nel pi7 alto
gra"o &oli"ale, e&&en"oc46 unit1 e &oli"ariet1 &ono una -e"e&i-a co&a "i.er&a-ente
con&i"erata$ Il Cattolici&-o, "epo&itario "el "og-a "ella &oli"ariet1, "e"uce /ue&ta
"all2unit1 c4e la ren"e po&&ibile e nece&&aria$ Ora giacc4@ il punto "i parten#a "el
&ociali&-o &ta appunto nella nega#ione "i /ue&to "o--a: 6 -ani8e&to c4e il
co-uni&-o contra""ice bella-ente /uan"o negan"olo nella teoria, lo a--ette nella
pratica, /uan"o rigettato nei principi lo a88er-a nelle applica#ioni$ Se la nega#ione
"ella &oli"ariet1 "o-e&tica porta con &@ la nega#ione "ella &oli"ariet1 politica, la
nega#ione "ella &oli"ariet1 politica 6 principio "i nega#ione "i ogni go.erno$ Si88atta
nega#ione "eri.a pari-enti "all;i"ea c4e &i 8or-ano i &ociali&ti "ell2uguaglian#a e
"ella libert1 co-une a tutti gli uo-ini, giacc4@ /ue&ta uguaglian#a e /ue&ta libert1
non &i pu? ritenere li-itata "a un go.erno, -a &D bene "alla naturale e libera a#ione e
rea#ione "egli in"i.i"ui tra loro$ Prou"4on pertanto &i -o&tra logico l1 o.e "ice nelle
&ue Confessioni di un rivoluzionario' =Tutti gli uo-ini &ono eguali e liberi: la &ociet1
per natura e per "e&tino 6 "un/ue autono-a, "irei ingo.ernabile$ La &8era "i atti.it1
"i ogni citta"ino e&&en"o "eter-inata "alla naturale &u""i.i&ione "el la.oro e "alla
&celta "i uno &tato, e le 8un#ioni &ociali e&&en"o co-binate in -aniera "a pro"urre un
co-ple&&o ar-onico, l2or"ine ri&ulta "alla libera a#ione "i tutti e non .i 4a go.erno
alcuno$ C4iun/ue o&a por-i le -ani a""o&&o e go.ernar-i 6 un tiranno, un
u&urpatore' io lo "ic4iaro -io ne-ico>$
Ma &e Prou"4on 6 con&eguente nel negare il go.erno, lo 6 &olo a -e##o /uan"o ci
"1 tale nega#ione per l2ulti-a "elle "ottrine &ociali&te$ Si nega la &oli"ariet1
"o-e&tica e la 8a-iglia, la &oli"ariet1 politica e il go.erno, e &i a--ette la &oli"ariet1
u-ana c4e 6 loro 8on"a-ento$ Abbia-o gi1 piena-ente "i-o&trato co-e a88er-are la
libert1 e l2eguaglian#a, 6 a88er-are la &oli"ariet1 u-ana$ La contra""i#ione non &i
arre&ta /ui' -entre procla-a la libert1 e l;eguaglian#a nelle Confessioni di un
rivoluzionario, Prou"4on nega la 8raternit1 nel /uinto capitolo "el &uo libro &ulle
contra""i#ioni econo-ic4e' =<raternit1E bene &ta$$$ 8ratelli &ino c4e .i aggra"a
purc4@, io -i &ia il 8ratello -aggiore, .oi il -inore: purc4@ la &ociet1, no&tra -a"re
co-une, onori la -ia pri-ogenitura e i -iei &er.igi ra""oppian"o la -ia por#ione$
Pro..e"erete ai -iei bi&ogni, "ite, &econ"o le -ie ri&or&e, -a io inten"o .i &i
pro..e"a in propor#ione "el -io la.oro' "i.er&a-ente ri-etto "al la.oro>$
5ui "oppia con tra"i#ione: giacc4@ &e non 6 logico a--ettere la &oli"ariet1 u-ana
/uan"o &i .iene a negare /uella "ella 8a-iglia e "ella &ociet1, 6 "el tutto
incon&eguente il negare la 8raternit1 /uan"o &i procla-a il principio "ella libert1 e
"ell2eguaglian#a tra gli uo-ini$ La libert1, l2eguaglian#a e la 8raternit1 &ono principi, i
/uali co-e la &oli"ariet1 "o-e&tica, politica e u-ana &i &uppongono a .icen"a e
8ini&cono gli uni negli altri e tutti a" un punto$ A&&u-ere gli uni e abban"onare gli
altri 6 a&&u-ere /uello c4e &i abban"ona e abban"onare /uello c4e &i a&&u-e, 6
a88er-are /uello c4e &i nega e negare /uello c4e &i a88er-a$
5uanto alla /ue&tione relati.a al go.erno, la nega#ione pru"oniana "i /ue&to @
apparente$ Se l2i"ea "el go.erno non &2oppone all2i"ea &ociali&ta, torna.a inutile
negarla e &e .i &;oppone procla-an"o, &otto altra 8or-a il go.erno poco pri-a
negato, appare -ani8e&ta una in&igne contra""i#ione$ Ebbene, Prou"4on c4e nega il
go.erno, &i-bolo "ell2unit1 e "ella &oli"ariet1 politica, lo ricono&ce "i.er&a-ente
con8igurato e in altro -o"o /uan"o con&acra nelle &eguenti parole l2unit1 e la
&oli"ariet1 &ociale' =La &ociet1 &ola, l2e&&ere colletti.o, pu? &en#a te-a ";errore
a&&oluto e i--e"iato &eguire il &uo i&tinto e abban"onar&i al &uo libero arbitrio' la
ragione &uperiore c4e 6 in lei e c4e &i &.iluppa a poco a poco per -e##o le
-ani8e&ta#ioni "elle -oltitu"ini e la ri8le&&ione "egli in"i.i"ui la ricon"uce &e-pre
&ul retto ca--ino$ Il 8ilo&o8o 6 incapace "i &coprire per intui#ione la .erit1, e /uan"o
ei &i propone "i reggere lo &te&&o ci.ile con&or#io, ri&c4ia "i porre le proprie .e"ute
&e-pre errate, al po&to "elle leggi eterne "ell2or"ine e "i &pro8on"are la &ociet1$ Una
gui"a gli 6 nece&&aria, c4e altri-enti non pu? e&&ere &e non la legge "ello &.iluppo, la
logica i--anente "ella &te&&a u-anit1 (1e confessioni di un rivoluzionario*$
Si &uppongono /ui tre co&e' l2unit1, la &oli"ariet1 e l2in8allibilit1 &ociale, le /uali
&ono a--e&&e e#ian"io e &uppo&te nello Stato "al co-uni&-o, e per giunta, al pari
"el co-uni&-o, &i .iene a negare la capacit1 e co-peten#a "egli in"i.i"ui al go.erno
"elle na#ioni$ Pru"oniani e co-uni&ti "un/ue .anno, benc4@ in -o"o "i.er&o, allo
&te&&o &egno' e tanto gli uni co-e gli altri a--ettono il go.erno e con e&&o la
&oli"ariet1 "elle &ociet1 u-ane$ Per e&&i il go.erno 6 in8allibile, cio6 onnipo&&ente, col
c4e &i .iene a e&clu"ere ogni libert1 negli in"i.i"ui, i /uali in &i-ile a-bito "i
giuri&"i#ione, non po&&ono e&&ere c4e &c4ia.i$ E, .aglia il .ero, &ia c4e il go.erno
ri&ie"a nello Stato, &i-bolo "ell2unit1 politica, &ia c4e ri&ie"a nella &ociet1 con&i"erata
co-e e&&ere &oli"ale, .err1 a tutti i -o"o con"en&an"o in &@ i "iritti &ociali: co-pleta
&er.it7 per l2in"i.i"uo, con&i"erato i&olata-ente$
Prou"4on opera "i.er&o "a ci? c4e &cri.e, e" 6 l;oppo&to "i /uel c4e &e-bra a
pri-a .e"uta$ Procla-a la libert1 e l;eguaglian#a, e inalbera la tiranni"e: nega la
&oli"ariet1 e la &uppone: &i "ice anarc4ico e 4a 8a-e e &ete "i go.erno$ I ti-i"o e ci &i
-o&tra au"ace, -a "i /uella au"acia c4e 6 nelle 8ra&i, "i /uella ti-i"it1 c4e 6 nelle
i"ee$ Si .anta "o--atico e" 6 &cettico, &cettico nell;e&&en#a, "o--atico nella 8or-a$
Annuncia con bell;apparato c4e &ta per ri.elare gran"i e nuo.e .erit1 e poi non 8a c4e
.angare e rin.angare le -e"e&i-e i"ee e rin8re&care a nuo.o .ecc4i errori o "i&-e&&i$
Il &uo "etto' la propriet1 6 8urto, colpD i <rance&i per la &ua originale -a apparente
o"iernit1$ I bene ricor"are /ui c4e non era co&a nuo.a oltre i Pirenei$ %a (iriate in
poi tutti gli eroi "ella &tra"a -ae&tra, nel pre&entare al petto "el .iaggiatore la canna
"el loro -o&c4etto, lo c4ia-ano ladro e co-e a ladro &2i-po&&e&&ano "elle co&e &ue$
Prou"4on 4a carpito ai ban"iti &pagnuoli /ue&ta -a&&i-a co-e ei carpi&cono la bor&a
al .ian"ante$ 5uan"o la 8a "a originale non 6 c4e un plagiario, e /uan"o &i "ice il
pro8eta "ell2a..enire non 6 c4e l2apo&tolo "el pa&&ato$ Suo principale arti8i#io &ta
nell2e&pri-ere, la co&a c4e a88er-a e la parola c4e contra""ice$ Tutti c4ia-ano per
e&e-pio il "e&poti&-o, "e&poti&-o' Prou"4on lo "ir1 anarc4ia$ E "ata alla co&a
a--e&&a la "eno-ina#ione contra""ittoria, col no-e ar-eggia gli a-ici, i ne-ici
colla co&a$ Co&D colla "ittatura co-uni&ta, oggetto "el &uo &i&te-a, &pa.enta i
capitali&ti, colla parola &narchia -ette in 8uga i &uoi a-ici co-uni&ti, e /uan"o .olto
in giro lo &guar"o .e"e gli uni i-pigliati nel 8uggire, gli altri an"arne a ba&ta lena,
e&ce in uno &c4ianto "i ri&a &c4ernitrici$ Altro &uo arti8i#io con&i&te nello &pigolare "a
ogni &i&te-a troppo poco perc4@ lo &i po&&a acco-unare, con /uelli c4e lo &o&tengono
o pren"er "i -ira "a /uelli c4e lo co-battono$ Spe&&eggiano nei &uoi libri pagine "a
ar"ente partigiano "ell2or"ine e "irette contro gli uo-ini turbolenti, -entre .e ne &ono
altre "a "e-ocrata 8anatico &critte contro gli a-ici "ell2or"ine, altre i--on"a-ente
atee in cui appunta /uegli &te&&i cattolici c4e in oppo&i#ione ai -ateriali&ti e agli e-pi
.iene e&altan"o$ Supre-a 8elicit1 "i /ue&t2uo-o 6 "2ini-icar&i tutti i partiti col
-o&trar&i loro ne-ico, e col "ic4iarare &uo a..er&ario /ualun/ue .oglia go.ernarlo,
ri.ela &olo a -e##o il &uo &ecreto: e "irebbe intera-ente il .ero o.e c4ia-a&&e
ne-ico colui c4e lo &egue e gli obbe"i&ce$ Po&to c4e il -on"o un bel "D &i 8ace&&e
pru"oniano, Prou"4on, in oppo&i#ione, ce&&erebbe ";e&&erlo: e &e il -on"o,
-ancan"o il capo, "i-ette&&e l;abbracciato &i&te-a, Prou"4on 8inirebbe
coll;appen"er&i a un albero$ 0on -i &o &e "opo la &.entura &atanica "el non poter
a-are, .e ne abbia altra -aggiore, e &e .;4a 6 certo /uella "i non .oler e&&ere a-ati,
/ual 6 la pru"oniana$ E nulla-eno, /ue&t2uo-o, tre-en"o oggetto "ella collera
"i.ina, con&er.a /ualc4e co&a c4e 6 luce e a-ore, /ualc4e co&a c4e lo "i&tingue "agli
&piriti in8ernali: benc4@ gli &i a""en&ino intorno 8olte le tenebre, /ualc4e raggio
ancora .i trapela, raggio c4e non 6 o-bra$ 0e-ico "ic4iarato "i ogni bello letterario 6
a .olte, &en#a &aperlo e &en#a .olerlo, bello letteraria-ente e -oral-ente, l1 o.e
porta un tributo alla gra#ia -o"e&ta "el pu"ore, ai &e-plici e ca&ti a-ori, alle ar-onie
e alle -agni8icen#e cattolic4e$ Il &uo &tile allora arieggia tale una po-pa e -ae&t1, "a
"igra"arne il /uieti&-o e la "olce##a "ei pi7 .enu&ti i"illi$
Con&i"erato nel &uo i&olata-ento, Prou"4on non &i pu? co-pren"ere' &i "irebbe
non 8o&&e una per&ona -a una per&oni8ica#ione$ 0on con&eguente, non logico, 6
"etto con&eguente, perc4@ 6 una &e-plice con&eguen#a, e" in 8atto "i tutte le i"ee
con8u&e, "i tutti i principi contra""ittori, "i tutte le pre-e&&e a&&ur"e -e&&e in giro pel
cor&o "i tre &ecoli "al ra#ionali&-o -o"erno, e co-e le pre-e&&e contengono la
con&eguen#a e la con&eguen#a le pre-e&&e, co&D &i88atti tre &ecoli contengono
nece&&aria-ente le i"ee "i Prou"4on, e /ue&te &ono lo &tillato "i /uelle: il loro e&a-e
con"uce a" un ri&ultato' le contra""i#ioni pru"oniane &ono 8attura "egli ulti-i tre
&ecoli .e&tite "i 8or-e letterarie, e unite in un;opera &otto /ualc4e a&petto
principali&&i-a, nel Sistema, "ico, delle contraddizioni economiche$ <ra /ue&to libro
e il &uo autore .i 6 un2i"entit1 a&&oluta' la "i88eren#a &ta nel no-e e nella 8or-a
-entre eguale ne 6 il concetto, il /uale a&&u-e ora la 8or-a "el libro, ora "ell2uo-o e
ora "el te-po$ Ci? &piega perc4@ Prou"4on non &ia -ai originale, benc4@ ne "ia
apparen#a: non lo 6 perc4@ po&te le pre-e&&e, le con&eguen#e non po&&ono rice.er
luce "i originalit1, e lo appare perc4@ nulla 6 -eglio 8atto a colpire, col nuo.o "i un
uni8ica-ento in una &ola -ente "elle contra""i#ioni "i interi tre &ecoli$
Con ci? non &i .uol gi1 inten"ere c4e Prou"4on non ricerc4i una .era originalit1:
an#i .i a&pira in pi7 luog4i e &pecial-ente nel 8or-ulare la &inte&i "i tutte le
antino-ie, e nel rintracciare la &upre-a e/ua#ione "i tutte le contra""i#ioni' -a
appunto in /ue&to c4e parte "alla propria in"i.i"ualit1 .iene a &coprir&i la &ua
i-poten#a$ La &ua e/ua#ione non 6 c4e il principio "i nuo.a &erie "i contra""i#ioni' e
"i antino-ie la &ua &inte&i$ Collocato 8ra la propriet1 c4e 6 la te&i, e il co-uni&-o c4e
6 l;antite&i, .uol tro.are la &inte&i nella propriet1 non ere"itaria, non a..e"en"o&i c4e
la propriet1 non ere"itaria, non 6 propriet1, e c4e la &ua &inte&i non 6 &inte&i poic4@
non &oppri-e la contra""i#ione, -a 6 unica-ente nuo.o -e##o "i negare la te&i .inta
e "i a--ettere l2antite&i .ittorio&a$ 5uan"o per 8or-ulare la &inte&i la /uale "e.e
co-pren"ere "a un lato l2autorit1 te&i, "all2altro la libert1 antite&i, ei nega il go.erno,
ca"e in contra&to: &e con ci? .uol togliere al go.erno ogni "iritto "i e&&ere, la &ua
&inte&i 6 una pura nega#ione "ella te&i' l2autorit1 e l2a88er-a-ento "ell2antite&i, la
libert1 u-ana: &e, al contrario, .uol "ire c4e il go.erno "ittatoriale e a&&oluto non
"e.e &u&&i&tere nello Stato -a ben&D nella &ociet1, egli non 8a c4e negare l2antite&i e
a--ettere la te&i, negare la libert1 e a--ettere l2onnipoten#a co-uni&ta$ 0ell;uno e
nell2altro ca&o, /ual 6 la concilia#ioneG la &inte&iG Prou"4on 6 8orte /uan"o &i contenta
"2e&&ere la per&oni8ica#ione "i un ra#ionali&-o -o"erno, a&&ur"o e contra""ittorio
per natura: 6 "ebole /uan"o &piega la propria per&onalit1, e ce&&a "i e&&ere una
per&oni8ica#ione per e&&ere una per&ona$
%opo a.erlo e&a-inato &otto -olti "ei &uoi a&petti, &e -i .eni&&e c4ie&to /ual &ia il
tratto pi7 &piccato "ella &ua 8i&iono-ia -orale, "irei lo &pregio "i %io e e "egli
uo-ini$ Mai -ortale pecc? co-e lui contro l2u-anit1 e contro lo Spirito Santo$
5uan"o ri&uona /ue&ta cor"a "el &uo cuore 6 &e-pre con elo/uen#a e .igoria$ 0on 6
lui c4e parla allora: -a altri c4e &i i-po&&e&&a "ella &ua poten#a, e lo getta
nell;epile&&ia' non 6 lui -a altri capace "i "o-inarlo e "i parlare "i &ua bocca$ 5uello
c4e a .olte "ice 6 tanto g4iribi##o&o, in &@ e nel -o"o, c4e il lettore 6 &oprapre&o, n@
&a &e &ia un uo-o o un "e-onio c4e parla, &e il "i&cor&o &ia &ul &erio o &ullo &c4erno$
Egli, o.e a .olont1 &ua pote&&e coor"inare le co&e, a-erebbe pi7 e&&er tenuto per
"e-one c4e per uo-o$ Uo-o o "e-one, certo 6 tre &ecoli "i ripro.a#ione gli
gra.itano con pe&o oppri-ente &ulle &palle$
++++++++++++++++++++++++
CAPITOLO 5UI0TO
Seguito dello stesso argomento-

A /ue&to lu-e, il pi7 con&eguente "ei -o"erni &ociali&ti -i &e-bra e&&ere Roberto
OFen, /uan"o 8acen"o il contr;altare aperta-ente e cinica-ente a tutte le religioni
"epo&itarie "ei "o--i religio&i e -orali, nega &en#a -e##e .ie il "o.ere, col non
a--ettere la re&pon&abilit1 colletti.a co&tituente il "o--a "ella &oli"ariet1 e la
re&pon&abilit1 in"i.i"uale, 8on"ata &ul "o--a "el libero arbitrio$ Il /uale negato,
OFen nega la tra&-i&&ione "ella colpa, an#i la colpa &te&&a$
(i 6 certa-ente logica e con&eguen#a in tutte &i88atte "e"u#ioni: le contra""i#ioni
appaiono /uan"o OFen, "opo a.er negato la ca"uta e il libero arbitrio, a88er-a e
"i&tingue il bene e il -ale -orale, e /uan"o nega in appre&&o la pena, &ua nece&&aria
con&eguen#a$
L2uo-o, &econ"o Roberto OFen, opera per con.in#ioni in.incibili, le /uali gli
"eri.ano "al &uo &peciale organa-ento e "alle circo&tan#e "ella &ua e&i&ten#a: e
&icco-e egli non 6 autore n@ "i /ue&ta organi##a#ione n@ "i /ue&te circo&tan#e: co&D
tanto le une co-e le altre lo -uo.ono 8atal-ente e nece&&aria-ente$ <in /ui tutto 6
logico, -a appunto per /ue&to rie&ce a&&ur"o e contra""ittorio a88er-are il bene e il
-ale -orale, -entre &i nega la libert1 u-ana: a&&ur"o &ino all2inconcepibile allorc4@
l2autore preten"e 8on"are una &ociet1 e un go.erno in /ue&to coor"ina-ento "i e&&eri
irre&pon&ali$ L2i"ea "el go.erno e l2i"ea "ella &ociet1 &ono correlati.e all2i"ea "ella
libert1 u-ana$ %alla nega#ione "ell2una, "eri.a la nega#ione "elle altre, e" o.e non &i
neg4ino e a--ettano tutte nel loro co-ple&&o, non &i 8a altro c4e a88er-are e negare
nel te-po &te&&o la co&a -e"e&i-a$ 0on -i &o a.er.i negli annali "el -on"o
te&ti-onian#a "2acceca-ento, "2incon&eguen#a e "i 8ollia pi7 in&igne "i /uella "ata "a
OFen il /uale, negata la re&pon&alit1 e la libert1 in"i.i"ua, e a--e&&a tutta.ia la
&ociet1 e" il go.erno, .a oltre e racco-an"a (&e-bra i-po&&ibile* la bene.olen#a, la
giu&ti#ia e l2a-ore a /uei -e"e&i-i, c4e non e&&en"o n@ re&pon&ali n@ liberi, non
po&&ono n@ a-are n@ e&&er bene.oli e giu&ti$
I li-iti c4e -i &ono propo&to in /ue&t2opera -i tolgono "i "ilungar-i
-aggior-ente, nel .a&to ca-po "elle contra""i#ioni &ociali&te$ Le e&po&te ba&tano al
no&tro a&&unto e per pro.are inconte&tabil-ente, c4e il &ociali&-o &otto ogni, riguar"o
6 una .ergogno&a contra""i#ione e c4e "a e&&o non pu? u&cire &e non il cao&$
La contra""i#ione 6 &D e.i"ente, c4e non ci &ar1 "i88icile il -etterla in c4iaro anc4e
nei punti a--e&&i concor"e-ente "ai no&tri &ettari$ <ra i /uali principali&&i-o 6
/uello "ella nega#ione "ella &oli"ariet1 "i 8a-iglia o "i nobilt1$ A /ue&to propo&ito
tutti i "ottori ri.olu#ionari le.ano la .oce per negare un &eguito "i tra"i#ioni tanto "i
glorie co-e "i errori, "i -eriti e "i "e-eriti, &eguito ricono&ciuto "alla co&cien#a "el
genere u-ano$ Ora /ue&ti &te&&i ri.olu#ionari -o&trano nella pratica l;oppo&to "i
/uello c4e procla-ano nella teoria$ 5uan"o la Ri.olu#ione 8rance&e ebbe col &angue
atterrate tutte le glorie na#ionali, /uan"o inebriata "ai trion8i, &tette &icura "i una
"e8initi.a .ittoria, i 8u-i ari&tocratici e "i ca&ta le &alirono al capo, in -ani8e&to
contra&to coi &uoi "o--i$ <u allora c4e i ri.olu#ionari pi7 in&igni, 8ieri co-e antic4i
baroni 8eu"ali, co-inciarono a 8ar&i &pigoli &tri e "i88icili a" accor"are agli &tranieri la
citta"inan#a nella loro nobili&&i-a 8a-iglia$ I -iei lettori ric4ia-eranno ora alla
-ente /uella -e-orabile /ue&tione "iretta "ai "ottori "ella nuo.a legge a /uelli c4e
loro &i 8ace.ano innan#i .e&titi "a can"i"ati' Lai tu co--e&&o "elittiG$ 0o$ Or bene,
innan#i a te non &i apriranno gia--ai le porte "el Ca-pi"oglio, in cui &eggono
-ae&to&a-ente i -e##i "6i "ella ri.olu#ione$ Il genere u-ano a.e.a creato la nobilt1
"ella .irt7, la ri.olu#ione cre? /uella "el "elitto$
Ma allo &coppiare "ella ri.olu#ione "i 8ebbraio, /uan"o &ociali&ti e repubblicani
&egnarono la loro "i.i&ione colla pro8on"it1 "ell;abi&&o, /uan"o gli uni &otto no-e "i
repubblicani della vigilia, gli altri &otto /uello "el "o-ani .ennero arrabattan"o&i con
poca carit1 in .ero, alcuni pi7 8elici e per /ue&to pi7 balio&i &i al#arono e gri"arono' A
noi l;orgoglio, giacc4@ il repubblicane&i-o 6 in noi co&a "i 8a-iglia e ci .iene per
&angue 9 e con /uello .ennero a con8e&&are nello &tretto repubblicane&i-o tutte le
preoccupa#ioni "ella &oli"ariet1$
E&a-inate bene /ue&te &cuole, .e"re-o co-e gareggino a co&tituir&i in 8a-iglia,
a" ac/ui&tare a&cen"ente$ 0ell2un gruppo Saint,Si-on 4a la &opra&tan#a, nell2altro
l2illu&tre <ourier, nel ter#o Babeu8 il patriota, -entre tutte po&&eggono un capo
co-une e glorie e patri-oni e pe&i co-uni: tanto i gruppi co-e le 8a-iglie a&&ie-e
congiunti, .anno alla cerca nel pa&&ato "i una in"i.i"ualit1 abba&tan#a nobile e"
illu&tre per loro &er.ire "i lega-e e "i centro$ Gli uni &celgono Platone, glorio&a
per&oni8ica#ione "ell2antica &apien#a: gli altri le.ano la 8olle a-bi#ione all;alte##a
"ella be&te--ia, e .olgono lo &guar"o al Re"entore "el genere u-ano$ Po.ero e
abban"onato, l2oblieranno 8or&e: u-ile, lo "i&pre##eranno, -a nel loro in&olente
orgoglio non .anno "i-entic4i c4e po.ero, u-ile, abban"onato, egli 6 re e c4e nelle
&ue .ene &corre il nobile &angue "ei re$ Ri&petto a Prou"4on, tipo per8etto
"ell2orgoglio &ociali&ta, il /uale 6 poi tipo per8etto "ell2orgoglio u-ano: ri&alen"o a
te-po ancor pi7 lontano, &pinge nei te-pi pro&&i-i alla crea#ione le ricerc4e, in /uei
te-pi in cui 8iori.a il popolo "el Signore colle &ue i&titu#ioni$ Mi 8ar? altro.e a
"i-o&trare c4e la nobilt1 "i Prou"4on, 6 tanto antica, e tanto nobile la &ua &c4iatta "a
"o.er per giungere alla &ua origine, 8rancare lo &tretto circolo "ei te-pi &torici e
ri-ontare &ino a" e&&eri, 8ra i pi7 per8etti e" ele.ati, inco-parabil-ente &uperiori
all2uo-o$ Per ora, ba&ta al -io &copo a.er /ui pro.ato, l2a&&ur"it1 e la contra""i#ione
"elle &cuole &ociali&te: co-e ognuno "ei loro principi &ia inco-patibile o con /uello
c4e prece"e o con /uello c4e .ien "opo' e co-e nella loro &te&&a con"otta .i abbia la
co-pleta con"anna "elle loro teorie, e co-e /ue&te con"annino /uella$
0on ci ri-ane ora c4e 8or-arci un2i"ea appro&&i-ata "el &ociali&-o, o.e non
8o&&e i-brunito "a &i88atti "i8etti c4e lo ren"ono tanto brutto e irregolare a .e"ere$ E
non &e-bra 8uori "i propo&ito l;e&a-inare, "opo il &ociali&-o attuale, il 8uturo, e
/uale &ar1 /ue&to pel -eno-ar&i progre&&i.o "elle incon&eguen#e e "egli errori' co-e
"e.e acca"ere &econ"o la .irt7 -i&terio&a e in&ita in ogni teoria$ Il -eto"o a ci? 8are 6
"i &cegliere uno "i /uei principi pi7 unani-e-ente accettati "alle &cuole &ociali&te e
"i .enirne -an -ano tiran"o tutte le con&eguen#e in e&&o racc4iu&e$
La nega#ione 8on"a-entale "el &ociali&-o 6 la nega#ione "el peccato, nella cui
cre"en#a &ta co-e il centro "i tutte le a88er-a#ioni cattolic4e$ A &i88atta nega#ione
tengono "ietro, per .ia "i con&eguen#a un coronale non -ai 8inito "i altre nega#ioni
relati.e o all2e&&ere "i.ino, o all2e&&ere u-ano o all2e&&ere &ociale$ Percorrerle tutte
tornerebbe i-po&&ibile e "2altron"e e 8or&;anco e&traneo al no&tro &copo$ Per /ue&to
noi ba"ere-o unica-ente alle pi7 i-portanti$
I &ociali&ti negano il peccato e in&ie-e la po&&ibilit1 "i peccare$ 0egare il 8atto e la
po&&ibilit1 "el 8atto, 6 negare la libert1 u-ana, c4e non &i pu? concepire &en#a
peccato, o" al-eno &en#a il potere "i ca"ere "all;innocen#a nella colpa$
0egare la libert1 "ell;uo-o 6 negare la &ua re&pon&abilit1, c4e, negata &i .iene
nece&&aria-ente alla nega#ione "ella pena, e "a /ue&ta alla nega#ione "el go.erno
"i.ino e "el go.erno u-ano$ %un/ue, ri&petto alla nega#ione "el go.erno, la
nega#ione "el peccato con"uce al nic4ili&-o$
0egare la re&pon&abilit1 in"i.i"uale 6 negare la re&pon&abilit1 "ella &pecie, giacc4@
non &i pu? a--ettere in /ue&ta /uello c4e 6 negato nell;in"i.i"uo$ La nega#ione
"ella re&pon&abilit1 in"i.i"uale .uol "ire a"un/ue nega#ione "ella u-ana, e non 6
po&&ibile a88er-are "i alcuno ci? c4e in particolare &i nega in ogni in"i.i"uo e in tutti,
co&D negata la re&pon&abilit1 "ell2in"i.i"uo o /uella "ella &pecie, bi&ogna negare la
re&pon&abilit1 "i ogni a&&ocia#ione o &ociale, o politica, o "o-e&tica$ E" eccoci
anc4e &otto il riguar"o "ella re&pon&abilit1 con"otti al nic4ili&-o$
0egare la re&pon&abilit1 in"i.i"uale, "o-e&tica, politica, u-ana, 6 negare la
&oli"ariet1 nell2in"i.i"uo, nella 8a-iglia, nello Stato, nella &pecie, giacc4@ la
&oli"ariet1 6 una co-unan#a "i re&pon&abilit1$ 5uin"i e#ian"io per ri&petto alla
&oli"ariet1 .enia-o a negare la &oli"ariet1 nell2uo-o, nella 8a-iglia, nello Stato, nella
&pecie, a negare nece&&aria-ente l2unit1 nella &pecie, nello Stato, nella 8a-iglia e
nell;uo-o, giacc4e 8ra la &oli"ariet1 e l2unit1 4a..i co-pleta -e"e&i-e##a e tale "a,
non &i poter concepire l2una &en#a l2altra, Per /ue&to anc4e riguar"o alla /ue&tione
"ell2 unit1 &ia-o con"otti al nic4ili&-o$
%alla nega#ione a&&oluta "ell2unit1 proce"ono le nega#ioni "ell2u-anit1, "ella
&ociet1, "ella 8a-iglia: "ell2uo-o$ E .aglia il .ero, ne&&una co&a e&i&te tolta la
con"i#ione "ell2e&&er una, e perci? appunto non 6 po&&ibile "are per a&&entata
l2e&i&ten#a "ella 8a-iglia, "ella &ociet1 e "ell2u-anit1 &en#a con"i#ione "2a88er-are
l2unit1 "o-e&tica, politica, u-ana$ C4e &e neg4ia-o &i88atte tre unit1, anc4e le tre
co&e .engono a" e&&er negate, poic4@ non 6 po&&ibile a" un punto "arle per e&i&tenti e
per non une' une "e.ono e&&ere nece&&aria-ente, e non une pertanto non e&i&tono:
co&D la -e"e&i-a loro "eno-ina#ione "i.iene a&&ur"a co-e /uella c4e e&pri-e e
rappre&enta tanti nulla$
Per negare l2uo-o in"i.i"uo &i proce"e "i.er&o' %e&&o 6 il &olo c4e po&&a e&i&tere
&ino a" un certo punto, &en#a e&&ere uno e &oli"ale' il "ire "i lui c4e non 6 n@ uno n@
&oli"ale 6 "ire non e&&ere lui in tutti gli i&tanti "ella .ita la &te&&a per&ona$ Se non .i
4a ne&&o tra il pre&ente, il pa&&ato e l2a..enire, &egue c4e l2uo-o .i.e nel &olo
pre&ente$ Ma, in /ue&to &uppo&to, 6 c4iaro c4e la &ua e&i&ten#a 6 pi7 pre&to
8eno-enica c4e reale$ Se non .i.o nel pa&&ato, poic4@ il pa&&ato 6 "i&giunto "al
pre&ente: &e non .i.o nel 8uturo, perc4@ il 8uturo non 6, e perc4@ /uan"o &ar1 non &ar1
pi7 il pre&ente: &e .i.o nel &olo pre&ente il /uale non e&i&te, poic4@ -entre &tia-o per
a88er-arlo egli gi1 non 6 pi7, ne .iene c4e la -ia e&i&ten#a 6 -eglio teorica c4e
pratica' io non e&i&to in tutti i te-pi, -a non e&i&to in ne&&uno$ Il te-po io lo
concepi&co unica-ente nell;uni8ica#ione "elle &ue tre 8or-e: /ue&te "i&giunte, l;i"ea
"el te-po -anca$ E in .ero, c4e 6 il pa&&ato &e non una co&a c4e 6 pi7G C4e 6
l;a..enire &e non una co&a c4e non 6 ancoraG C4i potr1 arre&tare il pre&ente /uel tanto
c4e ba&ti per a88er-arlo -entre &.elto "all;a..enire &ta per congiunger&i al pa&&atoG
%un/ue, a88er-are l2e&i&ten#a "ell2uo-o, "opo a.er negata l2unit1 "ei te-pi, 6
accor"are all2uo-o l2e&i&ten#a &peculati.a "el punto -ate-atico$ %un/ue la
nega#ione "el peccato &i ri"uce al nic4ili&-o, co&D relati.a-ente all2e&i&ten#a
"ell2u-anit1, "ella &ociet1, "ella 8a-iglia, co-e relati.a-ente all2e&i&ten#a "ell2uo-o$
Tutte le "ottrine &ociali&te pertanto o -eglio tutte le "ottrine ra#ionali&te ter-inano
nece&&aria-ente nel nic4ili&-o: e /ue&to per or"ine naturale "elle co&e' 8uori "a %io
non .i 6 c4e il nulla, e nel nulla &i per"ono coloro c4e .anno lungi "a %io$
Ci? po&to, &ono in "iritto "i accu&are il &ociali&-o "i oggi "i ti-i"it1 e "i
contra""i#ione$ 0egare il %io trino e" uno per a88er-are un altro %io: negare
l2u-anit1 &otto punto "i .i&ta e a88er-arla &otto un altro: negare la &ociet1 &otto certe
8or-e e a--etterla &otto certe altre: negare la &ociet1 "a un lato per a88er-arla "a un
altro: negare l2uo-o in un -o"o e a88er-arlo in un altro o "i.er&o o oppo&to, -o&tra
un;incerte##a "i principi e" una -e&c4ian#a "i ti-i"a tran&a#ione$ Il &ociali&-o "i
oggi 6 un &e-i,Cattolici&-o e nulla pi7$ O.e i li-iti "i /ue&t;opera -e lo
per-ette&&ero, .orrei piena-ente "i-o&trare c4e nei pi7 &pinti "ei &uoi "ottori &ono in
nu-ero -aggiore le a88er-a#ioni cattolic4e "elle nega#ioni &ociali&te: il c4e "1 poi
un Cattolici&-o a&&ur"o e un &ociali&-o contra""ittorio$ Ogni a88er-a#ione "i un
%io, /ualun/ue e&&o &ia, .i trae al %io "ei cattolici: ogni a88er-a#ione "ell2u-anit1
porta all2u-anit1 una e &oli"ale cri&tiana: ogni a88er-a#ione "ella &ociet1 .i con"uce
pre&to o tar"i all2a88er-a#ione cattolica riguar"o le i&titu#ioni &ociali: ogni
a88er-a#ione "ella 8a-iglia .i pone nella ulteriore nece&&it1 "2a--ettere, a" un -o"o
o all2altro, tutto c4e 6 a--e&&o circa la 8a-iglia "al Cattolici&-o, negato "al
&ociali&-o' 8inal-ente ogni nega#ione "ell2uo-o ter-ina nell2a88er-a#ione "i
A"a-o, l2uo-o "ella Gene&i$ Il Cattolici&-o 6 uno "i /uei &oli"i cilin"ri i /uali, non
appena a""entrato&i in parte l2oggetto, lo 8anno pa&&are intero: e &otto "i e&&o, o.e non
tra-uti, pa&&er1 anc4e il &ociali&-o coi &uoi ponte8ici e "ottori$
Prou"4on c4e non 6 ri&ibile per .e##o, lo 6 tutta.ia nel 8or-ulare co-e ulti-a la
nega#ione "el go.erno, e /uan"o &i 8a a c4ie"ere trion8ante la -aggior pal-a
&ociali&ta per la &ubli-it1 "ella &ua au"acia$ I &ociali&ti ri&petto ai cattolici &o-igliano
ai Greci ri&petto ai &acer"oti "ell2Oriente: li cre"ere&te uo-ini e tutta.ia non &ono c4e
ba-bini$ La nega#ione "2ogni go.erno 6 lontana "all2e&&ere l2ulti-a nega#ione
po&&ibile: non 6 c4e una nega#ione preli-inare la /uale .err1 8or&e "ai 8uturi nic4ili&ti
relegata nel libro "ei loro prolego-eni$ Se Pron"4on non .a oltre, "o.r1 cogli altri
piegar&i &otto il cilin"ro cattolico, per cui tutto pa&&a tranne il niente$ Bi&ogna
a"un/ue o a88er-are il niente o a&&oggettar&i a /ue&ta "ura nece&&it1 con tutta l2ani-a
e col corpo e in uno con tutte le a88er-a#ioni e nega#ioni$ <ino a tanto c4e Prou"4on
non an"r1 coraggio&o a" un &egno "eter-inato, ei -i la&cer1 il "iritto "i accu&arlo
innan#i ai ra#ionali&ti 8uturi, co-e &o&petto per Cattolici&-o latente e &ecreto
-o"eranti&-o$ I &ociali&ti c4e ri8uggono "al c4ia-ar&i gli ere"i "el cattolici&-o, &e
ne c4ia-ano l2antite&i$ Ora il Cattolici&-o &icco-e non 6 una te&i, co&D non 6 capace
"2antite&i$ I un &i-bolo c4e tutto abbraccia, tutto contiene, c4e tutto &piega e c4e non
pu? e&&ere, nonc4@ .into, neppure co-battuto "a una &inte&i "ella &te&&a natura,
/uan";anc4e /ue&ta abbraccia&&e e co-pren"e&&e e &piega&&e il tutto$ Ogni te&i e
antite&i u-ana 6 a-pia-ente co-penetrata nella &inte&i cattolica$ E&&a le trae a &@ e
&e le a&&orbe colla 8or#a in.incibile "i una .irt7 inco-unicabile$ 5uei -e"e&i-i c4e
&i cre"ono lontani "alla cre"en#a cattolica, ripo&ano in e&&a, /ua&i obbligata
at-o&8era "elle intelligen#e: e i &ociali&ti, al paro "egli altri, "opo a.er per ogni
-aniera tentato "i "i&giunger&i "a e&&a, non riu&cirono c4e catti.i cattolici$
++++++++++++++++++++++
CAPITOLO SESTO
Dommi correlativi al domma della solidariet- Sacrifici di sangue- Teorie delle
scuole socialiste sulla pena di morte-
Mentre il &ociali&-o 6 una incoerente -e&colan#a "i te&i e "i antite&i, c4e &i
contra""icono e &i "i&truggono a .icen"a, la -agni8ica &inte&i cattolica ri&ol.e tutte
co&e nell2unit1, tutte coor"inan"o &econ"o i principi "ella &ua &upre-a ar-onia$ I &uoi
"o--i &ono a" un te-po unit1 e .ariet1, e" 6 i-po&&ibile ricono&cere /uale ne &ia il
pri-o e l2ulti-o nell;in"e8inito circolo "i.ino$ Si88atta .irt7 "i congiunger&i
inti-a-ente l2uno nell2altro, toglie c4e &i po&&a negare o a--ettere alcuno ";e&&i
i&olata-ente e co&tringe a" a--etterli o negarli nello &te&&o te-po e nel co-ple&&o$
Sicco-e poi ogni a88er-a#ione po&&ibile "eri.a "alle a88er-a#ioni "og-atic4e "ella
&cuola, co&D non &i &aprebbe rin.enire contro il Cattolici&-o una &ola nega#ione o
a88er-a#ione particolare, giacc4@ la nega#ione a&&oluta unica-ente pu? e&&ere
contrappo&ta alla pro"igio&a &inte&i cattolica$ Ora, %io c4e 6 c4iara-ente nella parola
cattolica, 4a co-po&to le co&e "i -aniera c4e &i88atta &upre-a nega#ione,
logica-ente nece&&aria per 8are contra&to alla parola "i.ina, 6 a&&oluta-ente
i-po&&ibile$ E .aglia il .ero, per tutto negare, torna nece&&ario in pri-a negare &@
-e"e&i-o, e /uello elle nega &@ &te&&o, non pu? pi7 nulla negare in appre&&o$ Co&D
in.incibile, la parola cattolica 6 anc4e eterna$ %al pri-o giorno "ella crea#ione e&&a
.iene a" e&ten"er&i per gli &pa#i e a" a.er .oce nei &ecoli con i--en&a 8or#a
"2e&pan&ione e in8inito potere "i ri&onan#a$ La &ua &o--a .irt7 non .enne -eno
ancora: e /uan"o i te-pi ce&&eranno "i &correre e /uan"o gli &pa#i &i re&tringeranno
in un punto, /ue&ta parola non ce&&er1 "al ri&uonare eterna-ente nei regni cele&ti$
Ogni co&a pa&&a &u /ue&ta terra: gli uo-ini col .acuo "ella &cien#a, c4e 6 ignoran#a,
gli i-peri col nulla "ella gloria, c4e 6 c4i-era, e &olo &i88atta ri&uonante parola ripo&a
i--utabil-ente nel &uo e&&ere e" 6 procla-ata i"entica "alle .oci unani-i "i tutte
co&e$
Il "o--a "ella &oli"ariet1 con8on"en"o&i con /uello "ell2unit1, co&titui&ce con
e&&o un &olo "o--a, e /ue&to "o--a co-e /uelli "ella &oli"ariet1 e "ell2unit1 c4e
&ono unici nell2e&&en#a, e .ari nella -ani8e&ta#ione, &i -o&tra "uplice$ In8atti la
&oli"ariet1 e l2unit1 "i tutti gli uo-ini tra loro portano con &@ l;i"ea "i co-unan#a "i
re&pon&abilit1, e /ue&ta re&pon&abilit1 &uppone alla &ua .olta c4e i -eriti e i "e-eriti
"egli uni po&&ano nuocere e pro8ittare agli altri$ 5uan"o 6 il "anno c4e &i co-unica, il
"o--a con&er.a il &uo no-e generico "i &oli"ariet1, e /uan"o 6 il .antaggio, lo
tra-uta in /uello "i re.er&ibilit1$ Per /ue&to noi "icia-o "i a.er tutti peccato in
A"a-o, giacc4@ &ia-o tutti con lui &oli"ali: o "i e&&er &tati tutti rico-pri in Ge&7
Cri&to, perc4@ i &uoi -eriti &ono re.er&ibili in noi: la "i88eren#a 6 /ui "i no-e e non
altera per nulla l;i"entit1 "ella co&a &igni8icata$ %ica&i lo &te&&o "ei "o--i
"ell2i-puta#ione e "ella &o&titu#ione, i /uali "i.er&i8icano &olo nell2applica#ione$
In .irt7 "el "o--a "ell2i-puta#ione tutti &o88ria-o la pena "i A"a-o, e in .irt7
"el "o--a "ella &o&titu#ione, 0o&tro Signore 4a patito tutti noi$ Ma alla 8ine il
"o--a &o&tan#iale 6 uno &olo$ Il principio per cui noi 8u--o tutti &al.ati nel 0o&tro
Signore 6 i"entico con /uello c4e ci a.e.a re&o tutti colpe.oli e puniti in A"a-o$
Si88atto principio "ella &oli"ariet1 c4e &piega i "ue gran"i -i&teri "ella no&tra
re"en#ione e "el tra&-etter&i "ella colpa, 6 .ice.er&a &piegato "a /ue&ta &te&&a
tra&-i&&ione e re"en#ione "ell;uo-o$ Sen#a la &oli"ariet1, .oi non potete neppure
concepire u-anit1 pre.aricatrice e rico-pra: 6 "2altro lato 6 e.i"ente c4e &e l2u-anit1
non 8u n@ rico-pra in Ge&7 Cri&to n@ pre.aricatrice in A"a-o, e&&a non pu?
concepir&i co-e una e &oli"ale$
Si88atto "o--a, unita-ente a /uello "ella pre.arica#ione a"a-itica, ne ri.ela la
.era natura "ell2uo-o$ %io non per-i&e c4e ei 8o&&e "i-enticato "ai popoli$ Ecco
perc4@ tutti le na#ioni "el -on"o gli ren"ono la pi7 &plen"i"a te&ti-onian#a,
elo/uente-ente con&acrata "alla &toria$ 0on .i 6 popolo inci.ilito o incolta trib7 c4e
non abbiano cre"uto i peccati "ell;in"i.i"uo poter attirare la collera &ul capo "i tutti, e
cia&c4e"uno poter e&&ere liberato "alla pena e "alla colpa tra&-e&&a per l2o88erta "i
una .itti-a in per8etto olocau&to$ %io con"anna il genere u-ano per il peccato "i
A"a-o e lo &al.a per i -eriti "el &uo a-ati&&i-o <iglio$ 0o6 i&pirato "a %io
-ale"ice in Canaan tutta la &ua &tirpe: %io bene"ice in Abra-o, in I&acco, in
Giacobbe tutta la &c4iatta "egli ebrei$ A .olte &al.a i 8igli colpe.oli per i -eriti "ei
loro a&cen"enti: a .olte ca&tiga 8ino all2ulti-a genera#ione i peccati co--e&&i "a
a&cen"enti colpe.oli: e "i tutte /ue&te co&e c4e la ragione 4a per incre"ibili, ne&&una
tro.? ritro&o e ripugnante il genere u-ano, c4e le cre"e con 8e"e 8er-a e robu&ta$
E"ipo 6 colpe.ole, e gli "6i .er&ano &u Tebe la coppa "el loro 8urore: E"ipo 6
l;oggetto "ella collera "i.ina e i bene8i#i "ella &ua e&pia#ione &ono tra&-i&&ibili in
Tebe$ 0el te-po pi7 gran"e e pi7 &olenne "ella crea#ione, /uan"o %io 8atto uo-o
-o.e.a a procla-are col pre##o "ella &ua -orte la .erit1 "i /ue&ti "o--i, il popolo
"eici"a pre&e la &opra&tan#a lui &te&&o procla-an"ole e con8e&&an"ole$ Con .oce
&opranaturale e con un ruggito &ini&tro, pro8erD /ue&te tre-en"e parole' =Il &uo &angue
rica"a &u "i noi e &ui no&tri 8igli>$ Pare c4e I""io per-ette&&e /ui un accentra-ento
"ei te-pi e "ei "o--i' il -e"e&i-o giorno lo &te&&o popolo, nel colpirlo "i -orte,
i-puta a" un &olo e in lui puni&ce i peccati "i tutti: e c4ie"e l2applica#ione a &@ "el
"og-a "ic4iaran"o i &uoi 8igli &oli"ali "elle &ue colpe$ Conte-poranea-ente I""io
procla-a /uello &te&&o "o--a 8acen"o&i &oli"ale "ell2uo-o, il "o--a "ella
re.er&ibilit1, "o-an"an"o al Pa"re co-e pre##o "el &uo patire il per"ono "ei ne-ici,
il "o--a "ella &o&titu#ione -oren"o per e&&i e il "o--a "ella re"en#ione
con&eguen#a "i tutti gli altri, e&&en"o il peccatore rico-pro perc4@ il &o&tituito c4e
&o88rD la -orte in .irt7 "el "o--a "ella &oli"ariet1 .enne accettato in .irt7 "i /uello
"ella re.er&ibilit1$
Tali "o--i procla-ati conte-poranea-ente "a un popolo e "a un %io, e co-piuti
poi nella per&ona "i un %io e nelle genera#ioni "i un popolo, &ono &tati procla-ati e
co-piuti, /uantun/ue i-per8etta-ente, "al principio "el -on"o e .ennero
&i-boleggiati in un2i&titu#ione, pri-a "2e&&o -ateriati in una per&ona$
L2i&titu#ione c4e le &i-boleggia 6 il &acri8i#io "i &angue' &i88atta i&titu#ione
-i&terio&a e, u-ana-ente parlan"o, inconcepibile, 6 un 8atto &D uni.er&ale e &D
co&tante c4e e&i&te &i-ultanea-ente nei te-pi e in tutte le regioni "ella terra$ Attalc46
"i tutte le i&titu#ioni &ociali, la pi7 uni.er&ale 6 proprio la pi7 inconcepibile e /uella
c4e appare la pi7 a&&ur"a$ I co&a "egna "2o&&er.a#ione l2e&&ere tale uni.er&alit1
attributo co-une "ell;i&titu#ione in cui /ue&ti "og-i .engono &i-boleggiati, "ella
per&ona in cui &i co-piono, e "egli &te&&i "og-i &i-boleggiati nelle i&titu#ioni e
co-piuti nella per&ona$
L;i--agina#ione &te&&a non pu? giungere a rappre&entar&i altri "o--i, altra
per&ona, altre i&titu#ioni pi7 uni.er&ali$ I "og-i contengono tutte le leggi c4e
regolano il -on"o: la per&ona contiene la "i.init1 e l;u-anit1 a" una: l2i&titu#ione
co--e-ora il generale "i &i88atti "o--i, e &i-boleggia /ue&ta unica per&ona, in cui
&ta l2uni.er&ale per eccellen#a, e c4e con&i"erata in &@ &te&&a &i e&ten"e 8ino agli ulti-i
con8ini "el -on"o e a.an#a i li-iti "ella &toria$
Abele 6 il pri-o uo-o c4e o88er&e a %io un &acri8icio cruento, c4e co-e tale riu&cD
accetto al Signore, -entre /uello "i Caino, con&i&tente in 8rutti "ella terra gli 8u
&gra"ito$ In ci? .i 4a "i &ingolare e -i&terio&o c4e colui, il /uale .er&a il &angue in
&acri8icio e&piatorio, o"ia il &angue e -uore per non &pargere il &angue "el &uo
ucci&ore, e c4e colui c4e ri8iuta "i .er&are il &angue co-e &egno "i e&pia#ione, a-a il
&angue a &egno "i &pargere il &angue "el &uo 8ratello$ Co-e a..iene c4e il &angue
.er&ato a" un -o"o puri8ica, a" un altro conta-inaG Perc4@ tutti .er&ano il &angue,
benc4@ in -aniera "i.er&aG
%opo /ue&to pri-o e88on"i-ento "i &angue, il &angue non ce&&a "i &correre, e non
&corre -ai &en#a con"annare gli uni e puri8icare gli altri, con&er.an"o &e-pre piena e
la .irt7 "i con"anna e /uella "i puri8ica#ione$ Tutti gli uo-ini c4e .ennero "opo il
giu&to Abele e il 8ratrici"a Caino, &i appro&&i-arono pi7 o -eno all;uno "i /ue&ti "ue
tipi, all;una "i /ue&te "ue citt1, go.ernate "a leggi oppo&te e "a "i.er&i go.erni, la
citt1 "i %io e la citt1 "el -on"o$ Le /uali "ue citt1 &ono oppo&te non tanto perc4@
nell2una &i .er&a il &angue, nell2altra no: -a perc4@ nell2una 6 l2a-ore, nell2altra "alla
.en"etta c4e lo .er&a: , nell2una 6 o88erto all2uo-o, nell2altra a %io, co-e &acri8i#io
e&piatorio e gra"ito olocau&to$
Il genere u-ano, &e-pre .i.i8icato "all2aura "elle tra"i#ioni biblic4e, pre&t?
ognora una 8e"e incrollabile alle &eguenti tre .erit1' c4e il &angue "e.e e&&ere .er&ato:
c4e .er&ato a" un -o"o puri8ica: c4e .er&ato a" un2altro ren"e colpe.oli$ 5ue&te tre
.erit1 &ono c4iara-ente atte&tate "alla &toria, piena "i guerre cru"eli, "i con/ui&te
&anguino&e, "i &co-buia-enti, "i "i&tru#ioni 8a-o&e, "i -orti atroci, "i .itti-e
innocenti po&te &ugli altari 8u-anti, "i 8ratelli, le.ati contro 8ratelli, "i ricc4i contro
po.eri, "i pa"ri contro 8igli, la terra -e"e&i-a 8or-an"o co-e un lago "i &angue cui
n@ i .enti, n@ gli ar"ori "el &ole giungono a" a&ciugare$ E&&e &ono non -eno
c4iara-ente atte&tate "ai &acri8i#i &anguino&i o88erti a %io &u tutti gli altari "ella terra
e 8inal-ente "alla legi&la#ione "ei popoli, &econ"o cui c4i toglie la .ita al &uo &i-ile
6 &co-unicato e per"e la &ua: e&clu&o, "alla co-unione "ei .i.enti$ 0ella trage"ia
"2Ore&te, Euripi"e -ette in bocca a" Apollonio /ue&te parole' =Elena non 6 colpe.ole
"ella guerra "i TroVa: la &ua belle##a non 8u c4e il -e##o "i cui gli %ei &i &er.irono
per accen"ere la guerra 8ra i "ue popoli e 8ar "i&correre il &angue, c4e "e.e puri8icare
la terra conta-inata "a -ille "elitti>$ Ri&onan#a "elle tra"i#ioni popolari e" u-ane, il
poeta attribui&ce al &angue &i88atta in&ita .irt7 "i puri8ica#ione, na&co&ta in e&&o per
cau&a -i&terio&a$
Stan"o il &acri8i#io nella &uppo&i#ione c4e e&i&ta, tale cau&a e tale .irt7, 6 c4iaro
c4e il &angue "o.ette ac/ui&tare la .irt7 in 8or#a "ella cau&a, in epoca anteriore a
/uella "ei &acri8ici &anguino&i: e co-e /ue&ti .ennero i&tituiti &in "ai te-pi "i Abele,
6 8uori "i "ubbio c4e la cau&a, e la .irt7 "i cui parlia-o 6 anteriore a" Abele e c4e,
co-e conte-poranea, "e.e a.ere &ua origine in un gran"e a..eni-ento para"i&iaco$
5ue&to &i 6 la pre.arica#ione "el pri-o uo-o$ La carne e&&en"o colpe.ole in A"a-o,
e nella carne "i A"a-o /uella "i tutta la &pecie, bi&ogna.a, perc4@ la pena 8o&&e
propor#ionata alla colpa, c4;e&&a .eni&&e co-penetran"o&i, co-e pri-a la colpa,
nella carne: "i /ui la nece&&it1 "i un pro8on"o e88on"i-ento "i &angue u-ano$ La
pro-e&&a "i un re"entore a.e.a tutta.ia &u&&eguita la ca"uta a"a-itica, e pel &uo
potere 8u &o&pe&a la &enten#a "i con"anna 8ino alla .enuta "i Colui c4e "o.e.a .enire$
Ecco perc4@ Abele, "epo&itario per .ia "i A"a-o e "ella &enten#a "i con"anna e "ella
&ua &o&pen&ione in atte&a "i c4i "o.e.a &o88rire la pena per il colpe.ole e &o&tituire
/ue&to, origin? l2unico &acri8icio gra"ito a %io, il &acri8icio 8igurati.o e &i-bolico$
Il &acri8icio "i Abele 8u tanto per8etto "a inc4iu"ere in &@ pro"igio&a-ente tutti i
"o--i cattolici$ Co-e &acri8icio in generale 8u un atto "i ricono&cen#a, "i a"ora#ione
.er&o %io onnipo&&ente e &upre-o$ Co-e &acri8icio cruento 8u la procla-a#ione "el
"o--a "ella pre.arica#ione "i A"a-o, "el "o--a "ella libert1 "el pre.aricatore, c4e
&en#a il libero arbitrio non &arebbe &tato colpe.ole, "el "o--a "ella tra&-i&&ione
"ella colpa e "ella pena, &en#a cui A"a-o a.rebbe "o.uto "ar&i in &acri8icio, e "el
"o--a per ulti-o "ella &oli"ariet1, &en#a cui Abele non a.rebbe ere"itata la colpa$
Si88atto &acri8icio 8u in&ie-e, riguar"o a %io, ricogni#ione "ella &ua giu&ti#ia e "ella
cura c4;egli pren"e "elle co&e u-ane$ Con&i"erato riguar"o alle .itti-e o88erte, 8u a"
un;ora la co--e-ora#ione "ella pro-e&&a, c4e acco-pagna la pena "el .ero
colpe.ole: e /uella "ella re.er&ibilit1 pel cui -e##o i puniti per la colpa "i A"a-o
po&&ono e&&ere pro&ciolti per i -eriti "i un altro: e /uella "ella &o&titu#ione, per la cui
.irt7 il Pro-e&&o "o.e.a o88rir&i in &acri8icio per tutto il genere u-ano$ <inal-ente,
e&&en"o le .itti-e agnelli &en#a -acc4ia e pri-onati, il &acri8icio "i Abele 8u il
&i-bolo "el &acri8icio .ero, nel /uale l2agnello tutto "olce e puro, <iglio unico "el
pa"re, "o.e.a o88rir&i in &acrato olocau&to per le colpe "egli uo-ini$ Co&D il
Cattolici&-o, c4e &piega e contiene tutte co&e, 6 &piegato e contenuto nel pri-o
&acri8i#io cruento o88erto a %io "a un uo-o$ 5ual 6 "un/ue nella religione cattolica la
.irt7 in8inita "i con"en&a#ione e "i e&pan"i-entoG 5uali &ono /ue&te co&e c4e nella
loro i--en&a "i.er&it1 .engono pure tutte racc4iu&e in un &i-boloG E /ual &i-bolo 6
/uello co&D .a&to e co&D per8etto perc4@ po&&a co-pren"ere tante e tanto gran"i co&eG
Corri&pon"en#e e" ar-onie &D &ubli-i, per8e#ioni &D belle e -agni8ic4e a.an#ano
l2uo-o, "a toglier&i nonc4@ alla &8era "elle no&tre perce#ioni, a /uella "ei no&tri
"e&i"eri e "elle no&tre i--agini$
%i pa"re in 8iglio la tra"i#ione .enne poco a poco a" o&curar&i e con8on"er&i nella
-e-oria "egli uo-ini$ %io non per-i&e nella &ua &apien#a in8inita, c4e la ri&onan#a
"elle biblic4e tra"i#ioni ce&&a&&e, "i co--uo.ere la terra: -a in -e##o al tu-ulto "ei
popoli ne-ici, 8ra loro e "ati all2i"olatria, &i88atta ri&onan#a &2in"ebolD, &2alter?, 8inc4@
pi7 non ne ri-a&e c4e un2ulti-a eco inter-ittente e con8u&a$ Allora pel .ago
&enti-ento "i una colpa innaturata nel &angue, gli uo-ini ne conclu&ero la nece&&it1
"i o88rire in &acri8i#io a %io il &angue &te&&o "ell2uo-o$ Il &acri8i#io non 8u pi7
&i-bolico, -a reale: e poic4@ &ta.a nel "i.ino inten"i-ento "i "are .irt7 e" e88icacia
al &olo &acri8i#io "el Re"entore, i &acri8ici u-ani ne 8urono "el tutto "e&tituti$
0ulla-eno, co-un/ue i-per8etti e" ine88icaci, co-pren"e.ano .irtual-ente "a un
lato il "o--a "el peccato originale, /uello "ella &ua tra&-i&&ione, "ella &oli"ariet1: e
"all2altro il "o--a "ella re.er&ibilit1 e /uello "ella &o&titu#ione, benc4@ non
giunge&&ero a &i-boleggiare n@ la .era &o&titu#ione, n@ il .ero &o&tituito$
5uan"o gli antic4i, elegge.ano una .itti-a innocente e i--acolata, e coronata "i
8iori la gui"a.ano all2altare per placare con la &ua -orte placa&&e la collera "i.ina,
pagan"o il "ebito "i un popolo, e&&i coglie.ano a&&ai pre&&o "el .ero$ E in8atti,
.eni.ano con ci? a" a--ettere c4e la giu&ti#ia "i.ina "o.e.a e&&ere placata e c4e
non lo pote.a e&&ere &e non con lo &pargi-ento "i &angue: c4e uno pote.a &o""i&8are
il "ebito "i tutti: c4e la .itti-a "el ri&catto "o.e.a e&&ere innocente: .eni.ano a"
a--ettere cio6 i-plicita-ente "ei "o--i 8on"a-entali "el cattolici&-o$ Erra.ano
unica-ente nel cre"ere c4e &i pote&&e rin.enire un uo-o tanto innocente e co&D
giu&ti8icato "a e&&er "egno "i e88icace-ente o88rir&i in &acri8icio per i peccati "el
popolo in /ualit1 "i .itti-a re"entrice$ E /ue&to unico errore tra-ut? il -on"o in un
lago "i &angue e a.rebbe ba&tato a" i-pe"ire ogni po&&ibilit1 "i un .ero
inci.ili-ento$ La barbarie, e una barbarie 8eroce e &anguino&a, 6 con&eguen#a
legitti-a, nece&&aria, "ell;oblio "i /ual&ia&i "o--a cri&tiano$
Ma &i-ile errore non era tale &e non &otto un "eter-inato rapporto: il &angue
"ell2uo-o non pu? e&piare il peccato originale, c4e 6 peccato "ella &pecie, il peccato
u-ano per eccellen#a' tutta.ia 4a .irt7 "i e&piare alcuni peccati in"i.i"ui$ %i /ui
"eri.a non &olo la legitti-it1 -a anc4e la nece&&it1 e la con.enien#a "ella pena "i
-orte$ L2uni.er&alit1 "el &uo i&tituto atte&ta l2uni.er&alit1 "ella 8e"e nell2e88icacia
puri8icante "el &angue co&D .er&ato' Sine sanguinis effusione non fit remissio (Eb K,
BB*$ Il &angue "el Re"entore pot@ e&tinguere il "ebito contratto "al genere u-ano con
%io nella per&ona "i A"a-o$ O.un/ue la pena "i -orte 8u abolita, la &ociet1 ri-a&e
"i&&anguata$ Alla &ua aboli#ione nella Sa&&onia reale tenne "ietro la gran"e e accanita
lotta "i Maggio, c4e -inaccian"o "i pro&&i-a ro.ina lo Stato, non gli la&ci? altro
-e##o "i &al.e##a c4e il ricorrere a" un inter.ento &traniero$ Il &olo principio "ella
&ua &oppre&&ione procla-ato in <ranco8orte a no-e "ella patria co-une, po&e tale
"i&or"ine nella Ger-ania, c4e un &i-ile non &i rin.iene nella &ua turbolenta i&toria$
L2aboli#ione "ella pena "i -orte "el go.erno pro..i&orio "ella Repubblica 8rance&e,
8u &eguita "a /uelle tre-en"e giornate "i Giugno, c4e .i.ranno a" eterna in8a-ia
nella ricor"an#a "ei po&teri, e a cui altre e" altre -olte &i &arebbero aggiunte &e una
&anta e gra"ita .itti-a non 8o&&e .enuta per "ire co&D a 8rappor&i tra le .en"ette "el
Signore e le colpe "i un go.erno e "i una citt1 &8on"ati nel peccato$ 0@ &i cono&ce, n@
&i potrebbe "ire 8in "o.e po&&a giungere la .irt7, "i /ue&to &angue augu&to e
innocente$ Ma, u-ana-ente parlan"o, ci 6 "ato a88er-are &en#a te-a "2e&&ere
&-entiti "al 8atto, c4e il &angue &correr1 "i nuo.o e &correr1 &ino a tanto c4e la
<rancia rientrer1 &otto la giuri&"i#ione "i /ue&ta legge pro..i"en#iale, la /uale non 8u
-ai "a popolo alcuno i-pune-ente .iolata$
C4iu"er? /ue&to capitolo con una o&&er.a#ione, c4e -i &e-bra "ella -a&&i-a
i-portan#a$ Se l2aboli#ione "ella pena "i -orte per i "elitti politici &i tra&&e "ietro tali
con&eguen#e, /uanto /ue&te cre&ceranno e giganteggeranno o.e &i e&ten"a ai "elitti
co-uniG Ora 6 e.i"ente c4e l2aboli#ione "ell2una porta &eco /uella "ell;altra in un
te-po pi7 o -eno lungo$ E" 6 pure e.i"ente c4e l2aboli#ione "ella pena "i -orte nei
"ue ca&i ter-ina nella &oppre&&ione "i ogni penalit1 u-ana$ Soppri-ere la pena
-aggiore per i "elitti c4e attaccano la &icure##a "ello Stato e in uno la &icure##a "egli
in"i.i"ui c4e lo co-pongono, e con&er.are /ue&ta &te&&a pena per i "elitti co--e&&i
contro i &e-plici particolari, 6 a parer -io -o&truo&a con&eguen#a, la /uale non pu?
re&i&tere a lungo all;an"a-ento logico e con&eguente "egli u-ani a..eni-enti$
%all;altro lato col &oppri-ere in entra-bi i ca&i per ecce&&i.a la pena "i -orte, &i
.iene a &oppri-ere ogni &orta "i penalit1 per i "elitti -inori: giacc4@ applicata c4e &ia
ai pri-i pena "i.er&a "a /uella "i -orte, ogni altra pena applicata ai &econ"i
-anc4er1 certa-ente alle regole "i un buon an"a-ento, e .err1 co-battuta co-e
oppre&&i.a e ingiu&ta$
Se la &oppre&&ione "ella pena "i -orte per i "elitti politici &i 8on"a &ulla nega#ione
"el "elitto politico, e &e &i88atta nega#ione .iene "e"otta "alla 8allibilit1 "ello Stato in
cotali -aterie, 6 c4iaro c4e ca"e ogni &i&te-a "i penalit1: giacc4@ la 8allibilit1 nelle
co&e politic4e &uppone la 8allibilit1 nelle co&e -orali, e la 8allibilit1 nelle une e nelle
altre porta con &@ l2inco-peten#a pri-igenia "ello Stato a /uali8icare per "elitto
ne&&una a#ione u-ana$ Ora &icco-e tale 8allibilit1 6 un 8atto, ne &egue c4e in -ateria
"i penalit1 tutti i go.erni &ono inco-petenti, perc4@ tutti 8allibili$
5uegli &olo pu? accu&are "i "elitto c4e pu? accu&are "i peccato: e /uegli &olo pu?
i-porre pene per l;uno c4e lo pu? per l;altro$ I go.erni non 4anno co-peten#a a ci?
&e non co-e "elegati "a %io, e la legge u-ana 4a 8or#a &olo /uan"o 6 co--ento
"ella "i.ina$ I go.erni c4e negano %io e la &ua legge, negano &e &te&&i$ 0egare la
legge "i.ina e a88er-are la legge u-ana, a88er-are il "elitto e negare il peccato,
negare %io e a88er-are un /ualun/ue go.erno, 6 negare ci? c4e &i a88er-a, a88er-are
ci? c4e &i nega, 6 ca"ere in una -ani8e&ta, e.i"ente contra""i#ione$ Allora &i &olle.a
il .ento "elle ri.olu#ioni, c4e pre&ta-ente 8anno ri8iorire l;i-pero "ella logica
&opra&tante all2an"a-ento "ei 8atti, col &oppri-ere -e"iante un2a88er-a#ione a&&oluta
e ine&orabile o per una nega#ione a&&oluta e perentoria le contra""i#ioni u-ane$
L2atei&-o "ella legge e "ello Stato, o ci? c4e .ale lo &te&&o, la &ecolari##a#ione
co-pleta "ello Stato e "ella legge, 6 una teoria c4e non &i accor"a colla teoria "ella
penalit1: l2una .iene "all2uo-o nel &uo &tato "i &epara#ione "a %io, l2altra .iene "a
%io nel &uo &tato "i unione coll2uo-o$
Se-bra c4e i go.erni cono&cano per in8allibile i&tinto "i non poter e&&ere giu&ti e
8orti &e non in no-e "i %io$ Co&D, "acc4@ co-inciano a &eparar&i "a Lui e a
&ecolari##ar&i, .engono allentan"o il 8reno "ella pena, /ua&i con&ape.oli "i
"i-inu#ione nel loro "iritto$ Le teorie la&&i&te "ei cri-inali&ti -o"erni .anno "i paro
colla "eca"en#a religio&a, e la loro &opra&tan#a nei co"ici acco-pagna la
&ecolari##a#ione co-pleta "ei poteri politici$ Il reo -an -ano a&&u-e altra 8or-a,
co&icc4@ appare ai 8igli oggetto "i co--i&era#ione /uello &te&&o c42era ai pa"ri
oggetto "i orrore$ E &e pri-a &i c4ia-a.a "elin/uente, ora .ien "etto 8olle o
g4iribi##o&o$ I ra#ionali&ti -o"erni "anno per &ciagura il "elitto$ (err1 giorno in cui il
go.erno trapa&&er1 nelle -ani "ei &ciagurati, in cui &ar1 "elitto la &ola innocen#a$ Le
teorie penali "elle -onarc4ie a&&olute nella loro "eca"en#a rigenerarono le teorie
liberali, c4e &pin&ero la co&a al brutto punto in cui &i tro.a pre&ente-ente$ %opo i
liberali .ennero i &ociali&ti colle loro teorie "i &antit1 nelle in&urre#ioni e "i eroi&-o
nei "elitti, teorie c4e non &aranno le ulti-e' lontano nell2ori##onte &i pingono ben pi7
in8uocate e &anguino&e -eteore$ In una galera &i &cri.e 8or&e il nuo.o e.angelo "el
-on"o, e il -on"o a.r1 in buon "ato "a &i88atti apo&toli a..enire /uello c4e -erita$
Coloro c4e 8ecero cre"ere ai popoli c4e la terra pote&&e e&&ere un para"i&o, re&ero
ancor pi7 8acil-ente per&ua&i c4e e&&o "e.e "i.entare un para"i&o, in cui non &correr1
-ai il &angue$ Il -ale non &ta nell2illu&ione: -a &ta piutto&to in /ue&to c4e nel giorno
e nell2ora appunto nella /uale a &i88atta illu&ione tutti pre&teranno 8e"e, il &angue
&gorg4er1 "alle &te&&e rocce e la terra "i.err1 un in8erno$ 0ella .alle o&cura "el pianto
l;uo-o non pu? a&pirare a" una 8elicit1 i-po&&ibile, &en#a per"ere /uel poco "i bene
c4e gli 6 conce&&o$

+++++++++++++++++++++++++
CAPITOLO SETTIMO
'icapitolazione 7 nefficacia delle proposte soluzioni 7 )ecessit di una soluzione pi
elevata-
0oi abbia-o &in /ui .e"uto in /ual -o"o la libert1 "ell2uo-o e /uella "ell2angelo,
la 8acolt1 "i &cegliere tra il bene e il -ale c4e ren"e il pri-o 8iacco e i-per8etto, &ia
non &olo giu&ti8icata, -a utile$ Abbia-o .i&to e#ian"io co-e "all2e&erci#io "i una
&i88atta libert1 ne .enne il -ale in&ie-e col peccato, c4e alter? pro8on"a-ente
l2or"ine "i.ino &tabilito 8ra le creature$ %etto /ualc4e co&a "ei "i&or"ini "ella
crea#ione, ci &ia-o 8atti a "i-o&trare, e parer no&tro con tutta certe##a, c4e l2angelo e
l2uo-o, a.en"o il terribile potere "i trarre il -ale "al bene e "i corro-pere ogni co&a,
l2uno per la &ua ri.olta, l2altro per la &ua "i&obbe"ien#a e" entra-bi per le colpe loro,
%io, on"e contra&tare a &i88atta libert1 perturbatrice, &i 6 ri&erbato il potere "i trarre il
bene "al -ale, l2or"ine "al "i&or"ine, e ne u&? -i&ericor"io&a-ente per co-porre le
co&e pi7 per8etta-ente ancora c4e innan#i la ri.olta "ell;angelo e il peccato
"ell;uo-o$ Sicco-e era i-po&&ibile e.itare il -ale &en#a &oppri-ere la libert1
angelica e la libert1 u-ana, c4e erano un gran bene, %io 8ece in gui&a c4e il -ale,
&en#a e&&ere tolto, .eni&&e tra-utan"o&i -era.iglio&a-ente al punto "i "i.enire
&tru-ento a -aggiori .antaggi e" a pi7 alte per8e#ioni$
Abbia-o o&&er.ato co-e il 8ine generale "elle co&e create 8o&&e "i -ani8e&tare,
&econ"o era "a loro, le &ubli-i per8e#ioni "i %io, "i e&&ere raggi per "ir co&D "ella &ua
belle##a, ri8le&&i "ella &ua gloria$ (e"e--o co-e la "i&obbe"ien#a u-ana e la
ribellione angelica appunto con&i"erate riguar"o a /ue&to bene uni.er&ale, torna&&ero
8econ"e "2inco-parabili gra#ie: co&icc4@, -entre pri-a le creature non ri8lette.ano &e
non la bont1 e la -agni8icen#a "i %io, .ennero a ri8lettere poi tutta la &ubli-it1 "ella
&ua -i&ericor"ia, e tutta la gran"e##a "ella &ua giu&ti#ia$ L2or"ine 8u uni.er&ale e
a&&oluto &olo allora, c4e le creature concentrarono in &@ tutti /ue&ti &plen"i"i ri8le&&i$
%ai proble-i relati.i all2or"ine uni.er&ale "elle co&e, &ia-o .enuti ai proble-i c4e
&i ri8eri&cono al loro or"ine generale$ Percorren"o /ue&to .a&ti&&i-o ca-po,
&corge--o il -ale propagar&i nell;u-anit1 pel peccato' giunge--o a cono&cere per
/ual -o"o l2 u-anit1 e&i&ta in A"a-o: co-e la &pecie pecc? nell2in"i.i"uo: co-e il
peccato, con&i"erato in &@ &te&&o, abbia a.uto il potere "i &o--uo.ere l2or"ine
"ell2uni.er&o, e con pi7 "i ragione /uello "elle co&e u-ane$ Ora per -eglio c4iarirci
"i /uanto 4o "etto e &ar? per "ire, 6 bene o&&er.are co-e il 8ine uni.er&ale "elle co&e
e&&en"o la -ani8e&ta#ione "elle "i.ine per8e#ioni, ne .enga c4e il 8ine particolare
"ell2uo-o 6 -ani8e&ta-ente "i con&er.are la &ua unione con %io, &ua gioia e &uo
ripo&o$ Il peccato "i&tru&&e l2or"ine "elle co&e u-ane: "i&truggen"o &i88atta unione,
8ine &peciale "ell2uo-o: /uin"i il proble-a relati.o all;u-anit1 &i ri"uce a .eri8icare
in /ual -o"o il -ale po&&a e&&er .into nei &uoi e88etti e nella &ua cau&a: nei &uoi
e88etti, cio6 nella corru#ione "ell2in"i.i"uo e "ella &ua &pecie: nella &ua cau&a, cio6 nel
peccato$
%io &e-plici&&i-o nelle &ue opere perc4@ 6 per8etti&&i-o nella &ua e&&en#a, .ince il
-ale nella &ua cau&a e nei &uoi e88etti, per la &ecreta .irt7 "i una &ola tra&8or-a#ione:
-a co&D inti-a e pro"igio&a, c4e per e&&a /uello c4e era -ale .iene tra-utan"o&i in
bene, /uello c4e era i-per8e#ione in -a&&i-a per8e#ione$ Sino a" ora abbia-o
c4iarito co-e %io tra&8or-i in -e##o al bene gli e88etti &te&&i "el -ale e "el peccato'
e88etti c4e, tutti "eri.an"o "a una pri-iti.a corru#ione "ell2in"i.i"uo e "ella &pecie,
non &ono nell2in"i.i"uo e nella &pecie con&i"erati in &@ -e"e&i-i altra co&a c4e una
lacri-e.ole &.entura$ C4i "ice &.entura, "ice e88etto nece&&ario, e &e la cau&a
"ell2e88etto appartiene al no.ero "i /uelle c4e agi&cono in -o"o co&tante, &i88atto
e88etto o &.entura 6 "i &ua natura in.incibile$ I-po&ta la &.entura co-e una pena, %io
re&e po&&ibile la &ua tra&8or-a#ione -e"iante la .olontaria accetta#ione "ell2uo-o$
5uan"o l2uo-o, aiutato "a %io, accetta eroica-ente la propria &.entura co-e una
giu&ta pena, /ue&ta non cangia "i natura per ci?, il c4e &arebbe "el tutto i-po&&ibile:
-a ac/ui&ta una nuo.a e &traor"inaria .irt7, la .irt7 e&piatrice e puri8icante' ritenen"o
&e-pre la &ua in.incibile i"entit1 ogni /ual.olta &i con8or-i &oprannatural-ente con
l;accetta#ione .olontaria pro"uce e88etti c4e natural-ente e in ger-e non &ono in
e&&o$ Tale -agni8ica e con&olante "ottrina ne .iene al te-po &te&&o "a %io, "alla
ragione, "alla &toria' con c4e .iene a" e&&ere una .erit1 ra#ionale, &torica e
"o--atica$
Il "og-a "ella tra&-i&&ione "ella colpa e "ella pena e /uello "ell2a#ione puri8icante
"ella pena libera-ente accettata, ne con"ucono per naturale con&eguen#a alla
"i&a-ina "elle leggi organic4e "ell2u-anit1, c4e &piegano a tutta e.i"en#a gli
a..eni-enti "ella &ua e&i&ten#a &torica$ Il co-ple&&o "i /ue&te leggi co&titui&ce
l2or"ine u-ano, e lo co&titui&ce in -o"o tale c4e "a -ente u-ana non potrebbe e&&ere
"i.er&a-ente i--aginato$
E&po&te le &olu#ioni cattolic4e "i /ue&ti pro8on"i e tre-en"i proble-i, attinenti
parte all2or"ine uni.er&ale, parte all;u-ano, noi abbia-o recato le &olu#ioni "ella
&cuola liberale e "ei -o"erni &ociali&ti$ %a ci? .ennero in piena luce, "a un lato le
&ubli-i con&onan#e e con8or-it1 "ei "o--i cattolici, "all2altro le bi##arre
contra""i#ioni "elle &cuole ra#ionali&te$ L2i-poten#a ele-entare "ella ragione a
rin.enire la &olu#ione con.eniente "i /ue&ti capitali proble-i, &piega l2incoeren#a o la
contra""i#ione "elle &olu#ioni u-ane, e "i ri-patto &i88atte incoerenti contra""i#ioni
"i-o&trano l2i-po&&ibilit1 a&&oluta in cui 6 l2uo-o abban"onato a &@ -e"e&i-o "i
librar&i .er&o /uelle incon"ite e &erene alte##e, o.e &tanno le leggi inti-e e &ecrete "i
tutte co&e$ %a un tale e&a-e, "irei /ua&i ri&petto all2a-bito "ella pre&ente opera
proli&&o,ri&ulta e.i"ente-ente' pri-o , c4e ogni nega#ione e" a88er-a#ione "i un &olo
"o--a cattolico con"uce alla nega#ione o alla a88er-a#ione "i tutto ci? c4e "i-o&tra
in.incibil-ente co-e il Cattolici&-o &ia un2i--en&a &inte&i non &o--e&&a alle leggi
"ello &pa#io e "el te-po: &econ"o , c4e ne&&una "elle &cuole &ociali&te negan"o tutti i
"o--i cattolici a" una, tutte &i con"annano all2incon&eguen#a e all2a&&ur"o: ter#o 9
c4e 6 i-po&&ibile toglier&i "all2a&&ur"o e "all2incon&eguen#a &en#a accettare
a&&oluta-ente ogni a88er-a#ione cattolica, o &en#a negarle tutte in tutto e ca"ere nel
nic4ili&-o$
Trattati a parte a parte tutti i "o--i relati.i all2or"ine uni.er&ale e all2or"ine
u-ano, ci 8er-a--o a con&i"erarne il bello e -agni8ico in&ie-e nella i&titu#ione "ei
&acri8ici cruenti, la cui origine ri&ale a /uella pri-a et1, c4e tenne i--e"iata-ente
"ietro alla cata&tro8e para"i&iaca$ (e"e--o co-e "a un lato e&&i &ono la
co--e-ora#ione -i&terio&a "i /ue&ta gran trage"ia e "ella pro-e&&a "i un re"entore
8atta "a %io ai no&tri progenitori: "all2altro, l2incarna#ione "ei "o--i "ella
&oli"ariet1, "ella re.er&ibilit1, "ell2i-puta#ione e "ella &o&titu#ione: in8ine il &i-bolo
per8etti&&i-o "el 8uturo &acri8icio, /uale .enne co-piuto nella piene##a "ei te-pi$
Po&te in "i-entican#a le tra"i#ioni biblic4e, il -on"o obli? anc4e il &igni8icato
proprio "ell2i&titu#ione c4e .enne per ogni "o.e corro-pen"o&i$ La /uale corru#ione
&piega l2u&o 8atto uni.er&ale "ei &acri8ici u-ani, c4e ren"ono 8e"e "ella .erit1 "ella
tra"i#ione, /uantun/ue &i allontanino "a e&&a ogni /ual.olta .engono a -ancare le
-e-orie "ei popoli$ Abbia-o po&to in luce e il pro8on"o in&egna-ento e il gran"e
errore c4e &i tro.ano co-binati in &i88atta i&titu#ione, pro8on"a-ente -i&terio&a e
perci? a pri-a giunta ine&plicabile: co-e il gran"e errore &ta nell2attribuire all2uo-o
la .erit1 e&piatrice "i Colui, c4e "o.e.a &o&tituir&i al co-pi-ento "ei te-pi, &econ"o
le pro8e#ie e le antic4e tra"i#ioni: e" il gran"e in&egna-ento nell2attribuire al &angue
u-ano .er&ato in un certo -o"o, la .irt7 "i placare in /ualc4e gui&a e &ino a un certo
punto la collera "i.ina$
L;incatena-ento e la conne&&ione "i /ue&te "e"u#ioni ne con"u&&ero all;e&a-e
"ella pena "i -orte, &tabilita &u tutta la terra co-e una con8e&&ione "ella .irt7 "el
&angue, con8e&&ione "i tutto il genere u-ano in tutti i te-pi$ Ci 8er-a--o allora a"
interrogare le &cuole ra#ionali&te, c4e col "arci le loro &olu#ioni ci par.ero pi7 e pi7
a&&ur"e e contra""ittorie$ %i contra""i#ione in contra""i#ione, e&&e .ennero
all;alternati.a "i &cegliere tra l2a--i&&ione "ella pena "i -orte per i "elitti politici
co-e per i "elitti co-uni, e la nega#ione a&&oluta e co-pleta "el "elitto e in&ie-e
"ella pena$
Giunti a /ue&to punto "ella "i&cu&&ione, per conclu"ere 8elice-ente al 8ine non
ri-ane altro c4e an"arci appro&&i-an"o con &anto terrore, con &ilen#io&o e pro8on"o
ri&petto al -i&tero "ei -i&teri, al &acri8icio "ei &acri8ici, al "o--a "ei "o--i$ <ino a"
ora noi .e"e--o le -era.iglie "ell2or"ine "i.ino, e l2ar-onia "ell2or"ine uni.er&ale,
e la per8etta con.enien#a "ell2or"ine u-ano$ Pre&ente-ente ora "obbia-o poggiare
pi7 alto, poggiare &u /uella ci-a c4e "o-ina ogni altra ci-a cattolica, &ulla /uale 6
a&&i&o in tutta la &ua -ae&t1, -i&ericor"io&a e terribile Colui c4e "o.e.a .enire e c4e
6 .enuto, e c4e, .enen"o, tra&&e tutto a &@, tutto leg? a &@ per un ne&&o pieno "i 8or#a e
";a-ore$ Egli 6 la &olu#ione "i tutti i proble-i, l2oggetto "i tutte le pro8e#ie, la 8igura
"i tutte le 8igure, la 8ine "i tutti i "o--i, il con8luente "ell2or"ine "i.ino, "ell2or"ine,
uni.er&ale, "ell2or"ine u-ano, la c4ia.e "i tutti i &ecreti, la luce "i tutti gli eni--i, il
pro-e&&o "i %io, il "e&i"erio "ei patriarc4i, l2atte&o "elle na#ioni, il Pa"re "egli
a88litti, il .enerato "alla 8a-iglia "ei popoli e "ai cori "egli angeli' Egli 6 l2al8a e
l2o-ega "2ogni co&a$
L2or"ine uni.er&ale &ta in ci? c4e tutto &i coor"ina ar-onica-ente per il 8ine
&upre-o i-po&to "a %io all;uni.er&alit1 "elle co&e$ Il bene &upre-o "elle co&e 6 nella
-ani8e&ta#ione e&terna "elle "i.ine per8e#ioni$ Tutte le creature cantano la bont1, la
-agni8icen#a, l2onnipoten#a "i %io' i &anti e&altano la &ua -i&ericor"ia, i ripro.ati
procla-ano la &ua giu&ti#ia$ Ma /ual creatura in 8ra le creature celebra il &uo a-ore in
-o"o &peciale, co-e i reprobi celebrano la &ua giu&ti#ia, e i &anti la &ua -i&ericor"iaG
Torna nece&&ario c4e nell2uni.er&o creato per -ani8e&tarne le per8e#ioni "i.ine, &i
ele.i una .oce uni.er&ale, e&altan"o &en#a 8ine l2a-ore, /ue&t2ulti-o tratto "ella
per8e#ione "i.ina$
L2or"ine u-ano 6 l2unione "ell;uo-o con %io' e &i88atta unione, nello &tato no&tro
pre&ente e nella no&tra pre&ente &epara#ione, non pu? co-pir&i c4e per uno &8or#o
i--en&o "i ele.a#ione a %io$ Ma c4i "o-an"a uno &8or#o a colui c4e 6 pri.o "i
8or#aG C4i i-pone "i &olle.ar&i e toccare la pi7 alta ci-a "i una -ontagna a colui,
c4e 6 ca"uto nel pro8on"o "ella .alle e c4e reca a bar"o&&o il gra.e pe&o "elle &ue
peccataG So c4e l2accetta#ione eroica e .olontaria "el -io "olore o "ella -ia croce -i
innal#er1 &opra -e &te&&o' -a co-e a-er? ci? c4e aborro natural-enteG co-e o"ier?
ci? c4e natural-ente a-oG e /ue&to "i -ia .olont1G Mi &i or"ina "i a-are %io e
&ento 8luire nelle -ie .ene l2a-ore corro&i.o "ella carne$ Mi &i or"ina "i ca--inare e
&ono incatenato alla -ia colpa: non po&&o ren"er-i in niente -erite.ole, eppure non
-i 6 po&&ibile "i&giunger-i "a e&&a c4e tutto -2irreti&ce a -eno c4e altri non -e la
tolga$ 0e&&uno pu? toglier-ela &e non 4a per -e un a-ore in8inito$ Io &ono il giuoco
"i %io e la 8a.ola "ell2uni.er&o$ In .ano percorrer? "a un e&tre-o all;altro la
&uper8icie "ella terra: o.un/ue -i &eguir1 la -ia &.entura: in.ano al#er? lo &guar"o
.er&o un cielo "i bron#o, in cui non -i 8u "ato gia--ai &corgere un &olo raggio "i
&peran#a$
Se 6 co&D, l2e"i8icio cattolico con tanti &8or#i "a noi ele.ato, crolla e.i"ente-ente
per "i8etto "i /ue&ta &plen"i"a cupola, c4e "o.e.a co-pirlo e coronarlo$ 0uo.a
Babele e"i8icata "all2orgoglio &ulla &abbia "el "e&erto, .errebbe ";ora innan#i a"
e&&ere lu"ibrio "ei .enti e "elle te-pe&te$ L;or"ine u-ano, l2or"ine "i.ino, l2or"ine
uni.er&ale non &ono pi7 c4e po-po&e "eno-ina#ioni: /uei terribili proble-i per la
cui &olu#ione &ta l2u-anit1 tri&ta, &o&pe&a, pen&iero&a, ri-angono nel 8itto "elle
tenebre e" 6 .ano l;apparato "i tutte le &olu#ioni cattolic4e$ Meglio pur conne&&e 8ra
loro c4e le &olu#ioni ra#ionali&te, il loro lega-e non 6 per? tale "a poter re&i&tere agli
&8or#i "ella ragione u-ana$ Se il Cattolici&-o non ri.ela niente "i pi7, &e altro non
in&egna e non contiene /ualc4e co&a "i "i.er&o "a /uello c4e 6 &tato "etto, in&egnato
e co-pre&o in &i88atte &olu#ioni, il Cattolici&-o "ico, non 6 c4e un &i&te-a 8ilo&o8ico
-eno i-per8etto "ei &i&te-i anteriori, -a c4e &ar1 probabil-ente -eno per8etto "ei
&i&te-i 8uturi$ Ai giorni no&tri lo &i pu? tacciare "i i-poten#a notoria innan#i ai
gran"i proble-i concernenti %io, l2uni.er&o, l2uo-o$ %io non 6 per8etto &e non a-a
con a-ore in8inito: l2or"ine non e&i&te nell2uni.er&o, o.e nulla -ani8e&ti in e&&o
&i88atto a-ore: e /uanto all2uo-o, egli 6 ca"uto in tale "i&or"ine, c4e non gli 6
po&&ibile &al.ar&i &e non 6 a-ato in8inita-ente$
Torna inutile "ire c4e %io e&&en"o in8inita-ente buono e in8inita-ente
-i&ericor"io&o, e l2a-ore 6 &uppo&to e per co&D "ire racc4iu&o nella &ua in8inita bont1
e nella &ua in8inita -i&ericor"ia: giacc4@ l2a-ore 6 per &@ co&a tanto -aggiorente, c4e
o.e e&i&te "o-ina e regola ogn2altra$ L2a-ore non 6 contenuto -a contiene: egli &i
"i-o&tra, non &i na&con"e: e non pu? e&&ere in ne&&un luogo &en#a apparir.i e &en#a
tutto &o--ettere' non &i coor"ina a un 8ine pre&tabilito, -a 6, 8ine a" ogni co&a$
5uegli c4e a-a, &e a-a .era-ente, "ee &e-brar 8olle, e per e&&ere in8inito, l2a-ore
"ee -o&trar&i una 8ollia &en#a -i&ura$
(i 4a una .oce c4e 6 nel -io cuore, c4e 6 lo &te&&o -io cuore, c4e 6 in -e, c4e 6
-e' e&&a -i "ice' &e tu .uoi cono&cere il .ero %io .e"i c4i t2a-a &ino a "i.enire 8olle
per te, e c4e t2aiuta a" a-arlo &ino a "i.enir 8olle per lui: 6 il %io .ero: giacc4@ in %io
6 la 8elicit1, e la 8elicit1 non 6 altra co&a c4e a-are eterna-ente e eterna-ente .i.ere
in un2e&ta&i "2a-ore$ 0on -i &i c4ia-i &e non a-o: non ri&pon"er? alla c4ia-ata$ Ma
&e la .oce c4e -i 8eri&ce 6 una .oce "2a-ore' =Ecco-i> ri&pon"er? &en#a e&itare: e
&eguir? colui c4e -i a-a &en#a "o-an"argli "o.e .a, "o.e -i con"uce, poic4@
o.un/ue ei -i con"uca, o.un/ue ei .oglia c4;io .a"a noi l1 &are-o, egli, io e" il
no&tro a-ore: egli e" io, /ue&to 6 il cielo$ Co&D .orrei a-are e &o "i non poterlo, e &o
c4e non .i 4a per&ona la /uale po&&a a-are co&D: e tutta.ia per /ue&to -i agito e -i
tor-ento /ua&i in un circolo &en#a u&cita$ C4i -i "ar1 ali co-e alla colo-ba per
percorrere altre regioni, per &olle.ar-i a" altre alte##eG
++++++++++++++++++++++++
CAPITOLO OTTA(O
Dellincarnazione del #iglio di Dio e della redenzione del genere umano-
Abbia-o "etto c4e la co&titu#ione co-pleta "ell2or"ine uni.er&ale e "ell;u-ano,
"ipen"e.a "alla &olu#ione "i "ue proble-i$ %io tra&&e il bene "alla pre.arica#ione
pri-iti.a, c4e 8u per lui occa&ione a -ani8e&tare "ue &ue -a&&i-e per8e#ioni'
l2in8inita giu&ti#ia e la &apien#a in8inita$ 0on ba&ta.a' a88inc4@ /ue&t2or"ine e /ue&ta
ar-onia c4e procla-a il Signore in tutte le &ue opere, pote&&ero applicar&i alle co&e
"ella crea#ione, e &pecial-ente alle co&e u-ane, con.eni.a c4e lo &te&&o peccato
"ella pre.arica#ione .eni&&e intera-ente cancellato: per /ualun/ue bene %io ne
trae&&e, &u&&i&ten"o &e-pre il -ale per eccellen#a, e&&o &arebbe &tato /ua&i una
-entita alla onnipoten#a "i %io$ %all;altro lato, niente con.eni.a -eglio alla
-i&ericor"ia in8inita "i %io c4e il porgere una -ano cle-ente all2uo-o,
in.incibil-ente "ebole, a trarlo "alla &ua -i&era con"i#ione, e a tra&8or-are le
con&eguen#e "el peccato in -e##i "i &alute$ Cancellare il peccato e 8orti8icare il
peccatore in gui&a c4e po&&a "opo la &ua ca"uta ele.ar&i libera-ente e
-eritoria-ente, ecco il gran"e "i cui il Cattolici&-o "opo gli altri "e.e portare una
&olu#ione: a -eno c4e non .oglia a--a##olar&i con /uei &i&te-i laborio&a-ente
i-per8etti, c4e &ono una te&ti-onian#a "ella ingenita e pro8on"a i-poten#a "ella
u-ana ragione$
Il Cattolici&-o ri&ol.e /ue&ti "ue gran proble-i col pi7 &ubli-e, pi7 ine88abile, pi7
inco-pren&ibile, pi7 glorio&o &uo -i&tero: -i&tero c4e congiunge in &@ tutte le "i.ine
per8e#ioni$ E; %io colla &ua tre-en"a onnipoten#a, colla &ua &apien#a in8inita, colla
&ua i--en&a bont1 e &oprattutto con /uel ine88abile a-ore c4e &ta &opra a" ogni altra
&ua per8e#ione, c4e or"ina alla &ua -i&ericor"ia "2e&&ere -i&ericor"io&a, alla &ua
giu&ti#ia "2e&&ere giu&ta, alla &ua bont1 "i e&&ere buona, alla &ua onnipoten#a "2e&&ere
onnipotente$ Concio&&iac4@ %io non 6 n@ onnipoten#a, n@ &apien#a, n@ bont1, n@
giu&ti#ia, n@ -i&ericor"ia: %io 6 a-ore unica-ente, -a /ue&to a-ore 6 per &@ &te&&o
onnipotente, &aggio, buono, giu&to, -i&ericor"io&o$ Per l2a-ore, la -i&ericor"ia
"i.ina "ie"e all2uo-o' pre.aricatore e ca"uto, la &peran#a, colla "i.ina pro-e&&a "2un
8uturo Re"entore c4e .errebbe al -on"o per a""o&&ar&i e .incere il peccato$ I
l2a-ore c4e pro-i&e in lui l2eterna beatitu"ine: 6 l2a-ore c4e -an"? colui c4e "o.e.a
.enire, 6 l2a-ore c4e pre&e carne u-ana, .i&&e .ita "2uo-o -ortale, -orD "i -orte "i
croce e re&u&cit? nella &ua carne e nella &ua gloria$ 0oi peccatori non 8u--o &al.i
c4e nell2a-ore e per l;a-ore$
Il glorio&i&&i-o -i&tero "ell2incarna#ione "el <iglio "i %io 6 il &olo titolo "i
nobilt1 po&&e"uto "al genere u-ano$ Il "i&pregio "ei -o"erni ra#ionali&ti per l2uo-o
non -i &orpren"e punto: -a /uello c4e non giungo a &piegare &i 6 la ritenute##a e la
ti-i"it1 con cui lo -ani8e&tano$ A pren"ere l;uo-o "eca"uto per la colpa "allo &tato
pri-iti.o "i giu&ti#ia originale e "i gra#ia &anti8icante in cui lo a.e.a po&to il
Signore: a" e&a-inarlo interior-ente nella &ua co&titu#ione organica, i-per8etta e
contra""ittoria: a con&i"erare l2acceca-ento "ella &ua intelligen#a, la "ebole##a "ella
&ua .olont1: i rei -o.i-enti "ella &ua carne, l2ar"ore "ella &ua concupi&cen#a, la
per.er&it1 "elle &ue inclina#ioni: non po&&o a ne&&un -o"o &piegare &i88atta
-o"era#ione e ri&er.a nello' &"egno, e &i88atta -i&ura nel "i&pregioE Se %io non 4a
pre&o la natura u-ana, o &e a.en"ola pre&a non l24a ele.ata 8ino a lui, o &e a.en"ola
ele.ata 8ino a lui, non 4a la&ciato in e&&a una traccia lu-ino&a "ella &ua nobilt1
"i.ina, bi&ogna con8e&&are c4e le lingue tutte "ei popoli non 4anno parole ba&te.oli a
e&pri-ere la ba&&e##a u-ana$ 5uanto a -e "ico, c4e &e il -io %io non a.e&&e pre&o
carne nelle .i&cere "i una "onna, &e non 8o&&e -orto &opra una croce per tutto il
genere u-ano, il rettile c4e &c4iaccio &otto ai -iei pie"i &arebbe a -io parere -eno
&prege.ole "ell2uo-o$ Malgra"o ci?, il punto "i 8e"e c4e occupa -aggior-ente la
-ia ragione, 6 /uello "ella nobilt1 e "ella "ignit1 "ella &pecie u-ana, "ignit1 e
nobilt1 c4e .orrei e non po&&o co-pren"ere, c4e .orrei e non po&&o &piegare$ Pre&o
"a &pa.ento e "a orrore, in.ano &.ario lo &guar"o "agli annali "ella colpa a &8ere pi7
ele.ate, pi7 &erene: in.ano ric4ia-o alla -e-oria le .irt7 "i coloro c4e il -on"o
c4ia-a eroi, e "i cui &on piene le pagine "ella &toria: la -ia co&cien#a &i 8a &entire e
-i gri"a c4e /ue&te eroic4e .irt7 &ono in &o&tan#a .i#i eroici, le pi7 .olte 8rutto "i
cieco orgoglio o "i 8olle a-bi#ione$ Il genere u-ano -i &i -o&tra pro&ternato ai pie"i
"i /ue&ti eroi c4e &ono i &uoi i"oli, e gli eroi -i appaiono i"oli c4e "i ri-patto
a"orano e incen&ano &@ -e"e&i-i$ 0iuno pu? negare tale ri.ela#ione procla-an"o la
propria nobilt1' co-e l;uo-o potrebbe &aper&i nobile &e %io non glielo a.e&&e "ettoG
5uan"o pen&o c4e -olti non &ono lontani "al cre"ere e&&ere pi7 8acile la 8e"e per
l2inco-pren&ibile -i&tero "ella "ignit1 u-ana, c4e non per /uello a"orabile "i un %io
8atto uo-o -e"iante la .irt7 "ello Spirito Santo, la -ia intelligen#a &i con8on"e e &i
&-arri&ce$ (i &corgo la pro.a c4e l2uo-o .i&&e &e-pre &o--e&&o alla 8e"e, e -entre
pare abban"oni la 8e"e per la &ua propria ragione, abban"ona in.ece la 8e"e "i ci? c4e
6 "i.ina-ente -i&terio&o per la 8e"e in ci? c4e 6 -i&terio&a-ente a&&ur"o$
L2incarna#ione "el <iglio "i %io 8u con.ene.oli&&i-a non &olo co-e
-ani8e&ta#ione "el &uo a-ore in8inito, a-ore in c4i ri&ie"e, per co&D "ire, la
per8e#ione "elle "i.ine per8e#ioni, -a e#ian"io per altre con.enien#e &ubli-i e
pro8on"e$ L2 or"ine &upre-o "elle co&e non pu? concepir&i, /uan"o /ue&te co&e non
&i ri&ol.ono nell2unit1 a&&oluta$ Ora, &en#a un tale pro"igio&o -i&tero, "uplice era la
crea#ione, e l2uni.er&o era "uali&-o &i-boleggiante un antagoni&-o perpetuo,
contra""icente all;or"ine$ %io, te&i uni.er&ale, &ta.a "a un lato, "all2altro &ta.a la
creatura, &ua antite&i uni.er&ale$ L2or"ine &upre-o e&ige.a una &inte&i abba&tan#a
.a&ta e co-pren&i.a "a poter conciliare coll;unione la te&i e l2antite&i, il creatore e le
creature$ C4e /ue&ta &ia una "elle leggi 8on"a-entali "ell2or"ine, lo &i &corge
c4iara-ente o.e &i con&i"eri, c4e /ue&to &te&&o -i&tero il /uale tanto ne -ara.iglia in
%io, 6 .i&ibile nell2uo-o &en#a accagionare alcuna &orpre&a$ Sotto /ue&to a&petto,
l;uo-o 6 una &inte&i 8or-ata "2una e&&en#a incorporea c4e 6 la te&i, e "i una &o&tan#a
corporea c4e 6 l2antite&i$ Lo &te&&o e&&ere, c4e con&i"erato /uale co-po&to "i &pirito e
"i -ateria, 6 una &inte&i, non 6 pi7, con&i"erato co-e creatura, c4e una antite&i c4e
bi&ogna ricon"urre all2unit1 per -e##o "i una &inte&i &uperiore unita alla te&i c4e la
contra""ice$ La legge c4e ricon"uce la "i.er&it1 all2unit1, o ci? c4e torna lo &te&&o,
tutte le te&i colle loro antite&i a" una &inte&i &upre-a, 6 una legge .i&ibile e
in"eclinabile$ La "i88icolt1 &ta nel tro.are /ue&ta &inte&i &upre-a$ %io e&&en"o "a un
lato, e "all;altro tutte le co&e create, rie&ce e.i"ente c4e la &inte&i conciliatrice &i "e.e
cercare e&clu&i.a-ente in /ue&ti ter-ini, &en#a i /uali, uni.er&ali e a&&oluti co-e
&ono, nulla &i pu? e&pri-ere$ La &inte&i "o.e.a "un/ue ritro.ar&i nelle creature o in
%io, nell2antite&i o nella te&i, o..ero in /uella e in /ue&ta &i-ultanea-ente e
&ucce&&i.a-ente$
Se l2uo-o 8o&&e ri-a&to in &i-ile eccellente e nobile con"i#ione in cui %io l;a.e.a
po&to, la "i.er&it1 &i &arebbe co-penetrata nell2unit1, e l2antite&i creata &i &arebbe
unita alla te&i creatrice in una &upre-a &inte&i per la "ei8ica#ione "ell2uo-o$ %io lo
a.e.a preparato a /ue&ta 8utura "ei8ica#ione "an"ogli la giu&ti#ia originale e la gra#ia
&anti8icante$ L2uo-o, u&an"o "ella &ua &o--a libert1, 8u &pogliato "i /ue&ta gra#ia e
rinunci? a /ue&ta giu&ti#ia per porre, ri8iutan"o &pontanea-ente la "ei8ica#ione, un
o&tacolo alla .olont1 "i.ina$ Ma la libert1 u-ana, abba&tan#a potente "a i-pe"ire il
co-pi-ento "ella .olont1 "i.ina per /uello c4e 4a "i relati.o, non lo 6 poi per /uello
c4e 4a "i a&&oluto$ Ricon"urre la "i.er&it1 all;unit1, ecco l;a&&oluto "ella .olont1
"i.ina, ricon"urla col -e##o e&clu&i.o "ella "ei8ica#ione "ell2uo-o, eccone il relati.o
e il contingente$ Il c4e &igni8ica c4e %io .olle il 8ine con una .olont1 a&&oluta, e il
-e##o "i raggiungere /ue&to 8ine con una .olont1 relati.a: anc4e /ui, co-e o.un/ue,
"el re&to, &plen"e l;ine88abile luce "ella "i.ina &apien#a$ E "i .ero, &en#a l;a&&oluto,
%io non &arebbe &tato &o.rano, &en#a il relati.o, la libert1 "ell;uo-o non &arebbe
&tata po&&ibile: -entre per l;uni8ica-ento "ell;a&&oluto e "el relati.o, "el contingente
e "el nece&&ario, la &o.ranit1 "i %io e la libert1 "ell2uo-o poterono coe&i&tere e
coe&i&tettero$ Co-e &o.rano, %io "ecret? /uello c4e "o.e.a e&&ere: co-e creatura
libera, l2uo-o "eter-in? c4e /uello c4e "o.e.a e&&ere non &arebbe in un "ato -o"o$
L2or"ine uni.er&ale .oluto "a %io in un -o"o a&&oluto, ebbe e88ettua-ento per
l;incarna#ione i--e"iata "ell;uo-o, "ei8ica#ione re&a "el tutto i-po&&ibile,
"appri-a in -o"o relati.o, a cau&a "ella &ua .olont1, "a poi in -o"o a&&oluto in
gra#ia "el &uo peccato$
Altro.e co-piuta-ente "i-o&trai, /uanta &ia la gran"e##a e /uale l2uni.er&alit1
"elle &olu#ioni "i.ine, le /uali, contraria-ente a /uello c4e &i o&&er.a nelle &olu#ioni
u-ane, non tolgono un o&tacolo per crear&ene un altro, n@ c4iari&cono un proble-a
&otto un a&petto per la&ciarlo ottenebrato &otto un altro: -a in.ece eli-inano a" una e
in un battibaleno tutti gli o&tacoli, ri&ol.ono in&ie-e-ente tutte le "i88icolt1, e recano
la luce &u tutte le 8acce "ei proble-i e una luce "i e/uabile li-pi"e##a$ Ci? c4e
contra""i&tingue in genere tutte le &olu#ioni "i.ine, a&&u-e "irei /ua&i 8or-e pi7
&piccate in /uella "i cui ci &tia-o occupan"o e c4e riguar"a il -i&tero
"ell2incarna#ione "el <iglio, "i %io: concio&&iac4@ -entre l2incarna#ione "el <iglio "i
%io 8u il -e##o &upre-o "i ricon"urre ogni co&a all2unit1, con"i#ione "i.ina
"ell2or"ine nell2uni.er&o, 8u anc4e un -e##o, -era.iglio&o "2in&taurare l2or"ine
nell2u-anit1 "eca"uta$ L2i-po&&ibilit1 ingenita nell2uo-o "i a&&orgere per &@
-e"e&i-o e "opo la colpa all2a-ici#ia e alla gra#ia "i.ina, 6 con8e&&ata "a coloro c4e
negano il Cattolici&-o nei pi7 "ei &uoi "o--i$ Prou"4on, il pi7 "otto "ei &ociali&ti,
non e&ita punto a" a88er-are c4e &uppo&to il peccato, la re"en#ione "ell2uo-o per i
-eriti e i pati-enti "i %io torna.a &otto ogni riguar"o nece&&aria, giacc4@ l2uo-o
peccatore non pote.a altri-enti e&&er re"ento$ 0oi cattolici, non ci &pingia-o tanto
innan#i: &olo a88er-ia-o c4e /ue&to -o"o "i re"en#ione, &en#a e&&ere n@ nece&&ario,
n@ il &olo po&&ibile, 6 nulla"i-eno a"orabile e con.ene.oli&&i-o$
Si &corge "a ci? c4e I""io &i era propo&to "i .incere alla &te&&a gui&a e l2o&tacolo
opponente&i alla reali##a#ione "ell2or"ine uni.er&ale, e /uello i-pe"iente l2or"ine
u-ano' Col 8ar&i uo-o &en#a ce&&are "2e&&er %io, congiunge &intetica-ente la natura
"i.ina e l2u-ana: e &icco-e l;e&&en#a &pirituale e la &o&tan#a corporea erano "i gi1
congiunte &intetica-ente nell2uo-o, ne .enne c4e %io 8atto uo-o, riunD in &@
-e"e&i-o e in -aniera ele.ati&&i-a le &o&tan#e corporee e le e&&en#e &pirituali "a un
lato, il creatore colle &ue creature "all;altro$ So88ren"o e -oren"o .olontaria-ente
per l2uo-o, egli &i a&&un&e, liberan"one l2uo-o, /uel peccato pri-iti.o, per cui
A"a-o e tutta la &ua po&terit1 &o88rirono la corru#ione e 8urono con"annati alla -orte$
Sotto ogni ri&petto /ue&to gran"e -i&tero o88re le &te&&e -era.iglio&e con.enien#e$
Se tutto il genere u-ano .enne con"annato in A"a-o, nulla "i pi7 ragione.ole e
con.eniente c4e .enga re"ento in un altro A"a-o pi7 per8etto$ Tutti e&&en"one colpiti
per la legge "ella &oli"ariet1, legge "i giu&ti#ia, torna.a opportuno e con8or-e alla
ragione c4e tutti 8o&&ero liberati per la legge "ella re.er&ibilit1, legge "i -i&ericor"ia$
So88rire per la colpa "i colui c4e ne rappre&enta.a, non era n@ giu&to n@ con.eniente,
/uan"o non a.e&&i-o potuto partecipare ai -eriti "i /uello c4e ne &o&tituD$ E&&en"oci
i-putabili i peccati "el pri-o, niente pi7 con8or-e a ragione c4e i -eriti ne &iano
re.er&ibili$ Ecco /uanto .a ri&po&to a /uei 8igurini, il cui -iope orgoglio &i le.a
contro %io per la con"anna c4e .enne a colpirci nella per&ona "ei no&tri progenitori$
Suppo&to anc4e c4e noi non a.e&&i-o tutti peccato in A"a-o, con /uale "iritto colui
c4e 8u re"ento "a un &o&tituto, &i lagna "i e&&ere &tato con"annato in un
rappre&entanteG (olger&i contro %io per la legge "ell2i-puta#ione "ei peccati &en#a
pen&are alla legge "ella re.er&ibilit1 "ei -eriti altrui c4e la co-pleta e la &piega, 6
gran &8rontate##a, 6 in&igne e&e-pio "i -ala 8e"e, 6 .ergogno&a ignoran#a, e a" ogni
-o"o -ani8e&ta 8ollia$
Ri&tabilito l2or"ine nell2uni.er&o per l2unione "i tutte le co&e in %io, e in parte
nell2u-anit1 per la "i&tru#ione "el peccato, non bi&ogna.a pi7, per ren"erlo intero in
/ue&t;ulti-a, c4e -ettere l2uo-o in &tato "i ele.ar&i &opra &@ -e"e&i-o al punto "i
accettare .olontaria-ente le tribola#ioni e "i "are a /ue&ta accetta#ione una .irt7
-eritoria$ Per &i88atto "i.ino -i&tero 8econ"o nelle &ue con&eguen#e, nella &ua
e&&en#a -irabile, %io pro..i"e a tutto$ Il &angue pre#io&i&&i-o .er&ato &ul Cal.ario
non &olo &cancell? la no&tra colpa e pro&ciol&e il no&tro "ebito, -a ne po&e per
l2applica#ione "el &uo ine&ti-abile .alore in &tato "i -eritare rico-pen&e$ 5ue&to
&angue ne gua"agn? "ue gra#ie' la gra#ia "i accettare le tribola#ioni, e la gra#ia c4e
"1 una .irt7 -eritoria a tale accetta#ione .olontaria e gioio&a per il no&tro Signore$ In
ci? cen&i&te la &o--a "ella religione cattolica' cre"ere 8er-a-ente c4e noi non
po&&ia-o nulla natural-ente, e c4e po&&ia-o tutto in Colui e per Colui c4e ne
8orti8ica$ Tutti gli altri "o--i &i ri"ucono a /ue&to e non &ono c4e pure a&tra#ioni
"e&titute "2ogni .irt7 e" e88icacia$ Il %io cattolico non 6 gi1 un %io a&tratto o un %io
-orto, -a 6 un %io .i.ente e per&onale c4e opera continuo 8uori "i noi e in noi, c4e
ne circon"a e ne contiene -entre 6 al te-po &te&&o in noi contenuto$
Il -i&tero c4e ne 4a -eritato la gra#ia e &en#a cui noi ci a.an#ere--o co-e
per"uti nelle tenebre, 6 il -i&tero per eccellen#a' tutti gli altri &ono a"orabili, &ubli-i,
gran"i&&i-i' /ue&to &olo 6 il &o--o, e niun altro gli &ta &opra$
Il giorno eterna-ente 8elice o eterna-ente "eplorabile in cui il 8iglio "i %io 8u
-e&&o in croce, tutte co&e &i co-po&ero a" un2ora nell2or"ine e in /ue&to or"ine "i.ino
&i le.? -agni8ica la croce$ Le /uali co&e, in parte -ani8e&ta.ano la bont1 "i %io, in
parte la &ua -i&ericor"ia, in parte la &ua giu&ti#ia' -entre la &ola croce 8u &i-bolo "el
&uo a-ore e pegno "ella &ua gra#ia$ Per la croce i con8e&&ori con8e&&arono: per la
croce le .ergini poterono 8ar .oto "i ca&tit1: per la croce i pa"ri "el "e&erto .i&&ero
una .ita angelica: per la croce i -artiri 8urono -artiri e a88i"arono il loro corpo ai
carne8ici con .olto cal-o e &ereno$ %al &acri8icio "ella croce -uo.ono /uelle
pro"igio&e energie, -e"iante cui i "eboli -era.igliarono i 8orti, i pro&critti e i .inti
&alirono al Ca-pi"oglio, poc4i po.eri pe&catori l;ebbero .inta &ul -on"o$ E; alla
croce c4e il .incitore "e.e la .ittoria, il co-battente la 8or#a: per e&&a ottengono
per"onan#a i peccatori, &occor&i i "erelitti, con8orto gli a88litti, cal-a coloro c4e
piangono$ %acc4@ la croce 8u inalberata, non .i 4a uo-o c4e non po&&a .i.ere in
cielo anc4e pri-a "i a.er la&ciato alla terra la &ua &poglia -ortale: poic4@ &e egli .i.e
ancora /uaggi7 per la tribola#ione, gi1 colla &peran#a 6 nelle &8ere "egli angeli$
+++++++++++++++++++++++

CAPITOLO 0O0O
Seguito dello medesimo argomento- : Conclusione-
Ecco l;unico &acri8icio, al /uale &i ri8eri&cono tutti i &acri8ici, on"e 8anno -en#ione
le &torie e i popoli$ gli altri "i cui narrano le &torie e i -iti "i tutte le genti$ A" e&&o
inten"e.ano accennare i giu"ei e i gentili nei loro &anguino&i olocau&ti: a" e&&o Abele
ra88iguran"olo in -o"o co-pleto e accette.ole nell;atto c4e o88ri.a a %io le pri-i#ie
"el &uo gregge i--acolato$ Il .ero altare "o.e.a e&&ere una croce, la .era .itti-a un
%io, il .ero &acer"ote %io &te&&o, %io a" un te-po e uo-o, ponte8ice augu&to,
&acer"ote perpetuo, perpetua e &anta .itti-a, c4e 8e"ele alla &ua parola .enne a
co-piere nella piene##a "ei te-pi la pro-e&&a 8atta "a %io nei giorni "el para"i&o
terre&tre$ Poic4@ n@ le pro-e&&e "i %io, n@ le&ue -inacce rie&cono -ai a .uoto$ Ei
-inacci? "i&ere"are l2uo-o libero e l2uo-o ca"uto in colpa 8u "i&ere"ato: gli pro-i&e
8in ";allora un re"entore, e .enne egli &te&&o a ri&cattarlo$
La &ua pre&en#a c4iari&ce tutti i -i&teri, &piega tutti i "o--i, co-pie tutte le leggi$
Per ren"ere piena la legge "ella &oli"ariet1, a&&u-e &u "i &@ tutti i "olori u-ani: per
co-piere /uella "ella re.er&ibilit1, pio.e &ul -on"o a torrenti le "i.ine gra#ie
ottenute a pre##o "i &ua pa&&ione e "i &ua -orte$ %io in lui &i 8a uo-o in -o"o &D
per8etto, c4e tutte le collere "i.ine &i ri.er&ano i-petuo&a-ente &ul &uo capo: e
l2uo-o &i 8a in lui &D per8etto e "i.ino, c4e tutte le "i.ine -i&ericor"ie &cen"ono
&o.r2e&&o co-e una "olce e rin8re&cante rugia"a$ A88inc4@ &ia &anto il "olore, lo
&anti8ica col &o88rire egli &te&&o, e l2accetta egli &te&&o .olontaria-ente per ren"ere
-eritoria la &ua accetta#ione$ C4i -ai a.rebbe 8or#a c4e ba&ti per o88rire a %io in
olocau&to la .olont1 &ua, &e non a.e&&e 8atto a&&oluta annega#ione "ella propria per
co-pier /uella "el &uo Pa"re &anti&&i-oG C4i -ai a.rebbe potuto poggiare alla ci-a
"ell2u-ilt1, &e l2agnello tutto pa#ien#a e" u-ilt1 non a.e&&e pri-a &egnato le tracce
attra.er&o le pi7 ripo&te .ie, le /uali -ettono in /uell2ar"ua &o--it1G E c4i &piegan"o
pi7 alto il .olo a.rebbe potuto, "i altura in altura ele.ar&i alla .etta pi7 -alage.ole
"ell2a-ore "i.ino, &e l2agnello non le a.e&&e tutte &egnate "ella propria or-a,
la&cian"o &ui loro 8ianc4i i .e&tigi "el &uo &angue, e &ui bronc4i e le &pine la lana "el
&uo .ello pi7 can"i"o "ella ne.eG C4i altri pote.a "ire agli uo-ini c4e al "i l1 "i
/uelle gigante&c4e e trarupate -ontagne, c4e ele.ano il capo nei cieli e -ettono
nell;abi&&o i pie"i, &i proten"ono i--en&e e "eli#io&e praterie, in cui l2aria 6
bal&a-ica, puri&&i-o il cielo, 8re&c4e e li-pi"e le ac/ue: o.e tutti i ru-ori &ono "olci,
tutte le ca-pagne .er"eggianti, tutte le 8re&cure perpetue, ine88abili tutte le ar-onie:
o.e la .ita 6 la .era .ita c4e non 4a -ai tra-onto, il piacere, il .ero piacere c4e non
ce&&a -ai, l;a-ore, il .ero a-ore c4e -ai non .ien -eno: o.e &i 4a un perpetuo
a"agia-ento &en#a o#io&it1, un perpetuo ripo&o &en#a 8atica, e "o.e 8inal-ente &i
con8on"ono inti-a-ente tutta la "olce##a "el po&&e"i-ento e la belle##a "ella
&peran#aG
Il <iglio "i %io 8atto uo-o e croci8i&&o "all2uo-o 6 a" un te-po l;altera#ione "i
tutte le co&e per8ette rappre&entate in ogni &i-bolo, e&pre&&e in ogni 8igura, e la 8igura
e il &i-bolo uni.er&ale "i tutte le per8e#ioni$ Il <iglio "i %io 8atto uo-o 6 l;i"eale e il
reale, co-;egli 6 a" un te-po %io e uo-o$ La ragione naturale ne "ice, e l2e&perien#a
/uoti"iana ne a--ae&tra, c4e in ne&&una arte, in ne&&una co&a pu? l2uo-o toccare a
/uella per8e#ione relati.a, c4e gli 6 "ato "i con&eguire, &e non 4a "inan#i un
e&e-plare 8ornito "i una -aggiore per8e#ione$ Perc4@ il popolo atenie&e ac/ui&ta&&e
/uell2i&tinto -irabile, c4e gli 8ace.a a pri-a giunta &coprire /uanto .i era "i &ubli-e
nelle pro"u#ioni "el genio e "i eroica belle##a nelle a#ioni u-ane, gli 8u -e&tieri
nece&&aria-ente a.er &e-pre &otto gli occ4i le &tatue "ei &uoi i--ortali arti&ti, i .er&i
"ei &uoi &ubli-i poeti e le a#ioni eroic4e "ei &uoi &o--i capitani$ Il popolo ";Atene,
tal /uale ei 8u, &uppone "i nece&&it1 i &uoi arti&ti, i &uoi poeti, i &uoi capitani tali /uali
e&&i 8urono: e /ue&ti poi a loro .olta non raggiun&ero una tale alte##a &en#a .olgere lo
&guar"o a -aggiori gran"e##e' tutti poggiarono &D alto tenen"o 8i&&a la pupilla &opra
Ac4ille locato nel pi7 alto &eggio "i gloria: e i &uoi gran"i arti&ti e" i &uoi &ubli-i
poeti &olo perc4@ non per"e.ano -ai ";occ4io l2Ilia"e e l2O"i&&ea, tipi i--ortali "ella
belle##a arti&tica e letteraria$ Co&D gli uni co-e gli altri .anno "ebitori "ell;e&i&ten#a
loro a" O-ero, &tupen"a per&oni8ica#ione "ella Grecia arti&tica, letteraria e" eroica$
Tutto ci? c4e 6 nelle -oltitu"ini, e&i&te in -o"o pi7 per8etto in una ari&tocra#ia, e
in -o"o &en#a paragone pi7 per8etto e" ele.ato in una per&ona: e" 6 /ue&ta una legge,
legge &D uni.er&ale c4e pu? a buon "iritto e&&ere con&i"erata co-e legge "ella &toria:
la /uale poi 6 &ottopo&ta a certe con"i#ioni co-;e&&a in"eclinabili e acce&&orie$ Co&D,
per e&e-pio, per &i88atte per&oni8ica#ioni eroic4e .i 6 la con"i#ione in"i&pen&abile "i
appartenere nel te-po &te&&o all2a&&ocia#ione &peciale c42e&&e per&oni8icano, e a" una
a&&ocia#ione generale e &uperiore a /uella c4e .i 6 per&oni8icata$ Ac4ille, Ale&&an"ro,
Ce&are, 0apoleone, co-e O-ero, (irgilio e %ante, &ono a" un2ora citta"ini "i "ue
citt1 "i.er&e, "i cui l2una 6 locale, generale l2altra, l2una in8eriore, l2altra &uperiore$ In
/ue&ta e&&i .i.ono con una &pecie "2eguaglian#a, in /uella cia&cuno "o-ina con un
i-pero a&&oluto: citta"ini nell2una, &ono &o.rani nell;altra$ La citt1 &uperiore, in cui
cia&cuno go"e "2eguale "iritto, c4ia-a&i u-anit1, e l;in8eriore nella /uale e&&i
co-an"ano, &i "eno-ina /ui Parigi, l1 Atene, altro.e Ro-a$
Pertanto nel -o"o &te&&o c4e /ue&te a&&ocia#ioni e citt1 in8eriori &i ria&&u-ono in
una per&ona, c4e 8a &piccare in &pecial -o"o le per8e#ioni e .irt7 loro: co&D era "el
pari "ice.oli&&i-o c4e la legge uni.er&ale "ella per&oni8ica#ione tipica rice.e&&e
co-pi-ento nella &ociet1 &uperiore, c4e &i appella genere u-ano$ Le &opra&tan#e "i
e&&a citt1 "o.e.ano ria&&u-er&i in un tipo e-inente$ Era -e&tieri c4e la &ua
per&oni8ica#ione 8o&&e la ragione pi7 &ubli-e, pi7 ele.ata, pi7 per8etta' per l;intero
a"e-pi-ento "ella legge 8ace.a ";uopo altre&D, c4e /uegli in cui &i ria&&u-e&&e
l2u-anit1, racc4iu"e&&e nella &ua unit1 per&onale "ue "i.er&e nature$ Per l2una "i e&&e
nature ei "o.rebbe e&&er l2uo-o, per l2altra %io, poic4@ %io &olo 6 &uperiore all2uo-o$
A c4i obietta&&e c4e l;incarna#ione "i un angelo &arebbe &tata ba&te.ole, ri&pon"erei
c4e l2uo-o co-po&to "i un2ani-a &pirituale e "2una &o&tan#ia corporea, 6 co-e il
con8luente "i tutte co&e create, co-partecipan"o a" un te-po "ella natura 8i&ica e"
angelica: c4e in tale &uppo&to, la per&ona la /uale "o.e.a conglo-erare in &@ la
natura u-ana, "o.e.a pure conglo-erare in &@ l2intera crea#ione: "al c4e con&eguita
c4e in /uanto a" uo-o e&&en"o tutto ci? c4e @ creato, per e&&ere in pari te-po altra
co&a, "o.e.a e&&er %io$ %a ulti-o, perc4@ la legge a.e&&e un per8etto a"e-pi-ento
era nece&&ario c4e la &te&&a per&ona, c4e nella citt1 in8eriore "o-ina.a con i-perio,
non 8o&&e null2altro c4e un citta"ino nella &uperiore$ 5ue&ta 6 la ragione, per cui %io
8atto uo-o 6 unico nella &ignoria "elle co&e create, -entre nel tabernacolo abitato
"alla "i.ina e&&en#a la per&ona "el <iglio 6 in tutto eguale a /uella "el Pa"re e "ello
Spirito Santo$
Io non tengo gi1 per in&uperabile /ue&to argo-ento, n@ con&i"ero co-e per8ette
&i88atte analogie$ Supporre c4e l2uo-o po&&a .e"ere c4iaro in /ue&ti pro8on"i -i&ter 6
la -aggiore "elle cecit1: e il &olo intento "i &olle.are il "i.ino .ela-e c4e li ricopre,
-i pare &tolta arrogan#a, &trane##a e 8ollia$ 0e&&un raggio "i luce .ale a &tenebrare
ci? c4e %io 4a c4iu&o nel tabernacolo i-penetrabile protetto "a o-bre "i.ine$ Scopo
-io 6 /ui &oltanto "i-o&trare con &oli"i argo-enti, c4e lungi "all2e&&ere incre"ibile
ci? c4e %io ci or"ina "i cre"ere, 6 in.ece non pure cre"ibile, -a e#ian"io
ragione.ole$ La "i-o&tra#ione a -io parere tocca i li-iti "ell2e.i"en#a, re&tringen"o&i
a &tabilire c4iara-ente /ue&ta .erit1, cio6 c4e tutto /uanto &i "iparte "alla 8e"e .a a
"are nell2a&&ur"o, e tenebre "i.ine &ono -eno o&cure "elle tenebre u-ane$ 0on c26
"o--a, non -i&tero cattolico, c4e non raccolga in &@ tutte le con"i#ioni nece&&arie
per ren"ere ragione.ole una cre"en#a$ Ci? .ale /uanto il "ire, c4e e&&en"o accettati,
tutto &i &piega in -o"o plau&ibile, e c4e e&&i -e"e&i-i &i po&&ono 8ino a un certo
punto c4iarire e co-pren"ere$ Ogni uo-o "i -ente &ana e "i retta .olont1 tiene 8e"e
"ella &ua a&&oluta i-poten#a per giungere "a &@ 8ino al cono&ci-ento "elle .erit1
ri.elate, e "ella &ua -era.iglio&a attitu"ine a &piegare tutte /ue&te .erit1 ";una
-aniera relati.a-ente plau&ibile$ La /ual co&a potrebbe &er.ire a "i-o&trare, c4e la
ragione non 6 &tata conce&&a all2uo-o per "i&coprire la .erit1, -a per &piegar&ela a &@
&te&&o /uan"o gli .iene -o&trata, e per .e"erla allorc4@ gli &i pre&enta "inan#i$ Tale e
tanta 6 la &ua po.ert1 intellettuale, c4e anc4e al pre&ente non &arebbe certo "ella
pri-a co&a, "i cui a.rebbe "o.uto a&&icurar&i, &e la -ente "i.ina per-ette&&e c42ei
pote&&e "a &@ a&&icurar&i "i /ualc4e altra co&a$ E in e88etto, .i 4a 8or&e alcuno c4e &ia
giunto a &apere con certe##a c4e co&a &ia la &ua ragione, perc4@ l2abbia, a c4e gli &er.a
e 8in "o.e e&&a giungaG, Ora, &icco-e .eggo "a una parte, c4e /ue&ta non 6 c4e la
pri-a lettera "ell2al8abeto, e "all2altra, c4e &ono gi1 pa&&ati &ei-ila anni "acc4@
l2uo-o 4a co-inciato a balbettarla &en#a poterla pronun#iare, io -i cre"o in "iritto
"2a88er-are, c42e&&o al8abeto non 6 &tato 8atto per e&&ere co-pitato "all2uo-o, n@
l2uo-o per co-pitarlo$
Ritornan"o all2argo-ento &oggiungo, c42era co&a "el tutto "ice.ole e" otti-a c4e
l2intera u-anit1 a.e&&e "inan#i un e&e-plare uni.er&ale "i uni.er&ale e" in8inita
per8e#ione, allo &te&&o -o"o c4e le .arie con&ocia#ioni politic4e ne ebbero uno, on"e
tra&&ero co-e "a loro &orgente le "oti o le .irt7 &peciali, c4e le ele.arono &ulle altre
nei perio"i glorio&i "ella loro &toria$ In "i8etto "i altre ragioni, /ue&ta &ola ba&terebbe
per &piegare il gran -i&tero, "i cui ci occupia-o, po&ciac46 %io &olo pote.a &er.ire "i
co-piuto -o"ello e "i per8etto e&e-plare ai popoli e" alle na#ioni$ La &ua pre&en#a
8ra gli uo-ini, la &ua -era.iglio&a "ottrina, la &antit1 "ella .ita, le &ue innu-ere.oli
tribola#ioni, la &ua pa&&ione igno-inio&a e la &ua -orte cru"ele, c4e c4iu"e e -ette a
tutto &uggello, &ono le &ole co&e: c4e po&&ono c4iarire l2alte##a -iracolo&a, a cui &i 6
innal#ato il li.ello "elle u-ane .irt7$ 0elle &ociet1 c4e &ono 8uori "ella croce, .i
8urono eroi: nella gran"e &ociet1 cattolica .i &ono "ei &anti: gli eroi pagani, tenuto
conto "elle "ebite propor#ioni, e 8atte le con.ene.oli ri&er.e, &ono ai &anti "el
Cattolici&-o /uello c4e &ono le "i.er&e per&oni8ica#ioni "ei popoli all;a&&oluta
per&oni8ica#ione "ell2u-anit1 nella per&ona "i un %io 8atto uo-o per a-ore "egli
uo-ini$ <ra /uelle "i.er&e per&oni8ica#ioni e /ue&ta per&oni8ica#ione a&&oluta corre
un i--en&o inter.allo: tra gli eroi e" i &anti una "i&tan#a i--en&urabile$ E niente "i
pi7 naturale c4e, e&&en"o il pri-o inter.allo in8inito, il &econ"o &ia i--en&urabile$
Gli eroi erano uo-ini, c4e -erc@ una pa&&ione carnale ele.ata all;ulti-a poten#a,
opera.ano co&e &traor"inarie$ I &anti &ono uo-ini, c4e a.en"o rinun#iato a tutte le
pa&&ioni "ella carne, e&pongono il tetragono loro petto, &tre-ato "a ogni &o&tegno
carnale, ai colpi gagliar"i "i tutti i "olori$ Gli eroi, &u&citan"o tutte le loro 8or#e 8ino
all;e&alta-ento 8ebbrile, &i &8erra.ano con e&&e &opra coloro, c4e .i 8rappone.ano
o&tacoli$ I &anti co-inciarono &e-pre col -ettere "a ban"a le loro proprie 8or#e, e per
tal -o"o &pogli e" iner-i &cen"e.ano a co-battere contro &e &te&&i, e con tutte a" un
te-po le poten#e u-ane e" in8ernali$ Gli eroi &i pre8igge.ano l;ac/ui&to "ella gloria e
la rino-an#a 8ra i popoli$ I &anti, tenen"o a .ile la .acua lo"e "elle genera#ioni
u-ane, po&ero in oblian#a la cura "el no-e e "ella gloria loro, abban"onarono co-e
co&a abbietta la loro propria .olont1, e -i&ero tutto e &@ &te&&i nelle -ani "i %io,
tenen"o per glorio&o e otti-o al &o--o il .e&tire l;a&&i&a "ei &uoi &er.i$ Tali 8urono
gli eroi, tali i &anti$ Gli uni e gli altri ottennero l;oppo&to "i ci? c4e pen&a.ano$ Gli
eroi .ollero rie-pire l;uni.er&o "ella gloria "el loro no-e, e &ono ca"uti nel pi7
pro8on"o oblio "elle -oltitu"ini: in /uella c4e i &anti tenen"o gli &guar"i ri.olti al
cielo, &i procacciarono onoran#a e ri.eren#a /ui in terra "ai popoli, "agli i-peratori,
"ai ponte8ici e "ai regnanti$ 5uanto non 6 -era.iglio&o il Signore nei &uoi
or"ina-enti, /uanto gran"e nelle opere &ueE L2uo-o cre"e con"urre &e &te&&o, e" 6
%io c4e lo con"uce, cre"e egli riu&cire a" una .alle, e in ca-bio tro.a&i a &ua
in&aputa &ull2alto "i un -onte$ 5ue&ti &i pen&a "i ac/ui&tar gloria, e precipita in.ece
nell;oblio: /uegli cerca un rico.ero e il ripo&o nell2oblio, e tutto a" un tratto 6 co-e
a&&or"ato "alle .oci "ei popoli, c4e cantano la &ua gloria$ Gli uni &acri8icano tutto alla
loro no-inan#a, e ne&&uno intanto &i piglia pen&iero "2un no-e, c4e con e&&i 8ini&ce$
La pri-a co&a c4e gli altri "epo&ero &ull;ara "el loro olocau&to 8u il no-e c42e&&i
porta.ano, cancellan"olo per8ino "alla loro -e-oria: e intanto /ue&to no-e obliato e
&acri8icato &i tra&-ette "ai pa"ri nei 8igli, "i genera#ione in genera#ione co-e un
glorio&o titolo e un ricco retaggio$ 0on .24a cattolico c4e non &i c4ia-i col no-e "2un
&anto$ In tal gui&a 4a co-pi-ento la "i.ina parola, c4e annun#ia l2u-ilia#ione "ei
&uperbi e l;e&alta#ione "egli u-ili$
0ello &te&&o -o"o c4e 8ra %io 8atto uo-o e i re "ell;u-ana intelligen#a corre un
gran"e inter.allo, e 8ra gli eroi e" i &anti una "i&tan#a i--en&urabile: co&D i--en&o 6
pure il "i.ario 8ra i popoli cattolici e" i pagani, e tra /uelli c4e li in8renano e "irigono$
Le copie &i con8or-ano ai loro e&e-plari: la "i.init1 colla &ua pre&en#a pro"uce la
&antit1, e la &antit1 "egli uo-ini pi7 e-inenti 6 cagione in pari te-po "ella .irt7 "el
ceto -e"io e "el buon &en&o "elle -oltitu"ini$ Me"e&i-a-ente &i nota, c4e ogni
popolo .era-ente cattolico 6 8ornito "i buon &en&o: -entre ne&&un popolo pagano
po&&ie"e /uella &ana ragione, c4e .e"e a pri-o a&petto ogni co&a co-2ella 6 in &@ e
nel &ito c4e occupa$ E niente in"urr1 -inor -era.iglia o.e &i ponga -ente c4e il
Cattolici&-o e&&en"o l;or"ine a&&oluto, la .erit1 in8inita e la &o--a per8e#ione, &i 6
in e&&o e per e&&o c4e .eggon&i le co&e nelle loro inti-e e&&en#e, nel po&to c4e
tengono, nell;i-portan#a c4e 4anno, e nell;or"ine -irabile in cui 8urono "i&po&te'
Sen#a Cattolici&-o non .i 4a buon &en&o nelle -oltitu"ini, non .irt7 nel -e"io ceto,
non &antit1 negli uo-ini ele.ati: perc4@ il buon &en&o, la .irt7 e la &antit1 in terra
&uppongono un %io 8atto uo-o, inte&o a in&egnare la &antit1 alle ani-e eroic4e, la
.irt7 alle coraggio&e, e a "are inca--ino alla ragione "elle plebi 8uor.iate, precinte
"a tenebre e" a&&i&e all2o-bra "ella -orte$
5ue&to "i.ino Mae&tro 6 l2or"inatore uni.er&ale, c4e &er.e "i centro a tutte le co&e,
e c4e per /ue&ta ragione &i .e"e &e-pre al centro "a /ualun/ue lato e &otto /ual&ia&i
a&petto lo &i riguar"i$ %io e" uo-o in&ie-e, egli 6 /uel punto centrale, in cui &i
uni&cono l2e&&en#a creatrice e le &o&tan#e create: /ual %io, e <iglio "i %io, egli 6 la
&econ"a per&ona, il centro "elle tre per&one "i.ine: co-e uo-o, egli 6 /uel punto
-e"io in cui &i conglo-era -i&terio&a-ente la natura u-ana: /ual Re"entore, egli 6
/uella per&ona centrica, &u cui "i&cen"ono tutte le gra#ie "i.ine e tutti i "i.ini rigori'
la re"en#ione 6 la gran &inte&i in cui &i conciliano e &i congiungono la "i.ina giu&ti#ia
e la "i.ina -i&ericor"ia$ Con&i"erato a" un te-po co-e &ignore "el cielo e "ella terra
e co-e nato in un pre&epio, .i.ente -ille pri.a#ioni, &pirante &u una croce, egli 6 il
centro, in cui .engono a conciliar&i in una &upre-a &inte&i tutte le te&i e tutte le
antite&i colla loro perpetua contra""i#ione e la loro in8inita "i.er&it1$ Egli 6 il pi7
po.ero e il pi7 ricco, il &u""ito e il re, lo &c4ia.o e" il pa"rone: egli 6 nu"o e ri.e&tito
"i uno &plen"i"o .e&ti-ento: obbe"i&ce agli uo-ini e i-pera agli a&tri: egli non 4a
pane on"e ca.ar&i la 8a-e, n@ ac/ua per "i&&etar&i, e co-an"a alle rocce "i 8ar
#a-pillare l2ac/ua per e&tinguere la &ete al popolo, ai pani "i -oltiplicar&i per &8a-are
la -oltitu"ine$ Gli uo-ini lo coprono "i oltraggi, e i &era8ini lo a"orano$
Obbe"ienti&&i-o in uno e potenti&&i-o, -uore perc4@ gli 6 ingiunto "i -orire,
accenna al .elo "el te-pio "i lacerar&i, ai &epolcri "i &c4iu"er&i, ai -orti "i
ri&u&citare, al buon la"rone "i tenergli "ietro, al &ole "i na&con"ere i &uoi raggi
all;intera natura "i "i.entare in&en&ibile$ Ei .iene nel -e##o "ei te-pi, ca--ina in
-e##o ai &uoi "i&cepoli, na&ce nel centro "i "ue gran"i -ari e tre .a&ti continenti: 6
citta"ino "i una na#ione c4e tiene il giu&to -e##o tra le na#ioni intera-ente
in"ipen"enti e /uelle co-pleta-ente &oggette$ Egli &te&&o &i c4ia-a la .ia, e ogni .ia
6 un centro: &i c4ia-a la .erit1, e la .erit1 &ta nel -e##o "elle co&e: egli 6 la .ita, e la
.ita c4e 6 il pre&ente, 6 nel -e##o tra il pa&&ato e l;a..enire' ei -ena la .ita 8ra gli
applau&i e gli oltraggi, e -uore 8ra "ue giu&ti#iati$
In /ue&ta -aniera 8u egli a" un;ora &can"alo per i giu"ei e 8ollia per i gentili$ Gli
uni e gli altri a.e.ano natural-ente un2i"ea "ella te&i "i.ina e "ell2antite&i u-ana: -a
e&&i pen&a.ano c4e 8o&&ero inconciliabili e "el tutto contra""ittorie, e" in ci?
u-ana-ente parlan"o non a.e.ano torto: poic4@ l2u-ano inten"i-ento non pote.a
ele.ar&i 8ino alla concilia#ione loro per .ia "i una &inte&i &upre-a$ Il -on"o per
.erit1 a.e.a .e"uto &e-pre ricc4i e po.eri, e non pote.a concepire l;unione nella
&te&&a per&ona "ella -a&&i-a po.ert1 e "ella -a&&i-a ricc4e##a$ 5uello per? c4e pare
a&&ur"o alla ragione "i.iene per lei 8acil-ente intelligibile /uan"o la per&ona, in cui
&i riuni&cono /ue&ti contrari, 6 una per&ona "i.ina, c4e "o.ette e&&ere e .enire "i tal
-aniera, o non e&&ere e non .enire$ La &ua appari#ione 8u il &egnale "ella
concilia#ione uni.er&ale "i tutte le co&e, e "ella pace e 8raternit1 uni.er&ale 8ra tutti
gli uo-ini$ I po.eri e i ricc4i, gli u-ili e i potenti, i 8elici e gli &.enturati 8urono tutti
una co&a in lui, e in lui &ola-ente: perc4@ egli &olo 8u nel te-po &te&&o ricc4i&&i-o e
po.eri&&i-o, potenti&&i-o e" u-ili&&i-o, al col-o "ella beatitu"ine e al col-o "ella
&.entura$ Ecco la paci8ica 8ratellan#a, c4e egli in&egn? a tutti /uelli c4e &c4iu&ero
l;orecc4io e l;inten"i-ento alla &ua "i.ina parola, e c4e procla-arono
&ucce&&i.a-ente &en#a interru#ione e &en#a po&a tutti i "ottori cattolici$ 0egate il
Signor 0o&tro Ge&7 Cri&to, e &ubito 4anno origine le 8a#ioni e i partiti, i 8orti tu-ulti
e i &uperbi &con.olgi-enti, le gri"a &ini&tre e le "i&cor"ie "i&&ennate, gli o"i
in"o-abili, le guerre inter-inate, le battaglie &anguino&e$ I po.eri &piegano la
ban"iera contro i ricc4i, gli in8elici contro i gau"enti, le ari&tocra#ie contro i re, le
turbe popolari contro le ari&tocra#ie, o le une contro le altre, turbolenti e 8uribon"e, a
&e-bian#a "i i--en&e correnti, c4e co##ano all;apertura "i una .oragine $
La .era u-anit1 non 6 in alcun uo-o: e&&a e &tata "el <iglio "i %io: e" in /uella ci
8u aperto il &egreto "ella &ua natura contra""ittoria, poic4@ "a un lato e&&a 6 alti&&i-a
e" otti-a, "all2altro 6 la &o--a "i ogni .ilt1 e abiette##a$ 5uin"i 6 co&D eccellente,
c4e %io l;a&&un&e per &ua congiungen"ola al (erbo: e&&a 6 co&D ele.ata per tale
unione, c4e 8in "al principio e innan#i alla &ua .enuta 8u pro-e&&a "a %io, a"orata in
&ilen#io, "ai patriarc4i, annunciata a" alta .oce "ai pro8eti, ri.elata al -on"o anc4e
"ai 8al&i oracoli, e &i-boleggiata in tutti i &acri8ici e in tutte le 8igure$ Un angelo
l;annun#i? a una .ergine, e lo Spirito Santo la 8or-? alla &ua .irt7 nelle .i&cere "i lei,
e %io entr? in e&&a e perpetua-ente a &@ la congiun&e: e /ue&ta u-anit1 "a lui
con&acrata e perpetua-ente a lui congiunta .enne celebrata al &uo na&cere "agli
angeli, annun#iata "agli a&tri, .i&itata "ai pa&tori, a"orata "ai re, e /uan"o %io alleato
a" e&&a u-anit1, .olle rice.ere il batte&i-o, &i &c4iu&ero le .olte "el cielo, &i .i"e lo
Spirito Santo "i&cen"ere &ul &uo capo &otto 8or-a "i una colo-ba, e una gran .oce
ri&uon? nelle pi7 alte regioni "ell;aere c4e "ice.a' =5ue&to 6 il <iglio "iletti&&i-o, in
cui &e-pre -i co-piac/ui>$ E /uan"o egli "ie"e co-incia-ento alle &ue
pre"ica#ioni, tali 8urono la -era.iglie "a lui operate, ri"onan"o la &anit1 gli in8er-i,
con&olan"o gli a88litti, ri&u&citan"o i -orti, i-peran"o ";un cenno ai .enti e ai -ari,
&/uarcian"o il .ela-e "elle co&e &ecrete e pronuncian"o l;a..enire, c4;egli perco&&e
"i &pa.ento e co-pre&e "i alti&&i-o &tupore la terra e i cieli, gli uo-ini e gli angeli$
0@ tali pro"igi ebbero /ui 8ine: poic4@ /ue&t2u-anit1 8u .i&ta "a tutti oggi -orta, e tre
giorni "opo glorio&a e ri&orta, .ittorio&a "el te-po e "ella -orte: po&cia 8en"en"o
l;aere &ilen#io&a-ente, 8u .e"uta poggiare in alto co-e aurora "i.ina$
E&&a u-anit1 /uin"i co&D glorio&a "a un lato, &i -o&tra un per8etto -o"ello "i ogni
ba&&e##a, e&&en"o "a %io pre"e&tinata &en#a e&&ere ella &te&&a peccatrice, a &ubire in
.irt7 "ella &o&titu#ione la pena "el peccato$ Ecco perc4@ Colui, le cui "i.ine
&e-bian#e &ono lo &pecc4io "egli angeli, -uo.e in /ue&to -on"o &tre-ato "i 8or#e:
ecco perc4@ Colui, i cui &guar"i .er&ano il gau"io nei cieli, 6 -alinconico e pen&o&o:
ecco perc4@ Colui, c4e nella reggia "i.ina .e&te un lucente palu"a-ento "i &telle, 6
nu"o &u /ue&ta terra$ Santo "ei &anti, ei ca--ina &icco-e peccatore 8ra i peccatori:
&ca-bia parole col be&te--iatore, parla con l2a"ultero, &i intrattiene con l;a.aro, "1 a
Giu"a il bacio "i pace, o88re il &uo para"i&o a un la"rone: e /uan"o con.er&a con i
peccatori, lo 8a con tanto a-ore, c4e "agli occ4i gli &puntano le lacri-e$ 5ue&t2uo-o
"e.e ben &entire i "olori per riguar"are gli a88litti con tanta piet1, e "e.e &apere ben
&o88rire on"e nutrire &D 8orte co-pa&&ione per gli in8elici$ 0e&&un luogo illu-inato "al
&ole, ne&&un &i ebbe -ai noti#ia "i ne&&un angolo "ella terra 4a -ai .e"uto un uo-o
in tanto &tre-o "i po.ert1, in &D a&&oluta pri.a#ione$ Tutto un popolo lo -ale"ice, uno
"ei &uoi "i&cepoli lo .en"e, un altro lo rinnega, gli altri lo abban"onano: non 4a una
&tilla ";ac/ua per inu-i"ire le &ue labbra, non un to##o "i pane per cal-are la 8a-e,
non una pietra per a"agiare il &uo capo$ 0on .;4a agonia c4e po&&a reggere il
paragone "i /uella "a lui patita nell2orto "egli oli.eti' il &angue trapel? "a tutti i pori
"el &uo corpo$ Le ce88ate gli illi.i"irono la 8accia, una porpora "i &c4erno coprD le &ue
-e-bra, e una corona irta "i &pine precin&e la 8ronte$ Port? la &ua croce, ca""e pi7
.olte gra.ato &otto il &uo pe&o, &alD il cal.ario acco-pagnato "a una "i&&ennata
-oltitu"ine, c4e rie-pi.a l;aria "ei &uoi &ini&tri &c4ia-a##i$ 5uan"o poi .enne
ele.ato &ul legno in8a-e, il &uo abban"ono raggiun&e il col-o e 8u tale c4e lo &te&&o
Pa"re ritra&&e "a lui lo &guar"o, e gli angeli c4e lo &er.i.ano, colti a un tratto "a
&go-ento e terrore, per non .e"erlo &i .elarono con le loro ali: per ulti-o all;ora
"ella -orte abban"on? la &ua u-anit1, c4e ri-a&e co-po&ta, in&en&ibile, cal-a$ E le
turbe &cuoten"o il capo gli "ice.ano' =Se tu &ei il <iglio "i %io, "i&cen"i "a /ue&ta
croce>$
Co-e cre"ere, &en#a una gra#ia &peciale "i %io, alla "i.init1 "i /ue&to oggetto "i
"i&pregio, "i /ue&t;uo-o "i "oloriG E co-e le &ue parole non &arebbero &tate in allora
a.ute in conto "i &can"alo&e e "i 8olliG E intanto /ue&t2uo-o, c4e 6 /ui.i in &D gra.i
"i&trette e in -ortale agonia, a&&oggetta il -on"o alla &ua legge, pren"en"olo co-e
"2a&&alto con le 8or#e "i poc4i pe&catori, co-e lui "a tutti "erelitti, &tranieri &ulla terra
e nello &tre-o "ella -i&eria$ Per lui gli uo-ini -utarono tenore "i .ita, per lui
la&ciarono i loro beni, per a-or &uo pre&ero la croce, "ie"ero un a""io alle citt1,
popolarono i "e&erti, rinun#iarono a ogni &orta "i piacere, cre"ettero alla .irt7
&anti8icante "el "olore, -enarono una .ita pura e &pirituale, 8lagellarono la loro carne
per tenerla 8iaccata e obbe"iente alla ragione, e per giunta tutti cre"ettero colla pi7
8er-a 8e"e, poco "opo la &ua -orte, co&e -era.iglio&e e incre"ibili' cre"ettero c4e
Colui c4e era &tato croci8i&&o era il <igliuolo "i %io e %io egli &te&&o: c4e era &tato
concepito nel &eno "i una .ergine per opera "ello Spirito Santo: c4e /uegli c4;era
nato in un pre&epio, le cui -e-bra erano &tate a..olte in u-ili panni, era Signore "el
cielo e "ella terra: c4e "opo la &ua -orte era "i&ce&o all2in8erno liberan"o le ani-e
pure e giu&te "egli antic4i patriarc4i: c4e in"i .e&tD il &uo corpo, lo tra&&e glorio&o
"alla to-ba, e &alD al cielo, tra&8igurato e lucente$ Cre"ettero c4e la "onna, c4e lo
a.e.a portato nelle &ue .i&cere, era a" un;ora -a"re ripiena ";a-ore e .ergine
i--acolata: c4e ella 8u &olle.ata al cielo &ulle ali "egli angeli, procla-ata regina "el
creato, -a"re "ei "erelitti, -e"iatrice "ei giu&ti, a..ocata "ei peccatori, -a"re "el
<iglio, &po&a "ello Spirito Santo$ Cre"ettero c4e tutte le co&e .i&ibili &ono "i -inor
.alore e &prege.oli a paragone "elle arcane e in.i&ibili: c4e il &olo bene &ta nel
&o88rire le pene, accettare i "olori e le ango&ce, e .i.ere in per8etta tribola#ione, e c4e
no .i 6 altro -ale, tranne il piacere e il peccato$ Cre"ettero c4e l2ac/ua "el batte&i-o
puri8ica, c4e la con8e&&ione "ella colpa rial#a, c4e il pane e il .ino &i tra-utano in
%io, c4e %io 6 in noi, e 8uori "i noi in ogni luogo: c4e cono&ce il nu-ero "ei capelli
"el no&tro capo, c4e non ne na&ce e non ne ca"e uno &olo &en#a un &uo cenno e"
a&&enti-ento$ E&&i cre"ettero c4e &e l2uo-o pen&a &i 6 %io c4e -uo.e il &uo pen&iero,
%io c4e &orregge l;uo-o nei &uoi conati, -entre l;uo-o, &e gli .ien -eno l;aiuto
"i.ino, .acilla e ca"e$ Cre"ettero e&&i alla ri&urre#ione "ei -orti, al giu"i#io
uni.er&ale, al para"i&o, all2in8erno, alle pene eterne, alla gloria &en#a 8ine$ Cre"ettero
c4e tutto ci? "o.e.a e&&er cre"uto "al -on"o contro il potere "i tutto il -on"o, c4e
/ue&ta -era.iglio&a "ottrina "o.e.a "i88on"er&i irre&i&tibil-ente -algra"o la
po&&ente .olont1 "ei principi, "ei re e "egli i-peratori: c4e per e&&a innu-erabili
8alangi "i illu&tri con8e&&ori, "i "ottori celebrati&&i-i, "i .ergini "elicate e pu"ibon"e,
"i glorio&i -artiri "o.e.ano "are il proprio &angue e &oggiacere alle torture: c4e la
8ollia "el Cal.ario "o.e.a e&&ere &D contagio&a, c4e a.rebbe attaccato tutti i popoli cui
illu-ina il &ole e &o&tiene la terra$
Gli uo-ini cre"ettero tutte /ue&te co&e incre"ibili allorc4@ 8u con&u-ata &ul
Golgota /uella gran trage"ia "i tre ore, c4e atterrD il &ole e &o--e&&e in &ui car"ini$
Co&D ebbe co-pi-ento la parola c4e %io pronunci? per bocca "i O&ea (K, !*' n
funiculis &dam traham eos, in vinculis charitatis$ Gli uo-ini ca""ero in /uel laccio
"2a-ore c4e il <iglio "i %io .i.ente te&e loro con "olce##a e carit1$ L2uo-o 6 co&D
8atto c4e &i ribella contro l;onnipoten#a, &i inalbera contro la giu&ti#ia e re&i&te alla
-i&ericor"ia: -a ca"e in un "olce "eli/uio, e penetrato "2a-ore 8ino al -i"ollo "elle
o&&a o.e a&colti la .oce -e&ta e la-ente.ole "i Colui c4e -uore per lui, e c4e lo a-a
nell;atto "i -orire$ Perc4@ -i per&eguitateG E; /ue&ta la parola piena "i &go-ento e
"2a-ore a un te-po, c4e ri&uon? alle orecc4ie "ei peccatori: tale parola "i la-ento
"olce e a-ore.ole &cen"e "iritto all2ani-a, la tra&8or-a, la -uta, la con.erte per
intero a %io, e la co&tringe a cercarlo per citt1 e "e&erti, -onti e pianure, ca-pagne
ari"e, e 8iorenti giar"ini' e&&a parola in.e&te l2ani-a "el ca&to a-ore "i &po&o, e la
tra&porta &ulle or-e "ei &uoi inebrianti pro8u-i, co-e la &ete &o&pinge il cer.o alle
&orgenti "i ac/ue .i.e$ %io .enne al -on"o per -ettere il 8uoco alla terra, e la terra
pre&e a bruciare, e "i giorno in giorno le 8ia--e potenti "i /uel "i.ino incen"io &i
"i&ten"ono in ogni contra"a$ L2a-ore &piega l;ine&plicabile: l2uo-o cre"e per a-ore
ci? c4e pare.a incre"ibile, e 8a ci? c4e &e-bra.a i-po&&ibile: poic4@ l;a-ore, luce
"ell;intelletto, ren"e 8attibile e age.ole l;a#ione$
Pri-a "ella Pa&&ione "el Sal.atore, alcuni apo&toli a.en"olo .i&to tra&8igurato,
coperto "i .e&ti-enti pi7 can"i"i "ella ne.e e pi7 lucenti "el &ole, "i&&ero nel
rapi-ento e nell;e&ta&i loro' 'estiamo qui$ E&&i non a.e.ano ancora l;i"ea "el "i.ino
a-ore e "elle &ue ine88abili "eli#ie: perci? il gran"e Apo&tolo, -ae&tro nella gran"e
arte "ell2a-ore, 4a poi "etto' o non voglio sapere che (es Cristo, e (es Cristo
crocifisso$ Era lo &te&&o c4e "ire' Io .oglio &aperlo tutto intero, e per &aperlo tutto
intero, .oglio &apere Ge&7 Cri&to &ola-ente, perc4@ in e&&o lui ogni &apere e ogni
co&a &i tro.ano riuniti$ E "opo aggiun&e' Ge&7 Cri&to croci8i&&o e non Ge&7 Cri&to
tra&8igurato e glorio&o, poic4@ poco rile.a cono&cerlo nella &ua onnipoten#a, nell;atto
c4e a&&i&te col pen&iero all2opera -era.iglio&a "ella crea#ione uni.er&ale: non ba&ta
conte-plarlo nella &ua gloria, allorc4@ il &uo &e-biante ri8ulge "i una luce increata, e
le pote&t1 "el cielo &i pro&trano "a.anti alla &ua pre&en#a "i.ina: non ba&ta .e"erlo
pro8erire le &enten#e "ella &ua giu&ti#ia "e8initi.a, circon"ato "a angeli e &era8ini$
L2ani-a non 6 "el tutto &o""i&8atta allorc4@ a&&i&te alle -era.iglie "ella &ua in8inita
-i&ericor"ia$ L2Apo&tolo, con una &ete ine&tinguibile, con una 8a-e cui nulla .ale a
&a#iare, con una bra-a in.incibile, .uol pi7, c4ie"e "i pi7, e le.a pi7 alto il &uo ar"ito
pen&iero: ei non &tar1 contento c4e a una co&a &ola' &apere Ge&7 Cri&to croci8i&&o:
cio6 cono&cerlo co-;ei pi7 "e&i"era e&&ere cono&ciuto, nel -o"o pi7 a-pio e
-igliore c4e l;intelletto po&&a concepire, la 8anta&ia i--aginare, il "e&i"erio pi7
ar"ito "e&i"erare: cono&cerlo nell2atto "el &uo a-ore inco-pren&ibile e in8inito$ Ecco
ci? c4e .uol "ire l2apo&tolo /uan"o e&cla-a' o non voglio sapere che una cosa cerco
di sapere. (es Cristo, e (es Cristo crocifisso$
Lui &olo .olle cono&cere il picciol nu-ero "egli eletti c4e pre&ero la &ua Croce, e
po&ero con attenta cura il pie"e o.e notarono la traccia &anguinante e glorio&a "ei
&uoi pa&&i' i pa"ri "ei "e&erti c4e con.ertirono le pi7 &/ualli"e &olitu"ini in giar"ini "i
Para"i&o: le ca&te .ergini, -iracolo "i 8or#a, c4e calpe&tan"o tutte le concupi&cen#e &e
lo pigliarono a &po&o, a lui con&acran"o ogni loro puro e .erginale pen&iero: e /uelli
c4e in -e##o alle lacri-e rice.ettero le tribola#ioni colla gioia "el cuore, e calcarono
con 8er-o pa&&o l2a&pro -onte "ella peniten#a$
<ra le -era.iglie "ella crea#ione la pi7 -era.iglio&a 6 l2ani-a nella carit1, non
&olo perc4@ il &uo -o"o "i e&&ere 6 il pi7 &ubli-e e" eccellente c4e &i po&&a
cono&cere /ui in terra, -a anc4e perc4@ e&&a alta-ente procla-a i -iracoli operati
"al "i.ino a-ore, il /uale cancellan"o il no&tro peccato e con /ue&to il "i&or"ine e la
cagione "el "i&or"ine, ci 4a con"otti a "e&i"erare libera-ente /uella &te&&a
"ei8ica#ione cui a.e.a-o re&pinta, e ci re&e capaci "i &o""i&8are il no&tro "e&i"erio,
accettan"o l2aiuto "ella gra#ia c4e abbia-o -eritato nel no&tro Signore e per il no&tro
Signore, allorc4@ per -eritarla e perc4@ la -erita&&i-o .er&? il proprio &angue &ul
Cal.ario$ Ecco la &igni8ica#ione "elle parole -e-orabili pro8erite "a Ge&7 Cri&to
&pirante &ulla croce' Tutto consumato, cio6 4o ottenuto con l2a-ore /uanto non potei
n@ colla -ia giu&ti#ia, n@ colla -ia -i&ericor"ia, n@ colla -ia &a.ie##a, n@ colla -ia
onnipoten#a: poic4@ 4o cancellato il peccato c4e 8ace.a o-bra alla -ae&t1 "i.ina e
alla belle##a u-ana: 4o tratto l;u-anit1 "alla &ua .ergogno&a &c4ia.it7, 4o conce&&o
all2uo-o il potere "i &al.ar&i, potere c4e a.e.a &-arrito per la &ua colpa$ Intanto io
po&&o abba&&are il -io &pirito a" a88or#are, ornare e "ei8icar l;uo-o, perc4@ io l24o
tra&&i a -e e a -e lo congiun&i col .incolo "ella peniten#a e "ell;a-ore$
5uan"o /ue&ta parola -e-orabile 8u pro8erita "al <iglio "i %io -orente &ulla
croce, tutte le co&e &i tro.arono -irabil-ente or"inate e per8etta-ente "i&po&te$
XXX
Cia&cuno "ei "o--i co-pre&i in /ue&to libro e nel prece"ente 6 una legge "el
-on"o -orale, e cia&cuna "i e&&e leggi 6 per &@ in.incibile e perpetua: il loro
co-ple&&o co-pone il co"ice "elle leggi co&tituti.e "ell2or"ine -orale nell2u-anit1 e
nell2uni.er&o: e" unite alle leggi 8i&ic4e c4e pre&ie"ono alla -ateria, 8or-ano la
&upre-a legge "ell2or"ine, a cui &i atte-prano tutte le co&e create$
Egli 6 "i tal -aniera e &ino a /ue&to punto nece&&ario c4e tutte le co&e &iano in un
or"ine per8etto, c4e l2uo-o tutto "i&or"inan"o non pu? concepire il "i&or"ine$ Ecco
perc4@ ogni ri.olu#ione, c4e ro.e&cia le antic4e i&titu#ioni, le &cal#a /uali a&&ur"e e
perturbatrici, ne &o&titui&ce loro "elle altre "i propria in.en#ione, e &o&tituen"ole
a88er-a c4e /ue&te ulti-e co&titui&cono un or"ine eccellente$ I /ue&to il &en&o "ella
8ra&e con&acrata 8ra i ri.olu#ionari "i tutti i te-pi, allorc4@ c4ia-ano la perturba#ione
c4e e&&i &anti8icano un nuovo ordine di cose$ Lo &te&&o Prou"4on, il pi7 ar"ito "i tutti,
non "i8en"e la &ua anarchia c4e co-e l;e&pre&&ione ra#ionale "ell2or"ine per8etto,
.ale a "ire a&&oluto$
%alla nece&&it1 perpetua "ell2or"ine "eri.a la nece&&it1 perpetua "elle leggi 8i&ic4e e
-orali c4e lo co&titui&cono' ecco il perc4@ tutte &ono &tate create e &olenne-ente
procla-ate "a %io 8in "al principio "ei te-pi$ E.ocan"o il -on"o "al nulla,
8or-an"o l2uo-o col 8ango "ella terra, e la "onna con una co&ta "ell;uo-o, e
co&tituen"one la pri-a 8a-iglia, %io 4a .oluto "ic4iarare una .olta per &e-pre le
leggi 8i&ic4e e -orali, c4e pro"ucono l2or"ine nell;u-anit1 e nell2uni.er&o,
toglien"ole all;a#ione "ell2uo-o, e -etten"ole al coperto "alle &ue 8olli &pecula#ioni e
"ai &uoi .ani capricci$ I "o--i &te&&i "ell2incarna#ione "el <iglio "i %io e "ella
re"en#ione "el genere u-ano, c4e non &;a.e.ano a co-piere c4e nella piene##a "ei
te-pi, 8urono ri.elati "a %io nei giorni "el para"i&o terre&tre /uan"o 8ece ai no&tri
pri-i parenti /uella -i&ericor"io&a pro-e&&a, c4e te-pr? il rigore "ella &ua giu&ti#ia$
Il -on"o 4a in"arno negato /ue&te leggi$ (olen"o &cuotere il giogo colla nega#ione,
non 8ece c4e ren"erlo pi7 gra.e colle cata&tro8i, c4e &ono &e-pre propor#ionate alle
nega#ioni: poic4@ /ue&ta legge "ella propor#ione 6 una "elle leggi co&tituti.e
"ell2or"ine$
%io 4a la&ciato libero e .a&to il ca-po alle u-ane opinioni, &tatuD un a-pio i-pero
al libero arbitrio "ell2uo-o, al /uale 8u "ato "i e&&er &ignore "ella terra e "ei -ari,
ribellar&i contro il &uo creatore, ro-per guerra al cielo, &tringere patti e allean#e colle
poten#e in8ernali, a&&or"are il -on"o col ro-ba##o "elle battaglie, incen"iare le citt1
colla 8ace "ella "i&cor"ia, &go-entarlo colle tre-en"e &co&&e "elle ri.olu#ioni,
c4iu"ere l;intelletto alla .olont1 e" aprirlo all;errore, &errare gli occ4i alla luce e
&c4iu"er&i alle tenebre, 8on"are i-peri e "i&truggerli, "i co&truire Stati e "i&truggerli,
&tabilire repubblic4e e" abbatterle, &tancar&i "elle repubblic4e, "egli i-peri e "elle
-onarc4ie: abban"onare ci? c4e .olle ei &te&&o e ritornare a ci? c4e a.e.a te&t6
abban"onato: a88er-are &ino l2a&&ur"o, negare tutto, &ino l2e.i"en#a, "ire' )on v
Dio, e" o sono Dio: procla-ar&i in"ipen"ente "a tutti i poteri, a"orare l2a&tro c4e lo
ri&c4iara, il tiranno c4e l;oppre&&a, il rettile c4e &tri&cia &ulla terra, la te-pe&ta c4e
rugge, il 8ul-ine c4e &cro&cia, la nube c4e pa&&a$
Tutto /ue&to e ancor pi7 -olto 8u conce&&o all2uo-o$ <rattanto gli a&tri continuano
il loro cor&o con una perpetua ca"en#a nelle orbite a&&egnate, e le &tagioni &i
a..icen"ano nei loro giri ar-onio&i, &en#a -ai toccar&i n@ con8on"er&i: la terra &i
ricopre "i .er#ura, ";alberi, "i -e&&i, co-e "a &e-pre 4a 8atto "acc4@ 4a rice.uto
"all2Alti&&i-o la .irt7 pro"utti.a: tutte le co&e "ella natura co-piono oggi, co-e
co-pirono ieri e co-e co-piranno "o-ani gli or"ini "i %io, -o.en"o&i in pace e in
concor"ia &en#a .iolare ";un 8ilo le leggi "el pre&ente loro Creatore, "i cui il "ito
&o.rano concerta i pa&&i, i-briglia i conati e rallenta il 8reno ai loro a..icen"ati
ritorni$
Tutto /ue&to e -olto pi7 8u con&entito all2uo-o: nulla-eno non 8u abba&tan#a
potente per i-pe"ire c4e la puni#ione tene&&e "ietro al &uo peccato, la pena al &uo
"elitto, la -orte alla &ua pri-a "i&obbe"ien#a, la con"anna al &uo in"uri-ento, alla
&ua libert1 la giu&ti#ia, la -i&ericor"ia al &uo penti-ento, la ripara#ione ai &uoi
&can"ali, e le cata&tro8i alle &ue ribellioni$
<u "ato altre&D all2uo-o "i calpe&tare la &ociet1 &branata "alle "i&cor"ie: "i
ro.e&ciare i pi7 &al"i e"i8i#i: "i -ettere a ruba le citt1 pi7 opulenti: "i &cal#ar con
ro-ba##o gli i-peri pi7 .a&ti e popolati: "i &eppellire 8ra &pa.ente.oli ro.ine le pi7
&plen"i"e ci.ilt1, e ";a..olgere la loro luce nelle o&cure tenebre "ella barbarie$ Ci?
c4e non 8u a&&entito all;uo-o &i 6 "i &o&pen"ere per un giorno, per un;ora, per un
i&tante &olo il co-pi-ento in8allibile "elle leggi &upre-e "el -on"o 8i&ico e -orale,
c4e co&titui&cono l2or"ine nell2u-anit1 e nell2uni.er&o$ 5uello c4e il -on"o non 4a
.i&to e non .e"r1 -ai &i 6 lo &pettacolo "ell2uo-o, il /uale -entre 8ugge l2or"ine per
la .ia "el peccato, non rientri poi nell;or"ine per /uella "ella pena, -e&&aggera "i
%io, c4e non .iene -ai -eno nel con&egui-ento "ei &uoi "i.ini .oleri$

<I0E
++++++++++++++++++