Sei sulla pagina 1di 2

2

0
un tuffo nell’amore del giudizio. Smetti di giudicare, smetti lunga come un uomo puntata sulla terra nemica,
di giudicare, smettila di giudicare gli altri. ci giochicchio un po’, sembra una partita
Psicoterapia Karmica in solitario, la mia mente É l’inizio di un viaggio che ti porterà di risiko ma qui è tutto vero. La situazione è
contempla passato-presente-futuro in un tutt’Uno a smettere giudicare Te stesso. così paradossale che a stento trattengo le risa

7.
Indiviso. Le innumerevoli percezioni sensoriali E nel non-giudizio di te stesso, troverai la pace con la mia guida thai, così gentile e solerte
e intellettuali che parallelamente al mio mentale che da secoli vai cercando. Amore. a raccontarmi della famiglia reale e di una
sentire arrivano sono spaccate in Due dalla visita della regina da queste parti, sei anni fa.
mia coscienza. La mia coscienza spacca e divide Andrea Zurlini La Giulia mi ha appena scritto dal mare di Pesaro

n 6
8
in due tutto ciò che percepisce, la realtà di ignorare cosa sia il Myanmar. Dovrei forse

1 che mi si configura è un crogiuolo di dualità


più o meno insuperabili. La polarità dei miei due
emisferi cerebrali colloca la realtà fenomenica
darle delle risposte, ma cosa so io di questo
paese che turba i miei pensieri da quando ho
avuto la malsana idea di organizzarci una visita?

ma che
entro un campo intergalattico di coppie Non molto in effetti. Uno stato di militari,
di opposti: sole-luna, caldo-freddo, una dittatura profondamente liberticida,
nascita-morte, maschio-femmina, salita-discesa, un supermercato di droghe e diamanti
sottometto le tenebre-luce, Dio-Diavolo, Bene-Male,
felice-depresso, salute-malattia,
che finanzia il regime. Il Ministero degli Affari
Esteri italiano sconsiglia visite in questa zona:
mie opinioni sesso-amore, amico-nemico.. eccetera..
La bipolarità dei miei due emisferi, la dualità
i militari possono in ogni momento vietarne
l’accesso, in passato è stata teatro di lotte
al giudizio in cui si colloca il mio corpo-mente emettono
continuamente dei richiami ipersensibili
tribali ed addirittura di scontri a fuoco tra
le forze armate dei due paesi. Ma, soprattutto,

dei più saggi verso l’Unificazione. Il Due che diventa Uno.


L’unione cosmica, l’orgasmo supremo
questa regione è il corridoio per le anfetamine
e l’eroina di tutta l’asia meridionale.

e all'autorità
all’autorità della creazione, la scoperta dell’infinito
universo si cela dietro una ricongiunzione
Qui si smercia di tutto. Insomma è il classico
posto in cui la mamma non vorrebbe mai sapere che

della Chiesa profonda tra me e Me, tra l’Io e il Sé,


tra il conscio e il subconscio. L’unica forza
sei stato. Ci sono poi altre piccole questioni:
la zona è abitata da zanzare malariche contro
che regge in piedi le galassie e il motore le quali non ho seguito alcuna profilassi,
vibrante che mette in moto la materia ho pochi contanti e nessun dollaro americano.
è una cosa sola e si chiama Amore. A queste latitudini infatti, come ha già
Scintille luminose e danzanti emanate da una constatato il grande Giorgio Bettinelli, la carta
pulsazione cosmica d’Amore che arriva dal centro di credito ritorna al suo intrinseco valore
dell’universo mi sospingono a ricercare l’unione di pezzo di plastica colorato. I doganieri
con il Tutto. Ricongiungermi a Me, vuol dire birmani infine tratterranno il passaporto
Amarmi con tutto il cuore, amare me stesso rilasciandomi un permesso speciale, a ulteriore
n°8_22 agosto
n°1_24
n°6_24 ottobre2009
febbraio 2008
2009
Hanno collaborato:
hanno è un profondo “trip” terreno e ultraterreno conferma dell’eccezionalità di una procedura
che porta dall’Ego all’Uno, dal maschio e femmina di espatrio da queste parti. Cosa dunque mi
Andrea Zurlini
Alessandro Franca o uomo e donna a essere Androgino amante amoroso. spinge a rinunciare alle spiagge di sabbia bianca
Carlo Della
Elisa Maria Martire
Cirino le stupidaggini di nonno Skus, di Elisa Della Martire
Cecilia GiampaolI
Damiano Giampaoli/grafica/
Una scatenante sensazione d’Amore pervade il mio e al latte di cocco, al di là del tempo incerto,
essere, prende vita nel corpo calloso che collega per addentrarmi in un simile postaccio?
i miei due emisferi cerebrali trasportandomi Da giorni me lo chiedo, pondero, raccolgo
nella dimensione della non divisione. deviazione in myanmar informazioni e faccio proiezioni. L’incoscienza
Tu che stai leggendo sei una parte di me, non è mai stata una mia consigliera di viaggio
207. non ha una redazione stabile
né un direttore editoriale. poiché non c’è più divisione, anche quando 28/07/09 Burma, Burma, oggi ci sono quasi e questa volta il confine tra il sì ed il no
207. viene prodotto senza scopo di lucro; sembrava ci fosse era una grande allucinazione arrivato, nella maniera più inaspettata è davvero sottile. Tuttavia, con alcuni
la stampa si autofinanzia attraverso della mente. L’apparato sensoriale categoricamente e surreale. La 4x4 del ministero che mi accorgimenti credo che i rischi saranno relativi.
le offerte raccolte. diviso in 5 sensi predominanti riesce a creare ha scarrozzato per mari e monti si ferma Farò ad esempio, particolare attenzione al mio
207. è composto da pensieri, articoli la sensazione esatta che esista un Io personale, in un villaggio di montagna dopo una montata bagaglio per non diventare mio malgrado corriere
ed immagini libere da censura. diviso e scisso dal resto del creato. spettacolare. I bambini nudi per strada, i polli di questi traffici. E poi che diamine: Marco Polo
Ogni autore è responsabile dei testi Fittizie percezioni creano ancor più distanza magri che girano indisturbati e le donne in abito non sarebbe mai andato in Cina se avesse
pubblicati a suo nome. se a questa ci si aggiunge un pò di sofferenza tradizionale, senza l’ombra di un turista, ascoltato il MAE, né Barbara in Congo, né Karina
207. viene distribuito ogni tre settimane per il proprio mal-vivere, per il proprio sono tutti ottimi segni in questo momento: in Mali, e Giorgio Bettinelli con la sua vespa
circa, o comunque ogni qualvolta
male-dire. Uno col Tutto, il Tutto si ritrova Bangkok e Pukhet ormai appartengono ad un altro non sarebbe andato oltre il Lago di Garda
venga raccolto materiale sufficiente
a giustificarne l'impaginazione.
l’impaginazione. nell’Uno. Un immenso disegno olografico vibrante mondo. Attraversiamo un prato che funge per la gita domenicale. Le città a me permesse
Chiunque può prendere parte alla è l’universo spazio-temporale in cui viviamo, da eliporto e da avamposto militare, nessun dai militari sono tre. Tachileik è l’insediamento
realizzazione
alla realizzazione
del giornale
del giornale
inviando i dove in ogni pezzetto c’è il disegno di tutto soldato di guardia, solo noi e qualche cane frontaliero, brulica di prostitute, cambiamonete,
inviando i propri
propri testi testi indirizzo e-mail:
al seguente quanto. Non più divisione, non più divisione, annoiato. Con mia enorme sorpresa mi rendo conto commercianti e truffatori di vario tipo.
al seguente indirizzo e-mail: non più divisione. Solo una grande, pronfonda, che la fine del prato corrisponde anche alla fine Kengtung è a cinque ore di bus nell’interno,
207.liberastampa@libero.it intensa, orgasmica, danzante: unione. della Thailandia, dieci metri più in la una una città che è descritta come una delle più
207.liberastampa@libero.it Non c’è giudizio, non c’è bene e male, rete anonima cavalca una delle frontiere più pregevoli e ben conservate della regione.
non c’è brutto e bello, non c’è spazio e tempo. significative al mondo: quella del Myanmar. Infine c’è Mongla, sul confine cinese, un parco
C’è una sola grande oscillazione di un Solo Stato Un centinaio di metri più lontano gli avamposti divertimenti per cinesi benestanti colmo
Di Coscienza Luminoso. Questo non è il giorno birmani ricoprono la collina di fronte. di casinò e decorazioni kitsch. Quest’ultima,
del giudizio, ma il giorno della fine Entro in un terrapieno con una mitragliatrice decisamente poco apetissante, ospita però

Carlo M. Cirino e Cecilia M. Giampaoli 1/2


groviglio Via Petrucci 19, 61121 Pesaro
un mercato di animali selvatici in cui si possono
comprare rettili e orsi vivi. Il che dà una buona
idea del degrado morale dei traffici che
gente. Dopo aver trovato un alberghetto vado
in centro in cerca di qualcosa di commestibile.
Un posto mi colpisce per la sua insolita
vuoti ed un unico addetto con l’aria di essersi
scelto un lavoro ben poco logorante. Sembra di
essere a Pyongyang. Apro le braccia, la moto

2
0
attraversano questo corridoio asiatico. vitalità: uno strano ristorantino con sfreccia sull’altopiano e campi sterminati
un maxischermo che passa terribili video pop di riso ci circondano, una corona di monti
30/07/09 Per essere un postaccio il Myanmar asiatici (la parabola è essenziale proprio perché all’orizzonte ci sta abbracciando. Get this
non è così male, o almeno così sembra a Kengtung. superflua). Sembra ci sia una festa di compleanno, feeling! Mi rendo conto una volta scesi dalla
Questo luogo remoto mi mette un po’ il mix di questa terrazza è strano: tre ragazzine moto che le “hill-tribes” non si chiamano così
di malinconia, l’incontro di questa sera rincara pre-adolescenti e tre uomini che poi mi renderò a caso. La strada è troppo ripida e dissestata
la dose. Alla frontiera non ho avuto difficoltà, conto essere completamente ubriachi. Io, manco per poter essere percorsa in moto. Comincia la
ma l’apparato che si mette in moto da queste a dirlo, sono il diversivo della loro serata e la scalata con Aichi attraverso la foresta pluviale.
parti per l’arrivo di uno straniero ha un non cosa in un primo momento diverte molto anche me. L’umidità e la fatica rendono ogni passo una
so che di orwelliano. Sono registrato in ogni mio Il più ubriaco dei tre mi prende particolarmente tortura. Quel ragazzetto sgambetta su spedito,
movimento, il passaporto è rimasto alla dogana in simpatia e si siede al mio tavolo, in segno di cammina con le infradito e rimane fresco come
ed i documenti sostitutivi che mi hanno amicizia mi offre una grappa tossica e sigarette, una rosa! Mi sento davvero una scamorza. Aichi

7.
rilasciato viaggiano con me senza che io li possa io mal dissimulo il mio scarso entusiasmo. ha un’incontenibile voglia di parlarmi, ma non
tenere in mano: è uno scambio continuo tra Si ride ancora un po’, fino a quando un altro capisce una parola di inglese ed il mio birmano è
autisti, taxisti e gestori di albergo che della banda mi indica le ragazzine sorridendo. un po’ arrugginito. Provo persino a parlargli in
conoscono a memoria la procedura. Lo Stato ormai Spero di aver capito male, un brivido mi scuote: nepalese contando sulle comuni radici sanscrite.
non mi preoccupa, non mi resta che addentrami avranno appena dieci anni. Il mio amico ubriacone Nulla da fare. Eppure, nonostante l’impossibilità
in questa città che, per questioni di tempo, diventa sempre più insistente con la sua di una comunicazione verbale riesco a capire come
sarà il mio unico specchio sul Myanmar, grappaccia, pago, ringrazio e saluto tutti. si chiama, quanti anni ha, deduco che è il più
ma andiamo con ordine... Terminate le formalità Quell’uomo aveva degli occhi particolari, occhi grande di cinque fratelli e che non è fidanzato...
doganali attraverso il fiume Mekong con le felini che non ho mai visto altrove e che oggi, non male! Il piatto forte dei villaggi visitati
bandiere dei due paesi a farmi da cornice. per ben tre volte, mi hanno rapito. Una vecchia sarebbero delle donne dai denti neri vestite in
Il poco tempo che mi rimane prima della partenza al mercato di Tachileik aveva quegli occhi ed abito tradizionale. In realtà mi soffermo di più
dell’autobus per Kengtung lo uso per un giro anche un uomo seduto vicino a me sull’autobus. ad osservare la vita nelle palafitte e la gente
al mercato locale. I venditori ambulanti ed i Sono occhi profondamente affascinanti ma che comune lavorare: le donne “tradizionali” sono
ragazzotti “full-service” hanno una virulenza incutono timore. Il mio amico ubriacone parlava cariche di souvenirs e la sensazione è che ci sia
particolare, sconosciuta a Siam. I miei secchi con gli occhi, il suo sguardo mi ha trasmesso una una certa pianificazione dietro. Incontro persino
rifiuti non li scoraggiano più di tanto: non voglio tristezza che il filtro della mente annebbiata una famiglia olandese sul cucuzzolo. Compro
comprare le loro sigarette di contrabbando, dall’alcool e le risa non sono riusciti a comunque qualcosa: un berretto ed una borsa che
né farmi accompagnare per un giro in città, nascondere. Come può volersi ridurre così? puzzano magnificamente di capra. Al ritorno ho
né men che meno provare l’ebbrezza di una ragazza La buonanotte mi viene data da una lunga il culo distrutto, le buche prese in moto ormai
birmana, e soprattutto non voglio comprare preghiera a più voci proveniente dal cortile non si contano più ed il sudore è ormai diventato
il loro viagra contraffatto(come si permettono?!) di fronte, un mantra per il giorno che finisce. la mia essenza, il mio archè. In certi momenti mi
Nel mercato non v’è null’altro, solo le solite chiedo perché non mi deve piacere fare le vacanze
cineserie che hanno ormai tappezzato anche 31/07/09 Scambio quattro chiacchiere con a Ibiza come a tutti i miei coetanei italiani...

ri-
le bancarelle dei posti più remoti al mondo. la coppia franco-tedesca del mio albergo, forse Vorrei tornare in albergo per una doccia ma Aichi
Qui più che altrove poi, la Cina è vicina. siamo davvero gli unici stranieri in città. insiste a voler terminare il percorso del “tour”
Il viaggio in autobus prevede 5 check-point che Una visita al mercato di primo mattino ed un come è consuetudine e non come l’unico cliente
fanno lievitare le ore di percorrenza di quei giro in centro si concludono alla svelta con una lo vorrebbe. Lì per lì l’avrei strozzato,
miseri 160 km che mi separano da Kengtung. sensazione di solitudine ed abbandono che questa ma saprà farsi perdonare: mi porta a vedere
Il paesaggio è molto rilassante: colline città trasuda. Sono solo in compagnia delle delle straordinarie sorgenti di acqua sulfurea
disegnate, risaie, palafitte e pochissime macchine zanzare malariche. No, devo dare una svolta bollente. Stasera dopo essermi dovuto confrontare
lungo il percorso. Di oppio non ne vedo, alla giornata. Prima di tornare in albergo per l’ennesima volta con la “diversa razionalità”
o più probabilmente non lo riconosco. Non correrò sedo una rissa tra due piccoli Buddha che si asiatica, riscontrata in una telefonista cocciuta

tor-
spensierato per vallate ricoperte di proto-eroina prendono a legnate nel cortile di un monastero che non riuscirà a farmi chiamare l’italia, torno
come già mi immaginavo. Ma ad uno sguardo più con una foga decisamente poco Zen. Mi convinco al ristorante di ieri e ritrovo il mio amico
attento si vede che questa è una terra che che una visita ai villaggi delle colline può di grappa con 4 o 5 bicchieri in meno rispetto
soffre. Tre incendi. Il disboscamento selvaggio essere una soluzione per salvarmi il pomeriggio. a ieri; riesce addirittura ad articolare
ha salvato solo qualche collina: bisogna Mi accompagnerà Aichi, un vispo ragazzetto un sorprendente “hello my friend!”.
produrre. La sosta all“auto-grill” rischia di diciassettenne con la sua moto. Siamo subito Domani saluterò il Myanmar, si parte di
costarmi un occhio. Il lungo viaggio e le poche fuori città, e se a Kengtung si ha l’impressione mattina e la macchina burocratica per la mia
ore di sonno su un letto di legno a Chiang Rai di essere fuori dal mondo potete immaginarvi come partenza si attiverà prima del mio risveglio:
si fanno sentire tutte ora mentre, indicando ci si sente ad uscire da Kengtung. Lo stradone il mio permesso e le altre scartoffie dovranno
ad una donna un cocco da farmi aprire, sbatto di terra battuta è enorme, si direbbe partire dall’albergo, transitare per l’ufficio

no
con la fronte su una lamiera. Anche ieri mi ero un’autostrada deserta, con più bufali che moto immigrazione e passare nelle mani dell’autista
tagliato, ma qui devo fare davvero attenzione ed un camion ogni ora(camion che si accendono che darà tutto alla dogana. Addio al Myanmar
a non avere problemi seri. Qualsiasi cosa accada a manovella). É una strada più funzionale agli e alla sua gente con gli occhi felini,
devo essere in grado di salire su un aereo con spostamenti dell’esercito che al trasporto di comincia da qui il mio ritorno.
le mie gambe. Kengtung è stupendamente fuori dal merci dai campi. Il casello autostradale mi aveva
mondo. Suscito interesse e stupore, sorrido alla dato la stessa impressione: decine di sportelli Damiano Giampaoli

2/2