Sei sulla pagina 1di 20

- ^ . - R ' ' ' : ^^ "" .

^ . ;d. W' ' ' ' ' ' ' ' ' ' ' ' : - * : ? : " ; > . ; > ' " : ' < : ? ; ' ' - ' :
p=cosf
F
'
g
J
' " " : ,: - . . ; . ; p(f-a)^Srad(p) m*
^/
' o ( r
C U V
. r \j \.\-f * \ Co
(~ )(f) c"J i' ad) * iS a> y 7r ^
. * - > ,
corrente
a T v V2~ \e
z + \ 0
a^ Y 2g . Q p y2
z + + oc ~' 0
a " z/ F2 ds : 7- 2g
dn' j ., . gr ^^' . ; " ' * -
1D p idrostatica
d +p o
estensionj^ X^
' 2] J S^ ' ' : : ' ;;
^ J V^
V / ' Q x Q y < jz + perdite concentrate
+ macchine
pidrostatica
3D = ???
conservazione della massa
(eq. continuit)
bilncio quantit di moto
(equilibrio dinamico)
forma
indefinita
dt dx
| d(pv) |
(1 )
p
y
dx dy
^y yx z
=O ==; t
xz zx y
=0-
Continuit (1 )
Equilibrio dinamico (2) + (3) + (4)
Eq. di stato p ~ p (p , T j (5)
/,
du
*~~dt)
dv fa.
_ z
P\fz~
dt
dw
dt
dy
y
dz
dy dz
5 Equazioni in 1 0 incognite (p, u, v, w, a^a^,^,^,^,
' - ,. . . . ^ - ' .
Mancano 5 equazioni: Legame sforzi - velocit di deformazione
(2)
(3)
(4)
Analisi deformazioni del fluido
0
P (%+dx, y+dy-i z+dz)
'x,y + dy,z + dz,tQ)
dx
- / - ,
ay
Si ^T'
\/
17
r P
r ~~
U
V
VI
T/
r
r
i ;
^ ^ ~
_ \V
- . 1
0 i
I a x
\
VP --
o -
\ x,y,z,t
-V
" . "
^ 0
U
(J. ^ \ 1
3
0 + ;
( ?\v~\y
(sy )
A f\~
x,y
r\S
A.
,Z,tQ
C=^
"di
d,
d-
.
a i
' d .
a >
4
K
V
K
V
X
+
dy
dv
~ y
dw
~^y
du du
dz
dv
dz
d'w
~d~z~
Analisi deformazioni del fluido
,4 = =
2
+
A-A
~^L
du
dx 2
T) z=
+
dv
dv du
(_;
dx
dv
\fdu_
+
dw dv
. i .
dz
\(dw_
+ -
dw
dz-
2\dz' dx
Tensore delle veloci t di
deformazi one
A=
a
dx
av
dx
dy
dv
a7
dw
du
~dz~
dv _
dz
dw
~a7
D= matri ce si mmetri ca
Q= matri ce dmi si mmetri ca
Q
O -
2
ly
\
I
i / a^ y ^ i
-T ^ ^ -^
2
1 /*1 / TL _ ' o
V dx : < y 2
VS\ dy
o
_ !
2
B .
2
'B u
dz
/
5w
/
0
Tensore delle rotazi oni ri gi de
Significato fisico termini diagonali di D
Analisi del caso di MOTO PIANO
O ^ velocit nulla (evidenzio solo le
velocit relative)
- P, du , dv ,
r '-+ u = -ax; v ox
dx dx
Q
R
du , du i dv 1 dv 1
u dx H - - - dy; v ox + - ay
dx dy dx dy
du

dy
dv

dy
du
dxdt
Effetto di
du
dx
fa
du
. Allungamento unitario subito dal cilindretto di lunghezza
infinitesima x nel tempo dt
Velocit di deformazione lineare lungo l'asse x
dt dx * A
A I j . d v dw
Analogamente per e
dv dw
dy dz
dt dy dt dz
(Caso 3D)
Significato fisico termini diagonali di D
Nel caso 3D, l'effetto dell'azione simultanea delle componenti diagonali di I)
consiste in una espansione di volume
dW-
dW=
dw dv
, dz dy
l'ordine
x +
\
i
i
dx
UU ' 1 -i i C/V -r i :
A-rnf , HT 1 Hi' Hf
CLvLlt U.)/ 1 U-VU.t
^ ' ^ o ^
Sx ;\y J
5w dv 7 dw du -' -, .
1 / 7 / ' H
1 Wt
&, dy ,
dW_
\
1 V4.
Sz dx:
dw dv
/
' '(k:+
1 1 ^
9j
du
\ I ' . . ' '
r)1 ? r)i; r)v
^^d/ QZCLt
az ,
^ j
9t- '
dt
}. ;] , " " -i
j
^aV aWd^l
U.tU-i'
'S^ 0^ & ' .y
xdy dz dt
La Velocit di deforoaziMe volumetrica
dW 1
dt W
' : dw dv du
i i
f : ' '
^dz dy dx )
dh> V
U-i V r
Rappresenta la dilatazione volumetrica dell'elemento di fluido, senza
cambiamento di forma
Se il fluido incomprimibile
div V = O
Nessuna variazione
di volume
dt
-O
Significato fisico dei termini extradiagonali del tensore D
' '. . ""'*Wel piano
= w / + v j + W k
c b c
fy
- A -
li + l V +QX \ + ,
J ~
y y+
dw.
j [ dy
djz=-
du dv
V
\C
Deformazione
dell'angolo retto in O'
V elocit con cui avviene
la deformazione
angolare
I tf inn lctrdigoiialf del
. ? ^
la velocit di deformazione angolare
Analisi deformazioni del fluido
du
dx
l(du:. dv
M
,
21^0; Sxy
fu: dw^
* \ dx ;
I
2
I !
) 2
5v du
i
i
V6x Oyy
: ; . d v
ay
8w Sv
" ' !
1
^dy dz y
1
2
, 1
2'
^9w 9w\
i
v dx dz )
''dw dv \ . I ' ':
^'dy '"dz)
''< $ w
dz
Tensore
d i d eforma zi one
La veloci t d i
d eforma zi one a ngola re
i l d oppi od ei termi ni
extrad i agonali d el
tensore I ?1
D
2
1
2
2
dt
Z
2 dt
2 dt
ds
dt
Significato fisico dei termini extradiagonali del tensore
La rotazione avviee senza
angolare: du
dydt
dy\:
(rotazione inedia de^a con velocit
Sv
dx
O
dv Jdu
.2{dc dy
\ ^,
|dwdu
*"
/
2
V
dv du
' d) c dy
O
J
2
v
dwdv
dy dz
\
.
2v oc dz } 2
V
O
C O =
z 2
dv du
\ ..dy.
I termini non nulli di Q descrivono la
viloGt di r:tazipne jtnedia :
dell'elemento fluido
Q
O -ai
. ' Z
i
-y
O '-
Q

0
1/
= rot(Y} vettore vorticit
y,-~ .-\>. / ..-. .. =
io
Analisi deformazioni del fluido
V =
V (x\F (xo ) + Q (xo }dx + D
\ V / =V / , =
V - )
1 t\
.roti
2
V I ^C o I la componente del vettore velocit che da luogo ad una traslazione rigida
Q( Xo } dx la componente del vettore velocit che da luogo ad una rotazione
=\
\ la componente del vettore velocit che da luogo ad una
XQjQX deformazione loQale. Il tensore viene detto tensore delle velocit
di deformazione
"
L'elemento fluido nel suo moto subisce una traslazione, una
rotazione rigida ed una deformazione
Fluido Stokesiano
XX
< D < D
O
xz
a
y
X
y
X
p I in statica
Stato di deformazione locale
Storia passata del Mdo
Velocit della deformazione locale
1. Fenomeni in cui il ricordo degli
stati di sollecitazione interna si
estinguono rapidamente (si svolgono
in durate maggiori della memoria)
2. Sforzi indipendenti dalle
deformazioni (manca confronto con -
stati di deformazione precedenti)
' = /()
Fluido
Stokesiano
Injsttica
Sistema di riferimento principale
A ; J t. -^ > i,.
Ternadi riferirnen!to in modo tale che D sia diagonale
8u
O O
dv
O
0 0
0
dw
O D
Anche (|) deve assumere forma diagonale.
jx O O
O a.. O = y

"p 0 0"
0 p 0
0 0 p
+
"a^-p 0 0
0 ay-p 0
0 . 0 az-p
v > ^- ^- -^
Parte statica
Tensore DEVIATORE DEGLI
SFORZI (originato dal moto)
Fluido Newtoniano
Legame lineare fra ^e
MBfgb
Newtoniano
Forbia pi generate xi tegame lineale
P=
I coefficienti J LI . non sono tutti distinti,
Fluido Newtoniano isotropo
&(D;
o- -p=aD +6(D +D ) =
j / ' ". ... . .yy \xxzzJ
8u dw
i
dy dz)
r
, du dv
v
dx dy dz
J
(a-b)D
p =aD + &/ D +D }=b-
r ..-- zz \y zz J *
du dv dw
V
9x dy dz
J
Equazione costituiva dei fluidi Newtoniani
valida per qualunque trna di riferimento
a? b?
Significato fisico di a e b
= Legge di Newton
(i = viscosit dinamica
(a-6) = -2ju
y
2 dt dt
Significato fisico di a e b
Esplicitiamo le componenti normali di sforzo
r/ 7 / /
.A,
=p + bdivF -2fi
J, /
a - p.4- b divF -
' ' - '
S*\X
dv
= p +b divF -
cr + cr + (jz = 3p + 3b divF - 2/ /
(3-2/ / )di vF =0
div' F =
2
c|)-p+bdivFI-2/ / D
" j -
= 3P
du dv dw
fluido incomprimibile
2) b= -ju
: > -: - ' - -= 3
p,: responsabile di dissipazioni energetiche in un fluido isotermo che subisce
deformazioni angolari
b: legato a variazioni di volume
Equazione del moto per fluidi Newtoniani
3
1
1
i
' dx dy dz
2 ' \ + judiv F I - 2ju
v ^ )
dt
f Condizioni al contorno + Condizioni iniziali
V
Eq. dei Momenti
Eq. Reologica
(legame sforzi deformazioni)
Eq. di Continuit
Eq. di Stato
11 Equazioni in 11'incgnite (pj %T, ^j> , ,
Problema definito
v y
Equazione del moto per fluidi Newtoniani
3
1
1
p
i
3
U
/
d p
d t
/7.d ivF =
d ivF -
Cond izioni al contorno + Cond izioni iniziali
V
'2y Eq. d ei Momenti +
Eq. Reologica
Eq. d i Continuit
Eq. d i Stato
5 Equazioni in 5 imcognite (p, u, y, w, p)
Problema definito
Equazione del moto per fluidi Newtoniani incomprimibili
JL . - f * " ' .&. : - "' - v . f * " ' - i *' , ' M* \$ 1 - 4 > , * ]S \ . ' V" ^ ^, . ^. "- ^ .S - ^ V. ^r " 'X
' - . . ' - _ '" . . ' . -.. - j i* - . t ' ' ' - S -!
(p = cost) : Equazione di Navier Stokes
Eq. Momenti + Teologi ca
f- aj^i gr adptfe-
' / ' Eq. di Nav i er S tokes
\,
+ Condi zi oni al contor no +~Condi zi oni Mi zi ali
4 Equazioni in 4 incognite ( w, v, w,
Pr obiein,a jdelirito
Moto dei fluidi Newtoniani incomprimibili
^ ^ >
|S.*;v
p#l
j) e. w
du
dt
dv
dt
dw
dt
du
dx
\ du
1 11 li' 1 "M'
du 1 dp L L \2 u d2 u 'd2 u
r \ i i
' 2 ' 2 ' 2
< 2x < 9 y < 9 z /? dx p^d x dy dz J
dv dv dv 1 dp u, ( d2 v d2 v d2 v
1 ? / ' 1 'i' 1 1 1 ' 1 1 1
1 U I V 1 - W 1 2 2 2
dx dy dz p dy p[^ dx dy dz J
f 9 ? ?
dw dw. dw Idpjudwdwdw
\1 li' 1 V1 ' ' '
I U I V I V
Sx dy
dv dw ^
+ i / 1
+ u
3y dz
2 2 2
dz p dz p\dx dy dz

+ /,
sistema di4 eqq. differenz ialialle derivate parz ialinello
spaz io e neltempo per le 4 incognite (u, v, W, p)
Sistema di equazioni ellittiche