Sei sulla pagina 1di 3

Noi in azienda lo facciamo da anni

Per lanostraazienda una


consuetinedi solidarietche va
avanti daunadecinadi anni. Lo
premetteconorgogliolautista
Ctt NordRobertoTicciati. Lui
unodegli angeli custodi che ha
donatoungiornoper lamicae
collegaRossellaCionini.
Ticciati di Lajaticoe ci tiene a
sottolineareche il buoncuore di
casatragli autisti dellazienda
dei trasporti pubblici.
Primadi Rossella, abbiamo
fattolastessacosaancheper un
paiodi persone ingrossa
difficoltdellaValdicecinae
ancoraper uncollegadi
Pontedera, per altri di Pisa,
riavvolgeil nastro.
Accadetuttospontaneamente.
Di solitoci iniziamoamuovere
quandoveniamoaconoscenza
chequalcunodi noi stavivendo
unmomentodi grande difficolt
ehabisognodi aiuto: il passa
parolafail restoepoi parte una
sortadi sottoscrizioneche gira
tradi noi echi vuole pu
aderire, spiega.
Ferie, congedi, permessi: si dona
ungiornoatesta. Losi fadi
cuore. Quel che si fa, puresi
ricevee poter contare sulla
solidarietdei colleghi di lavoro
non cosada poco.
Rossella, al di ldi collega
ancheunamica: come negli altri
casi, nonci hopensatoduevoltea
dareil miocontributo, seppur
piccolo, prosegueTicciati, oggi
presoconliniziodellasua
campagnaelettoraleche lovede
comecandidatoasindaco, nel
suocomune, acapodellalista
civicaLajaticoper i giovani.
Noi abbiamoanticipalalegge
francese, unsegnodi civiltche
dovrebbeessereintrodotto
dappertutto: lanostraaziendain
questosensodeve fareda
modello.
Mamme e passeggini inpista
Via alla prima maratona
Q PONTEDERA
Chi lha detto che quando na-
sce un bambino, le madri de-
vono dire addio, almeno per
un po, allattivit sportiva?
Lallenamento non solo si
pufare conil baby incarroz-
zina, ma addirittura si puaz-
zardare una maratona. Un
po per gioco, per socialit, be-
nessere ecco che Pontedera si
prepara alla prima edizione
della maratona delle mamme
col passeggino. Lappunta-
mentoper domenica.
Lidea nata durante i no-
stri corsi di ginnastica pre na-
tale, pensiamoche sia una ini-
ziativa simpatica che favori-
sce la socializzazione e la con-
divisione di momenti sereni
conla famiglia e la cittadinan-
za, spiega PieroBecattini pre-
sidente del Gs Bellaria Cap-
puccini, ideatore della corsa
sui generis. Non competiva,
of course. Il ritrovoper le9al
centro sportivo Bellaria, si
partealle 10sulla pistaciclabi-
le, passando dal centro della
citt e rientrando al punto di
partenza. A fine gara in pro-
gramma un piccolo buffet e
una estrazione a premi. La
quota di partecipazione di 5
euro.
Ci tengo a sottolineare
continua Becattini che il ri-
cavato, escluse le spese sar
devolutoinbeneficenza allas-
sociazione Avipponlus volon-
tari per linfanzia pediatrica
di Pontedera.
Sport, solidariet euna nuo-
va cultura di fare la mamma a
corsetta? La risposta s. Die-
tro alliniziativa di Pontedera,
infatti, c lassociazione spor-
tiva Mammafit, nata a Milano
4 anni fa. Lidea, ovviamente,
di un gruppo di mamme
sprint convinte che avere un
bambinononsignifichi dover-
si fermare. Tra queste c Mo-
nicaTaranto.
Noi da 4 anni facciamodei
veri e propri corsi di ginnasti-
ca per mamme con tanto di
passeggino, oppure con i
bambini nel marsupio, rac-
conta loriginale attivit spor-
tiva dedicata alle neo mam-
me.
In soldoni si insegna a te-
nersi informa mentre si porta
fuori il baby. Si parte dal prin-
cipio che il bambino deve es-
sere sempre coccolato e me-
glio sta lui, pi serena e tran-
quilla la sua mamma, pre-
mette. Va nei dettagli: Que-
sta ginnastica permette alle
donne di imparare esercizi ti-
polaffondofrontale e tanti al-
tri da poter fare mentre si
fuori col passeggino. Idee e
spunti anche per la parte di
sopra del corpo: braccia, spal-
leinprimis.
Con un elastico dotato di
manigliesi pufar tutto.
Al momento questo tipo di
ginnastica non c ancora in
Valdera, ma lassociazione
conuna sua attivista local si
stamuovendo.
Lidea della maratona
levoluzione di quel che fac-
ciamo noi su a Milano: noi
consigliamo alle mamme di
correre sempre dopoi sei me-
si dal parto. (f.s.)
di Francesca Suggi
Q PECCIOLI
Ferie esaurite. Anche tutti i
permessi consentiti per legge
li avevautilizzati per far fronte
a quel lungo calvario di inter-
venti, dolore e sofferenza del
suomale. MaRossellaCionini
aveva bisogno di altri giorni,
mesi, per curarsi: ecco che in
soccorso arriva il cuore di ol-
tre 250 colleghi che decidono
di donarle un giorno a testa
tra ferie e permessi. Per me
sonostati degli angeli custodi,
sapevo che si stavano muo-
vendo ma quando ho ricevu-
to la telefonata di una collega
chemi informavadel gestoho
cominciato a piangere, rac-
conta lei che vive a Peccioli e
che finalmente tornata in
servizio, alla guida dei suoi
bus, loscorso8gennaio.
Qui Ctt Nord: la solidariet
di casa nellazienda dei tra-
sporti pubblici di Pisa e Pro-
vincia. Un animo nobile che
precede di almeno una deci-
na di anni la nuova legge Ma-
this proposta in questi giorni
al senato francese e prevede
che per comprovati motivi di
salute ofamiliari, unlavorato-
re, terminate le ferie e i per-
messi, possa ricevere in dono
dai colleghi altri giorni per sta-
reacasa continuandoaperce-
pire lo stipendio. Una formu-
la che per lazienda una no-
bile prassi nonscritta, utilizza-
ta in questi anni per situazio-
ni analoghe a quella di Cioni-
ni.
Io sono stata malata per
anni, dovevo operarmi con
unintermittenza di 2,3 mesi:
poi la mia situazione si ag-
gravata e ho dovuto subire
unoperazione a Roma per
cui sono stata 13 ore sotto i
ferri. La ferita ancora aper-
ta per la donna oggi candida-
ta a Peccioli nella lista civica
ProgettoComune.
Nel 2013 Cionini esaurisce
tutto quel che la legge le con-
sente per stare a casa e perce-
pire lo stipendio. Cos i colle-
ghi di Pisa, Valdera e Valdice-
cina si attivano: parte una sor-
ta di sottoscrizione volontaria
in cui chi vuole aderisce e
mette a disposizione un gior-
nodi ferieodi permesso.
Oltre al dolore della brutta
malattia, alla disperazione
mia e della mia famiglia, ave-
vo anche paura a questo pun-
to di perdere il lavoro: li rin-
grazio per quello che hanno
fattoogni giorno, e ovviamen-
te un grazie di cuore va
allazienda che permette que-
sto tipo di solidariet che, ve-
ramente, pu fare la differen-
za nella vita di tutti noi e ti aiu-
taasperareedforza.
I giorni donati dai colle-
ghi di Cionini sonopure avan-
zati, rispettoalleesigenze.
La cosa bella chiude
che queste ferie donate resta-
no, in una specie di fondo, a
disposizione di chi pu avere
seri motivi eavernebisogno.
RIPRODUZIONERISERVATA
Quelle ferie donate
mi hanno ridato la vita
Peccioli, parlalautistadel Ctt Nordchegrazieai colleghi riesceacurarsi
Lamiamalattiastataunlungocalvario, sonostati per meangeli custodi
Lasede degli uffici a Pontederae accantoRossella Cionini al posto di guida (fotodi Franco Silvi)
LAVORO E SOLIDARIET LA STORIA
Roberto Ticciati
unodei donatori: robertoticciati
Unamammaconil suobambinosul passeggino (foto darchivio)
ILTIRRENO MERCOLED 7 MAGGIO 2014 I
Pontedera
I Pontedera I Numeroverde 800010409
ViaLotti,3 I Ag.fotografica FrancoSilvi
I email pontedera@iltirreno.it I Telefono 0587/52400
I Fax 0587/52733
TITOLO TITOLO RIF. RIF. % %
A2A 0,8780 0,00
ATLANTIA 18,6000 +0,81
AUTOGRILL SPA 6,6350 -1,78
AZIMUT 22,6400 +0,18
BANCOPOPOLARE 14,0500 -2,29
BANCA MPS 24,4500 -1,09
BANCA POP E. ROMAGNA 8,0350 -1,53
BANCA POP. MILANO 0,6395 -1,16
BUZZI UNICEM 13,1800 +1,78
CAMPARI 6,2200 -1,19
CNHINDUSTRIAL 8,2000 +0,06
ENEL 3,9820 -1,19
ENEL GREEN POWER 2,0660 -0,39
ENI 18,6000 -0,11
EXOR 32,6800 -1,24
FIAT 8,4700 -1,17
FINMECCANICA 6,5400 -1,36
GENERALI 16,5800 -0,60
GTECH 21,1600 -0,52
INTESA SANPAOLO 2,4480 -0,49
LUXOTTICA GROUP 40,2100 -0,74
MEDIASET S.P.A 3,9660 -0,15
MEDIOBANCA 7,6300 -1,10
MEDIOLANUM 6,5500 -0,30
MONCLER 12,5400 -1,65
PIRELLI E C 11,9000 -1,90
PRYSMIAN 18,5400 +0,38
SAIPEM 19,6900 +0,77
SALVATORE FERRAGAMO 22,8400 -0,57
SNAM 4,3780 +1,25
STMICROELECTRONICS 6,8700 +1,10
TELECOMITALIA 0,9230 -0,05
TENARIS 15,8900 -0,25
TERNA 3,9300 -0,25
TOD'S 100,6000 -0,89
UBI BANCA 6,6600 -0,89
UNICREDIT 6,3000 -1,33
UNIPOLSAI 2,6380 -0,23
WORLD DUTY FREE 9,5750 -1,90
YOOX 24,6800 -2,80
MERCATOBORSISTICO RIFERIMENTO %
FTSE MIB 21.521,65 -0,55 M
FTSE ITALIAALL SHARE 22.953,49 -0,53 M
NEWYORK DOWJONES 16.401,73 -0,78 M
NEWYORK NASDAQ 4.080,76 -1,38 M
LONDRAFTSE 100 6.798,56 -0,35 M
PARIGI CAC 40 4.428,07 -0,78 M
FRANCOFORTE DAX 9.467,53 -0,65 M
TOKIONIKKEI chiusa
VALUTE E TASSI RIFERIMENTO %
EURO/DOLLARO 1,3945 +0,51 L
EURO/YEN 141,89 +0,32 L
EURO/STERLINA 0,82115 -0,22 M
PETROLIO(BRENT) 107,34 +0,05 L
ORO(EURO/GR) 29,49 +0,17 L
ARGENTO(EURO/KG) 385,55 +0,81 L
EURIBOR360 (3 MESI) 0,336
EURIBOR360 (6 MESI) 0,437
titoli ftse mib +1,53%L
LECHIUSUREDELLE BORSE
di Francesca Suggi
Q PECCIOLI
Ferie esaurite. Come anche
tutti i permessi consentiti per
legge che aveva utilizzato per
far fronte a quel lungo calva-
rio di interventi, dolore e sof-
ferenzadel suomale.
Ma Rossella Cionini, auti-
stadellaCtt Nord, laziendadi
trasporto pubblico delle pro-
vincedi Pisa, LivornoeLucca,
aveva bisogno di altri giorni,
mesi, per curarsi: ecco che in
soccorso arriva il cuore di ol-
tre 250 colleghi che decidono
di donarle un giorno a testa
trai loroferieepermessi. Per
me sono stati degli angeli cu-
stodi, sapevo che si stavano
muovendo ma quando ho ri-
cevutola telefonatadi una col-
lega che mi informava del ge-
sto ho cominciato a piange-
re, racconta lei che vive a
Peccioli e che finalmente
tornata in servizio, alla guida
dei suoi bus, loscorso8gen-
naio.
Qui Ctt Nord: la solidariet
di casa nellazienda dei tra-
sporti pubblici. Una e concre-
ta atttitudine alla solidariet
che precede di almeno una
decina di anni la nuova legge
Mathis proposta in questi
giorni al senatofrancese e pre-
vede che per comprovati mo-
tivi di salute o familiari, un la-
voratore, terminate le ferie e i
permessi, possa ricevere in
dono dai colleghi altri giorni
per stare a casa continuando
a percepire lo stipendio. Una
formula che per lazienda di
trasporti pubblici una nobi-
le prassi nonscritta, che sta-
ta utilizzata in questi anni per
situazioni analoghe a quella
di Cionini.
Io sono stata malata per
anni, dovevo operarmi con
unintermittenza di 2,3 mesi:
poi la mia situazione si ag-
gravata e ho dovuto subire
unoperazione a Roma per
cui sono stata 13 ore sotto i
ferri. La ferita ancora aper-
ta per la donna, che oggi an-
che candidata aelle elezioni
municipali di Peccioli in una
listacivica.
Nel 2013 Cionini esaurisce
tutto quel che la legge le con-
sente per stare a casa e perce-
pire lo stipendio. Cos i colle-
ghi di Pisa, Valdera e Valdice-
cina si attivano: parte una sor-
ta di sottoscrizione volontaria
in cui chi vuole aderisce e
mette a disposizione un gior-
nodi ferieodi permesso.
Oltre al dolore della brutta
malattia, alla disperazione
mia e della mia famiglia, ave-
vo anche paura a questo pun-
to di perdere il lavoro: li rin-
grazio per quello che hanno
fattoogni giorno, e ovviamen-
te un grazie di cuore va
allazienda che permette que-
sto tipo di solidariet che, ve-
ramente, pu fare la differen-
za nella vita di tutti noi e ti aiu-
taasperareedforza.
I giorni donati dai colle-
ghi di Cioni sonopure avanza-
ti, rispettoalleesigenze.
La cosa bella chiude
che queste ferie donate resta-
no, in una specie di fondo, a
disposizione di chi pu avere
seri motivi eavernebisogno.
RIPRODUZIONERISERVATA
Q ISOLADELGIGLIO
Hacedutonel pomeriggiodi ie-
ri unodei cassoni per il rigalleg-
giamento della Costa Concor-
dia, il primoadesseremontato
sul relitto. Per fortuna per
non ci sono stati feriti nel can-
tiereal Giglio. Eoradal portosi
vede solo, sopra la superficie
del mare, l'impalcatura che lo
deve sorreggere che inclina-
ta, sbilenca, piegata di lato,
nonpisimmetrica allafianca-
tadi drittadel relitto. Il cassone
infatti sott'acqua.
stato installato tra il 26 e il
28 aprile con un'operazione di
carpenteria subacquea e fino-
raavevaretto. Il cedimento- in
due momenti successivi, due
crolli a breve distanza di tem-
po - avvenuto verso le 17.30.
Nessun sub si trovava vicino,
cos nessuno si fatto male.
Ma, invece, cosa sarebbe effet-
tivamente successo alla strut-
tura? Spiega il consorzio Titan
Micoperi che nella fase di
messa a punto dei cassoni in-
stallati, si verificato uno spo-
stamentodell'acquadi zavorra
all'interno che ha causato uno
sbandamento del cassone
S13 , aggiungendo poi che c
stato per questo motivo un
problema legato al tensiona-
mentodi unacatena che era ri-
masta impigliata sotto il relito,
e quindi noninperfetta tensio-
ne. Ora - aggiunge il consor-
zio - i tecnici sono al lavoro
per studiare le cause ed identi-
ficare gli interventi necessari a
correggere la posizione del cas-
sone e riportarlo nella posizio-
ne originaria. Nonsonostati ri-
levati danni al relitto, al casso-
ne adiacente n ai respingen-
ti.
Eppure appena poche ore
prima, c'era soddisfazione per
la ripresa dei lavori, grazie al
via libera, all'autorizzazione
piena che l'Osservatoriodi mo-
nitoraggio della Concordia ha
datoal consorzio affinch pos-
sa procedere con l'installazio-
nedi tutti i cassoni di drittache
ancora mancano: 12 su questo
lato (tre ci sono gi, compreso,
appunto, quello danneggiato),
mentrequattrosonoi mancan-
ti sul lato sinistro e per questi
servir un'altra approvazione.
Un okay dato - dopo un primo
diniego - alla domanda di Co-
staCrociere spa e consorzioTi-
tan Micoperi che hanno chie-
stodi procedere sututti i casso-
ni senza dover chiedere l'auto-
rizzazione uno per uno, volta
per volta. L'Osservatorio per
vuole sicurezza nel cantiere e
sicurezza ambientale: rimane
perciunsolovincolo, l'appro-
vazionedel pianodi trattamen-
to delle acque interne del relit-
todi cui, entroil 20 maggio, do-
vranno iniziare le operazioni
di bonifica senza impatti sull'
ambientemarino.
L'incidente di ieri potrebbe
determinare dei ritardi nel pro-
gramma di rimozione della na-
ve? SecondoAntonio Carcater-
ra, del dipartimento di Inge-
gneriadell'universitSapienza
di Roma, potrebbenonessere
unproblema grave e nondo-
vrebbero esserci conseguenze
relative alla sicurezza. Quello
che certo, ha aggiunto, che
il cedimento del cassone e l'in-
clinazione delle strutture di so-
stegno dei cassoni comporte-
ranno ritardi nel ripristino
completo della galleggiabilit
della nave e nel raggiungimen-
todell'assettonecessario.
Lautista di bus tornata alla vita
conle ferie regalate dai colleghi
Peccioli, ladonnaavevasubtodiverseoperazioni edesauritogiorni liberi epermessi per malattia
Cos gli altri dipendenti Ctt Nordhannodonatoi loroper permetterle di curarsi eavere lostipendio
RossellaCionini alla guida del bus della Ctt Nord(Foto Silvi)
Q PECCIOLI
Per la nostra azienda una con-
suetudine di solidariet che va
avanti da una decina di anni.
Lo premette con orgoglio lauti-
sta Ctt Nord Roberto Ticciati.
Lui uno degli angeli custodi
che ha donato un giorno per
lamica e collega Rossella Cioni-
ni. Ticciati di Lajatico e tiene a
sottolineare che il buon cuore
di casatragli autisti dellazienda
dei trasporti pubblici.
Prima di Rossella, abbiamo
fatto la stessa cosa anche per un
paio di persone in grossa diffi-
colt della Valdicecina e ancora
per un collega di Pontedera, per
altri di Pisa, Accade tutto spon-
taneamente. Di solito ci inizia-
mo a muovere quando veniamo
a conoscenza che qualcuno di
noi sta vivendo un momento di
grande difficolt e ha bisogno di
aiuto: il passa parola fa il resto e
poi parte una sorta di sottoscri-
zione che gira tra di noi e chi
vuolepuaderire, spiega.
Ferie, congedi, permessi: si
donaungiornoatesta. Losi fadi
cuore. Quel che si fa, pure si rice-
ve e poter contare sullasolidarie-
tdei colleghi di lavoronon co-
sada poco. Noi abbiamoantici-
pato la Francia - conclude - un
segnodi civilt che dovrebbe es-
sere introdotto dappertutto: la
nostra azienda deve fare da mo-
dello.
il collega
Abbiamo
una tradizione
di solidariet
incidente al giglio: nonci sonoferiti
Paura nel cantiere Concordia
Crolla uno dei cassoni
Il cassone cheha cedutosul fianco della Concordia (da Giglio News)
Q PISA
Le biotecnologie come arma
contro la guerra chimica e al
servizio della pace. Unequipe
di ricercatori pisani ha indivi-
duato un nuovo anticorpo in
grado di contrastare lazione di
agenti tossici inibitori della ace-
tilcolinesterasi, quali i gas nervi-
ni epotenti pesticidi. Laricerca,
nata dalla collaborazione tra i
dipartimenti di Scienze Veteri-
narie e di FarmaciadellUniver-
sitdi Pisa eil ConsorzioInteru-
niversitario Nazionale per la
Scienza e Tecnologia dei Mate-
riali, stata appena pubblicata
sulla rivista internazionale MA-
bs.
Il bloccodellacetilcolineste-
rasi sinaptica, unenzimachere-
gola lazione del neurotrasmet-
titore acetilcolina nellorgani-
smo umano e di molti animali -
spiega Paola Nieri, professores-
sa di farmacologia dellAteneo
pisano - ha gravi conseguenze
su attivit cardiaca e respirato-
ria, finoacausarelamorte.
Le altre molecole di origine
biotecnologica adoggi realizza-
te sono dei bioscavenger,
comportandosi come
spazzini dellagente tossico,
ma non possono ripristinare
lattivit acetilcolinesterasica
quandoil bloccoenzimaticosia
diventato irreversibile. Il no-
stro anticorpo - conclude Paola
Nieri - sostituisce lazione
dellenzima bloccato con una
molecola che ingradodi idro-
lizzare lacetilcolina nel vallosi-
naptico, ma insensibile al
bloccoda parte degli agenti tos-
sici edattivosiaper lepersone
cheper gli animali.
pisa
Gas nervino,
scoperto
unantidoto
10 Toscana ILTIRRENO MERCOLED 7 MAGGIO 2014
Q PISA
Cambioal vertice delle segrete-
rie provinciali dei sindacati dei
pensionati. GabrielloCima, Pa-
olo Graziani e Marcello Casati
sono, rispettivamente, i nuovi
segretari della Fnp-Cisl,
Spi-Cgil e Uil Pensionati di Pi-
sa. Subentrano a Fiorenzo Sal-
vadori (Fnp), Moreno Bertelli
(Spi) e Giuseppe Romei (Uilp).
I neo-segretari dei pensionati
pisani chiedono una maggiore
attenzione alle politiche socia-
li, semplificazione burocratica
e fiscale oltre ad agevolazioni
per gli anziani. Qualcuno, Ren-
zi compreso attacca Casati ,
dimenticacheoggi i pensionati
svolgono ci che dovrebbe fare
loStato: grazie a loroche mol-
te famiglie riescono ancora a
sopravvivere. I Comuni, quin-
di, hanno l'obbligo di dare un
segnaleforte a favore dellacate-
goria. Anche inprovinciadi Pi-
sa, i sindacati dei pensionati
stanno promuovendo la cam-
pagna Non stiamo sereni,
lanciata dalle segreterie nazio-
nali di Spi, Fnp e Uilp che, nei
prossimi giorni, spediranno al
premier Renzi delle cartoline
firmate dai pensionati con le
proprie rivendicazioni: l'obiet-
tivo raccogliere almeno un
milione di cartoline. In provin-
cia di Pisa sono quasi 10mila
quellegifirmate. (D.R.)
Q PISA
Disobbedire all'articolo 5
del Piano casa. La Rete delle
citt in comune (alla quale
aderiscono 14 liste sparse su
tutto il territorio nazionale,
tra cui la pisana Una citt in
comune), lancia una campa-
gna nazionale e un invito alle
amministrazione locali a di-
sobbedire all'articolo 5 del
Piano casa, recentemente
adottato dal governo Renzi,
che non d la possibilit di
avere la residenza anagrafica
e l'allacciamento ai pubblici
servizi a chi occupa abusiva-
mente un immobile senza ti-
tolo. Disobbedire all'artico-
lo 5 del Piano casa un dove-
re di ogni sindaco e consiglio
comunale, in quanto la nor-
ma in palese contrasto con
quantoprevistodalla Costitu-
zione - si legge in una nota
della Rete delle citt incomu-
ne -. L'iscrizione all'anagrafe
della popolazione residente
un diritto dell'individuo, per-
chda essoderiva la possibili-
t di accedere ad una serie di
diritti fondamentali: accesso
al sistema sanitario naziona-
le, all'istruzione pubblica, all'
iscrizione nelle liste elettorali
equindi il dirittodi votoe, an-
cora, la possibilit di accede-
re alla graduatoria per le case
popolari. (D.R.)
di Danilo Renzullo
Q PISA
Dopo Parigi, la Toscana. Dalla
nostra Regione parte la prima
proposta di legge per garantire
un meccanismo solidale tra fe-
rie e malattie nel mondo del la-
voro. La proposta, avanzata da
Confservizi Cispel Toscana e
Ctt Nord, l'aziendachegestisce
il serviziodi trasporto pubblico
locale nelle province di Pisa,
Lucca e Livorno, volta alla
modifica dell'articolo10 del de-
creto legislativo 66/2003, che
regola le ferie annuali spettanti
ai lavoratori. La proposta, che
arriva a poche settimane di di-
stanza dall'approvazione da
parte del Senato francese della
cosiddetta legge Mathys, che
consente di donare alcuni gior-
ni delle proprie ferie a favore di
colleghi con figli gravemente
malati, nasce dalla vicenda di
Rossella Cionini, autista di Pec-
cioli della Ctt Nord affetta da
una grave patologia, che, dopo
aver esaurito tutti i permessi
consentiti per legge e il monte
ferie, si trovata esposta al ri-
schio di licenziamento per su-
peramentodel periododi com-
portoeprivadi retribuzione. In
suosoccorsosonoarrivati i col-
leghi e il datore di lavoro. I pri-
mi spiega Alfredo De Girola-
mo, presidente di Confservizi
Cispel Toscana hanno mani-
festato la propria intenzione di
trasferire alla lavoratrice un
giorno di permesso retribuito
di natura contrattuale, mentre
l'azienda ha dato la propria di-
sponibilit a consentire la rea-
lizzazione e lamessainattodel-
lavolontdei colleghi. Gesti no-
bili continua De Girolamo
che necessitano della protezio-
ne giuridica che, primi inItalia,
proponiamo. Redatta da Pa-
squalinoAlbi, docente dell'Uni-
versit di Pisa, la proposta mira
ad offrire ad un lavoratore la
possibilit di trasferire nel li-
mite di ungiornoall'anno, il di-
rittoal godimentodelleferiead
uncollega, dipendente dal me-
desimodatoredi lavoro, affetto
da gravi patologie. La medesi-
ma facolt pu essere esercita-
tainfavore di uncollega, dipen-
dente dal medesimo datore di
lavoro, per l'assistenza di figli o
familiari a carico affetti da gra-
vi patologie. Nonci aspettava-
mo tanto clamore per un fatto
accaduto oltre un anno fa
commentano Alberto Banci e
PaoloVannozzi, rispettivamen-
te ad e direttore di Ctt Nord
anche perch casi simili sono
accaduti nel passato in tutte le
aziende del gruppo e quello di
oggi non un episodio isolato.
Protagonisti di questa vicenda
sono i lavoratori che hanno di-
mostrato di saper rispondere
con grande generosit ai biso-
gni di chi vittima di episodi di
eccezionale gravit. Le aziende
hanno dimostrato creativit
nel ricercare uno strumento in
grado di rendere trasferibile la
disponibilit del tempo fra le
persone che lavorano, assu-
mendosene la responsabilit
inunquadro giuridicoche solo
grazie all'iniziativa odierna po-
trdefinirsi certo.
RIPRODUZIONERISERVATA
Le ferie, unregalo solidale
da Pisa la proposta di legge
Ciascunlavoratorepotrpassareungiornoallannoai colleghi indifficolt
Il testoelaboratodal professor PasqualinoAlbi. Il precedentedellaCtt Nord
RossellaCionini, lautista che si cura anche grazie alle ferie dei colleghi
PIANOCASA
Unappello
a disobbedire
alla legge-Renzi
PENSIONATI
Cambiano
i vertici
dei sindacati
IV Pisa ILTIRRENO DOMENICA 25 MAGGIO 2014