Sei sulla pagina 1di 6

CORDUA FORMAZIONE

PRESENTA:
I Metaprogrammi
E-book 3 di 5
INDICE
4
4. REFERENZA: indica il parametro utilizzato dallindividuo nel valutare le proprie
azioni e decisioni. Attraverso questo metaprogramma, infatti, possibile capire se il
nostro interlocutore utilizza una referenza:
INTERNA
(presta maggiore attenzione al suo parere,
alle sue decisioni. Si ritiene responsabile
delle sue azioni
senza demandare nulla,
neanche approvazione, agli altri)
Es. Sono convinto di aver lavorato
bene, oggi
ESTERNA
(si preoccupa moltissimo del
parere degli altri, chiede
continue conferme alle sue
azioni a chi gli sta accanto)
Es. Oggi ho lavorato molto bene
perch me lhanno detto i miei
colleghi ed anche i miei superiori.


Possibili domande di estrazione:
Come fai a sapere che?
Probabili risposte: Perch me ne sono reso conto (referenza interna)
Perch me lhanno detto! (referenza esterna)
E possibile, in alcuni casi, che un individuo presenti una referenza interna
con check esterno o, viceversa, una referenza esterna con check
interno.
Nel primo caso, lindividuo attribuisce la responsabilit, il merito o la
colpa delle sue azioni/decisioni/opinioni a se stesso anche se gradisce una
conferma dallesterno (es. Sono convinto di aver agito in buona fede ma
il fatto che me lo abbiate confermato anche voi mi rende ancora pi
sereno!);
nel secondo caso, lindividuo presta molta attenzione ai pareri degli altri
anche se prende in seria considerazione anche le proprie opinioni (es. Gli
altri mi confermano che ho agito in buona fede ma importante anche
quello che penso io!).
5
5. RELAZIONE: indica come lindividuo decodifica le informazioni a sua
disposizione. In particolare, ogni persona potr essere:
ADEGUANTE
(individua principalmente le similitudini
tra le cose, gli eventi,ecc.)
Es. La scuola superiore e luniversit
hanno in comune il fatto di non preparare
adeguatamente lo studente al mondo del
lavoro
DISADEGUANTE
(focalizza la sua attenzione sulle
differenze esistenti tra le cose)
Es. La scuola superiore e
luniversit sono differenti in
quanto adottano due metodologie
diverse
Domande di estrazione:
Che relazione esiste tra X ed Y?
Che rapporto esiste tra X ed Y?
Ricordate che nella formulazione delle domande dovrete fare attenzione a
non condizionare la risposta del vostro interlocutore.
Infatti, se anzich chiedere il tipo di relazione esistente tra due elementi
chiedeste quale differenza o similitudine sussiste tra di essi, ovviamente la
risposta verrebbeinfluenzata.
Pertanto, siate sempre molto attenti a non influenzare il feed-back del
vostro interlocutore: in caso contrario, lesito della vostra ricerca sar gi
viziato in partenza!

6
6. AFFILIAZIONE: indica la percezione che un individuo ha in relazione agli altri.
Ogni individuo potr, infatti, essere:
AGGREGANTE
(presta maggiore attenzione al NOI, tende
sostanzialmente
a CONDIVIDERE con il gruppo)
Es. Siamo andati tutti assieme in pizzeria,
il nostro gruppo molto unito.
DISAGGREGANTE
(Tende a prestare maggiore
attenzione allIO, a se stesso,
tende a creare uno spartiacque
tra s ed il resto. Preferisce
lindipendenza)
Es. Sono andato in pizzeria
assieme al mio gruppo, io ed
il mio gruppo siamo molto
uniti.
Domande di estrazione:
Parlami del tuo ambiente di lavoro
Parlami del tuo gruppo di amici
Mi parli della riunione?
Dalle risposte sar possibile evincere se il nostro interlocutore aggregante o
disaggregante.
7
7. ATTENZIONE A: identifica lapproccio di ogni individuo agli obiettivi, ossia il
modo od il fine che si prefigge per raggiungere un risultato. Pertanto ognuno di noi, a
seconda del contesto, potr prestare attenzione a:
OBIETTIVO
(presta attenzione al raggiungimento
dellobiettivo piuttosto che al come tale
obiettivo viene raggiunto)
Es. Quando realizzer questo progetto.
PROCESSO

(presta attenzione a come
raggiungere lobiettivo.
Ha bisogno di programmare)
Es. Per realizzare questo progetto
dovr necessariamente fare
Domande di estrazione:
Mi parli di un tuo obiettivo?
Come ti poni di fronte ad un progetto?
8
8. CHUNKS: indicano come lindividuo analizza le informazioni. Infatti, ognuno di
noi, in riferimento a contesti particolari, utilizza chunks:
PICCOLI
(presta attenzione prima ai piccoli pezzi
dinformazione per poi arrivare al tutto)
Es. Oggi ho cucinato, ho apparecchiato la
tavola, mi sono seduto ed infine ho
mangiato la zuppa)
GRANDI
(presta attenzione principalmente ai grandi
pezzi dinformazione per poi scendere nei
dettagli)
Es. Oggi ho mangiato la zuppa.
Domande di estrazione:
Cosa hai fatto oggi? Cosa hai mangiato ieri?
Dove sei andato in vacanza e che cosa hai visto?
9. INDICE DI RIFERIMENTO: indica per chi facciamo le cose.
SE
(presta attenzione a ci che lui stesso
vuole, fa le cose per s)
Es. Ho deciso di prendere la laurea
per me stesso
ALTRI
(presta maggiore attenzione a ci
che gli altri vogliono o si
aspettano da lui)
Es. Ho deciso di laurearmi perch
questo era ci che i miei genitori si
aspettavano da me
Domande di estrazione:
Perch hai compiuto questa scelta?
Perch lo fai?
Continua nellE-book successivo (4 di 5)