Sei sulla pagina 1di 31

Franco Basaglia

Direttore Ospedale Psichiatrico Provinciale di Gorizia


1967
CHE COS'E' LA PSICHIATRIA (*)
"Nessuno cerca di serbare per s, ciascuno attende il fruttificare del dono di tutti,
della "divisione" tra tutti !d effettiva"ente niente # ancora pi$ fruttuoso %uando
vedo o&&i de&li spiriti, per altri aspetti notevoli, "ostrarsi cos' &elosi della loro
autono"ia e cos' decisi, "anifesta"ente, a portare nella loro to"ba i loro piccoli
se&reti, "i dico che si # andati indietro e che, per (uanto li ri&uarda, checch ne
pensino, non sono sulla buona strada" )*ndr +reton,
Nel 19-. /P0artre, nel sa&&io "1he cos2# la letteratura3 " )0ituations 44, Galli"ard,
Paris, scrive fra l2altro che le "ideolo&ie sono libert5 "entre si fanno, oppressione
(uando sono fatte" %uesta precisazione sul fissarsi in sche"i prestabiliti di ci6 che,
nato co"e contestazione della realt5, nella realt5 deve trovare il senso del suo
continuo rinnovarsi per non tra"utarsi in oppressione di s, # la pre"essa su cui si
basano le discussioni e i sa&&i (ui presentati che for"ulano tutti un2unica do"anda7
che cos2# la psichiatria3
%uesta do"anda 8 di per s provocatoria 8 vuole essere solo un invito ad una
discussione !ssa nasce dallo stato di disa&io reale in cui ci si trova, oppressi da un
ideolo&ia psichiatrica chiusa e definita nel suo ruolo di scienza do&"atica che, nei
confronti dell2o&&etto della sua ricerca, ha saputo solo definirne la diversit5 e
inco"prensibilit5 venute a tradursi concreta"ente nella sua sti&"atizzazione
sociale
9e dia&nosi psichiatriche hanno assunto infatti un valore or"ai cate&oriale, nel
senso che corrispondono ad un etichetta"ento, ad una sti&"atizzazione del "alato,
oltre i (uali non c2# pi$ possibilit5 d2azione o di approccio Nel "o"ento in cui lo
psichiatra si trova faccia a faccia con il suo interlocutore )il ""alato "entale", sa di
poter contare su un ba&a&lio di conoscenze tecniche con le (uali 8 partendo dai
sinto"i 8 sar5 in &rado di ricostruire il fantas"a di una "alattia: avendo, tuttavia,
la netta percezione che 8 non appena avr5 for"ulata la sua dia&nosi ; l<uo"o
sfu&&ir5 ai suoi occhi, perch definitiva"ente codificato in un ruolo che ne sancisce
soprattutto un nuovo status sociale 0i entra cio# in una sorta di passivit5 che lo
"scienziato" viene ad assu"ere di fronte al feno"eno e che lo porta a risolverlo
attraverso una routine tecnica"ente perfetta ; da lui netta"ente separata ; la cui
finalit5 pare (uella dello s"ista"ento fra ci6 che # nor"ale e ci6 che non lo # 9a
sua partecipazione in (uesta operazione # nulla, perch i para"etri su cui la
psichiatria ha costruito il suo siste"a, lo "ettono al riparo dalla proble"aticit5 della
situazione, cos' che in (uesto rapporto a due non esiste n l<intervistatore )che non
# "situato",, n l<intervistato )che viene cancellato nel "o"ento in cui lo si
codifica,
9a necessit5 della partecipazione diretta alla situazione da parte del ricercatore, #
analizzata da 0artre nella =1riti(ue de la >aison Dialecti(ue? )Galli"ard, 196@,
(uando affer"a che "la posizione dello speri"entatore desituato tende a "antenere
la >a&ione analitica co"e tipo di intelli&ibilit5: la sua passivit5 di scienziato rispetto
al siste"a &li rivelerebbe una passivit5 del siste"a rispetto a s stesso 9a dialettica
si svela solo ad un osservatore situato all<interno, cio# ad un ricercatore che viva la
propria inda&ine sia co"e un contributo possibile all<ideolo&ia dell<epoca nella sua
interezza, sia co"e praAis particolare di un individuo, definito dalla sua avventura
storica e personale in seno ad una storia pi$ vasta che la condizioni"
%uesta distanza del ricercatore dal terreno della propria ricerca # particolar"ente
si&nificativa nel caso della psichiatria, se si confronta la frattura in atto fra il
ri&oroso livello tecnico delle dissertazioni scientifiche )con l<enor"e castello di
classificazioni, sottoclassificazioni, precisazioni e bizantinis"i noso&rafici, e la realt5
cui tali dissertazioni si riferiscono7 il "alato "entale, cos' co"e si presenta ; dopo
anni di ospedalizzazione ; nei nostri asili psichiatrici Da un lato, dun(ue, una
scienza ideolo&ica"ente i"pe&nata alla ricerca della &enesi di una "alattia che
riconosce "inco"prensibile": dall<altro un "alato che, per la sua presunta
"inco"prensibilit5", # stato oppresso, "ortificato, distrutto da un<or&anizzazione
asilare che, invece di a&ire su di lui con il ruolo protettivo di una struttura
terapeutica, ha contribuito alla &raduale ; spesso irreversibile ; disinte&razione della
sua identit5
Di fronte ad una tale verifica della realt5 non si pu6 dun(ue esi"erci dal do"andare
che cosa sia la psichiatria e (uale sia il suo ca"po d<inda&ine 0e cio# si occupi del
"alato "entale o, li"itando il suo contributo ad una elaborazione pura"ente
ideolo&ica, si interessi solo delle sindro"i in cui lo rinchiude: e, (ualora riconosca
nel "alato "entale l<o&&etto della sua inda&ine, (uale sia la sua &iustificazione nel
"o"ento in cui se ne esa"inino i risultati7 l<istituzionalis"o dei nostri ricoveri 1i si
do"anda inso""a se i fatti insi&nificanti che spesso fanno crollare interi siste"i
teorici )nel nostro caso i "alati che ve&etano ne&li asili, non siano da troppo te"po
entrati in conflitto con la teoria cui la psichiatria si appella, e se non sia il caso che
la teoria ceda il passo, per lasciar parlare i fatti B (uesto che si do"anda un
&ruppo di "alati "entali, "edici, infer"ieri, psicolo&i e a""inistratori, i"pe&nati
tutti nel ca"po dell<istituzione psichiatrica Do"anda che nasce dalla disa&io reale,
vissuto a tutti i livelli, nel "o"ento in cui si "ette in discussione la validit5 e
l<arbitrariet5 insie"e, del rapporto autoritario ; &erarchico su cui l<intera vita asilare
tradizional"ente si fonda
Nel "o"ento in cui si esa"ini il si&nificato &lobale di un tale tipo di or&anizzazione
e le finalit5 dei diversi ruoli che in essa si trovano ad a&ire, non si pu6 non
concludere ; alla luce delle attuali possibilit5 terapeutiche nei confronti del "alato ;
di trovarci di fronte ad un insie"e di feno"eni che ha in s# (ualcosa di paradossale
4l co"plesso ospedaliero se"bra avere in s stesso le proprie finalit5, nel senso che
il lavorio che lo sottende pare servire a "antenerlo in vita, senza peraltro tendere
verso (ualcosa che ne &iustifica la funzione 0e poi ci si avvicini, tanto da
individuare i vari livelli che intera&iscono all<interno del siste"a, la pri"a
i"pressione &lobale sar5 confer"ata dall<assenza di evidenti ruoli reali %uello che si
rileva subito # che il "alato non esiste )anche se sarebbe lui il so&&etto della
finalit5 dell<intera istituzione,, fissato co"<# in un ruolo passivo che lo codifica e
insie"e lo cancella Ca ci6 che, inoltre, non si riesce ad individuare # il ruolo dello
psichiatra e dell<infer"iere
0e si trascura (uello dell<autorit5 e del potere di cui sono &eneral"ente investiti ;
che fa parte di una catena di i"postazioni perpetuatesi da un livello all<altro, fino a
chiudersi con l<a&&ressivit5 "alata che richiede di essere contenuta ; non si riesce a
&iustificare appieno la loro presenza
0i arriva cos' a co"prendere co"e al di l5 del livello della custodia ; la loro azione
necessiti di essere continua"ente trascesa nell<autorit5 che li distanzi e che,
insie"e, "ascheri ai loro stessi occhi il niente che non possono riconoscere di
essere
0e infatti la finalit5 dell<istituto non # esplicita"ente la fi&ura del ""alato", l<intera
or&anizzazione viene svuotata di o&ni si&nificato7 che pu6, per6, i""ediata"ente
riassu"ere nel "o"ento in cui ven&a riconosciuto al "alato un ruolo 4n (uesta
prospettiva, il pri"o passo indispensabile # il raccorcia"ento della distanza che
a&isca su di lui co"e il si"bolo del riconosci"ento del proprio valore 0u (uesta
base pu6 essere instaurato con il "alato un rapporto reale che parta da una
reciprocit5 finora ne&ata&li
Duttavia sar5 (uesta reciprocit5 a "ettere in discussione il ruolo autoritario
dell<infer"iere e del "edico che, contestati da un "alato che li fa uscire dai loro
ruoli privile&iati, devono andare alla ricerca di una funzione reale che sostituisca
(uella ; fittizia e spesso di "alafede ; che l<autorit5 e il presti&io della loro posizione
&erarchica avevano loro conferito 0e la reciprocit5 dei ruoli tende a ne&are o&ni
&erarchia, allora avviare un tale tipo di rapporto con il "alato, si&nifica "inare il
principio autoritario ; &erarchico su cui l<intera or&anizzazione ospedaliera si fonda,
per tendere ad un or&anis"o in cui o&ni polo della realt5 cerchi, attraverso l<altro il
proprio si&nificato 4n (uesto senso se la liberazione del "alato si attua attraverso
l<azione dello psichiatra e dello staff ospedaliero, lo psichiatra e lo staff trovano la
loro liberazione attraverso il "alato che ; solo ; pu6 dare loro il ruolo che non
hanno ancora avuto
9a nostra realt5 # dun(ue il de&ente de&li Ospedali Psichiatrici, per il (uale la
psichiatria non ha trovato finora che soluzioni ne&ative, vivendone l<inco"prensibile
psicopatolo&ico co"e una "ostruosit5 socio ; biolo&ica da allontanare e da
escludere Ca se lo studioso di psicopatolo&ia pu6 trovare le&itti"o continuare a
cercare ideolo&ica"ente la soluzione per una tale "ostruosit5, "antenendosi
staccato dalla realt5 che non &li sta sotto &li occhi, lo psichiatra che faccia parte di
un<or&anizzazione ospedaliera, si trova inevitabil"ente costretto ad una scelta
i""ediata O accetta i para"etri della psichiatria tradizionale e, (uindi, fa ad essi
aderire il "alato ed i sinto"i con i (uali # stato etichettato, sanando il conflitto fra
teoria e pratica a solo favore della teoria, )e allora instaura con lui l<ovvio rapporto
&erarchico ; autoritario che il suo ruolo &li richiede, O si avvicina al "alato cos'
co"<#, cercando di co"prendere che cosa # diventato a causa di (uei para"etri che
ne hanno sancito ; co"e con un "archio ; la diversit5, dando la precedenza (uesta
volta alla realt5, co"e unica fonte di verifica 9<alternativa oscilla dun(ue fra
un<interpretazione ideolo&ica della "alattia che consiste nella for"ulazione di una
dia&nosi esatta, ottenuta attraverso l<incasella"ento dei diversi sinto"i in uno
sche"a sindro"ico precostituito: o l<approccio al ""alato "entale" su di una
di"ensione reale in cui la classificazione della "alattia ha e non ha peso, dato che il
livello di re&ressione che lo acco"una a&li altri ricoverati, # le&ato ad una serie di
co"uni circostanze istituzionali ; (uelle che Goff"an chia"a "contin&enze di
carriera" ; pi$ che alla sindro"e in s#7 non si tratta dun(ue tanto di re&ressione
"alata, (uanto di re&ressione istituzionale
9 +insEan&er )9a 1onception de l<ho""e chez Freud a la lu"iere de l<antropolo&ie
philosophi(ue ; !v PsGch f ; 1, H, 19H., aveva &i5 puntualizzato il pericolo cui va
incontro un "etodo di approccio scientifico che "allontanandosi da noi stessi, porta
ad una concezione teorica, alla osservazione, all<esa"e, allo s"e"bra"ento
dell<uo"o reale allo scopo di costruirne scientifica"ente un<i""a&ine" Pure, # solo
corredato di una serie di i""a&ini e di cate&orie precostituite di tal natura, che lo
psichiatra si trova ad affrontare il "alato "entale: costretto (uindi a "ettere fra
parentesi al "alattia, la dia&nosi, la sindro"e in cui # stato etichettato, se vuole
riuscire a co"prenderlo e soprattutto ad a&ire su di lui, dato che risulta distrutto,
pi$ che dalla "alattia, da ci6 che la "alattia # stata ritenuta e dalle "isure di
sicurezza che una tale interpretazione ha i"posto
Duttavia, nel "o"ento in cui si "ette in discussione la psichiatria tradizionale che ;
nell<aver assunto a valore "etafisico i para"etri su cui fonda il suo siste"a ; si #
rivelata inade&uata al suo co"pito, si corre il rischio di cadere in un analo&o
i"passe, (ualora ci si i""er&a nella prassi, senza "antenere un livello critico
all<interno della prassi stessa: il che porterebbe lo psichiatra stesso a de;"situarsi",
seppure in "odo diverso
1i6 si&nifica che, volendo partire dal ""alato "entale", dal ricoverato dei nostri
istituti co"e unica realt5, c<# il pericolo di avvicinare il proble"a in "odo
pura"ente e"otivo 1apovol&endo, un<i""a&ine positiva, il ne&ativo del siste"a
coercitivo 8 autoritario del vecchio "anico"io, si rischia di saturare il nostro senso
di colpa nei confronti dei "alati in un i"pulso u"anitario, capace soltanto di
confondere nuova"ente i ter"ini del proble"a 9iberato dalla sua pro"iscuit5 con il
delin(uente: rinchiuso in un carcere non "eno duro del precedente: etichettato in
un ruolo non "olto diverso da (uello del colpevole punito: allontanato e isolato in
(uanto riconosciuto dalla scienza psicolo&ica"ente e biolo&ica"ente
inco"prensibile: il "alato rischia di diventare il "povero "alato" che ha pa&ato per
tutti, per il (uale necessita pro&ettare nuove strutture a carattere prevalente"ente
riparatorio 4l "cattivo" "alato la cui tutela doveva essere affidata ad un siste"a
carcerario, rischia di diventare il "buon" "alato che si tenta di reinte&rare ;
attraverso nuove strutture terapeutiche ; alla societ5, conservando per6 intatto il
siste"a di privile&i, prevaricazioni, paure e pre&iudizi che la caratterizzano 1i6,
"ediante un co"plesso di istituzioni che continui a preservarla e a &arantirla dalla
diversit5 che la "alattia "entale tuttora rappresenta Del resto, in un "ondo
"anicheo, la fi&ura del ""alato "entale" non pu6 essere vissuta co"e un proble"a
che lo "etta in crisi7 tuttalpi$ potr5 "utare il ruolo all2interno del siste"a stesso, la
cui tran(uillit5 deve essere pri"a di tutto, salva&uardata
9a risposta che, in una recentissi"a intervista )/P 0artre rpond 8 92arc n H@,
1966, /P0artre d5, riprendendo il te"a da lui affrontato nel sa&&io del 2-7 pri"a
citato, se"bra calzare perfetta"ente al discorso finora i"postato, tanto da ritenersi
(ui opportuno trascriverne uno stralcio *ll2intervistatore che &li contesta una sua
affer"azione secondo cui "nessun libro resiste davanti ad un ba"bino che "uore di
fa"e", /P0artre risponde che "fra la fa"e del ba"bino ed il libro la distanza #
inco""ensurabile Ca se # l2e"ozione che io provo davanti alla fa"e che "i spin&e
a scrivere 8 continua 0artre 8 non # possibile rie"pire il vuoto Per lottare contro la
fa"e biso&na ca"biare il siste"a politico ed econo"ico e la letteratura non pu6
&iocare in (uesta lotta che un ruolo secondario In ruolo secondario che per6 non #
nullo 12# un2a"bi&uit5 nelle parole7 ; da un lato non sono che parole ;
"letteratura": dall2altro desi&nano (ualcosa e a loro volta a&iscono su ci6 che
desi&nano7 "odificano 9a letteratura deve &iocare su (ueste a"bi&uit5 0e si pone
l2accento pi$ sull2uno che sull2altro aspetto o si fa della letteratura di propa&anda o
la si riduce a (uel nulla che non vuol essereJ Ca se si "antiene fer"a"ente
l2a"bi&uit5, se non si sacrifica n l2uno n l2altro aspetto delle parole, si sar5 &i5 a
buon punto per fare la vera letteratura7 una contestazione che contesta s
stessa")1,
4l discorso di 0artre # ancora una volta diretta"ente trasferibile al nostro 4l ""alato
"entale" che incontria"o ne&li asili psichiatrici #, infatti, la realt5 che contesta la
psichiatria cos' co"e il ba"bino che "uore di fa"e contesta la "letteratura" Ca se
# solo l2e"ozione che io provo davanti al "alato che "i spin&e ad a&ire nei suoi
confronti, non # possibile rie"pire il vuoto che lo separa dalla scienza che dovrebbe
occuparsi di lui %uindi, o la parola conserva la sua a"bi&uit5 di essere "parola" che
conte"poranea"ente "odifica ci6 che dise&na )e allora la psichiatria deve essere
una scienza che a&isce diretta"ente sul "alato co"e ci6 che il discorso psichiatrico
deve desi&nare per "odificare,: o si prende un solo polo di a"bi&uit5 e si fa, da un
lato, della "letteratura" )discutendo sulle classificazioni e sottoclassificazioni delle
sindro"i,: e dall2altro una analisi e"otiva del ""alato" e della deprecabile
situazione in cui si trova >ifiutando invece e la sterile "letteratura" psichiatrica e lo
sterile rapporto pura"ente u"anitario, si sente l2esi&enza di una psichiatria che
vo&lia costante"ente trovare la sua verifica nella realt5 e che nella realt5 trovi &li
ele"enti di contestazione per contestare s stessa
9a psichiatria asilare riconosca dun(ue di aver fallito il suo incontro con il reale,
sfu&&endo alla verifica che ; attraverso (uella realt5 8 avrebbe potuto attuare Ina
volta sfu&&itale la realt5, non ha che continuato a fare della "letteratura",
elaborando le sue teorie ideolo&iche, "entre il ""alato" si trova a pa&are le
conse&uenze di (uesta frattura 8 rinchiuso nell2unica di"ensione ritenuta adatta a
lui7 la se&re&azione
Ca, co"e 0artre il ruolo della letteratura nella lotta contro la fa"e # secondario,
perch "per lottare contro la fa"e biso&na ca"biare il siste"a politico ed
econo"ico", cos' nel nostro ca"po, per lottare contro i risultati di una scelta
ideolo&ica, biso&na anche lottare per ca"biare il siste"a che lo sostiene 0e, infatti,
la psichiatria ; attraverso la confer"a scientifica dell<inco"prensibilit5 dei sinto"i ;
ha &iocato la sua parte nel processo di esclusione del ""alato "entale ", essa # da
considerarsi, insie"e, l<espressione del siste"a che finora ha creduto di ne&are ed
annullare le proprie contraddizioni allontanandole da s, rifiutandone la dialettica
nel tentativo di riconoscersi ideolo&ica"ente co"e una societ5 senza
contraddizioni: cos' co"e prover5 ora ad a""orbidirne le asperit5, cercando di
riassorbirle nel suo stesso seno attraverso una psichiatria di propa&anda )che #
appunto la letteratura di propa&anda di cui parlava 0artre nella sua intervista, che
viene proposta co"e alternativa
Per (uesto, il &ruppo di "alati, "edici, psicolo&i, infer"ieri e a""inistratori, (ui
presenti con le loro discussioni e sa&&i sulla realt5 asilare, hanno intrapreso ;
partendo da una verifica della realt5 ; una lotta che deve "uoversi ad un livello
scientifico e politico insie"e 0e, infatti, il "alato # l<unica realt5 cui ci si debba
riferire, si devono affrontare le due facce di cui tale realt5 # appunto costituita7
(uella del suo essere un "alato, con una proble"atica psicopatolo&ica )dialettica e
non ideolo&ica, e (uella del suo essere un escluso, uno sti&"atizzato sociale Ina
co"unit5 che vuol essere terapeutica deve tener conto di (uesta duplice realt5 ; la
"alattia e la sti&"atizzazione ; per poter ricostruire &radual"ente il volto del
"alato cos' co"e doveva essere pri"a che la societ5, con i suoi nu"erosi atti di
esclusione, e l<istituto da lei inventato, a&issero su di lui con la loro forza ne&ativa
Duttavia, soltanto tenendo presente l<estre"a a"bi&uit5 della situazione che stia"o
vivendo, si riuscir5 ad evitare l<edificazione di una nuova ideolo&ia7 (uella
dell<ospedale aperto, delle co"unit5 terapeutiche, proposte co"e soluzione al
proble"a del "alato "entale 9a nostra realt5 # affondata in un terreno
profonda"ente contraddittorio e la con(uista della libert5 del "alato deve
coincidere con la con(uista della libert5 dell< "intera co"unit5" 0i tende, infatti,
verso una nuova psichiatria basata sull<approccio psicoterapico con il "alato, e si #
invece ancora invischiati in una realt5 psichiatrica le&ata ai vecchi sche"i positivisti:
ci si orienta verso la costituzione di nuclei ospedalieri che ten&ano conto del &ioco
delle dina"iche interne ai &ruppi e dell<apporto delle relazioni interpersonali, non
avendo altri "odelli cui riferirsi che (uelli di un siste"a autoritario e &erarchico: ci
si sforza di trasfor"are l<Ospedale Psichiatrico in un centro retto ; per (uanto
possibile ; co"unitaria"ente si # invece nostro "al&rado inseriti in una realt5
sociale ad alto livello repressivo e co"petitivo: si tende ad affrontare
co"unitaria"ente il "alato "entale per farlo uscire dallo stato di re&ressione in cui
# stato indotto, e si rischia di provocare in lui un nuovo tipo di disadatta"ento al
cli"a istituzionalizzato della societ5
0e (uello della co"unit5 terapeutica pu6 essere, dun(ue, considerato un passo
necessario nell<evoluzione dell<Ospedale Psichiatrico )necessario soprattutto nella
funzione che ha avuto e che tuttora ha di s"aschera"ento di ci6 che il "alato
"entale era ritenuto e non # e per l<individuazione dei ruoli pri"a inesistenti al di
fuori di un livello autoritario, non pu6 per6 considerarsi la "eta finale verso cui
tendere, (uanto piuttosto una fase transitoria in attesa che la situazione stessa si
evolva in "odo da fornirci nuovi ele"enti di chiarificazione 1i6 che risulta
i"portante, per il "o"ento, # riuscire a "antenere, affrontare ed accettare le
nostre contraddizioni, senza essere tentati di allontanarle per ne&arle Per (uesto il
co"pito della psichiatria attuale potrebbe essere (uello di rifiutarsi di ricercare una
soluzione della "alattia "entale co"e "alattia, "a di voler avvicinare (uesto tipo
particolare di "alato co"e un proble"a che ; solo in (uanto presente nella nostra
realt5 ; potr5 rappresentarne uno de&li aspetti contraddittori per la cui soluzione si
dovranno i"postare ed inventare nuovi tipi di approccio e nuove strutture
terapeutiche
1i6 si # evidenziato chiara"ente nelle or&anizzazioni ospedaliere aperte7 il "alato ;
non pi$ isolato e allontanato dalla vista del "edico ; si i"pone co"e proble"a
se"pre presente, (uindi co"e uno dei poli della realt5 che non si pu6 ne&are Ca #
possibile che soltanto lo psichiatra lo viva co"e un proble"a, "entre la societ5
continua a volerlo rinchiudere nel ruolo di "alato, per non doversi i"pe&nare ad
affrontarlo nella sua presenza (uotidiana3 9o psichiatra non pu6 affrontare una tale
esperienza se la societ5 non si allinea nella stessa direzione e l<unica possibilit5 ;
che non # e non vuole essere una soluzione ; # (uella di accettare co"e parte della
nostra realt5 la proble"atica del "alato "entale 0olo nel "o"ento in cui il
proble"a sia vissuto da tutti noi, la societ5 dovr5 i"porsi soluzioni reali attraverso
l<or&anizzazione di strutture terapeutiche, co"e l<unico "odo di far fronte alla sua
incresciosa presenza nella nostra realt5 Fintantoch ; altrove ; altri si cureranno di
lui, continuere"o a ne&are il proble"a nel ti"ore di riconoscerci ed identificarci in
esso
1i6 che si va evidenziando nelle nuove strutture psichiatriche, tuttora ristrette entro
i li"iti del capovol&i"ento del siste"a tradizionale, # che l<Ospedale Psichiatrico
non # un istituzione che &uarisce, "a una co"unit5 che si &uarisce affrontando le
proprie contraddizioni, dato che si tratta di co"unit5 reali, ricche di tutte le
contraddizioni che caratterizzano appunto la realt5 Per (uesto, dal "o"ento in cui
il "ondo istituzionale non sar5 pi$ rinchiuso entro i confini di una realt5 artificiosa,
verr5 a trovarsi faccia a faccia con il "ondo esterno che, a sua volta, dovr5
i"parare ad accettare le proprie contraddizioni non avendo pi$ un luo&o in cui
ne&arle 4n (uesto senso si pu6 parlare di un incontro delle due co"unit5 )(uella
esterna e (uella interna,, &i5 fisica"ente concretatosi nell<espandersi della citt5 fino
alla periferia dove, un te"po, era rele&ata soltanto la casa della follia, e
nell<evolversi della co"unit5 chiusa che ; nel suo "anifestarsi una co"unit5 viva,
reale e contraddittoria ; si trover5 a scontrarsi dialettica"ente con la realt5 da cui #
stata partorita 0i potr5 cos' "inare conte"poranea"ente e l<ideolo&ia
dell<Ospedale co"e "acchina che cura, co"e fantas"a terapeutico, co"e luo&o
senza contraddizioni: e l<ideolo&ia di una societ5 che, ne&ando le proprie
contraddizioni, vuole riconoscersi co"e una societ5 sana
Conferenza sul e!a"
9a libert5 co"unitaria co"e alternativa alla re&ressione istituzionale e dibattito con
interventi di7 Giuseppe >i&hi, Carcello Irbani, 0alvatore 0i&&ia, +runo Popoli, Cario
Do""asini, +runo +ernazzoli, 1arlo Ketere
#r$ %I&SEPPE RI%HI ' Presi(ene (ella A!!inisrazione Pro)inciale (i
Par!a
Porto il saluto dell<*""inistrazione Provinciale a tutti &li intervenuti ai sanitari,
infer"ieri dell<Ospedale Psichiatrico
4l "io saluto, il "io rin&razia"ento per essere (ui intervenuti al Prof Ketere,
Direttore di Divisione del Cinistero della 0anit5, al prof +asa&lia, Direttore
dell<Ospedale Psichiatrico di Gorizia che sar5 il relatore del te"a7 "9a libert5
co"unitaria co"e alternativa alla re&ressione istituzionale"
>in&razio per la loro presenza pure il Cedico Provle, Prof 0i&&ia, il >appresentante
della Prefettura Dr Guacci, il Prof Do"asi, Direttore dell<Ospedale Psichiatrico di
1olorno, l<*ssessore Provinciale (ui presente
9<*""inistrazione Provle ha voluto (uesto incontro credendo vera"ente che (uesta
iniziativa, tendente a porre le basi di un intersca"bio di opinioni, di esperienze fra i
vari ospedali psichiatrici, possa essere eccezional"ente utile 0ia"o convinti che
soltanto nella co"unione de&li sforzi e de&li studi si possa, nel ca"po della scienza
in &enerale e nel ca"po psichiatrico in particolare, procedere, affinch nu"erosi
proble"i possano essere risolti
4l nostro convinci"ento # che soltanto attraverso il rapporto pi$ stretto fra &li
uo"ini di scienza si possano ottenere per il futuro risultati produttivi, efficaci per la
risoluzione de&li enor"i proble"i che o&&i si pon&ono
4l ca"po delle "alattie "entali # vastissi"o 9o studio di (ueste "alattie # certo tra
i pi$ difficili e affascinanti, "a non si pu6 restare isolati
0e noi prendia"o ad ese"pio un altro settore altrettanto i"portante, il settore del
cancro, noi ci rendia"o conto che &li studi portati avanti da diversi scienziati non
potrebbero approdare a nulla, ne""eno co"e speranza, se ad un certo punto
(uesti scienziati non co"unicassero tra di loro, se fra di loro non si conse&nassero
le esperienze ac(uisite !d # proprio con (uella u"ilt5, necessaria nell<uo"o di
scienza, che o&nuno deve dare e portare a&li altri colle&hi il proprio contributo, se si
vuole che il "osaico delle piccole e delle &randi scoperte possa essere co"posto in
un (uadro unitario che riesca ad un risultato effettivo !d # per (uesto, ripeto, che
l<*""inistrazione Provle di Par"a ha voluto (uesto incontro perch (ui sia portata,
dal Direttore di un altro Ospedale Psichiatrico, l<esperienza che in (uell<Ospedale
pu6 essere stata co"piuta
4o, co"e del resto tutta l<*""inistrazione, sarei ben felice che i nostri "edici
venissero chia"ati a far riconoscere altrove le loro esperienze ed i loro studi, frutto
delle opere che essi vanno svol&endo (ui nell<Ospedale Psichiatrico di 1olorno
4l te"a si inserisce anche in un contesto pi$ vasto: noi tutti abbia"o necessit5 di
tenere aperto e vivo un dibattito sul proble"a psichiatrico che debba essere di
soste&no al Governo e in particolare al Cinistero che o&&i re&&e il Cinistero della
0anit5, affinch il proble"a de&li Ospedali Psichiatrici possa essere affrontato e
risolto ! sarebbe ipocrisia nascondersi che o&&i le cose nel ca"po de&li Ospedali
Psichiatrici non sono fra le "i&liori Perci6 vi # anche l<aspetto di denunciare su un
piano &enerale i difetti dell<assistenza ospedaliera psichiatrica Non i difetti di (uesto
o di (uell<Ospedale, perch tutto ci6 pu6 avere una i"portanza relativa, "a i difetti
&enerali derivanti da una le&islazione superata, da una carenza istituzionale che
o&&i noi sentia"o profondissi"a e depri"ente ! (uesto dibattito deve essere vivo
affinch l<opinione pubblica, il paese e coloro che sono preposti al Governo del
Paese abbiano al sollecitazione necessaria perch le cose possano essere affrontate
9a rifor"a de&li Ospedali Psichiatrici, che sar5 (uanto pri"a portata al 1onsi&lio dei
Cinistri e (uindi al Parla"ento, si inserisce nel pi$ vasto contesto dell<assistenza
ospedaliera &enerale e dell<assistenza in &enere Non posso (ui non ricordare,
perch appartenente ad una for"azione politica, che &rande "erito del pro&resso
che si va o&&i co"piendo nel Paese in (uesto settore # proprio dovuto ad un
Cinistro 0ocialista, il Cinistro Cariotti B su (uesta strada che l<*""inistrazione
Provle cerca di ca""inare con i "ezzi, purtroppo li"itati, che le sono consentiti
Debbo riconoscere e dare atto e rin&raziare della fattiva opera l<*ssessore
Do""asini, che dell<Ospedale Psichaitrico di 1olorno, oserei dire, ha fatto una sua
seconda vita
%uanto l<*""inistrazione Provle sta facendo (ui # da tutti voi conosciuto7
attrezzature nuove, rifor"e di locali, di settori, costi di "ilioni: 6@ "ilioni durante la
&estione passata sono stati i"pe&nati per il rinnovo di attrezzature, 1.@ "ilioni
sono in corso di contrazione co"e "utuo per altri rinnovi: si sta attuando il reparto
aperto: sono iniziative che costano e che noi cerchia"o di attuare nei li"iti del
possibile
*bbia"o anche i"postato il proble"a di un nuovo Ospedale Psichiatrico e (uesto
non deve far ti"ore a nessuno
!sso # assoluta"ente necessario anche perch la le&&e di rifor"a ospedaliera
psichiatrica preveder5 ospedali non superiori a L@@ posti letto B in tutto (uesto
ca""ino che si deve co"piere, un ca""ino che deve tenere presente, non &li
interessi di noi che sia"o fuori de&li Ospedali Psichiatrici anche se tra di noi vi sono
coloro che vi lavorano, "a di coloro che soprattutto vi sono dentro, avvinti da un
"ale che o&&i l<uo"o non # ancora in &rado di &uarire e che pu6 soltanto cercare di
affrontare, che pu6 soltanto cercare di lenire attraverso (uelle pi$ nuove tecniche
"ediche che sono o&&i alla portata della terapia psichiatrica Per tutto (uesto noi
a""inistratori, sanitari, dipendenti, funzionari, "inistri dobbia"o cercare la
coesione affinch anche (uesta parte dell<assistenza sociale nel Paese possa essere
portata, co"e risoluzione a buon fine
9ascio la parola al Prof Ketere, Direttore di Divisione del Cinistero della 0anit5
Prof$ CARLO *ETERE ' #ireore (i #i)isione (el +inisero (ella Sani,$
General"ente chi viene a portare il saluto del Cinistero reca se"pre con s# un
aspetto for"alistico, di ceri"onia Ora credo che, nella discussione di (uesta sera,
nessuno possa pensare che, sia il pensiero del Cinistero Cariotti che l<i"postazione
&enerale del Cinistero della 0anit5, siano nei ri&uardi del proble"a dell<assistenza
psichiatrica, delle i"postazioni, dei pensieri "di rito"
Koi tutti avrete letto sui &iornali, avete sentito co"e il Cinistro Cariotti e co"e
l<*""inistrazione 0anitaria abbiano cercato di portare di fronte all<opinione pubblica
la &rave situazione de&li Ospedali Psichiatrici e, soprattutto, abbiano proposto una
rifor"a dell<assistenza psichiatrica
%uindi credo che tutti voi possiate co"prendere l<interesse che il Cinistro Cariotti,
che vi saluta per no"e "io, e l<*""inistrazione 0anitaria hanno di (uesto Kostro
1onve&no, soprattutto perch, attraverso la discussione che se&uir5, si potranno
co"prendere deter"inati interessi, deter"inati proble"i, specifiche aspirazioni del
personale che potranno avere la loro &iusta soluzione nell<a"bito della rifor"a
psichiatrica ospedaliera
1o"e ha detto il vostro Presidente, la rifor"a dovr5 essere approvata dal 1onsi&lio
dei Cinistri, la via non # facile: non # stata facile e non sar5 a&evole
1onsentite"i di dire che da 1L anni noi Funzionari della 0anit5 speria"o che si
possa, final"ente anche in 4talia, ra&&iun&ere il livello di i"postazione &iuridica e di
funzionalit5 che "olti altri paesi europei hanno &i5 ra&&iunto da decenni Purtroppo
le difficolt5 che si sono incontrate non sono di natura econo"ica o strutturale,
perch &i5 in 4talia abbia"o una struttura, un<or&anizzazione psichiatrica: sono
state difficolt5 ideolo&iche, cio# difficolt5 di co"prensione dei proble"i
dell<assistenza psichiatrica, ancora"ento a concezioni &iuridiche napoleoniche
%ueste difficolt5 ideolo&iche persistono e rendono difficile la soluzione le&islativa di
una le&&e "oderna di assistenza psichiatrica
%uindi il Cinistero della 0anit5 # (uanto "ai lieto che (uesti proble"i ven&ano
popolarizzati perch noi ritenia"o che attraverso l<adesione dell<opinione pubblica si
riuscir5 ad affer"are alcuni concetti fonda"entali, co"e (uello che la "alattia
"entale # una "alattia co"e tutte le altre, che va affrontata con &li stessi "ezzi,
profilattici e terapeutici 4l "alato di "ente # un "alato che ha biso&no soprattutto
di assistenza, di recupero e di ria""issione nella societ5, non # una persona da
isolarsi dalla societ5
%uesti concetti fonda"entali che a pri"a vista se"brano ovvii, incontrano invece
resistenze profonde, e non tanto per una for"a di difesa istintiva della societ5,
(uanto piuttosto per un atte&&ia"ento culturale: atte&&ia"ento che non # solo
della classe diri&ente "a che # diffuso in tutti &li strati sociali 4l proble"a &rosso
non sar5 soltanto (uello di fare una nuova le&islazione psichiatrica, il proble"a
&rosso sar5 (uello di convincere l<opinione pubblica che i "alati di "ente vanno
trattati co"e tutti &li altri a""alati 4o (uindi vi invito ad ascoltare (uanto vi dir5
un colle&a che in un<altra provincia italiana ha i"postato una or&anizzazione
ospedaliera interna (uanto "ai di avan&uardia, (uanto "ai "oderna che # "eta di
visitatori anche stranieri Ki invito ad ascoltare e successiva"ente ad intervenire
perch dalla vostra discussione noi aspettia"o indicazioni
0ono natural"ente a vostra co"pleta disposizione per tutto (uanto possa
ri&uardare le notizie sulla i"postazione del pro&etto di rifor"a che verr5 presentato
(uanto pri"a al 1onsi&lio die Cinistri ! con (uesto vi au&uro buon ascolto e buona
discussione Grazie
Prof$ FRA-CO BASA%LIA$ ' #ireore (ell'os.e(ale Psic/iarico (i %orizia
4l Presidente della Provincia di Par"a che "i ha preceduto ed il prof Ketere hanno
iniziato un discorso che io cercher6 di allar&are rifacendo"i all<esperienza del
&ruppo che (ui rappresento
*prendo il 1onve&no, il dott >i&hi ha toccato alcuni punti che "i se"brano
particolar"ente si&nificativi: ha precisato cio# che (uesto conve&no ha lo scopo di
unire tutti (uelli che si occupano del proble"a del "alato di "ente, perch ciascuno
possa portare il contributo della sua esperienza e possa verificarla nel confronto con
le esperienze altrui, iniziando a tessere ; su (uesto terreno co"une di interessi ; la
tra"a, per cos' dire dialettica, indispensabile alla presa di coscienza di un proble"a
!&li ha puntualizzato inoltre un altro fatto "olto i"portante e cio# che il proble"a
del "alato di "ente non # soltanto un proble"a che ri&uardi i "edici ed i "etodi
che intendono adottare per curarlo: "a # un proble"a che coinvol&e l<intera societ5
dove accade che l<uo"o si "a""ali" e dove deve ritornare (uando "&uarisce" 4n
(uesto senso si tratta di un proble"a sociale che o&ni paese affronta o i&nora e
nasconde a seconda delle strutture su cui si edifica, strutture che tendono cio# alla
riabilitazione di tutti i co"ponenti la societ5, o che vivano nella necessit5 di
eli"inare i pi$ deboli a favore dei pi$ forti
4n 4talia il proble"a inco"incia a farsi sentire con un certo ritardo rispetto ad altri
paesi 4n 4n&hilterra ; con l<appo&&io di un<or&anizzazione sanitaria a carattere
nazionale ; il proble"a istituzionale # stato affrontato ed in parte risolto, attraverso
l<or&anizzazione di strutture aperte in cui il "alato "entale # considerato alla stessa
stre&ua di (ualsiasi altro tipo di "alato e dove, co"un(ue, l<i"postazione
terapeutica # di carattere e"inente"ente sociolo&ico 4n Francia ; anche se le&ati
co"e in 4talia ad una vecchia le&islazione, di fatto del tutto superata ; un &ruppo di
psichiatri ha iniziato, fin dal 19LM, un<azione di denuncia della situazione
istituzionale da cui dovevano "uoversi i pri"i passi verso una nuova or&anizzazione
psichiatrica, o&&i attuata in alcuni fra i pi$ i"portanti centri psichiatrici
d<avan&uardia 0e, dun(ue, l<esperi"ento in&lese risulta avvanta&&iato dalla
nazionalizzazione dell<or&anizzazione sanitaria, in Francia un contesto sociale ed
ostacoli le&islativi analo&hi ai nostri, non hanno per6 i"pedito l<affer"arsi di
"ovi"enti di denuncia e di rinnova"ento a livello psichiatrico e sociale insie"e
0ono stato invitato a parlare (ui di un<esperienza italiana che ; pur colle&andosi
ori&inaria"ente a "odelli stranieri ; si "antiene stretta"ente le&ata alla nostra
realt5 sociale ed istituzionale 4l te"a della "ia conversazione sar5 centrato sulla
libert5 co"unitaria co"e alternativa alla re&ressione istituzionale, per analizzare il
ruolo del "alato "entale nella 1o"unit5 Derapeutica *nche se la 1o"unit5
Derapeutica sar5 (ui presentata co"e un valore da ra&&iun&ere, devo pre"ettere
che # essa stessa da considerarsi soltanto una tappa nella radicale trasfor"azione
dell<istituzione asilare, che verr5 superata non appena la "aturit5 della co"unit5 la
ri"etter5 in discussione
La li0er, co!uniaria co!e alernai)a alla regressione isiuzionale ' Il
!alao !enale e la Co!uni, Tera.euica$
Nel 19LM, un nu"ero speciale dell<!0P>4D, fu dedicato al te"a "9a "iseria della
psichiatria" e vi collaborarono &li psichiatri francesi che, fin da allora, erano
i"pie&ati alla ricerca di un nuovo "odo di approccio istituzionale al "alato "entale
4n un articolo sulla "1ondizione del "alato nell<Ospedale Psichiatrico" di 9 9e
Guillant e 9+onnaf# si le&&e7 "9a condizione dei "alati nell<Ospedale Psichiatrico
non se"bra sia effetto di (ualche N"aledizione< 0e (uesti "alati sono pi$
dura"ente trattati de&li altri # in definitiva perch si tratta di "alati senza
difesa, senza voce e senza diritti Gli alienati sono )a&li occhi della classe
do"inante, i ne&li, &li indi&eni, &li ebrei, i proletari de&li altri "alati 1o"e loro,
sono vitti"e di un certo nu"ero di pre&iudizi e di in&iustizie Pre&iudizi e in&iustizie
che co"un(ue non concernono affatto la natura della follia"
4n 4talia, a tutt<o&&i, una le&&e antica, incerta fra l<assistenza e la sicurezza, la piet5
e la paura, continua a stabilire i li"iti oltre i (uali si passa la frontiera fra il cittadino
che ha ; di fronte alla societ5 ; il diritto di essere difeso, e il "alato che, solo in
(uanto tale, perde (uesto diritto, perch fa or"ai parte della schiera di coloro da
cui la societ5 vuole difendersi
"Pericoloso a s e a&li altri e di pubblico scandalo" %uesta # la "otivazione con la
(uale il "alato "entale entra in "anico"io: in un luo&o la cui funzione ; in
(uesta "otivazione stessa ; &i5 precisata co"e azione di tutela, di difesa del sano
di fronte alla follia e dove il "alato assu"e un ruolo pura"ente ne&ativo, co"e se il
suo rapporto con l<istituzione si svol&esse al solo livello della sua eventuale
pericolosit5 Da ci6 deriva che se il "alato ; pri"a di essere considerato tale ; # da
ritenersi soprattutto pericoloso, le re&ole su cui l<istituzione che dovrebbe occuparsi
della sua cura, si edifica, non possono essere istituite che in funzione di (uesta
pericolosit5 e non della "alattia di cui soffre Per (uesto la fi&ura del "alato
"entale, cos' co"e appare abitual"ente nei nostri ospedali, # (uella dell<uo"o
o&&ettivato in un istituto, la cui or&anizzazione ed efficienza sono se"pre risultate
pi$ i"portanti della sua riabilitazione
!< (ui superfluo dilun&arci in descrizioni ; or"ai ovvie ; dello stato di passivit5, di
apatia, di disinteresse in cui vivono i "alati nei nostri ricoveri !sso # stato
riconosciuto co"e una for"a di re&ressione, venuta a sovrapporsi alla "alattia
ori&inaria, a causa del processo di annienta"ento e di distruzione cui i "alati sono
sottoposti dalla vita dell<asilo +asti dire che il perfetto ricoverato, all<apice di (uesta
carriera, sar5 (uello che si presenta co"pleta"ente a""ansito, docile all<autorit5
de&li infer"ieri e del "edico: (uello che, in definitiva, non co"plica le cose con
reazioni personali, "a si ade&ua supina"ente all<autorit5 che lo tutela: autorit5 che
solo attraverso la ne&azione di o&ni i"pulso e biso&no personale di chi &li viene
affidato, si &arantisce l<efficienza ed il buon anda"ento dell<istituto
%uesta la situazione falli"entare della psichiatria istituzionale tradizionale Di chi sia
stata la colpa, # a (uesto punto inutile inda&are O&ni societ5, le cui strutture siano
basate soltanto su una differenziazione econo"ica, culturale e su un siste"a
co"petitivo, crea in s delle aree di co"penso che servono co"e valvole di scarico
dell<intero siste"a 4l "alato "entale ha assolto (uesto co"pito per "olto te"po,
anche perch era un "escluso" che non poteva conoscere da s i li"iti della sua
"alattia e (uindi ha creduto ; co"e la societ5 e la psichiatria &li hanno fatto
credere ; che o&ni suo atto di contestazione alla realt5 che # costretto a vivere, sia
un atto "alato, espressione appunto della sindro"e di cui soffre
0e dun(ue da un lato # il siste"a sociale a deter"inare una si"ile situazione,
dall<altro la psichiatria stessa l<ha avvalorata scientifica"ente, riconoscendo
l<inco"prensibile del feno"eno psicopatolo&ico co"e una "ostruosit5 biolo&ica che
poteva solo essere isolata
Ora # per6 la psichiatria, co"e esi&enza di verit5 scientifica, a riproporre il
proble"a, non &i5 alla ricerca di un capro espiatorio su cui scaricare le a&&ressivit5
accu"ulate )il che ci "anterrebbe ancora ristretti nei li"iti di un "ondo "anicheo
dove si separi netta"ente il Cale dal +ene,, "a in un tentativo di trovare, nel vivo,
una soluzione ai proble"i che ur&ono
Di fronte al volto, "utato dall<era dei far"aci, del "alato "entale, # infatti la
psichiatria che rifiuta di continuare a trattarlo co"e un escluso da cui la societ5
vuole ancora difendersi ! rifiuta di continuare a tenerlo pri&ioniero di for"ule,
etichetta"enti, (ualifiche che corrispondono pi$ ad un<i""a&ine che la psichiatria
stessa si era costruita dell<uo"o "alato, che ad una realt5 9<a&itato, il pericoloso,
lo scandaloso non corrispondono a "odalit5 u"ane di cui si vo&liano conoscere le
pi$ inti"e "otivazioni, "a sono or"ai cate&orie il cui si&nificato risulta
"consu"ato" ed assorbito in un<unica realt57 l<uo"o da escludere
4l piano in cui la psichiatria attuale si pone #, dun(ue, pri"a di tutto un piano
u"ano e sociale !sso richiede un tipo di approccio al "alato che, se"pre tenendo
conto dell<efficacia dei tratta"enti biolo&ici, non di"entichi di trovarsi di fronte un
uo"o e non una "alattia cui farne aderire i sinto"i, una cate&oria in cui
rinchiuderlo, o una "ostruosit5 da allontanare
Nel 1.H., (uando non c<erano i &an&liople&ici, n# la psicanalisi aveva ancora
attuato l<approccio psicodina"ico, un cora&&ioso psichiatra in&lese, il dott 1onollG
con l<aiuto di H@ infer"ieri, apriva le porte ed eli"inava le contenzioni in un
Ospedale Psichiatrico di L@@ "alati *veva i"postato intuitiva"ente (uella che pi$
di cento anni dopo CaAEell /ones ; se"pre in 4n&hilterra ; avrebbe chia"ato la
"1o"unit5 terapeutica" "1i6 che pi$ colpisce &li uo"ini, anche i pi$ lontani dalla
"edicina ; scrive nel 1.L. Corel dopo aver visitato l<i"presa 1onollG ; # l<ordine e
la disciplina di (uesti asili, la cal"a dei "alati e i senti"enti di u"anit5 che
ani"ano i sorve&lianti e &li infer"ieri dell<uno e dell<altro sesso Oo visto "alati
passe&&iare in lun&hi corridoi dove circolava libera"ente aria e luce: (uesti corridoi
sui (uali si aprono le stanze dei ricoverati, sono ornati di tavoli e di fiori e portano a
sale di riunioni dove si incontrano i pensionati di diverse classi e dove trovano libri,
&iornali ed altre distrazioni"
Tuo 1ueso acca(e)a in Ing/ilerra nel 2343$(2)
Da allora c<# stata la psicanalisi: l<antropolo&ia esistenziale ha ulterior"ente
u"anizzato l<approccio psicoterapico: sono stati scoperti far"aci tali da "utare il
volto del "alato "entale: sono in atto esperienze &i5 collaudate in paesi stranieri
co"e l<4n&hilterra e la Francia )seppure su basi diverse le une dalle altre, 4n 4talia,
tuttavia sia"o ancora le&ati ad uno scetticis"o e ad una pi&rizia che non hanno
&iustificazioni
9<unica spie&azione pu6 essere data in chiave socio;econo"ica7 il nostro siste"a
sociale ; ben lontano dall<essere un re&i"e econo"ico di pieno i"pie&o ; non pu6
essere interessato alla riabilitazione del "alato "entale che non potrebbe essere
recepito da una societ5, dove non # risolto appieno il proble"a del lavoro dei suoi
"e"bri sani
4n (uesto senso o&ni esi&enza di carattere scientifico da parte della psichiatria,
rischia di perdere il suo si&nificato pi$ i"portante ; il suo a&&ancio appunto sociale
; se alla sua azione all<interno di un siste"a ospedaliero or"ai in sfacelo, non si
unisce un "ovi"ento strutturale di base che abbia a tener conto di tutti i proble"i
di carattere sociale che sono le&ati all<assistenza psichiatrica
Per (uesto, anche l<esperienza attuata dalla co"unit5 che io (ui rappresento, pur
avendo ottenuto inne&abili risultati in (uesto ca"po, continua a correre il rischio di
perdersi se non riesce a trovare una risposta nel contesto sociale su cui a&isce
Ci scuso, fin dall<inizio, se ; per (uanto ri&uarda l<i"postazione del proble"a
psichiatrico relativo alla 1o"unit5 Derapeutica ; "i trover6 costretto a fare
riferi"enti ad esperienze personali, senza le (uali, d<altra parte, il discorso
rischierebbe di ri"anere astratto ed inutile 1o"un(ue parlare di un<esperienza i cui
risultati ci consentano di esporre breve"ente le basi teoriche su cui la nostra
i"postazione si fonda, penso possa avere il valore di una s"entita al senso
co"une, e possa servire co"e di"ostrazione che "uta"enti, anche radicali, sono
possibili se solo si inco"inci ad attuarli

9a 1o"unit5 Derapeutica si presenta co"e una co"unit5 e non un a&&lo"erato di
"alati 1o"e una co"unit5 or&anizzata in "odo da consentire il "ovi"ento di
dina"iche interpersonali fra i &ruppi che la costituiscono e che presenta le
caratteristiche di (ualsiasi altra co"unit5 di uo"ini liberi %uesto # l<assunto di
base
1i6 che # pi$ difficile illustrare # il concetto di terapeuticit5 le&ato alla 1o"unit5
Non tutte le co"unit5 risultano, infatti, terapeutiche 9e caser"e, i colle&i sono
or&anizzazioni di uo"ini liberi che devono, tuttavia, essere subordinati alle re&ole
della co"unit5 cui apparten&ono: re&ole basate sull<efficienza necessaria al buon
anda"ento dell<or&anizzazione Duttavia, seppure una tale efficienza si otten&a solo
attraverso la "ortificazione individuale, essa non "ina che parzial"ente la libert5
dei suoi "e"bri cui, all<esterno dell<or&anizzazione stessa, # consentita una vita
personale
Ina 1o"unit5 Derapeutica psichiatrica non potrebbe per6 partire da (uesti
presupposti 0e accettasse, co"e l<or&anizzazione psichiatrica tradizionale aveva
accettato, la "ortificazione individuale dei "alati in no"e dell<efficienza dell<istituto,
dell<ordine, della sicurezza &enerale, ricreerebbe il cli"a istituzionale che vuole
distru&&ere Deve (uindi partire dalle esi&enze del "alato e da l' cercare di adattare
attorno a lui lo spazio vitale di cui abbiso&na per espandersi ed attuare (uello che #
l<assunto pri"o della 1o"unit5 Derapeutica7 cio# la potenza terapeutica che o&nuno
dei co"ponenti la 1o"unit5 spri&iona nei confronti dell<altro Calato, "edico,
infer"iere, personale a""inistrativo, chiun(ue sia presente nell<istituto si trova
coinvolto ad assolvere (uesto co"pito Dutto # (uindi orientato verso un unico fine7
creare un cli"a nel (uale sia possibile avvicinarsi reciproca"ente in un rapporto
u"ano che, proprio in (uanto spontaneo, i""ediato e reciproco, diventa
terapeutico
9a scoperta della 1o"unit5 Derapeutica ; attuata da CaAEell /ones nel 19LM ;
se"bra (uindi la soluzione pi$ ovvia per un tipo di "alato che risulta disturbato
soprattutto nel rapporto con l<altro Ca se se"bra tanto ovvia nella sua
enunciazione, essa si rivela "olto pi$ difficile nella sua applicazione pratica 1i6
si&nifica, infatti l<apertura delle porte dell<Ospedale Psichiatrico ; chiuso finora in un
"ondo senza contraddizioni perch o&ni contestazione era i"pedita ; al "ondo
della dialettica, dell<opposizione, dell<accordo ottenuto "ediante il reciproco
convinci"ento e non con la prevaricazione e la forza
!< dun(ue facile farsi un<i""a&ine falsa della 1o"unit5 Derapeutica co"e di un
"ondo ideale dove tutti sono buoni, dove i rapporti sono i"prontati al pi$ profondo
u"anitaris"o, dove il lavoro risulti alta"ente &ratificante In po< co"e viene
presentata addolcita e con una sola faccia, la realt5 della pubblicit5 televisiva, dove
sia"o invitati a partecipare di una vita irreale, ideolo&ica, senza contraddizioni
9a 1o"unit5 Derapeutica vuole essere appunto la ne&azione di (uesto "ondo
ideale !ssa # un luo&o nel (uale tutti i co"ponenti )e ci6 # i"portante, ; "alati,
infer"ieri, "edici ; sono uniti in un i"pe&no totale dove le contraddizioni della
realt5 rappresentano l<hu"us dal (uale scaturisce l<azione terapeutica reciproca !<
il &ioco delle contraddizioni ; anche a livello dei "edici fra loro, "edici e infer"ieri,
infer"ieri e "alati, "alati e "edici ; che continua a ro"pere una situazione che,
altri"enti, potrebbe facil"ente portare ad una cristallizzazione dei ruoli
!< ovvio tuttavia, che la contestazione si pu6 "uovere solo in un cli"a di libert5 !
la libert5 ha i suoi rischi 4"postare un<or&anizzazione psichiatrica sullo sviluppo
della capacit5 di opporsi del "alato )capacit5 attraverso la (uale il suo io indebolito
riesca a prender forza,, si&nifica dover distru&&ere o&ni riferi"ento al "etro con cui
la psichiatria tradizionale lo aveva "isurato7 la pericolosit5, la necessit5 di "isure di
sicurezza, considerate terapeutiche 9a situazione viene necessaria"ente capovolta7
se pri"a l<architettura stessa dell<Ospedale doveva tener conto della necessit5 del
sorve&liante di spaziare col suo occhio vi&ile il pi$ lontano possibile, ora si deve
tener conto della necessit5 del "anteni"ento del "ondo privato di o&nuno, che
deve poter sussistere anche in opposizione alla co"unit5 stessa
1i6 presuppone per6 il "uta"ento radicale del rapporto che non pu6 essere
i"prontato che all<autentico rispetto reciproco Kivere dialettica"ente le
contraddizioni del reale # dun(ue l<aspetto terapeutico del nostro lavoro 0e tali
contraddizioni ; anzich essere i&norate o pro&ra""atica"ente allontanate nel
tentativo di creare un "ondo ideale ; ven&ono affrontate dialettica"ente: se le
prevaricazioni de&li uni su&li altri e la tecnica del capro espiatorio ; anzich essere
accettate co"e inevitabili ; ven&ono dialettica"ente discusse, cos' da per"ettere di
co"prenderne le dina"iche interne, allora la co"unit5 diventa terapeutica Ca la
dialettica esiste solo (uando ci sia pi$ di una possibilit5 cio# un<alternativa 0e il
"alato non ha alternative, se la sua vita &li si presenta &i5 prestabilita, or&anizzata
e la sua partecipazione personale consiste nell<adesione all<ordine, senza possibilit5
di sca"po: si trover5 i"pri&ionato nel terreno psichiatrico, cos' co"e si sentiva
i"pri&ionato nel "ondo esterno di cui non riusciva ad affrontare dialettica"ente le
contraddizioni 1o"e la realt5 che non riusciva a contestare, l<istituto cui non pu6
opporsi non &li lascia che un unico sca"po7 la fu&a nella produzione psicotica, il
rifu&io nel delirio dove non c<# n contraddizione n dialettica
4n che cosa consiste, dun(ue, pratica"ente la differenza fra un istituto che si re&&e
in senso tradizionale ed una co"unit5 che vuole essere "terapeutica"3
4n entra"be le situazioni il "alato se&ue l<iter ospedaliero, nel senso che la sua
&iornata si svol&e all<interno di una co"unit5 che deve assolvere particolari funzioni
essenziali7 "an&iare, dor"ire, far passare il te"po Nell<istituto tradizionale, per6, il
far passare la &iornata # un atto pura"ente passivo, vissuto co"e tale dall<intera
or&anizzazione7 i "alati aspettano il succedersi dei pasti, interrotti da (ualche
attivit5 definita "passate"po": &li infer"ieri lasciano correre le ore sorve&liando 4n
una co"unit5 che si dice terapeutica, invece, o&ni atto di o&nuno ac(uista un
si&nificato attivo di reciproca sti"olazione, appunto terapeutica 1i6 si&nifica che
o&ni "o"ento della &iornata, o&ni "ovi"ento dei co"ponenti la co"unit5 # teso a
for"ulare un cli"a il cui scopo pri"o sia la ricostituzione dell<iniziativa personale,
della spontaneit5 e della capacit5 creativa co"pro"esse, in un pri"o te"po dalla
"alattia e, successiva"ente, distrutte dall<istituto 9a 1o"unit5 Derapeutica tende
dun(ue alla creazione di una struttura ; pi$ psicolo&ica che "ateriale ; nella (uale
o&ni suo co"ponente sia i"pe&nato alla sti"olazione dell<altro attraverso la
creazione di possibilit5 di rapporti interpersonali che, conte"poranea"ente,
assolvano alla necessit5 di protezione e tutela reciproca 4n (uesto senso il ruolo
protettivo rappresentato nell<Ospedale tradizionale da sbarre, &rate, reti che, anche
a&li occhi del "alato ac(uistano il valore di protezione contro se stesso: o
nell<Ospedale paternalistico dall<enor"e fi&ura del "edico alla cui bont5 e
co"prensione il "alato pu6 abbandonarsi e distru&&ersi ; nella 1o"unit5
terapeutica viene assolto dalla co"unit5 stessa in cui si trovano a &iocare, in un
"ovi"ento di tensioni e controtensioni, i ruoli dei "alati, de&li infer"ieri e dei
"edici, continua"ente "essi in discussione, ricostruiti e nuova"ente distrutti
1i6 si evidenzia particolar"ente nella riunione di 1o"unit5 che si attua o&ni
"attina nel nostro Ospedale e che rappresenta il banco di prova dove o&ni
co"ponente la co"unit5 stessa si espone di fronte all<altro e ne accetta la
contestazione %uesto incontro plenario &iornaliero viene, dun(ue, vissuto co"e un
riferi"ento psicolo&ico che assolve un<enor"e funzione protettiva 0e, di fronte alle
contraddizioni, ai contrasti, alle difficolt5 personali di o&ni co"ponente la co"unit5,
si crea uno spazio reale in cui le difficolt5 e i contrasti possono essere discussi, a
volte risolti, a volte chiariti, a volte co"presi nella loro i"possibilit5 di soluzione ;
assie"e a&li altri ; contraddizioni e contrasti ven&ono sdra""atizzati e privati della
carica e"otiva di cui abitual"ente sono pre&ni, proprio perch il "alato ; e non
solo lui ; trova subito un<apertura, uno sbocco in cui incanalarli, pri"a di
incapsularli definitiva"ente in se stesso
%uesta la funzione principale della riunione di 1o"unit5 che serve da perno attorno
al (uale tutta la vita ospedaliera ruota
*ltro ele"ento in cui un<or&anizzazione psichiatrica di tal tipo si differenzia
dall<Ospedale tradizionale # la cosiddetta "er&oterapia" %uella del lavoro, delle
attivit5 verso cui sti"olare "alati apatici, indifferenti, abulici, # un &rosso
proble"a Ca, "entre nell<Ospedale tradizionale il lavoro ha il solo si&nificato di un
rie"pitivo, nella 1o"unit5 Derapeutica esso deve assu"ere nuova"ente un valore
terapeutico, co"e occasione di incontri, di rapporti interpersonali spontanei e co"e
sti"olo all<attuazione di una spontaneit5 creativa distrutta Ca oltre a (uesto, il
lavoro pu6 avere una funzione i"portantissi"a se si riveli un<occasione capace di
sti"olare in "alati "cronici" che da anni hanno perso il senso del proprio valore
personale ; una nuova coscienza lavorativa, tale da far rifiutare il co"penso co"e
espressione di beneficenza &ratuita 0olo nell<esi&ere la retribuzione (uale lo&ica
contropartita di ci6 che il lavoratore d5 alla co"unit5, il "alato riesce a farsi
riconoscere nel proprio valore di sca"bio B (uindi evidente co"e l<ele"ento su cui
si tende a far leva non sia tanto la rivendicazione salariale in s, (uanto piuttosto il
fatto che, attraverso un tale tipo di rivendicazione i""ediata, il "alato trova un
riconosci"ento, una confer"a al proprio valore personale
0i pensi, ad ese"pio, alla situazione di un "alato cronico in un Ospedale
Psichiatrico tradizionale 9<alternativa che &li viene offerta # la scelta fra far parte
dello "zoccolo u"ano", unico arredo de&li enor"i androni chiusi: o rivelarsi
collaborativo )che si&nifica obbediente, rispettoso, servile, succube, per essere
a""esso nella s(uadra dei lavoratori addetti ai servizi &enerali 0i trova, (uindi, a
dover preferire una condizione sub;u"ana, (uale (uella della rasse&nazione
co"pleta alla perdita della propria individualit5 e personalit5, per poter sussistere
%uesto tipo di lavoro, oltre ad essere alienante per il "alato, poich si trova a
contribuire con le sue stesse "ani a "antenere in vita l<istituto che lo se&re&a,
au"enta in lui la convinzione di far parte di una cate&oria di sub;uo"ini per i (uali
la retribuzione al lavoro non corrisponde ad un diritto in stretto rapporto con la
prestazione reale7 la stessa partecipazione al lavoro &li viene concessa co"e un
"dono", in ca"bio o in pre"io della sua buona condotta e docilit5
Per il "alato che viva in una 1o"unit5 Derapeutica, il lavoro, inteso in (uesto senso,
non dovrebbe aver si&nificato e lo dichiaro anche se nella nostra esso # tuttora
presente 9<Ospedale non # un<industria ed il lavoro ; se # riconosciuto un ele"ento
necessario per il "alato, co"e lo # ritenuto in o&ni or&anizzazione ospedaliera
tradizionale ; deve per6 avere un fine soltanto terapeutico e solo in funzione di
(uesta finalit5 deve essere svolto 9a funzione si&nificativa di (ueste attivit5
lavorative non pu6, dun(ue, li"itarsi a (uella di un passate"po, "a deve a&ire,
soprattutto, co"e sti"olo ai rapporti interpersonali fra "alati e rivelarsi co"e
l<occasione di discussioni capaci di ali"entare nel "alato le capacit5 di opporsi, per
prendere coscienza di s, dei propri e de&li altrui li"iti)M,
1i6 richiede, ovvia"ente, una collaborazione strettissi"a con un personale
preparato al suo co"pito Per (uesto la 1o"unit5 Derapeutica # un<or&anizzazione
che tende ad essere orizzontale, in confronto all<or&anizzazione verticale de&li
Ospedali Psichiatrici tradizionali Perch o&ni co"ponente la 1o"unit5 #
indispensabile all<anda"ento della co"unit5 stessa e deve poter, sua volta, contare
sulla sicura collaborazione di tutti
Pri"o passo ; causa e nello stesso te"po effetto del passa&&io dalla ideolo&ia
custodialistica a (uella pi$ propria"ente terapeutica ; risulta (uindi il "uta"ento
dei rapporti interpersonali fra coloro che a&iscono nel ca"po Cuta"ento che, con il
variare o il costituirsi di "otivazioni valide, tende a for"are nuovi ruoli che non
presentano pi$ alcuna analo&ia con (uelli della precedente situazione tradizionale
!< (uesto terreno ancora infor"e, dove o&ni persona&&io va alla ricerca del suo
ruolo, che costituisce la base da cui prende l<avvio la nuova vita terapeutica
istituzionale
Nella situazione co"unitaria il "edico, (uotidiana"ente controllato e contestato da
un paziente che non si pu6 allontanare n i&norare, perch costante"ente presente
a testi"oniare i suoi biso&ni, non pu6 arroccarsi in uno spazio che potre""o
definire asettico, dove poter i&norare la proble"atica che la "alattia stessa &li
ripropone N pu6 risolversi in un dono &eneroso di s che, attraverso il suo
inevitabile trascendersi nel ruolo di apostolo "unito di una "issione, stabilirebbe un
altro tipo di distanza e di differenziazione non "eno &rave e distruttivo del
precedente 9a sua unica posizione possibile risulterebbe un nuovo ruolo, costruito
e distrutto dal biso&no che il "alato ha di fantas"atizzarlo )di renderlo cio# forte e
protettivo, e di ne&arlo )per sentirsi forte a sua volta,: ruolo in cui la preparazione
tecnica &li consenta ; oltre il rapporto stretta"ente "edico con il paziente che resta
inalterato ; di se&uire e co"prendere le dina"iche che ven&ono a deter"inarsi, cos'
da poter rappresentare in (uesta relazione il polo dialettico che controlla e contesta
co"e viene controllato e contestato 9<a"bi&uit5 del suo ruolo sussiste, co"un(ue
fintantoch la societ5 non chiarir5 il suo "andato, nel senso che il "edico ha un
ruolo preciso che la societ5 stessa &li fissa7 controllare un<or&anizzazione
ospedaliera nella (uale il "alato "entale sia tutelato e curato 0i # visto, tuttavia,
co"e il concetto di tutela )nel senso delle "isure di sicurezza necessarie per
prevenire e contenere la pericolosit5 del "alato, sia in netto contrasto con il
concetto di cura che dovrebbe invece tendere al suo espandersi spontaneo e
personale: e co"e l<uno ne&hi l<altro 4n che "odo il "edico pu6 conciliare (ueste
due esi&enze, in s contraddittorie, finch la societ5 non chiarir5 verso (uale dei
due poli )la custodia o la cura, vuole orientare l<assistenza psichiatrica3
9a posizione dell<infer"iere #, in un certo senso, "eno a"bi&ua Nella situazione
co"unitaria e&li si trova di fronte a delle "otivazioni al suo lavoro che "utano il
loro si&nificato pi$ intrinseco7 esse infatti passano dal puro custodialis"o )(uindi da
un rapporto con o&&etti la cui unica "otivazione risiede nel co"penso econo"ico,,
ad una finalit5 terapeutica cui o&ni atto e o&ni &esto verrebbe ad unifor"arsi 4n un
Ospedale che si va facendo co"unitaria, # la situazione stessa a richiedere
all<infer"iere una capacit5 di rapporto terapeutico cui spesso non # preparato 4l
proble"a sor&e, infatti, (uando non sia possibile i""ettere nell<or&anizzazione che
va "utando, nuovi ele"enti tecnica"ente responsabili, "a si debba contare solo
sulla &raduale presa di coscienza da parte dell<infer"iere del "utare delle
"otivazioni al suo lavoro e, (uindi, sull<accettazione o il rifiuto dell<i"pe&no
terapeutico che un tale tipo di "otivazione necessaria"ente i"plica %uesta # la
"crisi" del suo ruolo e la "a&&ior difficolt5 in cui si i"batte la 1o"unit5 Derapeutica7
essa si trova, infatti, necessaria"ente basata sull<opera essenziale de&li infer"ieri il
cui ruolo viene co"pleta"ente capovolto dalle nuove strutture che si fondano sulla
loro partecipazione totale D<altra parte, la &raduale presa di coscienza da parte
de&li infer"ieri del "utare delle loro "otivazioni al lavoro, diventa essa stessa fonte
di terapeuticit5 all2interno dell2or&anizzazione, poich l2opposizione, la contestazione
non sono che ele"enti positivi di chiarificazione, di controllo reciproco, che ci
salvano dal pericolo di cadere in un2ideolo&ia
%uello di cui si # finora parlato solo "ar&inal"ente resta, co"un(ue, ancora il ruolo
del "alato e ci6 perch nella struttura tradizionale e&li # presente co"e un o&&etto
accessorio 4l suo ruolo, cio#, nei confronti del "edico # essenzial"ente passivo, in
un rapporto di assoluta dipendenza da chi rappresenta il ruolo tecnico co"petente
Paradossal"ente il "edico risulta in stretto rapporto con la "alattia del "alato, in
una sorta di relazione in cui il "alato recita un ruolo, appunto accessorio
4nfatti, se per ruolo si intende il co"plesso di funzioni attraverso le (uali l<individuo
&iustifica la usa presenza nel "ondo, il "alato "entale ; e in particolare il
ricoverato di un istituto tradizionale ; ne parrebbe co"pleta"ente privo essendo
stato, fin dall<inizio, escluso dalla vita sociale ed essendosi &radual"ente ridotto ;
per poter "e&lio aderire alle re&ole dell<istituto e, (uindi sopravvivere ; ad affidarsi
nelle "ani di chi dovrebbe curarsi di lui, co"e chi non ha alcun potere sulla propria
vita, n alcun ruolo nel "ondo Nello spazio, psicolo&ica"ente oltre che
"aterial"ente ridotto che l<istituto &li consente, il "alato riesce a sopravvivere alla
sua "ancanza di individualit5 soltanto attraverso un processo di fantas"atizzazione
del "edico che la &iustifichi "a che, proprio per (uesto, lo continua a "antenere
le&ato al suo ruolo di passivit5
!< solo passando nella prospettiva co"unitaria che il "alato si trova ad a&ire,
conte"poranea"ente, co"e causa e co"e effetto della crisi &enerale dei ruoli
all<interno dell<istituzione7 cio# la partecipazione attiva alla vita terapeutica
istituzionale da parte del "alato, attraverso lo "sfrutta"ento" della forte
co"ponente terapeutica che da lui si spri&iona, ha "esso in crisi i ruoli dello staff
Ca lo ha anche fatto uscire dal ruolo tradizional"ente passivo che &li era abituale,
i""ettendolo in una sfera in cui le sue co"petenze non sono ancora del tutto
chiarificate
0i potrebbe inco"inciare a dire ; dall<esperienza che andia"o facendo ; che il ruolo
del "alato, all<interno di una istituzione tendenzial"ente co"unitaria, sta "utando
(ualitativa"ente 1i6 si&nifica che il "alato non viene ac(uistando pi$ libert5, pi$
autono"ia, pi$ responsabilit5 co"e una so""a di possibilit5 (uantitative che &li si
aprono Ca che sta i"parando a tradurre (ueste possibilit5 in un "odo personale di
approccio, appunto (ualitativa"ente pi$ evoluto e pi$ "aturo, con il &ruppo in cui
vive 0i # assistito, infatti, nel caso del lun&ode&enti istituzionalizzati, ad una
&raduale con(uista o assi"ilazione personale dei vari stadi di liberalizzazione che ;
all<inizio dell<apertura dell<ospedale ; non potevano essere vissuti che co"e
estranei 9a libert5 donata resta, evidente"ente, di propriet5 di chi la dona e si
presenta co"e una cate&oria di cui si conosce l<uso, senza poter appropriarsene, se
non attraverso un atto di con(uista Nel caso del lun&ode&ente istituzionalizzato #
proprio la con(uista del proprio ruolo nella co"unit5 cui appartiene che &li rende la
libert5, troppo facil"ente ottenuta il "o"ento dell<apertura dell<Ospedale
4l proble"a del "alato "entale che si pone ora in contatto con una situazione
terapeutica istituzionale #, natural"ente, del tutto diverso !&li si presenta, infatti,
con un ruolo ben preciso verso la "alattia di cui soffre, ruolo che consiste nel suo
i"pe&no a vincere l<ansia attraverso la produttivit5 psicotica In tale ruolo attivo
)bench si tratti di attivit5 psicotica, di"inuisce o cessa all<in&resso nell<istituto
dove, abitual"ente, o il livello di iperprotezione )le&&i "isure di sicurezza pi$
idonee a &arantire l<assoluta i"possibilit5 di a&ire del ricoverato,: o il rapporto
individuale con il "edico sul piano paternalistico, fuori della realt5: o la "ancanza
di protezioni evidenti del cli"a co"unitario, provocano un ulteriore stato di
re&ressione, i""ediata"ente successivo all<in&resso
Ora, di (uesto livello re&ressivo l<istituto tradizionale su base custodialistica si serve
per le&are "a&&ior"ente a s e alle sue re&ole il nuovo affiliato, il (uale sar5 ;
appunto dalla coercizione della vita asilare ; confer"ato nel suo senti"ento di
esclusione e sollecitato nelle sue difese psicotiche 9<istituto tradizionale su base
paternalistica riuscir5 ; attraverso il rapporto individuale con il "edico "buono" ; a
colpevolizzare "a&&ior"ente il "alato, cos' da non consentir&li altre possibilit5 di
vita che le sue fantasie psicotiche, esaltate appunto dal cli"a di falsa tolleranza che
lo circonda
1he cosa accade, invece, al "o"ento dello stadio re&ressivo iniziale di un "alato,
entrato in una situazione co"unitaria3 4""esso in uno spazio dove la fi&ura del
"edico non si presenta n# protettiva, n# inco"bente o coercitiva, il "alato si trova
solo in "ezzo ad altri "alati 9o stato di re&ressione si annuncia subito7
nell<ospedale non ci sono coercizioni, n# "ortificazioni, "a non c<# neppure la fi&ura
paterna cui abbandonarsi per di"enticarsi e distru&&ersi 4l "alato si trova solo
davanti alla possibilit5 di costruirsi un ruolo o di rifiutarlo ed avverte che ;
nonostante e&li tenda a costruirsi il fantas"a del "edico che tutto acco&lie ed
assorbe in s ; ci6 che conta # la presenza de&li altri attorno a lui: presenza reale,
vera, concreta *ttraverso una tale presenza avverte s' di essere un escluso, "a un
escluso in "ezzo ad altri esclusi con cui pu6 unirsi e costruire (uello che al "alato
tradizionale non sarebbe "ai stato possibile7 l<unione in &ruppo per opporsi
!< (ui che entrano in &ioco i ruoli del "edico e dell<infer"iere che devono essere
pronti ad accettare e sti"olare il &ruppo che viene costituendosi co"e alta"ente
terapeutico, anche se )e soprattutto se, "ette in discussione la loro autorit5, la loro
co"petenza tecnica, la loro sicurezza u"ana
4n (uesto senso il dividere, da parte del "edico, il rischio della libert5 del "alato
poteva essere il pri"o passo per porsi sullo stesso piano, restando tuttavia una atto
volontaristico in cui era se"pre il "edico a decidere se accettare o rifiutare un tale
rischio, "antenendosi e&li alla distanza del si&nore che si fa volontaria"ente
de"ocratico Ca ora, di fronte a dei "alati che prendono &radual"ente coscienza
del proprio ruolo e della propria forza co"e un &ruppo che ha la possibilit5 di
controllo reciproco, di interazione e (uindi di azione terapeutica, il "edico # "esso
in discussione e lo sar5, su un piano se"pre pi$ reale e "eno fantas"atico, "an
"ano che il ruolo del "alato si avvier5, attraverso i senso di appartenenza alla
co"unit5, ad uscire dalla serializzazione istituzionale, verso la costituzione di un
&ruppo in cui possa definire ed affer"are la le&itti"it5 della sua esistenza

>estano ancora alcune precisazioni di carattere pratico
92or&anizzazione ospedaliera cui "i riferisco co"prende LL@ "alati, suddivisi in .
reparti di cui 6 co"pleta"ente aperti Due 8 uno "aschile ed uno fe""inile per un
totale di circa 17@ persone 8 sono ancora chiusi ed accol&ono "alati or&anici,
de"enti, schizofrenici &rave"ente deteriorati, frenastenici, per i (uali si sta
elaborando un pro&etto di &raduale apertura nei prossi"i "esi %uesti due reparti
ancora chiusi se&nano, co"un(ue, il li"ite della nostra esperienza i cui risultati
attuali ci autorizzano per6 a procedere nella direzione or"ai tracciata Proble"i
pratici, (uali il personale insufficiente, reparti troppo affollati che dovrebbero poter
essere sfoltiti, ci hanno i"pedito finora l2attuazione dell2apertura co"pleta di tutto
l2Ospedale
%uesta presenza del vecchio ""anico"io" all2interno della nostra struttura
ospedaliera #, dun(ue, la di"ostrazione del punto cui sia"o &iunti 9a nostra
co"unit5 # (ualche cosa che sta "uovendosi, evolvendosi di &iorno in &iorno e che
# ben difficile poter descrivere7 # una situazione che non si pu6 definire "a solo
attuare e verificare: dove si tende a vivere il positivo ed il ne&ativo co"e le facce
diverse di un proble"a che ha biso&no di venir dialettizzato per essere co"preso
1i6 che, co"un(ue, ci pre"e precisare sono i li"iti ra&&iunti, poich rifiutia"o di
presentare una situazione "istificata che 8 proprio in (uanto tale 8 non avrebbe la
"ini"a utilit5 sociale
>esta ancora da chiarire il &rado di rischio cui una co"unit5, cos' i"postata, pu6
andare incontro Dalla nostra esperienza di (uesti L anni di lavoro )di cui
racco&liere"o altrove i dati statistici, credo si possa concludere che &li
inconvenienti sono stati di "olto inferiori all2aspettativa, e direi inversa"ente
proporzionali ai risultati &enerali 1i6 si&nifica che i rischi ci sono, "a che non
superano (uelli di un2or&anizzazione psichiatrica tradizionale, costruita
apposita"ente per eluderli Del resto o&ni tipo di approccio terapeutico ne accetta e
finora pare che solo lo psichiatra non li abbia ancora affrontati diretta"ente, poich
i rischi verrebbero a ricadere su di lui e sulla societ5 di cui # l2espressione
Gli inconvenienti cui si pu6 andare incontro possono essere di natura diversa, cos'
co"e le contraddizioni della realt5 si "anifestano con tante facce Ca essi si
rivelano se"pre stretta"ente le&ati al &rado di coesione all2interno
dell2or&anizzazione: a&li stati di tensione non risolti: ai "o"enti in cui la co"unit5
non &arantisce un livello protettivo sufficiente7 "otivi (uesti che "ettono in
discussione l2azione del "edico e dell2infer"iere pi$ che la i"prevedibilit5 del
"alato e della sua "alattia
%uesta la conclusione &lobale della nostra esperienza che 8 iniziata con scarsissi"o
personale "edico e con personale infer"ieristico i"preparato al nuovo ruolo 8 #
andata svol&endosi abbracciando di necessit5 tutto il positivo ed il ne&ativo che
veniva ad affiorare in una realt5 dove la dialettica era stata pro&ra""atica"ente
ne&ata Per aiutare il "alato a &uardare in faccia le contraddizioni del reale da cui #
fu&&ito, non pu6 essere di alcuna utilit5 creare un "ondo artificiale nel (uale tali
contraddizioni non esistano Ca (ualora si riesca a farlo avvicinare a (uesto "ondo
contraddittorio, abituandolo a dialettizzarne le forze, (uesto sar5 il pri"o passo
verso la possibilit5, da parte sua, di accettarle o do"inarle
Duttavia o&ni discorso sulla "alattia "entale rischia di restare astratto se non si
cerchi di risolverlo attiva"ente, anche attraverso tentativi ed errori Per (uesto
concludo con le parole dello stesso +onnaf#, cui "i sono riferito all2inizio7 "%uesta
lotta contro il ""ito" da cui si sviluppa la folliaJ non sar5 vinta da speculazioni
teoriche "a da realizzazioni concreteJ 0olo una nuova i"postazione pratica ci
"ostrer5 l2orienta"ento verso cui pu6 andare la trasfor"azione dell2assistenza
psichiatrica, della condizione del "alato "entale nella societ5 e (uali for"e
prender5" 1i6 che co"un(ue i"porta, e (ui concordo appieno con +onnaf#, # che
nel caso del "alato "entale "non si tratta pi$ di un proble"a tecnico, "a di una
posizione che o&nuno deve prendere7 (uella della co"plicit5 o (uella della verit5 e
dell2azione"
RI%HI
0e c2# (ualcuno che intende chiedere spie&azioni, illustrazioni, chiari"enti # pre&ato
di farlo
Prof$ +ARCELLO &RBA-I 5 Pri!ario (ell6Os.e(ale Psic/iarico (i Colorno$
4o volevo soltanto chiedere de&li schiari"enti al Prof +asa&lia, non sulla base di
esperienze personali perch non ne abbia"o in (uesto specifico ca"po, "a
riferendo"i alla letteratura sull2ar&o"ento e in particolare a&li articoli di 1larP che
penso sia un autore "olto noto al nostro colle&a
Ci se"bra che lei abbia scelto decisa"ente fra i due tipi di 1o"unit5 terapeutica
previsti7 la 1o"unit5 Derapeutica di cui si le&&e nel rapporto del 19LH de&li esperti
al 1o"itato dell2Or&anizzazione "ondiale della sanit5 che # una 1o"unit5
Derapeutica 8 dice 1larP 8 "olto pi$ facile: e (uella invece di CaAEell /ones le cui
caratteristiche 9ei ha &i5 brillante"ente esposto 1o"e 9ei sa 1larP insiste
sull2i"portanza di (uelle riunioni (uotidiane in cui ciascuno discute i proble"i di
tutti: per6 1larP fa una precisazione sulla (uale appunto verte la "ia do"anda
1larP dun(ue affer"a, che il presupposto "filosofico" secondo la espressione
an&losassone di una 1o"unit5 Derapeutica # (uello delle teorie psicodina"iche per
il (uale, a&&iun&e, tutti i proble"i individuali, possono essere risolti, affrontati e
discussi nella co"unit5 Ora io volevo chieder9e7 9ei condivide (uesta i"postazione,
(uesto assunto non in &enerale, "a in particolare per (uanto ri&uarda &li
schizofrenici3 ! non tanto &li schizofrenici nuovi arrivati, "a vecchi schizofrenici che
costituiscono il peso "a&&iore per il nostro ed i""a&ino anche per il suo ospedale:
(uelli che abbia"o ereditato e che sono ricoverati da M@;H@;-@ anni3 %uesta
do"anda "i interessa special"ente perch 1larP dopo aver esposto le sue
esperienze conclude dicendo che natural"ente si tratta ancora di una esperienza
che deve svol&ersi 4n proposito, "i pare, ; in (uesto forse non sono esatta"ente
infor"ato ;, "a co"un(ue "i pare che le pri"e esperienze sia di CaAEell /ones sia
de&li altri in&lesi si riferissero alle neurosi industriali oppure a (uelle unit5 che erano
costituite di eA pri&ionieri di &uerra disadattati Dornando a 1larP lui pensa che
(uesto tipo di or&anizzazione co"unitaria, o co"unit5 terapeutica, potrebbe essere
particolar"ente utile per le turbe del carattere, "entre invece # "olto "eno utile
per i depressi
%uindi la "ia do"anda in sintesi # (uesta7 la co"unit5 terapeutica che voi avete
speri"entato, co"e si realizza con (uesta "assa di pazienti, &i5 passivi (uando
sia"o arrivati noi a curarli, &i5 passivi pri"a dei neurople&ici3 Noi sia"o fer"i
ancora, nel nostro ospedale alla 1o"unit5 Derapeutica di pri"o tipo )il "alato al
(uale si deve prestare fiducia, il "alato che si deve i"pe&nare nel lavoro ecc, cio#
sia"o ancora alla concezione paternalistica o co"e direbbe 9ai pira"idale
dell2or&anizzazione
BASA%LIA
4l Prof Irbani ha ricordato, rifacendosi alla letteratura, due tipi di 1o"unit5
Derapeutica7 (uella di 1larP e (uella di CaAEell /ones e "i chiede (uale dei due
orienta"enti si se&ua a Gorizia
Noi se&uia"o, &rosso "odo, i presupposti della 1o"unit5 Derapeutica di CaAEell
/ones Korrei per6 far presente che esiste un altro &rosso filone della psichiatria
ospedaliera 8 la psichiatria francese che risponde al no"e di "psicoterapia
istituzionale" 8 dove si assiste ad un tipo di azione nel ca"po, analo&o a (uello
an&losassone 92ospedale # aperto sia in Francia che in 4n&hilterra )ne&li ospedali
d2avan&uardia,7 i pri"i su un2i"postazione pretta"ente analitica, i secondi pi$
propria"ente sociolo&ica
4l &ruppo di Gorizia intenderebbe inserire un tipo di co"unit5 che, pur tenendo
conto di un orienta"ento psicodina"ico, si basi anche sull2ele"ento sociolo&ico
>ifiutia"o cio# sia l2Ospedale Psichiatrico istituzionalizzante che (uello su base
paternalistica, tendendo essenzial"ente a creare una situazione nella (uale il
"alato sia sti"olato a prendere posizione di fronte alla realt5, e (uindi di fronte al
"edico e all2or&anizzazione ospedaliera che ne #, ai suoi occhi, l2espressione pi$
i""ediata 92opposizione del "alato al "edico, all2or&anizzazione, all2autorit5
ospedaliera non # che il pri"o passo verso il rafforza"ento del suo io indebolito che
&li consenta di affrontare la realt5 e le sue contraddizioni
%uesti, &rosso "odo, i presupposti su cui si basa la nostra co"unit5, che tende a
"uoversi su un piano sociolo&ico e psicodina"ico insie"e 0fortunata"ente, per6,
nella nostra (uipe "anca l2apporto di uno psicanalista di cui si sente vera"ente la
"ancanza, per il controllo delle dina"iche dei &ruppi intera&enti fra loro
RI%HI
1hi altri ha (ualche cosa da chiedere
BASA%LIA
Non so se il "io discorso sia stato troppo oscuro e "e ne scuso Oo forse
presentato pochi dati pratici e "i sono pi$ a lun&o soffer"ato sui presupposti teorici
su cui il nostro lavoro si fonda, ritenendo 8 e non so se in (uesto ho sba&liato 8 che
fosse necessario chiarire pri"a il si&nificato delle azioni che si stanno co"piendo
Del resto, presentare d2un tratto una situazione in cui &li interlocutori 8 e "i
riferisco soprattutto a&li infer"ieri (ui presenti 8 non possono riconoscersi, non
riconoscendo i ter"ini del lavoro cui sono abituati, non pu6 che provocare uno stato
d2ansia pi$ che &iustificato
1ercher6 (uindi di affrontare l2ar&o"ento da un punto di vista pi$ concreto Gli
infer"ieri presenti sanno (uello che # il lavoro in un Ospedale Psichiatrico 0i
i""a&ini dun(ue un Ospedale con . reparti, di cui 6 aperti e M chiusi
1o"e si svol&e la sorve&lianza nei reparti aperti3 ! co"e # possibile ottenerla se il
personale addetto non # au"entato in se&uito all2apertura del reparto3 *ttraverso la
lenta azione di responsabilizzazione di tutti i co"ponenti la co"unit57 i "alati
hanno cio# una vita protetta da loro stessi, da&li infer"ieri, dai "edici e non pi$
dalle strutture ospedaliere che &arantiscono un li"ite di sicurezza
92infer"iere viene dun(ue coinvolto in un2azione terapeutica che non ha pi$ nulla
della vecchia azione custodialistica !d # in (uesto suo nuovo ruolo che si trova in
crisi, poich vive costante"ente con il "alato in un rapporto che non sa co"e
i"postare 4n una situazione tendenzial"ente co"unitaria l2infer"iere non pu6 pi$
ritenersi un custode, perch il paziente deve essere responsabilizzato: deve avere
con lui un rapporto terapeutico, "a in effetti non # un terapeuta: non si pu6
pretendere che sia a"ico del "alato perch, in realt5, co"pie un lavoro ed un
rapporto di a"icizia non potrebbe che essere casuale e co"un(ue fonte di nuovi
stati di tensione Q (uindi co"prensibile co"e chi entri in crisi per pri"o in una
nuova or&anizzazione psichiatrica, sia proprio l2infer"iere che non riesce a trovare
una "ansione precisa, dal "o"ento che &li viene richiesto che sia essenzial"ente
terapeutica
0i tratta dun(ue di un ruolo difficile a definirsi perch richiede 8 pi$ che un2azione
specifica che si possa apprendere 8 una partecipazione personale e la co"prensione
di ci6 che # il "alato "entale7 un uo"o che deve essere aiutato ad affrontare la
realt5 in tutte le sue contraddizioni
%uello che risulta "utato nella nuova situazione dell2infer"iere sono dun(ue le
"otivazioni al suo "estiere %uali "otivazioni aveva un te"po3 9avorare in un
Ospedale Psichiatrico rappresentava una certa sicurezza per il futuro: ci si &arantiva
uno stipendio fisso e la pensione %ualche volta si parlava anche di ""issione" nei
confronti del "alato, "a la "otivazione restava soprattutto il fatto che si trattava, e
si tratta tuttora, di un "estiere sicuro
Ora, nel "o"ento in cui l2Ospedale "uta faccia, "uta lo&ica"ente anche la
"otivazione dell2infer"iere poich l2i"pe&no che &li viene richiesto 8 e senza il
(uale l2or&anizzazione ospedaliera non pu6 re&&ersi 8 # un i"pe&no totale a tutti i
livelli che co"prendono pulizia, sorve&lianza e terapia 4l ruolo del "edico #, in un
certo senso, pi$ facile perch pi$ definito7 "a un2or&anizzazione psichiatrica che
tende a re&&ersi co"unitaria"ente non pu6 per"ettersi di avere al suo interno
ele"enti che si pon&ano con il "alato in un rapporto autoritario o paternalistico,
(uando # (uesto tipo di rapporto che si prefi&&e di distru&&ere *ltri"enti la nuova
struttura risulterebbe &i5 "inata all2interno
92Ospedale di 1olorno dalla fine della &uerra ad o&&i ha dovuto esser ricostruito e
"i&liorato nelle sue vecchie strutture 4n una parola, ha dovuto ancora affrontare
biso&ni indero&abili, "a ele"entari che non sono per6 valsi a "etterlo al passo dei
te"pi, a ca"biarne il volto)M,
Kedia"o con piacere che final"ente ci si co"incia a "uovere attiva"ente in una
direzione &iusta, che affronta proble"i pi$ elevati, essenziali per (ualificarne
l2attivit5 4n una direzione, co"e tanto opportuna"ente ha fatto notare il
Presidente, che tende ad inserire appieno l2istituto nel contesto di una pi$ civile
convivenza secondo il nuovo corso della politica sanitaria del Paese, (uale vedia"o
"aturare solo in (uesti ulti"issi"i anni, anche se si tratta di far fronte ad esi&enze
rilevate e "anifeste da parecchi decenni
Perci6 ho ascoltato ora con "olto interesse il Prof Irbani, l2unico interlocutore
sinora di (uesta interessante serata, e "i co"piaccio anche con lui per il contributo
dialettico recato alla discussione, oltre che per la sincerit5 delle sue parole
Ca, per la verit5, ho avvertito un brivido (uando ho sentito un accenno, peraltro
cauto e poi notevol"ente di"ensionato, alla possibilit5 di valutare le idee ed i fatti
cos' appassionata"ente esposti dal >elatore co"e una speri"entazione tuttora in
atto Perch "i direte3 Perch or"ai abbia"o esperienza del si&nificato e
dell2effetto di (ueste parole che in pratica risultano pi$ pericolose e preclusive di un
&iudizio ne&ativo
%uando nelle nostre cose ci "ettia"o cora&&iosa"ente in ca""ino su di una nuova
strada, il "a&&ior pericolo, per noi e per &li altri, # che (uesto nuovo ca""ino
ven&a indicato co"e speri"entale, co"e se"plice"ente speri"entale, e non co"e
una via di evoluzione e di pro&resso
4stintiva"ente "i vennero allora in "ente per associazione di idee, e ve lo dico
proprio per sti"olare anche da parte dei "eno infor"ati una partecipazione pi$
attiva a (uesta nostra serata, "i vennero allora in "ente, dicevo, le troppe dotte
dissertazioni che abbia"o ascoltato, ed il Prof Ketere "i # buon testi"one, (uando
si discusse se era &iunto il "o"ento di fare 8 sia chiaro che sto parlando di
tutt2altra cosa, "a # un ese"pio istruttivo 8 la vaccinazione antipolio"ielitica con i
vaccini viventi e attenuati di 0abin
*bbia"o sentito allora e"inenti personalit5 che affer"avano, convinti, che tale
tratta"ento i""unitario, &i5 in atto in (uasi tutto il "ondo, era ancora
"speri"entale", "eritava ancora una pi$ lun&a speri"entazione
! cos' noi abbia"o co"inciato la vaccinazione con il 0abin soltanto in (uel nuovo
corso della politica sanitaria del Paese cui accennavo pri"a, cio# soltanto nella
pri"avera del 196-, (uando invece si sarebbe potuta iniziare al"eno M;H anni
pri"a con sufficienti &aranzie e si sarebbero rispar"iate parecchie "i&liaia di casi di
polio"ielite paralitica 4l che si&nifica che si sarebbero evitate sofferenze u"ane,
fa"iliari e sociali, sacrifici di denaro pubblico e privato, a parte l2inco""ensurabile
onere "orale e "ateriale di (uella schiera di "inorati che sono stati colpiti dalla
"alattia proprio ne&li anni in cui la vaccinazione si poteva pur fare, evitando dolori
e dispendi
Nel nostro caso conoscia"o bene, con i pochi vanta&&i, i pi$ fre(uenti pericoli e
danni dell2assistenza psichiatrica attuale per "olti so&&etti, anche (uando viene
ero&ata nel "i&liore dei "odi7 il pro&ressivo isola"ento dalla realt5 a"bientale, il
ri&ido condiziona"ento alle persone ed alle cose, l2inevitabile involuzione
intellettuale ed affettiva, ed infine il tra&uardo dell2istituzionalizzazione, con tutte le
conse&uenze che ne derivano 1ontro tutto ci6 lotta volenterosa"ente la "1o"unit5
terapeutica" di Gorizia, il che # lodevole senza riserva alcuna
Possia"o renderci anche conto delle difficolt5, delle co"prensibili reazioni che si
acco"pa&nano all2apprendere nuovi "odi di tratta"ento, specie se (uesti
attivizzano e responsabilizzano personale e funzioni, incrinando una situazione di
relativa sicurezza or"ai consolidata nel te"po Ca non possia"o, per (uesto,
rasse&narci passiva"ente a continuare o&&i ci6 che si faceva cin(uant2anni fa
!cco perch "i sono rassicurato continuando ad ascoltare il Prof Irbani, il (uale
evidente"ente, ponendo alcuni interro&ativi, non nasconde nei suoi (uesiti la
si"patia, l2apprezza"ento, la sua speranza per &li sforzi che o&&i ven&ono co"piuti
dal Prof +asa&lia per riportare il "alato di "ente alla "a&&iore utilit5 fisica,
"entale e sociale di cui # capace, attraverso un lavoro di &ruppo del (uale lo stesso
"alato # partecipe, anzi prota&onista
4l panora"a &enerale dell2assistenza psichiatrica italiana resta ancora purtroppo,
tranne lodevoli eccezioni, (uello della tradizione, ed o&&i con le "utate esi&enze e
con le conoscenze che si sono ac(uisite # una situazione che non soddisfa nessuno
dal lato u"ano e "edico;sociale ! ci6 rappresenta un "otivo di &rande ra""arico
se si tien conto de&li in&entissi"i oneri finanziari, e poco re"unerativi,
dell2esistente rete ospedaliera e dalle &randi risorse di intelletto e di passione
personale e professionale della "a&&ioranza de&li psichiatri italiani, ai (uali spesso
non "ancano 8 co"e non "ancano a Par"a 8 la co"prensione de&li a""inistratori
della cosa pubblica e le necessarie collaborazioni
1oncludo7 da (uesto palco sono stati diretti ad un uditorio nu"eroso ed attento
alcuni "essa&&i 0ono stati ricevuti3 Korrei (uindi incora&&iare, non dico tutti i
presenti perch sarebbe troppo, "a al"eno una parte di essi a porre delle do"ande
senza "alinteso pudore Nessuno di noi certo si "eravi&lierebbe se (ualcuno non
avesse piena"ente co"preso un deter"inato ar&o"ento, se dissentisse da
(ualcosa che si # detto o se ponesse una proble"atica "a&ari personale
Ci rivol&o special"ente alle infer"iere ed a&li infer"ieri presenti per dir (uesto7
effettiva"ente (uesto nuovo "odo di vedere le cose pone in crisi il ruolo
tradizionale de&li infer"ieri;custodi 4l nostro >elatore ha anzi precisato che da
o&&i, pri"a di andare a fare l2infer"iere, biso&ner5 pensarci parecchie volte, perch
non sar5 facile co"2# stato sinora, pratica"ente passando dall2inerzia all2attivit5
Ca io non penso che una siffatta crisi sar5 "ale accetta, al"eno riferendo"i a
(uello che ho visto in parecchi istituti Posso affer"are infatti per co&nizione diretta
d2aver (uasi se"pre constatato nel personale infer"ieristico pi$ intelli&ente ed
u"ano la sofferenza di dover fare (uasi i carcerieri, di dover restare passiva"ente a
&uardare il corso de&li eventi, senza riuscire a trovare od a collaborare per una via
di uscita *ffer"o perci6 che se crisi c2#, # crisi evolutiva e (uindi favorevole7
(uando nel proprio lavoro si individua una finalit5 precisa, si pu6 trovare la
soddisfazione dei risultati conse&uibili: ed in tal senso penso che debba esser "olto
pi$ appa&ato il lavoratore partecipe di obbiettivi elevati, di (uanto non sia facendo
nulla o facendo il cosiddetto servizio di attesa, vivacizzata soltanto da eventi
dra""atici o, co"e tante volte accade, tra&ici
Q un ar&o"ento che si potrebbe dibattere, e "i rendo anche conto che (uando si
ascoltano delle cose, co"e le abbia"o ascoltate dal Prof +asa&lia, dette cos' bene,
ciascuno si sente in difficolt5 nel prendere la parola, specie se non # abituato Ca
biso&na pur vincerla (uesta sensazione 0ar5 utile per tutti sca"biarci le nostre
idee e le nostre esperienze
Non esiste infatti particolare che possa essere sottovalutato (uando si affrontano
proble"i co"e (uesto, che presenta aspetti "olteplici 8 scientifici, or&anizzativi,
co"porta"entali 8 o&nuno dei (uali "eriterebbe ade&uato approfondi"ento Ca se
un proble"a # difficile, perci6 appunto "erita di essere studiato e risolto alla luce
delle nostre conoscenze !d al ri&uardo dobbia"o ricordarci, secondo
l2inse&na"ento e le parole di un &rande rivoluzionario della "edicina, il Pasteur, che
non esistono scienze applicate, "a che esiste la 0cienza e le sue possibili
applicazioni
BASA%LIA
Korrei rispondere all2intervento del prof 0i&&ia sul ruolo de&li infer"ieri
Non ho detto che l2infer"iere di un ospedale tradizionale sia contento della sua
situazione, "a finch l2Ospedale # (uello che #, la sua "ansione resta precisa e
l2infer"iere sa (uello che ci si aspetta da lui Non ne&o la frustrazione che pu6
vivere nel dover se&uire il "alato passiva"ente (uando potrebbe se&uirlo in
"aniera attiva: per6 a (uesta situazione # abituato, co"2# abituato a conoscere i
li"iti del suo ruolo Perci6 dico che l2infer"iere, in nuovo tipo di or&anizzazione
ospedaliera, entra in crisi e spero sia chiaro che non intendo "ettere in colpa
l2infer"iere di ospedale tradizionale rispetto all2infer"iere di (uella che pu6 essere
la nuova or&anizzazione psichiatrica Q la situazione che &li i"pone un dato
co"porta"ento, cos' co"2# la nuova situazione che ne i"porr5 uno diverso
*ttual"ente una delle preoccupazioni dell2infer"iere potrebbe essere (uella dei
pericoli che pu6 correre in una or&anizzazione del &enere, una volta che sia uscito
dall2ideolo&ia custodialistica7 cio# la preoccupazione delle responsabilit5 che la le&&e
&li accolla %uesto # un proble"a che ha 8 in fondo 8 trattenuto finora lo stesso
psichiatra dall2a&ire nel suo ca"po e non si pu6 certo incolpare l2infer"iere di
essersi "antenuto in una posizione passiva Potre""o per6 affer"are che # in
arrivo una nuova le&&e che sancir5 e codificher5 (ueste nuove i"postazioni "a che
l2i"portante # 8 in (uesto "o"ento 8 prepararsi ad essa 0e si autorizzer5
l2apertura de&li Ospedali non si potr5 aprirne le porte da un &iorno all2altro 0ar5
necessario che si sia for"ato all2interno dell2Ospedale un tessuto protettivo di
natura diversa ed # un tale tessuto che # possibile inco"inciare a costruire, fin
d2ora
0i va, natural"ente, incontro a dei rischi, "a sono rischi che 8 nel nostro ruolo di
sanitari 8 dobbia"o correre, co"e li corre ad ese"pio il chirur&o !d # &iusto che si
debba in (ualche "odo rispondere delle nostre azioni alla societ5 che,
rappresentata dalla Procura della >epubblica, a&isce co"e un controllo del nostro
lavoro dove, altri"enti, non avre""o li"iti, n responsabilit5 Per (uesto la
posizione dello psichiatra risulta a"bi&ua, con una faccia rivolta verso l2esterno ed
una verso l2interno perch, per (uanto si possa liberalizzare l2ospedale, c2# se"pre
una le&&e da rispettare e cui rendere conto del nostro operato
%uesto # il nostro rischio, rischio che sia"o perfetta"ente coscienti di correre,
riconoscendolo co"e parte del nostro lavoro
Sig$ BR&-O POPOLI 5 Infer!iere (ell6Os.e(ale Psic/iarico (i Colorno
4l discorso che 9ei ha fatto io credo che il corpo infer"ieristico, sia fe""inile che
"aschile, lo abbia capito ed in un certo senso apprezzato, per6 9ei deve convenire
che # co"pleta"ente nuovo per noi
Non vo&lio ripetere la parola esperi"ento, "a 9ei si render5 conto che non # facile
porre delle do"ande Noi 8 parlo a no"e di tutti, forse (ualcuno non sar5
d2accordo, "a nella "a&&ioranza penso di si 8 sia"o disposti a dare tutto il nostro
appo&&io a (uesto che pu6 essere un otti"o sforzo per risolvere (uesto &rosso
proble"a che tutti sentia"o
9ei non ce ne deve volere se io ven&o in un certo senso a scusare un po2 tutti, io
co"preso: non ce ne deve volere per due "otivi7 un po2 perch non ci sentia"o
all2altezza di co"petere con delle teste della sua levatura e un po2 perch appunto il
proble"a per noi # vera"ente, co"pleta"ente nuovo
0i&nori, non so se ho interpretato la vostra idea: in o&ni "odo credo di non esserne
"olto lontano
BASA%LIA
Non so davvero co"e rin&raziare per le espressioni cos' u"ane che sono state
indirizzate al nostro &ruppo Noi stia"o solo cercando di trovare, nel vivo, un "odo
di affrontare il proble"a della psichiatria istituzionale ed # "olto i"barazzante
trovarsi in una situazione dove se"bra sia"o &li innovatori della psichiatria
%uesto # proprio il nostro pericolo7 di essere cio# soli su (uesta strada, dove
potrebbe essere facile trovare consensi che, anzich aiutarci ad allar&are il ca"po in
cui si a&isce coinvol&endo tutti (uanti si interessano a (uesto tipo di proble"i, ci
porterebbe ad isolarci se"pre pi$, rendendo sterile ed inutile la nostra azione
RI%HI
Dopo le parole conclusive del nostro infer"iere vorrei provare io che, per essere un
inco"petente nel ca"po psichiatrico, sar6 scusato se dir6 delle inesattezze Korrei
portare un parallelo a spie&azione di (uanto # stato detto a proposito del ruolo
dell2infer"iere in una or&anizzazione psichiatrica di nuovo tipo co"e (uella
proposta In parallelo che natural"ente va accettato con le dovute cautele e
sottintendendo evidente"ente le &randi differenze che possono esistere fra i due
ele"enti del parallelo Ci riferisco ad un ca"po professionale "io ed in particolare
all2esperienza che viene co"piuta dalle "aestre d2asilo
0cel&o (uesto settore perch il ba"bino al di sotto di una certa et5, ancora non ha
sviluppato in s il "eccanis"o delle inibizioni, in altri ter"ini non # in &rado di
controllare il proprio te"pera"ento fonda"entale e (uindi # so&&etto a di"ostrare
in "odo apertissi"o le caratteristiche della sua natura 4n (uesto a"biente la
Caestra d2asilo viene effettiva"ente ad inte&rarsi nel &ruppo dei ba"bini, "a viene
ad inte&rarsi in un "odo tuttaffatto particolare
Q in parte una di loro pur senza essere a"ica di nessuno7 # una specie di
ancora&&io per il ba"bino, ancora&&io di carattere e"otivo che # indispensabile alla
vita associativa del piccolo &ruppo di (uesti &iovanissi"i 0i fa partecipe delle loro
e"ozioni, si interessa dei loro proble"i, capisce uno ad uno e si ade&ua ai vari
te"pera"enti che ha davanti: acco&lie e sollecita l2uno, repri"e l2altro, scherza,
sorride, si fa seria Q una "eccanica "olto co"plessa per la (uale occorre
certa"ente una buona dotazione professionale 4o non so se attraverso (uesta
spie&azione si possa arrivare, al"eno in parte, a confi&urare (uale debba essere il
ruolo dell2infer"iere in una co"unit5 di &ruppo (uale (uella illustrata
4o non ho letto evidente"ente n 1larP n &li altri psichiatri che sono stati (ui
no"inati: di (uesto "i ra""arico perch sarebbe bene poter le&&ere di tutto7
(uindi non ho co"petenza al ri&uardo 1hiedo solo al Prof +asa&lia se (uesto
parallelo per (uanto i"perfetto che io ho portato, possa in un certo senso arrivare a
chiarire, al"eno in parte, (uello che pu6 essere il ruolo di un infer"iere in
un2or&anizzazione psichiatrica (uale (uella confi&urata (ui (uesta sera
BASA%LIA
92intervento del dott >i&hi "i se"bra abbia colto l2aspetto pi$ i"portante della
(uestione, ri"ettendo in discussione per poterlo "e&lio definire, il ruolo
dell2infer"iere nella 1o"unit5 Derapeutica
Korrei sottolineare che, in (uella che potr5 essere la nuova or&anizzazione
psichiatrica, la "otivazione al lavoro ca"bia perch ca"bia l2a""alato: "uta cio#
la fi&ura di colui cui l2infer"iere # preposto 0e, infatti, in una or&anizzazione
tradizionale si affida all2infer"iere un "alato in (uanto pericoloso a s, a&li altri e di
pubblico scandalo, # su (uesta pericolosit5 che l2infer"iere i"posta la sua azione la
(uale non potr5 svol&ersi che ad un livello custodialistico, dato che (uanto &li viene
richiesto # di prote&&ere il "alato da se stesso e, nel conte"po, tutelare &li altri dai
suoi eccessi
0olo nel "o"ento in cui il "alato 8 al di l5 della sua presunta pericolosit5, ; viene
considerato co"e un uo"o da curare, alla stessa stre&ua di (ualsiasi altro "alato 8
nasce l2esi&enza che l2infer"iere, co"e tutti i co"ponenti l2or&anizzazione
ospedaliera, "uti atte&&ia"ento nei suoi confronti, riconoscendo al "alato di
"ente, ricoverato nei nostri istituti, un ruolo attivo che non ha "ai potuto coprire7
(uello di essere partecipe della propria e dell2altrui &uari&ione, attraverso il controllo
e la contestazione reciproca che sono la base della vita co"unitaria
RI%HI
Oa chiesto di intervenire un 1onsi&liere della Provincia di >e&&io !"ilia, abbia"o
addirittura una "anifestazione interprovinciale
+7 BR&-O BER-A88OLI 5 Consigliere alla Pro)incia (i Reggio E!ilia
*vrei anch2io da rivol&ere una do"anda 0ono stato attratto a 1olorno per sentire
(uesta conferenza, "a devo dire la verit57 ho letto la notizia sul &iornale e non "i
se"brava che il te"a si li"itasse unica"ente al proble"a dell2interno, cio#
all2Ospedale soltanto, senza alcun riferi"ento ai "o"enti preventivi e ai "o"enti
postospedalieri 1o"un(ue, "i inserisco e preciso che noi abbia"o una esperienza
di tipo tutto diverso: (uando si pensi che si ha un 4stituto con oltre MM@@ posti letto,
si dovr5 convenire che la rifor"a diventa (uanto "ai difficile
4o, le&&endo l2art -M del nuovo, al"eno (uello che dovrebbe essere il nuovo
dise&no di le&&e che il Cinistro della 0anit5 dovr5 presentare al 1onsi&lio dei
Cinistri, non vedo la dizione infer"iere "O&ni Ospedale Psichiatrico deve avere un
direttore psichiatrico ecc %uando la divisione supera &li .@ posti letto il nu"ero
de&li assistenti non deve essere inferiore a due 92Ospedale inoltre deve avere il
personale per l2assistenza sanitaria specialistica e sociale" Ora, "i pare che (uesto
articolo preveda proprio un ospedale di tipo nuovo e (uindi il discorso si a&&ancia
benissi"o con (uanto diceva il Presidente della Provincia, con le risposte stesse che
ha dato il Professore, cio# pratica"ente # un a""alato nuovo che venia"o ad
avere: "a ci vuole anche un2assistenza nuova Q un proble"a anche (uello della
preparazione del personale che entra ne&li Ospedali
Non so co"e si faccia (ui a 1olorno, se ci siano iniziative di a&&iorna"ento: (uello
che a "e interessa soprattutto # nell2esperienza che !lla ha vissuto e che vive, se ci
siano corsi di a&&iorna"ento oppure se si richieda per l2assunzione del personale
infer"ieristico una particolare preparazione (uale la scuola che in (uesto senso #
ancora sprovvista tanto che anche per (uanto ri&uarda l2inse&na"ento nelle scuole
ele"entari si propone addirittura il biennio universitario %uindi anche per &li
infer"ieri non so (uale tipo di istruzione occorra per arrivare a (uei rapporti
co"unitari, a (uei rapporti nuovi che il nuovo ospedale confi&ura
Sig$na %&A88I LI-#A $ Infer!iera (ell6Os.e(ale Psic/iarico (i Colorno
Professor +asa&lia, in (uesti L anni nel 0uo Ospedale sono au"entate le di"issioni3
BASA%LIA
>ispondo pri"a alla do"anda del consi&liere su (uanto ri&uarda la preparazione del
personale * parte i corsi di (ualificazione che ven&ono svolti all2interno
dell2Ospedale, (uello su cui si basa l2opera di coinvol&i"ento &enerale, sono le
riunioni con &li infer"ieri di o&ni reparto O&ni "edico or&anizza riunioni setti"anali
con &li infer"ieri del proprio reparto, oltre alla riunione plenaria &iornaliera e a
(uelle (uasi &iornaliere fra de&enti ed infer"ieri di o&ni reparto 9o scopo di (ueste
riunioni # di coinvol&ere allo stesso livello "alati, infer"ieri e "edici che 8 in (uesto
continuo dialetizzare le dina"iche interne ; si trovano a partecipare di una
situazione nella (uale o&nuno ha una parte attiva ed essenziale Nella 1o"unit5
Derapeutica si tenderebbe dun(ue ad inventare o&ni &iorno una situazione nuova
)pri"a ancora che la precedente si cristallizzi, in "odo che il "alato non possa
abbandonarsi all2apatia, al disinteresse, al rifiuto di s e dei rapporti con &li altri, "a
sia anzi sti"olato a prendere, in (ualche "odo, parte ad una vita co"unitaria dove
n l2infer"iere, n il "edico possano ada&iarsi supina"ente su re&ole or"ai
codificate %uesto, natural"ente, # ci6 cui si tende, riconoscendo che nell2abitudine,
nel lavoro routinario che non richiede alcuna partecipazione personale, sta il
pericolo di una nuova istituzionalizzazione della vita ospedaliera
Per (uanto ri&uarda le di"issioni, cin(ue anni fa c2erano a Gorizia 6M7 ricoverati
O&&i oscillano fra i L-@;LL@ Gli in&ressi corrispondono pi$ o "eno alle uscite: "a
non credo che (uesta sia una prero&ativa della situazione co"unitaria, dato che 8
con l2i""issione dei far"aci 8 la situazione si rivela, credo, analo&a in tutti &li
Ospedali
Duttavia il nu"ero delle di"issioni non # l2aspetto principale del proble"a7
l2i"portante # il nuovo cli"a che si crea nell2Ospedale, cli"a il (uale deter"ina il
"odo in cui i "alati vivono l2esperienza del ricovero che, a sua volta, influisce sul
"odo in cui i di"essi riaffrontano la realt5 esterna
9a scoperta dei far"aci ha facilitato la creazione di un cli"a terapeutico nelle
istituzioni ospedaliere 92approccio del "edico con l2a""alato risulta "olto pi$
veloce e d5 la possibilit5 di una risoluzione della fase acuta Per (uanto ri&uarda
l2aspetto biolo&ico della "alattia, la situazione si presenta u&uale dovun(ue 9a
1o"unit5 Derapeutica non ra&&iun&e, in (uesto senso, risultati particolari, "a
risulta invece deter"inante il cli"a che crea, cli"a che facilita il riaprirsi del "alato
alla socialit5 da cui era stato o si era escluso
92infer"iera Guazzi rin&razia
Prof$ CARLO *ETERE 5 Funzionario (el +inisero (ella Sani,
Korrei innanzitutto rispondere all2intervento del consi&liere della Provincia di >e&&io
!"ilia
4l consi&liere sa che si tratta di uno sche"a di le&&e che lascia voluta"ente da
parte la siste"azione &iuridica sul piano nazionale, de"andando il tratta"ento
econo"ico e tutti &li altri particolari alla successiva re&ola"entazione
4l personale infer"ieristico viene citato in (uesto sche"a di le&&e (uando si parla
dei centri di i&iene "entale, allora si detta&lia, all2art L7 psichiatra, psicolo&o,
assistenti sociali, assistenti sanitarie, personale infer"ieristico e ausiliario 4l
consi&liere sa benissi"o (ual # la situazione attuale, e (ual # anche la situazione
del personale infer"ieristico in &enere in 4talia
Korrei ora accennare ad una difficolt5 che si # incontrata anche in (uesta riunione7
una difficolt5 se"antica, cio# difficolt5 di lin&ua&&io Ora &uardate, io non sono
psichiatra e ce l2ho un po2 con &li psichiatri perch penso che certe volte usino delle
parole di &er&o creando una specie di barriera 4n effetti non vi # alcuna intenzione
di stabilire una inco"prensione perch le parole hanno un loro si&nificato e (uando
lo psichiatra parla di "cosiddetta filosofia" ha dietro di s tutto un discorso
i"portante, essenziale Pertanto # chiaro che (uando si lavora in un ca"po
psichiatrico e (uando si vuole instaurare un nuovo tipo di rapporto di lavoro, il
personale infer"ieristico deve essere in &rado di co"prendere un poco (uesta
ter"inolo&ia e ricevere, (uindi, una istruzione ade&uata
%uando si discute di 1o"unit5 Derapeutica, non si considera soltanto il ca"po
dell2Ospedale Psichiatrico per "alati "a il concetto pu6 estendersi a tutti &li
ospedali, e pratica"ente, a tutti i centri di vita associata
In pri"o ese"pio, # (uello de&li ospedali per cronici 4n alcuni ospedali psichiatrici
in&lesi per cronici, ad ese"pio, nei (uali natural"ente fino a 1L;M@ anni fa la pri"a
sensazione che si aveva entrando era (uella del puzzo, dello sfacelo co"pleto,
instaurando un nuovo tipo di rapporti basato pratica"ente sul dare anche ai vecchi
pi$ deficienti, allettati da te"po, un ruolo preciso, una certa responsabilit5, si #
riusciti a far s' che &li a""alati co"inciassero &radata"ente ad autocontrollarsi, ad
avere una certa sensazione di essere (ualcuno, di non essere se"plice"ente una
persona lasciata nel letto %uesto cosa co"porta3 1o"porta natural"ente
"a&&iore lavoro, e soprattutto un "a&&iore colle&a"ento, una "i&liore
or&anizzazione del te"po Non # affatto difficile Ina pri"a cosa che vi posso dire #
(uesta7 io dubito che il 1olle&a della Prefettura possa essere d2accordo nell2inviarvi
in "assa a Gorizia: per6 io co"e Cinistero, co"e rappresentante del Cinistero della
0anit5 posso assicurarKi che nei nostri pro&ra""i di divul&azione sar5 senz2altro
effettuato un docu"entario, sar5 studiata la ripresa di fil"ine su (uanto si fa presso
l2Ospedale Psichiatrico di Gorizia, in "odo che non soltanto voi "a anche i colle&hi
di tutti &li ospedali psichiatrici italiani, possiate visualizzare, vedere pratica"ente
con de&li ese"pi cosa si pu6 fare, co"e si pu6 or&anizzare (uesta fa"osa
1o"unit5 Derapeutica che a voi adesso appare cos', co"e (ualche cosa di bello che
si fa, cui biso&na battere le "ani, "a che per noi # "olto difficile a realizzarsi
%uesto volevo dire da un punto di vista &enerale Per tornare poi al proble"a del
personale infer"ieristico # chiaro, che il personale infer"ieristico, sia con la nuova
le&&e ospedaliera, che con l2ade&ua"ento alle nor"e del Cercato 1o"une dovr5
essere un personale infer"ieristico professionale e (uindi un personale che dovr5
aver fatto . anni di scuola d2obbli&o, co"e se"pre, pi$ tre anni al"eno, perch
probabil"ente sar5 portata a tre anni la durata delle scuole per infer"ieri
professionali %uasi certa"ente nella nuova siste"azione delle scuole
infer"ieristiche sar5 "e&lio definita la specializzazione psichiatrica: #
assoluta"ente indispensabile avere delle assistenti sanitarie psichiatriche Q direi
essenziale avere delle assistenti sociali con una preparazione psichiatrica Di
assistenti sociali in 4talia ce ne sono abbastanza ne abbia"o dalle . alle 1@ "ila Di
assistenti sociali psichiatriche per6 ce ne sono dalle 1.@ alle M@@ ne&li ospedali
psichiatrici, pi$ o "eno ben preparate 0e sono ben preparate, possono costituire
nei ri&uardi del personale infer"ieristico, un punto essenziale di sviluppo
Q chiaro che l2*""inistrazione sanitaria non si propone di &ettar via o di "ettere da
parte, in attesa che vada in pensione, (uella "assa di infer"ieri che si # fatta le
ossa e che ha il titolo di infer"iere professionale perch non ha le pri"e tre classi di
scuola "edia
0i propone invece la loro preparazione attraverso un siste"a nuovo, pi$ attivo, di
addestra"ento: si propone (uello che si dice un addestra"ento in servizio, non
fatto attraverso i soliti corsi di a&&iorna"ento pi$ o "eno accade"ici, "a realizzato
con corsi pratici, fatti con "ateriale audiovisivo standard, con la proposizione e la
discussione concreta di casi 12# un reparto cos', vedia"o (uesto reparto co"e #
or&anizzato, (uali sono i difetti in (uesto reparto, applichia"o noi stessi la terapia
di &ruppo, cio# co"incia"o a discutere in &ruppo noi stessi, co"prendia"o noi
stessi (uella che si dice la dina"ica di &ruppo 9avoro di &ruppo vuol si&nificare il
supera"ento dell2individualis"o, e dell2accade"is"o Dalla discussione di tutti
ven&ono fuori certe volte tante idee, i"portantissi"e ed essenziali7 la persona che
vuole fare (ualche cosa pu6 recare un su&&eri"ento i""ediato e concreto non
soltanto una valutazione psicolo&ica
4n (uesto senso, noi i&ienisti vedia"o pi$ il proble"a concreto, i""ediato, il
su&&eri"ento che deriva dalla discussione e che potrebbe dar luo&o a
provvedi"enti, a trasfor"azioni, a realizzazioni
9a realizzazione di (uello che ha detto il vostro Cedico Provinciale, richiede una
politica sanitaria che solo da (ualche anno in 4talia si fa vera"ente ! la si fa non
per speri"entare (ualcosa di nuovo, perch or"ai (ueste sono cose scritte e
riscritte, la si fa con una volont5 precisa perch final"ente alcuni proble"i che fino
a non "olti anni fa erano presenti solo ad una ristretta cerchia di persone 8 e "i
viene in "ente, al ri&uardo, (uando 17;1. anni fa il Prof 0i&&ia si trovava in 0icilia
e &i5 si batteva con la 9e&a 0iciliana di 4&iene Centale 8 sono or"ai di fronte
all2opinione pubblica
Politica sanitaria cosa vuol dire3 Kuol dire non li"itarsi a fare dei discorsi, "a
cercare di lavorare (uotidiana"ente, di influire, e di pro"uovere incessante"ente
nuove iniziative
92*""inistrazione non viene pi$ considerata co"e (ualcosa che deve cercare di
"ettere le toppe a sinistra e a destra e distribuire un po2 di contributi passiva"ente
da scopo pi$ o "eno assistenziale 92*""inistrazione viene or"ai considerata co"e
(ualche cosa che, senza "ania centralizzatrice, ha la possibilit5 di coordinare, di
pro"uovere di portare &li ese"pi co"e (uello di Gorizia a conoscenza di tutti &li
altri !nti locali, di dare dei su&&eri"enti concreti e pratici 92*""inistrazione #
(uell2or&ano, (uell2entit5 che con una certa continuit5 cerca di orientare tutto
l2insie"e del vario &rovi&lio di istituzioni esistenti nel nostro Paese verso un fine
ulti"o, (uello della tutela della salute pubblica
! "olto breve"ente io vorrei a (uesto punto accennare a (uelli che sono i
presupposti della le&&e di rifor"a ospedaliera 1erta"ente non # una le&&e
rivoluzionaria, badate bene, vi sono delle le&&i recenti di altri Paesi che forse sono
ancor pi$ i"pe&native Duttavia per (uanto ri&uarda la lotta che c2# stata nel nostro
Paese dall2i""ediato dopo&uerra, certa"ente # (ualche cosa di i"portante
4nnanzitutto perch pone in pri"o piano la profilassi delle "alattie "entali rispetto
alla terapia: inoltre perch prevede final"ente il ricovero volontario: terzo, infine,
perch abolisce l2iscrizione nel casellario &iudiziario * (uesto punto # sorta una
&rossa pole"ica tuttora in corso ed # bene che l2opinione pubblica ne sia infor"ata
Presu"ibil"ente la proposta verr5 presentata in due versioni7
(uella che abolisce del tutto anche l2ana&rafe sanitaria, cio# non solo
l2iscrizione dei "alati di "ente presso il casellario &iudiziario "a anche
l2iscrizione presso una particolare ana&rafe da tenersi da parte dell2autorit5
sanitaria )(uesto poich a se&uito delle critiche dei "edici psichiatrici #
se"brato &iusto abolire anche (uesta seconda soluzione che # poi in
definitiva solo una "ezza "isura,:
una diversa versione favorevole invece a ristabilire l2ana&rafe psichiatrica
%uesta (uestione sar5 pertanto o&&etto di contesa, sar5 o&&etto di discussione
0ar5 facile l2obiezione di fondo che parte dai titoli dei &iornali "Calato di "ente #
scappato, ha a""azzato, ha fatto una stra&e" per insistere sull2opportunit5 di un
controllo con re&istrazione
Nessuno pu6 biasi"are anche la persona colta la (uale ancora considera il "alato di
"ente co"e (ualcosa da isolarsi: infatti nessuno &li ha "ai detto in contrario, avr5
"a&ari potuto le&&ere (ualche libro di psicolo&ia, "a pratica"ente non avr5 potuto
ac(uisire attraverso i "ezzi di for"azione di "assa un diverso orienta"ento 1o"e
nessuno, pri"a, &li aveva detto che biso&nava vaccinarsi contro la polio"elite, e
(uindi il cittadino non poteva essere incolpato (uando non portava i propri fi&li ai
1entri di vaccinazione, che pure erano &i5 aperti pri"a della ca"pa&na di 0abin
9e le&&i, d2altra parte non sono "ai perfette devono essere pri"a ben considerate,
discusse e "a&ari riviste Danto per farvi un ese"pio, in 4n&hilterra si sta
ridiscutendo sull2opportunit5 o "eno di au"entare il nu"ero dei reparti aperti
ospedalieri psichiatrici in se&uito a deter"inati inconvenienti che si sono verificati
%uindi non esiste una le&&e per"anente, la situazione # in continua trasfor"azione
!siste una sola cosa che si pu6 e si deve delineare ed a cui tutti noi possia"o
collaborare7 la volont5 di fare (ualcosa, di fare (ualcosa bene, con coerenza e nel
(uadro di una politica &enerale
Sig$ +ARIO TO++ASI-I 5 Assessore all6O$P$P$ (i Colorno
Q &i5 trascorso oltre un anno dal "o"ento in cui il "inistro Cariotti presentava il
"libro bianco" sulle condizioni de&li Ospedali Psichiatrici in 4talia %uesto libro # non
solo un atto di ribellione alle incurie verso l2assistenza psichiatrica, "a # un
richia"o dra""atico allo 0tato e alla societ5 per risolvere (uesto &ravissi"o
proble"a
Noi co"unisti non ci sia"o li"itati a le&&ere il "libro bianco" e ad attendere dall2alto
la soluzione del proble"a Nella *""inistrazione Provinciale che &overnia"o
abbia"o dato un contributo (ualificato e deciso al fine di aprire un vasto dibattito
sia nel 1onsi&lio Provinciale che fra l2opinione pubblica e non soltanto per un atto di
"eritata si"patia verso il Cinistro, che con la sua denuncia ha riproposto al
Governo e al Paese la pia&a del "alato "entale, "a per essere presenti e
attraverso l2azione i"pri"ere una svolta decisiva in (uesto i"portante e delicato
settore
!d il dibattito c2# stato, serio ed appassionato, ed ha i"pe&nato tutto il 1onsi&lio
Provinciale con il consenso unani"e di tutte le forze politiche, cosicch l2opinione
pubblica, "ediante un discorso aperto e senza preconcetti, ha preso conoscenza di
co"e vera"ente i ricoverati vivono ne&li Ospedali Psichiatrici
0i # suscitata una &enerale attesa della rifor"a psichiatrica ! sicco"e da cosa
nasce cosa noi a""inistratori sia"o stati sollecitati ad intervenire con ur&enza
nell2a"bito del nostro 4stituto
*bbia"o recepito (uesta volont5 e con i"pe&no politico;a""inistrativo abbia"o
fatto del rinnova"ento dell2OP una scelta prioritaria nel nostro lavoro,
traducendola con atti concreti nel bilancio della *""inistrazione Provinciale che
re&istra "a&&iori i"pe&ni e spese a favore dell2assistenza psichiatrica 4"pe&ni che
devono valere anche per l2avvenire
Nel corso di due anni abbia"o pressoch raddoppiato i fondi per il settore onde
avere soprattutto pi$ "edici, un "a&&ior nu"ero di infer"ieri7 infatti 6 "edici pi$ il
direttore sono un collettivo sanitario insufficiente che disonora una *""inistrazione
Provinciale, perch priva "ille ricoverati dell2assistenza e delle cure necessarie con
conse&uente au"ento e prolun&a"ento delle loro sofferenze
Non # nel nostro costu"e e nelle nostre tradizioni di uo"ini che vo&liono soddisfare
o&ni &iusta esi&enza popolare, restare fer"i ad osservare e a studiare (ueste
situazioni di anor"alit5 tanto politica, (uanto sociale e u"ana
Par"a, co"e or"ai (uasi tutte le Provincie che hanno Ospedali psichiatrici, non pu6
pi$ tollerare di condurre il proprio i"pe&no verso &li a""alati di "ente ne&li
an&usti li"iti della custodia e per &iunta fer"andosi all2a""inistrazione di un
vetusto ospedale, (uale # (uello di 1olorno
0i tratta di un edificio che ricovera circa "ille a""alati "entre ne potrebbe
ospitare al "assi"o HL@ %ueste due cifre non hanno biso&no di co""enti, poich
o&nuno pu6 chiara"ente i""a&inare co"e potranno vivere ed essere curati in un
si"ile a"biente uo"ini e donne che pri"a ancora delle "edicine hanno biso&no di
aria, di pulizia e natural"ente di un a"biente tran(uillo e sereno che dia
l2i"pressione della nor"alit5 924stituto di 1olorno co"e si presenta o&&i depri"e
una persona non a""alataJ
Ko&lio ricordarvi che esiste un vecchi proverbio popolare che dice7 "voce di popolo,
voce di Dio" Orbene tutti coloro che hanno visto e visitato il nostro 4stituto
Psichiatrico ed altri, sentono un "oto di sde&no, di avversione e di ira
0entia"o tutti or"ai la necessit5 i"pellente di fare di pi$ e di "e&lio, di ca"biare
le strutture, e poich (uesto non # sufficiente, di ca"biare la "i"postazione" e la
"direzione" Q indispensabile "utare rotta Q (uesto un dovere avvertito dai "edici
e da&li infer"ieri e ancora pri"a dall2opinione pubblica e da&li stessi a""alati 9a
"distruzione" del &rande ospedale # uno dei pri"i i"portanti passi al fine di
ottenere una struttura ade&uata alle nuove terapie che ven&ono avanti %uesta # la
nostra scelta
!cco perch, "entre lavoria"o per ade&uare de&na"ente l2OP di 1olorno a di"ora
per HL@R-@@ a""alati, stia"o costruendo un "oderno "reparto" che ospiter5
a""alati non clinica"ente obbli&ati al ricovero nell2OP e tuttora purtroppo
ricoverati 4noltre stia"o lavorando per costruire a Par"a un piccolo ospedale "di
&iorno e di notte" con "oderni ed efficienti laboratori, capace di ospitare 1@@
a""alati di &iorno e L@ di notte 4n zona collinare della nostra Provincia, sar5
prossi"a"ente edificato un reparto "psico&eriatrico" destinato al ricovero di 1L@
vecchi attual"ente in parte ospiti di 1olorno ed in parte di 0ospirio
!d ancora, co"e diceva il Presidente, vi # la for"ale pro"essa dei "inistri
co"petenti di finanziare con appositi contributi la costruzione del nuovo Ospedale
Psichiatrico
Dopo la denuncia &iusta"ente fatta sulle tristi condizioni de&li a""alati "entali in
4talia, si i"pon&ono atti concreti per i (uali esiste una situazione obiettiva
favorevole, perch or"ai coloro che credono nel rinnova"ento costituiscono la
&rande "a&&ioranza "entre coloro che te"ono il nuovo e restano ancorati a
vecchie concezioni, anche se potenti, sono una "inoranza
! (uesti atti concreti vanno co"piuti con "a&&ior i"pe&no politico ed iniziativa nei
confronti delle autorit5 di tutela centrale e periferica Q intollerabile che nella
direttiva del "blocco della spesa pubblica", direttiva errata in &enerale, si
co"prendano addirittura i rispar"i nelle spese che le *""inistrazioni prevedono
per il funziona"ento de&li Ospedali Psichiatrici 1on i ta&li indiscri"inati dei bilanci,
attuati con inco"petenza ed insensibilit5 burocratica, si fa pa&are a&li a""alati la
precaria situazione finanziaria de&li !nti locali causata dalla "ancanza di una
rifor"a &enerale dello 0tato
Gli a""alati sono "al curati e (uando ci si "uove al fine di intervenire
ade&uata"ente l2*utorit5 Dutoria, invece di tutelare il diritto di (uesti sfortunati
cittadini a curarsi ed a &uarire, fa un ra&iona"ento econo"icistico, i"pu&na le
"forbici" e ta&lia
Non ci si chiede ne""eno (uanto costano alla societ5 cittadini che potrebbero
essere produttivi e sono invece, se abbandonati, a carico della collettivit5 per tutta
la vita
* volte purtroppo anche nel piano dei costi non si &uarda pi$ in l5 del proprio naso
* Par"a la 1o""issione di Ki&ilanza 0anitaria della (uale fa parte anche un
rappresentante della prefettura un anno fa, # venuta in visita ufficiale al nostro
Ospedale Psichiatrico per avere con un sopralluo&o un2i""a&ine diretta del
"edesi"o e valutarne cos' lo stato 9a visita "ise in evidenza le profonde e vaste
carenze da noi &i5 denunciate 9a 1o""issione ci inviava un docu"ento con il
(uale richia"ava l2attenzione dell2*""inistrazione sulla assoluta necessit5 di
assu"ere infer"ieri e "edici
Orbene la stessa prefettura (uando riprende le sue funzioni di rappresentante del
&overno tutore della finanza de&li !nti locali, i&nora co"pleta"ente il docu"ento e
annulla le assunzioni de&li infer"ieri ! dopo essersi di"enticata per dei "esi una
nostra deliberazione relativa all2assunzione di (uattro "edici, invece di approvarla,
la invia a >o"a, co"e se a >o"a, soltanto a >o"a e non a Par"a, si fosse in &rado
di conoscere se i "edici sono necessari all2Ospedale Psichiatrico di 1olorno
92*""inistrazione Provinciale non assu"e "edici per sperperare pubblico denaro,
"a per curare &li a""alati, e (uesta realt5 non ha biso&no della ratifica dei
Cinisteri
9a 1linica Cedica ha elaborato una tabella dietetica il cui rispetto i"pone una spesa
di vitto prevista nell2a""ontare di 9 1ML@@@@@@ "a l2*utorit5 Dutoria, per la
(uale evidente"ente sono "olto i"portanti i (uattrini, ha ta&liato 1L "ilioni,
"entre &i5 la pri"a esperienza di"ostra che i 1ML@@@@@@ sono una previsione per
difetto
1on i provvidenziali interventi dell2*utorit5 Dutoria, che obbedisce a ordini dall2alto,
sare"o (uindi costretti a "antenere un vitto insufficiente ai ricoverati
Noi a""inistratori abbia"o cos' i"parato che i funzionari di Prefettura sono
co"petenti a preparare tabelle dietetiche al posto delle 1liniche Cediche
Iniversitarie
0e&uendo le indicazioni dei sanitari, sono stati stanziati H@@@@@@@ per i "edicinali
Per la Prefettura 9 H@@@@@@@ di "edicine per &li a""alati sono un lusso, uno
sperpero da evitare e per non co"pro"ettere l2econo"ia della Provincia si ta&liano
9 7@@@@@@ e si riduce la spesa a 9 MH@@@@@@ *nche in fatto di "edicinali sono
(uindi pi$ co"petenti i funzionari di prefettura dei "edici
4noltre ven&ono "bocciate" n L borse di studio istituite per portare a lavorare
nell24stituto altrettanti &iovani "edici 1os' a 1olorno anche nel 267 dovre"o
continuare ad avere soltanto 6 "edici per 1@@@ ricoverati
Noi respin&ia"o (uesti in&iusti e non sufficiente"ente ponderati attacchi
all2econo"ia de&li !nti locali e dai "edesi"i ricavia"o pi$ forza per batterci per una
"oderna rifor"a psichiatrica
*bbia"o ritenuto fare (uesta conferenza e dalla nu"erosa partecipazione si denota
co"e # se&uito (uesto proble"a >ecente"ente abbia"o avuto il piacere di visitare
l2OP di Gorizia che, &razie alla capacit5, allo spirito di sacrificio e pri"a di tutto al
cora&&io del suo direttore il Prof +asa&lia e dei suoi collaboratori, rappresenta una
vera e propria rivoluzione di (uelle che sono se"pre state e sono tuttora le
i"postazioni che re&olano la vita de&li a""alati "entali de&li ospedali psichiatrici
* Gorizia, l2a""alato, &i5 dal suo in&resso in ospedale non viene spo&liato da tutte
le sue cose7 abiti, fede nuziale e o&ni altro o&&etto di sua propriet5 ed altri ricordi
che non sono soltanto ricordi, "a che rappresentano il le&a"e con la vita trascorsa
* Gorizia non ci sono pi$ &li a""alati le&ati al letto di contenzione per brevi o
lun&hi periodi: calvario (uesto che invece in altri posti pu6 durare per lun&hi anni
0e"bra incredibile "a # vero7 a Gorizia or"ai da anni non si le&a pi$ un solo
a""alato, "a anzi si sono co"pleta"ente aperti interi reparti, in un rapporto
u"ano, non di tolleranza o di co"pati"ento, "a di totale parit5 con tutta la
co"unit5 ospedaliera
4l dibattito appassionato che ha visto i"pe&nato tutto il 1onsi&lio provinciale, dalla
sinistra alla destra e che ha trovato il consenso unani"e di tutte le forze politiche,
ha dato senz2altro un contributo notevole alla presa di coscienza, da parte
dell2opinione pubblica, di (uale # vera"ente la situazione in un discorso aperto,
senza preconcetti *nche a 1olorno dobbia"o se&uire (uesto ese"pio
%uest2anno, per la pri"a volta nella storia dell2Ospedale Psichiatrico di 1olorno,
ripeto, per la pri"a volta, abbia"o avuto una forte di"inuzione nelle presenze di
ricoverati e ci6 deve essere considerato "otivo di soddisfazione 1redo siano L@
presenze in "eno %uesto # avvenuto senza dubbio per i "i&liora"enti, senz2altro
ancor troppo "odesti, apportati e per il "a&&ior i"pe&no a creare un rapporto
nuovo dei sanitari e de&li infer"ieri, i (uali, sono convinto, hanno fornito un
contributo per (ueste uscite, dalle (uali deriva uno sti"olo per condurre a ter"ine
con pi$ forte i"pe&no l2opera appena iniziata
4l Prof Ketere, rappresentante del Cinistero della 0anit5, &iusta"ente citava la
sta"pa e noi dobbia"o insistere e chiedere alla sta"pa di sostenere le scelte e le
responsabilit5 che i sanitari si assu"ono 9a sta"pa non deve avere sola"ente una
funzione critica, "a deve essere anche di appo&&io e di sti"olo affinch si vada
avanti7 a Par"a ed in 4talia
Giusta"ente il prof +asa&lia diceva7 "noi dobbia"o au&urarci (uesto appo&&io, non
sola"ente per noi, non tanto per +asa&lia o per (uella (uipe che # l5 a Gorizia, "a
per tutti, per tutti coloro che sono appassionati a (ueste cose, e ancor pi$ per
coloro che sono a""alati, noi non vo&lia"o ri"anere soli, non dobbia"o essere
soli"
4o penso che l2operato dell2*""inistrazione provinciale sia una prova concreta e
tan&ibile dell2appo&&io che noi intendia"o dare a (ueste iniziative Noi operia"o
con il "andato che ci d5 il popolo di Par"a e sia"o consapevoli che si tratta di un
"andato autorevole ad a&ire con decisione nella direzione &iusta Noi sia"o (uindi
(ui per appo&&iare tutte le proposte pi$ avanzate non solo sul terreno della
discussione "a anche su (uello della applicazione pratica: sia"o (ui per espri"ere
tutta la solidariet5 a coloro che vo&liono andare avanti e per assu"erci tutte le
nostre responsabilit5 politiche ed a""inistrative
Ci rendo conto che le responsabilit5 "a&&iori sono (uelle che si assu"ono i "edici,
per6 se a loro noi dicia"o in "odo chiaro e preciso (uale # la direzione delle nostre
scelte, penso che essi avranno pi$ cora&&io e si i"pe&neranno con ancor "a&&ior
convinzione nelle nuove idee che si vanno prospettando
0ia"o (ui a 1olorno dove abbia"o il nostro Ospedale, ebbene, inco"incia"o:
apria"olo subito (uesto discorso, e "antenia"olo aperto %uello di (uesta sera
dovrebbe essere l2inizio di uno sca"bio di idee pi$ vasto, pi$ aperto 1ontinuia"olo
(uesto discorso, apria"olo a tutto il nostro personale, faccia"o partecipe la
sta"pa, l2opinione pubblica, tutti i 1onsi&lieri provinciali e chiun(ue altro vo&lia
rendersi conto della realt5 del nostro Ospedale 4o sar6 ben contento che tutti
ven&ano a prendere visione diretta di che cosa # un Ospedale Psichiatrico 0ono
convinto che se (uesto discorso che o&&i apria"o a 1olorno avr5 do"ani un se&uito
appassionato, ed una attenzione responsabile da parte di tutti, le nostre aspettative
non potranno non essere coronate da successo
Noi partia"o con due punti fer"i che sono allo stesso te"po &i5 due risultati7
il pieno appo&&io della nostra *""inistrazione:
il fatto che ho citato pri"a, (uello cio# delle di"issioni che per la pri"a volta
nella storia dell2Ospedale si sono re&istrate (uest2anno
Non abbia"o (uindi che da andare avanti 4 sanitari e &li infer"ieri sappiano che
avranno tutto il nostro appo&&io
RI%HI
0e non c2# nessun interventoJ anche perch il Prof Ketere e il Prof +asa&lia
devono partire per le rispettive sedi di >o"a e di Gorizia senza pernottare a Par"a,
chiuderei (uesto pri"o incontro
4l "io rin&razia"ento a (uesti colle&hi che si sono sobbarcati centinaia di chilo"etri
di strada per venire (ui ! poich # difficile che avven&ano spesso incontri dicia"o
(uasi plenari tra l2a""inistrazione e i dipendenti col&o l2occasione per rin&raziare il
corpo sanitario, &li infer"ieri per l2opera che svol&ono nell2Ospedale Psichiatrico,
sappia"o benissi"o, in condizioni che non sono certo l2otti"o 0ia"o
perfetta"ente coscienti delle carenze che esistono all2Ospedale Psichiatrico e se
potessi"o risolverle entro do"ani, lo fare""o "olto volentieri
92*ssessore Do""asini vi ha esposto (ual # il pro&ra""a e la convinzione
dell2*""inistrazione Provinciale: # una convinzione che scaturisce dalla certezza
che anche in (uesto ca"po la buona volont5 de&li uo"ini conta "olto 0oprattutto
la coesione e l2unit5 di intenti fra l2*""inistrazione e coloro che sono preposti, dai
"edici a&li infer"ieri, alla conduzione dell2ospedale
0e (uesto nostro 1onve&no di stasera deve essere una apertura, io "i au&uro che
altre volte noi ci vedia"o al fine di poter "e&lio chiarire tutto ci6 che # alla base
dell2assistenza ospedaliera psichiatrica in Provincia di Par"a
S !stratti dal volu"e "1he cos2# la psichiatria3"
!dito a cura dell2*""inistrazione Provinciale di Par"a
1onferenza sul te"a =9a libert5 co"unitaria co"e alternativa alla re&ressione
istituzionale? e dibattito con interventi di7 Giuseppe >i&hi, Carcello Irbani,
0alvatore 0i&&ia, +runo Popoli, Cario Do""asini, +runo +ernazzoli, 1arlo Ketere