Sei sulla pagina 1di 2

GET

SMART
(
DRUG
)
cinema.fanpage.it / 01distribution.it
Edmond Dants / www.castellodiif.blogspot.it
48 | bit.ly/getsmartdrug
50 | bit.ly/getsmartdrug
Avevo alte aspettative su Smetto quando voglio e, intendiamoci, mi
piaciuto, ma esageruma nen. Per essere unopera prima, quella di Sydney
Sibilia funziona molto bene, e parte da unidea intelligente e azzeccata: un
gruppo di ricercatori universitari, costretti a fare lavori pi che ingrati, decide
di mettere in campo le proprie competenze scientifiche per fabbricare e
spacciare una nuova droga. Fotografato con colori che definire saturi un
eufemismo, questa sorta di versione lisergica de La banda degli onesti
racconta col giusto sarcasmo molto poco politically correct, lo squallore di
certi ambienti universitari nonch la nuova presenza degli stranieri nel nostro
Paese, barcamenandosi con agilit sul sottile confine tra caratterizzazione
e macchietta, provocazione e razzismo. E alcune sequenze fanno davvero
piegare in due dalle risate, come il colloquio di lavoro di Pietro Sermonti
dallo sfasciacarrozze o tutta la geniale scena della rapina. Il gruppo di attori
sembra sguazzare felice in questa operazione, da Leo a Fresi, da Calabresi
a De Rienzo, anche se i miei preferiti sono Valerio Aprea e Lorenzo Lavia che
litigano in latino e a cui spesso sono affidate le battute migliori. Fa eccezione
Valeria Solarino, che qui non mi ha convinto.