Sei sulla pagina 1di 1

Paralisi di Bell o del faciale

Per approfondire Gilden, NEJM 351, 1323; 2004


Rappresenta l80% delle paralisi facciali acute e coinvolge tutte le
branche del nervo faciale, negli USA ogni anno si verifcano 40.000
nuovi casi (Gantz, Current Therapy 2007). Rassicurare il paziente, in 3
settimane ne guarisce l85% senza terapia (Aminoff, Current Med. Diag.
Treat. 2005) (Gantz, Current Therapy 2007). Il 71% riacquista sponta-
neamente in poche settimane una normale funzione faciale e l84% una
funzione pressoch normale (Gilden, NEJM 357, 1653; 2007). Il 10%
avr sequele permanenti (Aminoff, Current Med. Diag. Treat 2005). Per
evidenziare i casi a prognosi peggiore (con il 50% di sequele) e quindi da
trattare sono utili dei test diagnostici, tipo lo studio dei potenziali evocati
entro le prime 2 settimane (Gantz, Current Therapy 2007). Fattori pro-
gnostici sfavorevoli: et, ipertensione, alterazione del gusto, iperacusia,
dolori iniziali intensi o in sedi diverse dellorecchio e paralisi completa.
Abitualmente non si trova una causa, pu essere associata al diabete,
ipertensione, malattia di Lyme, Herpes e Sarcoidosi. Si possono avere
miglioramenti entro 9 mesi.
Escludere paralisi sintomatiche da tumori, infezioni e traumi.
Proteggere locchio, specie durante la notte, con lacrime artifciali
Lacrisert e occhiali da sole.
Protocollo di Gantz
In caso di paresi, se siamo nei primi 14 gg si somministrano per 7 gg Cor-
tisonici a dosaggi pieni associati a Valaciclovir 500 mg/8h. Nel caso siano
passati oltre 14 gg ci si limita allosservazione e follow up per 6 mesi.
In caso di paralisi si valuta il grado di degenerazione, se < 90% si pratica
la terapia sopracitata, se > 90% consigliata la decompressione chirurgica
con risultati positivi nel 90% vs 40% a 6 mesi (Gantz, Current Therapy
2007). I pareri sono discordi sulla decompressione chirurgica da effettuare
entro 2 settimane (Gilden, NEJM 351, 1323; 2004). Linizio dei cortisonici
dopo 14 gg non ottiene effetti signifcativi (Chalk, Current Therapy 2004)
mentre un impiego precoce (entro 5 gg dallinsorgenza), specialmente
nei pazienti a rischio, pu accelerare e incrementare le guarigioni (Gantz,
Current Therapy 2007). Lassociazione ai cortisonici degli antivirali, tipo
Famciclovir, nellipotesi di unorigine herpetica, avrebbe una pi alta
percentuale di guarigioni (Formenti, Current Therapy 2004).
Esercizi per rinforzare il muscolo debole e ridurre quello iperattivo.
Terapia chirurgica se dopo 612 mesi non si ottenuta risposta, riservata
a casi selezionati e attuata da persone esperte. Talvolta pu risultare par-
zialmente effcace unanastomosi fra nervo ipoglosso e nervo faciale.
Estratto da Pocket Manual Terapia 2015 www.pocketmanualterapia.com
Seguici su www.facebook.com/PMTerapiabartoccioni o Twitter: Terapia Bartoccioni