Sei sulla pagina 1di 3

Si trovano spesso esercizi del tipo: guardate queste 6 figure

e costruite una storia , in cui a turno ogni studente dice una


frase per proseguire la storia/descrizione.

Servono ad esempio per praticare
- un fenomeno grammaticale (raccontare una serie di
azioni al passato prossimo)
- un gruppo lessicale (verbi di attivit quotidiane)

Questa tecnica che vi descrivo si pu usare per ampliare
questo tipo di esercizi , trasformarli in drilling e allo stesso
tempo stuzzicare lattenzione.

La classe dovr ripetere pi volte la storia, aggiungendo ogni
volta un dettaglio e valutando i propri progressi come in un
quiz.








Nel nostro esempio, lo stimolo iniziale una sequenza di 6 figure, presa dal libro in uso nel corso.

Guardando le figure, gli SS devono raccontare "Cosa ha fatto ieri Luigi ".
1. insieme, osservate le 6 figure dell esercizio, chiarite la successione e numeratele.
Di, con aria di sfida, che farete un gioco per verificare il livello di italiano della classe.

2. spiega che a turno gli ss dovranno di re una frase per figura, seguendo la successione (come
richiesto dallesercizio). Fate lesempio con un paio di figure.

3. lascia qualche minuto per guardare le figure e chiedere qualche parola sconosciuta

4. intanto, scrivi alla lavagna
questo schema (in questo
caso 6 colonne, per 6 figure):

1 2 3 4 5 6




1piano
Livello: da elementare in su

Tempo: minimo 30 minuti;
limite: il cielo! (e linteresse
degli studenti)

Obiettivi: raccontare una storia
aggiungendo dettagli,
praticare eventuale
grammatica specifica

TECNICA PER UNA STORIA A PIANI
moryama


5. cominciate il giro. Il primo studente dice una semplice frase relativa alla prima figura (es.
Luigi ha telefonato a Sara). Poi il turno passa allo studente successivo (es. Dopo Luigi ha
incontrato Sara). Per ogni frase detta, spuntate la casella corrispondente al numero della
figura .

6. se praticate un fenomeno grammaticale, assicuratevi di aggiustare gli errori importanti in
questa fase.

7. quando il giro finito e tutte
le caselle sono spuntate,
aggiorna la tabella creando il
secondo piano:


8. ora, spiega che gli ss dovranno cominciare il secondo giro. Il primo studente dovr ripetere
la prima frase, aggiungendo per uninformazione in pi (ad es. Luigi ha telefonato a Sara
alle 9.00) e cos via. Fate un paio di esempi.

9. cominciate il giro. Se lo studente ricorda la frase in modo esatto e aggiunge
uninformazione, spunta la casella . Se no, lo S fuori (tranquilli, succede molto
raramente).

10. finito questo 2 giro, gli ss
hanno capito come funziona.
Aggiungi quanti piani vuoi alla
lavagna:


11. continuate a ripetere la storia, con sempre pi dettagli. Pi in alto si arriva e pi sar la
soddisfazio

1 2 3 4 5 6






2piano
1piano
1 2 3 4 5 6
5piano
4piano
3piano
2piano
1piano
questa tecnica piace molto perch il progresso evidente, segnato sulla lavagna. In pi
competitiva, ma la classe gioca unita. Il gruppo aiuter chi non ricorda una frase, bisbigliando o
mimando: lasciateglielo fare

una buona idea dare un punto di riferi mento per il livello da raggiungere, ad esempio:
sapete, un gruppo di studenti del vostro stesso livello arrivato al 4 piano la settimana scorsa.
Giudicate voi cosa sar pi stimolante per la classe. Poi, appena compare la noia, finite il giro e
smettete con un bellapplauso.

se il numero di ss e il numero di figure sono pari o multipli, aggiungete la regola: chi dice una
frase deve poi indicare il successore puntando il dito, o in al tro modo (altrimenti, ad ogni S
capiter sempre la stessa figura).