Sei sulla pagina 1di 3

7

Impianti Elettrici 6
Fig. 1 - Quote di installazione delle apparecchiature, secondo la norma CEi 64-8 e la
guida CEI 64-50
d) Eliminazione delle barriere architettoniche
Ai fini delleliminazione delle barriere architettoniche, occorre ubicare
in posizione comoda per il portatore di handicap gli interruttori, i
campanelli, i pulsanti di comando, le prese di citofono, secondo quanto
indicato in figura 2.
8
Impianti Elettrici 6
Fig. 2
Tali apparecchiature devono essere facilmente individuabili anche in
condizioni di scarsa visibilit ed essere protette dal danneggiamento per
urto; nelle scale i dispositivi di comando devono essere visibili anche al
buio (luminosi) ed essere previsti ad ogni pianerottolo.
9
Impianti Elettrici 6
Tali norme speciali per leliminazione delle barriere architettoniche
devono essere applicate:
- negli spazi esterni, almeno lungo un percorso agevolmente fruibile
da parte di persone con ridotte o impedite capacit motorie o
sensoriali;
- nelle parti comuni del condominio ad esempio: scale, pianerottoli,
sale-riunioni, porticati, ecc...
- nel 5 % degli alloggi previsti negli interventi di edilizia residenziale
convenzionata, con un minimo di unit immobiliare per intervento.
Nei locali servizi, previsti per portatori di handicap, obbligatorio
installare un campanello di allarme in prossimit della vasca e della tazza
(wc).
Nelle civili abitazioni non obbligatorio linstallazione anche se utile.
e) Predisposizione delle tubazioni per telefono
La distribuzione interna dellappartamento che offre maggiore flessibilit
a stella.
Allingresso dellappartamento, nel punto scelto per il centro stella, deve
essere installato un armadietto dove ubicate lattestazione della rete di
telecomunicazione esterna (POTS, ISDN, ADSL), le terminazioni dei cavi
che collegano il centro stella alle prese e gli apparati passivi, ed
eventualmente attivi (hub, router, ecc.), che permettono la distribuzione
dei segnali.
Dal centro stella si dipartono le tubazioni in pvc pieghevoli o rigide, di
diametro 25 mm, verso le varie scatole portaprese modulari (tre moduli,
dimensioni: 90 mm x 60 mm x 50 mm).
Nei tratti a pavimento, la tubazione deve essere di tipo medio.
Il raggio di curvatura minimo di posa della tubazione non deve essere
inferiore a 60 mm.
suggerita linstallazione di almeno una scatola portaprese per stanza
(pi scatole nei locali di maggiori dimensioni, ad es. saloni).
CEI 306-2
art. 5.1.1
CEI 306-2
art. 5.1.2