Sei sulla pagina 1di 31

RIABILITAZIONE

SPALLA DOLOROSA
C.Fusco
IMPORTANZA DEI SINGOLI RUOLI
PREPARAZIONE CULTURALE SPECIFICA E
FONDAMENTALE E LA COMUNICAZIONE FRA:
-MEDICO DI BASE
-CHIRURGO ORTOPEDICO
-FISIATRA
PAZIENTE
ATTORE PROTAGONISTA
RIABILITAZIONE
Informato e consapevole del programma e degli obiettivi
ESERCIZI SEMPLIC I
AUSILI REPERIBILI
SPIEGAZIONI CHIARE
INTERROGAZIONE DEL PZ.
VERIFICA DURANTE I
CONTROLLI
ARTICOLAZIONE COMPLESSA
FORMATA DA 4 ARTICOLAZIONI
PREMESSA:
RIABILITAZIONE NON EMPIRICA
MA FINALIZZATA AL
RAGGIUNGIMENTO
DI OBIETTIVI PRECISI
PERSONALIZZATA
SPALLA:
ELEMENTI DA CONSIDERARE:
Patologia specifica
Tipo di trattamentoeseguito
(conservativo/chirurgico)
Morfotipo, Eta
Condizioni funzionali individuali
Complesso articolare della spalla
integrato nelle catene cinetiche.
PROGRAMMA RIABILITATIVO DEDICATO
Utili valutazioni biomeccaniche per :
-impostare,modulare il programma ed individuare ev. alterazioni
Posturali.
INSTABILITA
CRONICA E
POST-TRAUMATICA
SINDROME DA
CONFLITTO
ARTROSI
Recupero
ROM
Ritmo scapolo-omerale
Rinforzo muscoli
cuffia dei rotatori
e stabilizzatori della scapola
Riequilibrio neuromuscolare
e propriocetivo
Ripresa attivita sport-specifica
ARTICOLAZIONE GLENO-OMERALE
ELEMENTO FONDAMENTALE NELLE FASI
INIZIALI SIA POST-OPERATORIE CHE
ACUTE:
CONTROLLO DEL DOLORE
-CRIOTERAPIA :20X3/ DIE
-TERAPIA MEDICA
-UTILIZZO EMPIRICO DI TERAPIE FISICHE
RECUPERO ROME FUNZIONALITA ARTICOLARE
ESERCIZI DI MOBILIZZAZIONE SPALLA PASSIVI
FASE INIZIALE:
FASE INIZIALE:
ESERCIZI ATTIVI-ASSISTITI CON AUSILIO
DI UN BASTONE DA SUPINO
ESERCIZI ATTIVI-ASSISTITI
CON AUSILIO DI UN BASTONE DA SEDUTO
CON CARRUCOLA
FASE INIZIALE:
FASE INIZIALE:
ESERCIZI ATTIVI ASSISTITI IN
STAZIONE ERETTA
Supervisionare il pz durante
l esecuzione dell esercizio:
POSTURA CORRETTA
FASE INTERMEDIA:
ESERCIZI ATTIVI DI
MOBILIZZAZIONE SPALLA:
-Pendolo:5x4 /die
N.B: Educare il paziente
Indicare tempo e numero di ripetizioni preciso
FASE INTERMEDIA:
ESERCIZI ATTIVI DI
MOBILIZZAZIONE SPALLA:
-Scaletta anteriore :5x4/die
-Scaletta laterale: 5x4/die
FASE INTERMEDIA:
ESERCIZI ATTIVI DI
MOBILIZZAZIONE SPALLA:
-Pettinarsi :5x4/die
ESERCIZI DI MOBILIZZAZIONE
PASSIVI ED ATTIVI- ASSISTI
SCAPOLO-TORACICA
STRETCHING CUFFIA DEI ROTATORI
Capsula posteriore Capsula inferiore
Capsula anteriore
Capsula superiore
ESERCIZI INIZIALI DI POTENZIAMENTO MUSCOLARE
CONTRAZIONE ISOMETRICA:
-Muscolo deltoide: (10) 15X3/DIE
-Muscoli scapolari : (10) 15X3/DIE
e sovraspinoso
ESERCIZI INIZIALI DI POTENZIAMENTO MUSCOLARE
ESERCIZI IN ACQUA :SE POSSIBILE
MOLTO GRADITI AL PAZIENTE
FASE DI RINFORZO MUSCOLARE SPECIFICO SPALLA
Esercizi con theraband per muscoli
INTRA ed EXTRA rotatori spalla:
-15x3 /die
Graduale incremento
del carico
FASE DI RINFORZO MUSCOLARE SPECIFICO SPALLA
Esercizi con theraband per muscoli
-deltoide e sopraspinoso:
-15x3 /die
FASE DI RINFORZO MUSCOLARE SPECIFICO SPALLA
Esercizi con theraband per muscoli
-gran dentato e pettorale
- periscapolari
ESERCIZI DI COORDINAMENTO NEUROMUSCOLARE
ARTICOLAZIONE GLENO-OMERALE
SCHEMA D2 IN ESTENSIONE E FLESSIONE
ESERCIZI DI COORDINAMENTO NEUROMUSCOLARE
ARTICOLAZIONE GLENO-OMERALE
PNF
PNF EVOLUTO CON
POTENZIAMENTO
ESERCIZI DI COORDINAMENTO NEUROMUSCOLARE
ARTICOLAZIONE GLENO-OMERALE
ESERCIZI PROPRIOCETTIVI
C.K.C e O.K.C
ESERCIZI DI RINFORZO MUSCOLARE SPECIFICO
SCAPOLO-TORACICA
C.K.C
FASE DI RINFORZO MUSCOLARE SPECIFICO SPALLA
Potenziamento isotonico
con pesi liberi
(graduale incremento del carico)
-Muscoli intra-extrarotatori
-Muscoli stabilizzatori della scapola
O.K.C
FASE DI RINFORZO MUSCOLARE SPECIFICO SPALLA
Muscolo bicipite brachiale
Muscolo deltoide e sovraspinoso
Posizione :empty can
ESERCIZI DI POTENZIAMENTO MUSCOLI
STABILIZZATORI DELLA SCAPOLA
PLIOMETRIA
C.K.C
RICONDIZIONAMENTO AEROBICO GENERALE
Kibler et al, 2001 Kibler et al, 2001
RIPRESA PROGRESSIVA GESTUALITA SPORT-SPECIFICA
DOPO VALUTAZIONI BIOMECCANICHE
La spalla e un delicato bilancio fra mobilita e stabilita funzionale
Throwers paradox
RIABILITAZIONE SPALLA DOLOROSA
INDIVIDUALIZZARE IL TRATTAMENTO PER LA
PATOLOGIA PAZIENTE-SPECIFICA
CERCANDO DI CREARE UN PROGRAMMA
CHE SIA UTILE E
STIMOLANTE PER IL PAZIENTE
CHIRURGO ORTOPEDICO
E
FISIATRA
FONDAMENTALE IL SUPPORTO DEL MEDICO DI BASE
NELLA COMPLIANCE DEL PAZIENTE