Sei sulla pagina 1di 4

CURARSI CON LO ZENZERO

Le straordinarie propriet curative di una spezia che d energia, calore e vitalit


Lo Zingiber ofcinale, della famiglia delle Zingiberaceae, il comune zenzero, detto anche
ginger. Si tratta di una pianta perenne originaria dell'Asia orientale, che ha l'aspetto e il
portamento di una canna e che arria all'altezza di un metro circa. Le sue foglie sono a
forma di lancia ed i !ori a corolla, di colore giallo erdastro" la parte utilizzata costituita
dai caratteristici grossi rizomi orizzontali, nodosi e rami!cati, dall'odore molto aromatico,
dal sapore pungente, piccante e... gradeolissimo#
$inesi e indiani ne sfruttano da millenni le propriet%, infatti lo zenzero citato in antichi
testi scritti in sanscrito, ma non era ignoto neanche alle antiche ciilt% classiche, ellenica e
romana, essendo giunto nel &editerraneo attraerso gli Arabi. 'ei paesi tropicali lo
zenzero largamente coltiato dal liello del mare !no a ()** metri. +ggi il maggior
produttore la ,iamaica, che lo esporta in tutto il mondo in -uantit% pari a .** tonnellate
l'anno. Lo zenzero perlopi/ utilizzato in campo alimentare, sia allo stato fresco, sia
essiccato, sia in preparazioni che tendono a conserare il rizoma, come lo zenzero candito
o sciroppato, le confetture, i li-uori e le beande 0ginger beer, ginger ale, ginger soda,
tutte dissetanti1.
Le propriet terapeutiche
2n 2ndia e in $ina lo zenzero iene considerato fra le piante medicinali pi/ importanti,
infatti entra nella composizione di numerosissimi preparati tradizionali. $ontiene amido
0)*31, proteine 0.31, lipidi 045631, una proteasi 0731, oli essenziali, itamine 0in
particolare niacina e itamina A1, resine, mucillaggini. 8tilizzato per millenni per alleiare il
mal di stomaco, la diarrea, la nausea, il mal di denti, in caso di colera, emorragie e
reumatismo, oggi gli sono riconosciute propriet% farmacologiche certe e la scienza
moderna ha confermato alcuni degli impieghi medicinali di -uesta pianta. Lo zenzero ha
innanzitutto un'importante azione antiossidante e antinecchiamneto. +ggi si sta
studiando il suo utilizzo anche per prolungare la conserazione dei prodotti a base di carne
in sostituzione di antiossidanti sintetici, molti dei -uali sono proibiti per legge.
9occasana digestio
$ome tutte le piante aromatizzanti usate in cucina, lo zenzero possiede propriet%
bene!che per la digestione. :sso infatti stimola la secrezione enzimatica, aumenta la
peristalsi intestinale, faorisce il rie-uilibrio della ;ora batterica intestinale inibendo la
crescita di numerosi patogeni, accresce le secrezioni saliari e biliari. < -uindi un tonico e
antin!ammatorio delle ie digestie= in particolare ha dimostrato e>etti signi!catii
antiulcera e antispastici, mentre migliora la motilit% gastrica e riduce i lielli di colesterolo.
Lo zenzero famoso per la sua capacit% di riscaldare il corpo grazie alla sua azione
diaforetica 0che fa sudare1. ?ertanto da preferirsi nella stagione fredda= si utilizza
infatti in caso di ra>reddore e di in;uenza. < uno stimolante generale ed un efcace
ricostituente conosciuto da molto tempo dalla farmacopea cinese per lottare contro
l'a>aticamento, l'astenia e l'impotenza= un efcace tonico @ang, che ra>orza l'energia, d%
calore e italit%. L'utilizzo di zenzero fresco o essiccato nell'alimentazione puA essere di
grande aiuto nella stagione fredda per riscaldarci, per eliminare rapidamente forme
in;uenzali iniziali, per migliorare il tono dell'energia, la digestione e l'eacuazione
impedendo l'accumulo di tossine che poi si ripercuote sullo stato generale !no a produrre
manifestazioni patologiche. La forma essiccata pi/ riscaldante rispetto alla radice fresca,
che da preferirsi in caso di ra>reddore o in;uenza gi% iniziati in cui la forma fresca ha un
e>etto maggiormente diaforetico.
Quando pu essere utile
- In caso di nausea da viaggio, vomito, disturbi gastrointestinali e mestruali: gli
oli essenziali dello zenzero si sono rielati straordinariamente efcaci nell'alleiare il
omito e nello stimolare la secrezione della salia. 2noltre, aumentano il tono della
muscolatura intestinale e ne attiano i moimenti.
5 Nell'iperemesi gravidica: in -uella che la forma pi/ grae di nausea e omito in
graidanza, che in genere richiede l'ospedalizzazione, bene utilizzare la forma essiccata.
- Nel vomito da chemioterapia: anche in -uesto caso lo zenzero si dimostrato
efcace.
- In caso di disturbi reumatici e di artrite: tradizionalmente nella medicina cinese e
indiana lo zenzero iene usato a -uesto scopo per ia interna, come impacchi, oppure
mescolando 7* gocce di olio essenziale di zenzero con )* ml di olio di mandorle dolci. $on
la miscela ottenuta si massaggia la parte interessata tre olte al giorno !no a
miglioramento.
- In caso di colesterolo alto: uno studio pubblicato nel 'eB :ngland Cournal of &edicine
riferisce di buoni risultati nel ridurre i lielli di colesterolo nel sangue ottenuti con la
somministrazione di zenzero, dun-ue utile inserire spesso lo zenzero, fresco o in polere,
nell'alimentazione.
- Nei disturbi digestivi: bere una tazzina di tisana dopo i pasti.
- Nelle coliche dei bambini piccoli: somministrare tre olte al giorno una tazzina di
tisana lasciata in infusione per cin-ue minuti anzichD dieci.
- Per prevenire la nausea da viaggio: E* minuti prima della partenza assumere ()**
mg di zenzero in capsule.
- Nelle infammaioni gastrointestinali: utilizzare in cucina o in tintura madre.
- In caso di crampi mestruali: applicare un impacco di zenzero sulla parte interessata
due olte al giorno !no a miglioramento.
- In caso di ra!reddore: preparare una tisana di zenzero, aggiungere il succo di (F7
limone, dolci!care con miele e bere E5G olte al giorno.
- Per i geloni: il suo e>etto riscaldante generale e facilitatore della circolazione ne
impedisce la comparsa o, se gi% presenti, li elimina.
- Per i dolori muscolari, in caso di strappi, distorsioni, mal di schiena: applicare
impacchi caldi di zenzero.
- Per debolee e "reddolosit a livello lombare: impacchi caldi sulla zona
interessata. 'on si conoscono controindicazioni all'uso della pianta. 2n caso di calcoli biliari,
bene utilizzare -uantit% modeste in cucina e non in preparazioni erboristiche 0eccetto su
consiglio medico1.
#ome si utilia lo enero
$ome alimento lo zenzero si troa fresco oppure essiccato, in pezzi o in polere. Huello
fresco si ac-uista presso alcuni fruttiendoli o nei negozi di alimentazione naturale. 'el
'ord :uropa iene utilizzato soprattutto candito o in polere, per aromatizzare salse,
pietanze e dolci, ai -uali conferisce un sapore piccante e al tempo stesso aromatico. 9ra
-uesti, celebre il pan di spezie, condito con zenzero, cardamomo, noce moscata,
cannella, chiodi di garofano e anice. 'ell'industria alimentare, lo zenzero usato per
aromatizzare il marzapane e per la preparazione di sciroppi e bibite, oltre che per la birra
allo zenzero 0ginger ale1, di>usa in ,ran Iretagna. 'ella cucina italiana enia usato molto
nel &edioeo, mentre oggi caduto in disuso. 'ella cucina orientale, lo zenzero molto
di>uso ed entra nella composizione del curr@ indiano. ?er preparare una tisana si ersano
(** ml di ac-ua bollente su ) g di polere di zenzero essiccato o di zenzero fresco
grattugiato, si copre e si lascia riposare per dieci minuti, poi si !ltra. 2n commercio si troa
anche in tintura madre e lo si utilizza in gocce.
$lio esseniale
Si ottiene mediante distillazione a apore dei rizomi essiccati. Lo si annusa in caso di
nausea e omito.
#apsule
$ontengono zenzero essiccato in polere. ?rima di utilizzarle, bisogna controllare la
-uantit% di zenzero che contengono, in modo da regolare le dosi di assunzione.