Sei sulla pagina 1di 18

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione
Corso di Laurea Specialistica Quinquennale UE
Laboratorio di Realizzazione a.a. 2006_2007

Laboratorio di Realizzazione

GRUPPO C

Docente Arch Carlo BUCCHERI

IL

LOTTO

10_

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione
10_

h max

I DISTACCHI rif. DM 1444/69

L > h max

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

Tra edifici
L

Dalle strade
Se L<= 7.00 ml

d= 5.00 ml

Se 7.00 < L<=15 ml

d= 7.50 ml

Se L> 15.00 ml

d= 10.00 ml

10_

I DISTACCHI

PROVVEDIMENTI DI
REGOLAMENTAZIONE

m 200 nei comuni con popolazione


fino a 20.000 ab.

dalle autostrade

m 60 dal ciglio dalle strade di


grande comunicazione
m 40 dal ciglio dalle strade di media

importanza
(sede< 10,50m)
GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

DISTACCO MINIMO

dai ciliteri

Laboratorio di Realizzazione

INEDIFICABILIT

m 30 dal ciglio dalle strade di


interesse locale

m 20 dal ciglio

dalle linee
ferroviarie

m 30 dalla rotaia dalle linee


ferroviarie urbane e simili

m 6 dalla rotaia

Dal confine

m 5.00

10_

ZONE DI RISPETTO

Dal confine
GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

0.50 ml

1.50 ml

3.00 ml

Siepi

Albero a fusto

Albero ad alto fusto

10_

VOCABOLARIO.

Superficie dei singoli lotti


edificabili

SUPERFICIE
COPERTA

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Somma di: aree dei lotti


edificabili, aree per le opere di
urbanizzazione primaria e
secondaria

SUPERFICIE
FONDIARIA

Laboratorio di Realizzazione

SUPERFICIE
TOTALE

Superficie dei lotti interessata


da costruzioni. Sono da
considerarsi coperte le
chiostrine e le aree che pur
scoperte non sono fruibili
come aree aperte

SUPERFICIE
PERMEABILE

Quota parte della superficie


scoperta in cui assicurata la
permeabilit dei suoli (ad
esempio sup. al 70% di
permeabilit)

10_

I PARAMETRI DI LUNGHEZZA E DISTANZA

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

N DI PIANI

DISTANZA TRA
I FABBRICATI

Distanza di un caposaldo di
base (linea di terra o
marciapiedi) dalla copertura
delledificio (intradosso e/o
estradosso)
Parametro variabile in cui
tenere in considerazione i
seminterrati, i mansardati e le
condizioni di pendenza
Parametro variabile in base
alle indicazioni del DM
1444/68 che assegna
larghezza della strada
obbligatoriamente superiore
allaltezza max degli edifici

mansarda

piano terra
cantinato

h max

ALTEZZA
DELLEDIFICIO

L > h max

10_

CALCOLO VOLUMETRIA
CASO terreno piano
V = volumetria edificabile V

= St x It = 10.000 x 0,5 = mc 5.000

DALLA LINEA DI GRONDA

superficie

DALLESTRADOSSO DEL LASTRICATO

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

10_

CALCOLO VOLUMETRIA
CASO terreno inclinato

DALLA LINEA DI GRONDA


H med

superficie

DALLESTRADOSSO DEL LASTRICATO

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

H med

10_

SUPERFICI MINIME PER AMBIENTE


Rif. D.M. 5/13/77

9 mq

Soggiorno

14 mq

Pranzo

9 mq

Cucina NON abitabile

< 8 mq

Cucina abitabile

> 8 mq

Bagno

4 5 mq

Locale igienico
GRUPPO_ C

12 mq

Camera da letto per 1 PERSONA

Docente BUCCHERI

14 mq

Camera da letto per 2 PERSONE

Laboratorio di Realizzazione

Camera da letto MATRIMONIALE

3 4 mq

Armadi a muro

<0 2% superf. totale

SUPERFICIE FINESTRATA
DEGLI AMBIENTI

>= 1/8 SUPERFICIE


CALPESTABILE
DELLAMBIENTE

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

10_

10_

ITER CHE PRECEDE L'INIZIO DEI LAVORI


1. Acquisizione dell'area destinata alla realizzazione dell'opera, che
avviene tramite consegna che il committente effettua, previa sottoscrizione
di un certificato (consegna lavori) da parte della ditta appaltatrice e del
committente stesso.

3. Occupazione del suolo. In alcuni casi le aree al servizio del cantiere


sono pubbliche, pertanto si dovr procedere alla richiesta di occupazione del
suolo con relativa pratica da espletare presso gli uffici comunali interessati.

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

2. Delimitazione dell'area. Avviene con la recinzione che pu essere


provvisoria (staccionata metallica o in legno), o definitiva, se gi compresa
nel progetto.

4. Servizi. Oltre alle operazioni di cui sopra, il cantiere dovr essere dotato
di allacci alla rete idrica ed elettrica, per l'espletamento delle varie attivit
lavorative e di locali destinati a spogliatoio, servizi igienici ed attrezzature per
il Direttore dei lavori, Direttore di cantiere, maestranze ed operai, serviti da
luce, acqua e telefono.
5. Tabella di cantiere. In evidenza dovr essere esposta una tabella
recante i seguenti dati: COMUNE DI UBICAZIONE - ENTE APPALTANTE - IMPRESA
ESECUTRICE - PROGETTISTA
IMPRESA

- DIRETTORE LAVORI - DIRETTORE DI CANTIERE - ASSISTENTE

10_

a. Recinzione ed agibilit del cantiere con accessi e


viabilit
b. Installazione, in cantiere, di servizi igienico
assistenziali.
c. Alimentazione elettrica ENEL 220/380 V ed
alimentazione idrica da acquedotto comunale.
d. Realizzazione dellimpianto di messa a terra.

Fase 2
GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

Fase 1

e. Ubicazione degli impianti fissi di cantiere.


f. Dislocazione di zone di carico, scarico, stoccaggio,
deposito e contenimento dei rifiuti.
g. Modalit di accesso per forniture di materiali

10_

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione
10_

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

L'insieme dei componenti elettrici, elettricamente dipendenti, installati


all'interno dell'area delimitata dal recinto del cantiere costituiscono,
secondo la guida CEI 64-17, l'impianto elettrico di cantiere.

10_

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione
10_

Tipologia interventi
Normativa

Descrizione

Predisporre idoneo spogliatoio in relazione al numero di addetti presenti, con


le seguenti caratteristiche: superficie in pianta non inferiore a m2 1,5 per
lavoratore, altezza libera interna di almeno m 2,40, dotati di ventilazione ed
illuminazione naturali diretto nei rapporti di 1/10 e 1/20 della superficie in
pianta.

Locale di riposo
D.P.R. 303
Artt. 41 43

GRUPPO_ C

Posizionare la baracca (container predisposto) nei pressi dellingresso al


cantiere.

Spogliatoi
D. Lgs 494 All. IV
D.P.R. 303 Art. 40
D.L. 626 Art. 33, c.11

Docente BUCCHERI

Predisporre installazione di almeno:


n1 Servizio igienico ONGNI 30 OPERAI
n1 Doccia
n1 Lavabo a canale
I servizi si intendono dotati di riscaldamento, acqua potabile e acqua sanitaria (calda e
fredda).

Baracca di cantiere
D.P.R. 303 Art. 43

Laboratorio di Realizzazione

Servizi igienici:
Latrine,Docce,Lavandini
D.P.R. 303
Artt. 36-37-39
D.L. 626 art. 33

Deve essere messo a disposizione dei lavoratori un locale idoneo dotato di


tavoli, sedie o panche, pavimento antipolvere e pareti imbiancate.
Tale locale ha lo scopo di riparo durante le intemperie e nelle ore di riposo.

Mensa Refettorio
D.P.R. 303
Artt. 41 43

Deve essere messo a disposizione adeguato locale predisposto


appositamente. E possibile comunque attivare convenzione con esercizio di
ristorazione vicino essendo il cantiere in centro urbano.

Dormitori
D.P.R. 303
Artt. 44 45 46

La tipologia del lavoro non richiede svolgimento di turni o di presenza


particolare in cantiere inoltre Il cantiere situato in pieno centro abitato.
Non si ritiene necessario quindi lallestimento di dormitorio. Nel caso di
necessit particolari, per comodit e convenienza, auspicabile la
convenzione con attivit alberghiere locali.

10_

Deposito attrezzature
D.P.R. 547

Deposito materiali

Deposito rifiuti
D. Lgs. 5.2.1997 n. 22 Ronchi
D. Lgs. 15.8.1991, n. 277

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

D.P.R. 547
D.P.R. 164 Art.14

Predisporre, se ritenuto necessario deposito


attrezzature.
Il deposito materiali viene definito come larea
scoperta nella zona di accesso del cantiere ed il
cantiere stesso.
Il deposito di materiali, presso il ciglio degli scavi in
genere, assolutamente vietato.
Deposito rifiuti speciali:
secondo la normativa vigente
Deposito materiali contaminati da amianto:
vedi piano di bonifica amianto
Deposito rifiuti pericolosi:
secondo la normativa vigente

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

10_

10_

10

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

10_

10_

11

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

10_

10_

12

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

TRACCIAMENTO E SCAVO

10_

10_

13

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

10_

10_

14

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

10_

FASE 1

INIZIO SPLATEAMENTO

10_

15

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

FASE 2

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

CREAZIONE DEL PIANO PIANO

TRASPORTO

10_

Volume geometrico, Volume scavato, Volume costipato


Vr

Vs
Vb

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

Vc

QUANTI MEZZI? QUALE PORTATA? QUANTI MC?


10_

16

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione

INDIVIDUAZIONE DELLAREA

EDIFICIO
EDIFICIO

PALIFICATA
PALIFICATA
EDIFICIO

VIA MONTE VERDE

10_

10_

17

10_

18

GRUPPO_ C

Docente BUCCHERI

Laboratorio di Realizzazione