Sei sulla pagina 1di 24

Il Pianoforte - Supplemento al numero 63 di Dismamusica Magazine - Settembre 2011 - Aut. Trib. di Monza no 1.

701 del 16/12/2003

il

ianoforte

Manutenzione
in tempo di crisi
La qualit
nella produzione
del Pianoforte

LE NOVIT IN MOSTRA

ALLINTERNO

In Apertura .....................4
Manutenzione
in tempo di crisi .....6
.
C ancora spazio
per la qualit
del pianoforte? ................7
.
Novit in mostra.......9
COLOPHON
Il Pianoforte - Direttore Responsabile: Gianni Cameroni
Supplemento al numero 63 di Dismamusica Magazine - Settembre 2011
Aut. Trib. di Monza no 1.701 del 16/12/2003
Editore e proprietario: S&G Partners srl Direzione e Amministrazione:
Via Bainsizza, 30 - 20814 VAREDO (MB)
Direzione Editoriale: Cristiano Cameroni
Redazione: Silvana Antonioli, Anna Cristofaro, Michele Ranzani, Luciano Del Rio.
Grafica, impaginazione e coordinamento: S&G Partners srl
Tel. 0362 583672 - Fax 0362 544356 - e.mail: ufficiostampa@dismamusica.it
vietata la riproduzione, anche parziale, di foto, disegni, testi o articoli originali pubblicati,
senza espressa autorizzazione scritta della redazione.
Manoscritti, foto o disegni, anche se non pubblicati, non si restituiscono.
Legge sulla tutela dei dati personali
I dati personali dei lettori in possesso della rivista verranno trattati con la massima riservatezza e
non potranno essere ceduti a terzi o utilizzati per finalit diverse senza il preventivo consenso degli
interessati. In base alla legge n. 675, in qualsiasi momento labbonato potr decidere di modificare i
dati personali o di richiederne la cancellazione.
AIARP - Associazione Italiana Accordatori Riparatori Pianoforti
Sede legale: piazza Costa, 5/A - 42100 Reggio Emilia - tel. e fax 0522/432534
www.aiarp.it - e-mail: aiarp@aiarp.it
Consiglio Direttivo: Luciano Del Rio (presidente) - Sergio Brunello (vicepresidente)
Salvatore Tarantino (segretario) - Davide Papes (tesoriere) - Marcello Tarquini (consigliere)
c/c postale n. 10666428 - coordinate bancarie: c/c n. 16593 - Banca Popolare di Milano Ag. 19
ABI 05584 CAB 01619
IBAN: IT84 W0558 40161 9 000 000 016593

Pianoforte | 3

il

In Apertura
L

attenzione allo strumento musicale, la sua valorizzazione e


limpegno per portarlo al pubblico di operatori, musicisti e appassionati viene sempre visto con favore e gratitudine da Dismamusica, lassociazione
italiana di riferimento per il settore.

supporto sia con la presenza dei nostri


associati che con questa pubblicazione, per augurare alla nuova iniziativa i
risultati preventivati in termini di presenze di dealer, professionisti e appassionati.

i sono chiesti in molti per quale


motivo AIARP abbia collaborato allorganizzazione di Cremona Pianoforte al punto da risultare coinvolta come partner della manifestazione.
presto detto. Come artigiani, accordatori e riparatori, viviamo ogni giorno a stretto contatto con il pianoforte
acustico; e ci sentiamo chiamati in causa se qualcuno si mette in gioco per promuoverlo.
Daltra parte, il nostro mestiere pi che
una semplice professione; e la cultura di
cui siamo portavoce per noi un autentico credo. Un credo cos convinto che
per noi non soltanto giusto essere qui a
Cremona. addirittura, se mi passate il
termine, doveroso.

Pianoforte

4 | il

Molti espositori rappresentano marchi


storici del settore e, nella maggior parte dei casi, sono associati Dismamusica, se non addirittura soci fondatori. La
stessa AIARP, che figura tra i promotori pi convinti del nuovo appuntamento cremonese, da anni ben rappresenta
il settore allinterno dellAssociazione.
Non posso quindi che congratularmi per
questa iniziativa, cos mirata e cos utile per il settore specifico e per il sistema
nella sua globalit, augurando la piena
riuscita dellevento arricchito da incontri, concerti ed eventi collaterali centrati sullo strumento per eccellenza: Il Pianoforte.

co, se pur in forma diversa, si rinnover a


Bologna nel maggio 2012, al Music Italy
Show che, alla sua seconda edizione, si
conferma avvenimento di punta del settore in Italia per strumenti musicali, edizioni e intrattenimento. Anche a Bologna, come gi annunciato alla chiusura
della prima edizione nel maggio 2010, un
intero padiglione sar riservato e dedicato agli strumenti acustici (pianoforte
acustico e liuteria acustica e classica) per
sottolineare la considerazione per questo strumento che qui a Cremona sapr
concretamente soddisfare, in anteprima,
il desiderio di un atteso rilancio.

In perfetta sintonia con Mondomusica


lappuntamento con il pianoforte acusti-

Quando Mondomusica, leader nel settore delle manifestazioni fieristiche dedicate alla liuteria di alto artigianato, ha
annunciato lapertura di un padiglione esclusivo per il pianoforte acustico e
digitale, abbiamo accolto con molto interesse e spirito collaborativo la notizia. Siamo quindi felici di essere presenti a Cremona, e di dare testimonianza e

Claudio Formisano
Presidente DISMAMUSICA

Il mondo del pianoforte sta vivendo una


crisi profonda. Una crisi che di carattere economico, culturale, sociale. Non sta
a me indicarne la genesi o proporre soluzioni; ma vorrei ribadire che proprio in
questi momenti che gli operatori del settore devono ritrovarsi uniti per promuovere in ogni occasione possibile la bellezza straordinaria del pianoforte.
Dobbiamo raggiungere il grande pubblico, il mondo della scuola, il settore dei
professionisti e degli insegnanti.
Crediamo che Cremona Pianoforte sia
unoccasione doro. Poggiata com sul
successo di una manifestazione consolidata quale Mondomusica, rappresenta il
luogo ideale per promuovere il pianoforte presso un mondo quello della liuteria ad arco che una sorta di elemen-

to reciproco delluniverso pianistico. Chi


suona uno strumento ad arco ha bisogno
del pianoforte, e sono molti i pianisti che
lavorano insieme e grazie agli strumenti ad arco. A tutti vogliamo ricordare che
il pianoforte acustico ancora capace di
offrire grandi prospettive; e una profondit che nessun sostituto potr mai lontanamente imitare.
Luciano Del Rio
Presidente AIARP

Manutenzione
in tempo di crisi

n tempi di
difficolt economiche, una
delle prime cose che saltano sono le accordature. Cos si lamentava,
tempo fa, un accordatore italiano. Gli faceva
eco scherzosamente un
collega: E per seconde
saltano le corde....

Oltre
la battuta

La portata di questultima osservazione dovrebbe condurci un po

oltre la risatina amara


che si dipingeva sul volto dei due interlocutori. Perch se vero che
i primi a perdere da una
riduzione delle accordature sono in ordine
di tempo gli accordatori, il grande sconfitto
il pianoforte. Che in assenza di manutenzioni regolari finisce per
approfondire i malfunzionamenti,
perdere
tono muscolare e che
di conseguenza vede ridotto il proprio valo-

re economico, trasformando il proprietario


risparmiatore in colui
che, a conti fatti, perde
pi di tutti.

Manutenzione
ordinaria

In linea di massima, gli


interventi di accordatura devono essere programmati in occasione
dei cambi di temperatura e di umidit. In un
appartamento, questa
indicazione si trasforma
nella regola aurea del-

le due volte lanno che


coincidono con laccensione e lo spegnimento
dei termosifoni.

Qualit,
soprattutto

ci si rende conto che lo


strumento non tiene pi
laccordatura.
Pochi euro di risparmio valgono la perdita
di uno strumento intero? La domanda retorica, ma il rimpianto a
danno compiuto molto concreto.

Naturalmente,
non
sempre si potr far
coincidere luscita del
tecnico con il giorno
dello switch del riscal- Qualche consiglio
damento; c comunque Naturalmente si pu afun certo margine di tol- fidare lincarico ad un
leranza. Limportante pianista che si improvche lintervento sia ese- visa tecnico, ma lasciaguito da personale ben teci porre una domanda: commissionereste
preparato.
Anche qui, la crisi pro- un concerto ad un acvoca danni a non fini- cordatore in crisi che si
re: molti pianisti senza improvvisa pianista?
lavoro si improvvisano A costo di apparire sfacciati,
accordatori, e
IL PIANOFORTE
ri n nov ia mo
pur di mettequindi linvire insieme lo
stipendio, si
to a rivolgersi a tecnici
propongono a
dalla prepaprezzi bassissimi o, per
razione certificata. Non
dirla esattasolo: se posmente, sleali.
Il risultato quasi sem- sibile, il tecnico deve
pre catastrofico: giu- essere sempre lo stessto per fare un esem- so. Solo cos potr copio, lapplicazione di noscere la storia dello
una pressione errata strumento, anticipare
sulla chiave pu rovi- soluzioni e trattamennare irrimediabilmen- ti. E dare piena soddite il somiere nel punto sfazione al pianista, gadi ancoraggio della ca- rantendo la tenuta del
viglia. Il danno non si valore economico e le
vede subito, ma emer- massime prestazioni
ge nel tempo: quando dello strumento.
guida alla manutenzione

I.P
.

suonare_logo

16-09-2006

12:24

Pagina 1

news

Il mensile dei musicisti

la_manutenzione_del_pianoforte.indd 1

a cura di AIARP
Associazione Italiana
Accordatori Riparatori Pianoforti

12/02/2009 11.16.45

disponibile presso lo stand AIARP la guida alla


manutenzione realizzata con Suonare News.
Richiedete la vostra copia gratuita.

Pianoforte

6 | il

C ancora spazio
per la qualit
del pianoforte ?

e difficolt dei mercati e delleconomia mondiale di questi ultimi


due-tre anni pesano per tutti, ma
nel settore della produzione di strumenti musicali la crisi che ci ha colpito forse pi palpabile. Tuttavia qualche timido
segnale positivo ogni tanto rischiara lorizzonte.
di pochi giorni fa la visita a Tesero di un
cliente a cui fornisco legno selezionato per
le componenti interne (somieri) delle fisarmoniche, che mi riferisce soddisfatto di
avere un bel po di ordini fino a fine anno.
Complimenti!
Significa che anche se il costo della manodopera in Italia di molto superiore a
quello dei Paesi asiatici (Cina e Indonesia
in particolare), se costruiamo prodotti di
qualit, che altri non sanno fare, la nostra
professionalit e la capacit creativa vengono premiate.

Qualit e coraggio

Direi che le parole chiave per affrontare questi momenti cos difficili sono qualit e coraggio; da queste dovrebbero poi
scaturire fiducia e risultati. Dalle notizie
che mi arrivano dalle fabbriche di pianoforti, oltre a percepire in modo evidente le
loro difficolt di mercato, ho potuto verificare un aspetto che da anni continuo a
sottolineare, bench inascoltato: in pre-

senza di periodi di crisi, chi ha saputo fare


scelte coraggiose di qualit per preservare o qualificare ancora di pi limmagine
del proprio prodotto, ha comunque limitato i danni, subendo
una flessione di mercato
pi contenuta rispetto a
chi ha invece inseguito
unicamente criteri di
competitivit economica sul prodotto.
Togliendo allo strumento tutto ci che poteva essere sostituito con
materiali e componenti di
basso costo e con lavorazioni eseguite in Paesi dove il prezzo della manodopera molto pi basso (anche qualit e affidabilit per lo sono), si stanno facendo
oggi i conti con le proprie scelte e con gravi problemi di riduzione della produzione.
Pianoforti che riportano sul frontalino
marchi importanti e blasonati si presentano spesso con un bel vestito (mobili curati e con linee di design); ma allinterno
scadono in una sorta di assemblaggio di
componenti poveri e di evidente provenienza asiatica.
Oltretutto non riescono comunque a competere in termini di prezzo con i prodotti
che dalla Cina stanno raggiungendo i mercati mondiali.

Il caso della
tavola armonica

Riferendomi in modo specifico alla tavola


armonica, ho verificato come spesso questo componente venga scelto con grande leggerezza. In moltissimi
casi, i parametri di riferimento si riducono
al prezzo e allestetica. Eppure ogni tecnico e costruttore di strumenti si riempie la bocca
di aggettivi qualificanti per
il componente principe del
proprio pianoforte, ovvero la parte in legno che genera il suono.
Non riesco a capire come alcuni costruttori possano valutare limpiego di tavole
armoniche multistrato (compensato con
impiallacciatura esterna), mettendo in secondo piano il suono dello strumento, che
a mio avviso dovrebbe essere lobiettivo
principale sia del costruttore che del pianista (o cliente) che dovr scegliere lo strumento.
Ho potuto verificare che in molte fabbriche la tavola armonica fatta con un legno pessimo, di fibra irregolare e pesante;
spesso viene impiegato anche un multistrato rivestito esternamente da una impiallacciatura elegante.

Pianoforte | 7

il

Una domanda...

Chi non crede alle mie parole venga a farmi visita alla Ciresa: ho ricevuto come
campioni due tavole armoniche di legno
cinese e una tavola di un piccolo coda costruita in Germania, che tengo volentieri come esempio e parametro di confronto. Legno, fibra e riparazioni grossolane:
anche uno sguardo superficiale a questi
esemplari rende evidente il fatto che non
c nessuna ricerca di qualit per il componente principale dei pianoforti.
Il cuore dello strumento, quindi, viene a
volte trattato come un pezzo qualunque di
carpenteria, senza rispetto n per il concetto tecnico-acustico che da quasi tre secoli sta
alla base della costruzione di uno strumento musicale, n per il cliente finale, al quale si
vende uno strumento senza anima.

Quanto lavoro e quanto amore per il legno stiamo sprecando nella mia azienda in
Valle di Fiemme?
Questa la domanda che mi sono posto
a fronte di quanto trovo sul mercato e rispetto ai comportamenti commerciali di
certi costruttori.
Perch abbiamo dedicato anni di passione a questo particolarissimo lavoro? Perch abbiamo accumulato ricerche, misure
di laboratorio, oltre 30 anni di esperienza?
Perch abbiamo speso grandi energie con
lobiettivo di essere presenti sui migliori
pianoforti del mondo?
Oggi il mercato concede comunque spazio
a chi fuggito dalla qualit vera, a chi ha
cercato in Paesi lontani un prodotto che
ha lunico pregio di costare pochissimo,
non importa come o cosa sia.
Se il mercato e lutente finale non sanno
riconoscere limpegno di chi fatica ogni
giorno per dare al mondo della musica una
tavola armonica di qualit, fatta con legno
scelto, testato, ben lavorato e lungamente stagionato, allora parrebbe tempo di abbandonarsi allo sconforto.

...e una risposta

Io invece sono convinto che sia giusto proseguire con ostinazione un lavoro di altissima qualit ed impegno. Ci si distingue
servendo clienti importanti, che condividono le scelte di qualit, ottenendo gratificazioni che ci vengono dai clienti stessi

o, talvolta, dal pianista. Fino a quando riuscir a percepire che dal legno delle nostre
tavole armoniche escono emozioni e musica che arrivano dritte al cuore della gente di tutto il mondo, continuer a salire sui
monti della Valle di Fiemme, dove una foresta centenaria ci offre i rari abeti di risonanza capaci di regalarci la musica che
gelosamente custodita tra le loro fibre.
Ne ricaver legno da trasformare attraverso un lungo processo di costruzione
in tavole armoniche eccellenti, da consegnare nelle mani di uomini altrettanto
eccellenti che le sapranno usare per strumenti speciali e che sapranno distinguersi tra i mille di provenienza ignota che
appoggiano sul frontalino un blasonato
marchio europeo.
Io credo fermamente ed auspico che il
cliente attento torner a percepire la qualit vera e a richiedere prodotti e strumenti
capaci di assicurarla, senza farsi ingannare dalle apparenze. Per arrivare a questo,
chiedo ai negozianti e ai tecnici del settore pianistico di dimostrare la propria professionalit e di curare linformazione che
danno, in modo da offrire ai clienti, con la
propria esperienza, risposte certe e adeguate.
Da parte mia, con il mio piccolo lavoro di
nicchia, operando sempre nel segno della
qualit, vorrei lasciare una traccia positiva
nel mondo del pianoforte acustico.
Fabio Ognibeni

Gli esami di EUROPIANO


a Cremona
Si tengono in contemporanea a Cremona Pianoforte le sessioni italiane
degliesami Europiano per la qualifica di accordatore riconosciuto a livello internazionale. La commissione esaminatrice, composta da due
tecnici stranieri e dallitaliano Sergio Brunello, attende 18 candidati per una serie di prove che vanno
dalla dimostrazione di una solida
competenza teorica allaccordatura ad orecchio e alla registrazione
di due spaccati di meccanica (coda
e verticale).
Europiano

Pianoforte

8 | il

AIARP

Kawai: la musica prima di tutto


Una scelta forte, nel segno
della distinzione, ma soprattutto una scelta a favore della musica. Furcht & C., distributore italiano dei pianoforti a
marchio Kawai, sceglie
di partecipare a Cremona Pianoforte mettendo
in
prima
fila la musica suonata. E propone
al pubblico
tre concerti
di alto profino che vedono protagonisti artisti di
r i fer i mento
del panorama classico...
e non solo.
Il primo appuntamento
per la giornata di venerd 30 settembre. Alle ore
12.00, presso lo stand
Furcht, attesa la pianista milanese Alice Baccalini, uno
dei talenti pi apprezzati degli ultimi anni. Il programma
del concerto prevede lesecuzione della Quarta Ballata di
Chopin, della Dante Sonata e
dello Sposalizio di Liszt; e si
d per certa la
partecipazione
di un pubblico
attentissimo e
numeroso.
Il giorno successivo,
alle
17.30, la Baccalini sar nuovamente protagonista, quewww.furcht.it

sta volta in veste di accompagnatrice, nel concerto che la


vede accanto al duo Vernikov
Makarova. In programma ci
sono la suite per due violini e
pianoforte di
Moritz Moszkowski
e
cinque pezzi
per due violini e pianoforte di Dimitri
ostakovi.
Cambio
di
registro, infine, per il
concerto di
domenica 2
ottore. Alle
16.30,
nella Sala Eventi, la volta
di Dolcenera,
che si presenta al pubblico di Cremona Pianoforte
per proporre la provocazione di un
linguaggio
pop di grande qualit.
In tutti e tre gli eventi, al centro della scena ci sar un coda
Kawai Kristal CR30: uno strumento di grande fascino che
sintetizza gi nel design quella particolare fusione fra tradizione e modernit che costituisce da sempre
uno degli elementi portanti della proposta Kawai e che
si incarna in
maniera suggestiva proprio
nel programma dei tre concerti di Cremona Pianoforte.

il Pianoforte
in espansione
Sistemi
di silenziamento
QuietTime

Scegliete il meglio per


suonare allora che volete, nelle ore serali o magari per i lunghi momenti
di pratica. Oppure per
esercitarvi in un brano a
quattro mani col vostro
insegnante senza essere disturbati dallambiente;
o per comporre dopo esservi collegati al vostro PC.

Sistemi di autopiano iQ

Godetevi la musica del vostro


pianoforte comodamente seduti sul
vostro divano. Con lAirPort di iQ potete
telecomandare il sistema PianoDisc in
tutta comodit tramite un iPad.

Parti WNG in materiali compositi

Le parti per pianoforte


in materiali compositi
principalmente
fibra
di
carbonio e nylon hanno
una struttura costante e
una forza 10 volte superiore
a quella del legno. Resistono inoltre allumidit e
alle variazioni atmosferiche, da sempre i peggiori
nemici del legno.

Distribuiti da Crescendo srl


Tel. 02.89691480 Fax 02.99980604
info@crescendosrl.it www.crescendosrl.it

Furcht & C.

Pianoforte | 9

il

Steinway: fra marketing e magia


Nella produzione dei suoi
pianoforti a coda e verticali,
Steinway & Sons, sin dai suoi
inizi, si concentrata sulle esigenze di chi suona ogni
giorno e usa il pianoforte
come strumento di lavoro.
Lo scambio continuo di opinioni con pianisti di tutto il
mondo attorno alle questioni
del suono e del tocco ha sempre avuto una notevole influenza sullo sviluppo degli
strumenti Steinway. Numerosi brevetti della Casa sono
stati perfezionati grazie alla
diretta collaborazione con gli
artisti sempre con lobiettivo di avvicinarsi o raggiungere, tramite innovazioni costruttive, lo strumento ideale
da concerto.

a definire come marketing di


alto profilo ha portato a risultati eccellenti. Oggi, oltre
il 90% delle sale da concerto nel mondo dispone di pianoforti da concerto Steinway
che in oltre il 95% dei casi
vengono preferiti ad altri.

Un debito di riconoscenza
Proprio per questo, Steinway
nutre una profonda riconoscenza nei confronti di tutti i
pianisti che hanno reso possibile nonostante le pressanti leggi di mercato la fedelt al principio fondamentale

Steinway, e che di seguito riportiamo volentieri.


La mia amicizia con il pianoforte Steinway assomiglia ad
un rapporto umano. Anchessa ha bisogno di calore, cura
e dedizione e, sebbene non
sempre facile, come tra le persone, appartiene comunque
alle cose pi belle e pi importanti della vita
Krystian Zimmermann
Lo Steinway ogni tanto ha
una strana magia. Suona meglio del pianista e questa
una sorpresa meravigliosa
Martha Argerich

Oltre 900 dei migliori pianisti nel mondo suonano


esclusivamente su Steinway,
peraltro senza essere vincolati contrattualmente
come avviene spesso con altri marchi.

Marketing, dal 1853


Lapplicazione costante, dal
1853 ad oggi, di questa filosofia che oggi non esiteremmo

del fondatore Heinrich Engelhard Steinway: Costruire


il miglior pianoforte possibile. Sono illuminanti, in questo senso, le parole che alcuni fra i pi grandi interpreti
al mondo hanno dedicato a

Un pianista senza Steinway


come un cantante senza voce
Rudolf Buchbinder
Per me musica e Steinway
sono la stessa cosa
Alfred Brendel

padiglione 1 - stand 61-62/75-76

strinasacchi

Mike Cornick insegna


il pianoforte

Quattordici kit per la gestione dellumidit


al Conservatorio dellAquila

disponibile il
secondo volume
dellapprezzatissimo metodo per
pianoforte firmato da Mike Cornick per i tipi della Universal Edition.
Il libro, corredato di due CD, si rivolge
ai principianti con un metodo di lavoro step-by-step che risulta ideale anche per chi studia come autodidatta.
Gli argomenti del corso comprendono elementi di teoria, indicazioni sulla postura; e un panorama di brani
strumentali che si apre a ventaglio su
tutti i generi musicali.

Il primo kit Piano Life Saver giunto al


nuovo Conservatorio dellAquila assieme
al coda che AIARP ha donato allistituzione abruzzese come contributo per la ricostruzione allindomani del terremoto.
Apprezzatissimo per lefficacia nel migliorare la tenuta dellaccordatura e il rendimento costante degli strumenti destinati alluso didattico, il sistema ha riscosso
un successo immediato presso i docenti in
forza al Conservatorio. Che hanno chiesto
l a d o z i o n e
del kit Piano
Life Saver su
altri quattordici pianoforti.

Universal Edition

Pianoforte

10 | il

Schott

Piano Life Saver

Il kit Piano Life Saver pu essere installato su qualsiasi pianoforte (sono previsti
due kit diversi per verticali e coda). Attraverso una combinazione di umidificatori e deumidificatori gestiti da una centralina elettronica, assicura valori ottimali
dellumidit in tutte le stagioni negli spazi
di pertinenza dello strumento.
Crescendo srl

Lezioni a distanza, con Disklavier


Tra gli eventi di Cremona Pianoforte da seguire con attenzione, domenica 2 ottobre
2011, la straordinaria sessione
dimostrativa di Remote Lesson
sui pianoforti Yamaha Disklavier. Durante questa dimostrazione dal vivo il Maestro
Paolo Stefano, sul Disklavier
situato in Fiera, si collegher via internet con il Maestro
Ratko Delorko, presente con
un altro Disklavier presso il
proprio studio di Amburgo, in Germania, e insieme daranno vita
alla prima dimostrazione
italiana di
una sorprendente lezione pia-

nistica a distanza.
Il pianoforte Yamaha
Disklavier dispone di
una avanzata dotazione tecnologica che gli
permette di registrare e rieseguire qualunque esecuzione pianistica grazie alla tastiera
totalmente automatizzata. La possibilit di
connettersi in rete, caratteristica unica di questo
strumento, rende il Disklavier particolarmente
interessante per un
impiego didattico a distanza. Il Disklavier
dellallievo pu in-

fatti essere connesso in remoto al Disklavier del maestro (e


la distanza fisica , in questo
caso, totalmente irrilevante),
e tutto quello che viene suonato su uno dei due strumenti
eseguito dallaltro: i commenti verbali avvengono in video-

www.yamaha.it

conferenza e il tutto accade in


tempo reale.
Si tratta di un evento da non
perdere, che in futuro destinato ad aprire nuove frontiere
alla didattica pianistica superando ogni barriera grazie a
Internet e a Yamaha.

Yamaha Music Europe Branch Italy

Repertorio, studi, letteratura:


lo studio sale di livello
James Bastien
metODO
Di PianOFORte
PeR aDulti

James Bastien
metODO
PeR
PianOFORte
Il metodo
pi diffuso
per lo studio
del pianoforte.
Strutturato in
livelli progressivi,
dallet scolare
alla fascia adulta.
Teoria, tecnica
e repertorio.

KP 1
Federica Ferrati

La
RE
did F. 10
att Fe
ne ica rra 212
Ru lla
ti
gg sto pianis
ine ria
tic
nti
a

LA DIDATTICA PIANISTICA NELLA STORIA

La didattica pianistica riuscita a farsi spazio nei secoli incoraggiando moltitudini di persone a percorrere la strada
della musica; il valore sociale raggiunto dal pianoforte nel
19 e nel 20 secolo stato di uno spessore senza confronti:
da strumento ignorato alla nascita a insostituibile mezzo
di intrattenimento sociale nella borghesia liberale dellOttocento, ed incarnazione dellestetica di tutti i musicisti
romantici. Il pianoforte si fatto valere nei secoli diventando lo strumento principe dellespressione musicale, e
grazie alla vastissima letteratura a lui dedicata ha assunto
il ruolo di assoluto protagonista della storia della didattica
musicale.
In questo volume si ripercorreranno sotto una luce nuova
i grandi compositori del passato, sia nel loro ruolo di insegnanti (testimoniato dai numerosi scritti dei loro allievi e
delle personalit a loro contemporanee), sia per il grande
contributo di composizioni didattiche (o nate con questo
scopo) che essi hanno donato al mondo. Si vuole cos mostrare come sia stato possibile tramandare larte dei suoni a
partire dallepoca classica per arrivare al Novecento storico
e contemporaneo: testimonianza dellimpegno continuo e
consequenziale di una didattica del pianoforte che vive e
parla da tre secoli.

Federica Ferrati

LA DIDATTICA
PIANISTICA NELLA
STORIA

RUGGINENTI EDITORE
www.rugginenti.it

ISBN 88-7665-593-X

campione-gratuito, fuori commercio. Esente

copertina_43_cm.indd 1

RUGGINENTI EDITORE srl


www.rugginenti.it - info@rugginenti.it
via Giuseppe Scalarini, 8 - 20139 Milano
tel. 02.36693990 fax 02.36693991

Lett. d). Esente da bolla di accompagnamen-

to (DPR 6 ottobre 1978, n. 627, art. 4, n. 6)

RE 10212

RUGGINENTI

28,00

FeDeRica FeRRati
la DiDattica
Pianistica
nella stORia
RE 10212

Questo volume, sprovvisto del talloncino


dangolo, da considerarsi copia di saggio-

da I.V.A. (DPR 26 ottobre 1972, n. 633, art. 2,

9 788876 655937

Keith snell
masteR
cOmPOseR
liBRaRY

DORSO:
10,65 mm
06/09/2011 23:50:17

Keith snell
metODO
PeR PianOFORte
in unDici livelli PROgRessivi

Pianoforte | 11

il

Previsioni
del tempo?
Proteggete il vostro pianoforte
dalle fluttuazioni climatiche
installando un

Sistema Piano Life Saver

ou canKeep Y regolazione
our Piano
Sistema di
costante dellumidit
On PitchConstantly
relativa
and also
Facile da installare
Double
Silenzioso its Life.
e discreto

Tra storia e romanticismo


Marco Barletta
e Alberto Mattarozzi, raffinati restauratori di pianoforti storici e
fortepiani, e altrettanto raffinati
e preparati tecnici dello strumento, sono a Cremona con una serie
di strumenti che
probabilmente
giusto definire
affascinanti.
Presso il loro spazio il visitatore
trova due pianoforti a coda romantici di tradizione francese (Pleyel ed
rard) entrambi del 1853, perfettamente restaurati. Inutile
ricordare che Pleyel era considerato uno dei pi sontuosi
strumenti dellepoca, e che il
marchio rard indissolubilmente legato al nome di Chopin, anche se i suoi pianoforti
erano apprezzati da moltissimi
giganti della musica. Tra i possessori di un rard si possono infatti ricordare Beethoven,
Faur, Haydn, Liszt, Mendelssohn, Verdi
oltre a, come
detto, Chopin. rard
stato anche
lideatore di
importantissime innovazioni, con
miglioramenti fondamentali
quali il doppio scappamento e
luso dei pedali.
La presenza dei due restauratori a Cremona si completa
per anche con un fortepiano Mc Nulty (copia Walter
del 1804) costruito nel 2009

e con un fortepiano antico


Bohm del 1825 con 7 pedali
in avanzata fase di restauro,
con le parti componenti fondamentali dello strumento
gi riparate (tavola armonica e somiere), ma non ancora
posizionate nello strumento.
La loro presenza in fiera offre al visitatore unottima e
rara occasione per conoscere
un fortepiano in modo dettagliato.
Nella giornata di sabato, Marco
Mattarozzi parla
su un tema
di
grande
r a f f i n at e z za: Il suono
di Chopin...
Pleyel
ed
rard a confronto, con una attenta spiegazione delle caratteristiche
tecniche e progettuali dei due
strumenti e con esempi musicali proposti dalla pianista e
fortepianista Stefania Neonato, vincitrice del concorso di
Bruges di fortepiano.

www.barlettapianoforti.it

Pianoforte

12 | il

Barletta & Mattarozzi

Un metodo di grande respiro, firmato Keith Snell


Cosa potreste pensare di un metodo per
pianoforte che comprende tre collane,
cinque serie e un numero altissimo di volumi, che si conta a gruppi di decine?
Un attimo... prima di pensare che troppo ricco, occorre dire che non si prevede
che lo studente affronti tutti i fascicoli. Il
proliferare dei titoli infatti legato ad una
concezione originale della modularit, e la
notevole abbondanza di materiale proprio uno dei punti di forza di questa proposta.
Il metodo per pianoforte di Keith Snell
nella foto vedete alcune copertine pubblicato dalla Casa editrice Kjos (quella
del Bastien) e distribuito in Italia da Rugginenti. Lidea portante di questa produzione quella di suddividere il repertorio
(studi e letteratura) in fasce di difficolt
progressive: 11 livelli in tutto, che possono
essere affrontati sia in modo lineare che in
senso trasversale.

Si pu passare ad esempio dalla collana


dedicata alla musica Barocca e Classica a
quella Romantica, o a quella dei Novecento. Loperazione, facilitata dalla corrispondenza dei livelli di difficolt, permette di
costruire unofferta formativa su misura
nel rispetto del preciso percorso tecnico,
di lettura e di sviluppo della musicalit.
Lordine progressivo del materiale che
si articola a sua volta in brani tecnici, di
letteratura e dassieme facilita lapprendimento tecnico ed interpretativo; e rag-

giunge pienamente lobiettivo di completare la formazione dello studente offrendo


allinsegnante materiale gi pronto per
ciascun livello.
Ogni libro include brani graditi agli allievi
e agli insegnanti in quanto didatticamente e tecnicamente appropriati. Il carattere
chiaro e marcato della scrittura, lordine
dellimpaginazione, la grande professionalit ed esperienza apportate dal revisore nella ricerca e nellorganizzazione dei
materiali, conferiscono a questa collana
un grande pregio, suscitando linteresse di
chi studia e pu utilizzare questa raccolta
come strumento di lavoro.
Per la maggior parte dei volumi sono disponibili CD con le registrazioni di ogni
brano. La collana corredata inoltre da
volumi dedicati a specifici generi musicali tra i pi significativi: dal New Age al
Jazz e alla sezione dedicata al pianoforte
a 4 mani.

www.rugginenti.it

Rugginenti Editore

Pianoforti di Alta Qualit dal 1928

Il Pianoforte Italiano,
unOpera dArte Unica al Mondo
www.schulzepollmann.com

126 | Noce Pavone Lucido


Masterpiece Series

Pianoforte | 13

il

Un... grandissimo Grand, da Yamaha


Yamaha Music Europe Italy presente
a Cremona con i modelli pi significativi dei marchi gestiti dal gruppo (Kemble,
Yamaha e Boesendorfer). La vera attrazione presso lo stand del colosso giapponese
per costituita dalla prima uscita ufficiale italiana del prestigioso Grancoda da
concerto Yamaha CFX. Lo strumento, che
incarna le pi alte ambizioni Yamaha nel
segmento dei pianoforti da
concerto, era stato presentato alla stampa internazionale per la prima volta a Wiesbaden
nel marzo dello scorso anno, con un sontuoso concerto di
Piotr
Anderszewski.
Secondo
quanto dichiara la comunicazione ufficiale
www.yamaha.it

Yamaha, il modello CFX segna una


tappa fondamentale nei 108 anni di
storia di Yamaha
quale produttore di
pianoforti a livello
mondiale.
In effetti CFX non
un modello migliorativo di prodotti gi esistenti:
al contrario uno strumento del tutto nuovo, nato grazie al desiderio di Yamaha di
superare le aspettative di musicisti e pubblico e di stabilire nuovi standard a livello
mondiale per i pianoforti da concerto. Nel
CFX ogni dettaglio del processo produttivo stato messo in discussione e rivisto, a
partire dai componenti, dalla loro forma,
dalle caratteristiche fisiche e dinamiche:
con il CFX sottolineano alla Yamaha
nato uno strumento che non paragonabile ad altri strumenti. Ogni CFX inte-

ramente realizzato a mano da un piccolo team di artigiani esperti e appassionati.


Una importante affermazione a livello mondiale stata conquistata dal CFX
quando lartista russa Yulianna Avdeeva (nella foto qui sopra) ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale
Frdric Chopin 2010. La stella venticinquenne ha infatti scelto per la sua prova
finale il pianoforte grancoda CFX Yamaha: che quindi entrato di diritto nel merito della vittoria.
Yamaha Music Europe Branch Italy

Marc Maggio si presenta... da solo


Mi chiamo Marc Maggio e ho frequentato la scuola francese dellIFIF (Institut de Facture Instrumentale Franaise) a
Mjanne-les-Als. Ho iniziato molto presto (a 18 anni) ma
nonostante i miei 18 anni di esperienza nel campo mi accorgo che pi passa il tempo e pi si lontani dalla meta: da qui
il motto che ho fatto mio: non si finisce mai di imparare!
Sono orgoglioso di compiere questa professione, che mi offre sopprattutto soddisfazioni (e non parlo di soldi), ma anche la fortuna di poter modellare un pianoforte abbandonato dal tempo per farlo rinascere usando tecniche di mestiere,
manualit, cura, improvvisazione e tanta... tanta pazienza.
Si prende uno strumento che ha magari pi di centanni e gli
si rid vita... per altri cento.
Ho inaugurato da poco il nuovo laboratorio di Roma, in
Piazza Copernico 9-10, e sono il tecnico ufficiale di Musica
per Roma allauditorium Parco della Musica. Nonostante
il difficilissimo momento che colpisce soprattutto il nostro
settore, mi sono motivato a partecipare a Cremona Pianoforte per testimoniare che, nonostante lavvento delle tastiere digitali, esistono ancora professionisti che cercano di
mantenere un mestiere antico e fedele a questo strumento, il
Re di tutti gli strumenti: il pianoforte...
www.accordatoredipianoforti.com

Pianoforte

14 | il

Marc Maggio

Cosa fa PianoRelax?
Tra le soluzioni di silenziamento dei pianoforti a coda, PianoRelax propone lultima versione del
suo originale kit, che si inserisce
e disinserisce al semplice tocco di
una leva, e che esprime tecnologia raffinata ed estremamente affidabile. Il kit infatti composto
da sensori ottici che devono essere inseriti sotto la tastiera, e da
una barra in ottone rivestita da
uno speciale elastomero indeformabile
che arresta i martelli prima dellimpatto
con le corde, mantenendo per inalterata
la lettura del movimento e la caratteristica di pressione sui singoli tasti.
Nella documentazione di presentazione
del prodotto si legge testualmente: Il nuovo Kit di silenziamento per i Pianoforti a
coda si rivolge a chi desidera lascolto di
un ottimo suono campionato in tre timbriche (Steinway Bsendorfer Yama-

ha), modificabile a piacimento via software, senza modificare minimamente le


caratteristiche tecniche dello strumento a
coda che si possiede.
PianoRelax, detto altrimenti, garantisce la piena libert di suonare e di espri-

www.pianorelax.it

mersi musicalmente in ogni momento della giornata o della notte, grazie a


un ascolto in cuffia di grande qualit,
con un suono generato dalla meccanica
del proprio strumento (con tutte le caratteristiche di tocco, pesatura, affondo tasto, primo e secondo scappamento ai quali si abituati) e con, in pi, la
possibilit di utilizzare la porta MIDI
per una eventuale connessione a PC,
expander, tastiere, registratori digitali
e cos via.
Con PianoRelax e con software musicali adatti inoltre possibile, con il proprio piano a coda, scrivere e
comporre musica, e la doppia connessione per cuffia
amplia limpiego anche a
raffinate soluzioni per insegnante-alunno, ad esempio,
o per condividere ascolti
specifici senza arrecare disturbo.
Suonare un vero pianoforte a coda in piena libert, e studiare e allenarsi senza disturbare vicini e familiari e soprattutto
in qualsiasi momento del giorno e della
notte, grazie a questo sistema oggi pienamente possibile.

PianoRelax

Pianoforte | 15

il

Piano Vintage si presenta a Cremona


La filosofia lavorativa di Piano Vintage il laboratorio di restauro rappresentato da Strinasacchi snc nasce dalla somma
delle esperienze di eccellenza
del tecnico Steinway Academy
Andrea De Biasi e dellebanista
Tommaso Busetto.
La passione allorigine del
progetto, racconta il tecnico e accordatore, la stessa
che viene a crearsi attraverso gli studi pianistici. Come
il pianista deve far riaffiorare in ogni brano il pensiero dellautore, cos il tecnico
deve far rivivere attraverso
lo strumento limmagine del
suono pensato dal costruttore.

Piano Vintage quindi un laboratorio dove nulla lasciato


al caso, dove ogni minimo intervento volto al raggiungimento di un preciso risultato
sonoro e timbrico, individuato
oggi dal restauratore, ma certamente pensato dal costruttore in origine.
Come opera Piano Vintage
Il pianoforte si compone di due
parti essenziali:
il gruppo mantello-ghisa (elementi fissi non soggetti a deterioramento) che identifica il
progetto;
il gruppo tavola armonica
corde martelli, che esprime il fenomeno acustico per

mezzo della trasmissione


meccanica del complesso sistema tastiera e castello con
tutte le componenti. Su tutto questo complesso apparato viene operato il restauro.
Latelier di Piano Vintage
in grado di ripristinare la sonorit originale con il recupero della tavola armonica originale. Un risultato che si ottiene
attraverso limpiego di tecniche innovative mirate a ridare energia interna assicurando la qualit che risponde alle
aspettative pi esigenti.
Dove il recupero della tavola armonica originale non possibile, viene realizzata una tavola
completamente nuova; che naturalmente pienamente conforme alloriginale. Si restituisce in questo modo nuova voce
al pianoforte, mantenendo tutpadiglione 1 - stand 63

tavia le caratteristiche timbriche sonore peculiari e originali di ogni strumento. La tenuta


dellaccordatura nel tempo
garantita dalla sostituzione del
somiere in legno dacero americano massello stratificato incrociato.
Il ripristino della meccanica
viene valutato meticolosamente, per ottenere il risultato del
massimo controllo dinamico
del suono e garantire affidabilit a livello professionale.
Piano Vintage si rivolge ai professionisti che desiderano avere il connubio tra affidabilit
nella risposta sonora timbrica e meccanica e il desiderio di
ritrovare lispirazione dei brani; e a tutti coloro che desiderano valorizzare un prodotto
antico, o semplicemente usato,
con un restauro moderno, professionale e innovativo.
strinasacchi

Piano Nomenklatur: Aiarp e Rugginenti insieme per la riedizione di un grande classico


Se siete tecnici accordatori o riparatori
di pianoforti, non potete non averlo sentito nominare. Se vi occupate di pianoforti con uno sguardo che va al di l dei confini nazionali, non potete fare a meno di
prenderlo seriamente in considerazione.
Piano Nomenclatur appartiene alla tradizione epica del mestiere: un volume prezioso e raro che molti professionisti del
settore cercavano invano da anni nelle librerie specializzate di tutta Europa.
Era diventato introvabile, racconta il
presidente di Aiarp Luciano Del Rio. E
www.aiarp.it

Pianoforte

16 | il

per di pi leditore originaRealizzato in sei lingue (terio stato assorbito da una


desco, inglese, francese,
nuova realt che non si
italiano, norvegese e spadimostrata interessata ad
gnolo) e corredato di tauna nuova edizione. stato
vole tecniche accurate, il
PIANO
NOMENCLATUR
cos che, daccordo con gli
nuovo Piano Nomenclatur
autori e con il nostro valiaccoglie anche due capitodissimo Steno Giulini, da sempre attento li aggiuntivi dedicati agli smorzatori e al
traduttore specializzato in questa mate- pedale tonale.
ria, abbiamo deciso di prendere in mano Per informazioni, prenotazioni o semplila faccenda e di proporre, attraverso la cemente per visionare un esemplare del
casa editrice Rugginenti, una nuova edi- volume possibile rivolgersi allo stand
zione di questo glorioso titolo.
Aiarp.
Nikolaus Schimmel H. K. Herzog

Nuova edizione

RUGGINENTI

AIARP - Associazione Italiana Accordatori Riparatori Pianoforti

C. Baer, dal passato alloggi


La suggestione dellitalianissimo marchio C. Baer risale al 1850, quando lIngegner Cesare Berra, costruendo il suo primo pianoforte, fonda una delle pi antiche
e famose fabbriche di Torino. La vicenda
del costruttore, che si muove in un
turbolento periodo contraddistinto
da forti tensioni sociali e da due guerre mondiali, segue il destino di molti altri poroduttori. Lazienda propone prima un modello Baionetta, che
per molti anni sar il suo cavallo di
battaglia, poi, tra le due guerre, presenta sul mercato un primo modello a
meccanica scoperta che porta lazienda a considerare nuove soluzioni.
Dopo la seconda Guerra Mondiale i
sistematici contatti con la Germania
e i fornitori tedeschi di meccaniche,
consentono alla C. Baer di presentare
uno splendido modello 120, del quale

molti esemplari sono ancora regolarmente utilizzati. La difficile congiuntura degli


anni 60, per, porta alla chiusura di questa realt, come di molte altre aziende torinesi.

Il modello B155-B175

Il marchio Baer, oggi


Diapason ha ripreso il marchio C. Baer in
tempi pi recenti, e ha caparbiamente cercato di riproporne le caratteristiche di eccellenza tecnica con strumenti di prezzo
competitivo. Non stato facile individuare aziende orientali in grado di
garantire queste caratteristiche, ma
il buon esito dei contatti ha consentito di far rinascere il glorioso marchio torinese.
La decisione ha per comportato lesigenza di intervenire direttamente in tutte le fasi critiche della
produzione: dalla scelta delle tavole
armoniche e delle meccaniche alla
delicata fase dellintonazione, della registrazione e dellaccordatura
di ogni singolo strumento, fase che
avviene rigorosamente nei laboratori dellazienda italiana.

www.pianofortibergamini.it

Diapason

Pianoforte | 17

il

tradizione tedesca, qualit italiana, innovazione tecnologica Schulze Pollmann


Schulze Pollman presenta a Cremona Pianoforte unampia selezione di pianoforti acustici
delle sue linee Masterpiece e Studio. Ciascuna comprende coda e
verticali di diverse dimensioni, particolarit
e finiture, che abbinano
le caratteristiche della
grande tradizione manifatturiera tedesca e il
raffinato gusto italiano
con lapplicazione della
tecnologia pi evoluta.
Tutti i modelli Schulze Pollmann seguono i

Pianoforte

18 | il

classici e rigorosi criteri costruttivi della


metodologia tedesca.
I legnami utilizzati, ad
esempio, vengono sottoposti a una lunghissima stagionatura, intesa ad ottenere una
percentuale ottimale di
umidit e un assestamento adeguato. Componenti di fondamentale importanza come
le meccaniche e lacciaio armonico sono garantiti da marchi prestigiosi quali Renner,
Abel e Roeslau, men-

tre le tavole armoniche sono realizzate con


labete rosso di risonanza della Val di Fiemme.
Lalto livello di precisione degli strumenti
Schulze Pollman garantito inoltre dalladozione delle pi evolute macchine a controllo
numerico in ogni fase
della lavorazione. cos
ad esempio per la fora-

tura dei telai, realizzati in ununica piastra


in lega speciale di ghisa appositamente
s t ud i at a
per
un
alto livello di resistenza e
di afonia.
Il fatto
che caviglie, agraffes e
corde siano sempre nella posizione ottimale si
deve proprio allimpiego di macchine NC.
Presso lo stand si potranno rivedere le novit gi presentate alla
MusikMesse di Francoforte, come il coda 197
nero lucido della linea
Masterpiece, sviluppato con la collaborazione
del tecnico Luca Manfrin e del Vice Presidente AIARP Sergio Brunello, uno dei massimi
esperti di pianoforte a
livello internazionale,
intervenuto nelle lavorazioni e nelle regolazioni finali.
Sar inoltre esposto
anche il coda 208 con
meccanica WNG della
linea Studio, realizzato
grazie alla sinergia con
Wessel, Nickel e Gross
e allintervento del tec-

nico AIARP Salvatore Tarantino. Con la


sua meccanica sintetica
dell ultima generazione, il
208 punta a consolidare
la propria
affermazione in
ambito accademico.
In fiera, il costruttore di Bolzano annuncer inoltre il nuovo
coda 172, destinato a
completare lofferta dei
mezza coda della linea
Studio. Adatto a sale
di medie dimensioni, il
172 sar disponibile sul
mercato gi a partire da
novembre.
E non finiscono qui le
novit, perch Schulze Pollmann presenter anche il nuovo coda
Bachmann semiacustico, che inserisce in un
mobile di dimensioni
ridotte la vera meccanica di un pianoforte a
coda collegandola a una
contattiera ottica capace di percepire la dinamica del tocco e di
tradurla in suono di ottima qualit attraverso
unamplificazione digitale incorporata.

www.schulzepollmann.com Schulze Pollmann

Jahn Pianoteile a Cremona Pianoforte


Jahn Pianoteile unazienda
leader nel settore delle parti di
ricambio per pianoforte, delle
attrezzature per tecnici e degli
accessori per pianoforti a coda
e verticali, nonch per strumenti storici a tastiera. Nel suo
ampio e professionale catalogo
sono inoltre presenti sistemi di
illuminazione per pianoforte,
sistemi di deumidificazione,
accessori darredamento musicali, sottoruote e molti altri
prodotti studiati appositamente per rappresentare dettagli migliorativi destinati a
tutti gli appassionati del pianoforte.
La Alfred Jahn
GmbH & Co. KG
stata fondata nel
1948 da Alfred

Jahn ed oggi guidata dal tecnico costruttore di pianoforti


Andreas Harke. Con 12 dipendenti, ha sede a Grub am Forst
in Germania. Nel 2008 ha celebrato i 60 anni di attivit ed
il 16 settembre di questanno ha inaugurato
lampliamento della propria sede.
Dal 2010, casa Jahn
ha affidato la rappresentanza
dei
propri
prodotti
in Italia alla ditta
Strinasacchi.

padiglione 1 - stand 74

strinasacchi

Una prima assoluta a Cremona Pianoforte


C una prima
importante in questi giorni in fiera.
Il palcoscenico di
Cremona Pianoforte stato
infatti scelto da Pianosound
per presentare al pubblico e
agli operatori italiani la prestigiosa linea di pianoforti
digitali Home di Kurzweil,
di cui lazienda italiana ha
da pochissimo acquisito la
distribuzione esclusiva
per
lItalia.
La gamma
si compone
allo stato
attuale di tre modelli che rispondono ai nomi di MP10,
CUP2, MPS10.
Gli strumenti sono estremawww.pianosound.it

Biblioteca tecnica:
per conoscere a fondo il Pianoforte
NOVIT
PIaNO NOmeNclaTur

gIOVaNNI BeTTIN
Il PIaNOfOrTe
da cONcerTO

NuOVa edIzIONe
IN seI lINgue

sTeINway & sONs


pp. 548, 88,00 - RE 10162
ISBN 978-88-7665-568-5
Manuale di regolazione,
accordatura, intonazione
e messa a punto.

walTer PfeIffer
Il marTellO
TasTO e caValleTTO
del PIaNOfOrTe
smOrzI, mOlle e TOccO
Nel PIaNOfOrTe

Nikolaus Schimmel H. K. Herzog

PIANO
NOMENCLATUR
Nuova edizione

RUGGINENTI

pp. VI+254, 35,00 - RE 10177


ISBN 978-88-7665-533-3

mente curati dal


punto di vista della
generazione sonora
del resto il marchio Kurzweil noto proprio per la grande qualit dei
campioni pianistici. Sotto il
profilo strettamente meccanico, il modello CUP2 (nella foto a fianco) propone una
tastiera Fatar di alta qualit;
mentre lMPS10 si mette in
evidenza per la sua
straordinaria portabilit. La gamma verr completata nelle prossime
settimane con lintroduzione del modello MPS20 a cui,
ai primi di gennaio dellanno
prossimo, si affiancher anche il modello MP20.
Kurzweil

in collaborazione con

cesare augusTO
TallONe
fede e laVOrO
pp. 212, 20,00 - RE 10207
ISBN 978-88-7665-585-2
Memorie di un accordatore.
Il racconto autobiografico
delle vicende del primo
artefice del pianoforte
da concerto italiano.

max maTThIas
sTeINway serVIce
maNual
pp. VI+90, 35,00 - RE 10161
ISBN 978-88-7665-510-4
Guida per la cura
e la manutenzione
dello Steinway

RUGGINENTI EDITORE srl


www.rugginenti.it - info@rugginenti.it
via Giuseppe Scalarini, 8 - 20139 Milano
tel. 02.36693990 fax 02.36693991

Pianoforte | 19

il

albo soci
2011
LIGURIA
CANAVESE Lucio Via Canepari 9 - 17055 Toirano (SV) 348-2430560
FERRARI Giorgio Via E. H. Giglioli 24/6 - 16142 Genova 010-812264
GALLI Pietro Via Torino 27 - 19122 La Spezia 328-9664927
GANORA Giorgio Via S. Luca DAlbaro 63 int. 12 - 16146 Genova 010-364142
SPERATI Carlo Via Trilussa 1/23 - 17100 Savona 328-6028351
STORTI Luciano Piazza Colombo 2/19 - 16121 Genova 010-580122

ABRUZZO
FABBRINI Angelo Lungomare Matteotti, 79
65121 Pescara 085-36183
MATTEUCCI Domenico Via Ferruccio Parri, 7/B
67051 Avezzano (AQ) 347-5222682
BASILICATA
MALCANGI Salvatore Recinto Roma 13 - 75100 Matera
338-2716313
CALABRIA
CRUCITTI Carmelo Via SS. Ionica Dir. Irto 16 89061 Arangea (RC)
328-3477648
SANSONE Enzo Via Resistenza, 185 - 87040 Castrolibero (CS) 360-283292
CAMPANIA
ARENA Tiziano Loc. Erte - 83030 Monocalzati (AV) 335-8440590
DE MAIO Francesco Londra - 0044-7946597885
MAIONE Sabino Via S. Carlo, 19 - 82011 Airola (BN) 335-5734706
MITILINI Gennaro Via Salvatore Di Giacomo snc - 80040 Volla (NA) 335-423460
PISCOPO Ciro Via Rocco Galdieri 11 - 80020 Casavatore (NA) 347-1861481
ROSSI Maurizio Via Aleardi 8 - 84091 Battipaglia (SA) 347-4880727
SANTARPINO Aldo Via Martiri DUngheria 224 - 84018 Scafati (SA) 081 - 8508617
EMILIA ROMAGNA
CASONI Gabriele Via Romita 5 - 44039 Tresigallo (FE) 348-3815122
DALPORTO Mirco Via Respighi 8 - 42100 Reggio Emilia 335-5416883
DEL RIO Luciano Piazza A. Costa 5/A - 42100 Reggio Emilia 335-8398367
FERRARESI Gianni Via XX Settembre 87 - 44100 Ferrara 333-4309608
IDRA Canzio Via LXIII Brig. Bolero 3 - 40033 Cas. Reno (BO) 335 8364024
IDRA Walter Via LXIII Brig. Bolero 3 - 40033 Cas. Reno (BO) 051 575825
PASSARELLA Luciano Via Emilia Est 215/B - 41100 Modena 338-8438957
RANDI Paolo Via Don Baronio 56 - 47039 Savignano Rub. (FO) 360-706926
FRIULI VENEZIA GIULIA
BONUTTI Luca Via della Villa 40 - 33050 Bagnaria Arsa (UD) 335-5366749
CERNEAZ Lorenzo Via Bariglaria 141 - 33100 Udine 338-6045193
GRASSI Marco Via Pagliaricci 49/1 34128 Trieste 339-5054035
PECAR Claudio Via Scuola Agraria 12/10 - 34170 Gorizia 348-9105806
TONON Ulisse Via degli Aceri, 22/2 - 33033 Codroipo (UD) 329-4691279
VALENT Claudio Via Udine 1 - 33077 Sacile (PN) 0434 72989
LAZIO
AHMAR Robert Via Poggio dei Pini 4 - 0061 Anguillara Sabazia (RM) 329-6135396
ALFONSI Luigi Largo Brancaccio 79 - 00184 Roma 06 4872739
BALDI Enrico Via Emanuele Filiberto 271 - 00185 Roma 339-5065093
BIANCHI Nino Gaetano Via delle Olmate 19 - 01010 Oriolo Romano (VT) 333-4241484
BUCCITTI Mauro Via delle Ortensie 1/3 - 04012 Cisterna (LT) 337-770654
CASTRIANNI Alessandro Via De Lucchesi 27-30 - 00187 Roma 338-9465350
DANGELO Mauro Via T. Landolfi 155 - 03100 Frosinone 333-2828955
DE LELLIS Marco 21-05 31st Avenue 11106 Astoria NY (USA) 001 718 956 3110
LOREFICE Luca Via Casale Agostinelli 62/b 00118 Roma (Morena) 349 5636299
MAGGIO Marc Piazza Copernico 9/10 - 00176 ROMA 328-0240755
MAZZA Calogero Via Colombo 18 - 04023 Formia (LT) 338-1507642
SABATINI Valerio Via Ferruccio, 34/A-B - 00185 Roma 339-1494509
TARQUINI Marcello Via Delle Vigne, 79 - 00148 Roma 335-5818761

Pianoforte

20 | il

LOMBARDIA
BARBAGLIA Luciano Via Torriani 29 - 22100 COMO 031-269387
BENAZZI Marco Via Garibaldi 30 - 26035 Pieve S. Giacomo (CR) 0372-64375
BOTTINI Roberto Via Ariosto 12 - 25127 Brescia 347-5570824
BUSSANDRI Giancarlo Via Sigieri 10 - 20135 Milano 349-1535675
DIANA Ferdinando Viale Molise 1 - 20092 Cinisello Balsamo (MI) 329-2191129
DI NALLO Gabriele Via Silvio Pellico 24 - 20052 Monza (MB) 335-6472597
GRIFFA Davide Via Anelli 8 - 20122 Milano 335-7772260
GRIFFA Gianfranco Via Crivelli 20 - 20122 Milano 335-7793546
GRIFFA Sergio Via Crivelli 20 - 20122 Milano 335-6825065
GUERNELLI Stefano Vicolo Voltino 9 - 46100 Mantova 335-426552
IDRA Eraclio Via Caduti Liberazione 9 - 21047 Saronno (VA) 02-9605219
LANZANI Cesare Corso Garibaldi 65/A - 20030 Seveso (MB) 0362-502331
LANZANI Sergio Corso Garibaldi 65/A - 20030 Seveso (MB) 347-6466134
LUCIANO Sergio Via Manin 101 - 21100 Varese 0332-281355
MAESTRI Mauro Via Pietro da Lissone 4 - 20035 Lissone (MB) 339-5908422
MANCINI Paolo Via Cavour 15 - 23822 Bellano (LC) 335-5917854
MITAROTONDA Paola Via Corridoni 37 - 20122 Milano 347-4586526
MOLTENI Giuseppe Mario Via Bizzozero 18 - 21100 Varese 0332-283506
PAPES Davide Via della Pila 61 - 20162 Milano 339-3509700
PASSADORI Angela Via S. Chiara 6 - 25121 Brescia 347-8171934
PASSADORI Angelo Via Mazzini 3/A - 25086 Rezzato (BS) 030-3751106
PASSADORI Giulio Via S. Chiara 6 - 25121 Brescia 347-4189827
PASSADORI Giuseppe Via Poffe 7 - 25030 Torbiato dAdro (BS) 030-3751106
PASSADORI Pierenzo Via S. Chiara 6 - 25121 Brescia 030-3751106
PEDROLI Giancarlo Via Carlo Farini 59 - 20100 Milano 338-8949551
PICONE Giuseppe Via Scalabrini 29 - 22100 Como 031-594041
PICONE Roberto Via Scalabrini 29 - 22100 Como 339-2934092
PIROLA Cesare Via Del Partigiano 18 - 20050 Sovico (MI) 039-2010224
ROCCO Mario Vicolo Carceri 2 - 25032 Chiari (BS) 334-3939624
ROCCO Massimo Via Bergamina 9 - 20016 Pero (MI) 339-6660337
SANGALLI Giovanni Via Mascagni 6 - 20047 Brugherio (MB) 039-2871996
SCORTICATI Carlo Corso XXII Marzo 28 - 20135 Milano 02-5456154
TAMAGNI Massimo Via Albino Luciani 6 - 26035 Pieve S. Giacomo (CR) 338-4099888
TARANTINO Salvatore Via Marsala 9 - 20090 Buccinasco (MI) 333-7805862
TERRAVAZZI Giampiero Via P Moroni 9 - 20010 Pogliano Mil. (MI) 347-4413448
.
VIGAN Romano Piazza S. Gregorio 3 - 20060 Basiano (MI) 02-95760108
ZANOTTI Luca Via Udine 1/C - 25050 Rodengo Saiano (BS) - 030 3751106
ZECCHIN Francesco Via Monfalcone 26 - 21049 Tradate (VA) 348-5626000
MARCHE
BEVILACQUA Giuseppe Via Loretana 93 - 60021 Camerano (AN) 348-7327186
CAPPONI Claudio Via Vecchia Fornace 40/A - 60027 Osimo (AN) 333-4987209
PIERIST Carlo Via Costa Bianca 12/B - 60025 Loreto (AN) 368-3888527
RICCI Enrico Via Roma 15 - 63015 Monte Urano (AP) 347-3241427
ROSSINI Lorenzo Via L. Cadorna 38 - 60022 Castelfidardo (AN) 329-8410855
SANTORI Fabrizio Via Fermi Fossombrone (PU) 348-5114842
VALLI Roberto Via Trionfi 1/A - 60127 Ancona 335-5738327
MOLISE
CHIOVITTI Michele Via Monte Grappa 49/C - 86100 Campobasso 338-8207609
PIEMONTE
BIOLCATI RINALDI Alvise Via Serralunga 30 - 13900 Biella 335-6291457
GALLINUCCI Giorgio Via Scallaro 22 - 10020 Cavagnolo (TO) 347-2214091
GANDOLFO Carlo Via Fogazzaro 44-46 - 10095 Grugliasco (TO) 340-7300182
GARNERONE Roberto Via Vallauri 84 - 12013 Chiusa Pesio (CN) 335-7062884
LAZZARINO Roberto Via Trieste 51-53 - 15011 Acqui Terme (AL) 333-9800983
MARTUCCI Roberto Via Torino 190- 10042 Nichelino (TO) 328-3644077

AIARP - Associazione Italiana Accordatori Riparatori Pianoforti


Sede legale: piazza Costa, 5/A - 42100 Reggio Emilia - tel. e fax 0522/432534 www.aiarp.it - e-mail: aiarp@aiarp.it
Consiglio Direttivo: Luciano Del Rio (presidente) - Sergio Brunello (vicepresidente) Salvatore Tarantino (segretario) Davide Papes (tesoriere) - Marcello Tarquini (consigliere)
c/c postale n. 10666428 - coordinate bancarie: c/c n. 16593
Banca Popolare di Milano Ag. 19 ABI 05584 CAB 01619 IBAN: IT84 W0558 40161 9 000 000 016593

OLDANI Giovanni Via Beltrami 10 - 28100 Novara 336-236306


PEDROLI Paolo Via Vittorio Veneto 8 - 28041 Arona (NO) 393-4981199
PONSO Rinaldo Via Stefano Fer 16 - 10064 Pinerolo (TO) 0121-75208
PUGLIA
CIVILLA Francesco Via Giannuzzi 24 - 73024 Maglie (LE) 339-6142424
DEL GIUDICE Antonio Via Armando Diaz 56 - 74010 Statte (TA) 099-4741706
DEL GIUDICE Gino Largo Lepanto 64 - 74010 Statte (TA) 099-4741706
FABBRINI Vittorio Via della Repubblica 91-93 - 71100 Foggia 330-327813
FARINA Giovanni Via M. Lotesoriere 1 - 72017 Ostuni (BR) 368-7206029
FARINA Nicola Via M. Lotesoriere 1 - 72017 Ostuni (BR) 347-1480436
GRIFFI Massimiliano Via DEnghien 16/A - 74015 Martina Franca (TA) 330-508920
LAMACCHIA Luigi Via Melo 15 - 70122 Bari 348-4142904
LAZZARI Roberto Via Oberdan 13 - 73010 Sogliano Cavour (LE) 0836-543726
MERICO Ugo Via Pr. Di Piemonte 169 - 73040 Collepasso (LE) 338-9208621
SANTORO Gianbattista Via Saliscendi, 2A - 74015 Martina Franca (TA) 338-6342016
SARDEGNA
CORDA Luigi Via Canelles 28/A 09045 Quartu S. Elena (CA) 335-206360
FANUTZA Marcello Via Fertilia 43 09013 Carbonia (CA) 339-2738201
SICILIA
CONTI Agatino Via Ravanusa 12/A - 95037 S.G. La punta (CT) 328-8242642
CONTINO Dario Augusto Via Canfora 12/A-B - 95128 Catania 340-7101729
DI NOTO Domenico Corso V. Emanuele 119 - 91100 Trapani 347-8788065
PENNISI Sergio Via P S.M. Ammalati 101 - 95024 Acireale (CT) 328-4123261
.le
SANGIORGIO Girolamo Via A. Poliziano 35 - 90145 Palermo 335-5247084
SANTAMARIA Giuseppe Via Noviziato 85 - 98123 Messina 368-205985
TALAMO Cesare V. Pipitone Federico 80/B - 90144 Palermo 335-7102578
TOSCANA
BENVENUTI Paolo Via Toscoromagnola 1997 - 56023 Navacchio (PI) 338-1314100
BONECHI Stefano Via di Mantignano 120/3 - 50142 Firenze 335-5850679
CHECCACCI Giangastone Via Cesare Battisti 10 - 53100 Siena 335-357696
CIANI Roberto Via Dei Giunchi 86 - 50019 Sesto Fiorentino (FI) 333-9676001
FROLA Riccardo Via Pontanico 33/A - 50061 Compiobbi (FI) 329-2197626
HERVO HUERNE Cline Via Pontanico, 33/A Compiobbi (FI) 388-1718397
LISI Massimo Via Tosco Romagnola 294 - 56012 Fornacette (PI) 328-3059848
MENICAGLI Luca Via Verga 9 - 57100 Livorno 0586-444495
NERI Andrea Via DellOlivuzzo 69 - 50143 Firenze 347-7674440

NICCOLINI Federico Via Della Chimera 32/A - 52100 Arezzo 339-4110770


PARISE Michele Via A. Zarini 319/21 - 59100 Prato 347-3535359
PARISE Jonathan 11 Courta Court - 3996 Inverloch Vic. AUSTRALIA
ROVER Edda Via B. Davanzato 3 - 50021 Barberino V. Elsa (FI) 338-1235418
VALENTINI Stefano Via Melara 6 - 54035 Fosdinovo (MS) 349-4379812
TRENTINO ALTO ADIGE
CAVADA Walter Via Italia 7 - 38030 Molina Fiemme (TN) 348-8140950
DE FLORIAN Giancarlo Via Milano 21 - 38030 Castello di Fiemme (TN) 0462-342013
GALVAN Egidio Corso Ausugum 112 - 38051 Borgo V. Sugana (TN) 333-5756469
MANFRINI Luca Via Kennedy 194 - 39055 Laives (BZ) 338-3028238
MORELLI Paolo Loc. Fratte Ponte Regio 38057 Pergine Valsugana (TN) 0461 530019
PLASCHKE Peter Via Giardini 2 - 39011 Lana (BZ) 335-5887741
UMBRIA
CATARINELLI Maurizio Localit Poggiarello 9 - 06034 Foligno (PG) 335-1329338
LUPATTELLI Davide Via Monteneri 35 - 06129 Perugia 338-8397486
NERI Andrea c/o Ditta Ceccherini & C. 347-7674440
VENETO
AGGIO Ugo Via G. Matteotti 53 - 45010 Villadose - Rovigo 329-2148269
BETTIN Giovanni Via Legrenzi 4/A - 31044 Montebelluna (TV) 335-6162702
BRUNELLO Sergio Via L. Chiereghin 2/A - 31100 Treviso 338-9565274
BRUSEGAN Massimo Via S. Pellico 14 - 30010 Camponogara (VE) 333-3258519
DE BIASI Andrea Via Nogara 7 - 37026 Pescantina (VR) 347-5312604
DE CONTI Gianni Via Fratti 19 - 32026 Mel (BL) 335-8430714
DE FRANCESCHI Bruno Via I. Baratto 5 - 31040 Pederobba (TV) 338-5480107
FARNEA Riccardo Santa Croce S.G. dellOrio 1526 - 30135 Venezia 347-7636880
FERRARI Tiziano Via S. Agostino 159/2 - 36057 Arcugnano (VI) 0444-288725
MARCHESINI Pietro Via M. Moro 4A - 31033 Castelfranco Ven. (TV) 339-5952898
MIRANDOLA Giuseppe Via Marco Polo - 37050 Cherubine Cerea (VR) 348-4135801
PEDRALLI Andrea Via DAntona 1 - 31021 Mogliano Veneto (TV) 347-0507396
SCIVALES Giuseppe Via Quinzano 31 - 37124 Verona 349-2947666
TELATIN Silvana Via Verona, 25 - 36061 Bassano del Grappa (VI) 333-2076218
VENTO Maurizio Via Toniolo 13 - 31036 Istrana (TV) 333-3032643
ZAMPIERI Aldo Via Monte Canino 6 - 37124 Verona 347-5584119
ZANINI Guido Via Scuole 111 - 37060 Caselle Sommacampagna (VR) 045-8580793
ZANTA Silvano Via Crociata 28/A/1 - 30010 Camponogara (VE) 335-5654244

Chi AIARP
Il nome di AIARP profondamente legato alla storia recente del pianoforte in Italia. Nata nel 1969 in seno allAssemblea
annuale di Europiano, lAssociazione Italiana Accordatori Riparatori di Pianoforti da allora la sola istituzione del nostro Paese impegnata sistematicamente nella diffusione della cultura tecnica di questo strumento.
Nel corso dei suoi quattro decenni di vita, AIARP ha raccolto adesioni sempre pi numerose sia fra i tecnici professionisti, sia nellambito del ristretto circolo formato da produttori, importatori e distributori di pianoforti, che accompagnano da sempre il cammino di AIARP nel ruolo di soci sostenitori.
Lattivit AIARP ruota attorno a quattro cardini fondamentali:
Attivit di formazione rivolte a soci e simpatizzanti: incontri di laboratorio, incontri tecnici, giornate di studio.
Organizzazione di seminari e workshop proposti a cadenza annuale con visite guidate a fabbriche e laboratori.
Esami di ammissione: di fatto lunico percorso oggi esistente in grado di garantire laccesso ad una qualifica professionale autentica.
Rapporto con le Istituzioni, i cui frutti hanno portato fra laltro allinquadramento ufficiale
della professione di tecnico riparatore e accordatore nel numero delle professioni artigianali
artistiche riconosciute dallo Stato.

Pianoforte | 21

il

Premire di Steingrber:
il nuovo grand piano B-192
A sette settimane dalla
sua "prima assoluta" al Festival di Bayreuth (dove
stato presentato in occasione del bicentenario
della nascita di Franz Liszt), uno dei primi tre prototipi del pianoforte
B-192 di Steingrber & Shne
presente a Cremona Pianoforte. Fratello minore del Magnifique C-212, viene proposto
come un prodigio di tecnica e
di suono.
Cremona Pianoforte quindi la primissima tappa di un
tour internazionale che porter lultima creazione della ditta tedesca a presentarsi ai musicisti di tutto il mondo.
Questo nuovo modello va a
completare la gamma di pianoforti professionali Steingrber & Shne, affiancandosi ai
modelli A-170, C-212, D-232,
www.steingraeber.de

e E-272, famosi per la


grande forza
del suono e
la trasparenza dei toni.
Tra i musicisti che hanno
scelto Steingrber per i
loro concerti nel 2011 si possono annoverare nomi come Alfred Brendel e il suo miglior studente,
Kit Armstrong. I pianoforti
dell'azienda tedesca sono peraltro presenti in alcune tra
le pi famose sale da concerto del mondo, come la Getty di
San Francisco, la sala dellUniversit di Karlsruhe in Germania e il Teatro Sucre di Quito
in Ecuador.
Accanto al prestigioso coda,
Steingrber & Shne presenta
a Cremona Pianoforte anche il
Piano Liszt, un pianoforte verticale con preziosi inserti dedicati al grande compositore e
pianista ungherese.
Steingraeber

Wiener Urtext, o della precisione assoluta

VENDITA INGROSSO

Ricambi e accessori per pianoforti e


strumenti storici - Utensili tecnici
professionali - Feltri e tele gommate

orniture

ecniche

ianoforti

Via Meucci, 19 36057 Arcugnano (VI) ITALY


Tel. (+39) 0444 288725 Fax (+39) 0444 288685
e-mail: info@ftppianoforti.com www.ftppianoforti.com

Pianoforte

22 | il

Sono improntate a criteri di rispetto assoluto del testo tutte le


partiture che si fregiano del marchio Wiener Urtext. Fra le uscite
pi recenti ci sono tre delle pi celebri Invenzioni a Due Voci di J.S.
Bach (la 1, la 6 e la 8). Le composizioni, diteggiate da Oswald Jonas
sulla base delledizione di Ulrich
Leisinger, sono accompagnate da una ristampa di pregio
degli originali bachiani.
Accanto ad esse segnaliamo il completamento della revisione integrale delle Sonate di Haydn. Il lavoro, monumentale,
stato eseguito a partire dalledizione storica di Christa Landon: e rappresenta un passo avanti notevolissimo nella correzione di alcuni passaggi fino ad oggi oscuri.
www.schott-music.com

Schott

DIVERTIMENTO AL
PIANOFORTE
DAL PRINCIPIANTE AL VIRTUOSO. Nella Family of Steinway Designed Pianos ognuno
trova il suo strumento ideale! Steinway & Sons, Boston oppure Essex entrate nel mondo Steinway,
dove troverete il pianoforte giusto per ogni esigenza, per ogni livello e per ogni budget.

SIAMO PRESENTI A CREMONA PIANOFORTE


Potrete trovare e provare i pianoforti Steinway & Sons,
Boston ed Essex al Padiglione 1, stand 61/62/75/76

THE FAMILY OF STEINWAY-DESIGNED PIANOS

ALFONSI PIANOFORTI ROMA DAMINELLI PIETRO BERGAMO


CASA MUSICALE DEL RIO REGGIO EMILIA MARANGI STRUMENTI MUSICALI MARTINA FRANCA
MARANGI PIANOFORTI PALERMO ALBERTO NAPOLITANO PIANOFORTI NAPOLI
PASSADORI PIANOFORTI BRESCIA PIATINO PIANOFORTI TORINO
ZIN STRUMENTI MUSICALI PADOVA

RAPPRESENTANTE GENERALE PER LITALIA


STRINASACCHI snc
tel. 045 - 8 345 692 info@strinasacchi.it

Pianoforte | 23

il

Pianoforte

24 | il