Sei sulla pagina 1di 27

TULEDO E NOTTE

di Raffaele Viviani
Personaggi:
SCARRAFONE, vecchio giornalaio
CIENTEPELLE, venditore di carne cotta
FURMELLA, faccendato
TUMMASINO, !o "ilionario
LEOPOL#O COLETTA, caffettiere girovago
!O PI$$AIUOLO
FRIT$
%ASTONE
RUSELLA, !a gra""ignara
PASCALINO, !o f&rnariello
!O SAPUNARIELLO
IL 'RI%A#IERE 'RI%(ELLA
LA %UAR#IA %UAR#ASCIONE
MAR%(ERITA
INES
FILI'ERTO ESPOSITO
MIM), ca"eriere di caff*
NICOLA, g&ardiano nott&rno
%NA$IO, vett&rino da nolo
MARIO
FLORA
%EOR%ETTE
PIERRETTE
E#%AR#O
FERNAN#A
MARIA, !a +olloa
FILUMENA, !a chiatta
TITINA
CRISTINA, !a "inorenne
#ON AITANO, !o ,etteco
AFFUN$INO, !o cacaglio
PEPPINO, faticato
PAPELE, "ari&olo
L-UOMO #EL PIANINO
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
ATTO UNICO
SCENA I
Via Toledo, angolo vico Berio, nei pressi di Piazza San Ferdinando. Notte alta, dinverno. Scarrafone
l
,
vecchio giornalaio, se ne sta infreddolito in un angolo a destra. A sinistra giocano a terra due uomini luno
! "ientepelle
#
, venditore di carne cotta che ha la piccola $ancarella poco discosta da lui, e Furmella
%
,
giovane sfaccendato.
UNA VOCE . &'uella di (eopoldo "oletta, caffettiere girovago) /-O caffettiere0 Caf*, igari, igarette, r&"
1
e 2nnee
3
4 Cc2 ta Leo5oldo Coletta, chi !o c&"anna6 !O cafettiere074
SCARRAFONE . &d* la sua +voce,) /-O ggi&rnale !e ll-Italia0 !A Tri8&na !e Ro"a0 L9-&lti"a edi+ione0 !O
C&rriere !e Na5&le70
UN-ALTRA VOCE . &lontana, nostalgica, 'uella di un +maruzzaro,
-
) /Co++eche !e Taranto0 So- 8elle
"ar&++e-7: &.ntra Tummasino /o milionario. 0 un giovane magnaccio, tipo tra il prepotente e il
cavalleresco. (o chiamano +o milionario, per la sua fastosit* puramente ver$ale. 0, in realt*, un
poveraccio. Veste una giacchetta corta, col $avero alzato per il freddo. 1a le mani in saccoccia. Viene da
+San Ferdinando,
2
e, dopo aver guardato allangolo del vicolo, ha un moto di dispetto. "hiede a
Scarrafone notizie di 'ualcuno)
SCARRAFONE . Chi6 In*0 N&n !a conoco0
TUMMASINO . &gli risponde con un $reve cenno di saluto3 guarda di nuovo allangolo del vicolo e
mormora) :Se arr2 fatta "onaca0 &. si avvicina ai giocatori. .ntra (eopoldo col suo scaldino da un lato
dove c! la +cocoma, di rame con il caff! e col grosso cesto 'uadrato dallaltro)
LEOPOL#O . &ripete la +voce,) /-O caffettiere0 Caf*, igari, igarette, r&" e 2nnee0 Cc2 ta Leo5oldo
Coletta, chi !o c&"anna6 !O cafettiere07 &Si ferma, sul davanti, a destra)
TUMMASINO . &ai giocatori, con tono di superiorit*) Che ve tate ,&canno6
CIENTEPELLE . &alza gli occhi fino a lui, lo s'uadra, e gli risponde con mala grazia) Sei olde4
FURMELLA . &sorridendo, con deferenza) Trenta cientee"e4
TUMMASINO . &con tono che non ammette replica) Favorite"e chill& nichello
;
4
CIENTEPELLE . E 5ecch<6
TUMMASINO . = ca"orra0
CIENTEPELLE . &seccato) E 5igliataville t&tt- !e eie4
TUMMASINO . Me ne attoccano
>
?&attro4 &. si china a raccogliere la monetina da 'uattro soldi, che
intasca)
FURMELLA . &tra i denti) @h
9A
, che 5er+ona gentile0
CIENTEPELLE . &masticando amaro, dopo aver mischiato il mazzo di carte, a Furmella) Ai+a0
FURMELLA . &+taglia, il mazzo, con un sospiro. . i due ricominciano a giocare)
TUMMASINO . &si avvicina a (eopoldo) '&onanotte, Lio5o-4
LEOPOL#O . Oh0 #on To""aino ti"atii"o0 'eato chi vi vede4
TUMMASINO . #a""e na igaretta4
LEOPOL#O . &gliela porge) Addo- ite tato ca n&n v-aggio vito cchi&6
TUMMASINO . A 5iglia- n& 5oco d-aria !o carcere !e San Francico
99
4
LEOPOL#O . A San Francico6 E 5ecch<6
TUMMASINO . Pe- niente0 Tr&ffa con raggiro, feri"ento, e 5orto d-ar"a a8&ivo4
LEOPOL#O . &con seriosa ironia) E"8*, e 5e- na ci&cche++a i"ile, arretano a n& galanto"o60
TUMMASINO . E che ce v&o- fa-6 B&anno !a legge te 5iglia a 8eraglia- a n-individ&o, n&n c-* da
dic&tere0 &Saccende la sigaretta)
LEOPOL#O . Ve 5o++o "ettere !o ccaf*6
TUMMASINO . No, e che ""ale t-aggio fatto6 Cc2 n& 5oco !e al&te "-* ri"ata, e t& "- !a v&o-
arr&vina-6
LEOPOL#O . V&ie v-avit-a 5iglia- !o ccaf*6 E v- !o 55&tite 5iglia-4 Ll-aggio fatto "o frico c& ccierta
5oa
9C
v&ll&ta d- !a etti"ana 5aata4
TUMMASINO . Ah, neh
9D
6
C
LEOPOL#O . A 55arola "ia, 5e- ?&anto vi ti"o4
TUMMASINO . E faci""o t& acrifi+io0 &(eopoldo prepara il caff!)
SCARRAFONE . &d* la +voce,) /-O ggi&rnale !ell-Italia0 Ll-&lti"e nnoti+ie0 Mo * arrivato07
CIENTEPELLE . &stirandosi le mem$ra intorpidite, mentre Furmella mischia le carte) Co""e ta""o a
55&nte6
FURMELLA . T& diece, e io &no0
CIENTEPELLE . &fregandosi le mani, con soddisfazione) Mica0 Mica0
FURMELLA . &con ra$$ia) Ai+a0 &"ientepelle +taglia, il mazzo. 4l gioco ripiglia. 5usica 44)
LA4VOCE #E !O PI$$AIUOLO . /-A tengo cavera e chin-alice0 !O 5e++a-
91
07 &6allinterno d* la voce.
.ntra /7 pizzaiuolo, suonando un fischietto $islungo. 1a sul capo una grossa stufa. Spezza la musica)
LEOPOL#O . &a /7 pizzaiuolo) %&<, t& ancora t-hE !a ritira-
93
6
!O PI$$AIUOLO . :E i n&n vengo t-at& 5aro
9F
!e 5i++e, co""e "e retiro6 Che ""- !e 55orto a caa6
M"- !e cocco
9G
c& ""ico
9;
6 &8uarda in giro e d* la +voce,) /-A lava !e ll-&oglio07
9>
&9iprende a suonare il
fischietto. 5usica 444. (eopoldo ammicca al venditore, ridendo)
!O PI$$AIUOLO . &d* la +voce,) /Ca io ""e cocio:7
CA
TUMMASINO . &mordace) Arra&ia
C9
0 &5usica 4V)
!O PI$$AIUOLO . Songo aci&to a 5ri""a eraH
to !a cinch-ore !""ie+- !a via0
Chit& r&oto * na &r8ettera
CC
0 &Allude alla stufa. 6* la +voce,)
/-E 8&llente07
LEOPOL#O . &ironico) Eh0 C& t& friddo0
!O PI$$AIUOLO . &ride, suo malgrado) N&n o- 5i++e, o- tacc&celle
CD
4
Si n- !e vvengo, n&n faccio friddo
C1
4
"e ne faccio taglia- chiantelle
C3
4 &4nsiste nel dare la +voce,)
/-E 8rioce07
SCARRAFONE . &scoppiando in una grossa risata) Adderitt&ra0
!O PI$$AIUOLO . &a sua giustifica) Songo e"5e 5i++e !e g&erraH
fatte- e vrenna
CF
e egat&raH
5- !e ttaglia-, ce vI na erra
CG
0 &. ancora la +voce,)
/Neh, ca io 5ao6 Ca io ""e ne vaco67
TUMMASINO . &infastidito, e con voce sgradevole) E vattenne0 Staie e"5e cc260
!O PI$$AIUOLO . &con amarezza) B&ant-* 8ello chi gi2 ha "agnato4
ca n&n crede a chi ha dda "agna-0 &Spezza la musica. (eopoldo guarda /7 pizzaiuolo con solidariet*.
5usica V. /7 pizzaiuolo d* la +voce,)
/-A tengo cavera e chin-alice0 !O 5e++a-07 &4l venditore va in giro, suonando il fischietto)
LEOPOL#O . &porge il caff! a Tummasino) = ervito4
CIENTEPELLE . &a Furmella) :(E fatto ?&atto 5&nte0 &5ischia le carte)
FURMELLA . :E &no ne v&levo, cinche0 Cinche a ddiece0 Laa fa- !a Madonna0 &. si frega le mani,
soddisfatto)
CIENTEPELLE . &indispettito) Ai+a0 &4l gioco continua)
TUMMASINO . &sorseggia il caff!, :o sputa e si rivolge a (eopoldo con mala grazia) E"8*, t- !o
""enarrie !n faccia0 Tenevo na vocca acc&J 8ella, "-hE !nt&ecato0
LEOPOL#O . = tro55o carreco
C;
6
TUMMASINO . Vatte-
C>
, chito * chello che avvelenaie a Crito0
!O PI$$AIUOLO . &smette di suonare perch; il fischietto gli fa cilecca. Spezza la musica. A Scarrafone,
ridendo) !O vJ6 S-* accatarrato 5&re !o ico
DA
0
SCARRAFONE . :Io tengo n& /%i&rnale d-ltalia7 c& n& d&lore !e "ola !a ta""atina:
!O PI$$AIUOLO . &gli fa un gesto, come dire "he esagerazione< . d* la +voce,) /Neh, ca io "e cocio:7
TUMMASINO . E gghiett- !e !n terra: &Allude alle pizze. /7 pizzaiuolo lo guarda) Leo5o-, t& t& ccaf* n&n
"e l-hE !a da-0 &. restituisce la tazza)
!O PI$$AIUOLO . &guarda Scarrafone che ride e ripiglia) /Neh, ca io 5ao:7
TUMMASINO . E 5aa4
!O PI$$AIUOLO . /:Neh, ca io "e ne vaco:7
TUMMASINO . E vattenne0
!O PI$$AIUOLO . &gli spezza la parola, apostrofandolo con un nervosismo che :o fa tartagliare) %io:
gio: giovano-, v&ie ce avit- !a fa- fa-0 E"8*6 Cc2 ce 5aano cierti c&rnici&ne
D9
!e 5i++a 5e- cca5o, e v&ie
D
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
fr&c&liate
DC
0
TUMMASINO . Ma chella, !a ggente, !e 55i++e n&n !e vvI0
!O PI$$AIUOLO . N&n !e vvonno "o6 E ?&ann-* ddi"ane - !e ""angeno0 #o55o di"ane: !a n-at&
"ee: !a n-at-anno: ?&anno faci""o n-ata g&erra:
SCARRAFONE . &ironico) !A n-at& 5aro !e ec&le:
!O PI$$AIUOLO . Chelle !e 55i++e cc2 tanno0 &. mostra la stufa) Chi nn- !e ccaccia !a cc26 &Pausa)
Allora, v&ie, !a ca5a "ia n&n !a a5ite6 Eh0 Io ddoie 5i++e !e tenette tre ""ie, facette !a traf&r"a+ioneH !a
ch-erano !n+ogna
DD
e f&r"aggio addeventaiene c& !e cicenielle
D1
0 Ma !e vvennette0 !E vvennette0
TUMMASINO . :!E vvennite4
!O PI$$AIUOLO . E chi - !e ""angiaie, ""e ringra+iaie 5&re4 Se ,ette a 5reenta- 5e- &rdato, !o
rif&r"aieno ott- !o col5o0
SCARRAFONE . &ridendo) Teneva n& t&"ore !o to""aco0
LEOPOL#O . &a /7 pizzaiuolo) Che ce v&o- fa-6 Ogge 5&re !a 5i++a ha fatto !o tie"5o &io:
!O PI$$AIUOLO . &come offeso) Uh, Lio5o-, rno tra vecchi co""ercianti ce avi""-a55icceca-
D3
6
TUMMASINO . &commiserandolo) /Co""ercianti760
!O PI$$AIUOLO . &a (eopoldo) !A 5i++a, e t& non lo ai, * tata ditr&tta dagli avveni"enti dell-E&ro5a0
Si no, a ?&et-ora, i era i"5ota in t&tto il "ondo0
LEOPOL#O . E che c-entra6
!O PI$$AIUOLO . Uh6 Lio5o-0 &"ome dire Non capisci=) La g&erra che ti ha fatto6 Ti ha convolta la
ociet24 Chille !e co55a o- gghi&te otto, e chille !e otto o- gghi&te !nco55aK ed in t&tto ?&eto ri"5ato
ociale, gli a"atori della 5i++a addo- tanno6 Sco"5ari4 &Pausa) Il tracollo del ca"8io 5oi che ha fatto6 Ti
ha dato il tracollo anche alla 5i++a0 Il ca"8io * alito, e la 5i++a * cea0
LEOPOL#O . Mo, n&n ca5ico4
!O PI$$AIUOLO . !A 5i++a ched *6 = rro88a !e "angia-6 Se fa c& !a farina6 E !a farina !a do- vene6
!All-etero0
TUMMASINO . E gi2, i 5aga in oro:
!O PI$$AIUOLO . E la dicea della 5i++a * avven&ta anche 5erch< * alita di 5re++o4 A55ri""a, c& dd&ie
olde, avive na 8ella 5i++a c& f&r"aggio, !n+ogna, 5&""arola
DF
, "&++arella4 Sentive !o 5rof&"o0 Ah, te
c&n+&lave0 Mo 5ave na lira e ""e+a, na gnatella
DG
tanta &e la descrive piccolissima) e i ce "iette !o nao
vicino, cade !n terra f&l"inato0 &4 presenti ridono) E 5erch<6 Perch<, do5o t&tto, la "ateria 5ri"a non * 5iL
8&ona co"e ?&ella di &na volta0 &A (eopoldo) Ma t& !o aie che ?&ando c-* tata la conferen+a interalleata a
%enova la coa 5iL dic&a * tata la 5i++a6 #el reto, la "ia ignora, c& t&tto ca co""-a ""e ta con le
"ani in 5ata, in ?&eta crii, tene ancora n& de88ole 5- !o ca+one
D;
, !"8&tt&nato
D>
: Na vota io ,evo a caaH
/M&glie-, che te v&o- cena-67 /Eh, fa""e n& ca+one, c& n& 5oco !e rro88a !a dintoH ricotta, &5reata
1A
,
ove, "&++arella:7 E "o ca !e tie"5e o- cagnate, chella tene e"5e !a tea ca5a4 /M&glie-, che te v&o-
cena-67 /Eh, fa""e n& ca+one, c& n& 5oco !e rro88a !a dintoH ricotta, &5reata, ove, "&++arella:7
/A5e-0 T& !o ca+one !o 5&o- ave- ancora, "a !a rro88a !a dinto: hE !a5etta- c-avacia074 &Tutti ridono)
TUMMASINO . &incredulo) Eh0
!O PI$$AIUOLO . %eL0 Si * detto che le ro88e di "angiare devono cotare 5oco e devono tornare 8&one
co"e 5ri"a0
TUMMASINO . E con ?&eto6
!O PI$$AIUOLO . E 5ecch<, !a 5i++a n&n * rro88a !e "agna-6
LEOPOL#O . Eh, have ragione0
!O PI$$AIUOLO . T& "e 5&o- dicere ca !o ccaf* t&io * !o ccaf* !e 5ri""a d- !a g&erra6
LEOPOL#O . No, cheto * e"5e chello0
!O PI$$AIUOLO . Pro5rio chello6
LEOPOL#O . &afferma) Eh0
!O PI$$AIUOLO . E !o ttiene ancora cc26
LEOPOL#O . Che c-entraH chello co""e ?&alit20 &Tutti ridono)
!O PI$$AIUOLO . 'eh, tateve 8&one4 &6* la +voce,. 5usica V4) /-A tengo cavera e chin-alice
19
0 !O
5e++a-0 !O 5e++a-07 &.sce suonando il fischietto. Spezza la musica)
CIENTEPELLE . &con un moto dira, fa latto di lacerare le carte) @h, co""e e o- av&tate
1C
ti ccarogne
1D
0
FURMELLA . &allegrissimo) Aggio &&ta
11
!a 5artita0 Tre 5&nte e &no !o 5atto
13
, e ddoie co5e
1F
cincheH
5ari dieci0
CIENTEPELLE . &nervosissimo, frenandosi a stento) Ai+a
1G
0 &4l gioco continua)
TUMMASINO . &a (eopoldo) Che t-aggi-a da-6
1
LEOPOL#O . #&ie olde !a igaretta e &no !o ccaf*, tre olde4
TUMMASINO . &con la sua aria di superiorit*) T- !e 55iglie di"ane4 &(eopoldo rimane male) N&n "e fa-
cagna-
1;
n& nichello
1>
0
LEOPOL#O . &tra i denti) Co""e i avee dittoH n& "arengo
3A
0
TUMMASINO . &guarda ancora in giro, ! agitato3 torna da (eopoldo) :Avie vito a na fe""ena c& !e
ca5ille !n ca5o
39
6
LEOPOL#O . &$effardo) NoK * 5aata &na c& !a 8ar8a4
TUMMASINO . :Chella c& tanta ca5illeH In*:
LEOPOL#O . Io accio a Inee60
TUMMASINO . &masticando amaro) E va 8e-0 Mo ""- !a vaco a 5ica-
3C
io0
LEOPOL#O . '8ona 5eca0 &Tummasino esce in fretta)
FURMELLA . &euforico) Sco5a0 &8ioca) Sco5a0 Ah0 Ah0 Sco5a00 &A "ientepelle, ironico) :E ?&anno !e
""iche6
CIENTEPELLE . &con violenza, getta le carte in aria) @h0 &A Furmella, con disprezzo) Ai+a0 &Si leva in
piedi)
FURMELLA . E ched *6 N&n ghi&oche cchi&6
CIENTEPELLE . &dandogli uno spintone) Ai+a0 N&n "e te fa- tira- n& c&llarino
3D
!n faccia0 &Furmella
raduna le carte, in silenzio, "ientepelle fa per allontanarsi)
FURMELLA . &lo richiama) %&<0
CIENTEPELLE . N&n voglio ,&ca-
31
cchi&0
LEOPOL#O . &sarcastico) = finito Montecarlo0
CIENTEPELLE . &con ira) @h, che to""aco0 @h, co""e -ha dda 5erdere !nfa"e00 &A Scarrafone) Ma
co""e chillo, diece a &no, ""e vence !a 5artita6
SCARRAFONE . Ciente5e-, "a ?&anto hE
33
5er+o6
CIENTEPELLE . &mordendosi le la$$ra) = gghi&rnata0 = gghi&rnata0 Acc&J ha dda i-
3F
0
LEOPOL#O . Ma hE 5erd&to aaie6
CIENTEPELLE . N&n "- !o voglio leva- t& vi+io0 N&n "- !o voglio leva-:
SCARRAFONE . Ma e 5I a5e- ?&ant-hE 5er+o6
CIENTEPELLE . Io ongo n& carogna0 Io ongo n& car&gnone0 M"e vaco a gghi&ca- tre olde0
SCARRAFONE . @h0 &"on tono dironica superiorit*) Cc2 ce i""o ,&cate !e ""e+e lire ane0
LEOPOL#O . No, chite ,ocano forte0 &. ride)
CIENTEPELLE . &prende la sua +$ancarella, e savvia verso +San Ferdinando, dando la +voce,) /Piede
!e 5ecora0 Piede !e 5&orco0 !O callo !e tri55a
3G
0 !O "&o0 Va-, ca t-addora !""occa0 Piede !e 5ecora0 Piede
!e 5&orco07 &.sce)
FURMELLA . &ha finito di contare le carte da gioco) Trentotto e trentanove: Ce "anca na carta0 &(a
cerca in giro, .ntrano 8astone e Fritz, due signori elegantissimi, incappottati, con cappello duro e $astone.
6iscutono animatamente)
FRIT$ . :S&l Circolo non ci vado 5iL0 Ma co"e, al /8accarat7, !o 88arone "e fa &ndici 8att&te di nove6
SCARRAFONE . &d* la +voce,) /-O Matino0 !O Me++ogiorno0 !O %iorno0 !A Sera07 &4 due non gli danno
retta) /T&tta !a ,&rnata07 &. passeggia seccato, $attendo i piedi in terra per il freddo)
%ASTONE . &a Fritz) Senti, 5erI t& hai fatto "ale ad ingolfarti:
FRIT$ . E 5erch<6
%ASTONE . Non dovevi andare a 8anco0
FRIT$ . Uh, %ieL0 Io 5erdevo gi2 tre"ila lire4 (o tentato di rifar"i:
SCARRAFONE . &ripiglia a dare la +voce,) /!A Tri8&na !e Ro"a0 !O ggi&rnale !e ll-Italia07
%ASTONE . &si avvicina al caffettiere) Leo5o-, da""e n& 5acchetto !e igarrette4 Ma che non iano co"e
?&elle di ieri era che erano dieci 5roccole
3F
4 &A Fritz) #i-, ne v&oi6
FRIT$ . Le hai 5ree t&6 Fa lo teo4
%ASTONE . &tra i denti) (a "io !o caiere0
FURMELLA . &a Scarrafone, mostrandogli Fritz) !O c&llega -* aci&ttato0
LEOPOL#O . &d* le sigarette a 8astone, gli chiede) E caf* ne v&lite6
%ASTONE . &con accentuato disgusto) Leh0 Io ti chifo0 Cheta * cicoria
3>
0
LEOPOL#O . &con sottile ironia) No, io na vota !o ffacevo c& !a cecoria4 Mo !o ffaccio c& !e ccatagne
5e++ate4 Pr&vaie 5&re a farlo c& !e faggioliH venette n& 5oco ,anc&lillo
FA
, ce avett-a "ettere n& 5oco !e niro
f&""o !a dinto
F9
5- !o fa- c&ri-:
%ASTONE . &dandogli del danaro) SJ, fai lo 5iritoo, t&0 Eccoti d&e lire, da""i il reto4
3
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
LEOPOL#O . E v&ie dicite ca * cecoria0 &Si fruga in saccoccia per cercare degli spiccioli3 poi si rivolge a
Scarrafone) %&<, tiene !a cagna-
FC
ta doie lire6
SCARRAFONE . Chi t- !a 5aa6
LEOPOL#O . &a Furmella) Tiene !a cagna- t&6
FURMELLA . #&e lire6 Mai 5oed&te4 &. conta le carte da gioco)
SCARRAFONE . &a (eopoldo) Vide !a gra""ignara
FD
, !o 5&ntone
F1
0
LEOPOL#O . &va allangolo del vico Berio, e chiama ad alta voce) !Ra""igna-0 R&e-0
FURMELLA . :E trentotto e trentanove: E e"5e trentanove o-, e n&n ne 5arla""o cchi&0 &A Fritz, con
tono confidenziale) Eh, che ci volete fare6 B&eta * la fort&na di noialtri giocatori:
FRIT$ . &offeso, a 8astone) Chi !o c&noce a t& "acal+one60
FURMELLA . Pe- vencere tre orde, aggio 5erd&ta na carta, -* 5arato
F3
!o "a++o0 &. $or$ottando, esce)
FRIT$ . :Tre olde0 Io ho 5erd&to otto"ila lire0 &Pausa) 'eh, otto"ila lire in 5iL, otto"ila lire in "eno:
%ato-, 5reta"i d&e oldi 5er il giornale4
%ASTONE . Anche ?&attro4 &8lieli d*)
FRIT$ . &a Scarrafone) /Italia74 &"ompra il giornale. .ntra 9usella /a grammignara giovanissima
popolana, dal volto franco e leale. Porta due fasci di gramigna sotto il $raccio)
RUSELLA . &a (eopoldo) Chi ""e vI6
LEOPOL#O . Nici&no4 T-aggio chia""ata 5e- ""e fa-cagna- ta doie lire4
RUSELLA . &spazientita) P&++ate ave- chello che ve "anca0 &. comincia a contare i suoi spiccioli)
FRIlT$ %&<, %ato-, g&arda ?&ant-* 8ellella
FF
!a gra""ignara0
%ASTONE . Vera"ente gra+ioa4 &Si avvicina alla ragazza e le carezza il mento)
RUSELLA . &indignata) Neh, g&<0 E co""e ve 5igliate tanta li8ert26 V&lieve
FG
!e olde !n faccia6
LEOPOL#O . &piano a Scarrafone, ridendo) Mo a88&ca !aritocra+ia4
%ASTONE . Eh0 Piano, 5iano, 8a"8ina "ia4 L-ho fatto 5er cher+o4
RUSELLA . !O cher+o60 !O facite c& !a &rella0 @h, che e 5aa0 &A (eopoldo) Pecch< taie !e notte
!""ie+- !a via, nne fanno !e t&tta ll-er8a &n& facio0:
%ASTONE . Ma:
RUSELLA . &conta il danaro, con voce nervosa) B&atto0 Otto, d&dice, idece e ?&atto vinte4 = ervito0
&Porge il danaro a (eopoldo e si allontana per il vicolo, con passo deciso e facendo risuonare gli zoccoletti)
LEOPOL#O . &si avvicina a 8astone, cercando a stento di trattenere il riso) Teccheve
F;
!o rieto0 &8lielo
d*)
FRIT$ . %ato-, hai fatto ta gaffe0
%ASTONE . &con seriet*) !O aie che aggio ca5ito na coa6 Se "i de88o a""ogliare, "-aggi-a 5iglia- na
gra""ignara0
FRIT$ . Eh0 &"ome dire che dici<)
%ASTONE . Ma t& hai vito che enti"enti di onet2: &.scono. (eopoldo continua a ridere, in accordo
con Scarrafone)
SCENA II
Via Toledo, angolo Ponte di Tappia. >ualche minuto dopo. ?n giovane popolano, senza cappotto e con una
sciarpa di lana al collo, ! in attesa sul marciapiedi. 0 Pascalino, /o @urnariello
-A
.
LA VOCE #I LEOPOL#O . /!O cafettiere0 Caf*, igari, igarette, r&" e 2nnee0 Cc2 ta Leo5oldo Coletta,
chi !o c&"anna6 !O cafettiere07 &.ntra, e si ferma sul marciapiedi)
PASCALINO . 'onanotte, Lio5o-0
LEOPOL#O . &cordialmente) '&onanotte, Pacali-0
PASCALINO . (E vito a R&ella6
LEOPOL#O . N& "in&to fa, all-angolo d- !o Vico 'erio4 Eh0 Avivev-a ta- ll20
PASCALINO . Pecch<6
LEOPOL#O . N& ignore -* 5er"eo d-accare++a- !a !nna""&rata vota, e ha av&to n& /licio e 8&o7
GA
0
PASCALINO . Ah0 'enfatto0
LEOPOL#O . L-a5ettate cc26
PASCALINO . SJ4 &Pausa) Leo5o-, fa friddo, a- che vv&o- fa-6 #a""e na ta++&lella d-ac?&a 5orca:
LEOPOL#O . Ac?&a 5orca6 &. prepara il caff!. 5usica V44. Triste, lontana, dal dedalo dei vicoli del
F
Ponte di Tappia giunge la voce de /7 sapunariello
2:
)
LA VOCE #E !O SAPUNARIELLO . Era"o !a ciente e idece 5e++ienteK
e ndin ndin "8I: &.ntra Scarrafone con il suo fascio di giornali sotto il $raccio)
SCARRAFONE . &salutando (eopoldo con un gesto della mano) Neh, 8ona n&ttata0 &6* la +voce,)
/Ll-Italia0 !A Tri8&na0 !O Ro"a07
LA VOCE #E !O SAPUNARIELLO . :facette"o n& t&occo 5e- vede-
e ndin ndin "82:
LEOPOL#O . &al giornalaio che si allontana) %&<, Scarrafo-0
SCARRAFONE . %no-60
LEOPOL#O . Vattenne 5e- ott- !o "&ro, i no ?&acc&no te ca"a++a0 &Scarrafone esce)
LA VOCE #E !O SAPUNARIELLO . :!a "ie+o a n&ie chi aceva 5reidenteK
e ndin ndin "8I:
LEOPOL#O . &dando il caff! a Pascalino) Vedite i * 8&ono !e +&cchero4 &Pascalino sorseggia)
LA VOCE #E !O SAPUNARIELLO . :e, "anco a dirlo, !o t&occo acette
GC
a ""e0
:e ndin ndin "820 &.ntra /7 sapunariello piccolo cenciaiuolo, esangue, scalzo, con un sopra$ito a
s$rendoli che a stento gli ricopre le nudit* intirizzite3 ha un grosso cesto infilato al $raccio destro e, con la
sinistra, regge una lanterna. Spezza la musica)
!O SAPUNARIELLO . &nel vedere i presenti, prende scherzosamente una posa statuaria) Il trovatore0
PASCALINO . &canzonandolo) %&<, addio0
!O SAPUNARIELLO . &lo guarda, rischiarandolo con la lanterna) /Addio074 Parla c& !o frato4 &A
(eopoldo) (E ca5ito, Lio5o-6 = e"5e na 8ella &ddifa+ione:
LEOPOL#O . !E che6
!O SAPUNARIELLO . !M"ie+-a ciento e idice 5e++iente, a 8&tta- !o t&occo, e aci- io il 5reidente0
LEOPOL#O . &sarcastico) Il 5reidente dei "initri0
PASCALINO . Sa- che !""iria
GD
tiene !nc&ollo60
!O SAPUNARIELLO . &$effardo) M-aggi-a "ettere n& c&orno contr- !e "al&occhie
G1
0 &Sospira) N&n c-* che
fa-0 B&anno chella +elloa
G3
d- !a fort&na ha ditto ca no, * fern&ta0 &5usca V444)
@h che tra"&ntanella ereticcia
GF
ca e n-* cea dint- !a n& "&"ento0
Si "o tenee !o 55oco d- !a 5elliccia,
tee a cavallo, accidarrie t& viento0
Ma trac?&o e tr&tto
GG
, ann&do e "&orto !e fa""a,
t& viento co""- !accido, 5e- a5e-6
Sarr2 t&tt- !o c&ntrario, cor- !e "a""aH
chi2 ?&a- ,&orno !o viento accide a ""e0 &Spezza la musica)
LEOPOL#O . E viene cc2, aettete
G;
0
PASCALINO . Sc2rfete
G>
n& 5oco0
!O SAPUNARIELLO . &siede sul cesto, presso lo scaldino di (eopoldo3 si stropiccia le mani3 ha una
smorfia di disappunto) Vatte-, chito * cchi& ffriddo !e "e0 &5usica 4B)
E intanto !o delegato e t&tt- !e gg&ardie
vanno 5iglianno !a ggente !e "alavita0
Malavita6 Ca5ite6 Acc&i !a chia""ano0
Addo-6 Si chella, invece, * 88ona vita0
Chella * ggente ca "agnano, ca vevono,
c& carro++e, triate
;A
, ca"5agnateK
c& cacotte
;9
e ceve+e etceve+e:
E cheta * "alavita6 Ve ne ,ate60
!A "alavita overa, chella a&tentica,
* chella ca facc-i- c& ta "ieria0
Cheta * la "alavita0 E55&re ll-a&te
;C
,
chilli tale ca chia""ano /cia""eria7
;D
,
hanno !a &ddifa+ione ca - !e 55ortano
!n galeraK e io, niente4 E"8*, n&n c-* che ffa-0 &Pascalino e (eopoldo scoppiano a ridere)
No, n&n redite
;1
, n&n o- ccoe !a ridere,
ca chella overo * na c&""edit2H
5ecch< !o carcere * e"5e &n 8ell-i"5iego
G
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
governativo ca vanno a ttene-0
Ll2 o chiove, o fa te"5eta, o fanno !e ttronole
;3
,
devi avere il vetito a ?&adrigli<,
la +&55a, il letto e via correndo:
E all-&rde"o, in etate 5&o- ddi-H /So- gghi&to !o ffrico07
Pecch< ll2 dinto !o frico taie &l erio4
c& t&tto ca e chia""a /San Francico74 &Spezza la musica)
PASCALINO . Ma co""e t& taie a lli8ert2 e te lagne6
!O SAPUNARIELLO . &improvvisamente serio) !A li88ert26 !A v&o- vede- !a li88ert26 %&ardala, !a
li88ert20 &Si alza, si gira su se stesso, mostrando il suo sopra$ito a s$rendoli, che gli mette a nudo le reni)
(E vito che 8ella li88ert26 &Pascalino gli mette una mano sulla spalla. /7 sapunariello si rimette a sedere)
Mannaggia chi ce have !a ca&a e !a col5a0
LEOPOL#O . &con un tono tra il serio e il faceto) La col5a * tata t&tta dell-aeore dello 5a++a"ento,
che ha fatto addeventa- !e trate !e Na5&le na galleria, ed ha ditr&tto l-ind&tria "o++onifera0
!O SAPUNARIELLO . Pro5rio0 Pri""a !e La8riola, 5e- T&ledo e tr&vaveno "e++&ne !e cheta 5ota4 &(i
definisce grandi, col pollice sullindice allaltezza del falangino) Mo chi t- !e dd2 cchi&6 Sen+a dire che i
vitoi di oggi fanno la vita econo"ica"enteK e "e++&ne n&n ne ,ettano cchi&0 Poi, con la inven+ione dei
8occhini ca ongo aci&te, chille e f&"ano 5&re !a cennere0 &Pausa) Ma ?&eta * &na co5erta "agica 5er
noiK ed in ?&eti giorni fare"o &no cio5ero generale t&tta la clae0
LEOPOL#O . Overo6
!O SAPUNARIELLO . Overo60 Io ongo n-o""o !e carattere0 Pecch< ""e fido !e 5aa- ette otto vote
att&orno a n& "e++one, "a niente0 N&n l-ai+o0
PASCALINO . 'ravo0
!O SAPUNARIELLO . &ha s$irciato nel cesto di (eopoldo una $ottiglia di anice. Al caffettiere) %&arda ll2,
g&arda ll2: &(eopoldo si volta a guardare nel punto indicato. /7 sapunariello afferra la $ottiglia, ne $eve
un sorso3 rimette a posto la $ottiglia. (eopoldo si rivolge a lui per chiedere. /7 sapunariello, con un gesto
di noncuranza) = 5aato, * 5aato0 &Pascalino ride sotto i $affi. /7 sapunariello prende una pipa dalla
cesta, laccende alla lanterna, mette le gam$e cavalcioni, e fuma)
PASCALINO . Che 8ella 5oi+ione che hE 5igliato0
!O SAPUNARIELLO . &guarda (eopoldo ed il suo negozio am$ulante3 e con ironia) Co""e i tee
!nnan+e !o Caf* d-Italia0
LEOPOL#O . &faceto) Ma 5ecch< che ce "anca6
!O SAPUNARIELLO . Che ""e "anca6 T&tto chello ca n&n tengo0 &Pausa) E 5o- ll2 la "ia con&"a+ione
* a 5aga"ento, cc2 la "ia con&"a+ione * grati4 Me c&n+&"a !o tie"5o0 &1a un $rivido di freddo) Ah0
(anno laata !a 5orta a5erta0 &A (eopoldo) :%&arda ll2, g&arda ll2: &(eopoldo si volta come prima e
laltro, ancora una volta, $eve un sorso danice in un lampo3 poi come prima, il caffettiere si gira per
sapere. /7 sapunariello lo tran'uillizza) = 5aato, * 5aato:
PASCALINO . &trasale, chiama) R&e-0
RUSELLA . &accorre al richiamo) %&<0 Staie !a 5aricchio cc26
PASCALINO . Addo- J tata6
RUSELLA . Areto
;F
!o vico, a 5&rta- ei face !e gra""egna a n& c&cchiere0 !O 5overo cavallo teneva na
ddiece !e fa""a0 &4 due giovani si mettono in disparte a chiacchierare, amorosamente3 'uindi, lentamente,
escono. 5usica B. .ntra la ronda, guidata dal $rigadiere Brighella, che va parlando con la guardia
8uardascione. 8li agenti scendono dai vicoli di 5ontecalvario e si dirigono al Ponte di Tappia, per dove
scompaiono)
!O SAPUNARIELLO . &alza lo sguardo al cielo3 sospira) E chiara n-at& ,&orno, !a faccia "ia0
E co""e foe che aggio fatto6 Ll-&ovo0 &Si alza3 guarda nella cesta, con un senso di sfiducia)
Na notte, 5- !o Mercato e !a Vecaria
;G
,
ched * na 5e++a vecchia6 N&n !a trovo0
Sciorta
;F
, cio-0 Caccia n& 5oco !a ca5a ?&anno te 5&to !n faccia0 &8uarda la lanterna s! spenta)
Tenevo na lanterna e -* t&tata
;>
H
"o chi&do !o "aga++ino e 8&on&ar<0
E "e ne vaco a caa add& !a cecata,
ca n-&occhio tene e ha "io !nc&ollo a ""e0
LEOPOL#O . &ironicamente) (a fatta !a fort&na oia0
!O SAPUNARIELLO . &9iprende a cantare) Si foe n-o""o ca tenee !a 5e++a
>A
,
;
e ndin ndin "8I,
facee 88ene4 Ma, "annaggia !a ciorta
e ndin ndin "82,
che vv&o- fa- 88ene i na ddiece
>9
!e 5e++a
>C
e ndin ndin "8I,
"o n&n !a tengo "anco dint !a 5orta0
E ndin ndin "820 &9ecitando prende il cesto e fa penzolare la manica rotta)
Manica alla Maria St&arda0 &Pausa)
Ora"ai -* ca5itoH * !o Pataterno
ca tene !a rota !e chit& "&nno !""ano,
e !a fa gira- acc&J: acc&J: acc&J: &Fa un gesto circolare in avanti)
S-ha dda trac?&a-
>D
:E 5o- !a gira acc&J
acc&J: acc&J: &Fa un gesto circolare allindietro)
I- a5etto ca:
vota
>1
n& 5oco !o "&nno !a 5arta "ia0 &Sospira, s$ircia la $ottiglia dellanice3 a (eopoldo)
%&arda ll2, g&arda ll2: &5a, 'uesta volta, (eopoldo lo coglie sul fatto e lo costringe a lasciare la $ottiglia)
LEOPOL#O . Eh0 %&arda cc20 Si n&n te ne vaie:
!O SAPUNARIELLO . &ride) Neh, c&arne i t-aggio accordato n& 5oco !e confiden+a:
LEOPOL#O . &pronto) Che c-entra6 Ll-onore * !A t&io0
!O SAPUNARIELLO . E felicii"a e anta notte0 &9accoglie la lanterna e, allontanandosi, d* la +voce,)
/!O "are e arena,
e !a 8onaera a chi r&""ane07 &.sce. Spezza la musica)
LEOPOL#O . &gli grida dietro, come un augurio) Se"5e allero0 O""o allero, #io l-ai&ta0
SCENA III
Via Toledo, palazzo della Banca "ommerciale. Pochi minuti dopo.
LA VOCE #I LEOPOL#O . /!O cafettiere0 Caf*, igari, igarette, r&" e 2nnee0 Cc2 ta Leo5oldo Coletta,
chi !o c&"anna6 !O cafettiere07 &.ntrano a $raccetto, diretti a +San Ferdinando,, Pascalino e 9usella. Si
fermano, tutti presi dalle loro tenerezze. .ntra (eopoldo, che a passi lenti muove verso i due innamorati)
PASCALINO . :E che ce vI6 Fe88raio, "ar+o, a5rile e "aggioH n-ati ?&atto "ie, e arra""o felice0
RUSELLA . &felice) S5&a""o a "aggio0
PASCALINO . #int- !a chi&55ata
>3
d- !e rroe0
RUSELLA . S5&a""o a "aggio0
LEOPOL#O . &ironicamente) B&anno arragliano
>F
!e ci&ccie0 &.sce. 5usica B4)
PASCALINO . R&ella "ia0
Ca t& na roa JH
5ecch< J ffreca e !a vocca addora !e roa0
RUSELLA . B&ant-allegriaH
5- !a ggioia e 5I "&ri-0
!A n-ati ?&atto "ie faccio !a 5oa0
Ma en+a dote:
PASCALINO . E che vvI di- !a ricche++a6
Si 5&orte ll-onet2, 5&orte !a 8elle++a0
RUSELLA . Vita "ia,
che enti"ente no88ele ca tiene0
PASCALINO . Che 8&cJa
>G
ca ll-aggiate++a fa v&le- cchi& 88ene0
Teni""o ll-arte !e ""ane,
c& !a al&te e !a gi&ventL0
RUSELLA . E 5&re 5ane e 5aneH
c&ntent-io6 C&ntento t&0 &(a ronda attraversa nuovamente la strada, dirigendosi verso i vicoli di +Sopra i
>uartieri,. Pascalino tiene le mani di 9osella strette fra le sue le $acia)
N&n aie na coa6
>
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
Me to c&enno
>;
gi2
n& 5oco !e 8iancheria c& !e ""ane "eie:
PASCALINO . 'ella e !ngignoa
>>
0
RUSELLA . N&n tr&varraie v&l2,
5i++e e "erletteH niente c-aggra++eie
9AA
:
PASCALINO . ! A gra+ia !a 5&orte t&, c& t& &rrioH
gra+ia incera, gra+ia !e Paravio0
RUSELLA . Vita "ia,
che enti"ente no88ele ca tiene0
PASCALINO . Che 8&cJa
ca eta e rao fa v&le- cchi& 88ene0
!A""ore ca e 8aa
!nco55- !o l&o * da carta-0
Ca""ia
9A9
!e tela !e caaH
ento !addore
9AC
!e ll-onet20
RUSELLA . Vita "ia,
che enti"ente no88ele ca tiene0
PASCALINO . Che 8&cJa4
ca n& "erletto fa v&le- cchi& 88ene0
!A""ore, !o vero a""ore:
PASCALINO e RUSELLA . :vI tr&va- e"5licit20
Po-, ,enno
9AD
dint- !o core,
"anco "&orto e ne va0 &.scono. Spezza la musica)
SCENA IV
+Sopra i >uartieri,. Piazzetta della Trinit* degli Spagnoli, con la facciata della "hiesa omonima. >ualche
minuto piC tardi.
LA VOCE #I LEOPOL#O . /!O cafettiere0 Caf*, igari, igarette, r&" e 2nnee0 Cc2 ta Leo5oldo Coletta,
chi !o c&"anna0 !O cafettiere07 &.ntra (eopoldo e si ferma allangolo del vicolo che mena a Toledo. Va a
$ussare ad un $asso3 una donna in a$$igliamento notturno gli apre, gli porge una +cocoma,
:DE
di caff! che
il caffettiere travasa nella sua stessa +cocoma,. 4l $asso si chiude. (eopoldo ravviva il fuocherello nello
scaldino, rimescola il caff! della +cocoma,. Ad un tratto si tur$a) Neh, "a io ento na coa tota0 &.strae
dal recipiente una carta da gioco) #oie !e denaro0 !A carta che ha 5erd&to chill-aaino !e F&r"ella0 &(a
osserva) Ce "anca n& 5ie++o4 NLn accio i ta dinto: o i ce "ancava0 &Fa unalzata di spalle) Va 8&o-0
&"ontinua a rimescolare. 5usica B44. Sode una voce di donna. 0 la voce di una prostituta che canta uno
stornello triste)
LA VOCE . Co""e !a fronna
9A3
!a n-al8ero cad&ta
ta vita -* 5erd&ta
dint- a ll-oc&rit24
Volo e corro
c& ll-ane"a c&ntenta
addo- ""e 5orta !o viento,
8attendo !a cc2 e !a ll20 &.ntra colei che cantava. 0 5argherita, $runa, dai grandi occhi espressivi. Spezza
la musica)
MAR%(ERITA . &sospirando) !A cacciaieno 5e- ""e, ta can+one0 &Si avvicina al caffettiere) Lio5o-,
da""e n& caf*4
LEOPOL#O . Uh, #onna Margheri-, co""e tate6
MAR%(ERITA . N& 5oco "eglio: &Sor$isce il caff! che laltro porge)
LEOPOL#O . Avite av&te cchi& n&ti+ie !e #on Pe55eniello6
MAR%(ERITA . E che accio: S-ha dda fa- !a ca&a c& !o direttii"o0 Ma * n-anno e "ie+o, e t&
direttii"o n&n arriva "aie0
LEOPOL#O . Starr2 facenno !o 55oco !e ritardo0 &. ride)
9A
MAR%(ERITA . &ride anche lei, sia pure a malincuore) Eh0 = addeventato treno "erce 5- !a via0
LEOPOL#O . Ma 5ecch< l-arretaieno6
MAR%(ERITA . Se 5igliaie n& cr&cefio !argiento !a dint-a na 5&teca
9AF
4
LEOPOL#O . &tra il serio ed il faceto) %&ardate0 Per eere tro55o cattolico, "- !o "anneno !n galera0 =
in&tileH non c-* 5iL religione0 &5usica B444. .ntra 4nes detta +Bammenella,
:D2
. Non ! piC giovanissima ma
la eccessiva eleganza popolaresca e 'uellaria di superiorit* in cui si pavoneggia fanno di 'uesta donna
una prostituta da strada, ancora piacente. Spezza la musica)
INES . %&<, Margari-, 8onaera0
MAR%(ERITA . %&<, In*, co"e tai6 Co"e te la 5ai6
INES . CoJ, non c-* "ale0 &Saccende una sigaretta3 fuma)
MAR%(ERITA . Ca5ita0 non c-* "ale6 T& ei folgorante0
INES . E"8*, t& hE !a a5e- ca io: &5usica B4V)
So- /'a""enella7 !e co55- !e B&artiereH
5e- t&tta Na5&le faccio 5arla-
?&anno annac&a
9A;
5- !e vic&le, !a era,
!nco55- !o 5ianino "e "etto a 8alla-4
Vene !a !"8&lan+a
9A;
, int- a niente "- !a ?&aglio
99A
0
E i "-afferra, "e torna a laa-0
!Nco55- !a B&it&ra, i !e vvote ce aglio,
* 5e- f&r"alit24
C& !a 8ona"aniera
999
faccio cade- !o 8rigadiere,
5iglio e lle vengo !o "etiere
99C
H
dico ca !o tengo cc24
!O +allo
99D
- !o ""occa
991
,
l-avota !a ca5a e -a88occa,
"a n&n a55ena "e tocca,
"e n-ha dda "anna-
993
0 &.ntra Fili$erto .sposito. 0 il giovane +innamorato, di 4nes. Pallido, malaticcio, a
suo modo elegante, in uno strettissimo vestito verde pisello3 e con una sciarpa di seta $ianca al collo. Si
avvicina alla sua donna, le prende la sigaretta dalle la$$ra, vi aspira due o tre $occate e gliela rid*)
FILI'ERTO . &a (eopoldo) !O ccaf*0 &(eopoldo lo prepara)
INES . &a 5argherita)
Me fanno ridere cierti 5er+one
?&anno "e dicenoH Pien+e 5e- tte0
Io faccio a""ore c& !o ca5o g&aglione
99F
:
FILI'ERTO . &mette la mano al cappello, in segno di saluto, e sorride) %ra+ie0
INES . :e 5engo !e llire 5- !o fa- c&"5are-
99G
4
Sto ott- !o de88eto, chito * !o detinoH
"a c-* chi 5ava, 5irciI laa fa-4
Tengo n& 8ell& g&aglione vicino:
FILI'ERTO . &compiaciuto, a (eopoldo, che gli porge il caff!) Eagera0
INES . :ca "e fa ri5etta-0
Chi ta int- !o 5eccato
ha dda tene- !o !nna""&rato:
FILI'ERTO . :ca, a55ena do55o a&cciato
99;
,
-ha dda a5e- a55icceca-
99>
0 &sorseggia il caff!, lo trova amaro3 a (eopoldo) $&cchero0 &Si china prenderne
dal cesto, rimescola il caff!)
INES . E t&tt- !e erate4
chillo "-accide !e "a++ate0
Me vI n& 8ene frenato,
"a n&n "- !o dd2 a 5are-
9CA
0 &Spezza la musica)
FILI'ERTO . &trova sempre amaro il caff!, prende dellaltro zucchero3 e cosF vorre$$e fare ancora una
volta, e chinarsi, ma (eopoldo, seccato, alza cesto fino a lui. Fili$erto rimescola il caff! e getta con mala
grazia il cucchiaino nello scaldino)
LEOPOL#O . Eh0 Ll-ha "enato
9C9
dint- !a critalliera0
FILI'ERTO . &sorseggia, 'uindi va ad offrire un goccio di caff! ad 4nes, che sor$isce3 ed in ultimo
99
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
restituisce la tazza a (eopoldo) Tie-, egnaH cin?&antatr<0
LEOPOL#O . &tra i denti, seccato) Eh0 Avi""-arriva- a d&i"ila0
FILI'ERTO . &schiocca la lingua, sem$ra disgustato. Si china a prendere dal cesto di (eopoldo la $ottiglia
dellanice, se lo fa spruzzare fra le la$$ra. ?no schizzo danice gli va in un occhio. 4rritato per il $ruciore
d* un calcio a (eopoldo, che protesta3 poi $eve una sorsata danice. Non resiste ad essa e, in tutta fretta, la
risputa a pioggia sul paniere, e restituisce la $ottiglia caffettiere, che sacramenta)
MAR%(ERITA . &a 4nes) T& v&o- enti- n& c&n+iglio d- !o "io6 Pien+a a tte0 &Fili$erto dimena il $usto
nella giacca, con sussiego)
LEOPOL#O . &tra i denti, guardandolo) Eh0 Pare n-/Ecce (o"o70 &Fili$erto comincia a tossire)
INES . &alzandogli il $avero della giacca) !O vJ ca tiene n& 5oco !e toe6 Tiene n& 5oco !e toe0 Miettete
!o 5alittI0
FILI'ERTO . &le d* uno spintone) B&anna "aie !e g&a55e 5ortano !o 5alittI0 &5usica BV)
INES . &a 5argherita) Mo o- ttre ""ie ca !a tengo "alato,
acc-io che 5engo 5e- farlo ana-0
PerI !o dottore c& ""e -* all&""ato
9CC
,
5e- en+a niente "- !o faccio c&ra-4
E tene 5&re !o "andato !e catt&ra4
FILI'ERTO . Prieto !a !"8&lan+a "e vene a 5iglia-4
INES . &a Fili$erto) Ma n&n da- retta, ta en+a 5a&ra,
5e- tte ce tongo io cc20
MAR%(ERITA . C& !a 8ona "aniera,
vaie a 5arla- !o 8rigadiereH
"entre lle vinne !o "etiere,
io - !a 5I ?&aglia-4
INES . Pe- ""e * !en+iale
?&anno "e vaa carnale0
Me fa c&rda- t&tt- !o ""ale
ca "e facette fa-0 &Sa$$raccia a Fili$erto, che continua a tossire. Spezza la musica)
MAR%(ERITA . &si avvicina a (eopoldo) B&anto t-aggi-a da-6
LEOPOL#O . Uno !e caf*, e d&dice !e igaretteH tridice olde4
MAR%(ERITA . &gli d* una moneta) #a""e !o rieto !e na lira4
LEOPOL#O . Pronto0 &Si fruga in saccoccia per trovare degli spiccioli)
MAR%(ERITA . &guardando a sinistra, d* un grido) !E gg&ardie0 &. scappa verso il (argo delle
Baracche)
LEOPOL#O . Aggio 5er+o n-ati tridice olde0 &Sallontana, dando la +voce, con tono dimprecazione)
/Caf*, igari, igarette, r&" e 2nnee0 Cc2 ta Leo5oldo Coletta, chi !o c&"anna6 !O cafettiere07 &Si dirige
verso via Speranzella. Fili$erto, nel frattempo, ha consegnato ad 4nes la sua rivoltella. 4nes la nasconde
sotto le vesti. .ntra la ronda)
FILI'ERTO . &salutando il $rigadiere con una scappellata) Egregio ignor 'righella0
'RI%(ELLA . Ah6 &"on un risolino) Mi conoci6
INES . Eh, vi 5are:
%UAR#ASCIONE . P4 $itta t&0 &Fili$erto fa una guardataccia alla sua amante)
'RI%(ELLA . &a Fili$erto) Che coa fai a ?&et-ora6
FILI'ERTO . &sorridendo) Lo vedete6 Soffre d-a"a4 Faccio 5rendere &n 5o- d-aria alla "ia ignora4 &(a
presenta)
INES . %norJ, ign&rJ-, io ono la &a:
%UAR#ASCIONE . $itta t&0
FILI'ERTO . &con violenza, ad 4nes) Statte +itta0 &Pausa) Allora ll-o""o c- !o tiene a ffa-6 Tiene na 5ea
in&tile6 &(e chiede, con un gesto furtivo, della rivoltella. (a donna lo rassicura)
'RI%(ELLA . &ha cavato di tasca un taccuino ed una matita) Le generalit24 &Fili$erto ! titu$ante)
INES . &sottovoce) #icce
9CD
!o no""e0
'RI%(ELLA . Co""e te chia""e6
FILI'ERTO . Fili8erto E5oito4 &Brighella prende nota) #etto /Il i"5aticone74
'RI%(ELLA . Ti ho do"andato co"e ti chia"i4
FILI'ERTO . Fili8erto E5oito4
'RI%(ELLA . 'ene0
9C
FILI'ERTO . :#etto /Il i"5aticone74
'RI%(ELLA . &scattando) E dalle0 &Pausa) N&n !o vvoglio a5e- i J i"5aticone o no0 &Piano a
8uardascione) !O c&n&ce6 &8uardascione gli risponde di no con un gesto. Brighella scrive 'ualche altra
cosa sul suo taccuino)
FILI'ERTO . &piano, ad lnes) !O rivolvere6
INES . &come in un soffio) Sta otto:
'RI%(ELLA . Anni6 &Fili$erto riflette) Anni6 &Pausa) %&<, ?&ant-anne tiene6
FILI'ERTO . Vinticinche, vintiei, vintiette:
'RI%(ELLA . &sarcastico) Eh0 Vintotto, vintinove: &6uro) Se 5I a5e- ?&ant-anne tiene6
FILI'ERTO . Oh, a5etti &n 5o-: So di avere d&e anni di "eno di "ia orella Matalena, che * la 5ri"a4
Ea avr2 &n: Che 55I ttene-6
'RI%(ELLA . E !o vv&o- a5e- !a "e6
FILI'ERTO . &si fa un calcolo) Aveva tredici anni, ?&ando ca55I di caa: Poi ha fatto otto anni di vita, e
ono vent&no: #&e di carcere, e ono ventitr<: #a cin?&e anni ta con &no co5atore, e ono ventotto:
#&n?&e, 5er "e, fate ventiei anni4
'RI%(ELLA . &ironico) /Fate ventiei anni74 &Prende nota) T&o 5adre6 &Fili$erto chiede ancora ad lnes,
con un @ulmineo sguardo della rivoltella) %&<0 Pateto60
FILI'ERTO . Fate voi4
'RI%(ELLA . Uh0 /Fate voi760 &A 8uardascione) Ignoto0 &Prende nota) T&a "adre6
INES . Eh, la "adre, ignori-, f& &na "artireH "orJ in galera:
%UAR#ASCIONE . $itta t&0
FILI'ERTO . &irritato, alla donna) Mo 5iglio e "e ne vaco0 Acc&i te levo !a ra55reentan+a
9C1
0
'RI%(ELLA . &a 8uardascione) (ai ca5ito6 /Padre ignoto, la "adre "orJ in galera:7 Una fa"iglia
ee"5lare4 &Sorride3 poi a Fili$erto) E t& co"e ca"5i6
FILI'ERTO . Ca"5o &l 5ro5rio4 La "ia ignora:
'RI%(ELLA . Ca"5i &lla t&a ignora6
FILI'ERTO . La "ia ignora 5&I teti"oniare: &4nes fa per parlare)
'RI%(ELLA . Non "-interea4 &Pausa) Allora vivi coJ:6
FILI'ERTO . Vivo co"e vivete voi:
'RI%(ELLA . &spazientito) Coa fai6
FILI'ERTO . Faccio il 5ia++ita4
'RI%(ELLA . E che "etiere are88e6 Che coa 5ia++i6
FILI'ERTO . T&tto ?&ello che "i ca5ita a taglio, 5rendo e lo 5ia++o4
'RI%(ELLA . :Ma ei con &na ditta, con &na caa6 Con ?&ale caa ei6
FILI'ERTO . := &na caa 5rivata, non ha ditta4 Una caa 5iccola:
'RI%(ELLA . (o ca5ito, ho ca5ito: &Pausa) E t& dici di eere &n ra55reentante6
FILI'ERTO . SJ4
'RI%(ELLA . E che coa ra55reenti6
FILI'ERTO . Niente0
INES . &dandogli uno spintone) Ehi0
FILI'ERTO . :E io accio che ra55reento6
'RI%(ELLA . Lo o io0 &Prende nota) A8iti6
FILI'ERTO . &mostrando il suo vestito) S&lo chito4
'RI%(ELLA . A8iti:
FILI'ERTO . Vi ho 5regatoH &lo chito4 N&n * 88&ono6
'RI%(ELLA . &alzando la voce) Addo- taie !e caa60
FILI'ERTO . Ah60 &"ome dire adesso ho capito) Largo delle 'aracche4
'RI%(ELLA . N&"ero6
FILI'ERTO . Portella ola
9C3
4
'RI%(ELLA . &finisce di prendere nota, ripone il taccuino) Va 8ene0 #o"ani aodere"o e le generalit2
ono eatte o 5&r no4
INES . No, ign&ri-, ?&eta * la 5&ra e anta verit24
%UAR#ASCIONE . $itta t&0
FILI'ERTO . No, "o 5I 5arla-, n&n ta dicenno 8&cJe4 E 5oi, ho ?&i la li8retta della orveglian+a, dalla
?&ale 5otrete: &(a prende dalla tasca interna della giacca, losserva rapidamente) :no, ?&eta * ?&ella
cad&ta4
9D
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
INES . &irritata a Fili$erto) E n&n t- !a faie rinnova-6
FILI'ERTO . E n&n aggio av&to tie"5o0
'RI%(ELLA . Ah, 8eh6 (ai la orveglian+a, e tai in itrada a ?&et-ora6
FILI'ERTO . &serio) (o &n 5er"eo 5eciale del Co""iario ca5o4
'RI%(ELLA . Miette cc20 &Prende il documento che laltro gli ha porto e fa cenno a 8uardascione di
per'uisire Fili$erto, 'uindi legge. 8uardascione per'uisisce rapidamente Fili$erto. Fili$erto non riesce a
star zitto, ride e saccovaccia assieme allagente, 'uando costui si china a palpargli le gam$e)
%UAR#ASCIONE . &ripete la per'uisizione e laltro ride ancora piC forte, accovacciandosi di scatto) Neh0
&(agente ! seccato) Avi""-a fa- ll-o5era6
FILI'ERTO . Ma io offro il olletico:
INES . E chian&, chiano:
%UAR#ASCIONE . &con pungente ironia) N&n ave- a55a&ra, ca io n&n !o ci&5o al t&o i"5aticone0 &A
Brighella) Niente0 &Brighella restituisce a Fili$erto il documento, e lo s'uadra)
FILI'ERTO . &si scappella) Volete altro6 &Brighella si allontana, senza rispondere, a capo della ronda, che
esce. Fili$erto s$ircia gli agenti da lontano, poi fa cenno ad 4nes di restituirgli la rivoltella. 4nes salza le
vesti, e gli d* larma. Fili$erto mette in $occa una sigaretta. 5usica BV4. .ntra frattanto un uomo
inta$arrato. (a donna gli si avvicina, con le moine del mestiere, mentre Fili$erto si fa in disparte ed
accende la sigaretta. Poi 4nes e lo sconosciuto se ne vanno via a $raccetto verso via Speranzella. Fili$erto,
con un risolino ironico, getta il cerino ed esce dalla parte opposta. Spezza la musica)
SCENA V
Via Toledo, angolo Vico 9otto San "arlo, con fuga di Piazza San Ferdinando nello sfondo. Poco tempo
dopo. (eopoldo ! fermo sul marciapiedi di sinistra, sotto linsegna luminosa de +4l 5attino,.
LEOPOL#O . &d* la +voce,) /Caf*, igari, igarette, r&" e 2nnee70 &.ntra 5imF, cameriere di caff!, in un
$isunto smoGing e con un involto sotto il $raccio)
MIM) . %&<, addio, Lio5o-0
LEOPOL#O . &cordialmente) %&<, Mi"J, laa fa- a #dio6 Addo- taie faticanno6
MIM) . !O %ran Caf* d-E&ro5a !o vico Pert&illo0
LEOPOL#O . Ah60 &.ntra Tummasino. 0 spazientito. 8uarda in giro)
TUMMASINO . E "anco ce ta0 &.sce)
MIM) . Si, "a di"ane "e ne vaco0 Co""-a 5ri""o ca""ariere che "e o a88&cato
9CF
6 Tridice olde0
LEOPOL#O . E te lagne6
MIM) . No, "o a88allo0 Chi l-ha !nd&vinato overa"ente J tt&0
LEOPOL#O . Addo-60 Cchi& chille ca n&n "e 5avano0 &9ientra Tommasino, e si avvicina a (eopoldo)
TUMMASINO . #a""e n-ata igaretta4 Tre olde, e dd&ie, o- cinche:
LEOPOL#O . &piano, a 5imF) !O vvJ6 !O vvJ6 !O vvJ6 !O vvJ6 &6* la sigaretta a Tummasino) = ervito4
&Tummasino saccende la sigaretta, e sfumacchia. .ntra 5argherita e si dirige da (eopoldo)
MAR%(ERITA . Lio5o-, 5igliate ti olde: &Salza la gonna per prendere degli spiccioli da una calza)
TUMMASINO . &sorpreso, la chiama) Margari-0
MAR%(ERITA . &festosamente) %&<0 T&""ai-0 SJ aci&to !a carcerato6
TUMMASINO . :Siente:
MAR%(ERITA . A5e-, aggi-a da- tridice olde a Lio5oldo4
TUMMASINO . Laa ta-:
MAR%(ERITA . Ma 5ecch<6
TUMMASINO . Laa ta-0 &A (eopoldo) Miettele a c&nto a ""e0
LEOPOL#O . Sia fatta !a v&l&nt2 !e #dio0
MAR%(ERITA . &a (eopoldo) Sta""o 5ace0 &. comincia a parlare animatamente con Tummasino)
MIM) . &a (eopoldo, ridendo) No, tiene na 8ella clientela0
TUMMASINO . &a 5argherita) E ln*6
MAR%(ERITA . Eh0 A chella "o lievatella !a ca5a
9CG
0 Mo fa !a""ore c& Fili8erto0
TUMMASINO . Fili8erto60 &Pausa) Ma * n-o""o ca e fida !a88&ca-
9C;
60
MAR%(ERITA . Io 5o- che te 5o++o dicere6 !O ccerto * ca Ine, a che ta c& chillo, ha ac?&itato !o ciento
5e- ciento, e ca5irai:- !o tene caro0
91
TUMMASINO . Ah0 Neh6 &. discorrono)
MIM) . 'eh, tatte 88&ono, Lio5o-0
LEOPOL#O . Vaie a caa6
MIM) . E che faccio6 Me ento accio4 !A ta""atina, all-erta0 M"e retiro0
LEOPOL#O . Retirete:
MIM) . &scherzoso) :ch-* notte0 &.sce)
TUMMASINO . &a 5argherita) Siente, io v&larrie 5arla- c& ea:
MAR%(ERITA . Che vv&o- fa-6 Ma 5ecch< te v&o- c&"5r&"ettere6
TUMMASINO . &con un risolino sardonico) Fili8erto6 &Fa il feroce) Chi "-ha dda ?&alifica- a "e, n&n *
nato ancora4 &Pausa) Va ""- !a chia""e
lC>
0
MAR%(ERITA . Si !a trovo:
TUMMASINO . Trovala0 Io 5e- T&ledo to0 &5argherita esce. .ntra Nicola, guardiano notturno con il suo
mastino (eone. "omincia la verifica alle chiusure dei magazzini)
NICOLA . &parlando al suo mastino) Lio-, 8ello d- !o 5adrone, t& "e ca5ice 8&ono6 Mentr-io "e viito !e
"aga++ine !e T&ledo, t& fatte n-at& ervi+io4 %&arda a "eH cinnetenne
9DA
5e- /San %iaco"o7 e, c& !a c&a
ca vaie add&ranno 5e- terra, !5e++ionate Pia++a M&nici5io4 Po-, fingete cane 5erd&to e avota 5- !e
/%&antare7
9D9
: E i vide ?&acche faccia &5etta, ca55a e ""- !o viene a dicere0
TUMMASINO . &carezzando il mastino che esce) Vide 5&re che ora o-0
LEOPOL#O . Che 8etia intelligente, #on Nico-0
NICOLA . &lusingato) Ah, non 5er togliere "erito: lle "anca !a 5arola0
LEOPOL#O . Che ignifica6 = ccane a vvoi, e 8ata0 &5usica BV44. .ntra una carrozzella col mantice
alzato. 4n serpa v! 8nazio /o cucchiere, vecchiotto, rossiccio, fur$esco)
%NA$IO . @h0 &4l ronzino si ferma. 4l vetturino smonta ed invita a scendere una coppia di amanti 5ario e
Flora)
MARIO . &accende un cerino e legge il tassametro della vettura) Tre e eanta0 &Scattando) E co"e6
S&55le"ento lire ?&attro60
%NA$IO . Ma 5ecch<, v&ie na ca""era a riva !e "are !a 5avaveve
9DC
"eno !e ?&atto lire60 &Spezza la
musica)
MARIO . &trattenuto da Flora) B&ete ono 5orcherie0
%NA$IO . Le 5orcherie:6 Le 5orcherie le avete fatte lei0 &5ario gli d* una moneta ed esce,
indignatissimo, con Flora)
%NA$IO . &guardando la moneta) Cinche lire60 S&lo !e cannele
9DD
ca nn-aggio ten&te0
NICOLA . &a 8nazio) Ma co""e t& faie e"5e torie6
TUMMASINO . (a dda eere c&cchiere:
%NA$IO . E gi2H e vide i n&n avi""o e"5e t&orto n&ie0 &5usica BV444)
= ven&ta na ign&rinaH
/Cocchie-0 Preto0 S&0 Alla ta+ione07
/Men& "ale7, aggio 5en+at-io,
/"e o- fatto na 88ona croce07 &Finge di salire in serpa, e dincitare il cavallo)
/Ah0 Ah07 Niente0
LEOPOL#O . Ched *6
NICOLA . Ch-* tato6
LEOPOL#O . N&n v&leva avvia-6
%NA$IO . %nernI0 /Ah0 Ah0 Ah07 &Finge di solleticare il didietro del cavallo col manico della frusta)
TUMMASINO . Che hE fatto6
%NA$IO . N& 5oco
!e olletico ott- !a 5an+a0
/Ah0 Ah07 &6* la sensazione che la carrozzella cammini ed imita la voce preoccupata della passeggera)
/Preto0 Che "i fai 5erdere
il diretto delle tre e venti0
Preto0 Preto0 Perch< ci "ancano
olo ?&indici "in&ti07
/#ove dovete andare67
/A Ro"a74
/Ah, e 5er Ro"a c-* 5&re il treno di do"ani "attina:7
/No0
93
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
T& ei 5a++o0 Fer"ati0 Fer"ati0
Fa""i cendere07
/= i"5oi8ile0
L-ani"ale non 5&I accordare
le fer"ate facoltative07
/Preto0 Preto0 Che do"attina
io "i devo trovare a Ro"a07
/Signori-, "a 5erch< a Ro"a
non ci andia"o con la vett&ra607
TUMMASINO . &scoppia a ridere) Uh all-ane"a d- !a ci&cche++a0
!O cavallo t&io n&n erve0
%NA$IO . Che /n&n erve760 T& overo dice6
Chillo ha fatto !a Porta Ca5&ana
!a ta+ione, &na tirata0 &4 presenti ridono)
NICOLA . Ed allora, 5o- ch-* &ccieo6
%NA$IO . Ed allora, ioH /Ah0 Ah0 Ah07 &. finge davviare il cavallo al trotto3 'uindi rifacendo di nuovo la
voce della passeggera)
/Preto0 Mancano ei "in&ti07
/Metto !a ?&arta velocit207
/Ma non fare 5iL il ciarlatano,
5ena a fr&tare il t&o cavallo07
/Che6 Fr&tare6 Non voglia Iddio:
Se la 5iglia a"ale, e 5erdite
5&re !o treno !e do55o di"ane0
Ma non d&8itate, igno-,
che e ?&eto treno 5arte
con &n 5aio d-ore di ritardo,
lo 5igliere"o certa"ente:7
TUMMASINO . @h che g&aio che ha 5aato,
chella 5overa ignora0
%NA$IO . A n& trattoH /Mario0 Mario0
Fer"a0 Fer"a0 Fer"a07 &Finge una $rusca fermata, con lanalogo comando al cavallo)
/@h07 &Spezza la musica. 4mita la voce affettata di 'uel 5ario) /Flora, co-*0 Parti67 /SJ, 5erch< Cornelio,
"io "arito, "i a5etta a Ro"a07 /E lacialo a5ettare, reta con "e, tanotte7 /Ah, chifoino, che "i fai
fare67 /Ah, ?&ello che hai fatto e"5re07 /E ali, &, vigliacco07 /#i-, cocchiere, volta 5er Santa L&ciaK e
5oi, &, a Poilli5o, di cora07
LEOPOL#O . #i cora60
%NA$IO . = na 5arola0 &4mita la voce di 5ario) /#i-, al+a il "anticio07 &Ai presenti) V&ie ca5ite6
TUMMASINO . E"8*, che ce v&o- fa-6 Chillo, !o "etiere t&io ce va oggetto0
%NA$IO . E allora, io: /Pronto, igno-70 &6escrive lalzata del mantice3 poi finge di risalire in serpa, di
guardare nellinterno della vettura i due amanti a$$racciati e, con unespressione 'uasi di dispetto, imita il
modo di marcare il tassametro della vettura di supplementi di tariffa)
NICOLA . &sorpreso) Chite o- t&tte &55le"ente6
%NA$IO . Eh0 &"ome dire Proprio. Finge di dare il via al cavallo) /Ah07 &5usica B4B)
/Ah07 &Finge di trotterellare. Poi si gira, facendo capire che i due, nellinterno della vettura, son gi*
alla$$raccio ed al $acio)
/Ah07 &Finge dincitare il cavallo)
/Ah07 &9ipete 'uesto +soggetto, piC volte, con il saliente voluto dalla scena, che si ! andata svolgendo nella
vettura. Alla fine, come fermando il cavallo e come parlando a 'uel 5ario)
/Neh, igno-, ite arrivato o no67 &4mitando la voce di lui) /No, ri5ortaci M Toledo:7 :Neh, vengo cc2,
chillo ""e "ette ?&atto lire !""ano0 P&o++e 5aa- n& g&aio, t& e "a""eta0 &4 presenti scoppiano a
ridere. Poi sode, allegro, un coretto di voci maschili e femminili. Sono donnine e +viveurs,)
IL CORETTO . Notte ilente il freddo non i ente4
e c-* la donna a fianco che i 5reta:
E fino a che la vita non i deta,
retia"o noi 5adron della citt24
9F
All-al8a 5oi,
ria55are il ole e co"5aria"o noi,
5er ritornare a far vita gioioa4
?&ando chi ha lavorato i ri5oa4
Notte ilente il freddo non i ente: no4 &.ntra la comitiva. (e donnine son Pierrette, 8eorgette e
Fernanda3 i +viveurs, 8astone, Fritz ed .dgardo. Spezza la musica)
%NA$IO . &elettrizzato) Sign&ri-, v&lite !a vett&ra6
%EOR%ETTE . &a 8astone) Che i fa6 Ci ritiria"o6
%ASTONE . Co"e v&oi0
PIERRETTE . No, andia"o al /Caffett&ccio70
E#%AR#O . Ma che fi+io a 5erdere la nottata en+a &no co5o4 @a""ece a c&cca-
9D1
0
FRIT$ . Uh, e che faccia"o, la vita dei 5olli, ad andare a letto a ?&et-ora6
PIERRETTE . Vera"ente non * chic andare a letto alle tre0
%NA$IO . &a (eopoldo ed a Nicola) N&ie 5eccheto faci""o !a n&ttata4
FERNAN#A . Andia"o, coJ i 5rende &n caff*0
%EOR%ETTE . SJ, J, andia"o al /Caffett&ccio74
%NA$IO . Sign&ri-: &. strizza locchio a 8eorgette, mostrando (eopoldo)
%EOR%ETTE . &e'uivocando, offesa) Macal+one, co"e ti 5er"etti:
%NA$IO . Che avete ca5ito6 Io "otravo il caffettiere:
LEOPOL#O . Overo, igno-, v-avit-a 5iglia- na 88ona ta++a !e caf*6
FRIT$ . 'eh6
LEOPOL#O . E 5igliatavella cc24
FRIT$ . Leh0 &1a un moto di disgusto)
%ASTONE . Ce !o vv&leva da- 5&re 5ri""a:
FRIT$ . A ?&et-ora, are""o "orti:
%NA$IO . No, igno-H cheta * overo na 88ona ta++a !e caf*H cheta * 5&rgativa0 &. ride)
%EOR%ETTE . E allora, decidia"oci0
%ASTONE . Per "e * indifferente, andia"oci4 Tanto, io "i al+o alle otto di era:
E#%AR#O . Per te6 Per "e, invece, !o gallo canta "atina4 Io a "ie+i&orno
9D3
aggi-a ta- !n terra4 Stee !a
cc2 tt&orno: "a a gghi- fino !a /Vittoria7
9DF
0
FERNAN#A . E 5rendia"o le vett&re:
E#%AR#O . E ce n-* &na ola4
%NA$IO . Sign&ri-, non vi 5reocc&5ate, noi faccia"o &na ola i"8arcata4 !O cavallo ce !a fa4
PIERRETTE . E dove ci "ettia"o6
%NA$IO . Co"e6
PIERRETTE . &ridendo) #ove ci "ettia"o6
%NA$IO . &a (eopoldo, lusingato) Statte +ittoH -* !nfanfar&ta
9DG
, e n- * gghi&ta !e ca5a
9D;
:
LEOPOL#O . &dandogli uno spintone) Te ne vaie o no6
%NA$IO . Signo-, g&ardate, voi andate co"oda"enteH ?&atto dentro e d&e a cacetta4
TUMMASINO . E t& addo- te "iette6
%NA$IO . A cavallo0 &. ride)
LEOPOL#O . E 5o- ce vI na 5areglia !e v&oie
9D>
5e- ve tira-0
NICOLA . Signo-, i ce teva !o cane "io, le andava a chia"are l&i &n 5aio di carro++elle0
TUMMASINO . &scherzoso) No, i ce teva !o cane d- !o g&ardiano, ve 5&rtava io a cacecav&oglio
91A
0
%NA$IO . &$effardo) No, i ce teva !o cane, v- !e ffaceva io teo ?&atto ta++e !e caf* e5reo0
PIERRETTE . &ad .dgardo) E andia"o a caa, va0 Tanto ho ca5ito che tando con te, de88o fare 5er for+a
&na vita egregata:
%NA$IO . Signo-, io vengo6
FERNAN#A . &a Pierrette e ad .dgardo) SJ, 5rendete voi la vett&ra, noi i 5referice fare ancora d&e 5ai0
PIERRETTE . &osservando il ronzino) #i-, "a ca""ina ?&eto cavallo6
%NA$IO . Ca""ina6 B&et-* &n aero5lano0
FRIT$ . #ifatti i vedono le ali:
%NA$IO . No, ign&ri-, ?&elle ono le orecchie dell-ani"ale0
%EOR%ETTE . &a Pierrette e ad .dgardo) Vi dia"o la 8&ona notte0
PIERRETTE . E noi il 8&on diverti"ento0
%ASTONE . Ah, no, no4 B&i * il cao d-invertire gli a&g&ri4 '&ona notte a noi, e 8&on diverti"ento a voi:
9G
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
E#%AR#O . No, a "e a&g&rate"i 8&on onno0 &8nazio ha osservato da vicino il cavallo3 sem$ra avvilito)
PIERRETTE . #i-, che c-*6
%NA$IO . S-* a++eccato !o cavallo !n terra0
NICOLA . E chillo ta di&no0
%NA$IO . M"- !o ffa e"5e, ta carogna0 Me fa l-otr&+ioni"o0 &7sserva la pancia del ronzino) E co""e
faccio, "o6 Mannaggia0
E#%AR#O . Ma ch-* tato6
%NA$IO . S-* 5e++ato !o otto5an+a0 &4 signori ridono) Sign&ri- &a Pierrette) tenieve n& ca5o !e 5avo6
PIERRETTE . Macch<0
%NA$IO . &a 8astone) N& 5ie++o !e c&rreggia
919
6
%ASTONE . Io 5orto le 8retelle4
%NA$IO . N& la++o 5- !e car5e6
FRIT$ . Ma va-:
%NA$IO . &a (eopoldo, alludendo ai signori) Niente teneno0 Che ign&re ongo, io n&n !o accio0 &Si
toglie la cinghia dai calzoni, e tenta di rappezzare alla meglio il finimento sul ventre del cavallo)
FERNAN#A . &ridendo) Il 5rinci5io * 8&ono0
FRIT$ . Edga-, ho ca5ito, andre"o a letto 5ri"a noi che te0
PIERRETTE . Addio, Fernanda, addio, %iorge-: &Sale nella vettura)
FERNAN#A . Ciao0
%EOR%ETTE . Racco"andati alla Madonna0
E#%AR#O . Noi intra5rendia"o &n l&ngo viaggio0 &Sale nella vettura)
%ASTONE . Edga-, ?&ando arrivi, crivi"i0
%NA$IO . &preoccupato di vedere i due passeggieri nella vettura, vuol chiamare .dgardo, che ride con
Pierrette3 e ai signori) !O ign&rino * de carta6
LEOPOL#O . &ironico) No, * d-attone0
%ASTONE . Edgardo0
%NA$IO . #on Ed&a-0
E#%AR#O . Che c-*6
%NA$IO . E che ite agli&to a ffa-6 &Agli altri) Ue-
91C
, chillo aglie0 &Ad .dgardo) Scennite, iate n& 5oco
avante, tirate !o cavallo 5- !a tetera
91D
: &. spinge la vettura3 ma invano) Co""e e chia""a !a ign&rina6
FERNAN#A . Pierrette4
%NA$IO . #onna Piere5ette-: &Tutti ridono) Scennite, tirate 5&re v&ie0 /Ah0 Ah07 &A (eopoldo) M- !o ffa
5e- di5ietto: &. fa latto di $astonare il cavallo3 poi ai signori) Sign&ri-, 5er gentile++a, na "ano a v&tta-
areto0
%ASTONE . &ridendo con gli altri) Ma che ei "atto60
TUMMASINO . A5etta, "o t- !a dongh-io:
%NA$IO . Chillo * n& "&"ento, ?&anno 5iglia !avviata:
TUMMASINO . &spinge la vettura, aiutato da Nicola e da (eopoldo) Soh0 Soh0
%NA$IO . &va in serpa. Schiocca la frusta, prende le redini) Ah0 &4l cavallo si muove3 e la carrozza
finalmente parte. 5usica BB. 4 signori salutano a grandi gesti .dgardo e Pierrette, ed escono, riprendendo
a cantare)
IL CORETTO . Notte ilente: &Spezza la musica)
SCENA VI
Via Toledo, angolo via "orsea. Poco tempo dopo.
LEOPOL#O . /Caf*, igari, igarette, r&" e annee0 &Sode il fischio di Nicola che chiama il cane. Silenzio.
.ntra Nicola. 0 nervosissimo)
NICOLA . Che aaino0 S-* rrotte !e gga""e 5- !a via0
LEOPOL#O . Chi6
NICOLA . Leone0 Chillo a- che ffa6 Se va liggenno ll-icri+ione 5e- co55- !e "aga++ine:
LEOPOL#O . Ma 5ecch<, a che clae ta6 &. ride)
NICOLA . N&n 5a++ia-0 &S$uffando, come se parlasse il cane) Seh, "o a5etta a tte0 &Pausa) Leo5o-, fa""e
!o favore, "o ca vene, dillo ca, a n-ata "e++-ora, l-a5etto a Pia++a #ante4 Si 5o- e vI ritira-, aggio laata
9;
!a chiave !o olito 5oto4 Io a5e addo- ta0 &.sce)
LEOPOL#O . &gridandogli dietro, con sarcasmo) Lle dico 5&re che v-a55ri5arae !a cena60 !O vino v- !o
faccio "ettere !n frico60
LA VOCE #I NICOLA . E v&o- e"5e 5a++ia-, t&0 &Silenzio. Si ode la voce d4nes stornellare. 5usica BB4)
LA VOCE #-INES . A""ore a""ore, no, n&n l& credite,
n&n l& credite a chito !ngannatore,
ca ll-&o""ene "o ?&ante ne vedite
teneno ciente faccie e "ille coreK
la fe""ena c&r-ea
911
0 E l& a5ite,
t&tto e crede e leto don-a""ore,
?&anno l-ha "io ll-o""o int- a li 55ene,
l& can&cente n&n la vI cchi& 8ene0 &.ntra Tummasino, ed attende, con unespressione di gioia cattiva)
INES . &appare, fa per attraversare la via3 si ferma, sorpresa) T&""aino0
TUMMASINO . Final"ente4 &Pausa) Vi 5oia"o offrire &na ta++a di caff*6
LEOPOL#O . &tra s;) Ah, Madonna0
INES . %ra+ie, non vi "ettete in ceri"onie4
TUMMASINO . Una 5rea d-2nnee6
LEOPOL#O . #on T&""ai-, n&n facite co"5li"ente0 &Tra s;) #o55o ha dda cagna- n& do55io oldo, e
"anco "e 5ava0
TUMMASINO . &a 4nes, insistendo) Che dicite6
INES . L-2nnee "e ricalda4
TUMMASINO . V&lieve n& 5acc&ttino !e igarrette6
LEOPOL#O . #alle0 &6eciso) Aggio ca5ito0 &Prende la sua ro$a e si allontana) /Caf*, igari, igarette, r&"
e 2nnee0 Cc2 ta Leo5oldo Coletta, chi !o c&"anna6 O cafettiere07 &.sce. 5usica BB44)
TUMMASINO . E iignoreH
"-ha fatto 5iacere
ca t-hE tr&vato a n-at& !nna""&rato0
Ma, 5e- favore4
al"eno int- !o ?&artiere,
n&n fa- acca5i- ca "-hE licen+iato,
i no t-aggi-a friggia-,
5e- dignit24
INES . E fance !a 5rova0
Saie ca !o carcere * cattivo,
n&n ci&5arte !a li88ert20
TUMMASINO . E a che "i giova6
B&ando l-&o"o * 5oitivo
deve 5ri"a t&tela-
la 5erona di <4
E dint- a niente,
"e ceglio a n-ata a"anteH
tengo !a cin?&anta fe""ene !e rierva4
C-* l-avvenente,
ce ta l-affacinanteK
e ogn&na !e cheta ""e facee !a erva,
5- !o fi+io e e vede-
vicino a ""e0
Sci&rille
913
gialle,
che aggi-a fa-, -io ongo 8ello6
Te ne vaie6 Peggio 5e- tte0
V&tanno !e 5alle,
do55o n-&occhio a +ennariello
91F
,
vide !e fe""ene !e cade-,
co""- !e ccarte !a ,&ca-4
Mo 5er favore
"i devi ritornare
9>
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
!o fa++&letto !e eta, ta tre llire0
Certo, &n ignore
non e lo fa ridare4
"a io "e lo 5iglio 5oi, 5er non entireH
/Ll-oggette co""e va,
n&n - !e ffa da-67
R&tto 5e- r&tto,
da""e 5&re !e ei ferriette
e !a 8&tteglia !e 8rillant*0
Certo, fa 8r&tto,
"a !e riale
91G
ca te dette
n&n t- !e 55o++o r&""ane-0
Ll-aggi- ancora 5ava-0 &Spezza la musica)
INES . Avrete t&tto4
TUMMASINO . Sta 8ene4 &Pausa) PerI, n&n ia "ai detto ca ?&et-offea T&""aino !o "ilionario - !a
+&ca0 Io n&n "- !a +&co0
INES . &scattando) %&<0 Oh0 T& t- !a +&che o n&nt- !a +&che6 %i2 t& "o taie facenno l-a&cellone
91;
5ecch<
"-hE tr&vata ola: Ma cc2 i ce tee Fili8erto, t& n&n 5arlarrie acc&J0
TUMMASINO . Ma chi * t& Fili8erto6 Mo vaco !a caa, 5iglio !a /8rovinga7
91>
e torno0
INES . E viene a"5rea, !""ie+- !o llario
93A
!e 'arracche, acc&J 5arle c& io0
TUMMASINO . Io 5arlo c& io, c& ttico, c& !o 8rigante M&&lline, c& !a tat&a !e %ari8alde0 Ma chi *6 &.
si allontana, gesticolando. 4nes fa unalzata di spalle, ed esce)
SCENA VII
+Sopra i >uartieri,. (argo delle Baracche. 4nes ! in attesa3 impaziente, fuma. 6alle porte delle case
e'uivoche, filtra la luce. Si ode la +voce, di (eopoldo.
LA VOCE #I LEOPOL#O . /Caf*, igari, igarette, r&" e 2nnee07
LA VOCE #I FILI'ERTO . In*0 In*0
INES . Fili8e-0
FILI'ERTO . &entra tutto euforico) In*, allegra"ente:0
INES . Eh0 Allegra"ente0 = aci&to T&""aino !a carcerato0
FILI'ERTO . E chi * T&""aino6 &Beffardo) T&""aino0 Peggio 5e- io0 Aci&to !a carcerato, e trae !o
5itale0 Ride0
INES . Ma ch-* tato6
FILI'ERTO . (o incontrato il "io avvocato4 E ai che "i ha detto6 Ride0 Sono tato 5ro5oto 5er
l-a""oni+ione0 &4nes rimane indifferente) Ca5ici, !a carriera6 A vintiei anni, gi2 a""onito0 Mi trovo,
en+a eagerare, con cin?&e anni di antici5o4 E di ?&eto 5ao, ventinove, trent-anni: do"icilio coattoH
coro accelerato0
INES . &con leggero disappunto) Ma tenive !a orveglian+a, che nn-aviv-a fa- d-a""oni+ione6
FILI'ERTO . Se vede ca n&n hE "agnato "aie c&cenato4 L-a""oni+ione * la confer"a &fficiale della
te"i8ilit2 di &n individ&o4 = co""e i foe la licen+a tecnica4 #el reto, * tato &n 5eniero gentile del
B&etore, "i rifi&tavo6 &(a $acia) E adeo, chia"a le co"5agne t&e, ch< verranno 5arecchi a"ici 5er
feteggiare la 5ro"o+ione4 'iogna 8agnare i galloni0
INES . &chiamando) Mari-0 Fil&"e-0 C&ncetti-0 Margari-0 Criti-0 &Varie porte, improvvisamente, si aprono
e vengono fuori le donne di strada)
MAR%(ERITA . Ch-* tato6 &4nes spiega alle compagne il significato della +cerimonia,. .ntra (eopoldo)
LEOPOL#O . &d* la +voce,) /Caf*, igari, igarette, r&" e 2nnee074
FILI'ERTO . Leo5o-, n&n te "overe !a cc20 &5usica BB444. Annunzia)
%li a"ici0 &.ntrano, con i loro atteggiamenti camorristici, i simpatizzanti di Fili$erto)
%LI AMICI . &scappellandosi) '&onanotte0 Sal&te, Fili8e-0
FILI'ERTO . &ad 4nes, pavoneggiandosi) (E vito ?&anta gente * ven&ta 5e- ""e60 &Si scappella. 8li amici
si scappellano di nuovo. Fili$erto presenta le donne e gli uomini)
#on Aitano, !o ,etteco
939
4 La "ia "et24 Aff&n+ino,
CA
!o cacaglio
93C
4 Maria, !a +elloa4 Pe55ino
Sfaticato4 Pa5ele Mari&olo4 Critina,
!a "inorenne4 !A chiatta4 Margherita4 Titina4
AITANO . &verso 5argherita, cascante) La conoco4 Una "ia de8ole++a4 &Strette di mano, piene di
galanteria. Pausa)
AFFUN$INO . Che onore0
Vera"ente tanotte -* ad&nato il fior fiore
de.de.del eo de8ole e.e del eo forte0
LEOPOL#O . &con violento sarcasmo, a parte) L-onet2 e illavoro0
TUMMASINO . &.ntra Tummasino, scappellandosi) Signori della corte0
AFFUN$INO . &con grande effusione, mentre gli altri si scappellano) #on T&""aino egregio0
MAR%(ERITA . &piano ad 4nes, che freme alla vista di Tummasino) Chia""ate a chillo: &. gli mostra
Fili$erto)
INES . &ra$$iosa) !O che6
L-ha dd-ave- na le+ione0
FILI'ERTO . &ad 4nes) Ch-* tato6
INES . &dissimulando) Niente4
FILI'ERTO . &le consegna la rivoltella) Teh0 &4nes la nasconde in petto)
AFFUN$INO . &mostrando Tummasino a Fili$erto) Voi: Voi vi conocete6
FILI'ERTO . Non ho ?&eto detino:
AFFUN$INO . &presentando i due uomini che si guardano con fredda compunzione) Fi.Fili8erto E5oito:
T&.T&.T&: T&""aino !o "ilionario0
LEOPOL#O . &a parte) M-ha dda da- diciotto olde0
FILI'ERTO . Sono tanto lietii"o4
TUMMASINO . Lieto io tante volte0 &Si stringono la mano)
AFFUN$INO . &mostrando Fili$erto) = &n 5ro5oto di freco 5er.5er l-a""oni+ione4
TUMMASINO . Me ne conolo aai 5er ?&eta 5ro"o+ione4
e e t&tti gli a"ici 5er"ettono
vorrei fare gli onori di caa:
FILI'ERTO . Ma g&ardate, io direi
di non inco"odarvi:
TUMMASINO . = dovere: &Fili$erto fa per insistere. Tummasino, con aria di superiorit*) Lio5o-,
caff* 5er t&tti0 &gli uomini si scappellano in segno di ringraziamento)
LEOPOL#O . &ha una tegola sul capo) P&o++e 5aa- n& g&aio, "o0 &e comincia assai a malincuore a
preparare)
FILI'ERTO . &ad 4nes, in disparte, mostrandole Tummasino che ! circondato dal gruppo degli uomini e
delle donne) (ai vito che 5erona gentile6
INES . Laa ta-,
ca chito * T&""aino0 &Fili$erto ha unespressione feroce)
MAR%(ERITA . &tra s;) Mo iente0
FILI'ERTO . &a 4nes) = io:6
INES . Va-0
FILI'ERTO . &prende un atteggiamento guappesco, si avvicina agli uomini e dichiara) 5er "e niente caff*0
&. torna presso 4nes e 5argherita. Tummasino si volta di scatto visi$ilmente offeso)
AFFUN$INO . Nie.niente 5er ne&no0
LEOPOL#O . &che si accingeva gi* a porgere le prime due tazze di caff!, ha un moto di gioia) Ah0 = tata
!a Madonna0 &Tummasino si allontana dal gruppo, con aria minacciosa, venendo verso Fili$erto)
MAR%(ERITA . &tra s;) Mo &ccede !o trent&no0
TUMMASINO . &a Fili$erto con un risolino) Sentite, io 5oco 5ri"a v-aggio offerto !o caf*,
non l-avete vol&to: #ico: #ico: Perch<6 &. si volta a parlare agli uomini)
FILI'ERTO . &interdetto, ad 4nes) Siente, chillo na coa, in fondo, 5&re !a dice:
/Non l-avete vol&to4 Perch<67 T& che nne ddice6
INES . &istigandolo) Va-0
FILI'ERTO . &a voce alta, con spavalderia, rimanendo perH presso le due donne) E 5ecch< "e tocca !e
nierve0 &Volta le spalle a Tummasino che ha un moto dira)
TUMMASINO . Ah J6 Sta 8ene0 &. parla animatamente con gli altri, andando in fondo)
C9
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
FILI'ERTO . &ad 4nes) E addo- * gghi&to6
INES . !O tiene areto a tte4 Mo vene
a te 5iglia- 5e- 5ietto:
FILI'ERTO . A ""e6 E che6 Minaccia6
INES . T& "antienete forte0
FILI'ERTO . Io "o lle taglio !a faccia
initra e !a faccia detra0 &Tummasino ritorna avanti con cipiglio fierissimo. Fili$erto avanza fino ad
incontrarlo faccia a faccia)
LEOPOL#O . Mo e !ngrifano
93D
!e galle0
TUMMASINO . #ite4
FILI'ERTO . S&, dite lei4
TUMMASINO . #ite lei4
FILI'ERTO . #ite4
TUMMASINO . E dalle0
Io ono a8it&ato ad eere detto 5er dire4
FILI'ERTO . Io ho fatto e"5re dire e 5oi ho detto il dire4
TUMMASINO . &impazientito) #ite4
FILI'ERTO . #ite4 Voi dite, io dico4
TUMMASINO . Vera"ente
non ho niente da dire4
FILI'ERTO . E io "anco0
TUMMASINO . &tra i denti, stizzito) E n&n vai niente0 &. torna fra gli altri. Spezza la musica)
FILI'ERTO . &ad 4nes) L-aggio "&rtificato: Co"e te o- 5ar&to6
INES . :Si- tato n& 5oco de8ole0
FILI'ERTO . Ma i n&n "e 5rovoca: M-ha dda 5rovoca-6
AFFUN$INO . &a voce alta) 'eh, cc2, ignori "iei, l-incidente * chi&o0
FILI'ERTO . Ma ?&ale incidente6 Fra di noi:
TUMMASINO . Neh, en+a ceri"onie, e t&tto ?&ello che volete: &e indica (eopoldo)
LEOPOL#O . &seccato) E dalle0
INES . &nervosissima) %ra+ie, gra+ie0
FILI'ERTO . %ra+ie, non vi "ettete in ceri"onie4
TUMMASINO . &guardandolo negli occhi con malcelato senso di sfida) A votra di5oi+ione4 &. gli volta
le spalle)
INES . &a Fili$erto, indispettita) !O vJ, co""e tene !a 5arola &5erchia6 Va-0
FILI'ERTO . &riprende latteggiamento guappesco3 ad Affunzino, alludendo a Tummasino) M-ha
5rovocato6
AFFUN$INO . Nonignore4
FILI'ERTO . &torna dalle donne) N&n "-ha 5rovocato ancora0
INES . &ha un moto di stizza) @h0 &.ntra luomo del pianino, trascinando strumento per le stanghe3 come un
asino)
AFFUN$INO . &alla comitiva) 'eh, ?&i c-* il 5ianino0 &Alluomo) Pr&feI, &nate n& val+*rre4&5usica
BB4V. (uomo del pianino prende a suonare lo strumento, con la manovella. (e coppie cominciano a
$allare. Fili$erto invita 5argherita)
LEOPOL#O . &d* la +voce,) /Caf*, igari, igarette, r&" e 2nnee0 Cc2 ta Leo5oldo Coletta, chi !o
c&"anna67
TUMMASINO . &avvicinandosi ad 4nes) Poia"o avere l-onore di fare &n giro di 8allo6
INES . (E !a cerca- !o 5er"eo a Fili8erto0
TUMMASINO . &violento) Fili8erto n&n va- niente0 &Afferra la donna e la costringe a $allare)
INES . &riesce a li$erarsi dalla stretta. 0 convulsa. Afferra per un $raccio Fili$erto) (E ent&to6
T&""aino ha ditto ca n&n vale niente0
FILI'ERTO . E "-ha 5rovocato6
INES . &a denti stretti) E co""e60 (a vol&to a88alla- c& ""ico en+a cerca- 5er"eo a tte60
FILI'ERTO . &ringalluzzito) Silen+io0 &Spezza la musica. (e coppie si fermano. A Tummasino) A"ico, na
5reghiera4 &(a comitiva divide in due gruppi da un lato Tummasino e gli uomini, dallaltra Fili$erto e le
donne)
LEOPOL#O . &preoccupato) Mo &ccede !o ?&arantotto0
CC
FILI'ERTO . &col tono di voler fare un +dichiaramento,) Sentite: Non 5er togliere "erito a ?&alche 8ravo
a"ico che ta alla 5reen+a, e che * tato galera: &. mostra Affunzino)
AFFUN$INO . Prego, do5o di voi: &Si scappella)
FILI'ERTO . Io ho fatto dodici anni di recl&ione4 &8li uomini fanno gesti di considerazione, e si pongono
in ascolto) Per c&i, e voi iete franco, ono franco4 Noi ra55reentia"o d&e franchi4
LEOPOL#O . &sarcastico, a parte) P&re !e "eno, 5&re !e "eno:
TUMMASINO . 'eh6
FILI'ERTO . &a voce alta) La ?&ale:
TUMMASINO . &rivolto agli amici) E che c-entra6
FILI'ERTO . :Mi o88liga a farvi oervare che voi "i avete co""ea &na indelicate++a di &na
gravidan+a enor"e, ed io: &Si slancia, alzando le mani)
TUMMASINO . Ma ?&a-: &0 pronto anche lui a slanciarsi, ma gli amici lo trattengono)
FILI'ERTO . &indietreggia, spingendo 4nes e 5argherita in avanti, poi, visto il rivale calmarsi, riprende la
posizione di prima, facendosi largo fra le due donne, a viva forza) Levateve !a "ie+o0 &. fa il gesto di
volerle schiaffeggiare. Si fruga addosso3 ad 4nes) Ma io n&n tengo !o rivolvero, co""e "-a55icceco6 &4nes
gli d* la rivoltella. Fili$erto la mette nel taschino del panciotto, col manico $en visi$ile3 e si fa avanti,
spavaldo, come a lanciare allavversario una sanguinosa offesa) :B&indi: &Tummasino ha un guizzo di
furore)
AITANO . Cal"a: &(o afferra)
TUMMASINO . Ma chito "-offende:
AFFUN$INO . Che v-ha ditto6
TUMMASINO . Co""e, chillo "-ha chia""ato /?&into70
FILI'ERTO:B&indi 5ri"a di 8allare con la "ia ignora: &Si scappella3 ed ordina) !E cco55ole
931
0 E
ca55ielle0 &8li uomini tutti si scappellano)
LEOPOL#O . &a parte, $effardo) Sta 5aanno !o Santii"o0
FILI'ERTO . Avrete dov&to avere la delicate++a di intervitare col&i il ?&ale la geticeK 5erch<, e non lo
a5ete, ?&eta donna &mostra 4nes) ra55reenta la "ia a+ienda4 E voi, invece di coniderar"i "eritrice di
ogni rig&ardo, "i avete tra5a++ato, e io vi cao ! a: &4nveisce di nuovo)
TUMMASINO . Ma chi t-ha: &Si slancia. 0 trattenuto)
FILI'ERTO . &torna a nascondersi dietro 4nes e 5argherita3 e a farsi poi di nuovo rapidamente avanti,
come se si volesse svincolare dalla loro eventuale stretta. Sem$ra furi$ondo) Levateve !a "ie+o0 Levateve !a
"ie+o, ca "o acc&""encio !a v&ie0 &Sistema la rivoltella nella tasca del panciotto, con la canna allinsC)
LEOPOL#O . &a parte) (a 5ia++ato le artiglierie antiaeree0
INES . &come una furia, a Fili$erto) E ?&anno:6
FILI'ERTO . :Rie5ilogando:
TUMMASINO . Uh0 Ca "-hE fateriato
933
0 &Si slancia contro Fili$erto)
UN %RI#O #I #ONNA . &improvviso) !E gg&ardie0 &5usica BBV. (uomo del pianino ricomincia a
suonare. Si rifanno le coppie, che prendono a $allare. Fili$erto nasconde la rivoltella fra le gam$e, e $alla
come puH con 4nes. Affunzino gli toglie larma e la getta nel paniere di (eopoldo che protesta. "osF fanno
gli altri)
AFFUN$INO . Accavallate chite0 &cio! i revolver)
LEOPOL#O . Ma:
AFFUN$INO . Accavallate chitel &4l $allo ripiglia. .ntrano Brighella, 8uardascione e gli altri agenti
della ronda. (e donne, e$$re del valzer, circondano le guardie, 'uasi costringendole alla danza)
LEOPOL#O . &tenta di sgattaiolarsela3 d* la +voce,) /Caf*, igare, igarette, r&", e 2nnee07 &5a viene
fermato dalle guardie e per'uisito. 8li trovano la rivoltella e lo acciuffano. 4l malcapitato strepita la sua
innocenza)
INES . &vedendo la malaparata, e cio! la poca remissivit* della polizia, si fuga, gridando) Margari-0 &. ciH,
mentre le donne ancora tentano di ra$$onire gli agenti, taluni dei 'uali accorrono allinseguimento dei
pregiudicati fuggiaschi)
'RI%(ELLA . &spinge Fili$erto) Via0 Via0
FILI'ERTO . E n& "&"ento: Io o- n& ignore: N& 5oco !e cal"a: &(uomo del pianino continua
sempre a suonare, sghignazzando)
SIPARIO
CD
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
...............................................................
NOTE
9 ScarrafoneH carafaggio, * ?&i &n o5ranno"e 5er dire &o"o "olto 8r&tto4
C Ciente5elleH cento5elle4 Ter+o ventricolo degli ani"ali r&"inanti4 Tri55a4
D F&r"ellaH a55ellativo dall-o"oni"o gioco4
1 r&"H ac?&avite di canna da +&cchero4 Rh&" * 5iL corretto di r&"4
3 2nneeH anice4
F "ar&++aroH venditore a"8&lante di l&"ache, "ar&++e, cotte4
G San FerdinandoH 5ia++a San Ferdinando, con la o"oni"a chiea, in 5roi"it2 del teatro S4 Carlo e di
Pia++a Triete e Trento4
; nichelloH ta 5er nichelino4 Vecchia "onetina da venti centei"i4
> attoccanoH 5ettano, da attoccare4
9A @hH vedi4
99 San FrancicoH antico carcere trafor"ato 5oi in ede della Pret&ra4
9C 5oaH edi"ento4 B&ella 5arte che de5ongono in fondo le coe li?&ide4
9D Ah, neh6H ah, davvero6
91 5e++a-H ta 5er 5i++ai&olo, venditore di 5i++e4
93 t-hE !a ritira-6H ti devi ritirare6
9F 5aroH 5aio4
9G coccoH corico, da coccare4
9; c& ""icoH con "e4
9> !A lava !e ll&oglioH 5er dire che &lle 5i++e l-olio * coJ a88ondante che vi corre co"e &na lava4
CA ""e cocioH "i cotto4
C9 Arra&iaH lontano ia4
CC &r8etteraH or8ettiera, "acchina 5er fare i or8etti4
CD tacc&celleH 5e++i di c&oio tagliati a for"a di tacchi4
C1 friddoH ca5ito, calo, in eno co""erciale4
C3 chiantelleH olette4 B&el 5e++o di "arocchino 8ianco o giallo, che i "ette dentro la car5a, dove 5oa il
5iede4
CF vrennaH cr&ca4
CG erraH ega4
C; carrecoH carico4
C> Vatte-H vattene, ta 5er vattenne4
DA icoH tr&"ento 5er fichiare, fichio, +&folo4
D9 c&rnici&neH 8ordo delle 5i++e4
DC fr&c&liateH i"5ort&nate, da frecole,are, frec&liare4 LetteraleH "in&++are, 8riciolareK tralatoH
i"5ort&nare, "oletare4
DD !n+ognaH &gna, tr&tto4
D1 cicenielleH cicinielli, 5iccolo 5eceK c& !e cicenielle, con ver"i da 5&trefa+ione 5aragonati 5er ecceo a
5iccoli 5eci4
D3 a55icceca-H litigare4
DF 5&""arolaH 5o"odoro4
DG gnatellaH &na coa da niente4
D; ca+oneH focaccia ri5iena4
D> !"8&tt&natoH i"8ottito, ri5ieno4
1A &5reataH ala"e co"5reo, legato con lo 5ago4
19 cavera e chin-aliceH calda e 5iena di alici4
1C av&tateH girate, "&tate4
C1
1D ccarogneH vili, cr&deli4
11 Aggio &&taH ho al+ato, ottinteo il 5&nteggio4
13 !o 5attoH ?&i 5er 5atta, 5ariK e &no !o 5attoH e &no lo 5atto, cio* * 5ari4
1F co5aH no"e di &n gi&oco di carte, ed anche di &n 5&nto di ?&el gi&oco4
1G Ai+aH al+a, cio* taglia le carte4
1; cagna-H ca"8iare4
1> nichelloH cfr4 n4 ;4
3A "arengoH "oneta d-oro del valore di venti franchi coniata a Torino do5o la 8attaglia di Marengo4 In
genere * inoni"o di "oneta d-oro4
39 !n ca5oH in teta4
3C 5ica-H 5ecare, ?&i cercare, acchia55are4
3D c&llarinoH intetino delle vaccine che i vende da- Tri55a,, 8&dello grao4
31 ,&ca-H giocare4
33 hEH hai4
3F ha dda i-H deve andare4
3G !o callo !e tri55aH la 5arte calloa della tri55a4
3; 5roccoleH ta 5er 5r&occole4 S5r&occoloH 5rocco e 8rocco, tecca, f&cello4
3> cicoriaH orta di er8aggio, che &ol fari 5er lo 5iL in "inetra4
FA ,anc&lilloH 8iancolino, di"in&tivo di ,anco4 B&i nel ignificato di caff* 5oco carico, ac?&oo4
F9 !a dintoH dentro4
FC cagna-H ca"8iare4
FD gra""ignaraH colei che vende la gra"igna4 %ra""egnaH 5ianta che nace nei terreni 5ontanea"ente,
"olti5lica 5reto e i d2 a "angiare a- cavalli4
F1 !o 5&ntoneH all-angolo della trada4
F3 5aratoH 5aiato, co"5agnato4
FF 8ellellaH gra+ioaK di"in&tivo di 8ello4
FG V&lieveH voi volete4
F; TeccheveH eccovi4
F> ,&rnarielloH fornariello, di"in&tivo di fornaro, ?&ello che fa il 5ane e lo c&oce4
Go licio e 8&oH lice88&o, ra88&ffo, 5artaccia, ra"an+ina "olto energica4
G9 a5&narielloH a5&nariello, di"in&tivo di a5&naro, cenciai&olo4 Sa5onari dicia"o ancora a ?&elli che
vanno 5er le trade con &na 5orta in 8raccia, vendendo a5one, ovvero 8arattando a cenci co"5erando
ancora cenci a "oneta4 Cencia,&olo4
GC acetteH &cJ, da acire4
GD !""iriaH o !""idia, invidia4
G1 !e "al&occhileH "ala&g&rio, "alocchio, ,ettat&ra4
G3 +elloaH tignoaK &ato in eno di di5re++o4
GF ereticciaH ereticcio, tantio, raffer"o, d&ro4 Sereticcia, ?&i nel eno di cr&dele4
GG trac?&o e tr&ttoH tanco e ditr&ttoK tanco "orto4
G; aetteteH iediti, da aettari4
G> Sc2rfeteH ricaldati, da carfa4
;A triateH o triatre, teatri4
;9 cacotteH cocotte, donnine allegre, dal francee4
;C ll-a&teH gli altri4
;D cia""eriaH a8ito da ceri"onia, in gergo ca"orritico indica il g&a55o /ignore7, a8it&ato a 5ortare la
cia""eria in ociet2 5er a55arire &na 5erona ri5etta8ileK talvolta il 8aita4
;1 rediteH ridete4
;3 !e ttronoleH i t&oni4
;F AretoH dietro4
;G VecariaH Vicaria, antico rione 5o5olare di Na5oli4
;; SciortaH fort&na, orte4
;> t&tataH 5enta4
>A !a 5e++aH "oneta di carlini dodiciK ?&i nel eno di oldi4
>9 na ddieceH &n 5e++o, con tono di i"5reca+ione4
>C !e 5e++aH di toffa4
>D trac?&a-H tancare4
C3
T&ledo !e notte . Raffaele Viviani
>1 ca votaH che giri4
>3 chi&55ataH 8occiata4
>F arraglianoH ragliano4
>G 8&cJaH 8&gia4
>; c&ennaH c&cendo4
>> !ngignoaH !ngegn&a, ingegnoa, ind&tre4
9AA c-aggra++eieH che la rende 5iL gra+ioa4 Si riferice alla 8iancheria4
9A9 Ca""iaH ca"icia4
9AC addoreH odore4
9AD ,ennoH andando4
9A1 coco"aH orta di vao, 5er lo 5iL di ra"e, dove i fa il caff*4
9A3 fronnaH foglia4
9AF 5&tecaH 8ottega4
9AG 'a""enellaH /'a"8inella74 No"e d-arte dato alla 5rotagonita di ?&eto teto4
9A; annac&aH di nacoto4
9A> !"8&lan+aH ronda della 5&88lica ic&re++a4
99A ?&aglioH 5arico4
999 8ona "anieraH con notevole gar8o4
99C vengo !o "etiereH vendo "oine e l&inghe co"e * "io "etiere4
99D !O +alloH lo ciocco4
991 - !o !""occaH e lo 8eve4
993 "anna-H "andare4
99F !o ca5o g&aglioneH &n raga++o fra i "igliori, della "alavita4
99G c&"5are-H co"5arire, far fare 8ella "otra di <4
99; a&cciatoH da a&cciare, livellare d&e 5arti fra loro4
99> a55icceca-H 8iticciare4
9CA a 5are-H a vedereK non "e ne fa accorgere4
9C9 "enatoH 8&ttato, gettato4
9CC all&""atoH infia""ato, acceo di 5aione4
9CD #icceH digli4
9C1 te levo !a ra55reentan+aH v&ole intendere l-&tilit2 della "ia 5rote+ione4
9C3 Portella olaH 5ortella, di"in&tivo di 5orta, 5iccola 5orta &nica4
9CF a88&catoH g&adagnato4
9CG lievatella !a ca5aH toglitela dalla teta, non 5enarci 5iL4
9C; a88&ca-H di g&adagnare4
9C> Va ""- a chia""eH va""ela a chia"are4
9DA cinnetenneH cenditene4
9D9 %&antareH %&antai4 Via %&antai Vecchi e via %&antai N&ovi cotit&ivano il centro dell-ind&tria
g&antaria, 5ro5ria dell-artigianato na5oletano4
9DC !a 5avaveveH la 5agavateK l-avrete 5agata4
9DD !e canneleH le candeleK ?&i nel eno di reggere il "occolo4 S&lo !e:H "odo di dire ti5ica"ente
na5oletano 5er indicare il "ini"o di ?&anto i * dato4
9D1 c&cca-H coricare4
9D3 "ie+i&ornoH "e++ogiorno4
9DA !a VittoriaH Pia++a Vittoria nei 5rei della Villa Co"&nale, cio* lontano da Toledo4
9DG !nfanfar&taH fratornata, i"8a"8olataK ?&i, i * accea di 5aione4
9D; e n !* gghi&ta !e ca5aH ha 5ero la teta4
9D> v&oieH 8&oi4
91A a cacecav&oglioH &l doro4
919 c&rreggiaH corre,a, tricia di c&oio, acconcia a vari &i4
91C Ue-H MIa"a+ione4
91D teteraH tetiera, 8ardat&ra del ca5o del cavallo4
91C Ue-H ecla"a+ione4
91D teteraH tetiera, 8ardat&ra del ca5o del cavallo4
911 c&r-eaH "iera, lei4
913 Sci&rilleH fiorellini4
CF
91F n-&occhio a +ennarielloH &n occhiolino4
91G !e rialeH i regali4
91; l-a&celloneH chi fa "olto chiao 5er n&lla, agitandoi a v&oto co"e &ccellaccio in ga88ia4
91> 8rovingaH otantivo inglee, dal no"e dell-inventore @ohn Moe 'roNing, &ato in Italia al fe""inileK
5itola e"i a&to"atica, ar"a del ti5o a canna fia e ott&ratore rinc&lante, cotr&ita in vari "odelli e cali8ri4
93A llarioH largo, 5ia++a4
939 iettecoH tiico4
93C cacaglioH 8al8&+iente
93D !ngrifanoH i i"5ennano, i arr&ffano4
931 !E cco55oleH le co55ole, i 8erretti4
933 fateriatoH infatidito, annoiato, da fatede,are4
CG