Sei sulla pagina 1di 1

al mitico Cus Genova, quello di Bol-

lesan e degli scudetti contesi al Pe-


trarca Padova, al Madagascar. Dal rug-
by alla tonaca; dalle mischie furibonde
alla lotta ancor pi dura e fangosa per
aiutare chi meno fortunato di noi. La
storia di Eugenio Schenato, seconda li-
nea dei biancorossi che nei primi anni
Settanta emozionarono gli sportivi ge-
novesi, unavventura di sport e fede,
in cui si impara che la sconfitta sul
campo non conta niente, di fronte al
bene che si pu fare al prossimo.
Perch padre Eugenio Schenato la
domenica scendeva in campo al Carli-
ni, ma il resto della sua vita era assor-
bito dalla fede, e proprio nel finale del-
la stagione pi stregata per quellirri-
petibile squadra (era il 72-73,
scudetto sfumato alla penultima gior-
nata contro gli eterni
rivali del Petrarca Pa-
dova) fu ordinato sa-
cerdote.
Oggi lo ritroviamo
nellisola a sud-ovest
dellAfrica, come
missionario della Fa-
miglia vincenziana,
impegnato nella co-
struzione di chiese,
scuole, ospedali; per-
fino nella direzione di una radio catto-
lica in lingua francese.
La vita di padre Schenato diventata
un capitolo di un libro: Un assist dal
cielo, scritto dal giornalista bolognese
Lorenzo Galliani, e pubblicato proprio
in questi giorni da Elledici (96 pagg, 9
euro). Una raccolta di storie di sportivi
che hanno lasciato lattivit agonistica
per abbracciare la vita religiosa.
A Genova - racconta padre Schena-
to al Mercantile - sono arrivato nel 70
perch il seminario torinese in cui stu-
diavo si era trasferito. Confesso che
sulle prime non mi trovavo bene, e per
avere un po di distrazione ho cercato
una squadra in cui giocare.
Una squadra di rugby? No, di calcio:
la palla ovale irromper nella vita di
Schenato pochi mesi dopo. Per ora,
siamo nellestate del 1970, il ragazzo
un buon calciatore e trova spazio nel
D
Molassana, la cui prima squadra gioca
in serie D, ma non nellimpianto di Ca
dei Rissi come al giorno doggi. Il
campo era sulla sponda sinistra del Bi-
sagno, allaltezza di Staglieno. Lallu-
vione di ottobre se lo port via.
Un breve periodo di pausa forzata ed
ecco la novit: Un compagno di studi
australiano, si chiamava Dennis Hod-
ge, mi fece provare il rugby. Me la ca-
vavo bene e chiesi di potermi unire al
Cus: mi presero nellunder 17.
Nelle giovanili il seminarista veneto
fa semplicemente sfracelli, e nellau-
tunno successivo eccolo in prima
squadra, a fianco di Bollesan, per dare
il via a stagioni epiche: due scudetti
sfiorati, e in entrambi i casi il Petrar-
ca Padova a fare festa: Ricordo che il
loro campo era piccolissimo, non so
come facessero a giocarci.
Nel 73 lo scontro diretto alla pe-
nultima giornata: se Genova vince, sor-
passa i veneti e vola verso il titolo. Ma
quel giorno a Padova gira tutto storto:
18 a 8 e scudetto matematico per il Pe-
trarca. il 22 aprile 1973, 5 giorni do-
po il gigante del Cus (1,92 per 110 chi-
li) diventa Padre Eugenio. Dopo lor-
dinazione non ho abbandonato: sono
rimasto in squadra per altre tre sta-
gioni, ma giocando solo le partite in
casa.
A Genova padre Schenato fa lecono-
mo per una struttura religiosa e cele-
bra la messa nella chiesa di Dinegro.
Poi, non appena possibile, la partenza
per la vita missionaria. il 1978, e da
allora il sacerdote rugbista di casa in
Madagascar. Nostalgia per il gioco?
Non molta, riferisce il religioso allau-
tore del libro: Oggi ci sono troppi sol-
di: questo sport rischia di sporcarsi.
Linsegnamento della palla ovale, pe-
r, sempre valido: Una lezione di vi-
ta quotidiana, in cui ci si prepara se-
riamente e si lotta con lealt, uniti.
PAOLO BERTUCCIO
LA STORIA
O
Il religioso genovese opera in Madagascar
Padre Schenato
atleta di Dio
Dal rugby
alle missioni
Negli anni Settanta gioc insieme a Bollesan
Divenne sacerdote dopo aver perso lo scudetto
C chi giocava nel
Manchester United e
chi correva nella
nazionale di atletica
leggera, chi era un
asso del baseball Usa
e chi, nei tuf dalla
piattaforma, non ave-
va rivali: il libro rac-
conta storie di cam-
pioni (tra cui Schena-
to, nella foto) che
hanno abbandonato
la carriera per seguire
la vocazione religio-
sa, riscoprendo nei
valori dello sport i
punti cardinali grazie
ai quali orientare la
nuova vita di consa-
crati. Sono inoltre
raccolte le testimo-
nianze di chi ha sco-
perto il professioni-
smo gi da religioso.
LE STORIE

VITE ECCEZIONALI
La copertina del libro
c
Oggi ci sono troppi soldi:
questo sport rischia di sporcarsi.
Per la palla ovale rappresenta
un insegnamento sempre valido:
una lezione di vita quotidiana,
in cui ci si
prepara seriamente
e si lotta con lealt, uniti
Padre Eugenio Schenato
Missionario in Madagascar
Milit
per anni
nel Cus
Intanto
frequentava
il seminario
Cronaca Sport Spettacoli
della provincia li trovi sul
in edicola con
Due giornali al prezzo di uno
www.corrieremercantile.it
A
b
b
o
n
a
t
i
!
Marted
3 Giugno 2014
Cronaca
13

Potrebbero piacerti anche