Sei sulla pagina 1di 1

Al Sig.

Commissario
Comune di
PIS!
=::======

11 sot uo aor i 1;LC Lenz1.~Mazzino d Lpend errt e dell' Amministra=


zione Comunale di Pisa in qualita di Sorvegliante alIa net=
tezza espene quanto segue:

Ieri 11 settembre circa le oro 12,trovandomi per ragioni


Oggetto/ ineren"ti a1 mio sorvizio in Via S.Marta,ebbi necessi"ta di
appoggiare al muro di uno stabile 151. mia b1cicletta,fatti
=_pporto
:.::::..rormati
vo • pochi passi indietro e voltatomi vodevo un soldato acerica'
==== no (almeno cosl era vestito)che salito senza farmene parol.
s~pra 1. ~1a uicicletta a1 ~iriieva verso la Via Garioa1d:
cha percorreva in tutta 1a sua l~~hezza per poi imOoccare
la Via delle Prata dowe io 10 perde~~ di vista;devo rite=
rire chf ho fatto d1 tutto correndogli dietro per r_igiun=
gerlo ma e ovvio che Ci~i e stato impos3iOile.
All'atto delIa presa del veico~o dar parte di detto soldaza
to ereno presenji due bambini ai quali cosl diceva "dire
51.1 proprietario cha andare a cersare cognac e riportare
poi 151. bicicletta al padrone.
Visto vane ogni mio intento di rientrare in poasesso delIa
bicicletta mi dirigevo al Comando Americano poato in P1az=
za Cavalieri dove facevo presente all'interprete il mia
caso il quale riferiva il tutto all'Ufficiale che mi face=
va dire che qualora avasse incotrato il aoldato(che pero
io non conosco mnnavendolo potuto vedere in faccia)per Ie
vie delIa Citta con la mia bicicletta l'avease richiesta
come mia proprieta e accompa~nato il aoldato a qualche
comando.Faccio
indiapensabile per il
:.simpegno del mio servizio.
Piea 12/9/1944
It OlRETIORf
DELLA 1"11.17.11. ~\\I'iI(:I(.1.H·1I