Sei sulla pagina 1di 1

Tertugliano Apologeticum capitolo 50, 12-16

[12]Sed hoc agite, boni praeide, meliore multo apud populum, i illi !hritiano immola"eriti,
cruciate, tor#uete, damnate, atterite no$ probatio et enim innocentiae notrae ini#uita "etra% &deo
no haec pati deu patitur% 'am et pro(ime ad lenonem damnando !hritianam potiu #uam ad
leonem, con)ei eti labem pudicitiae apud no atrociorem omni poena et omni morte
reputari% [1*] 'ec #uic#uam tamen pro)icit e(#uiitior #uae#ue crudelita "etra+ illecebra et magi
ectae% ,lure e))icimur, #uotien metimur a "obi$ emen et angui !hritianorum% [1-] .ulti
apud "o ad tolerantiam dolori et morti hortantur, ut !icero in Tuculani, ut Seneca in /ortuiti,
ut 0iogene, ut ,1rrhon, ut !allinicu+ nec tamen tanto in"eniunt "erba dicipulo, #uanto
!hritiani )acti docendo% [15] &lla ipa obtinatio, #uam e(probrati, magitra et% 2ui enim non
contemplatione eiu concutitur ad re#uirendum, #uid intu in re it3 2ui non, ubi re#uii"it,
accedit, ubi acceit, pati e(optat, ut totam dei gratiam redimat, ut omnem "eniam ab eo
compenatione anguini ui e(pediat3 [16] 4mnia enim huic operi delicta donantur% &nde et, #uod
ibidem ententii "etri gratia agimu% 5t et aemulatio di"inae rei et humanae, cum damnamur a
"obi, a deo abol"imur%
[12] .a continuate pure, o buoni go"ernatori$ ch6 molto migliori agli occhi del popolo di"enterete, e dei !ritiani gli
immolerete% Tormentateci, torturateci, condannateci, tritolateci$ la "otra ini#uit7 in)atti della notra innocen8a 9 pro"a%
,er #ueto 0io tollera che noi codeto i patica% : in"ero anche recentemente col condannare una !ritiana al lenone,
piuttoto che al leone, a"ete con)eato che la macchia recata al pudore pi; atroce di ogni catigo e di ogni morte 9 tra di
noi coniderata%
[1*] '6 tutta"ia gio"a a nulla ogni "otra pi; ra))inata crudelt7$ 9 piuttoto un<attratti"a alla etta% ,i; numeroi
di"entiamo, ogni "olta che da "oi iamo mietuti$ 9 emen8a il angue dei !ritiani%
[1-] .olti tra di "oi il dolore e la morte a opportare eortano, come !icerone nelle Tuculane, come Seneca nei !ai
)ortuiti, come 0iogene, come ,irrone, come !allinico% '6 tutta"ia le parole tanti dicepoli tro"ano, #uanti i !ritiani ne
ottengono ammaetrando con i )atti%
[15] 2uella tea otina8ione che ci rimpro"erate, )a da maetra% !hi, in)atti, coniderandola, non i ente coo a
ricercare che coa ci ia in )ondo alla coa3 : #uando ha indagato, chi non "i accede3% : #uando "i 9 acceduto, chi non
brama patire, per ac#uitari la piene88a della gra8ia di 0io, per ottenere intero da lui il perdono a pre88o del proprio
angue3
[16] !h6 tutte le colpe a #ueto atto ono condonate% 0a ci= il )atto che l> ul poto, noi "i rendiamo gra8ie per la "otra
enten8a% !ome "<9 contrato )ra il di"ino e l<umano, #uando da "oi iamo condannati, da 0io iamo aolti%