Sei sulla pagina 1di 44

Schede tecniche

per attrezzature da gioco



CALCOLO DELL'AREA DI IMPATTO
Autore: Berna, 2010
Claude Bguin

upi, Ufficio prevenzione infortuni
Le schede tecniche permettono di calcolare
l'area di impatto sotto attrezzature da gioco
secondo la norma SN EN 1176:2008
Schede tecniche per attrezzature da gioco
ISTRUZIONI

Osservazioni, correzioni e suggerimenti


sono ben accetti e vanno comunicati a:
GRAZIE per l'interesse e la collaborazione.
upi - 2010 - ST 01 Schede tecniche - versione 5.07
Raccomandazioni per la stampa
In EXCEL, i formati di stampa dipendono dalla stampante. Quando visualizzate l'anteprima di stampa pu quindi
succedere che l'immagine si presenti su due pagine.
Impostazione della stampante
Menu File Anteprima di stampa Imposta pagina Imposta al (% della dimensione normale): rimpicciolite o
ingrandite l'immagine in base alle vostre esigenze (ad es. 95%).
Informazioni generali
Come si compila una scheda?
Dove si trovano i campi immissione e risultato?
Non posso (non voglio) prendere il laptop. Come procedo?
Informazioni generali
Le schede tecniche EXCEL dell'upi hanno lo scopo di aiutarvi a calcolare le aree di impatto sotto diverse attrezzature
da gioco disciplinate dalla norma SN EN 1176:2008, parti 1-6.
Come si compila una scheda?
Questo documento informatico non sostituisce in nessun caso la norma SN EN 1176:2008.
Navigazione mediante collegamenti ipertestuali (come in internet)
Il sistema di navigazione vi permette di passare direttamente alla scheda che vi interessa (collegamenti ipertestuali).
Copyright - freeware: la presente cartella EXCEL un freeware, vale a dire che pu essere utilizzata, installata su
disco duro, copiata e distribuita gratuitamente. Le schede tecniche sono di propriet dell'upi. I diritti d'autore (in
particolare per quanto concerne l'idea, le formule di calcolo ecc.) appartengono a Claude Bguin,
1617 Remaufens, al quale va comunicata qualsiasi modifica (vedi sotto per l'indirizzo).
Claude Bguin, ing. ETS, Les Brts 42, 1617 Remaufens FR / cl.beguin@bluewin.ch
Ringraziamenti: l'autore ringrazia i fabbricanti per aver gentilmente messo a disposizione le illustrazioni delle
attrezzature.
Volete controllare subito un'attrezzatura?
(Cliccate sulla figura qui a destra)
O desiderate approfondire le votre conoscenze
sul'argomento (norme, definizioni ecc.)?
(Cliccate sulla figura qui a destra)
upi - 2010 - ST 02 Schede tecniche - versione 5.07
Una scheda tecnica un foglio di calcolo Excel nel quale stato integrato uno schizzo che riporta le misure da
effettuare.
Attivate la scheda di cui avete bisogno nella rubrica Panoramica o Indice.
Sotto lo schizzo vi sono dei campi rosa in cui potete immettere i valori rilevati. Man mano che inserite i dati, il sistema
ne controlla la validit mediante calcoli e funzioni logiche. A destra e sotto i campi rosa indicato il valore previsto dalla
norma (campi blu). A destra e, a seconda dei casi, nella parte inferiore della pagina viene visualizzata la risposta: OK
o la correzione da fare, ad esempio: Aumentare a
Non voglio (non posso) prendere il laptop. Come procedo?
Dove si trovano i campi immissione e risultato?
Che cos' una scheda tecnica?
Misurare i valori
richiesti nei campi rosa
Immettere i valori rilevati
nei campi rosa
Nei campi blu viene calcolato
il valore previsto dalla norma
I campi arancioni indicano le
correzioni da fare
I campi verdi confermano
che le dimensioni sono
corrette
1
2
3
4
5
upi - 2010 - ST 03 Schede tecniche - versione 5.07
Alcuni suggerimenti
- Effettuare una copia del file EXCEL per ogni parco giochi.
- Eliminare le schede che non servono.
- Compilare la parte superiore di una scheda (nome del parco giochi, riferimenti, data ecc.).
- Copiare queste informazioni nelle altre schede con la funzione copia-incolla: il file pronto per l'ispezione!
- Stampare le schede: non dimenticare di selezionare l'opzione: Stampa tutta la cartella
Effettivamente non sempre facile utilizzare un laptop in un parco giochi! Vi consigliamo di informarvi prima di recarvi
sul posto sulle attrezzature da controllare, di allestire una lista e di selezionare le schede di cui avete bisogno nella
rubrica Panoramica o Indice.
Le schede possono essere scaricate dal sito dell'upi (www.upi.ch), Schede da compilare
Modello di una scheda
pronta per essere
compilata
Volete controllare
un'attrezzatura? Cliccate
sulla figura desiderata per
visualizzare la scheda.
upi - 2010 - ST 04 Schede tecniche - versione 5.07
Modo d'uso: cliccate sul titolo che vi interessa.
Direttive per lutente 7. Ispezione e manutenzione
Frontespizio 7.1 Schema di valutazione di un parco giochi
Istruzioni 7.2 Ispezione
Panoramica 7.3 Punti di intrappolamento
Indice 7.4 Sagome secondo SN EN 1176:2008
Parti della norma SN EN 1176:2008 7.5 Foglio di controllo vuoto
Definizioni in rapporto alla norma SN EN 1176:2008 7.6 Fondamenta e pavimento ammortizzante naturale
1. Attrezzature conformi alle esigenze generali 7.7 Materiali ammortizzanti
1.1 Palestra d'arrampicata ALLEGATI
1.2 Piramide Stima del rischio: spiegazioni
1.3 Capanna scalabile Stima del rischio: ponderazione
1.4 Casetta scalabile Stima del rischio: lista di controllo
2. Altalene
2.1 Altalena con un unico asse di rotazione
2.1 Altalena con un unico asse di rotazione (commenti)
2.2 Altalena a cesto
2.3 Altalena a contatto
2.4 Amaca-altalena
2.5 Altalena con un solo punto di sospensione
3. Scivoli
3.1 Scivolo su pendio
3.2 Scivolo libero
3.3 Torre combinata: scala e scivolo
3.3 Torre combinata (commenti)
3.4 Torre con rete e scivolo elicoidale
4. Funivie
4.1 Funivia con sedile
5. Giostre
5.1 Giostra classica
5.2 Giostra classica alta
5.3 Piramide con albero rotativo
5.4 Piramide con sedili
5.5 Giostra rialzata
5.6 Piattaforma d'equilibrio
6. Dondoli
6.1 Dondolo a bilico - tipo 1
6.2 Dondolo a molla - tipo 2
6.3 Dondolo a pi molle - tipo 3
6.4 Cavallo a dondolo - oscillazione longitudinale - tipo 4
6.5 Dondolo basculante - tipo 5
upi -2010 - ST 05 Schede tecniche - versione 5.07
Suggerimento: per stampare una pagina, cliccate sul link corrispondente (collegamento ipertestuale) e definite la
zona selezionata come zona da stampare.
Indice
SN EN 1176-1:2008 SN EN 1176-7:2008
Attrezzature e superfici per aree da gioco - Parte 1:
Requisiti generali di sicurezza e metodi di prova
Parte 7: Guida all'installazione, ispezione,
manutenzione e utilizzo
SN EN 1176-2:2008 SN EN 1176-10:2008
Parte 2: Requisiti aggiuntivi specifici di sicurezza e metodi
di prova per le altalene
Parte 10: Requisiti aggiuntivi specifici di sicurezza e
metodi di prova per attrezzature da gioco
completamente chiuse
SN EN 1176-3:2008 SN EN 1176-11:2008
Parte 3: Requisiti aggiuntivi specifici di sicurezza e metodi
di prova per gli scivoli
Parte 11: Requisiti aggiuntivi specifici di sicurezza e
metodi di prova per reti di arrampicata
tridimensionale
SN EN 1176-4:2008 Dove ci si pu procurare le norme?
Parte 4: Requisiti aggiuntivi specifici di sicurezza e metodi
di prova per le funivie
Svizzera: http://www.snv.ch
Francia: http://www.afnor.org
SN EN 1176-5:2008
Parte 5: Requisiti aggiuntivi specifici di sicurezza e metodi
di prova per le giostre

Italia: http://webstore.uni.com
SN EN 1176-6:2008
Parte 6: Requisiti aggiuntivi specifici di sicurezza e metodi
di prova per le attrezzature oscillanti
upi - 2010 - ST 06 Schede tecniche - versione 5.07
Aires de jeux et quipements d'aires de jeux: recueil
de normes, Rfrence 316 58 31 CD - CD-Rom (ca.
187 euro)
Norma SN EN 1176
Attrezzature e superfici per aree da gioco
Alcune definizioni utili
Spazio libero
Se non diversamente specificato, lo spazio libero definito
come una serie di spazi cilindrici. Per la determinazione dello
spazio libero si deve tenere conto dei possibili movimenti
dell'utente e dell'attrezzatura.
Dettagli: spazio situato all'interno, sotto o attorno
all'attrezzatura, che pu essere occupato da un utente
mentre esercita un movimento determinato dall'attrezzatura
(per es. scivolare, altalenare, dondolare). Rif. SN EN 1176-
1:2008, par. 3.5 / Vedi anche documentazione 2.025 dell'upi
Oasi ricreative, par. 5.7
Spazio di caduta
Spazio situato all'interno, sopra o attorno all'attrezzatura, che
pu essere occupato da un utente in caduta da una parte
sopraelevata dell'attrezzatura. Lo spazio di caduta inizia
all'altezza di caduta libera. Rif. SN EN 1176-1:2008, par. 3.7
/ Vedi anche documentazione 2.025 dell'upi Oasi ricreative,
par. 5.8
Area di impatto
Superficie che viene urtata dall'utente dopo la caduta
attraverso lo spazio di caduta (proiezione al suolo dello
spazio di caduta). Le dimensioni dell'area di impatto devono
essere calcolate in base all'altezza dell'attrezzatura e al
movimento che essa permette all'utente. A partire da
un'altezza di caduta di 60 cm, l'area di impatto sotto i giochi
statici (piattaforme, torri d'arrampicata, rampe, scale) deve
avere una lunghezza di almeno 150 cm dalla pedana rialzata
e aumenta da un'altezza di caduta di 150-300 cm (altezza di
caduta massima ammessa). Rif. SN EN 1176-1:2008, par.
3.3 / Vedi anche documentazione 2.025 dell'upi Oasi
ricreative, par. 5.8, 6 ff - Nell'immagine a fianco l'area di
impatto evidenziata in rosso.
upi - 2010 - ST 07 Schede tecniche - versione 5.07
Distanza verticale massima tra il supporto del piano di appoggio e l'area di impatto sottostante. Rif. SN EN 1176-1:2008,
par. 3.6
Premessa
La norma SN EN 1176:2008 uno strumento molto dettagliato (a volte anche troppo!). Ecco di seguito alcune definizioni
per coloro che non lavorano abitualmente con questa norma, ma che devono pianificare nuovi parchi giochi o controllare
quelli esistenti.
Formula: X = 2/3 altezza di caduta + 50 cm
Altezza di caduta libera
Spazio libero
Area di
impatto
Spazio di caduta
Utilizzo Raggio r Altezza a
In piedi 100 cm 180 cm
Seduto 100 cm 150 cm
Al disopra della posizione sospesa 50 cm 30 cm
Al disotto della posizione sospesa 50 cm 180 cm
Rif.:
Caso:
upi -2010
Dati (in cm)
Compilare
1 Altezza totale h
1
200
2 Lunghezza L
1
250
3 Larghezza L
2
300
Risultati
cm
4 Dimensione periferica area ammortizzante F 183
5 Lunghezza totale area ammortizzante L 617
m
2
6 Larghezza totale area ammortizzante K 667 41
upi - 2010 - ST 08 Schede tecniche - versione 5.07
Palestra d'arrampicata
secondo SN EN 1176-1:2008
27/05/14
L
1
= ?
L
2
= ?
h
1
= ?
F
F
L
K
Schizzo:
Roethlisberger
Area di
impatto per
h
1
= ?
Evitare punti
di intrappolamento
per la testa!
< 8,9 x 15,7 cm ,
< 13 cm
o > 23 cm

Rif.:
Caso:
upi -2010
Dati (in cm)
Compilare
1 Altezza piramide h
1
300
2 Altezza di caduta massima h
2
210
3 Lunghezza L
1
260
4 Larghezza L
2
250
Risultati
cm
5 Lunghezza totale area ammortizzante L 458
m
2
6 Larghezza totale area ammortizzante K 455 21
7 Altezza di caduta critica h
2
210
upi - 2010 - ST 09 Schede tecniche - versione 5.07
Piramide secondo SN EN 1176-1:2008
27/05/14
L
1
= ?
h
1
= ?
L
2
= ?
K
L
h
2
= ?
Area di impatto
priva di ostacoli
min 150
R min = 150
Area di
impatto per
h
2
= ?
Evitare punti
di intrappolamento per
la testa!
< 8,9 x 15,7 cm ,
< 13 cm
o > 23 cm
Rif.:
Caso:
upi -2010
Dati (in cm) Compilare
1 Altezza totale
h
1
210
2 Lunghezza
L
1
175
3 Larghezza
L
2
220
Risultati
cm
4
F 190
5 Lunghezza totale area ammortizzante
L 555 m
2
6 Larghezza totale area ammortizzante
K 380 21
7 Altezza di caduta critica h
1
210
upi - 2010 - ST 10 Schede tecniche - versione 5.07
Lunghezza area ammortizzante
Capanna scalabile secondo
SN EN 1176-1:2008
27/05/14
R min = 150
h
1
= ?
L
1
= ?
L
2
= ?
K
L
Engin :
Roethlisberger
F
Area di impatto
priva di ostacoli
min 150
Evitare punti
di intrappolamento
per la testa!
< 8,9 x 15,7 cm ,
< 13 cm
o > 23 cm

Area di
impatto per
h
1
= ?
Rif.:
Caso:
upi -2010
Dati (in cm)
Compilare
1 Altezza totale
h
1
180
2 Lunghezza
L
1
175
3 Larghezza
L
2
210
Risultati
cm
5
F 170
6 Lunghezza totale area ammortizzante
L 515
m
2
7 Larghezza totale area ammortizzante
K 340 18
7 Altezza di caduta critica h
1
180
upi - 2010 - ST 11 Schede tecniche - versione 5.07
Casetta scalabile secondo SN EN 1176-1:2008
27/05/14
Lunghezza area ammortizzante
Engin:
Hinnen
h
1
= ?
L
1
= ?
L
2
= ?
K
L
F
Area di impatto
per h
1
= ?
R min = 150
min 150
Area di impatto
priva di ostacoli
Rif.:
Caso:
upi -2010
Dati (in cm)
Compi-
lare
Valore
secondo
norma
1 Altezza tra suolo e punto di sospensione
h
1
290
2 Altezza tra suolo e sedile (min. 35 cm; in caso di pneumatico
min. 40 cm)
h
4
35 35 min.
3 Spessore sedile
e 3
4 Lunghezza sedile
G 160
5 Distanza minima tra sedile e montanti C
Rif. SN EN 1176-2:2008 (4.4.1)
C 69 70 Aumentare !
6 In caso di altalena doppia: distanza minima tra i sedili
Rif. SN EN 1176-2:2008 (4.4.1)
S 79 80 Aumentare !
7 Distanza tra gli elementi di sospensione
(NB: trapezio che assicura la stabilit laterale dei sedili)
F 172 173 Aumentare !
m
2
8.1 1/2 lunghezza pavimento sintetico ammortizzante
SN EN 1176-2:2008 (4.10.2.1 fig 9)
L 392 393 787 Aumentare ! 43
8.2 1/2 lunghezza pavimento naturale (incl. aggiunta di 50 cm
per lato), SN EN 1176-2:2008 (4.10.2.1 fig 9)
L 442 443 887 Aumentare ! 48
9.1 Larghezza pavimento (altalena doppia)
K 540 541 Aumentare !
9.2 Larghezza pavimento in caso di altalena singola, minimo
175 cm, SN EN 1176-2: 2008 (4.10.2.2)
K
1
300 301 Aumentare ! 24
10 Altezza di caduta di riferimento per la scelta del pavimento
ammortizzante, SN EN1176-2:2008 (4.10.1)
D 164
upi - 2010 - ST 12 Schede tecniche - versione 5.07
Altalena con un unico asse di rotazione (tipo 1)
secondo SN EN 1176-2:2008
27/05/14
Controllo /
modificare?
OK
L
u
n
g
h
e
z
z
a

t
o
t
a
l
e
h
1
= ?
K
L
L
Schizzo:
Husson - Ludoril
h
4
= ?
min. 35 cm
Spessore
sedile e = ?
Area di
impatto per
D = ?
Rif.:
Caso:
upi -2010
Dati (in cm)
Compi-
lare
Valore
secondo
norma
1 Altezza altalena dal punto di sospensione (max. 565)
h
1
240
2 Altezza tra suolo e sedile (min. 40 cm secondo SN EN
1176-1:2008 - 4.2.15)
h
4
40 40 mini
3 Diametro cesto
B 101
4 Spessore dellanima portante del cesto
e 14
5 Distanza tra cesto e controventatura C al minimo
Ref EN1176-2: 2008 (4.4.1)
C 57 57 OK
6 Distanza tra elementi di sospensione
(NB: "trapezio" assicurante la stabilit laterale del cesto) F 110 110 OK
m
2
7.1 1/2 lunghezza pavimento sintetico ammortizzante
SN EN 1176-2: 2008 (4.10.2.1 fig 9)
L 337 336.3 673 OK 15
7.2 1/2 lunghezza pavimento naturale (incl. aggiunta di 50 cm
per lato), SN EN 1176-2:2008 (4.10.2.1 fig 9)
L
1
387 386.3 773 OK 17
8 Larghezza rivestimento secondo comma 4.10.2.2 della
SN EN 1176-2: 2008 (cesto con diametro superiore a 50
cm)
K 226 226 OK
9 Altezza di caduta di riferimento per la scelta del
pavimento ammortizzante, SN EN1176-2: 2008 (4.10.1) D 140
upi - 2010 - ST 13 Schede tecniche - versione 5.07
Controllo / modificare?
OK
L
u
n
g
h
e
z
z
a

t
o
t
a
l
e
Altalena a cesto, raccomandazioni upi
Base SN EN 1176-1:2008
27/05/14
Questo tipo di altalena non chiaramente definito nella norma SN EN 1176
L'altezza di caduta critica calcolata rispetto al centro della cesta a 60

DIN prende come valore di riferimento il bordo del cesto (punto critico con bambino in piedi, v. schema a lato)
h
1
= ?
h
4
= ?
min. 40 cm
K
Schizzo:
Proludic

Area di
impatto per
D = ?
B=?
C = ?
F=?
Spessore
dellanima
portante del
cesto e = ?
Rif.:
Caso:
upi -2010
Dati (in cm)
Compi-
lare
Valore
secondo
norma
1 Altezza altalena dal punto di sospensione
h
1
250
2 Altezza tra suolo e sedile (min. 35 cm; in caso di
pneumatico, min. 40 cm)
h
4
34 35 min.
3 Spessore sedile
e 5
4 Lunghezza sedile
G 50
5 Distanza tra gli elementi di sospensione
(NB: trapezio che assicura la stabilit laterale dei sedili)
F 112 113
6
Distanza tra sedile e asse della struttura (altalena a 90
o
, cfr.
spazio libero)
s 35 < 40
7.1 Lunghezza totale pavimento sintetico ammortizzante, SN EN
1176-2: 2008 (4.10.1 fig 9)
L
tot1
713 716
7.2 1/2 lunghezza pavimento naturale (incl. aggiunta di 50 cm
per lato), SN EN 1176-2:2008 (4.10.1 fig 9)
L
tot2
763 766
8 Larghezza teorica pavimento, minimo 175 cm, SN EN 1176-
2:2008 (4.10.1)
K
1
174 175
9 Altezza di caduta di riferimento per la scelta del pavimento
ammortizzante, SN EN1176-2:2008 (4.10.1)
D 145
upi - 2010 - ST 14 Schede tecniche - versione 5.07
Aumentare !
Aumentare !
Aumentare !
Aumentare !
Aumentare a 35 !
Controllo / modificare?
Aumentare a 40 !
Altalena a contatto (tipo 4)
secondo SN EN 1176-2:2008
27/05/14
Spazio libero:
diametro 80 cm
h
1
= ?
h
4
= ?
min.35 cm
Spessore
sedile e = ?
L
tot
K
Area di impatto
per
D = ?
NB: la rappresentazione delle aree di impatto teorica!
Schizzo:
Hinnen
G = ?
s = ?
NB: altalena a 90
o
Rif.:
Caso:
upi -2010
Dati (in cm)
Compi-
lare
Valore
secondo
norma
1 Altezza altalena dal punto di sospensione (max. 565)
h
1
200
2 Altezza tra suolo e sedile (min. 40 cm secondo SN EN
1176-1:2008 - 4.2.15)
h
4
60 40 min.
3 Larghezza asta amaca
B 100
m
2
4.1 1/2 lunghezza pavimento sintetico ammortizzante, SN EN
1176-2:2008 (4.10.1 fig 9)
L 350 296 593 OK 24
4.2 1/2 lunghezza pavimento naturale (incl. aggiunta di 50 cm
per lato), SN EN 1176-2:2008 (4.10.1 fig 9)
L 380 346 693 OK 28
5 Distanza tra i montanti del dondolo
K 400
6 Altezza di caduta di riferimento per la scelta del pavimento
ammortizzante, SN EN1176-2:2008 (4.10.1)
D 173
upi - 2010 - ST 15 Schede tecniche - versione 5.07
L
u
n
g
h
e
z
z
a

t
o
t
a
l
e
Controllo / modificare?
OK
Amaca-altalena, raccomandazioni dell'upi
Base SN EN 1176-1:2008
27/05/14
NB: Questo tipo di altalena non chiaramente definito nella norma EN 1176:2008; l'altezza di caduta critica
calcolata rispetto al centro dell'amaca a 60.

h
1
= ?
h
4
= ?
min. 40 cm
K
L
L
Schizzo:
Fuchs
Area di impatto
per
D = ?
Rif.:
Caso:
upi -2010
Dati (in cm)
Compi-
lare
Valore
secondo
norma
1 Altezza tra suolo e punto di sospensione (max. 565)
h
1
245
2 Altezza tra pneumatico e suolo (min. 40 cm)
h
5
41 40 min.
3 Spessore pneumatico
e 15
4 Distanza tra pneumatico e montante laterale min. 40 cm,
trave di sospensione esclusa (SN EN 1176-2:2008, 4.3)
h
6
39 40 min.
m
2
5.1 Diametro pavimento sintetico ammortizzante
SN EN 1176-2: 2008 (4.10.1 fig 9)
D
a
681.0 678 36.4
5.2 1/2 lunghezza pavimento naturale (incl. aggiunta di 50 cm
per lato), SN EN 1176-2:2008 (4.10.1 fig 9)
L
1
781.0 778 47.9
6 Altezza di caduta di riferimento per la scelta del pavimento
ammortizzante, SN EN 1176-2:2008 (4.10.1)
D 151
upi - 2010 - ST 16 Schede tecniche - versione 5.07
Altalena con un solo punto di sospensione
(tipo 1) secondo SN EN 1176-2:2008
27/05/14
Controllo /
modificare?
OK
Aumentare a 40
OK
OK
h
5
= ?
min. 40 cm
h
6
= ?
min. 40 cm
D
a
= diametro area di impatto
h
1
= ?
Pavimento ammortizzante per altezza di caduta D

h
2
= ?
Spessore
pneumatico
e = ?
Rif.:
27/05/14
Caso:
upi - 2010
upi - 2010
Dati (in cm) Compilare
1 Lunghezza lineare di scivolamento L 300
2 Altezza (dislivello scivolo) h
1
150
3 Altezza zona di partenza x 61
4 Altezza protezioni laterali h
3
69 70 Troppo basso
5 Altezza punto di uscita (max. 35 cm) h
2
35
6 Distanza dal suolo (raccomandato: 100 cm) D 100
7 Spazio laterale a sinistra (min. 150 cm) G
1
150
8 Spazio laterale a destra (min. 150 cm) G
2
150
9 Larghezza zona di uscita a sinistra (min. 100 cm) F
1
80
10 Larghezza zona di uscita a destra (min. 100 cm) F
2
100
11 Lunghezza zona di uscita (min. 200 cm) E 200
Controllo
12
30.00 OK
Osservazione
upi - 2010 - ST 17 Schede tecniche - versione 5.07
Angolo medio dello scivolo (inf. a 40
0
) e sinus a
0.50
possibile rialzare una parte dello scivolo oltre i 100 cm, fino a un massimo di 250 cm. In tal caso i controlli sono
analoghi a quelli previsti per lo scivolo libero (in particolare aree di impatto ammortizzanti).
OK
Aumentare a 100
OK
OK
angolo in gradi sin a
NB: avec une sortie du type 2, la longueur de l'aire de rception peut tre de 100 cm
OK
Scivolo su pendio
secondo SN EN 1176-3:2008
Controllo / modificare?
OK
h
3
al minimo
OK
OK
h
2

h
1

x
D
L
F
1

F
2

G
2
G
1

E
G
2

G
1

Schizzo:
Husson Ludoril
h
3

Area di impatto
per h = 1 m (per
es. prato)
Rif.:
27/05/14
Caso:
upi -2007
upi -2007
Dati (in cm)
Compilare
1 Lunghezza scivolo proiettata al suolo L 250
2 Altezza zona di partenza h
1
200
3 Altezza protezioni laterali h
3
70 70 OK
4 Altezza punto di uscita (max. 35 cm) h
2
35
5 Larghezza zona di arrivo a sinistra (min. 100 cm) F
1
100
6 Larghezza zona di arrivo a destra (min. 100 cm) F
2
100
7 Lunghezza zona di arrivo (min. 200 cm) E 200
tan a Controllo
8
Angolo medio dello scivolo (inf. a 40
0
) e
tangente a
OK
9
R = cm
10
D = cm
upi - 2010 - ST 18 Schede tecniche - versione 5.07
NB: per il tipo 2, la lunghezza della zona di uscita pu essere di 100 cm
Distanza tra la zona di partenza e la zona di uscita, minimo R
OK
OK
OK
angolo in gradi
33.42 0.66
Scivolo libero
secondo SN EN 1176-3:2008
Controllo / modificare?
OK
h
3
minimo
OK
183
183
Raggio minimo del pavimento previsto per assorbire l'impatto di
una caduta dall'altezza h1
Schizzo:
Husson - Ludoril
h
3
= ?
h
2

F
1

F
2

R= 1 m
E
h
1
= ?
R = 1,5 m
Area di impatto
per h= 1 m
R
R
R
D
L
0,60 m
Sbarra anticaduta se
2 m< h < 2,5 m
R = 1,5 m
Area di impatto
priva di ostacoli
0,60 m
Area di
impatto per
h
1
= ?
Rif.:
Caso:
upi -2010
Dati (in cm)
Compilare Controllo
1 Altezza piattaforma torre h
1
225
2 Lunghezza scivolo proiettata al suolo L 230
3 Altezza punto di uscita (max. 35 cm) h
2
35 OK
Risultati tang. a angolo in gradi
4 Angolo medio dello scivolo (inf. a 40
0
) e tangente a 0.83 39.56 OK
5 Larghezza minima del pavimento per ammortizzare una
caduta dall'altezza h
1 (
150 cm)
X = 200
6 Distanza tra la torre (D) e il punto di uscita, minimo X
D = 200
upi - 2010 - ST 19 Schede tecniche - versione 5.07
Torre combinata: scala e scivolo
secondo SN EN 1176-3:2008
27/05/14
NB: per il tipo 2, la lunghezza della zona di uscita pu essere di 100 cm
L=?
D
X
Area di
impatto
per h
1
= ?
Area di impatto
per
h= 1 m
Schizzo:
Hinnen Bimbola
da 0,60 m
h
1
= ?
h
2
(max. 35 cm)= ?
da
0,60
m
Area di impatto
priva di ostacoli
Rif.:
Caso:
upi -2010
Dati (in cm)
Compilare
1 Altezza piattaforma torre h
1
150
2 Lunghezza rete di arrampicata (proiettata al suolo) L 220
Risultati cm
3 X 150
4 Distanza fra l'estremit della zona ammortizzante e la torre K 282
upi - 2010 - ST 20 Schede tecniche - versione 5.07
Larghezza min. del pavimento per ammortizzare una caduta dall'altezza h1
Torre con rete e scivolo elicoidale
secondo SN EN 1176-3:2008
27/05/14
NB: per il tipo 2, la lunghezza della zona di uscita pu essere di 100 cm
Schizzo:
Fuchs
H< 1,5 m
0,6 m
x
L= ?
K
h
1
= ?
Area di impatto
priva di ostacoli
Area di
impatto per
h
1
= ?
Evitare punti
di intrappolamento
per la testa!
< 8,9 x 15,7 cm ,
< 13 cm
o > 23 cm

Rif.:
Caso:
C
1
(cm) 210 1500 L in cm
H
2
(cm) 230
70
H
1
in cm
200
200
200
200
Dati complementari Compilare
1 Tempo cronometrato tra partenza e arrivo al dispositivo di arresto (secondi) 5
2 Vostro peso in chili (per il fattore di correzione, la norma richiede un carico di 130 kg) 70
Risultati
4 Velocit in movimento con utente(i) V max = 3.00 m/s
5 Altezza minima, parte inferiore del sedile, con un carico di 130 kg H
1 =
38
cm
6 Altezza di caduta massima (inferiore a 200 cm) H
2
= 230
cm
7a Distanza tra carrello e sedile (parte mobile raggiungibile, min. 210 cm) C
1
= 210 cm
7 b Distanza tra carrello e sedile (parte mobile irraggiungibile, min. 180 cm) C
1
= 210 cm
8a Spazio libero laterale, a sinistra, lungo l'asse del cavo (min. 200 cm) 200 cm
8b Spazio libero laterale, a destra, lungo l'asse del cavo (min. 200 cm) 200 cm
9 Distanza di sicurezza all'arrivo, sedile a 45
o
(min. 200 cm) 200 cm
10 Larghezza all'arrivo, parte pi stretta (min. 200 cm) 200 cm
upi - 2010 - ST 21
Schede tecniche - versione 5.07
OK
OK
Controllo / modificare?
Troppo basso
Troppo alto
NB: riportate le dimensioni rilevate nelle caselle colorate (nell'immagine) e nelle 2 cellule in basso
OK
OK
OK
OK
OK
Funivia con sedile secondo SN EN 1176-4:2008
27/05/14
H
1
40
H
2

altezza
caduta
max.
200
C
1
2100 (*)
V
max =
7 m/s

(*) C
1
pu essere ridotto
a 180 cm se la parte
mobile del car-rello
irraggiungibile

Area di
impatto per
h
2
= ?
Rif.:
Caso:
bpa - 2010
Dati (in cm)
Compilare
Valore secondo
norma
1 Diametro anello D 180
2 Spazio tra suolo e piattaforma 6 cm e 11 cm b 7
3 Spazio libero bordo piattaforma-fondamenta (min. 30 cm) c 29
4 Distanza fondamenta-piattaforma (min. 6 cm) d 7
5 Diametro area di impatto
D
a
561 580
Risultati
6 Superficie area di impatto A 26 m
2
upi - 2010 - ST 22 Schede tecniche - versione 5.07
Giostra tipo B (giostra classica)
secondo SN EN 1176-5:2008
27/05/14
Controllo / modificare?
OK
Aumentare
OK
Aumentare
b = ?
c = min.
30
min. 50*
d

=

m
i
n
.

6

Fondamenta
* privo
di asperit
Se la distanza dal suolo
compresa tra 6 e 11 cm, deve
estendersi per almeno 30 cm in
direzione dell'asse ed essere di
almeno 6 cm sul tratto rimanente.

Di conseguenza un elemento
di sostegno (per es. crociera) non
deve trovarsi nello spazio di 30
cm!
Schizzo:
Hinnen
D = ?
b = ?
D
a
= diametro area di impatto
Pavimento
ammortizzante
per altezza di
caduta: 1 m
Rif.:
Caso:
bpa - 2010
Schema A
Schema B
Dati (in cm)
Compilare
Valore secondo
norma
1 Diametro anello D 140
2 Spazio tra suolo e piattaforma b 41
3 Diametro zona di caduta D
a
541 540
Risultati
4 Superficie zona di caduta A 23
m
2
5 Spazio tra suolo e piattaforma 11 cm 40 cm o > 40 cm
upi - 2010 - ST 23 Schede tecniche - versione 5.07
Vedi schema A o B
OK
Giostra tipo B (a pi di 11 cm dal suolo)
secondo SN EN 1176-5:2008
27/05/14
Schema C
Controllo / modificare?
L'altezza b tra suolo e lato inferiore della giostra determinante:
se b > 40 cm: schema A o B
se b tra 11 cm e 40 cm, necessaria una gonna di protezione in conformit a C
Schizzo:
Proludic
D = ?
b = ?
D
a
= diametro area di impatto
Pavimento
ammortizzante
per altezza di
caduta: 1 m
Rif.:
Caso:
bpa - 2010
Dati (in cm)
Compilare
Valore secondo
norma
1 Altezza anello superiore (altezza di caduta critica) h
1
220
2 Diametro anello superiore D
1
110
3 Diametro anello inferiore D
2
210
4 Area priva di ostacoli (min. 100 cm)
b
1
100 100
5 Diametro minimo dell'area d'impatto (superficie ammortizzante
secondo SN EN 1176-5:2008, par. 4.3)
D
a
600 610
Risultati
6 Diametro dell'area libera di ostacoli
D
f
810 cm
7 Superficie area di impatto
A 52 m
2
Osservazione
Raccomandazione: palo in metallo
upi - 2010 - ST 24 Schede tecniche - versione 5.07
Generalmente l'anello pi grande che determina il diametro dell'area di impatto. In casi particolari, il diametro Da pu essere calcolato in
rapporto all'altezza di caduta (2/3h1 + 0,50 m). Il risultato riportato sopra calcola il valore idoneo.
Piramide tipo C, albero rotativo standard
secondo SN EN 1176-5:2008
27/05/14
Aumentare
OK
Controllo / modificare?
Engin:
Fuchs
D
1
= ?
h
1
= ?
D
a
D
2
= ?
b
1
Aire de chute
pour h
1
= ?
Schizzo:
Fuchs
D
1
= ?
h
1
= ?
D
a
D
2
= ?
b
1
D
f
= Diametro dell'area libera di ostacoli
Area d'impatto per
altezza di caduta
critica h
1
= ?
Rif.:
Caso:
bpa - 2010
Dati (in cm)
Compilare
Valore secondo
norma
1 Diametro anello D
1
150
2 Altezza anello superiore h
1
199 h
1
200 cm
3 Altezza tra sedile e suolo h
2
170
4 Area priva di ostacoli (min. 100 cm)
b
1
100
100
5 Diametro minimo area di impatto (superficie
ammortizzante)
D
a
570 579
Risultati
6
Diametro dell'area libera di ostacoli
D
f
779 cm
7 Superficie area di impatto A 26 m
2
Raccomandazione: albero in metallo
Novit SN EN 1176-5
Questo tipo di giostra trattato nella norma SN EN 1176-5:2008, par. 4.3. La distanza di sicurezza misurata con il sedile a
30 (effetto della forza centrifuga)
Piramide, albero rotativo con sedili
secondo SN EN 1176-5:2008
27/05/14
Controllo / modificare?
Troppo basso
OK
Aumentare
Engin:
Fuchs
h
1
= ?
D
1
= ?
D
a
200 cm
30
0
h
2
= ?
Aire de chute
pour h
1
= ?
Schizzo:
Fuchs
h
1
= ?
D
1
= ?
D
a
200 cm
30
0
h
2
= ?
D
f
= Diametro dell'area libera di ostacoli
Area di
impatto per
h
1
= ?
Rif.:
Caso:
bpa - 2010
Dati (in cm)
Compilare
Valore secondo
norma
1 Diametro anello D
1
250
2 Altezza sospensione h
1
250
2 Lunghezza sospensione fino all'impugnatura L 20
3 Area priva di ostacoli (min. 100 cm) b
1
100 100
4 Diametro area di impatto
D
a
650 650
Risultati
5 Diametro dell'area libera di ostacoli
D
f
850 cm
6 Superficie area di impatto
A 33
m
2
7 Altezza di caduta critica per area d'impatto, ma almeno 100 cm
h
2th
100
cm
Raccomandazione: albero in metallo
upi - 2010 - ST 26 Schede tecniche - versione 5.07
Giostra rialzata
secondo SN EN 1176-5:2008, tipo C
27/05/14
Controllo / modificare?
OK
NB: se le impugnature sono fissate direttamente alle travi di sostegno, inserire
0 come valore L
OK
D
1
= ?
D
a
30
0
h
1
= ?
L = ?
h
2th
b
1
Novit SN EN 1176 (2008): 5.4 calcolo altezza di caduta critica e 5.3.4 posizione del corpo a 30
o

Altezza di caduta critica h
2
,
ma almeno 100 cm
D
f
= Diametro dell'area libera di ostacoli
Schede tecniche - versione 5.07
Giostra rialzata
secondo SN EN 1176-5:2008, tipo C
27/05/14
Controllo / modificare?
OK
OK
Rif.:
Caso:
bpa - 2010
Nota: pil piatto Fuchs (produttore Fuchs di Thun) non una piattaforma rotante tipo E
Dati in cm
Compilare
Valore
secondo
norma
1 Diametro esterno attrezzatura D
1
240
2 Diametro area di impatto
D
a
639 640
Risultati
3 Superficie area di impatto S 32
m
2
4 Diametro e superficie dell'area libera di ostacoli D
f
1239 121
m
2
upi - 2010 - ST 27 Schede tecniche - versione 5.07
Controllo / modificare?
Aumentare
Piattaforma d'equilibrio
secondo SN EN 1176-5:2008
27/05/14
La piattaforma un oggetto montato su una sfera, che gira attorno a un punto di
fissaggio centrale!

La zona libera attorno alla piattaforma deve essere di almeno 300 cm.
h
2 max
= 100 cm
Pavimento sintetico


h
1 min.
= 40 cm

Pavimento naturale
h
1 min.
= 30 cm
D
f
= Diametro dell'area libera di ostacoli
Da

Area di impatto
per h
2
= ?
Rif.:
Caso:
upi -2007
Raccomandazione upi per area d'impatto: larghezza almeno 150 cm
Dati (in cm)
Compilare
Valore
secondo
norma
Controllo / modificare?
1 Lunghezza trave
L
1
410
2 Larghezza trave
L
p
18
3 Profondit sedile
L
s
35
4 Altezza massima (150 cm) in posizione inclinata
H
2
150 150 OK
5 Altezza dondolo (100 cm) in posizione orizzontale
H
1
100 100 OK
calcolato
6 Calcolo dell'angolo in posizione estrema
15.47 20 OK
7
L
2
= 610
8 Larghezza area di impatto
L
3
= 218
upi - 2010 - ST 28 Schede tecniche - versione 5.07
Dondolo a bilico tipo 1
secondo SN EN 1176-6:2008
27/05/14
Risultati
Lunghezza area di impatto (prato accettato se H max = 100 cm)
2
0
0
max
F

=

6
9
5

N
H
2

=

?
L
1

=

?
H
1

=

?
L
2

=

?
L
3

=

?
L
p

=

?
a) Trave in posizione estrema
H centro sedile:
max. 150 cm

b) Trave in equilibrio
H centro sedile:
max. 100 cm

c) Inclinazione max.: 20
o

d) Distanza minima dal suolo
(dal sedile): 23 cm

e) Punti d'incastro per le dita
Fra la trave e il supporto, lo
spazio deve essere
inferiore a 8 mm o
superiore a 25 mm

NB: 695 N = ca. 70 kg
200
1
4

m
a
x

F = 695 N
H
2
= ?
L
1
= ?
H
1
= ?
L
2
= ?
L
3
= ?
L
p
= ?
Valori in cm
L
s
= ?
Rif.:
Caso:
upi -2010
Raccomandazione upi per area d'impatto: larghezza almeno 150 cm
Dati (in cm) Compilare
Valore
secondo
norma
Controllo / modificare?
1 Lunghezza dondolo L
1
84
2 Larghezza dondolo L
p
48
3 Altezza max. sedile in posizione orizzontale H
max
100 100 OK
4 Altezza estremit dondolo in posizione orizzontale H
1
115
5 Altezza estremit dondolo in posizione inclinata H
2
140
6 Lunghezza area di impatto L
2
250 284 Aumentare
7 Larghezza area di impatto L
3
247 248 Aumentare
calcolato
8 Calcolo angolo in posizione estrema (max. 30
o)
36.53 30 Troppo inclinato
upi - 2010 - ST 29 Schede tecniche - versione 5.07
Dondolo a molla, movimento multidirezionale
tipo 2A, secondo SN EN 1176-6:2008
27/05/14
Risultati
Schizzo:
Hinnen
H
2
= ?
H
1
= ?
L
p
= ?
Area di
impatto per
H
2
= ?
L
3
= ?
L
2
= ?
L
1
= ?

H

m
a
x
-

=


?

Rif.:
Caso:
upi -2010
Raccomandazione upi per area d'impatto: larghezza almeno 150 cm
Dati (in cm)
Compilare
Valore sec.
norma
Controllo / modificare?
1 Lunghezza dondolo L
1
150
2 Larghezza dondolo L
p
100
3 Altezza max. sedile in posizione orizzontale H
max
100 100 OK
4 Altezza estremit dondolo in posizione orizzontale H
1
115
5 Altezza estremit dondolo in posizione inclinata H
2
160
6 Lunghezza area di impatto L
2
360 350 OK
7 Larghezza area di impatto L
3
300 300 OK
calcolato
8 Calcolo angolo in posizione estrema (max. 30
o
) 36.87 30 Troppo inclinato
upi - 2010 - ST 30 Schede tecniche - versione 5.07
Dondolo a pi molle
tipo 3A, secondo SN EN 1176-6:2008
27/05/14
Risultati
L
1
= ?
L
2
= ?
L
3
= ?
100 cm min.
EN-1176-6
Area di
impatto per
H
2
= ?

H

m
a
x

=


?

L
p
= ?
H
2
= ?
H
1
= ?
Rif.:
27/05/14
Caso:
upi -2010
Raccomandazione upi per area d'impatto: larghezza almeno 150 cm
Dati (in cm)
Compilare
Valore sec.
norma
Controllo / modificare?
1 Lunghezza cavallo L
1
84
2 Larghezza cavallo L
p
48
3 Oscillazione totale (max. 60 cm) B 61 60 Eccessivo
4 Altezza massima cavallo in posizione inclinata H
2
100 100 OK
5 Altezza cavallo in posizione orizzontale H
1
81
6 Distanza dal suolo (min. 23 cm) G 22 23 Aumentare
7 Lunghezza area di impatto L
2
346 345 OK
8 Larghezza area di impatto L
3
= 249 248 OK
calcolato
9 Calcolo angolo in posizione estrema (max. 20
o)
26.90 20 Troppo inclinato
upi - 2010 - ST 31 Schede tecniche - versione 5.07
Cavallo, oscillazione longitudinale
tipo 4, secondo SN EN 1176-6:2008
Risultati
Poggiapiedi
obbligatorio

H

m
a
x

=

1
0
0

c
m

= 1,6 a 3 cm
Schizzo secondo
modello Hags
H
2
= ?
H
1
= ?
L
p
= ?
G = ?
min. 23 cm
Area di impatto
per H
2
= ?
L
2
= ?
L
1
= ?
L
3
= ?
Rif.:
Caso:
upi -2010
Dati (in cm)
Compilare
1 Diametro esterno dondolo D
1
250
2 Altezza massima oscillazione h
1
145
Risultati
cm
3 Larghezza fascia periferica di sicurezza F 150
4 Diametro area di impatto D
f
550
m
2
5 Superficie area di impatto A 24
upi - 2010 - ST 32 Schede tecniche - versione 5.07
Dondolo basculante
secondo SN EN 1176-6:2008
Controllo / modificare?
OK
Schizzo:
Proludic
H
2
max. = 200 cm
Df
D
1
= ?
Area di impatto
per H = ? m
H
4 min
=
23 cm
F
upi - 2010 - ST 33 Schede tecniche - versione 5.07

Schema di valutazione di un parco giochi

No
Parco giochi
Aperto al
pubblico?
S
No
Richiedere la documentazione al
fornitore. Sopralluogo del parco giochi
Manuale DS capitolo 4.1
Fai da te?
S
No
Nozioni
specifiche?
Richiedere una consulenza
specifica
Ubicazione
Acquisto o fai da te?
In generale le case plurifamiliari a partire da 3
- 4 appartamenti sono considerate accessibili
al pubblico (a seconda del cantone)
S
Facile accesso per
bambini sotto i tre
anni?
Controllo secondo
SN EN 1176:2008
No S
Parapetto da altezza caduta 100 cm
Balaustra da altezza caduta 200 cm
Altezza caduta massima: 300 cm




Rendere laccesso pi difficile
Scala: 1

piolo/gradino a 40 cm di altezza
Rampa: piattaforma a 60 cm dal suolo
Balaustra: da h caduta 60 cm
Se laccesso ripido (oltre 45):
altezza massima 200 cm
altrimenti h massima caduta: 300
cm
Norma attrezzature
da gioco
SN EN 1176:2008
Norma giocattoli
SN EN 71-8:2003
Altezza parapetto: 6085 cm
fino a altezza caduta massima 200 cm
Oltre balaustra, altezza: 7085 cm
Area di impatto in generale e eccezioni
Base = 2/3 altezza di caduta + 50 cm
ma almeno 150 cm di area di impatto
Area di impatto priva di oggetti duri
Altalena; 1176-2: angolo 60, pi 175 cm con pavimento
sintetico + 50 cm zona priva di ostacoli;
pi 225 cm con pavimento naturale (trucioli di legno, corteccia
sminuzzata, ghiaia rotonda ecc.)
Funivia; 1176-4: su ogni lato a partire dallasse: 200 cm
Giostra; 1176-5:
Piattaforma girevole: min. 300 cm
Piattaforma oscillante: min. 200 cm, pi 100 cm senza ostacoli
Giostra rialzata / fungo rotante: angolo 30, min. 200 cm pi
100 cm senza ostacoli
Dondolo a bilico; 1176-6:
dondolo normale; 100 cm su ogni lato (lupi raccomanda 150
cm)
Dondolo a bilico basculante: angolo 20, pi 150 cm
Spazio libero (volume cilindrico)
In piedi raggio 100 cm / altezza 180 cm
Seduto raggio 100 cm / altezza 150 cm
Sospeso raggio 50 cm / altezza 30 cm al disopra
della posizione sospesa e 180 cm al disotto
Pertica accessibile da una piattaforma: 35 cm fino
alla pertica
Da unaltezza di 60 cm: nessun punto di
intrappolamento per la testa
Da unaltezza di 100 cm: nessun punto di
intrappolamento per le dita
Movimento forzato: nessun punto di intrappolameno
per cordoncini di 40 cm
upi - 2010 - ST 34 Schede tecniche - versione 5.07

Ispezione di parchi giochi secondo
SN EN 1176
Perizie visuali (quotidiane, settimanali)
Danni visibili e parti allentate?
Oggetti duri su superficie d'impatto?
Parco giochi sporco?
Fondamenta sporgenti?
Spigoli vivi, parti spezzate o mancanti?
necessario spianare o aggiungere materiale ammortizzante?
Perizie operative (mensili)
Di piu perizie visuali :
Usura sproporzionale (catene, giunti, sospensioni)?
Parti in legno ok (schegge, danni, crepe)?
Protezione legno sufficiente (vernice)?
Tutti i pezzi in metallo ben fissati e non troppo usurati?
Viti/bulloni sono ben serrati?
Funi, reti in buono stato?
Superfici di scivoli ok?
Parti sintetiche e in gomma ok?
Perizia principale (annua)
Di piu perizie operative :
Fondamenta ed elementi portanti ben ancorati (statica)?
Protezione contro intemperie per tutti gli elementi ancora sufficiente (legno,
metallo)?
Giunti con tracce di corrosione?
Parti sensibili al gelo smontate e riposte a regola d'arte?
Parti in legno esposte agli agenti atmosferici ok (traverse, trave ponte)?
Legno con crepe?
Bisogna attenersi alle informazioni sull'utilizzo e la manutenzione fornite dal produttore.
I risultati della perizia vanno documentati per iscritto Die Ergebnisse der Inspektionen
sind schriftlich zu dokumentieren.
Punti di intrappolamento

R
i
g
i
d
e

N
o
n

r
i
g
i
d
e
Tutto il corpo
Testa/collo:
testa per prima
Testa/collo:
piedi per primi
Braccio e mano
Gamba e piede
Dito
Indumenti
Capelli
upi - 2010 - ST 35 Schede tecniche - versione 5.07

P
a
r
t
i

m
o
b
i
l
i

d
e
l
l
'
a
t
t
r
e
z
z
a
t
u
r
a
Aperture
completamente
circoscritte
A
p
e
r
t
u
r
e

p
a
r
z
i
a
l
m
e
n
t
e

c
i
r
c
o
s
c
r
i
t
t
e
A
p
e
r
t
u
r
e

a

V

S
p
o
r
g
e
n
z
e
upi - 2010 - ST 36 Schede tecniche - versione 5.07
Calibro ad anello
EN 1176-6 annexe E
Prova per l'intrappolamento
delle dita
Sagoma intrappolamento testa
per aperture a V
Osservazioni
L'allegato D della norma SN EN 1176-1 descrive in
dettaglio le modalit d'uso delle sagome (pag- 71-82).
Le sagome di prova in poliestere (+fibra di vetro)
possono essere acquistate presso Hags Zrich o
presso Ewa Beckmann, D 23623 Dakendorf
Sagoma per la prova
del bottone duffle coat
Sagome per controllare i punti di intrappolamento
Diverse sagome consentono di eseguire prove per l'intrappolamento di
- testa e collo
- stopper per cordoncini di giacche (bottone duffle coat )
- dita
b) Sagoma C (torace)
c) Sagoma D (testa grande)
a) Sagoma E (testa piccola)
upi - 2010 - ST 37 Schede tecniche - versione 5.0

Foglio di controllo manutenzione parco giochi

Comune: Parco giochi:

Anno:

Delegato upi: Collaudatore: Foglio no: Form. 411.4002/02i 01.06.2008

Pos Tipo Data Attrezzo ludico Difetto/Misura
Eseguito
il
Eseguito
da
Nota




















Tipo di controllo:
V = Perizie visuali O = Perizie operative P = Perizie principali
Caso:
upi - 2010
1
2
3
4
upi - 2010 - ST 38 Schede tecniche - versione 5.07
Fondamenta e pavimento ammortizzante
naturale secondo SN EN 1176-1
27/05/14
Allestimento degli strati di truciolato di legno
Un buon drenaggio tramite uno strato di ghiaione indispensabile sotto uno strato di
truciolato di legno.
Tra i due strati bisogna posare uno strato di separazione, un tappeto filtrante, per esempio.
Gli strati di truciolato di legno possono essere delimitati da un bordo rigido arrotondato,
fatto di materiali diversi.
Inoltre, se il materiale ammortizzante posato in uno scavo di 10 - 30 cm sotto il livello del
terreno circostante, il truciolato di legno avr meno possibilit di disperdersi sul terreno.
Tappeto
filtrante
Superficie di gioco
Truciolato di legno
Truciolato di corteccia
Ghiaione
Fondamenta
Descrizione Utilizzazione
Altezza di
caduta
massima
Spessore strato minimo
(protezione anticaduta + effetto
dispersione)
Asfalto, cemento Superfici transitabili ----- -----
Terra, argilla, erba, marna o ghiaia
Campi da gioco/Attrezzature da
gioco
100 -----
Campi da gioco/Attrezzature da
gioco
100 -----
200 20 cm + 10 cm = 30 cm
300 30 cm + 10 cm = 40 cm
200 20 cm + 10 cm = 30 cm
300 30 cm + 10 cm = 40 cm
200 20 cm + 10 cm = 30 cm
300 30 cm + 10 cm = 40 cm
200 20 cm + 10 cm = 30 cm
300 30 cm + 10 cm = 40 cm
Spessore in funzione dell'altezza di caduta [vedi
lista upi * Materiale ammortizzante artificiale
in Internet (SN EN 1177)]
Attrezzature da gioco 300
Spessore delle pavimentazioni a
seconda dei risultati di laboratorio e
del certificato di prova
upi - 2010 - ST 39
(*) Lista upi: Materiale ammortizzante con certificato di prova
Schede tecniche - versione 5.07
Gli scarti da falegnameria non sono indicati come materiale ammortizzante: materiali duri, di misura troppo grande possono, tra l'altro, causare delle ferite al viso.
Gli scarti vegetali (p.es. rami sminuzzati) sono da impiegare con riserva. Evitare in ogni caso piante velenose o spinose che si decompongono pi rapidamente e le cui dimensioni non
sono adatte.
Sabbia di quarzo
Dimensione granulometrca:
0,22 mm
Sabbia o argilloso; analisi granulometrica per
setacciatura secondo SN EN 9331
Attrezzature da gioco
Tappeti ammortizzanti o
pavimentazione elastica
Osservazioni
La norma SN EN 1777 par. 4.1.1 precisa che la pavimentazione deve essere priva di parti sporgenti o pericolose.
Corteccia sminuzzata
Dimensione granulometrica:
2080 mm
Lunghezza ca. 10 cm; da tenere in stato fresco,
asciutto e smosso
Attrezzature da gioco
Trucioli di legno
Dimensione granulometrica:
530 mm
Granulato; da tenere in stato fresco, asciutto e
smosso
Attrezzature da gioco
Ghiaia rotonda
Dimensione granulometrica:
28 mm
Analisi granulometrica per setacciatura secondo
SN EN 9331 Attrezzature da gioco
Esempi di materiali ammortizzanti con le altezze di caduta corrispondenti (SN EN 1177)
Materiale
Pavimentazione dura
Pavimentazione naturale
Prato
Stima del rischio
Spiegazioni
Applicazione
Perch importante valutare i rischi? I delegati alla sicurezza sono spesso chiamati a
determinare se vi un rischio di incidente negli ambiti sport, casa, giardino e tempo
libero. A volte si chiedono se sia il caso di far esaminare l'oggetto dagli specialisti upi.
Le 4 domande fondamentali riportate qui di seguito (vedi linguetta Ponderazione )
aiutano a prendere la decisione giusta. Segnate le risposte che corrispondono al
vostro caso, riportate il numero corrispondente alla risposta e calcolate il punteggio
totale. Quando si valuta una fonte di pericolo, occorre tenere conto del rischio di
incidente potenziale e delle norme di sicurezza disponibili. Un intervento necessario
se si stabilisce che l'oggetto - o parte di esso - non risponde alle disposizioni
applicabili.
Punti
2 - 4 punti: pu essere opportuno realizzare delle misure che permettono di ottenere un effetto
notevole con un intervento minimo.
5 7 punti: non si impongono misure di sicurezza, ma consigliabile realizzarle.
8-18 punti: rischio elevato che richiede misure di sicurezza.
Se C = 3 punti, proporre in ogni caso delle misure (vedi ponderazione alla pagina
successiva)
Possibilit di risanamento
Le misure di risanamento proposte hanno valore di suggerimento. senz'altro
possibile adottare altre misure che esplicano lo stesso effetto. In caso di dubbi
sull'opportunit delle misure o sulle misure da scegliere, rivolgetevi al vostro
capodelegato o alla sezione Casa e tempo libero dell'upi.
upi - 2010 - ST 40 Schede tecniche - versione 5.07
Lista di controllo per valutare il rischio
Ponderazione
A
Negli ultimi 5 anni in questo punto occorso un incidente che ha causato ferite da
curare (non necessariamente dal medico)?
B
Quali lesioni ha causato l'incidente pi grave?
Escoriazioni, stiramenti, distorsioni, piccole lesioni aperte (non alla testa), fratture di dita
di mani/piedi, ustioni di 1 grado poco estese
Fratture (senza cranio e dita di mani/piedi), commozioni cerebrali, lesioni aperte a
testa/viso
Lesioni interne, fratture craniche, traumi cerebrali con perdita di coscienza, perdita di un
arto, ustioni estese, intossicazioni con ricovero in ospedale, lesioni mortali, annegamenti
C
Se in questo punto preciso dovesse verificarsi un incidente, di quale gravit
sarebbero le conseguenze medie? (La gravit stimata pu essere superiore o
inferiore a quella degli incidenti effettivamente avvenuti.)
Escoriazioni, stiramenti, distorsioni, piccole lesioni aperte (non alla testa), fratture di dita
di mani/piedi, ustioni di 1 grado poco estese
Fratture (senza cranio e dita di mani/piedi), commozioni cerebrali, lesioni aperte a
testa/viso
Lesioni interne, fratture craniche, traumi cerebrali con perdita di coscienza, perdita di un
arto, ustioni estese, intossicazioni con ricovero in ospedale, lesioni mortali, annegamenti
D
Il punto in questione frequentato da persone a rischio?
upi - 2010 - ST 41 Schede tecniche - versione 5.07
Totale punti
Raramente Di tanto in tanto Spesso
Nessun incidente 1 -2 3 o pi
NB: se A = 1, B = 1
A x B + C x D
+ =
Stima del rischio
Lista di controllo
Oggetto:
A = X B = + C = X D = *
+ =
A = X B = + C = X D = *
+ =
A = X B = + C = X D = *
+ =
A = X B = + C = X D = *
+ =
A = X B = + C = X D = *
+ =
A = X B = + C = X D = *
+ =
2 - 4 punti:
5 - 7 punti:
8 - 18 punti:
upi - 2010 - ST 42 Schede tecniche - versione 5.07
* Se C = 3 punti, proporre in ogni caso delle misure
sono opportune misure che permettono di ottenere un effetto notevole con un intervento minimo
non si impongono misure di sicurezza, ma consigliabile realizzarle
rischio elevato che richiede misure di sicurezza
Designazione
Designazione
Designazione
Designazione
Designazione
Designazione
Pagina: 1
Data: 27/05/2014
Attrezzature Sopralluogo - valutazione del