Sei sulla pagina 1di 2

Firenze, 3 maggio 2014 - SONO stati sentiti 72 testimoni, ma non tutte le persone presenti

in borgo San Frediano mentre Riccardo Magherini veniva arrestato dai carabinieri sono
state identificate. C un testimone, come ha messo bene in luce la trasmissione Chi lha
visto? mercoled scorso, che assiste a tutto lintervento dal marciapiede opposto al cinema
Eolo, a pochi metri di distanza dal 40enne che, come mostrano i filmati, ha i carabinieri sopra
di lui per immobilizzarlo. Indossa un cappellino bianco, resta impassibile mentre Magherini
grida aiutatemi, sto morendo. Almeno nei momenti circa un minuto e qualche secondo di
riprese in cui un altro testimone filma dalla finestra quello che sta accadendo.
FACCIAMO un fermo immagine, di questa piccola porzione dei circa 25 minuti
(dovrebbero essere le 1.27) che corrono tra lincontro di Magherini con i carabinieri e
larrivo del medico del 118. Il placcaggio dellex calciatore viola avviene allaltezza di via
del Cestello, praticamente di fronte a un ingresso posteriore (in disuso) della chiesa. La
gazzella dellArma parcheggiata pi avanti, verso Santo Spirito, mentre pi vicino al punto in
cui il 40enne disteso a terra, pancia in gi, c il Dobl della donna dove Magherini in preda
al panico e allagitazione salito chiedendo aiuto.

Lho fatto scendere ma non mi aveva spaventato. Preoccupata per lui sono rimasta l a
vedere, dice la donna, libraia, che conosceva di vista il 40enne. Ma si vede altro. C una
persona che si muove con una certa disinvoltura tra il marciapiede e i 4 carabinieri. E
una figura finora rimasta in ombra, ma che forse non ha un ruolo marginale nelle ultime ore di
vita del Magherini. E un pizzaiolo di origine ucraine (irreperibile) che lavorava in un locale
della zona. E stato lui e un collega napoletano, a chiamare il 112 e successivamente indicato ai
militari il 40enne, reo di aver preso il cellulare di un altro pizzaiolo. Nelle dichiarazioni a
verbale dice anche di aver visto Riccardo colpire con schiaffi i carabinieri. Durante
lintervento, si prodiga a difendere loperato dei militari verso quei presenti che dicono i calci
no!. Tu non sai quello che ha combinato, rincara lo straniero, ottenendo una risposta
lapidaria da uno degli almeno nove testimoni che parlano di pedate durante il fermo: qualsiasi
cosa abbia fatto, i calci no. Il filmato finisce. Lintervento no. Dopo alcuni minuti arriveranno
i primi sanitari, ma di fatto Magherini non verr rianimato fino a che non giunger
lautomedica, alle 1.44. Per farlo, gli tagliano la camicia che ha indosso. Eppure, per tutte le
centrali operative, quella notte, il 40enne era addirittura a torso nudo. Chiss perch.
LA SALMA di Magherini stata risequestrata dalla magistratura. Questo per disporre
nuovi accertamenti ma forse addirittura per ripetere lautopsia, alla luce anche dei nove
indagati, cinque sanitari e quattro carabinieri.
Il fascicolo stato co-intestato anche al procuratore aggiunto Giuliano Giambartolomei, che
in questo momento sta svolgendo le funzioni di capo della procura fiorentina. Ci saranno
anche gli amici di Riccardo Magherini oggi a Roma nella curva riservata ai tifosi viola. Con
loro anche il fratello Andrea. Esporranno uno stendardo Maghero presente. Riccardo, oltre
che ex calciatore, era un accanito tifoso della Fiorentina. La Fiesole gli ha gi dedicato uno
striscione in cui viene chiesta verit e giustizia.