Sei sulla pagina 1di 11

1

Fondamenti di Segnali e Trasmissione


LA TRASFORMATA DI FOURIER:
PROPRIETA ed ESEMPI
2
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
LINEARITA: la TDF della combinazione lineare (somma pesata) di due segnali
e uguale alla combinazione lineare delle TDF dei due segnali.
Proprieta della TDF (1)
a
1
x
1
(t) +a
2
x
2
(t) TDF a
1
X
1
(f) +a
2
X
2
(f)
SIMMETRIA: la TDF di una segnale REALE gode di simmetria complessa coniugata
(simmetria Hermitiana). La parte reale e il modulo sono simmetrici rispetto allorigine
(pari), la parte immaginaria e la fase sono antisimmetriche rispetto allorigine (dispari).
x(t) reale TDF X(f) = X
*
(-f)
DUALITA:
z(t)=X(-t) TDF Z(f)=x(f)
x(t) TDF X(f)
SCALATURA TEMPORALE
z(t)=x(at) TDF Z(f)=(1/|a|)X(f/a)
a = -1, z(t)=x(-t) TDF Z(f)=X(-f)
z(t)=X(t) TDF Z(f)=x(-f)
3
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
Proprieta della TDF (2)
TDF
x(t) reale pari X(f) reale pari
x(t) reale dispari X(f) immaginario dispari
TDF di una segnale REALE
f
A
f
Reale
Fase
A
f
Modulo
A
f
Immag.
Casi particolari
|X(f)| = |X(-f)|
fase X(f) = - fase X(-f)
Re{X(f)} = Re{X(-f)}
Im{X(f)} = - Im{X(-f)}
4
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
Proprieta della TDF (3)
Valori nellorigine
{ }



=

= dt t x dt ft j t x X
f
) ( 2 exp ) ( ) 0 (
0

t
x(t)
X(0)
{ }



=

= df f X df ft j f X x
t
) ( 2 exp ) ( ) 0 (
0

f
X(f)
x(0)
5
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
x(t-t
0
) e
-j2f t
0

X(f) TDF
Proprieta della TDF (4)
Traslazione nei tempi: la TDF del segnale ritardato e uguale a quella del
segnale originale moltiplicata per un esponenziale complesso
Traslazione nelle frequenze: traslare in frequenza la TDF del segnale, equivale
a moltiplicare il segnale nei tempi per un esponenziale complesso
x(t

) e
j2 f
0
t
X(f- f
0
)
TDF
x*(t

) X*(-f )
TDF
Coniugazione:
6
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
Esempio: la trasformata di Fourier del coseno
Un impulso di area unitaria in frequenza ha come TDF inversa una costante
unitaria nei tempi:
{ } 1 2 exp ) ( =


df ft j f
La trasformata di Fourier del coseno si ricava da quella della costante utilizzando
le proprieta di traslazione nelle frequenze e di linearita:
{ } { } t f j t f j t f t y
o o o
2 exp
2
1
2 exp
2
1
) 2 cos( ) ( + = =
TDF
( ) ( )
o o
f f f f f Y + + =
2
1
2
1
) (
Quindi la TDF di una costante unitaria e un impulso nelle frequenze.
7
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
Esempio: la trasformata di Fourier del seno
La trasformata di Fourier del seno si ricava da quella della costante utilizzando le
proprieta di traslazione nelle frequenze e di linearita:
{ } { } t f j
j
t f j
j
t f t y
o o o
2 exp
2
2 exp
2
) 2 ( sin ) ( = =
TDF
( ) ( )
o o
f f
j
f f
j
f Y + =
2 2
) (
8
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
Proprieta della TDF (5)
Derivazione: la TDF del segnale derivato nel tempo e uguale a quella del
segnale originale moltiplicata per una rampa immaginaria in frequenza:
dt
t dx ) (
) ( 2 f X f j
TDF
) ( 2 t x t j
df
dX(f)
-
TDF
Dualmente:
Integrazione:
( )


t
d x
( ) f f X
f j

2
1
) (
2
1
+
TDF
TDF
Dualmente:
( ) t t x
t j

2
1
) (
2
1
+

( )


f
d X
9
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
X(f)Y(f) TDF
Proprieta della TDF (6)
Moltiplicazione nelle frequenze: la TDF inversa del prodotto delle TDF di due
segnali e uguale allintegrale di convoluzione dei segnali nei tempi. Lintegrale di
convoluzione e un operatore utilizzato, per esempio, per descrivere come
vengono modificati i segnali quando passano attraverso sistemi lineari tempo-
invarianti.
Moltiplicazione nei tempi (modulazione): la TDF del prodotto di due segnali e
uguale allintegrale di convoluzione delle due TDF (nelle frequenze).
x(t

)y(t)
TDF


d t y x ) ( ) (


d f Y X ) ( ) (
x(t

) cos (2f
0
t) (1/2)(X(f+ f
0
)+ X(f-f
0
))
TDF
Modulazione dampiezza:
10
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
Proprieta della TDF (7)
Ponendo y(t)=x(t) si ottiene che lenergia di un segnale e uguale allintegrale del
modulo quadrato della sua TDF
=


dt t x
2
) (


df f X
2
) (
integrata su tutto lasse delle frequenze fornisce lenergia del segnale.
Quindi rappresenta lenergia del segnale in ogni intervallo di frequenze
infinitesimo df.
viene detta DENSITA SPETTRALE DI ENERGIA
2
) ( f X
2
) ( f X
2
) ( f X
=
x
E
Relazione di Parseval:
=
( )


dt t y t x
*
) (


df f Y f X ) ( ) (
*
11
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
Funzione di autocorrelazione:
Proprieta della TDF (8)
( ) =
x
r
Dalla relazione di Parseval si ottiene:
( ) =
x
r
cioe, la trasformata di Fourier della funzione di autocorrelazione e la densita spettrale di
energia.
Proprieta:
( ) ( ) ( )
( ) ( ) ( )
( ) ( )
( )
( ) ( )



x x
x x
x x
x x x
x
r r
E r
r r t x
r r r
x x r

=
=
=
=

0
0
) (

*


*
*
5.
e) definizion (dalla 4.
: pari reale e' azione autocorrel l' reale e' Se 3.
) Hermitiana simmetria la vale reale e' di a trasformat (la 2.
1.


( ) ( ) ( )



= df e f X df e f X f X
f j f j 2
2
2 *
( ) [ ] ( )
2
f X r
x
= F
( ) ( )


+ dt t x t x
*
12
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
Funzione di cross-correlazione:
Proprieta della TDF (9)
( ) =
xy
r
Dalla relazione di Parseval (per y(t) = x(t+ )) si ottiene:
( ) =
xy
r
cioe, la trasformata di Fourier della funzione di cross-correlazione e il cross-spettro tra i
segnali x e y (prodotto della trasformata del primo per quella coniugata del secondo).
Proprieta:
( ) ( ) ( )
( ) ( )
( ) ( )
) ( ) ( ) ( ) (
) ( ) (

*
0 0
*
*
t r r t t x t
r r t t x
r r
x y r
x yx
yx xy
yx xy
xy
y
y
= =
=
=
=




: Se 4.
e reale e' ne correlazio - cross la reali sono e Se 3.
2.
1.

( ) ( )


+ dt t y t x
*

( ) ( )


df e f Y f X
f j 2 *
( ) [ ] ( ) ( ) f Y f X r
xy
*
= F
13
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
La trasformata di Fourier di segnali periodici (1)
In generale, un segnale periodico y(t) di periodo T
0
si puo esprimere in funzione del
singolo periodo x(t):
( )

=
=
n
nT t x t y
0
) (
( ) ( ) ( ) ( )
(

=
(

=


=

= n n
nT t f X nT t t x f Y
0 0
* ) ( F F
La trasformata di Fourier Y(f) del segnale periodico y(t) e una sequenza di impulsi alle
frequenze f=k/T
0
.
( )


=

=
|
|
.
|

\
|
=
(

k n
T
k
f
T
nT t
0 0
0
1
F

=
k
T
k
f
T
k
X
T
f Y
0 0 0
1
) (

( ) ( ) ( )
0 0
* nT t t x nT t x =
14
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
Periodicizzare nei tempi x(t) con periodo T
0
equivale a campionare nelle
frequenze X(f) con passo di campionamento 1/T
0
La trasformata di Fourier di segnali periodici (2)
La trasformata di Fourier Y(f) del segnale periodico y(t) si ottiene a partire dalla
trasformata di Fourier X(f) del singolo periodo x(t):
1. moltiplicando X(f) per un treno di impulsi alle frequenze k/T
0
2. scalando il risultato per 1/T
0
.
( )

=
=
n
nT t x t y
0
) (

=
|
|
.
|

\
|

|
|
.
|

\
|
=
k
T
k
f
T
k
X
T
f Y
0 0 0
1
) (

15
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
Relazione fra serie e trasformata di Fourier di segnali periodici
Cioe larea degli impulsi alle frequenze f=kf
0
della trasformata di Fourier Y(f) e data
dai campioni Y
k
della serie di Fourier del segnale y(t).
Inoltre, fra i coefficienti della serie Fourier Y
k
e la trasformata di Fourier del singolo
periodo X(f) vale la relazione:
Abbiamo visto che la trasformata di Fourier Y(f) del segnale periodico y(t) e costituita
da impulsi alle frequenze f=k/T
0
:
( ) ( )

=
=
k
kf f kf X f f Y
0 0 0
) (
{ }

=
=
k
k
t kf j Y t y
0
2 exp ) (
Dallo sviluppo in serie di Fourier di y(t) si ottiene:
( ) ( )

=
=
k
k
kf f Y f Y
0

( )
0 0 0
kf kf X f Y
k
in impulso area = =
16
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
La trasformata di Fourier del coseno (2)
La serie di Fourier del coseno ricavata in precedenza e costituita da due
campioni di ampiezza 1/2 rispettivamente in k= +1 e k= -1
) 2 cos( ) ( t f t y
o
=
( ) ( )
o o
f f f f f Y + + =
2
1
2
1
) (
-6 -5 -4 -3 -2 -1 0 1 2 3 4 5 6
-0.2
0
0.2
0.4
0.6
k
Y
k


=
=
1 per 0
1 per /2 1
k
k
Y
k
La TDF del coseno si ottiene dalla serie di
Fourier ponendo alle frequenze f=kfo, impulsi
di area pari ai campioni Xk della serie, dove
fo e la frequenza fondamentale del segnale
periodico
17
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
-6 -5 -4 -3 -2 -1 0 1 2 3 4 5 6
0
-0.5
0.5 k
Y
k
La trasformata di Fourier del seno (2)


= +
+ =
=
1 per 0
1 per
2
1 per
2
k
k
j
k
j
Y
k
La serie di Fourier del seno ricavata in precedenza e costituita da due
campioni immaginari di ampiezza +j/2 e -j/2 rispettivamente in k= +1 e k= -1
) 2 ( sin ) ( t f t y
o
=
La TDF del seno si ottiene dalla serie di
Fourier ponendo alle frequenze f=kfo impulsi
di area pari ai campioni Xk della serie, dove
fo e la frequenza fondamentale del segnale
periodico
( ) ( )
o o
f f
j
f f
j
f Y + =
2 2
) (
18
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
-6 -5 -4 -3 -2 -1 0 1 2 3 4 5 6
-0.2
0
0.2
0.4
0.6
k
Y
k
0 per
2
2
sin
2
1
= k
k
k
Y
k

1/2
T
o
/2 T
o
/2
t
Esempio: londa quadra a media nulla
Serie di Fourier
Trasformata di Fourier
0 per
2
2
sin
2
1
) (

=
k
T
k
f-
k
k
f Y
o k

y(t)
19
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
1
T
o
/2 T
o
/2
t
Esempio: londa quadra a media non nulla (1)
Trasformata di Fourier
y(t)
|
|
.
|

\
|
=

=
o
k
T
k
f
k
k
f Y

2
2
sin
2
1
) (

2
2
sin
2
1
k
k
Y
k

=
Serie di Fourier
-6 -5 -4 -3 -2 -1 0 1 2 3 4 5 6
-0.2
0
0.2
0.4
0.6
k
Y
k
20
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
Esempio: londa quadra a media non nulla (2)

2
2
sin
2
) (
0
f T
f T
T
f X
o
o

=
( )

=
k o
k o o o
o k o
T
k
f
k
k
T
k
f
T
k
X
T
T
k
f f X
T
f Y

2
2
sin
2
1
1
1
) (
0
0
To/2
2/To -2/To
0
1/2
0
2/To -2/To
f
f
Trasformata di Fourier del singolo
periodo x(t) {rettangolo di ampiezza
unitaria e durata To/2}
Trasformata di Fourier del segnale
periodico y(t)
21
Fondamenti di Segnali e Trasmissione
ESERCIZI PROPOSTI
1 Dati i segnali
a) x(t)=exp(j2 f
o
t) b) x(t)=cos(2 f
o
t) c) x(t)= (t)
e i sistemi LTI con risposta in frequenza
a) H(f)=10exp(-j2f/ f
o
) b) H(f)=exp{ - | f / f
o
| - j2 f / f
o
} c) H(f)=1/(1+j f/f
o
)
che espressione hanno i segnali in uscita y(t)?
2 Dato il segnale x(t)= 3cos( t / T
o
)+5cos(2 t / T
o
) che passa attraverso un sistema
LTI con risposta in frequenza H(f)=rect(f T
o
/3), che espressione ha luscita y(t)?
3 Sia dato un segnale con Trasformata di Fourier X(f) riportata in figura e un filtro con
risposta in frequenza H(f) riportata in figura. Disegnare la trasformata di Fourier Y(f)
delluscita.
H(f) 1
1/2
-f
c
f
c
X(f)
1
-2f
c
2f
c