Sei sulla pagina 1di 12

VENHOEVEN CS ARCHITECTS - WWW.VENHOEVENCS.NL - SPORTPLAZA MERCATOR - OLANDA Un edificio interamente ri vestito d i v e g e t a z i o n e a s s u m e l a f o r m a d i u n a c o l l i n a e s i i n t e g r a c o n i l p a e s a g g i o c i r c o s t a n t e .

L i n v o l u c r o v e g e t a l e sorretto da una struttura di acciaio per sostenerne il peso e per creare gli ampi spazi nec essari allo svolgimento delle di verse atti vit previste

Il muro delle meraviglie


Testo di Matteo Zambelli Foto di Luuk Kramer

portplaza Mercator dello studio olandese Venhoeven CS situato in un quartiere di Amsterdam, il de Baarsjes, fra i pi multiculturali e multietnici.Questa una zona molto interessante della citt, perch si confronta con problemi di integrazione sociale,razziale e culturale legati alla convivenza nello stesso spazio di 129 diverse nazionalit. Per stimolare la vita pubblica e la comunicazione fra le diverse etnie, nel 2001 le autorit comunali hanno deciso di realizzare nel quartiere un edificio multifunzionale contenente una piscina olimpionica insieme a piscine pi piccole, unarea per il fitness, un solarium, un centro ricreativo, spazi per organizzare feste, una caffetteria, un ristorante e un fast food.

Tutte le funzioni sono state concepite per attirare il maggior numero di persone appartenenti alle diverse comunit dagli studenti agli amanti dello sport, dagli impiegati ai disoccupati, da chi vuole semplicemente mangiare qualcosa a chi partecipa a cerimonie come matrimoni mussulmani o ind in uno spazio comune senza particolari connotazioni politiche, sociali e religiose, dove fosse possibile incontrarsi e magari iniziare a conoscersi. Quando il progetto stato promosso,gli abitanti del quartiere erano piuttosto critici di fronte alla prospettiva che venisse costruito un complesso molto grande in unarea particolarmente amena per la vegetazione lussureggiante.A tal fine stato organizzato un concorso il cui bando richiedeva esplicita-

Planimetria generale Scala 1:3000 (VenhoevenCS Architects)

LOCALIZZAZIONE: AMSTERDAM, OLANDA PROGETTO ARCHITETTONICO: VENHOEVENCS ARCHITECTS TON VENHOEVEN, PETERINE ARTS, DANNY ESSELMAN, THOMAS FLOTMANN, RICHL LUBBERS, JOS-WILLEM VAN OORSCHOT, ERIK DE VRIES, MANFRED WANSINK MAIN CONTRACTOR: VAN WIJNEN B.V., HEERHUGOWAARD COMMITTENTE: SPORTFONDSENBAD NEDERLAND N.V. (AMSTERDAM) E LA CITT DI AMSTERDAM, QUARTIERE DE BAARSJES PROJECT MANAGEMENT: DRAAIJER & PARTNERS B.V., BUNNIK CONSULENTE PER LA COSTRUZIONE: PIETERS BOUWTECHNIEK B.V., AMSTERDAM CONSULENTE PER LE INSTALLAZIONI: HERMAN DE GROOT PROJECT TECHNIEK, LEUSDEN

CONSULENTE PER LA FISICA DELLEDIFICIO: LICHTVELD, BUIS EN PARTNERS (LBP), AMSTERDAM PROGETTO DEL PAESAGGIO: OKRA LANDSCAPE ARCHITECTS, UTRECHT PROGETTO DEGLI INTERNI: VENHOEVENCS, AMSTERDAM FORNITORE E INSTALLATORE DELLA GREEN FACADE (FACCIATA VERDE): COPIJN LANDSCAPE ARCHITECTS, UTRECHT ARTISTA: GINY VOS, AMSTERDAM DATA DI PROGETTAZIONE: OTTOBRE 2001 DATA DI COSTRUZIONE: LUGLIO 2006 SUPERFICIE COSTRUITA: 7100 M2 (SENZA GLI SPAZI ESTERNI) COSTO: 10,9 MILIONI DI EURO

mente di realizzare un edificio verde (green building). Lo studio di Amsterdam Venhoeven CS si aggiudicato la competizione per essere riuscito a concepire ledificio pi verde; infatti, non solo il tetto,ma anche tutte le facciate sono coperte di vegetazione. Vediamo ora di capire come stato concepito ledificio. Il centro polifunzionale si presta a una doppia interpretazione, una riguarda lesterno, laltra linterno. Sportplaza Mercator un landform building,ossia un edificio che assume una forma del terreno,una delle possibili forme della crosta terrestre, in questo caso quella di una collina.La Landform Architecture un nuovo paradigma della ricerca progettuale contemporanea orientata alla creazione di

edifici integrati con il terreno e con un impatto visivo ridotto per il fatto che le architetture non si configurano pi come artefatti che si stagliano su uno sfondo neutrale, ma come ibridi il cui scopo di rimuovere una serie di opposizioni dialettiche: naturale e artificiale, figura e sfondo, citt e campagna. Nella Landform Architecture architettura e paesaggio naturale si contaminano,si integrano e si ibridano, non rimangono categorie distinte. Esempi emblematici di landform building sono, fra gli altri: i progetti di Jean Nouvel per il Museo della evoluzione umana a Burgos (2000) e il Guggenheim di Tokyo (2001), la Nuova sede del Ministero dellAgricoltura a LAia (2000) e la Silicon Hill a Stoccolma (2000) degli MVRDV, la Casa Verde a Po-

Plastico di progetto (VenhoevenCS Architects)

[Luoghi del benessere]

16/07

45

A 6

8 10 7 9

11 12

B Pianta piano terra Scala 1:500 (VenhoevenCS Architects)

19 6

18

16 4 5

Sezione longitudinale AA Scala 1:500 (VenhoevenCS Architects)

zuelo (1997) di Abalos & Herreros, il Centro della cultura della Galizia a Santiago di Compostela di Peter Eisenman. Ma quali sono i temi che questi progetti,e in particolare Sportplaza Mercator, sviluppano? La riduzione dellimpatto visivo dellarchitettura attraverso la sua fusione con il suolo e con gli elementi naturali:Sportplaza Mercator si pone,di fatto,come una collina in un parco, non sembra un edificio nel senso tradizionale del termine;la ricerca dellarchitettura di vibrare superando limiti definiti e precisi: mescolandosi con il parco, il centro polifunzionale sfuoca i propri confini;la rinuncia dellarchitetto alla riconoscibilit del proprio stile:di fatto TonVenhoe46 16/07 [Luoghi del benessere]

ven (il titolare dello studio) si comporta come un giardiniere,non come un architetto;la rinuncia dellarchitettura ai suoi connotati tradizionali: almeno nellinvolucro esterno,lo Sportplaza sembra un giardino verticale;la ricerca di unarchitettura capace di essere sensibile ai cambiamenti stagionali e mai uguale a s stessa nel modo di apparire: essendo rivestito di piante, fiori, arbusti e alberi di piccola taglia,il modo di apparire delledificio dipender dalle stagioni e dai colori che le piantumazioni assumeranno durante lanno. La seconda interpretazione riguarda linterno. Il centro, riconosce Ton Venhoeven, si ispira, per la complessit spaziale e di relazioni umane (che sono

14

14

15

13 A

17 16 18 4 A

19

20 C 11 20

Pianta piano primo Scala 1:500 (VenhoevenCS Architects)

1. ingresso al salone dei ricevimenti 2. bar e ristorante 3. ingresso alla piscina e al fitness center 4. piscina olimpionica 5. vani tecnici 6. spogliatoi 7. vasca terapeutica 8. vasca per i bambini (puddling pod) 9. vasca per i corsi (instruction pod) 10. piscina ricreativa 11. fast food 12. piscina allaperto 13. reception 14. spogliatoio 15. asilo 16. fitness center 17. cucina 18. sauna 19. salone dei ricevimenti 20. solarium-terrazza allaperto

Vista dellingresso al salone dei ricevimenti

[Luoghi del benessere]

16/07

47

7 Sezione trasversale BB Scala 1:500 (VenhoevenCS Architects)

11

3 Sezione trasversale CC Scala 1:500 (VenhoevenCS Architects)

D1

D2

Sezione trasversale DD Scala 1:500 (VenhoevenCS Architects)

lobiettivo primario di questo edificio) alle terme romane,dove il dibattito politico,lesercizio fisico e la vita sociale venivano combinati in un luogo pubblico, complesso e ricco di attrattivit. Guardando allo spazio che stato creato, ci si accorge della sua variet: le piscine, pur comunicanti, si trovano racchiuse da involucri di diversa sezione e dimensione, una soluzione raffinata che garantisce la possibilit,senza la necessit di partizioni,di delimitare ambiti separati e concepiti per scopi diversi (piscine per il gioco e per i bambini,piscina per chi si allena ecc),senza per rinunciare al fitto intreccio visivo che si stabilisce anche con chi non sta nuotando ma,per esempio,si trova nel centro fitness del
48 16/07 [Luoghi del benessere]

primo piano,che affaccia direttamente nella piscina olimpionica,oppure con chi sta nuotando allaperto e con chi passa a piedi o in bicicletta. Ma, se frequenta il centro polifunzionale anche chi vuole semplicemente prendere il sole nel solarium o nel centro abbronzatura,o chi vuole fare uno spuntino o festeggiare una ricorrenza particolare,allora queste terme moderne incarnano, come afferma Ton Venhoeven, il tema edificio come piccola citt e da qui, forse, il nome Sportplaza: una piazza pubblica pensata s per lesercizio fisico e per lo svago,ma anche, e soprattutto, per incontrarsi e socializzare superando le differenze etniche,razziali e sociali in una societ multiculturale.

Vista della piscina olimpionica

Vista della zona con la vasca dei bambini

[Luoghi del benessere]

16/07

49

Scheletro di acciaio per la vegetazione


Il piano interrato, il piano terra e le piscine sono stati realizzati in calcestruzzo armato. Anche una scala, il vano ascensore e il muro esterno delle sale per le feste sono di calcestruzzo armato. Il vano ascensore stato realizzato in calcestruzzo armato perch era una soluzione pratica per garantire stabilit, mentre il muro del salone delle feste perch cera bisogno di massa per assicurare lisolamento sonoro. In un primo momento, era stato proposto di usare il calcestruzzo armato anche per i muri interni agli spazi delle feste, ma, in una fase successiva, limpresa di costruzioni ha proposto per i due muri portanti interni travi di acciaio riempite di muratura. I pavimenti e i soffitti sono di calcestruz-

zo armato precompresso. Tutte le altre parti delledificio colonne, telai, travi sono di acciaio. La luce delle travi reticolari varia da 15 a 35 metri. Venhoeven CS ha spesso usato allinterno di Sportplaza Mercator la soluzione delle colonne appese per ridurre il numero di piedritti che sarebbero stati costretti a sopportare cambiamenti di temperatura e di condizioni igrometriche che andavano dal caldo allumido, al secco, al freddo. La struttura portante di acciaio stata scelta per le seguenti ragioni. Il tetto, completamente coperto della terra necessaria per far crescere le piante, era, alla fine, piuttosto pesante (nonostante il peso di 100 kg m2 non sia elevato) e necessitava di una struttura in grado di sopportarne

Vista generale del complesso da est

Schema tridimensionale della stratificazione dellinvolucro vegetale

50

16/07

[Luoghi del benessere]

il peso. Lintelaiatura metallica, inoltre, consentiva di realizzare una struttura esile, con ampie luci, capace di garantire una maggiore libert nellorganizzazione degli spazi, un grande vantaggio perch il programma funzionale era complesso e articolato. Non sono state scelte travi di calcestruzzo armato perch sarebbero state meno flessibili e avrebbero comportato la necessit di trovare soluzioni pi complicate. Anche una struttura di legno lamellare stata scartata perch, per evitare di danneggiare la struttura, sarebbe stato necessario un controllo costante dellumidit attraverso sistemi di ventilazione ad hoc, una soluzione non concorde con la politica di riduzione dei consumi energetici, soprattutto durante la notte.

Per evitare la corrosione negli ambienti umidi, in corrispondenza delle piscine, gli elementi di acciaio sono stati galvanizzati in fabbrica, mentre in cantiere le parti non visibili sono state rivestite con una malta spray resistente al fuoco e quelle visibili sono state protette con una pittura a prova di fuoco. Tutte le parti di acciaio sono state prefabbricate off-site e montate in cantiere. Il principale sistema di riscaldamento un impianto di condizionamento. Laria viene immessa negli ambienti dal soffitto ed estratta a livello del suolo. Questo sistema supportato da convettori inseriti sotto le finestre per evitare la condensa. Per le aree fitness e la sala delle feste, stato previsto un sistema di raffrescamento.

Schemi assonometrici della struttura di calcestruzzo armato e acciaio

[Luoghi del benessere]

16/07

51

Giardino verticale
Lidea del giardino verticale stata concepita in origine da Patrick Blanc per la Fundation Cartier a Parigi. Lo studio Copijn Utrecht (www.copijn.nl) ha sviluppato ulteriormente questo concetto, realizzando per lo Sportplaza Mercator un prodotto soprannominato wonderwall. Il muro delle meraviglie, che si appoggia alla struttura di acciaio della copertura e dei muri laterali, realizzato con strati di acciaio e plastica (a prova dacqua), terra e feltro, resistente, spugnoso e flessibile, sul

quale sono praticati dei tagli (25 per m2) che aprono a piccoli secchielli pieni di terra. Ogni pianta cresce nel proprio secchiello. Nel growing green wall c, integrato, un sistema di tubi per lirrigazione e il nutrimento delle piante, regolato da sensori.In tutto ledificio, ci sono oltre 50 specie diverse fra piante, arbusti e piccoli alberi. Le piantumazioni non sono state disposte a caso, ma ogni essenza stata scelta perch adatta a quel particolare tipo di microclima legato alle diverse condizioni di soleggiamento, illuminazione e igrometria delle singole pareti.

D1

52

16/07

[Luoghi del benessere]

Il particolare involucro stato usato per stemperare limpatto delledificio rispetto allintorno, non per rispondere a specifiche esigenze energetiche, anche se con la massa della terra contribuisce ad aumentare linerzia delle chiusure orizzontali e verticali migliorando il contenimento delle dispersioni termiche. Il wonderwall che Copijn ha sviluppato stato brevettato e registrato; a differenza delle altre facciate verticali a giardino, presenta i seguenti benefici: un sistema relativamente leggero (pesa 100 kg/m2); conferi-

sce una grande variet alla facciata con la possibilit di piantumare fino a 50 essenze; pu essere usato in combinazione con ogni tipo di muro, sia allinterno che allesterno; le piante sono capaci di filtrare le sostanze tossiche presenti nellaria grazie alle foglie dalla superficie piuttosto ampia. Copijn garantisce il wonderwall e lassistenza alla crescita delle piante per dieci anni. Il muro verde risponde a tutte le normative antincendio olandesi. Costa da 350 a 450 euro per m2 ed disponibile a partire da superfici di almeno 200 m2.

1. stratificazione copertura, parte inclinata: - piante ed erba permanenti - substrato di terra e di ghiaia, sp. 150 mm - guaina impermeabilizzante, sp. 10 mm - isolamento di poliuretano espanso, sp. 150 mm - massetto di calcestruzzo con rete elettrosaldata, sp. 50 mm - trave di acciaio, h 200 mm - isolamento di poliuretano espanso, sp. 135 mm - controsoffitto di perline di alluminio

2. stratificazione copertura: - piante ed erba permanenti - substrato di terra, sp. 40 mm - guaina impermeabilizzante, sp. 10 mm - isolamento di poliuretano espanso, sp. 150 mm - massetto di calcestruzzo con rete elettrosaldata, sp. 50 mm - soletta di elementi prefabbricati di calcestruzzo - controsoffitto di perline di alluminio 3. trave di acciaio 4. stratificazione solaio area fitness:

piastrelle, sp. 10 mm massetto di calcestruzzo, sp. 70 mm barriera al vapore, sp. 5 mm pannello di lana di vetro, sp. 20 mm isolamento di polistirene espanso, sp. 60 mm barriera al vapore, sp. 5 mm massetto di calcestruzzo con rete elettrosaldata, sp. 50 mm soletta di elementi prefabbricati di calcestruzzo pannello di cartongesso controsoffitto di perline di alluminio

Sezione trasversale DD Scala 1:50

5. serramento chiuso con vetro stratificato, sp. 16 mm 6. stratificazione solaio interno piscina olimpionica: - piastrelle di pietra naturale, sp. 12 mm - sottofondo di malta cementizia, sp. 20 mm - soletta di calcestruzzo, sp. 225 mm - controsoffitto di pannelli di legno, sp. 25 mm 7. stratificazione muro esterno: - piante ed erba permanenti - sistema di irrigazione - rivestimento di tessuto sintetico, sp. 10 mm - lamiera grecata, sp. 50 mm - elemento di sostegno verticale di acciaio - lastra di chiusura di alluminio 8. stratificazione copertura: - piastrelle di calcestruzzo, sp. 12 mm, intervallate con erba e terra - guaina impermeabilizzante, sp. 10 mm - isolamento di poliuretano espanso, sp. 150 mm - massetto di calcestruzzo con rete elettrosaldata, sp. 50 mm - soletta di elementi prefabbricati di calcestruzzo - controsoffitto di perline di legno 9. parapetto e corrimano di acciaio 10. stratificazione muro esterno: - piante ed erba permanenti - sistema di irrigazione - rivestimento di tessuto sintetico, sp. 10 mm - lamiera grecata, sp. 50 mm - elemento di sostegno verticale di acciaio, h 180 mm - doppio strato di isolamento, sp. 60 mm - assito di legno, sp. 15 mm - trave reticolare di sostegno - assito di legno, sp. 15 mm - pannello a tenuta d'acqua - perlinatura di legno naturale

Rendering di studio dellinvolucro

[Luoghi del benessere]

16/07

53

Sezione del wonderwall in corrispondenza del nodo copertura-chiusura verticale Scala 1:10

1. stratificazione copertura: - piante ed erba permanenti - substrato di terra, sp. 150 mm - guaina impermeabilizzante, sp. 10 mm - isolamento di poliuretano espanso, sp. 150 mm - massetto di calcestruzzo con rete elettrosaldata, sp. 50 mm - trave di acciaio, h 200 mm - isolamento di poliuretano espanso, sp. 135 mm - controsoffitto di perline di alluminio 2. trave di bordo di acciaio, h 200 mm 3. trave di acciaio 4. stratificazione copertura, parte inclinata wonderwall: - piante ed erba permanenti - sistema di irrigazione - rivestimento di tessuto sintetico, sp. 10 mm - lamiera grecata, sp. 50 mm - elemento di sostegno verticale di acciaio - lastra di chiusura di alluminio 5. profilo di acciaio di protezione dall'acqua 6. strato di ghiaia, sp. 150 mm 7. stratificazione muro esterno wonderwall: - piante ed erba permanenti - sistema di irrigazione - rivestimento di tessuto sintetico, sp. 10 mm - lamiera grecata, sp. 50 mm - elemento di sostegno verticale di acciaio - doppio strato di isolamento, sp. 60 mm - assito di legno, sp. 15 mm - trave reticolare di sostegno degli elementi del wonderwall - assito di legno, sp. 15 mm - pannello a tenuta d'acqua - perlinatura di legno naturale 8. trave scatolare di acciaio, 180x180x3 mm 9. grondaia 10. cornice di protezione di acciaio 11. serramento chiuso con vetro stratificato, sp. 16 mm 12. sistema di drenaggio, profilo a "U" di acciaio con griglia di protezione con alette di acciaio 13. stratificazione chiusura verticale controterra: - calcestruzzo armato, sp. 250 mm - barriera al vapore, sp. 5 mm - isolamento di polistirene espanso, sp. 50 mm - guaina impermeabilizzante, sp. 10 mm - drenaggio 14. stratificazione solaio interno: - piastrelle di pietra naturale, sp. 12 mm - massetto di calcestruzzo, sp. 50 mm - soletta di calcestruzzo armato, sp. 225 mm - controsoffitto di pannelli di legno, sp. 25 mm

54

16/07

[Luoghi del benessere]

Vista da sud-ovest Sezione del wonderwall in corrispondenza del serramento Scala 1:10

[Luoghi del benessere]

16/07

55