Sei sulla pagina 1di 4

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO

(Artt. 71 e 73, comma 2 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267)

AI CITTADINI DEL COMUNE DI DELEBIO (SO)


La lista dei candidati al Consiglio Comunale e la collegata candidatura alla carica di Sindaco, contraddistinta dal simbolo su sfondo giallo contornato da un cerchio nero, unonda azzurra e bianca che attraversa obliquamente tutto il logo toccandone le due estremit. In primo piano la scritta in nero CAMBIARE DELEBIO: DIPENDE DA TE! Qui di seguito espongono il proprio programma amministrativo per il quinquennio di carica degli organi del comune: CAMBIARE DELEBIO: DIPENDE DA TE! Cambiamento e partecipazione DELEBIO NEL FUTURO Il gruppo nasce in continuit con l'attuale minoranza consigliare, con forze nuove, giovani e motivate, con lo sguardo rivolto al futuro. Senza un cambiamento deciso di rotta Delebio infatti destinato ad un inesorabile declino: le attivit economiche sono sempre pi in crisi, il tessuto sociale si sta disgregando ed i problemi dell'immigrazione e della sicurezza sono sempre pi sentiti. Serve pertanto un nuovo modo di amministrare, pi vicino alla gente ed alle reali esigenze quotidiane, con un confronto continuo, sereno e costruttivo, dal quale nessuno deve essere escluso.

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2014/2019


PARTECIPAZIONE Un nuovo modo di amministrare non pu trovare applicazione senza la reale partecipazione della popolazione: dialogo, comunicazione, approfondimenti e segnalazioni dovranno essere la costante dell'azione amministrativa: si utilizzeranno tutti i mezzi tecnologici a disposizione, i social network, le newsletter, e sistemi pi tradizionali quali commissioni consiliari e consultive, gruppi di lavoro, incontri periodici con la popolazione e con tutte le categorie economiche. Le politiche industriali e lo sviluppo urbanistico saranno fondati sull'accoglimento delle reali esigenze dei cittadini e degli operatori economici. Bisogner puntare alla "Burocrazia zero", con ogni mezzo a disposizione; l'amministrazione dovr essere vicina all'utente con regolamenti chiari, orientati al cittadino e con un servizio di consulenza continuo sulle tariffe ed imposte comunali. Dovr essere creata una commissione permanente per i rapporti con gli istituti scolastici, in modo da creare sinergie positive per la soluzione di tutte le problematiche esistenti: il paese non ha futuro senza adeguati investimenti nella scuola! BILANCIO La riduzione delle tasse ed imposte comunali e' prioritaria: l'Addizionale Comunale Irpef sar esentata per i redditi pi bassi e resa percentualmente progressiva come da prassi. Attualmente l'addizionale comunale Irpef allo 0,65% porta un'entrata per le casse comunali superiore ai 250.000 euro. La Tares verr sostituita dalla IUC (Imposta Unica Comunale); per le famiglie
1

numerose di cittadini delebiesi, saranno applicate detrazioni sulla IUC. Una riduzione del conferimento rifiuti con un minor costo di smaltimento pu portare a un adeguamento tariffario generale; ci possibile differenziando meglio, aumentando i controlli e favorendo l'installazione, in modo particolare nei condominii, di contenitori atti al conferimento dell'umido che si trasforma poi in compost. La raccolta e lo smaltimento rifiuti ha un costo annuo di circa 280.000 euro. Con la Tares si sono incassati circa 360.000 euro. L'amministrazione analizzer tutte le fattispecie per una verifica di equit sociale, intervenendo se del caso rimodulando le tariffe. Saranno attivati sistemi di controllo atti prevenire il conferimento dei rifiuti da fuori paese. E' compito e dovere del Comune deliberare e definire i valori venali commerciali dei terreni edificabili per il calcolo dell'IMU, valori comunicati dall'Agenzia delle Entrate di Morbegno a titolo indicativo. La nuova Casa di Riposo si porta in dote la rata di un mutuo trentennale pari a 282.000 annui, contratto con la Cassa Depositi e Prestiti per un importo di 4,5 milioni di . Una soluzione alternativa di gestione che la separi dal Comune sar indispensabile, ferma restando la massima tutela per i Dipendenti e la garanzia dei posti storicamente assegnati ai delebiesi. Sottraendo dal conto economico la rata del mutuo si liberano risorse senza sforare il Patto di Stabilit. La retta mensile per gli ospiti della RSA e' aumentata negli ultimi 5 anni di circa il 30%; Compito dell'Amministrazione sar quello di calmierare le rette per i residenti mantenendo ottimi servizi assistenziali. INFRASTRUTTURE, URBANISTICA, TUTELA E DIFESA DEL TERRITORIO Infrastrutture Diverse sono le proposte in ordine all'utilizzo della vecchia struttura della casa di riposo: la semplice alienazione per un intervento di carattere residenziale, stante l'attuale congiuntura economica, difficilmente ipotizzabile. In un'ottica di valorizzazione immobiliare, in collaborazione pubblico/privato e con l'intervento degli enti superiori, l'immobile pu essere destinato ad attivit economicamente rilevanti, con ampie ricadute occupazionali e di rivitalizzazione economica dell'intero paese. Realizzazione di un edificio polifunzionale, da adibire ad auditorium, sala convegni, ecc: impensabile che un paese come Delebio sia ancora privo di una struttura adeguata ad ospitare tale tipologia di eventi. Tutela e difesa del Territorio Lavori sul conoide del torrente Lesina (Torrazza): da anni sono disponibili 400.000 per realizzare il secondo lotto del progetto definitivo. E' interesse generale completare i lavori al pi presto e con il minor impatto ambientale possibile. La frana principale di Canargo e lo smottamento nei pressi del ponte del Dosso, da cui parte una visibile frattura che sale fino a Piazza Calda, sono un pericolo soprattutto se i due movimenti franosi dovessero collassare simultaneamente. Urgenti sono numerosi interventi di manutenzione diffusi sull'intero territorio comunale in primo luogo l'asfaltatura delle strade. Il completamento della pavimentazione della strada agro silvo pastorale viene in gran parte realizzato dai due Consorzi con materiale fornito dal Comune, cosi come la manutenzione ordinaria della stessa. Per quanto possibile sar privilegiato lutilizzo di risorse ed aziende del posto. Depurazione ed acquedotto Con il piano di risanamento delle acque, la Regione Lombardia ha messo a disposizione contributi per l'allestimento di un nuovo depuratore consortile e per il collettamento dei reflui al servizio di Delebio, Piantedo e Gera Lario. Si dovr ridare vigore a tale progetto che dovr essere definitivamente condotto a compimento.
2

L'approvvigionamento dell'acqua potabile viene garantito da sorgenti e da un pozzo freatico con buon margine di estrazione. La rete di distribuzione dell'acquedotto necessita di numerosi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, in alcuni tratti del paese vi sono ancora tubi in ferro degli anni 50 che andranno sostituiti. Urbanistica Lo sviluppo urbanistico dovr essere realmente adeguato a tutte le necessit emergenti. La via Stelvio dovr tornare ad essere l'asse principale di sviluppo del paese: saranno pertanto agevolati in ogni forma gli interventi di recupero degli edifici esistenti: tale prospettiva permetter la sostituzione degli attuali standard abitativi, evitando che si creino fenomeni di degrado urbano e sociale. Nello sviluppo del territorio si dovr portare la giusta attenzione sulla frazione di Tavani; bisogner agevolare principalmente il trasporto scolastico e valorizzare tutte le opportunit di sviluppo della frazione, mentre sar proposta listituzione del servizio PIEDIBUS per laccesso degli scolari alle scuole elementari dalle restanti zone del paese. Sar attivata una pianificazione di dettaglio per le aree industriali ed artigianali, con individuazione di strumenti agili, studiati in modo da soddisfare in brevissimo tempo le necessit degli operatori economici. Le tipologie di attivit insediabili dovranno essere individuate mediante la stretta collaborazione con le associazioni di categoria, per evitare inutili sprechi di suolo e garantire la risposta ai reali bisogni delle realt imprenditoriali, con conseguenti positive ricadute occupazionali. COMMERCIO, ATTIVITA' PRODUTTIVE, AGRICOLTURA La mancata previsione delle conseguenze generate dall'apertura della nuova SS38 ha portato inesorabilmente alla morte economica del paese; necessaria, pertanto, una immediata e decisa inversione di tendenza con investimento di risorse ed idee, ad evitare che Delebio diventi un paese dormitorio. I commercianti, gli artigiani e tutti gli operatori economici dovranno essere ascoltati e supportati, agevolando ogni azione e individuando nuove opportunit di fruizione di un territorio oggi diventato ancor pi attraente che nel passato. Dovranno essere avviati seri e lungimiranti progetti di rete con tutti i comuni limitrofi e con gli enti superiori, per la realizzazione di progetti di promozione e valorizzazione del territorio, in special modo quello montano, le cui potenzialit non sono ancora state minimamente considerate. Le opportunit turistiche derivanti dal Sentiero Valtellina, unitamente al rientro in possesso dell'area ex Colonia Fluviale ed alla ulteriore valorizzazione dell'area Stazione F.S. potranno portare grossi benefici; un coinvolgimento della RFI (Rete Ferroviaria Italiana) potr agevolare lo sviluppo del treno come modalit di fruizione e punto di accesso alla rete ciclabile. Una diffusa ricettivit, in aggiunta a quella gi esistente che potr beneficiare del rinnovamento e diversificazione della clientela, pu essere un'ottima opportunit di sviluppo economico ed occupazionale. Tutto ci potr esistere solamente con una stretta collaborazione tra ente pubblico e privati; la burocrazia comunale dovr essere ridotta al minimo, applicando tutte le opportunit normative e tecnologiche disponibili. SERVIZI SOCIALI Un'altra priorit da affrontare e' l'aiuto alle famiglie delebiesi in difficolt ed a quelle che orgogliosamente non si palesano. Per sostenerle serve e va creato un fondo Comunale speciale supportato dagli Enti sovracomunali con una commissione ad hoc. Assistenza a domicilio per anziani e ammalati indigenti con volontariato non infermieristico. Continuit nella collaborazione con le associazioni di volontariato che operano nel paese.

Saranno adottati tutti i provvedimenti volti alla prevenzione delle ludopatie, patologie legate al gioco dazzardo, in linea con la pi recente legislazione regionale. ISTRUZIONE CULTURA E SPORT Si gi detto della creazione di percorsi realmente partecipativi in ordine ai rapporti con gli istituti scolatici; si prevede di agevolare lavvicinamento dei bambini e dei ragazzi alla vita amministrativa, utilizzando strumenti quali il Consiglio Comunale dei Ragazzi. Saranno favoriti percorsi legati alla valorizzazione della cultura e delle tradizioni locali, corsi di formazione, promozione del volontariato e dellimpegno civico dei giovani. La nostra lista vuole per i nostri giovani un futuro migliore, da ottenere anche attraverso lo Sport e con la collaborazione delle associazioni, per creare eventi sportivi di livello adeguato alle potenzialit del nostro territorio, coinvolgendo tutte le realt locali ed in modo prioritario i giovani delebiesi. Si potr inoltre accedere, in stretta collaborazione con tutti i soggetti coinvolti, a progetti per la sistemazione e messa a norma di impianti sportivi attraverso lAIS (Associazione Impianti Sportivi facente capo a CONI Lombardia), sfruttando i contributi recentemente stanziati da CONI Lombardia. SICUREZZA E ORDINE PUBBLICO La sicurezza, e il conseguente benessere dei cittadini, uno degli obiettivi prioritari; alcune azioni concrete da intraprendere sono gi riportate negli altri paragrafi del programma. Il Sindaco, oltre che nell'ambito dei poteri conferigli dallauale normava, pu e deve farsi promotore di iniziative in stretto rapporto e collaborazione con tutte le altre istituzioni competenti, ad esempio la Prefettura e ogni Forza di Polizia, ed in primo luogo con la polizia locale cui deve assicurare adegua strumen di intervento. In materia di sicurezza, immigrazione e ordine pubblico il ruolo degli amministratori locali diventato sempre pi importante; quindi necessaria anche una puntuale verica delle disposizioni che disciplinano la materia del commercio, degli orari di apertura, cos come losservanza delle norme urbanische e sanitarie, una maggiore vigilanza da parte della Polizia municipale. Saranno posti in atto ulteriori interventi per prevenire situazioni di rischio o degrado urbano, come ad esempio il potenziamento dellilluminazione pubblica, innanzituo nei parchi e nei giardini, in prossimit della stazione ferroviaria e nei luoghi periferici particolarmente a rischio. AVANZO DI BILANCIO E consuetudine per il nostro gruppo riportare, in calce al programma, la situazione relativa allavanzo di bilancio dellultimo anno disponibile. Nel 2004 (Amministrazione Fosti) era pari ad 207.000; nel 2009 (amministrazione Bonacina) era pari ad 39.500. Attualmente lavanzo di bilancio degli ultimi 2 anni somma ad oltre 600.000,00, interamente bloccati sul conto della tesoreria unica statale. Sar nostro compito preciso evitare che situazioni del genere possano ripetersi, mediante unoculata programmazione delle entrate e delle spese, mentre sar molto difficile riuscire a sbloccare tali somme che avrebbero ben potuto rimanere nelle tasche dei delebiesi. Delebio, 25 aprile 2014 Il candidato Sindaco (Fabrizio Scinetti)