Sei sulla pagina 1di 46

20 marzo 2013 Corso di consolidamento degli edifici storici Prof.

Paolo Faccio

finita el tutto et di pittura et di stucco La Rustica, Giulio Romano a Mantova


Greta Bruschi

Cortile della Mostra o Cavallerizza

Rustica

A. Castello B. Corte Vecchia C. Corte Nuova D. Domus Nova

[] la testata finita del tutto et di pittura et di stucco et penso serra pi vistoso che quello de' Te, ancor che non li sia tanta fattura ha pi presentia. La loggia di sopra resta poco a finir de pittura, ma li stucchi mi tengono in drieto li cornisami et anco le figure in modo che fra un mese penso serr finita, ma serr una cosa bella et serria fatto pi []
ASMN, autografi, b.7, c.253 r.-v, 1538 giugno 13, Mantova. Giulio Romano a Federico II Gonzaga, Fabbriche di castello e Marmirolo.

Rustica, prospetto

[] Ma prima che la fabrica sia alta vostra excellentia harr tempo a co[nsi]derarla et in esso disegno ho notato con certe crocetto dov[e va] interrito, del che mi ha avisato messer Marcello in un desegno [quale] ho nel propio luoco mostrato a messer fattore e tanto si farr q[uanto] serr dato aviso. Ma bene l vero ch'io son de contrario pa[rere], parendomi pi comveniente interrire le loggie per respetto se si volessi fare quelli ruscelli e fontane quali serria difficile [a] correre sopra le volte perch stravinaria et pioveria sotto et di sopra non poterria correre. Ancora mi pareno le camere p[i] sciutte in volta che in terreno, perch se l'aqua cresce lo te[rreno] starr pi a sciugarse che le volte, et parmi che, se le vo[lte] siano distante un braccio solo da l'aqua, che non piglino humidit et [di] questo ho vista la prova in casa mia, perch le camere dove n[on] revolti non penso poterle mai pi abitare, et ancor son humidissime et lo mio studio, quale sopra al revolto, et un['altra] camera mai son stati numidi niente et pi l'aqua li stata un braccio e mezzo apresso, tuttavia si far quanto pare a la excellentia vostra[]
D. Ferrari, 1991,, op. cit., vol. II p. 810: 23 aprile 1539, Giulio Romano a Federico II Gonzaga, Fabbriche di castello e Marmirolo.

Sud_Rustica

Nord_Loggia dei Marmi

Ovest_Galleria della Mostra

Est_Galleria dei Mesi

Ritratto di Francesco III Gonzaga Attrb. Andreasino (1545 ca.)

Rustica, ambienti a piano terra Cfr. Giuliano da Sangallo, Settizonio, cod. Vat. Barb.4424 f30 part. Teatro di Marcello, cod. Vat. Barb.4424 f4 part.

Rustica, ambienti a piano terra

Foto di archivio e stato di fatto

Rustica, ambiente a piano terra sottostante la Sala delle quattro colonne

Pilastri in laterizio a piano terra

Sala delle quattro colonne

[] In questa mattina, che lo ultimo di septembre io son andato rivedendo le fabriche di Vostra Eccellenza e cos ritrovandomi nela mostra dil Castello visto mastro Copino principiare per longhezza dil muro di detta mostra, uno cavamento per far una gionta a detta muraglia per essere alquanto tortuosa, qual gionta venir ad essere di teste 4, et haver il fondamento molto caro talmente che si far una bona spesa, e forsi si bisogner palifichare per essere il luocho paludoso come io so, Vostra Eccellenza deve sapere, palificar dico et far bonissimo fondamento, perch la muraglia vecchia consolidata e stabile e perh non bisognia lassiar a dietro spesa o previsione che non si fatia, a ci che esso mur novo non possa calare perch altramente andrebbe in conquasso, si che per mio avviso, quanto pur piacesse a Vostra Eccellenza, si potria con assai minor spesa far pi honorata fabricha, come sarebe a disignare col carbone su la muralia vechia sopra scrita, lo ordine ala Rusticha quale a loro oposito di detta, et dove saranno designati gli pilastri, comintiare a inchiavarsi con pietre nel muro vechio, e cos far detti pilastri et archi in chiavati e sopra posti a esso muro vecchio, e perci detto mur novo non potr calare, et veniremo a far sentia fondatione et sparagneremo una buona spesa, e ancho fra l'uno pilastro e l'altro non vi ander spesa di muro novo perch il muro vecchio far lo ufitio dil mur che vi andarebe [...]. ASMN, fondo Gonzaga b.2559, 1556 settembre 30, Mantova. Bertani a Guglielmo Gonzaga, Fabbriche di castello e Marmirolo.

[] Non mancher di quanto Vostra Eccellenza me imposto [...] circa la fabricha di la Mostra.[...].
ASMN, fondo Gonzaga b.2559, 1556 ottobre 5, Mantova. Bertani a Guglielmo Gonzaga, Fabbriche di castello e Marmirolo.

Bernardino Facciotto, rilievo 1581 ca

Mantova, Biblioteca Mediateca Gino Baratta, Fondo: Consorzio Bonifica Sud Ovest, anni 1920-40

Mantova, Biblioteca Mediateca Gino Baratta, Fondo: Consorzio Bonifica Sud Ovest, anni 1920-40

1936-39 Interventi di Alfredo Barbacci

1951 Alluvione

Quivi dimorando (Mantova), non dopo molto tempo diede principio alla fabbrica ed al bel palazzo del T. fuor della porta di S. Sebastiano, la quale opera per non esservi pietre vive, fece di mattoni e di pietre cotte lavorate, con colonne, base, capitegli, cornici, porte e finestre con bellissime proporzioni e stravagante maniera di adornamenti di volte, spartimenti con ricetti, sale, camere et anticamere divinissime. Le quali non abitazioni di Mantova ma di Roma paiono, con bellissima forma di grandezza.
G. Vasari, Le vite.., Giulio Romano

S.Andrea, Mantova

palazzo Caprini

[] lavorato di mattoni di getto con casse, le colonne et le bozze di opera Dorica et rustica, cosa molto bella et invenzion nova del far le cose gettate []

palazzo Caffarelli

palazzo Massimo alle Colonne

Villa Madama

Villa Lante

palazzo Stati Maccarani

palazzo Te

Porta Giulia

Basilica di San Benedetto Po

Giuliano da Sangallo, Basilica Emilia

Giuliano da Sangallo, Crypta Balbi

Arena di Verona

Palazzo Te

Palazzo Te

Rustica

Architrave tripartito

Bugnato

Casa di Giulio Romano

Rustica

Palazzo Te

Pescherie

Porta Giulia

Rustica, dettagli del bugnato in laterizio intonacato

Bibliografia AA.VV, 1989, Giulio Romano, Milano B. ADORNI, 2012, Giulio Romano architetto. Gli anni mantovani, Milano A.BARBACCI, 1939, Il Cortile della Cavallerizza nel Palazzo Ducale di Mantova, in "Palladio", II B.BELLUZZI, 2002, L'architettura del primo Cinquecento a Mantova, in Storia dell architettura italiana. Il primo Cinquecento, a cura di A. Bruschi, Milano P. CARPEGGIANI, 1993, Il cortile della Mostra nel Palazzo Ducale di Mantova, in La fabbrica,, la critica, la storia. Scritti in onore di Carlo Perogalli, a cura di G. Colmuto Zanella, F. Conti, V. Hybsch, Milano C. COTTAFAVI, 1926, Il Palazzo Ducale. Mantova. Appartamento Estivale, in "Bollettino d'Arte", VI, 3 D. FERRARI, 1991, Giulio Romano. Repertorio di fonti documentarie, con introduzione di A.Belluzzi, 2 voll., Mantova. S. L'OCCASO, 2002, Palazzo Ducale di Mantova, Milano P. N. PAGLIARA, 1989b, La Rustica, in AA.VV, 1989, in AA.VV, 1989, Giulio Romano, Milano F.PASCOLUTTI, 2011, Alfredo Barbacci. Il soprintendente ed il restauratore. Un artefice della ricostruzione postbellica, Bologna

Tecniche costruttive

A. FORCELLINO, 1989, I rivestimenti superficiali nelle fabbriche di Giulio Romano, in AA.VV, 1989, Giulio Romano, Milano P.N. PAGLIARA, 2002, Materiali, tecniche e strutture in architetture del primo cinquecento, in Storia dell architettura italiana. Il primo Cinquecento, a cura di A. Bruschi, Milano P.N. PAGLIARA, 2008, Palladio e Giulio Romano: la trasmissione di tecniche costruttive che permettessero di lasciare da parte [] le superflue spese, in Palladio, 1508-2008 : il simposio del cinquecentenario (a cura di F. Barbieri [et al.]), Venezia M.PIANA, 2008, Il motivo costruttivo dellarchitrave tripartito in Andrea palladio: fonti e modelli, in Palladio, 1508-2008 : il simposio del cinquecentenario (a cura di F. Barbieri [et al.]), Venezia