Sei sulla pagina 1di 1

giovedì 29 ottobre 2009

SPORT 23

SERIE D I CORALLINI LASCIANO STRADA ANCHE AI PUGLIESI DELL’OSTUNI. LA CLASSIFICA SI FA IMBARAZZANTE

Turris, la crisi è sempre più nera


TURRIS 1 alto sulla traversa. Da qui in poi, nul- NEL DOPOGARA LA QUIETE PRIMA DELLA TEMPESTA
OSTUNI 2 la più. Al 25’ sfiora la rete De Palma,

TURRIS: Sorrentino 6, Melcarne


il cui tocco morbido viene sventato
da Pepe, mentre al 42’ fa centro
Longo: «Ora mi sento indegno»
5.5, Follera 5.5, Visciano 6 (1’ s.t. De
Luca 5), Noviello 5.5, Pepe 5.5,
Malagnino, che si fionda sul cross
dalla sinistra di Di Gennaro.
Gaglione: «Devo riflettere 48 ore»
D’Ambrosio 5 (20’ s.t. Bogliolo 5), Nella ripresa, prima il raddoppio di TORRE DEL GRECO. Vorrei cambiare tutto, ma chiaramente i tempi
Coppola 5.5, Vitale 5.5 (28’ s.t. De Palma (favorito da un’incursione non lo consentono. Vorrà dire che dovremo fare il possibile per
Baratto 6), D’Angelo 6, Russo 5.5. A lungo la destra), poi la rete corallina, contenere i danni fino a dicembre. Per me conta solo il bene della
disp.: Prete, Leccese, Farella, Gra- siglata da D’Angelo sugli sviluppi di Turris: tecnici e giocatori sono di passaggio, mentre questa maglia
nozi. All. Longo 5.5. un corner. L’illusione del pari giunge resta, ed è per questa maglia che bisogna ora mantenere tutta la
OSTUNI: Semprevivo 6.5, Giovan- al 34’, quando il gol di Russo (su lucidità necessaria per fare poi, a tempo debito, le scelte giuste. La
nico 6, Dall’Armi 6, Scarongella 6.5 punizione di Baratto), viene prima posizione di Longo? Non è questo il momento opportuno per
(42’ s.t. Andreozzi s.v.), Boscia 6 (29’ convalidata dall’arbitro e poi annul- parlarne, la rabbia è ora troppo cocente e con questo spirito non è
s.t. Matera 6), Trovato 6, Di Genna- lata su segnalazione del giudice di semplice valutare, soppesare ed agire con la dovuta oculatezza. Per il
ro 6, Marino 6 (19’ s.t. Mazzitelli 6), linea. Nel dopogara proprio Russo, momento voglio riservarmi ogni decisione, aspettiamo un paio di
De Palma 6.5, Malagnino 6, Candita che dal campo replica con un gesto giorni». Carico di rammarico, ma comunque categorico, il commento
6. A disp. Furone, Giugliano, Mic- ad un’accusa rivoltagli dagli spalti, del presidente Gaglione, che ha dunque glissato sulle domande
Emilio Longo. Dopo il ko di ieri la sua panchina è sempre più traballante
coli, Campora. All. Lombardo 6. tiene a chiarire la sua posizione. relative al tecnico, rinviando il tutto ai prossimi giorni. Quando poi la
ARBITRO: De Rubeis de L’Aquila «Riconosco d’aver sbagliato il discussione viene estesa proprio a lui, che si è inevitabilmente
6. di esser pronto ad assumersi tutte le iniziali di marca biancorossa: al 7’ va momento e probabilmente le moda- trovato nell’occhio del ciclone, Emilio Longo risponde così. «Mi sento
RETI: 42’ p.t. Malagnino, 18’ s.t. De proprie responsabilità. E dire che, al tiro Vitale, che a tu per tu con lità, ma con quel mio gesto non indegno in questo momento. In effetti serve una scossa e so che la
Palma, 31’ s.t. D’Angelo. per quanto non entusiasmanti sul l’estremo difensore ospite si vede intendevo mancare di rispetto ai società opererà tenendo a mente anzitutto il bene della Turris. Certe
NOTE: Ammoniti D’Angelo e Sca- piano del gioco, i primi 15 minuti di incredibilmente respinta la conclu- nostri tifosi, volevo solo dare del paz- scelte spettano solo alla proprietà. Se mi è balenata per la mente
rongella. gara sembravano attestare una Tur- sione. Ancora Vitale al 9’, con un tiro zo a chi, senza ragione, mi ha ripe- l’idea di rassegnare le dimissioni? Se anche fosse non lo anticiperei
ris piuttosto vivace, capace di dal limite che non crea comunque tutamente urlato che sarei già con le in sala stampa, nel senso che, nel rispetto delle gerarchie, affronterei
TORRE DEL GRECO. Sempre costruire un paio di nitide occasio- grosse insidie, ed al 14’, con un col- valige pronte. Non ci ho visto più. il discorso anzitutto con il presidente, col quale il rapporto resta
peggio. La Turris cade ancora al ni da gol; poi invece il nulla. po di testa (propiziato da uno spun- Accetto ogni critica, ma non sono un comunque estremamente sereno». Quanto al cammino che si
Liguori, ne prende due anche dal- Contro i pugliesi confermata la dife- to di Russo) che finisce preda del mercenario. Tengo a chiarire una prospetta ora al gruppo, il tecnico non ha dubbi. «È stato bello, nella
l’Ostuni e si ritrova ora a fare i conti sa schierata in quel di Ischia, con portiere. Di poco fuori, al 20’, la con- volta per tutte la questione: la Turris fase iniziale del campionato, pensare che questa squadra potesse
con una classifica sempre più defi- Pepe e Noviello centrali, Melcarne e clusione di Russo (in combinazione mi ha cercato quando molti mi ave- lottare per qualcosa di ambizioso, ma ora siamo dentro fino al collo
citaria. Si è dunque levata forte, al tri- Follera esterni, mentre a metà cam- con Vitale), cui segue la traversa di vano snobbato ed io da Torre del nella lotta per la salvezza e dobbiamo dunque tirar fuori tutta la
plice fischio del direttore di gara, la po finisce fuori Granozi per lasciar Candita del minuto 22’. Su ribalta- Greco non mi muovo, cascasse il cattiveria necessaria per metterci al riparo. Solo calandoci in questa
contestazione del pubblico corallino: spazio a D’Ambrosio. In avanti, in mento, ghiotta occasione per Vitale: mondo, a meno che non sia il presi- dimensione, solo acquisendo questa mentalità, si potrà trovare la
nel bersaglio soprattutto lui, Emilio coppia con Vitale, il rientrante Giu- Semprevivo ne respinge la conclu- dente a dirmi che non rientro più nei forza per tirarsi fuori dalle sabbie mobili della bassa classifica».
Longo, che nel dopogara ribadirà poi lio Russo. Si diceva delle occasioni sione, con D’Ambrosio che spara poi piani». Raffaella Ascione rafasc

ECCELLENZA IL NUOVO TECNICO DELL’ERCOLANESE HA DIRETTO IERI IL SUO PRIMO ALLENAMENTO

Agovino è già al lavoro: «Le prime sensazioni sono positive»


ERCOLANO. Non si può dire che ni ed un ritorno in tutta fretta negli sazioni: «Sono molto soddisfatto di nico - per avermi assecondato nel- disposizone: «Chiaramente qual-
non ami le sfide, Mauro Agovino. Il ultimi mesi di campionato, per sal- questo primo giorno di lavoro - ha le mie richieste; con me c’è il mio siasi discorso non solo sui nomi di
suo ritorno ad Ercolano è da vede- vare i vesuviani. Obiettivo piena- detto infatti Agovino - Sono con- staff abituale, con Ciro Langella eventuali acquisti, ma anche sui
re proprio in quest’ottica. mente centrato, che lanciò in qual- vinto che questa squadra abbia in come preparatore atletico. Chiara- ruoli da coprire è prematuro; i pri-
Della formazione granata Agovino che modo Agovino verso traguardi sé qualità ancora inespresse; i gio- mente si è parlato anche di even- mi allenamenti mi serviranno per
è stato un simbolo in campo, con la più ambiziosi. vani sono di qualità e con qualche tuali ritocchi all’organico, ed anche fare le mie valutazioni, dopodiché
fascia da capitano a testimoniarne Ora Agovino si rimette in gioco con innesto sono certo che potremo in questo caso la società mi ha potremo analizzare dove ed in che
il ruolo guida; poi da allenatore si è un’Ercolanese che ancora non ha cambiare presto la nostra classifi- garantito che, se lo ritenessi oppor- modo intervenire. Per ora bisogna
reso protagonista di una stagione messo in campo il suo vero poten- ca». Agovino non arriva da solo ad tuno, potremmo prendere qualcu- soltanto mettersi sotto e lavorare».
particolarissima, con una prima ziale. Ieri il nuovo allenatore gra- Ercolano; con lui ci sono i suoi col- no». Di più, in proposito, Agovino C’è una piazza intera che non
parte di stagione molto buona, un nata ha diretto il suo primo allena- laboratori più fidati: «Devo ringra- non dice; preferisce prima valuta- aspetta altro, fiduciosa nel suo vec-
calo culminato nelle sue dimissio- mento, avendo subito ottime sen- ziare la società - dice infatti il tec- re sul campo gli uomini a sua chio capitano.

MONTE DI PROCIDA IL TRAINER: «IN QUESTA CATEGORIA REGNA L’EQUILIBRIO, I PARTICOLARI SONO DECISIVI»

Astone: «Col Quarto serve la cattiveria vista al “Piccirillo”»


MONTE DI PROCIDA. La terza così - sono le prime parole dell’alle- - riprende Astone - contro Giugliano non è stato solo un episodio, ma l’unico traguardo o si può spingersi
sconfitta consecutiva, dieci giorni fa natore flegreo - ci sono dei momen- e Volla in alcuni momenti della gara l’inizio di una nuova fase». A misu- oltre? Astone non fa proclami: «Io
sul campo della Virtus Volla, qualche ti in cui sembra che vada tutto bene, pensavo che avremmo vinto, invece rare le nuove ambizioni dei monte- sono un ottimista per natura, per cui
scricchiolio in casa Monte di Proci- altri in cui, malgrado gli sforzi, va tut- abbiamo perso addirittura; contro il si sarà il Quarto, nel derby flegreo. sono convinto che possiamo far
da lo aveva provocato. Con queste to storto. Non voglio certo dire che Gladiator invece siamo stati favori- «Un derby poco sentito a dire il vero bene, ma in questa categoria gli
premesse la gara di Santa Maria sia la fortuna a fare la differenza, ma ti dalle loro espulsioni, ma è vero - sentenzia Astone - anche perché under sono fondamentali e noi per
Capua Vetere, domenica scorsa, era in un campionato come il nostro, anche che domenica eravamo con- noi siamo al nostro secondo anno diversi motivi li abbiamo cambiati;
diventata per i flegrei la partita da decisamente equilibrato, gli episodi centratissimi ad abbiamo commes- nella categoria. In ogni caso quella per cui per ora siamo in regime di
non fallire. La risposta dei biancaz- sono determinanti». E gli episodi, so molti errori in meno». Ora però col Quarto è una gara importantis- “lavori in corso”. Con queste pre-
zurri è stata clamorosa, con un suc- che contro Giugliano e Volla aveva- bisogna dare continuità al successo sima per noi; per fortuna ci arrivo con messe per ora guardo solo alla sal-
cesso netto quanto imprevisto, che no finito per penalizzare il Monte, di domenica: «È la nostra nuova sfi- l’organico pressocché completo». vezza, poi eventualmente provere-
ha fatto tornare il sorriso a Pio Asto- contro il Gladiator hanno sorriso a da - conferma il tecnico - Dobbiamo Ma qual è il ruolo del Monte di Pro- mo ad alzare il tiro».
ne, tecnico dei montesi. «Il calcio è Vattucci e compagni: «Sicuramente dimostrare che quello di domenica cida in questo torneo? La salvezza è Gennaro Iorio

DOPO UN AVVIO NERO IL NOLA È TORNATO A FAR PAURA 2ª CATEGORIA ALLA PRIMA GIORNATA SPICCA IL DERBY DI CASTELLAMMARE
La “ricetta” di Carotenuto:
«Continuiamo a lavorare» Diramati i calendari, nel week-end si parte
NOLA. C’è voluto un mese per euforia. «Stiamo attraversando NAPOLI. Nella mattinata di ieri Castellammare fra Cral Fincantie-
vedere i primi risultati; un un ottimo periodo - dice infatti sono stati resi noti i calendari del ri ed Atletico Juventude, oltre a 2ª CATEGORIA Gir B 2ª CATEGORIA Gir I
periodo di tempo neanche tanto Carotenuto, che domenica ha campionato di Seconda Categoria, Leopardi Calcio-Piano Pizzeria PRIMA GIORNATA LE SQUADRE
lungo, ma che in una piazza messo a segno una doppietta dei quali qui a fianco pubblichiamo Lucia e Lettere-Meta; infine, per il
BOYS QUARTO-VIRTUS FRIGNANO ATL. S. LORENZO-CIRGOMME
come Nola, che da troppi anni contro la Boschese - ma non la prima giornata. girone N, Pro Abatese-Real Mar-
CASALE PROMOTION-CASALNUOVO CHIAIANO-R. SALETTE TERTULLIANO
non raggiunge traguardi dobbiamo esaltarci, sappiamo I gironi in tutto sono 19, uno in più chesa e Juventude Boscoreale-
OLYMPOS-BOYS MELITO FIPARO-BOYS RISORGIMENTO
importanti, è costato un mare di che c’è ancora da lavorare. Del rispetto al recente passato, con 13 Futuransa Nocera.
R.CANCELLO ARNONE-J.MONDRAGONE GENESI-MIANO
polemiche ed il posto in resto eravamo consapevoli o 14 squadre per ciascuno di essi. Ricordiamo che il primo turno del SAN BIAGIO ARZANO-TEVEROLA PIEDIGROTTA-S. PIETRO NAPOLI
panchina a Santaniello. anche prima che, lavorando I raggruppamenti che interessano campionato si giocherà già nel VOLLESE-FIVE S.VILLA DI BRIANO RIN. BARRESE-CAST. DI CISTERNA
Da quattro partite a questa seriamente, saremmo le formazioni della provincia di prossimo fine settimana (31 otto- Riposa: HINTERLAND Riposa: ATLETICO STABIA 2008
parte, però, il vento è cresciuti». Napoli sono invece cinque (B, I, L, bre-1 novembre),
decisamente cambiato nella Poi Carotenuto ne approfitta M, N). Nella prima giornata gli
città di Giordano Bruno. I per fare una dedica speciale: incontri più interessanti sono i 2ª CATEGORIA Gir L 2ª CATEGORIA Gir M 2ª CATEGORIA Gir N
quattro successi di fila hanno «La doppietta di domenica - seguenti: per il gruppo B Olympos-
ridato entusiasmo alla truppa conclude il bomber bianconero - Boys Melito e San Biagio Arzano- LE SQUADRE LE SQUADRE LE SQUADRE
bianconera, che ora guarda ai è per i nostri tifosi ma Teverola; per il girone I Genesi- MADONNA DELLʼARCO-CASAMARCIANO LEOPARDI CALCIO-P. PIZZERIA LUCIA BOSCHESE-CALIGO NOCERA
cinque punti di distacco dalla soprattutto per il nostro Miano, Piedigrotta-San Pietro REAL NOLA-BRUSCIANESE CLUB AZZ. CAPRESE-BOYS CAMPANIA EPISCOPIO 2008-VIRTUS S. ANTONIO AB.
capolista Libertas Stabia come capitano Imparato che la Napoli e Rinascita Barrese-Caste- REAL STRIANO-SASSO CRAL FINC. STABIA-ATL. JUV. STABIA FERROVIA C. SCAFATI-MOLINA CALCIO
ad un divario colmabile. settimana scorsa ha perso il lo di Cisterna; per il girone L Real ROCCARAINOLA-RIN. MARZANESE EVERG. S. AGNELLO-SP. GRIFO CAMPANIA JUV. BOSCOREALE-FUTURANSA NOCERA
Guai, però, a sentirsi arrivati; papà. La nostra prestazione di Nola-Bruscianese Club Azzurro e S. PAOLO BOYS-R. S. GENNARO LETTERE-META PIANETA SPORT-CASATORI CALCIO
così i ragazzi di Ciccio Tudisco domenica è tutta per lui». Madonna dell’Arco-Casamarcia- S. RIONALE TRIESTE-VISCIANO FIESTA MILLENNIUM BELLAVISTA-STABIA FRIENDS PRO ABATESE-REAL MARCHESA
cercano di evitare eccessi di Annalisa Granata no; per il gruppo M il derby di Riposa: CARBONARA Riposa: REAL TORRE Riposa: SAN CIRO CRUSADERS