Sei sulla pagina 1di 1

Full news header: ZCZC AGENPARL0251 4 POL /R01 /ITA Source: AGENPARL Printed: 16:58 09 Apr 2014

FECONDAZIONE: GIGLI (PI), GIUSTO RICHIAMO MINISTRO LORENZIN PARLAMENTO INTERVENGA

CON URGENZA

(AGENPARL) -Roma, 9 APR - "La sentenza della Corte Costituzio nale che ha fatto cadere il divieto di fecondazione eterologa e quelle con le quali sono state assolte le coppie che all'estero avevano fatto ricorso all'utero in affitto hanno aperto un grave vuoto normativo. In nome di un presunto diritto ad avere bambini ed estendendo pericolosamente il principio di autodeterminazione, si rischia ora il ritorno al far west della procreazione che esisteva prima del 2004. Come richiamato dal Ministro Lorenzin, occorre che il Parlamento intervenga con urgenza per garantire l'anonimato dei donatori, per normare il diritto del bambino a conoscere i propri genitori biologici, per precisare i doveri di questi ultimi nei confronti del loro figlio biologico". Lo dichiara in una nota il deputato dei Popolari Per l'Italia Gian Luigi Gigli, componente della commissione Affari sociali della Camera. "Sarnecessario anche regolamentare il mercato dei gameti - sottolinea Gigli - per evitare che la donazione possa avvenire dietro compenso, portando allo sfruttamento di donne donatrici per motivi di bisogno. Il Parlamento perconsapevole di poter intervenire solo a sovranitlimitata, visto che stato possibile vanificare a colpi di sentenze la volontespressa dal legislatore nel 2004. Il desiderio di un figlio non putrasformarsi in una pretesa. Invece di aprire nuovi spazi per la medicina dei desideri sarebbe molto meglio trovare gli strumenti per allargare e velocizzare le adozioni". com/mgl 091446 APR 14

NNNN
Received by way of Telpress NewsReader at: 16:51 (GMT+1) in date: 09/04/2014