Sei sulla pagina 1di 14

3.

PUNTEGGIATURA
bibliografia specifica (vedi file bibliografia), e spunti utili in Serianni Lora di italiano e Prima lezione di grammatica 1. 2. 3. . ". &. Generalit punteggiatura in prospettiva didattica Indicazioni singoli segni Usi innovativi nuove tecnologie !rrori #unteggiatura nelle gra$$atic%e Spunti e proposte didattic%e la punteggiatura nel curricolo verticale 1. Generalit punteggiatura in prospettiva didattica cenerentola dell'insegna$ento linguistico( poc%issi$o trattata dalle gra$$atic%e, pi) dai $anuali nor$ativi e dai $anuali di scrittura (co$un*ue in $odo insufficiente), con diffusa indicazione di soggettivit nell'uso, c%e deter$ina una trattazione troppo scarsa e poco organica. +ollocata *uasi se$pre nel capitolo sulla fonetica, nelle gra$$. pi) recenti nella testualit, i$plicazione sintattica e testuale, poc%issi$o curata nella scuola e nell,insegna$ento dell,italiano in genere. -ssente in .enzi. linee di analisi teorica( riflesso del parlato (pause/segni di interpunzione) o $ezzo specifico della scrittura. 0a pri$a, do$inante in alcuni studi, 1 $olto discussa( carente il pri$o approccio co$e esclusivo. 2ecessit di conte$perare le due prospettive importanza semantica e sintattica +a$bio significato per uso virgola, differenza tra Rinaldo affronta il cavaliere senza armatura e Rinaldo affronta il cavaliere, senza armatura), testuale stilistica ed espressiva legata all,enfatizzazione ho letto un libro, interessante. !erianni (seguito da Serafini) distingue funzioni( segmentatrice seg$enta un testo distanziando co$ponenti di esso( frasi c%e ca$biano significato a seconda dell,interpunzione, es. Serafini Gli alunni della III ! c%e %anno saltato la lezione dovranno recuperarla Gli alunni della III !, c%e %anno saltato la lezione dovranno recuperarla anc%e apertura3c%iusura discorso diretto sintattica (segni i. esplicitano rapporto sintattico, es. due punti subordinanti) emotivo"intonativa (prevalente$ente punto escla$ativo, interrogativo, puntini)
1

metalinguistica o di co$$ento (parentesi esplicative, ecc.) Si pu4 aggiungere enunciativa (testuale3prag$atica, te$a5re$a, es. 67ini, non pu4 aver ca$biato idea, 1 una persona della *uale %o piena fiducia8 9e Gennaro %a ricevuto il terzo rapporto, sugli scontri di piazza. 7rena adesso, #alazzo +%igi. :...; 6!' tutto $eno c%e eversivo, il progetto su cui stia$o ragionando in *ueste ore8 dove ad essere enfatizzato 1 il soggetto posposto, c%e, se separato dalla virgola, %a valore te$atico). !a#atini Siste$a e testo sez.2, cap.33, insiste sulle i$plicazioni testuali. <edi $ornara distingue( prosodica, intonazionale% logico"sintattica% testuale -ltri studiosi (p.es. Sc%er$a) individuano una classificazione legger$ente diversa 3nessun segno di p. svolge tutte le funzioni, $a pu4 svolgere pi) di una funzione nella didattica& essenziale sottolineare c%e 1 precipua della scrittura, non %a funzione di riflettere il parlato diversa nella scrittura prag$atica e in *uella creativa5letteraria( relazione tra tipo di testo(classificazione Sabatini testi poco3$olto vincolanti) e punteggiatura (pi) rigida in *uelli pi) vincolanti( testi scientifici, legislativi( otti$o uso interpuntorio nella +ostituzione) funzione sintattica e testuale insie$e notevole possibilit di variarne l,uso, al di l di poc%e regole fisse, specie in letteratura esigenze stilistic%e forte incertezza nell'uso co$une e scolastico, 's$arri$ento interpuntorio' anc%e e soprattutto collegato con la scarsa padronanza della sintassi ($a non solo)= anc%e nella pratica scolastica le correzioni dell'insegnante sulla punteggiatura vanno *uasi se$pre con una correzione dell'errata strutturazione sintattico3testuale. Uso attuale condizionato dall,espressivit e dall,influsso del parlato e dalla scrittura digitale. #u4 esserci scarsa utilizzazione, soprattutto dei segni $eno fa$iliari co$e p.evirg. e due punti, oppure eccesso, in una fra$$entazione sintattica esagerata o in una tendenza ad enfatizzare e *uindi ad isolare ele$enti c%e non dovrebbero esserlo ($a soprattutto con la virgola). '. Indicazioni singoli segni e tendenze nell(uso )IRG*+A

3soggettivit di i$piego, variabile scarsit o abbondanza, presenza o assenza( $a uso troppo scarso pu4 causare a$biguit, uso eccessivo crea fra$$entazione, uso indiscri$inato i$pedisce lega$i logici e sintattici <- >!SS-( all'interno di un #.?#?SI@I?2!( a separare gli ele$enti di una lista priva di congiunzioni, es. ho comperato patate, zucchine, pane, pasta a separare un co$ple$ento esteso dagli altri ele$enti, es. durante la scorsa caldissima estate, sono stata in montagna (uso facoltativo, variabile da caso a caso) opportuna, *uando non necessaria, con incisi (Luigi, se vuole, pu venire domani), in presenza di connettivi dal particolare valore oppositivo o testuale( per, infatti, tuttavia, es. Tutti, infatti, lo stimavano; Tuttavia, non credo che tu abbia ragione; Tu sei brava, per non hai sempre ragione all'interno di un #!.I?9?( tra due proposizioni coordinate introdotte da congiunzioni co$e ma, o, es. mangia moltissimo, ma non ingrassa; vieni a casa con noi, o resti fuori? (l'uso della virgola in *uesti casi, co$un*ue, non 1 tassativo) 9avanti ad e general$ente non si $ette, $a non c'1 una regola vincolante, es. faccio la spesa e te la porto, $a anc%e vado a dormire presto, e spero di riposare tranquillo (dipende anc%e dalla lung%ezza del periodo) tra due o pi) proposizioni coordinate senza congiunzioni (asindeto), es. !n questo periodo la mia vita " molto monotona# al ritorno dal lavoro studio per tre ore, vado a fare una passeggiata, ceno, vado a dormire tra una subordinata c%e precede la principale, e la principale stessa, es. $uando dormo male, mi sento stanco per tutta la giornata a separare un subordinata posposta, c%e abbia forte autono$ia rispetto alla principale, es. %err a trovarti, nonostante tu dica di non desiderarlo 2?2 <- >!SS-( tra soggetto e predicato, es. un centro urbano, gode di maggiore prestigio linguistico tra predicato e co$ple$ento oggetto, es. abbiamo trascritto, il risultato delle registrazioni >a *uando il soggetto o l'oggetto sono enfatizzati e collocati un una posizione diversa da *uella nor$ale, si pu4 $ettere la virgola( es. " stato bravo, &arlo, a venire; il treno delle ', lo prendo tutte le mattine . Si tende, per enfasi, a $ettere la virgola dopo il soggetto, per isolarlo enfatizzandolo, soprattutto se ci sono ele$enti frapposti tra soggetto e predicato (ese$pi tratti da te$i del biennio( il timore che possa accadere qualcosa di veramente grave, ci spaventa; ! problemi che assillano la mente di noi ragazzi, sono per lo pi( di tipo familiare) (
3

*uesto non va fatto nella scrittura referenziale, $entre in *uella letteraria l'uso 1 $olto pi) libero (es. >anzoni La gente che si trovavan vicino a loro, si contentavano di guardargli in viso, +alvino *a l+eroe di questo racconto di ,af-a, non sembra dotato di poteri sciamanici n. stregoneschi) pri$a di proposizioni oggettive ho detto che sarei venuto= tra il che introduttore di proposizione e la prop. c%e ne dipende( va ricordato che, sono tratti vitali ($a +alvino ora io credo che nell+uno come nell+altro caso, la somma di due linguaggi che sono interamente veri, non riesce a costituire un linguaggio vero) In presenza di relative, bisogna fare attenzione al significato e al valore della relativa( la virgola tendenzial$ente si $ette con le appositive ($a pu4 anc%e non esserci), non si $ette $ai pri$a delle restrittive. 9ifferenza tra vado a trovare i cugini che sono a *antova e vado a trovare i cugini, che sono a *antova ( nella pri$a, c%e 1 una relativa li$itativa o restrittiva o deter$inativa, ci si riferisce a *uei cugini, tra tutti, c%e sono a >antova, $entre nella seconda, appositiva, si intende c%e tutti i cugini sono a >antova. Il principio c%e deter$ina l'uso della virgola nei due diversi tipi di relative si %a anc%e per altri ele$enti del discorso( la virgola deve essere $essa pri$a di un ele$ento appositivo e non pri$a di un ele$ento deter$inante per il senso della frase( ho letto un libro di &amilleri, il noto scrittore siciliano; dammi il libro con la copertina rossa PUNT* E )IRG*+A +ostituisce uno stacco $aggiore della virgola, sia all'interno della proposizione, sia, con uso pi) a$pio, all'interno del periodo, *ui spesso essendo interca$biabile con i due punti. 0'uso attuale tende a sostituire il punto e virgola con la virgola. SI US-( per separare ter$ini di un elenco se lung%i o co$plessi o se contengono al loro interno altra punteggiatura, in *uesti casi in genere l'elenco 1 introdotto dai due punti, es. /o visto molti oggetti tipici al mercato di Lu0or# spezie, coloratissime e di tutti i tipi; tuniche, per donna, per uomo e per bambini; profumi ed essenze; oggetti di artigianato diversi per separare proposizioni, es. 1ono andato a casa per accogliere gli amici; ho preparato tutto per l+aperitivo, mettendo sulla tavola bottiglie e salatini; ho chiuso il cane in cucina; finalmente tutto era pronto quando loro sono arrivati, invece, con la virgola, 1ono andata a casa, ho preparato la cena, ho aspettato che arrivasse mio marito.

,UE PUNTI 0a funzione pri$aria dei due punti 1 *uella di introdurre ele$enti infor$ativi ed esplicativi in aggiunta o precisazione a *uanto detto nella parte precedente della proposizione o del periodo. nella proposizione( ho comperato alcune cose per la cena# verdure da cucinare alla griglia, formaggi, pane, birra I due punti sono da evitare per introdurre elenc%i diretta$ente legati al verbo. !s. 2li esperti hanno esaminato# questioni economiche, problemi politici, difficolt3 giuridiche nel periodo( !l re diede il solito comando# entr la guardia che port via il prigioniero Spesso nel periodo i due punti stanno al posto di una congiunzione coordinante o subordinante. !s. 4on mi sento di fare il viaggio# andrai da solo :*uindi;= $uel romanzo ha avuto molto successo# " scritto bene, la trama " molto avvincente :perc%A;. I due punti %anno anc%e la funzione di introdurre il discorso diretto. !s. *aria disse# 54on credevo che saresti venuto5 PUNT* $ER-* .appresenta l'interruzione $assi$a all'interno del periodo. 2otia$o nell'italiano di oggi la tendenza ad abusarne, in una sintassi spezzata, $onoproposizionale, es. 1ono andato al mare /o ritrovato i miei amici *ancavano due ragazze &i siamo raccontati come abbiamo passato l+anno Soprattutto nella scrittura giornalistica, si tende spesso a separare con il punto fer$o una subordinata dalla principale, es. 6+ arrivato il primo ministro belga !l quale ha incontrato il Presidente della Repubblica, per parlare del problema del prezzo della benzina oppure Le due donne si conoscevano bene 7nche se non si si erano mai viste 2ecessario i$parare a distinguere e usare il punto senza a capo e il punto seguito dall,a capo. PUNT* E!.+A-ATI)* E INTERR*GATI)* +onsiderati '$arc%e dell'intonazione'. Sono i segni c%e danno $eno difficolt nell'uso PUNTINI ,I !*!PEN!I*NE 9evono essere se$pre tre. indicano una sospensione di varia natura nel discorso, special$ente nella scrittura letteraria e creativa 8&io" 9 rispose, con voce tremolante, :on 7bbondio indicano un ca$bio di progettazione, es. mia sorella tu sai che cosa " successo?
5

indicano l'o$issione di una parte del testo c%e si cita, inseriti nelle parentesi *uadre all'interno del periodo, o tonde alla fine, es. *olto bello il discorso di 7gnese# 8!o sono venuta al mondo prima di voi; e il mondo lo conosco un poco ; < =asta, cercate di quel dottore, alto, asciutto, pelato, col naso rosso, e una voglia di lampone sulla guancia9; *olto bello il discorso di 7gnese, che comincia cos># 8!o sono venuta al mondo prima di voi; e il mondo lo conosco un poco ? )9

3. Usi innovativi per nuove tecnologie generale tendenza all,espressivit per $i$esi oralit, e confusione tipi di testo (influenza diario, lettere, s$s, e$ail) au$ento puntini, punto escla$ativo (anc%e narrativa) cu$ulo BC (forse non nei te$i) virgolette $etalinguistic%e e$oticons cancelletto5%as%tag

/. errori $olti ese$pi utili in .uggiano D 3 virgola al posto del punto virgola tra sogg e predicato virgola per separare il predicato da argo$enti non dotati da spiccata autono$ia infor$ativa uso abnor$e della virgola puntini di sospensione DD3( enfatici di indeter$inazione al posto di virgola o punto

0. punteggiatura nelle grammatic1e collocazione della punteggiatura nel $anuale (connessione con sintassi, scrittura, testualit) spazio dedicato in nu$ero di pagine riferi$ento alle diverse funzioni (e *uali) uso differenziato a seconda dei tipi di testo tipologia esercizi >-.+!00? S!2SI2I E0,italiano di tuttiF, >ondadori 2GGH 0a punteggiatura 1 collocata nel *uinto paragrafo dell,unit sulla fonologia, il penulti$o pri$a dell,uso delle $aiuscole. 0a trattazione 1 lunga tre pagine e $ezzo. Gli esercizi relativi sono prevalente$ente di due tipologie, inseri$ento e correzione. +e ne sono anc%e un paio sugli effetti se$antici del diverso uso della punteggiatura. 2on viene fatto riferi$ento al diverso uso della punteggiatura a seconda delle diverse funzioni della lingua. 2on si fa cenno all,uso differenziato nei diversi tipi di testo. @ordan, :etto e fatto 0a parte relativa alla punteggiatura occupa le pagine "H3& del capitolo " (E0,intonazione e la punteggiaturaF) della seconda parte del volu$e (E0,ortografiaF). <ale la pena ricordare c%e @ordan 1 fra i poc%i a dividere in $aniera pi) netta fonologia e ortografia nella strutturazione della sua gra$$atica. 0,uda 1 suddivisa in tre paragrafi, c%e c%iariscono in $aniera interessante l,i$postazione adottata( 1) l,i$portanza dell,intonazione e delle pause *uando parlia$o= 2) l,i$portanza della punteggiatura *uando scrivia$o= 3) i segni di punteggiatura o di interpunzione In particolare ci pare i$portante sottolineare positiva$ente la rilevanza data alla distinzione tra lingua parlata e scritta, tanto pi) c%e *uesta osservazione $anca nelle altre gra$$atic%e prese in esa$e. 9,altra parte per4 l,i$postazione teorica del concetto di punteggiatura 1 piuttosto discutibile. Infatti @ancan la presenta cosI( E0a punteggiatura J 1 $olto i$portante perc%A serve a riprodurre grafica$ente nella lingua scritta le pause, le interruzioni, gli stati d,ani$o e tutti *uegli ele$enti espressivi c%e nella lingua parlata sono dati dall,intonazioneF. +i pare evidente un,eccessiva, se non esclusiva, rilevanza data alla funzione espressiva della punteggiatura a scapito di *uella logico3sintattica.

0a presentazione dei segni di interpunzione 1 acco$pagnata da un,analisi dei vari usi e dai relativi ese$pi. In particolare vengono $esse in risalto alcune regole nell,uso della virgola. #er *uanto riguarda gli esercizi, sono presenti due verific%e for$ative( una segue i pri$i due paragrafi ed 1 incentrata sull,i$portanza dell,intonazione e della punteggiatura nella lingua orale e scritta (e *ui trovia$o esercizi sull,intonazione, sull,intenzione co$unicativa e sullo sposta$ento di posizione di virgole e punti (e conseguente $odifica di significato della frase)= l,altra invece viene dopo l,elenco dei segni di punteggiatura e contiene esercizi di collocazione e inseri$ento (del punto, della virgola e di alcuni altri segni) e di riconosci$ento e correzione dell,errore. Karilli, +avalli, +orradini, :ire, fare @ grammatica, >ursia Scuola 0,unit dedicata alla punteggiatura 1 la 1.13 e si trova all,interno del capitolo 1 del $anuale, capitolo intitolato E0a fonologia e l,ortografiaF. ?ccupa *uattro pagine, due di spiegazione teorica (pagine 3&33H) e due di esercizi (pagine 3D33L). 2ell,indicare gli scopi e le funzioni dei segni di interpunzione, non vengono distinte le loro due funzioni principali, *uella logico3sintattica e *uella di riflessione delle pause del parlato, $a si sottolinea esclusiva$ente la seconda funzione, secondaria, di riflessione delle pause del parlato e delle intonazioni espressive. <engono *uindi elencati i segni di interpunzione e indicato il loro uso, con ese$pi tratti dal parlato (non letterari). Gli esercizi consistono, per lo pi), in co$pleta$enti di brevi frasi o di brani pi) lung%i e co$plessi con segni di interpunzione distinti di volta in volta o $isti e nella correzione di segni di interpunzione usati scorretta$ente. I li$iti della trattazione ci se$brano essere l,eccessiva sinteticit e l,assenza dell,indicazione della funzione pri$aria della punteggiatura. #ittano, Gerosa, Ana per tutte, Kruno >ondadori. +ollocazione in appendice. Spazio dedicato( pp. 0a definizione del ruolo della punteggiatura punta al senso e all,intonazione, *uindi all,intenzione d,uso. 0a seconda pagina 1 pretta$ente nor$ativa (si usa *uando5 non si usa *uando) Uno ad uno poi passa ad analizzare tutti i segni grafici Gli esercizi sono ordinati secondo un livello di difficolt crescente e sono pretta$ente di correzione dell,uso sbagliato e di co$pleta$ento con il segno opportuno.

10

9ardano, Mrifone, 2rammatica italiana, @anic%elli. Un paragrafo dedicato alla punteggiatura 1 presente nel pri$o capitolo del libro c%e offre nozioni generali di linguistica. Il paragrafo si intitola( EUsare bene la punteggiaturaF a sua volta inserito in una trattazione prescrittiva della scrittura. Il paragrafo sulla punteggiatura descrive la funzione della stessa so$$ando sintetica$ente sintassi e testualit. Un,ulteriore trattazione della punteggiatura la si trova nell,ulti$o capitolo del libro (1 ) dedicato alla fonologia. In due pagine esatte la punteggiatura 1 definita nelle sue funzioni di Eindicare le pauseF, espri$ere Erapporti di coordinazione e subordinazioneF e Esuggerire il tono del discorsoF. Il resto delle due pagine 1 dedicato ad un elenco di tutte le singole for$e di segni grafe$atici con relativa breve definizione. Un esercizio di indicazione del segno di interpunzione corretto per vari ese$pi di frasi. 9aniela 2otarbartolo, 9aniela Graffigna, 2rammatica nuova Per ragionare, parlare e scrivere in italiano, !ditore Kulgarini. Una breve trattazione esclusiva$ente dedicata alla punteggiatura 1 inserita nel cap. 1&. Il capitolo affronta, con un atteggia$ento prescrittivo, le caratteristic%e sintattic%e, logic%e e testuali di un testo scritto efficace. - pag. &33 1 collocato un breve inserto intitolato( E0a punteggiatura al servizio del sensoF. 2el breve inserto si accenna innanzitutto alla funzione intonazionale della punteggiatura co$e insie$e di segni c%e per$ettono al testo scritto di espri$ere alcune caratteristic%e del parlato. 2ello stesso luogo del testo si elencano i casi in cui, nel $anuale, si parla di punteggiatura in relazione ad alcuni proble$i della sintassi (senso delle frasi relative, circostanziali) e delle connessioni logic%e tra le frasi in un testo (significato logico della giustapposizione senza congiunzione, significato dei Edue puntiF). Il breve inserto ter$ina con un invito prescrittivo a non abusare della punteggiatura. Il $anuale riporta infine un,appendice (pp.&L 3&L&) in cui ciascun segno di interpunzione 1 trattato in $aniera analitica secondo le proprie funzioni sintattic%e, logic%e e se$antic%e illustrate da diversi casi ese$plari. Gli esercizi dedicati alla punteggiatura sono connessi con la trattazione del proble$a sintattico o testuale a cui l,uso dello specifico segno di interpunzione 1 collegato. !s. p. 21, esercizio 1G, si invita ad indicare se l,uso della virgola 1 necessario in relazione al senso della relativa nella frase indicato tra parentesi( 9evo allungare i pantaloni c%e $i sono diventati corti ?tutti i pantaloni). In *uesto caso la virgola, co$e indicato dal senso $esso tra parentesi, non 1 necessaria.

11

G-U9!2@I?3>-29!00I3.?<I9-, !taliano, >inerva italica Nuesto testo 1 se$brato il pi) rispondente alle nostre aspettative, soprattutto per la sua efficace essenzialit nella parte teorica e pi) stretta $ente nor$ativa, e per la tipologia dei nu$erosi esercizi. Interessante, e sicura$ente spendibile durante la spiegazione, l,insistenza sulle diverse funzioni c%e i segni d,interpunzione possono assu$ere, perc%A se$bra educare ad un loro uso consapevole, legato all,anda$ento co$plesso del pensiero. 7?G0I-M?3M!SM-, 1trumenti per litaliano, 0oesc%er -ltro buon testo c%e se$bra evidenziare, in $odo non eccessiva$ente nor$ativo $a c%iaro, l,uso e le diverse funzioni della punteggiatura, corredato da un buon apparato di esercizi, in $assi$a parte rispondenti alle nostre aspettative e *uindi tutti assegnabili, co$e esercitazione guidata in classe o esercizio di consolida$ento delle conoscenze a casa. #iace la pre$essa sulla aspetto prosodico della punteggiatura, $a $eglio sarebbe stato insistere anc%e sulle altre funzioni, forse pi) i$portanti. S!.-7I2I3-.+I9I-+?2?, !ducazione linguistica, Ko$piani !sagerata 1 parsa la parte teorico3nor$ativa= contrastanti giudizi %a suscitato l,i$pianto generale relativo alla co$posizione scritta, per alcuni troppo rigido e prescrittivo, per altri proprio per *uesto utile e agile stru$ento di riferi$ento per gli alunni nella loro produzione di testi. Kuoni, invece, la trattazione specifica del punto fer$o, e gli esercizi proposti. M-<?2I3IM-0I-, 1trutture e competenze dellitaliano, le >onnier #ositive le definizioni, perc%A sintetic%e e $olto c%iare, $a il capitolo nel co$plesso se$bra proporre un $odello di lingua rigorosa$ente standard, ed eccessiva$ente prescrittivo , in particolare nella presentazione di rigide tabelle sull,uso Ecorretto5erratoF dei segni. #erplessit sulla pertinenza degli ese$pi d,autore, soprattutto in relazione alla severa nor$ativit della parte teorica, dato l,uso spesso assai personale c%e nelle opere letterarie si fa della punteggiatura.

12

2. !punti e proposte didattic1e !ducazione al corretto uso interpuntorio legata alla scrittura, $a anc%e, forse (CC), lezioni iniziali sulle funzioni e l,uso dei segni principali( #otrebbe essere opportuno, in certe classi, affrontare organica$ente l,argo$ento il pri$a possibile all,interno del percorso gra$$aticale secondo un progetto di didattica della scrittura, dopo una preli$inare valutazione del livello $edio della classe grazie ai pri$i elaborati scritti (inizio ottobre) e con opportune riprese contestual$ente alla trattazione della sintassi. spiegazione frontale delle diverse finalit della punteggiatura( sintattica, espressiva, prosodica. 2ozioni essenziali sull,uso gra$$atical$ente corretto dei diversi segni di interpunzione, corredate da nu$erosi ese$pi, con particolare riguardo per *uelli sui *uali gli alunni se$brano di$ostrare $eno sicurezza nei loro elaborati, alle luce di *uanto e$erso nella verifica scritta $ensile, necessaria$ente svolta pri$a della lezione= evidenziazione dell,i$portanza fonda$entale c%e la punteggiatura assu$e nella c%iarificazione del pensiero in alcune proposizioni soprattutto attraverso ese$pi contrastivi. !sercitazioni in classe( co$pleta$ento di testi privi di punteggiatura, esercizi contrastivi. +onsegna di esercizi, da svolgere a casa, della stessa tipologia d *uelli proposti in classe, $a pi) co$plessi perc%A volti al consolida$ento dell,apprendi$ento e non pi) alla c%iarificazione di concetti nuovi= invito all,elaborazione autono$a di ese$pi contrastivi personali, sui $odelli di *uelli visti durante la lezione, per stabilizzare nella pratica della produzione di brevi testi le conoscenze teoric%e astratte. +orrezione ragionata degli esercizi assegnati. -nalisi di un testo antologico (narrativa o saggistica), opportuna$ente scelto per i suoi usi dei segni d,interpunzione, con particolare riguardo agli usi espressivi, per introdurre gli alunni ad un uso non solo corretto, $a anc%e soggettivo della punteggiatura, ed educarli gradual$ente all,ac*uisizione di uno stile scrittorio *uanto pi) consapevole e personale possibile. Si preferisce insistere sull,argo$ento con un,a$pia carrellata di ese$pi (tratti innanzitutto da frasi di uso co$une, e poi da testi scritti di varia tipologia) nella consapevolezza c%e solo attraverso la pratica si possa far capire il valore distintivo di ogni segno d,interpunzione e se ne possa far assi$ilare l,uso corretto. In un secondo $o$ento sar opportuno approfondire i valori espressivi della punteggiatura attraverso ese$pi contrastivi e riflessioni sui testi letterari. Utile durante l,intero ciclo del biennio sar un,attenzione specifica e $irata alla punteggiatura nella correzione degli elaborati scritti, con eventuali esercizi di autocorrezione. 7onda$entale stru$ento per l,assi$ilazione degli usi della
13

punteggiatura nella co$plessit della lingua sar poi il costante invito alla lettura di saggi e ro$anzi. esercizi( si preferiscono esercizi contrastivi ($ostrare co$e una stessa frase con differente punteggiatura abbia un diverso significato 1 particolar$ente utile per sensibilizzare gli alunni alla funzione sintattica dei segni) e testi privati di punteggiatura da co$pletare opportuna$ente= per alcuni 1 i$portante anc%e l,esercizio di ascolto della lettura di testi per $eglio co$prendere il rapporto fra prosodia e punteggiatura. Mutti sono d,accordo nell,evitare tendenzial$ente esercizi ripetitivi dedicati a un solo segno d,interpunzione, poic%A non se$brano educare alla co$plessit dei testi (c%e dovrebbe essere lo scopo dell,insegna$ento della lingua italiana al$eno nelle scuole superiori), e nel non abusare di esercizi basati sulla correzione di errori di punteggiatura, c%e se fraintesi risc%iano di sortire effetto contrario, abituando ad usi errati.

14