Sei sulla pagina 1di 1

Jacquerie

Dicesi “Jacquerie” la rivolta dei contadini francesi avvenuta nel


1358 e durata soltanto 13 giorni, dal 29 maggio al 10 gennaio.
Prende il nome dall'appellativo usato dalla nobiltà per riferirsi ai
contadini: Jacques bonhomme.
Queste rivolte scaturirono dal malcontento dei contadini per l'alto
costo di vita; per il grande rialzo delle imposte fiscali dato dal
rapimento del re Giovanni il Buono; e per il fatto che l'esercito, sia
inglese che francese, derubava e rasava al suolo i loro terreni.
Da aggiungere, è anche l'opposizione allo sfruttamento e i rancori
portati per lungo tempo per i maltrattamenti.
Ovviamente nelle ragioni c'è anche un richiamo alla religione: ossia
la sofferenza della povera gente e l'egoismo dei ricchi.
L'esercito che si era costituito era numeroso ma scoordinato e
venne sconfitto in poco tempo da quello della nobiltà.