Sei sulla pagina 1di 9

LE LINGUE INDOEUROPEE

http://www.homolaicus.com/linguaggi/lingue_indoeuropee.htm

LINGUAGGIO E COMUNICAZIONE
Home Segni e Comunicazione Linguaggio e Linguistica Le Lingue La grammatica italiana Le traduzioni Glossari Regole di un forum Storia della Rai-Tv Matrix Diabolik Canzonieri Utilit
Ricerche

LE LINGUE INDOEUROPEE
Un populu diventa poviru e servu quannu ci arrobbanu a lingua (I. Buttitta)

Fonti

La migrazione indoeuropea Molte parole della nostra lingua italiana provengono dal latino, ma sarebbe pi esatto dire che provengono da una lingua ancora pi antica, di cui non abbiamo alcun documento scritto: lindoeuropeo, che non era parlato da un popolo particolare, ma da un insieme di popoli, detti anche, secondo una certa tradi ione biblica andata in disuso, !giapeti" (da #a$et, uno dei $igli di %o&). 'utti i linguaggi parlati attualmente in (uropa, )ersia e India provengono dall*Indoeuropeo. +e uniche ecce ioni sono costituite dal $inlandese, estone e ungherese (gruppo ugro,$innico), poi vi & il basco, un*isola linguistica le cui origini restano oscure. -li indoeuropei si spostarono da una ona dell(uropa centro, meridionale, a nord del Mar %ero, tra il .anubio e il /olga, in successive migra ioni, a partire dalla $ine del III millennio a.0. (periodo eneolitico). Una parte di queste trib raggiunse l(uropa occidentale, unaltra sinsedi1 in )ersia e unaltra ancora in India (2rii). 3uelle giunte in (uropa occidentale si suddivisero cos4: Ittiti e -reci in 2sia Minore e -recia intorno al 5666 a.0.7 intorno al 8966 a.0. i -ermani si tras$eriscono nel nord (uropa, inclusa la :candinavia e larcipelago britannico7 i 0elti invece s$iorarono le 2lpi, lasciando in Italia un certo contingente, mentre il resto prosegu4 verso le coste dell2tlantico e in nord (uropa.

1 de 9

28/02/2014 9:25

LE LINGUE INDOEUROPEE

http://www.homolaicus.com/linguaggi/lingue_indoeuropee.htm

2nche i cosiddetti ;)opoli del mare;, che tra il 89<6 e il 85<6 a.0. invasero il /icino =riente (ivi inclusi i .ori che occuparono la -recia nel 8566 a.0.), sono di origine indoeuropea. In particolare tra il >/II e il I> sec. a.0. arrivarono nella penisola italica le seguenti popola ioni indoeuropee: a nord +epon i e 0elti (chiamati anche -alli) e i /eneti7 al centro adriatico i )icenti7 al centro tirrenico i +atini7 al centro gli =sco,Umbri, i cui dialetti si dividono in: a) umbro (Umbri e /olsci)7 b) sabellico (popola ioni abru esi, tra il :annio e l*Umbria, i cui dialetti si sovrapposero a stirpi preesistenti di 2usoni ed (notri)7 c) osco (:anniti, che occupavano parte della 0ampania, della +ucania e dell*odierna 0alabria, allora chiamata Bru io)7 (8) a sud invece gli Iapigi (suddivisi in 2puli, .auni, )euce i, Messapi, :allentini e 0alabri) e in :icilia i :iculi. 3uesti popoli, $ondendosi con le popola ioni locali gi? stan iate, ebbero la meglio sul piano linguistico. =ndate di indoeuropei si sono riversate in Italia almeno sino al <66 a.0. I motivi di questa imponente migra ione non sono noti, ma non & da escludere un serio con$litto con le prime civilt? urbani ate e schiavistiche sviluppatesi in Mesopotamia. -li indoeuropei erano tecnologicamente meno evoluti degli (gi i e dei Babilonesi. (8) I con$ini del :annio sono sempre stati incerti. :i tratta comunque di una ona compresa $ra 2bru o, Molise, 0ampania, +ucania e )uglia. Linguaggi delle popolazioni indoeuropee

-li studiosi del >I> sec. dedussero levolversi di questo grande $enomeno migratorio sulla base di molte somiglian e linguistiche presenti tra i )ersiani, gli Indiani, i -reci, i +atini, gli :lavi, i -ermanici, gli :candinavi, i 0elti e gli Iberici. +e somiglian e sono a questi livelli: $onetico (suoni comuni per consonanti, vocali e dittonghi)7 mor$osintattico (comune la $lessione o declina ione di nomi, aggettivi, pronomi e verbi, con l*aggiunta, alla radice delle

2 de 9

28/02/2014 9:25

LE LINGUE INDOEUROPEE

http://www.homolaicus.com/linguaggi/lingue_indoeuropee.htm

parole, di pre$issi, su$$issi e desinen e)7 lessicale (qui le maggiori concordan e nei vocaboli di natura religiosa, alimentare, $amiliare, abitativa, oggettistica, nell*abbigliamento e nei nomi degli animali). Basta guardare p.es. la parola !madre", che in sanscrito (5) si dice !m?ta", in latino !mater", in greco antico !m@ter", nello slavo antico !mati", nellirlandese antico !m?thir", nellarmeno !maAr", nelliranico !m?dar", $ino agli attuali !m&re" ($rancese), !madre" (italiano e spagnolo), !mutter" (tedesco), !mother" (inglese)B +e lingue di questi popoli vengono dette !$lessive", appunto perch@ le parole sono raggruppate per categorie grammaticali7 a radici comuni si uniscono pre$issi e su$$issi7 indicatori diversi segnano i mutamenti di genere, numero, caso, tempoB %on hanno nulla a che $are con le lingue cosiddette !isolanti", $ormate da monosillabi invariabili, le cui $un ioni grammaticali risultano dal posto che ogni monosillabo occupa nella $rase, come p.es. nel cinese. ( sono di$$erenti anche dalle lingue cosiddette !agglutinanti", quelle che uniscono a una radice uno o pi elementi diversi, ognuno dei quali ha un solo signi$icato, come avviene p.es. nel turco, nellungherese, nel lappone e nelle lingue degli antichi mongoli. +a $lessibilit? delle lingue indoeuropee (dovuta probabilmente proprio agli spostamenti delle popola ioni), unita alla sempli$ica ione della scrittura ottenuta per me o dellal$abeto $onico (una conquista $enicia), ha permesso la loro di$$usione in quasi tutto il mondo. +e principali lingue indoeuropee, suddivisibili per grandi gruppi linguistici, sono state le seguenti: l*Indiano (nelle sue $orme antiche del /edico e del :anscrito, che hanno poi prodotto l*Cindi, il Bengalese, il :ingalese e il )anDabi), l*Iranico (nelle $orme dell*antico )ersiano, 2vestico, Medo e :citico, che ha poi dato origine al moderno )ersiano, al 0urdo e all*2$ghano), l*2rmeno e l*Ittito (in 2sia Minore), il 'ocarico (parlato nel 'urEestan orientale), il 'racio e il Frigio (lingue poco documentate), lo :lavo ha dato origine a tutte le moderne lingue slave: russo, bielorusso, ucraino, bulgaro, macedone, serbo,croato, sloveno, slovacco, ceco e polacco, il Baltico ha $ormato l*antico )russiano, il +ituano e il +ettone, il -ermanico ha dato origine al -otico (-ermanico orientale), Islandese, %orvegese, :vedese, .anese (-ermanico settentrionale), 'edesco, Inglese, =landese, Fiammingo e il Frisone dei )aesi Bassi (-ermanico occidentale), il 0eltico, l*=sco,Umbro, il +atino e il -reco verranno trattati nel paragra$o successivo, in quanto attinenti alle parlate italiche. (5) Fino a tutto il >/III sec. si pensava che il sanscrito $osse la lingua madre di tutte le lingue indoeuropee. Lingue indoeuropee presenti nella penisola italica

3 de 9

28/02/2014 9:25

LE LINGUE INDOEUROPEE

http://www.homolaicus.com/linguaggi/lingue_indoeuropee.htm

Celtico o Gallico I -alli, appartenenti a popola ioni celtiche, $urono quelli che si spinsero pi degli altri verso occidente7 attraversato il Geno, occuparono la Francia e verso l*H66 a.0. entrarono in Italia, stabilendosi dapprima nella pianura padana (dove spodestarono +iguri ed (truschi, e in parte /eneti e Umbri), poi nelle Marche, con qualche scorreria (ben nota quella del 9I6 a.0.) $ino a Goma e in 0ampania. +a cosiddetta ;-allia 0isalpina; (pianura padana) era costituita da diverse trib celtiche: Insubri, Boi, 0enomani ecc. +e loro lingue scomparvero completamente dopo la conquista romana. /erso occidente vennero in contatto con gli Iberi, che abitavano la :pagna, costituendo le popola ioni cosiddette ;celtibere;. )enetrarono anche nelle isole britanniche. 2ltri gruppi invece giunsero in -recia e nella penisola anatolica ('urchia), dove $ondarono il regno dei -alati, rimasto indipendente $ino al 5< a.0. +e lingue dei 0elti insulari sono rimaste vive ancora oggi: quelle del gruppo -aelico (irlandese, sco ese, dialetto dell*isola di Man) e quelle del gruppo Britannico (gallese, cornovagliese e bretone, quest*ultimo anche in Bretagna). Paleoveneto ( la lingua degli (uganei (detta anche /enetico, perch@ presente nel /eneto e nella /ene ia,-iulia), che si $use con quella, anch*essa indoeuropea, dei Geti, residenti nella regione di /erona. Il Getico, partendo dal lago di 0omo, si estendeva nel 'rentino, nell*2lto 2dige e oltre. Latino 3uando i +atini giunsero alle $oci del 'evere incontrarono gli (truschi e i Falisci (dialetto parlato a Falerii, citt? etrusca, ove oggi sorge 0ivita 0astellana). 2lcuni studiosi per1 ritengono che il $alisco sia indoeuropeo perch@ troppo a$$ine al latino.

4 de 9

28/02/2014 9:25

LE LINGUE INDOEUROPEE

http://www.homolaicus.com/linguaggi/lingue_indoeuropee.htm

Il latino non $u mai in grado di soppiantare il greco dell*Italia meridionale, an i, per molti versi, ne rest1 a$$ascinato e lo adott1 come seconda lingua. Man mano comunque che Goma s*imponeva su tutta la penisola, il latino $in4 col prevalere su tutte le altre lingue pre,romane, soprattutto nella scrittura. .al +atino provengono anche le lingue neo,latine o roman e: Italiano, :ardo, +adino, Friulano, .almatico, Istriano, Francese, )roven ale (o =ccitano), Franco,)roven ale (o 2rpitano), :pagnolo, 0atalano, )ortoghese e Gumeno. Umbro 'ra il 'evere e la %era, gli Umbri, di origine indoeuropea, $urono ben presto sopra$$atti dagli (truschi, da cui presero la scrittura, per poi sostituirla col latino dopo la domina ione romana. Molto importanti, anche sul piano linguistico, sono le loro 'avole Iguvine, che probabilmente si sono conservate, dopo l*occupa ione romana, solo perch@ vi $urono aggiunte le res gestae di 2ugusto. Osco +*osco, il pi meridionale dei dialetti italici, $u la lingua degli antichi :anniti, che si parlava per1 anche in 0ampania, +ucania, 0alabria e dai Mamertini di Messina. Piceno 3uesta lingua $u portata in Italia dai )icenti e dai )retu i (gruppo osco,umbro), che si sovrapposero ai pi antichi abitanti della regione marchigiana, i )iceni, popolo non indoeuropeo. Messapico Il messapico era una variet? illirica di una lingua parlata da popola ioni indoeuropee residenti nelle coste dalmate e che $u adottata da popoli pre,greci e pre,romani (Messapii, Iapigi, :alentini, )euce i) giunti in Italia intorno al 8666 a.0. e stabilitisi soprattutto nelle )uglie. :ono presenti non poche somiglian e con l*odierno albanese. Greco +a coloni a ione greca dell*Italia meridionale e delle sue isole (e, se vogliamo, di buona parte dell*2driatico) ebbe ini io nell*/III sec. a.0. (Magna Grecia, detta cos4 per le numerose colonie $ondate: %apoli, 'aranto, 2ncona, 2grigento, :iracusa ecc.). I dialetti ellenici appartenevano al ceppo dorico. Gesistettero lungamente alla romani a ione, tanto che ancora oggi nella 0alabria meridionale e in terra d*=tranto si parla greco. Il latino assimil1 moltissimi vocaboli da questa lingua. Le popolazioni proto italic!e

5 de 9

28/02/2014 9:25

LE LINGUE INDOEUROPEE

http://www.homolaicus.com/linguaggi/lingue_indoeuropee.htm

+e popola ioni locali che gli indoeuropei trovarono in Italia, oggi vengono classi$icate in due macro,categorie: lhomo mediterraneus e lhomo alpinus, che sinsediarono circa un milione di anni $a, in pieno paleolitico, che, come noto, in (uropa si concluse circa 86666 anni $a, con la $ine dell*ultima glacia ione (JKrm), quando la nascita e lo sviluppo del Mesolitico (86666,L666 a.0.) indic1 il ritiro de$initivo dei ghiacciai scandinavi. .opodich@ $u la volta del neolitico, quando gli uomini, da cacciatori,raccoglitori si tras$ormarono in allevatori, agricoltori e tessitori. 3ueste popola ioni, quando s*incontrarono con quelle indoeuropee, conoscevano gi? il rame e vivevano prevalentemente in villaggi $ormati da abita ioni edi$icate su pala$itte, che durarono sino all*et? del $erro, quando si svilupp1 la civilt? villanoviana (intorno al 8666 a.0.), che determin1 la $orma ione di grossi villaggi, da cui pi tardi emersero le citt? etrusche di Bologna, Mantova, :pina, 2dria, )opulonia, /etulonia, /olsci, 'arquinia, 0erveteri, /eio, /olterra ecc. I popoli proto,italici che parlavano una lingua mediterranea $urono gli (truschi, i )iceni, i Geti, i +iguri, i :icani, i :ardi, i )unici e altri ancora. .i queste lingue non sappiamo quasi nulla poich@ il latino vi si impose con $or a, assumendo parole ed espressioni linguistiche native che potevano tornargli utile. )robabilmente soltanto dell*etrusco & rimasto qualcosa di signi$icativo perch@ di tutte le popola ioni proto,italiche, gli (truschi $urono i pi di$$icili da sottomettere da parte di Goma. I +atini $ondarono Goma, secondo la tradi ione, nel M<9 a.0., ma il loro insediamento agricolo,pastorale, presso le $oci del 'evere, risale a circa il 8966 a.0. (ssi appresero l*al$abeto dagli (truschi, che $acevano da intermediari tra Goma e il mondo ellenico. Linguaggi delle popolazioni proto italic!e mediterranee

6 de 9

28/02/2014 9:25

LE LINGUE INDOEUROPEE

http://www.homolaicus.com/linguaggi/lingue_indoeuropee.htm

Dialetto paleo-ligure =riginariamente i +iguri erano stan iati sulla costa tirrenica tra Marsiglia e l*attuale +iguria, ma anche in 0orsica, in alcune parti del )iemonte e della +ombardia. (rano giunti dall*2$rica durante il neolitico, dopo aver oltrepassato :pagna e Francia. :uccessivamente il loro territorio si ridusse a causa dell*invasione dei 0elti indoeuropei (-alli) a nord e degli (truschi a sud. 3uindi il ligure moderno & una variet? dialettale gallo,italica. Etrusco :ull*origine etnico,geogra$ica e sul linguaggio permangono varie perplessit?, ma & accreditata la tesi che provengano da alcuni territori del Mediterraneo orientale ($orse la +idia). +a scrittura in$atti ha caratteri di origine greca, anche se il lessico e la struttura mor$osintattica sono poco a$$ini alle lingue indoeuropee. :tan iatisi tra il 'evere, la 'oscana e gran parte dell*(milia, $ino a Mantova e altre one del nord Italia, gli (truschi $urono spinti a sud dai 0elti e a nord dai +atini, ma per un periodo abbastan a lungo dominarono nella stessa Goma. Dialetti siciliani %on sappiamo quasi nulla del linguaggio degli antichi :icani (gli antichi abitanti della :icilia occidentale, rimasti indipendenti $ino alla coloni a ione cartaginese) e degli (limi (stan iatisi nell*estremit? occidentale dell*isola, spesso alleati dei 0artaginesi contro le colonie greche, ma gi? scomparsi nel I/ sec. a.0.). Dialetti sardi e punici +a :ardegna $u abitata nel tardo neolitico (et? del $erro) da popola ioni mediterranee nuragiche che commerciavano con Micenei, Minoici, Fenici ed (truschi, lungo rotte che attraversavano il mar Mediterraneo dalla :pagna alle coste libanesi. /erso il <9M a.0., in una scontro armato con i -reci, gli (truschi ottennero la 0orsica e i 0artaginesi la

7 de 9

28/02/2014 9:25

LE LINGUE INDOEUROPEE

http://www.homolaicus.com/linguaggi/lingue_indoeuropee.htm

:ardegna. 3uest*ultima $u poi occupata dai Gomani nel 59H a.0., subito dopo la prima guerra punica, che scoppi1 a causa della presen a cartaginese in :icilia. I 0artaginesi parlavano il )unico, lingua semitica proveniente dal $enicio, molto usato in %ord 2$rica, in :ardegna e in numerose isole del Mediterraneo. Fonti -li indoeuropei e le origini dell*(uropa /illar Francisco, 566H, Il Mulino +a linguistica indoeuropea. :toria, problemi e metodi +ehmann Jin$red )., 8III, Il Mulino +e lingue indoeuropee, 8IIM, Il Mulino Introdu ione alla linguistica indoeuropea : emer@nAi =sNald, 8IH<, Unicopli :tudi indoeuropei, 8IH<, -iardini )roblemi di lingua e di cultura nel campo indoeuropeo, 8IH9, -iardini +e lingue indoeuropee Mili ia )aolo, 5665, 0arocci +e lingue indoeuropee )isani /ittore, 8IMI, )aideia Introdu ione alla teoria dell*indoeuropeo )or io -ernia M. +uisa, 8IMH, -iappichelli I dialetti indoeuropei Bon$ante -iuliano, 8IML, )aideia Indoeuropeo e protostoria. 2tti del III 0onvegno interna ionale di linguisti, 8IL8, )aideia +e lingue indoeuropee. :aggio di geogra$ia linguistica )avanati Bettoni 0arla, 8II5, 2rcipelago (di ioni Introdu ione alla lingua e alla cultura degli Indoeuropei 0ampanile (nrico7 0omrie Bernard7 JatEins 0alvert, 566<, Il Mulino +*origine delle lingue indoeuropee. :truttura e genesi della lingua madre del sanscrito, del greco e del latino Gendich Franco, 566M, )alombi (ditori +a ricostru ione della cultura indoeuropea 0ampanile (nrico, 8II6, -iardini +e ioni di indoeuropeistica con particolare riguardo alle lingue classiche (sanscrito, greco, latino, gotico) 0ava a Franco, 5688, (': +e ioni di indoeuropeistica con particolare riguardo alle lingue classiche (sanscrito, greco, latino, gotico). Bibliogra$ia dei volumi IIIO8O8 e IIIO8O5 0ava a Franco, 5688, (': +e ioni di indoeuropeistica. 0on particolare riguardo alle lingue classiche (sanscrito, greco, latino, gotico). /ol. 5: +a teoria della radice indoeuropea. +a teoria delle laringali. 0ava a Franco, 566P, (': +e ioni di indoeuropeistica. 0on particolare riguardo alle lingue classiche (sanscrito, greco, latino, gotico). /ol. 9 0ava a Franco, 566M, (': +e ioni di indoeuropeistica. 0on particolare riguardo alle lingue classiche (sanscrito, greco, latino, gotico). /ol. 8 0ava a Franco, 5666, (': .i ionario etimologico comparato delle lingue classiche indoeuropee. .i ionario indoeuropeo (sanscrito,greco,latino)

8 de 9

28/02/2014 9:25

LE LINGUE INDOEUROPEE

http://www.homolaicus.com/linguaggi/lingue_indoeuropee.htm

Gendich Franco, 5686, )alombi (ditori )rospettive indoeuropee +occhi -iorgio, 5686, :ettimo :igillo,(uropa +ib. (d +a $avola dell*indoeuropeo :emerano -iovanni, 566<, Mondadori Bruno +*ideologia tripartita degli indoeuropei .um@ il -eorges, 5669, Il 0erchio %omi e numi. +ineamenti di antichit? indoeuropee Mingu i (di, 5666, 0U(M Basco ed etrusco. .ue lingue sottoposte all*in$lusso indoeuropeo 0anuti Massimiliano, 566H, Fabri io :erra (ditore +*etrusco, lingua dall*=riente indoeuropeo Magini +eonardo, 566M, +*(rma di Bretschneider +e sorti del guerriero. 2spetti della $un ione guerriera presso gli indoeuropei .um@ il -eorges, 8II6, 2delphi I guerrieri,lupo nell*(uropa arcaica. 2spetti della $un ione guerriera e metamor$osi rituali presso gli indoeuropei :ighinol$i 0hristian, 566P, Il 0erchio Matrimoni indoeuropei .um@ il -eorges, 8IHP, 2delph +e lingue indoeuropee di $rammentaria attesta ione. .ie indogermanischen Gestsprachen. 2tti del 0onvegno (Udine, 55,5P settembre 8IH8), 8IH9, -iardini 'rattato di antropologia del sacro. /ol. 5: +*Uomo indoeuropeo e il sacro, Massimo :itiJeb it.NiEipedia.orgONiEiO)opoliQdell*ItaliaQantica it.NiEipedia.orgONiEiOItaliaQpreistoricaQeQprotostorica it.NiEipedia.orgONiEiOIndoeuropei it.NiEipedia.orgONiEiO+ingueQindoeuropee it.NiEipedia.orgONiEiO+inguaQprotoindoeuropea it.NiEipedia.orgONiEiOIndoeuropeistica

+e immagini sono state prese dal sito Foto Mula

ani

Jeb

Comolaicus

0erca con -oogle


(nrico -alavotti , Comolaicus , :e ione +inguaggi Invia questa pagina a qualcuno , :tampa pagina 2ggiornamento: 5LO6PO5689

9 de 9

28/02/2014 9:25