Sei sulla pagina 1di 243

MAHANIRVANA TANTRA

Il Tantra della Grande Liberazione

VERSIONE ITALIANA Traduzione in italiano e note a cura di Govinda Das Aghori Il "Tantra della Grande Liberazione" !ahanirvana Tantra" # uno dei testi $i% i&$ortanti dedicati al culto del Tantra' ( stato tradotto da Sir )ohn *oodro++e sotto lo $seudoni&o di Arthur Avalon' *oodro++e +u il $ri&o studioso occidentale a tradurre in inglese i testi segreti del Tantra con l,aiuto dei $ochi sa$ienti ca$aci di co&$renderli a +ondo' Il !ahanirvana Tantra consiste in una serie di conversazioni tra Shiva e -arvati. la sua Sha/ti' Shiva es$one alla sua consorte un $ercorso s$irituale adatto all0era di 1ali' -arla delle varie tecniche di &editazione $er $oter andare oltre le in+luenze della natura e le degenerazioni del 1ali 2uga e $otersi cos3 elevare ad una consa$evolezza di s4 $i% a&$ia. condizione base $er $oter vincere il ciclo di nascita e &orte' Descrive &inuziosa&ente le ceri&onie sacre. i riti. gli 2antra e i !antra ad esse connesse' -arla dell0eterna legge del Dhar&a. del culto al 5rah&an e alla Sha/ti Su$re&a'

Tradotto da Arthur Avalon Sir )ohn *oodro++e" 67879: Traduzione in italiano e note a cura di Govinda Das Aghori

INDICE
Introduzione e -re+azione ''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''' 7 ;a$itolo I < Domande relative alla liberazione degli esseri '''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''' = ;a$itolo II < Introduzione allAdorazione del Brahman '''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''' 7> ;a$itolo III < Descrizione dellAdorazione del Supremo Brahman '''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''' 7? ;a$itolo IV < Introduzione all'Adorazione della Suprema Pra riti '''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''' @A ;a$itolo V < !a "ormazione dei #antra$ Posizionamento del %aso$ e puri"icazione degli elementi di culto '''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''' 9= ;a$itolo VI < Posizionamento del Shri&patra$ 'oma$ (ormazione del Cha ra$ e altri )iti '''''''''' =A ;a$itolo VII < Inno di lode *Stotra+$ Amuleto *,avacha+$ e la descrizione dei ,ula&tattva '''''''''''' A8 ;a$itolo VIII < Il Dharma e le )egole delle Caste e degli Ashrama '''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''' B8 ;a$itolo IC < I dieci tipi di )iti Puri"icatori *Sams ara+ ''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''777 ;a$itolo C < )iti relativi al %riddhi Shraddha$ )iti (unebri e Purnabhishe a''''''''''''''''''''''''''798 ;a$itolo CI < )iti Espiatori '''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''7D> ;a$itolo CII < -na Descrizione dell'Eterno ed Immutabile Dharma''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''7AD ;a$itolo CIII < Installazione del Devata ''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''7BB ;a$itolo CIV < Consacrazione del Shiva&linga e Descrizione delle .uattro Classi di Avadhuta '@@>

Introduzione e Pre"azione
I Tantra indiani. che sono nu&erosi. costituiscono le Scritture Shastra" del 1aliEuga. e co&e tali sono la +onte volu&inosa del $resente e $ratico "induis&o" ortodosso' I Tantra Shastra sono. in+atti. FualunFue siano le loro origini storiche. uno svilu$$o del Vaidi/a 1ar&a/anda. $ro&ulgato $er soddis+are le esigenze di Fuesta etG' Shiva diceH "-er il bene degli uo&ini dell0era di 1ali. uo&ini $rivi di energia e di$endenti $er vivere dal cibo che &angiano. la dottrina 1aula. o essere di buon aus$icioI # stata data" ;a$' IC. versetto 7@"' Al Tantra dobbia&o Fuindi volgere il nostro sguardo se voglia&o co&$rendere bene sia i rituali che lo Eoga. o i sadhana di ogni genere. co&e anche i $rinci$i generali di cui Fueste $ratiche non sono altro che l,es$ressione oggettiva' Tuttavia di tutte le +or&e di Shastra ind%. il Tantra # Fuello &eno conosciuto e co&$reso. una circostanza dovuta in $arte a causa delle di++icoltG del suo contenuto e al +atto che la chiave $er gran $arte delle sue ter&inologie e &etodi ri&ane in $ossesso agli iniziati' L0attuale traduzione #. in+atti. la $ri&a $ubblicazione in Euro$a di Fualsiasi Tantra indiano' Jna versione i&$recisa resa in inglese i&$er+etto # stata $ubblicata a ;alcutta da un editore bengalese circa dodici anni +a. $receduta da un,introduzione che ha &ostrato scarsa conoscenza nei con+ronti di Fuelli che sono curiosa&ente descritti co&e "i $assaggi &istici e a$$arente&ente tecnici" di Fuesto Tantra' Il desiderio di cercare di +are &aggiore giustizia ha in $arte deter&inato la sua scelta co&e $ri&o $er la $ubblicazione' Kuesto Tantra #. inoltre. ben noto e sti&ato. anche se +orse in &odo &aggiore tra Fuella $arte del $ubblico indiano che +avorisce l,induis&o "ri+or&ato" ris$etto ad alcuni tantrici. i Fuali. co&e &i # stato detto. alcune delle sue dis$osizioni se&brano &ostrare inutili ti&iditG' Innanzitutto lo a&&iro $er la sua nobile es$osizione del culto del 5rah&an Su$re&o. e nella convinzione che alcuni dei suoi brani sconcertano assoluta&ente il rito ortodosso' Nulla $uL essere $i% errato che tale convinzione. sia $ure $er il +atto che "$er colui che ha +ede nella radice. a che servono i ra&i e le +oglie"' Kuesto sco$rirG chi legge il testo' ( vero che. co&e a++er&a il ca$' VII. versetto 8?H "Nel cuore $uri+icato cresce la conoscenza del 5rah&an" e 5rah&aMNane sa&ut$anne /ritEa/ritEa& na vidEate' !a l0a++er&azione $resu&e il raggiungi&ento di 5rah&aMNana. e Fuesto. dicono i Shastra. $uL essere raggiunto. non da discussioni Vedanta n4 da se&$lici $reghiere. alla &aniera dei siste&i $rotestanti di culto cristiano. &a dal Sadhana che # il suo $rinci$ale

soggetto' Oo +atto ri+eri&ento ai siste&i $rotestanti. $erch# la ;hiesa cattolica $ossiede un elaborato rituale e un sadhana $ro$rio che # in &olti $unti sor$rendente&ente analogo al siste&a ind%' La sezione di tantrici a cui ho +atto ri+eri&ento sono. credo. altres3 in errore' La $rogettazione di Fuesto Tantra se&bra essere. $ur conservando i $rinci$i tantrici $i% co&une&ente riconosciuti. $er garantire che. co&e a volte # risultato essere il caso. non siano abusati' -arvati dice ca$' I. versetto DA"H "Oo $aura. o Signore. che anche Fuello che tu hai ordinato $er il bene degli uo&ini. attraverso di loro. si volga al &aleI"' OitaEa 2ane. /ar&ani /athitani tvaEa $rabho !anEetani !ahadeva vi$aritani &anave' ( signi+icativo. in relazione a Fueste osservazioni. notare che Fuesto $articolare Tantra # stato scelto co&e oggetto di co&&ento da Shri&ad Oariharananda 5harati. il Guru del celebre ind% "ri+or&atore" RaMa Ra& !ohun RoE' Il Tantra # stato assegnato al gru$$o dei D? noti co&e Fuelli del Ratha/ranta' ( stato $ubblicato $er la $ri&a volta dalla Adi<5rah&a<Sa&aMa nel 7A8B Sha/abda A'D' 7BAD". ed # stato sta&$ato in caratteri bengalesi. con le note della Shri&ad 1ulavadhuta Oariharananda 5harati sotto la direzione di Anandachandra VidEavagisha' La $re+azione a Fuesta edizione a++er&a che tre &anoscritti sono stati consultati. uno a$$artenente alla biblioteca del Sa&aMa. il secondo +ornito da Durgadasa ;handhuri e il terzo $reso dalla libreria di RaMa Ra& !ohun RoE' Kuesto testo se&bra essere la base di successive $ubblicazioni' E ,stato sta&$ato ancora nel 7BBB da Shri 1rishna Go$ala 5ha/ta e da allora ci sono state diverse edizioni con traduzioni bengalesi. co&$resa Fuella di Shri -rasanna 1u&ara Shastri' Il de+unto -andit )ivananda VidEasagara ha $ubblicato una edizione in carattere Devanagari. con le note di Oariharananda. e la Ven/ateshvara -ress a 5o&baE ne ha $ubblicato uno si&ile con una traduzione in hindi' La traduzione $ubblicata # Fuella della $ri&a $arte soltanto' Si ritiene co&une&ente ed # stato cos3 indicato dall,autore dell,edizione di ;alcutta in inglese a cui ho +atto ri+eri&ento" che la seconda $arte # $ersa' Kuesto. tuttavia. non # cos3. anche se le co$ie del Tantra co&$leto sono abbastanza rare' Il testo co&$leto esiste nel &anoscritto. e s$ero in un secondo &o&ento di avere l,o$$ortunitG di $ubblicare una traduzione di esso' !i sono i&battuto in un &anoscritto co&$leto circa due anni +a in $ossesso di un -andit ne$alese' !i avrebbe. $erL. $er&esso di +are una co$ia del suo &anoscritto. a condizione che i &antra Shat/ar&&a non +ossero $ubblicati' -erch4. co&e ha detto. la 2

virt% non essendo una $recedente condizione $er l,acFuisizione delle siddhi in tali !antra. la loro $ubblicazione $otrebbe dare la $ossibilitG al &alvagio di +are del &ale contro altri. un cri&ine che. ha aggiunto. # stato. nella sua $atria. dove il Tantra # di uso corrente. $unibile con il $otere civile' Non sono riuscito a convincerlo neanche con l,osservazione che la se&$lice $ubblicazione del !antra senza la conoscenza di Fuello che viene chia&ato $raEoga che non $uL essere a$$reso dai libri" sarebbe in ogni caso ine++icace' Non riuscivo ad assicurare un i&$egno che avrebbe co&$ortato la $ubblicazione di un testo &utilato. e il lettore deve Fuindi $er ora accontentarsi di una traduzione della $ri&a $arte del Tantra. che # general&ente nota. e . co&e detto. # stata $i% volte sta&$ata' L,accaduto ha un valore al di lG dello sco$o diretto $er cui # stato detto' ;i sono alcuni $er cui il Tantra. anche se non ne hanno &ai letto una riga. non # "nient,altro che &agia nera". e tutti i suoi seguaci sono "stregoni"' Kuesto # ovvia&ente assurdo' A Fuesto $ro$osito non $osso evitare di inter$orre l,osservazione che alcune $ratiche sono descritte nel Tantra il Fuale. anche se # accusato di avere i risultati ivi descritti. esiste ancora "co&e inganno"' La vera attitudine di un Tantri/a elevato # illustrata dall,azione del -andit. che. se avesse deluso le &ie as$ettative. in ogni caso dal suo ri+iuto avrebbe o++erto una ris$osta a Fueste accuse tro$$o generiche' La seconda $arte del &anoscritto in suo $ossesso conteneva oltre il do$$io del nu&ero di Shlo/a re$eribili nella $ri&a $arte Fui $ubblicata' L,edizione che # stata utilizzata $er la traduzione # Fuella or&ai +uori sta&$a" edita e $ubblicata a ;alcutta da Shri 1rishna 5ha/ta Go$ala in ;haitra 7@8= e$oca bengalese a$rile 7BBB". con il co&&ento di Shri&ad Oariharananda 5harati. e con note aggiuntive del dotto e recente&ente de+unto -andit )agan&ohana Tar/alang/ara. chia&ato Vriddha $er distinguerlo da un altro +a&oso -andit con lo stesso no&e' Jna nuova edizione della stessa o$era # ora. in corso di $ubblicazione. con note ulteriori del +iglio di Fuest,ulti&o. -andit )Nanendranatha Tantraratna' Kuesto $rezioso co&&entario tuttavia non # del tutto adatto al lettore co&une. $resu$$one da $arte sua un certo nu&ero di conoscenze che non $ossiede' Oo di conseguenza. $ur avvalendo&i dell,aiuto di Fuesto co&&entario. scritto il &io co&&ento $ersonale. e ho aggiunto un,introduzione che s$iega alcune Fuestioni e ter&ini ri+eriti o $resu$$osti dal testo che. in Fuanto richiedono un tratta&ento un $o, $i% esteso. non $otevano 3

essere conveniente&ente trattati con le note' Alcune delle Fuestioni ivi s$iegate sono. bench4 co&uni e +onda&entali. di rado accurata&ente de+inite' Niente. Fuindi. # $erso $er una loro ria++er&azione con l,intenzione di servire tale accuratezza' Altre Fuestioni sono di carattere s$eciale. e non sono general&ente note o$$ure vengono +raintese' L,introduzione. tuttavia. non asserisce di essere una trattazione esaustiva di ciL di cui si occu$a' Al contrario. non # che una nota estesa scritta $er aiutare in Fualche &odo a raggiungere una &igliore co&$rensione del testo da $arte del lettore co&une' -er una $i% a&$ia es$osizione dei $rinci$i generali e della $ratica gli interessati devono +are ri+eri&ento a tre o$ere che ho in $re$arazione. "-rinci$i del Tantra" Tantratattva". "Es$osizione del culto segreto" RahasEa$uMa$addhati". e "Descrizione dei sei ;entri" Shatcha/raniru$ana"' Vi sono. tuttavia. alcune Fuestioni nel Shastra o alla sua tradizione orale che egli deve. se dis$osto a +arlo. sco$rire da se stesso' Anche Fuesto # i&$licito in ciL che si dice in Fuesto Tantra $erch4 # grazie ai &eriti acFuisiti in vite $recedenti che la &ente # inclina verso la dottrina 1aula ca$itolo VII'. Versetto 88"' ;o&unFue sia. nessuno co&$renderG il Shastra avviando la sua indagine con la &ente gravata da correnti $regiudizi contro di essa. FualunFue sia il colore della veritG alcuni di essi $ossono averne a causa di abusi e++ettivi dei $rinci$i shastrici' In conclusione. desidero ringraziare i &iei a&ici indiani $er l,aiuto che &i hanno dato nella $re$arazione di Fuesta e di altre o$ere a++ini. e al Fuale sono grato $er le &olte in+or&azioni raccolte durante le &olte ore $iacevoli che abbia&o trascorso insie&e nello studio di un te&a di interesse co&une a &e e loro' I Tantra in genere sono scritti in sanscrito relativa&ente se&$lice' -er la loro resa. tuttavia. # necessaria una conoscenza $ratica della loro ter&inologia e dei loro rituali. che $uL essere co&$leta&ente trovata solo in coloro ai Fuali # +a&iliare attraverso la razza. l,educazione e l,a&biente. e nei Fuali esiste ancora Fualche considerazione $er la loro ereditG antica' !entre gli altri. devono i&$arare a vedere attraverso l,occhio indiano della conoscenza +ino a Fuando la $ro$ria non # stata +or&ata $er le sue linee di visione' In Fuesto &odo noi sare&o in +uturo ris$ar&iati da alcune delle ridicole ra$$resentazioni delle credenze indiane co&uni in $assato e ancora oggi tro$$o correnti' ARTOJR AVALON' A Gennaio 7879'

Capitolo I
Do&ande relative alla liberazione degli esseri
La vetta incantevole del Signore delle !ontagne. s$lendente con tutti i suoi vari gioielli. vestita con i &olti alberi e &olti ra&$icanti. &elodiosa con la canzone di &olti uccelli. $ro+u&ata con la +ragranza dei +iori di stagione $i% belli. ali&entata dalla &orbida e $ro+u&ata +resca brezza. o&breggiata dall,o&bra di alberi &aestosi. dove bei boschetti risuonano con la dolce voce delle canzoni di tru$$e di A$sara esseri celestiali". e nella $ro+onditG della +oresta gru$$i di /o/ila i cuc% neri indiani" i&$azziti dalla $assione del canto. dove -ri&avera" il Signore delle stagioni con i suoi seguaci se&$re abita il Signore della !ontagna. 1ailasa". $o$olato da tru$$e di" Siddha. ;harana. Gandharva. e GGna$atEa esseri celestiali" 7<="' Pu l3 che -arvati. trovando Shiva. Suo grazioso Signore. di u&ore sereno. con riverenza si chinL e $er il bene+icio di tutti i &ondi interrogL il Silenzioso Deva. Signore di tutte le cose &obili e i&&obili. se&$re ;o&$assionevole e se&$re 5eato. il nettare la cui !isericordia abbonda co&e un grande oceano. la cui essenza # il $uro Sattva Guna. ;olui che # bianco co&e la can+ora e co&e il +iore di gelso&ino. l,Onni$resente JnoQ Il cui vestito # lo s$azio stesso. Signore dei $overi e l0a&ato !aestro di tutti gli Eogi. la cui s$irale di ca$elli ingarbugliati # bagnata con lo s$ruzzo di Ganga e del suo nudo cor$o" sono le ceneri l,unico orna&ento. ;olui che # senza $assioni. dal collo inghirlandato con ser$enti e teschi di uo&ini. il Signore dai tre occhi. Signore dei tre &ondi. con una &ano i&$ugna il tridente e con l,altra dG benedizioniQ +acil&ente a$$agato. La cui sostanza stessa # incondizionata conoscenza. Dis$ensatore di e&anci$azione eterna. il se&$re<esistente. Senza $aura. i&&utabile. I&&acolato. L,uno senza di+etto. il bene+attore di tutti. e Dio di tutti gli Dei =<7>"' Shri -arvati disseH O Dio di tutti gli Dei. Signore del &ondo. gioiello di !isericordia. &io &arito. tu sei il &io Signore. al Fuale io sono se&$re di$endente e al Fuale sono se&$re obbediente' Nulla $osso dire senza la tua $arola' Se Tu hai a++etto $er &e. desidero $orre al Tuo cos$etto Fuello che $assa nella &ia &ente' ;hi altri. se non Te. o grande Signore. nei tre &ondi # in grado di risolvere Fuesti &iei dubbi. tu che sai tutto e conosci tutte le Scritture 77<79"' 5

Shri Sadashiva disseH ;he cos,# che dici. o Grande saggia e A&ata del &io cuore. io ti dirL Fualsiasi cosa. anche se # se&$re stata avvolta nel &istero. anche Fuello che dovrebbe essere detto $ri&a a Ganesha ed al ;o&andante degli eserciti del cielo S/anda' ;osa c,# in tutti e tre i &ondi che Ti dovrebbe essere nascostoR -erch4 Tu. o Devi. sei il &io vero S4' Non c,# di++erenza tra &e e te' Tu sei onni$resente' ;he cos, # allora che Tu non sai e che chiedi co&e colui che nulla sa 7?<7D"' La $ura -arvati. rallegrata nel sentire le $arole del Deva. inchinandosi e resi gli o&aggi. inter$ellL Shan/ara' Shri AdEa disseH O 5hagavanI Signore di tutto. il $i% Grande tra coloro che sono es$erti nel Dhar&a. in e$oche $recedenti nella tua &isericordia attraverso 5rah&a hai rivelato i Fuattro Veda che sono i divulgatori di tutti i Dhar&a e che ordinano le regole di vita $er tutte le varie caste di uo&ini e $er le diverse +asi della loro vita 7B<78"' Nella -ri&a Era. gli uo&ini con la $ratica di Eoga e EaMNa $rescritti da te sono stati virtuosi e graditi ai Deva e -itri divini $adri" @>"' Dallo studio dei Veda. dhEana &editazione" e ta$as austeritG". e la conFuista dei sensi. con atti di &isericordia e di caritG gli uo&ini erano di su$eriore $otere e coraggio. +orza e vigore. i seguaci del vero Dhar&a. saggi e veritieri e di +er&a decisione. e. sebbene +ossero &ortali. erano tuttavia co&e i Deva e se ne andarono nella di&ora dei Deva @7. @@"' I re allora erano +edeli ai loro i&$egni ed erano se&$re interessati alla $rotezione del loro $o$olo. sulle cui &ogli erano abituati a guardare co&e se +ossero le loro &adri. ed i cui +igli erano considerati co&e cosa $ro$ria @9"' anche la gente a Fuel te&$o considerava la $ro$rietG del vicino co&e se si trattasse di se&$lici $ezzi di argilla. e. con la devozione al loro Dhar&a. hanno &antenuto il sentiero della giustizia @?"' Allora non c,erano bugiardi. nessuno che +osse egoista. ladro. &alizioso. sciocco. nessuno che +osse &alvagio. invidioso. adirato. goloso. o lussurioso. &a tutti erano di buon cuore e dalla &ente se&$re beata' La terra a Fuel te&$o $roduceva in abbondanza tutti i ti$i di grano. le nubi riversavano $iogge stagionali. le &ucche avevano latte in abbondanza. e gli alberi erano carichi di +rutta @=<@A"' Non ci +u n4 &orte $re&atura. n4 +a&e n4 &alattia' Gli uo&ini erano se&$re allegri. 6

$ros$eri e sani. e dotati di tutte le FualitG della bellezza e della brillantezza' Le donne erano caste e devote ai loro &ariti' 5rah&ana. 1shatriEa. VaishEas e Shudra hanno &antenuto e seguito i costu&i. il Dhar&a. gli EaMNa sacri+ici rituali". delle loro ris$ettive caste. e raggiunto la liberazione +inale @B<@8"' Do$o che l,Era 1rita +u trascorsa hai notato che nell,Era Treta il Dhar&a era in disordine. e che gli uo&ini non erano $i% in grado di otte&$erare ai riti vedici $er realizzare i $ro$ri desideri' Gli uo&ini. attraverso la loro ansia e $er$lessitG. non erano in grado di eseguire Fuesti riti $erch4 c,erano &olti $roble&i da su$erare. e $er i Fuali la $re$arazione era &olto co&$lessa' In costante di++icoltG &entale non erano n4 in grado di svolgere i riti e ne$$ure erano dis$osti ad abbandonarli' Do$o aver osservato Fuesto. Tu hai +atto conoscere sulla terra la Scrittura in +or&a di S&riti. che s$iega il signi+icato dei Veda. e Fuindi hai liberato dal $eccato. che # causa di ogni dolore. tristezza e &alattia. gli uo&ini tro$$o deboli $er la $ratica di ta$as e lo studio dei Veda' -er gli uo&ini in Fuesto terribile oceano del &ondo. chi # se non Te ad essere il loro -rotettore. Salvatore. il loro 5ene+attore $aterno. e SignoreR 9><99"' -oi. nell,era Dva$ara. Fuando gli uo&ini abbandonarono le o$ere di bene $rescritte negli S&riti. e sono stati $rivati della &etG del Dhar&a ed erano col$iti da &ali della &ente e del cor$o. +urono ancora una volta salvati da Te. attraverso le istruzioni del Gheranda un testo di Oatha 2oga ad o$era di Gheranda e del suo disce$olo ;handa/a$ali" e altre tradizioni religiose 9?<9D"' Ora la $ecca&inosa Era di 1ali ricadrG su di loro. Fuando il Dhar&a viene distrutto. un,etG $iena di cattivi costu&i e di inganno' Gli uo&ini $erseguono vie &alvagie' I Veda hanno $erso il loro $otere. le S&riti vengono di&enticate. e &olti dei -urana. che contengono storie del $assato. e &ostrano i diversi &odi che $ortano alla liberazione". verranno. o SignoreI distrutti' Gli uo&ini diventeranno avversi ai riti religiosi. senza ritegno. i&$azziti di orgoglio. se&$re inclini ad atti $ecca&inosi. lussuriosi. golosi. crudeli. senza cuore. sboccati. +alsi. dalla vita di breve durata. $overi. vessati dalla &alattia e dal dolore. brutti. deboli. bassi. stu$idi. avari e di$endenti da &eschine abitudini. co&$agni dei vili. ladri. calunniosi. dannosi. litigiosi. de$ravati. codardi. e se&$re in di++icoltG. $rivi di ogni senso di vergogna e di col$a o di $aura a sedurre le &ogli del altri' I Vi$ra bra&ini" vivranno co&e i Shudra. e $ur trascurando i $ro$ri SandhEa 7

o++iceranno ancora sacri+ici' Saranno avidi. dedicati ad atti &alvagi e $ecca&inosi. bugiardi. insolenti. ignoranti. +alsi. se&$lici $arassiti degli altri. venditori delle loro +iglie. degradati. avversi a tutte le ta$as austeritG" e vrata voti religiosi"' Saranno degli eretici. i&$ostori. o si crederanno saggi' Saranno senza +ede o devozione. e +aranno Ma$a o $uMa senza altro +ine che $er ingannare la gente' !angeranno cibi i&$uri e seguiranno cattivi costu&i. serviranno e &angeranno il cibo dei Shudra e desidereranno donne di bassa &oralitG. e saranno &alvagi e $ronti a barattare $er denaro le loro &ogli anche all,i&&orale' In breve. l,unico segno che sono 5rah&ana saranno il +ilo che indossano' Non osserveranno nessuna regola nel &angiare o nel bere o in altri as$etti. derideranno le Scritture del Dhar&a. nessun $io $ensiero entrerG &ai nella loro &ente. saranno $iegati alla distruzione del bene 9A<=>"' -er il bene e la liberazione degli uo&ini da Te sono anche stati co&$osti i Tantra. una grande FuantitG di Aga&a e Niga&a. che con+eriscono sia $iacere che liberazione. contenenti !antra e 2antra e le regole $er Fuanto riguarda il sadhana sia delle Devi che dei Deva' Da Te. anche. sono state descritte &olte +or&e di NEasa. co&e Fuelli chia&ati srishti. sthiti e sanghara"' Da Te. ancora una volta. sono state descritte le varie $osizioni da seduti dello Eoga". co&e Fuella del "loto legato" e del "loto sciolto"Q le classi di uo&ini. co&e i -ashu. i Vira. e dei DivEa co&e $ure dei Devata. che danno successo nell,utilizzo di ciascuno dei &antra =><=@"' E ancora una volta sei Tu che hai +atto conoscere in &ille &odi riti relativi al culto con una donnaQ ed i riti che si +anno con l,uso di teschi. un cadavereQ o seduti su una $ira +uneraria =9"' Da Te. ancora. # stato $roibito sia il $ashu<bhava che il divEa<bhava' Se in Fuesta etG il $ashu<bhava non $uL esistere. co&e $uL esservi divEa<bhavaR =?"' -er il $ashu si deve raccogliere con le $ro$rie &ani +oglie. +iori. +rutta e acFuaQ e non si dovrebbero guardare i Shudra o anche solo $ensare a una donna =="' D,altra $arte. il DivEa # co&e un Deva. se&$re $uro di cuore. e al Fuale tutti gli o$$osti sono uguali. libero da attacca&ento alle cose del &ondo. lo stesso con tutte le creature e $ronto a $erdonare =D"' ;o&e $ossono gli uo&ini con la conta&inazione di Fuesta etG su di loro. che sono se&$re $i% dalla &ente irreFuieta. inclini al sonno ed alla $igrizia. raggiungere la $urezza di te&$era&entoR =A"' Da Te. inoltre. sono stati enunciati i riti del Vira<sadhana. relativi al -anca<tattva < vale a dire. vino. carne. $esce. grano arrostito. e l,unione sessuale tra uo&o e donna =B<=8"' !a $oich4 gli uo&ini dell, Era di 1ali sono $ieni di aviditG. lussuria. gola. trascureranno il sadhana e cadranno nel $eccato. e do$o aver bevuto &olto vino $er il gusto del $iacere dei sensi. diventeranno $azzi di ebbrezza. e 8

$rivi di ogni nozione di giusto e sbagliato D7"' Alcuni violeranno le &ogli degli altri. altri diventeranno ladri. e alcuni. nella +oga indiscri&inata della lussuria. andranno FualunFue essa sia" con Fualsiasi donna D@"' !angiare e bere tro$$o $orterG &olte &alattie e li $riverG di +orza e di senso' SFuilibrati dalla +ollia. incontreranno la &orte. cadendo in laghi. $ozzi. o in +oreste i&$enetrabili. o dalle colline o dai tetti delle case D9<D?"' !entre alcuni saranno &uti co&e cadaveri. altri saranno se&$re tra le chiacchiere. e altri ancora litigheranno con i loro $arenti e anziani' Saranno &al+attori. crudeli. ed i distruttori del Dhar&a D=<DD"' Te&o. o SignoreI che anche Fuello che Tu hai ordinato $er il bene degli uo&ini attraverso di essi si volgerG al &ale DA"' O Signore del !ondoI chi $raticherG 2oga o NEasa. chi canterG gli inni e disegnerG lo 2antra e +arG -urashcharanaR DB"' Sotto l,in+luenza del 1ali 2uga l,uo&o diventerG vera&ente &alvagio e legato a ogni sorta di $eccato D8"' Di&&i. o Signore di tutti gli a++littiI nella Tua &isericordia. co&e. senza eccessivi dolori. gli uo&ini $ossono ottenere longevitG. salute ed energia. au&entare +orza e coraggio. conoscenza. intelligenza. e la +elicitG. e co&e $ossono diventare grandi in +orza e valore. $uri di cuore. obbedienti ai genitori. non cercare l,a&ore nelle &ogli altrui. devoti alla loro. consa$evoli del bene del $rossi&o. riverente ai Deva e ai loro guru. a&orevoli con i $ro$ri +igli e $arenti A><A@". che $ossiede la conoscenza del 5rah&an. colto nella tradizione del 5rah&an. e in continua &editazione sul 5rah&an' Di&&i. o SignoreI $er il bene del &ondo. ciL che gli uo&ini dovrebbero o non dovrebbero +are secondo le loro diverse caste e +asi della vita' -oich4 chi se non Te # il loro $rotettore in tutti i tre &ondiR A9<A?"' Pine del -ri&o Gioioso !essaggio. dal titolo "Do&ande relative alla liberazione degli esseri"'

Capitolo II
Introduzione all0Adorazione del 5rah&an
Do$o aver ascoltato le $arole della Devi. Shan/ara. Dis$ensatore di +elicitG sul &ondo. grande Oceano di &isericordia. $arlL cos3 della veritG delle cose' Sadashiva disseH O Subli&e e SantaI 5ene+attrice dell,universo. cos3 co&e # stato chiesto da Te. nessuno ha &ai +atto do&anda cos3 congrua in $assato @"' Tu sei degna di tutte le grazie. ;olei che conosce tutto il bene. soccorritrice di tutti nati in Fuesta etG. O GentileI Onnisciente sei tu' Tu conosci il $assato. il $resente ed il +uturo. e il Dhar&a' ;iL che hai detto a $ro$osito del $assato. $resente e +uturo. e. anzi. di tutte le cose. # con+or&e al Dhar&a. ed # la veritG. ed # senza dubbio accettato da !e' O SureshvariI Io ti dico in veritG e senza alcun dubbio che la &aggior $arte degli uo&ini. siano essi della casta dei nati due volte bra&ini" o di altre. a++litti co&e sono da Fuesta etG $ecca&inosa. e inca$aci di distinguere i $uri dagli i&$uri. non otterranno la $urezza o il successo dal rituale vedico. o da Fuello $rescritto dalle Sanghita e dalle S&riti 9<D"' In veritG. in veritG. e ancora una volta in veritG io ti dico che in Fuesta etG non c,# altra via $er la liberazione di Fuella $rocla&ata dagli Aga&a A"' Io. O 5eata. ho giG $reannunciato nei Veda. dalle S&riti. e -urana. che in Fuesta etG i saggi adoreranno la dottrina degli Aga&a B"' In veritG. in veritG. e al di lG di ogni dubbio. ti dico che non c,# liberazione $er colui che in Fuesta etG. incurante di tale dottrina. segue altro 8"' Non vi # alcun Signore. se non io in Fuesto &ondo. e io solo sono ;olui che # citato nei Veda. -urana. e dalle S&riti e Sanghita 7>"' I Veda e i -urana $rocla&ano che io sono la causa della $urezza dei tre &ondi. e coloro che sono contrari alla &ia dottrina sono &iscredenti e $eccatori. tanto grandi Fuanto Fuelli che uccidono un brah&ano 77"' -erciL. o DeviI il culto di colui che non ascolta i &iei $recetti # inutile. e. inoltre. un tale uo&o andrG sicura&ente all,in+erno 7@"' Lo stolto che seguisse altre dottrine incurante della &ia # un grande $eccatore tanto Fuanto l,uccisore di un brah&ano o di una donna. o di un $arricidio. non ho alcun dubbio su Fuesto 79"'

10

In Fuesta etG i !antra che si trovano nei Tantra sono &olto $i% e++icaci. danno +rutti i&&ediati. e sono $ro$izi $er )a$a. 2aMNa. e tutte Fueste $ratiche e ceri&onie 7?"' I riti vedici e i !antra che sono stati e++icaci nella -ri&a Era hanno cessato di esserlo in Fuesta' Ora sono senza $otere co&e il ser$ente di cui i denti del veleno siano stati estratti e sono co&e ciL che # &orto 7="' La grande FuantitG di altri &antra non hanno $i% $otere che gli organi di senso di Fualche i&&agine ra++igurata su una $arete' L,adorazione con l,aiuto di altri &antra # inutile co&e lo # voler +are un +iglio con una donna sterile' Jn inutile lavoroI 7D<7A"' ;olui che in Fuesta etG cerca salvezza nei &odi $rescritti da altri # co&e un $azzo assetato che scava un $ozzo sulla riva del )ahnavi 7B". e chi. conoscendo il !io Dhar&a. bra&a $er Fualsiasi altro # co&e uno che con il nettare nella sua casa bra&a ancora il succo della $ianta velenosa a/anda 78"' Non c,# nessun,altra via $er la salvezza e la +elicitG in Fuesta vita o in Fuella a venire si&ile a Fuella &ostrata dai Tantra @>"' Dalla &ia bocca sono stati enunciati i vari Tantra con le loro leggende sacre e $ratiche sia $er i Siddha che $er i Sadha/a @7"' A volte. o &ia A&ataI a causa del gran nu&ero di uo&ini dalla dis$osizione $ashu. co&e anche $er la diversitG delle Fuali+iche degli uo&ini. # stato detto che il Dhar&a di cui si $arla nelle Scritture 1ulachara deve essere tenuto segreto @@"' !a alcune $arti di Fuesto Dhar&a. o A&ataI sono state rivelate da !e allo sco$o di inclinare le &enti degli uo&ini ad esso' Vari ti$i di Devata e devoti sono ivi &enzionati. co&e 5hairava. Vetala. Vatu/a. NaEi/a. Sha/ta. Shaiva. Vaishnava. Saura. Gana$atEa. e altri' In essi. inoltre. vengono descritti vari !antra e 2antra che aiutano gli uo&ini nel consegui&ento delle siddhi. e che. anche se richiedono grande e costante s+orzo. tuttavia ottengono i +rutti desiderati @9<@="' La &ia ris$osta +inora # stata data in base alla natura del caso e dell,interrogante. e $er il suo solo bene+icio individuale @D"' Nessuno $ri&a &i ha &ai interrogato co&e hai +atto Tu a vantaggio di tutta l,u&anitG < anzi. a bene+icio di tutto ciL che res$ira. ed in &odo tanto dettagliato e con ri+eri&ento al Dhar&a di ciascuna delle diverse etG' -ertanto. $er &io a++etto $er te. o -arvatiI -arlerL dell,essenza delle essenze e del Su$re&o @A<@B"' O DeveshiI es$orrL davanti a Te la vera essenza distillata dai Veda e dagli Aga&a. ed in $articolare dai Tantra @8"' ;o&e gli uo&ini es$erti nei Tantra sono $er gli altri uo&ini. cos3 il +iu&e )ahnavi lo # $er gli altri +iu&i. co&e lo sono $er tutti gli altri Deva. cos3 lo # il !ahanirvana Tantra $er tutti gli altri Aga&a 9>"'

11

O ;olei che # di buon aus$icioI a che servono i Veda. i -urana. o gli Shastra. dal &o&ento che chi ha la conoscenza di Fuesto grande Tantra # il Signore di tutte le SiddhiR 97"' Visto che Tu &i hai interrogato $er il bene del &ondo. ti $arlerL di Fuello che $orterG bene+icio all,intero universo 9@"' O -ara&eshvariI in Fuesto &odo dovrebbe essere +atto il bene all,intero universo. il suo Signore ne # contento. $oich4 Egli ne # l,ani&a. e di$ende da esso 99"' Egli # Jno' Egli # il se&$re<esistente' ( la VeritG' Egli # l,unitG su$re&a senza un secondo' Egli # se&$re $ieno e auto<&ani+esto' ( Intelligenza Eterna e 5eatitudine 99<9?"' Non ca&bia &ai. esiste indi$endente&ente da ogni altro essere o causa. # se&$re lo stesso. Sereno. al di lG di tutti gli attributi' Tutto vede ed # il Testi&one di tutto ciL che $assa. onni$resente. l,ani&a di tutto ciL che esiste' Egli. l,Eterno e onni$resente. si cela e $ervade tutte le cose' 5ench4 Egli stesso sia $rivo di sensi. Egli # l,Illu&inatore di tutti i sensi e dei loro $oteri 9=<9D"' La causa di tutti i tre &ondi. Egli # allo stesso &odo al di lG di essi e al di lG della &ente degli uo&ini' Ine++abile e onnisciente. Egli conosce l,universo. &a nessuno conosce Lui' 9A"' Pa oscillare Fuesto inco&$rensibile universo. e nei tre &ondi tutto ciL che ha &ovi&ento ed # i&&obile di$ende da Lui. e. illu&inato dalla Sua veritG. il &ondo ris$lende co&e la VeritG stessa' Anche noi $rovenia&o da Lui co&e nostra causa 9B<98"' Egli. il Su$re&o Signore. # la causa di tutti gli esseri. la !ani+estazione di Fuella energia creativa che nei tre &ondi si chia&a 5rah&a ?>"' ;on la Sua volontG Vishnu $rotegge e io distruggo. Indra e tutti i Deva Guardiani del &ondo di$endono da Lui e governano nelle loro ris$ettive regioni sotto il Suo co&ando' Tu la sua altissi&a -ra/riti sei adorata in tutti i tre &ondi ?7<?@"' Ognuno +a il suo lavoro con la +orza di ;olui che esiste nel suo cuore' Nessuno # &ai indi$endente da Lui ?9"' -er ti&ore di Lui so++ia il vento. il sole dG calore. le nuvole riversano le $iogge stagionali. e gli alberi della +oresta +ioriscono ??"' Egli # ;olui che distrugge il Te&$o durante la Grande Dissoluzione. e di cui anche la -aura e la !orte stessa hanno ti&ore' Egli # 5hagavan. che # conosciuto co&e 2at Tat nel Vedanta ?="' O Adorata dei DevaI tutti i Deva e le Devi < anzi. l,universo intero. da 5rah&a ad un +ilo d,erba < sono Sue +or&e ?D"' Se Lui # soddis+atto l,Jniverso # soddis+atto' Se Fualche cosa si +a $er co&$iacerLo $oi la grati+icazione del Tutto # deter&inata ?A"' ;o&e il versa&ento di acFua alla radice di un albero soddis+a i bisogni delle +oglie e dei ra&i. cos3 adorandoLo tutti gli i&&ortali sono soddis+atti ?B"' O VirtuosaI 12

Esatta&ente co&e tutte le 5ellezze sono soddis+atte Fuando Tu sei venerata e Fuando gli uo&ini &editano. recitano il )a$a e $regano su di Te ?8"' ;o&e tutti i +iu&i vanno verso l,oceano cos3. o -arvatiI tutti gli atti di culto devono raggiungeLo co&e +ine ulti&o =>"' ;hiunFue sia il devoto che adora con riverenza un Devata $er un +ine desiderato. tutto ciL che gli # dato attraverso il Deva che tanto adora in realtG $roviene da Lui. il Su$re&o =7"' Oh. a che serve dire altro dinanzi a te. o &ia A&ataR Non c,# nessun altro che Lui su cui &editare. $regare. adorare $er il raggiungi&ento della liberazione =@"' Non c,# nessun bisogno di $reoccu$arsi. di digiunare. di torturare il $ro$rio cor$o. di seguire le regole ed i costu&i. di +are o++erte di grandi di&ensioni. non vi # nessun bisogno di essere attenti al te&$o. n4 al NEasa o al !udra. $ertanto. O 1uleshaniI chi si s+orzerG di cercare ri+ugio altrove se non verso di LuiR =9<=?"' Pine del Secondo Gioioso all0Adorazione del 5rah&an"' !essaggio. intitolato "Introduzione

13

Capitolo III
Descrizione dell0Adorazione del Su$re&o 5rah&an
Shri Devi disseH O Deva dei Deva. grande Deva. Guru di 5rihas$ati stesso. tu che hai enunciato tutte le Scritture. !antra. Sadhana. e hai $arlato del Su$re&o 5rah&an attraverso l,adorazione di Fuei &ortali che raggiungono la +elicitG e la liberazione. Tu . o SignoreI sei degno di istruirci sulla via del servizio dell,Ani&a Su$re&a e dei riti. !antra e &editazioni nel suo culto' ( &io desiderio. o SignoreI ascoltare la sostanza +onda&entale di tutto Fuesto da Te 7<?"' Shri Sadashiva disseH Ascolta. dunFue. o A&ata della &ia vitaI le VeritG $i% segrete e su$re&e. il &istero che in nessun luogo # ancora stato rivelato ="' -er il &io a++etto $er Te. ti $arlerL di Fuel Su$re&o 5rah&an. che # se&$re Esistente. Intelligente. e che &i # caro $i% della vita stessa' O !aheshvariI l,eterno. intelligente. in+inito 5rah&an $uL essere conosciuto nel suo vero S4 dai suoi segni esteriori =<D"' Kuel che # i&&utabile. esistente unica&ente. al di lG sia della &ente che del linguaggio. che brilla co&e la VeritG in &ezzo all,illusione dei tre &ondi. # il 5rah&an secondo la sua vera natura A"' Kuel 5rah&an # conosciuto nel sa&adhi<Eoga da coloro che considerano tutte le cose allo stesso &odo. che sono oltre tutti i contrari. oltre ogni dualitG. $rivi di dubbi. liberi da ogni illusione riguardo ani&a e cor$o B"' Kuello stesso 5rah&an # conosciuto dai Suoi segni esteriori. dal Fuale tutto l,universo # scaturito. nel Fuale tutto ciL che # nato esiste. e nel Fuale tutto ritorna 8"' ;iL che # noto con l,intuizione $uL anche essere $erce$ito da Fuesti segni esteriori' -er coloro che lo conoscono attraverso Fuesti segni # racco&andato il sadhana 7>"' Pai attenzione . o &ia caraI &entre ti $arlo di Fuesto sadhana' In $ri&o luogo. O AdEaI Io ti racconterL del !antroddhara # la +or&azione del !antra attraverso la selezione delle lettere" del 5rah&an Su$re&o 77"' -ronuncia

14

$ri&a il -ranava l0O&". $oi le $arole "esistenza" e "intelligenza". e do$o la $arola "Jno" viene "5rah&an"' !ANTRA /m Sachchide am Brahma 7@"' Kuesto # il !antra' Kueste $arole. se co&binate secondo le regole di Sandhi. +or&ano un !antra di sette lettere' Se il -ranava # o&esso. diventa un !antra di sei lettere soltanto 79"' Kuesta # il $i% eccellente di tutti i &antra. e Fuello che con+erisce i&&ediata&ente Dhar&a. Artha. 1a&a e !o/sha' Nell,uso di Fuesto !antra non # necessario veri+icarne la sua e++icacia. o se sia benevolo o$$ure ostile. $oich4 tali considerazioni non incidono su di esso 7?"' Ne$$ure al &o&ento di co&inciare a recitare Fuesto !antra # necessario +are i calcoli delle +asi lunari. o della congiunzione $ro$izia delle stelle. o dei Segni dello Sodiaco' N4 vi sono regole $articolari su co&e il !antra debba essere usato ' N4 vi # bisogno dei dieci Sa&s/ara serie di sacra&enti. sacri+ici e rituali vedici"' Kuesto &antra # altres3 e++icace nelle iniziazioni' Non vi # alcuna necessitG di usare Fualsiasi altro &antra 7="' Si dovrebbe aver ottenuto. $er &eriti acFuisiti nelle vite $recedenti. un eccellente Guru. dalle cui labbra Fuesto !antra viene ricevuto. allora la vita diventa davvero +econda 7D". e il devoto riceve nelle sue &ani Dhar&a. Artha. 1a&a e !o/sha. gioisce sia in Fuesto &ondo che nel $rossi&o 7A"' ;olui che ascolta Fuesto grande gioiello tra i !antra # davvero benedetto. $erch4 ha raggiunto lo sco$o desiderato. essendo virtuoso e $io. ed # co&e colui che ha +atto il bagno in uno dei luoghi sacri. che # stato iniziato in tutti gli 2aMNa. es$erto in tutte le Scritture. e onorato in tutti i &ondi 7B<78"' Pelice # il $adre e +elice la &adre di costui < s3. e ancora $i% di Fuesto. la sua +a&iglia # santi+icata e gli s$iriti allietati dei -itri gioiscono con i Deva . e nell,eccesso di gioia cantano @>"H "nella nostra +a&iglia # nato il $i% eccellente della nostra razza. uno iniziato nel 5rah&a<&antra che bisogno abbia&o ancora di -inda o++erti a GaEa. o di Shraddha. Tar$ana. $ellegrinaggi nei luoghi sacri @7"Q a che servono ele&osine. )a$a. Oo&a. o Sadhana. dal &o&ento che ora abbia&o ottenuto la soddis+azione i&$erituraR" @@" Ascolta. o DeviI Adorata del &ondo. &entre ti dico la $ura veritGH $er gli adoratori del 5rah&an Su$re&o non vi # alcuna necessitG di altre osservanze 15

religiose @9"' Al &o&ento dell,iniziazione a Fuesto !antra il disce$olo viene rie&$ito di 5rah&an. e $er costui. Oh DeviI cosa c,# che non # realizzabile in tutti i tre &ondiR @?"' ;ontro di lui cosa $ossono i $ianeti avversi o Vetala. ;heta/a. -ishacha. GuhEa/a. 5huta. !atri/a. Da/ini. e altri s$iritiR ci sono due ti$i di !atri/aH le B Sha/ti. che sono 5rah&ani. 1au&ari. Varahi. Vaishnavi. !aheshvari. !ahendri. Aindri e 2a&iQ e le Da/ini !atri/a di as$etto terri+ico" Alla sua sola vista sca$$eranno con volti i&$auriti @="' -rotetto dal 5rah&a<&antra. rivestito con lo s$lendore del 5rah&an. # co&e se +osse un altro Sole' ;he cosa dovrebbe te&ere. Fuindi. da Fualsiasi $ianetaR @D"' Puggono. s$aventati co&e ele+anti alla vista di un leone. e $eriscono co&e +alene in una +ia&&a @A"' Nessun $eccato lo $uL toccare. e nessuno. se non uno tanto sciagurato Fuanto un suicida. $uL danneggiarlo' Egli # $uri+icato dalla veritG. senza di+etto. un bene+attore di tutti gli esseri. un +edele credente nel 5rah&an @B"' I &alvagi e $ecca&inosi che cercano di +are del &ale a colui che # iniziato nella conoscenza del 5rah&an Su$re&o non +anno altro che danneggiare se stessi. $erch4 in sostanza co&e $ossono essere davvero se$arati da ;olui che # se&$re esistenteR @8"' -oich4 egli # il santo saggio ed il bene+attore. che lavora $er la +elicitG di tutti. Oh DeviI co&e $uL essere $ossibile danneggiare colui che va in $aceR 97"' !a $er colui che non ha alcuna conoscenza n4 del signi+icato n4 del risveglio del !antra. anche se +osse interior&ente $ronunciato dieci &ilioni di volte. risulta inutile 97"' Ascolta. dunFue. o &ia DilettaI &entre ti dirL il signi+icato e il risveglio del !antra' ;on la lettera A si intende il -rotettore del &ondo. la lettera J denota il suo Distruttore. e ! sta $er il suo ;reatore 9@"' Il signi+icato di Sat # Se&$re<esistente. che esiste indi$endente&ente da ogni altro essere o causaQ di ;hit. intelligenza. e di E/a&. Jno senza un secondo' Il 5rah&an # cos3 chia&ato $erch4 Egli esiste ovunFue' Ora. o DeviI Io ti ho dato il signi+icato del !antra. che garantisce la realizzazione dei desideri' Il risveglio del !antra consiste nella consa$evolezza di ;olui che # il Devata che $ervade il !antra. e tale conoscenza. o Su$re&a DeviI # il +rutto dell,adorazione $er il devoto 9="' Oh DeviI il Devata che $resiede il !antra # l,onni$resente. eterno. i&$erscrutabile. senza +or&a. senza $assione. e ine++abile 5rah&an 9D"' Jna volta introdotto dal 5iMa dal &antra radice" di Sarasvati. !aEa. o 1a&ala. al $osto del !antra O&. con+erisce vari ti$i di conoscenze. siddhi. e $ros$eritG in ogni $arte 9A"' Il !antra $uL essere variato sia ante$onendo che o&ettendo l,O&. o con l,i&&issione di esso $ri&a di ogni $arola o ogni due $arole del 16

!antra 9B"' Sadashiva # il Rishi di Fuesto !antra' Il versetto si chia&a Anushtu$. e il Devata che lo $resiede # il Su$re&o 5rah&an. che # senza attributi e che di&ora in ogni cosa' Esso serve $er il raggiungi&ento del Dhar&a. Artha. 1a&a e !o/sha' Ora ascolta. &ia ;ara . &entre ti $arlo di Anga<nEGsa e 1ara<nEGsa 98<?>"' O grande e adorabile DeviI la sillaba O&. le $arole Sat. ;hit. E/a&. 5rah&a. dovrebbero essere $ronunciate sul $ollice. l, indice. il &edio. l,anulare. e il &ignolo. ris$ettiva&ente. seguiti in ogni caso dalle $arole Na&ah. Svaha. Vashat. Ou&. e VaushatQ e O& Sachchide/a& 5rah&a va $ronunciato sul $al&o e sul dorso della &ano seguito dal !antra -hat ?7. ?@"' Il devoto disce$olo dovrebbe in Fuesto &odo. con la &ente sotto controllo. eseguire Anga<nEGsa secondo le regole dello stesso. co&inciando con il cuore e +inendo con le &ani ?9"' Do$o Fuesto. &entre recita il !antra O& o il !ula<&antra. dovrebbe essere eseguito del -ranaEa&a in Fuesto &odoH Dovrebbe chiudere la narice sinistra con il centro del Fuarto dito. e $oi ins$irare dalla narice destra. nel +ratte&$o +are )a$a del -ranava o del !ula<&antra otto volte' -oi. chiudendo la narice destra con il $ollice e chiudendo anche la bocca. +are )a$a del !antra 9@ volte' Do$o di che es$irare dolce&ente attraverso la narice destra. +acendo )a$a del !antra $er sedici volte' Allo stesso &odo eseguire Fueste tre azioni con la narice sinistra. e $oi ri$etere lo stesso $rocesso con la narice destra' O adorata dei DevaI Ora Ti ho $arlato del &etodo del -ranaEa&a da osservare nell,uso del 5rah&a<!antra ??<?B"' Il sadha/a dovrebbe $oi +are &editazione assolvendo cos3 il suo desiderio ?8"' DhEana Nel loto del &io cuore io conte&$lo la Divina Intelligenza. il 5rah&an senza distinzioni e di++erenze. conoscibile da Oari. Oara. e Vidhi. il Fuale gli 2ogi a$$rocciano in &editazione. ;olui che distrugge la $aura della nascita e della &orte. che # Esistenza. Intelligenza. radice di tutti i tre &ondi =>"

17

Avendo cos3 conte&$lato il Su$re&o 5rah&an. il devoto dovrebbe. al +ine di raggiungere l,unione con il 5rah&an. adorarlo con o++erte &entali =7"' -er $ro+u&o o++rirG all,Ani&a Su$re&a l,essenza della Terra. $er +iori l,etere. $er incenso l,essenza del cielo. $er luce la lucentezza dell,universo. e $er cibo l,essenza delle AcFue del &ondo =@" ' -oi ri$etendo &ental&ente il grande &antra e o++rendo il suo +rutto al Su$re&o 5rah&an. l0eccellente disce$olo deve iniziare il culto esteriore' !editando con gli occhi chiusi sull, eterno 5rah&an. il devoto deve o++rire con riverenza al Su$re&o Fualsiasi cosa abbia a $ortata di &ano. co&e $ro+u&i. +iori. vestiti. gioielli. cibo e bevande. do$o averli $uri+icati con il seguente &antra =?<=="H !antra Il reci$iente in cui vengono i&&esse Fueste o++erte # il 5rah&an. e cos3. anche. # il ghee burro" ivi o++erto' 5rah&an # sia il +uoco sacri+icale e sia chi +a il sacri+icio. e il 5rah&an otterrG colui la cui &ente # +issa sul 5rah&an co&$iendone i riti che $ortano ad Esso =D"' -oi. a$rendo gli occhi. interior&ente e con tutta la sua +orza recitando il )a$a con il !ula<&antra. il devoto dovrebbe o++rirne la recitazione al 5rah&an stesso e Fuindi recitare l,inno che segue e il /avacha<&antra =A"' Ascolta. !aheshvariI l,inno al 5rah&an. lo S$irito Su$re&o. ascoltandolo il disce$olo diventa un tutt,uno con il 5rah&an =B"' Stotra O&I !i inchino a Te. il ri+ugio eterno di tuttiH !i inchino a Te. l,Intelligenza $ura &ani+estata nell,universo' !i inchino a Te che nella sua essenza # Jno e che dona la liberazione' !i inchino a Te. il grande. l,Jno $rivo di attributi che tutto $ervade =8"' Tu sei l,unico ri+ugio e oggetto di adorazione' L,intero universo ha l,as$etto di Te che ne sei la causa' Tu solo sei ;reatore. -reservatore e Distruttore del &ondo' Tu sei l,unico i&&utabile Su$re&o. non sei n4 Fuesto n4 Fuello Do"Q Orrore di ciL che orribile. terrore del terribile' Ri+ugio di tutti gli esseri. $uri+icatore di tutti i $uri+icatori' Tu solo regni sui cieli . 18

Su$re&o dei su$re&i. -rotettore dei -rotettori D7"' O Su$re&o Signore. $resente in tutte le cose. e$$ure Non !ani+esto in tutto. I&$ercettibile ai sensi. &a la $ura veritG' Inco&$rensibile. I&$erituro. Essenza nascosta che tutto $ervade' Signore e Luce dell,JniversoI salvaci dal &ale D@"' Solo su Fuell, Jno &editia&o. solo Fuell, Jno con la nostra &ente adoria&o. Solo a Fuell, Jno. il Testi&one dell,Jniverso. ci inchinia&o' Ri+ugio cerchia&o in ;olui che # il nostro unico Eterno sostegno Il Signore che esiste indi$endente&ente da ogni altro essere o causa. l,i&barcazione di sicurezza nel &are dell,essere D9"' Kuesto # l,inno dai cinFue gioielli dedicato all,Ani&a Su$re&a' ;hi $uro nella &ente e nel cor$o recita Fuesto inno si unisce con il 5rah&an D?"' Va recitato ogni giorno alla sera. e in $articolare il giorno della Luna' L,uo&o saggio dovrebbe leggerlo e s$iegarlo ai suoi $arenti D="' Oo $arlato a Te. Oh DeviI dell,inno dai cinFue gioielli' O GraziosaI ascolta ora la 1avacha del no&e )agan<&angala lett' 5ene+attore del &ondo. # la 1avacha. ar&atura. o il !antra $rotettivo $er tale no&e' in alcuni casi viene trascritta e indossata co&e un a&uleto". indossandola e leggendola si diventa un conoscitore del 5rah&an DD"' !antra -ossa l,Ani&a Su$re&a $roteggere la &ia testa. -ossa il Signore Su$re&o $roteggere il &io cuore. -ossa il -rotettore del &ondo $roteggere la &ia gola. -ossa ;olui che tutto $ervade. il Signore che tutto vede. $roteggere il &io viso DA". -ossa l,ani&a dell,universo $roteggere le &ie &ani. -ossa ;olui che # l,Intelligenza stessa $roteggere i &iei $iedi. -ossa l,Eterno e Su$re&o 5rah&an $roteggere se&$re il &io cor$o in tutte le sue $arti DB"' Il Rishi di Fuesto bene+ico a&uleto # Sada<Shiva. il versetto # anushtu$ un ti$o di &etro". il Devata che lo $resiede # il 5rah&an Su$re&o. e lo sco$o del suo uso # il raggiungi&ento di Dhar&a. Artha. 1a&a e !o/sha la retta condotta. la ricchezza. la realizzazione dei desideri e la liberazione" D8"' ;olui che recita Fuesto &antra $rotettivo do$o averlo o++erto al suo Rishi raggiunge 19

la conoscenza del 5rah&an. e diventa i&&ediata&ente uno con il 5rah&an stesso A>"' Se scritto su corteccia di betulla e racchiuso in una $alla d,oro. $uL essere $ortato al collo o sul braccio destro. chi lo indossa raggiunge Fualsiasi ti$o di $otere A7"' Ora ho rivelato a te il !antra a&uleto del 5rah&an Su$re&o' Dovrebbe essere dato al disce$olo $rediletto che # sia dedicato al Guru che in $ossesso di conoscenza A@"' Il bravo Sadha/a dovrG. do$o aver recitato il !antra e l,inno con riverenza. salutare il Su$re&o A9"' Saluto O& !i inchino al Su$re&o 5rah&an' !i inchino all,Ani&a Su$re&a' !i inchino a ;olui che # al di lG di tutte le FualitG' !i inchino al se&$re esistente ancora e ancora A?"' L,adorazione del Signore Su$re&o $uL essere +atta con il cor$o o con la &ente o con la $arola. &a la sola cosa necessaria # la $urezza di s$irito A="' Do$o aver $regato nel &odo descritto. l,uo&o saggio deve con i suoi a&ici e $arenti &angiare il cibo sacro consacrato allo S$irito Su$re&o' AD" Nell, adorazione del Su$re&o non c,# bisogno di invocarLo di essere $resente o di desiderare che Lui se ne vada' -uL essere +atta se&$re e in ogni luogo AA"' E non conta se il devoto ha o non ha +atto il bagno. o se si # a digiuno o se si ha $reso cibo' !a lo S$irito Su$re&o dovrebbe se&$re essere adorato con cuore $uro AB"' Do$o la $uri+icazione dal 5rah&a<!antra. tutto il cibo o le bevande che sono o++erti al Signore Su$re&o diventano esse stesse $uri+icanti A8"' Il tocco delle caste in+eriori $ossono inFuinare l,acFua del Gange e del Shaligra&a. &a niente che sia stato consacrato al 5rah&an B>" $uL essere inFuinato' Se devoto al 5rah&an. con Fuesto !antra. il +edele e la sua gente $ossono &angiare Fualsiasi cosa. sia cotta che cruda B7"' Nella consu&azione di Fuesto cibo non # necessario osservare nessuna regola di casta o di te&$o' Non si deve esitare a $rendere gli avanzi dal $iatto di un altro. senza +ar caso se l,altro sia $uro o i&$uro' B@"' Kualsiasi sia la $rovenienza del cibo. &angia senza scru$oli e senza +arti tro$$e do&ande Fuel cibo che # stato o++erto al 5rah&an B9"' Tale cibo. Oh DeviI neanche i Deva riescono ad ottenerlo +acil&ente. e $uri+ica anche se 20

$ortato da un ;handala una delle caste $i% basse". o se # $ortato dalla bocca di un cane B?"' -er Fuanto riguarda gli e++etti che la consu&azione di Fuesto cibo ha sugli uo&ini. che cosa. o Adorata dei DevaI $ossia&o aggiungereR ( considerato otti&o anche dai Deva' Senza alcun dubbio si $uL dire che la consu&azione di Fuesto cibo sacro. anche se $reso una sola volta. libera il $i% grande dei $eccatori e tutti i $eccatori dai loro $eccati B=<BD"' Il &ortale che ne &angia acFuisisce &eriti che diversa&ente $ossono essere guadagnati solo da bagni rituali ed ele&osine a 9= &ilioni di luoghi sacri BA"' !angiandolo si ottiene &erito dieci &ilioni di volte di $i% ris$etto a Fuello ottenuto dal sacri+icio del cavallo. o addirittura da Fualsiasi altro sacri+icio BB"' La sua eccellenza non $uL essere descritta da dieci &ilioni di lingue e da &ille &ilioni di bocche B8"' OvunFue il Sadha/a $uL +arlo. e anche se # un ;handala. raggiunge l,unione con il 5rah&an nel &o&ento stesso in cui &angia il nettare a Lui dedicato 8>"' Anche i bra&ini es$erti nel Vedanta devono $rendere il cibo $re$arato da uo&ini di bassa casta se # stato o++erto al 5rah&an 87"' Nessuna distinzione di casta deve essere osservata &angiando cibo o++erto allo S$irito Su$re&o' ;hi ritiene che sia i&$uro diventa un grande $eccatore 8@"' Sarebbe &eglio. o A&ataI co&&ettere un centinaio di $eccati o uccidere un 5rah&ana $iuttosto che dis$rezzare cibo che # stato o++erto al Su$re&o 5rah&an 89"' Kuegli stolti che ri+iutano cibo e bevande santi+icate dal grande !antra $rovocano la caduta dei loro antenati nelle regioni degli in+eri. ed essi stessi vanno a ca$o+itto nell,in+erno delle cieche tenebre. dove ri&angono +ino alla dissoluzione delle cose' Non c,# nessuna liberazione $er chi dis$rezza il cibo o++erto al 5rah&an 8?<8="' Nel sadhana di Fuesto grande !antra. anche chi agisce senza &eriti diventa &eritevole. il &erito viene acFuisito nel sonno. e gli atti sono accettati co&e legitti&i $erch4 sono eseguiti in base ai desideri del devoto 8D"' -erciL che bisogno c,# di $ratiche vediche. che bisogno c,# $ersino di Fuelle del TantraR KualunFue cosa +accia il saggio che crede nel 5rah&an gli # riconosciuto co&e legitti&o 8A"' -er loro non c,# n4 &erito n4 de&erito nello svolgi&ento o nel &ancato ade&$i&ento dei riti abituali' Nel sadhana di Fuesto !antra i di+etti o le o&issioni non sono un ostacolo 8B"' ;on il sadhana di Fuesto !antra. o grande DeviI l,uo&o diventa sincero. conFuistatore delle $assioni. devoto al bene dei suoi si&ili. tutte le cose gli sono indi++erenti. $uro di sco$o. senza invidia e arroganza. &isericordioso. $uro di &ente. dedicato al servizio e alla ricerca del bene dei suoi genitori. un ascoltatore assiduo delle cose divine. che &edita se&$re sul 5rah&an' La sua &ente # se&$re rivolta alla ricerca del 5rah&an' ;on +orza di deter&inazione. tenendo la &ente in stretto controllo. # se&$re consa$evole della vicinanza del 5rah&an 88<7>7"' ;olui 21

che # iniziato nel 5rah&a<!antra non &entirG o $enserG a nuocere. e eviterG di andare con le &ogli degli altri 7>@"' All,inizio di tutti i riti. dirGH "Tat Sat". e $ri&a di &angiare o bere Fualche cosa dirGH "Dedico Fuesto a 5rah&an" 7>9"' -er il conoscitore del 5rah&an. il dovere consiste nell,azione $er il benessere degli altri uo&ini' Kuesto # l,eterno Dhar&a' O Sha&bhaviI ora Ti $arlerL dei doveri relativi al SandhEa $reghiere svolte nei &o&enti $ro$izi dell,alba. del &ezzogiorno e del tra&onto" nella $ratica del 5rah&a<!antra. attraverso il Fuale gli uo&ini acFuisiscono Fuella reale ricchezza che viene a loro sotto +or&a di 5rah&an 7>="' DovunFue egli sia. e in Fualsiasi $osizione. il bravo e ben intenzionato sadha/a deve. al &attino. &ezzogiorno e sera. &editare sul 5rah&an secondo le &odalitG $rescritte' -oi. Oh DeviI +arG Ma$a del GaEatri 7>B volte' O++rendo il Ma$a al Devata. gli renderG o&aggio nel &odo che ho detto 7>D<7>B"' Oo a$$ena detto a Te del SandhEa da essere utilizzato nel sadhana del 5rah&a<!antra. e con il Fuale il devoto diventerG $uro di cuore 7>D<7>B"' Ascolta ora. Tu che sei decorata con la grazia. il GaEatri. che distrugge ogni $eccato' Recita "-ara&eshvara" al singolare dativo. $oi "vid&ahe". e. &ia ;ara. do$o la $arola "-aratattvaEa" recita "dhi&ahi". aggiungendo. Oh DeviI le $aroleH "Tanno 5rah&a $rachodaEat"' !antra ";he $ossia&o conoscere il Signore Su$re&oQ che $ossia&o &editare sull,Essenza Su$re&a. e $ossa tale 5rah&an dirigerci" Kuesto # il $ro$izio 5rah&a<GaEatri che con+erisce Dhar&a. Artha. 1a&a e !o/sha la retta condotta. la ricchezza. la realizzazione dei desideri e la liberazione" 7>8<777"' Tutto ciL che +accia&o. sia che si tratti dell,adorazione o del sacri+icio. del bagno. di bere o &angiare. acco&$agna&olo con la recita del 5rah&a<!antra 77@"' Kuando ci si alza nel cuore della notte. e do$o essersi inchinati al $recettore che ci ha dato l,iniziazione del 5rah&a<!antra. che sia recitato con tutto il raccogli&ento' -oi gli o&aggi dovrebbero essere +atti al 5rah&an. co&e detto so$ra. do$o aver &editato su di lui' Kuesto # il rito racco&andato di &attina 779"' -er il -urashcharana Ma$a del &antra ri$etuto un certo nu&ero 22

di volte". O 5ellissi&aI )a$a del !antra dovrebbe essere +atto 9@ &ila volte. $er le oblazioni 9@>> volte. $er la $resentazione o l,o++erta di acFua al Devata. 9@> volte. $er la $uri+icazione $ri&a di dell,adorazione 9@ volte. e i Fuattro 5rah&ana dovrebbero essere +esteggiati 77?<77="' Nel -urashcharana non # necessario osservare nessuna regola $er toccare il cibo o $er Fuanto riguarda Fuello che dovrebbe essere accettato o ri+iutato' N4 # necessario un te&$o $ro$izio n4 un luogo $articolare dove eseguirlo 77D"' Se egli sia a digiuno o abbia $reso cibo. con o senza bagno. che il Sadha/a. secondo le sue inclinazioni. $ossa +are sadhana con Fuesto !antra su$re&o 77A"' Senza +atica o dolore. senza inno. a&uleto. nEasa riti". &udra. o setu l0O& $ri&a del Ma$a". senza l0adorazione a Ganesh nella +or&a del Ladro ;haura<Ganesh. &ani+estazione ta&asica di Ganesh. colui che ruba al devoto il +rutto dell0adorazione". sicura&ente e i&&ediata&ente il volto del Su$re&o 5rah&an sarG incontrato +accia a +accia 77B<778"' Nel sadhana di Fuesto grande !antra nessun altro San/al$a letteral&ente risoluzione. un voto $ersonale" # necessario se non l,inclinazione della &ente e la $urezza di s$irito' L,adoratore del 5rah&an vede il 5rah&an in tutto 7@>"' Il devoto non +a $eccato. n4 dovrebbe subire danni se $er caso in Fuesto sadhana o&ette Fualcosa' Al contrario. se c,# Fualche o&issione. l,uso di Fuesto grande !antra ne # il relativo ri&edio 7@7"' In Fuesta etG terribile e $ecca&inosa. $riva di ta$as austeritG". cos3 di++icile da $ercorrere. il se&e stesso della liberazione # l,uso del 5rah&a<!antra 7@@"' !olti Tantra e Aga&a hanno $rescritto varie &odalitG di sadhana. &a Fuesti. o grande DeviI sono al di lG delle co&$etenze dei deboli uo&ini di Fuest0Era 7@9"' -er Fuesti uo&ini. o A&ataI che hanno una vita breve. che sono senza iniziativa. di$endenti dal cibo. che sono avari. desiderosi di ottenere ricchezza. cos3 incerti nel loro intelletto che # senza $ace. anche nei suoi tentativi di +are Eoga' Inca$aci. inoltre. di so$$ortare la so++erenza e i&$azienti nelle austeritG dello Eoga' -er la +elicitG e la liberazione di Fuesti uo&ini # stata tracciata la Via del 5rah&an 7@?<7@="' O DeviI in veritG e in veritG Ti dico che in Fuesta Era non vi # altra via $er la +elicitG e la liberazione di Fuella dell, iniziazione nel 5rah&a<!antra. di nuovo Ti dico che non c,# altro &odo 7@D"' La regola in tutti i Tantra # che ciL che # $rescritto $er la &attina deve essere +atto al &attino. SandhEa tre volte al giorno e l,adorazione a &ezzogiorno. &a. o ;olei che # di buon aus$icioI nel culto del 5rah&an non c,# altra regola se non il desiderio del devoto 7@A"' Dal &o&ento che nel culto di 5rah&a le regole sono co&e servi e le $roibizioni di altri culti non $revalgono. chi cercherG ri+ugio in altroR 7@B"' ;he il disce$olo $ossa 23

ottenere un guru che # un conoscitore del 5rah&an. $aci+ico e dalla &ente $lacida. e $oi. abbracciando i suoi $iedi di loto. che $ossa su$$licarlo co&e segueH Su$$lica al Guru O &isericordioso I Signore degli a++littiI sono venuto a Te $er avere $rotezioneH $osa Fuindi le o&bre dei tuoi $iedi di loto so$ra la &ia testa. oh tu la cui ricchezza # la +a&a 79>"' Avendo cos3 $regato e adorato con tutte le sue +orze il suo Guru. il disce$olo deve ri&anere davanti a lui in silenzio con le &ani giunte 797"' Il Guru dovrG Fuindi esa&inare attenta&ente i segni e le FualitG del disce$olo. gentil&ente chia&are Fuest,ulti&o a lui. e dare al buon disce$olo il grande !antra 79@"' Il saggio stando seduto su una sede. dovrG rivolgersi verso est o verso Nord . con il disce$olo alla sua sinistra e lo sguardo col&o di tenerezza su di lui 799"' Il Guru do$o aver eseguito Rishi<nEasa dovrG Fuindi $orre la &ano sulla testa del disce$olo. e $er ottenere le siddhi di Fuest,ulti&o +are )a$a del !antra 7>B volte 79?"' L,eccellente Guru. oceano di bontG. sussurrerG il &antra sette volte nell,orecchio destro del disce$olo se egli # un 5rah&ana. o nell,orecchio sinistro se # di un,altra casta 79="' O 1ali/aI Ora ho descritto il &odo in cui dovrebbero essere date le istruzioni nel 5rah&a<!antra' -er Fuesto non c,# bisogno di $uMa. e la sua San/al$a dovrebbe essere solo &entale 79D"' Il Guru deve $oi alzare il disce$olo. ora diventato suo +iglio. che # $rostrato ai suoi $iedi di loto. e dire con a++etto ciL che segueH 79A" Ris$osta del Guru Alzati. +iglio &io. tu sei liberato' Sii se&$re devoto alla conoscenza del 5rah&an' ;onFuista le tue $assioni' -ossa tu essere sincero. e avere +orza e salute 79B"' Il bravo disce$olo. alzandosi. +arG un,o++erta al Guru. ad ese&$io del denaro o un +rutto. secondo ciL che $uL $er&ettersi' Ri&anendo obbediente ai co&andi del suo $recettore. $otrG $oi vagare $er il &ondo co&e un Deva 798"' Subito do$o la sua iniziazione a Fuesto &antra la sua ani&a # $ervasa 24

dall,Essere Divino' ;he bisogno c,#. allora. o DeveshiI $er costui di $raticare vari ti$i di sadhanaR O ;arissi&aI Ora Ti ho breve&ente $arlato dell,iniziazione al 5rah&a<!antra 7?>"' -er Fuesta iniziazione soltanto l,ani&o &isericordioso del Guru # necessario 7?7"' L,adoratore del -otere Divino. di Shiva. del Sole. di Vishnu. di Ganesha. i 5rah&ana es$erti nei Veda e tutte le altre caste $ossono essere iniziati 7?@"' ( $er grazia di Fuesto !antra. Oh DeviI che sono diventato il Deva dei Deva. che ho vinto la &orte. e sono diventato il guru di tutto il &ondo' ;on esso ho +atto FualunFue cosa desiderassi. cacciando da !e ignoranza e dubbio 7?9"' 5rah&a # stato il $ri&o a ricevere il !antra da &e. e lo ha insegnato ai 5rah&arishi. che lo hanno insegnato ai Deva' Da Fuesti i Devarishi lo hanno i&$arato' I Saggi lo hanno i&$arato da Fuest,ulti&i. ed i Rishi reali lo hanno a$$reso dai Saggi. e tutti. attraverso la grazia dello S$irito Su$re&o e di Fuesto !antra. sono diventati un tutt,uno con il 5rah&an 7??<7?="' Nell,uso di Fuesto 5rah&a<!antra. o grande Devi. non ci sono restrizioni' Il Guru $uL dare senza esitazione al suo disce$olo il suo !antra $ersonale. un $adre $uL iniziare i suoi +igli. un +ratello i suoi +ratelli. il &arito sua &oglie. uno zio &aterno i suoi ni$oti. un nonno &aterno i suoi ni$oti 7?D<7?A"' L,errore. co&e c,# in altri culti. nel dare il $ro$rio !antra $ersonale. o nella iniziazione da $arte del $adre o di altri $arenti. non esiste nel caso di Fuesto grande e vincente !antra 7?B"' ;olui che lo ha ascoltato. anche se non dalle labbra di un iniziato nella conoscenza del 5rah&an. si $uri+ica. e raggiunge lo stato di 5rah&an. e non # in+luenzato n4 dalla virt% n4 dal $eccato 7?8"' I ca$o+a&iglia dei 5rah&ana e di altre caste che $regano con il 5rah&a<!antra dovrebbero essere ris$ettati e venerati co&e i $i% grandi delle loro ris$ettive classi 7=>"' I 5rah&ana diventano i&&ediata&ente co&e coloro che hanno vinto le loro $assioni. e le caste in+eriori diventano $ari ai 5rah&anaH $erciL ;he tutti adorino coloro che sono iniziati nel 5rah&a<!antra. e Fuindi in $ossesso della ;onoscenza Divina 7=7"' ;oloro che li o++endono sono tanto &alvagi Fuanto gli assassini dei 5rah&ana. e andranno in un terribile in+erno. dove ri&arranno +ino a Fuando il sole e le stelle dureranno 7=@"' Insultare e calunniare un devoto del 5rah&an Su$re&o # un $eccato dieci &ilioni di volte $eggiore di Fuello di uccidere una donna o causare un aborto 7=9"' ;o&e gli uo&ini iniziati nel 5rah&a<!antra si liberano di tutti i $eccati. cos3. Oh DeviI $ossono essere liberati anche dal culto di Te 7=?"' 25

Pine del terzo Gioioso !essaggio. intitolato "Descrizione dell0Adorazione del Su$re&o 5rah&an"'

26

Capitolo I%
Introduzione all,Adorazione della Su$re&a -ra/riti
Do$o aver ascoltato con attenzione ciL che # stato detto riguardo il culto del Su$re&o 5rah&an. &olto soddis+atta la Su$re&a Devi di nuovo inter$ellL Shan/ara 7"' Shri Devi disseH O Signore dell,Jniverso e !aritoI !i i&&ergo con soddis+azione nel nettare delle Tue $arole riguardanti la &agni+ica adorazione del Su$re&o. che $orta al benessere del &ondo e al $ercorso del 5rah&an. e dG luce. intelligenza. +orza e $ros$eritG @<9" ' Tu hai detto. o Oceano di !isericordiaI che. co&e l,unione con il 5rah&an # raggiungibile attraverso la Sua adorazione . cos3. $uL essere raggiunto con l,adorazione di !e stessa ?"' Vorrei sa$ere. O SignoreI di Fuesto &agni+ico culto di !e stessa. che co&e tu dici # l0origine dell,unione del devoto con il 5rah&an ="' Kuali sono i suoi riti. e con Fuali &ezzi $uL essere realizzatoR Kual # il suo !antra e Fuale la +or&a della sua &editazione e le &odalitG di cultoR D"' O Sha&bhuI chi se non te. grande &edico dei &ali terreni. # in grado di $arlarne. dal suo inizio alla sua +ine. e in tutti i suoi dettagli. gradevole co&e lo # $er &e e bene+ico $er tutta l,u&anitGR A"' Ascoltando le $arole della Devi. il Deva dei Deva. !arito di -arvati. +u +elice. e Le $arlL cos3H B" Shri Sadashiva disseH Ascolta. O Tu di buona +ortuna e destino. le ragioni $er cui tu dovresti essere adorata. e co&e in tal &odo l,individuo diviene unito al 5rah&an 8"' Tu sei l,unica -ara -ra/riti dell,Ani&a Su$re&a. il 5rah&an. e da Te # sorto l,intero Jniverso < O Shiva < la sua !adre 7>"' O ;olei che # graziosa I Fuello che c,# in Fuesto &ondo. dalle cose che hanno &ovi&ento e Fuelle che sono senza &ovi&ento. dal !ahat all0ato&o dal &acrocos&o al &icrocos&o". deve la sua origine e di$ende da Te 77"' Tu sei l,Originale di tutte le &ani+estazioni. Tu sei il luogo di nascita $ersino di Noi. tu conosci tutto il &ondo. e$$ure nessuno Ti conosce 7@"' 27

Tu sei 1ali. Tarini. Durga. Shodashi. 5huvaneshvari. Dhu&avati' Tu sei 5agala. 5hairavi e ;hhinna<&asta/a' Tu sei Anna<-urna. Vagdevi. 1a&a<lalaEa' Tu sei l,i&&agine o l,incarnazione di tutte le Sha/ti e di tutti i Deva 79<7?"' Tu sei sia sottile che grossa. &ani+esta e velata. senza +or&a. e$$ure con la +or&a' ;hi Ti $uL ca$ireR 7="' -er la realizzazione del desiderio del devoto. $er il bene del &ondo. e la distruzione dei Danava Asura +igli di Danu". tu assu&i varie +or&e 7D"' -uoi avere Fuattro braccia. due braccia. sei braccia. e otto braccia. e tieni &issili e ar&i varie $er la $rotezione dell,Jniverso 7A"' In altri Tantra ho $arlato dei diversi !antra e 2antra. con l,utilizzo di cui Tu dovresti essere adorata secondo le tue diverse +or&e. e anche l3. ho $arlato di diverse dis$osizioni degli uo&ini 7B"' In Fuesto 1ali 2uga non c,# -ashu<bhavaH DivEa<bhava # di di++icile realizzazione. &a le $ratiche relative alla Vira<sadhana danno +rutti visibili 78"' In Fuesto 1ali 2uga. O DeviI il successo si ottiene solo con il culto 1auli/a. e Fuindi dovrebbe essere eseguito con ogni cura @>"' Da esso. O DeviI si acFuisisce la conoscenza del 5rah&an. e il &ortale che ne sia dotato si sentirG sicuro e nel conte&$o vivrG liberato dalle nascite +uture ed esonerato dallo svolgi&ento di tutti i riti religiosi @7"' Secondo la conoscenza u&ana il &ondo se&bra essere sia $uro che i&$uro. &a Fuando 5rah&a<MNana # stato acFuisito non c,# distinzione tra $uro e i&$uro @@"' -er colui che sa che il 5rah&an # in tutte le cose ed # eterno. cosa c,# che $uL essere i&$uroR @9"' Tu sei l,i&&agine di tutti e. so$rattutto. tu sei la !adre di tutti' Se tu sei soddis+atta. O Regina dei DevaI allora tutti sono soddis+atti @?"' -ri&a dell,inizio delle cose Tu esistevi nella +or&a di Tenebra Ta&as" che # oltre la $arola e la &ente. e da Te attraverso il desiderio creativo del Su$re&o 5rah&an # nato l,Jniverso intero @="' Kuesto Jniverso. dal grande $rinci$io del !ahat &ateria cos&ica" +ino agli ele&enti grossolani terra. acFua. +uoco. aria ed etere". # stato creato da te. dal &o&ento che il 5rah&an ;ausa di tutte le cause non # che la causa stru&entale @D"' E ,il Se&$re<esistente. I&&utabile. Onni$resente. -ura Intelligenza. -ura ;onsa$evolezza senza lega&i . &a esistente in tutte le cose @A"' Non agisce. non gode' Non si &uove. non # ne$$ure i&&obile' ( la veritG e la conoscenza. senza inizio n4 +ine. ine++abile e inco&$rensibile @B"'

28

Tu la Su$re&a 2ogini . &ossa dal se&$lice desiderio. crei. $roteggi e distruggi Fuesto &ondo con tutto ciL che in esso si &uove ed # i&&obile @8"' !aha/ala. il Distruttore dell,Jniverso. # la Tua i&&agine' Alla dissoluzione delle cose. # 1ala che divorerG tutto 9>". e in ragione di Fuesto Egli # chia&ato !aha/ala. e dato che tu stessa divori !aha/ala. sei Tu che sei la Su$re&a -ri&ordiale 1ali/a 97"' -oich4 Tu divori 1ala. Tu sei 1ali. la +or&a originaria di tutte le cose.e $oich4 tu sei l,Origine e divori tutte le cose. sei chia&ata AdEa 1ali 9@"' Do$o la dissoluzione. ri$resa la Tua $ro$ria +or&a. scura e in+or&e. Tu sola ri&ani co&e Jno ine++abile e inconce$ibile 99"' -ur avendo una +or&a. e$$ure Tu sei $riva di +or&aQ sebbene Tu sia senza inizio. &ulti+or&e attraverso il $otere di !aEa. sei l,inizio di tutto. ;reatrice. -rotettrice. e Distruttrice 9?"' Kuindi. O GentileI Fualsiasi +rutto si ottiene dall,iniziazione nel 5rah&a<!antra. lo stesso $uL essere ottenuto dal culto di Te 9="' Secondo le di++erenze di luogo. te&$o e ca$acitG dei devoti. Oh DeviI in alcuni dei Tantra ho $arlato del culto segreto adatto alle loro ris$ettive abitudini e dis$osizioni 9D"' Dove gli uo&ini eseguono Fuel culto che hanno il $rivilegio di eseguire. vi $arteci$ano ai +rutti del culto. ed essendo liberati dal $eccato con sicurezza attraversano l,Oceano dell,Essere 9A"' -er &erito acFuisito in &olte vite $recedenti la &ente # incline alla dottrina 1auli/a. e colui la cui ani&a # $uri+icata da tale culto diventa co&e Shiva 9B"' Dove c,# abbondanza di $iacere. a cosa serve $arlare di 2oga. e dove c,# lo 2oga non c,# $iacere. &a il 1aula gode in entra&bi i casi 98"' Se si onora un uo&o es$erto nella conoscenza dell,essenza della dottrina 1aula. allora tutti i Deva e le Devi sono adorati < non c,# alcun dubbio ?>"' Il &erito acFuisito dall,onorare un 1auli/a # dieci &ilione di volte $i% di Fuello acFuisito dal regalare il &ondo con tutto il suo oro ?7"' Jn ;handala una delle caste $i% degradate ingaggiata nei lavori sui ca&$i di cre&azione" es$erto nella conoscenza della dottrina 1auli/a $ri&eggia un 5rah&ana. e un 5rah&ana a cui &anca tale conoscenza # al di sotto $ersino di un ;handala ?@"' Non conosco Dhar&a su$eriore a Fuella del 1aula. aderendo al Fuale l,uo&o diventa in $ossesso di conoscenza divina ?9"' Ti sto dicendo la veritG. 29

Oh DeviI -onilo nel cuore e &edita su di esso' Non c,# una dottrina su$eriore alla dottrina 1auli/a. la $i% eccellente di tutte ??"' Kuesto # il $ercorso $i% eccellente tenuto nascosto a causa della &oltitudine di -ashu uo&ini di indole ani&alesca in cui il Ta&as Guna # $revalente". &a Fuando l,era di 1ali avanza Fuesto $ercorso sarG rivelato ?="' In veritG e in veritG Ti dico che Fuando il 1ali 2uga raggiunge la $ienezza della sua +orza non ci saranno -ashu. e tutti gli uo&ini sulla terra saranno seguaci della dottrina 1auli/a ?D"' O VararoheI un altro dei tanti no&i della Devi che signi+icaH ;olei che # bella" sa$$ia&o che Fuando cessano le iniziazioni vediche e $uraniche allora il 1ali 2uga # diventato +orte ?A"' O ShivaI O ;olui che # tranFuilloI Fuando la virt% e il vizio non sono $i% giudicati dalle regole vediche. allora sa$$i che il 1ali 2uga # diventato +orte ?B"' O Sovrana -adrona della dottrina 1aulaI Fuando il Piu&e ;eleste il Gange" # rotto in alcuni $unti. e in altri deviato dal suo corso. allora sa$$i che il 1ali 2uga # diventato +orte ?8"' O SaggioI Fuando i re della razza !lechchha # un ter&ine a$$licato a tutte le genti non ariane cio# al di +uori dell0ArEavarta. il subcontinente indiano" diventano eccessiva&ente avari. allora sa$$i che il 1ali 2uga # diventato +orte =>"' Kuando le donne diventano di di++icile controllo. senza cuore e litigiose. e calunniatrici dei loro &ariti. allora sa$$i che il 1ali 2uga # diventato +orte =7"' Kuando gli uo&ini diventano soggetti alle donne e schiavi della lussuria. o$$ressori dei loro a&ici e Guru. allora sa$$i che il 1ali 2uga # diventato +orte =@"' Kuando la +ertilitG della terra # andata e $roduce uno scarso raccolto. Fuando le nuvole $roducono scarse $iogge. e gli alberi danno $ochi +rutti. allora sa$$i che il 1ali 2uga # diventato +orte =9"' Kuando +ratelli. $arenti e co&$agni. s$inti dal desiderio di Fualche sciocchezza. si col$iranno l,un l,altro. allora sa$$i che il 1ali 2uga # diventato +orte =?"' Kuando il consu&o a$erto di carne e liFuori $asserG senza condanna e $unizione. Fuando il bere di nascosto $revarrG. allora sa$$i che il 1ali 2uga # diventato +orte =="' ;o&e nel SatEa. Treta. e Dva$ara 2uga vino e si&ili $ossono essere consu&ati. cos3 $ossono essere $resi nel 1ali 2uga secondo il 1auli/a Dhar&a =D"' Il 1ali 2uga non $uL danneggiare coloro che sono $uri+icati dalla veritG. che hanno conFuistato le loro $assioni e sensi. che sono a$erti a loro &odo. senza inganni. che sono co&$assionevoli e seguono la dottrina 1aula =A"' Il 30

1ali 2uga non $uL danneggiare coloro che si dedicano ai servizi del loro Guru. ai $iedi di loto delle loro &adri. e alle loro &ogli =B"' Il 1ali 2uga non $uL danneggiare coloro che sono i&$egnati solenne&ente e radicati nella veritG. seguaci del vero Dhar&a. e +edeli allo svolgi&ento di riti e doveri 1auli/a =8"' Il 1ali 2uga non $uL nuocere a chi dG al vero 1auli/a 2ogi gli ele&enti di culto. che sono stati $recedente&ente $uri+icati da riti 1auli/a D>"' Il 1ali 2uga non $uL danneggiare coloro che sono $rivi di &alizia. invidia. arroganza. e odio. e che sono +er&i nella +ede del 1auli/a Dhar&a D7"' Il 1ali 2uga non $uL danneggiare coloro che stanno in co&$agnia dei 1auli/a. o che vivono con i Saggi 1auli/a. o che servono i 1auli/a D@"' Il 1ali 2uga non $uL danneggiare Fuei 1auli/a che. FualunFue sia il loro &odo di a$$arire esterior&ente. co&unFue ri&angono saldi nel loro 1auli/a Dhar&a. adorando Te secondo la loro dottrina D9"' Il 1ali 2uga non $uL nuocere coloro che svolgono le loro abluzioni. bene+icenze. $enitenze. $ellegrinaggi. devozioni. e le o++erte d,acFua secondo il rito 1auli/a D?"' Il 1ali 2uga non $uL nuocere coloro che svolgono le dieci ceri&onie di $uri+icazione. co&e la benedizione del ventre. le osseFuiose ceri&onie dei loro $adri. ed altri riti secondo il rituale 1auli/a D="' Il 1ali 2uga non $uL nuocere coloro che ris$ettano i 1aula<tattva carne ecc'". 1aula<dravEa vino ecc'" e 1aula<Eogi DD"' Il 1ali 2uga non # che lo schiavo di coloro che sono liberi da ogni disonestG e +alsitG. uo&ini di candore. dedicati al bene degli altri. che seguono le vie dei 1auli/a DA"' Nonostante le sue tante i&$er+ezioni. il 1ali 2uga $ossiede un grande &erito. che dalla se&$lice intenzione di un 1auli/a di +er&a risoluzione ne consegue un grande risultato DB"' Nelle altre ere. Oh DeviI la +orza di volontG $roduce sia &erito che de&erito religioso. &a nell, Era di 1ali gli uo&ini se&$lice&ente con l,intenzione acFuisiscono solo &eriti. e non de&eriti DB"' Gli schiavi del 1ali 2uga. invece. sono coloro che non conoscono il 1ulachara. e che sono se&$re +alsi e $ersecutori degli altri A>"' ;hi non ha +ede nel 1ulachara. che bra&a le &ogli altrui. e odia Fuelli che sono devoti alla dottrina 1auli/a. anch,essi sono schiavi del 1ali 2uga A7"' Nel $arlare delle usanze delle diverse Ere. O ;olei che # gentileI e $er a&ore. O -arvatiI Ti ho vera&ente raccontato i segni del do&inio dell,Era di 1ali A@"' Kuando il 1ali 2uga si &ani+esta. la religiositG # indebolita e solo la 31

VeritG ri&ane. Fuindi si dovrebbe essere sinceri A9"' Tu. O VirtuosaI sa$$i $er certo che tutto ciL che l,uo&o +a in VeritG ciL gli darG +rutto A?"' Non c,# Dhar&a $i% alto della VeritG. non c,# $eccato $i% grande della &enzogna. Fuindi l,uo&o deve cercare $rotezione nella VeritG con tutta l,ani&a A="' Il culto senza VeritG # inutile. e cos3 $ure il Ma$a dei &antra e l,esecuzione di Ta$as' in Fuesti casi. # $ro$rio co&e se si se&ina nella terra salata AD"' La VeritG # l,as$etto del 5rah&an Su$re&o. la VeritG # la $i% eccellente di tutte le ta$as. ogni atto # radicato nella VeritG' non c,# nulla di $i% eccellente della VeritG AA"' -ertanto # stato detto da !e che. Fuando il $ecca&inoso 1ali 2uga # do&inante. il $ercorso 1aula dovrebbe essere $raticato in &odo veritiero e senza occulta&ento AB"' La VeritG # se$arata dall,occulta&ento' Non vi # alcun occulta&ento. senza +alsitG' ( $erciL che il 1auli/a<sadha/a. dovrebbe $raticare il suo 1auli/a<sadhana a$erta&ente A8"' Kuello che ho detto in altri Tantra 1auli/a circa l,occulta&ento del 1auli/a<Dhar&a non essere col$evole non # a$$licabile Fuando il 1ali 2uga diventa +orte B>"' Nel -ri&o o" SatEa 2uga. O DeviI la Virt% $ossedeva i Fuattro Fuarti della sua totalitGQ nel Treta 2uga ha $erso un Fuarto delle sue virt%. nel Dva$ara 2uga c,erano solo due Fuarti della Virt%. e nel 1ali 2uga ne ha uno solo B7"' Nonostante ciL la VeritG ri&arrG +orte. anche se Ta$as austeritG < $enitenze" e ;aritG si indeboliscono' Se c0# VeritG. c0# anche Virt%. Fuindi di tutti gli atti la VeritG dovrebbe esserne il su$$orto costante B@"' O Sovrana -adrona del 1aula<Dhar&aI dato che gli uo&ini $ossono in Fuesta EtG ricorrere sola&ente al 1auli/a Dhar&a. se Fuesta dottrina $uL essere essa stessa inFuinata con la +alsitG. co&e ci $otrG essere liberazioneR B9"' ;on la $ro$ria ani&a $uri+icata dalla VeritG. l,uo&o dovrebbe. secondo la sua casta e +ase della vita. e++ettuare i seguenti atti nel &odo indicato da !e B?"H l,iniziazione. il culto. la recitazione di !antra. l,adorazione del Puoco con ghee. la ri$etizione di &antra. le devozioni $rivate. il &atri&onio. la ceri&onia del conce$i&ento. e Fuella e++ettuata nel Fuarto. sesto. o$$ure ottavo &ese di gravidanza. il rito natale. la ceri&onia del dare un no&e. la ceri&onia di tonsura. ed i riti di o&aggio della cre&azione e do$o la &orte' Tutte le ceri&onie devono essere eseguite secondo le &odalitG a$$rovate dagli Aga&a B=<BD"' Il rituale che ho ordinato dovrebbe essere seguito. +ra l,altro anche. $er Fuanto riguarda Shraddha Anniversario della &orte" in luoghi sacri co&e $er ese&$io a GaEa. -raEag. OaridTar. Nashi/". $er la consacrazione di un toro. 32

$er il +estival autunnale. l,i&$ostazione di un viaggio. $er il $ri&o ingresso nella casa. $er indossare nuovi vestiti o gioielli. $er la consacrazione di serbatoi. $ozzi. o laghi. nelle ceri&onie svolte nelle +asi lunari. $er la costruzione e consacrazione delle case. l,installazione di DivinitG. e in tutte le osservanze da eseguire durante il giorno o di notte. in ogni &ese. stagione o anno. e in entra&be le osservanze giornaliere o occasionali. e anche nel decidere in genere ciL che deve e ciL che non deve essere +atto. e nel deter&inare ciL che dovrebbe essere res$into e ciL che dovrebbe essere adottato BA<8>"' Se uno non segue il rituale ordinato. sia $er ignoranza. cattiveria. o irriverenza. allora si viene escluso da tutti i riti. e si diventa un ver&e nel leta&e 87"' O !aheshiI +e&&inile di !ahesha U Grande Signore" Kuando il 1ali 2uga # diventato &olto $otente. se Fualsiasi atto sia co&$iuto in violazione dei &iei $recetti. allora ciL che accade # il contrario di ciL che si desidera 8@"' L,iniziazione che Io non ho a$$rovato distrugge la vita del disce$olo. e il suo atto di culto # inutile co&e oblazioni versate sulla cenere. e il Deva che lui venera diventa arrabbiato o ostile. e ad ogni $asso si i&batte nel $ericolo 89"' A&bi/aI colui che durante il do&inio del 1ali 2uga. conoscendo le !ie ordinanze. svolge ancora le sue osservanze religiose in altri &odi. # un grande $eccatore 8?"' L,uo&o che svolge Fualsiasi Vrata devozioni occasionali". o s$osa secondo altri riti. ri&arrG in un In+erno terribile +ino a Fuando il Sole e la Luna dureranno 8="' Da Fuesto svolgi&ento di Vrata # co&e se incorresse nel $eccato di uccidere un 5rah&ana. ed anche se si indossa il +ilo sacro si # degradati' Indossa solo il +ilo. ed # $i% basso di un ;handala 8D". e cos3 anche la donna che # s$osata secondo &odalitG diverse dalle &ie # da dis$rezzare. e. O Signora del 1aulaI l,uo&o che si s$osa in Fuesto &odo # il suo socio nel &ale. ed # giorno do$o giorno col$evole del $eccato di andare con una $rostituta 8A"' Da lui il Devata non accetterG cibo. acFua e altre o++erte. ne&&eno i -itri &angeranno le sue o++erte. considerandole co&e se +ossero solo sterco e $us 8B"' I loro ba&bini sono bastardi. ed esclusi da tutti i riti e le osservanze religiose. ancestrali. e 1auli/a 88"' Da un,i&&agine consacrata con riti diversi da Fuelli $rescritti da Sha&bhu il Deva &ai si $aleserG' Non ci sarG nessun bene+icio n4 in Fuesto n4 nell,altro &ondo' SarG solo lavoro e denaro s$recato 7>>"' Jno Shraddha eseguito secondo riti diversi da Fuelli $rescritti dagli Aga&a # inutile. e chi lo co&$ie andrG all,in+erno insie&e ai suoi -itri antenati" 7>7"' L,acFua o++erta da lui # co&e il sangue. e la torta +unebre -inda V le -inda sono $iccole $alline di cibo o++erto durante lo Shraddha o ceri&onia degli antenati" co&e leta&e' ;he il &ortale segua $oi con grande attenzione i $recetti di 33

Shan/ara 7>@"' ;,# bisogno di dire di $i%R In veritG e in veritG ti dico. Oh DeviI che tutto ciL che viene +atto in violazione dei $recetti di Sha&bhu # inutile 7>9"' -er chi non segue i suoi $recetti non c,# &erito in +uturo' ;iL che # stato giG acFuisito viene distrutto. e $er lui non c,# sca&$o dall,in+erno 7>?"' O Grande SovranaI l,esercizio delle +unzioni occasionali e Fuotidiane nel &odo descritto da !e # lo stesso che adorare Te 7>="' Ascolta. o DeviI alle indicazioni del culto con i suoi !antra e 2antra. che # la &edicina $er i &ali del 1ali 2uga 7>D"' Pine del Kuarto ;a$itolo. intitolato "Introduzione all,adorazione della Su$re&a -ra/riti "'

34

Capitolo %
La +or&azione dei !antra. -osiziona&ento del Vaso. e $uri+icazione degli ele&enti di culto
Shri Sadashiva disseH Tu sei la AdEa -ara&a Sha/ti -otenza Su$re&a -ri&ordiale". Tu sei tutte le -otenze' ( $er &ezzo del tuo $otere che Noi la TrinitG" abbia&o $otere negli atti della creazione. $reservazione e distruzione' In+initi e di vario colore e +or&a sono i Tuoi as$etti. e vari sono gli strenui s+orzi con cui i +edeli li $ossono realizzare' ;hi li $otrG descrivereR 7<@"' Nei 1ula Tantra e Aga&a ho. con l,aiuto di solo una $iccola $arte della tua &isericordia e con tutte le &ie +orze. descritto il Sadhana e Archana disci$lina s$irituale" dei Tuoi as$etti. e$$ure in nessun altro luogo # rivelato Fuesto Sadhana segreto' ( $er grazia di Fuesto Sadhana". O 5eataI che la Tua &isericordia in !e # cos3 grande 9<?"' Interrogato da Te io non sono $i% in grado di nasconderlo' -er il Tuo $iacere. o A&ataI -arlerL di ciL che # caro a &e $i% della vita stessa ="' -orta sollievo a tutte le so++erenze' Scongiura ogni $ericolo' DG $iacere a Te. ed # il &odo con cui Tu sei $i% veloce&ente realizzata D"' -er gli uo&ini resi in+elici dalla conta&inazione del 1ali 2uga. di vita breve e non idonei allo strenuo s+orzo. Fuesta # la $i% grande ricchezza A"' In Fuesto sadhana" non c,# bisogno di una &olte$licitG di NEasa. di digiuno o di altre $ratiche di autocontrollo' ( se&$lice e $iacevole. &a dG grandi +rutti al devoto B"' Allora $ri&a ascolta. Oh DeviI il !antroddhara del !antra. il suo se&$lice ascolto libera l,uo&o dalle nascite +uture &entre # ancora in vita 8"' Inserendo "-ranesha" su "TaiMasa". e aggiungendo ad esso "5herunda" e il 5indu il $unto". il $ri&o 5iMa o !antra" # +or&ato' Do$o Fuesto. $rocedere con il secondo' Inserendo "SandhEa" su "Ra/ta". e aggiungendo ad esso "Va&a<Netra" ed il 5indu. il secondo !antra # +or&ato' Ora ascolta. o 5eataI la +or&azione del terzo !antra' -raMa$ati # $osto su Di$a. e ad essi si aggiunge Govinda e il 5indu' Esso dG la +elicitG ai devotiH Do$o aver +atto Fuesti tre &antra aggiungere la $arola -ara&eshvari al vocativo. e $oi la $arola $er Vahni<1anta consorte di Vahni. il +uoco' La $arola # Svaha usata nelle o++erte al +uoco ed alla +ine dei &antra"' 35

;os3. O 5eataI # +or&ato il &antra di dieci lettere' Kuesto VidEa ;onoscenza V VidEa # anche il &antra +e&&inile' Se il &antra # seguito da Ou& o -hat # &aschile. se seguito da STaha # +e&&inile &entre Fuelli che +iniscono con Na&ah sono neutri" della Devi Su$re&a contiene in s4 tutti i !antra 77<79"' -er il raggiungi&ento della ricchezza e di tutti i suoi desideri l,adoratore $i% eccellente dovrebbe +are )a$a con ciascuno o con tutti i $ri&i tre 5iMa o !antra" 7?"' O&ettendo le $ri&e tre Devi. il VidEa di dieci lettere ne diventa uno di sette' Ante$onendo il 5iMa di 1a&a. o di Vagbhava. o di Tara. si +or&ano tre &antra di otto lettere ciascuno 7="' Alla +ine del !antra di dieci lettere dovrebbe essere $ronunciata la $arola 1ali/a nel vocativo. e $oi i $ri&i tre 5iMa Ori&. Shri&. 1ri&". seguito dal no&e della &oglie di Vahni 7D"' Kuesto VidEa si chia&a Shodashi. ed # celato in tutti i Tantra' Se # $receduto dal 5iMa di Vadhu il &antra della donna < Stri&" o dal -ranava O&". si +or&ano due !antra di diciassette lettere ciascuno 7A"' O A&ataI ci sono decine e decine di &ilioni. anzi centinaia di &ilioni. anzi innu&erevoli !antra $er il Tuo culto' Oo Fui breve&ente $arlato di dodici di essi 7B"' Tutti i &antra che sono es$osti nei vari Tantra. sono tutti Tuoi. dal &o&ento che Tu sei la AdEa -ra/riti 78"' Vi # un solo sadhana. $er tutti Fuesti &antra. e di Fuesto $arlerL $er il Tuo $iacere e $er il bene dell,u&anitG @>"' Senza 1ulachara. Oh DeviI il Sha/ti<!antra non dG il successo. $erciL il devoto deve adorare la Sha/ti con i riti 1ulachara @7"' O AdEaI i cinFue ele&enti essenziali $rescritti nel culto di Sha/ti sono vino. carne. $esce. grano arrostito. e l,unione dell,uo&o con la donna @@"' Il culto di Sha/ti senza Fuesti cinFue ele&enti non # che $ratica di &agia nera' Le Siddhi $oteri s$irituali". che sono l,oggetto del sadhana. non vengono &ai raggiunte in tal &odo. e ad ogni $asso si incontrano ostacoli @9"' ;o&e il se&e se&inato su rocce brulle non ger&oglia. cos3 il culto senza Fuesti cinFue ele&enti # inutile @?"' Senza $ri&a l,esecuzione dei riti del &attino un uo&o non # Fuali+icato ad eseguire i successivi' E dunFue. o DeviI devo $ri&a $arlare di Fuelli che devono essere eseguiti al &attino @="' Nella seconda &etG dell,ulti&o Fuarto della

36

notte. il disce$olo deve svegliarsi' Do$o essersi seduto e scrollato di dosso la sonnolenza. deve &editare sull,i&&agine del suo GuruH DhEana A due occhi e due braccia la +or&a u&ana". concentrato sul loto bianco della testa su AMNa ;ha/ra" @D". vestito di bianche vesti. con una ghirlanda di +iori bianchi. s$al&ato di $asta di sandalo' ;on una &ano +a il segno che scaccia la $aura. e con l,altra Fuella che dG la benedizione' Lui # cal&o. ed # l,i&&agine della &isericordia' Alla sua sinistra la sua Sha/ti. tenendo in &ano un loto. lo abbraccia' Lui # sorridente e gentile. il dis$ensatore della realizzazione dei desideri dei suoi disce$oli @A<@B"' O 1uleshvariI il disce$olo deve. do$o aver cos3 &editato sul suo !aestro ed adoratolo &ental&ente. +are )a$a con l0eccellente !antra Vagbhava<5iMa che # Ai& < dedicato a VagbhavaWSarasvati " @8"' Do$o aver +atto &eglio che $uL )a$a del !antra. il disce$olo saggio dovrebbe. do$o aver &esso il )a$a nel $al&o della &ano destra del suo eccellente Guru. inchinarsi davanti a lui. dicendo ciL che segue 9>"H !antra !i inchino a te. o Sad<guru. Tu che distruggi i lega&i che ci tengono legati a Fuesto &ondo. Tu che doni la visione della Sa$ienza. Insie&e al $iacere &ondano e alla liberazione +inale. Dissi$atore dell,ignoranza. Rivelatore del 1ula<dhar&a. I&&agine in +or&a u&ana del 5rah&an Su$re&o 97<9@"' Il disce$olo. avendo cos3 reso o&aggio al suo Guru. deve &editare sulla sua Ishta<devata la $articolare Devi che il disce$olo adora". e adorarla co&e so$ra. dentro di s4 recitando nel +ratte&$o il !ula<&antra Ori& Shri& 1ri& -ara&eshvari 1ali/e Ori& Shri& 1ri& Svaha" 99"' Do$o aver +atto Fuesto al &eglio delle sue ca$acitG. egli dovrebbe &ettere il )a$a nel $al&o sinistro della Devi. e $oi rendere o&aggio alla sua Ishta<devata ciL che segue 9?"H

37

!antra !i inchino a Te che sei uno con l,Jniverso. e sua Sostenitrice' !i inchino di nuovo a Te e ancora una volta &i inchino. Tu la AdEa 1ali/a. sia ;reatrice che Distruttrice 9="' Do$o aver cos3 reso o&aggio alla Devi. deve lasciare la sua casa. $oggiando $er $ri&o il $iede sinistro. e $oi urinare. scaricare l,intestino. e $ulire i denti 9D"' -oi dovrebbe andare verso l,acFua. e +are le sue abluzioni nel &odo $rescritto 9A"' -ri&a di tutto deve sciacFuare la bocca. e $oi entrare in acFua. e starci dentro +ino all,o&belico' Deve Fuindi $uri+icare il cor$o con una singola i&&ersione. e $oi. in $iedi deve stro+inare se stesso. $oi sciacFuare la bocca dicendo nel +ratte&$o il !antra 9B"' Kuesto &igliore tra i devoti. il 1ula< sadha/a. dovrebbe $oi sorseggiare un $o, d,acFua e direH !antra Atma&tattva0a Svaha Do$o di che egli dovrebbe di nuovo sorseggiare l,acFua due volte. seguito ogni volta dai !antra VidEa<tattvaEa Svaha' Shiva<tattvaEa Svaha. In+ine. dovrebbe sciacFuare il labbro su$eriore due volte 98"' -oi. o A&ataI il disce$olo saggio dovrebbe disegnare sull,acFua il 1ula< 2antra con il !antra nel suo centro. e +are )a$a su di esso con il !ula<&antra dodici volte ?>"' -oi &editare sull,acFua i&&aginando l,i&&agine del +uoco. deve $oi o++rire l0acFua tre volte al Sole nelle sue &ani giunte' S$ruzzarla tre volte so$ra la sua testa. do$odich4 deve chiudere le sette a$erture in essa ?7"' -oi $er il $iacere della Devi egli dovrebbe i&&ergersi tre volte. lasciare l,acFua. asciugare il suo cor$o. e indossare $anni $uliti ?@"'

38

Legando i ca$elli &entre recita il GaEatri. egli dovrebbe segnare la +ronte. con terra $ura o cenere. il tila/a ed il tri<$undra. con un 5indu su di esso ?9"' Il devoto deve Fuindi eseguire sia le +or&e Vaidi/a che Tantri/a del SandhEa nel loro ordine ris$ettivo' Ascolta &entre ora Ti descrivo il Tantri/a SandhEa ??"' Do$o aver sciacFuato la bocca nel &odo descritto. dovrebbe. o 5eataI richia&are nell,acFua le acFue dei +iu&i sacri cos3 ?="H !antra O Ganga. 2a&una. Godavari. Sarasvati. Nar&ada. Sindhu. 1averi. venite in Fuest0acFua ?D"' L0intelligente devoto do$o aver invocato i +iu&i sacri con Fuesto !antra. e +atto l0An/usha<&udra $ollice ed indice uniti". dovrebbe +are )a$a<&antra con il !ula dodici volte ?A"' Deve $oi di nuovo $ronunciare il !ula<&antra. e con il dito &edio e l0anulare uniti insie&e gettare gocce d,acFua tre volte a terra ?B"' Deve Fuindi s$ruzzare la testa sette volte con l,acFua e tenendone un $o, nel $al&o della &ano sinistra co$rirla con la &ano destra ?8"' -oi interior&ente recitare Fuattro volte il 5iMa o !antra" di Ishana. VaEu. Varuna. Vahni. e Indra. l,acFua deve $oi essere tras+erita nel $al&o della &ano destra =>"' Vedendo con gli occhi della &ente" e &editando sull,acFua co&e Puoco. il devoto la dovrebbe attingere attraverso il naso da Ida narice sinistra". ed es$ellerla attraverso -ingala narice destra" nel $al&o della &ano". e cos3 lavare via tutte le i&$uritG interne =7"' Il devoto dovrebbe $oi tre volte +ar $reci$itare l,acFua cos3 es$ulsa nel $al&o della &ano" contro un i&&aginario" dia&ante' -ronunciando l,Astra< !antra che # -hat". deve $oi lavarsi le &ani =@"' -oi risciacFuare la bocca. un,oblazione di acFua dovrebbe essere o++erta al Sole con le seguenti =9"H !antra O& Ori& Oa&sa A te. o Sole. $ieno di calore. brillante. s$lendente. o++ro Fuesta oblazioneQ Svaha =?"' 39

-oi deve &editare al &attino. &ezzogiorno e sera sulla grande GaEatri Devi. la Devi Su$re&a. &ani+estatasi nelle sue tre diverse +or&e secondo le tre KualitG i tre GunaH Sattva. RaMas. Ta&as" =="' DhEana Al &attino &editare su di Lei nella Sua +or&a di 5rah&i. co&e una rubiconda +anciulla. con un sorriso $uro. con due &ani. con una zucca $iena di acFua santa. inghirlandata con $erline di cristallo. vestita in $elle di antilo$e nera. seduta su un cigno =D"' A &ezzogiorno &editare su di Lei nella Sua +or&a di Vaishnavi. dal colore di oro $uro. giovane. con seni $ros$erosi. situata nel disco solare. con Fuattro &ani che stringono la conchiglia. il disco. &azza. e il loto. seduta su Garuda . inghirlandata di +iori selvatici =A<=B"' Alla sera lo 2ati il devoto con grande autocontrollo" deve &editare su di Lei nella Sua +or&a di Shaivi. dalla carnagione di colore bianco. vestita di bianche vesti. anziana. con tre occhi. bene+ica. $ro$izia. seduta su un Toro. nelle Sue &ani di loto tiene un ca$$io. un tridente. una lancia e un teschio =8<D>"' Avendo cos3 &editato sulla grande GaEatri Devi. e o++erto dell,acFua tre volte nel cavo delle sue &ani giunte. il devoto deve +are )a$a con il GaEatri dieci o anche cento volte D7"' Ascolta ora. o Devi dei DevaI &entre $er a&ore $er Te recito il GaEatri D@"' Do$o la $arola "AdEaEai" dire "vid&ahe." e $oi "-ara&eshvarEEai dhi&ahiQ tannah 1ali $rachodaEat"' Kuesta # il Tuo GaEatri che distrugge tutti i grandi $eccati D9"' ;on la recitazione interiore di Fuesto VidEa tre volte al giorno si ottiene il +rutto della celebrazioni del SandhEa' L,acFua deve essere o++erta ai Deva. Rishi e -itri D?"' -ri&a $ronunciare il -ranava. e $oi il no&e del Deva del Rishi o -itri" nel caso accusativo. e $oi le $arole "tar$aEa&i na&ah"' Kuando. tuttavia. un,oblazione viene o++erta a Sha/ti. il !aEa 5iMa che # Ori&" va detto al $osto del -ranava. e invece di Na&ah il !antra Svaha D="' Do$o aver $ronunciato il !ula<&antra. dire "Sarvva<bhuta<nivasinEai." e $oi "Sarva<svaru$a" e "SaEudha" al singolare dativo. co&e anche "Savarana" e "-arat$ara." e $oi "AdEaEai. 1ali/aEai. te . ida& arghEa&Q Svaha " DD<DA"' Kuindi il !antra sarGH"

40

!antra Ori&. Shri&. 1ri&. alla Devi Su$re&a' O Su$re&a Devi. a Te. che di&ori in tutte le cose e che sei l,i&&agine di tutto ciL che #. che sei circondata da divinitG guardiano. e che $orti ar&i. che sei su$eriore anche ai $i% alti di Te. che sei la AdEa 1ali/a. o++ro Fuesta oblazioneQ Svaha' Do$o aver o++erto Fuesto arghEa alla !ahadevi. il saggio deve +are )a$a con il !ula<&antra con tutte le sue +orze. e Fuindi collocare il )a$a nella &ano sinistra della Devi DB"' Kuindi il Sadha/a si deve $rostrare alla Devi. $rendere l,acFua co&e $rescrive il suo culto. inchinarsi dove ha disegnato l,acFua e recarsi al luogo di culto. &editando intensa&ente e recitando nel +ratte&$o inni di lode alla Devi' Al suo arrivo deve lavare le &ani e $iedi. e Fuindi eseguire davanti alla $orta il Sa&anEarghEa i versi che seguono s$iegano cos0#" D8<A>"' Il saggio deve disegnare un triangolo. e +uori un cerchio. e al di +uori del cerchio un Fuadrato. e do$o aver adorato la Adhara<sha/ti collocare il vaso sulla +igura A7"' Egli deve $oi $uri+icare il vaso con il !antra<Ar&a L0Astra<!antra o -hat". e &entre lo rie&$ie con acFua deve recitare il !antra del ;uore l0Orin<!antra o Na&ah"' -oi. lanciando +iori e $ro+u&i nell,acFua. deve invocare i +iu&i sacri in esso A@"' Adorando Puoco. Sole e Luna nell,acFua del vaso. deve $ronunciare il !aEa 5iMa Ori&" su di esso $er 7> volte" A9"' -oi si deve +are Il Dhenu e 2oni !udra lo 2oni !udra. si&bolo dell0organo genitale +e&&inile. # usato nella $uMa di 1ali e Durga' Si uniscono i &ignoli. i $ollici e gli indici e le nocche dei &edi e degli anulari +or&ando cos3 uno Eantra triangolare dove gli indici ne sono l0a$ice' Il Dhenu !udra ra$$resenta la testa di una &ucca" ' Kuesto # noto co&e Sa&anEarghEa' ;on l,acFua e i +iori di Fuesta oblazione deve essere adorato il Devata dell,ingresso al luogo di culto A?". co&e $er ese&$io Ganesha. 1shetra$ala. Vatu/a. 2ogini. Ganga. 2a&una. La/sh&i. e Vani A="' Il saggio. toccando legger&ente Fuella $arte del telaio della $orta che # alla sua sinistra. deve $oi entrare nel luogo di culto con il $iede sinistro in avanti. &editando nel +ratte&$o sui $iedi di loto della Devi AD"' -oi. do$o l,adorazione del Deva che $resiede il luogo di culto. e di 5rah&a. a sud<ovest. il luogo di culto deve essere $uri+icato con l,acFua $resa dall0o++erta AA"' I &igliori tra i devoti devono $oi con sguardo +er&o ri&uovere tutti gli ostacoli celesti. e dalla ri$etizione del !antra<Ar&a L0Astra<!antra o

41

-hat" ri&uovere tutti gli ostacoli nell0Anta<ri/sha il $iano 5huvah. tra la Terra e i ;ieli < Svah" AB"' ;ol$endo la terra tre volte con il suo tallone. deve allontanare tutti gli ostacoli terreni. e Fuindi rie&$ire il luogo di culto con l,incenso di legno di sandalo che brucia. Aguru $ro+u&ato ti$o di legno aro&atico &olto usato nelle adorazioni". za++erano e can+ora' Deve Fuindi deli&itare uno s$azio rettangolare co&e suo $osto a sedere. disegnare un triangolo al suo interno. e in esso adorare 1a&a<ru$a con il !antra A 1a&a<ru$a. Na&ahH A8<B>"' -er la sua sede deve stendere una stuoia Asana. solita&ente +atta di erba 1ula" su di esso. $oi adorare la Adhara<Sha/ti la Sha/ti di su$$orto" con il !antra 1li&. !i inchino alla Adhara<Sha/ti del $osto di loto B7"' Il Sadha/a es$erto in !antra deve sedersi in base alla "$ostura Virasana" Seduti con i talloni esterni". con la +accia verso l,Est o al Nord e deve consacrare il ViMaEa il 5hang. un $re$arato di +oglie e +iori della $ianta di cannabis +e&&ina. usato in tutte le ceri&onie" B7"' ;on il seguente" !antra O& Ori&' A&brosia A&rit". che sgorga dall0a&brosia. Tu che inondi di a&brosia. da&&i a&brosia ancora e ancora' -orta 1ali/a entro il &io controllo' Da&&i le siddhiQ Svaha' Kuesto # il &antra $er la consacrazione del ViMaEa B9<B?"' -oi interior&ente recitare il !ula<&antra sette volte sul ViMaEa. &ostrare il Dhenu. lo 2oni. l0Avahani. e altri !udra B="' Si deve allora soddis+are il Guru che risiede nel Loto dai &ille $etali Sahasrara ;ha/ra" o++rendo tre volte il ViMaEa con il Sa&/eta<!udra. e la Devi 42

nel cuore o++rendo tre volte il ViMaEa con lo stesso !udra recitando il !ula< &antra BD"' Kuindi o++rire oblazioni alla bocca della 1undali 1undalini". con il ViMaEa $ortando il 5hang nella $ro$ria bocca si". recitando il seguente !antra Ai& Oh Devi Sarasvati". Tu che sei la Sovrana di tutte le essenze. is$ira&i. is$ira&i. e ri&ani se&$re sulla $unta della &ia linguaQ Svaha BA"' Do$o aver bevuto il ViMaEa egli si deve inchinare al Guru. &ettendo le &ani giunte so$ra l,orecchio sinistro. $oi a Ganesha. &ettendo le &ani giunte sul suo orecchio destro. e in+ine $er all,Eterna AdEa Devi. &ettendo le &ani giunte in &ezzo alla +ronte. e dovrebbe nel +ratte&$o &editare sulla Devi' BB"' Il saggio devoto deve $orre gli oggetti necessari $er il culto alla sua destra. e l,acFua $ro+u&ata ed altri oggetti 1ula a sinistra B8"' -ronunciando il !ula< !antra Ori& Shri& 1ri& -ara&eshvari 1ali/e Ori& Shri& 1ri& STaha" ter&inato dall,Ar&a<!antra -hat". l,ade$to deve Fuindi $rendere dell,acFua dall,o++erta e cos$argere gli oggetti di culto con essa. e $oi racchiudere se stesso e gli oggetti in un cerchio d,acFua' Do$o di che. Oh DeviI deve con il Vahni 5iMa Ra&. il &antra del +uoco" circondarli con un &uro di +uoco 8>"' -oi $er la $uri+icazione dei $al&i delle sue &ani deve $rendere un +iore che # stato i&&erso in $asta di sandalo. stro+inarlo tra i $al&i. recitando nel +ratte&$o il !antra -hat. e gettarlo via 87"' -oi. nel seguente &odo deve $roteggere ogni $arte in &odo che non ci sia nessun ostacoloH deve unire il $ri&o e secondo dito della &ano destra. e toccare il $al&o della &ano sinistra $er tre volte. ogni volta con &aggiore +orza. rendendo cos3 un suono +orte. e Fuindi +ar schioccare le dita &entre $ronuncia il !antra -hat 8@"' Egli deve $oi $roseguire nell,esecuzione della $uri+icazione degli ele&enti del suo cor$o' Il buon Sadha/a deve &ettere le &ani in gre&bo con i $al&i verso l,alto. e +issando la sua &ente sul cha/ra !uladhara deve svegliare la 1undalini $ronunciando il 5iMa "Ou&"' Avendola cos3 destata. deve guidarla con -rithivi l0ele&ento terra" $er &ezzo del !antra Oa&sa al ;ha/ra Svadhishthana. e deve l3 dissolvere ognuno degli ele&enti del cor$o $er &ezzo di un altro di tali ele&enti 89<8?"' -oi deve dissolvere -rithivi insie&e agli odori. co&e $ure l,organo dell,ol+atto. nell,acFua' Sciogliere l,acFua e il gusto. ed

43

anche il senso del gusto stesso. nel +uoco 8="' Sciogliere il +uoco . la vista e la +or&a. e il senso della vista stessa. nell0aria 8D"' Deve sciogliere l,aria e il tatto. ed anche il senso del tatto stesso. in etere' Sciogliere l,etere e il suono nel S4 cosciente e il S4 nel !ahat. il !ahat nella -ra/riti. e -ra/riti stessa nel 5rah&an 8A"' Il Sadha/a. avendo cos3 dissolto i @?" tattva ele&enti". deve $oi i&&aginare un uo&o nero nella $arte sinistra della cavitG del suo ventre. delle di&ensioni del suo $ollice. con la barba. arrabbiato e con gli occhi rossi. con una s$ada e lo scudo. con la testa se&$re bassa. l,i&&agine stessa di tutti i $eccati 8B<88"' -oi il $ri&o tra i disce$oli deve. $ensando al viola VaEu 5iMa il &antra 2a&" ed alla sua narice sinistra. inalare attraverso Fuella narice sedici volte' ;on Fuesto deve asciugare il cor$o del $eccato 7>>"' -oi. &editando sul 5iMa rosso di Agni situato nell,o&belico il &antra Ra&". il cor$o con tutte le sue inclinazioni $ecca&inose dovrebbe essere bruciato dal +uoco nato dal 5iMa. co&e anche da D? 1u&bha/a il no&e tecnico $er l0ins$irazione # -ura/a. $er l0es$irazione Recha/a e $er il tratteni&ento del res$iro # 1u&bha/a" 7>7"' -oi. $ensando al Varuna 5iMa bianco sulla +ronte il &antra Va&". deve +are il bagno al cor$o che # stato cos3 bruciato" con il nettare caduto dal Varuna 5iMa da 9@ es$irazioni 7>@"' Avendo cos3 bagnato tutto il cor$o dai $iedi alla testa. deve considerare che un cor$o di Deva si # $osto in essere 7>9"' -oi. $ensando al 5iMa giallo della Terra il &antra La&" situato nel !uladhara ;ha/ra. deve ra++orzare il suo cor$o con Fuel 5iMa e da uno sguardo +er&o e senza a&&icca&enti 7>?"' -onendo la &ano sul cuore deve $ronunciare il !antra A&. Ori&. 1ro&. Oa&sah. So0ha&' Xed in+ondere nel suo cor$o la vita della Devi 7>="' O A&bi/aI avendo cos3 $uri+icato gli ele&enti il disce$olo" con una &ente ben sotto controllo. e assorto sulla natura della Devi. deve +are !atri/a<nEasa dis$osizione delle lettere dell0al+abeto"' Il Rishi di !atri/a # 5rah&a. e il versetto # GaEatri una +or&a di versetto". e !atri/a Sarasvati l0origine 44

dell0al+abeto" $resiede la Devi stessaQ le consonanti sono i suoi se&i. e le vocali la sua Sha/ti. e Visarga 5iMa" # la +ine' Nel Li$i<nEasa o !atri/a<nEasa". O !ahadeviI ogni lettera deve essere $ronunciata se$arata&ente. co&e # $osta nelle diverse $arti del cor$o' Do$o aver e++ettuato allo stesso &odo Rishi< nEasa. devono essere eseguiti 1ara<nEasa e Ang<ga<nEGsa sulla testa dire 5rah&ane Na&ah. sulla bocca GaEatrEai Na&ah. sul cuore !atri/aEai SarasvatEai DevataEai Na&ah. sull0ano che # la regione di !uladhara VEanManebhEo 5iMebhEo Na&ah. sui $iedi SvarebhEa Sha/tibhEah Na&ah. su tutti gli arti VisargaEa 1ila/aEa Na&ah" 7>D<7>B"' O ;olei che ha un bel visoI i !antra i&$osti $er Shad<ang<ga<nEasa sono 1a<varga tra A& e Y&. ;ha<varga tra Z& e [&. Ta<varga tra \& e ]&. Ta< varga tra E& e Ai&. e -a<varga tra O& e Au&. e le lettere da 2a a 1sha tra Vindu e Visarga ris$ettiva&ente 7>8<77>". e do$o aver &esso le lettere secondo le regole del NEasa. il sadha/a dovrebbe &editare su SarasvatiH DhEana ;erco ri+ugio nella Devi della -arola. con tre occhi. circondata da un,aureola bianca. con il cui volto. &ani. $iedi. busto. e seno sono co&$oste le cinFuanta lettere dell,al+abeto. sulla cui raggiante +ronte c,# la luna crescente. i cui seni sono alti e arrotondati. e che con una &ano di loto +a il )Nana<&udra il dito indice alzato e gli altri chiusi". e con le altre tiene il rosario di grani di Rudra/sha. il vaso del nettare. e la ;ultura VidEa" 77@"' Avendo cos3 &editato sulla Devi !atri/a. $orre le lettere nei sei ;ha/ra co&e segueH Oa e 1s/a nel Loto AMNa. le sedici vocali nel Loto Vishuddha. le lettere da 1a a Tha nel Loto Anahata. le lettere da Da a -ha nel Loto !ani$ura. le lettere da 5a a La nel Loto Svadhishthana e nel Loto !uladhara le lettere da Va a Sa' E avendo cos3 nella sua &ente $osto Fueste lettere dell,al+abeto. il devoto deve $orle esterior&ente 779<77="' Do$o averli &essi sulla +ronte. sul volto. occhi. orecchie. naso. guance. labbro su$eriore. denti. testa. cavitG della bocca. schiena. tra le sca$ole. sull0o&belico. $ancia. cuore. sulle s$alle. sulle Fuattro" articolazioni nelle braccia. sull0estre&itG delle braccia. sul cuore. sulle Fuattro" articolazioni delle ga&be. sull0estre&itG delle ga&be. e su tutte le $arti dal cuore alle due braccia. dal cuore alle due ga&be. dal cuore alla bocca. e dal cuore alle diverse $arti co&e so$ra indicato. del -ranaEa&a deve essere eseguito 77D<77B"' Ins$irare con la narice sinistra. &or&orando il !aEa 5iMa Ori&" 45

sedici volte. $oi rie&$ire il cor$o attraverso il 1u&bha/a il no&e tecnico $er l0ins$irazione # -ura/a. $er l0es$irazione Recha/a e $er il tratteni&ento del res$iro # 1u&bha/a" interro&$endo il $assaggio dell0aria in entra&be le narici con il &ignolo. l0anulare. e il $ollice. +acendo Ma$a del 5iMa D? volte. ed. in+ine. es$irare l,aria attraverso la narice destra. +acendo Ma$a del 5iMa 9@ volte 778< 7@>"' Pare Fuesto tre volte attraverso la narice destra e sinistra alternativa&ente # -ranaEa&a' Do$o che Fuesto # stato +atto. Rishi<nEasa deve essere eseguito 7@7"' I rivelatori del !antra sono 5rah&a e i 5rah&arshi. la &etrica # del GaEatri e di altre +or&e. il Devata che $resiede # AdEa 1ali 7@@"' Il 5iMa # il 5iMa di AdEa 1ri&". la sua Sha/ti # il !aEa 5iMa Ori&". e ciL che viene alla +ine # il 1a&ala 5iMa Sri&" 7@9"' -oi il !antra deve essere assegnato alla testa. bocca. cuore. ano. ai due $iedi. ed a tutte le $arti del cor$o 7@9"' Il $assaggio delle &ani tre o sette volte su tutto il cor$o dai $iedi alla testa. e dalla testa ai $iedi. +acendo nel +ratte&$o Ma$a del !ula<&antra. # chia&ato VEa$a/a<nEasa. che dG il risultato dichiarato 7@?"' O A&ataI aggiungendo in successione le sei vocali lunghe al $ri&o 5iMa Ori&" del !ula<&antra il &antra $rinci$ale del rito". si +or&ano sei VidEa' Il saggio devoto dovrebbe nell0Anga</al$ana il nEasa di tutto il cor$o" $ronunciare in successione Fuesti o il !ula<&antra Ori& Sri& 1ri& -ara&eshvari Na&ah" da solo 7@=". e $oi dire "ai due $ollici". "ai due indici". "ai due &edi". "ai due anulari". "ai due &ignoli". "alle $arti anteriore e $osteriore delle due $al&e". concludendo con Na&ah. Svaha. Vashat. Ou&. Vaushat. e -hat nel loro ordine. ris$ettiva&ente 7@D"' Kuando si tocca il cuore direH "Na&ah". Fuando si tocca la testa "Svaha". e Fuando tocca la so&&itG del ca$o "Vashat"' Allo stesso &odo. Fuando si toccano le due $arti su$eriori delle braccia. i tre occhi e i due $al&i. $ronunciare i !antra Ou&. Vaushat e -hat ris$ettiva&ente' In Fuesto &odo dovrebbe essere $raticato il nEasa delle sei $arti del cor$o. e $oi il Vira eroe" deve $rocedere al -ithanEasa 7@A<7@B"' do$odiche il Vira deve $orre nel loto del cuore. l0Adhara<sha/ti. la tartaruga 1ur&a che sostiene l0intero universo e&ble&a della -azienza". il ser$ente Sesa il re dei Ser$erti". -rithivi la Terra". l,oceano di a&brosia. l0Isola Gioiello !ani<dvi$a". l,albero -ariMata albero celestiale". la ca&era di ge&&e che soddis+ano tutti i desideri ;inta&ani Griha". l,altare gioiello l0altare su cui # $osto il loto su cui # seduta la Devi". e la 46

sede di loto 7@8<79>"' -oi si deve &ettere sulla s$alla destra. la s$alla sinistra. il +ianco destro. l,anca sinistra. ris$ettiva&ente. e nel loro ordine. Dhar&a. )Nana ;onoscenza". AishvarEEa -otere". e VairagEa lo stato in cui si # liberi dai desideri" 797". e il devoto eccellente deve &ettere gli as$etti negativi di Fueste FualitG sulla bocca. sul lato sinistro. sull,o&belico. e il lato destro. ris$ettiva&ente 79@"' -oi $orre nel cuore Ananda 1anda letteral&ente Radice di 5eatitudine < il loto dagli B $etali sede delle B Siddhi". Sole. Luna. Puoco che stanno $er Ida. -ingala e Sushu&na". le tre FualitG Satva. RaMas e Ta&as". aggiungendo alla $ri&a delle loro lettere il segno 5indu. ed i +ila&enti e $ericar$o del Loto. e $orre nei $etali del loto le otto -itha NaEi/a < !angala. ViMaEa. 5hadra. )aEanti. A$araMita. Nandini. Narasinghi. Vaishnavi. e sulle $unte dei $etali del loto le otto 5hairava < Asitanga. ;handa. 1a$ali. 1rodha. 5hishana. Jn&atta. Ruru. Sanghari 799<79="' Kuindi il devoto deve. do$o aver +or&ato con le sue &ani il !udra 1achchha$a o 1ur&a !udra. il !udra della Tartaruga". $rendere due +iori $ro+u&ati. e. $onendo le &ani sul cuore. &editare sulla se&$re esistente Devi 79D"' La natura della &editazione su di Te. O DeviI # di due ti$i. a seconda che Tu sei i&&aginata senza +or&a o con una +or&a' Essendo senza +or&a sei ine++abile e inco&$rensibile. i&$ercettibile' Non si $uL dire di te che sei Fuesto o Fuello. tu sei onni$resente. introvabile. raggiungibile solo da 2ogi attraverso $enitenze e atti di auto<&oderazione 79A<79B"' -arlerL ora della &editazione su di Te in +or&a cor$orea. in &odo che la &ente $ossa i&$arare la concentrazione. che i desideri $ossano essere ra$ida&ente raggiunti e che il $otere di &editare in base alla +or&a sottile $ossa essere destato 798"' La +or&a della grande lucente 1ali/a. !adre di 1ala che divora ogni cosa. viene i&&aginata in base alle sue FualitG e azioni 7?>"' DhEana Adoro la AdEa 1ali/a cui cor$o # della tonalitG della scura" nuvola di $ioggia. sulla cui +ronte brilla la Luna. che ha tre occhi. vestita di abiti cre&isi. le cui due &ani si alzano < una $er dissi$are la $aura. e l,altra $er dare benedizioni < ;he # seduta su un loto rosso in $iena +ioritura. il suo bel viso raggiante. guardando !aha<1ala. ;he. ubriacato dal vino delizioso del +iore !adhu/a. balla davanti a Lei 7?7"'

47

Do$o aver &editato sulla Devi in Fuesta +or&a. e &esso un +iore sulla testa. il sadha/a in $iena devozione deve adorarla &ental&ente 7?@"' Deve o++rirLe il loto del cuore Ananda 1anda < il loto dagli B $etali sede delle B Siddhi" co&e sua sede. l,a&brosia gocciolante dal loto dai &ille $etali Sahasrara ;ha/ra" $er lavare i Suoi $iedi. e la sua &ente co&e arghEa o++erte devozionali" 7?9"' -oi deve o++rirLe la stessa a&brosia co&e acFua $er il risciacFuo della bocca e $er +are il bagno del suo cor$o. egli deve o++rire l,essenza dell,etere co&e vestito della Devi. l,essenza dell,odore co&e $ro+u&o. il suo cuore e l,aria vitale. l,essenza del +uoco e l,oceano di nettare co&e ris$ettiva&ente +iori. incenso. luce. e o++erte di cibo' Deve o++rirLe il suono del ;ha/ra Anahata co&e suono della ca&$ana. l,essenza dell,aria co&e ventilatore e scaccia&osche. e le +unzioni dei sensi e l,irreFuietezza della &ente co&e danza alla Devi 7??<7?D"' Devono essere o++erti vari ti$i di +iori $er il raggiungi&ento dell,oggetto del $ro$rio desiderioH a&aEa candore. ingenuitG". anahang/ara assenza di egois&o". araga distacco". a&ada assenza di orgoglio". a&oha libertG dalla delusione". ada&bha assenza di i$ocrisia". advesha volontG su tutte le ostilitG". a/shobha libertG dai disturbi e dai $enti&enti della &ente". a&atsarEa assenza di invidia". alobha assenza di avarizia" e. successiva&ente. cinFue +iori < in $articolare. i +iori $i% eccellenti. ahi&sa non<violenza". indriEa<nigraha controllo dei sensi". daEa $ietG". /sha&a $erdono" e Mnana conoscenza"' ;on Fuesti Fuindici +iori. Fuindici FualitG di te&$era&ento. egli dovrebbe adorare la Devi 7?A<7?8"' -oi deve o++rire alla Devi" l0oceano di a&brosia vino". una &ontagna di carne e $esce +ritto. un &ucchio di cibo secco. grano cotto nel latte con lo zucchero e ghee. il nettare 1ula. il +iore 1ula sangue &estruale". e l,acFua che # stata usata $er il lavaggio della Sha/ti' -oi. do$o aver sacri+icato tutta la lussuria e la collera. le cause di tutti gli i&$edi&enti. deve +are Ma$a 7=><7=7"' Il &ala rosario" $rescritto consiste nelle lettere dell,al+abeto. in+ilate su 1undalini co&e +ilo 7=@"' Do$o la recita delle lettere dell,al+abeto dalla A alla La. con il 5indu sovra$$osto su ciascuna lettera. dovrebbe essere recitato il !ula<&antra' Kuesto # noto co&e Anulo&a ordine ordinario"' Ancora una volta. co&inciando con La e +inendo con A. il sadha/a deve +are Ma$a del !antra' Kuesto # noto co&e Vilo&a ordine contrario" e 1sha</ara la lettera /sha" # chia&ato !eru la $arte $i% centrale e $ro&inente della &ala o Ma$a< &ala" 7=9<7=?"' 48

Le ulti&e lettere degli otto gru$$i devono essere aggiunti al !ula<&antra. e do$o aver +atto Ma$a di Fuesto !antra di 7>B lettere. il Ma$a dovrebbe essere o++erto alla Devi" con il seguente 7=="H !antra O AdEa 1ali. che di&ori nell,ani&a $i% inti&a di tutti. che sei la luce $i% interna. o !adreI accetta Fuesto Ma$a del &io cuore' !i inchino a Te 7=D"' Do$o aver +inito il Ma$a. deve $rostrarsi &ental&ente. toccando la terra con le otto $arti del suo cor$o' Do$o aver concluso l,adorazione &entale. deve ri$rendere l,adorazione esterna 7=A"' -arlerL ora della consacrazione del Vishesh<arghEa # una s$eciale o++erta. contra$$osta al Sa&anEarghEa. $osta al centro della stanza di adorazione". dal suo se&$lice colloca&ento il Devata # straordinaria&ente soddis+atto' Tu ascolta 7=B"' Alla sola vista della co$$a di Fuesta o++erta le 2ogini. 5hairava. 5rah&a. e altri Devata danzano di gioia e concedono le siddhi 7=8"' Il disce$olo. a terra davanti a lui e alla sua sinistra. deve disegnare con l,acFua $resa dal Sa&anEarghEa un triangolo. con il !aEa 5iMa Ori&" nel suo centro. al di +uori del triangolo un cerchio. e al di +uori del cerchio un Fuadrato. e lG deve adorare la Sha/ti dell0Adhara la Sha/ti del su$$orto" con il !antra Ori&I O&aggi alla Sha/ti dell0Adhara 7D><7D7"' Egli deve Fuindi lavare l,Adhara il su$$orto". e $osizionarlo sul !andala. e adorare la regione del Puoco con il !antra !a&I O&aggi al !andala di Puoco che $ossiede dieci sezioni'

49

E do$o aver lavato il vaso $er l,arghEa con il !antra -hat. il devoto deve &etterlo sull,Adhara con il !antra Na&ah 7D@<7D9"' Deve Fuindi adorare il vaso con il !antra A&I O&aggi al !andala del Sole. che ha dodici divisioni 1ala"Q e rie&$ire il vaso in cui l,o++erta # stata +atta". ri$etendo il !ula<&antra. con tre $arti di vino e una $arte d0acFua. e do$o aver &esso il $ro+u&o e il +iore. o !adreI egli deve adorare con il seguente !antra 7D?<7D="H !antra J&I

O&aggi alla Luna con le sue sedici divisioni le sedici 1ala sono date $oi nel
;a$' D versi 9@. 99" 7DD"'

Deve Fuindi $orre di +ronte alla o++erta s$eciale. su +oglie di 5ael 5ael < le +oglie sacre a Shiva" i&&erse in $asta di sandalo rosso. erba Durva -anicu& DactElon". +iori. riso essiccato al sole 7DA"' Do$o aver invocato le sante acFue dei +iu&i sacri nell,arghEa" attraverso il !ula<&antra e l,An/usha<&udra. il Sadha/a deve &editare sulla Devi. e adorarla con incenso e +iori. +acendo Ma$a del !ula<&antra dodici volte 7DB"' In seguito deve o++rire sull,arghEa il Dhenu !udra e lo 2oni !udra vedi so$ra". bastoncini d,incenso e una luce' Il devoto deve Fuindi versare un $o0 d0acFua dell0arghEa nel vaso $revisto a tale sco$o. e con essa s$ruzzare se stesso e l,o++erta' Il vaso contenente l,o++erta non deve tuttavia essere s$ostato +ino a Fuando il culto non # concluso 7D8<7A>"' O Tu. $uro SorrisoI Ora ho $arlato della consacrazione dell,o++erta s$eciale' Vorrei ora $assare al 2antra $rinci$ale 2antra<RaMa il Re di tutti gli 2antra" che concede gli obiettivi di tutta l,esistenza u&ana 7A7"' Disegnare un triangolo con il !aEa 5iMa Ori&" al suo interno. e intorno ad esso due cerchi concentrici uno esterno all,altro"' Nello s$azio tra le due circon+erenze dei cerchi disegnare a co$$ie sedici +ila&enti. e +uori di Fuesti 50

otto $etali del loto. e +uori di esse il 5hu<$ura. che deve essere +atto di linee rette con Fuattro ingressi. ed essere di $iacevole as$etto 7A@<7A9"' Al +ine di $rovocare $iacere al Devata il disce$olo deve recitando nel +ratte&$o il !ula< &antra" disegnare lo 2antra o con un ago d,oro. o con la s$ina di un albero bael su un $ezzo di oro. argento o ra&e. che # stato s$al&ato o con i +iori SvaEa&bhu. 1unda. Gola tre ti$i di 1ula<$ush$a. i ^+iori tantrici_' Si tratta di vari ti$i di sangue &estruale al $osto del Fuale si usa $asta di sandalo rossa". o con il sandalo. aloe $ro+u&ata. /u&/u&a. o con $asta di sandalo rossa' Jn abile intagliatore $uL anche incidere lo 2antra su cristallo. corallo. o la$islazzuli 7A?<7AD"'

Rudra 5hairavi 2antra Do$o che # stato consacrato da riti di buon aus$icio. va tenuto all,interno della casa' Patto Fuesto vengono scon+itti tutti i cattivi +antas&i. tutte le $reoccu$azioni $er i $ianeti avversi". e tutte le &alattie. e $er grazia di Fuesto 2antra la casa del devoto diventa di gradevole as$etto' ;on i suoi +igli e ni$oti. 51

e con +elicitG e $otere. diventa dis$ensatore di doni e di bene+icenza. un $rotettore dei suoi di$endenti. e la sua +a&a si estende 7AA<7AB"' Do$o aver disegnato lo 2antra ed averlo $osto su un altare di $ietre $reziose di +ronte al devoto. e do$o aver adorato il Devata del -itha il Devata di su$$orto dello 2antra" secondo le regole del -itha<nEasa. deve essere adorata la Devi $rinci$ale Fui AdEa Sha/ti o 1ali" nel $ericar$o del Loto il loto nello 2antra" 7A8"' Voglio $arlare ora del $osiziona&ento del vaso e della +or&azione del cerchio di adorazione dalla cui se&$lice istituzione il Devata # ben soddis+atto. il !antra diventa +econdo e i desideri del devoto vengono realizzati 7B>"' Il vaso si chia&a 1alasa. $erch4 Vishva/ar&a lo ha +atto da diverse $arti di ciascuno dei Devata 7B7"' Dovrebbe essere largo 9D $ollici di circon+erenza" nella sua $arte $i% a&$ia. e sedici di altezza' Il collo deve essere largo Fuattro $ollici. la bocca sei $ollici. e il +ondo largo cinFue $ollici' Kuesta # la regola $er la $rogettazione del 1alasha 7B@"' Dovrebbe essere +atto d,oro. d,argento. ra&e. &etallo $er le ca&$ane. +ango. $ietra o vetro. e senza +ori o cre$e' Nella sua costruzione tutte le grettezze dovrebbero essere evitate. dal &o&ento che # &odellato $er il $iacere dei Deva 7B9"' Jn 1alasha d,oro. uno d,argento. uno di ra&e. o uno di &etallo $er le ca&$ane danno ris$ettiva&ente al devoto il godi&ento. l,e&anci$azione. il $iacere della &ente. ed il nutri&ento' Jno di cristallo # buono $er il raggiungi&ento di Vashi/arana la siddhi del controllo &entale sugli altri". e uno di $ietra $er il raggiungi&ento di Sta&bhana la siddhi del controllo della natura"' Jn 1alasha di +ango # buono $er tutti gli sco$i' Di Fualsiasi cosa sia +atto deve essere $ulito e di $iacevole design 7B?"' Alla sua sinistra il devoto deve disegnare un esagono con un $unto al centro. intorno ad esso un cerchio. e al di +uori del cerchio un Fuadrato 7B="' Kueste +igure devono essere disegnate sia con ver&iglio o RaMas 1ula<-ush$a". o $asta di sandalo rosso. il Devata del sostegno deve $oi essere adorato al riguardo 7BD"' Il !antra $er il culto della Sha/ti o Devi del su$$orto #H !antra Ori&. saluti alla Sha/ti del su$$orto Ori& Adhara Sha/taEe Na&ah" 7BA"' 52

Il su$$orto $er il vaso dovrebbe essere lavato con il !antra Na&ah. e $osto sul !andala. ed il vaso con il !antra -hat. e $oi $osto sul su$$orto 7BB"' Il disce$olo deve Fuindi rie&$ire il 1alasha con il vino. $ronunciando nel +ratte&$o il !ula<&antra Ori& Sri& 1ri& -ara&eshvari Na&ah" e i !atri/a Varna lettere dell0al+abeto". con il 5indu in ordine Vilo&a in ordine contrario" 7B8"' Il saggio. che realizza dentro di s4 la $resenza della Devi dovrebbe adorare la regione del Puoco. del Sole. e della Luna. nel sostegno. nel vaso e nel vino nel &odo giG descritto 78>"' Do$o aver decorato il vaso con ver&iglio. $asta di sandalo rosso. e una ghirlanda di +iori cre&isi. il devoto deve eseguire -anchi/arana le = ceri&onie descritte nel verso che segue" 787"' ;ol$ire il vaso del vino con un +ilo d,erba 1usha. dicendo -hat. $oi. $ronunciando il 5iMa Ou&. velarlo con l,Avagunthana !udra il !udra del Velo". $oi $ronunciare il 5iMa Ori&. e guardare con sguardo +isso il vaso. $oi s$ruzzare il vaso con il !antra Na&ah' In+ine. recitando il !ula<&antra. annusare il vaso tre volte' Kuesta # la ceri&onia -anchi/ara&a 78@"' Rendendo o&aggio al vaso. $uri+icare il vino gettando +iori rossi in esso. e dire Fuanto segue 789"H !antra O&. Oh Devi Sudha il vino"I Attraverso il Su$re&o 5rah&an. che # Jno senza secondo e che # se&$re sia grossolano che sottile. distruggo il $eccato di uccidere un 5rah&ana che # collegato a te il vino" $er la &orte di 1acha +iglio di 5rihas$ati e disce$olo di Su/ra. sacerdote dei De&oni' 1acha +u bruciato dagli Asura e le sue ceneri +urono &esse nel vino che Su/ra bevve' -oi Fuando si accorse ciL che aveva +atto Su/ra &aled3 il vino' Anche 1rishna in un,altra occasione &aled3 il vino" 78?"' O Tu che di&ori nella regione del Sole. e la tua origine # nella di&ora del Signore dell,Oceano dal +rulla&ento del Fuale Tu. O NettareI +osti $rodotto". tu che sei uno con l,A&a 5iMa. $ossa tu essere liberata dalla &aledizione di Shu/ra 78="' Oh Devi SudhaI cos3 co&e il -ranava dei Veda # uno con la 5eatitudine del 5rah&an. $ossa da tale veritG essere distrutto il tuo $eccato di uccidere un 5rah&ana'

53

!antra Ori&H il Su$re&o Oa&sa SurEa chia&ato anche AditEa" di&ora nel brillante -aradiso. co&e Vasu esso &uove tutto lo s$azio tra ;ielo e Terra' Di&ora sulla terra sotto +or&a del Puoco vedico. ed in colui che +a il sacri+icio. ed # onorato negli os$iti' ( nel +uoco do&estico e nella coscienza dell,uo&o. e risiede nella onorata regione' Si trova nella VeritG e nell0Etere' ( nato nell,acFua. nei raggi di luce. nella VeritG e nella collina orientale dove sorge il sole' Kuesto # il grande AditEa. la VeritG. che non $uL essere vincolato o nascosto. la Grande ;oscienza che di&ora ovunFue < 5rah&an 78D<78A"' ;a&bia la vocale del 5iMa Varuna Va&" $er ciascuna delle vocali lunghe cio# Va&. Vi&. Vu&. Vai&. Vau&. Vah". $oi dire "Saluti alla Devi dell,A&brosia. che # sollevata dalla &aledizione di 5rah&a"' ;on la ri$etizione di tutto il !antra sette volte. la &aledizione di 5rah&a viene ri&ossa 78B"' Sostituendo nel loro ordine le sei vocali lunghe al $osto della lettera o in An/usha che # il 5iMa 1ro&". e aggiungendovi i 5iMa Shri e !aEa che sono i 5iMa Shri& e Ori&". dire Fuanto segueH !antra "Ri&uovi la &aledizione di 1rishna nel vinoH versare il nettare $i% e $i% volteH Svaha" 788"' Avendo cos3 ri&osso la &aledizione di Shu/ra. di 5rah&a e di 1rishna. il devoto deve con la &ente controllata adorare Ananda<5hairava e Ananda< 5hairavi @>>"' Il &antra del $ri&o #H !antra "Oa<Sa<1sha<!a<La<Va<Ra<2ungH Saluti ad Ananda<5hairavaH Vashat" @>7"Q e nell,adorazione di Ananda<5hairavi il !antra # lo stesso tranne che la sua +accia # invertita le $ri&e due lettere sono invertite". e al $osto del suo Orecchio dovrebbe essere &esso il suo Occhio sinistro l0orecchio e l0occhio sono le lettere J e I". e $oi va dettoH 54

!antra "Sa<Oa<1sha<!a<La<Va<Ra<2ingH Saluti alla Devi del VinoH Vaushat" @>@"' -oi. &editando sull,unione del Deva e della Devi nel vino. e $ensando che lo stesso # rie&$ito con il nettare di tale unione. deve essere +atto su di esso Ma$a del !ula<&antra dodici volte @>9"' -oi. considerando il vino co&e se +osse il Devata. dovrebbero essere o++erte &anciate di +iori con il Ma$a del !ula< &antra' $ri&a dovrebbe essere o++erti lu&ini e bastoncini d,incenso con l,acco&$agna&ento del suono di una ca&$ana @>?"' ;os3 il Vino deve essere se&$re $uri+icato in tutte le ceri&onie. sia nella $uMa del Devata. che nel Vrata. nel Oo&a. nel &atri&onio o in altre +estivitG @>="' Il disce$olo. do$o aver $iazzato la carne sul !andala triangolare di +ronte a lui. dovrebbe s$ruzzarlo con il !antra -hat. e $oi caricarlo tre volte con i 5iMa dell,Aria 2a&" e del Puoco Ra&" @>D"' Deve $oi co$rirlo con il Gesto del Velo Avagunthana !udra". $ronunciando il 1avacha<!antra il &antra< ar&atura Ou&". e $roteggerlo con il !antra<Ar&a -hat' -oi. $ronunciando il 5iMa di Varuna Va&". &ostrando il Dhenu<!udra il Gesto della !ucca". rendere la carne si&ile al nettare con il seguente @>A"H !antra -ossa tale Devi. la cui di&ora # nel $etto di Vishnu e nel $etto di Shan/ara. $uri+icare Fuesta &ia carne. e dar&i un $osto nella Su$re&a di&ora di Vishnu @>B"' In &odo si&ile. $onendo il $esce e santi+icandolo con i &antra giG $rescritti. il saggio deve $ronunciare il seguente !antra su di esso @>8"H !antra O& TrEa&ba/a& EaMa&ahe sugandi& $ushtivardhana& "Noi adoria&o TrEa&ba/a il -adre dei Tre. 5rah&a<Vishnu<Rudra"Q ;olui che dG nutri&ento. ;olui che # $ro+u&ato' ;o&e il +rutto della Jrvaru/a si 55

stacca da s4 dallo stelo su cui cresce. cos3 $ossa Egli liberarci in vita. dal lega&e del /ar&a. +ino a Fuando alla +ine sare&o liberati. e diventati uno con il Su$re&o" @7>"' -oi. O A&ataI il disce$olo deve $rendere e $uri+icare il grano arrostito con il seguenteH !antra O&I ;o&e l,Occhio del ;ielo il Sole" # chiara&ente visibile alla gente co&une. cos3 i Saggi hanno una visione costante della Su$re&a di&ora di Vishnu @77"' Il 5rah&ana la cui &ente # sveglia e controllata glori+ica se&$re la Su$re&a di&ora di Vishnu @7@"' O$$ure tutte le tattva $ossono essere consacrate dal !ula<&antra stesso' -er chi ha +ede nella radice. a che servono i ra&i e le +oglieR @79"' Io dico che Fualsiasi cosa che # santi+icato solo dal !ula<!antra # co&unFue accettabile $er il $iacere del Devata @7?"' Se non c0# te&$o. o se il disce$olo # $ressato $er il te&$o. tutto dovrebbe essere santi+icato con il !ula< &antra. e o++erto alla Devi @7="' In veritG. in veritG. e di nuovo in veritG. l,ingiunzione di Shan/ara # che se il Tattva # cos3 o++erto. non c,# $eccato o di+etto @7D"' Pine del Fuinto Gioioso !essaggio. intitolato "La +or&azione dei !antra. -osiziona&ento del Vaso. e $uri+icazione degli ele&enti di culto"'

56

Capitolo %I
-osiziona&ento del Shri<$atra. Oo&a. Por&azione del ;ha/ra. e altri Riti
Shri Devi disseH -oich4 hai benevolenza $er &e. Ti $rego descrivi&i. O SignoreI in &aniera $i% $articolareggiata i -ancha<tattva i = ele&enti del cultoH vino. carne. $esce. grano arrostito. sesso" e le altre osservanze di cui hai $arlato 7"' Shri Sadashiva disseH ;i sono tre ti$i di vino che sono eccellenti < vale a dire. Fuello +atto dalla &elassa. dal riso. o dal +iore !adhu/a' ;i sono anche diversi altri ti$i +atti dal succo della $ianta -al&Era o del dattero. e noti con vari no&i a seconda della loro sostanza e luogo di $roduzione' Sono tutti dichiarati essere ugual&ente a$$ro$riati nel culto del Devata @"' In Fualsiasi &odo sia stato $rodotto. e da chiunFue sia $ortato. il vino. una volta $uri+icato. dona al devoto tutte le siddhi' Non ci sono distinzioni di casta nell,assunzione dei vini cos3 santi+icati 9"' La carne. anch,essa. # di tre ti$i. Fuella degli ani&ali delle acFue. della terra e del cielo' Da dovunFue sia stata $ortata. e da chiunFue sia stato ucciso l,ani&ale. dG. senza dubbio. soddis+azione al Deva ?"' Il desiderio del disce$olo deve deter&inare Fuello che dovrebbe essere o++erto al Deva' Kualsiasi cosa gli $iaccia. tale o++erta condurrG al suo benessere ="' Solo gli ese&$lari &aschi devono essere deca$itati in sacri+icio' ( ordine di Sha&bhu che gli ani&ali +e&&ine non debbano essere uccisi D"' ;i sono tre ti$i su$eriori di $esce < e cio#. Shala. -athina e Rohita' Kuelli che sono senza s$ine sono di FualitG &edia. &entre Fuelli che sono $ieni di s$ine sono di FualitG in+eriore' Kuest,ulti&o $uL. tuttavia. se ben +ritto. essere o++erto alla Devi A<B"' ;i sono anche tre ti$i di cibo arrostito. su$eriore. &edio e in+eriore' Il ti$o $i% eccellente e gradevole # Fuello +atto dal riso Shali. bianco co&e un raggio di luna. o da orzo o +ru&ento. che # stato +ritto nel burro chiari+icato' La varietG &ediocre # +atto di riso +ritto' Altri ti$i di grano +ritto sono di FualitG in+eriore 57

8<7>"' ;arne. $esce e cibo arrostito. +rutti e radici. o Fualsiasi altra cosa o++erta al Devata insie&e al vino. sono chia&ati Shuddi 77"' O DeviI l,o++erta di vino senza Shuddi. co&e anche la -uMa e Tar$ana altri riti" senza Shuddi". diventano inutili. e il Devata non viene $ro$iziato 7@"' Il bere vino senza Shuddi # co&e l,ingestione di veleno' Il disce$olo # se&$re &alato. e vive $er un breve $eriodo e &uore 79"' O Grande DeviI Fuando la debolezza del 1ali 2uga diventa grande. la $ro$ria Sha/ti o la $ro$ria &oglie sia la sola conosciuta co&e il Fuinto Tattva' Kuesto # $rivo di ogni di+etto 7?"' O A&ata della &ia vitaI in Fuesto l,ulti&o Tattva" ho $arlato di SvaEa&bhu e altri ti$i di +iori i vari ti$i di 1ula<$ush$a. i ^+iori tantrici_' Si tratta di vari ti$i di sangue &estruale al $osto del Fuale si usa $asta di sandalo rossa' Vedi anche ;a$' = versi 7A?<7AD"' ;o&e sostituti $er loro. $erL. ordino $asta di sandalo rossa 7="' il Tattva . i +iori. +oglie o +rutti non devono essere o++erti alla !ahadevi a &eno che non siano $uri+icati' L,uo&o che li o++re senza $uri+icarli va all,in+erno 7D"' Il Shri<$atra Vedi ;a$' = versi 7A?<7AD' Sono i vari ti$i di sangue &estrualeH SvaEa&bhu. Gola e 1unda' ( una +or&a di rituale che disgusterG i &olti &a chi lo $ratica con i $rinci$i dettati da Shiva" deve essere collocato in co&$agnia della $ro$ria virtuosa Sha/ti che deve essere s$ruzzata con il vino o l,acFua $uri+icata dall,o++erta co&une 7A"' Il !antra $er l,as$ersione della Sha/ti # V !antra Ai&. 1li&. Sauh' Saluti a Tri$uraQ $uri+ica Fuesta Sha/ti. +alla diventare la &ia Sha/tiQ Svaha Ai& 1li& Sauh Tri$uraEai Na&ahH i&a& sha/ti& $avitri/uru &a&a sha/ti& /uruH Svaha" 7B<78"' Se colei che deve essere Sha/ti non # giG iniziata. allora il !aEa 5iMa Ori&" deve esserle sussurrato all,orecchio. e altre Sha/ti altre donne oltre la $ro$ria &oglie" che sono $resenti devono essere adorate e non godute sessual&ente" @>"' Il devoto deve $oi. nello s$azio tra lui e lo 2antra. disegnare un triangolo con i 5iMa !aEa nel suo centro. e. al di +uori del triangolo e nell,ordine Fui indicato. disegnare un cerchio. un esagono. e un Fuadrato @7"' Il disce$olo deve Fuindi adorare ai Fuattro angoli del Fuadrato le -ithaH -urna<Shaila. JddiEana. )alandhara. e 1a&a<ru$a &ani+estazioni di Sha/ti". con i !antra +or&ati dai loro ris$ettivi no&i. $receduti dai 5iMa +or&ati dalla $ri&a lettera dei 58

loro ris$ettivi no&i. e seguita da Na&ah e cio#H -u& -urna<ShailaEa -itaEa Na&ah. J& JddiEanaEa -itaEa Na&ah. )a& )alandharaEa -itaEa Na&ah. 1a& 1a&a<ru$aEa -itaEa Na&ah" @@"' -oi le sei $arti del cor$o devono essere adorate nei sei angoli dell,esagono' -oi adorare il triangolo. con i !ula<&antra. e $oi la Sha/ti del su$$orto con il !aEa 5iMa e Na&ah Ori& Adhara Sha/taEe Na&ah < Ori&. saluti alla Sha/ti del su$$orto" @9"' Lavare il reci$iente con il !antra Na&ah. e $oi &etterlo co&e nel caso del vaso" sul !andala. e adorare in essa le dieci $arti di Vahni Signore del Puoco" con le $ri&e lettere dei loro no&i co&e 5iMa @?"' Kueste $arti. che sono in nu&ero di dieci < cio#. Dhu&ra. Archih. )valini. Su/sh&a. )valini. Vish$hulingini. Sushri. Suru$a. 1a$ila. OavEa</avEa<Vaha sono le 7> Sha/ti del Puoco" <' devono essere $ronunciate al singolare Dativo e seguite dal !antra Na&ah @=<@D"' -oi adorare la regione di Vahni nell0adhara o ricettacolo" con il seguenteH !antra !a&H Saluti alla regione di Vahni con le sue dieci FualitG !a& Vahni< &andalaEa dasha /alat&ane Na&ah" @A"' -oi. $rendendo il vaso dell,o++erta e $uri+icandolo con il !antra -hat. $osizionarlo sul ricettacolo. e. avendolo cos3 $osto. adorarvi le dodici $arti del Sole con i 5iMa. che iniziano con 1a<5ha a Tha<Da @B"' Kuesti dodici $arti 1ala" sono < Ta$ini. Ta$ini. Dhu&ra. !arichi. )valini. Ruchi. Sudhu&ra. 5hoga<da. Vishva. 5odhini. Dharini. 1sha&a @8"' Do$o Fuesto. adorare la regione del Sole nel vaso dell,o++erta con le seguentiH !antra A&H Saluti al !andala del Sole. con le sue dodici 1ala A& SurEa<&andalaEa dvadasha /alat&ane Na&ah" 9>"' -oi il devoto deve rie&$ire la co$$a dell,o++erta $er tre Fuarti con vino $relevato dal vaso. $ronunciando i !atri/a 5iMa in ordine inverso l0al+abeto al contrario. cio# da 1sha ad A" 97"' Rie&$iendo il resto della co$$a con l,acFua $resa dall, o++erta s$eciale. deve adorare con una &ente ben controllata le sedici 59

1ala della Luna. dicendo co&e 5iMa ciascuno delle sedici vocali $ri&a di ciascuno dei sedici 1ala $ronunciate al singolare dativo. seguito dal !antra Na&ah 9@"' Le sedici 1ala della Luna che soddis+ano i desideri sono V A&rita. -ranada. -usha. Tushti. -ushti. Rati. Dhriti. Shashini. ;handri/a. 1anti. )Eotsna. S/ri. -riti. Angada. -urna. and -urna&rita 99"' ;o&e nel caso degli altri Deva citati. il disce$olo dovrebbe adorare la regione della Luna con il seguenteH !antra J&H Saluti al !andala della Luna. con le sue sedici 1ala J& So&a< &andalaEa sodasha /alat&ane Na&ah" 9?"' Erba Durva. riso seccato al sole. +iori rossi. +oglie di Varvara un ti$o di basilico". e il +iore A$araMita il +iore ;litoria si&ile all0organo genitale +e&&inile. usato nel culto alla Devi" devono essere gettati nel vaso con il !antra Ori&. e le acFue sacre devono essere invocate in esso 9="' -oi. co$rendo il vino e il vaso dell,o++erta con il !udra Avagunthana il Gesto del Velo". e $ronunciando il 5iMa Ar&atura 1avacha 5iMaH Oung". $roteggerlo con l,ar&a<5iMa -hat". e convertirlo in a&brosia con il Dhenu<!udra il Gesto della !ucca". co$rirlo con il !atsEa<!udra il Gesto del -esce" 9D" ' Pare Ma$a del !ula<&antra dieci volte. l,Ishta<devata il $articolare Devata del devoto. Fui 1ali" deve essere invocata e adorata con i +iori o++erti nelle &ani giunte' -oi ricarica il vino con i seguenti cinFue !antra. a co&inciare da A/handa 1ula<ru$iniH i&&agine di 1ula"H 9A" !antra O 1ula<ru$iniI in+ondi il brivido di gioia che # l,essenza di Fuesto eccellente vino che $roduce $iena e intatta beatitudine 9B"' Tu che sei co&e il nettare che # in Ananga un no&e di 1a&a. Dio dell0a&ore". e che sei l,incarnazione della -ura ;onoscenza . &etti in Fuesto liFuido l,a&brosia che # la beatitudine di 5rah&a 98"'

60

O Tu. che sei l,i&&agine stessa di KuelloI Jnisci Fuesta arghEa con l,i&&agine di s4 o di Kuello. e divenuta /ula&rita vino consacrato". +iorisci in &e ?>"' -orta in Fuesto vaso sacro. che # $ieno di vino. l,essenza dell,a&brosia $rodotta dall0essenza di tutto ciL che esiste in Fuesto &ondo. e contenente tutti i ti$i di gusto ?7"' -ossa Fuesta co$$a del s4. che # $iena di nettare del s4. Signore. essere sacri+icata nel +uoco del S4 Su$re&o ?@"' Avendo cos3 consacrato il vino con il !antra. $ensare all,unione in esso di Sadashiva e 5hagavati e o++rire lu&ini e bastoncini incenso di +ronte ad esso ?9"' Kuesta # la consacrazione dello Shri<$atra nel culto 1auli/a' Senza tale $uri+icazione il disce$olo si rende col$evole di $eccato ed il culto # inutile ??"' Il saggio dovrebbe. secondo le regole $rescritte $er il $osiziona&ento dell,o++erta co&une. $orre tra il vaso e lo Shri<$atra le co$$e del Guru. la co$$a del -iacere. la co$$a della Sha/ti. le co$$e delle 2ogini. di Vira e del Sacri+icio e Fuelle $er il lavaggio dei $iedi e il risciacFuo della bocca ris$ettiva&ente. nove co$$e in tutto ?=<?D"' -oi. rie&$iendo le co$$e $er tre Fuarti di vino dal vaso. un $ezzetto di Shuddi delle di&ensioni di un $isello deve essere $osto in ciascuno di essi ?A"' -oi. tenendo il calice tra il $ollice e il Fuarto dito della &ano sinistra. tenendo il boccone di Shuddi vedi verso 77" nella &ano destra. +acendo il Tattva<&udra. Tar$ana oblazione. o++erta" dovrebbe essere +atto' Kuesta # la $ratica che # stato co&andata ?B"' -rendere una goccia di otti&o vino dal Shri$atra e un $ezzo di Shuddi. Tar$ana dovrebbe essere +atto $er il Deva Ananda<5hairava e la Devi Ananda<5hairavi ?8"' -oi. con il vino nella co$$a del Guru. o++rire oblazioni alla linea dei Guru' In $ri&o luogo al $ro$rio Guru seduto insie&e alla &oglie sul loto dai &ille $etali. e $oi al -ara&a Guru. al -ara$ara Guru. al -ara&eshti Guru in successione' Nell,o++rire oblazioni ai Fuattro Guru. deve essere $ronunciato $ri&a il Vagbhava 5iMa Ai&". seguito in ogni caso dai no&i di ognuno dei Fuattro Guru =>"' -oi. con il vino dalla co$$a del -iacere. il devoto deve. nel loto del suo 61

cuore. o++rire oblazioni alla AdEa<1ali' In Fuesta oblazione il suo $ro$rio 5iMa 1ri&" deve $recedere. e Svaha deve seguire il suo no&e 1ri& AdEa& 1ali& tar$aEa&i Svaha"' Kuesto deve essere +atto tre volte =7"' -oi. con il vino $reso dalla co$$a della Sha/ti. un,oblazione deve essere analoga&ente o++erta ai Devata delle $arti del Suo cor$o ed ai loro Avarana< Devata attendenti del Devata" =@"' -oi. con il vino nel co$$a delle 2ogini. un,oblazione deve essere o++erta alla AdEa<1ali/a. che $orta tutte le Sue ar&i e con tutti i Suoi seguaci' -oi dovrebbe seguire il sacri+icio a Vatu/a 5hairava" =9"' L,adoratore saggio deve disegnare alla sua sinistra una +igura rettangolare ordinaria. e do$o averla adorata. $orvi in esso il cibo con il vino. la carne e le altre cose =?"' ;on il 5iMa di Va/. !aEa. 1a&ala. Ai&. Ori&. Sri&" e con il !antraH "Va& il 5iMa di Vatu/a". Saluti a Vatu/a" Ai& Ori& Sri& Va& Vatu/aEa Na&ah". Vatu/a dovrebbe essere adorato a est del rettangolo. e $oi il sacri+icio deve essere o++erto a lui =="' -oi con il !antra "2a& alle 2ogini Svaha". il sacri+icio deve essere +atto $er le 2ogini a Sud =D". e $oi a 1shetra<$ala divinitG $rotrettrice della terra" ad ovest del rettangolo. con il !antra "A 1shetra<$ala na&ah". $receduto dalla lettera 1sha. alla Fuale sono aggiunte in successione le sei vocali lunghe con il 5indu il &antra #H 1sha& 1shi& 1shu& 1shai& 1shau& 1shah 1shetra$alaEa Na&ah" =A"' In seguito. il sacri+icio deve essere +atto $er Gana$ati a Nord. aggiungendo a Ga le sei vocali lunghe in successione con il relativo 5indu. seguito dal no&e di Ganesha al singolare dativo. e +inendo con Svaha il &antra #H Ga& Gi& Gu& Gai& Gau& Gah Gana$ataEa Svaha"' In+ine. il sacri+icio deve essere +atto all,interno del rettangolo a tutti 5huta a tutti gli esseri". secondo la +or&a adeguata =B<=8"' 62

-ronunciando "Ori&. Shri&. Sarva<vighna</ridbhEah." aggiungere "Sarva< bhutebhEah." e $oi "Ou& -hat SvahaQ" Fuesto # co&e il !antra # +or&ato D>"' -oi un sacri+icio a Shiva deve essere e++ettuato con il seguenteH !antra O&. O DeviI O Shiva. O Eccelso. Tu sei l,i&&agine della con+lagrazione +inale alla dissoluzione delle cose. degnati di accettare Fuesto sacri+icio. e di rivelar&i in &odo chiaro il bene e il &ale che # il &io destino' !i inchino a Shiva' Kuesto # il !ula<!antra nel culto di Shiva' O SantaI Ora che ti ho descritto la &odalitG di +or&azione del circolo di culto e il $osiziona&ento della co$$a e altri riti" D7<D@"' -oi. +acendo con le due &ani il 1achchha$a<!udra. il devoto deve $rendere con le &ani un bel +iore $ro+u&ato di sandalo. aloe +ragrante. e &uschio. e. $ortandolo al loto del suo cuore . deve &editare in esso nel loto" sulla $i% Su$re&a AdEa 1ali" D9< D?"' Il sadha/a deve $oi $ortare la Devi lungo la sushu&na nadi il canale centrale". che # il sentiero del 5rah&an verso il grande Loto dai &ille $etali Sahasrara ;ha/ra". e lG +arla +elice attraverso la Sua unione con il suo Signore"' -oi. $ortandola attraverso le sue narici co&e se un0altra AdEa<1ali e&anasse da essa" co&e luce da luce. deve $orla sul +iore. il sadha/a deve $oi $osizionare il +iore sullo 2antra e con le &ani giunte $regare con tutta la devozione il suo Ishta<devata cos3 D=<DD"H !antra O Regina dei DevaI Tu che sei +acil&ente raggiunta con la devozione' Ri&ani Fui. ti $rego. con tutto il tuo seguito. nel +ratte&$o io ti adoro DA"' -oi. $ronunciando $ri&a il 5iMa 1ri&. dire il seguenteH

63

!antra O AdEa Devi 1ali/aI vieni Fui con tutto il tuo seguito. vieni Fui e $oi dire". resta Fui. resta Fui DB"Q e $oi dire" &etti Te stessa Fui. e $oi dire" che Tu sia trattenuta Fui' Accetta la &ia adorazione D8"' Do$o aver cos3 invocato la Devi" nello 2antra. le Arie Vitali della Devi devono essere in+use in esso dal seguente -ratishtha !antra il &antra $er in+ondere la vita in una i&&agine del divino" A>"H !antra A&. Ori&. 1ro&. Shri&. SvahaQ $ossano le cinFue Arie Vitali di Fuesta Devata essere FuiH A&. Ori&. 1ro&. Shri&. Svaha A7"' La sua )iva ani&a" # $osta Fui < A&. Ori&. 1ro&. Shri&. Svaha < tutti i sensi < A&. Ori&. 1ro&. Shri&. Svaha' Linguaggio. &ente. vista. ol+atto. udito. tatto. e le Arie Vitali della AdEa<1ali Devata. $ossano venire Fui e stare +elice&ente Fui $er se&$re' Svaha A@<A?"' Do$o aver recitato il $recedente tre volte. e avendo secondo la +or&a adeguata $osto le Arie Vitali -rana -ratishtha" della Devi" nello 2antra con il Lelihana<!udra tenere indice. &edio e anulare gi% dritti' Il &ignolo in alto' Il $ollice tocca la base dell0anulare. $oi indice. &edio e anulare chiudono il $ollice' ( il &udra $er indicare' Lelihana # un no&e di Shiva". con le &ani giunte. il devoto" deve dire A="H !antra O AdEa 1aliI hai +atto un buon viaggioR ( stato $iacevoleR O -ara&eshvariI $otrai sederti su Fuesto $osto AD"R -oi. ri$etendo il $ri&o &antra. s$ruzzare tre volte l,acFua dell0oblazione s$eciale sulla Devi. e $oi +are NEasa della Devi. con le sei $arti del suo cor$o' Kuesta ceri&onia si chia&a Sa/ali/ara&a o Sa/ali/riti' -oi adorare la Devi con tutte le sedici o++erte AA"' Kueste sonoH l,acFua $er lavare i $iedi. l,acFua $er l,o++erta. l,acFua $er il risciacFuo della bocca e $er il bagno. abiti. gioielli. $ro+u&i. +iori. bastoncini di incenso. lu&ini. cibo. l,acFua $er il lavaggio della

64

bocca. nettare vino". $an . acFua dell0oblazione e gli o&aggi' Nel culto sono necessarie Fueste sedici o++erte AB<A8"' -ronunciando l,AdEa 5iMa. e $oi dicendo "Fuest,acFua # $er lavare i $iedi di AdEa' Alla Devata Na&ah." o++rire l,acFua ai $iedi della Devi' Allo stesso &odo con la $arola Svaha. al $osto di Na&ah. l,o++erta deve essere $osta al ca$o della Devi B>"' -oi il saggio adoratore con la $arola Svadha deve o++rire l,acFua $er il risciacFuo della bocca alla bocca della Devi. e $oi il devoto deve o++rire alla bocca di loto della Devi il !adhu<$ar/a una &istura di Eogurt. burro chiari+icato e &iele" con il !antra con la $arola +inale Svadha' Egli deve Fuindi o++rire l,acFua $er sciacFuare la bocca una seconda volta" con il !antra +inale "Va& Svadha" B7"' Allora il devoto. dicendoH !antra Ori&. Shri&. 1ri&. -ara&eshvari. SvahaH O++ro Fuest,acFua $er +are il bagno. Fuest0abbiglia&ento. Fuesti gioielli. alla Devi Su$re&a. la -ri&ordiale 1ali/a' Svaha. deve +are un,o++erta di essi a tutte le $arti del cor$o della Devi B@"' -oi il devoto deve. con lo stesso &antra. &a che ter&ina con Na&ah. o++rire $ro+u&o con il dito &edio e l,anulare al cuore di loto della Devi". e con lo stesso &antra. &a che ter&ina con Vaushat. deve allo stesso &odo o++rire a Lei +iori B9"' Do$o aver &esso l,incenso e il lu&ino accesi davanti alla Devi. e s$ruzzandoli con l,acFua. # o$$ortuno o++rirli con il !antra Ori&. Shri&. 1ri&. -ara&eshvari. SvahaH Kuesto bastoncino d,incenso e lu&ino io u&il&ente o++ro a AdEa<1ali/a' Svaha' Do$o l,adorazione della ca&$ana con il !antra O !adre. che $roduci il suono che $rocla&a il Tuo trion+o' Svaha. egli deve suonarla con la &ano sinistra. e. ri$rendendo il bastoncino d,incenso con la &ano destra. deve o++rirlo sventolandolo alle narici della Devi' -oi. $onendo il 65

bastoncino d,incenso alla sua sinistra. deve sollevare e ondeggiare dieci volte il lu&ino davanti agli occhi della Devi B?<BD"' -oi. $rendendo la ;o$$a e la Shuddi nelle sue due &ani. il devoto deve. $ronunciando il !ula<&antra. o++rirli al centro dello 2antra BA"' !antra O Tu che hai $ortato a co&$i&ento un crore 7> &ilioni" di 1al$a durata della vita di 5rah&a. ?'9@>'>>> anni. alla +ine dei Fuali l0universo +inisce". $rendi Fuest,eccellente vino . co&e anche la Shuddi. e concedi a &e la liberazione senza +ine BB"' -oi. disegnando una +igura di +ronte allo 2antra". secondo le regole del culto ordinario. $osizionarvi il $iatto con il cibo B8"' ;os$argere il cibo con il !antra -hat" e velarlo con l, Avagunthana<!udra e il !antra Ou&". e $oi di nuovo $roteggerlo con il !antra -hat"' Dicendo Va&" Fuesti &antra non ci sono nel testo originale &a sono di +atto Fuelli usati a tali sco$i" e. esibendo il Dhenu<!udra su di esso. +arne l,ali&ento di i&&ortalitG A&rita"' -oi. do$o la recita del !ula<!antra sette volte. deve essere o++erto alla Devi con l,acFua $resa dal vaso dell,o++erta 8>"' Il devoto. do$o aver recitato il !ula<&antra. deve direH "Kuesto cibo cotto. con tutte le altre cose necessarie. o++ro alla AdEa<1ali. la &ia Ishta<devi'" Si deve Fuindi direH "O Shiva $arteci$a a Fuesta o++erta" 87"' -oi si deve +ar &angiare l,o++erta alla Devi $er &ezzo dei cinFue !udra chia&ati -rana. A$ana. Sa&ana. VEana e Jdana &udra ri+eriti alle = di++erenti +or&e di VaEu. arie vitali nel nostro cor$o' Nel -rana !udra la $unta del $ollice. &edio e anulare sono uniti insie&eQ nell0A$ana !udra la $unta del $ollice. indice e &edio sono uniti insie&eQ nel Sa&ana !udra la $unta del $ollice. &ignolo e anulare sono uniti insie&eQ nell0Jdana !udra la $unta del $ollice. indice. &edio e anulare sono uniti insie&eQ nel VEana !udra tutte le dita sono unite insie&e" 8>"' -oi. +or&are con la &ano sinistra il NaivedEa<!udra. che # co&e un loto co&$leta&ente sbocciato' -oi. recitando il !ula<&antra. dare da bere il vaso con il vino alla Devi' Do$o di che o++rirle di nuovo l,acFua $er il risciacFuo della bocca. e in seguito una tri$lice oblazione deve essere +atta $er la Devi con il vino dalla co$$a dello Shri<$atra 89<8?"' -oi. recitando il !ula<&antra. il 66

devoto deve o++rire cinFue &anciate di +iori alla testa. al cuore. al Loto !uladhara. ai $iedi. e a tutte le $arti del cor$o della Devi 8=". e successiva&ente con le &ani giunte egli deve $regare la sua Ishta<devata cos3H !antra O Ishta<devataI Ora sto adorando i Devata che ti circondano. Na&ah 8D"' Le sei $arti del cor$o della Devi devono $oi essere adorate ai Fuattro angoli dello 2antra. davanti e dietro di esso nel loro ordine. Fuindi devono essere venerate le linee dei Guru ci sono 9 linee dei guruH DivEaugha V la linea dei guru celestiQ Siddhaugha < la linea dei siddhaQ !anavaugha la linea dei guru u&ani" 8A"' -oi. con $ro+u&i e +iori. adorare i Fuattro 1ula<guru < vale a dire. Guru. -ara&a<guru. -ara$ara<guru. -ara&eshti<guru 8B"' -oi. con il vino nella co$$a del Guru. +are tre Tar$ana oblazione. o++erta" a ciascuno. e sul loto di otto $etali adorare le otto !adri NaEi/a < cio# !angala. ViMaEa. 5hadra. )aEanti. A$araMita. Nandini. Narasinghi e 1au&ari 88<7>>". e sulle $unte dei $etali adorare le otto 5hairava V Asitanga. Ruru. ;handa. 1rodhon&atta. 5haEang/ara. 1a$ali. 5hishana. e Sanghara 7>7<7>@"' Indra e gli altri Di/<$ala $rotettori delle 7> direzioni che sono Indra. Agni. 2a&a. 2a/sha. Varuna. VaEu. 1ubera. Ishana. 5rah&a. Ananta" devono essere adorati sul 5hu<$ura. e le loro ar&i al di +uori del 5hu<$ura. e $oi Tar$ana deve essere +atto $er loro 7>9"' Do$o aver adorato la Devi" con tutte le o++erte. un sacri+icio deve essere +atto con cura a Lei 7>?"' I dieci ani&ali a$$rovati che $ossono essere sacri+icati sono < cervi. ca$re. $ecore. bu+ali. &aiali. l,istrice. la le$re. iguana. tartarughe e rinoceronti 7>=". &a anche altri ani&ali $ossono essere sacri+icati se il devoto lo desidera 7>D"' Il Sadha/a versato nelle regole del sacri+icio deve selezionare un ani&ale sano e senza di+etti e. $onendolo dinanzi alla Devi. deve s$ruzzare con l,acFua del VishesharghEa. e con il Dhenu<!udra deve tras+or&arlo in nettare' Deve adorare $oi la ca$ra $ecora. o Fualsiasi altro ani&ale sia stato sacri+icato" con il !antra" "Na&ah alla ca$ra. che # un ani&ale". e adorarla con $ro+u&i. +iori. ver&iglio. cibo e acFua' -oi si deve sussurrare nelle orecchie dell,ani&ale il GaEatri !antra. che recide il lega&e della sua vita co&e ani&ale 67

7>A<7>B"' Il -ashu<GaEatri. che libera un ani&ale dalla sua vita da ani&ale. # il seguenteH do$o la $arola "$ashu<$ashaEa" dire "Vid&ahe". Fuindi. do$o la $arola "Vishva</ar&ane". dire "dhi&ahi". e $oi "Tanno Mivah $rachodaEat"' !antra -ortia&o alla &ente i lega&i della vita di una bestia' !editia&o sul ;reatore dell,Jniverso' -ossa Egli liberarci da Fuesta vita da ani&ale" 7>8<77>"' -oi. tenendo il coltello sacri+icale. il devoto eccellente deve adorare con il 5iMa "Ou&". e adorare Sarasvati e 5rah&a alla sua estre&itG. La/sh&i e NaraEana al suo centro. e J&a e !aheshvara sull,i&$ugnatura 777<77@"' -oi il coltello sacri+icale deve essere venerata con il !antra Na&ah al coltello sacri+icale in+uso con la $resenza di 5rah&a. Vishnu. Shiva. e le loro Sha/ti 779"' -oi. dedicandola con la Grande -arola !ahava/Ea". egli deve. a &ani giunte. direH "-ossa Fuesta dedica a Te essere secondo i riti ordinati" 77?"' Do$o aver cos3 o++erto l,ani&ale alla Devi. deve essere collocato a terra 77="' Il devoto $oi. con la &ente concentrata sulla Devi. deve tagliare la testa dell,ani&ale con un col$o +orte' Kuesto $uL essere +atto sia dallo stesso devoto o dal +iglio di suo +ratello. dal +ratello. da un a&ico o un $arente. &a &ai da chi # un ne&ico 77D"' Il sangue. Fuando ancora caldo. dovrebbe essere o++erto ai Vatu/a' -oi la testa con un lu&ino su di essa dovrebbe essere o++erta alla Devi' con il seguenteH !antra "1ri&H Kuesta testa con il lu&ino su di essa o++ro alla Devi con riverenzaH Na&ah" 77A"' Kuesto # il rito sacri+icale dei 1auli/a nel culto 1aula' Se non # osservato. il Devata non viene soddis+atto 77B"' In seguito deve essere eseguito Oo&a' Ascolta. O a&atoI le regole che si ri+eriscono ad esso 778"' Il devoto deve. con 68

la sabbia. +are alla sua destra un Fuadrato. ogni lato del Fuale # un cubito' -oi. recitando il !ula<&antra. conte&$larlo. accarezzarlo con un +ilo d,erba 1usha. $ronunciando l,Ar&a<5iMa -hat". e $oi s$ruzzare con acFua $er l,acco&$agna&ento dello stesso 5iMa 7@>"' -oi. velando con il 1urchcha<5iMa Ou&". deve direH "!i inchino allo Sthandila della Devi" al Fuadrato di sabbia o terra" e con Fuesto !antra adorare il Fuadrato 7@7"' -oi all,interno del Fuadrato tre linee devono essere disegnate da Est a Ovest e tre linee da Sud a Nord della lunghezza di un $radesha la lunghezza che intercorre tra la $unta del $ollice e l0indice tesi"' Kuando Fuesto # stato +atto. i seguenti Devata. i cui no&i sono Fui di seguito indicati. devono essere adorati su Fueste linee 7@@"' Sulle linee da Ovest a Est adorare !u/unda Vishnu. dis$ensatore di liberazione". Isha Shiva. Isha signi+ica Dio. il Sovrano" e -urandara Indra. cos3 chia&ato $erch4 ha ucciso l0asura Tri$ura"Q sulle linee da Sud a Nord 5rah&a. Vaivasvata Piglio del Sole" e Indu ;handra. la Luna" 7@9"'

-oi un triangolo deve essere disegnato nel Fuadrato. e all,interno del triangolo il 5iMa Osauh Fuesto # il !aha<$reta 5iMa" deve essere scritto' Al di 69

+uori del triangolo disegnare un esagono. all,esterno di Fuesto un cerchio. e al di +uori del cerchio un +iore di loto con otto $etali. e +uori un Fuadrato" 5hu< $ura. con Fuattro ingressi. cos3 il saggio deve disegnare l0eccellente 2antra 7@?"' Do$o aver adorato lo s$azio cos3 deli&itato con il !ula<!antra e con o++erte di &anciate di +iori. e lavato con il -ranava gli articoli $er il sacri+icio Oo&a. l,intelligente deve. do$o aver $ronunciando il !aEa 5iMa. adorare nel $ericar$o del loto la Adhara<sha/ti Sha/ti del su$$orto" e altri. individual&ente o collettiva&ente 7@="' -ietG. ;onoscenza. Distacco. e Do&inio devono essere adorati negli angoli Agni. Ishana. VaEu e Nairrita dello 2antra ris$ettiva&ente a sud<est. nord<est. nord<ovest. sud<ovest dei Fuali le divinitG no&inate sono reggenti". e la negazione di Fueste FualitG a est. nord. ovest e sud ris$ettiva&ente. e nel centro Ananta e -ad&a Ananta. il senza +ine U VishnuQ -ad&a. il loto che +uoriesce dall0o&belico di Vishnu" 7@D<7@A"' Kuindi deve adorare il Sole con le sue dodici $arti 1ala". e la Luna con le sue sedici 1ala. e. sul +ila&ento a $artire da est. adorare -ita. e $oi Shveta. Aruna. 1rishna. Dhu&ra. Tibra. S$hulingini. Ruchira. nel loro ordine. e nel centro )valini i no&i del PuocoH giallo. bianco. rosso. nero. grigio +u&o. intensitG. che ha scintille di +uoco. brillante. +ia&&eggiante" 7@B<7@8"' In tutte le adorazioni il !antra deve iniziare con il -ranava O&". e deve +inire con Na&ah' La sede del Puoco deve essere adorata con il !antra Ra&. Saluti alla sede del Puoco' -oi il !antrin il devoto versato nella conoscenza dei !antra" deve &editare sulla Sarasvati Devi do$o che Lei ha +atto il bagno. con gli occhi co&e il loto blu sulla sede del Puoco nell,abbraccio di Vagishvara 5rah&a". e adorare nella sede del Puoco con il !aEa<5iMa Ori&" 79>"' Kuindi deve $ortare il Puoco secondo le &odalitG $rescritte. e conte&$larlo intensa&ente. e. ri$etendo il !ula<&antra. richia&are Vahni in esso con il !antra -hat 797<79@"' -oi la sede del Puoco deve essere adorato nello 2antra con il

70

!antra

O& Saluti allo 2oga<$itha del Puoco O& Vahner 2oga<$ithaEa Na&ah V
2oga<$itha # la sede dello 2oga".

e sui Fuattro lati. a $artire da Est e ter&inando a sud. Va&a 5rah&a< Sha/ti". )Eeshtha Vishnu<Sha/ti". Raudri Rudra<Sha/ti". A&bi/a la !adre". devono essere adorati secondo l,ordine dato 799"' -oi lo s$azio &arcato al di +uori SthandilaH il Fuadrato di sabbia o terra" deve essere adorato con il !antra Saluti allo Sthandila della venerata Devata. la -ri&ordiale 1ali/a e $oi all,interno di Fuesto luogo il devoto deve &editare sulla Vagishvari Devi Sarasvati" sotto la +or&a della !ula<Devata 1ali"' Do$o aver acceso il Puoco con il 5iMa Ra&. e recitando il !ula<&antra. e $oi il !antra Ou& -hatH $er i &angiatori di carne crudaH Svaha. la $orzione dei &angiatori di carne cruda Ra/shasa" dovrebbe essere &essa da $arte' ;onte&$lare il Puoco. $ronunciando l,Ar&a<!antra. e circondarlo con il !udra del Velo. $ronunciando il 5iMa Ou& 79?<79D"' Tras+or&are il Puoco in nettare con il Dhenu<!udra' -rendere si&bolica&ente un $o, di Puoco con entra&be le &ani. e sventolarlo tre volte in un cerchio so$ra lo sthandila da destra a sinistra' -oi. con entra&be le ginocchia a terra. e &editando sul Puoco co&e il se&e &aschile di Shiva. il devoto deve &etterlo in Fuella $arte dello 2oni 2antra che # $i% vicino a lui 79A<79B"' -oi. in $ri&o luogo. adorare l,i&&agine del Puoco con il !antra Ori&. Saluti all,i&&agine del Puoco. Na&ah Ori& Vahni<&urtaEe Na&ah".

71

e do$o Fuesto lo S$irito del Puoco con il !antra Ra&. allo S$irito del Puoco. Na&ah Ra& Vahni<chaitanEaEa Na&ah" 798"' Il !antrin deve $oi i&&aginare nella sua &ente la +or&a di Vahni risvegliato. e accendere il +uoco con il seguente 7?>" !antra O&. S$irito del Puoco giallo. che sa tutto. distruggi. distruggi. brucia. brucia. &atura. &atura. co&andaH Svaha' O& cit<$ingala. hana hana. daha daha. $aca $aca. sarvaMNa<MNa$aEa" Kuesto # il &antra $er l,accensione del +uoco' Do$o Fuesto. a &ani giunte. il Puoco deve essere adorato ancora 7?7<7?@"' !antra Adoro il Puoco acceso del colore dell,oro. libero da i&$uritG. bruciante. autore dei Veda. divoratore di oblazioni. che guarda da$$ertutto Agni& $raMvalita& vande )ata<veda& Outasana&H Suvarna<varna&<a&ala& sa&iddha& sarvato<&u/ha&" 7?9"' Do$o l,adorazione del Puoco in Fuesto &odo. co$rire lo s$azio &arcato al di +uori SthandilaH il Fuadrato di sabbia o terra" con erba 1usha. e $oi il devoto. dando al +uoco il no&e del suo Ishta<devata cio# deve dire il &antra ^AgneI Tva& AdEa 1ali/a na&asi_. Agni il tuo no&e # AdEa 1ali/a". deve adorarlo con il 7??"' !antra O&. O Vaishvanara dagli occhi rossi I Origine dei Veda. vieni Fui. vieni. vieni Fui. aiuta&i a" +are tutto il &io" lavoroH Svaha' O& Vaishvanara )ataveda ihavaha ihavahaQ lohita/sha. sarva/ar&ani sadhaEaH Svaha"

72

-oi devono essere adorate le sette Lingue di Puoco il &antra #H O& Vahner OiranEadi<sa$ta<MihvabhEo Na&ah". OiranEa e altri. 7?=<7?D"' Il devoto deve $oi adorare le sei !e&bra di Vahni il Puoco" $ronunciare la $arola "dai &ille raggi" al singolare dativo. e alla +ine "o&aggi al cuore" 7?A"' -oi il saggio deve adorare le +or&e di Vahni 7?A". le otto +or&e. )ata<Veda e gli altri 7?B". e $oi le otto Sha/ti < vale a dire. 5rah&i e altre. le otto Nidhi < vale a dire. -ad&a e altre. e i dieci Di/<$alas < vale a dire. Indra e altri 7?8"' Do$o aver adorato la +olgore e altre ar&i. il sacri+icatore si deve $rendere due +ili d,erba 1usha della lunghezza dello s$azio tra il suo $ollice e indice allungati. e $osizionarli $er lungo nel ghee 7=>"' Egli deve &editare sulla Ida Nadi nella $arte sinistra del ghee. e sulla -ingala Nadi nella $arte destra. e sulla Sushu&na Nadi al centro. e con &ente ben controllata $rendere il ghee dal lato destro. e o++rirlo $er l,occhio destro di Vahni con il seguenteH !antra O& a Agni Svaha' O& AgnaEe Svaha" -oi. $rendendo il ghee dal lato sinistro. o++rirlo all,occhio sinistro di Vahni con il !antra O& a So&a Svaha O& So&aEe Svaha" 7=7<7=9"' -oi. $rendendo il ghee dalla $arte centrale. o++rirlo alla +ronte di Vahni con il !antra O& a Agni e So&a Svaha O& Agni<So&abhEa& Svaha" 7=?"' -oi. dicendo Na&ah. $rendere il ghee ancora una volta dal lato destro. dicendo $ri&a il -ranava O&". e $oi il

73

!antra A Agni il Svishti</rit Svaha O& AgnaEe Svishti</rite Svaha < Svishti</rit # una delle +or&e del Puoco. colui che dG buoni sacri+ici"' ;on Fuesto !antra egli deve o++rire un,oblazione alla bocca di Vahni' -oi. $ronunciando il VEahriti i no&i dei tre &ondiH 5huh. 5huvah. STah" con il -ranava all,inizio. e Svaha alla +ine. il sacri+icio Oo&a deve essere eseguito 7==< 7=D"' -oi si deve o++rire oblazioni tre volte con il !antra O&. O Vaishvanara dagli occhi rossi I origine dei Veda. vieni Fua. vieni Fua e realizza tutti i &iei lavori O& Vaishvanara )ataveda ihavaha ihavahaQ lohita/sha. sarva/ar&ani sadhaEaH Svaha" 7=A" -oi. invocando nel Puoco l,Ishta<Devata Fui la -ri&ordiale 1ali" con il !antra a$$ro$riato. il devoto deve adorare Lei e il -itha<Devata' VenticinFue oblazioni devono $oi essere o++erte $ronunciando il !ula<&antra con Svaha alla +ine". e conte&$lando l,unione o identitG" della $ro$ria ani&a con Vahni e la Devi. inoltre undici oblazioni devono anche essere o++erte con il !ula< !antra alle Anga<Devata. concludendo con Svaha 7=B<7=8"' -oi. con un &isto di ghee burro chiari+icato". se&i di Tila sesa&o". &iele. o con +iori e +oglie di bael. o con altri $rescritti" articoli. un,oblazione deve essere +atta $er il raggiungi&ento del $ro$rio desiderio' Kuesta oblazione dovrebbe essere e++ettuata non &eno di otto volte. e con ogni attenzione e cura 7D>< 7D7"' -oi. recitando il &antra $rinci$ale che ter&ina con Svaha. un,oblazione co&$leta deve essere e++ettuata con un &estolo $ieno" con +rutti e +oglie' Il devoto. con il Sa&hara<!udra la &ano sinistra # $osta con il $al&o sotto. la destra so$ra con il $al&o so$ra. le dita di una sono $oste tra le dita dell0altra' -oi si +anno girare le &ani. i due indici sono uniti". tras+erendo la Devi dal +uoco al loto del suo cuore 7D@". dovrebbe allora direH "!i scusi." e res$ingere colui che si nutre di oblazioni' -oi. distribuendo regali Da/shina". il !antrin deve considerare che l,Oo&a # stato debita&ente eseguito 7D9"' -oi l,adoratore eccellente deve $orre tra le so$racciglia ciL che resta delle oblazioni 7D?"' Kuesta # l,ordinanza sul Oo&a in tutte le +or&e di culto Aga&a 74

tantriche"' Do$o aver eseguito Oo&a il devoto deve $rocedere a +are )a$a ri$etizione di &antra su un rosario" 7D="' Ora. ascolta. o DeviI le istruzioni che riguardano il )a$a con cui la VidEa la Devi AdEa<Sha/ti" # soddis+atta' Durante il )a$a. il Devata. il Guru e il !antra devono essere considerati co&e uno 7DD"' Le lettere del !antra sono i Devata e il Devata # nella +or&a del Guru' ;olui che li adora co&e siano la stessa cosa. suo # il $i% grande successo 7DA"' Il devoto deve $oi &editare sul suo Guru co&e se +osse nella sua testa. la Devi nel suo cuore. il !ula<&antra in +or&a di TeMas luce. energia" sulla lingua. e se stesso co&e unito con la gloria di tutti e tre 7DB"' -oi. aggiungendo il Tara il -ranava. l0O&" $er l,inizio e la +ine del !ula<&antra Ori& Sri& 1ri& -ara&eshvari Na&ah". deve +are )a$a sette volte. e allora deve essere rica$itolato con il 5iMa !atri/a le lettere dell0al+abeto da A a 1sha V Anulo&a !atri/aQ e da 1sha ad A V Vilo&a !atri/a" al suo inizio e alla +ine 7D8"' L,adoratore saggio dovrebbe +are )a$a del !aEa<5iMa Ori&" so$ra la sua testa dieci volte. e del -ranava dieci volte sulla bocca. e del !aEa<5iMa ancora sette volte nel loto del suo cuore. e Fuindi eseguire il -ranaEa&a controllo del res$iro" 7A>"' -oi. $rendendo un Rosario di corallo. o di altra +attura. deve adorarlo cos3H !antra O Rosario. o Rosario. o grande Rosario. tu sei l,i&&agine di tutte le Sha/ti' Tu sei il de$ositario delle Fuadru$lici benedizioni Dhar&a. Artha. 1a&a. !o/sha"' Vuoi tu donar&i il successo Siddhi"R Avendo cos3 adorato il !ala. e anche +atto Tar$ana ad esso tre volte con il vino $relevato dal Shri<$atra. acco&$agnato dalla recita del !ula<&antra. il devoto deve. con &ente ben controllata. +are )a$a 7>>B. o al&eno 7>B volte 7A7<7A9"' -oi. +acendo -ranaEa&a. egli deve o++rire alla &ano di loto sinistra della Devi il +rutto del suo )a$a. la cui +or&a # TeMas. insie&e con acFua e +iori dal Shri<$atra. e. chinando la testa +ino a terra. deve dire il seguenteH

75

!antra O Grande Regina !aheshvari"I Tu che $roteggi ciL che # $i% segreto. degnati di accettare Fuesta &ia recitazione' -ossa. dalla tua grazia. il successo coronare il &io s+orzo' Do$o Fuesto. egli deve a &ani giunte recitare l,inno e il !antra di $rotezione 7A?<7AD"' -oi il Sadha/a deve. con un,oblazione s$eciale nella sua &ano. +are il giro della Devi. tenendola alla sua destra. dire Fuanto segue. e dedicare se stesso o++rendo Vilo&arghEa o++erta ai $iedi" 7AA"' !antra O&. Fualsiasi cosa abbia +atto $ri&a di Fuesto. attraverso le arie vitali. l0intelligenza. il cor$o. o in azione. sveglio. in sogno o nel sonno senza sogni. sia con la &ente o con $arole o atti. dalle &ie &ani. $iedi. $ancia. o organo genitale. FualunFue cosa ho ricordato o $arlato < di tutto Fuesto +accio un,o++erta al 5rah&an' !e e tutto ciL che # &io o++ro ai $iedi di loto della AdEa 1ali' Io +accio il sacri+icio di &e stesso O& tat sat Itah $urva& $rana<buddhi< deha<dhar&adhi/arato Magrat<sva$na<sushu$tEavasthasu &anasa vacha /ar&ana hastabhEa& $adbhEa&. udarena shishnaEa Eat /rita& Eat s&rita& Eadu/ta& tat sarva& brah&ar$ana& bhavatu &a& &adiEa& sa/ala& AdEa 1ali$ada&bhoMe ar$aEa&i' O& Tat Sat" 7AB<7A8"' -oi. con le &ani giunte. il devoto deve su$$licare la sua Ishta<Devata Fui 1ali" e recitando il !aEa<!antra Ori&". direH !antra "O 1ali/a -ri&ordialeI Ti ho adorato con tutte le &ie +orze e con devozione" 7B><7B7" e $oi dicendoH "-erdona&i." egli deve +are l,o++erta alla Devi' Deve $oi +or&are con le sue &ani il Sa&hara<!udra il !udra della dissoluzione < la &ano sinistra # $osta con il $al&o sotto. la destra so$ra con il $al&o so$ra. le dita di una sono $oste tra le dita dell0altra' -oi si +anno girare le &ani. i due indici sono uniti" e $rendere un +iore. annusarlo. e $osizionarlo sul suo cuore 7B@<7B9"' Jna +igura triangolare. chiara e ben +atta deve $oi essere disegnata 76

nell,angolo a Nord<Est. e l3 dovrebbe adorare la Devi Nir&alEa<vasini Nir&alaEa # ciL che ri&ane di un0o++erta a un Devata' Piori. ecc' anch0essi sono sacri e Nir&alEa<vasini ne # la Devi" con il !antra Ori& saluti alla Devi Nir&alEa<vasini Ori& Nir&alEa<vasinEai Na&ah" 7B?"' -oi. distribuendo NaivedEa o++erta di cibo" a 5rah&a. Vishnu e Shiva. e a tutti gli altri Deva. il devoto deve $renderne un $o, 7B="' -oi. $onendo la sua Sha/ti la &oglie o la donna con cui ha +atto il sacri+icio" in un $osto a sedere alla sua sinistra. o sullo stesso $osto insie&e a lui. deve +are una bevanda gradevole nella co$$a 7BD"' La co$$a deve essere +or&ata in &odo tale da contenere non $i% di cinFue e non &eno di tre Tola => &l circa" di vino. e $uL essere di oro o d,argento 7BA". o cristallo. o +atta di guscio di noce di cocco' Dovrebbe essere tenuta su un su$$orto sul lato destro del $iatto contenente il cibo $re$arato 7BB"' -oi il saggio deve servire il cibo sacro e il vino $ersonal&ente o dai +igli di suo +ratello tra i devoti secondo l,ordine della loro anzianitG 7B8"' Il vino $uri+icato deve essere servito in bicchieri da bere. e il cibo $uri+icato in $iatti $revisti a tal +ine. e $oi cibi e bevande devono essere $resi con Fuelli che sono $resenti al &o&ento 78>"' -ri&a di tutto. del cibo $uri+icato deve essere &angiato $er +are un letto $er il vino che deve essere bevuto"' I devoti riuniti devono $rendere $oi con gioia ciascuno il suo bicchiere $ieno di eccellente nettare' -oi ognuno deve $rendere la $ro$ria tazza e &editare sulla 1ula<1undalini. che # il ;hit Divina ;onsa$evolezza". e che si svilu$$a dal loto !uladhara alla $unta della lingua. e. $ronunciando il !ula<&antra. ciascuno. do$o aver $reso l,autorizzazione degli altri. lo o++re co&e oblazione alla bocca del 1undali l0o++erta alla bocca del 1undali # +atta versando il vino gi% $er la gola del devoto. dove risiede la 1undali" 787<789"' Kuando la Sha/ti la &oglie o la donna con cui ha +atto il sacri+icio" # della +a&iglia. l,odore del vino # l,eFuivalente di berlo' I +edeli che sono $adroni di casa $ossono bere solo cinFue tazze 78?"' 5ere eccessivo i&$edisce il raggiungi&ento del successo dei devoti 1ula 78="' 77

Essi $ossono bere +ino a Fuando la vista o la &ente non # col$ita' 5ere oltre Fuesto # ani&alesco 78D"' ;o&e # $ossibile $er un $eccatore che diventa un $azzo attraverso il bere e che &ostra dis$rezzo $er il Sadha/a di Sha/ti dire "Adoro la AdEa 1ali/a"R 78A"' ;o&e il contatto non $uL alterare il cibo. ecc'. o++erto al 5rah&an. cos3 non c,# alcuna distinzione di casta nel cibo o++erto a Te 78B"' Si dovrebbe &angiare e bere cos3 co&e ho indicato' Do$o aver &angiato del cibo o++erto a Te. le &ani non devono essere lavate. &a con un $ezzo di sto++a o un $o, d,acFua ri&uovere ciL che # ri&asto sulle &ani 788"' In+ine. do$o aver $osto un +iore dal nir&alEa sulla sua testa. e $ortando un &archio tila/a tra le so$racciglia +atto dai resti dell0oblazione sullo 2antra. il devoto intelligente $uL vagare sulla terra co&e un Deva @>>"' Pine del Sesto Gioioso !essaggio. dal titolo "-osiziona&ento del Shri<$atra. Oo&a. Por&azione del ;ha/ra. e altri Riti"'

78

Capitolo %II
Inno di lode Stotra". A&uleto 1avacha". e la descrizione dei 1ula<tattva
-arvati +u soddis+atta nel sentire la rivelazione del !antra di buon aus$icio della AdEa 1ali/a. che $roduce abbondanti benedizioni. che # l,unico &ezzo $er $ervenire ad una conoscenza dell,essenza divina. e $orta alla liberazione. co&e anche al sentire dei riti &attutini. delle nor&e relative al bagno. al SandhEa. alla $uri+icazione del 5hang. i &etodi di NEasa esterni ed interni e l,adorazione. il sacri+icio di ani&ali. Oo&a. la +or&azione del cerchio di culto. e il $rendere il cibo sacro' Inchinandosi con &odestia. la Devi interrogL Shan/ara 7<9"' Shri Devi disseH O SadashivaI Signore. e 5ene+attore dell,Jniverso. Tu nella tua &isericordia hai $arlato delle &odalitG di culto della -ra/riti su$re&a ?". che bene+icia tutti gli esseri. che # l,unica via sia $er il $iacere che $er la liberazione +inale. e che dG. in Fuesta etG. in $articolare. il successo i&&ediato ="' La &ia &ente. i&&ersa nell,oceano di nettare della Tua $arola. non ha alcun desiderio di alzarsi. &a anela se&$re di $i% D"' O Deva. nelle istruzioni relative al culto della grande Devi. Tu hai dato solo una vaga indicazione dell,inno di lode. e del !antra di $rotezione' -uoi Tu rivelarli adessoR A" Shri Sadashiva disseH Ascolta. dunFue. o Devi. che sei l,adorata dei &ondi. Fuesto inno insu$erabile. dalla cui recitazione o ascolto si diventa il Signore di tutte le Siddhi B". un inno". che &itiga la &alasorte. au&enta la +elicitG e la $ros$eritG. distrugge la &orte $re&atura. e ri&uove tutte le cala&itG 8". ed # la causa di un a$$roccio +elice alla graziosa AdEa 1ali/a' ( $er grazia di Fuesto inno. O ;olei che # +elice. che io sono Tri$urari Shiva co&e distruttore di Tri$ura. il de&one che aveva conFuistato i 9 &ondi' ( $er grazia della Devi che $ot# scon+iggerlo" 7>"'

79

Oh DeviI il Rishi di Fuesto inno # Sadashiva. il suo &etro # Anushtu$. la sua Devata # la AdEa 1ali/a. e l,oggetto del suo uso # il raggiungi&ento del Dhar&a. Artha. 1a&a e !o/sha la retta condotta. la ricchezza. la realizzazione dei desideri e la liberazione" 77"' Inno Intitolato AdEa<1ali<Svaru$a' o chia&ato anche 1adi Stotra. dove tutti i no&i della Devi co&inciano con la lettera 1'" 'rim$ / Distruttrice del 1empo$ *,ali+ Shrim$ / 1erribile$ *,arali+ ,rim$ 1u che sei caritatevole$ *,al0ani+ Che possiedi tutte le arti$ *,alavati+ 1u sei ,amala$ Distruttrice dell'orgoglio del ,ali 2uga$ *,ali&darpa&ghni+ Che sei cara a !ui dai capelli arru""ati *Shiva+$ *,apardisha& ripanvita+ *34+ Divoratrice di Colui che divora$ *,ali a+ #adre del 1empo$ *,ala&mata+ 1u che sei brillante come i (uochi della dissoluzione "inale$ *,alanala&sama&d0uti+ #oglie di Colui che ha i capelli arru""ati$ *,apardini+ / 1u dal volto "ormidabile$ *,aralas0a+ /ceano del nettare della compassione$ *,arunamrita&sagara+ *35+ #isericordiosa$ *,ripa&ma0i+ %aso della #isericordia$ *,ripadhara+ !a cui misericordia 6 senza limiti$ *,ripapara+ Che sei raggiungibile solo con la tua misericordia$ *,ripagama+ Che sei (uoco$ *,rishanu+ (ulva$ *,apila+ Nera di colore$ *,rishna+ 1u che incrementi la gioia del Signore della Creazione$ *,rishnananda&vivardhini+*37+ Notte di 1enebre$ *,alaratri+ Immagine di Desiderio$ *,amarupa+ #a !iberatrice dai vincoli del desiderio$ *,ama&pasha&vimocini+ 1u che sei *scura+ come un banco di nubi$ *,adambini+ E porti la "alce di luna$ *,aladhara+ Distruttrice del peccato nel ,ali 2uga$ *,ali& almasha&nashini+ *38+ 1u che sei compiaciuta dal culto delle vergini$ *,umari&pu9ana&prita+ 1u che sei il )i"ugio degli adoratori delle vergini$ *,umari&pu9a ala0a+ 80

Che sei soddis"atta dalla "esta delle vergini$ *,umari&bho9anananda+ Che sei l'immagine della %ergine$ *,umari&rupa&dharini+ *3:+ 1u che vaghi nella "oresta adamba$ *,adamba&vana&samchara+ Che sei soddis"atta con i "iori del bosco adamba$ *,adamba&pushpa&santosha+ Che hai la tua dimora nella "oresta adamba$ *,adamba&vana&vasini+ Che indossi una ghirlanda di "iori adamba$ *,adamba&pushpa&malini+ *3;+ 1u che sei giovane$ *,ishori+ Che hai una voce morbida e bassa$ *,ala& antha+ !a cui voce 6 dolce come il verso di un uccello Cha rava a$ *,ala&nada&ninadini+ Che bevi *,adambari&pana&rata+ e sei soddis"atta dal vino adambari$ *,adambari&pri0a+ *3<+ E il cui calice 6 un teschio$ *,apala&patra&nirata+ Che indossi una ghirlanda di ossa$ *,am ala&mal0a&dharini+ Che sei contenta con il !oto$ *,amalasana&santushtha+ E che sei seduta sul !oto$ *,amalasana&vasini+ *3=+ Che dimori nel centro del !oto$ *,amalala0a&madh0a&stha+ Che ti piace il pro"umo del !oto *,amalamoda&modini+ Che ti muovi con l'andatura ondeggiante di un 'amsa *cigno+$ *,ala&hamsa&gati+ Distruttrice della paura$ *,laib0a&nasini+ Che assumi tutte le "orme a piacimento$ *,ama&rupini+ !a cui dimora 6 a ,ama&rupa$ *,amarupa& ritavasa+ *4>+ Che gioca sempre al ,ama&pitha$ *,ama&pitha&vilasini+ / Bella$ *,amani0a+ / )ampicante *cio6 la pianta ,alpa del paradiso di Indra+ che concedi ?ualsiasi desiderio$ *,alpa&lata+ Che sei adorna di bellissimi ornamenti$ *,amani0a&vibhushana+ *43+ Adorabile come l'immagine di ogni tenerezza$ *,amani0a&gunaradh0a+ 1u con un corpo morbido$ *,omalamghi+ E che sei sottile di vita$ *,rishodari+ Che sei soddis"atta del nettare di vino puri"icato$ *,aranamrita&santosha+ Dispensatrice di successo a coloro che godono del vino puri"icato$ *,aranananda&siddhi&da+ *44+ !a Divinit@ propria di coloro che ti adorano *"anno Aapa+ ?uando hanno goduto del vino$ *,aranananda&9apeshtha+ Che sei allietata dal culto di 1e stessa con il vino puri"icato$ *,aranarchana&harshita+ Che sei immersa nell' oceano di vino puri"icato$ *,aranarnava&sammaghna+ Che sei la protettrice di coloro che compiono %rata con il vino$ *,arana&vrata&palini+ *45+ Che 6 allietata dal pro"umo di muschio$ *,asturi&saurabhamoda+ 81

E che sei luminosa con un 1ila di muschio$ *,asturi&tila o99vala+ Che sei vicina per coloro che ti adorano con muschio$ *,asturi&pu9ana&rata+ Che ami chi ti adora con muschio$ *,asturi&pu9a a&pri0a+ *47+ Che sei una #adre per coloro che bruciano muschio come incenso$ *,asturi&daha&9anani+ Che ama il cervo muschiato *,asturi&mriga&tosini+ e sei lieta di mangiare il suo muschio *il muschio viene polverizzato e messo nel vinoB C usato come stimolante+$ *,asturi&bho9ana& prita+ Che 6 allietata dal pro"umo di can"ora$ *,arpuramoda&modita+ Che sei ornata con ghirlande di can"ora$ *,arpura&malabharana+ E il cui corpo 6 spalmato di can"ora e pasta di sandalo$ *,arpura&chandano shita+ *48+ Che sei soddis"atta con il vino puri"icato aromatizzato con can"ora$ *,arpura& aranahlada+ Che bevi il vino puri"icato aromatizzato con can"ora$ *,arpuramrita&pa0ini+ Che sei bagnata nell'oceano di can"ora$ *,arpura&sagara&snata+ !a cui dimora 6 nell'oceano di can"ora$ *,arpura&sagarala0a+ *4:+ Che sei soddis"atta ?uando sei adorata con il Bi9a 'um$ *,urcha&bi9a&9apa&prita+ 1u che spaventi con il Bi9a 'um$ *,urcha&9apa&para0ana+ Incarnazione del ,ulachara$ *,ulina+ Adorata dai ,auli a$ *,auli aradh0a+ Bene"attrice dei ,auli a$ *,auli a&pri0a& arini+ *4;+ /sservante del ,ulachara$ *,ulachara+ Dioiosa *,autu ini+$ )ivelatrice del percorso dei ,auli a$ *,ula&marga&pradarsini+ )egina di ,ashi$ *,ashishvari+ Alleviatrice di so""erenze$ *,ashtha&hartri+ Donatrice di benedizioni al Signore di ,ashi$ *,ashisha&vara&da0ini+ *4<+ Dispensatrice di piacere al Signore di ,ashi$ *,ashishvara& ritamoda+ Amata del Signore di ,ashi$ *,ashishvara&manorama+ *4=+ 1u la cui cavigliera "a una dolce melodia appena ti muovi$ *,ala&man9ira&charana+ !a cui cintura di campanelle tintinna dolcemente$ *,vanat& anci&vibhushana+ Che dimori nella montagna d'oro$ *,anchanadri& ritagara+ Che sei come un raggio di !una sul monte d'oro$ *,anchanachala& aumudi+ *5>+ Che sei allietata dalla recita del #antra ,lim$ *,ama&bi9a&9apananda+ Che sei il ,ama Bi9a *,lim+$ *,ama&bi9a&svarupini+ Distruttrice di tutte le cattive inclinazioni$ *,umati&ghni+ E delle a""lizioni dei ,auli a$ *,ulinarti&nasini+ Signora dei ,aula$ *,ula& amini+ *53+ / tu che attraverso i tre Bi9a$ ,rim$ 'rim$ Shrim$ sei la Distruttrice della paura della morteB *,rim$ 'rim$ Shrim$ mantra&varnena ala& anta a&ghatini+ *A 1e rendo omaggioB+ 82

Kuesti sono $rocla&ati co&e i ;ento No&i di 1ali/a 9@". che co&inciano con la lettera 1a $ri&a lettera dell0al+abeto devanagari"' Sono tutti identici all,i&&agine di 1ali 99"' ;olui che nel culto recita Fuesti no&i con la &ente +issa su 1ali/a. $er lui !antra<siddhi # ra$ida&ente ottenuta. e con lui 1ali si co&$iace 9?"' Dalla se&$lice o++erta del suo Guru egli acFuisisce intelligenza. conoscenza. e diventa ricco. +a&oso. generoso. e co&$assionevole 9="' Tale devoto si gode la vita +elice in Fuesto &ondo con i suoi +igli e ni$oti con ricchezza e $otere 9D"' ;olui che. in una notte di luna nuova. Fuando cade il !arted3. adora la grande AdEa 1ali. Signora dei tre &ondi. con i cinFue !a< 1ara le cinFue !. -ancha<&a</ara' Vino. carne. $esce. cereali arrostiti. sesso". e ri$ete i suoi cento no&i. diventa $ervaso della $resenza della Devi. e $er lui non ri&ane nulla nei tre &ondi che va oltre i suoi $oteri 9A<9B"' Egli diventa nella conoscenza co&e 5rihas$ati stesso. nella ricchezza co&e 1uvera' La sua $ro+onditG # Fuella dell,oceano. e la sua +orza Fuella del vento 98"' Egli ris$lende con lo s$lendore accecante del Sole. &a $iace con il +ascino &orbido della Luna' In bellezza diventa co&e il Dio dell,A&ore. e raggiunge il cuore delle donne ?>"' Egli. dalla grazia di Fuesto inno di lode. # riconosciuto ovunFue co&e conFuistatore' ;antando Fuesto inno. egli raggiunge tutti i suoi desideri ?7"' ;onseguirG tutti Fuesti desideri $er la grazia della graziosa AdEa. sia in battaglia. che nel cercare il +avore del Re. che nelle sco&&esse. o nelle controversie. e Fuando la sua vita sia in $ericolo ?@". $er &ano di briganti. tra villaggi in +ia&&e. tra i leoni o le tigri ?9". nelle +oreste e nei deserti solitari. se i&$rigionato. &inacciato dal re o da $ianeti avversi. nella +ebbre ardente. nella lunga &alattia. Fuando viene attaccato da una &alattia terribile ??". nella &alattia dei ba&bini causata dall,in+luenza dei $ianeti avversi. o Fuando # tor&entato da incubi. se caduto in acFue scon+inate. e se si trovasse in Fualche nave sbattuta dalla te&$esta ?="' O DeviI colui che con devozione +er&a &edita sullla -ara&a !aEa la Devi unita al Su$re&o 5rah&an". i&&agine dell,eccellentissi&a 1ali. # senza dubbio sollevato da tutti i $ericoli' -er lui non vi # &ai alcun ti&ore. anche se derivante dal $eccato o dalla &alattia ?D<?A"' -er lui c,# se&$re la vittoria e &ai la scon+itta' Alla sua sola vista tutti i $ericoli +uggono ?B"' Es$one tutte le Scritture. gode di tutta la buona +ortuna. e diventa leader in tutte le Fuestioni di casta e di dovere. e signore tra i suoi $arenti ?8"' Nella sua bocca Vani Sarasvati" se&$re di&ora. e 1a&ala La/sh&i" nella sua casa' Gli uo&ini si 83

inchinano con ris$etto alla se&$lice citazione del suo no&e =>"' Le otto Siddhi. co&e Ani&a e altre. vengono da lui considerate solo co&e +ili d0erba' Ora ho recitato l,inno dei cento no&i. che viene anche chia&ato "la +or&a stessa di AdEa 1ali" AdEa<1ali<Svaru$a" =7"' -urashcharana di Fuesto inno. che # la sua ri$etizione 7>B volte. $roduce tutti i +rutti desiderati =@"' Kuesto inno di lode dei cento no&i. che # la stessa -ri&ordiale 1ali. se letto. o +atto leggere. se ascoltato. o +atto ascoltare. libera da tutti i $eccati e $orta all,unione con 5rah&an =9<=?"' Shri Sadashiva disse' Oo $arlato del grande inno della -ra/riti del 5rah&an Su$re&o. ascolta ora il !antra di $rotezione della sacra AdEa 1ali/a =="' Il no&e del !antra # ";onFuistatore dei tre &ondi". il suo Rishi # Shiva. il verso # Anushtu$. e la sua Devata la AdEa 1ali =D"' Il suo 5iMa # il !aEa. 5iMa la sua Sha/ti # 1a&a 5iMa. e la sua 1ila/a # 1ri&' Dovrebbe essere usato $er il raggiungi&ento di tutti gli oggetti desiderati =A"' Mantra di protezione (Conosciuto come Trailokya-Vijaya) 'rim$ possa Ad0a proteggere la mia testaE Shrim$ possa ,ali proteggere la mia "acciaE ,rim$ possa la Sha ti Suprema proteggere il mio cuoreE Possa !ei$ che 6 la Suprema del Supremo *Paratpara+$ proteggere la mia gola *8<+E Possa Aagaddhatri *la #adre che crea e sostiene luniverso+ proteggere i miei due occhiE Possa Shan ari *consorte di Shan ar+ proteggere le mie due orecchieE Possa #ahama0a *Colei che vela la grandezza del Brahman+ proteggere il mio ol"attoE Possa Sarva&#angala *Sempre&Auspiciosa+ proteggere il mio gusto *8<+E Possa ,aumari *la Devi come consorte di ,umara o ,arti e0a$ dio della guerra$ "iglio di Shiva+ proteggere i dentiE Possa ,amalala0a *Colei che risiede nel !oto+ proteggere le mie guanceE Possa ,shama *Benevolente+ proteggere le mie labbra superiori e in"erioriE Possa Charu&hasini *dal dolce sorriso+ proteggere il mento *:>+E 84

Possa ,uleshani *Signora dei ,ula+ proteggere il mio colloE Possa ,ripa&ma0i *#isericordiosa+ proteggere la mia nucaE Possa Bahu&da *che d@ potere alle armi+ proteggere le mie due bracciaE Possa ,aival0a&da0ini *Dispensatrice di Emancipazione+ proteggere le mie due maniE*:3+ Possa ,apardini *dai capelli annodati o intrecciati+ proteggere le mie spalleE Possa 1railo 0a&1arini *Salvatrice dei tre mondi+ proteggere la schienaE Possa Aparna *Digiunatrice+ proteggere i miei due latiE Possa ,amathasana *Sostenitrice delluniverso+ proteggere i miei "ianchi *:4+E Possa %ishala shi *dagli occhi grandi e belli+ proteggere il mio ombelicoE Possa Prabha&vati *)aggiante+ proteggere il mio organo genitaleE Possa ,al0ani *Dispensatrice di !iberazione+ proteggere le mie cosceE Possa Parvati *"iglia di 'imala0a$ sposa di Shiva+ proteggere i piediE Possa Aa0a&durga *Durga la Con?uistatrice+ proteggere il mio respiro vitale$ E Sarva&siddhi&da *che d@ tutte le Siddhi+ proteggere tutte le parti del mio corpo *:5+ -er Fuanto riguarda Fuelle $arti che non sono state &enzionate nella 1avacha. e non sono $rotette. $ossa la -ri&ordiale Eterna 1ali $roteggerle tutte D?"' Ora ho $arlato con te del &eraviglioso !antra celeste di $rotezione della Devi AdEa 1ali/a. che # conosciuto co&e il ";onFuistatore dei tre &ondi" Trailo/Ea<ViMaEa" D="' E colui che lo ri$ete nelle sue devozioni con la &ente +issa su AdEa ottiene tutti i suoi desideri. ed Ella diventa $ro$izia a lui DD"' Egli consegue ra$ida&ente !antra<siddhi' Le siddhi &inori diventano. $er cos3 dire. le sue schiave DA"' ;olui che # senza +igli ottiene un +iglio. chi desidera ricchezza guadagna ricchezze' Il ricercatore di conoscenza la raggiunge. e Fualsiasi cosa un uo&o desidera egli lo ottiene DB"' Il -urashcharana di Fuesto !antra di $rotezione # la sua ri$etizione &ille volte. e Fuesto dG i +rutti desiderati D8"' Se # scritto su corteccia di betulla. con la $asta di sandalo. aloe +ragrante. &uschio. za++erano. o sandalo rosso. e racchiuso in una $alla d,oro. indossato sia sul braccio destro. al collo. sulla Si/ha il ciu++o di ca$elli in ci&a alla testa ti$ico dei brah&ana". o intorno alla vita. allora la AdEa 1ali diventa devota a chi lo indossa e gli concede FualunFue cosa $uL desiderare A><A7"' Da nessuna $arte lui avrG $aura' In tutti i luoghi sarG un conFuistatore' Egli diventa $ronto di $arola. libero da disturbi. longevo e +orte. 85

dotato di ogni $otere di resistenza A@". ed un ade$to in ogni sa$ere' ;onosce il signi+icato di tutte le Scritture. ha i Re sotto il suo controllo. e ha sia il $iacere che l,e&anci$azione nel $al&o della &ano A9"' -er gli uo&ini col$iti dalla conta&inazione del 1ali 2uga # uno dei !antra $i% eccelsi $er il raggiungi&ento della liberazione +inale A?"' Shri Devi disseH Tu. o SignoreI nella Tua benevolenza &i hai $arlato dell,Inno e !antra di $rotezione. ho voglia ora di ascoltare le regole relative al -urashcharana recitazione del &antra" A="' Shri Sadashiva disseH Le regole relative al -urashcharana nel culto della AdEa 1ali/a sono le stesse di Fuelle relative alla -urashcharana nel culto con il 5rah&a<!antra vedi ca$' 9 verso 77?" AD"' -er i Sadha/a che non $ossono +are co&$leta&ente. sia -uMa. che )a$a e Oo&a. il -urashcharana $uL essere abbreviato AA". $oich4 # &eglio osservare Fuesti riti su $iccola scala che non osservarli a++atto' Ora ascolta. O GentileI &entre ti descrivo la +or&a abbreviata di culto AB"' Il saggio deve sciacFuare la bocca con il !ula<&antra. e Fuindi eseguire Rishi<nEasa' Lascialo $uri+icare le &ani e $rocedere con 1ara<nEasa e Anga<nEasa vedi ante" A8"' -assando le &ani su tutto il cor$o. deve $raticare -ranaEa&a. e $oi &editare. adorare. e interior&ente recitare il !antra' Kuesto # il ceri&oniale $er la +or&a abbreviata di culto B>"' In Fuesta +or&a di culto. al $osto di Oo&a e di altri riti. i &antra $ossono essere recitati Fuattro volte il nu&ero $rescritto nel caso di ciascuno di essi ris$ettiva&ente B7"' ;,# anche un,altra &odalitG di esecuzione' Jna $ersona che. Fuando il Fuattordicesi&o giorno della &etG oscura del &ese le due setti&ane in cui la luna cala" cade di !arted3 o Sabato. adorare )agan&aEi ;olei che $ervade l0universo" con i cinFue ele&enti di culto -ancha<tattva' Vino. carne. $esce. cereali arrostiti. sesso". e recitare con &ente co&$leta&ente attenta il !antra 7>'>>> volte a &ezzanotte e nelle +estivitG in cui i +edeli nel 5rah&an hanno e++ettuato -urashcharana B@<B9"' Da un !arted3 al !arted3 successivo. il &antra deve ogni giorno essere recitato interior&ente &igliaia di

86

volte' Il &antra B>>> volte cos3 recitato # uguale all0esecuzione di -urashcharana B?<B="' In tutte le Ere. O DeviI &a in $articolare nel 1ali 2uga. i &antra della Sacra -ri&ordiale 1ali/a sono di grande e++icacia. e $roducono co&$leto successo B=<BD"' O -arvatiI Nel 1ali 2uga. 1ali nelle sue varie +or&e # se&$re vigile. &a Fuando il 1ali 2uga # in $ieno do&inio. allora la +or&a di 1ali stessa # a bene+icio del &ondo BA"' In Fuesta iniziazione al !antra 1ali/a non vi # alcuna necessitG di deter&inare se il &antra sia siddha o su<siddha. o si&ili. o +avorevole o ostile ci sono vari ti$i di &antra alcuni +avorevoli. altri di di++icile realizzazione. altri ancora sono ostili' ;iL si deter&ina secondo le iniziali del no&e del devoto e la $ri&a lettera del &antra"' Se Ma$a ne viene +atto. che # al conte&$o niEa&a e a<niEa&a. la AdEa Devi # soddis+atta BB"' Il &ortale. $er grazia della gloriosa AdEa. raggiunge la conoscenza dell,essenza divina. e. in $ossesso di tale conoscenza. #. senza dubbio. liberato $ersino in vita B8"' ;arissi&a. non c,# bisogno Fui di s+orzo eccessivo o resistenza o $enitenze' Gli esercizi religiosi degli adoratori di AdEa 1ali sono $iacevoli da co&$iere 8>"' ;on la sola $uri+icazione del cuore il devoto raggiunge tutto ciL che desidera 87"' Se il cuore non # $uri+icato il devoto deve $raticare con devozione i riti a 1ula' 8@" Lo svolgi&ento delle $ratiche ordinate $roduce la $uri+icazione del cuore' Nel caso del 5rah&a<!antra. il !antra dovrebbe. tuttavia. essere $ri&a ricevuto dalla bocca del Guru 89"' O Grande ReginaI -urash/riEa -urashcharana" dovrebbe essere +atto do$o l,esecuzione del culto necessario e di altri riti $rescritti' Nel cuore $uri+icato la conoscenza del 5rah&an cresce' E Fuando la conoscenza del 5rah&an # raggiunta. non vi # n4 ciL che deve. n4 Fuello che non deve essere +atto 8?"' Shri -arvati disseH O Grande DevaI che cos0# 1ula. e cos0# 1ulacharaR O Grande SignoreI Fual # il segno di ciascuno dei cinFue ele&enti di cultoR Desidero ascoltare la veritG relativa a ciL 8="' Shri Sadashiva disseH

87

Tu hai ben chiesto. O Signora dei 1ula' Tu sei davvero la soccorritrice degli adoratori' AscoltaI -er il Tuo $iacere descriverL con $recisione a Te Fueste cose 8D"' I 1ula sono )iva lo S$irito incarnato". -ra/riti. S$azio. Te&$o. Etere. Terra. AcFua. Puoco e Aria 8A"' O Dea -ri&ordialeI la consa$evolezza che tutto Fuesto # uno con il 5rah&an # 1ulachara. e $roduce Dhar&a. Artha. 1a&a e !o/sha &oralitG. salute. realizzazione dei desideri. liberazione" 8B"' ;oloro i cui $eccati sono lavati via dal &eriti acFuisiti in varie vite $recedenti da $enitenze. ele&osine. e la +edele osservanza del culto. sono loro le cui &enti sono inclini al culto 1auli/a 88"' Kuando l,intelligenza realizza l,essenza del culto 1auli/a. diventa i&&ediata&ente $uri+icata. e la &ente # incline ai $iedi di loto della -ri&ordiale 1ali 7>>"' L,adoratore eccellente es$erto in dottrina 1aula che abbia ricevuto Fuesto eccellentissi&o VidEa dal servizio di un buon &aestro s$irituale. se ri&ane salda&ente +issato al culto 1auli/a e al culto con i cinFue ele&enti -ancha<tattva' Vino. carne. $esce. cereali arrostiti. sesso" della -ri&ordiale 1ali/a. la Devi -atrona del 1ula. $otrG godere di un gran nu&ero di benedizioni in Fuesta vita. e raggiungere la liberazione +inale' 7>@" La caratteristica del $ri&o ele&ento # che # la grande &edicina $er l,u&anitG. aiutandola a di&enticare dolori $ro+ondi. ed # la causa della gioia 7>9"' !a. O -redilettaI l,ele&ento che non viene $uri+icato stu$isce e sconcerta. genera controversie e &alattie. e dovrebbe essere res$into dal 1aula 7>?"' Ani&ali allevati nei villaggi. in aria a$erta. o nella +oresta. che sono nutrienti. e incre&entano l,intelligenza. l,energia e la +orza. sono il secondo ele&ento 7>="' O 5ellissi&aI gli ani&ali allevati in acFua. che sono gradevoli e gustosi. e au&entano il $otere generativo dell,uo&o. sono il terzo ele&ento 7>D"' Le caratteristiche del Fuarto ele&ento sono che # +acil&ente re$eribile. cresciuto nella terra. ed # la radice della vita dei tre &ondi 7>A"' E. O Devi. i segni del Fuinto ele&ento sono che # la causa di intenso $iacere a tutti gli esseri viventi. che # l,origine di tutte le creature. e la radice del &ondo. che # senza inizio n4 +ine 7>B"' Sa$$i. ;arissi&aI che il $ri&o ele&ento # il +uoco. il secondo # l,aria. il terzo # l,acFua. il Fuarto # la terra 7>8". e. O Viso 5eatoI il Fuinto ele&ento. sa$$i che # l,etere. il su$$orto dell,Jniverso 77>"' O Sovrana -adrona del 1ula. colui che conosce il 1ula. i cinFue 1ula<tattva. e il culto 1ula. # liberato in vita 777"' Pine del Setti&o Gioioso !essaggio. dal titolo "Inno di lode Stotra". A&uleto 1avacha". e la descrizione dei 1ula<tattva"'

88

Capitolo %III
Il Dhar&a e le Regole delle ;aste e degli Ashra&a
Do$o aver ascoltato delle varie +or&e di Dhar&a. 5havani. !adre dei &ondi. Distruttrice di tutti i lega&i terreni. $arlL di nuovo a Shan/ara 7"' Shri Devi disseH Oo sentito $arlare dei diversi Dhar&a. che $ortano la +elicitG in Fuesto &ondo e nel $rossi&o. e con+eriscono la $ietG. la ricchezza. la soddis+azione del desiderio. allontanano il $ericolo. e sono la causa dell,unione con il Su$re&o @"' Desidero ora ascoltare delle caste Varna" e delle +asi della vita Ashra&a. che sonoH 5rah&acharEa. studenteQ Grihastha. $adre di +a&igliaQ Vana$rastha. $ellegrinoQ 5hi/shu o Avadhuta o SannEasin. asceta"' O Onni$resenteI -arla&i. con la Tua gentilezza. di Fueste e delle regole di vita che dovrebbero essere osservate in esse 9"' Shri Sadashiva disseH O Tu dai Voti $ro$iziI nel SatEa e altre Ere ci sono state Fuattro caste. in ognuna di Fueste vi erano Fuattro +asi della vita. e le regole di co&$orta&ento variavano a seconda della casta e delle +asi della vita' Nell,Era di 1ali. tuttavia. ci sono cinFue caste. cio#. 5rah&ana. 1shatriEa. VaishEa. Shudra e Sa&anEa' ;iascuna di Fueste cinFue caste. O Grande ReginaI ha due +asi della vita' Ascolta. dunFue. AdEeI &entre ti racconto delle loro regole di vita. riti e doveri ?<D"' Oo giG $arlato con te delle inca$acitG degli uo&ini nati nel 1ali 2uga' Non abituati co&e sono alla $enitenza. e $rivi di conoscenza nei Veda. di breve vita. e inca$aci di s+orzi strenui. co&e $ossono so$$ortare lavoro cor$oreoR A"' O A&ataI nel 1ali 2uga non c,# 5rah&acharEa n4 Vana$rastha' ;i sono solo due +asi. Grihastha e 5hi/shu/a B"' O -ro$iziaI Nell,Era di 1ali il ca$o+a&iglia dovrebbe in tutti i suoi atti essere guidato dalle regole degli Aga&a' Egli non $otrG &ai raggiungere il successo $er altre vie 8"' E. O DeviI nella +ase del &endicante 5hi/shu/a" non # consentito $ortare con s4 il bastone $astorale Danda". in Fuanto. O Tu dalla ;onoscenza DivinaI # una $ratica esclusiva&ente vedica 7>"' Nell,Era di 1ali. O GentileI l,adozione della 89

vita di un Avadhuta. secondo i riti Shaiva. # eFuivalente a Fuella di un SannEasin 77"' Kuando il 1ali 2uga # in $ieno $otere. i Vi$ra 5rah&ana" e altre caste hanno uguale diritto di entrare in entra&be Fueste +asi della vita 7@" I riti $uri+icatori di tutti devono essere in base alle regole ordinate da Shiva. anche se le $ratiche $articolari dei Vi$ra e di altre caste variano 79"' Jn uo&o diventa un ca$o+a&iglia nel &o&ento in cui nasce' ( attraverso il Sa&s/ara un rito di consacrazione" che entra su una Fualsiasi delle altre +asi della vita' -er Fuesto &otivo. O Grande ReginaI Si deve $ri&a essere un ca$o+a&iglia. seguendo le regole di Fuello stile di vita 7?"' Kuando $erL ci si libera dai desideri &ondani $er la conoscenza del Reale. # allora che si deve abbandonare tutto e cercare ri+ugio nella vita ascetica 7="' Nell,in+anzia si deve acFuisire conoscenza. in giovent%. ricchezza e &oglie' Il saggio uo&o di &ezza etG si dedicherG ad atti di religione. e nella sua vecchiaia dovrebbe ritirarsi dal &ondo 7D"' Non bisogna ritirarsi dal &ondo se si ha un vecchio $adre o &adre. una &oglie devota e casta. o$$ure ba&bini $iccoli e indi+esi 7A"' ;olui che diventa un asceta. lasciando &adri. $adri. +igli neonati. &ogli. o $arenti di$endenti da lui. # col$evole di un grande $eccato 7B"' ;olui che diventa un &endicante senza $ri&a soddis+are le necessitG dei $ro$ri genitori e $arenti # col$evole del $eccato di aver ucciso suo $adre e sua &adre. una donna e un 5rah&ana 78"' I 5rah&ana e gli uo&ini di altre caste devono svolgere i loro ris$ettivi riti $uri+icatori secondo le ordinanze $reviste da Shiva' Kuesta # la regola nel 1ali 2uga @>"' Shri Devi disseH Oh Onni$resenteI di&&i Fuali sono le regole di vita $er i ca$o+a&iglia e $er i &endicanti. e Fuali sono i riti $uri+icatori $er i Vi$ra e $er le altre caste @7"' Shri Sadashiva disseH -er tutti i discendenti di !anu lo stato di ca$o+a&iglia # il $ri&o dovere' Io. Fuindi. $arlerL $ri&a di esso. ascolta&i. o Signora dei 1aula @@"' Jn ca$o+a&iglia dovrebbe essere dedicato alla conte&$lazione del 5rah&an e in $ossesso della conoscenza del 5rah&an. e dovrebbe consegnare tutto Fuello che +a al 5rah&an @9"' Egli non deve dire +alsitG. o $raticare l,inganno. e 90

dovrebbe se&$re essere i&$egnato nel culto dei Devata e degli os$iti @?"' Deve vedere suo $adre e sua &adre co&e due visibili divinitG incarnate. egli deve se&$re e con ogni &ezzo in suo $otere servirli @="' O ShivaI O -arvatiI se la &adre e il $adre sono contenti. anche Tu sei contenta' e l,Essere Su$re&o gli # $ro$izio @D"' O -ri&ordialeI Tu sei la !adre dei &ondi. e il 5rah&an Su$re&o # il -adre. Fuale &iglior atto religioso ci $uL essere di Fuello che li soddis+a entra&biR @A"' Secondo le $ro$rie $ossibilitG. alla &adre e al $adre si dovrebbe o++rire il $osto. un letto. vestiti. bevande e cibo' ;i si dovrebbe se&$re rivolgere a loro con un tono di voce dolce. e il co&$orta&ento dei ni$oti deve se&$re essere gentile' Il buon +iglio che obbedisce se&$re agli ordini di sua &adre e di suo $adre santi+ica la +a&iglia @B<@8"' Se si vuole il $ro$rio benessere tutta l,arroganza. lo scherno. le &inacce e le $arole rabbiose devono essere evitate in $resenza dei genitori 9>"' Il +iglio che # obbediente ai suoi genitori deve. in segno di venerazione. inchinarsi a loro. alzarsi in $iedi Fuando li vede. e non deve $rendere il loro $osto senza il loro $er&esso 97"' ;olui che. inebriato con l,orgoglio della conoscenza o della ricchezza. o++ende i suoi genitori. # oltre il con+ine di tutti i Dhar&a. e andrG in un terribile in+erno 9@"' Anche se il so++io vitale dovesse raggiungere la gola. il ca$o+a&iglia non deve &angiare senza $ri&a dar da &angiare a sua &adre. $adre. +iglio. &oglie. os$iti. e +ratello 99"' L,uo&o che rie&$ie il suo ventre $rivando i suoi $arenti # dis$rezzato in Fuesto &ondo. e va all,in+erno nel $rossi&o 9?"' Il ca$o+a&iglia deve a&are la &oglie. educare i suoi +igli. e sostenere i suoi $arenti e a&ici' Kuesto # il su$re&o eterno dovere Sanatana Dhar&a" 9="' Il cor$o # nutrito dalla &adre' -roviene dal $adre' I $arenti. $er a&ore. insegnano' L,uo&o. dunFue. che li abbandona # davvero vile 9D"' E subirG centinaia di dolori' Essi devono essere soddis+atti con tutte le $ro$rie ca$acitG' Kuesto # l0eterno dovere 9A"' Kuell,uo&o che in Fuesto &ondo volge la &ente al 5rah&an e aderisce +edel&ente alla veritG # so$rattutto un uo&o di buona condotta. e conosce il Su$re&o. ed # benedetto in tutti i &ondi 9B"' Il ca$o+a&iglia non dovrebbe &ai $unire la &oglie. &a deve a&arla co&e una &adre' Se lei # virtuosa e devota al &arito. lui non dovrebbe &ai abbandonarla anche nei &o&enti di $i% grande disgrazia 98"' L,uo&o saggio. &entre la $ro$ria &oglie # viva. non dovrebbe &ai toccare con intento &alvagio un,altra donna. altri&enti andrG all,in+erno ?>"' L,uo&o saggio non deve vivere o dor&ire con &ogli di altri uo&ini' Si dovrebbe evitare ogni discorso i&$ro$rio e audace in loro $resenza ?7"' La $ro$ria &oglie deve essere soddis+atta con ricchezze. vestiti. a&ore. ris$etto. e $arole $iacevoli' Il &arito non deve &ai +are niente dis$iace a lei ?@"' L,uo&o saggio non dovrebbe &andare la &oglie a Fualsiasi +estival. 91

concorso di $ersone. $ellegrinaggio. o in un,altra casa. a &eno che non sia assistita da suo +iglio o da una $ersona +idata ?9"' O !aheshvariI Fuell,uo&o la cui &oglie # al te&$o stesso +edele e +elice # sicura&ente considerato co&e se avesse eseguito tutti i Dhar&a. ed # davvero anche il tuo $re+erito ??"' Jn $adre deve coccolare e nutrire i suoi +igli +ino al loro Fuarto anno. e $oi +ino alla loro sedicesi&o anno deve essere insegnata loro la cultura e i loro doveri ?="' Pino al loro ventesi&o anno devono essere tenuti i&$egnati in +accende do&estiche. e da Fuel &o&ento. considerandoli alla $ari. si deve se&$re &ostrare a++etto verso di loro ?D"' Allo stesso &odo una +iglia dovrebbe essere a&ata ed educata con grande cura. e $oi ceduta con denaro e gioielli a un &arito saggio ?A"' Il ca$o+a&iglia deve Fuindi anche a&are e $roteggere i suoi +ratelli e le sorelle ed i loro +igli. i suoi $arenti. a&ici e servitori ?B"' Egli deve anche sostenere il suoi co&$agni di culto. i suoi co&$aesani. e gli os$iti. co&e $ure asceti o altri ?8"' Se il ca$o+a&iglia ricco non agisce cos3. allora che sia conosciuto co&e una bestia. un $eccatore. e sia dis$rezzato nel &ondo =>"' Il ca$o+a&iglia non deve essere eccessiva&ente di$endente dal dor&ire. dall,ozio. dalla cura $er il cor$o. $er i ca$elli. $er il &angiare o bere. o dall,attenzione $er i suoi vestiti =7"' Egli deve essere &oderato nel cibo. nel sonno. nella $arola. e nei ra$$orti sessuali. e essere sincero. u&ile. $uro. libero dalla $igrizia. e $erseverante =@"' ;avalleresco con i suoi ne&ici. &odesto con i suoi a&ici. $arenti e anziani. non dovrebbe ris$ettare Fuelli che &eritano censura n4 o++endere coloro che sono degni di ris$etto =9"' Gli uo&ini dovrebbero essere a&&essi alla sua +iducia e con+idenza solo do$o l,associazione con loro e l,osservazione della loro natura. inclinazione. co&$orta&ento. e carattere a&ichevole =?"' Anche un ne&ico insigni+icante deve essere te&uto. e la $ro$ria +orza dovrG essere rivelata solo al &o&ento giusto' !a in nessun caso si dovrebbe deviare dal sentiero del dovere =="' Jn uo&o religioso non dovrebbe $arlare della sua +a&a e bravura. di Fuanto # stato detto in segreto. n4 del bene che ha +atto $er gli altri =D"' Jn uo&o di buon no&e non deve intra$rendere alcuna lite con un &otivo indegno. n4 Fuando la scon+itta # certa. n4 con coloro che sono su$eriori o in+eriori a se stesso =A"' Egli dovrebbe diligente&ente guadagnare conoscenza. ricchezza. +a&a e &eriti religiosi. ed evitare tutte le abitudini viziose. la co&$agnia dei &alvagi. la &enzogna e la slealtG =B"' Le iniziative dovrebbero essere intra$rese a seconda delle circostanze e della $ro$ria condizione di vita. e le azioni dovrebbero essere +atte in base alla loro 92

stagione' -ertanto. in tutto ciL che un uo&o +a dovrebbe $ri&a esa&inare se le circostanze e il te&$o sono adatti =8"' Il ca$o+a&iglia si dovrebbe i&$iegare $er l,acFuisizione di ciL che # necessario e la $rotezione dello stesso' Egli deve essere giudizioso. $io. buono con gli a&ici' Egli deve essere &oderato nel $arlare e nel ridere. in $articolare in $resenza degli aventi diritto al suo ris$etto D>"' Egli dovrebbe tenere sotto controllo i suoi sensi. essere di indole allegra. $ensare a ciL che # buono. essere di +er&o $ro$osito. attento. lungi&irante. e discri&inante nell,uso dei suoi sensi D7"' La $arola del saggio ca$o+a&iglia dovrebbe essere veritiera. &ite. acco&odante e salutare. &a $iacevole. evitando sia l,auto<elogio e sia la denigrazione degli altri D@"' L,uo&o che ha installato cisterne $er l,acFua. $iantato alberi. costruito $osti di ri$oso sul ciglio della strada. o $onti. ha conFuistato i tre &ondi D9"' Kuell,uo&o che # la +elicitG di sua &adre e suo $adre. al Fuale sono devoti i suoi a&ici. e la cui +a&a # cantata dagli uo&ini. # il conFuistatore dei tre &ondi D?"' ;olui il cui sco$o # la veritG. la cui caritG # se&$re $er i $overi. che ha do&inato la lussuria e la collera. da lui i tre &ondi sono conFuistati D="' ;olui che non bra&a le &ogli o le cose degli altri. che # libero da +alsitG e invidia. da lui i tre &ondi sono conFuistati DD"' ;olui che non ha $aura in battaglia n4 di andare in guerra Fuando c,# bisogno. e che &uore in una battaglia intra$resa $er una causa sacra. da lui i tre &ondi sono conFuistati DA"' ;olui la cui ani&a # libera da dubbi. che # devoto e +edele seguace delle ordinanze di Shiva. e ri&ane sotto il !io controllo. da lui i tre &ondi sono conFuistati DB"' Il saggio uo&o che nella sua condotta con i suoi si&ili guarda con occhio eFuani&e sia a&ici che ne&ici. da lui sono i tre &ondi conFuistati D8"' O DeviI la $urezza # di due ti$i. esterna ed interna' La dedizione di s4 al 5rah&an # conosciuta co&e la $urezza interna A>". e la $ulizia delle i&$uritG del cor$o con l,acFua o cenere. o Fualsiasi altra cosa che $uri+ica il cor$o. # chia&ata $urezza esterna A7"' O ;arissi&aI le acFue del Gange. o di Fualsiasi altro +iu&e. o serbatoio. stagno. $ozzo. $iscina o del Gange celeste. sono ugual&ente $uri+icanti A@"' O Tu dai Voti $ro$iziI le ceneri di un luogo di sacri+icio e la terra $ulita sono eccellenti. e la $elle di un,antilo$e e l,erba $uliscono co&e la terra A9"' O -ro$iziaI che bisogno c,# di dire di $i% su $urezza e i&$uritGR Il ca$o+a&iglia $uL +are FualunFue cosa che $uri+ica la &ente A?"' ;i deve essere $uri+icazione esterna al risveglio dal sonno. do$o un ra$$orto sessuale. do$o aver urinato.

93

do$o lo svuota&ento intestinale. e alla +ine di un $asto. e ogni volta che lo s$orco di Fualsiasi ti$o # stato toccato A="' SandhEa. sia Vaidi/a che Tantri/a. deve essere eseguito tre volte al giorno. e a seconda del ti$o di culto il devoto deve +are il suo servizio AD"' Gli adoratori del 5rah&a<!antra hanno svolto il loro SandhEa Fuando hanno +atto il Ma$a del GaEatri. realizzando in s4 l,identitG del GaEatri e del 5rah&an AA"' Nel caso di coloro che non sono devoti di 5rah&a. Vaidi/a SandhEa consiste nel culto e nell,o++erta di oblazioni al Sole e nella recitazione del GaEatri AB"' O GentileI In tutte le $reghiere Fuotidiane la recita dovrebbe essere +atta &ille e otto o cento e otto o dieci volte A8"' O DeviI sia i Shudra la casta degli o$erai e contadini" che i Sa&anEa coloro che sono di bassa casta" $ossono osservare uno dei riti $rocla&ati dagli Aga&a. e da Fuesti essi raggiungono ciL che desiderano B>"' Le tre esecuzioni del SandhEa" si +anno all,alba. a &ezzogiorno e al tra&onto B7"' Shri Devi disseH Tu stesso hai detto. O SignoreI che Fuando il 1ali 2uga # in $ieno $otere $er tutte le caste. a $artire dai 5rah&ana. solo i riti Tantri/a sono adeguati' -erch4. allora. li&iti i Vi$ra 5rah&ana" ai riti vediciR Dovrai s$iegare Fuesto co&$leta&ente a !e' B@<B9"' Shri Sadashiva disseH O Tu che conosci l,essenza di tutte le cose. hai $arlato corretta&ente' Nel 1ali 2uga tutte le osservanze danno il +rutto della gioia e della liberazione Fuando sono +atte secondo i riti dei Tantra B?"' Il 5rah&a<Savitri il grande Vaidi/a GaEatriH O& bhur bhuvah sTahQ Tat savitur varenEa& bhargo devasEa dhi&ahiQ DhiEo Eo nah $rachodaEat". conosciuto anche co&e Vaidi/a. dovrebbe anche essere chia&ato Tantri/a. ed # adatto a entra&be le osservanze B="' (. $erciL. O DeviI che ho detto che Fuando il 1ali 2uga # in $ieno $otere. il ^nato due volte_ 5rah&ana" # il solo avente diritto alla recita del GaEatri. &a non ad altri &antra BD"' Nel 1ali 2uga il Savitri va recitato dai 5rah&ana. $receduto dal Tara 5iMa O&". nonch4 $er 1shatriEa e VaishEa. $receduto dal 1a&ala Shri&" e Vagbhava 5iMa Ai&" ris$ettiva&ente BA"' O Su$re&a DeviI !a una distinzione deve essere +atta tra i ^nati due volte_ e i Shudra. i doveri 94

Fuotidiani sono diretti a essere $receduti dal Vaidi/a SandhEa solo le $ri&e tre caste sono autorizzate al Vaidi/a SandhEa" BB"' Il successo. tuttavia. $uL anche essere raggiunto dal seguire se&$lice&ente le ordinanze di Sha&bhu' Kuesto # in veritG vero. e ri$eto. # vero. &olto vero. e non vi # alcun dubbio B8"' O Adorata dei DevaI anche se il te&$o stabilito $er la recita della $reghiera Fuotidiana # $assato. tutti coloro che desiderano l,e&anci$azione e non sono i&$editi da &alattia o debolezza dovrebbero dire. "O& il Se&$re<esistente 5rah&an" O& Tat Sat 5rah&a" 8>"' Il seggio. i vestiti. i vasi. il letto. le vetture. la casa. e i &obili $er la casa del devoto devono essere $i% $uliti $ossibile 87"' Alla +ine delle $reghiere Fuotidiane il ca$o+a&iglia dovrebbe tenersi occu$ato con le +accende do&estiche o lo studio dei Veda. egli non deve &ai ri&anere inattivo 8@"' In luoghi santi. nei giorni di +esta. o Fuando il Sole o la Luna sono in eclissi. egli dovrebbe +are recitazione interiore )a$a". e +are ele&osina. e diventare cos3 la di&ora di tutto ciL che # buono 89"' Nell,era di 1ali la vita di$ende dal cibo che si &angia. il digiuno non # racco&andato. in sostituzione di esso. # ordinata la caritG 8?"' O Grande ReginaI Nell,era di 1ali l0ele&osina # e++icace nella realizzazione di tutte le cose' I soggetti $i% $ro$ri $er tale ele&osina sono i $overi dedicati agli atti &eritori 8="' O !adreI i $ri&i giorni del &ese. dell,anno. del &ese lunare -a/sha". il Fuattordicesi&o giorno del &ese lunare ;aturdashi". l,ottavo giorno della &etG lu&inosa del &ese lunare Shu/lashtha&i". l,undicesi&o giorno del &ese lunare E/adasi". la luna nuova A&avasEa". il $ro$rio co&$leanno. l,anniversario della &orte del $ro$rio $adre. e le +estivitG +isse. sono giorni sacri 8D<8A"' Il +iu&e Gange e tutti i grandi +iu&i. la casa del !aestro religioso ed i luoghi dei Deva sono luoghi santi' !a $er coloro che. trascurando lo studio dei Veda. il servizio alla &adre e al $adre. e la tutela della $ro$ria &oglie. vanno in luoghi di $ellegrinaggio. Fuei luoghi sacri vengono tras+or&ati in in+erno 8B<88"' -er le donne non vi # alcuna necessitG di andare in $ellegrinaggio. di digiunare. o +are altri atti si&ili. n4 vi # alcuna necessitG di eseguire alcuna devozione. tranne Fuella che consiste nel servizio al &arito 7>>"' -er una donna il suo &arito # un luogo di $ellegrinaggio. # l,esecuzione di $enitenze. l,ele&osina. lo svolgi&ento dei voti. ed # il suo &aestro s$irituale' Kuindi una donna dovrebbe dedicarsi al servizio del &arito con tutta se stessa 7>7"' Lei deve se&$re con $arole e gesti di devozione agire $er il $iacere del &arito. e. ri&anendo +edele ai suoi $recetti. dovrebbe soddi+are i suoi $arenti e a&ici 7>@"'

95

Jna donna il cui &arito # il suo voto non dovrebbe guardarlo con sguardo duro. o $ronunciare $arole dure davanti a lui' Ne&&eno nel suo $ensiero deve +are Fualsiasi cosa che dis$iace a suo &arito 7>9"' ;olei che con cor$o. &ente e $arola e con atti gradevoli. soddis+a se&$re il &arito. raggiunge la di&ora del 5rah&an 7>?"' Ri&anendo se&$re +edele alla volontG del &arito. lei non dovrebbe guardare il volto di altri uo&ini. o conversare con loro. o sco$rire il suo cor$o davanti a loro 7>="' Nell,in+anzia lei dovrebbe ri&anere sotto il controllo dei suoi genitori. nella sua giovent% del &arito. e nella sua vecchiaia degli a&ici e $arenti del &arito' Lei non deve &ai essere indi$endente 7>D"' Jn $adre non dovrebbe s$osare sua +iglia se lei non conosce il suo dovere $er un &arito e non sa co&e servirlo. o se non sa le altre regole di condotta della donna 7>A"' Non dovrebbe essere &angiata la carne degli esseri u&ani. n4 degli ani&ali si&ili a loro. n4 la carne della &ucca. che # utile in vari &odi. n4 la carne di ani&ali carnivori. n4 carne che # insa$ore 7>B"' O -ro$iziaI +rutti e radici di vario genere sia coltivati in villaggi o raccolti nelle giungle. sia tutto ciL che viene coltivato nel terreno. si $uL &angiare a volontG 7>8"' L,insegna&ento e l,esecuzione di sacri+ici sono i doveri $ro$ri di un 5rah&ana' !a se egli non # &esso in grado di co&$iere tali doveri. $uL guadagnarsi da vivere seguendo la $ro+essione di uno 1shatriEa o di un VaishEa 77>"' L,occu$azione $i% corretta $er un RaManEa # Fuella di co&battere e governare' !a se non # in grado di +arlo. $uL guadagnarsi da vivere seguendo la $ro+essione di un VaishEa o di un Shudra 777"' Se un VaishEa non $uL co&&erciare. allora $er lui seguire la $ro+essione di un Shudra non co&$orta alcuna col$a' -er un Shudra. O Sovrana ReginaI il servizio # il &ezzo di sussistenza $rescritto 77@"' Oh DeviI i &e&bri della classe Sa&anEa $ossono $er il loro &anteni&ento seguire tutte le $ro+essioni ad eccezione di Fuelle che sono s$eci+ica&ente riservate ai 5rah&ana 779"' Kuest,ulti&o. $rivo di odio e attacca&ento. con autocontrollo. veritiero. conFuistatore dei suoi sensi. senza invidia e ogni sorta di astuzia. deve $erseguire le sue $ro$rie occu$azioni 77?"' Egli deve se&$re essere lo stesso $er. e il bene+attore di. tutti gli uo&ini. e insegnare ai suoi ben educati scolari co&e se +ossero suoi +igli 77="' Deve se&$re evitare la &enzogna. la &aldicenza. e le abitudini viziose. l,arroganza. 96

l,a&icizia $er le $ersone di bassa &oralitG. la ricerca di oggetti bassi. e l,uso del linguaggio che dG o++esa 77D"' Dove la $ace # $ossibile. evitare la guerra' La $ace con onore # eccellente' O Volto AdorabileI $er il RaManEa ci dovrebbe essere la &orte o la vittoria in battaglia 77A"' Jn uo&o della casta regale non dovrebbe desiderare la ricchezza dei suoi sudditi. o i&$orre tasse eccessive. &a. essendo +edele alle sue $ro&esse. dovrebbe se&$re nel ris$etto del suo dovere $roteggere i suoi sudditi co&e se +ossero i $ro$ri +igli 77B"' Nel governo. nella guerra. nei trattati. e altri a++ari di Stato. il Re dovrebbe $rendere consiglio dai suoi &inistri 778"' La guerra deve essere e++ettuata in accordo con il Dhar&a' Rico&$ense e $unizioni devono essere assegnate giusta&ente e con+or&e&ente ai Shastra' I &igliori trattati dovrebbero essere conclusi co&e il suo $otere $er&ette 7@>"' ;on uno stratage&&a il +ine desiderato deve essere raggiunto' ;on gli stessi &ezzi devono essere condotte le guerre e conclusi i trattati ' La vittoria. la $ace e la $ros$eritG seguono lo stratage&&a 7@7"' Deve se&$re evitare la co&$agnia degli uo&ini di basso rango. ed essere buono con i sa$ienti' Egli deve essere di dis$osizione cal&a. giudizioso nelle azioni in te&$o di di++icoltG. di buona condotta e ragionevole nelle sue s$ese 7@@"' Egli deve essere un es$erto nel &anteni&ento delle sue +ortezze. ben addestrato nell,uso delle ar&i' Deve se&$re accertare la dis$osizione del suo esercito. e insegnare ai suoi soldati tattiche &ilitari 7@9"' O DeviI non deve in battaglia uccidere colui che # stordito. che ha $erso le braccia. o che # in +uga. n4 i ne&ici che ha catturato. n4 le loro &ogli o +igli 7@?"' Tutto ciL che # acFuisito sia con la vittoria che con trattati deve essere distribuito tra i soldati in $arti basate sul &erito 7@="' Il Re deve conoscere il carattere e il coraggio di ciascuno dei suoi guerrieri. e se gli i&$ortano i suoi interessi. non deve $orre un grande esercito sotto il co&ando di un singolo u++iciale 7@D"' Non deve &ettere la sua +iducia in una $ersona sola. n4 $orre un solo uo&o a ca$o dell,a&&inistrazione. n4 trattare i suoi sotto$osti alla $ari. n4 avere +a&iliaritG con essi 7@A"' Dovrebbe essere &olto istruito. &a non loFuaceQ $ieno di conoscenza. &a ansioso di i&$arareQ $ieno di onori. &a senza arroganza' Nell,assegnare sia $re&i che $unizioni dovrebbe essere discri&inante 7@B"' Il Re deve o da s4 o tra&ite le sue s$ie controllare i suoi sudditi. $arenti. e servi 7@8"' Il co&andante saggio non deve n4 onorare n4 degradare nessuno in un i&$eto di $assione o di arroganza e senza giusta causa 79>"' Soldati. co&andanti. &inistri. &oglie. +igli e servitori egli deve $roteggere' Se col$evoli. dovrebbero essere $uniti in base a ciL che si 97

&eritano 797"' Il Re deve $roteggere. co&e un $adre. i $azzi. gli inca$aci. i ba&bini e gli or+ani. e Fuelli che sono vecchi e in+er&i 79@"' Sa$ere che l,agricoltura e il co&&ercio sono gli incarichi a$$ro$riati del VaishEa' ( dalla agricoltura e dal co&&ercio che il cor$o dell,uo&o viene sostenuto 799"' -erciL. o DeviI in agricoltura e nel co&&ercio la negligenza. le abitudini viziose. la $igrizia. la +alsitG. e l,inganno devono essere evitati con tutta l,ani&a 79?"' ShivaI Fuando sia co&$ratore che venditore sono d,accordo $er l,oggetto della vendita e il $rezzo dello stesso. e gli accordi sono stati $resi. allora l,acFuisto diventa co&$leto 79="' O ;arissi&aI la vendita o il dono di $ro$rietG da $arte di chi # un $azzo. +uori di senno. &inorenne. $rigioniero. o indebolito dalla &alattia. non # valido 79D"' L,acFuisto di cose non viste si conclude con l,ascolto della descrizione delle stesse' Se l,articolo si trova a di++erire dalla sua descrizione. l,acFuisto viene annullato 79A"' La vendita di un ele+ante. un ca&&ello e un cavallo # e++ettuata &ediante la descrizione dell,ani&ale' La vendita #. tuttavia. annullata se l,ani&ale non ris$onde alla descrizione 79B"' Se nell,acFuisto di ele+anti. ca&&elli e di cavalli un vizio latente viene sco$erto nel corso di un anno dalla data della vendita. l,acFuisto viene annullato. &a non do$o la scadenza di un anno 798"' O Devi dei 1ulaI il cor$o u&ano # il ricettacolo della $ietG. della ricchezza. dei desideri. e della liberazione +inale' Non deve $ertanto &ai essere oggetto di acFuisto. e in ragione dei &iei co&andi. tale acFuisto non # valido 7?>"' O ;ara I nel $restito di orzo. grano. o riso. il $ro+itto del creditore. alla +ine dell,anno # $revisto essere un Fuarto della FuantitG $restata. e nel caso del $restito di &etalli un ottavo 7?7"' Nelle transazioni &onetarie. nell,agricoltura. nel co&&ercio. e in tutte le altre o$erazioni. gli uo&ini devono se&$re svolgere i $ro$ri co&$iti' Kuesto # a$$rovato dalla legge 7?@"' Jn servo deve essere abile. $ulito. sveglio. attento e vigile. e avere i sensi sotto controllo 7?9"' Deve. visto che desidera la +elicitG in Fuesto e nell,altro &ondo. ris$ettare il suo $adrone co&e se +osse Vishnu stesso. la &oglie del suo $adrone. sua &adre. e ris$ettare $arenti e a&ici del suo $adrone 7??"' Egli dovrebbe riconoscere gli a&ici del suo $adrone co&e suoi a&ici. ed i ne&ici del suo $adrone co&e i suoi ne&ici e deve se&$re ri&anere in ris$ettoso servizio al suo $adrone. in attesa dei suoi ordini 7?="' Deve nascondere accurata&ente il disonore del suo $adrone. i dissensi della +a&iglia. Fualsiasi cosa detta in $rivato o che $orti disgrazia al suo $adrone 7?D"' Non deve desiderare la ricchezza del suo $adrone. &a ri&anere se&$re devoto al suo bene' Non deve +are uso di $arolacce o ridere o giocare in $resenza dei suoi $adroni 7?A"' Non deve. con 98

&ente lussuriosa. neanche guardare le servitrici. in casa del suo $adrone. o coricarsi con loro. o giocare con loro in segreto 7?B"' Egli non deve usare il letto del suo $adrone. la sua sede. carrozze. abiti. vasi. scar$e. gioielli. o ar&i 7?8"' Se col$evole. egli deve i&$lorare il $erdono del suo $adrone' Non deve essere s+rontato. i&$ertinente. o tentare di $orsi su un $iano di $aritG con il suo $adrone 7=>"' Tranne che nel 5hairavi<cha/ra o nel Tattva<cha/ra le $ersone di tutte le caste devono s$osarsi nella loro casta di a$$artenenza secondo la +or&a 5rah&a ci sono B +or&e di &atri&onio di cui il 5rah&odvaha # general&ente il $i% adottato". e devono &angiare con la gente della $ro$ria casta 7=7"' O Grande ReginaI in Fuesti due cha/ra. $erL. il &atri&onio # ordinato in +or&a Shaiva. e $er Fuanto riguarda &angiare e bere. non esistono distinzioni di casta 7=@"' Shri Devi disseH Kual # il 5hairavi<cha/ra. e Fual # il Tattva<cha/raR Oo desiderio di ascoltare. e gentil&ente ti # doveroso $arlare di essi 7=9"' Shri Sadashiva disseH O DeviI nelle ordinanze relative al culto 1ula ho $arlato della +or&azione dei cha/ra da $arte degli adoratori eccellenti nei &o&enti di culto s$eciale 7=?"' O ;ara I non c,# una regola relativa al 5hairavi<cha/ra' Kuesto cha/ra di buon aus$icio $uL essere +or&ato in Fualsiasi &o&ento 7=="' Voglio $arlare dei riti relativi a Fuesto cha/ra. che bene+icia i +edeli. e in cui. se la Devi # adorata. Ella esaudisce ra$ida&ente le $reghiere dei suoi devoti 7=D"' Il 1ulacharEa !aestro del 1ula" deve stendere un ta$$eto in un bel $osto. e. do$o averlo $uri+icato con il 1a&a 1li&" e l,Astra -hat" 5iMa. dovrebbe sedersi su di esso 7=A"' -oi il saggio si deve disegnare un Fuadrato con un triangolo in esso sia con o rosso ver&iglio $asta di legno di sandalo. o se&$lice&ente acFua 7=B"' -oi. $rendendo un vaso di$into. e s$al&andolo con della cagliata e riso essiccati al sole. e &ettendo un segno ver&iglio su di esso. deve &ettere un ra&o o$$ure +oglie e +rutta su di esso 7=8"' Rie&$iendolo con acFua $ro+u&ata &entre $ronuncia il -ranava O&". il devoto deve &etterlo sul !andala. e o++rire di +ronte ad esso del +uoco e 99

bastoncini di incenso 7D>"' Il vaso deve $oi essere adorato con due +iori $ro+u&ati' L,Ishta<devata la divinitG $ersonale del devoto" deve essere &editata co&e se +osse nel vaso stesso' Il rituale deve essere con+or&e alla +or&a abbreviata 7D7"' Ascolta. O Adorata degli I&&ortaliI &entre $arlo con te delle caratteristiche $eculiari di Fuesto culto' Non vi # alcuna necessitG di &ettere il vino. in co$$e $er il Guru o altri 7D@"' Il devoto deve $oi $rendere degli ele&enti di culto a suo $iaci&ento. e &etterli di +ronte a se stesso' -oi. $uri+icandoli con il !antra Ar&a -hat". deve &editare su di essi con sguardo +er&o DivEa<drishthi" 7D9"' -oi. &ettendo $ro+u&o e +iori nella co$$a del vino. deve &editare su Ananda<5hairava e Ananda<5hairavi in esso 7D?"' DhEana Deve &editare sulla 5eata Devi Ananda !aEi" visualizzandola nel $ri&o +iore della giovinezza. con un cor$o roseo co&e la $ri&a luce del sole nascente' Il dolce nettare del suo sorriso illu&ina il suo viso bello co&e un vero e $ro$rio +iore di loto' Ornata di gioielli. vestita di belle vesti colorate e deliziandosi nella danza e nel canto. Lei con il loto delle sue &ani +a i segni che con+eriscono benedizioni e dissi$ano le $aure 7D=<7DD"' Do$o aver cos3 &editato sulla 5eata Devi il devoto deve $oi &editare sul 5eato 5hairava 7DA"' DhEana !edito sul Deva che # bianco co&e la can+ora. i cui occhi sono grandi e belli co&e +iori di loto. lo s$lendore del suo cor$o # adornato con $ara&enti celesti e gioielli. che tiene nella &ano sinistra la co$$a del nettare. e nella destra una $alla di Shuddi cibo consacrato" 7DB"' Avendo cos3 &editato su entra&bi i Deva e $ensando a loro in uno stato di unione Sa&arasEa. unione sessuale" all0interno della co$$a del vino. il devoto deve $oi adorari' I no&i dei Devata devono essere $osti in un !antra che co&incia con il -ranava e ter&ina con Na&ah i &antra saranno FuindiH O& Ananda<5hairavaEa Na&ah e O& Ananda<5hairavEai Na&ah" e. con $ro+u&i e +iori. deve $oi santi+icare il vino 7D8" 100

Il 1ula devoto deve santi+icare il vino ri$etendo su di esso il -ashadi<Tri/a< 53Ma e Na&ah A& Ori& 1ro& Na&ah" $er cento e otto volte 7A>"' Kuando il 1ali 2uga # in $ieno $otere. nel caso del ca$o+a&iglia la cui &ente # intera&ente assorbita dai desideri do&estici. i tre dolci devono essere sostituiti al $osto del $ri&o ele&ento di culto vino" 7A7"' Latte. zucchero e &iele sono i tre dolci che devono essere considerati co&e l,i&&agine del vino. e co&e tale o++erto alla divinitG 7A@"' I nati nel 1ali 2uga sono $er loro natura di debole intelletto. e le loro &enti sono distratte dalla lussuria' In ragione di Fuesto non riconoscono la Sha/ti co&e l,i&&agine della divinitG 7A9"' -erciL. o -arvatiI $er loro ci deve essere. al $osto dell,ulti&o ele&ento di culto unione sessuale". la &editazione sui $iedi di loto della Devi e la recita interiore del loro Ishta< &antra il &antra dato dal guru all0iniziazione" 7A?"' Kuindi gli ele&enti di culto devono essere consacrati dalla recitazione su ciascuno di essi dello stesso !antra cento volte 7A="' Il devoto. con gli occhi chiusi. deve &editare su di essi co&e $ervasi dal 5rah&an. $er $oi o++rirli a 1ali. e. in+ine. &angiare e bere gli ele&enti consacrati 7AD"' O GentileI Fuesto # il 5hairavi<cha/ra. che non # rivelato negli Tantra altri' Oo co&unFue $arlato a Te di esso' ( l,essenza delle essenze. e il &eglio del &eglio 7AA"' -arvatiI Nel 5hairavi<cha/ra e nel Tattva<cha/ra il devoto eccellente deve essere s$osato alla sua Sha/ti. secondo le leggi $rescritte da Shiva 7AB"' Il Vira che esegue l,adorazione senza essere s$osato godendo co&unFue della Sha/ti #. senza dubbio. col$evole del $eccato di andare con la &oglie di un altro uo&o 7A8"' Kuando il 5hairavi<cha/ra # stato +or&ato. i suoi &e&bri sono anche &eglio dei nati due volte. &a Fuando il ;ha/ra si ro&$e. si torna di nuovo alla ris$ettiva casta di a$$artenenza 7B>"' In Fuesto ;ha/ra non c,# distinzione di casta. n4 i&$uritG del cibo' I devoti eroici del ;ha/ra sono la &ia i&&agine. non c,# dubbio 7B7"' Nella +or&azione del ;ha/ra non c,# una regola di te&$o o di luogo o Fuestione di idoneitG' Gli articoli necessari $ossono essere utilizzati da chiunFue siano stati $ortati 7B@"' Il cibo $ortato da lontano. sia cotto che crudo. $ortato da un Vira o$$ure da un -ashu. diventa $uro i&&ediata&ente a$$ena viene $ortato all,interno del ;ha/ra 7B9"' !entre il ;ha/ra si sta +or&ando. tutti i $ericoli +uggono alla rin+usa. inti&oriti dallo s$lendore brah&anico dei suoi eroi 7B?"' Al solo ascoltare che in Fualsiasi luogo un 5hairavi<cha/ra # stato +or&ato. +eroci -ishacha. GuhEa/a. 2a/sha. e Vetala varie +or&e de&oniache" sca$$ano lontano i&$auriti 7B="' 101

Nel ;ha/ra ci sono tutti i luoghi santi. i luoghi grandi e santi. e con riverenza Indra e tutti gli I&&ortali 7BD"' ShivaI il luogo dove si +or&a un ;ha/ra # un luogo grande e santo. $i% sacro di ogni e di tutti gli altri luoghi sacri' Anche i Trentatre Deva desiderano le eccellenti o++erte +atte a Te in Fuesto ;ha/ra 7BA"' KualunFue sia il cibo. sia cotto che crudo. e se $ortato da un !lechchha non<ariano". ;handala una delle caste $i% basse". 1irata o Ouna intoccabili". diventa $uro non a$$ena si trova in &ano di un Vira 7BB"' Alla sola vista del ;ha/ra e dei devoti in esso. che non sono altro che l0i&&agine di !e stesso. gli uo&ini conta&inati dal 1ali 2uga sono liberati dai vincoli della vita di un -ashu uo&o dalle attitudini ta&asiche" 7B8"' Kuando $erL il 1ali 2uga # in $ieno $otere. il ;ha/ra non deve essere nascosto' Il Vira deve in tutti i luoghi e in ogni te&$o $raticare riti 1ula ed e++ettuare l0adorazione 1ula 78>"' All,interno del ;ha/ra ogni distinzione di casta. il $arlare +rivolo. la leggerezza. la tro$$a loFuacitG. s$utare. o es$ellere gas intestinali. deve essere evitato 787"' ;o&e $ure coloro che sono crudeli. &aliziosi. -ashu. $eccatori. atei. beste&&iatori della dottrina 1ula. e calunniatori delle Scritture 1ula. non dovrebbero essere a&&essi nel ;ha/ra 78@"' Anche il Vira che. indotto dall0a++etto. dalla $aura. o dall0attacca&ento. a&&ette un -ashu nel ;ha/ra cade dal suo dovere 1ula. e va all,in+erno 789"' Tutti coloro che hanno cercato ri+ugio nel 1ula Dhar&a. siano essi 5rah&a&a. 1shatriEa. VaishEa. Shudra o Sa&anEa. dovrebbero se&$re essere adorati co&e i Deva 78?"' ;olui che. &entre sta nel cerchio. +a. &osso dall, orgoglio. distinzioni di casta. scende a un in+erno terribile. anche se +osse andato sino in +ondo al Vedanta 78="' All,interno del ;ha/ra co&e ci $uL essere alcun ti&ore del $eccato $er i 1aula. che sono buoni e $uri di cuore e che sono $alese&ente l,i&&agine stessa di ShivaR 78D"' I Vi$ra e altri che sono seguaci di Shiva dovrebbero. +intanto che sono all,interno del cerchio. seguire l,ordinanza di Shiva e le osservanze $rescritte da Lui 78A"' Senza il ;ha/ra ognuno deve seguire la sua vocazione $ersonale secondo la sua casta e +ase della vita. e deve ade&$iere al suo dovere di uo&o di &ondo 78B"' Jn )a$a +atto da un uo&o devoto. Fuando si # seduti all,interno del ;ha/ra. $orta i +rutti raggiungibili dall,esecuzione di un centinaio di -urashcharana rituale con i &antra" e Shavasana. !undasana e ;hitasana Fueste sono $articolari $osture. asanaH il )a$a viene +atto so$ra un cadavere. so$ra dei teschi. e so$ra una $ira +uneraria ris$ettiva&ente' Kuesto # un sadhana ti$ica&ente Aghori" 788"' ;hi $uL descrivere la gloria del 5hairavi< 102

cha/raR La sua +or&azione. &a anche se +atta una volta sola. libera da tutti i $eccati @>>"' L,uo&o che $er sei &esi esegue l,adorazione in Fuesto ;ha/ra diventerG un reQ chi +a adorazione in Fuesto &odo $er un anno diventa il vincitore della &orte. e con l,esecuzione giornaliera di tale adorazione egli raggiunge il Nirvana @>7"' Kual # la necessitG. O 1ali/aI di dire di $i%R Sa$$ia&o $er certo che $er il raggiungi&ento della +elicitG in Fuesto o nell,altro &ondo c,# solo il 1ula< dhar&a. e nient0altro @>@"' Kuando il 1ali 2uga # do&inante e ogni religione # abbandonata. anche un 1aula &erita l,in+erno se non si attiene al 1ula<dhar&a @>9"' Oo $arlato del 5hairavi ;ha/ra. che # l,unico &ezzo $er raggiungere il $iacere e la liberazione +inale' Voglio $arlare a te. o Regina dei 1aulaI del Tattva ;ha/ra' Tu ascolta @>?"' Il Tattva ;ha/ra # il re di tutti i ;ha/ra' ( anche chia&ato il cerchio celeste' I Sadha/a che non hanno raggiunto una conoscenza del 5rah&an non $ossono $rendervi $arte @>="' -ossono $rendere $arte a Fuesto ;ha/ra solo Fuei devoti del 5rah&an Su$re&o che hanno raggiunto la conoscenza del 5rah&an. che sono devoti al 5rah&an. che sono $uri di cuore. tranFuilli. che sono devoti al bene di tutte le cose. che non sono in+luenzati dal &ondo esterno. che non vedono di++erenze. &a $er i Fuali tutte le cose sono uguali. che sono &isericordiosi. +edeli ai loro voti. e che hanno realizzato il 5rah&an @>D<@>A"' O ;onoscitrice dell,Ani&a Su$re&aI solo Fuelli che. avendo la conoscenza del Reale. e che guardano Fuesta Esistenza in &ovi&ento e i&&obile co&e Jno con il 5rah&an. hanno il $rivilegio di $rendere $arte a Fuesto ;ha/ra @>B"' ;oloro che nel Tattva ;ha/ra considerano tutto co&e 5rah&an. solo loro. o Devi. sono Fuali+icati a +arne $arte @>8"' Nella +or&azione di Fuesto ;ha/ra non # necessario &ettervi la co$$a del vino. o nessun rituale lungo' Esso $uL essere costituito in tutto il &ondo in uno s$irito di devozione al 5rah&an @7>"' O ;arissi&aI l,adoratore del 5rah&a<!antra O& Sachchide/a& 5rah&a" o un devoto credente nel 5rah&an dovrebbe essere il Signore del ;ha/ra. che egli deve +or&are con altri +edeli che conoscono il 5rah&an @77"' In un luogo bello e $ulito. $iacevole $er i devoti. sui $osti a sedere si dovrebbero stendere dei bellissi&i ta$$eti @7@"' LG. O ShivaI il Signore del ;ha/ra deve sedersi con gli adoratori del 5rah&an. e deve $ortare 103

gli ele&enti di culto e &etterli di +ronte a lui @79"' Egli deve recitare interior&ente il !antra. $artendo con Tara O&" e ter&inando con il -rana< 5iMa Oa&sah". cento volte. e $oi $ronunciare il seguente !antra sugli ele&enti @7?"H !antra L,atto di o++erta # 5rah&an' La stessa o++erta # 5rah&an' Il Puoco # 5rah&an' ;olui dal Fuale # co&$osta l,o++erta # 5rah&an' Da colui che # assorbito nell0adorazione del 5rah&an l,unitG con il 5rah&an # raggiunta @7="' Tutti gli ele&enti devono essere $uri+icati dalla recitazione interiore di Fuesto !antra $er sette o tre volte @7D"' -oi. con il 5rah&a<!antra. +acendo un o++erta di cibi e bevande all,Ani&a Su$re&a. si deve $oi condividerli con gli altri Sadha/a. conoscitori del 5rah&an @7A"' O Grande ReginaI non vi # alcuna distinzione di casta nel 5rah&a ;ha/ra che # il Tattva ;ha/ra". n4 regola di luogo o di te&$o o di co$$a -atra"' Gli ignoranti che. $er &ancanza di cure. +anno distinzioni di nascita o casta vanno sul sentiero verso il basso @7B<@78"' E Fuindi Fuei devoti eccellenti. in $ossesso della conoscenza che il Su$re&o 5rah&an $ervade tutte le cose. devono eseguire i riti del Tattva ;ha/ra con ogni cura $er il raggiungi&ento di &eriti religiosi. la soddis+azione del desiderio. la ricchezza. e la liberazione @@>"' Shri Devi disseH SignoreI Tu hai $arlato in $ieno delle +unzioni del ca$o+a&iglia. &a ora gentil&ente # doveroso $er Te $arlare dei co&$iti adatti alla vita ascetica @@7"' Shri Sadashiva disseH DeviI lo stadio di vita di un Avadhuta # nel 1ali 2uga chia&ato SannEasa' Ora ascolta &entre ti dico cosa deve essere +atto @@@"' Kuando un ade$to nella saggezza s$irituale ha acFuisito la conoscenza del 5rah&an. e ha cessato di curarsi delle cose del &ondo. egli deve cercare ri+ugio nella vita ascetica @@9"' Se. tuttavia. al +ine di adottare la vita di un &endicante girovago. uno abbandona una vecchia &adre o il $adre. i ba&bini neonati e una &oglie devota. o $ersone a carico indi+ese. egli va all,in+erno @@?"' Tutti. sia 104

5rah&ana. che 1shatriEa. VaishEa. Shudra o Sa&anEa hanno ugual&ente diritto a $arteci$are alla ceri&onia di $uri+icazione ascetica del 1ula @@="' Do$o l,esecuzione di tutti i doveri di un ca$o+a&iglia. e do$o aver soddis+atto tutti i di$endenti. uno dovrebbe andar via da casa sua indi++erente. $rivo di desideri. con tutti i sensi conFuistati @@D"' ;hi vuole in tal &odo lasciare la sua casa dovrebbe chia&are a raccolta i suoi $arenti e a&ici. i suoi vicini e gli uo&ini del suo villaggio. e con a&ore chiedere loro il $er&esso @@A"' Do$o averlo ottenuto. e reso o&aggio al suo Ishta<devata. dovrebbe girare il suo villaggio. e $oi senza attacca&ento andar via dalla sua casa @@B"' Liberato dai vincoli della vita +a&iliare. ed i&&erso in una grande gioia. dovrebbe avvicinare un asceta 1ula dalla conoscenza divina e $regarlo co&e segueH @@8" "O Su$re&o 5rah&anI Tutta Fuesta &ia vita # stata s$esa nello svolgi&ento delle +accende do&estiche' O Signore sii cle&ente con &e in Fuesta &ia adozione della vita ascetica" @9>"' Il -recettore religioso deve allora convincersi che i doveri del disce$olo co&e ca$o+a&iglia sono stati co&$iuti. e. trovandolo &ite e $ieno di discerni&ento. lo avvia alla seconda +ase @97"' Il disce$olo deve $oi. con &ente ben controllata. +are le sue abluzioni e dire la sua $reghiera Fuotidiana. e $oi. con l,obiettivo di essere assolto dal tri$lice debito dovuto a loro. adorare i Deva. i Rishi e -itri @9@"' -er Deva sono intesi 5rah&a. Vishnu e Rudra. con i loro seguaci. $er Rishi si intendono Sana/a e altri. co&e anche i Devarishi e 5rah&arishi @99"' Ascolta. &entre io ora enu&ero gli antenati che devono essere adorati @9?"' Il $adre. il nonno $aterno. il bisnonno $aterno. la &adre. il nonno &aterno. e gli altri ascendenti. e la nonna &aterna e gli altri ascendenti @9="' Al &o&ento della dedizione di s4 alla vita di un asceta. i Deva e Rishi devono essere adorati ad Oriente. gli antenati $aterni a Sud. gli antenati &aterni ad Occidente @9D"' !ettendo due $osti su ciascuno di Fuesti lati. a $artire da Est. e invocando i Deva e gli altri a +arlo. non ci dovrebbero essere adorato @9A"' Do$o aver venerato in +or&a corretta. dei -inda dolci +unebri" devono essere o++erti a ciascuno di essi se$arata&ente. secondo le regole ad essi relativeQ E $oi. a &ani giunte. il disce$olo deve cos3 su$$licare i Deva e gli Antenati @9B"H

105

!antra O -adriI O !adriI O DevaI O RishiI siate soddis+atti' In $rocinto di entrare nel sentiero della rinuncia. assolvete&i da tutti i debiti @98"' Do$o aver cos3 $regato $er essere libero da tutti i debiti. inchinandosi $i% volte. ed essendo cos3 liberato da tutti i debiti. egli deve celebrare i $ro$ri riti +unebri $er consegnare la $ro$ria ani&a individuale all0ani&a su$re&a" @?>"' Il $adre e il nonno $aterno e il bisnonno sono un,ani&a sola' Nell,o++rire. $ertanto. l,ani&a individuale all,Ani&a Su$re&a. chi # saggio deve celebrare i $ro$ri riti +unebri @?7"' Oh DeviI seduto con la +accia verso il Nord. e invocando gli s$iriti dei suoi antenati sui $osti che ha $re$arato $er loro. deve. do$o aver +atto loro o&aggio. o++rire i dolci +unebri @?@"' Nell0o++erta egli deve s$argere erba 1usha verso l,Est. Sud. Ovest. e verso il Nord $er se stesso @?9"' Do$o il co&$leta&ento. secondo le indicazioni del guru. dei riti +unebri. il ricercatore do$o l,e&anci$azione deve. al +ine di $uri+icare il suo cuore inti&a&ente. recitare il &antra che segue un centinaio di volte @??"H !antra Ori&. adoria&o TrEa&ba/a uno dei tanti no&i di Shiva". colui che ha tre occhi. dolce $ro+u&ato &olti$licatore di nutri&ento' -ossa io libero dal vincolo della &orte. co&e l0Jrvaru/a un ti$o di &elone" # liberato del suo stelo. essere liberato dalla &orte $er l,i&&ortalitG @?="' Allora il -recettore religioso dovrebbe disegnare un !andala sull,altare corris$ondente alla +or&a della divinitG del devoto lo 2antra delll0Ishta Devata del Sadha/a" e $oi collocare il vaso sull,altare e iniziare l,adorazione @?D"' Allora il Guru. in $ossesso della conoscenza divina. deve &editare sullo S$irito Su$re&o secondo le &odalitG $reviste da Sha&bhu. e do$o l0adorazione deve collocare il +uoco sull,altare @?A"' Il Guru dovrebbe $oi o++rire al +uoco cos3 santi+icato l,oblazione in base al suo 1al$a regole rituali che di++eriscono da scuola a scuola". e $oi +are eseguire l0Oo&a co&$leto al suo disce$olo @?B"' Egli deve innanzitutto o++rire oblazioni ai VEahriti che sonoH 5huh. 5huvah. Svah". e $oi alle arie vitali. -rana. A$ana. Sa&ana. Jdana. VEana @?8"' -er la distruzione della +alsa credenza che il cor$o. sia grossolano che sottile. # l,At&a. deve essere eseguito il Tattva<Oo&a. $ronunciando le seguenti $aroleH 106

!antra Terra. acFua. +uoco. aria. etere. $oi" ol+atto. gusto. vista. tatto. udito. $oi" linguaggio. &ani. $iedi. ano e organo genitale. $oi" orecchie. $elle. occhi. lingua e naso. $oi" !anas. 5uddhi. Aha&/Gra e ;hitta. Fuesti sono i @? tattva" e in+ine" tutte le +unzioni dei sensi e della vita @=><@=9"' Deve $oi direH "-ossano essi essere $uri+icatiQ" aggiungendo" ";he $ossa io essere si&ile all0universale ;haitanEa Shiva" unito con Ori& !aha&aEa < Sha/ti"' -ossa io essere co&e la luce al di lG e al di so$ra del RaMo<guna l0i&$ulso ad agire". e $ossa essere libero dalla conta&inazione dell,ignoranza"' @=?"' Do$o aver consegnato co&e oblazioni nel +uoco i @? tattva e le +unzioni del cor$o. colui che # or&ai $rivo di ogni azione dovrebbe considerare il suo cor$o co&e &orto @=="' ;onsiderando il suo cor$o co&e &orto e $rivo di ogni +unzione. e richia&ando alla &ente il Su$re&o 5rah&an. deve togliere il suo +ilo sacro @=D"' Egli. $ossessore della conoscenza divina. deve toglierlo dalla s$alla. $ronunciando il !antra Ai& 1li& Oa&sah' Tenendolo in &ano &entre recita i tre VEahriti che ter&inano con Svaha. deve gettarlo intriso di ghee burro chiari+icato" nel +uoco @=A"' Do$o aver cos3 o++erto il +ilo sacro co&e oblazione $er il +uoco. egli deve. $ronunciando il 1a&a 5iMa 1li&". tagliare la sua Si/ha il ciu++o di ca$elli in ci&a alla testa ti$ico dei brah&ana". $renderla e &etterla nel ghee @=B"' !antra O Si/haI Piglia del 5rah&anI tu sei un asceta in +or&a di ca$elli' Ora ti sto $onendo in ;olui che $uri+ica' Vai. Oh DeviI !i inchino a Te @=8"'

107

Egli Fuindi deve. $ronunciando il 1a&a. !aEa. 1urcha. e Astra 5iMa. $er +inire con la $arola Svaha 1li& Ori& Ou& -hat Svaha". +are il sacri+icio Oo&a di Fuella ciocca di ca$elli nel +uoco santi+icato @D>"' I -itri. Deva. e Devarshi. co&e anche tutti gli atti co&$iuti nelle varie +asi della vita. risiedono nella Si/ha la Fuale # il loro su$$orto @D7"' -ertanto l,uo&o che rinuncia alla Si/ha ed al +ilo sacro do$o l,esecuzione della oblazione diventa uno con il 5rah&an @D@"' Il nato due volte brah&ana" entra nella +ase ascetica rinunciando alla Si/ha ed al +ilo sacro. &entre i Shudra ed i Sa&anEa vi entrano solo dalla rinuncia della Si/ha @D9"' Allora egli la cui Si/ha e +ilo sacro sono stati cos3 ri&ossi deve rendere o&aggio al Guru stendendosi a terra di +ronte a lui' Il Guru deve Fuindi alzare il suo disce$olo e dire al suo orecchio destroH "O saggio. Tu sei ,Kuello,I Tat Tva& Asi. la grande enunciazione delle J$anishad""' "-ensa dentro te stesso che Io sono Lui Oa&sah" ed Egli # !e Soha&"' Libero da ogni attacca&ento e senso di s4. vG co&e $i% ti $iace co&e # nella tua natura" @D?<@D="' Il Guru. $ieno di conoscenza dell,essenza divina. deve $oi. do$o la ri&ozione del vaso e del +uoco. inchinarsi al disce$olo. riconoscendo in lui se stesso @DD". e direH "O Tu la cui +or&a # Fuesto JniversoI &i inchino a te ed a &e stesso' Tu sei ,Kuello, e ,Kuello, # Te stesso' Ancora una volta &i inchino a te "' @DA"' Gli adoratori del 5rah&a<!antra O& Sachchide/a& 5rah&a". in $ossesso della conoscenza divina. che hanno conFuistato se stessi. raggiungono la +ase di un asceta. tagliando la Si/ha con il loro $ro$rio !antra @DB"' ;he bisogno c,# $er Fuei $uri+icati dalla conoscenza divina di riti sacri+icali o +unerari o di adorazione ritualeR -er loro. agendo a loro $iaci&ento. non sono &ai col$evoli di alcun di+etto @D8"' Il disce$olo. i&&agine dell,assenza di tutti i contrari. senza desideri. e di &ente tranFuilla. $uL. co&e gli $iace. vagare $er la terra. i&&agine visibile del 5rah&an @A>"' Egli $enserG a tutto. da 5rah&a a un +ilo d,erba. co&e l,i&&agine dell,esistente. e. di&entico del $ro$rio no&e e +or&a. &editerG sull,Ani&a Su$re&a in se stesso @A7"' L,asceta si &uoverG sulla terra senza +issa di&ora. &isericordioso. senza $aura. $rivo di attacca&ento. non rivendicando nulla co&e $ro$rio. $rivo di egois&o @A@"' Egli # libero da tutti i divieti' Egli non si s+orza di raggiungere ciL che non ha. n4 di $roteggere ciL che ha' ;onosce s4 stesso' Egli non # in+luenzato dalla gioia o dal dolore' ( cal&o. il conFuistatore di se stesso. e libero da tutti i desideri @A9"'

108

La sua ani&a # serena. anche nel dolore. senza desideri. anche nella $ros$eritG' Egli # se&$re gioioso. $uro. tranFuillo. indi++erente e i&$erturbabile' Egli non +arG &ale a nessun essere. &a sarG se&$re devoto al bene di ogni essere' Egli # libero dalla rabbia e dalla $aura. con i suoi sensi sotto controllo e senza desiderio' Egli non si s+orza $er la $reservazione del suo cor$o' Non # ossessionato da alcun desiderio @A?<@A="' Egli # $rivo di dolore e risenti&ento. eFuani&e verso a&ici e ne&ici. $aziente nella so$$ortazione di +reddo e caldo. e $er lui sia onore che vergogna sono la stessa cosa @AD"' Egli # lo stesso nella buona o nella cattiva sorte. contento con Fualsiasi cosa. che senza alcuno s+orzo. si $ossa ottenere' Egli # oltre i tre attributi Sattva RaMas Ta&as". dalla &ente non condizionata. libero dalla cu$idigia. e dalla ricchezza" egli non accu&ula @AA"' Egli sarG +elice nel sa$ere che. co&e l,universo irreale esiste di$endente dalla VeritG. cos3 il cor$o di$ende dall,ani&a @AB"' Egli ottiene la liberazione dalla consa$evolezza che l,ani&a # co&$leta&ente distaccata dagli organi di senso. ed # il testi&one di ciL che viene +atto @A8"' L,asceta non dovrebbe accettare alcun &etallo. e dovrebbe evitare la calunnia. la &enzogna. la gelosia. tutti i giochi con la donna. e Fualsiasi e&issione del se&e @B>"' Egli dovrebbe considerare con un occhio $ari ver&i. uo&ini e Deva' Il &endicante religioso dovrebbe sa$ere che in tutto Fuello che +a. in Fuello c, # il 5rah&an @B7"' Egli deve &angiare senza +are alcuna distinzione di luogo. te&$o. $ersona. o reci$iente. o se viene dalla &ano di un Vi$ra o di un ;handala. o da Fualsiasi altra $ersona con Fualsiasi cosa @B@"' L,asceta. anche se $assa il suo te&$o co&e vuole. dovrebbe studiare le Scritture relative all0Ani&a e &editare sulla natura di Fuesta @B9"' Il cadavere di un asceta non dovrebbe in alcun caso essere cre&ato' Dovrebbe essere adorato con $ro+u&i e +iori. e $oi o se$olto o a++ondato in acFua @B?"' O DeviI l,inclinazione di Fuegli uo&ini che non hanno raggiunto l,unione con l,Ani&a Su$re&a e che se&$re ricercano il $iacere. # $er sua natura rivolta verso il $ercorso dell,azione @B="' Essi ri&angono attaccati alla $ratica della &editazione. dell,adorazione rituale. e della recitazione di &antra' Essendo +orti nella loro +ede . devono sa$ere che Fuesto # il &eglio $er loro @BD"' ( $er loro che ho $arlato dei vari riti $er la $uri+icazione del cuore. e ho &esso a $unto &olti no&i e +or&e @BA"' O DeviI senza la conoscenza del 5rah&an e l,abbandono ogni ti$o di culto rituale. l,uo&o non $uL raggiungere l,e&anci$azione. anche se ha eseguito innu&erevoli atti di culto @BB"' Il ca$o+a&iglia dovrebbe considerare l,asceta 109

1ula. in $ossesso della conoscenza divina. co&e essere il visibile NaraEana in +or&a di uo&o. e dovrebbe adorarlo co&e tale @B8"' Alla sola vista di uno che ha sotto&esso le sue $assioni un uo&o # liberato da tutti i suoi $eccati. e guadagna Fuei &eriti che si ottengono dal viaggio verso luoghi di $ellegrinaggio. dall,ele&osina. e dall,es$leta&ento di tutti i voti. $enitenze e sacri+ici @8>" Pine dell0ottavo Gioioso !essaggio. intitolato "Il Dhar&a e le Regole delle ;aste e degli Ashra&a'"

110

Capitolo IF
I dieci ti$i di Riti -uri+icatori Sa&s/ara"
L0Adorabile Sadashiva disseH O VirtuosaI Ti ho $arlato dei doveri e delle regole religiose adeguate alle diverse caste e +asi della vita' Ascolta ora &entre ti $arlo dei riti $uri+icatori relativi alle diverse caste 7"' Senza riti. O DeviI il cor$o non # $uri+icato. e chi non # $uri+icato non $uL eseguire le ceri&onie relative ai Deva e ai -itri @"' -erciL gli uo&ini di ogni casta. co&inciando dai Vi$ra. che desiderano il loro benessere in Fuesta vita e nell,aldilG. dovrebbero. in tutte le cose e con cura. eseguire i riti $uri+icatori che sono stati ordinati $er le loro ris$ettive caste 9"' Le dieci ceri&onie di $uri+icazione sono Fuelle relative al conce$i&ento. alla gravidanza e nascita del ba&bino. al dargli un no&e. alla sua $ri&a visione del sole. alla $ri&a volta che &angia riso. tonsura. l,investitura e il &atri&onio ?"' I Shudra e le caste &iste Sa&anEa" non hanno alcun +ilo sacro. &a nove ceri&onie di $uri+icazione. $er le classi dei ^nati due volte_ ce ne sono dieci ="' O 5ella SignoraI tutte le osservanze. siano esse obbligatorie. occasionali. o volontarie. devono essere eseguite secondo le $rescrizioni di Sha&bhu D"' O ;arissi&aI Oo giG. nella &ia +or&a di 5rah&a. $arlato delle regole a$$ro$riate $er le $uri+icazioni e le altre osservanze A". e dei !antra a$$ro$riati $er le $uri+icazioni e varie altre osservanze. secondo le di++erenze di casta B"' Nelle ere SatEa. Treta. e Dva$ara. i &antra. O 1ali/aI erano nella loro a$$licazione $receduti dal -ranava O&" 8". &a nel 1ali 2uga. o Su$re&a DeviI il decreto di Shan/ara # che l,uo&o deve eseguire tutti i riti con l,aiuto del &antra stesso. &a $receduto dal !aEa 5iMa Ori&" 7>"' Tutti i &antra nei Niga&a. Aga&a. Tantra. e Veda Sa&hita. sono state $ronunciati da &e' Il loro i&$iego. tuttavia. varia secondo l,era 77"' -er il bene+icio degli uo&ini del 1ali 2uga. uo&ini $rivi di energia e di$endenti $er l,esistenza dal cibo che &angiano. O -ro$iziaI # stata data la dottrina 1ula. 7@"' -arlerL ora a Te in breve dei riti $uri+icatori e di altri riti. adatti $er gli uo&ini deboli del 1ali 2uga. le cui &enti sono inca$aci di s+orzo costante 79"' 111

1ushandi/a il rito dal Fuale il +uoco # $uri+icato $er tutti i di++erenti ti$i di Oo&a" $recede tutte le ceri&onie di buon aus$icio' Io. dunFue. O Adorata dei DevaI $arlerL $ri&a di esso' Tu ascolta 7?"' In un luogo $ulito e $iacevole. $rivo di bucce e carbone oggi $otre&&o dire $rivo di cartacce. $lastica e i&&ondiziaI". il saggio deve +or&are un Fuadrato Sthandila. un basso altare Fuadrato". i cui lati sono della lunghezza di un cubito 7="' Kuindi disegnare in esso tre linee da Ovest a Est del Fuadrato"' Egli deve $oi s$ruzzare acFua su di esse. $ronunciando il nel +ratte&$o 1urcha 5iMa Ou&"' -oi del +uoco deve essere $ortato con l,acco&$agna&ento del Vahni 5iMa Ra&" 7D"' Il +uoco. cos3 $ortato. deve essere collocato a lato del Fuadrato. l,adoratore deve sussurrare il Vagbhava 5iMa Ai&" 7A"' -oi. $rendendo un $ezzo di legno che brucia con la &ano destra dal Puoco. deve &etterlo da $arte co&e Fuota dei Ra/shasa esseri de&oniaci". dicendoH !antra Ori&. Saluti ai &angiatori di carne crudaH Svaha Ori& 1ravEadebhEo Na&ahH Svaha" 7B"' Il devoto. alzando il +uoco consacrato con entra&be le &ani. dovrebbe &etterlo davanti a lui sulle tre linee di cui so$ra". &entre interior&ente recita il !aEa 5iMa di +ronte ai VEahriti cio# Ori& 5huh 5huvah Svah. i VEahriti sono i tre &ondi" 78"' Erba e legno dovrebbero $oi essere gettati sul +uoco $er +arlo ardere. e due $ezzi di legno devono essere s$al&ati con burro chiari+icato e o++erti co&e oblazione ad esso' Successiva&ente il Puoco deve essere deno&inato in base all,oggetto dell0adorazione. e $oi &editare su di esso co&e segue @>"H DhEana Rosso s$lendente co&e il sole giovane. con sette lingue e due teste coronate di ca$elli arru++ati. seduto su una ca$ra. la cui ar&a # Sha/ti @7" Avendo cos3 &editato sul -ortatore di oblazioni. Egli deve essere cos3 invocato a &ani giunte @@"'

112

!antra Ori&. vieni. O -ortatore di oblazioni a tutti gli I&&ortali. vieniI Vieni con i Rishi e con i Tuoi seguaci. e $roteggi il sacri+icio' Paccio o&aggio a Te' Svaha Ori& ehi ehi sarva&ara<havEa<vaha &unibhih sva<ganaih saha adhavara& ra/sha ra/shaH Na&ah Svaha" @9"' Avendolo cos3 invocato. il devoto deve direH "O PuocoI Kuesta # la tua sede." e $oi adorarlo. il Sette<Lingue Sa$ta<Mihva un no&e del +uoco". con o++erte adeguate @?"' Le sette lingue di +uoco sonoH 1ali. 1arali. !ano<Mava. Sulohita. Su<dhu&ra<varna. S$hulingini. e Vishva<niru$ini @="' Allora. O Grande DeviI i lati del +uoco devono essere s$ruzzati tre volte con l,acFua dalla &ano. a $artire da Est e +inendo a Nord @D"' -oi i lati del Puoco. dal Sud al Nord. ancora devono essere tre volte s$ruzzati con acFua. e do$o Fuesto anche gli oggetti di sacri+icio devono essere s$ruzzati tre volte @A"' -oi s$argere erba 1usha ai lati del Fuadrato. a co&inciare con l,Est e +inendo con il Nord' Le estre&itG dei +ili d,erba del Nord dovrebbe essere rivolti verso il Nord e il resto dell,erba deve essere collocata con la sua estre&itG verso l,Est @B"' L,adoratore deve Fuindi $rocedere alla sede $osta $er 5rah&a. &antenendo il +uoco alla sua destra. e. raccogliendo con il $ollice sinistro e &ignolo un +ilo d,erba 1usha dalla sede di 5rah&a. dovrebbe gettare insie&e i +ili ri&anenti dell,erba 1usha sul lato sud del +uoco. $ronunciando il !antra "Ori&. Distruggi la di&ora del ne&ico -aravasu" Ori& Nirastah -aravasuh' -aravasu # l0asura o++iciante dei sacri+ici e la sua $resenza # una ostruzione" @8<9>"' L,esecutore del sacri+icio dovrebbe $oi dire a 5rah&aH" cos3 # anche chia&ato il bra&ana o++iciante del sacri+icio" "O 5rah&an. signore dei sacri+ici. siediti Fui' Kuesto $osto # +atto $er te"' 5rah&a. dicendoH "&i siedo." dovrebbe $oi sedersi. con la +accia rivolta verso il Nord 97"' Do$o aver adorato 5rah&a con il $ro+u&o. i +iori. e gli altri oggetti di culto. sia egli su$$licato cos3 9@"H

113

!antra O Signore dei sacri+iciI $roteggi il sacri+icio' O 5rihas$ati Guru dei Deva"I $roteggi Fuesto sacri+icio' -roteggi anche &e. l,esecutore di Fuesto sacri+icio' O Testi&one di tutti gli attiI !i inchino a Te 99"' 5rah&a deve allora direH "io $roteggo". e se non vi # $ersona che ra$$resenta 5rah&a. allora l,esecutore del sacri+icio dovrebbe. $er il successo del sacri+icio stesso. +are una i&&agine con erba Darbha l,erba 1usha" del Vi$ra il bra&ana". e lui stesso dire Fuesto 9?"' Il devoto deve $oi invocare 5rah&a. dicendoH "O 5rah&an. vieni Fui. vieni FuiI" e. do$o aver +atto onore a lui. o++rendo acFua $er lavare i suoi $iedi . deve su$$licarlo dicendoH "Pino a Fuando Fuesto sacri+icio non sia concluso. Tu sei degno di ri&anere Fui". e $oi rendere o&aggio a lui 9="' Deve Fuindi cos$argere lo s$azio tra il Nord<Est del +uoco e la sede di 5rah&a tre volte con l,acFua $resa in &ano. e deve in seguito cos$argere tre volte anche il +uoco. e $oi. tornando nella via da cui e venuto. $rendere il suo $osto a sedere' deve $oi s$argere sul lato nord del Fuadrato un $o, d,erba Darbha. con le estre&itG dei +ili verso il Nord 9D<9A"' Deve Fuindi $orvi gli oggetti necessari $er il sacri+icio. co&e il vaso rie&$ito con acFua" $er l,as$ersione. e il vaso contenente ghee. carburante sacri+icale. e l,erba 1usha' Egli deve anche &ettere il &estolo e cucchiaio sacri+icale sull,erba Darbha e $uri+icarli s$ruzzando acFua su di loro. e $oi. osservarli con uno sguardo celestiale. $ronunciando il !antra Ora& Ori& Oru& 9B<98"' -oi. con il ginocchio destro che tocca terra. deve &ettere con il &estolo il ghee nel cucchiaio. e con desiderio $er il suo $ro$rio benessere. deve o++rire tre oblazioni. dicendo il !antra Ori& a Vishnu' Svaha Ori& Vishnave Svaha" ?o"' Ri$rendendo il ghee nella stessa &aniera. e &editando su -raMa$ati. oblazioni devono essere o++erte con ghee segnato attraverso il +uoco dall,angolo 114

di Agni sud<est" a Fuello di VaEu nord<ovest" ?7"' -rendendo di nuovo il ghee e &editando su Indra. egli o++rirG oblazioni dall,angolo di Nairrita sud<ovest" a Fuello di Ishana nord<est" ?@"' Oh DeviI oblazioni dovrebbero in seguito essere o++erti al Nord. al Sud. e al centro del +uoco. ad Agni il Puoco". So&a la Luna". e ad Agni e So&a insie&e ?9"' Su Fuesto tre oblazioni devono essere o++erte. $ronunciando il !antra Ori& saluti ad Agni. Ori& saluti a So&a. Ori& saluti sia ad Agni che a So&a. ris$ettiva&ente' Do$o aver eseguito Fuesti riti $reli&inari". il saggio deve $rocedere a Fuelli $rescritti $er il sacri+icio Oo&a. che deve essere eseguito ??"' L,o++erta di oblazioni co&e so$ra descritto". che inizia con le tre o++erte +atte a Vishnu e ter&ina con l,o++erta di Agni e So&a. si chia&a Dhara Oo&a ?="' Nel +are Fualsiasi o++erta. sia i Deva. ai Fuali # stato +atto lo stesso. che la cosa o++erta devono essere &enzionati. e al &o&ento della conclusione del rito $rinci$ale egli deve eseguire lo Svishti<1rit Oo&a Oo&a libero da di+etti" ?D"' O 5ellaI nel 1ali 2uga non c,# -raEashchitta Oo&a un0oblazione es$iatoria"' Lo stesso risultato si ottiene con Svishti<1rit ed i VEahriti che sono i tre &ondiH 5huh. 5huvah e Svah" Oo&a ?A"' O DeviI $er il Svishti<1rit Oo&a" il ghee dovrebbe essere $reso nella &aniera di cui so$ra. e. recitando &ental&ente il no&e di 5rah&a. un,oblazione deve essere o++erta con il seguenteH !antra Ori&. O Deva dei DevaI rendi senza di+etto eventuali carenze che $ossono esserci in Fuesto rito. e Fualsiasi cosa +atta inutil&ente. sia $er negligenza o $er errore' Svaha ?B<?8"' -oi un,oblazione deve essere o++erta al Puoco. cos3H

115

!antra Ori&. O PuocoI Tu sei il -uri+icatore di tutte le cose' Tu +ai diventare tutti i sacri+ici $ro$izi. e sei il Signore di tutti' Tu sei il Testi&one di tutti i riti sacri+icali. e l,assicuratore del loro successo' Soddis+a tutti i &iei desideri =>"' Il sacerdote sacri+icante. avendo cos3 concluso lo Svishti<1rit Oo&a. deve dunFue $regare il Su$re&o 5rah&an"H !antra O Su$re&o 5rah&anI O Onni$resenteI $er la ri&ozione degli e++etti di Fualsiasi cosa sia stata i&$ro$ria&ente +atta in Fuesto sacri+icio. e $er il successo del sacri+icio. io +accio Fuesto VEahriti Oo&a' Dicendo Fuesto. egli deve o++rire tre oblazioni ai tre &ondi !antra Ori& 5huh Svaha. Ori& 5huvah Svaha. Ori& Svah Svaha' Successiva&ente. o++rendo un,oblazione in $i% con il !antra Ori& 5huh. 5huvah. Svah Svaha. il sacerdote saggio dovrebbe. in collaborazione con il datore del sacri+icio. o++rire l,Oblazione ;o&$leta -urnahuti l0ulti&a o++erta che co&$leta il sacri+icio" =7<=9"' Se Fuest,ulti&o ha e++ettuato il sacri+icio senza sacerdote. egli stesso deve o++rire l,oblazione' Kuesta # la regola in Abhishe/a ceri&onia di iniziazione" e in altre osservanze =?"' Il !antra $er l,Oblazione ;o&$leta # V

116

!antra Ori&. O Signore del Sacri+icioI -ossa Fuesto &io sacri+icio essere co&$leto' -ossano tutti i Devata dei Sacri+ici essere soddis+atti e concedere ciL che # desiderato' Svaha =="' Il saggio deve $oi. con il datore del sacri+icio. alzarsi. e. con &ente ben controllata. o++rire oblazioni con +rutta e +oglie di $an. $ronunciando il suddetto !antra =D"' Il saggio deve. do$o aver o++erto l,Oblazione ;o&$leta. eseguire Shanti< /ar&a' -rendendo l,acFua dal vaso $er l0as$ersione. deve cos$argere con erba 1usha il ca$o delle $ersone $resenti =A". recitando il !antra -ossa l,acFua essere a&ichevole con &e. $ossa l,acFua essere co&e un &edica&ento $er &e. $ossa l,acFua salvaguardar&i se&$re. l,acFua # NaraEana stesso =B"' O acFuaI concedi&i la +elicitG e i &iei desideri terreni. ecc' Detto Fuesto. e s$ruzzato acFua sulle teste dei $resenti. lanciarne alcune gocce $er terra. dicendoH =8"H !antra -ossa l,acFua $er coloro che sono se&$re ostili a &e. e $er coloro ai Fuali sia&o se&$re ostili. essere il loro ne&ico e so&&ergerli D>"' S$ruzzando Fualche goccia d,acFua a Nord<Est con l,acco&$agna&ento del !antra di cui so$ra. l,erba 1usha deve essere tolta. ed una su$$lica deve essere +atta $er il -ortatore di Oblazioni co&e segue D7"H !antra O -ortatore di OblazioniI concedi&i la co&$rensione. la conoscenza. la +orza. l,intelligenza. la saggezza. la +ede. la +a&a. la +ortuna. la salute. energia. e lunga vita D@"'

117

Do$o aver cos3 $regato il Puoco. egli deve. O ShivaI invitarlo a $artire con il seguente D9"H !antra Sacri+icioI $arti verso il Signore del Sacri+icio Vishnu"' PuocoI $arti dal Sacri+icio stesso' Signore del Sacri+icioI $arti verso la tua di&ora e soddis+a i &iei desideri D?"' -oi dicendoH "Puoco. $erdona&i". il Puoco deve essere s$ostato a Sud versando oblazioni di cagliata o Eogurt a Nord del Puoco D="' -oi il devoto deve +are un regalo a 5rah&a. e. do$o essersi inchinato a lui con ris$etto. deve +are un,o++erta. e. con le ceneri aderenti al &estolo. il sacerdote o++iciante deve $oi lasciare un segno sulla $ro$ria +ronte e su Fuella del datore del sacri+icio. $ronunciando il !antra Ori&. 1li&. $orta la $ace. $ossa tu dare la $ros$eritG DD<DA"' -er la grazia di Indra. di Agni. dei !arut. di 5rah&a. dei Vasu. dei Rudra. e di -raMa<$ati. $ossa esserci $ace. $ossa esserci se&$re $ros$eritG' Dicendo Fuesto !antra. egli deve &ettere un +iore sulla sua testa' Successiva&ente il datore del sacri+icio deve. secondo i suoi &ezzi. o++rire regali $er il successo del sacri+icio e $er il rito 1ushandi/a DB<D8"' Oo $arlato con te. O DeviI del 1ushandi/a. che # il +onda&ento di tutte le ceri&onie di buon aus$icio. e che tutti i devoti 1ula devono eseguire con cura all,inizio del rito A>"' O ;olei che # di buon aus$icioI Voglio $arlare a Te del ;haru</ar&a. al +ine di assicurare il successo rituale in Fuelle +a&iglie in cui cucinare charu latte e riso" # una $ratica tradizionale nello svolgi&ento di tutti i riti A7"' La $entola $er la cottura del charu deve essere di ra&e o di terracotta A@"' In $ri&o luogo. gli oggetti devono essere consacrati secondo le regole $rescritte in 1ushandi/a. $oi la $entola di charu deve essere $osta di +ronte all0adoratore A9"' Do$o un attento esa&e $er vedere se # senza +ori e intatta. un +ilo d,erba 1usha della lunghezza di un $radesha una s$anna" deve essere &esso nella $entola A?"' Il 118

riso deve essere $osto vicino al Fuadrato e $oi. O Adorato dei DevaI il no&e di Fuei Deva che sono adorati in ogni ceri&onia $articolare deve essere $ronunciata in caso dativo. seguita dalle $arole "$er soddis+are Te." e $oi "io $rendo". "io lo &etto nella $entola" e "!etto l,acFua dentro". $oi deve &ettere Fuattro &anciate di riso in no&e di ogni Deva' Deve Fuindi $rendere il riso. &etterlo nella $entola. e versare acFua su di essa A=<AA"' O VirtuosaI latte e zucchero deve essere $oi aggiunto. co&e si +a in cucina' Il tutto deve $oi essere accurata&ente cotto sul +uoco consacrato AB"' E Fuando egli # convinto che sia ben cotto e &orbido. il &estolo sacri+icale. $ieno di ghee. deve essere aggiunto in esso A8"' In seguito &ettere la $entola sull,erba 1usha sul lato nord del Puoco. e aggiungendo tre volte ghee al charu. la $entola deve essere rico$erta con +ili d,erba 1usha B>"' -oi. &ettere un $o, di ghee nel cucchiaio sacri+icale. un $o, del charu deve essere $reso dalla $entola' ;on Fuesto )anu Oo&a # +atto B7"' -oi. do$o aver +atto Dhara Oo&a. oblazioni devono essere e++ettuate con i &antra dei Deva. che sono diretti ad essere adorati nel rito $rinci$ale B@"' ;o&$letando l,Oo&a $rinci$ale do$o l,esecuzione di Svishti<1rit Oo&a. un Oo&a es$iatorio deve essere eseguito. e il rito cos3 co&$letato B9"' Kuesto # il &etodo da osservare nel rito sacra&entale e consacratorio' In tutte le ceri&onie di buon aus$icio dovrebbe essere eseguito $er il $ieno successo dello stesso B?"' Ora. O !aha&aEaI $arlerL del Garbhadhana rito della $ubertG" e di altri riti' -arlerL di loro nel loro ordine. a co&inciare dal Ritusa&s/ara -uri+icazione delle &estruazioni' Il rito $recede il Garbhadhana che viene eseguito il Fuinto giorno do$o la co&$arsa delle &estruazioni"' Tu ascolta B="' Do$o aver eseguito i suoi doveri Fuotidiani e $uri+icato se stesso. il sacerdote" deve adorare le cinFue divinitG < 5rah&a. Durga. Ganesha. i Grahas i 8 $ianeti". e i Di/$ala che sono Indra. Agni. 2a&a. Nairrita. Varuna. VaEu. 1ubera. Ishana. 5rah&a. Vishnu" BD"' Devono essere adorati nei vasi sul lato est del Fuadrato. e $oi le sedici !atri/a. cio#. Gauri e le altre. devono essere adorate in ordine BA"' Le sedici !atri/a sono Gauri. -ad&a. Shachi. !edha. Savitri. ViMaEa. )aEa. Deva<sena. Svadha. Svaha. Shanti. -ushti. Dhriti. 1sha&a. la Devata $rotettrice del devoto. e la Devata +a&iliare BB"'

119

!antra -ossano le !adri che causano la gioia dei Deva venire Fui e $ortare il successo ai &atri&oni. ai vrata e EaMna' -ossano essi scendere sui loro ris$ettivi veicoli. e in tutta la $ienezza del loro $otere. nel loro as$etto benigno. unirsi alla gloria di Fuesta +estivitG B8<8>"' Do$o aver cos3 invocato le !adri e adoratele al &eglio delle sue ca$acitG. il sacerdote deve +are cinFue o sette segni con ver&iglio e $asta di sandalo sul &uro. all,altezza del suo o&belico ed entro lo s$azio di un $radesha una s$anna" 87"' Il saggio deve $oi. sussurrando i tre 5iMa <1li&. Ori& e Shri&< versare un +lusso ininterrotto di ghee su ciascuno dei suddetti segni. e adorare il Deva Vasu 8@"' Il saggio. avendo cos3 +atto il Vasu<dhara secondo le indicazioni che ho dato. e do$o aver +atto il Fuadrato e $osto il +uoco so$ra. e consacrato gli oggetti necessari $er l,Oo&a. deve cuocere dell,otti&o ;haru latte e riso" 89"' Il ;haru che viene cucinato in Fuesto Ritu<sa&s/ara" # chia&ato -raMa$atEa. e il no&e di Fuesto Puoco # VaEu' Do$o aver concluso Dhara Oo&a. il rito di Ritu<sa&s/ara deve essere iniziato 8?"' Tre oblazioni di charu dovrebbero essere o++erte con il !antra Ori&' Saluti a -raMa$ati' Svaha Ori& -raMa$ataEe Svaha"' Jna oblazione dovrebbe essere o++erta con il seguente 8="H !antra -ossa Vishnu concedere il $otere di conce$ire' -ossa Tvashta dare la +or&a del ba&bino"' -ossa -raMa$ati s$ruzzarlo con il &io se&e". e $ossa Dhata dare il $otere di sostenere Vishnur Eoni& /al$aEatu. Tvashta ru$ani $i&shatu. Asinchatu -raMa$atir Dhata garbha& dadhatu te" 8D"' Kuesta oblazione dovrebbe essere +atta sia con burro chiari+icato o con ;haru. che con burro chiari+icato e ;haru insie&e. e deve essere o++erta &editando sul Sole. Vishnu. e -raMa$ati 8A"' 120

!antra -ossa Sinibali la dea vedica del conce$i&ento" dare sostegno al tuo gre&bo $ossa Sarasvati dare sostegno al tuo gre&bo $ossono i due Ashvin i due &edici celesti". che indossano ghirlande di +iori di loto. dare sostegno al tuo gre&bo 8B"' !editando sulle Devi Sinibali e Sarasvati ed i due Ashvin. eccellenti oblazioni devono essere o++erte con il &antra di cui so$ra. seguito da Svaha 88"' -oi un,oblazione deve essere o++erta al +uoco santi+icato. &editando su SurEa e Vishnu con il !antra 1li&. Stri&. Ori&. Shri&. Ou&. concedi il conce$i&ento a lei. che desidera un +iglioH Svaha 7>>"' -oi. in no&e di Vishnu. delle oblazioni devono essere o++erte con il seguenteH !antra ;o&e Fuest0estesa Terra $orta se&$re un gre&bo $ieno. +a0 che anche tu $ossa $ortarlo $er dieci &esi +ino al $arto' Svaha 7>7"' !editando sul Su$re&o Vishnu. deve essere gettato nel +uoco un $o, $i% di burro chiari+icato con il seguenteH !antra VishnuI nella tua $er+etta +or&a &etti in Fuesta donna un +iglio eccellenteH Svaha 7>@"' E. $ronunciando il seguente !antra

121

1li&. Ori&. 1li&. Ori&. Stri&. Ori&. 1li&. Ori&. il &arito deve toccare la testa di sua &oglie 7>9"' -oi il &arito. circondato da alcune donne s$osate che hanno +igli. deve $orre entra&be le &ani sulla testa di sua &oglie. e. do$o aver &editato su Vishnu. Durga. Vidhi 5rah&a" e SurEa il Sole". deve $orre tre +rutti sul tessuto del suo gre&bo' Allora egli deve $ortare a ter&ine la ceri&onia +acendo le oblazioni Svishti<1rit ed i riti es$iatori 7>?<7>="' La &oglie e il &arito $ossono essere $uri+icati adorando Gauri e Shan/ara la sera. e o++rendo delle oblazioni al Sole 7>D"' Ora ho $arlato del Ritu<sa&s/ara' Ora ascolta Fuello relativo alla Garbhadhana 7>A"' Nella stessa notte. o in Fualche notte che abbia una data di un nu&ero $ari. do$o la ceri&onia. il &arito deve entrare nella stanza con la &oglie. e. &editando su -raMa$ati. deve toccare la &oglie e direH !antra Ori&. O LettoI sii $ro$izio $er la $rocreazione di una buona $role $er noi due 7>B<7>8"' Deve Fuindi con la &oglie salire sul letto. e stare con la +accia verso l,Est o verso il Nord' -oi. guardando la &oglie. deve abbracciarla con il braccio sinistro. e. $onendo la &ano destra so$ra la sua testa. deve +are Ma$a del !antra sulle diverse $arti del suo cor$o co&e segue" 77>"H Deve +are Ma$a del 1a&a 5iMa 1li&" sulla testa un centinaio di volte. sul &ento del Vagbhava 5iMa Ai&" un centinaio di volte. sulla gola del Ra&a 5iMa Shri&" venti volte. e dello stesso 5iMa cento volte su ciascuno dei suoi due seni 777"' Deve Fuindi recitare il !aEa 5iMa Ori&" dieci volte sul suo cuore. e venticinFue volte sul suo o&belico' Do$o deve $orre la &ano sul suo organo genitale 2oni". e recitare insie&e cento e otto volte i 5iMa 1a&a 1li&" e Vagbhava Ai&". e deve recitare allo stesso &odo gli stessi 5iMa sul $ro$rio organo genitale Linga" cento e otto volte. e $oi. dicendo il 5iMa "Ori&". deve a$rire le labbra del suo organo genitale Vi/aEa &aEaEa Eoni&". e deve entrare in lei con l,obiettivo di generare un ba&bino 77@<779"' Il &arito deve. al &o&ento della s$argi&ento del suo se&e. &editare su 5rah&a. e. scaricandolo sotto l,o&belico in Ra/ti/anadi nel ;hit/unda ;hit/unda # descritta co&e Fuella $arte dell0utero che sta sotto l0o&belico". deve allo stesso te&$o recitare il seguente 77?. 77="H

122

!antra ;o&e la Terra # gravida del Puoco. co&e il -aradiso # gravido di Indra. co&e i -unti della bussola sono gravidi dell,Aria che contengono. cos3 anche tu ri&ani incinta da Fuesto &io se&e" 77D"' Se la &oglie $oi. o in un $eriodo successivo. conce$isce. il ca$o+a&iglia. o !aheshvariI deve eseguire al terzo &ese do$o il conce$i&ento il rito -u&savana 77A"' Do$o l,esecuzione dei suoi doveri Fuotidiani. il &arito dovrebbe adorare i cinFue Deva e le !adri celesti. Gauri ed altre e deve +are il Vasu<dhara vedi verso 87" 77B"' Il saggio deve Fuindi eseguire Vriddhi Shraddha. e. co&e so$ra indicato. le ceri&onie +ino a Dhara<Oo&a. e Fuindi $rocedere ai riti -u&savana 778"' Il charu $re$arato $er -u&savana si chia&a "-raMa$atEa". e il +uoco si chia&a ;handra 7@>"' Jn chicco d,orzo e due +agioli !asha un ti$o di lenticchia" devono essere inseriti in una cagliata di latte vaccino. e Fuesto deve essere dato da bere alla &oglie. e. &entre lei sta bevendo. le dovrebbe essere chiesto $er tre volteH "O tu gentilissi&a. che cosa stai bevendoR " 7@7"' La &oglie dovrebbe ris$ondereH "Ori&. bevo Fuello che &i +arG avere un +iglio"' In Fuesto &odo la &oglie deve bere tre sorsi della cagliata 7@@"' La &oglie deve Fuindi essere guidata da donne i cui &ariti e ba&bini vivono nel luogo del sacri+icio. e il &arito deve +arla sedere alla sua sinistra e $rocedere a eseguire ;haru<Oo&a 7@9"' -rendendo un $o, di charu co&e so$ra indicato. e $ronunciando il !aEa 5iMa Ori&" e il 1urcha 5iMa Ou&". egli deve o++rirlo co&e oblazione. con il seguenteH !antra Distruggi. distruggi tutti Fuesti 5h%ta +antas&i". -reta +antas&i ai Fuali non # stato eseguito nessun rito +unebre". -ishacha s$iriti &aligni" e Vetala s$iriti che occu$ano i cadaveri". che sono ostili al conce$i&ento e distruttori del ba&bino nel gre&bo &aterno. e dei giovani' -roteggi il ba&bino nel" gre&bo &aterno. $roteggi il ba&bino nel" gre&bo &aterno Svaha" 7@?<7@="'

123

Recitando il &antra di cui so$ra. &editare sul Puoco. co&e Ra/s/o<ghna co&e distruttore dei de&oni". e su Rudra Shiva" e -raMa$ati 5rah&a". e Fuindi o++rire dodici oblazioni 7@D"' Egli deve Fuindi o++rire cinFue oblazioni con il !antra Ori&. Saluti a ;handra la Luna # anche un no&e del Puoco"' Svaha' E $oi. toccando il cuore di sua &oglie. deve sussurrare interior&ente i 5iMa Ori& e Shri& 7>> volte 7@A"' Egli deve Fuindi eseguire Svishti<1rit Oo&a Oo&a libero da di+etti" e -raEash<chitta un0oblazione es$iatoria vedi versi ?D< ?A" e co&$letare la ceri&onia' -ancha&rita deve essere dato nel Fuinto &ese di gravidanza 7@B"' Succhero. &iele. latte. burro chiari+icato. e cagliata in FuantitG $ari a +are -ancha&rita' ( necessario $er la $uri+icazione del cor$o 7@8"' Sussurrando i 5iMa Ai&. 1li&. Shri&. Ori&. Ou&. e La&. cinFue volte su ciascuno dei cinFue ingredienti. il &arito. do$o averli &escolati insie&e. deve invitare la &oglie a &angiarli 79>"' -oi. nel sesto o nell0ottavo &ese. il rito Si&antonnaEana vedi so$ra. verso 9" deve essere eseguito' Esso $uL. tuttavia. essere eseguito in Fualsiasi &o&ento $ri&a che il ba&bino nasca 797"' Il saggio. do$o aver eseguito i riti co&e so$ra indicato. deve +are Dhara<Oo&a. e sedersi con la &oglie su una sede. e o++rire tre oblazioni a Vishnu. SurEa. e 5rah&a. dicendoH !antra A Vishnu Svaha. allo S$lendente SurEa" Svaha. a 5rah&a Svaha 79@"' -oi. &editando su ;handra La Luna". egli o++rirG sette oblazioni a So&a La Luna" nel Puoco sotto il suo no&e di Shiva 799"' -oi. O DeviI egli deve &editare sugli AshTin. su Vasava Indra". Vishnu. Shiva. Durga. -raMa$ati 5rah&a" e o++rire cinFue oblazioni a ciascuno di essi 79?"' Il &arito deve $oi $rendere un $ettine d,oro. e $ettinare i ca$elli ai lati della testa e legarla con lo chignon 79="' Egli deve. &entre $ettina i ca$elli. &editare su Shiva. Vishnu' e 5rah&a. e $ronunciare il !aEa 5iMa Ori&" 79D" e il

124

!antra O !oglieI tu che sei +ortunata e di buon aus$icio. tu dai voti $ro$iziI +a, che nel deci&o &ese. $er grazia di Vishva</ar&a. in &odo sicuro $ossa &ettere alla luce un bel ba&bino' -ossa tu vivere a lungo e +elice' ;he Fuesto $ettine $ossa darti +orza e $ros$eritGI Dicendo Fuesto !antra. la ceri&onia dovrebbe essere co&$letata con Svishti<1rit Oo&a e altri riti 79A<79B"' Subito do$o la nascita del +iglio il saggio deve guardare il suo viso e regalargli un $ezzo d,oro. e $oi in un,altra stanza eseguire Dhara Oo&a nel &odo giG descritto 798"' Deve Fuindi o++rire cinFue oblazioni ad Agni. Indra. -raMa$ati solita&ente -raMa$ati # un e$iteto di 5rah&a &a # anche uno degli e$iteti di Vishnu e di Visva</ar&a l0architetto divino. Fui # usato $er Vishnu". i Vishva<deva una classe di Devata' Secondo il !ahabharata essi sonoH Vasu. SatEa. 1ratu. Da/sha. 1ala. 1a&a. Dhriti. 1uru. -ururavas e Ardrava". e 5rah&a 7?>"' Il $adre deve $oi &escolare FuantitG uguali di &iele e ghee in una tazza di bronzo. e. sussurrando il Vagbhava 5iMa Ai&" su di essa un centinaio di volte. darlo da &angiare al ba&bino 7?7"' Dovrebbe essere &esso in bocca del ba&bino con l,anulare della &ano destra. con il seguenteH !antra 5a&bino. $ossa la tua vita. vitalitG. +orza e intelligenza au&entare se&$re $i% 7?@"' Do$o aver eseguito Fuesto rito $er la longevitG del ba&bino. il $adre deve dargli un no&e segreto. con il Fuale al &o&ento dell,investitura del +ilo sacro egli deve essere chia&ato 7?9"' Il $adre deve Fuindi co&$letare il )ata</ar&a con l,esecuzione dei soliti riti di es$iazione e di altri riti. e $oi l,ostetrica con +er&ezza deve tagliare il cordone o&belicale 7??"' Il $eriodo di i&$uritG co&incia solo do$o che il cordone viene tagliato. Fuindi tutti i riti relativi ai Deva e ai -itri devono essere e++ettuati $ri&a che il cordone venga tagliato 7?="' Se # nata una +iglia. tutti gli atti so$ra indicati devono essere eseguiti. &a i !antra non sono da dire' Al sesto o all0ottavo &ese. al ba&bino dovrebbe essere dato il no&e con cui sarG co&une&ente noto 7?D"' Al &o&ento del dare il no&e al ba&bino la &adre deve. do$o avergli +atto il bagno e averlo 125

vestito in due $ezzi di sto++a sottile. collocarlo al +ianco del &arito. con la +accia verso l,Est 7?A"' Il $adre allora deve cos$argere il ca$o del ba&bino con l,acFua $resa su +ili d,erba 1usha e oro. dicendo il seguenteH !antra -ossa )ahnavi. 2a&una. Reva. la sacra Sarasvati. Nar&ada. Varada. 1unti i +iu&i sacri indiani' )ahnavi # la !adre Ganga. il Gange". gli Oceani e le vasche. i Laghi. tutti Fuesti bagnarti $er il raggiungi&ento di Dhar&a. 1a&a. e Artha &eriti s$irituali. soddis+azione dei desideri e salute" 7?8"' O AcFuaI tu sei il -ranava O&". e tu concedi tutta la +elicitG' Dacci Fuindi cibo in Fuesto &ondo. e $er&ettici anche di vedere il Su$re&o -ara<5rah&an" nel $rossi&o' AcFuaI tu non sei diversa dal -ranava' Pa, che $ossia&o godere in Fuesto &ondo della tua essenza $i% bene+ica' l tuoi desideri si soddis+ano s$ontanea&ente co&e Fuelli delle &adri' AcFuaI tu sei la +or&a stessa del -ranava' Noi godia&o $iena&ente della tua essenza Rasa # l0essenza dell0acFua che $orta soddis+azione" che sazia Fuesto Jniverso"' -ossa tu $ortarci soddis+azione 7=><7=@"' Il saggio deve s$ruzzare acFua sul ba&bino. con i tre !antra $recedenti. e $oi consacrare il +uoco ed eseguire i riti +ino a Dhara Oo&a nel &odo giG descritto. $oi deve o++rire cinFue oblazioni 7=9"' Egli deve +are l,O++erta ad Agni Dio del Puoco". $oi a Vasava Indra". $oi a -raMa$ati Fui # usato $er Vishnu". $oi ai Vishva<Deva una classe di Devata' Secondo il !ahabharata essi sonoH Vasu. SatEa. 1ratu. Da/sha. 1ala. 1a&a. Dhriti. 1uru. -ururavas e Ardrava". e $oi a 5rah&a. nel Vahni Puoco" sotto il suo no&e di -arthiva 7=?"' -oi. tenendo il +iglio in gre&bo. il $adre $rudente dovrebbe $arlare in un orecchio destro un no&e $ro$izio. uno che sia breve e che $ossa essere +acil&ente $ronunciato 7=="' Do$o aver sussurrato il no&e tre volte nell,orecchio del +iglio. egli dovrebbe in+or&are i 5rah&ana che sono $resenti. e $oi concludere la ceri&onia con Svishti/rit Oo&a e gli altri riti di conclusione 7=D"' 126

-er una +iglia non c,# Nish/ra&ana e non # necessario Vriddhi Shraddha' Il saggio deve co&$iere la ceri&onia del no&e. la so&&inistrazione del $ri&o riso e la tonsura della +iglia senza alcun !antra 7=A"' Nel Fuarto o sesto &ese do$o la nascita del +iglio la ceri&onia Nish/ra&ana Sa&s/ara deve essere eseguita 7=B"' Do$o aver eseguito i suoi co&$iti Fuotidiani. il $adre deve. do$o aver +atto il bagno. adorare Ganesha. e $oi +are il bagno e adornare suo +iglio con vestiti e gioielli. e. &ettendolo di +ronte a se stesso. $ronunciare il seguente 7=8"H !antra 5rah&a. Vishnu. Shiva. Durga. Ganesha. 5has/ara SurEa. il Sole". Indra. VaEu. 1uvera. Varuna. Agni. e 5rihas$ati Guru dei Deva". $ossano Essi essere se&$re $ro$izi $er Fuesto ba&bino. e $ossano se&$re $roteggerlo Fuando esce dalla casa 7D>"' Detto Fuesto. deve $rendere il ba&bino in braccio. e. $receduto da &usica vocale e stru&entale. e circondato dalla gioia dei suoi $arenti. $ortare il +iglio +uori casa 7D7"' Andando un $o, lontano. dovrebbe &ostrare il sole al ba&bino. con il seguente 7D@"H !antra O&. Lass% c,# l,Occhio del ;ielo". che eccelle anche Shu/ra nel suo s$lendore. che # benevolo anche $er i Deva' ;he $ossia&o vederlo $er un centinaio d0anni' ;he $ossia&o vivere cent0anni 7D9"' Do$o aver &ostrato il Sole al suo ba&bino. il $adre deve tornare a casa sua. e. do$o aver +atto un,o++erta al Sole. dare un banchetto $er i suoi $arenti 7D?"' O ShivaI nel sesto o nell0ottavo &ese il $adre o il +ratello del $adre deve dare il $ri&o riso al ba&bino 7D="' Do$o aver adorato i Deva e $uri+icando il +uoco co&e so$ra indicato. ed eseguendo debita&ente le ceri&onie +ino a Dhara Oo&a. il $adre deve +are cinFue oblazioni al Puoco. sotto il suo no&e di Shuchi. a ciascuno dei Deva seguentiH Egli deve +are un0oblazioni $ri&a ad Agni . $oi a Vasava. do$o di lui a -raMa$ati Fui Vishnu". $oi ai Vishva<deva. e $oi il 127

Fuinto Ahuti a 5rah&a 7DD<7DB"' Deve Fuindi &editare sul Annada Devi la Devi dis$ensatrice di cibo". e. do$o averle o++erto cinFue oblazioni nel Puoco. $orre il +iglio. adorno di abiti e gioielli. in gre&bo. e dargli -aEasa riso bollito nel latte con zucchero ed un $o0 di burro chiari+icato". sia nello stessa o in un,altra stanza 7D8"' Il -aEasa dovrebbe essere &esso in bocca del ba&bino cinFue volte. $ronunciando il &antra $er +are oblazioni ai cinFue so++i vitali. e do$o Fuesto un $o, di riso e currE dovrebbe essere &esso in bocca del ba&bino 7A>"' La ceri&onia deve essere $ortata a ter&ine con il suono di conchiglie e corni TurEa" e altri stru&enti &usicali. ed e++ettuando il rito es$iatorio conclusivo VEahriti Oo&a"' Oo +inito di $arlare della ceri&onia della so&&inistrazione del $ri&o riso' Vorrei ora $arlare della ceri&onia di tonsura' Tu ascolta 7A7"' Nel terzo o Fuinto anno di etG. secondo l,uso in +a&iglia. la tonsura del ragazzo dovrebbe essere eseguita $er il successo dei riti sacra&entali del ragazzo 7A@"' Il $adre saggio deve. do$o aver concluso i riti $reli&inari che $ortano a Dhara Oo&a. $orre sul lato nord del Puoco. chia&ato SatEa. un $iatto di terracotta $ieno di sterco di vacca. se&i di Tila sesa&o" e +ru&ento. anche un $o, d,acFua tie$ida e un rasoio a++ilato 7A9<7A?"' Il $adre deve &ettere il +iglio in braccio a sua &adre. la &adre seduta alla sinistra del &arito. e. do$o aver sussurrato il Varuna 5iMa Va&" dieci volte sull,acFua. deve stro+inare i ca$elli del ba&bino con acFua tie$ida' Deve Fuindi legare i ca$elli con due +ili d,erba 1usha in un nodo. $ronunciando nel +ratte&$o il !aEa 5iMa Ori&" 7A=<7AD"' -oi. $ronunciando i !aEa e La/sh&i 5iMa Ori& Sri&" tre volte. egli deve tagliare il nodo con il rasoio in acciaio e &etterlo nelle &ani della &adre del ba&bino 7AA"' La &adre del ragazzo deve $oi $ortarlo con entra&be le &ani e &etterlo nel $iatto contenente lo sterco di vacca. e il $adre deve $oi dire al barbiereH "5arbiere. $rocedi con la rasatura dei ca$elli del ragazzo. Svaha ' "-oi. guardando il barbiere. egli deve +are tre oblazioni a -raMa$ati. nel Vahni nel Puoco". sotto il suo no&e di SatEa 7AB< 7A8"' Do$o che il ragazzo # stato rasato dal barbiere Egli deve essere lavato e ornato con abiti e gioielli. e $osto vicino al +uoco a sinistra della &adre. e il $adre deve do$o l,esecuzione di Svishti<1rit Oo&a e i riti es$iatori. o++rire l,oblazione co&$leta 7B><7B7"' -oi. $ronunciando il seguenteH

128

!antra Ori&. O 5a&binoI $ossa l0onni$resente ;reatore dell,Jniverso concederti il benessere. egli deve +orare le orecchie del ragazzo con aghi d,oro o d,argento 7B@"' Deve Fuindi s$ruzzare il ba&bino con l,acFua. $ronunciando il !antra O AcFuaI tu sei il -ranava O&". e tu concedi tutta la +elicitG' Dacci Fuindi cibo in Fuesto &ondo. e $er&ettici anche di vedere il Su$re&o -ara<5rah&an" nel $rossi&o' AcFuaI tu non sei diversa dal -ranava' Pa, che $ossia&o godere in Fuesto &ondo della tua essenza $i% bene+ica' l tuoi desideri si soddis+ano s$ontanea&ente co&e Fuelli delle &adri' AcFuaI tu sei la +or&a stessa del -ranava' Noi godia&o $iena&ente della tua essenza Rasa # l0essenza dell0acFua che $orta soddis+azione" che sazia Fuesto Jniverso"' -ossa tu $ortarci soddis+azioneQ e. do$o aver eseguito Shanti 1ar&a rito che $roduce $ace e tranFuillitG e allontana il &aligno" e altri riti. e +acendo regali. $ortare la ceri&onia al ter&ine 7B9"' I riti sacra&entali da Garbhadhana a ;huda/arana sono co&uni a tutte le caste' !a $er Shudra e Sa&anEa devono essere eseguiti senza !antra 7B?"' Nel caso della nascita di una +iglia tutte le caste devono svolgere i riti senza &antra' Nel caso di una +iglia non c,# Nish/ra&ana 7B="' -asso ora a $arlare della ceri&onia del Pilo Sacro J$avita</riEa. J$anaEana" $er le classi dei nati due volte. con cui essi diventano Fuali+icati $er l,esecuzione di riti relativi ai Deva ed ai -itri 7BD"' Nell0ottavo anno dal conce$i&ento. o nell,ottavo anno do$o la nascita. il ba&bino deve essere investito con il Pilo Sacro' Do$o il sedicesi&o anno il +iglio non dovrebbe essere investito. e uno cos3 investito # sFuali+icato $er tutti i riti 7BA"' 129

Il $adre saggio. do$o aver ter&inato i suoi doveri Fuotidiani. deve adorare i cinFue Deva. co&e anche le !atri/a. Gauri. e le altre. e +are il Vasudhara vedi verso 87" 7BB"' Deve $oi svolgere Vriddhi Shraddha $er la soddis+azione dei Deva e -itri. ed eseguire i riti. +inendo con Dhara Oo&a. co&e indicato nello svolgi&ento del 1ushandi/a 7B8"' Al ragazzo deve essere dato un $o0 da &angiare. $oi deve essere rasata la testa. ad eccezione della Si/ha il ciu++o di ca$elli in ci&a alla testa". e $oi deve essere ben lavato e rivestito con abiti di seta e gioielli 78>"' Il ragazzo deve Fuindi essere $ortato al ;hhaEa<&anda$a uno s$azio $ulito con una tenda da sole su di esso". vicino al Puoco Fui con il no&e di Sa&udbhava. e +atto sedere su un $osto $ulito a sinistra del $adre o del Guru" 787"' Il Guru deve direH "Piglio &io. vuoi adottare il 5rah&a<charEaR" la vita dello studente casto" Il disce$olo deve dire ris$ettosa&enteH "Voglio adottarlo" 78@"' Il -recettore deve $oi con una &ente allegra dare due $ezzi di sto++a 1ashaEa tessuto in cotone colorato di rosso &attone o arancione co&e indossato dai SannEasi' Jn $ezzo # $er il Dhoti o $erizo&a ed uno $er il ;hadar o scialle" $er la lunga vita e la +orza d,ani&o del &ite ragazzo 789"' -oi. Fuando il ragazzo ha &esso il 1ashaEa. egli deve. senza $arlare. dargli una cintura +atta con tre stringhe di erba !unMa o erba 1usha l0erba !unMa # usata $er +are le corde" 78?"' Su si essa il ragazzo deve direH "Ori&. $ossa Fuesta cintura rivelarsi di buon aus$icio". e. dicendo Fuesto. &etterla intorno alla vita e sedere in silenzio davanti al Guru 78="' !antra Kuesto +ilo sacri+icale # &olto sacroQ 5rihas$ati stesso lo indossava' Indossa Fuesto eccellente +ilo bianco sacri+icale che contribuisce a $rolungare la vita' -ossa essere $er te +onte di +orza e coraggio 78D"' ;on Fuesto !antra al ragazzo deve essere dato un Pilo Sacro +atto con la $elle del cervo nero. co&e anche un bastone +atto di ba&b% Danda". o +atto con un ra&o di 1hadira. -alasha. o 1shira 78A"' Kuando il ragazzo ha &esso il Pilo Sacro intorno al collo e tiene il bastone in &ano. il Guru deve recitare tre volte il

130

!antra O AcFuaI tu sei il -ranava O&". e tu concedi tutta la +elicitG' Dacci Fuindi cibo in Fuesto &ondo. e $er&ettici anche di vedere il Su$re&o -ara<5rah&an" nel $rossi&o' AcFuaI tu non sei diversa dal -ranava' Pa, che $ossia&o godere in Fuesto &ondo della tua essenza $i% bene+ica' l tuoi desideri si soddis+ano s$ontanea&ente co&e Fuelli delle &adri' AcFuaI tu sei la +or&a stessa del -ranava' Noi godia&o $iena&ente della tua essenza Rasa # l0essenza dell0acFua che $orta soddis+azione" che sazia Fuesto Jniverso"' -ossa tu $ortarci soddis+azioneQ $receduto e seguito da Ori&. e dovrebbe s$ruzzare il ragazzo con l,acFua $resa con erba 1usha. e rie&$ire le $al&e unite di Fuest,ulti&o con l,acFua 78B"' Do$o che il ragazzo ha o++erto l,acFua a SurEa. il Guru dovrebbe &ostrare al ragazzo il Sole. e recitare il !antra O&. Lass% c,# l,Occhio del ;ielo". che eccelle anche Shu/ra nel suo s$lendore. che # benevolo anche $er i Deva' ;he $ossia&o vederlo $er un centinaio d0anni' ;he $ossia&o vivere cent0anni 788"' Do$o che il ragazzo ha visto il Sole. il Guru deve rivolgersi a lui co&e segueH "Piglio &io $oni la tua &ente sulle &ie osservanze' Io concedo a te la &ia dis$osizione' Segui le osservanze con &ente indivisa' -ossa la &ia $arola contribuire al tuo benessere" @>>"' Do$o aver detto Fuesto. il Guru. toccando il cuore del ragazzo. deve chiedereH "Piglio &ioI Kual # il tuo no&eR" e il ragazzo dovrebbe ris$ondereH "''' Shar&a. &i inchino a te" Io sono <no&e del ragazzo< Shar&a' Kuando ad un brah&ana ortodosso viene chiesto il suo no&e egli dovrebbe ris$ondere con il suo no&e seguito da Shar&a' -er gli 1shatriEa seguito da Var&a' -er i VaisEa seguito da 5huti o Gu$ta' -er i Sudra da Dasa" @>7"' E alla do&anda del Guru. ";he 5rah&a<;hari seiR" il disce$olo riverenza ris$ostaH "Io sono il tuo il 5rah&a<;hari" @>@"' Il Guru deve allora direH "Tu sei il il 5rah&a<;hari di Indra. e il Puoco # il tuo Guru"' Dicendo Fuesto. il buon guru dovrebbe consegnare a lui la $rotezione dei Deva @>9"' "Piglio &io. 131

ti do a -raMa$ati Fui inteso co&e il ;reatore". a Savitri. a Varuna. a -rithivi. ai Vishva<deva. ed a tutti i Deva' -ossano tutti se&$re $roteggerti " @>?"' Il ragazzo deve $oi +are il giro del +uoco sacri+icale e del $recettore. &antenendo entra&bi alla sua destra. e $oi ri$rendere il suo $osto a sedere @>="' O A&ataI Il Guru deve $oi. con il suo disce$olo che lo tocca. o++rire cinFue oblazioni ai ;inFue Deva @>D". cio# -raMa$ati. Indra. Vishnu. 5rah&a e Shiva @>A"' Kuando le oblazioni sono o++erte nel Puoco. sotto il suo no&e di Sa&ud<bhava. i no&i di ognuno dei Deva devono essere $ronunciati al dativo. $receduti da Ori& e seguiti da Svaha' Kuesto &etodo # da seguire co&unFue anche dove non si devono dire !antra @>B"' Do$o Fuesto. deve essere o++erta un,oblazione a Durga. !ahala/sh&i. Sundari. 5huvaneshvari. Indra. e agli altri nove Di/$ala che sono Agni. 2a&a. Nairrita. Varuna. VaEu. 1ubera. Ishana. 5rah&a. Vishnu". e a 5has/ara SurEa. il Sole" e agli altri otto $ianeti @>8"' Il no&e di ciascuno di Fuesti deve essere &enzionato &entre si +a l,o++erta di oblazioni' Il saggio Guru deve Fuindi co$rire il ragazzo con un $anno. e chiedere a lui. che # desideroso di raggiungere il 5rah&a<charEaH "Kual # l0ashra&a a cui as$iri. +iglio &io e Fual0# il desiderio del tuo cuoreR" @7>"' Il disce$olo deve allora tenere i $iedi del -recettore. e. con una &ente riverente. direH ^-ri&a istruisci&i nella ;onoscenza Divina. e $oi in Fuella del ca$o+a&iglia_ @77"' O ShivaI Fuando il disce$olo in Fuesto &odo ha cos3 i&$lorato il suo Guru. Fuest,ulti&o deve sussurrare nell0orecchio destro del disce$olo tre volte il -ranava O&". che contiene tutti i &antra in s4. e dovrebbe anche $ronunciare i tre VEahriti 5huh 5huvah Svah". co&e anche il Savitri il GaEatri !antra" @7@"' Sadashiva # il suo Rishi. la &etrica # Trishtu$ una +or&a di &etrica". la Deva che $resiede # Savitri. e il suo oggetto # il raggiungi&ento della liberazione +inale @79"' Il GaEatri !antra #H !antra O&. &editia&o sul &eraviglioso S$irito del Divino ;reatore' -ossa Egli dirigere la nostra co&$rensione. O&' O& 5huh 5huvah Svah Tat savitur varenEa& bhargo devasEa dhi&ahi DhiEo Eo nah $rachodaEat O&" Il Guru dovrebbe $oi s$iegare il signi+icato del GaEatri @7?<@7="' ;on il Tara O&". che contiene le lettere A. J. e !. si intende il -aresh il -ara&at&a 132

considerato co&e -ara& -urusha in relazione a -ra/riti"' ;olui che # il Distruttore. -rotettore. e ;reatore' Egli # il Deva che # so$ra -ra/riti @7D"' Kuesto Deva # lo S$irito dei tre &ondi 5huh 5huvah Svah". che contiene in s4 le tre FualitG i GunaH Sattva RaMas Ta&as"' Dai tre VEahriti 5huh 5huvah Svah". Fuindi. l,onni$ervadente 5rah&an # es$resso @7A"' ;olui che # es$resso dal -ranava e dai VEahriti # conosciuto anche con il Savitri il GaEatri !antra"' !editia&o sulla subli&e. onni$ervadente VeritG eterna. la grande energia i&&anente e lucente. adorata da colui che ha l,autocontrolloQ !editia&o su Savita. s$lendente e onni$resente. la cui +or&a &ani+esta # il &ondo. il ;reatore' -ossa 5harga nonostante Savita e 5harga $ossano se&brare distinti in realtG sono Jno". testi&one di tutto e Signore di tutti. guidare e i&$egnare la nostra &ente. l,intelligenza e i sensi verso gli atti che $ortano al raggiungi&ento del Dhar&a. Artha. 1a&a e !o/sha la retta condotta. la ricchezza. la realizzazione dei desideri e la liberazione" @7B<@@>"' Oh DeviI l0eccellente Guru. avendo cos3 istruito il disce$olo. e s$iegatogli la Saggezza divina. deve avviarlo ai doveri di un ca$o+a&iglia @@7"' "Piglio &ioI ora getta le vesti di un 5rah&a<;hari studente". e onora i Deva e i -itri in base al &odo rivelato da Sha&bhu @@@"' Il tuo cor$o # santi+icato dalle istruzioni che hai ricevuto nella Saggezza Divina' Tu. ora che hai raggiunto lo stadio di un ca$o+a&iglia. devi i&$egnarti ai co&$iti adatti a Fuesto stile di vita Ashra&a" @@9"' Indossa due +ili sacri. due $ezzi di sto++a buona. gioielli. scar$e. o&brello. una +ragrante ghirlanda e $asta $ro+u&ata" @@?"' Il disce$olo deve $oi togliersi i $anni 1ashaEa tessuto in cotone colorato di rosso &attone o arancione co&e indossato dai SannEasi' Jn $ezzo # $er il Dhoti o $erizo&a ed uno $er il ;hadar o scialle". il suo Pilo Sacro +atto con la $elle del cervo nero e la sua cintura. e consegnarli al suo Guru insie&e al suo bastone Danda". alla ciotola $er l0ele&osina. ed anche a ciL che # stato ricevuto da lui in ele&osina' -oi deve indossare due +ili sacri. due tessuti $regiati ed una ghirlanda di +iori $ro+u&ati e $ro+u&are se stesso. e $oi sedersi in silenzio vicino al Guru. che deve rivolgersi a lui co&e segue @@=<@@A"H ";onFuista i sensi. sii sincero e devoto all,acFuisizione della conoscenza divina e allo studio dei Veda. e svolgi le +unzioni di un ca$o+a&iglia secondo le regole $rescritte nel Dhar&a Shastra le scritture &orali e legali"" @@B"'

133

Avendo cos3 istruito il disce$olo. il Guru deve +argli o++rire tre oblazioni nel Puoco sotto il no&e di Sa&udbhava con il !antra Ori&. Terra. Pir&a&ento e -aradiso. O&' Ori& 5huh 5huvah Svah O&" Egli deve $oi eseguire Svishti<1rit Oo&a vedi verso ?B e seguenti". e $oi. O GentileI deve $ortare a ter&ine la ceri&onia di investitura o++rendo l,Oblazione ;o&$leta -urnahuti" @@8<@9>"' A&ataI tutte le ceri&onie. dalle ceri&onie )ivase/a a J$ana<2ana vedi verso ?" vengono eseguite solo dal $adre' La ceri&onia che riguarda il &atri&onio $uL essere e++ettuata sia dal $adre che dallo s$oso stesso @97"' L,uo&o $io il giorno del &atri&onio deve svolgere le sue abluzioni e +inire i suoi doveri Fuotidiani. e deve $oi adorare i cinFue Deva e le !adri Divine. Gauri e le altre. e +acendo Vasu<dhara vedi verso 8@" +are Vriddhi Shraddha vedi verso 778" @9@"' Di notte il $ro&esso s$oso. $receduto da &usica vocale e stru&entale. deve essere $ortato al ;hhaEa<&anda$a uno s$azio $ulito con una tenda da sole su di esso" e seduto su un $osto eccellente @99"' Lo s$oso deve sedere rivolto verso Oriente. e il datore della s$osa deve essere rivolto verso Occidente. e il secondo. do$o aver sciacFuato la bocca deve. con l,assistenza dei 5rah&ana. $ronunciare le $arole "Svasti" e "Riddhi" $ossa essere ben +atto" @9?"' Il datore della s$osa do$o deve chiedere il benessere dello s$oso. e chiedere anche il $er&esso di onorarlo. e do$o aver ricevuto la sua ris$osta deve onorarlo con l,o++erta di acFua $er i suoi $iedi e si&ili @9=". e dicendoH "Io do Fuesto a voi". deve dare allo s$oso i doni' L,acFua deve essere data ai $iedi e l,oblazione alla testa @9D"' Oggetti $er il risciacFuo della bocca devono essere o++erti alla bocca. e $oi $ro+u&i. ghirlande. due $ezzi di sto++a buona. s$lendidi orna&enti e ge&&e. e un +ilo sacro deve essere dato allo s$oso @9A". il datore della s$osa dovrebbe +are del &adhu<$ar/a &escolando insie&e Eogurt. burro chiari+icato. e &iele in una co$$a di bronzo e &etterla nella &ano dello s$oso con le $aroleH "La do a te" @9B"' Lo s$oso. do$o averla $resa. deve &ettere la co$$a nella &ano sinistra. e. i&&ergendo il $ollice e l,anulare della &ano destra nella &adhu<$ar/a. deve odorarla cinFue volte. recitando nel +ratte&$o il !antra -ranahuti -ranaEa Svaha. A$ranaEa Svaha. Sa&anaEa Svaha. JdanaEa 134

Svaha. VEanaEa Svaha". e Fuindi $orre la co$$a sul suo nord' Do$o aver o++erto il &adhu<$ar/a. allo s$oso dovrebbe essere $er&esso di sciacFuarsi la bocca @98<@?>"' Il datore della +iglia deve Fuindi. tenendo Durva e A/shata l0erba Durva e riso essiccato al sole". toccare il ginocchio destro dello s$oso con la &ano. e $oi. &editando $ri&a su Vishnu e dicendo "Tat Sat" Tat # il &antra indicativo del -ara<5rah&a. Sat # il &antra indicativo di -urna<5rah&a". egli deve indicare il no&e del &ese. il -a/sha il &ese lunare # diviso in due -a/shaH Su/la che signi+ica bianco o luceQ 1rishna che signi+ica nero o scuro". e Tithi giorni lunari". e $oi i no&i dei Gotra discendenti. +a&iliari" e -ravara lignaggio del guru" dello s$oso e dei suoi antenati. uno $er uno. co&inciando dal bisnonno e ter&inando con il $adre' Il no&e dello s$oso deve essere nel caso oggettivo. ed i no&i degli altri nel caso $ossessivo' Kuindi seguire il no&e della s$osa ed i no&i dei suoi antenati. i loro Gotra. ecc' e deve $oi direH "Io ti onoro con lo sco$o di darla a te nel &atri&onio 5rah&a" @?7<@??"' Lo s$oso deve $oi direH "Sono onorato"' Il datore della s$osa su Fuesto deve direH "Esegui i riti del &atri&onio ordinato". e lo s$oso deve $oi direH "lo +accio al &eglio delle &ie conoscenze" @?="' La s$osa. adorna di bei vestiti e gioielli. e co$erta con un altro $ezzo di sto++a. deve $oi essere $ortata e &essa di +ronte allo s$oso @?D"' Il datore della s$osa deve ancora una volta &ostrare il suo ris$etto allo s$oso regalandogli vestiti e orna&enti. e unire la &ano destra dello s$oso con Fuella della s$osa @?A"' Egli deve $orre nelle loro &ani giunte cinFue ge&&e o un +rutto e una +oglia di -an. e. do$o aver salutato la s$osa. deve consegnarla alle sue &ani @?B"' Al &o&ento di consegnare la s$osa il datore della s$osa deve. co&e $ri&a. &enzionare il suo no&e due volte nel caso no&inativo. e deve dichiarare il suo desiderio 1a&a". e deve anche citare i no&i dei tre antenati dello s$oso. con i loro Gotra. tutti nel caso $ossessivo. co&e $ri&a' Egli deve $oi indicare il no&e dello s$oso al singolare dativo. e $oi i no&i dei tre $adri della s$osa. con i loro Gotra. ecc'. nel caso $ossessivo' Al &o&ento di &enzionare il no&e della s$osa al singolare oggettivo si deve dire do$o Fuello. "L,onorata. ornata. vestita. e -raMa$ati<devata/a colei che a$$artiene a -raMa$ati il Signore della $rocreazione"". e dicendoH "io do a te". deve cedere la s$osa' Lo s$oso deve. dicendo "Svasti." essere daccordo di $renderla co&e sua &oglie @?8<@=7"' Il datore della s$osa deve $oi direH "Nel 135

Dhar&a nella retta condotta. nelle osservanze religiose". in Artha nella ricchezza. negli a++ari &ondani". in 1a&a nella realizzazione dei desideri. nei $iaceri". tu devi essere con tua &oglie." e lo s$oso deve ris$ondere. dicendoH ";os3 sarG" e $oi recitare le lodi di 1a&a @=@"' !antra ( 1a&a Dio dell0A&ore" che dG e 1a&a che accetta' ( 1a&a che ha $reso la 1a&ini la donna" $er la soddis+azione di 1a&a' S$into da 1a&a. io ti $rendo' -ossano entra&bi i nostri 1a&a essere soddis+atti @=9"' Il $adre della s$osa $oi. rivolgendosi al genero e alla +iglia. deve direH "-ossano. $er la grazia di -raMa$ati. essere co&$iuti i desideri di tutti e due' -ossiate voi due andare bene' Eseguite insie&e le osservanze religiose" @=?"' Allora sia la s$osa che lo s$oso. con l,acco&$agna&ento di &usica e so++io di conchiglie. devono essere co$erti con il tessuto. in &odo che essi $ossano avere l,un l,altro il loro $ri&o sguardo di buon aus$icio @=="' -oi oro e gioielli. in base ai &ezzi del $adre o del datore" della s$osa. deve essere o++erto al genero co&e regali' Il datore della s$osa deve $oi $ensare tra s4 che la ceri&onia # stato +atta senza errori @=D"' Lo s$oso. la sera stessa o il giorno successivo. deve istituire il +uoco. secondo le regole di 1ushandi/a vedi verso A>" @=A"' Il +uoco che # +atto in Fuesto 1ushandi/a si chia&a 2oMa/a ;olui che unisce". e il ;haru latte e riso" che viene cotto si chia&a -raMa$atEa relativo a -raMa$ati il Signore della $rocreazione"' Do$o aver eseguito Dhara Oo&a nel +uoco. lo s$oso deve o++rire cinFue oblazioni @=B"' L,oblazione deve. do$o la &editazione su Shiva. Durga. 5rah&a. Vishnu e il -ortatore del Tuono VraMadhari cio# Indra". essere +atta ad essi uno do$o l,altro singolar&ente nel +uoco santi+icato @=8"' -rendendo entra&be le &ani della &oglie. il &arito deve direH "-rendo le tue &ani' O +ortunataI ;he tu sia devota al Guru e ai Devata. ed esegui o$$ortuna&ente le tue +accende do&estiche secondo i $recetti religiosi" @D>"' La &oglie $oi. con ghee dato dal &arito. e riso +ritto dato da suo +ratello. deve +are Fuattro oblazioni in no&e di -raMa$ati @D7"' Il &arito deve $oi alzarsi dal suo $osto con la &oglie e +are il giro del Puoco con lei e o++rire oblazioni a Durga e Shiva. Ra&a e Vishnu. 5rah&i e 5rah&a. tre volte $er ogni co$$ia @D@"' 136

-oi. senza recitare alcun &antra. la s$osa deve cal$estare una $ietra e. lG in $iedi. la s$osa deve +are sette $assi' Se la ceri&onia 1ushandi/a viene eseguita di notte. la s$osa e lo s$oso. circondato dalle signore $resenti. deve conte&$lare le stelle Dhruva e Arundhati Lo s$oso &ostra alla s$osa la stella Arundhati e Dhruva. la stella $olare' Arundhati. la &oglie del !aharishi Vashishta ese&$li+ica la &oglie ideale. l,incarnazione della caritG' Dhruva ha raggiunto l,i&&ortalitG attraverso la risoluta dedizione e $erseveranza' Kuesto si&boleggia le virt% da i&itare $er tutta la vita coniugale" @D9"' Tornando ai loro $osti e sedere. lo s$oso deve $ortare la ceri&onia al ter&ine eseguendo Svishti<1rit Oo&a e o++rire oblazioni co&$lete @D?"' Il &atri&onio 5rah&a. secondo il 1ula<Dhar&a. $er essere $er+etto. dovrebbe avvenire con una ragazza della stessa casta del &arito. &a lei non deve essere della stessa Gotra +a&iglia". n4 lei deve essere una Sa$inda ter&ine usato nel contesto di &atri&oni tra cugini" @D="' La &oglie s$osata secondo il rito 5rah&a # la $adrona di casa. e senza il suo $er&esso un,altra &oglie non deve essere s$osata in base a tali riti @DD"' O 1uleshvariI se i +igli della &oglie 5rah&a o Fualsiasi dei suoi discendenti sono in vita. allora i +igli della &oglie Shaiva vedi ca$' B verso 7AB" non erediteranno @DA"' O -ara&eshvariI la &oglie Shaiva ed i suoi +igli hanno diritto a cibo e vestiti dall0ereditG del &arito Shaiva in $ro$orzione alla $ro$rietG di Fuest,ulti&o @DB"' Il &atri&onio Shaiva co&e accennato nel ca$' B verso 7AB' I versi che seguono ne s$iegano le regole" celebrato all0interno del ;ha/ra il cerchio di adorazione" # di due ti$i' Jn ti$o ter&ina con il ;ha/ra e l,altro dura tutta la vita @D8"' Al &o&ento della +or&azione del ;ha/ra il Vira eroe". circondato dai suoi a&ici. $arenti e co&$agni di +edeli. deve. con una &ente ben controllata. di co&une accordo. e++ettuare la ceri&onia del &atri&onio @A>"' Deve $ri&a di tutto $resentare i loro desideri. dicendo alle 5hairavi le donne che $arteci$ano alla ceri&onia" ed ai Vira l3 riuniti. "A$$rovate il nostro &atri&onio secondo la +or&a Shaiva" @A7"' Il Vira. do$o aver ottenuto il loro $er&esso. deve inchinarsi alla Su$re&a 1ali/a. ri$etendo il &antra di sette lettere 1ali/a !antra" -ar&eshvari Svaha" 7>B volte @A@"' O Shiva Devi"I egli deve $oi dire alla donnaH "&i a&i tu co&e tuo &arito con cuore candidoR" @A9"'

137

O Regina dei DevaI la donna 1aula deve onorare il suo a&ato con $ro+u&i. +iori e riso colorato. e con un cuore +edele $orre le $ro$rie &ani sulle sue @A?"' Il Signore del ;ha/ra deve $oi s$ruzzarli con l0acFua sacra" con il seguente !antra e il 1aula. seduto nel ;ha/ra. deve a$$rovare e direH "( bene" Svasti" @A=" !antra -ossano RaMa<raMeshvari. 1ali. Tarini. 5huvaneshvari. 5agala. 1a&ala. NitEa. 5hairavi. se&$re $roteggere entra&bi @AD"' Il Signore del ;ha/ra dovrebbe s$ruzzarli dodici volte con vino o acFua dell0oblazione. recitando il &antra di cui so$ra' I due devono $oi inchinarsi a lui. e su Fuella che deve +ar loro ascoltare il 5iMa di Vagbhava e Ra&a @AA"' Non ci sono restrizioni di casta o di etG nel &atri&onio Shaiva' Dal co&ando di Sha&bhu. ogni donna che non # una Sa$inda ter&ine usato nel contesto di &atri&oni tra cugini". e non ha giG un &arito. $uL essere s$osata @AB"' La &oglie s$osata nella +or&a Shaiva con le regole del ;ha/ra deve. nel caso del Vira che desidera $role. essere svincolata dal &atri&onio con lo sciogli&ento del ;ha/ra solo do$o la co&$arsa del suo ciclo &estruale' I discendenti del &atri&onio Shaiva sono della stessa casta della &adre se # un &atri&onio Anulo&a. e della casta Sa&anEa la Fuinta casta o casta &ista' Sa&anEa letteral&ente signi+ica ordinario generico" se il &atri&onio # Vilo&a Anulo&a # Fuando l0uo&o # della stessa casta o su$eriore ris$etto alla donnaQ Vilo&a # Fuando l0uo&o # di casta in+eriore ris$etto alla donna" @A8<@B7"' Kueste caste &iste. al &o&ento dello shraddha dei loro $adri Rituale ind% eseguito $er gli antenati. in $articolare $er i genitori &orti" e delle altre ceri&onie. devono +are regali di co&&estibili. e +esteggiare solo con i 1aula @B@"' !angiare e l,unione sessuale. Oh DeviI sono desiderati e naturali $er gli uo&ini. e il loro uso # regolato $er il loro bene nelle ordinanze di Shiva @B9"' -erciL. O !ahe<ShaniI chi segue le ordinanze di Shiva indubbia&ente acFuisisce Dhar&a. Artha. 1a&a e !o/sha la retta condotta. la ricchezza. la realizzazione dei desideri e la liberazione" @B?"' Pine del Nono Gioioso !essaggio. dal titolo "I dieci ti$i di Riti -uri+icatori Sa&s/ara""' 138

Capitolo F
Riti relativi al Vriddhi Shraddha. Riti Punebri e -urnabhishe/a
Shri Devi disseH Ora ho i&$arato da Te. O SignoreI delle ordinanze relative al 1ushandi/a ed i dieci Sa&s/ara i dieci sacra&enti o ceri&onie di $uri+icazione degli hindu"' Ora. O DevaI rivela&i le ordinanze relative al Vriddhi Shraddha 7"' O Shan/araI di&&i in dettaglio. sia $er il &io $iacere e il bene+icio di tutti gli esseri. in Fuale delle ceri&onie sacra&entali Sa&s/ara" e dedicatorie o++erte co&&e&orative ai -itri +atte in tutte le occasioni $ro$izie" 1ushandi/a vedi ca$itolo $recedente. verso A>" e Vriddhi Shraddha -ratishtha" devono essere. o non essere. eseguiti' Di&&i Fuesto. O !aheshana @<9"' Shri Sadashiva disseH O GentileI Oo giG $arlato in dettaglio di tutto ciL che dovrebbe essere +atto nei dieci Sa&s/ara a $artire dal )iva<Se/a e ter&inando con il &atri&onio ?". e di tutto ciL che deve essere eseguito dagli uo&ini saggi che desiderano il benessere di tutti' O 5eataI Voglio $arlare di ciL che deve essere +atto in altri riti' Tu ascolta ="' !ia DilettaI nella consacrazione di vasche. $ozzi e stagni. devono essere adorate le i&&agini dei Devata. delle case e dei giardini. e nel Vrata devono essere adorati i cinFue Deva e le !adri celesti' Deve essere +atto Vasu<dhara e devono essere eseguiti Vriddhi Shraddha e 1ushandi/a D<A "' Nelle ceri&onie eseguite da donne sole non c,# Shraddha Vriddhi. &a in sostituzione di esso" deve essere +atta un0o++erta di co&&estibili $er la soddis+azione dei Devata ed dei -itri B"' O ;olei dal viso di LotoI in tali ceri&onie il culto del Deva. Vasu<dhara. e 1ushandi/a devono essere devota&ente eseguiti dalle donne attraverso l,aiuto dei sacerdoti 8"' Se un uo&o non $uL co&$iere un rito da se. allora suo +iglio. il +iglio del +iglio. il +iglio della +iglia. i $arenti si&ili. il +iglio della sorella. il genero o il sacerdote. sono. O ShivaI i &igliori sostituti 7>"' O 1ali/aI ora $arlerL in &odo dettagliato del Vriddhi Shraddha' Tu ascolta 77"'

139

Do$o aver eseguito i doveri Fuotidiani. un uo&o deve con &ente assorta adorare Ganga. Vishnu il Signore del sacri+icio Vishnu 2aMNeshvara". la DivinitG della +attoria 5hu$ati co&e Signore del terreno". e il Re 7@". e interior&ente recitando il -ranava. deve +are nove. sette. cinFue. o tre 5rah&ana +atti di erba Darbha erba 1usha" 79"' I 5rah&ana devono essere +atti con l,estre&itG dell,erba che non hanno nodi. ruotando le estre&itG dei +ili d,erba da destra a sinistra due volte e &ezzo 7?"' Nel Vriddhi Shraddha e nel -arvana Shraddha ci devono essere sei 5rah&ana. &a. O ShivaI nell0E/oddishta Shraddha ce ne deve essere solo uno 7="' Il saggio deve &ettere i 5rah&ana +atti di erba 1usha tutti in un unico ricettacolo. con i volti a nord. e +argli il bagno con il seguente 7D" Mantra -ossa la DivinitG dell0acFua. che # co&e il !aEa 5iMa Ori&". essere $ro$izia $er il raggiungi&ento del nostro desiderio' -ossa essere $ro$izia in ciL che bevia&o' -ossa Essa essere $ro$izia $er il nostro bene 7A"' -oi. con $ro+u&i e +iori. devono essere adorati i 5rah&ana +atti con l0erba 1usha 7B"' Il saggio dovrebbe allora $orre a ovest e a sud sei vasi in co$$ia con erba 1usha. se&i di sesa&o. e Tulasi ocimum sanctum < il basilico sacro a Vishnu" 78"' Sui due vasi $osti a ovest due 5rah&ana devono essere seduti rivolti verso est. e sui Fuattro $osti a sud i Fuattro 5rah&ana devono essere seduti rivolti verso nord @>"' Le divinitG devono essere i&&aginate co&e essere nei due 5rah&ana +atti con l0erba 1usha seduti a ovest e gli antenati $aterni nei due seduti a sinistra di Fuelli del sud e gli antenati &aterni sulla destra' Sa$$i Fuesto. O -arvati @7"' In AbhEudaEi/a Shraddha chia&ato anche Nandi&u/ha Shraddha # un rito eseguito in tutte le occasioni gioiose co&e i &atri&oni' La $arola AbhEudaEi/a signi+ica $ros$eritG. +elicitG' La $arola Nandi&u/ha signi+ica il $reludio di ogni rito $ro$izio' In Fuesto rito il no&e di ogni antenato # $receduto dalla $arola Nandi&u/ha se # un &aschio o Nandi&u/hi se +e&&ina" i $adri Nandi&u/ha e le &adri Nandi&u/hi. co&e anche gli Antenati &aterni nella linea &aschile e nella linea +e&&inile. devono essere citati $er no&e' -ri&a di Fuesto. $erL. si deve girare alla $ro$ria destra e guardare a nord. e do$o l,esecuzione delle ceri&onie richieste $er l,adorazione dei Deva egli deve girare alla sua sinistra e guardare a sud e co&$iere i riti necessari $er l,o++erta dei -inda dolci +unebri" @@<@9"'

140

In Fuesto AbhEudaEi/a Shraddha. o ShivaI tutti i riti devono essere eseguiti nel loro ordine. co&inciando con i riti relativi ai Deva. e se c,# Fualche errore lo Shraddha +allisce nel suo sco$o @?"' La $arole di su$$lica indirizzate al Deva vanno dette. guardando verso nord. e Fuando le stesse sono indirizzate agli Antenati $aterni o &aterni vanno dette. guardando verso sud' Ed ora. o Tu dal Sorriso $uroI es$orrL $ri&a le $arole di su$$lica che devono essere indirizzate ai Deva @="' Do$o aver &enzionato il no&e del &ese. il -a/sha il &ese lunare # diviso in due -a/shaH Su/la che signi+ica bianco o luceQ 1rishna che signi+ica nero o scuro". il Tithi giorno lunare" e l,occasione. l,adoratore eccellente deve dire "$er il risultato $ros$ero della ceri&onia"' -oi si deve ri$etere i no&i e Gotra lignaggio" dei tre $adri e delle tre &adri. e dei tre nonni &aterni e delle tre nonne &aterne. nel caso $ossessivo. e lui deve $oi direH "Io sto eseguendo lo Shraddha dei Vishva<Deva ra$$resentati con l,i&&agine dei due 5rah&ana +atti di erba 1usha"' Kueste. O Grande DeviI sono le $arole di su$$lica " @D< @8"' O -arvatiI Fuando AnuMna<Va/Ea la su$$lica" # sia $er gli Antenati $aterni che &aterni. le stesse $arole. con le necessarie &odi+iche. devono essere dette $er gli antenati $aterni e &aterni. e i Vishva<Deva lasciati +uori 9>"' Allora. o ShivaI il devoto deve recitare il 5rah&a<VidEa GaEatri vedi ;a$' 9 versi 7>8< 777" dieci volte 97"' -oi deve dire Fuanto segue Mantra Saluto le DivinitG. i -adri cio# i -adri e le !adri". i grandi 2ogi. saluto -ushti Devi" e Svaha consorte di Agni. il Dio del Puoco"Q -ossia&o noi avere tali occasioni di buon aus$icio $i% e $i% volte' L,adoratore eccellente. avendo ri$etuto il &antra $recedente tre volte. e tenendo l,acFua in &ano. deve lavare gli oggetti dello Shraddha con il Mantra Va&. Ou&. -hat 9@<99"' O Signora dei 1ulaI un vaso deve $oi essere $osto nell,angolo di Agni sud<est"' -oi $ronunciare il

141

Mantra O AcFuaI Tu sei il nettare che uccidi i de&oni. $roteggi Fuesto &io sacri+icio' AcFua con +oglie di Tulasi il basilico sacro a Vishnu" e orzo devono essere &esse dentro al vaso. e il saggio. do$o aver $ri&a o++erto l0acFua ai Deva e $oi ai Vi$ra i 5rah&ana +atti con l0erba 1usha". deve dare loro delle sedi di erba 1usha 9?<9="' I sa$ienti. o ShivaI devono $oi invocare i Vishva<Deva. i $adri. le &adri. i nonni &aterni. e le nonne &aterne 9D"' Do$o averli cos3 invocati. i Vishva< Deva devono essere adorati $ri&a. e $oi devono essere adorati i tre $adri. le tre &adri. i tre nonni &aterni. e le tre nonne &aterne. con o++erte di -adEa acFua $er i $iedi". ArghEa o++erte". Acha&aniEa sorseggia&ento d,acFua $er la $ulizia della bocca". incenso. luci . tessuti' -oi. O 5eataI deve essere chiesto il $er&esso $er la stesura delle +oglie. in $ri&o luogo dei Deva 9A<9B"' -oi un Fuadrilatero !andala" deve essere disegnato $ronunciando il !aEa 5iMa Ori&". e $oi due +igure ciascuno devono essere disegnate in &odo si&ile $er i lati $aterno e &aterno 98"' Do$o che Fuesti sono stati s$ruzzati con il Varuna 5iMa Va&". le +oglie devono essere stese sulle +igure' Le +oglie devono essere s$ruzzate con il Varuna 5iMa. e $oi acFua $otabile e diversi ti$i di co&&estibili e riso devono essere distribuiti nel loro ordine ?>"' Do$o aver dato &iele e chicchi d,orzo e s$ruzzando con l,acFua le o++erte. acco&$agnato dal Mantra Ora&. Oru&. -hat. il devoto che $ossiede la conoscenza della VeritG deve dedicare i co&&estibili ai no&i dei Vishva<Deva. dei $adri. &adri. nonni &aterni e nonne &aterne. e successiva&ente ri$etere il GaEatri dieci volte e tre volte ri$etere il Mantra Saluto le DivinitG. i -adri cio# i -adri e le !adri". i grandi 2ogi. saluto -ushti Devi" e Svaha consorte di Agni. il Dio del Puoco"Q -ossia&o noi avere tali occasioni di buon aus$icio $i% e $i% volte' 142

Do$o Fuesto. O AdEaI deve $rendere le indicazioni dei 5rah&ana o++icianti" $er l,eli&inazione dei resti del cibo e dei -inda dolci +unebri" ?7< ?9"' O A&ataI Do$o aver ricevuto le indicazioni dei 5rah&ana. egli deve +are dodici -inda delle di&ensioni dei +rutti di bael con i resti dell0A/shata riso essiccato al sole" e delle altre cose ??"' Deve inoltre +are un -inda in $i% delle stesse di&ensioni degli altri. e $oi. O A&bi/aI deve s$argere $o, d,erba 1usha e orzo all,angolo Nairrita sud<ovest" della +igura !andala" ?="' Mantra Kuel tale della &ia +a&iglia che non ha nessuno che gli o++re i -inda che n4 il +iglio n4 la &oglie sono so$ravvissuti. che +urono bruciati a &orte o che sono stati uccisi dalle tigri o da altri ani&ali da $reda. Fuei tali dei &iei $arenti che sono $rivi di $arenti. tutti Fuelli che +urono i &iei $arenti in vite $recedenti. che tutti $ossano ottenere soddis+azione i&$eritura dal -inda e dall,acFua o++erta da &e ?D<?A"' O Adorata dei DevaI avendo con il !antra $recedente o++erto il -inda a coloro che non hanno nessuno che gli o++re i -inda. egli deve lavarsi le &ani e interior&ente recitare il GaEatri. e ri$etere il Mantra Saluto le DivinitG. i -adri. i grandi 2ogi. saluto -ushti e SvahaQ -ossia&o noi avere tali occasioni di buon aus$icio $i% e $i% volte' $er tre volte. e $oi +are i Fuadrati !andala. che in Fuesto caso devono essere di +or&a Fuadrata" ?B"' O DeviI l,uo&o saggio deve di +ronte ai reci$ienti contenenti i resti delle o++erte +are Fuei tali Fuadrati a gru$$i di due $er i suoi Antenati". co&inciando con gli Antenati $aterni ?8"' O Shiva Shiva. co&e giG detto. # anche uno dei tanti no&i della Devi"I egli deve $oi s$ruzzare i Fuadrati con l,acFua con il !antra giG $rescritto. e $oi s$argere erba 1usha su di essi e s$ruzzare con il VaEu 5iMa 2a&". a $artire dalla 1usha s$arsa sul Fuadrato $er gli Antenati &aschi" $aterni. e $oi o++rire tre -inda. uno in alto. un altro in basso e uno al centro. in ciascuno dei Fuadrati =>"'

143

O !aheshvariI vanno &enzionati i no&i di ciascuno degli Antenati. invitando lui o lei. e $oi il -inda deve essere o++erto con &iele e orzo. concludendo con Svadha il -inda deve essere o++erto co&e segueH ^O++ro a Te. alta&ente lodevole Nandi&u/ha" e ben conosciuto -ravara". Fuesto -inda con &iele e orzo' ( tuo Svadha"I_" =7"' Do$o che i -inda sono stati dati in suddetto &odo" gli Antenati Le$a<bhoMi i Fuarti. Fuinti e sesti antenati. dai setti&i in $oi non si o++rono -inda" devono essere soddis+atti dall,o++erta dei resti che ri&angono sulla &ano' Kuesti devono essere s$arsi su tutti i lati con il Mantra O&. $ossano gli Antenati Le$a<bhoMi essere soddis+atti' Nell0E/oddishta Shraddha rito +unerario $er un solo $articolare Antenato" l0o++erta agli Antenati Le$a<bhoMi non # +atta =@"' -oi $er la soddis+azione dei Deva e dei -itri deve essere interior&ente recitato il GaEatri dieci volte. e il &antraH "Saluto le DivinitG". co&e so$ra indicato deve essere analoga&ente recitato tre volte. e $oi i -inda deve essere adorati =9"' accendendo un bastoncino d,incenso e un lu&e. il saggio deve. con gli occhi chiusi. $ensare ai -itri nelle loro +or&e celesti che &angiano il loro -inda assegnatogli. ciascuno il suo. e deve $oi inchinarsi. $ronunciando il seguente =?" Mantra !io $adre # il &io $i% alto Dhar&a' !io $adre # il &io $i% alto Ta$as' !io $adre # il &io cielo' Kuando &io $adre # soddis+atto. l,intero Jniverso # soddis+atto =="' Ri$rendendo alcuni +iori dai resti. si dovrebbe chiedere ai -itri la loro benedizione. con il seguente =D" Mantra Date&i la vostra benedizione. O !isericordiosi -itri' -ossa se&$re au&entare la &ia conoscenza. la $rogenie. e i $arenti' ;he i &iei bene+attori $ossano $ros$erare' -ossa io avere cibo a $ro+usione' -ossano se&$re in &olti chiedere l,ele&osina a &e. e $ossa io non chiederla a nessuno =A<=B"'

144

-oi si devono ri&uovere i Deva e i 5rah&ana +atti di erba 1usha. co&e anche i -inda. co&inciando dai Deva' Il saggio deve $oi +are regali a tutti e tre =8"' Deve $oi +are Ma$a del GaEatri dieci volte. e il &antraH "Saluto le DivinitG" cinFue volte. e. do$o aver guardato il Puoco e il Sole. deve. a &ani giunte. chiedere al Vi$ra la seguente do&anda D>"H "( lo Shraddha co&$letoR" e il 5rah&ana deve ris$ondereH "( stato co&$letato in base alle ingiunzioni" D7"' -oi. $er la ri&ozione degli e++etti di eventuali errori od o&issioni. il -ranava deve essere interior&ente recitato dieci volte. e la ceri&onia deve essere $ortata a ter&ine. $ronunciando il seguente Mantra "-ossa il rito Shraddha essere senza di+etti"Q e $oi il cibo e le bevande nei vasi dovrebbero essere o++erti ai 5rah&ana o++icianti D@"' In assenza di un 5rah&ana. dovrebbero essere o++erti a &ucche e ca$re. o dovrebbero essere gettati in acFua' Kuesto si chia&a "Vriddhi Shraddha". i&$osto a tutti i riti obbligatori sacra&entali D9"' Lo Shraddha e++ettuato in occasione di Fualsiasi -arvan no&e dato a certi giorni del &ese lunare co&eH A&avasEa. luna nuovaQ -urni&a. luna $ienaQ Ashta&i. ottavo giornoQ PestivitG" viene chia&ato "-arvana Shraddha" D?"' Nelle ceri&onie relative alla consacrazione di e&ble&i o i&&agini dei Deva. o durante la $artenza o il ritorno dal $ellegrinaggio. lo Shraddha deve essere +atto secondo le $rescrizioni stabilite $er il -arvana Shraddha D="' In occasione del -arvana Shraddha i -itri non devono essere seguiti dal $re+isso "Nandi&u/ha". e le $arole "Saluto -ushti" devono essere sostituite con "Saluto Svadha" DD"' O 5ellissi&aI se uno dei tre Antenati # vivo. allora il saggio deve +are l,o++erta a un altro antenato di grado su$eriore DA"' Se il $adre. nonno e bisnonno sono vivi. allora. o Regina dei DevaI non occorre eseguire lo Shraddha' Se sono soddis+atti. allora l,oggetto del rito +unebre e il sacri+icio # raggiunto DB"' 145

Se suo $adre # vivo. allora l,uo&o $uL co&$iere lo Shraddha di sua &adre. lo Shraddha sua &oglie. e Nandi<&u/ha Shraddha. &a egli non ha diritto di eseguire lo Shraddha di nessun altro' D8" O Regina dei 1ulaI al &o&ento dell0E/oddishta Shraddha i Vishva<Deva non devono essere adorati' Le $arole di su$$lica devono essere indirizzate a uno solo degli antenati A>"' Al &o&ento della E/oddishta Shraddha riso cotto e -inda dovrebbe essere data. guardando verso sud' Il resto della ceri&onia # la stessa di Fuella che # stata giG descritta. con l,eccezione che il sesa&o dovrebbe essere sostituito dall,orzo A7"' La $articolaritG nel -reta Shraddha # che il culto di Ganga e di altri # o&esso. e nella +or&ulazione del !antra il deceduto deve essere no&inato co&e -reta lo s$irito di ogni $ersona &orta. &a so$rattutto $ri&a che i riti +unebri vengano eseguiti" &entre il riso e i -inda sono o++erti a lui A@"' Lo Shraddha eseguito $er un uo&o # chia&ato "E/oddishta"' Nell,o++rire -inda al -reta devono essere aggiunti il $esce e la carne A9"' O Signora dei 1ulaI sa$$i che lo Shraddha che viene eseguito il giorno successivo al ter&ine del $eriodo di i&$uritG # -reta Shraddha A?"' Se c,# un aborto s$ontaneo. o se il ba&bino &uore subito do$o la nascita. o se un ba&bino nasce o &uore. allora il $eriodo di i&$uritG # da $rendere in considerazione secondo l,usanza della +a&iglia A="' Il $eriodo di i&$uritG nel caso dei nati due volte # di dieci giorni $er i 5rah&ana". dodici $er gli 1shatriEa". e una Fuindicina di giorni $er i VaishEa". $er i Shudra ed i Sa&anEa il $eriodo # di un &ese 9> giorni" AD"' Alla &orte di un $arente dalla $arte $aterna che non # un Sa$inda cugino +ino al setti&o grado di $arentela". il $eriodo di i&$uritG # di tre giorni. e alla &orte di un Sa$inda. la notizia della &orte deve arrivare do$o il ter&ine $rescritto. si diventa i&$uro $er tre giorni AA"' L,uo&o i&$uro. O Dea -ri&ordialeI non ha diritto di eseguire Fualsiasi rito relativo ai Deva e ai -itri. salvo il culto 1ula e ciL che # stato giG iniziato AB"' Le $ersone so$ra i cinFue anni di etG devono essere bruciati nel ca&$o di cre&azione. &a. O 1uleshaniI una &oglie non deve essere cre&ata con il &arito &orto A8"' Ogni donna # la Tua i&&agine. Tu risiedi celata nelle +or&e di tutte le donne di Fuesto &ondo' Kuella donna che nella sua delusione sale sulla $ira +uneraria del suo signore andrG all,in+erno B>"'

146

1ali/aI i cadaveri degli adoratori del 5rah&an devono essere se$olti. gettati in acFua corrente. o cre&ati. secondo Fuanto hanno dis$osto B7"' A&bi/aI &orire in un luogo sacro o in un luogo di $ellegrinaggio. o vicino alla Devi. o vicino ai 1auli/a. # una +elice &orte B@"' ;olui che. al &o&ento della sua &orte. &edita sulla VeritG. di&entico dei tre &ondi. raggiunge il $ro$rio Essere Essenziale B9"' Do$o la &orte il cadavere deve essere $ortato al ca&$o di cre&azione. e do$o essere stato lavato deve essere s$al&ato con burro chiari+icato e $osto sul rogo. con la +accia a nord B?"' Il de+unto deve essere no&inato con il suo no&e e Gotra lignaggio". e co&e -reta lo s$irito della $ersona &orta $ri&a che i riti +unebri vengano eseguiti"' O++rendo il -inda alla bocca del cadavere. il rogo deve essere acceso a$$licando la torcia alla bocca del cadavere. recitando interior&ente il Vahni 5iMa Ra&. il 5iMa del Puoco" B="' A&ataI il -inda dovrebbe essere a base di riso bollito o non bollito. o di orzo schiacciato. o grano. e dovrebbe essere della di&ensione di un A&la l0uva s$ina indiana. Ph0llanthus emblica" BD"' Al +iglio &aggiore del -reta # dato il $rivilegio di eseguire lo Shraddha. in sua assenza agli altri +igli. secondo l,ordine di anzianitG BA"' Il giorno do$o il giorno in cui il $eriodo di i&$uritG scade. la $ersona in lutto deve bagnarsi e $uri+icarsi. e donare oro e sesa&o $er la liberazione del -reta BB"' Il +iglio del -reta deve donare bestia&e. terreni. vestiti. carrozze. vasi di &etallo. e vari ti$i di co&&estibili. a++inch4 il -reta $ossa raggiungere il -aradiso B8"' Egli deve anche donare $ro+u&i. ghirlande. +rutta. acFua. un bellissi&o letto. e tutto ciL che lo stesso -reta ha voluto assicurare $er il suo $assaggio al -aradiso 8>"' -oi un toro deve essere &archiato con il &archio di un tridente. e decorato con oro e orna&enti. e $oi lasciato libero. con l,obiettivo che il de+unto $ossa raggiungere il -aradiso 87"'

147

Deve Fuindi con uno s$irito devoto eseguire lo Shraddha. secondo le $rescrizioni $reviste $er l,esecuzione del -reta Shraddha. e $oi dar da &angiare a 5rah&ana e 1aula in $ossesso di conoscenza divina. ed agli a++a&ati 8@"' L,uo&o che non riesce a +are regali deve eseguire lo Shraddha al &eglio delle sue ca$acitG. e nutrire gli a++a&ati. e cos3 liberare suo $adre dallo stato di esistenza di un -reta 89"' Kuesto -reta Shraddha # conosciuto co&e AdEa o E/od<dishta Shraddha. e libera il de+unto dallo stato di -reta' Do$o Fuesto ogni anno nel Tithi il giorno lunare che $uL avere anche &eno di @?h" della sua &orte co&&estibili devono essere o++erti al de+unto 8?"' Non vi # alcuna necessitG di un gran nu&ero di ingiunzioni n4 di un gran nu&ero di rituali' L,uo&o $uL raggiungere tutte le siddhi onorando un 1auli/a' Lo sco$o di tutti i Sa&s/ara Sacra&enti" # co&$leta&ente raggiunto se. in luogo dei $rescritti Oo&a. )a$a e Shraddha cio# Sacri+ici al Puoco. Recitazione di !antra e Riti Punebri". anche un singolo 1auli/a # debita&ente onorato 8D". al &o&ento della ceri&onia' L,ingiunzione di Shiva # che tutte le ceri&onie di buon aus$icio devono essere e++ettuate tra il $eriodo che inizia con il Fuarto giorno della &etG lu&inosa del &ese lunare. e ter&ina con il Fuinto della &etG buia del &ese lunare 8A"' ;olui. $erL. che # desideroso di eseguire Fualsiasi rito che deve essere svolto $uL eseguirlo anche in un giorno in+austo. a condizione che sia stato cos3 diretto dal suo Guru. da un RitviM sacerdote". o un 1auli/a 8B"' Jn 1auli/a deve iniziare la costruzione di una casa. deve $er la $ri&a volta entrare in una casa. iniziare un viaggio. indossare gioielli nuovi. e si&ili. solo do$o che ha adorato l,Jno -ri&ordiale con i cinFue Ele&enti 88"' O$$ure il devoto eccellente $uL abbreviare il rito' Egli $uL cos3. do$o aver &editato sulla Devi. e recitando interior&ente il !antra e inchinandosi alla Devi. andare dove desidera 7>>"' Nel culto di tutti i Devata. co&e nel Pestival Autunnale Durga -uMa" e in altri. DhEana e -uMa &editazione e adorazione" devono essere eseguiti secondo le ordinanze $reviste dagli Shastra relativi a tale culto 7>7"'

148

Secondo le ordinanze relative al culto della 1ali -ri&ordiale. devono essere eseguiti sacri+ici di ani&ali e Oo&a. e il rito dovrebbe essere $ortato a ter&ine onorando i 1auli/a e +acendo delle o++erte 7>@"' La regola generale # che innanzitutto debbano essere adorati Ganga. Vishnu. Shiva. SurEa. e 5rah&a. e $oi il Deva. l,oggetto s$eciale del culto 7>9"' Il 1auli/a # il Dhar&a $i% eccellente. il 1auli/a # il Deva $i% eccellente. il 1auli/a # il $ellegrinaggio $i% eccellente. Fuindi il 1aula dovrebbe se&$re essere adorato 7>?"' I tre 1oti e &ezzo un 1oti eFuivale a 7> &ilioni" dei luoghi di $ellegrinaggio. tutti i Deva co&inciando da 5rah&a stesso. risiedono nel cor$o del 1aula' ;he cosa c,#. dunFue. che non # realizzato nell,adorare luiR La terra in cui risiede il 1aula buono e ben iniziato # benedetta e degna di onore' ( $i% santo. ed # a&bito anche dai Deva 7>=<7>D"' ;hi $uL in Fuesto &ondo. ca$ire la &aestositG del Sadha/a iniziato co&$leta&ente. che # Shiva stesso. e $er il Fuale non c,# nulla che sia santo o $ecca&inosoR 7>A"' Tale 1aula. che $ossiede &era&ente la +or&a di uo&o. si &uove su Fuesta terra $er la salvezza del &ondo intero e $er l,istruzione degli uo&ini nella condotta della vita 7>B"' Shri Devi disseH Tu hai $arlato. O SignoreI della grandezza dell,Ani&a del 1aula iniziato co&$leta&ente' Nella tua &isericordia $arla&i delle ordinanze relative a Fuesta iniziazione 7>8"' Shri Sadashiva disseH Nelle tre Ere $assate cio# SatEa 2uga. Tetra 2uga. Dva$ara 2uga" Fuesto rito # stato un grande segretoQ gli uo&ini allora usavano eseguirlo in tutta segretezza. e ottenere cos3 la liberazione 77>"' Kuando il 1ali 2uga $revale. i seguaci del rito 1ula devono dichiararsi co&e tali. e. sia di notte che di giorno. devono essere iniziati $ubblica&ente vedi ca$' ? verso AB" 777"'

149

;on solo il bere vino. senza iniziazione. un uo&o non diventa un 1aula' Il devoto 1ula diventa il Signore del 1ula ;ha/ra solo do$o l,iniziazione co&$leta 77@"' Il Guru deve. il giorno $ri&a dell,inizio. adorare il Deva degli Ostacoli Ganesha" con o++erte. secondo le sue ca$acitG. $er la ri&ozione di tutti gli ostacoli 779"' Se il Guru non # Fuali+icato $er o++iciare una ceri&onia di iniziazione co&$leta. allora essa dovrebbe. o A&atoI essere eseguita da un 1aula regolar&ente iniziato 77?"' Ga& # il 5iMa di Gana$ati Ganesha" 77="' Gana/a # il Rishi. il ;handa # Nivrit una +or&a di verso". il Signore degli ostacoli Vighna che # Ganesha" # il Devata e il !antra # a$$licabile $er la ri&ozione degli ostacoli alla esecuzione del rito 77D"' Aggiungendo successiva&ente sei vocali al !ula !antra Ga&". deve essere eseguito Shadanga<nEasa nEasa si +a &ettendo la $unta delle dita e del $al&o della &ano destra su varie $arti del cor$o. acco&$agnato da un &antra $articolare' Shadanga<nEasa si +a su sei $arti del cor$o co&inciando dal cuore. $oi testa. sulla Si/a. il torace. i tre occhi e su dorso della &ano' Kuando shadanga<nEasa viene eseguito sul cor$o. # chia&ato hridaEadi<shadanga< nEasa. e Fuando +atto soltanto sulle cinFue dita e $al&i delle &ani # chia&ato angushthadi<shadanga<nEasa". e O ShivaI do$o aver +atto -ranaEa&a deve essere &editato Gana$ati 77A"' Dhyana !editate su Gana$ati. dal colore del ver&iglio. con tre occhi. una $ancia grande. che tiene nelle sue &ani di loto. la conchiglia. il ca$$io. il $ungolo da ele+ante. e il segno di benedizione' La sua grande $roboscide # ornata con il vaso di vino che regge' Sulla sua +ronte s$lende la Luna giovane' Oa la testa del re degli ele+antiQ Le sue guance sono costante&ente bagnate nel vino' Il suo cor$o # adornato con le s$ire del re dei ser$enti' ( vestito in abiti rossi. e il suo cor$o viene s$al&ato con unguenti $ro+u&ati 77B"' Avendo cos3 &editato su Gana$ati. si deve adorarlo con o++erte &entali vedi ;a$' = versi 7?@ e seguenti". e $oi devono essere adorate le -otenze $rotettrici della sede le Adhara Sha/ti con O& all0inizio. no&e della Sha/ti e Na&ah alla +ine"' Kueste sono Tibra. )valini. Nanda. 5hoga<da. 1a&a<ru$ini. Jgra. TeMasvati. SatEi e Vighna<vinashini' Le $ri&e otto devono essere adorate nel loro ordine. a $artire da est. e l,ulti&a deve essere adorata al centro del !andala' Avendole cos3 adorate tutte. deve essere adorata la sede di loto stessa 778<7@>"' 150

!editando su Ganesha. ancora una volta. Egli deve essere adorato con le o++erte dei cinFue ele&enti -ancha Tattva"' Su ciascuno dei Suoi Fuattro lati l,eccellente 1auli/a deve adorare Ganesha. Gana<naEa/a. Gana<natha. Gana< /rida. E/a<danta. Ra/ta<tunda. La&bodara. GaManana. !ahodara. Vi/ata. Dhu&rabha. e Vighna<nashana le varie +or&e di Ganesh" 7@7<7@9"' -oi le otto Sha/ti. 5rah&i e le altre vedi ;a$' = verso 79? e ;a$' D verso 7>>". e i dieci Di/$ala e le loro ar&i Indra ecc' vedi ;a$' D verso 7>9". devono essere adorati. e do$o Fuesto Vighna<raMa il Re degli Ostacoli. Ganesh" deve essere invitato ad allontanarsi 7@?"' Avendo cos3 adorato il Re degli Ostacoli. l0adoratore Fui il Guru" deve co&$iere la ceri&onia $reli&inare Adhivasana". e $oi intrattenere i 1aula es$erti nella conoscenza divina con i cinFue ele&enti -ancha Tattva" 7@="' Il giorno successivo. do$o aver +atto il bagno e svolto i suoi nor&ali doveri Fuotidiani co&e giG ingiunto. il devoto. O A&ataI deve donare se&i di sesa&o ed oro $er la distruzione di tutti i $eccati dalla sua nascita. e un bhoMEa del cibo non cucinato" $er la soddis+azione dei 1aula 7@D"' -oi. +acendo arghEa o++erte" a SurEa. e do$o aver adorato 5rah&a. Vishnu. Shiva. ed i nove $ianeti. co&e anche le sedici !adri divine. deve +are un Vasu<dhara vedi ;a$' 8 verso 8@" 7@A"' Deve Fuindi eseguire Vriddhi Shraddha vedi verso D@" $er la buona riuscita del rito. e. andando verso il Guru. inchinarsi a lui. e $regarlo co&e segue 7@B"H -reghiera al Guru" Salva&i. O SignoreI tu che sei il Sole dei 1aula' O Oceano di !isericordiaI -roteggi la &ia testa con l,o&bra dei tuoi $iedi di loto 7@8"' O EccelsoI Pa che in Fuesto $ro$izio -urnabhishe/a. con la tua grazia. io $ossa raggiungere il successo della &ia i&$resa senza alcun ostacolo 79>"' Il Guru deve Fuindi ris$ondereH" Piglio &ioI che tu sia. con il $er&esso di Shiva<Sha/ti. iniziato con l,iniziazione completa' -ossa tu raggiungere l,oggetto del tuo desiderio &ediante il co&ando di Shiva 797"' Avendo cos3 ottenuto il $er&esso del &aestro s$irituale. egli deve +are il Sa&/al$a dichiarare solenne&ente i suoi $ro$ositi" $er la ri&ozione di tutti

151

gli ostacoli e $er il raggiungi&ento della longevitG. $ros$eritG. +orza e buona salute 79@"' Il Sadha/a. do$o aver solenne&ente $reso la sua decisione. deve adorare il Guru. regalandogli abiti e gioielli. e 1arana un no&e si&bolico del vino" con Shuddi il cibo dato insie&e al vino. vedi ;a$' D verso 77". e onorarlo 799"' Il Guru deve $oi +are con la terra un altare Fuattro dita in altezza e che &isura un cubito e &ezzo $er lato in una bellissi&a ca&era di$inta con terra rossa. ecc. decorato con i&&agini. bandiere. +rutta e +oglie. e le stringhe di ca&$anelle' La stanza deve avere un bellissi&o dra$$o sul so++itto. illu&inato con +ile di la&$ade ali&entate con ghee $er dissi$are ogni traccia di oscuritG. e deve essere $ro+u&ato con can+ora in +ia&&e. bastoncini di incenso. e incenso. e decorato con ventilatori. scaccia<&osche. con le $enne della coda del $avone e s$ecchi. ecc. $oi deve disegnare con riso in $olvere e colori giallo. rosso. nero. bianco e blu scuro. il !andala chia&ato Sarvato<5hadra. in ogni occasione bello e di buon aus$icio il $o$olare 2antra Sarvato<5hadra !andala' Il ter&ine Sarvatobhadra signi+ica di totale buon aus$icioH Sarva< totaleQ 5hadra<buon aus$icio' Vedi +ig'" 79?<79B"'

Sarvato<5hadra !andala

152

-oi ogni $ersona deve eseguire il rito $re$aratorio all,adorazione &entale. secondo il suo 1al$a regole ritualistiche' Ogni Sa&$radaEa ha il suo $ro$rio 1al$a". e $oi. do$o aver +atto l,adorazione &entale. deve $uri+icare i cinFue ele&enti con il !antra &enzionato in $recedenza 798"' Do$o che i -anca< tattva sono stati $uri+icati. il vaso. che deve essere d,oro o d,argento o di ra&e o di terracotta. deve essere $osizionato con il 5rah&a 5iMa O&" sul !andala' Deve essere lavato con l0Ar&a !antra -hat" e s$al&ato con Eogurt. A/shata riso essiccato al sole". e $oi un segno ver&iglio deve essere $osto su di esso con il !antra "Shri&" 7?><7?7"' Deve Fuindi recitare tre volte le lettere dell,al+abeto. con il 5indu sovra$$osto da 1sha ad A il !atri/a 5iMa nell0ordine inverso. Vilo&a". recitare interior&ente il !ula !antra. e rie&$ire il vaso con vino o acFua $resa da Fualche luogo santo. o con nor&ale acFua $ura. e $oi gettare nel vaso nove ge&&e o$$ure oro 7?@<7?9"' Il Guru &isericordioso deve $oi $orre so$ra la bocca del vaso un ra&o +rondoso di un albero di )ac/ Artocar$us hetero$hEllus". un albero di +ico Picus indica". un albero di Ashvattha Picus religiosa". e di un albero di Va/ula o 5a/ula. !i&uso$s elengi" e !ango. con il Vagbhava 5iMa Ai&" 7??"' Deve Fuindi $orre sul ra&o +rondoso un $iatto d0oro. o d0argento. ra&e. o$$ure di terracotta. $ronunciando il Ra&a 5iMa Shri&" ed il !aEa 5iMa 1ri&" 7?="' -oi. O 5eataI due $ezzi di sto++a devono essere legati al collo del vaso' Kuando si adora Sha/ti il $anno deve essere di un colore rosso. e nell,adorazione di Shiva e Vishnu deve essere bianco 7?D"' Recitando interior&ente il Mantra Stha&. Sthi&. Ori&. Shri&. il vaso deve essere &esso al suo $osto. e do$o aver &esso dentro i -ancha<tattva. le nove co$$e devono essere $oste nel loro ordine 7?A"' Lo Sha/ti -atra deve essere d,argento. il Guru -atra d,oro. lo Shri -atra deve essere +atto con un cranio u&ano. il resto di ra&e 7?B"' ;o$$e in $ietra. legno e +erro dovrebbero essere res$inte. il &ateriale delle co$$e nell,adorazione della !aha<Devi devono essere secondo i &ezzi del devoto 7?8"'

153

Do$o aver $osizionato le tazze. devono essere o++erte libagioni ai Fuattro Guru e alla Devi. e il saggio deve $oi adorare il vaso $ieno di nettare 7=>"' Devono $oi essere o++erti lu&i e incenso e co&$iuti sacri+ici a tutti gli esseri. e do$o aver adorato le divinitG dei -itha delle sedi" egli deve eseguire Shadanga<nEasa vedi verso 77A" 7=7"' Deve Fuindi +are -ranaEa&a. e. &editando sulla Grande Devi. invocarla. e in seguito adorare Lei. l,Oggetto della sua adorazione. al &eglio delle sue ca$acitG e senza $arsi&onia 7=7"' Il Guru eccellente. O ShivaI deve eseguire tutti i riti ter&inando con l0Oo&a. e Fuindi onorare le 1u&ari e gli adoratori di Sha/ti o++rendo loro +iori. $asta di sandalo e vestiti 7=9"' Il Guru deve $oi chiedere il $er&esso dei $resenti con le seguenti $aroleH O voi 1aulaI che siete votati al culto 1ula. siate gentili con il &io disce$olo' Date il $er&esso al suo Sa&s/ara di -urnabhishe/a ceri&onia di iniziazione" 7=?"' Do$o che il Signore del ;ha/ra ha cos3 chiesto. i $resenti devono ris$ettosa&ente direH "-er grazia di !aha&aEa e la &aestositG dell0Ani&a Su$re&a. $ossa il tuo disce$olo essere $er+etto e devoto alla Su$re&a Essenza" 7=="' Il Guru deve $oi +ar adorare al disce$olo la Devi nel vaso. che # stato adorato da lui stesso. e $oi. ri$etendo &ental&ente il Mantra 1li&. Ori&. Shri& su di esso. s$ostare il vaso i&&acolato. con il seguente Mantra Alzati. O 5rah&a<1alasha il vaso che # il 5rah&an stesso". tu sei il Devata e concedi ogni successo' -ossa il &io disce$olo. essendo bagnato con la tua acFua e +oglie. essere devoto al 5rah&an 7=D<7=A"' Do$o aver s$ostato il vaso in Fuesto &odo. il Guru deve &isericordiosa&ente s$ruzzare il disce$olo seduto con la +accia rivolta a Nord con il !antra che segue 7=B"'

154

Il Rishi del !antra di Fuesto rito di buon aus$icio -urnabhishe/a # Sadashiva. il Devata che $resiede # l,AdEa Devata. il 5iMa # "O&". e la sua a$$licabilitG # $er l,as$ersione di buon aus$icio in occasione della ceri&onia -urnabhishe/a 7=B<7=8"' Mantra -ossano i Guru s$ruzzarti Abhishinchantu. consacrarti"' -ossano 5rah&a. Vishnu. and !aheshvara s$ruzzartiQ -ossano the !others Durga. La/sh&i. 5havani. s$ruzzartiQ -ossano Shodashi. Tarini. NitEa. Svaha. !ahisha<&ardini varie +or&e della Devi". tutti Fuesti s$ruzzarti con l,acFua che # stata santi+icata dal !antraQ -ossano )aEa<durga. Vishala/shi. 5rah&ani. Sarasvati varie +or&e della Devi". -ossano tutte Fueste s$ruzzartiQ -ossano 5agala. Varada. and Shiva varie +or&e della Devi" s$ruzzartiQ -ossano le Sha/ti. Narasinghi. Varahi. Vaishnavi. Vana<&alini. Indrani. Varuni. Raudri. s$ruzzartiQ -ossano 5hairavi. 5hadra</ali. Tushti. -ushti. J&a. 1sha&a. Shraddha. 1anti. DaEa. Shanti varie +or&e della Devi". se&$re s$ruzzartiQ -ossano !aha</ali. !aha<la/sh&i. !aha<nila<sarasvati. Jgra<chanda. -rachanda varie +or&e della Devi". costante&ente s$ruzzartiQ -ossano !atsEa. 1ur&a. Varaha. Nrisingha. Va&ana. Ra&a. 5hrigu<Ra&a gli Avatar di Vishnu". s$ruzzarti con l,acFuaQ -ossano Asitanga. Ruru. ;handa. 1rodhon&atta. 5haEa&/ara. 1a$ali. 5hishana varie +or&e di 5hairava. la +or&a terri+ica di Shiva". s$ruzzartiQ -ossano 1ali. 1a$alini. 1ulla. 1uru/ulla. Virodhini. Vi$rachitta. !ahogra varie +or&e di 5hairavi. la +or&a terri+ica della Devi". se&$re s$ruzzartiQ -ossano Indra. Agni. Sha&ana. Ra/sha. Varuna. -avana. Dhana<da. !aheshana. che sono gli otto Di/$ala. s$ruzzare teQ -ossano Ravi Sole". So&a Luna". !angala !arte". 5udha !ercurio". )iva Giove". Sita Venere". Shani Saturno". Rahu nodo lunare nord ascendente". 1etu nodo lunare sud discendente' Rahu e 1etu sono considerati i $ianeti "o&bra" o "secondari" e ra$$resentano i $unti in cui l,orbita dell,eFuatore celeste eclittica" interseca l,orbita della Luna' Sono i $unti in cui si +or&ano le eclissi'". con tutti i loro Satelliti. s$ruzzartiQ -ossano i Na/shatra. i 1arana. gli 2oga varie divisioni del te&$o". i giorni della setti&ana. e le due divisioni del &ese. i giorni. le stagioni. i &esi e l,anno consacrarti se&$reQ -ossano l,Oceano Salato. l,Oceano Dolce. l,Oceano del Vino. l,Oceano di Ghee. l,Oceano di 2ogurt. l,Oceano di Latte. l,oceano d,AcFua Dolce s$ruzzare te con le loro acFue consacrateQ -ossano Ganga. 2a&una. Reva. ;handra<bhaga. Sarasvati. SaraEu. Ganda/i. 1unti. Shveta< ganga. 1aushi/i i +iu&i sacri". tutte Fueste s$ruzzarti con le loro acFue consacrateQ -ossano i Grandi Naga divinitG ser$enti" co&inciando con Ananta. gli uccelli co&inciando con Garuda. gli alberi co&inciando con l0albero 1al$a l0albero dei desideri del $aradiso di Indra". e le grandi !ontagne s$ruzzartiQ $ossano gli Esseri bene+ici residenti a -atala. sulla terra

155

e nell,aria. lieti in Fuest,ora del tuo -urnabhishe/a. s$ruzzarti con l,acFua 7D>< 7A="' -ossa la tua s+ortuna. cattivo no&e. la &alattia. la &alinconia e le so++erenze essere distrutti dal -urnabhishe/a. e dalla gloria del Su$re&o 5rah&an 7AD"' -ossa Ala/sh&i. 1ala<1arni. le Da/ini. e le 2ogini Fui s$iriti +e&&inili &ale+ici". essendo scacciate dal 1ali 5iMa 1ri&". essere distrutti dall,Abhishe/a 7AA"' -ossano i 5huta. -reta. -ishacha s$iriti &ale+ici e +antas&i". ed i $ianeti &ale+ici essere scacciati. &essi in +uga. e distrutti dal Ra&a 5iMa Shri&"Q $ossano tutte le disgrazie causate dalla &agia e dagli incantesi&i dei tuoi ne&ici. $ossano tutti i tuoi $eccati della &ente. della $arola. e del cor$o essere distrutti co&e risultato di Fuesta iniziazione. $ossano tutte le avversitG essere distrutte. $ossa la tua $ros$eritG essere indisturbata. tutti i desideri $ossano essere soddis+atti co&e il risultato di Fuesto -urnabhishe/a 7AB<7B>"' ;on Fuesti @7 &antra il disce$olo deve essere s$ruzzato con acFua. e se ha ottenuto giG il !antra dalla bocca di un -ashu. il Guru deve +arglielo sentire di nuovo 7B7"' Il Guru 1auli/a deve. do$o aver in+or&ato gli adoratori di Sha/ti. chia&are il suo disce$olo con il suo no&e e dargli un no&e che ter&ina con Anandanatha 7B@"' Essere cos3 iniziato nel !antra dal Guru. il disce$olo deve adorare il suo Ishta<devata la sua divinitG $ersonale" nello 2antra del Guru". e $oi onorare il Guru o++rendogli i -ancha<tattva i cinFue ele&entiH Vino. carne. ecc'" 7B9"' Il disce$olo deve anche dare co&e Da/shina regalo" &ucche. terreni. oro. vestiti. bevande. e gioielli al Guru secondo le sue $ossibilitG". e $oi onorare i 1aula $resenti. che sono le incarnazioni di Shiva 7B?"' Il $adrone di s4. $uri+icato e u&ile disce$olo. do$o aver onorato i 1aula. deve toccare i sacri $iedi del Guru con venerazione. e. inchinandosi a lui. $regarlo co&e segue 7B="H Preghiera al Guru Santo SignoreI Tu sei il Signore del &ondo' SignoreI tu sei il &io Signore' O Oceano di !isericordiaI Soddis+a il desiderio del &io cuore con il dono dell0eccellente nettare 7BD"'

156

Il Guru deve $oi re$licareH "O 1aulaI voi che siete le i&&agini visibili di Shiva stesso. lasciate che io dia al &io buono e u&ile disce$olo il nettare eccellente" 7BA"' I 1aula allora dirannoH "Signore del ;ha/raI Tu sei il Signore Su$re&o stesso. Tu sei il sole del loto 1aula' Soddis+a Fuesto buon disce$olo. e dagli il nettare 1aula" 7BB"' Il Guru. avendo ottenuto l,autorizzazione dei 1aula. deve $orre nelle &ani del disce$olo la co$$a col&a di nettare eccellente. co&e anche il Shuddi 7B8"' Il Guru deve $oi. &editando con devozione sulla Devi nel suo cuore. $orre il tila/ sulla +ronte del disce$olo. co&e anche dei 1aula. con le ceneri che sono ri&aste nel cucchiaio sacri+icale 78>"' Il Guru deve $oi distribuire i Tattva o++erti alla Devi. e condividere il cibo e le bevande co&e indicato nelle ingiunzioni relative alla +or&azione del ;ha/ra 787"' O DeviI Oo $arlato con te dei riti di buon aus$icio relativi al -urnabhishe/a' Da Fuesto si ottiene conoscenza divina e si diventa Shiva stesso 78@"' Il -urnabhishe/a deve essere eseguito $er nove o sette o cinFue o tre notti o una notte 789"' ;i sono. o 1uleshaniI cinFue +or&e diverse in Fuesto rito $uri+icatorio' Nel rito che dura nove notti deve essere +atto il !andala conosciuto co&e Sarvato<5hadra 78?"' A&ataI nel rito che dura sette notti deve essere +atto il !andala Nava< Nabha. nel rito che dura cinFue notti il -anchabMa !andala !andala con cinFue $etali di loto". nel rito che dura tre notti e nel rito che dura una notte deve essere +atto il !andala di otto $etali di loto Ashta<dalabMa !andala" 78="' O DeviI l,ordinanza # che sul Sarvato<5hadra e Nava<Nabha !andala devono essere collocati nove vasi. su -anchabMa !andala cinFue. e su Ashta< dalabMa !andala un vaso. e devono essere adorati gli Anga<Devata gli arti o 157

$arti del Devata $rinci$ale considerate anch0esse co&e Devata" e gli Avarana< Devata i Devata attendenti" nei +ila&enti e in altre $arti del loto 78D<78A"' I 1aula che sono stati iniziati co&$leta&ente sono $uri d,ani&o' Tutte le cose sono $uri+icate dal loro sguardo. dal loro tocco. e dal loro $ro+u&o 78B"' Tutti gli uo&ini. siano essi Sha/ta. Vaishnava. Shaiva. Saura o Gana$ata. devono adorare il sadhu 1aula con devozione 788"' ( buono $er un Sha/ta avere un Guru che # un Sha/ta. $er un Shaiva un Guru Shaiva # enco&iabile. e $er un Vaishnava un Vaishnava. $er un Saura un Saura co&e Guru # consigliato. e un Gana$ata # il Guru giusto $er un Gana$ata. &a un 1aula # eccellente co&e Guru. in i tutti casi. dunFue il saggio deve con tutta l,ani&a essere iniziato da un 1aula @>><@>7"' ;oloro che adorano il 1aula con i -ancha<tattva e con il cuore sollevato danno la salvezza dei loro antenati. e loro stessi raggiungono il +ine $i% alto @>@"' L,uo&o che ha ottenuto il !antra dalla bocca di un $ashu # di certo un $ashu. e colui che ha ottenuto il !antra da un Vira # un Vira. e chi lo ottiene da un 1aula conosce il 5rah&an @>9"' ;olui che # stato iniziato secondo il rito Sha/ta # un Vira. egli $uL $uri+icare il -ancha<tattva solo nel culto del $ro$rio Ishta<devata. lui non $uL &ai essere il ;ha/reshvara il Signore del ;ha/ra. l0unico che $uL $rendere. bere e distribuire a suo $iaci&ento il vino dal vaso' Agli altri # $roibito +are ciL" @>?"' ;olui che uccide un Vira. colui che beve il vino che non # stato consacrato. colui che seduce la &oglie o ruba la $ro$rietG di un Vira. Fuesti Fuattro sono grandi $eccatori. e l,uo&o che +reFuenta uno di Fuesti # il Fuinto $eccatore @>="' Kuei &alvagi uo&ini che denigrano la Via 1ula. gli oggetti 1ula. e il devoto 1ula i&boccano il sentiero basso e vile @>D"' Le Rudra<da/ini e Rudra<bhairavi S$iriti +eroci al servizio di Shiva e 1ali" danzano con gioia al $ensiero di" &asticare le ossa e la carne di uo&ini che odiano il vino e i 1aula @>A"' Sono &isericordiose e veritiere. e se&$re desiderano il bene degli altri. &a $er chi le calunnia non c,# sca&$o dall,in+erno @>B"' Nei vari Tantra ho $arlato di varie ceri&onie e di &olte $ratiche. &a nel caso di un 1aula che # devoto al 5rah&an. # indi++erente se le $ratica o le o&ette @>8"' ;,# un Su$re&o 5rah&an che esiste. di++uso in tutto l,Jniverso' Egli # adorato. $erch4 non c,# nulla che esiste senza di lui @7>"'

158

A&ataI anche Fuelli che guardano al +rutto dell,azione e sono governati dai loro desideri e adorano diversi Deva e sono di$endenti dalle occu$azioni &ondane. vanno verso il 5rah&an e diventano uniti con Lui @77"' ;olui che vede tutto nel 5rah&an. e che vede ovunFue il 5rah&an. # senza dubbio conosciuto co&e un eccellente 1aula. che ha raggiunto la liberazione &entre ancora # in vita @7@"' Pine del Deci&o Gioioso !essaggio. dal titolo "Riti relativi al Vriddhi Shraddha. Riti Punebri e -urnabhishe/a"'

159

Capitolo FI
Riti Es$iatori
Ascoltando le ingiunzioni Dhar&a" di Sha&bhu relative alla diverse caste e +asi della vita. A$arna Devi. cos3 chia&ata $erch4 al te&$o in cui +aceva austeritG non &angiava altro che una +oglia $er saziare il suo a$$etito" +u &olto soddis+atta. e interrogL Shan/ara cos3 7"H Shri Devi disseH Tu. O SignoreI nella tua gentilezza $er !e e nella tua onniscienza. hai $arlato dei costu&i e delle regole di condotta religiosa e dei sacra&enti $er il benessere del &ondo @"' !a gli uo&ini dell,Era di 1ali. essendo cattivi. e accecati dalla rabbia e dalla lussuria. atei. avendo &enti vacillanti ed essendo di$endenti dalla soddis+azione dei loro sensi. nella loro ignoranza e +ollia. non seguiranno la via $revista da te. &a # doveroso O IshanaI che Tu dica Fuale sarG il &ezzo $er la loro liberazione 9<?"' Shri Sadashiva disseH Tu hai chiesto bene. Oh DeviI Tu che sei la soccorritrice del &ondo. la !adre del &ondo. Tu sei Durga. tu che liberi le $ersone dai lega&i della nascita e le +atiche di Fuesto &ondo ="' Tu sei il -ri&ordiale Jno. Tu che ali&enti e $roteggi Fuesto &ondo. Tu sei oltre i $i% eccellenti. Tu. O DeviI sostieni l,universo &obile e i&&obile D"' Tu sei la Terra. Tu sei l,AcFua. Tu sei il Puoco. tu sei l0Aria. Tu sei il Vuoto. Tu sei la coscienza stessa Aha&/ara". Tu sei il !ahat<tattva A"' Tu sei la vita in Fuesto &ondoQ

L,energia &ateriale totale"

Tu sei la conoscenza di s4. e Tu sei la DivinitG Su$re&a' Tu sei i sensiQ Tu sei la &ente. Tu sei l,intelletto. Tu sei il &ovi&ento e l,esistenza dell,Jniverso B"' Tu sei i Veda. Tu sei il -ranava l0O&". Tu sei gli S&riti Dhar&a Shastra". le Sa&hita testi $ost<vedici". i Niga&a. gli Aga&a e i Tantra altri testi sacri". Tu $ervadi tutti gli Shastra testi di regole". e sei la di&ora di tutto ciL che # buono 8"' Tu sei !aha/ali.

160

!ahala/sh&i. !aha<nila<sarasvati. !ahodari. !aha&aEa. !aharaudri. e !aheshvariQ Tu sei onnisciente e $iena di conoscenza. non c,# nulla che tu non conosci. &a. O SaggiaI $oich4 &e lo chiedi. te ne $arlerL $er il tuo $iacere 7><77"' Tu hai $arlato corretta&ente. Oh DeviI Di co&e gli uo&ini. che $ur sa$endo ciL che # $er il loro benessere. &a i&$azziti dal desiderio $ecca&inoso $er le cose che $ortano godi&ento i&&ediato e $rivi del senso del giusto e del sbagliato. abbandonano la vera Via' -arlo ora di ciL che contribuirG alla loro salvezza 7@<79"' Nel +are ciL che # $roibito e o&ettendo ciL che # i&$osto gli uo&ini $eccano. ed i $eccati $ortano dolore. so++erenza e &alattia 7?"' O 1ula<naEi/aI Signora dei 1ula" sa$$i che ci sono due ti$i di $eccato < Fuello che contribuisce solo a +ar danno a se stessi. e Fuello che $rovoca danno agli altri 7="' L,uo&o # liberato del $eccato di +erire gli altri con la $unizione in+litta dal re. e $er gli altri $eccati da riti es$iatori -raEashcitta" e Sa&adhi 7D"' Kuegli uo&ini $eccatori che non sono $uri+icati da una $unizione o es$iazione non $ossono che andare all,in+erno. e sono dis$rezzati sia in Fuesto &ondo che nel $rossi&o 7A"' O AdEaI $ri&a di tutto $arlerL delle regole relative alla $unizione da $arte del Re' O !aheshvariI Il Re che si discosta da Fueste regole intra$rende il sentiero verso il basso 7B"' Nell,a&&inistrazione della giustizia. servitori. +igli. &endicanti. a&ici e ne&ici devono essere tutti trattati allo stesso &odo 78"' Se il Re stesso # col$evole di Fualche $eccato. o se dovesse aver leso Fualcuno che non # col$evole. allora $uL $uri+icarsi con il digiuno e $lacando coloro che ha leso con regali @>"' Se il Re ritenesse che egli # col$evole di Fualche $eccato. che # $unibile con la &orte. allora dovrebbe abdicare il suo regno e andare in un bosco. e l3 lavorare $er la sua liberazione e +are $enitenza @7"' Il re non deve. senza &otivo su++iciente. in+liggere $ene $esanti su $ersone col$evoli di un reato leggero. n4 dovrebbe in+liggere $unizioni leggere su $ersone col$evoli di un reato grave @@"' !a la $unizione $er la Fuale &olti cri&inali $ossono essere scoraggiati dal &ala++are. e la $unizione" nel caso di un cri&inale incallito. deve essere $esante. anche se il reato # leggero @9"'

161

Nel caso di chi ha co&&esso il reato. &a una sola volta e si vergogna della sua cattiva azione. o di chi te&e il cri&ine ed # un uo&o ris$ettabile. deve essere in+litta una $unizione leggera. anche se il reato # grave @?"' Se un 1aula o un 5rah&ana # col$evole di un reato lieve. sebbene egli sia alta&ente onorevole. deve co&unFue essere $unito dal Re con un ri&$rovero @="' Il Re che non concede rico&$ense e $unizioni adeguate. $revia consultazione con i suoi &inistri. # un grande $eccatore @D"' Jn +iglio non dovrebbe lasciare sua &adre e suo $adre. i sudditi non devono lasciare il loro re. n4 la &oglie il &arito. anche se sono enor&e&ente col$evoli @A"' I sudditi devono $roteggere attiva&ente il regno. la $ro$rietG e la vita dei giusti Re. altri&enti se ne andranno sul sentiero verso il basso @B"' Shiva Devi"I coloro che consa$evol&ente vanno con la loro &adre. +iglia. o sorella. Fuelli che hanno ucciso i loro !aha<guru. Fuelli che. do$o aver trovato ri+ugio nella +ede 1ula. l0hanno abbandonata. e coloro che hanno violato la +iducia ri$osta in loro. sono grandi $eccatori @8<9>"' ShivaI la $unizione $er coloro che vanno con la loro &adre. sorella e +iglia # la &orte. e se Fuesti ulti&i sono volontari $arteci$anti la stessa $unizione deve essere in+litta su di loro 97"' L,uo&o $eccatore. che con una &ente lussuriosa va a letto con sua &adre o con la sorella del $adre. o con le nuore. o con la suocera. con la &oglie del suo $recettore. con la &oglie del suo nonno &aterno o $aterno. la +iglia o la &oglie di suo zio. la &oglie o la +iglia di suo +ratello. la +iglia della sorella. la &oglie o la +iglia del suo $adrone. o con una ragazza non s$osata. deve essere $unito con la castrazione. e anche Fueste donne se sono $arteci$anti intenzionali nel reato devono essere $unite con il taglio dei loro nasi e buttandole +uori di casa a++inch4 $ossano essere liberate dal $eccato 9@<9?"' La $unizione $er colui che va con la &oglie o la +iglia di un sa$inda. o con la &oglie di un uo&o che ha +iducia in lui. # Fuella di essere $rivato di tutti i suoi beni e di avere la testa rasata 9="'

162

Se $er sbaglio $er ignoranza" dovesse accadere di s$osare una di Fueste. sia nella +or&a 5rah&a che Shaiva. allora il &atri&onio deve essere i&&ediata&ente annullato 9D"' Jn uo&o che va con la &oglie di un altro uo&o della sua stessa casta. o di una casta in+eriore alla sua. deve essere $unito con l,i&$osizione di una &ulta e obbligandolo ad una dieta di solo cereali $er un &ese 9A"' O Tu dal Volto 5elloI Se uno 1shatriEa. VaishEa. Shudra o Sa&anEa va con una donna 5rah&ana conoscendo che lei # di tale casta. allora la sua $unizione # la castrazione. e la donna 5rah&ana deve essere s+igurata e bandita dal suo regno dal Re' -er Fuelli che vanno con le &ogli dei Vira Eroi". e $er Fuelle &ogli. la $unizione deve essere la stessa 9B<98"' L,uo&o &alvagio che a&a la &oglie di uno di una casta su$eriore deve essere $esante&ente &ultato. e obbligato ad una dieta di solo cereali $er tre &esi ?>"' E se la donna # $arteci$ante intenzionale nel reato. deve essere $unita co&e so$ra &enzionato' Se la &oglie # vitti&a di uno stu$ro. allora deve essere se$arata da suo &arito. &a &antenuta da lui ?7"' Jna &oglie. sia s$osata secondo la +or&a 5rah&a che Shaiva. deve in ogni caso essere allontanata dal &arito se # andata con un altro anche se solo $er una volta. che sia stato un suo desiderio o no ?@"' ;oloro che hanno ra$$orti sessuali con $rostitute. o con &ucche o altri ani&ali. devono. o DeveshiI essere $uri+icati obbligandoli a una dieta di cereali $er tre notti ?9"' La $unizione di Fuegli uo&ini &alvagi che hanno ra$$orti sessuali contro natura con una donna # la &orte. Fuesto # l,ingiunzione di Sha&bhu ??"' Jn uo&o che ra$isce una donna. anche se # la &oglie di un ;handala. deve essere $unito con la &orte. e non dovrebbe &ai essere $erdonato ?="' Jn uo&o dovrebbe considerare co&e unica &oglie Fuella donna che # stata s$osata con lui secondo la +or&a 5rah&a o Shaiva' Tutte le altre donne sono le &ogli degli altri ?D"' Jn uo&o che guarda con lussuria la &oglie di un altro $er $uri+icarsi deve digiunare $er un giorno' ;olui che si avvicina a lei in un luogo segreto deve 163

digiunare $er due giorni' Se la tocca deve digiunare $er Fuattro giorni. e se la abbraccia $er $uri+icarsi deve digiunare otto giorni ?A"' E la donna che con una &ente lussuriosa si co&$orta allo stesso &odo deve $uri+icarsi seguendo le stesse regole di digiuno ?B"' L,uo&o che usa un linguaggio o++ensivo nei con+ronti di una donna. che vede le $arti inti&e di una donna che non # sua &oglie. e ride in &odo derisorio di lei. $er $uri+icarsi deve digiunare $er due giorni ?8"' Jn uo&o che &ostra il suo cor$o nudo ad altri. o che denuda un,altra $ersona. $er $uri+icarsi deve cessare di &angiare $er due giorni =>"' Se il &arito di&ostra che sua &oglie ha avuto un ra$$orto sessuale con un altro. allora il Re deve $unire lei e il suo a&ante secondo l,ingiunzione $revista =7"' Se il &arito avesse +ondati &otivi $er credere e ancora" non # in grado di di&ostrare l,in+edeltG di sua &oglie. allora si deve se$arare da lei. &a deve &antenerla se ri&ane sotto il suo controllo =@"' Se il &arito. vedendo sua &oglie godere con il suo a&ante. la uccidesse insie&e al suo a&ante. allora il Re non deve $unirlo con la &orte =9"' Se il &arito vieta alla &oglie di andare in Fualche $osto o di $arlare con Fualcuno. allora la &oglie non deve andare in Fuel $osto. n4 $arlare con Fuella $ersona =?"' Se. alla &orte del &arito. la vedova vive con i $arenti del &arito sotto il loro controllo. seguendo i costu&i di vita di una vedova. o in loro assenza vive insie&e al i $arenti di suo $adre. allora lei &erita di ereditare le $ro$rietG del &arito =="' La vedova non deve &angiare due volte al giorno. n4 deve &angiare cibo cucinato da uno che non # $arente della $arte $aterna del &arito. lei deve rinunciare al $iacere sessuale. a cibi ani&ali. gioielli. dor&ire su letti &orbidi. e vestiti colorati =D"' La vedova +edele al suo Dhar&a non si deve ungere con unguenti $ro+u&ati. deve evitare i $ettegolezzi del villaggio. e deve s$endere il suo te&$o nel culto delle divinitG e nello svolgi&ento dei Vrata voti" =A"'

164

Nel caso del ragazzo che non ha n4 $adre. n4 &adre. n4 il nonno $aterno. i $arenti della &adre sono i &igliori custodi =B"' La &adre della &adre. il $adre della &adre. il +ratello della &adre. il +iglio del +ratello della &adre. il +ratello del $adre della &adre. Fuesti sono i $arenti dalla $arte della &adre =8"' La &adre del $adre. il $adre. il +ratello. i +igli del $adre e del +ratello e della sorella. il +ratello del $adre del $adre. sono conosciuti co&e i $arenti $aterni D>"' La &adre. il $adre. il +ratello del &arito. i +igli del +ratello e della sorella del &arito. ed i +ratelli del $adre del &arito. tutti Fuesti sono conosciuti co&e i $arenti del &arito D7"' A&bi/aI il Re deve obbligare un uo&o. secondo le sue $ossibilitG. a dare cibo e vestiti a suo $adre. a sua &adre. al $adre del $adre. alla &adre del $adre. alla &oglie il cui +iglio non $uL sostenerla. e al nonno e alla nonna &aterni. che sono $overi e non hanno +igli D@<D9"' Se un uo&o $arla brusca&ente a sua &oglie deve digiunare $er un giorno. se lui la $icchia deve stare senza cibo $er tre giorni. e se lui causa il suo s$argi&ento di sangue allora deve digiunare $er sette giorni D?"' Se un uo&o nella sua ira o +ollia chia&a la &oglie se un uo&o dice a sua &oglieH ^tu sei &ia &adre_ intendendo che non # sua &oglie" sua &adre. sua sorella. o +iglia. allora deve $uri+icarsi con il digiuno $er sette giorni D="' Se una ragazza # s$osata con un uo&o i&$otente. allora il Re deve +arla s$osare di nuovo. anche se il +atto # sco$erto do$o un certo lasso di te&$o' Kuesta # l,ingiunzione di Shiva DD"' Se una ragazza diventa vedova $ri&a della consu&azione del &atri&onio. anche lei $uL essere ris$osata' Anche Fuesto # il co&ando di Shiva DA"' La donna che ha dato alla luce un ba&bino entro sei &esi dal suo &atri&onio. o do$o che sia trascorso un anno dalla &orte del &arito. non # una &oglie. n4 il +iglio # legitti&o DB"' La donna che causa un aborto s$ontaneo $ri&a della +ine del Fuinto &ese. cos3 co&e la $ersona che la aiuta a +arlo. deve essere $esante&ente $unita D8"'

165

La donna che do$o il Fuinto &ese distrugge il ba&bino nel suo gre&bo. e la $ersona che l,aiuta a +arlo. sono col$evoli di aver ucciso un essere u&ano A>"' L,uo&o crudele che uccide volontaria&ente un altro uo&o deve se&$re essere condannato a &orte dal Re' A7"' Il re dovrebbe correggere l,uo&o che uccide un altro uo&o $er ignoranza. o in un i&$eto di $assione. o $er errore. $rendendo la sua $ro$rietG o dandogli un severo $estaggio A@"' All,uo&o che cerca di causare la $ro$ria &orte. sia da solo o con l,aiuto di un altro. dovrebbe essere attribuito lo stesso castigo dell,uo&o che uccide un altro attraverso l,ignoranza A9"' L,uo&o che uccide un altro in un duello. o uccide un ne&ico che tenta di ucciderlo. non # col$evole di alcun reato A?"' Il Re deve $unire l,uo&o che ha &utilato un altro &utilandolo. e l,uo&o che ha $icchiato un altro $icchiandolo A="' L,uo&o &alvagio che lancia Fualsiasi $roiettile. o che alza la &ano $er col$ire un Vi$ra. o $er col$ire colui che deve essere onorato. o che col$isce uno di essi. deve essere $unito con una &ulta $ecuniaria $er il $ri&o reato e dalla co&bustione della &ano $er il secondo illecito AD"' Se un uo&o &uore in seguito a una +erita in+litta da Fualsiasi ar&a o co&unFue do$o sei &esi. allora il col$evole deve essere $unito $er l,assalto. &a non deve essere $unito con la &orte dal re AA"' Se il re uccide i sovvertitori del suo governo. gli uo&ini che tra&ano $er usur$are il suo regno. i servitori che segreta&ente +anno a&icizia con i ne&ici del Re. gli uo&ini che creano &alcontento tra le tru$$e contro il Re. i soggetti che vogliono +are la guerra contro il Re. o briganti ar&ati. non # col$evole di alcun $eccato AB<A8"' L,uo&o che uccide un altro. costretto $er ordine del suo $adrone. non # col$evole dell,o&icidio. $erch4 il col$evole dell,o&icidio # il suo $adrone' Kuesto # il co&ando di Shiva B>"'

166

Se la &orte di un uo&o # causata da un ani&ale a$$artenente a. o da ar&i nelle &ani di. un uo&o distratto. allora Fuest0ulti&o deve essere $unito con una $ena $ecuniaria o cor$orale B7"' Le $ersone detestabili che disobbediscono al co&ando del Re. che sono arroganti nel loro linguaggio in $resenza del Re. o che denigrano la +ede 1ula. devono essere $uniti dal Re B@"' ;olui che si a$$ro$ri indebita&ente di $ro$rietG a lui a++idata. l,uo&o &aligno. il tru++atore. colui che crea &alu&ori tra gli uo&ini. o che incita la gente a litigare +ra loro deve essere bandito dal regno dal Re B9"' Il Re deve bandire dal suo regno Fuegli uo&ini de$ravati e &alvagi di &ente che danno via i loro +igli e +iglie in &atri&onio $er denaro. e che danno le +iglie in &atri&onio" ai &ariti i&$otenti B?"' Le $ersone che tentano di danneggiare gli altri con la di++usione di calunnie senza +onda&ento devono essere $uniti dal Re secondo il loro reato B="' Il Re deve obbligare il calunniatore a $agare al so++erente i soldi co&&isurati al danno +atto BD"' -er le $ersone che rubano $ietre $reziose. $erle. oro e altri &etalli. la $unizione dovrebbe essere il taglio della &ano o del braccio intero. in base al valore dei beni rubati BA"' Kuelli che rubano bu+ali. cavalli. bovini. gioielli. ecc. e ba&bini. devono essere $uniti dal Re co&e ladri BB"' I ladri che rubano cibo e oggetti di scarso valore devono essere corretti obbligandoli ad una dieta di cereali $er una setti&ana o una Fuindicina di giorni B8"' O Adorata dei DevaI il traditore e l,ingrato non $uL &ai raggiungere la liberazione con sacri+ici. osservanze votive. $enitenze. atti di caritG. e altri riti es$iatori 8>"' Gli uo&ini che danno +alse $rove. o che sono $arziali co&e arbitri. do$o aver li $uniti severa&ente. il Re deve esiliarli dai suoi do&ini 87"'

167

La testi&onianza di sei. Fuattro. o anche tre testi&oni # su++iciente a di&ostrare un +atto. &a. O ShivaI la testi&onianza di due testi&oni di ben nota religiositG # $ure su++iciente 8@"' A&ataI se testi&oni si contraddicono l,un l,altro su Fuestioni di luogo. te&$o. e altri dettagli dei +atti. la loro testi&onianza deve essere res$inta 89"' O A&ataI la $arola dei ciechi e sordi dovrebbe essere accettata co&e $rova. ed i segni e la scrittura di un uo&o &uto e di chi # sordo e &uto devono essere accettate 8?"' Di tutte le $rove ed in tutti i casi. e in $articolare nel contenzioso. le $rove docu&entali sono le &igliori. in Fuanto non $eriscono e durano se&$re 8="' L,uo&o che +abbrica un docu&ento scritto $er il $ro$rio uso o $er l,uso di un altro deve essere $unito con il do$$io della sanzione $er una +alsa testi&onianza 8D"' La dichiarazione giurata. $er conto $ro$rio. di un uo&o attento e in+allibile # di un valore $robatorio su$eriore ris$etto alla $arola di &olti testi&oni 8A"' O -arvatiI co&e tutte le virt% trovano il loro su$$orto nella VeritG. cos3 tutti i vizi trovano il loro sostegno nella +alsitG 8B"' -ertanto. il Re non incorrerG in alcuna col$a nel castigare coloro che sono $rivi di veritG e sono il ricettacolo di tutti i vizi' Kuesto # il co&ando di Shiva 88"' DeviI se un uo&o diceH "Io dico la veritG". allo stesso te&$o tocca uno dei seguenti < un 1aula. il Guru. un 5rah&ana. l,acFua del Gange. l,i&&agine di un Devata. un libro religioso 1ula. il 1ula&rita vino consacrato". o le o++erte +atte a una divinitG. ha +atto un giura&ento' Se do$o Fuesto lui dice una +alsitG. allora se ne andrG all,in+erno $er un 1al$a +ino alla +ine della creazione' Jn 1al$a eFuivale a ?'9@>'>>> anni" 7>><7>7"' Jn giura&ento che un atto che non # $ecca&inoso sarG o non sarG +atto. deve essere se&$re ris$ettato dagli uo&ini 7>@"' L,uo&o che ha rotto il suo giura&ento deve $uri+icarsi con un digiuno di due setti&ane. e colui che lo ha rotto $er sbaglio deve vivere di cereali $er dodici giorni 7>9"' 168

Anche il 1ula<dhar&a. se non seguito secondo VeritG e secondo le ingiunzioni. non solo non riesce a garantire la liberazione +inale e la beatitudine. &a conduce al $eccato 7>?"' Il vino # Tara stessa in +or&a liFuida. # la Salvatrice degli esseri. la !adre del $iacere e della liberazione. colei che distrugge il $ericolo e le &alattie. brucia i cu&uli di $eccati e $uri+ica il &ondo' O A&ataI Lei concede tutto il successo e incre&enta la conoscenza. l,intelletto e l,a$$rendi&ento. e. O AdEaI Lei # se&$re adorata da coloro che hanno raggiunto la liberazione +inale e da coloro che sono desiderosi di raggiungere la liberazione +inale. da $arte di coloro che sono diventati e da coloro che lottano $er essere ade$ti. e dai Re e dai Deva $er il raggiungi&ento dei loro desideri 7>=<7>A"' I &ortali che bevono vino con le loro &enti ben sotto controllo e secondo le $rescrizioni di Shiva" sono. $er cos3 dire. i&&ortali sulla terra 7>B"' -rendendo. in accordo con le ingiunzioni. uno Fualsiasi dei tattva. l,uo&o diventa si&ile a Shiva' Kual #. allora. il risultato nel $rendere tutti i cinFue tattva vino. carne. ecc'"R 7>8"' !a il consu&o di Fuesta Varuni Devi il vino co&e &ani+estazione della Devi" in violazione delle ingiunzioni distrugge l,intelletto co&$rensione". la vita. la +a&a e la ricchezza degli uo&ini 77>"' Dal consu&o eccessivo di vino l,ubriaco distrugge la co&$rensione. che # il &ezzo $er il raggiungi&ento del +ine Fuadru$lice dell,esistenza u&ana Dhar&a. Artha. 1a&a. !o/sha' !oralitG. salute. realizzazione dei desideri. liberazione" 777"' Solo danno ad ogni $asso. sia a se stesso che agli altri. esce da un uo&o la cui &ente # distratta e che non sa cosa deve e cosa non deve essere +atto 77@"' -ertanto. il Re o il Signore del ;ha/ra dovrebbero correggere con $unizioni cor$orali e $ecuniarie coloro che sono tro$$o dediti al vino ed a droghe inebrianti 779"' La co&$rensione degli uo&ini # o++uscata dall,abuso di vino. sia in $iccole che in grandi FuantitG. in base alla di++erenza nella FualitG del vino. al te&$era&ento degli individui. al luogo dove ed a Fuando si # $reso 77?"'

169

Di conseguenza. il bere eccessivo va giudicato. non dalla FuantitG bevuta. &a dal risultato. co&e di&ostrato dalla di++icoltG nel $arlare e dalla instabilitG delle &ani. dei $iedi. e della vista 77="' Il Re deve bruciare la lingua. con+iscare denaro e in+liggere $unizioni cor$orali. agli uo&ini che non tengono sotto controllo i loro sensi. le cui &enti sono distratte dal bere. che si discostano dal dovere verso i Deva e i Guru. che te&ono di vedere. che sono la +onte di ogni +ollia. che sono $eccatori. e trasgressori delle ingiunzioni di Shiva. e $ortano la rovina su di s4 77D<77A"' Il Re deve $unire e &ultare severa&ente l,uo&o che non # stabile di &ani. $iedi. o nella $arola. che # disorientato. i&$azzito. e +uori di s4 dal bere 77B"' Il Re. che lavora $er la +elicitG dei suoi sudditi. deve in+liggere $unizioni $ecuniarie all, ubriaco che # col$evole di linguaggio scurrile ed # $rivo di $aura e di vergogna 778"' O 1uleshvariI un 1aula. anche se # stato iniziato un centinaio di volte. dovrebbe essere considerato co&e un $ashu uo&ini di indole ani&alesca in cui il Ta&as Guna # $revalente". ed es$ulso dalla co&unitG 1ula se beve tro$$o 7@>"' Il 1aula che beve tro$$o vino. sia esso consacrato o &eno. deve essere bandito da tutti i 1aula e $unito dal Re' 7@7"' +a bere vino a sua &oglie 5rah&i stesso e sua &oglie. vivendo $er cinFue giorni con una dieta di soli cereali 7@@"' L,uo&o che ha bevuto vino che non # stato santi+icato deve $uri+icarsi con il digiuno $er tre giorni. e chi ha &angiato carne che non # stata santi+icata deve digiunare $er due giorni 7@9"' Se un uo&o &angia $esce e cibo arrostito che non sono stati santi+icati. egli deve digiunare $er un giorno. &a chi $arteci$a al Fuinto tattva senza con+or&arsi al rito deve essere corretto dalla $unizione del Re i cinFue tattva
sonoH VinoQ ;arneQ -esceQ Grano arrostito. cio# grano che # stato cucinato tra&ite tostaturaQ il Fuinto tattva # il Ra$$orto Sessuale" 7@?"'

Il nato due volte il brah&ana" ubriaco che s$osata nella +or&a 5rah&a" deve $uri+icare se

;hi &angia consa$evol&ente carne u&ana o carne di &ucca deve $uri+icarsi con un digiuno di due setti&ane' Kuesta # l0es$iazione $er Fuesto $eccato 7@="'

170

A&ataI un uo&o che ha &angiato la carne di ani&ali di +or&a u&ana. o di ani&ali carnivori. deve $uri+icarsi con un digiuno di tre giorni 7@D"' L,uo&o che &angia cibo cucinato da !lechchha. ;handala e -ashu. che sono i ne&ici del credo 1ula. deve $uri+icarsi con un digiuno di due setti&ane
#lechchhaH # un ter&ine a$$licato a tutte le genti non ariane cio# al di +uori dell0ArEavarta. il subcontinente indiano < ChandalaH una delle caste $i% degradate ingaggiata nei lavori sui ca&$i di cre&azione < PashuH uo&ini di indole ani&alesca in cui il Ta&as Guna # $revalente" 7@A"'

E. O 1uleshvariI se Fualcuno &angia consa$evol&ente dei resti di Fuest0ulti&i. allora $er $uri+icare se stesso deve digiunare $er un &ese. e se lo ha +atto inconsa$evol&ente egli deve digiunare $er una Fuindicina di giorni 7@B"' L,ingiunzione # che se un uo&o &angia cibo cucinato da un uo&o di una casta in+eriore alla sua. egli deve. $er $uri+icarsi. digiunare $er tre giorni 7@8"' !angiando cibo di un -ashu. ;handala e !lechchha. che # stato $osto nel ;ha/ra o nelle &ani di un Vira. non si incorre in nessun $eccato 79>"' ;olui che &angia cibo $roibito in un,e$oca in cui il cibo # scarso. in te&$i di carestia e di $ericolo. o Fuando la vita # in gioco. # innocente di Fualsiasi trasgressione 797"' Non vi # alcuna col$a se il cibo # &angiato sul dorso di un ele+ante. o su un blocco di $ietra. o su un $ezzo di legno. che $uL essere $ortato solo da diversi uo&ini. o in luoghi dove nulla di discutibile # e++ettiva&ente $erce$ito 79@"' Ani&ali le cui carni sono vietate. cos3 co&e gli ani&ali &alati. non devono essere uccisi anche se lo si +a $er sacri+icio dei Deva' Jccidendo Fuesti ani&ali si incorre nel $eccato 799"' Se Fualcuno uccide consa$evol&ente un toro. allora deve +are $enitenza co&e descritto di seguito". e se lo +a inconsa$evol&ente egli deve +are la &etG di tale $enitenza' Kuesto # il co&ando di Shan/ara 79?"' Pinch4 la $enitenza non viene eseguita. egli non deve radersi o tagliare le unghie n4 indossare $ara&enti $uliti 79="' ShivaI egli deve digiunare $er un &ese. e deve vivere di cereali $er un altro &ese. e deve vivere &angiando cibo che ha ele&osinato durante il terzo &ese' Kuesto si chia&a 1richchhra<Vrata 79D"' 171

Alla +ine della $enitenza egli deve radersi la testa e liberarsi dal $eccato di uccisione volontaria di un toro dando una +esta $er i 1aula. i $arenti dalla $arte $aterna". e 5andhava cognati" 79A"' Se la &orte di una &ucca o di un toro # causata dalla &ancanza di cure. l,es$iazione # $ari a otto giorni $er un 5rah&ana. a sei. Fuattro o due giorni di digiuno $er 1shatriEa o caste in+eriori 79B"' O 1auliniI il $eccato di abbatti&ento volontario di un ele+ante o di un ca&&ello. o un bu+alo. o di un cavallo # es$iata da un digiuno di tre giorni 798"' L,es$iazione $er aver ucciso un cervo. una $ecora. una ca$ra. o un gatto. # un digiuno $er un giorno intero e una notte. e uno che ha ucciso un $avone. un $a$$agallo o un $a$ero dovrebbe astenersi dal cibo +ino al tra&onto del giorno in cui il $eccato # co&&esso 7?>"' Se Fualcuno uccide un altro ani&ale in+eriore. che $ossiede le ossa. egli deve vivere di cibo vegetale $er una notte' L,uccisione di un ani&ale senza ossa # es$iata dal $enti&ento 7?7"' Non c,# col$a $er un Re che uccide ani&ali. $esci e creature ovi$are. Fuando # in una battuta di caccia. $erch# la caccia. Oh DeviI # una $ratica i&&e&orabile tra i Re 7?@"' Jccidere deve se&$re essere evitato. O GentileI A &eno che non sia $er il sacri+icio a un Deva' L,uo&o che uccide secondo le ingiunzioni non $ecca 7?9"' Jn uo&o deve essere in grado di co&$letare una devozione religiosa che si # $ro$osto. se ca&&ina tra i resti do$o il culto di Fualsiasi Devata. o se si tocca l,i&&agine di un Deva Fuando # i&$uro. in tutti Fuesti casi egli deve recitare il GaEatri 7??"' Il $adre. la &adre. e il datore del 5rah&an sono i !aha<guru' ;hi $arla &ale ad essi. $er $uri+icarsi. deve digiunare $er cinFue giorni 7?="' Allo stesso &odo. o A&ataI se Fualcuno $arla &ale di altre $ersone che hanno diritto al ris$etto. 1aula e Vi$ra. allora deve $uri+icarsi digiunando due giorni e &ezzo 7?D"'

172

-er cercare +ortuna un uo&o $uL andare in Fualsiasi $aese. &a dovrebbe evitare Fuei $aesi e Shastra che vietano i riti 1auli/a 7?A"' L,uo&o che di sua volontG va in un $aese in cui # $roibito il 1aula< Dhar&a cade dal suo status. e deve essere $uri+icato dal -urnabhishe/a ceri&onia di iniziazione' Letteral&ente -urnabhishe/a signi+ica grande abluzione" 7?B"' Nella $enitenza es$iatoria. Fuello che # riconosciuto co&e digiuno # lo stare senza cibo $er otto 2a&a @? ore' 2a&a U un ottavo di giorno. tre ore" dal sorgere del sole 7?8"' Il digiuno. co&unFue. non # rotto se si beve un $o, d,acFua o si $rende un $o0 d0aria di solito chi digiuna non dovrebbe lasciare casa sua" $er la $reservazione della $ro$ria vita 7=>"' Se uno. a causa della vecchiaia o $er &alattia. non # in grado di digiunare. allora. al $osto di ogni digiuno. dovrebbe o++rire un banchetto a dodici 5rah&ana 7=7"' I $eccati co&e il $arlare &ale degli altri. l0elogio di s4. le cattive abitudini. la scorrettezza nelle $arole o nelle azioni. devono essere es$iati dal $enti&ento 7=@"' Tutti gli altri $eccati. co&&essi sia consa$evol&ente che inconsa$evol&ente. vengono distrutti ri$etendo il GaEatri della Devi e o++rendo cibo ai 1aula 7=9"' Kueste regole generali sono a$$licabili a uo&ini. donne e senza sesso. l,unica di++erenza # che nel caso delle donne il &arito # il loro !aha<guru 7=?"' Gli uo&ini che so++rono di &alattia &olto grave e Fuelli che sono se&$re so++erenti diventano $uri+icati e hanno il diritto di eseguire i riti relativi ai Deva e ai -itri donando oro 7=="' Jna casa che # stata conta&inata da una &orte innaturale. o che # stata col$ita da un +ul&ine. dovrebbe essere $uri+icata da 7>> VEahriti Oo&a o++erte al +uoco consacrato $er i tre &ondi" 7=D"' Se il cadavere di un ani&ale che $ossiede ossa viene trovato in un lago. una vasca. o in un $ozzo. allora deve essere subito tolto ed il luogo deve essere $uri+icato 7=A"' 173

Il &etodo di $uri+icare Fuesti luoghi # il seguenteH ventuno giare di acFua $ura. do$o essere stata consacrata con il !antra -urnabhishe/a. devono essere versate in esso 7=B"' Se Fuesti luoghi contengono una $iccola FuantitG di acFua. e Fuesta # stata conta&inata dal $uzzo del cor$o &orto. allora dovrebbero essere asciugati e ri&osso il +ango e. Fuando Fuesto # stato +atto. l,acFua deve essere versata secondo le &odalitG descritte 7=8"' Se contengono acFua in FuantitG su++iciente $er annegare un ele+ante. allora un centinaio di giare d,acFua deve essere ri&ossa. e $oi deve essere versata l,acFua consacrata 7D>"' Se non # cos3 $uri+icata. allora l0acFua dei bacini inFuinati dal tocco del cadavere diventa i&bevibile. e il serbatoio non $uL essere consacrato 7D7"' Pare il bagno in Fuesti bacini # inutile. ed ogni rito eseguito con le loro acFue diventa sterile. e chiunFue utilizza l,acFua $er Fualsiasi ragione deve ri&anere senza cibo $er un giorno e $rendere i -ancha&rita i cinFue nettariH zucchero. &iele. latte. ghee. Eogurt" $er $uri+icarsi 7D@"' Se Fualcuno $er caso vede un uo&o ricco che &endica. un guerriero avverso alla battaglia. un denigratore del 1ula Dhar&a. una donna di +a&iglia che beve vino. un uo&o che # un traditore. o un uo&o saggio dedito a $eccare. allora. in ognuno di Fuesti casi si deve volgere lo sguardo al Sole. $ronunciare il no&e di Vishnu. e +are il bagno con i vestiti che indossa al &o&ento 7D9<7D?"' Gli uo&ini delle classi dei due nati volte. se vendono asini. galline. o suini. o se i&$egnati in Fualsiasi occu$azione bassa. devono $uri+icarsi osservando Vrata voto" $er tre giorni Tri<dina<vrata" 7D="' Il Tri<dina<vrata. O A&bi/aI viene cos3 eseguitoH il $ri&o giorno si deve digiunare. il secondo giorno si deve &angiare $asti di soli cereali. ed il terzo si deve $rendere solo acFua $otabile 7DD"' L,uo&o che. senza essere invitato. entra in una stanza la cui $orta # chiusa. e chi $arla di cose di cui # stato chiesto di &antenere il segreto. dovrebbe stare senza cibo $er cinFue giorni 7DA"'

174

L,uo&o che $er orgoglio non si alza Fuando vede Fualcuno degno di venerazione venire verso di lui. o Fuando vede le Scritture 1ula essere $ortate dentro la stanza. $er $uri+icarsi dovrebbe stare senza cibo $er un giorno 7DB"' In Fuesto Shastra $ronunciato da Shiva il signi+icato delle $arole usate # se&$lice. Fuelli che danno signi+icati inverosi&ili ad esse vanno sulla via della rovina 7D8"' Oo $arlato a te. o DeviI di ciL che # l,Essenza delle essenze. di ciL che # al di so$ra del $i% eccellente. di ciL che conduce al benessere degli uo&ini" in Fuesto &ondo e nel $rossi&o. cos3 co&e di Fuello che # sia $uri+icante che bene+ico e che # in con+or&itG al Dhar&a 7A>"' Pine dell0Jndicesi&o Gioioso !essaggio. dal titolo "Riti Es$iatori"'

175

Capitolo FII
Jna Descrizione dell,Eterno ed I&&utabile Dhar&a
Shri Sadashiva disseH O Dea -ri&ordialeI -arlo a Te ancora una volta delle leggi eterne. se le segue il Re saggio $uL +acil&ente governare i suoi sudditi 7"' Se il Re non stabilisse le regole. gli uo&ini nella loro cu$idigia litigherebbero tra loro e $er+ino con i loro a&ici. $arenti ed i loro su$eriori @"' Kuesti uo&ini che $erseguono solo i $ro$ri +ini o interessi. Oh DeviI si ucciderebbero a vicenda $er la ricchezza. e sarebbero $ieni di $eccato a causa della loro cattiveria e desiderio di rubare 9"' ( dunFue $er il loro bene che sto dando le regole in con+or&itG al Dhar&a. seguendo le Fuali gli uo&ini non deviano dal giusto sentiero" ?"' ;o&e il Re deve $unire i &alvagi $er la ri&ozione dei loro $eccati. cos3 egli deve anche dividere l,ereditG in base alla $arentela ="' La $arentela # di due ti$i. a seguito di &atri&onio e dalla nascita' Di Fuesti. la $arentela di nascita # $i% +orte della $arentela di &atri&onio D"' In ereditG. O Shiva Devi"I i discendenti hanno un diritto $i% +orte ris$etto agli ascendenti. e in Fuesto ordine di discendenti e ascendenti &aschi sono &eglio Fuali+icati $er l,ereditG ris$etto alle +e&&ine A"' !a tra Fuesti. ancora una volta. la $arentela $i% $rossi&a ha diritto all,ereditG. i saggi devono dividere la $ro$rietG in base a Fuesta regola e in Fuesto ordine B"H Se il de+unto lascia +iglio. ni$ote. +iglie. $adre. &oglie. e altri $arenti. allora il +iglio ha diritto a tutta l,ereditG. e non gli altri 8"' Se ci sono $arecchi +igli. hanno tutti diritto a $arti uguali' Nel caso di un Re". il regno $assa al +iglio &aggiore. &a che # in accordo con la consuetudine della +a&iglia 7>"'

176

Se c,# un Fualsiasi debito $aterno che deve essere $agato dalla $ro$rietG $aterna. tale $ro$rietG non deve essere divisa 77"' Se i +igli devono dividere e $rendere la $ro$rietG $aterna. il Re deve $rendere da loro i beni necessari a $agare il debito $aterno 7@"' ;o&e gli uo&ini vanno all,in+erno a causa dei loro $eccati. cos3 essi sono vincolati dai loro debiti individual&ente e++ettuati. e gli altri non lo sono 79"' Di FualunFue genere sia la $ro$rietG. sia i&&obili o di altro genere. gli ereditieri devono ottenere la stessa in base alle ris$ettive Fuote 7?"' La divisione # co&$leta Fuando tutti sono d,accordo' Se non c0# accordo. allora il Re deve dividere l,ereditG in &aniera i&$arziale 7="' Il Re deve dividere il valore o gli utili della $ro$rietG che non si $uL dividere. sia che sia i&&obile o &obile 7D"' Se un uo&o di&ostra il suo diritto ad una Fuota do$o che la $ro$rietG # stata divisa. il Re deve dividere la $ro$rietG di nuovo. e dare all,avente diritto la sua $arte 7A"' O ShivaI Il Re deve $unire l,uo&o che. do$o che la $ro$rietG # stata divisa con il consenso di tutti. litiga di nuovo ris$etto ad essa 7B"' Se il de+unto &uore lasciando il ni$ote. la &oglie. e il $adre. allora il ni$ote ha il diritto di $ro$rietG in ragione del suo essere un discendente 78"' Se il de+unto senza +igli lascia il $adre. il +ratello. e il nonno. allora il $adre eredita la $ro$rietG a causa della vicinanza di consanguineitG @>"' A&ataI se il de+unto lascia le +iglie. anche se sono $i% vicine a lui. sono i ni$oti i +igli dei +igli" che hanno diritto alla sua $ro$rietG. $erch4 si da $rioritG ai &aschi @7"' Dal nonno la $ro$rietG va al ni$ote se il +iglio # de+unto. $erciL gli uo&ini $rocla&ano che il s4 del $adre # nell,i&&agine del +iglio @@"' Nel ra$$orto coniugale la &oglie 5rah&i # su$eriore. e la $ro$rietG dell,uo&o senza +igli deve andare alla &oglie. che # la &etG del suo cor$o @9"'

177

La vedova senza +igli. tuttavia. non # co&$etente a vendere o cedere la $ro$rietG ereditata dal &arito. tranne ciL che # $ro$rio Sva<dhana" $er suo diritto @?"' Kualsiasi cosa a$$rovata dal Dhar&a data dal $adre e dai suoceri e tutto ciL che # stato guadagnato $er suo i&$egno $ersonale. deve essere riconosciuta co&e "$ro$rietG della donna" Stri<dhanaH guadagnato attraverso abilitG artistiche o si&ili" @="' Alla sua &orte la $ro$rietG va al &arito e ai suoi eredi in base al grado di discendenza e di ascendenza @D"' Se la donna ri&ane +edele al suo Dhar&a. e vive sotto il controllo dei $arenti di suo &arito. e in loro assenza sotto il controllo dei $arenti di suo $adre. allora solo lei ha diritto a ereditare @A"' La donna che ha una condotta irregolare non ha diritto di ereditare la $ro$rietG del &arito' Lei ha diritto solo a una diaria dagli eredi del &arito @B"' Se l,uo&o che # &orto ha &olte &ogli. le Fuali sono tutte $ie. allora. O Tu dal sorriso $uroI hanno diritto alla $ro$rietG del &arito in $arti uguali @8"' Se la donna che eredita la $ro$rietG del &arito &uore lasciando le +iglie. allora la $ro$rietG torna indietro al &arito e da lui alla +iglia le +iglie ereditano dal $adre e &ai dalla &adre" 9>"' In Fuesto &odo. se c,# una +iglia e la $ro$rietG $assa alla vedova del +iglio. allora. alla &orte di Fuest,ulti&o. dovrebbe tornare al &arito e dal suocero scendere alla +iglia di Fuest,ulti&o 97"' Si&il&ente. O ShivaI se la $ro$rietG $assa alla &adre nel corso della vita del nonno $aterno. allora. alla sua &orte. va a suo suocero attraverso suo +iglio e suo &arito 9@"' ;o&e la $ro$rietG del de+unto risale al $adre. cos3 risale anche alla &adre se lei # una vedova 99"' !a la &atrigna non deve ereditare se la &adre # viva. &a alla &orte della &adre l0ereditG va alla &atrigna attraverso il $adre 9?"' Kualora. in assenza di discendenti. l,ereditG non $uL scendere. allora deve salire allo stesso &odo con cui sarebbe discesa 9="' 178

-ertanto. anche Fuando il +ratello del $adre # vivo. la +iglia eredita la $ro$rietG. e se lei &uore senza +igli allora tali beni $assano al +ratello del $adre 9D"' Sicco&e l,ereditG discende in linea &aschile. il +ratellastro eredita anche in $resenza di una sorella uterina 9A"' E Fuando c,# una sorella uterina ed i +igli del +ratellastro. sono Fuesti ulti&i che ereditano le $ro$rietG 9B"' Se il de+unto lascia sia la sorella uterina che il +ratellastro. allora. a causa della $ro$rietG discendente attraverso il $adre. essi hanno il diritto ad ereditare in $arti uguali 98"' Nella vita delle loro +iglie i loro +igli non hanno diritto di ereditare +ino a Fuando l,ostacolo # ri&osso $er &ezzo della &orte delle +iglie ?>"' In assenza di +igli. le +iglie si dividono la $ro$rietG $aterna. do$o aver dedotto dall0ereditG totale le s$ese di &atri&onio di una +iglia nubile se esiste" ?7"' Alla &orte di una donna senza +igli la Stri<dhana Kuello che ha guadagnato va al &arito. e la $ro$rietG che ha ereditato da Fualcun altro risale alla linea della $ersona da cui ha ereditato ?@"'
attraverso abilitG artistiche o si&ili"

La donna $uL s$endere la $ro$rietG ereditata da lei $er il suo &anteni&ento. e $uL s$endere i $ro+itti di essa in atti di &erito religioso. &a non $uL vendere o +are regali con essa ?9"' Kuando la nuora del nonno $adre del $adre" sta vivendo. o la &atrigna del $adre # vivo. l,ereditG va al nonno. e attraverso suo +iglio alla nuora del nonno" ??"' *here the grand+ather. the +ather0s brother. and the brother are living. the brother succeeds bE reason o+ the $rioritE in clai& o+ the descendant ?="' Se un uo&o &uore lasciando vivi suo nonno. il +ratello e lo zio. entra&bi i $ri&i sono $i% vicini in grado dell,ulti&o. e la $ro$rietG scende attraverso il $adre al +ratello del de+unto ?D"' Se il de+unto lascia il +iglio di una +iglia ed il $adre. allora il +iglio della +iglia eredita. $erch4 la $ro$rietG anzitutto scende ?A"' 179

Se sia il $adre che la &adre del de+unto sono in vita alla sua &orte". allora. O 1ali/aI in ragione del diritto su$eriore del &aschio. il $adre $rende la sua $ro$rietG ?B"' Se il +ratello della &adre # vivo. i sa$inda cugini" del $adre $rendono la $ro$rietG del de+unto a causa del diritto su$eriore del ra$$orto $aterno ?8"' La $ro$rietG che non # riuscita ad andare verso il basso # Fui" andata verso l,alto. &a. O ShivaI in ragione del diritto su$eriore della linea &aschile # $assata alla +a&iglia del $adre' Il +ratello della &adre. nonostante la vicinanza del suo ra$$orto. non eredita =>"' Il ni$ote di un +iglio deceduto eredita dalla tenuta del nonno la Fuota che suo $adre avrebbe ereditato insie&e ai suoi +ratelli del $adre" =7"' Allo stesso &odo. la ni$ote che non ha +ratello e i cui genitori sono &orti. eredita. se # ben condotta. la $ro$rietG di suo nonno $adre del $adre" con i +ratelli di suo $adre =@"' Alla &orte del nonno che lascia so$ravvivere sua &oglie. sua +iglia. e la ni$ote. l,ulti&a. Oh DeviI # l,erede della $ro$rietG. dal &o&ento che essa la $rende attraverso suo $adre =9"' In $ro$ertE Thich descends the &ale a&ong the descendants. and in $ro$ertE Thich ascends. the &ale a&ong the ascendants. are $re<e&inentlE Fuali+ied to inherit" =?"' -erciL. o A&ataI se il de+unto ha nuora. ni$ote e +iglia che sono so$ravvissute a lui. allora suo $adre non $uL $rendere la $ro$rietG =="' Se non c,# nessuno nella +a&iglia del $adre del de+unto che ha diritto a ereditare. allora nel &odo so$ra indicato la sua $ro$rietG va alla +a&iglia del $adre di sua &adre =D"' Le $ro$rietG che sono andate al nonno &aterno devono ascendere e discendere e andare sia ai &aschi che alle +e&&ine tra&ite lo zio &aterno ed i suoi +igli e altri =A"' Se la linea del &atri&onio 5rah&i. o se i sa$inda del $adre o della &adre. sono in vita. allora la $role del &atri&onio Shaiva vedi ;a$' 8 verso @DA e seguenti" non ha diritto di ereditare la $ro$rietG del $adre =B"'

180

La &oglie e +igli del &atri&onio Shaiva. O GentileI hanno diritto a ricevere. dalla $ersona che eredita la $ro$rietG del de+unto. cibo e vestiti in $ro$orzione alla $ro$rietG lasciata =8"' A&ataI la &oglie Shaiva. se tiene una buona condotta. ha il diritto di essere &antenuta solo dal &arito Shaiva' Non ha diritto di $ro$rietG su suo $adre e gli altri D>"' -ertanto. il $adre che s$osa sua +iglia secondo il rito Shaiva in ragione della rabbia o della cu$idigia sarG dis$rezzato dagli uo&ini D7"' In assenza di $role del &atri&onio Shaiva. il Soda/a. il Guru. e il Re. $er le ingiunzioni di Shiva. $rendono la $ro$rietG del de+unto D@"' A&ataI I $arenti +ino al setti&o grado sono Sa$inda. oltre il setti&o grado +ino al deci&o grado sono Soda/a. e oltre il deci&o grado sono solo Gotra<)as D9"' Dove la $ro$rietG che # stata divisa # di nuovo deliberata&ente &essa insie&e. dovrebbe essere divisa ancora una volta. co&e se non +osse &ai stata divisa D?"' Gli eredi di un de+unto sono alla sua &orte autorizzati a condividere tali $ro$rietG. siano ri$artite o non ri$artite. co&e il de+unto stesso ne era autorizzato D="' ;oloro che ereditano la $ro$rietG di un altro devono o++rirgli -inda +inch4 vivono. la situazione # diversa nel caso di un +iglio da &atri&onio Shaiva c,#
da dire che co&unFue un +iglio Shaiva dovrebbe +are o++erte al de+unto $adre. sia che erediti o$$ure no. co&e dovere religioso" DD"'

;os3 co&e le nor&e relative al $eriodo di I&$uritG dovrebbero. in Fuesto &ondo. essere osservate in ragione della connessione $er nascita. cos3 esse devono essere osservate $er tre notti in ragione della connessione $er diritto all,ereditG DA"' Le classi dei nati due volte e le altre devono $uri+icarsi osservando le nor&e relative all0I&$uritG dal giorno in cui vengono a conoscenza del decesso +ino alla +ine del $eriodo $rescritto. Fuesto vale sia nel caso di -urnashaucha il $eriodo di Asaucha o I&$uritG che devono osservare i $arenti dalla $arte del $adre +ino al setti&o grado" e di 1handashaucha il $eriodo di I&$uritG che devono osservare i $arenti dalla $arte del $adre oltre il setti&o grado" DB"' Se il $eriodo # scaduto. Fuando si viene a conoscenza del decesso. allora non c,# 1handashaucha' E $er Fuanto riguarda -urnashaucha. va osservato solo $er tre giorni. &a se si viene a conoscenza del decesso do$o il lasso di un anno non vi # alcun $eriodo di I&$uritG da osservare D8"' 181

Se un +iglio viene a conoscenza della &orte di suo $adre o di sua &adre. o se la &oglie +edele viene a conoscenza della &orte del &arito do$o un anno. allora il +iglio o la vedova devono osservare il $eriodo di I&$uritG $er tre notti A7"' Se durante il $rosegui&ento di un $eriodo di i&$uritG un nuovo $eriodo inizia. allora il $eriodo si conclude con la +ine del Garu<ashaucha o -urnashaucha" A7"' Il grado dei diversi ti$i di I&$uritG di$ende dalla lunghezza &aggiore o &inore del $eriodo che deve essere osservato' Tra i vari ti$i di I&$uritG. Fuello che # $i% esteso in ordine di te&$o # &aggiore di Fuello che # &eno esteso A@"' Se nell,ulti&o giorno di un $eriodo di I&$uritG un altro $eriodo ha inizio. allora l0I&$uritG # ri&ossa l,ulti&o giorno del $ri&o $eriodo. &a se la causa di I&$uritG # tale da richiedere l,osservanza del te&$o $ieno. allora il $reesistente $eriodo deve essere esteso di due giorni A9"' La donna non s$osata deve osservare il $eriodo di I&$uritG della +a&iglia del $adre. &a do$o che lei si # s$osata deve osservare l,I&$uritG $er tre giorni alla &orte dei suoi genitori A?"' Do$o il &atri&onio la s$osa diventa dello stesso Gotra +a&iglia. linea di discendenza" del &arito. il +iglio adottivo diventa allo stesso &odo dello stesso Gotra della $ersona che lo adotta A="' Jn +iglio dovrebbe essere adottato con il consenso del $adre e della &adre. e al &o&ento dell,adozione l,adottato deve. con i suoi $arenti. eseguire i riti sacra&entali Sa&s/ara". citando il suo no&e e Gotra AD"' Il +iglio adottivo deve avere lo stesso diritto alla $ro$rietG della &adre e del $adre adottivi. e gli stessi diritti ad o++rire -inda a loro co&e il +iglio naturale. dal &o&ento che sono sua &adre e suo $adre AA"' Jn ba&bino di &eno di cinFue anni d0etG e della $ro$ria casta dovrebbe essere adottato e cresciuto. un ragazzo di cinFue anni d,etG non # idoneo AB"' O 1ali/aI se un +ratello adotta il +iglio di suo +ratello. allora il +ratello che adotta diventa il $adre e il $adre naturale diventa lo zio del ragazzo adottato A8"'

182

;olui che eredita la $ro$rietG di un altro deve osservare il Dhar&a della $ersona che eredita con Fuesto si intende che chi eredita dovrG $roseguire i doveri
religiosi del de+unto e non ca&biare i $ro$ri. ad ese&$io dovrG se&$lice&ente seguire il servizio al Devata nel &odo abituale del de+unto ". deve anche seguire le sue abitudini

+a&iliari e soddis+are i suoi $arenti B>"' Nel caso della &orte di 1anina ba&bini di una donna non s$osata". Gola/a +igli 1unda +igli illegitti&i". e $ersone col$evoli di gravi $eccati. non c,# I&$uritG da osservare. e non sono Fuali+icati a ereditare B7"' Nel caso della &orte di un uo&o che # stato $unito con la castrazione. o di una donna che # stata $unita con il taglio del naso. o di $ersone col$evoli di $eccati &olto gravi. non c,# $eriodo di I&$uritG da osservare B@"' Il Re deve $er dodici anni $roteggere la +a&iglia e la $ro$rietG di coloro di cui non si ha nessuna notizia. e che sono sco&$arsi senza lasciare alcuna traccia della loro ubicazione B9"' Alla scadenza dei dodici anni l,i&&agine di Fuesta $ersona deve essere +atta con erba 1usha e cre&ata' I suoi +igli e gli altri devono osservare un $eriodo di I&$uritG $er tre giorni. e liberarlo dalla condizione di -reta gli s$iriti che non hanno ancora avuto i riti +unebri" B?"' Il Re deve $oi dividere i suoi beni tra i &e&bri della sua +a&iglia nel loro ordine. co&inciando con il +iglio. altri&enti lui il Re" incorre nel $eccato B="' Il Re deve $roteggere l,uo&o che non ha alcun $rotettore. che # inca$ace. che # in &ezzo alle avversitG. $erch4 il Re # il Signore dei suoi sudditi BD"' 1ali/aI se l,uo&o che # sco&$arso ritorna do$o un $eriodo di dodici anni. allora egli deve recu$erare sua &oglie. i +igli. e la $ro$rietG. non c,# dubbio su Fuesto BA"' -er+ino l0uo&o non # autorizzato a cedere i beni i&&obili di +a&iglia. sia alla sua gente che ad estranei. senza il consenso dei suoi eredi BB"' Jn uo&o. a suo $iacere. $uL dare via $ro$rietG acFuisite da s4. siano esse &obili o i&&obili. e $uL anche cedere i beni &obili di +a&iglia B8"' Se c,# un +iglio o la &oglie viventi. o la +iglia o il +iglio della +iglia. o il $adre. o la &adre. o il +ratello o una sorella. anche Fui si $uL cedere $ro$rietG

di una vedova".

183

acFuisite da s4. sia &obili che i&&obili. beni &obili e ciL che si # ereditato 8><87"' Se un uo&o dG via o consacra tali beni a Fualsiasi istituzione religiosa. allora i suoi +igli e gli altri non $ossono in+luenzare tale dono o consacrazione 8@"' -ro$rietG consacrate a Fualsiasi sco$o religioso dovrebbero essere curate dal donatore' Kuest,ulti&o. tuttavia. non ha la +acoltG di riaverle indietro. $erch4 il $ro$rietario di tali beni # il Dhar&a 89"' A&bi/aI la $ro$rietG o gli utili di Fuesti dovrebbero essere i&$iegati dallo stesso donatore. o dal suo agente. $er lo sco$o religioso al Fuale # stata donata 8?"' Se il $ro$rietario $er a++etto dG via a chiunFue &etG della $ro$rietG acFuisita da s4. allora i suoi eredi non devono essere in grado di annullare il dono 8="' Se il $ro$rietario cede &etG del suo $atri&onio acFuisito da s4 a Fualcuno dei suoi eredi. in tal caso gli eredi non devono essere in grado di evitare tale dono 8D"' Se uno dei vari +ratelli guadagna soldi con l,aiuto della $ro$rietG $aterna. allora. &entre gli altri +ratelli hanno diritto alle Fuote $ro$orzionali della $ro$rietG $aterna. nessuno oltre l,acFuirente ha diritto agli utili 8A"' Se un +ratello acFuisisce un bene di +a&iglia che era andato $erduto. egli riceverG due $arti e gli altri +ratelli tutti insie&e riceveranno una $arte 8B"' !erito religioso. ricchezza e cultura sono tutti di$endenti dal cor$o. e nella &isura in cui Fuesto cor$o viene dal $adre. allora in tal senso". cosa c,# che non # di $ro$rietG $aternaR 88"' Se ciL che guadagnano gli uo&ini # da considerarsi $ro$rietG $aterna. allora cosa c,# che # acFuisito da s4R 7>>"' -ertanto. O grande DeviI tutti i soldi che si guadagnano dal $ro$rio lavoro individuale devono essere auto< acFuisitiQ la $ersona che li acFuisisce ne sarG titolare. e nessun altro 7>7"' O DeviI l,uo&o che addirittura solleva la sua &ano contro la &adre. il $adre. il Guru. i nonni $aterni e &aterni. non erediterG 7>@"'

184

L,uo&o che uccide un altro non erediterG la sua $ro$rietG. &a gli altri eredi della $ersona uccisa erediteranno i suoi beni 7>9"' A&bi/aI eunuchi e le $ersone che sono $aralizzate hanno diritto a cibo e vestiti +inch4 vivono. &a non hanno diritto di ereditare la $ro$rietG 7>?"' Se un uo&o trova un oggetto che a$$artiene ad un altro. sulla strada o altrove. allora il Re. $revia giusta deliberazione. +arG in &odo che chi l,ha trovato lo restituisca al $ro$rietario 7>="' Se un uo&o trova un oggetto o un ani&ale di cui non c,# $ro$rietario. allora colui che l,ha trovato ne diventa $ro$rietario. &a dovrebbe dare al Re una deci&a $arte di tali beni o ani&ale o del loro valore" 7>D"' Se c,# un adeguato acFuirente $er i beni i&&obili. che # un $arente. allora $er il $ro$rietario del bene i&&obile non # adeguato vendere lo stesso ad un altro 7>A"' Tra i co&$ratori che sono inti&i. il $arente dalla $arte $aterna e chi # della stessa casta sono $articolar&ente Fuali+icati. e in assenza di essi gli a&ici. &a il desiderio del venditore dovrebbe $revalere 7>B"' Se i beni i&&obili stanno $er essere venduti ad un $rezzo +isso. e un vicino di casa $aga lo stesso $rezzo. allora Fuest,ulti&o ha il diritto di acFuistarlo e nessun altro 7>8"' Se il vicino # in grado di $agare il $rezzo e acconsente alla vendita ad un altro". solo il $adrone di casa $uL vendere l,i&&obile ad un altro 77>"' O DeviI se un bene i&&obile viene acFuistato all,insa$uta del vicino. Fuest,ulti&o ha il diritto di averlo a condizione di $agare il suo $rezzo a$$ena viene a conoscenza di tale vendita 777"' Tuttavia. l,acFuirente. do$o l,acFuisto deve convertire il $osto in un giardino. o costruirvi una casa. o se ha buttato gi% Fualche edi+icio. il vicino in Fuesto caso non ha diritto a ottenere la $ro$rietG i&&obiliare con il $aga&ento del suo $rezzo 77@"' Jn uo&o $uL. senza $er&esso. a titolo gratuito. e senza i&$edi&enti. coltivare Fualsiasi terreno che si erge dalle acFue. che si trova nel &ezzo di una +oresta. o che # di di++icile accesso 779"'

185

Dove la terra # stata $ortata a coltura da lavoro considerevole. il Re. $oich4 egli # il Signore del suolo. deve dis$orre di un deci&o dei $ro+itti della terra. e il resto deve essere goduto da chi l,ha boni+icata 77?"' Non si devono scavare vasche. serbatoi o $ozzi. n4 $iantare alberi. n4 costruire case in luoghi dove si $ossono danneggiare altre $ersone 77="' Tutti hanno il diritto a bere l,acFua dei serbatoi e $ozzi consacrati ai Deva. co&e anche l,acFua dei +iu&i. &a solo i vicini di casa hanno il diritto di tirarla +uori $er irrigare 77D"' L,acFua non deve essere $o&$ata da cisterne. ecc. ne&&eno dai vicini. $erch4 ciL $otrebbe causare una carestia d,acFua 77A"' L,i$oteca e la vendita di $ro$rietG. che sono indivisibili senza il consenso dei co&$ro$rietari. cos3 co&e Fuando il diritto delle $arti in essa non # deter&inato. non # valido 77B"' Se il bene i$otecato o de$ositato $resso un altro # distrutto intenzional&ente o $er negligenza. il Re deve +are in &odo che il creditore i$otecario o de$ositario restituisca il valore dello stesso al $ro$rietario 778"' Se un ani&ale o Fualsiasi altra cosa viene utilizzato con il consenso del de$ositante da $arte della $ersona con cui si trovano. allora il de$ositario deve sostenere i costi di cibo e di &anteni&ento 7@>"' Nei casi in cui beni i&&obili o &obili la $ro$rietG # tras+erita ad un altro a sco$o di lucro. tale transazione non sarG valida se non # a te&$o deter&inato. o se l,i&$orto dei $ro+itti # indeter&inato 7@7"' La $ro$rietG co&une. alla &orte del $adre. non deve essere i&$iegata a sco$o di lucro senza il consenso di tutti i co&$ro$rietari 7@@"' Se gli articoli sono venduti a $rezzi i&$ro$ri. allora il Re $uL annullare tale vendita 7@9"' ;o&e un cor$o nasce e &uore una sola volta. e la $ro$rietG $uL essere ceduta solo una volta. cos3 non ci $uL essere che un solo &atri&onio 5rah&a della +iglia 7@?"'

186

L,uo&o. devoto ai suoi antenati. che ha un unico +iglio. non lo deve dare via in adozione". e. allo stesso &odo. non deve dare in &atri&onio Shaiva l,unica &oglie o l,unica +iglia 7@="' Nei riti relativi ai Deva ed ai -itri. nelle transazioni &ercantili. e nelle ;orti di diritto. FualunFue cosa +a il sostituto Agente" # l,atto del suo datore di lavoro 7@D"' La regola i&&utabile # che l,agente o e&issario non dovrebbe essere $unito $er la col$a del suo datore di lavoro 7@A"' Nei ra$$orti &onetari. in agricoltura. nelle transazioni &ercantili. co&e anche in tutte le altre attivitG. tutto ciL che si # intra$reso dovrebbe essere eseguito in accordo con il Dhar&a 7@B"' Il Signore $rotegge Fuesto universo' ;oloro che lo vogliono distruggere saranno a loro volta distrutti. e chiunFue lo $rotegge. il Signore dell,Jniverso stesso $roteggerG loro' -ertanto si dovrebbe agire $er il bene del &ondo 7@8"' Pine del Dodicesi&o Gioioso !essaggio. dal titolo "Jna Descrizione dell,Eterno ed I&&utabile Dhar&a"'

187

Capitolo FIII
Installazione del Devata
-arvati. la !adre dei tre &ondi. con la sua &ente assorta nei $ensieri $er la $uri+icazione degli uo&ini inFuinati dalle i&$uritG del 1ali 2uga. chiese u&il&ente a !ahesha. il Deva tra i Deva. che aveva cos3 $arlato dell,essenza di tutti i Niga&a. che # il se&e dei cieli e la liberazione +inale co&e segue" 7"H Shri Devi disseH ;o&e dovrebbe essere $ensata la +or&a di !aha/ali. ;olei che # la grande causa. l,energia $ri&ordiale. il Grande S$lendore. $i% sottile degli ele&enti $i% sottiliR @"' ( solo ciL che # o$era di -ra/riti che ha +or&a' ;o&e $uL avere Lei una +or&aR Lei # al di so$ra del $i% alto' O DevaI ri&uovi co&$leta&ente Fuesto &io dubbio 9"' Shri Sadashiva disseH A&ataI Oo giG detto che $er soddis+are le esigenze dei devoti l,i&&agine della Devi si +or&a in base alle sue FualitG e azioni ?"' ;o&e il bianco. il giallo e tutti gli altri colori sco&$aiono nel nero. allo stesso &odo. O ShailaMaI Nata dalla !ontagna" tutti gli esseri entrano in 1ali ="' Kuindi # $er coloro che hanno raggiunto la conoscenza degli stru&enti $er la liberazione +inale. che la 1alasha/ti 1ali. senza di Lei il Te&$o. 1ala. cessa di esistere" senza attributi. senza +or&a e bene+ica. ha il colore dell,oscuritG D"' -oich4 l,eterno. inesauribile e bene+ico nella +or&a di 1ala il Te&$o" # il Nettare stesso. $er Fuesto il segno della Luna # $osto sulla Sua +ronte dalla Luna +luisce il Nettare" A"' -oich4 Lei osserva l,intero universo. che # il $rodotto del Te&$o l0Jniverso # il 5rah&an nella +or&a dello S$azio<Te&$o che # !aEa". con i suoi tre occhi < la Luna. il Sole. e il Puoco V $er Fuesto Lei ha tre occhi B"' -oich4 Lei divora tutta l,esistenza. $oich4 Lei &astica tutto ciL che esiste con i suoi denti +eroci 1ala<danta. i denti che sono il Te&$o". $er Fuesto il sangue #

188

i&&aginato co&e abbiglia&ento della Regina dei Deva alla dissoluzione +inale" 8"' -oich4 di volta in volta Lei $rotegge tutti gli esseri dal $ericolo. e $oich# Lei li dirige nei sentieri del dovere. le sue &ani sono sollevate $er dissi$are la $aura e concedere benedizioni 7>"' -oich4 Lei racchiude l,universo. che # il $rodotto del RaMoguna la -assione . O GentileI Viene descritta co&e la Devi che # seduta sul loto rosso. &entre guarda 1ala ubriaco dal vino inebriante e che gioca con l,universo' Inoltre la Devi. la cui sostanza # l,intelligenza. # testi&one di tutte le cose 77<7@"'
la FualitG attiva".

( a bene+icio dei devoti che sono di debole co&$rensione che le diverse +or&e sono i&&aginate in base agli attributi della divinitG" 79"' Shri Devi disseH ;he &eriti guadagna il devoto che +a l,i&&agine Grande della Devi di +ango. $ietra. legno o &etallo. secondo la ra$$resentazione descritta da te $er la salvezza dell,u&anitG. e chi l0adorna con vestiti e gioielli. e chi . in una casa s$lendida&ente decorata. la consacraR 7?<7="' O SignoreI nella tua gentilezza $er &e. rivela anche Fuesto. con tutte le $articolari regole secondo le Fuali l,i&&agine della Devi dovrebbe essere consacrata 7D"' Tu hai giG $arlato della consacrazione di serbatoi. $ozzi. case. giardini. e i&&agini dei Deva. &a Tu non ne hai $arlato in dettaglio 7A"' Vorrei sentire le ingiunzioni relative ad essi dalla tua bocca di loto' Nella tua bontG. $arla. O -ara&eshanaI se ti +a $iacere 7B"' Shri Sadashiva disseH O -ara&eshvariI Fuesta essenza su$re&a di cui hai chiesto # &olto &isteriosa' Tu. Fuindi. ascolta con attenzione 78"' ;i sono due classi di uo&iniH Fuelli che agiscono con attacca&ento ai +rutti dell,azione Sa/a&a o 1a&i" e Fuelli che agiscono senza Fuesto attacca&ento Nish/a&a o A/a&i"' Kuesti ulti&i ottengono la liberazione +inale' Adesso $arlerL dei $ri&i @>"' 189

A&ataI l,uo&o che consacra l,i&&agine di un Deva va alla regione di tale Deva. e gode di ciL che # l3 raggiungibile @7"' ;olui che consacra un,i&&agine di +ango ri&ane in Fuella regione $er dieci&ila /al$a' ;olui che consacra un,i&&agine in legno ri&ane l3 dieci volte Fuel $eriodo' Nel caso della consacrazione di una i&&agine in $ietra la durata della $er&anenza # di dieci volte Fuest,ulti&o $eriodo. e nel caso della consacrazione di una i&&agine di &etallo # dieci volte Fuest,ulti&o $eriodo @@"' un 1al$a un Giorno di 5rah&a U ?'9@>'>>>'>>> anni U 7>>> !ahaEuga. un !ahaEuga #
l,insie&e dei Fuattro Euga co&$rese le albe e i cre$uscoli inter&edi"

Ascolta il &erito che # acFuisito dall,uo&o che. in no&e di un Deva. o $er il raggiungi&ento di ogni desiderio. costruisce e consacra e regala un te&$io +atto di legno e $aglia e altri &ateriali. o rinnova tale te&$io. decorato con bandiere e i&&agini del veicolo del Deva @9"' ;olui che regala un te&$io di $aglia vivrG nella regione dei Deva $er &ille 1oti 7 1oti U 7 ;rore U 7>> La/h U 7> &ilioni" di anni @?"' ;olui che regala un te&$io in &uratura vivrG un centinaio di volte Fuel $eriodo. e chi regala un te&$io in $ietra. dieci&ila volte Fuest,ulti&o $eriodo @="' AdEaI la Dea -ri&ordiale" l,uo&o che costruisce un $onte o una strada so$raelevata non deve vedere la regione di 2a&a Dio della !orte e Signore dell,In+erno". &a sarG +elice di raggiungere la di&ora dei Sura Deva". e l3 avrG godi&ento in loro co&$agnia @D"' ;olui che consacra alberi e giardini va alla regione dei Deva. e vive in case celesti circondato da alberi 1al$a gli alberi dei desideri" nel godi&ento di tutti i $iaceri desiderati @A"' ;oloro che donano stagni e si&ili $er il co&+ort di tutti gli esseri sono lavati da tutti i $eccati. e. do$o aver raggiunto la regione +elice di 5rah&a. vi risiedono un centinaio di anni $er ogni goccia d,acFua che essi contengono @B"' DeviI l,uo&o che consacra l,i&&agine di un Vahana il veicolo del Deva' Ogni Deva ha il suo Vahana. solita&ente un ani&ale' -er es' Shiva ha il toro. la Devi il leone. Vishnu l0aFuila Garuda ecc'" $er il $iacere di Fualsiasi Deva vivrG se&$re nella regione di tale Deva. $rotetto da Lui @8"'

190

Dieci volte il &erito che si acFuisisce sulla terra con il dono di un Vahana di +ango viene acFuisito dal dono di uno +atto di legno. e dieci volte il secondo # acFuisito dal dono di uno +atto di $ietra' Se # donato in ottone o bronzo o ra&e. o Fualsiasi altro &etallo. allora il &erito # &olti$licato in ogni caso dieci volte 9><97"' L,adoratore eccellente dovrebbe regalare un grande leone al te&$io della Devi. un toro al te&$io di Shan/ara. e un Garuda al te&$io di 1eshava 9@"' Il grande leone ha i denti a++ilati. una bocca +eroce. e la criniera sul collo e la s$alla' Gli artigli delle sue za&$e sono $i% +orti del +ul&ine 99"' Il toro # ar&ato con le corna. # bianco ed ha Fuattro zoccoli neri. una grande gobba. $eli neri alla +ine della sua coda. e una s$alla nera 9?"' Il Garuda # alato. ha le cosce co&e Fuelle di un uccello. e una +accia u&ana. con il naso lungo' ( seduto sui talloni. con le &ani giunte 9="' ;on il regalo di bandiere e aste da bandiera i Deva ri&angono soddis+atti $er un centinaio di anni' L0asta della bandiera deve essere 9@ cubiti di lunghezza 9D". e deve essere +orte. senza di+etti. diritta. e $iacevole da guardare' Deve essere avvolta in un $anno rosso. con un cha/ra il disco di Vishnu" alla sua so&&itG 9A" La bandiera deve essere +issata alla $arte su$eriore dell,asta. e deve essere contrassegnata con l,i&&agine del veicolo del Devata $articolare' Deve essere a&$ia nella $arte $i% vicina all,asta e stretta all,altra estre&itG' Dovrebbe essere di $anno +ine' In breve. Fualsiasi cosa decori la ci&a dell0asta # una bandiera 9B"' KualunFue cosa un uo&o regala con +ede e devozione in no&e di un Deva. che si tratti di abiti. gioielli. letti. carri. vasi $er bere e &angiare. $iatti $er il $an $iatti $er servire le +oglie di 5etel". s$utacchiere. $ietre $reziose. $erle. corallo. $ietre $reziose. o Fualsiasi altra cosa che gli $iace. tale uo&o raggiunge la regione del Deva e riceve a sua volta &ilioni di volte i regali ha +atto 98<?>"' ;oloro che adorano con l,obiettivo di raggiungere una $articolare rico&$ensa ottengono tale rico&$ensa che tuttavia" # distruttibile co&e un regno acFuisito in un sogno' Kuelli. $erL. che giusta&ente agiscono senza s$eranza di rico&$ensa raggiungono il nirvana. e sono liberati dalla rinascita ?7"'

191

Nelle ceri&onie relative alla consacrazione di un serbatoio d,acFua. una casa. un giardino. un $onte. una strada so$raelevata. un Devata. o un albero. lo S$irito Vastu deve essere accurata&ente adorato il Vastu<DaitEa o Vastu -urusha # lo s$irito del $odere. delle terre di +a&iglia" ?@"' L,uo&o che esegue una di Fueste ceri&onie senza adorare il Vastu<DaitEa # turbato dal Vastu<DaitEa ed i suoi seguaci ?9"' I dodici seguaci del Vastu DaitEa sono 1a$i<lasEa. -inga/esha. 5hishana. Ra/talochana. 1otara<ra/sha. La&ba/arna. DirghaManggha. !ahodara. Ashvatunda. 1a/a/antha. VaMravahu. e Vratanta/a. e Fuesti seguaci di Vastu devono essere $ro$iziati con grande cura ??<?="' Ora. ascoltaI -arlerL del !andala. dove il Vastu -urusha deve essere adorato ?D"' Su un altare o su un ri$iano. che # stato ben lavato con acFua $ura. una linea retta che deve essere disegnata. un cubito di lunghezza. dall,angolo VaEu nord<ovest" all,angolo Ishana nord<est"' Allo stesso &odo un,altra linea deve essere disegnata dall,angolo Ishana all,angolo Agni sud<est". e un altro dall,angolo Agni sud<est" all,angolo Nairita sud<ovest". e $oi dal Nairita sud<ovest" all,angolo VaEu nord<ovest" ?A< ?B"'
nord<est"

;on Fueste linee rette un &andala Fuadrato sarG disegnato ?8"' -oi due linee devono essere disegnate da un angolo all,altro in diagonale" $er dividere il &andala in Fuattro $arti. co&e Fuattro code di $esce =>"' Il saggio deve Fuindi disegnare due linee. una da Ovest a Est. e l,altra da Nord a Sud. attraverso il $unto in cui le linee diagonali si intersecano. in &odo da $assare attraverso la $unta delle code di $esce =7"' -oi Fuattro linee diagonali devono essere disegnate collegando gli angoli dei Fuattro Fuadrati interni cos3 +or&ati dalle linee di ciascuno degli angoli =@"' In base a Fueste regole. sedici stanze devono essere disegnate con cinFue diversi colori. in Fuesto &odo un eccellente Eantra sarG cos3 +atto =9"'

192

Nelle Fuattro stanze centrali disegnare un bellissi&o +iore di loto con Fuattro $etali. del $ericar$o di colore giallo e rosso. ed i +ila&enti di rosso =?"' I $etali $ossono essere bianchi o gialli. e gli interstizi $ossono essere colorati con Fualsiasi colore scelto =="' ;o&inciando con l,angolo di Sha&bhu l,angolo Ishana. nord<est". le dodici stanze devono essere rie&$ite con i Fuattro colori <' ;io#. bianco. nero. giallo e rosso che sono i colori dell0acFua. aria. terra e +uoco" =D"' Nel rie&$ire le stanze si deve andare verso la $ro$ria destra. e nell,adorazione dei Deva in esse si deve andare a sinistra =A"' Lo S$irito Vastu deve essere adorato nel loto. ed i dodici daitEa. 1a$ilasEa e gli altri. devono essere adorati nelle dodici stanze. co&inciando con l,angolo Ishana nord<est" =B"' il Puoco deve essere consacrato secondo le $rescrizioni $reviste $er 1ushandi/a vedi ;a$' 8 versi 7?<98". e do$o o++erta di oblazioni al &eglio delle $ro$rie ca$acitG. il Vastu<EaMNa dovrebbe essere concluso =8"' Oo cos3 descritto. O DeviI l,adorazione di buon aus$icio $er Vastu. dalla cui esecuzione un uo&o &ai subisce $ericoli da Vastu e dai suoi seguaci" D>"'

193

Shri Devi disseH Tu hai descritto il &andala e le ingiunzioni relative all,adorazione di Vastu. &a tu non hai $arlato del DhEana. &io &arito. rivelalo ora D7"' Shri Sadashiva disseH Tu hai descritto il &andala e le ingiunzioni relative all,adorazione di Vastu. &a tu non hai $arlato del DhEana. &io &arito. rivelalo ora D7"' Shri Sadashiva disseH -arlerL del DhEana del Vastu<Ra/shasa un altro no&e del Vastu DaitEa". attraverso la ri$etizione costante e devota del Fuale vengono distrutti tutti i $ericoli' O !aheshaniI tu ascolta D@"' Il Deva Vastu<$ati Signore del Vastu' Vastu signi+ica anche luogo. localitG" deve essere &editato con Fuattro braccia. con un cor$o &assiccio. la testa co$erta di ca$elli arru++ati. tre occhi. di as$etto +eroce. ornato di ghirlande e orecchini. con una grande $ancia. le orecchie lunghe e il cor$o $eloso. indossa indu&enti gialli. tiene in &ano la &azza. il tridente. l,ascia. e la 1hatvanga un0asta con un teschio in ci&a"' ( ra++igurato rosso" co&e il Sole che sorge e co&e il Dio della !orte ai ne&ici. seduto nella $osizione -ad&asana $osizione del loto" sul dorso di una tartaruga. circondato da 1a$ilasEa e da altri $otenti seguaci che $ortano s$ade e scudi D9<DD"' Ogni volta che c,# $anico causato da $estilenze o e$ide&ie. un,a$$rensione di Fualsiasi cala&itG $ubblica. $ericolo $er i $ro$ri +igli. o la $aura derivante da bestie +eroci o de&oni. allora Vastu con i suoi seguaci dovrebbero essere &editati co&e so$ra. e $oi adorati. e cos3 ogni sorta di $ace $uL essere ottenuta con l,o++erta di oblazioni di se&i di sesa&o. burro chiari+icato. e -aEasa una sorta di cre&a +atta senza uova" DA<DB"' O Suvrata Virtuosa"I in Fuesti riti i guardiani reggenti delle direzioni" devono Vastu # adorato D8"' 5rah&a. Vishnu. Rudra Shiva". Vani Sarasvati". La/sh&i. Shan/ari consorte e le !adri ;elesti. Ganesha. ed i Vasu che sono otto". devono anche essere adorati A>"'
di Shiva"

Graha i nove $ianeti" ed i dieci Di/$ala i essere adorati allo stesso &odo in cui

194

O 1ali/aI se in Fuesti riti i -itri non sono soddis+atti. allora tutto ciL che # +atto diventa inutile. e c,# $ericolo in ogni +ase del rito A7"' -erciL. O !aheshiI in tutti Fuesti riti AbhEudaEi/a<Shraddha deve essere eseguito $er la soddis+azione dei -itri AbhEudaEi/a<Shraddha chia&ato anche
Nandi&u/ha Shraddha # un rito eseguito in tutte le occasioni gioiose co&e i &atri&oni' La $arola AbhEudaEi/a signi+ica $ros$eritG. +elicitG' La $arola Nandi&u/ha signi+ica il $reludio di ogni rito $ro$izio' In Fuesto rito il no&e di ogni antenato. o -itri. # $receduto dalla $arola Nandi&u/ha se # un &aschio o Nandi&u/hi se +e&&ina" A@"'

Vorrei ora $arlare del Graha<Eantra. che # la causa di ogni sorta di $ace' Se Indra e tutti i $ianeti sono adorati. allora concedono ogni desiderio A9"' Al +ine di elaborare lo Eantra tre triangoli devono essere disegnati con un cerchio +uori di essi. e +uori. &a che toccano il cerchio. devono essere disegnati otto $etali A?"' -oi deve essere disegnato un bel 5hu$ura al di +uori dello Eantra" con Fuattro ingressi. e al di +uori del 5hu$ura" tra l,angolo Est e l,angolo Nord< Est deve essere disegnato un cerchio con il dia&etro della lunghezza di un $radesha la lunghezza che intercorre tra la $unta del $ollice e l0indice tesi". e tra l,angolo Ovest e l,angolo Sud<Ovest deve essere disegnato un altro cerchio si&ile A=< AD"' -oi i nove angoli devono essere rie&$iti con i colori dei nove $ianeti. ed i lati sinistro e destro dei due triangoli interni devono essere bianchi e gialli. e la base deve essere nera' Gli otto $etali devono essere rie&$iti con i colori degli otto reggenti delle direzioni AA<AB"' Le $areti del 5hu$ura devono essere decorate con $olvere bianca. rossa e nera e. O DeviI i due cerchi al di +uori del 5hu$ura devono essere di colore rosso e bianco. e gli s$azi inter&edi dello 2antra $ossono essere colorati co&e si vuole A8<B>"' Ascolta ora l,ordine $articolare in cui ogni $ianeta deve essere adorato nelle stanze. e in cui ogni Di/$ati deve essere adorato nei $etali. e ai no&i dei Deva che sono $resenti ad ogni entrata B7"' Nel triangolo interno deve essere adorato il Sole. e negli angoli dei due lati Aruna l0auriga del Sole" e Shi/ha i raggi del Sole"' Dietro a colui con la ghirlanda di raggi A&shu&ali. il Sole" devono essere adorate le due bandiere dei +ieri Shi/ha e Aruna" B@"'

195

Adorare il creatore delle notti RaMani/ara. la Luna" in un angolo so$ra il Sole ad Est. nell,angolo Agni sud<est" !angala !arte". sul versante Sud 5udha !ercurio". nell,angolo Nairrita sud<ovest" 5rihas$ati Giove". ad Ovest Shu/ra Venere". nell,angolo VaEu nord<ovest" Shani Saturno". nell,angolo a Nord Rahu nodo lunare nord". e nell,angolo Ishana nord<est" 1etu nodo lunare sud". e. in+ine. intorno alla Luna la &oltitudine di stelle B9<B?"' Il Sole # rosso. la Luna # bianca. !angala. # bruno. 5udha # $allido o bianco<giallastro. 5rihas$ati # giallo. Shu/ra # bianco. Shani # nero. e Rahu e 1etu sono di colore variegato. cos3 ho $arlato dei diversi colori dei Graha B9<B="' Il Sole deve essere &editato con Fuattro &ani. in due delle Fuali tiene dei +iori di loto. e delle altre due. una &ano # alzata $er dissi$are la $aura. e l,altra +a il segno della benedizione' La Luna deve essere &editata con il nettare in una &ano. e l,altra nell,atteggia&ento del dare' !angala deve essere &editato co&e legger&ente $iegato e che i&$ugna un bastone' 5udha. il +iglio della Luna. deve essere &editato da ragazzo. le ciocche di ca$elli che giocano sulla sulla sua +ronte' Guru 5rihas$ati. Giove. il Guru dei Deva" deve essere &editato con un +ilo sacro e in $ossesso di un libro in una &ano e una collana di $erle Rudra/sha nell,altra. e il Guru dei DaitEa Shu/ra. Venere. Guru degli s$iriti de&oniaci" deve essere &editato co&e cieco di un occhio. e Shani co&e zo$$o. e Rahu co&e una testa senza tronco. e 1etu co&e un tronco senza testa. entra&bi de+or&i e &alvagi BD<BB"' Do$o aver adorato ciascuno dei $ianeti in Fuesto &odo. devono essere adorati gli otto Di/$ala. Indra e gli altri. $artendo da Est B8"' Lui dai &ille occhi Indra". di colore giallo. deve essere adorato $er $ri&o' Veste abiti di seta gialla. e. tenendo il tuono in &ano. # seduto su Airavata l0ele+ante di Indra. cos3 chia&ato $erch4 uscito dall0Oceano. Iravat" 8>"' Il cor$o di Agni # di colore rosso' Egli # seduto su una ca$raQ in &ano ha la Sha/ti ascia"' 2a&a # nero. e. tenendo un bastone in &ano. # seduto su un bisonte' Nirriti # di colore verde scuro. e. tenendo la s$ada in &ano. # seduto su un cavallo' Varuna # bianco. e. seduto su un alligatore. tiene un ca$$io in &ano' VaEu deve essere &editato co&e in $ossesso di uno s$lendore nero. seduto su un cervo e con in &ano un gancio' 1ubera # del colore dell,oro. e seduto su un trono ingioiellato a +or&a di leone. tenendo il ca$$io e un gancio nelle sue &ani' ( circondato da 2a/sha. che cantano le sue lodi' Ishana # seduto sul toro. lui tiene il tridente in una &ano. e con l0altra con+erisce benedizioni' Egli # vestito con $ara&enti di $elle di tigre. e il suo s$lendore # co&e Fuello della luna $iena 87<8="'

196

Avendo cos3 &editato e adorato essi nel loro ordine. 5rah&a deve essere adorato nel cerchio su$eriore. che # al di +uori del &andala. e Vishnu in Fuello in+eriore' -oi devono essere adorati i Devata alle entrate 8D"' Jgra. 5hi&a. -rachanda. e Isha. sono all,entrata a estQ )aEanta. 1shetra< $ala. Na/ulesha. e Vrihat<shirah. sono all,entrata a sudQ alla $orta a ovest ci sono Vri/a. Ashva. Ananda. e DurMaEaQ e Trishirah. -uraMit. 5hi&anada. e !ahodara sono all,entrata a nord' ;o&e $rotettori degli ingressi. sono tutti ar&ati con ar&i. o++ensive e di+ensive 8A<8B"' SuvrataI Ascolta la &editazione su 5rah&a e Ananta' 5rah&a # del colore del loto rosso. ed ha Fuattro &ani e Fuattro +acce' ( seduto su un cigno' ;on due delle sue &ani +a il segno che dissi$a la $aura e concede doni. e nelle altre tiene una ghirlanda e un libro' Ananta # bianco co&e la neve. il +iore 1unda o la Luna' Oa &ille &ani e &ille volti. e lui dovrebbe essere &editato sia dai Sura che dagli Asura 88<7>7"'

A&ataI ho a$$ena $arlato della &editazione. della &odalitG di culto. e dello Eantra' Ora. &ia a&ata. ascolta i loro &antra nel loro ordine. co&inciando con il Vastu !antra 7>@"'

197

Mantra # $osta sul -ortatore di Oblazioni lunghe sono $oi aggiunte ad essa. e $oi ornata con il Nada<bindu. allora il Vastu !antra di sei lettere # +or&ato 7>9"' il &antra #H 1shra& 1shri& 1shru& 1shrai& 1shrau& 1shr&ah" Il SurEa !antra # cos3 +or&atoH $ri&a va $ronunciato il Tara O&". $oi il !aEa !aEa 5iMaH Ori&". $oi la $arola tig&a<rash&e. $oi la $arola ArogEa<daEa al singolare dativo" e. ulti&a di tutti. la &oglie del Puoco Svaha" 7>?"' il
&antra #H O& Ori& tig&a<rash&e ArogEa<daEa Svaha"

Kuando la 1sha</ara la lettera 1sha" Agni. il Puoco' Il 5iMa di AgniH )a" e le vocali

Il !antra riconosciuto o a$$rovato di So&a Luna" # +or&ato dicendo i 5iMa di 1a&a. !aEa e Vani. $oi A&rita</ara. a&rita& $lavaEa $lavaEa svaha 7>="' il &antra #H 1li& Ori& Ai& A&rita</ara. a&rita& $lavaEa $lavaEa Svaha" Il !antra di !angala !arte" # $rocla&ato essere Ai& hra& hri& sarva< dushtan nashaEa nashaEa svaha 7>D"' Il !antra del +iglio di So&a 5udha. !ercurio" # Ora&. Shri&. Sau&Ea sarvan /a&an $uraEa svaha 7>A"' Il !antra del Guru dei Sura 5rihas$ati. Giove" si +or&a cos3H il Tara $recede. segue il 5iMa di Vani e $oi dire Abhishta& Eachchha Eachchha. alla +ine Svaha 7>B"' il &antra #H O& Ai& O& Sura<guru. Abhishta& Eachchha Eachchha Svaha" Il !antra di Shu/ra Venere" # Sha&. Shi&. Shu&. Shai&. Shau&. Sh&ah 7>8"' Il !antra di ;olui che si &uove lenta&ente Shani. Saturno" # Ora& hra& hri& hri& sarva<shatrun vidravaEa vidravaEa !artan<dasunave na&ah V Distruggi. distruggi tutti i ne&ici' !i inchino al +iglio di !artanda il Sole" 77>"' Il !antra di Rahu # Ra&. Orau&. 5hrau&. Ori& V So&a<shatro shatrun vidhvangsaEa vidhvangsaEa Rahave na&ah V O Ne&ico di So&a la Luna"I Distruggi. distruggi tutti i ne&ici' !i inchino a Rahu 777"' 1ru&. Oru&. 1rai&. 1etave Svaha # il !antra di 1etu 77@"'

198

La&. Ra&. !ri&. Stru&. Va&. 2a&. 1sha&. Oau&. Vri&. e A& sono nell,ordine i dieci &antra dei dieci Di/$ala. a co&inciando con Indra e +inendo con Ananta 779"' I no&i degli altri Deva guardiani sono i loro &antra. Fuesta # la regola in tutti i casi dove non # citato il !antra' 77?"' Signora Sovrana dei DevaI l,uo&o saggio non deve aggiungere Na&ah ai !antra che +iniscono con la $arola Na&ah. n4 deve &ettere la &oglie di Vahni ad un !antra che ter&ina con Svaha 77="' -er i $ianeti e gli altri devono essere o++erti +iori. vestiti e gioielli. &a il colore dei regali dovrebbe essere lo stesso di Fuello dei ris$ettivi $ianeti. altri&enti non sono soddis+atti 77D"' L,uo&o saggio deve $orre il +uoco secondo le &odalitG $reviste $er 1ushandi/a ed eseguire Oo&a o con +iori di colori variegati o con co&bustibile sacro 77A"' Nei riti $er il raggiungi&ento della $ace o della buona sorte Shanti. riti $er scongiurare il &ale". o di sostenta&ento o $ros$eritG -ushti". il -ortatore di Oblazioni OavEa<vahana. il Puoco" si chia&a Varada ;olui che concede bene+ici". nei riti relativi alla consacrazione -ratishta" # chia&ato Lohita/sha ;olui che ha gli occhi rossi"Q nei riti distruttivi 1rura</ar&ani cio# riti $er vendicare un torto o danneggiare un ne&ico" egli # chia&ato Shatruha Distruttore dei ne&ici" 77B"' !aheshaniI Nei riti Shanti. -ushti. e 1rura l,uo&o che +a sacri+ici ai -ianeti otterrG il +ine desiderato 778"' ;o&e nei riti relativi alla consacrazione devono essere adorati i Deva e o++erte libagioni ai -itri antenati". cos3 dovrebbero esserci gli stessi sacri+ici $er Vastu e i -ianeti 7@>"' Se uno deve eseguire due o tre riti consacratori e sacri+icali lo stesso giorno. allora l,adorazione dei Deva. lo Shraddha dei -itri. e la consacrazione del +uoco sono richiesti una sola volta 7@7"' ;olui che desidera il +rutto delle sue osservanze non dovrebbe dare ai Deva serbatoi d,acFua case. giardini. $onti. strade so$raelevate. $ortatori. &ezzi di tras$orto. vestiti. gioielli. tazze $er bere. e $iatti $er &angiare. o Fualsiasi altra cosa si $uL desiderare di dare. senza $ri&a santi+icare la stessa 7@@<7@9"'

199

In tutti i riti eseguiti con uno sco$o +inale il saggio deve in ogni caso eseguire un Sa&/al$a rito $reli&inare di deter&inazione' Sa&/al$a signi+ica deter&inazione". secondo le indicazioni. $er il $ieno raggiungi&ento dello sco$o 7@?"' Il &erito co&$leto si guadagna Fuando la cosa da dare # $ri&a santi+icata. venerata. e citata $er no&e e $oi no&inato colui al Fuale viene data 7@="' Ti dirL ora il &antra $er la consacrazione di serbatoi d,acFua. case. giardini. $onti e strade so$raelevate' Il &antra deve essere se&$re $receduto dal 5rah&a<VidEa 5rah&a GaEatri vedi ;a$' 9 verso 7>8' O& -ara&eshvara vid&ahe -aratattvaEa dhi&ahi Tanno 5rah&a $rachodaEat" 7@D"' Mantra Serbatoio di acFuaI tu che dGi vita a tutti gli esseriI tu che sei $resieduto da VarunaI $ossa Fuesta consacrazione a te da &e" dare soddis+azione a tutti gli esseri che vivono e si &uovono nell,acFua. sulla terra e in aria 7@A"' ;asa +atta di legno e $agliaI tu sei la +avorita di 5rah&a. io ti sto consacrando con l,acFuaQ che tu sia se&$re il luogo del $iacere 7@B"' Kuando si consacra una casa +atta di &attoni e altri &ateriali. si dovrebbe direH "casa +atta di &attoni". ecc' 7@8"' Mantra GiardinoI tu sei $iacevole in ragione della tua +rutta. +oglie e ra&i. e $er le tue o&bre' Io ti s$ruzzo con l,acFua sacra di luoghi sacri". concedi&i tutti i &iei desideri 79>"' -onteI tu sei co&e il $onte attraverso l,Oceano dell,Esistenza. sei il benvenuto al viandante. tu. essendo consacrato da &e. concedi&i l0adeguata rico&$ensa 797"' StradaI Io ti sto consacrando. co&e tu aiuti la gente nell,andare da un luogo ad un0altro. aiuta&i nella &ia strada verso il -aradiso 79@"' I saggi devono utilizzare lo stesso &antra nel consacrare un albero co&e # $rescritto $er l,as$ersione di un giardino 799"'

200

-hat"

Nel consacrare tutte le altre cose. il -ranava O&". Varuna Va&". e Astra devono essere usati 79?"'

Kuei Vahana veicoli" che $ossono o dovrebbero essere" consacrati devono essere bagnati con il 5rah&a<gaEatri. &entre altri devono essere $uri+icati dall0acFua dell0ArghEa $relevata con le estre&itG dell,erba 1usha 79="' Do$o l,esecuzione di -rana<-ratishtha il rito vivi+icatore". chia&andolo con il suo no&e. il Vahana deve essere debita&ente adorato. e do$o essere stato decorato deve essere o++erto al Devata 79D"' !entre si consacra un serbatoio. Varuna. il signore degli ani&ali acFuatici. deve essere adorato' Nel caso di una casa. 5rah&a. il signore di tutte le cose nate. deve lG essere adorato' !entre consacra un giardino. un $onte. una strada. Vishnu. che # il $rotettore dell,universo. l,ani&a di tutti. che testi&onia tutto ed # onni$resente. deve essere adorato 79A"' Shri Devi disseH Tu hai $arlato delle diverse ingiunzioni relative ai diversi riti. &a tu non hai ancora &ostrato l,ordine in cui l,uo&o dovrebbe $raticarli 79B"' I riti che non sono eseguiti corretta&ente secondo l,ordine ingiunto. anche se eseguiti con lavoro. non rendono il $ieno bene+icio agli uo&ini che seguono la vita del 1ar&a 798"' Shri Sadashiva disseH O -ara&eshaniI Tu sei bene+ica co&e una &adre' ;iL che hai detto # davvero il &eglio $er gli uo&ini che hanno la &ente occu$ata con i risultati dei loro s+orzi" 7?>"' Le $ratiche relative ai suddetti riti sono diverse' DeviI Te ne $arlerL nel loro ordine. co&inciando con il Vastu<2aga' Ascolta con attenzione 7?7"' ;hi vuole eseguire il Vastu<2aga" il giorno $ri&a deve +are una dieta regola&entata o ristretta' Do$o il bagno nelle $ro$izie $ri&e ore della &attina. ed eseguendo i nor&ali co&$iti religiosi Fuotidiani. deve adorare il Guru e NaraEana Vishnu" 7?@"' Il devoto deve $oi. do$o aver eseguito Sa&/al$a rito $reli&inare di adorare Ganesha e altri $er il 201

deter&inazione' Sa&/al$a signi+ica deter&inazione".

raggiungi&ento del suo sco$o. secondo le regole indicate nelle ordinanze 7?9"' Dhyana Adoro Gana$ati che # del colore del +iore 5andhu/a un +iore rosso". e ha tre occhi. la cui testa # Fuella del &igliore degli ele+anti. il cui +ilo sacro # +atto del Re dei Ser$enti. che tiene nelle sue Fuattro &ani di loto la conchiglia. il disco. la s$ada. e un i&&acolato loto. sulla cui +ronte c,# la giovane luna crescente. il +ulgore s$lendente del suo cor$o e dei $ara&enti # co&e Fuello del Sole. che # decorato con gioielli vari. ed # seduto su un loto rosso 7??"' Avendo cos3 &editato e adorato Ganesha al &eglio delle sue ca$acitG. egli dovrebbe adorare 5rah&a e Vani Sarasvati". Vishnu e La/sh&i 7?="' -oi. do$o aver adorato Shiva. Durga. i Graha. le sedici !adri ci sono due ti$i di !atri/aH le B Sha/ti. che sono 5rah&ani. 1au&ari. Varahi. Vaishnavi. !aheshvari. !ahendri. Aindri e 2a&iQ e le Da/ini !atri/a di as$etto terri+ico". e i Vasu 5hava. Dhruva. So&a. Vishnu. Anala. Anila. -rabhusha e -rabhava originati da Ganga" nel Vasudhara vedi ;a$' 8 verso 8@". deve eseguire il Vriddhi<shraddha vedi ;a$' 7>" 7?D"' -oi il &andala del Vastu<daitEa deve essere disegnato. e l3 devono essere adorati il Vastu<daitEa con i suoi seguaci 7?A"' -oi lG si deve +are uno Sthandila altare Fuadrato dove si esegue Oo&a" ed un +uoco $uri+icatore co&e $ri&aQ $ri&a eseguire Dhara<Oo&a vedi ;a$' 8 verso B@". e $oi iniziare Vastu<Oo&a sacri+icio al +uoco $er lo s$irito Vastu" 7?B"' Oblazioni dovrebbero essere o++erte ai Vastu<$urusha con tutti i suoi seguaci al &eglio delle $ro$rie ca$acitG' Il sacri+icio deve essere $ortato a ter&ine con il dono delle oblazioni al Deva che si sta adorando 7?8"' Kuando Vastu<EaMNa viene eseguito se$arata&ente. Fuesto # l,ordine che # $rescritto. e in Fuesto &odo deve essere eseguito anche il sacri+icio $er i $ianeti 7=>"' Inoltre. i $ianeti essendo gli oggetti $rinci$ali del culto. non devono essere adorati subordinata&ente' Vastu dovrebbe essere adorato subito do$o il Sa&/al$a rito $reli&inare" 7=7"' Ganesha e gli altri Deva devono essere adorati co&e nel Vastu<2aga' Ti ho giG $arlato dello 2antra e del !antra e del DhEana dei -ianeti 7=@"'

202

O GentileI Durante il &io discorso con Te ho $arlato dell0ordine che deve essere osservato negli EaMNa dei $ianeti e del Vastu' Vorrei ora $arlarti dei vari atti lodevoli. a $artire dalla consacrazione dei $ozzi 7=9"' Do$o aver eseguito Sa&/al$a nella &aniera corretta. Vastu deve essere adorato in un &andala. o un vaso o un Shilagra&a $ietra sacra a NaraEana o Vishnu". a seconda dell,inclinazione 7=?"' -oi deve essere adorato Gana$ati. co&e $ure 5rah&a e Vani. Oari. Ra&a. Shiva. Durga. i -ianeti. i Di/$ati Di/$ala" 7=="' Do$o che le !atri/a ci sono due ti$i di !atri/aH le B Sha/ti. che sono 5rah&ani. 1au&ari. Varahi. Vaishnavi. !aheshvari. !ahendri. Aindri e 2a&iQ e le Da/ini !atri/a di as$etto terri+ico" e gli otto Vasu 5hava. Dhruva. So&a. Vishnu. Anala. Anila. -rabhusha e -rabhava originati da Ganga" sono stati adorati. -itri/riEa AbhEudaEi/a<Sraddha vedi ;a$'
7>" deve essere eseguito' Dal &o&ento che # Varuna il Deva $rinci$ale ai +ini di Fuesta ceri&onia". dovrebbe Fuindi essere adorato con $articolare attenzione 7=D"'

Do$o aver adorato Varuna al &eglio delle sue ca$acitG con vari regali. deve Fuindi essere eseguito Varuna Oo&a nel Puoco debita&ente consacrato 7=A"' E do$o aver o++erto oblazioni a ciascuno dei Deva adorati. deve $ortare alla +ine il rito Oo&a dando il -urnahuti Oblazione ;o&$leta o Pinale" 7=B"' -oi si deve s$ruzzare il $ozzo. decorato con stendardi e bandiere. ghirlande. $ro+u&i. e ver&iglio. con il !antra -ro/shana. enunciato $ri&a vedi verso 7@A" 7=8"' -oi. in no&e del Deva o $er il raggiungi&ento dell,oggetto del suo desiderio. deve donare il $ozzo o la cisterna a bene+icio di tutti gli esseri 7D>"' -oi il devoto $i% eccellente deve $regare con le &ani giunte co&e segueH ";he tutti gli esseri siano ben soddis+atti. sia che vivano in aria. sulla terra o in acFua' Oo dato Fuesta otti&a acFua a tutti gli esseri. $ossano essere soddis+atti +acendo il bagno. bevendo. o i&&ergendosi in Fueste acFue' Oo dato Fuesta acFua $ubblica a tutti gli esseri' Se Fualcuno $er sua s+ortuna sarG in $ericolo in essa. $ossa io non essere col$evole di Fuel $eccato. $ossa il &io lavoro un buon lavoro" dare +ruttoI" 7D7<7D9"' -oi devono essere +atti regali. ed eseguiti Shanti e altri riti. e successiva&ente devono essere nutriti i 5rah&ana. i 1aula ed i $overi 203

a++a&ati' ShiveI Fuesto # l,ordine da osservare nella consacrazione di tutti i ti$i di serbatoi d,acFua 7D?<7D="' Nella consacrazione di un Tadaga un serbatoio con un0area di circa 7>>> &` e un0altezza di @> &" e altri ti$i di serbatoi d,acFua ci deve essere un Nagasta&bha Fuando un serbatoio d0acFua # scavato $er la $ri&a volta si &ette al suo centro una colonna o un grosso $alo' ( anche chia&ato 2u$a" e alcuni ani&ali acFuatici 7DD"' Gli ani&ali acFuatici. co&e $esci. rane. alligatori e tartarughe. devono essere di &etallo. secondo i &ezzi della $ersona consacrante 7DA"' ;i dovrebbero essere due $esci e due rane d,oro. due alligatori d,argento e due tartarughe. una di ra&e e un,altra di ottone 7DB"' Do$o aver donato il Tadaga o Dirghi/a o Sagara vari ti$i di serbatoi d0acFua" con Fuesti ani&ali acFuatici. i Naga ser$enti $rotettori dell0acFua". do$o essere stati su$$licati. devono essere adorati 7D8"' Ananta. Vasu/i. -ad&a. !aha$ad&a. Ta/sha/a. 1ulira. 1ar/ata. e Shan/ha V tutti Fuesti sono i $rotettori dell0acFua 7A>"' Kuesti otto no&i dei Naga devono essere scritti sulle +oglie Ashvattha e. do$o aver +atto Ma$a del -ranava e del GaEatri. la +oglia deve essere gettata in un vaso 7A7"'
+icus religiosa".

Invitando il Sole e la Luna ad assistere. le +oglie devono essere &ischiate insie&e. ed una deve essere estratta dal vaso. il Naga il cui no&e # estratto dovrebbe essere il $rotettore d,acFua 7A@"' -oi una colonna di legno. $ro$izia e diritta. deve essere $ortata e unta con olio e curcu&a. e i&&ersa nell0acFua consacrata. con l,acco&$agna&ento dei VEahriti 5huh. 5huvah. SvahH i tre &ondi" e del -ranava O&". e $oi il Naga. che # stato +atto il $rotettore delle acFue deve essere adorato con le Sha/ti Ori. Shri. 1sha&a. e Shanti 7A9<7A?"' Mantra O NagaI Tu sei il letto di Vishnu. Tu sei l,orna&ento di ShivaQ che Tu $ossa abitare Fuesto $ilastro e $roteggere la &ia acFua 7A="' Do$o aver $regato cos3 il Naga. il $ilastro deve essere $osto al centro del serbatoio ed il consacrante deve $oi +are il giro del Tadaga. &antenendolo alla sua destra 7AD"'

204

Se il $ilastro # giG stato +issato. il Naga deve essere adorato in un vaso e. gettando l,acFua del vaso nel serbatoio. il resto dei riti devono essere eseguiti 7AA"' Analoga&ente. l,uo&o saggio che ha +atto voto di consacrare una casa deve co&$iere i riti. a co&inciare dal culto di Vastu. e ter&inando con Fuello dei Vasu. ed eseguire i riti relativi ai -itri co&e $rescritto $er la consacrazione di un $ozzo. e il devoto eccellente deve adorare -raMa$ati e +are -raMa$atEa Oo&a 7AB<7A8"' La casa deve essere s$ruzzata con il !antra giG detto in $recedenza. e $oi adorata con l,incenso. ecc'. do$o di che. con la +accia verso l,angolo Ishana. deve $regare co&e segue 7B>"H Mantra "O stanza o casa"I -raMa$ati # il tuo Signore. addobbata con +iori e ghirlande e altre decorazioni. sii se&$re $iacevole $er la nostra +elice residenza'" 7B7"' Egli dovrebbe Fuindi o++rire regali e. eseguendo i riti Shanti. accettare benedizioni dai 1aula e dalle onorate $ersone $resenti"' In seguito egli deve nutrire i Vi$ra. i 1ulina. ed i $overi al &eglio delle sue ca$acitG 7B@"' O Piglia della !ontagnaI se la casa # stata consacrata $er Fualcun altro. allora al $osto di "la nostra residenza" deve essere detto "la loro residenza". e ora ascolta le ordinanze relative alla consacrazione di una casa o stanza" $er un Deva 7B9"' Do$o aver consacrato la casa nel suddetto &odo. il Deva deve essere chia&ato con il so++io di conchiglie e il suono di altri stru&enti &usicali e deve essere su$$licato cos3 7B?"H Mantra Alzati. Signore dei Deva tra i DevaI Tu che soddis+i i desideri dei tuoi devotiI vieni e rendi la &ia vita benedetta )an&asa$halaEa. avvera lo sco$o della &ia vita". O Oceano di !isericordiaI 7B="' Avendo cos3 invitato il Deva" nella stanza. deve essere $osizionato davanti alla $orta. ed il Vahana veicolo del Deva" deve essere $osizionato davanti a Lui 7BD"' 205

-oi sulla so&&itG della casa un tridente il Trisul # &esso Fuando ad essere adorato # Shiva o ogni altro deva a Lui connesso" o un disco il ;ha/ra # &esso Fuando ad essere adorato # Vishnu o ogni altro deva a Lui connesso" deve essere collocato. e nell,angolo Ishana nord<est" deve essere +issato uno stendardo con una bandiera che sventola da esso 7BA"' Il saggio $oi deve decorare la stanza con tende. $iccole ca&$ane. ghirlande di +iori e +oglie di &ango. e Fuindi co$rire la casa con un $anno celestiale DivEavasa. tessuto leggero. di +ine tessitura" 7BB"' Il Deva deve essere $osto con la +accia a Nord. e nelle &odalitG che saranno descritte egli deve essere bagnato con le cose $rescritte' Io ora $arlerL del loro ordineQ ascolta 7B8"' Do$o aver detto Ai&. Ori&. Shri&. il !ula !antra il !antra $rinci$ale del essere ri$etuto. $oi l,adoratore deve direH Mantra Ti sto +acendo il bagno con il latteQ che Tu &i $ossa nutrire co&e una &adre 78>"' Ri$etendo i tre 5iMa ed il suddetto !ula !antra. $oi deve direH Mantra Oggi Ti sto +acendo il bagno con lo EogurtQ che Tu $ossa ri&uovere il calore di Fuesta esistenza &ondana 787"' Ri$etendo ancora i tre 5iMa ed il !ula !antra. deve direH Mantra O Datore di Gioia a tuttiI +acendoti il bagno con il &iele. che Tu $ossa +ar&i +elice 78@"' Ri$etendo il !ula !antra co&e $ri&a e recitando interior&ente il -ranava e il Savitri O& ed il GaEatri !antra". deve direH

Deva adorato" deve

206

Mantra Ti sto +acendo il bagno con il ghee. che # caro ai Deva. che # la longevitG. il se&e e il coraggio. Tu. O SignoreI tieni&i libero dalle &alattie 789"' Anche in Fuesto caso ri$etendo il !ula !antra. co&e anche il VEahriti e il GaEatri. deve direH Mantra O Devesha I bagnato da &e con acFua e zucchero. che Tu $ossa conceder&i l,oggetto del" il &io desiderio 78?"' Ri$etendo il !ula !antra. il GaEatri ed il Varuna !antra Va&". deve direH Mantra Ti sto +acendo il bagno con il latte di cocco. che # la creazione di Vidhi che # divino. che # benvenuto ai Deva ed # rin+rescante. e che non # del &ondo Alau/i/a' Si intende che # +uori del co&une". &i inchino a te 78="'
5rah&a. ^# la &igliore delle cose create_ Stuti".

-oi. con il GaEatri e il !ula !antra. il Deva deve essere bagnato con il succo di canna da zucchero 78D"' Ri$etendo il 1a&a 5iMa 1li&" ed il Tara O&". il Savitri il GaEatri !antra" ed il !ula !antra. egli. &entre bagna il Deva. deve direH Mantra Sii ben bagnato in acFua $ro+u&ata con can+ora. +ragrante aloe. za++erano. &uschio e sandalo. sii +elice di conceder&i il $iacere e la salvezza 78A"' Do$o aver +atto il bagno al Signore del !ondo in Fuesto &odo con otto vasi col&i di acFua. ecc". deve essere $ortato all,interno della stanza e $osto sul suo trono 78B"' Se l,i&&agine non $uL essere bagnata $er es' un0i&&agine +atta di argilla o$$ure una cartolina". allora lo 2antra. o il !antra. o la Shalagra&a<shila $ietra sacra a NaraEana o Vishnu". deve essere bagnata e adorata al $osto dell0i&&agine 788"'

207

Se non si # in grado di +are il bagno al Deva" secondo le &odalitG di cui so$ra. allora deve +are il bagno a s4 stesso" con otto. sette. o cinFue vasi di acFua $ura @>>"' Le di&ensioni e le $ro$orzioni del vaso sono giG state date Fuando ho $arlato dell0adorazione al ;ha/ra' In tutti i riti $rescritti negli Aga&a si dice che il vaso # o$$ortuno @>7"' -oi il Grande Deva deve essere adorato secondo le $rescrizioni da seguire nel suo culto' -arlerL delle o++erte' O Su$re&a DeviI Ascolta @>@"' Jn trono Asana". il benvenuto Svagata". acFua $er lavare i $iedi -adEa". o++erte ArghEa' O++erte di riso. erba Durva. +iori ecc. acFua". acFua $er il risciacFuo della bocca Acha&aniEa". !adhu$ar/a una &istura di Eogurt. ghee e &iele o++erta $er onorare gli os$iti". acFua da sorseggiare Acha&aniEa". acFua $er il bagno SnanEa". vestiti e gioielli. $ro+u&i e +iori. lu&i e bastoncini d,incenso. co&&estibili e $arole di lode Vandana". sono le sedici o++erte necessarie all,adorazione dei Deva Sodasho$achara" @>9<@>?"' -adEa acFua $er lavare i $iedi". ArghEa o++erte". Acha&ana acFua $er il risciacFuo della bocca". !adhu$ar/a una &istura di Eogurt. ghee e &iele". Acha&Ea acFua da sorseggiare". Gandha $ro+u&i". -ush$a +iori". Dhu$a bastoncini d,incenso". Di$a lu&i". NaivedEa co&&estibili" V Fuesti sono conosciuti co&e Dasho$achara dieci o++erte necessarie all,adorazione dei Deva" @>="' Gandha. -ush$a. Dhu$a. Di$a. e NaivedEa. Fuesti sono conosciuti co&e -ancho$achara cinFue o++erte necessarie" nell,adorazione di un Deva @>D"' Gli articoli devono essere s$ruzzati con l,acFua $resa dall0o++erta con il !antra -hat ed essere adorati con $ro+u&i e +iori. i no&i degli articoli devono essere &enzionati uno $er uno @>A"' Ri$etendo &ental&ente il !antra che sto $er dire. co&e anche il !ula !antra il !antra $rinci$ale del Deva adorato" e il no&e del Deva. nel caso dativo. le $arole del dono devono essere ri$etute @>B"' Ti ho $arlato del &odo in cui le cose da dare al Deva devono essere consacrate' L,uo&o istruito deve donare un articolo a un Deva in Fuesto &odo @>8"'

208

Oo &ostrato descrivendo" le &odalitG di adorazione della Devi AdEa. di co&e devono essere o++erti -adEa. ArghEa ecc' e co&e 1arana vino. carne ecc'" deve essere dato @7>"' -er Fuei !antra che non sono stati detti. allora. O A&ataI ascoltali ora. devono essere $ronunciati Fuando l0Asana il trono" e gli altri oggetti sono o++erti @77"' Mantra O DevaI" Tu che risiedi in tutti gli esseriI che sei la $arte $i% interna di tutti gli esseriI Ti sto o++rendo Fuesto trono $erch4 ti $ossa sedere' !i inchino a te ancora e ancora @7@"' O DeveshiI do$o aver dato l,Asana al Deva in Fuesto &odo. egli deve a &ani giunte o++rirgli il benvenuto co&e segue @79"H Mantra O DevaI" Tu sei ;olui che anche i Deva cercano $er la realizzazione dei loro sco$i. &a $er &e la tua $ro$izia visita # stata ottenuta +acil&ente' !i inchino a te. o Signore Su$re&oI @7?"' Lo sco$o della &ia vita # co&$iuto oggi. tutti i &iei s+orzi sono coronati dal successo. ho ottenuto i +rutti del &io ta$as austeritG". tutto Fuesto con la tua venuta di buon aus$icio @7="' A&bi/aI il Deva deve cos3 essere invitato. $regato. e interrogato nella Sua venuta di buon aus$icio. e $oi. $rendendo -adEa l0acFua $er lavare i $iedi". deve essere ri$etuto il seguente !antra @7D"H Mantra ;on il se&$lice contatto del lavaggio dei Tuoi $iedi i tre &ondi sono $uri+icati. io sono Ti sto o++rendo -adEa $er lavare i tuoi $iedi di loto @7A"' A ;olui $er la cui grazia si ottiene ogni sorta di beatitudine su$re&a. a ;olui che # l,Ani&a di tutti gli esseri o++ro Fuesto AnandarghEa O++erta di 5eatitudine" @7B"' -oi l,acFua $ura che # stata $ro+u&ata con noce &oscata. chiodi di garo+ano. e 1a//ola Il ;occulus indicus < ;occo del Levante. # il +rutto dell,Ana&irta cocculus". deve essere versata. $resa e o++erta con il seguente @78"H 209

Mantra O SignoreI" ;on il se&$lice contatto di ciL che hai toccato tutto Fuesto &ondo i&$uro viene $uri+icato. $er il lavaggio della Tua bocca di loto ti o++ro Fuesta Acha&aniEa acFua" @@>"' -oi. $rendendo !adhu$ar/a una &istura di Eogurt. ghee e &iele". la si o++re con devozione con il seguente @@7"H Mantra -er la distruzione dei tre &ali. $er il raggiungi&ento della +elicitG ininterrotta. oggi o++ro a Te. O -ara&eshvaraI Fuesto !adhu$ar/a. sii $ro$izio @@@"' ;on il se&$lice contatto di ciL che la Tua bocca ha toccato tutto Fuesto &ondo i&$uro viene $uri+icatoH Fuesto -unaracha&a<niEa& seconda Acha&aniEa o++erta $er il risciacFuo della bocca" # $er la Tua bocca di loto @@9"' -rendendo l,acFua $er il bagno. versandola e consacrandola co&e $ri&a. deve essere &essa davanti al Deva. e deve essere ri$etuto il seguente !antra @@?"H Mantra A Te il cui s$lendore avvolge il &ondo. dal Fuale il &ondo # nato. che # il sostegno del &ondo. o++ro Fuest0acFua $er il Tuo bagno @@="' Kuando si o++re acFua $er il bagno. vestiti e co&&estibili. Acha&aniEa deve essere data $er ogni o++erta. invece $er le successive o++erte l,acFua deve essere data solo una volta @@D"' -ortando la sto++a consacrata co&e so$ra indicato. tenendola con entra&be le &ani. l,uo&o saggio deve ri$etere il seguente @@A"H Mantra Senza $ara&enti. cos3 co&e Tu sei. Tu hai &antenuto il tuo s$lendore e gloria nascosto dalla Tua !aEa' A Te o++ro Fuesti due $ezzi di sto++a' !i inchino a te @@B"' con l0assenza di vestiti # &ostrata l0onni$resenza della divinitG' L0o++erta
+atta dal Sadha/a # $er la sua $ro$ria soddis+azione so$ra++atto co&e egli # dalla !aEa del Devata"

210

-rendere diversi ti$i di orna&enti in oro e argento e altri &ateriali. e s$ruzzandoli e consacrandoli. il Sadha/a deve o++rirli al Deva $ronunciando il seguente @@8"H Mantra A Te che sei l,orna&ento dell,Jniverso. che sei l0unica causa della bellezza dell,universo. o++ro Fuesti gioielli $er l,orna&ento della Tua i&&agine che Tu hai &ostrato con la Tua !aEa !aEa<vigraha' L0i&&agine # !aEa ed esiste attraverso il Devata" @9>"' Mantra A Te che con l,ele&ento sottile dell0odore Gandha<tan&atra dal Fuale $roviene il hai creato la terra che $ossiede tutti i $ro+u&i. a Te. l,Ani&a Su$re&a. o++ro Fuesto eccellente $ro+u&o @97"' Mantra Da &e sono stati consacrati con devozione bellissi&i +iori e incantevoli e dolci $ro+u&i $re$arati dai DevaH $ossa Tu accettare Fuesto +iore @9@"' Mantra Kuesto d,incenso bastoncino # la lin+a degli alberi. # Divino. $ossiede un $ro+u&o delizioso ed # a++ascinante. ed # adatto ad essere inalato da tutti gli esseri' Io lo o++ro a Te da annusare @99"' Mantra Accetta Fuesto lu&e che illu&ina e ha una +ia&&a +orte. che ri&uove tutte le tenebre e che # la lu&inositG stessa. e rende lu&inoso ciL che # intorno ad esso @9?"' Mantra Kuesta o++erta di cibo # di gusto sFuisito. e si co&$one di vari ti$i di co&&estibili' Lo o++ro a te con cuore devotoQ +a che Tu $ossa &angiarlo @9="'

grossolano -rithivi<tattva"

211

Mantra O DevaI o++ro a Te Fuesta li&$ida acFua da bere. $ro+u&ata con can+ora e altri $ro+u&i che soddis+a tutti' Saluti a Te @9D"' Il devoto deve $oi o++rire un -an +atto con can+ora. noci di betel. chiodi di garo+ano. carda&o&o. e. do$o aver o++erto Acha&aniEa. inchinarsi a Lui @9A"' Il &odo $i% co&une di consu&are le noci di betel # Fuello di tagliarle in +ette sottili.
avvolgerle nelle +oglie di $e$e di betel -i$er betle L'". $reventiva&ente s$olverate di calce. aggiungendo. talora. altre s$ezie. co&e cannella. noce &oscata. carda&o&o. catec%. ecc' Si ottiene. cos3. il vero e $ro$rio Betel o Pan. sotto +or&a di bocconcini che vengono &asticati do$o i $asti $er $ro+u&are l0alito e aiutare la digestione. s$esso anche $er consuetudini sociali o riti ceri&oniali' La $resenza delle +oglie di $e$e di betel aggiunge anche un blando e++etto narcotico. oltre al sa$ore aro&atico $iccante'"

Se le o++erte sono $resentate insie&e ai reci$ienti in cui sono contenuti. allora i no&i e la descrizione delle o++erte $ossono essere detti congiunta&ente al &o&ento dell,o++erta. o$$ure il no&e o descrizione" dei reci$ienti $uL essere detto a $arte e o++erto @9B"' Do$o aver adorato il Deva in Fuesto &odo. tre &anciate do$$ie di +iori devono essere o++erte al Deva' -oi. s$ruzzando il te&$io e le sue tende da sole con l,acFua. il seguente !antra deve essere detto a &ani giunte @98"H Mantra Te&$ioI tu sei adorabile $er tutti gli uo&ini. tu concedi la virt% e la +a&a' Nell,o++rire una di&ora a Fuesto Deva. +a, che tu sia si&ile a Su&eru grande e +orte co&e l0Oi&alaEa" @?>"' Tu sei 1ailasa di&ora di Shiva". tu sei Vai/untha di&ora di Vishnu". tu sei la di&ora di 5rah&a. dal &o&ento che stai os$itando il Deva che # l,adorato dei Deva @?7"' Dal &o&ento che dentro di te hai l,i&&agine di ;olui il cui cor$o # $rodotto da !aEa. e nel cui ventre esiste Fuesto universo. con tutto ciL che # &obile e i&&obile in esso @?@"' Tu sei $ari alla !adre dei Deva. tutti i luoghi santi sono in te. concedi&i tutti i &iei desideri. e $orta&i la $ace' !i inchino a te @?9"' Avendo lodato cos3 il te&$io decorato con il disco. la bandiera. ecc' e $rostratosi tre volte. il devoto deve darlo al Deva. &enzionando l,oggetto del suo desiderio @??"'

212

Mantra A Te. la cui di&ora # l,universo. dedico Fuesto te&$io' O !aheshanaI accettalo e nella tua &isericordia risiedi Fui @?="' Detto Fuesto e do$o aver +atto regali. il Deva a cui il te&$io # stato dedicato deve essere collocato so$ra l,altare con l,acco&$agna&ento del suono di conchiglie. corni e altri stru&enti @?D"' Egli deve Fuindi toccare i $iedi del Deva e $ronunciare il !ula !antra. e dire. Stha&I Sthi&I sii Tu stabile. Fuesto te&$io # +atto da &e $er Te. e. do$o aver +issato l3 il Deva. deve $regare di nuovo il te&$io cos3 @?A"H Mantra Te&$ioI sii se&$re in ogni &odo $iacevole co&e residenza del Deva. tu sei stato consacrato da &e. $ossano i Lo/a le s+ere su$eriori" essere durevoli e senza $ericolo $er &e @?B"' Aiuta le &ie Fuattordici generazioni di antenati. le &ie Fuattordici generazioni di successori. ed io e il resto della &ia +a&iglia a trovare i $osti $er risiedere nella di&ora dei Deva @?8"' -ossa io. con la tua grazia. ottenere i +rutti raggiungibili eseguendo tutte le +or&e di EaMNa. visitando tutti i luoghi di $ellegrinaggio @=>"' -ossa la &ia stir$e continuare a lungo tanto Fuanto Fuesto &ondo. Fuanto Fueste &ontagne. +ino a Fuando il Sole e la Luna esisteranno @=7"' Il saggio. do$o essersi rivolto cos3 al te&$io e venerato il Deva. deve consacrare a Lui s$ecchi ed altri oggetti e la bandiera @=@"' -oi deve essere dato il Vahana veicolo del Deva. solita&ente un ani&ale" adatto alla DivinitG' Shiva dovrebbe dis$orre di un toro' -oi si deve $regare il Vahana cos3 @=9"H Mantra O ToroI Il Tuo cor$o # grande. le Tue corna sono taglienti. Tu uccidi tutti i ne&ici' Sei adorato anche dai Tridasha Deva". sicco&e $orti sulla tua schiena il Signore dei Deva @=?"'

213

Nei Tuoi zoccoli ci sono tutti i luoghi santi. nei Tuoi $eli ci sono tutti i &antra vedici. nella $unta dei Tuoi denti ci sono tutti i Niga&a. Aga&a e Tantra @=="' ;he il &arito di -arvati Shiva". soddis+atto di Fuesto dono di Te. &i dia un $osto nel 1ailasa. e che Tu &i $rotegga se&$re @=D"' O !aheshaniI Ascolta le &odalitG di $reghiera $er dare un leone alla !ahadevi Durga la Grande Devi" o un Garuda aFuila" a Vishnu @=A"' Mantra Tu &ostri la tua grande +orza nelle guerre tra i Sura e gli Asura. Tu hai dato la vittoria ai Deva e hai distrutto i De&oni' Tu +or&idabile. sei il +avorito della Devi. sei il +avorito di 5rah&a. Vishnu e Shiva. con devozione ti sto consacrando alla Devi. che Tu $ossa distruggere i &iei ne&ici' !i inchino a Te @=B<@=8"' O GarudaI uccello eccellentissi&oI Tu sei il +avorito del &arito di La/sh&i il tuo becco # duro co&e il dia&anteQ i tuoi artigli sono taglienti e d,oro sono le Tue ali' !i inchino a Te. O Indra tra gli uccelliI !i inchino a TeQ O Re degli uccelliI @D>"'
Vishnu".

-oich4 Tu risiedi vicino a Vishnu con le &ani giunte. O Distruttore della su$erbia dei ne&iciI aiuta&i ad essere lG dove Tu sei @D7"' Kuando Tu sei +elice. il Signore dell,Jniverso # contento. e concede il successo @D@"' Kuando si +a0 un regalo a Fualsiasi Deva. occorre +argli un regalo su$$le&entare $er la Sua accettazione di tali doni. e deve anche essergli o++erto il &erito di tali riti in uno s$irito di devozione @D9"' Deve Fuindi. con balli. canti e &usica. +are il giro del te&$io. acco&$agnato dai suoi a&ici e $arenti. &antenendo il te&$io alla sua destra. e. do$o essersi inchinato al Deva. deve dar da &angiare ai nati due volteI @D?"' Kuesto # il &odo in cui dovrebbe essere consacrato un te&$io ad un Deva. e la stessa regola deve essere osservata nella consacrazione di un giardino. un $onte. una strada. o un albero @D="'

214

;on Fuesta sola di++erenzaH che in Fuesti riti deve essere adorato l0eterno Vishnu. &a -uMa e Oo&a. ecc' sono gli stessi. co&e nel caso della consacrazione di un te&$io @DD"' Nessun te&$io o altra cosa deve essere dedicata ad un Deva la cui i&&agine non # stata consacrata' Le nor&e stabilite so$ra sono $er il culto e la consacrazione ad un Deva che # stato venerato e consacrato @DA"' Vorrei ora $arlare del &odo in cui deve essere installata la $ro$izia AdEa con il Fuale la Devi concede veloce&ente tutti i desideri @DB"'

la Devi $ri&ordiale".

La &attina del giorno di -ratishtha" il devoto deve. do$o aver +atto il bagno e $uri+icato se stesso. sedersi di +ronte al Nord. e. do$o aver +atto Sa&/al$a rito $reli&inare". adorare il Vastu<devata @D8"' Do$o aver e++ettuato l,adorazione dei -ianeti Graha". i -rotettori delle Direzioni Di/$ala". Ganesha e altri. e do$o aver eseguito lo Shraddha dei suoi -itri antenati". deve avvicinarsi all0i&&agine con un certo nu&ero di devoti Vi$ra 5rah&ana che sono devoti della Devi" @A>"' Il devoto eccellente deve $oi $ortare l,i&&agine al te&$io che # stato consacrato. o in Fualche altro luogo. e lG +arle il bagno adeguata&ente @A7"' Occorre innanzi tutto bagnarla con acFua. $oi con terra sabbiosa. $oi con +ango gettato con una zanna di cinghiale o di ele+ante. $oi con il +ango $reso dalla $orta di una VeshEa adoratrice di una delle 7> !ahavidEa". e $oi con +ango dal lago di -radEu&na -radEu&na<hrada' -radEu&na # il Dio del Desiderio' Il ^+ango_ sono Fui gli escrezioni del Nabhi<&ula. il se&e" @A@"' Il saggio deve $oi +are il bagno all,i&&agine con -ancha<1ashaEa e -ancha<-ush$a. e tre +oglie. e $oi con olio $ro+u&ato @A9"' I decotti di VatEala. Vadari. )a&bu. Va/ula e Shal&ali Fuesti sono i no&i di sono chia&ati i cinFue 1ashaEa astringenti" $er +are il bagno alla Devi @A?"' 1aravira. )ati. ;ha&$a/a. Loto e -atali. sono i cinFue +iori @A="' -er le tre +oglie si intendono le +oglie di 5arvara. Tulasi. e Vilva $iante sacre" @AD"'

vari alberi".

215

;on i suddetti articoli deve essere &escolata dell,acFua. &a l,acFua non deve essere &essa nell,olio $ro+u&ato e nei cinFue nettari -ancha&ritaH zucchero. &iele. latte. ghee. Eogurt" @AA"' Egli. do$o aver ri$etuto i VEahriti 5huh. 5huvah. Svah". il -ranava O&". il GaEatri e il !ula !antra il !antra $rinci$ale del Deva adorato. in Fuesto caso il !antra della DeviH Ori&". deve direH "Io ti bagno con l,acFua di Fuesti articoli" @AB"' Il saggio deve $oi +are il bagno all,i&&agine con gli otto vasi $ieni di latte e gli altri ingredienti con le &odalitG di cui so$ra @A8"' L,i&&agine deve $oi essere stro+inata con +arina bianca di grano o torta di sesa&o. o con +arina di riso Shali. e Fuindi ri$ulita @B>"' Do$o aver +atto il bagno all,i&&agine con otto vasetti di acFua santa ed avendola asciugata con un $anno di tessitura +ine. deve essere $ortata al luogo di culto @B7"' Se non si # in grado di eseguire tutti Fuesti riti. allora si dovrebbe con s$irito devoto +are il bagno all,i&&agine con @= vasetti di acFua $ura @B@"' In ogni occasione in cui si +a il bagno alla Grande Devi. Lei dovrebbe essere adorata al &eglio delle $ro$rie ca$acitG @B9"' -oi. &ettendo l,i&&agine su un trono ben $ulito. Lei deve essere adorata o++rendole -adEa l0acFua $er lavare i $iedi". ArghEa o++erte". ecc' e $oi $regata co&e segue" @B?"H Mantra O I&&agineI Tu che sei il $rodotto di Vishva/ar&a l0architetto dei Deva". &i inchino a Te' Tu sei la di&ora della Devi. &i inchino a Te' Tu esaudisci il desiderio del devoto. &i inchino a Te @B="' In Te io adoro la $i% eccellente -arat$ara" $ri&ordiale AdEa" Su$re&a Devi se c,# Fualche di+etto in Te a causa della &ancanza di abilitG di colui che ti ha +atto. +a, che tutto si aggiusti. &i inchino a Te @BD"'
-ara&eshi".

Deve Fuindi ri&anere in silenzio. e. $onendo la &ano sulla testa dell0i&&agine. interior&ente +are Ma$a del !ula !antra 7>B volte. e successiva&ente +are Anga<nEasa toccare le varie $arti del cor$o della divinitG" @BA"'

216

Egli deve Fuindi eseguire Shadanga<nEasa e !atri/a<nEasa sul cor$o dell,i&&agine vedi ;a$' = verso AA". e. durante l,esecuzione del Shadanga<nEGsa. aggiungere al 5iMa una do$o l,altra le sei vocali lunghe A. I. J. Ai. Au. Ah' In italiano si $ronunciano cos3H Aa. Ii. Ju. Ee. Oo. Ah as$irata" @BB"' il !ula !antra # Fui
Ori&. le vocali sono aggiunte alla sua radice. Or' Il !antra del Shadanga<nEasa #H O& Ora& OridaEaEa Na&ah. al cuoreQ O& Ori& Shirasa Svaha. alla testaQ O& Oru& Shi/aEai Vashat. alla Si/a in ci&a alla testaQ O& Orai& 1avachaEa Ou&. al toraceQ O& Orau& NetratraEaEa Vaushat. al tre occhiQ O& Or&ah 1aratala<-rishthabhEa& -hat. alle &ani"

Gli otto gru$$i Varga" delle lettere dell,al+abeto $receduti dal Tara O&". !aEa Ori&". e Ra&a Shri&". con il 5indu il $unto nasaleH m". aggiunti ad essi. e seguito da Na&ah. devono essere $osti nelle diverse $arti del cor$o del Deva @B8"' L,uo&o saggio deve &ettere le vocali sulla boccaQ /avarga /a /ha ga gha a" sulla golaQ chavarga ca cha Ma Mha Na" sul ventreQ thavarga a ha a ha a" sul braccio destro e tavarga ta tha da dha na" sul braccio sinistroQ $avarga $a $ha ba bha &a" sulla coscia destra. e Eavarga Ea ra la va" sulla coscia sinistra. e shavarga aa a sa ha" sulla testa @8><@87"' Do$o aver &esso Fuesti gru$$i di lettere dell,al+abeto sulle diverse $arti dell,i&&agine il devoto" deve eseguire Tattva<nEasa co&e segue"H @8@" !ettere sui due $iedi -rithivi<tattva terra". sul Linga ToEa<tattva acFua"Q sulla regione dell,o&belico TeMas<tattva +uoco". sul loto del cuore VaEu<tattva aria"Q sulla bocca Gagana<tattva A/asha < etere". sui due occhi Ru$a<tattva vista"Q sulle due narici Gandha<tattva ol+atto". sulle due orecchie Shabda<tattva udito"Q sulla lingua Rasa<tattva gusto"Q sulla $elle S$arsha<tattva tatto"' Il $i% i&$ortante degli adoratori deve $orre !anas<tattva &ente" tra le so$racciglia. Shiva<tattva. )nana<tattva conoscenza". e -ara<tattva il Su$re&o" sul loto dai &ille $etali. al cuore )iva<tattva s$irito incarnato" e -ra/riti<tattva Natura"' In+ine. si deve &ettere !ahat<tattva intelligenza" e Aha&/ara<tattva ego" su tutto il cor$o' Il tattva deve. &entre essendo $osto. $receduto da Tara O&". !aEa Ori&". e Ra&a Shri&" e deve essere $ronunciato al singolare dativo. seguito da na&ah @89<@8A"' Ri$etendo il !ula !antra. $receduto e seguito da ciascuno dei !atri/a< varna. con 5indu aggiunto a loro. e seguito dalla $arola Na&ah. !atri/a<nEasa deve essere eseguito $resso il !atri/asthanas il $osto dove le lettere dell0al+abeto devono essere $oste +acendo !atri/a<nEasa' Vedi ;a$' = verso 77B" @8B"' L,adoratore deve $oi dire"H

217

Mantra Anche se" il Tuo s$lendore abbraccia tutti i sacri+ici. e bench4 il tuo cor$o abbracci tutti gli esseri. Fuesta # l,i&&agine che # stata +atta di Te' Io Ti colloco Fui @88"' Successiva&ente la Devi deve essere &editata ed invocata. secondo le regole del culto. e do$o -rana<-ratishtha la Devata Su$re&a deve essere venerata 9>>"' I &antra che sono $rescritti $er la consacrazione di un te&$io ad un Deva devono essere usati in Fuesta ceri&onia. +atte le necessarie variazioni di genere 9>7"' La Devi deve $oi essere invocata nel +uoco. che. secondo la +or&a adeguata. # stato consacrato con l,o++erta di oblazioni $er i Devata che devono essere adorati. successiva&ente la Devi deve essere adorata. e )ata< /ar&a rito di nascita". ecc' dovranno essere eseguiti 9>@"' I Sa&s/ara riti $uri+icatori o sacra&entali di cui si $arla nel verso $recedente" sono sei in nu&ero. cio#. )ata/ar&a. Na&a/arana. Nish/ra&ana. Anna$rashana. ;hudi/arana e J$anaEana < Fuesto # stato detto da Shiva vedi ;a$' 9 versi 7>8< 77>. ;a$' = verso D9 e ;a$' 8 versi @7?. @@=" 9>9"' Ri$etendo il -ranava O&". i VEahriti 5huh. 5huvah. Svah". il GaEatri e il !ula !antra il !antra $rinci$ale del Deva adorato. in Fuesto caso il !antra della DeviH Ori&". il devoto es$erto nelle ingiunzioni deve dire. "il Tuo". e $oi il no&e del Sa&s/ara" )ata/ar&a e gli altri. e $ronunciandoH "Io eseguo. Svaha". deve o++rire cinFue oblazioni alla +ine di ogni Sa&s/ara 9>?<9>="' Successiva&ente ri$etendo il !ula !antra e il no&e dato alla Devi". cento oblazioni dovrebbero essere o++erte. e i resti di ogni oblazione devono essere o++erti sulla testa della Devi 9>D"' Il saggio. do$o aver $ortato la ceri&onia a ter&ine con -raEashchitta rito e altri riti. deve dar da &angiare e Fuindi soddis+are i Sadha/a e Vi$ra . i $overi e gli indi+esi 9>A"'
es$iatorio"

Se non si # in grado di eseguire tutti Fuesti riti. allora si dovrebbe +are il bagno alla Devi" con sette vasetti di acFua. e. do$o averla adorata al &eglio delle sue ca$acitG. ri$etere il no&e della Devi 9>B"'

218

A&ataI Ora ho $arlato con Te del -ratishtha dell,illustre AdEa' In &odo analogo gli uo&ini versati nelle regole devono attenta&ente eseguire il -ratishtha installazione" di Durga e di altre VidEa le di++erenti &ani+estazioni della Su$re&a Devi". di !ahesha Shiva" e altri Devata. e del Shiva<linga che $uL essere s$ostato il Shiva<linga. il si&bolo +allico di Shiva. di solito non dovrebbe essere s$ostato dal $osto in cui # stato installato" 9>8<97>"' Pine del Tredicesi&o Gioioso !essaggio. dal titolo "Installazione del Devata"'

219

Capitolo FI%
;onsacrazione del Shiva<linga e Descrizione delle Kuattro ;lassi di Avadhuta
Shri Devi disseH O Signore di !isericordiaI Ti Sono grata $erch# nel Tuo discorso hai $arlato. nella Tua &isericordia. del culto della AdEa Sha/ti e delle &odalitG di adorazione di vari altri Deva 7"' Tu hai $arlato dell0installazione di uno Shiva<linga che $uL essere s$ostato. &a Fual # la $ratica di installazione di uno Shiva<linga stabile. e Fuali sono i riti relativi all0installazione di un tale LingaR @"' Ora Tu. O Signore dei &ondiI di&&i tutti i $articolari riguardo Fuesta installazioneQ chi se non Te $uL ris$ondere alle &ie do&ande riguardanti Fuesta &ateria eccellenteR 9"' ;hi # che sa tutto. che # !isericordioso. Onnisciente. Onni$resente. +acil&ente soddis+atto. $rotettore degli u&ili. co&e TeR ;he +a au&entare la &ia gioia co&e TeR ?"' Shri Sadashiva disseH ;he ti devo dire del &erito acFuisito tra&ite l,installazione di uno Shiva< lingaR ;on essa un uo&o # $uri+icato da tutti i grandi $eccati. e va alla Di&ora Su$re&a ="' Non c,# dubbio che con l,installazione di uno Shiva<linga un uo&o acFuista dieci &ilioni di volte il &erito che si acFuisisce o++rendo il &ondo e tutto il suo oro. o dall,esecuzione di dieci&ila sacri+ici di cavalli. dal lo scavo di una vasca in un $aese senz,acFua. o +acendo +elici i $overi e coloro che sono indeboliti dalla &alattia D<A"' 1ali/aI 5rah&a. Vishnu. Indra. e gli altri Deva risiedono dove !ahadeva # nella Sua +or&a di Linga B"'

220

TrentacinFue &ilioni di luoghi noti e ignoti di $ellegrinaggio e tutti i luoghi santi di&orano vicino a Shiva' Il terreno nel raggio di cento cubiti dal Linga # dichiarato Shiva<1shetra Terra di Shiva" 8<7>"' Kuesta terra di Isha Shiva" # &olto sacra' ( $i% eccellente del $i% eccellente dei luoghi sacri. $erch4 ci di&orano tutti gli I&&ortali e ci sono tutti i luoghi santi 77"' ;olui che con s$irito devoto ci vive. sia $ure solo $er un $o ,. diventa $uri+icato da tutti i $eccati. e do$o la &orte va al $aradiso di Shan/ara Shiva" 7@"' Kualsiasi cosa grande o $iccola &eritoria e non" che si +a in Fuesta terra di Shiva viene &olti$licata nei suoi e++etti". dalla &aestositG di Shiva 79"' Tutti i $eccati co&&essi altrove vengono ri&ossi andando" vicino a Shiva. &a i $eccati co&&essi a Shiva</shetra aderiscono a un uo&o con la +orza di un +ul&ine 7?"' Il &erito acFuisito dall,esecuzione in Fuesto luogo santo di -urashcharana
rito introduttivo. il canto di un certo nu&ero di &antra $ri&a di iniziare una ceri&onia del +uoco". )a$a recita di &antra". atti di caritG. Shraddha riti +unerari". Tar$ana o++erta d0acFua con l,uso di erba sacra chia&ata 1usha co&e gesto si&bolico di riconosci&ento. ringraziando e soddis+ando gli dei. i saggi. e gli antenati". o Fualsiasi altro atto $io #

eterno 7="' Il &erito acFuisito dall,esecuzione di cento -urashcharana al &o&ento di una eclissi lunare o solare viene acFuisito se&$lice&ente e++ettuando un )a$a vicino a Shiva 7D"' ;on l,o++erta di -inda dolci +unerari" una sola volta nella terra di Shiva. un uo&o ottiene lo stesso risultato co&e colui che o++re 7> &ilioni di -inda a GaEa. Ganga e -raEag 7A"' Anche nel caso di coloro che sono col$evoli di &olti $eccati o di grandi $eccati raggiungono la di&ora su$re&a se vengono eseguiti Shraddha in loro no&e nella terra di Shiva 7B"' I Fuattordici &ondi A in+eriori e A su$eriori" di&orano lG dove di&ora il Signore dell,Jniverso nella sua +or&a di Linga insie&e alla $ro$izia Devi Durga 78"'

221

Oo $arlato un $o, della &aestositG del !ahadeva ina&ovibile nella Sua +or&a di Linga' La santitG e &aestositG !ahi&a" dell0Anadi<linga Anadi signi+ica
letteral&ente senza inizio' Kuesti Linga +uoriescono natural&ente dal terreno. sono chia&ati anche SvaEa&bhu. auto generato" vanno oltre il $otere delle $arole @>"'

O SuvratI Virtuosa" anche nel Tuo culto ai !aha$itha luoghi sacri" il se&$lice tocco di un intoccabile # i&&ondo. &a non # cos3 nel culto di Oara nella sua i&&agine di Linga @7"' O DeviI co&e non ci sono divieti. al &o&ento del culto del ;ha/ra. cos3 sa$$i. O 1ali/aI che non ce ne sono ne&&eno nel santuario sacro della terra di Shiva @@"' ;he si $uL dire di $i%R Ti sto dicendo la veritG Fuando dico che non riesco a descrivere la gloria. la &aestG. e la santitG del Linga di Shiva @9"' Se il Linga sia collocato su una Gauri<$atta 2oni. si&bolo dell0organo genitale o no. il devoto dovrebbe. $er il raggiungi&ento con successo dei suoi desideri. adorarlo devota&ente @?"'
+e&&inile dove il Linga # solita&ente $osto"

L,adoratore eccellente guadagna il &erito dell,esecuzione di dieci&ila sacri+ici di cavalli se egli co&$ie l,Adhivasa rito $reli&inare" del Deva la sera $recedente al giorno di installazione @="' I venti articoli da utilizzare nel rito di Adhivasa sonoH Terra. -ro+u&o. un Sasso scaldato e a$$licato sulla +accia". Riso. Erba Durva. Piori. Prutta. 2ogurt. Ghee. Svastica Fui una +igura +atta di riso $estato". Ver&iglio. ;onchiglia. 1aMal. Rochana un $ig&ento giallo $er +are il tila/ da a$$licare sulla +ronte". Sena$e 5ianca. Argento. Oro. Ra&e. Lu&i. e uno S$ecchio @D<@A"' -rendendo ciascuno di Fuesti articoli. il !aEa 5iMa Ori&" e il 5rah&a< GaEatri -ara&eshvara vid&ahe -aratattvaEa dhi&ahi Tanno 5rah&a $rachodaEat" devono essere ri$etuti. e $oi deve essere detto "Anena" con Fuesto" e "A&ushEa" di Fuesto o di lui o lei" < "$ossa il $ro$izio Adhivasa essere +atto" Adhivasa # un
rito $reli&inare in tutte le ceri&onie di buon aus$icio' Vriddhi Shraddha # una $arte di esso' -er ese&$io $rendendo la terra direH ^Ori&. con Fuesta terra $ossa essere +atto l0Adhivasa di buon aus$icio di Fuesto Deva_' -oi toccare il Deva con la terra sulla +ronte" @B"'

E $oi la +ronte della divinitG venerata deve essere toccata con la terra e con tutti gli altri articoli suddetti' -oi Adhivasa deve essere eseguito con la -rashasti<$atra il reci$iente dove erano $osti tutti gli articoli". cio# il reci$iente deve essere innalzato. e con esso la +ronte dell,i&&agine deve essere toccata $er tre volte @8"' 222

L,adoratore che ha di&estichezza con le ordinanze. avendo cos3 eseguito l0Adhivasa del Deva. deve +are il bagno alla divinitG con il latte e altri liFuidi. co&e indicato nella ceri&onia relativa alla consacrazione di un te&$io 9>"' Stro+inando il linga con un $ezzo di sto++a e $osizionandolo sulla sua sede. Ganesha e altre divinitG devono essere adorati secondo le regole $rescritte $er il loro culto 97"' Do$o aver e++ettuato 1ara<nEasa e Anga<nEasa vedi ;a$' 9 versi ?7<?9 e ;a$' = e -ranaEa&a con il -ranava O&". deve essere &editato il se&$re esistente Shiva' Dhyana TranFuillo. in $ossesso dello s$lendore di dieci &ilioni di luneQ vestito di vesti di $elli di tigre. indossa un +ilo sacro costituito da un ser$ente. il suo cor$o # co$erto di cenere e indossa orna&enti di ser$entiQ I suoi cinFue volti sono di colore nero<rossastro. giallo. rosa. bianco e rosso. con tre occhi ciascunoQ il suo ca$o # co$erto dai ca$elli ingarbugliatiQ Egli # Onni$resenteQ ha Ganga sulla sua testa ed ha dieci braccia. e nella sua +ronte brilla la Luna crescente"Q egli tiene nella sua &ano sinistra il teschio. il +uoco. il ca$$io. il -ina/a il ser$ente dalle sette teste" e l,ascia. e nella sua destra il tridente. il +ul&ine. la +reccia. e la benedizione. Egli # stato lodato da tutti i Deva ed i grandi SaggiQ i suoi occhi socchiusi sono $ieni di beatitudineQ il suo cor$o # bianco co&e la neve. il +iore 1unda e la LunaQ Lui # seduto sul ToroQ di giorno e di notte # circondato da Siddha. Gandharva e A$sara belle e voluttuose Deva 2oni del $aradiso di Indra". che stanno cantando inni in sua lode. Egli # il &arito di J&a. il devoto -rotettore dei suoi adoratori 9@<9B"' Avendo cos3 &editato !ahadeva e adoratolo con articoli di adorazione &entale. Egli deve essere invocato nel Linga e venerato al &eglio delle $ro$rie +orze. co&e $revisto nelle ordinanze relative a tale culto 98"' Oo giG $arlato dei !antra $er l,o++erta di Asana ed altri oggetti di culto' Vorrei ora $arlare del !antra !ula del Grande !ahesha ?>"' !aEa. Tara e il Shabda 5iMa. con la vocale Au e Ardhendu<5indu o ;handra 5indu. la &ezzaluna e il 5indu" aggiunto ad esso. # il 5iMa Shiva < che # "Ori& O& Oau&'" ?7"' ;o$rendo Shan/ara con abiti e una ghirlanda di +iori $ro+u&ati. e &ettendolo su un bel letto. la Gauri<$atta deve essere consacrata nella &aniera so$ra &enzionata ?@"' 223

versi 7@=< 7@A"

La Devi deve essere adorata nella Gauri<$atta secondo i seguenti ritiH con il !aEa 5iMa. Anga<nEasa. 1ara<nEasa. e -ranaEa&a devono essere eseguiti ?9"' La Grande Devi deve. al &eglio delle ca$acitG del devoto. essere adorata do$o la &editazione su di Lei co&e segueH Dhyana !edito su ;olei che # senza &acchia . il cui s$lendore # Fuello di un &igliaio di Soli nascenti. i cui occhi sono co&e il Puoco. il Sole e la Luna. e il cui sorridente viso di loto # ornato con orecchini d,oro con linee di $erle' ;on le &ani di loto +a i gesti che concedono benedizioni e dissi$ano la $aura. e tiene il disco e il lotoQ I suoi seni sono grandi ed arrotondati. Lei # la Dissi$atrice di ogni $aura ed # vestita di color za++erano' Avendo cos3 &editato su di Lei. i dieci Di/$ala i Guardiani delle Direzioni" e il Toro il veicolo di Shiva. $ersoni+icazione del Dhar&a" devono essere adorati al &eglio delle $ro$rie +acoltG ??<?="' -arlerL ora del !antra di 5hagavati. con il Fuale ;olei che $ervade il &ondo deve essere adorata ?D"' Ri$etendo il !aEa Ori&". il La/sh&i 5iMa Shri&". e la lettera che segue Sa la sesta vocale J". con il 5indu aggiunto ad essa. e $oi $ronunciando il no&e della &oglie del Puoco Svaha". il !antra # cos3 +or&ato ed # co&e segue"H
Oa" con

Mantra Ori& Shri& Ou& Svaha ?A"' -osizionando la Devi co&e so$ra &enzionato vestita e inghirlandata co&e Shiva". devono essere +atte o++erte a tutti i Deva con un &isto di +agioli !asha un ti$o di +agiolo rosso". riso e Eogurt. con zucchero. ecc' aggiunti ad esso ?B"' Kuesti oggetti di culto devono essere $osti nell,angolo Ishana nord<est". $uri+icati con il Varuna 5iMa Va&". e dovrebbero essere o++erti do$o la $uri+icazione con $ro+u&i e +iori e il seguente ?8" Mantra

224

O Deva. Siddha bene+iche Deva 2oni in $ossesso degli otto $oteri &agici". Gandharva &usici celesti". Jrga Naga. ser$enti". Ra/shasa. -ishacha s$iriti de&oniaci". !adri le !atri/a". 2a/sha. 5huta +antas&i". -itri antenati". Rishi. e altri DevaI ;he $ossiate $rendere tranFuilla&ente Fuesta o++erta. e stare intorno a !ahadeva Shiva" e GiriMa -arvati" =><=7"' -oi deve essere +atto Ma$a del !antra della Grande Devi Fuante volte si $uL. e $oi con canzoni eccellenti e &usica stru&entale che la +esta si celebri =@"' Do$o aver co&$letato l0Adhivasa rito $reli&inare" nel &odo di cui so$ra. il giorno seguente. do$o aver svolto i doveri obbligatori giornalieri e do$o aver $reso il voto. devono essere venerati i ;inFue Deva 5rah&a e altri" =9"' Do$o aver adorato le !atri le sedici !atri/a" ed eseguendo il Vasudhara vedi e Vriddhi<Shraddha vedi ;a$' 7>". i -ortieri di !ahesha Shiva". con &ente tranFuilla e devota. devono essere venerati =?"'
;a$' 8 verso 8@"

I -ortieri di Shiva sonoH Nandi. !aha<bala. 1ishavadana. e Gana<naEa/aQ sono tutti ar&ati con &issili e altre ar&i =="' -ortando il Linga e Tarini Jn titolo della DeviH ;olei che salva". ra$$resentata dal Gauri<$atta la 2oni su cui si $oggia il Linga". devono essere collocati su un Sarvato<5hadra !andala vedi Fui". o su un $osto $ro$izio =D"' Sha&bhu deve $oi essere bagnato con otto vasi d,acFua con il !antra "TrEa&ba/a" vedi ;a$' = verso @77". ecc' e venerato con i sedici articoli di culto vedi ;a$' 79 verso @>9" =A"' Do$o aver +atto il bagno alla Devi in &odo si&ile con !ula il !antra e do$o averla adorata. il buon adoratore deve $regare Shan/ara a &ani giunte =B"' Mantra Vieni. O 5hagavanI O Sha&bhuI O Tu davanti al Fuale tutti i Deva si inchinanoI !i inchino a Te. che sei ar&ato con il -ina/a il divino arco di Shiva". Te il Signore di tutti. O Grande Deva =8"' O DevaI Tu che con+erisci bene+ici ai Tuoi devotiI nella tua &isericordia vieni con 5hagavati in Fuesto te&$io' !i inchino a Te ancora e ancora D>"'

225

O !adreI O DeviI O !aha&aEaI O ;olei che # caritatevole con tuttiI -ossa Tu essere soddis+atta insie&e a Sha&bhuH !i inchino a Te. O A&ata di Oara D7"' Vieni in Fuesta casa. Oh DeviI Tu che concedi tutti i bene+ici. $ossa Tu essere soddis+atta e conceder&i tutte le $ros$eritG D@"' Alzati. O Regina dei DevaI e $ossa ognuno dei Tuoi seguaci essere +elice in Fuesto luogo. che Tu e i tuoi seguaci $ossano essere soddis+atti. O Tu che sei gentile con i tuoi devoti D9"' Do$o aver cos3 $regato Shiva e la Devi. Essi dovrebbero $ri&a essere $ortati tre volte intorno al Te&$io. &antenendo Fuest,ulti&o a destra. con l,acco&$agna&ento di suoni gioiosi e $oi $ortati dentro D?"' Ri$etendo il !ula !antra. un terzo del Linga deve essere &esso in una cavitG +atta dentro un $ezzo di $ietra o in un +oro +atto in &uratura D="' ;on il seguente !antra"H Mantra O !ahadevaI che Tu $ossa ri&anere Fui tanto a lungo Fuanto la Luna e il Sole. +inch4 durano la Terra e gli oceani' !i inchino a Te DD"' Avendo salda&ente +issato Sadashiva con Fuesto !antra. la Gauri<$atta. con l0estre&itG che si assottiglia verso il Nord. deve essere inserita sul Linga DA"' Mantra Stai +er&a. O )agad<dhatriI Tu che sei la causa della creazione. dell,esistenza. e della distruzione di tutte le coseQ che Tu $ossa di&orare Fui tanto a lungo Fuanto il Sole e la Luna DB"' Do$o averlo salda&ente +issato. il Linga deve essere toccato e il seguente !antra" deve essere ri$etuto D8"H Mantra Invoco Fuel Deva che ha tre occhi. ;olui che non ha decadenza. Ishana intorno al suo trono a +or&a di leone ci sono tigri. 5huta +antas&i". -ishacha s$iriti de&oniaci". Gandharva &usici celesti". Siddha bene+iche Deva 2oni in
Shiva".

226

$ossesso degli otto $oteri &agici". ;harana danzatori. cantanti o elogiatori dei Deva". 2a/sha attendenti di 1ubera. il Dio dell0Abbondanza". Naga ser$enti". Vetala s$iriti attendenti di Shiva". Lo/a<-ala i Guardiani delle Direzioni". !aharishi Grandi Saggi". !atri le !atri/a". Gana<natha seguaci di Ganesh". 5rah&a. Vishnu. e 5rihas$ati il Guru dei Deva. Giove". e tutti gli esseri che vivono sulla terra o in aria. vieni. O 5hagavanI su Fuesto 2antra. che # l,o$era di 5rah&a. $er la $ros$eritG. la +elicitG e la liberazione di tutti A><A@"'

A&ataI Shiva allora deve essere bagnato secondo le $rescrizioni relative alla consacrazione di un Deva. e. essendo stato &editato co&e $ri&a citato. deve essere adorato con o++erte &entali A9"' Do$o aver &esso un arghEa o++erta" s$eciale. e do$o aver adorato i Gana< devata i deva che circondano Shiva". e &editato su !ahesha di nuovo. devono essere &essi dei +iori sul Linga A?"' Ri$etendo il Sha/ti 5iMa Ori&" tra -asha A&" e An/usha 1ro&". e le lettere da 2a a Sa Ea ra la va aa a sa" con il $unto nasale Nada 5indu". e $oi "Oau& Oa&sa." la vita di Sadashiva dovrebbe essere in+usa nel Linga A="' il !antra
cos3 +or&ato #H A& Ori& 1ro& 2a& Ra& La& Va& bha& Sha& Sa&"

-oi. s$al&ando il &arito della +iglia della !ontagna GiriMa<$ati" con sandalo. aguru aloe" e za++erano. Egli deve essere adorato con i sedici articoli di culto secondo le $rescrizioni stabilite do$o aver eseguito il )ata rito di nascita". il Na&a rito del no&e". e altri riti AD"' Do$o aver concluso tutto secondo le ingiunzioni. e do$o aver adorato la Devi nel Gauri<$atta. le otto i&&agini del Deva devono essere attenta&ente venerate AA"' ;on il no&e Sharva si intende la Terra. con 5hava si intende l,AcFuaQ con Rudra il Puoco. con Jgra l0Aria. con 5hi&a l0Etere. con -ashu<$ati si intende il sacerdote $er il sacri+icioQ con !ahadeva la Sorgente di nettare e con Ishana si intende il SoleH Fueste sono dichiarate essere le Otto I&&agini AB<A8"' Ognuno di Fuesti deve essere invocato e adorato nel loro ordine negli angoli". co&inciando con l,Est e ter&inando con il Nord<Est. $ronunciando $ri&a il -ranava e Na&ah alla +ine B>"' Do$o aver adorato Indra e gli altri Di/$ala. le otto !atri. 5rah&i e le altre. il devoto deve dare a Isha il Toro. una tenda &essa al te&$o della consacrazione del te&$io". case. e si&ili B7"'

227

-oi. a &ani giunte. egli deve $regare con +ervore il &arito di -arvati co&e segue" B@"H Mantra O Oceano di !isericordiaI O SignoreI Tu sei stato collocato in Fuesto luogo da &e. sii +elice con &e"' O Sha&bhuI Tu che sei la causa di tutte le cause' O Su$re&o DevaI $ossa Tu di&orare in Fuesta stanza +intanto che la Terra con tutti i suoi oceani esistono. +ino a Fuando la Luna e il Sole dureranno' !i inchino a Te' In caso Fui si veri+icasse la &orte di Fualsiasi essere vivente nel te&$io o nei dintorni". $ossa io. O DhurMatiI Shiva. colui che ha il $eso dei tre &ondi" con la tua grazia. essere allontanato da Fuel $eccato B9<B="' Il consacratore deve +are il giro del Shiva Linga. &antenendolo alla sua destra. e. do$o essersi inchinato dinanzi al Deva. tornare a casa' Tornando di nuovo al &attino. egli deve +are il bagno a ;handra<She/hara Shiva. cos3 chia&ato $er via della luna crescente che $orta sulla +ronte" BD"' Deve essere $ri&a bagnato con -ancha&rita consacrata con un centinaio di vasetti di acFua $ro+u&ata. e il devoto. avendolo adorato al &eglio dei suoi $oteri. deve $regarlo co&e segue" BA<BB"H Mantra O !arito di J&aI se vi # stata Fualche irregolaritG. o&issione e &ancanza di devozione in Fuesta adorazione. $ossano tutti. con la tua grazia. essere corretti. e $ossa la &ia gloria ri&anere inco&$arabile in Fuesto &ondo +inch4 la Luna. il Sole. la Terra e i suoi oceani esisteranno B8<8>"' !i inchino a Rudra dai tre occhi. che i&$ugna l,eccellente -ina/a. a ;olui che # adorato da Vishnu. 5rah&a. Indra. SurEa e gli altri Deva. &i inchino ancora e ancora 87"' Il devoto dovrebbe $oi +are regali. e dare un banchetto $er i 1auli/a<dviMas
un 1aula che ha ricevuto l0iniziazione co&$leta e che Fuindi # nato due volte' Il $assaggio $uL anche essere inter$retato co&e 1auli/a e DviMa<le classi dei nati due volte<". e dare $iacere

ai $overi con doni di cibo. bevande e vestiti 8@"' Il Deva deve essere adorato ogni giorno secondo i $ro$ri &ezzi' Il Shiva< linga +isso non deve in alcun caso essere ri&osso l0i&&agine di ogni altro Deva $uL essere ri&ossa &a non un Shiva<linga +isso. chia&ato anche Sthavara" 89"'

228

-ara&eshvariI Oo in breve $arlato dei riti relativi alla consacrazione del Shiva<linga +isso. raccogliendo gli stessi da tutti gli Aga&a 8?"' Shri Devi disseH Se. O SignoreI ci +osse un,o&issione accidentale nel culto dei Deva. allora cosa dovrebbe essere +atto dai loro devoti' -arla&i in dettaglio di Fuesto 8="' Di&&i. a causa di Fuali errori le i&&agini dei Deva non sono idonee al culto. e dovrebbero Fuindi essere res$inte. e cosa si dovrebbe +areR 8D"' Shri Sadashiva disseH Se c,# un,o&issione nel culto del Deva $er un giorno. $oi il giorno do$o" il culto dovrebbe essere eseguito due volte. se $er due giorni allora il culto dovrebbe essere eseguito Fuattro volte. se $er tre giorni allora dovrebbe essere celebrato otto volte 8A"' Se l,o&issione si estende oltre i tre giorni. &a non # su$eriore a sei &esi. allora l,uo&o saggio deve eseguire il culto do$o aver +atto il bagno al Deva con otto vasi d,acFua 8B"' Se il $eriodo di o&issione # su$eriore a sei &esi. allora il devoto eccellente deve attenta&ente consacrare il Deva secondo le regole giG stabilite. e $oi adorarlo 88" L,uo&o saggio non deve adorare l,i&&agine di un Deva che # rotta o +orata. o che ha $erso un arto. o # stato toccata da un lebbroso. o che # caduta su un terreno $ro+ano 7>>"' L,i&&agine di un Deva con arti &ancanti o che # rotta o che ha +ori in essa. deve essere consegnata all,acFua' Se l,i&&agine # stata resa i&$ura dal tocco. deve essere consacrata. e $oi adorata 7>7"' I !aha$itha e Anadi<linga Anadi signi+ica letteral&ente senza inizio' Kuesti Linga +uoriescono natural&ente dal terreno. sono chia&ati anche SvaEa&bhu. auto generato" sono liberi da tutte le carenze. e Fuesti devono essere se&$re adorati $er il raggiungi&ento della +elicitG da ogni adoratore a suo $iaci&ento 7>@"' !aha&aEaI FualunFue cosa tu hai chiesto $er il bene degli uo&ini che agiscono in vista dei +rutti dell,azione. io ho ris$osto a tutto Fuesto in dettaglio 7>9"' 229

Gli uo&ini non $ossono vivere senza tali azioni neanche $er &ezzo atti&o' Anche Fuando gli uo&ini non sono dis$osti. sono. loro &algrado. attratti dal turbine dell,azione 7>?"' Dall,azione gli uo&ini godono della +elicitG. e con l,azione ancora so++rono il dolore' Essi nascono. vivono e &uoiono schiavi dell,azione 7>="' ( $er Fuesto che ho $arlato dei vari ti$i di azione. co&e il Sadhana e si&ili. $er la guida degli intellettual&ente deboli nei $ercorsi della rettitudine e in &odo che essi $ossano essere trattenuti dal co&$iere atti &alvagi 7>D"' ;i sono due ti$i di azioneH buona e cattiva' L,e++etto dell0azione del &ale # che gli uo&ini so++rono di dolore acuto 7>A"' E. O DeviI coloro che co&$iono buone azioni con &enti dedite ai +rutti dell0azione vanno all,altro &ondo. e tornano di nuovo a Fuesto. incatenati dalla loro azione 7>B"' -erciL gli uo&ini non raggiungeranno la liberazione +inale. neanche al ter&ine di un centinaio di 1al$a un 1al$a # ?'9@>'>>>'>>> anni". +inch4 l,azione. sia buona o cattiva. non viene distrutta 7>8"' ;os3 co&e un uo&o # legato sia da una catena d,oro che da una di +erro. cos3 egli # vincolato alla $ro$ria azione sia essa buona o cattiva 77>"' Pinch4 l,uo&o non ha la vera conoscenza. non raggiungerG &ai la liberazione +inale. anche se lui # dedito alla $ratica costante di atti religiosi ed a un centinaio di austeritG 777"' La conoscenza dei saggi dai Fuali le tenebre dell,ignoranza # stata ri&ossa e la cui ani&a # $ura. nasce dalla esecuzione del dovere senza as$ettativa di +rutti o di rico&$ensa. e dalla &editazione costante sul 5rah&an 77@"' ;olui che sa che tutto ciL che esiste in Fuesto universo. da 5rah&a a un +ilo d,erba. # il risultato di !aEa. e che il 5rah&an # la sola e su$re&a VeritG. ha Fuesta conoscenza 779"' Kuell,uo&o # liberato dai vincoli dell,azione $oich4. rinunciando a no&e e +or&a. ha raggiunto la co&$leta conoscenza dell0essenza dell0eterno e i&&utabile 5rah&an 77?"'

230

La liberazione non viene dall0esecuzione di )a$a recitazione di &antra". Oo&a o cento digiuni. l,uo&o diventa libero con la consa$evolezza che egli stesso # 5rah&an 77="'
sacri+ici".

La liberazione +inale si ottiene con la consa$evolezza che l,At&a Ani&a" # il Testi&one indi$endente testi&one delle azioni". # la VeritG. # Onni$resente. # Jno. libero da tutte le distrazioni illusorie di s4 e non s4 Advaita". il Su$re&o e. anche se di&ora nel cor$o. non # nel cor$o 77D"' Tutta l,i&&aginazione di No&e. Por&a e si&ili non sono altro che il gioco di un ba&bino' ;olui che &ette da $arte tutto Fuesto e si $one in saldo attacca&ento al 5rah&an #. senza dubbio. liberato 77A"' Se la +or&a i&&aginata dalla &ente u&ana" $ortasse alla liberazione. allora senza dubbio gli uo&ini sarebbero re in virt% di tali regni co&e lo sono nei loro sogni 77B"' Kuelli che nella loro ignoranza" ritengono che Ishvara # solo" in i&&agini +atte di argilla. o di $ietra o &etallo. o legno. con i loro ta$as austeritG" a++liggono solo s4 stessi' Essi non $ossono &ai raggiungere la liberazione senza conoscenza 778"' -ossono gli uo&ini raggiungere la liberazione +inale da restrizioni nel cibo. essendo essi cos3 &agri. o da indulgenza incontrollata. essendo essi cos3 grassi. se non $osseggono la conoscenza del 5rah&anR 7@>"' Se con l0osservanza del voto Vrata" di vivere d,aria. +oglie degli alberi. grano. o acFua. la liberazione +inale $uL essere raggiunta. allora ser$enti. bovini. uccelli e ani&ali acFuatici dovrebbero essere tutti in grado di raggiungere la liberazione +inale 7@7"' 5rah&a<sad<bhava lo stato della &ente in cui si realizza che tutto # 5rah&an e in cui # realizzata l0identitG del s4 con il 5rah&an" # il $i% alto stato della &enteQ DhEana< bhava lo stato &editativo" # il &edioQ Stuti elogio" e )a$a recitazione di &antra" # l,ulti&o. e il culto esterno # il $i% basso di tutti 7@@"' 2oga # l,unione dell,ani&a incarnata con l,Ani&a Su$re&aQ -uMa adorazione. # l,unione dell0adoratore con l,adoratoQ &a chi co&$rende che tutto # 5rah&an $er lui non c,# n4 2oga. n4 -uMa 7@9"'

culto"

231

-er colui che $ossiede la conoscenza del 5rah&an. la conoscenza su$re&a. a che servono )a$a recitazione di &antra". 2aMNa sacri+ici". Ta$as austeritG". NiEa&a regole di condotta" e Vrata Voti"R 7@?"' ;hi vede il 5rah&an. che # VeritG. ;onoscenza. 5eatitudine e l,Jno. # $er sua stessa natura uno con il 5rah&an' A che cosa serve a lui -uMa adorazione". DhEana &editazione". e Dharana concentrazione"R 7@="' -er colui che sa che tutto # 5rah&an non vi # n4 $eccato n4 virt%. n4 il $aradiso n4 +utura nascita' Non c,# nessuno su cui &editare. n4 colui che &edita 7@D"' L,ani&a che si stacca da tutte le cose # se&$re liberata. cosa la $uL legareR Da cosa desiderano essere liberati gli stoltiR 7@A"' Egli di&ora in Fuesto universo. la creazione del Suo $otere di illusione. che anche i Deva non $ossono $er+orare' Egli # a$$arente&ente nell,Jniverso. &a non in esso 7@B"' Lo S$irito. il testi&one eterno. # nella sua natura co&e il vuoto che esiste +uori e dentro tutte le cose. e che non ha n4 nascita n4 in+anzia. n4 giovinezza n4 vecchiaia. &a # l,intelligenza eterna che # se&$re la stessa. non conoscendo nessun ca&bia&ento o decadenza 7@8<79>"' ( il cor$o che nasce. &atura. e decade' Gli uo&ini incantati dall0illusione. vedendo Fuesto. non lo co&$rendono 797"' ;os3 co&e il sole sebbene sia uno" Fuando # ri+lesso in diversi $iatti d0acFua se&bra essere &olti. cos3 attraverso !aEa l,illusione" l0ani&a se&bra essere &olte nei diversi cor$i in cui essa di&ora 79@"' ;os3 co&e Fuando l,acFua # disturbata la Luna che si ri+lette in essa se&bra essere disturbata. cos3 Fuando l,intelligenza # disturbata gli uo&ini ignoranti $ensano che sia l,ani&a che # disturbata 799"' ;o&e il vuoto all,interno di un vaso ri&ane se&$re lo stesso do$o che il vaso # rotto. cos3 l,ani&a resta la stessa do$o che il cor$o # distrutto 79?"' La conoscenza dello S$irito. Oh DeviI # l,unico &ezzo $er raggiungere la liberazione +inale. e chi lo $ossiede # in veritG < s3. in veritG < liberato in Fuesto stesso &ondo. anche se ancora in vita. non c,# dubbio su Fuesto 79="'

232

N4 dagli atti. n4 da generare +igli. n4 dalla ricchezza # l,uo&o liberato. &a # dalla conoscenza dello S$irito lo S$irito Su$re&o". dallo S$irito lo S$irito individuale" Fuell,uo&o # liberato 79D"' ( lo S$irito che # caro a tutti. non c,# nulla di $i% caro dello S$iritoQ O ShivaI Devi" # $er l,unitG degli S$iriti che gli uo&ini diventano cari l,un l,altro 79A"' ;onoscenza. oggetto di conoscenza. conoscitore a$$aiono a causa dell,illusione essere tre cose diverse. &a se un,attenta discri&inazione # +atta. lo S$irito si trova ad essere l0unico residuo che ri&ane 79B"' La conoscenza # lo S$irito in +or&a di intelligenza. l,oggetto della conoscenza # lo S$irito la cui sostanza # intelligenza. il ;onoscitore # lo S$irito stesso' ;hi conosce Fuesto conosce lo S$irito 798"' Ora ho $arlato della conoscenza che # la vera causa della liberazione +inale' Kuesto # il bene $i% $rezioso delle Fuattro classi di Avadhuta 7?>"' Shri Devi disseH Tu hai $arlato delle due ta$$e della vita dell,uo&o < e cio# Fuello di ca$o+a&iglia e di &endicante. che cosa # Fuesta distinzione &eravigliosa delle Fuattro classi di Avadhuta che ora sentoR 7?7"' Vorrei sentire e co&$rendere chiara&ente le caratteristiche distintive delle Fuattro classi di Avadhuta' O SignoreI $arla&i di loro" davvero 7?@"' Shri Sadashiva disseH Kuei 5rah&ana. 1shatriEa. e altre caste che sono adoratori del 5rah&a< &antra devono essere conosciuti co&e 2ati uo&ini che controllano le loro $assioni". anche se stanno vivendo la vita di un ca$o+a&iglia 7?9"' O Adorata dei 1ulaI Fuegli uo&ini che sono santi+icati dai riti di -urnabhishe/a iniziazione co&$leta" dovrebbero essere conosciuti e onorati co&e Shaivavadhuta 7??"' Sia i 5rah&a che i Shaiva Avadhuta devono +are tutti gli atti secondo i loro ris$ettivi stati di vita nel &odo diretto da &e 7?="'

233

Non devono assu&ere cibo o bevande $roibite a &eno che non siano stati o++erti al 5rah&an o o++erti nel ;ha/ra 7?D"' O ;olei che # 5ellaI Oo giG $arlato dei costu&i e del Dhar&a dei 1aula. che sono 5rah&a Avadhuta. e dei 1aula che sono stati iniziati' -er i 5rah&a e Shaiva Avadhuta. bagno. &angiare i $asti serali. bere. la donazione di bene+icenza ed il ra$$orto coniugale devono essere +atti secondo le &odalitG $reviste dagli Aga&a 7?A<7?B"' Gli Avadhuta di cui so$ra sono di due classi. a seconda che siano $er+etti o i&$er+etti A$urna. o inco&$leto"' A&ataI il $er+etto si chia&a -ara&aha&sa. e l,altro o i&$er+etto si chia&a -arivrat 7?8"'
-urna. o co&$leto"

L,uo&o che # $assato attraverso il Sa&s/ara riti $uri+icatori" di un Avadhuta. &a la cui conoscenza # ancora i&$er+etta. dovrebbe. vivendo la vita di un ca$o+a&iglia. $uri+icare il suo s$irito 7=>"' ;onservando il suo &archio di casta e $raticando i riti di un 1aula. egli deve. ri&anendo costante&ente devoto al 5rah&an. coltivare la conoscenza $i% alta 7=7"' ;on la &ente se&$re libera da attacca&ento. &a assolvendo a tutti i suoi doveri. deve continua&ente ri$etere "O& Tat Sat." e costante&ente &editare e realizzare il dettoH "Sah aha&" So0ha&. Io sono Lui. Io sono uno con il Su$re&o" 7=@"' Osservando i suoi doveri. con la &ente co&$leta&ente distaccata co&e l,acFua sulla +oglia di loto. deve costante&ente i&$egnarsi a liberare la sua ani&a con la conoscenza della veritG divina e della discri&inazione Vive/a. la
+acoltG di distinguere le cose dalle loro $ro$rietG e di classi+icarle secondo la loro vera. e non a$$arente. natura' ( il $otere di distinguere la RealtG dall0a$$arenza" 7=9"'

L,uo&o. sia egli un ca$o+a&iglia o un asceta. che inizia ogni i&$resa con il !antra "O& Tat Sat." ha se&$re successo 7=?"' )a$a recitazione di &antra". Oo&a sacri+ici al +uoco". -ratishtha consacrazione". e tutti i riti sacra&entali. se eseguiti con il !antra "O& Tat Sat." sono senza di+etto al di lG ogni dubbio 7=="' A che servono vari altri &antraR A che serve l0uso di altre innu&erevoli $raticheR ;on Fuesto 5rah&a !antra da solo $ossono essere conclusi tutti i riti 7=D"'

234

A&bi/aI Kuesto &antra # +acil&ente $raticabile. non # $rolisso. e dG $ieno successo. e non c,# altra via oltre a Fuesto grande !antra 7=A"' Se # scritto in una Fualsiasi $arte della casa o sul cor$o. allora tale casa diventa un luogo santo e il cor$o diventa santi+icato 7=B"' O DeveshiI Io ti sto dicendo la veritG stessa Fuando dico che il !antra "O& Tat Sat" # su$eriore all,essenza delle essenze dei Niga&a. degli Aga&a e dei Tantra 7=8"' Il $i% eccellente dei &antra. "O& Tat Sat." ha tra+itto il $alato. il cranio. e Si/ha il codino in ci&a alla testa" di 5rah&a. Vishnu e Shiva. e si # cos3 &ani+estato Essi $raticarono il &antra e diventandone ade$ti lo rivelarono" 7D>"' Se i Fuattro ti$i di cibo e altri articoli sono santi+icati da Fuesto !antra. allora diventa inutile santi+icarli con Fualsiasi altro &antra 7D7"' ( un Re tra i 1aula. chi vede il Grande Essere ovunFue e +a costante&ente )a$a del grande !antra "Tat Sat" O& Tat Sat". agisce con naturalezza Svechachara' Jn liberato agisce se&$re natural&ente bene" ed inoltre # $uro di cuore 7D@"' ;on il )a$a di Fuesto !antra un uo&o diventa un Siddha colui che $ossiede le Siddhi. i $oteri divini' Kui si intende colui che ha $adronanza del &antra e ha raggiunto la sua &eta" e $ensando al signi+icato del &antra egli # liberato. e chi. Fuando si e++ettua )a$a. $ensa al suo signi+icato. diventa si&ile al 5rah&an in +or&a visibile 7D9"' Kuesto Grande !antra dai Tre $iedi Tri<$ada" # la causa di tutte le cause. attraverso il suo Sadhana uno diventa il ;onFuistatore della !orte !ritEu&< MaEa. Shiva" 7D?"' O !aheshaniI il devoto ottiene Siddhi in Fualsiasi &odo +accia )a$a di esso 7D="'

cio# anche se ca&bia l0ordine delle $arole"

;olui che. rinunciando a tutti gli atti riti". # stato $uri+icato dal Sa&s/ara di uno Shaiva Avadhuta. cessa di avere ogni diritto di adorare i Deva. di eseguire Shraddha dei -itri. o di onorare i Rishi il signi+icato # che va oltre Fueste osservanze" 7DD"'
cio# il -urnabhishe/a che Fuali+ica uno ad essere uno Shaiva Avadhuta"

235

Delle Fuattro classi di Avadhuta. il Fuarto # chia&ato Oa&sa -ara&a< Oa&sa"' Gli altri tre tutti $raticano 2oga e hanno godi&ento' Sono tutti liberati e sono si&ili a Shiva 7DA"' L,Oa&sa non deve avere ra$$orti con le donne. e non dovrebbe toccare i &etalli' Libero da restrizioni. si &uove godendo i +rutti delle sue azioni &eritorie +atte nelle vite $recedenti 7DB"' La Fuarta classe -ara&a<Oa&sa". eli&inando i suoi &archi di casta e abbandonando i suoi doveri do&estici. dovrebbe &uoversi in Fuesto &ondo senza as$irazione e senza s+orzo 7D8"' Se&$re soddis+atto nella sua &ente. egli # libero dal dolore e dall,illusione. senza +issa di&ora e indulgente. senza $aura. e senza +are del &ale a nessuno 7A>"' -er lui non c,# necessitG dell0o++erta di cibi e bevande a Fualsiasi Deva". $er lui non c,# necessitG di DhEana &editazione" o Dharana concentrazione". lo 2ati colui che # $adrone di s4. che controlla le sue $assioni" # liberato. # libero da attacca&ento. insensibile a tutti gli o$$osti. e segue le vie di un Oa&sa la $i% alta classe di asceti" 7A7"' O DeviI Ora ho $arlato a Te in dettaglio dei segni distintivi delle Fuattro classi di 1ula<2ogi. che non sono altro che i&&agini di !e stesso 7A@"' Vedendo loro. toccandoli. conversando con loro. o soddis+ando loro. gli uo&ini guadagnano il +rutto del $ellegrinaggio $er tutti i luoghi santi 7A9"' Tutti i santuari e luoghi sacri che ci sono in Fuesto &ondo. tutti. O &ia A&ataI di&orano nel cor$o del 1ula<SannEasi Avadhuta" 7A?"' Kuegli uo&ini che hanno venerato i Sadhu 1ula con 1ula<dravEa vino ecc'" sono davvero benedetti e santi. hanno raggiunto il loro sco$o desiderato. e si sono guadagnati il +rutto di tutti i sacri+ici 7A="' Da se&$lice tocco di Fuesti Sadhu l,i&$uro diventa $uro. l,intoccabile diventa toccabile. e il cibo non adatto ad essere &angiato diventa degno di essere &angiato' ;on loro anche solo a toccare i 1irata i cacciatori. una casta bassa". il $eccatore. il &alvagio. i -ulinda una delle caste $i% basse". gli 2avana stranieri. barbari". e il &alvagio e +eroce. diventano $uriQ chi altro. se non loro devono essere onoratiR 7AD<7AA"'

236

Anche coloro che anche solo una volta venerano il 1auli/a 2ogi con 1ula<tattva carne ecc'" e 1ula<dravEa vino ecc'" diventano degni di onore in Fuesto &ondo 7AB"' O Tu con il volto di lotoI non c,# Dhar&a su$eriore al 1aula<Dhar&a. cercando ri+ugio in esso anche un uo&o di casta in+eriore si $uri+ica e ottiene lo stato di un 1aula 7A8"' ;o&e le or&e di tutti gli ani&ali sco&$aiono nell0or&a dell,ele+ante. cos3 tutti gli altri Dhar&a sco&$aiono nel 1ula<Dhar&a 7B>"' !ia DilettaI Fuanto sacri sono i 1aulaI Sono co&e le i&&agini dei luoghi santi' -uri+icano con la loro sola $resenza anche i ;handala una delle caste $i% basse" e il $i% vile dei vili 7B7"' ;o&e le altre acFue che a++luiscono nel Gange diventano l,acFua del Gange. cos3 tutti gli uo&ini seguendo il 1ulachara raggiungono lo stadio di un 1aula 7B@"' ;o&e l,acFua con+luita in &are non conserva la sua se$aratezza. cos3 gli uo&ini a++ondati nel &are del 1ula $erdono la loro 7B9"' Tutti gli esseri in Fuesto &ondo. che hanno due $iedi. dal Vi$ra alle caste in+eriori. sono co&$etenti $er il 1ulachara 7B?"' Kuelli che sono avversi all,accettazione del 1ula<Dhar&a. anche Fuando sono invitati. sono disgiunti da tutti i Dhar&a e vanno sulla via della rovina 7B="' Il 1ulina 1aula" che ha ingannato gli uo&ini che cercano il 1ulachara deve andare all,in+erno chia&ato Raurava 7BD"' Kuel basso 1aula che si ri+iuta di iniziare un ;handala o un 2avana al 1ula<Dhar&a. considerandoli in+eriori. o una donna $er &ancanza di ris$etto $er lei. va sulla via della rovina 7BA"' Il &erito acFuisito da un centinaio di Abhishe/a versare libagioni all,i&&agine della divinitG. tra il canto dei &antra' Di solito le o++erte sono acFua. latte. Eogurt. ghee. &iele ecc'". dall,esecuzione di un centinaio di -urashcharana ri$etizione di un &antra un gran nu&ero di volte". dieci &ilioni di volte Fuel &erito # acFuisito dall,iniziazione di un solo uo&o al 1ula<Dhar&a 7BB"'

237

Tutte le diverse caste. tutti i diversi seguaci del Dhar&a in Fuesto &ondo. sono. diventando 1aula. liberati dai loro lega&i. e vanno alla Di&ora Su$re&a 7B8"' I 1aula. che seguono tale Shaiva<Dhar&a sono co&e luoghi di $ellegrinaggio. e $ossiedono l,ani&a di Shiva' Si venerano e onorano l,un l,altro con a++etto. ris$etto e a&ore 78>"' ;he c0# da dire di $i%R Ti sto dicendo la veritG Fuando dico che l,unico $onte $er l,attraversa&ento di Fuesto oceano di esistenza # il 1ula<Dhar&a e nessun altro 787"' Seguendo il 1ula<Dhar&a tutti i dubbi vengono dissi$ati. tutta l,accu&ulazione dei $eccati viene annullata e la &oltitudine di azioni viene distrutta insie&e al /ar&a $rodotto da tali azioni" 78@"' Sono eccellenti Fuei 1auli/a che. veritieri e +edeli al 5rah&an. nella loro &isericordia invitano gli uo&ini a $uri+icarsi con il 1ulachara 789"' DeviI Ti ho $arlato della $ri&a $arte del !aha<nirvana Tantra $er la $uri+icazione degli uo&ini' Esso contiene le conclusioni di tutti i Dhar&a 78?"' ;hi lo ascolta ogni giorno o $er&ette ad altri uo&ini di ascoltarlo. diventa liberato da tutti i $eccati. e alla +ine raggiunge il Nirvana 78="' ;onoscendo Fuesto Re tra i Tantra. che contiene l,essenza dell,essenza di tutti i Tantra. ed # il $i% eccellente tra i Tantra. un uo&o diventa es$erto in tutti i Shastra sacre scritture" 78D"' L,uo&o che conosce Fuesto !aha<Tantra # liberato dai lega&i delle azioni' A che gli serve andare in $ellegrinaggio. o +are )a$a. 2aMNa. e Sadhana vedi Fui"R 78A"' 1ali/aI chi conosce Fuesto Tantra. ha +a&iliaritG con tutti i Shastra. # su$eriore tra i virtuosi. # sa$iente. conosce il 5rah&an. ed # un Saggio 78B"' Non vi # alcun bisogno dei Veda. dei -urana gru$$o di testi sacri di carattere $rinci$al&ente celebrativo e cos&ologico". delle S&riti lett' "ricordo" # un insie&e di testi sacri". delle Sa&hita cantici. gru$$o di testi sacri $ost<vedici". e dei vari altri Tantra. $oich4 conoscendo Fuesto Tantra si conosce tutto 788"'

238

Tutti i riti $i% segreti e le $ratiche e le conoscenze $i% eccellenti sono state rivelate da &e in ris$osta alle Tue do&ande @>>"' SuvrataI Virtuosa" $oich4 Tu sei la &ia $i% eccellente 5rah&i Sha/ti. e sei $er &e $i% cara della vita stessa. Tu sai che il !ahanirvana Tantra &i # altrettanto caro @>7"' ;os3 co&e l,Oi&alaEa # la Regina tra le &ontagne. co&e la Luna # la Regina tra le Stelle e il Sole # il Re tra tutti i cor$i brillanti. cos3 Fuesto Tantra # il Re tra i Tantra @>@"' Tutti i Dhar&a $ervadono Fuesto Tantra' ( l,unico &ezzo $er l,acFuisizione della conoscenza del 5rah&an' L,uo&o che lo ri$ete o induce altri a ri$eterlo sicura&ente acFuisisce tale conoscenza @>9"' Nella +a&iglia di Fuell,uo&o nella cui casa c,# Fuesto $i% eccellente tra tutti i Tantra non ci sarG &ai un -ashu Il gru$$o $i% basso in ter&ini di consa$evolezza. sono Fuelli che adorano il &ondo &ateriale" @>?"' Gli uo&ini accecati dal buio dell,ignoranza. gli sciocchi $resi nelle &aglie delle loro azioni. e l,uo&o anal+abeta. attraverso l,ascolto di Fuesto Grande Tantra. vengono liberati dai vincoli del /ar&a @>="' -ara&eshaniI la lettura. l,ascolto e l0adorazione di Fuesto Tantra. e cantando le sue lodi. con+erisce agli uo&ini la liberazione @>D"' Gli altri Tantra si occu$ano ciascuno di un solo argo&ento' Non c,# altro Tantra che contiene tutti i Dhar&a @>A"' L,ulti&a $arte contiene un resoconto dei &ondi in+ernali. terreni e celesti' ;hi la conosce insie&e alla $ri&a" conosce sicura&ente tutto @>B"' L,uo&o che conosce la seconda $arte di Fuesto libro # in grado di $arlare del $assato. $resente e del +uturo. e conosce i tre &ondi @>8"' ;i sono &olti ti$i di Tantra e Shastra vari. &a non sono uguali alla sedicesi&a $arte in valore" di Fuesto !ahanirvana Tantra @7>"' ;os,altro ti devo raccontare della grandezza del Tantra !ahanirvanaR Attraverso la conoscenza di esso un individuo $otrG raggiungere il 5rah&a< nirvana @77"'

239

Pine del Kuattordicesi&o Gioioso !essaggio della -ri&a -arte del !ahanirvana intitolato ";onsacrazione del Shiva<linga e Descrizione delle Kuattro ;lassi di Avadhuta"'

240