Sei sulla pagina 1di 5

A cura di Carla Fleischli Caporale

Gli insegnamenti di Babajii


una sintesi

www.evolutivity.info
DAGLI INSEGNAMENTI DI
BABAJI

* Il nostro obiettivo principale deve essere la pace nel mondo. Ma, di fatto, nel mondo arde il
grande fuoco della trasgressione e del dolore, dove ognuno vive e lavora, arso da queste fiam-
me. Gli esseri umani sono diventati indifferenti perché davanti ai loro occhi danza, in continua-
zione, la morte!

* Tutti dovrebbero usare la coscienza per compiere il proprio dovere, senza aspettare che
qualcuno glielo dica. E per questo si deve essere pronti a sacrificare la propria comodità. Tutti
dovrebbero essere pronti a sciogliere i legami che li condizionano, per affrontare il fuoco e le
tempeste nel nome della giustizia e senza lasciarsi impaurire.

* Gli esseri umani di oggi sono diventati dei codardi. L'ideologia della non violenza ha in-
fluenzato negativamente l'umanità che ha perso il coraggio di agire giustamente. Il sangue
dell'essere umano è diventato simile all'acqua (qui Babaji si riferisce a un proverbio indiano che
parla di quelli che non oppongono resistenza al male). Invece si deve essere forti nel proteggere
la giustizia. Troppe atrocità vengono compiute e la gente le lascia accadere nel nome della non
violenza. La non violenza non è da applicare a questo! Infatti questa aspirazione ha generato
l'incapacità a discriminare il bene dal male.
Non voglio che la gente sia cieca quando ha due occhi. L'ho detto e lo ridico: siate coraggiosi
e impegnatevi, ci sono troppe crudeltà e ingiustizie oggi nel mondo. Io voglio un'umanità di
coraggiosi, riflettete su questa esortazione. Anche la pigrizia, che sta all'origine di questa passi-
vità, deve essere radicalmente debellata. Oggi c'è troppa disumanità e indolenza, per questo è
così importante impegnarsi con sollecitudine e agire senza mai perdere il coraggio. Siate pa-
zienti, impavidi, rigorosi, diligenti e valorosi! Voglio risvegliare la vera essenza dell'essere u-
mano.

* Questo è un periodo di grandi distruzioni. Ognuno dovrebbe cercare di diventare spiri-


tualmente forte e coraggioso, perché solo colui che possiede il coraggio spirituale riuscirà a so-
pravvivere. Senza coraggio spirituale uno è morto anche se vivo, ed è per questo che tutti do-
vrebbero impegnarsi a fondo per diventare arditi. Voglio che tutti diventino intrepidi.

* In genere le persone sono convinte che la devozione spirituale sia qualcosa di amorevole e
di grande conforto, invece, la vera devozione mette di fronte alla necessità di affrontare il fuoco
e le tempeste, senza alcuna paura per la propria vita o della morte. Ecco, questa è devozione e
solo in questo caso avanzerete sul vostro cammino evolutivo. Quando arriverà quel momento
dovrete camminare in mezzo alle fiamme e alle burrasche, e solo l'individuo coraggioso potrà
sopravvivere a quei momenti.

* E' solo quando si sarà in grado di ribellarsi contro le cattive abitudini annidate nel proprio
cuore e nella propria mente, che si potrà procedere nella vita! Tutti dovrebbero sviluppare un
grande coraggio per superare le tendenze negative di questi tempi. Due sono le caratteristiche
che Babaji detesta nelle persone: l'essere come delle pecore ed essere addormentati, non allerta.
E' l'inerzia che toglie la vita all'essere umano!

* Una cosa che desidero fare (in questa mia missione) è quella di rimuovere l'indolenza dal
mondo, voglio mostrare all'umanità la via verso la pace e la felicità, ma questo è unicamente
possibile solo se si eliminano le cattive componenti interiori. Accendete la vostra Luce interiore
e poi accendetela negli altri, in ognuno alla volta, poi, proprio come fa la lampada che brucia
l'olio per risplendere, questa Luce consumerà il torpore, la pigrizia e l'avidità.
* Tutti dovrebbero percorrere il sentiero della Verità e dare agli altri il giusto esempio e l'in-
segnamento veritiero. Tutti dovrebbero percorrere il sentiero della Verità e poi insegnarlo alla
famiglia, agli amici, a tutti.

* Le persone sono diventate egoiste ed egocentriche: come si può raggiungere la serenità se


la mente è zeppa di ego ed egotismo? Dovete applicarvi totalmente nel vostro impegno a mi-
gliorarvi. Non demordete, continuate a procedere, ogni passo che conquisterete porterà benefici
non solo a voi ma anche al mondo intero. E' solo l'impegno che vi farà vincere sul vostro karma.
Questo è il vostro dovere da realizzare prima di ogni altra cosa. Il risultato di un grande impe-
gno è la felicità, quello dell'indolenza è il dolore. Voglio che tutti diventino coraggiosi, attivi e
scrupolosi. Il mondo richiede forza.

* Diventare forti non significa diventare duri e senza cuore. Diventare forti significa andare
oltre al piacere e alla sofferenza. Quando il momento arriverà dovrete essere pronti ad affronta-
re ogni tipo di sfida che si presenterà. Ci saranno molte montagne da scalare, ma non fermatevi
prima di aver raggiunto la meta! Lavorate e percorrete la vita con coraggio e ardore, e fate in
modo che anche la prossima generazione diventi valorosa e ardita.

* Il vostro compito è quello di manifestare solerzia, prontezza e impegno nella vostra vita.
Sviluppate coraggio e pazienza e non abbiate paura della tempesta e del fuoco, affrontateli con
audacia. L'essere umano deve migliorarsi attraverso un indefesso impegno, questa è la forma
più elevata di devozione.

* Ricordate: non dovreste mai fare qualcosa che porti danno agli altri, bensì agite sempre in
modo da portare beneficio alla maggioranza della creazione. Questo è agire nel servizio, ed è
l'unica via per la vittoria. Già un minimo di attività, svolte seguendo questa visione, contribui-
sce a diminuire le preoccupazioni e le malattie.
Solo quando si agisce e si lavora per il bene dei più, allora questo è karma yoga. E' solo at-
traverso il karma yoga che troverete il vostro sollievo e la vostra salvezza. Ed è attraverso il
karma yoga che si realizzano tutti i vostri desideri. La giusta azione è la più alta forma di yoga.
Evolvetevi attraverso il vostro lavoro, come buon risultato delle vostre azioni. Il lavoro serve a
realizzare qualcosa. Si deve essere diligenti e lavorare con passione, così da portare la pace in
tutto il mondo, iniziando, però, nella propria patria, nella propria regione, nella propria fami-
glia.

* Ricorda che il Signore non ama il devoto (Bhaktha) ma la sua devozione (Bhakthi). La Gra-
zia di Dio è come pioggia, acqua pura, che cade ugualmente in ogni luogo; ma il suo gusto con-
segue cambiamenti secondo il terreno attraverso il quale scorre. Così anche le parole del Signo-
re sono dolci per alcuni, amare per altri. Le vie del Signore sono misteriose; Ha benedetto Vidu-
ra con le parole, " sarai ucciso" e Dussasana con le parole, "vivrai per mille anni". Che Vidura ha
inteso come: " Io sarò ucciso e il malvagio Dussasana dovrà soffrire i mali e le tribolazioni di
questo mondo per dieci secoli. Non conoscete le vere ragioni dietro alle azioni di Dio. Non po-
tete comprendere le ragioni degli altri uomini che sono quasi come voi in tutto, mossi dagli
stessi motivi e avendo le stesse simpatie ed antipatie! Ma ancora come facilmente scoprite i mo-
tivi d’Uno che è lontano, lontano sopra il livello dell’uomo! Come chiacchieroni che parlano e
giudicano di qualche cosa che vi è estranea come l’atmosfera per un pesce!

* Il Karma può salvare, come anche uccidere; è come il gatto che morsica. Egli addenta pri-
ma il gattino, per portarlo nella sua bocca in un luogo sicuro e poi, morsica il topo per ucciderlo
e mangiarlo. Diventate il gattino, e il Karma vi salverà come una Madre amorosa. Diventate il
topo, e sarete perduti.

* Sadhana significa pulizia interiore come pure pulizia esteriore. Non vi sentite rinfrescati se,
dopo un bagno, vestite indumenti sporchi?
Non vi sentite ritemprati anche se indossate indumenti puliti, ma avete saltato il bagno?.
Ambedue sono necessarie, il Bhaya ed il Bhava, l'esteriorità come anche l'interiorità. La Sadha-
na è indispensabile per controllare la mente ed i desideri che essa poi rincorre. Se non vi dichia-
rate capaci di riuscire, non abbandonate la Sadhana ma fatela più energicamente, perché è la
materia nella quale non otterrete un valore transitorio che richiede uno studio speciale, non è
così?

* Per la protezione dei virtuosi, per la distruzione di chi fa del male e per stabilire la rettitu-
dine su un appoggio saldo, mi sono incarnato d’era in era. Ogni qualvolta asanthi, o disarmo-
nia, sommerge il mondo, Dio s’incarnerà in forma umana per stabilire i modi di guadagnare
prasanthi, o pace, e di rieducare la comunità umana nel sentiero di pace. Ora, conflitto e discor-
dia hanno rubato la pace e l’unità dalla famiglia, dalla scuola, dalla società, dalle religioni, dalle
città e dallo stato. Da quando mi muovo tra voi, mangio come voi e parlo con voi, siete ingan-
nati dalla credenza che questo è solo un esempio di umanità comune. Siate attenti a
quest’errore. Potrei deludervi anche col Mio cantare con voi, parlando con voi, ed impegnan-
domi in attività con voi. Ma, in qualunque momento, la Mia Divinità vi potrà essere rivelata;
dovete essere pronti, preparatevi per quel momento. Da quando la Divinità è nascosta
dall’umanità, dovete cercare di sconfiggere la Maya (Illusione) che la nasconde ai vostri occhi.
Questa è una forma umana in cui sono manifesti ogni Entità Divina, ogni Principio Divino, tutti
i Nomi e le forme attribuite dall’uomo a Dio, ...non permette a dubbi di distrarvi. Se solo voi
collocherete nell'altare del vostro cuore una fede salda nella Mia Divinità, potrete ottenere la
Visione della Mia Realtà. Invece, se dondolate come il pendolo di un orologio, un momento
avete devozione ed un altro momento dubbio, non potrete mai riuscire a comprendere la Verità
ed ottenere quella beatitudine. Voi siete molto fortunati ad avere la possibilità di sperimentare
la gran gioia della Visione del Sarvadaivathwaswaroopam (il corpo che è tutte le forme della
divinità) ora, in questa stessa vita.

* Sono venuto per darvi la chiave del tesoro d’ananda, o gran gioia, e per insegnarvi come
trovare la sorgente, perché avete dimenticato la via per la beatitudine. Se perdete
quest’occasione di salvare voi stessi, sarete la causa del vostro destino. Siete venuti per prende-
re da me lustrini e robaccia, le piccole insignificanti cure e promozioni, gioie mondane e confor-
to. Molto pochi di voi desiderano ottenere da me quello che sono venuto a darvi: vale a dire, la
stessa liberazione. Anche fra questi pochi, quelli che mantengono il sentiero della sadhana, o
pratica spirituale, e riescono sono una manciata.

* Vengo solo quando la sincerità, la fede e l’abbandono sono apprezzate.


Il ristabilimento del dharma (rettitudine): questo è il Mio scopo. L'insegnamento del dhar-
ma, la diffusione del dharma: quello è il Mio fine.

* Vi dirò perché dono questi anelli, talismani, rosari etc..È per segnalare il legame tra me e
quelli a cui sono dati. Quando gli accadono delle calamità, l'oggetto viene da me in un baleno,
ed in un baleno ritorna, dopo aver preso da me la riparatrice grazia della protezione. Questa
Grazia è disponibile a tutti coloro che mi chiamano con ogni Nome o Forma, non soltanto a
quelli che portano questi doni. L’Amore è il legame che vince la Grazia. Considerate il significa-
to del nome, Sai Baba. Sa significa 'Divino'; ai o ay significa 'madre' e Baba significa ‘Padre’. Il
nome indica Madre e Padre Divini, proprio come Sambasiva, che pure significa Madre e Padre
Divini (Sa-amba-siva). I vostri parenti fisici mostrano amore con una dose di egoismo; ma, que-
sto Sai "Madre e Padre" mostra affetto o rimproveri, solo per condurvi alla vittoria nella lotta
per l’autorealizzazione. Per questo, Sai è venuto allo scopo di raggiungere il compito supremo
di unire l'umanità intera, come una famiglia attraverso il legame di fratellanza, di affermare e
di illuminare la Realtà Atmica di ciascun essere allo scopo di rivelare il Divino che è la Base sul
quale riposa l’intero Cosmo, e di istruire tutti a riconoscere il comune patrimonio divino che
lega uomo a uomo, così che l’uomo può liberarsi dall'animale, e nascere nel Divino che è la sua
meta.
* Molti di voi vengono da me con problemi di salute e preoccupazioni mentali di una specie
o di un’altra. Sono solo esche con le quali siete stati portati qui. Ma lo scopo principale è che
possiate avere la grazia e fortificare la vostra fede nel divino. Problemi e ansie devono essere
accolti cordialmente perché v’insegnano le lezioni dell’umiltà e del rispetto. Rincorrere le cose
esteriori produce tutta quest’insoddisfazione. Questo tipo di desiderio non ha fine.

* Coltivate un’intimità con me nel cuore e sarete ricompensati. Allora acquisirete anche una
frazione di quell’amore supremo. Questa è un grande possibilità. Siate fiduciosi che sarete libe-
rati. Sappiate che siete salvi. Molti esitano a credere che le cose miglioreranno, questa vita sarà
felice per tutto e piena di gioia, e che l'età dell'oro tornerà. Lasciatemi assicurarvi che questo
dharmaswarupa, che questo corpo divino, non è venuto invano. Riuscirà ad allontanare la crisi
che sta attraversando l’umanità.

[Sito web: http://www.babaji.net/]